Microsoft: c'era un cinese in Juku

Redmond riconosce il plagio ma accusa un terzo, il vero sviluppatore del programma
Redmond riconosce il plagio ma accusa un terzo, il vero sviluppatore del programma

Sembra essersi già conclusa la vicenda che vede coinvolto il programma di microblogging Plurk, popolare a Taiwan e in altri paese asiatici, e il neonato servizio di MSN China, Juku, che sembrava ricalcare troppo da vicino forme e contenuti di Plurk: Microsoft, dopo una propria indagine, ha riconosciuto il plagio.

Ad essere responsabile, spiega tuttavia Redmond, sarebbe l’azienda cinese a cui sarebbe stato appaltato il progetto. Avrebbe violato non solo il diritto d’autore di Plunk, ma anche il contratto stipulato con MSN China e la policy aziendale Microsoft in materia di rispetto della proprietà intellettuale.

Claudio Tamburrino

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti