Microsoft e la minaccia fantasma di Windows Phone 7

Il nuovo sistema operativo mobile di Redmond farebbe un uso indiscreto della rete dati trasferendo decine di Megabyte "fantasma" ogni giorno. Gli utenti si lamentano, Microsoft annuncia un'indagine conoscitiva

Roma – Qualcuno l’ha già ribattezzata la “Minaccia Fantasma” di Windows Phone 7: il sistema operativo mobile di Microsoft sarebbe affetto da una sorta di fuga quotidiana di non meglio specificati dati telematici, pacchetti di informazioni che vengono trasmessi a decine di Megabyte al giorno mettendo a rischio la tenuta economica dei risicati piani tariffari sottoscritti dagli utenti di smartphone.

Le lamentele degli utenti evidenziano una fuoriuscita di dati quantificabile in circa 50 Megabyte al giorno su rete 3G, anche in presenza di una connessione WiFi accessibile nelle vicinanze. Di più, gli smartphone basati su WP7 consumerebbero 2-5 Megabyte di traffico ogni ora mentre sono in stato di idle, arrivando a prosciugare 1 Gigabyte di traffico dati ogni 20 giorni per nulla.

Per nulla o forse no, visto che speculazioni e dietrologie sulle presunte finalità del traffico “fantasma” di WP7 già si sprecano: c’è chi già parla di “feedback” nascosto diretto verso i server di Redmond, magari da usare come metro di giudizio sulle performance del giovane sistema operativo.

Microsoft, dal canto suo, professa innocenza e promette di vederci chiaro in tempi brevi: “Stiamo indagando sul problema per determinarne la causa e forniremo aggiornamenti con informazioni e consigli una volta che saranno disponibili”, dice un portavoce. E magari, una volta individuata la causa del problema, Redmond potrebbe decidere di correggere l’eventuale baco nel primo, corposo update di WP7 in preparazione per le prossime settimane.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • BLatters scrive:
    L'universo
    L'universo è estremamente vasto. Prendendo come riferimento la velocità della luce, essa impiega oltre 2 milioni di anni solo per arrivare alla galassia più vicina. È dunque possibile che esistano diverse civiltà evolute e desiderose di comunicare, ma isolate dalle enormi distanze intergalattiche. = e questo ha detto tutto.
    • 2cents scrive:
      Re: L'universo
      Per quanto vasto il 98% dell'universo è composto da elio e idrogeno.Quindi già trovare un pianeta roccioso è una rarità.Figuriamoci la vita...
  • BLatters scrive:
    mille gradi?
    Mille gradi non è simile alla terra! qua mi sembra che la temperatura ragionevole è intorno ai 25°C. a meno che questo pianeta ERA abitato quindi E' SIMILE ALLA TERRA che Potrebbe essere nel futuro, secondo l'attrazione del sole. E' cmq non ci vuole uno scienziato a dire che potrebbero esistere altri pianeti simili a noi, basta trovare l'esatta distanta tra il sole ed il pianeta e la vità ci potrebbe essere, è un ipotesi che secondo me è verissima a quanto è vasto l'universo. QUINDI "NON SIAMO SOLI" FIDATEVI.
  • Acciaierie TERNI scrive:
    Richiesta informazioni
    Mille gradi nel lato esposto al sole? Fantastico! Ci si potrebbero fondere parecchie cosette a costo zero! Sarebbe interessante costruire un'acciaieria in prossimità del terminatore, dove le temperature sarebbero più accettabili, e i forni nel lato esposto al sole. Servirebbero volontari per lavorare lassù... magari con una paga tripla rispetto a quella terrestre. Perché non proporre l'affare alla Terni?
  • Pet Pet scrive:
    Uffa, un'occasione perduta
    per migrare via dall'Italia e dalle follie di questo mondo.
    • Redpill scrive:
      Re: Uffa, un'occasione perduta
      - Scritto da: Pet Pet
      per migrare via dall'Italia e dalle follie di
      questo
      mondo.Per andarsene dall'Italia le possibilità sono tante, per il mondo invece occorre aspettare qualche annetto e mettere da parte qualche milione di dollari ;)
      • Silvan scrive:
        Re: Uffa, un'occasione perduta
        Tutti prima o poi lasciamo questo mondo, e senza bisogno di accumulare soldi. Nel frattempo ci auguriamo che sia molto "poi". Ma aldilà delle macabre battute, cerchiamo di tenerci bene questa nostra Terra, invece di cercare improbabili mondi irragiungibili.
        • Redpill scrive:
          Re: Uffa, un'occasione perduta
          - Scritto da: Silvan
          Tutti prima o poi lasciamo questo mondo, e senza
          bisogno di accumulare soldi. Nel frattempo ci
          auguriamo che sia molto "poi". Ma aldilà delle
          macabre battute, cerchiamo di tenerci bene questa
          nostra Terra, invece di cercare improbabili mondi
          irragiungibili.Sempre se siamo in tempo per recuperarla...
  • Paolo Ferrante scrive:
    il contrario
    A me risulta il contrario, che questa era la conferma ad una scoperta del telescopio delle Hawaiisaluti
    • Keplerolo scrive:
      Re: il contrario
      - Scritto da: Paolo Ferrante
      A me risulta il contrario, che questa era la
      conferma ad una scoperta del telescopio delle
      Hawaii
      salutiSiamo su P.I. dai...Rivista di informatica online dal 1996 e ancora confondono le unità di misura riguardo ai proXXXXXri... Quando parlano di astronomia e' meglio guardare solo titolo e figure dell'articolo.
      • Delian scrive:
        Re: il contrario
        Scusami se indirizzo a te questo messaggio.. è più uno sfogo generale.Ma la smettiamo di sparare a zero in modo assolutamente non costruttivo?Va bene il mettere in dubbio una cosa ma qui si sta arrivando al denigrare il lavoro altrui a priori.Chiaramente è tutto IMHO e non sono assolutamente legato alla redazione in altro modo che non da lettore.Scusate lo sfogo.
        • Forse_si scrive:
          Re: il contrario
          In effetti hai ragione, è troppo facile criticare sempre.Bisogna saper scegliere, ma preferisco leggere 20 articoli e scartarne 19 piuttosto che lasciarmi sfuggire quell'1 rimasto.
    • Lord Kap scrive:
      Re: il contrario
      - Scritto da: Paolo Ferrante
      A me risulta il contrario, che questa era la
      conferma ad una scoperta del telescopio delle
      Hawaii salutihttp://tinyurl.com/6krf9tmWith a potentially small planet in their sights, follow-up observations using the Keck telescope in Hawaii have confirmed the planet and helped figure out its mass.-- Saluti, Kap
Chiudi i commenti