Microsoft, antitrust spagnolo per la rivendita di licenze

Il colosso di Redmond è finito nelle grinfie dell'antitrust in terra iberica. Avrebbe ostacolato la rivendita online di software usato, ritenuto illegale
Il colosso di Redmond è finito nelle grinfie dell'antitrust in terra iberica. Avrebbe ostacolato la rivendita online di software usato, ritenuto illegale

A muoversi rapida è stata la Comisión Nacional de la Competencia (CNC), che si occupa di dirimere questioni antitrust in terra spagnola. È stata così aperta un’inchiesta su certe attività del colosso Microsoft, accusato di aver impedito a società terze di rivendere licenze software .

L’antitrust iberica ha accolto le richieste dei vertici di Elegant Business SC , società che gestisce una sorta di mercato dell’usato del software, proponendo a prezzi ribassati sistemi operativi e pacchetti Office . I vertici di Elegant Business avevano ravvisato nel comportamento di BigM un abuso di posizione dominante.

L’azienda di Redmond potrebbe così trovarsi in una posizione che viola i primi due articoli della Ley de Defensa de la Competencia , nonché gli articoli 101 e 102 del Trattato dell’Unione Europea. Secondo le accuse di Elegant Business , Microsoft avrebbe ostacolato la rivendita di software usato perché ritenuto illegale .

I vertici di CNC potrebbero ora impiegare fino ad un anno e mezzo per decidere sul caso. Per l’accusa, Microsoft avrebbe privato gli utenti della possibilità di rivendere software legalmente acquistato.

Mauro Vecchio

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

21 09 2011
Link copiato negli appunti