Microsoft: fate dormire la vostra LAN

Un agente software che sorveglia l'attività di un network. Tenendo buoni i PC inutilizzati e stimolando quelli che occorrono. Il risparmio energetico è sensibile

Roma – Microsoft Research ha presentato una possibile soluzione per tentare di mitigare l’enorme impatto energetico dei network aziendali costantemente “online” e al massimo del consumo di corrente elettrica. La divisione di Redmond ha pubblicato uno studio sul suo Sleep Proxy , una tecnologia in grado di gestire in maniera pratica e indolore la convivenza di client attivi e in sospensione all’interno di una stessa rete , con un regime di policy comune per quanto riguarda la condivisione delle risorse.

Se è infatti già disponibile lo standard Wake-on-LAN per riattivare i PC in sospensione attraverso la connessione di rete, la sua mancata adozione nel software di utilità disponibile sulle macchine Wintel ne preclude l’utilizzo proficuo nei casi in cui sarebbe necessario accedere al sistema dormiente: installazione di patch, accesso ai file condivisi o altro ancora.

Lo Sleep Proxy di Redmond funziona appunto come agente di rete in grado di intercettare il traffico diretto alle macchine in sospensione, determinare se occorre riattivarle e infine inviare gli opportuni segnali WoL per rendere possibile la comunicazione che altrimenti non sarebbe potuta avvenire in maniera automatica.

Stando alle informazioni fornite da Microsoft, la sperimentazione dello sleep proxy in uno scenario di utilizzo reale (50 utenti attivi nel laboratorio di ricerca “Building 99” a Redmond, Washington) ha portato a un risparmio energetico netto compreso tra il 60 e l’80 per cento: le strategie di sospensione possono farsi più aggressive con la garanzia di continuare ad avere una rete funzionale capace, quando occorre, di attivare ogni sistema necessario.

I risultati iniziali sono positivi e Microsoft pensa di estendere la sperimentazione in contesti ancora più ampi. Nel contempo a Redmond lavorano su un nuovo sistema di tipo peer-to-peer in grado di eliminare la necessità di un agente di rete dedicato e trasformare l’ultimo client attivo in un potenziale “sleep proxy”, capace di gestire la sospensione di tutte le macchine connesse in LAN e attivarle alla bisogna.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • aid85 scrive:
    questa notizia è molto strana...
    Ma sono l'unico che ha già provato a navigare gratisi su una wifi in uno starbucks ? (estero ovviamente)...Un bar su due oltr'alpe ha una wifi gratis e libera (nessun documento nessuno sbatti nlla di nulla solo al massimo una wep o una wpa consegnata a mano dal barista a chi lo chiede insieme a un caffe o coca)
  • dwdp scrive:
    anche in Italia McDonald lo fa
    Per adeguarsi alla normativa italiana manda la password via SMS, ma per il resto la connessione è totalmente libera.
    • saluti scrive:
      Re: anche in Italia McDonald lo fa
      - Scritto da: dwdp
      Per adeguarsi alla normativa italiana manda la
      password via SMS, ma per il resto la connessione
      è totalmente
      libera.Qui Verona. Mi sono collegato anche oggi. Non solo: le credenziali sono le medesime per ogni filiale. Questo si chiama saper fare business!
      • Gemini90 scrive:
        Re: anche in Italia McDonald lo fa
        - Scritto da: saluti
        - Scritto da: dwdp

        Per adeguarsi alla normativa italiana manda la

        password via SMS, ma per il resto la connessione

        è totalmente

        libera.

        Qui Verona. Mi sono collegato anche oggi. Non
        solo: le credenziali sono le medesime per ogni
        filiale. Questo si chiama saper fare
        business!anche io sono ( anzi vivevo ) a Verona!!! :D McDonald di porta nuova o corso Milano?XDps. sono un ex marconiano!!sorry per lo spam.. comunque è assurdo che in Italia siamo così indietro su certe cose..
    • aid85 scrive:
      Re: anche in Italia McDonald lo fa
      in italia le wi libere sono illegali... mcdonald identifica il navigatore col cellulare la cui sim è registrata in modo univoco con un documento identificativo... anche il bar sottocasa lo fa non solo mcdonal e deve sempre identificare il navigante... procedura palesemente stupida made in italy
  • Jack scrive:
    ma non solo Starbucks
    qualsiasi bar/negozio/centro commerciale ha la wifi libera negli Stati Uniti.. e per libera intendo che ti colleghi e navigi, non che ti colleghi e ti chiedono i dati fino ai tuoi parenti di 15esimo grado per farti navigare
    • Quotator Maximus III scrive:
      Re: ma non solo Starbucks
      - Scritto da: Jack
      qualsiasi bar/negozio/centro commerciale ha la
      wifi libera negli Stati Uniti.. e per libera
      intendo che ti colleghi e navigi, non che ti
      colleghi e ti chiedono i dati fino ai tuoi
      parenti di 15esimo grado per farti
      navigareConfermo. Starbucks e' stata una delle ultime ad "aprirla" a tutti. In molti altri bar/caffetterie c'era gia'.
      • emix scrive:
        Re: ma non solo Starbucks
        Veramente in Messico Internet libero negli Starbucks c'è già da ANNI.
        • dave vee scrive:
          Re: ma non solo Starbucks
          Io ero stato a Glasgow un paio di anni fa ed ho tranquillamente usato il wifi di Starbucks.. infatti mi sono stupito quando sono andato dopo negli USA e l'ho trovato chiuso
          • franz scrive:
            Re: ma non solo Starbucks
            L'ultima volta che sono stato negli usa avevamo wifi e prese di corrente anche sugli autobus.
          • Gemini90 scrive:
            Re: ma non solo Starbucks
            - Scritto da: franz
            L'ultima volta che sono stato negli usa avevamo
            wifi e prese di corrente anche sugli
            autobus.quanto siamo indietro XD
          • ruppolo scrive:
            Re: ma non solo Starbucks
            - Scritto da: Gemini90
            - Scritto da: franz

            L'ultima volta che sono stato negli usa avevamo

            wifi e prese di corrente anche sugli

            autobus.

            quanto siamo indietro XDNon siamo indietro, siamo in un regime, capitanato da XXXXXXX.
          • ullala scrive:
            Re: ma non solo Starbucks
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: Gemini90

            - Scritto da: franz


            L'ultima volta che sono stato negli usa
            avevamo


            wifi e prese di corrente anche sugli


            autobus.



            quanto siamo indietro XD

            Non siamo indietro, siamo in un regime,
            capitanato da
            XXXXXXX.La XXXXXXXggine è rigorosamente bipartizan
      • Picchiatell o scrive:
        Re: ma non solo Starbucks
        - Scritto da: Quotator Maximus III

        Confermo. Starbucks e' stata una delle ultime ad
        "aprirla" a tutti. In molti altri bar/caffetterie
        c'era
        gia'.Piu' che altro starbucks e' in crisi nera con il proprio business principale...
  • frenke scrive:
    nonostante la lotta al terrorismo....
    ... di cui in america sono dei fan sfegatati il wifi è lasciato libero.... al contrario dell'italia dove sembra che sia il mezzo preferito per organizzare complotti....
    • ruppolo scrive:
      Re: nonostante la lotta al terrorismo....
      - Scritto da: frenke
      ... di cui in america sono dei fan sfegatati il
      wifi è lasciato libero.... al contrario
      dell'italia dove sembra che sia il mezzo
      preferito per organizzare
      complotti.Ma come non lo sai? le torri gemelle abbattute dai terroristi erano in Italia, non in USA. Per questo in Italia hanno vietato il Wi-Fi libero.
  • myself scrive:
    ma noi abbiamo pisanu...
    ...ed i suoi decreti della m....a, non per essere volgare, ma quando ci vuole ci vuole... gente che non capisce nulla e che blocca opportunità di innovazione nel nostro paese con decreti assurdi che non sono mai serviti...
    • bubba scrive:
      Re: ma noi abbiamo pisanu...
      - Scritto da: myself
      ...ed i suoi decreti della m....a, non per essere
      volgare, ma quando ci vuole ci vuole... gente che
      non capisce nulla e che blocca opportunità di
      innovazione nel nostro paese con decreti assurdi
      che non sono mai
      serviti...per quanto la pisanu sia demenziale, starbucks non da mica acXXXXX anonimo. Free si, ma non anonimo. Da noi come al solito c'e' una sfilarata di beghe burocratiche in piu, ma si puo' fare pure da noi.
Chiudi i commenti