Microsoft indaga su nuova falla di IE

Una nota società di sicurezza ha portato alla luce una falla contenuta in tre fra le più utilizzate applicazioni per Windows, tra cui Internet Explorer. Microsoft ci sta lavorando sopra


Aliso Viejo (USA) – Internet Explorer, Outlook e Outlook Express condividono una vulnerabilità di sicurezza che potrebbe consentire ad un aggressore di prendere il controllo di un PC da remoto. A segnalarlo è eEye Digital Security , la stessa società californiana che lo scorso agosto aveva scoperto alcuni bug in IE e Windows .

Stando alle poche informazioni rilasciate da eEye, la falla è contenuta “nelle installazioni di default di IE e Outlook/Express” e può essere sfruttata per eseguire del codice da remoto. La società rivelerà maggiori dettagli nel momento in cui Microsoft pubblicherà una patch.

Tra le versioni di Windows in cui è stata al momento accertata la presenza del baco vi sono 2000 e XP, tuttavia gli utenti di quest’ultimo che hanno installato l’SP2 sarebbero immuni al problema. Un portavoce di Microsoft ha confermato che l’azienda sta attualmente investigando sulla falla.

Solo poche settimane fa il big di Redmond aveva reso disponibile un aggiornamento di sicurezza cumulativo per IE che corregge tre recenti vulnerabilità piuttosto serie.

“Non mi sorprenderebbe se Microsoft rilasciasse un nuovo update cumulativo per IE nel prossimo futuro”, ha affermato Mike Puterbaugh, senior director of product marketing di eEye.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    fanno bene!
    l'altro giorno ho sentito una storia... mamma mia! un tipo che conosce un altro tipo TRUFFAIOLO: usa dati personali rubati per fare finanziamenti falsi.La gente cosi', tutta in galera!!!! Sanguisughe
    • Anonimo scrive:
      9 --
      ma vai a cagare forcaiolo, quello non e' un truffatore e' solo un ragazzo che ha fatto una bravata
      • Anonimo scrive:
        Re: fanno bene!
        Sono un altro, non sono lui.Ma anche i falliti terrosristi di Londra si difendono dicendo che era una bravata.Se non andava fatto e l'ha fatto va punito.Purtroppo c'è chi fa anche cose peggiore e non viene punito, ma ciò non assolve certamente il nostro ladro di polli.
        • Anonimo scrive:
          Re: fanno bene!
          - Scritto da: Anonimo
          Sono un altro, non sono lui.
          Ma anche i falliti terrosristi di Londra si
          difendono dicendo che era una bravata.
          Se non andava fatto e l'ha fatto va punito.
          Purtroppo c'è chi fa anche cose peggiore e non
          viene punito, ma ciò non assolve certamente il
          nostro ladro di polli.ma che mi frega degli inglesi che crepano nelle loro metropolitane?
          • Anonimo scrive:
            Re: fanno bene!
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Sono un altro, non sono lui.

            Ma anche i falliti terrosristi di Londra si

            difendono dicendo che era una bravata.

            Se non andava fatto e l'ha fatto va punito.

            Purtroppo c'è chi fa anche cose peggiore e non

            viene punito, ma ciò non assolve certamente il

            nostro ladro di polli.

            ma che mi frega degli inglesi che crepano nelle
            loro metropolitane?:@:@:@:@:@:@:@:@vorrei vedere se tu avessi avuto un caro, dentro quel treno. tappati la bocca!
    • Anonimo scrive:
      Re: fanno bene!
      - Scritto da: Anonimo
      l'altro giorno ho sentito una storia... mamma
      mia! un tipo che conosce un altro tipo
      TRUFFAIOLO: usa dati personali rubati per fare
      finanziamenti falsi.

      La gente cosi', tutta in galera!!!! Sanguisughe170 mila euro... mi chiedo se non ha tutti quei soldi cosa succede.Comunque. In Italia la pena deve essere commisurata al reato. O meglio *DOVREBBE*, dato che chi decide le pene sembra farsi anche le pere dimostrando di vivere in un altro mondo.Un ladro di polli non può e non deve essere trattato come un delinquente. Poi i discorsi sulle "Potenzialità" del reato commesso(cioè sulle *EVENTUALI* ma *NON* verificate conseguenze) sono tutta aria fritta che non ha senso, il processo alle intenzioni è roba da film di fantascenza americano ed è bene che rimanga fantasia (perversa).
Chiudi i commenti