Microsoft: Office è meglio di OpenOffice

Un video made-in-Redmond appare e scompare nelle pieghe del web. BigM mette insieme alcune citazioni di addetti ai lavori tornati a parlare Microsoft dopo una parentesi OO.org

Roma – Microsoft attacca OpenOffice.org , e lo fa con un video dalla visibilità ondeggiante che è apparentemente basato su citazioni di esperienze reali. Le aziende provano OO.org e poi tornano a Office per i problemi “tipici” del software open source, questo il messaggio che Redmond vuole far passare al pubblico.

Il video è inizialmente comparso nel canale Microsoft Office Videos su YouTube, ma è stato reso “privato” in seguito alla sua crescente visibilità e al suo posto è apparsa una versione in Silverlight ospitata sui server Microsoft . A quel punto anche il video su YouTube è ridiventato pubblico.

La clip è basata sulle citazioni dell’esperienza di 15 diversi clienti Microsoft , tornati alle familiari lande di Office dopo aver valutato l’impatto di OO.org sull’ambiente aziendale e non solo. Le motivazioni del ritorno a Office indicate nel video includono i maggiori costi di gestione sul lungo termine , la scarsa interoperabilità, una minore produttività, un’efficienza ridotta e persino una riduzione delle votazioni nel caso di studenti statunitensi.

Il nuovo “Office video” segna in qualche modo un cambio di strategia per Microsoft, che per “dimostrare” la maggiore qualità dei suoi prodotti per la produttività personale e da ufficio è passata dal mancato riconoscimento dell’avversario (in questo caso OO.org) alla “pubblicità comparativa”.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Callisto Software scrive:
    Software
    è incredibile che dopo anni e anni di discussioni tra windows e linux, un articolo sull'argomento riesca a generare quasi 400 commenti.Io lavoro nel settore della piccola e media impresa, e vi assicuro che è improponibile soppiantare windows con linux. Se non altro per la completa assenza di software professionale.per quanto riguarda la PA, è pure comprensibile, basta sviluppare software ad hoc o una bella web application e non ci sono probolemi, ma il mondo non è fatto solo da PA, anzi in italia sopratutto la PMA ricopre metà del pil e va tenuta in considerazione assolutamente.
    • krane scrive:
      Re: Software
      - Scritto da: Callisto Software
      è incredibile che dopo anni e anni di discussioni
      tra windows e linux, un articolo sull'argomento
      riesca a generare quasi 400 commenti.Pensa a qello che succede negli stadi tutte le domeniche...
      Io lavoro nel settore della piccola e media
      impresa, e vi assicuro che è improponibile
      soppiantare windows con linux. Se non altro per
      la completa assenza di software
      professionale.

      per quanto riguarda la PA, è pure comprensibile,
      basta sviluppare software ad hoc o una bella web
      application e non ci sono probolemi, ma il mondo
      non è fatto solo da PA, anzi in italia sopratutto
      la PMA ricopre metà del pil e va tenuta in
      considerazione assolutamente.E perche0 le PMA non potrebbero mettersi a sviluppare multipiattaforma ?
      • Callisto Software scrive:
        Re: Software
        Io parlavo di disponibilità di software professionale, vedi adobe, autocad ecc... non di software ad hoc. farsi sviluppare software personalizzato costa molto di piu che comprarne uno gia in commercio, e l'offerta per piattaforma microsoft è molto piu vasta.
        • krane scrive:
          Re: Software
          - Scritto da: Callisto Software
          Io parlavo di disponibilità di software
          professionale, vedi adobe, autocad ecc... non di
          software ad hoc. farsi sviluppare software
          personalizzato costa molto di piu che comprarne
          uno gia in commercio, e l'offerta per piattaforma
          microsoft è molto piu vasta.Ti diro' una cosa che potrebbe sconvolgerti: qui ad esempio non si usa ne autocad ne' photoshop. Ma quanti terabite di file in autocad verranno mai prodotti tutti i giorni in italia poi ?
          • Callisto Software scrive:
            Re: Software
            non so di cosa ti occupi, comunque se vai in un qualunque studio di architetti, e ce ne sono centinaia, oppure in uno studio grafico, non troverai mai workstation con linux, al massimo dei file server.e comunque la "manutenzione" di pc e server microsoft costa meno, non guardate solamente il software quando si parla di linux/microsoft.
          • krane scrive:
            Re: Software
            - Scritto da: Callisto Software
            non so di cosa ti occupi, comunque se vai in un
            qualunque studio di architetti, e ce ne sono
            centinaia, oppure in uno studio grafico, non
            troverai mai workstation con linux, al massimo
            dei file server.Wow escludiamo sicuramente il 90% delle imprese italiane allora.
            e comunque la "manutenzione" di pc e server
            microsoft costa meno, non guardate solamente il
            software quando si parla di linux/microsoft.In che senso "costa meno" ?
          • panda rossa scrive:
            Re: Software
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: Callisto Software

            non so di cosa ti occupi, comunque se vai in un

            qualunque studio di architetti, e ce ne sono

            centinaia, oppure in uno studio grafico, non

            troverai mai workstation con linux, al massimo

            dei file server.

            Wow escludiamo sicuramente il 90% delle imprese
            italiane
            allora.


            e comunque la "manutenzione" di pc e server

            microsoft costa meno, non guardate solamente il

            software quando si parla di linux/microsoft.

            In che senso "costa meno" ?Perche' e' demandata all'amico del cuGgino, che di computer ci capisce.
          • LaNberto scrive:
            Re: Software
            Parecchi, ma più che il peso in byte conta quello in euro del lavoro
      • rover scrive:
        Re: Software
        Perche' tu non sei disposto a scriverlo x 2 soldi o addirittura gratis.Troppo comodo stare su PI a pontificara
        • krane scrive:
          Re: Software
          - Scritto da: rover
          Perche' tu non sei disposto a scriverlo x 2 soldi
          o addirittura gratis.Perche' dovrei essere pagato per programmare roba per windows e non esserlo per programmare multipiattaforma ?
          Troppo comodo stare su PI a pontificaraPontificare che ?
          • rover scrive:
            Re: Software
            Perche' su Windows forse quel sw esiste gia', e forse basta personalizzarlo.Invece non puoi andare da un cliente dopo che l' hai convinto a passare a linux per risparmiare a dirgli di spendere una certa cifra per un sw da scrivere che semmai su MS esiste gia'. Linux sarebbe un ottimo sistema potenzialmente, ma non offre il parco applicativi di MS. Sap,autocad giusto per non fare nomi di sw molto usati.Il pontificare consiste nel non riconoscere le oggettive difficolta' dello switch nei client, ma insistere semplicemente nel fatto che e' migliore. Lo sarebbe, forse, se spostassimo l'orologio a 15-20 anni orsono.
  • Zio Cavallo scrive:
    Certo
    Per te che non lo sai usare.
  • Zio Cavallo scrive:
    Bla bla bla
    «Il 60 per cento dice di voler usare il sistema operativo open source per carichi di lavoro "mission critical" entro i prossimi 12 mesi.»Non è sufficiente dirlo... e poi da me non è venuto nessuno a chiedere nulla...
    • Fiber scrive:
      Re: Bla bla bla
      - Scritto da: Zio Cavallo
      «Il 60 per cento dice di voler usare il sistema
      operativo open source per carichi di lavoro
      "mission critical" entro i prossimi 12
      mesi.»

      Non è sufficiente dirlo... e poi da me non è
      venuto nessuno a chiedere
      nulla...quelli che lo dicono sono gli stessi fanboy che si sono autocreati la recensione
    • puttezzo scrive:
      Re: Bla bla bla

      Non è sufficiente dirlo... e poi da me non è
      venuto nessuno a chiedere
      nulla...Allora è certamente una notizia falsa
  • ste scrive:
    Re: ahah oste com'è il vino...


    Intanto nel mondo reale succede questo...

    http://www.itworld.com/operating-systems/121135/sw
    Gli svizzeri tengono i soldi :-)
  • Findi scrive:
    Speriamo...
    Questa è la strada!
  • Trevisiol Lorenzo scrive:
    Si parla di una minima parte di PC...
    Dovreste far ben notare che si tratta di installazioni su sistemi di produzione, mentre la grande maggioranza dei PC in azienda, quelli con operatore, rimarranno ancora per molto tempo con Windows...se non altro per ovvie motivazioni di formazione del personale.
  • Uau (TM) scrive:
    Ma quale marcia?
    Quella funebre immagino, visto che nelle aziende dove verrà effettuato tale passaggio salteranno parecchie teste (non solo in senso figurato); di sicuro tutte le teste di quei dirigenti IT/sysadmin che grazie a questa "brillante" idea e alla falsa promessa di far risparmiare qualche spicciolo, faranno perdere montagne di denaro, per i problemi più disparati, ad aziende già in crisi.Per fortuna la realtà è moooooooooolto diversa e i sysadmin in gamba, anche se appassionati di linux e super-smanettoni, non metteranno MAI (server a parte) linux su sistemi SERI (N.B. scrivo "SERI" poichè linux per la macelleria sotto casa va benissimo)!Meglio pagare il giusto e mettere su un sistema che funziona davvero e che si riesca ad amministrare senza dover sacrificare un gallo nelle notti di luna piena e solo se Giove è in trigono al Sole.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 ottobre 2010 10.09-----------------------------------------------------------
    • pippone scrive:
      Re: Ma quale marcia?

      Per fortuna la realtà è moooooooooolto diversa e
      i sysadmin in gamba, anche se appassionati di
      linux e super-smanettoni, non metteranno MAI
      (server a parte) linux su sistemi SERI (N.B.
      scrivo "SERI" poichè linux per la macelleria
      sotto casa va
      benissimo)!I sysadmin in gamba sono quelli che buttano nel cestino il tuo curriculum.Otre che ignorante sei pure noioso.
    • bertuccia scrive:
      Re: Ma quale marcia?
      - Scritto da: Uau (TM)

      amministrare senza dover sacrificare un gallo
      nelle notti di luna pienaLOL, sei quello del diario del linux newbie? :Dovvio che se basi l'infrastruttura su active directory ed exchange, non ci puoi mettere che win per amministrarele altre soluzioni richiedono solo un admin più competente (quindi più pagato), risparmiando sul sw ma guadagnando in affidabilità(leggiti i contratti di assunzione, i sysadmin linux/unix sono più pagati)
    • Winaro scrive:
      Re: Ma quale marcia?
      - Scritto da: Uau (TM)
      Quella funebre immagino, visto che nelle aziende
      dove verrà effettuato tale passaggio salteranno
      parecchie teste (non solo in senso figurato); di
      sicuro tutte le teste di quei dirigenti
      IT/sysadmin che grazie a questa "brillante" idea
      e alla falsa promessa di far risparmiare qualche
      spicciolo, faranno perdere montagne di denaro,
      per i problemi più disparati, ad aziende già in
      crisi.

      Per fortuna la realtà è moooooooooolto diversa e
      i sysadmin in gamba, anche se appassionati di
      linux e super-smanettoni, non metteranno MAI
      (server a parte) linux su sistemi SERI (N.B.
      scrivo "SERI" poichè linux per la macelleria
      sotto casa va
      benissimo)!

      Meglio pagare il giusto e mettere su un sistema
      che funziona davvero e che si riesca ad
      amministrare senza dover sacrificare un gallo
      nelle notti di luna piena e solo se Giove è in
      trigono al
      Sole.Ma ma ma ma... :oE' come se l'avessi scritto io! Fantastico, sei un vero professionista!Complimenti!Parola di Winaro! ;)
    • vintage scrive:
      Re: Ma quale marcia?
      - Scritto da: Uau (TM)
      Quella funebre immagino, visto che nelle aziende
      dove verrà effettuato tale passaggio salteranno
      parecchie teste (non solo in senso figurato); di
      sicuro tutte le teste di quei dirigenti
      IT/sysadmin che grazie a questa "brillante" idea
      e alla falsa promessa di far risparmiare qualche
      spicciolo, faranno perdere montagne di denaro,
      per i problemi più disparati, ad aziende già in
      crisi.

      Per fortuna la realtà è moooooooooolto diversa e
      i sysadmin in gamba, anche se appassionati di
      linux e super-smanettoni, non metteranno MAI
      (server a parte) linux su sistemi SERI (N.B.
      scrivo "SERI" poichè linux per la macelleria
      sotto casa va
      benissimo)!Chissa perchè come server linux è serio invece come desktop no.E' altresi chiaro che la sostituzione a livello desktop deve essere ponderata.Es: se un utente per il suo lavoro usa solo un browser (applicativi web centrici) no fatti solo per ie6; non ci sono particolari problemi a cambiare.Naturalmente, le persone che valuteranno il cambiamento, effettueranno prima i dovuti test necessari.Guarda che non tutti (la maggior parte) sono dei fan boys le persono che valutano una migrazione.
    • indians scrive:
      Re: Ma quale marcia?
      - Scritto da: Uau (TM)
      Meglio pagare il giusto e mettere su un sistema
      che funziona davvero e che si riesca ad
      amministrare senza dover sacrificare un gallo
      nelle notti di luna piena e solo se Giove è in
      trigono al
      Sole.Perfettamente d' accordo Ogni volta che avvio il mio pc con desktop debian mi metto prima a pregare e ogni mese, per sicurezza, faccio un pellegrinaggio a stonenge e sacrifico un gallo alla dea lilith
      • Uau (TM) scrive:
        Re: Ma quale marcia?
        - Scritto da: indians

        Perfettamente d' accordo
        Ogni volta che avvio il mio pc con desktop debian
        mi metto prima a pregare e ogni mese, per
        sicurezza, faccio un pellegrinaggio a stonenge e
        sacrifico un gallo alla dea
        lilithSe il mese è quello di rilascio update critici, non dimenticarti di fare un salto anche a Lourdes!
        • indians scrive:
          Re: Ma quale marcia?
          - Scritto da: Uau (TM)
          - Scritto da: indians



          Perfettamente d' accordo

          Ogni volta che avvio il mio pc con desktop
          debian


          mi metto prima a pregare e ogni mese, per

          sicurezza, faccio un pellegrinaggio a stonenge
          e

          sacrifico un gallo alla dea

          lilith

          Se il mese è quello di rilascio update critici,
          non dimenticarti di fare un salto anche a
          Lourdes!Grazie, terrò in considerazione anche questa opportunità. Per curiosità, ha quale santo preghi per non avere il pc infettato da virus,worm, ecc. ?
          • Fiber scrive:
            Re: Ma quale marcia?
            - Scritto da: indians

            Per curiosità, ha quale santo preghi per non
            avere il pc infettato da virus,worm, ecc.
            ?non c'e' da pregare nessun santo chi prende malware su windows e' nel 99% dei casi solo perche' scarica ed installa DI SUA VOLONTA ' installer .exe di software crakkati e contaminati presi dal p2p , perche' per il resto basta non bloccare Servizio Aggiornamenti Automatici di Sistema e IE attivo di default sul sistema per i piu' niubbi , non scaricare ed installare software da siti farlocchi ma solo da siti sicuri e fidati o dai siti dei produttori originali del software , far aggiornare i plug-ins come Flash Player & Java VM quando il loro sistema di Autopdate propone l'update lampeggiando nella barra di WIndows e non si prende nessun virus nel 99% dei casi .. se poi si usa Avira Antivir free o Avast Free o Mcfee che sono i migliori nelle rivelazioni e nn appesantiscono il sistema nemmeno dello 0,1% ( fonte e test av-compratives.org ) , anche se fosse il malware verrebbe rilevato e bloccato in tempo reale prima che si installi sul computer e questo solo per chi nn usa un account Limitato/standard per navigare il web ma account con diritti Administrator ( o su Windows 7 per chi clicca in UAC a si a tutto come un fesso colossale) ..piu' usare un buon router adls che ha il firewall hardware Nat & SPi nn guasta ...oramai costano 40 ed i modem adls USB2 nn servono piu' a niente Ps: a quale santo ..senza la H sulla a come hai invece scritto studiate che fa sempre bene. -----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 ottobre 2010 14.45----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 ottobre 2010 14.46----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 ottobre 2010 14.47-----------------------------------------------------------
          • panda rossa scrive:
            Re: Ma quale marcia?
            - Scritto da: Fiber
            - Scritto da: indians




            Per curiosità, ha quale santo preghi per non

            avere il pc infettato da virus,worm, ecc.

            ?


            non c'e' da pregare nessun santo

            chi prende malware su windows e' nel 99% dei casi
            solo perche' scarica ed installa DI SUA VOLONTA '
            installer .exe di software crakkati e contaminatiA questo indirizzo c'e' una immagine grafica modificata, che se tu la visualizzi con il tuo browser m$ sul tuo sistema m$ si verifica un buffer overflow, che come effetto collaterale porta all'esecuzione di codice maligno presente nell'immagine grafica stessa.http://tinyurl.com/2wdtfxuQuesto codice, sfruttando un bug del sistema, scala i privilegi, qualora tu non stia usando un utente amministratore, quindi sfruttando il browser cosi' ben radicato nel sistema operativo, e gia' connesso alla rete, scarica un eseguibile dalla rete e modifica il registro in modo da lanciare quell'eseguibile al prossimo riavvio.Altro che SUA VOLONTA'.Con winsozz ti becchi i virus e neanche te ne accorgi.
          • Fiber scrive:
            Re: Ma quale marcia?
            - Scritto da: panda rossa

            A questo indirizzo c'e' una immagine grafica
            modificata, che se tu la visualizzi con il tuo
            browser m$ sul tuo sistema m$ si verifica un
            buffer overflow, che come effetto collaterale
            porta all'esecuzione di codice maligno presente
            nell'immagine grafica
            stessa.

            http://tinyurl.com/2wdtfxu

            Questo codice, sfruttando un bug del sistema,
            scala i privilegi, qualora tu non stia usando un
            utente amministratore, quindi sfruttando il
            browser cosi' ben radicato nel sistema operativo,
            e gia' connesso alla rete, scarica un eseguibile
            dalla rete e modifica il registro in modo da
            lanciare quell'eseguibile al prossimo
            riavvio.

            Altro che SUA VOLONTA'.
            Con winsozz ti becchi i virus e neanche te ne
            accorgi.fammi vedere quale sarebbe la falla CRiTICA DI REMOTE PRIVILE ESCALATION (RPE) AND REMOTE CODE EXECTUON SUL BROWSER MICROSOFT INTERNET EXPLORER 8 che tramite apposito exploit sul presente sito che hai appena linkato porterebbe all'autoinstallazione in silent mode con drive by download automatico di malware su Windows bypassando anche le 2 protezione antiexploit di Windows = DEP & ASLR ( mitigating factor) piu' anche l'antivirus http://secunia.com/advisories/product/21625/?task=advisories_2010attedo che mi illumini col le tue solite boiate galattiche-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 ottobre 2010 15.07-----------------------------------------------------------
          • panda rossa scrive:
            Re: Ma quale marcia?
            - Scritto da: Fiber
            - Scritto da: panda rossa




            A questo indirizzo c'e' una immagine grafica

            modificata, che se tu la visualizzi con il tuo

            browser m$ sul tuo sistema m$ si verifica un

            buffer overflow, che come effetto collaterale

            porta all'esecuzione di codice maligno presente

            nell'immagine grafica

            stessa.



            http://tinyurl.com/2wdtfxu



            Questo codice, sfruttando un bug del sistema,

            scala i privilegi, qualora tu non stia usando un

            utente amministratore, quindi sfruttando il

            browser cosi' ben radicato nel sistema
            operativo,

            e gia' connesso alla rete, scarica un eseguibile

            dalla rete e modifica il registro in modo da

            lanciare quell'eseguibile al prossimo

            riavvio.



            Altro che SUA VOLONTA'.

            Con winsozz ti becchi i virus e neanche te ne

            accorgi.


            fammi vedere quale sarebbe la falla CRiTICA DI
            REMOTE PRIVILE ESCALATION (RPE) AND REMOTE CODE
            EXECTUON SUL BROWSER MICROSOFT INTERNET EXPLORER
            8 che tramite apposito exploit sul presente sito
            che hai appena linkato porterebbeE' questo il divertente.La falla c'e', ma non e' ancora stata segnalata.Ci sono gli exploit che la sfruttano ma non ancora gli strumenti di difesa.Sei stato infettato, come altri milioni di capre prima di te, e altri milioni dopo di te.
          • shevathas scrive:
            Re: Ma quale marcia?
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Fiber

            - Scritto da: panda rossa







            A questo indirizzo c'e' una immagine grafica


            modificata, che se tu la visualizzi con il tuo


            browser m$ sul tuo sistema m$ si verifica un


            buffer overflow, che come effetto collaterale


            porta all'esecuzione di codice maligno
            presente


            nell'immagine grafica


            stessa.





            http://tinyurl.com/2wdtfxu





            Questo codice, sfruttando un bug del sistema,


            scala i privilegi, qualora tu non stia usando
            un


            utente amministratore, quindi sfruttando il


            browser cosi' ben radicato nel sistema

            operativo,


            e gia' connesso alla rete, scarica un
            eseguibile


            dalla rete e modifica il registro in modo da


            lanciare quell'eseguibile al prossimo


            riavvio.





            Altro che SUA VOLONTA'.


            Con winsozz ti becchi i virus e neanche te ne


            accorgi.





            fammi vedere quale sarebbe la falla CRiTICA DI

            REMOTE PRIVILE ESCALATION (RPE) AND REMOTE CODE

            EXECTUON SUL BROWSER MICROSOFT INTERNET EXPLORER

            8 che tramite apposito exploit sul presente
            sito

            che hai appena linkato porterebbe

            E' questo il divertente.
            La falla c'e', ma non e' ancora stata segnalata.
            Ci sono gli exploit che la sfruttano ma non
            ancora gli strumenti di
            difesa.
            Sei stato infettato, come altri milioni di capre
            prima di te, e altri milioni dopo di
            te. ricordati che devi morire... si, si, aspettati che me lo segno...
          • Fiber scrive:
            Re: Ma quale marcia?
            - Scritto da: panda rossa

            E' questo il divertente.
            La falla c'e', ma non e' ancora stata segnalata.
            Ci sono gli exploit che la sfruttano ma non
            ancora gli strumenti di
            difesa.
            Sei stato infettato, come altri milioni di capre
            prima di te, e altri milioni dopo di
            te.a parte che per le falle 0-day ci sono DEP & ASLR come mitigating factor Antiexploit =anti buffer & heap overflow ,tecniche fatte apposta per bloccare gli exploit prima che arrivi la pacth ufficiale..poi sto ancora aspettando che mi posti il link con info a siti di sicurezza e simili dove si parla di falla 0-Day su Internet Explorer 8 con exploit gia' in the Wild = diffuso sul web ho cliccato su quel link che hai postato = niente ma tu credi di far fesso me?fallo con altri non con me..cn me caschi malissimo-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 ottobre 2010 15.23-----------------------------------------------------------
          • krane scrive:
            Re: Ma quale marcia?
            - Scritto da: Fiber
            - Scritto da: panda rossa

            E' questo il divertente.

            La falla c'e', ma non e' ancora stata segnalata.

            Ci sono gli exploit che la sfruttano ma non

            ancora gli strumenti di difesa.

            Sei stato infettato, come altri milioni di capre

            prima di te, e altri milioni dopo di te.
            a parte che per le falle 0-day ci sono DEP & ASLR
            come mitigating factor Antiexploit =anti buffer &
            heap overflow ,tecniche fatte apposta per
            bloccare gli exploit prima che arrivi la pacth
            ufficiale..

            poi sto ancora aspettando che mi posti il link
            con info a siti di sicurezza e simili dove si
            parla di falla 0-Day su Internet Explorer 8 con
            exploit gia' in the Wild = diffuso sul web
            ho cliccato su quel link che hai postato = niente
            ma tu credi di far fesso me?
            fallo con altri non con me..cn me caschi malissimoE dai panda... Se lo pigli per fesso rischi di elevare la sua posizione.
          • Fiber scrive:
            Re: Ma quale marcia?
            - Scritto da: krane
            E dai panda... Se lo pigli per fesso rischi di
            elevare la sua
            posizione. Oggi sto apprendendo un sacco dalle vostre "spiegazioni tecniche"sto imparando un sacco dalla vostra immane ignoranza :-)
          • krane scrive:
            Re: Ma quale marcia?
            - Scritto da: Fiber
            - Scritto da: krane

            E dai panda... Se lo pigli per fesso rischi di

            elevare la sua posizione.
            Oggi sto apprendendo un sacco dalle vostre
            "spiegazioni tecniche"
            sto imparando un sacco dalla vostra immane
            ignoranza
            :-)E' bello ammettere che si e' ancora piu' ignoranti e che si impara, bravo !
          • Fiber scrive:
            Re: Ma quale marcia?
            - Scritto da: krane
            E' bello ammettere che si e' ancora piu'
            ignoranti e che si impara, bravo
            ! esatto, ammetto di imparare dal VOSTRO NULLA = NIENTE, NADA ,CAPUTT,ZERO, SOTTOZERO DA VOI :-)
          • krane scrive:
            Re: Ma quale marcia?
            - Scritto da: Fiber
            - Scritto da: krane

            E' bello ammettere che si e' ancora piu'

            ignoranti e che si impara, bravo !
            esatto, ammetto di imparare dal VOSTRO NULLA =
            NIENTE, NADA ,CAPUTT,ZERO, SOTTOZERO DA VOI
            :-)Capisco che impari da Zero, ci arriverai anche tu piano piano coraggio, puoi anche fare qualche corso microsoft volendo.
          • Fiber scrive:
            Re: Ma quale marcia?
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: Fiber

            - Scritto da: krane



            E' bello ammettere che si e' ancora piu'


            ignoranti e che si impara, bravo !

            esatto, ammetto di imparare dal VOSTRO NULLA
            =


            NIENTE, NADA ,CAPUTT,ZERO, SOTTOZERO DA VOI

            :-)

            Capisco che impari da Zero, ci arriverai anche tu
            piano piano coraggio, puoi anche fare qualche
            corso microsoft
            volendo.capisco che devi passare il tempo replicandomi col niente piu' assoluto per aver l'ultima parola..come i bambini di 5 anniora pero' ti lascio....prosegui pure a giocare da solo saluti-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 ottobre 2010 15.50-----------------------------------------------------------
          • krane scrive:
            Re: Ma quale marcia?
            - Scritto da: Fiber
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: Fiber


            - Scritto da: krane





            E' bello ammettere che si e' ancora piu'



            ignoranti e che si impara, bravo !


            esatto, ammetto di imparare dal VOSTRO NULLA

            =




            NIENTE, NADA ,CAPUTT,ZERO, SOTTOZERO DA VOI


            :-)



            Capisco che impari da Zero, ci arriverai anche
            tu

            piano piano coraggio, puoi anche fare qualche

            corso microsoft

            volendo.

            capisco che devi passare il tempo replicandomi
            col niente piu' assoluto per aver l'ultima
            parola..come i bambini di 5 anniBhe, abbiamo visto che e' l'unico modo per interfacciarsi con te.
            ora pero' ti lascio....prosegui pure a giocare
            da solo Periamo di accorgercene, sai visto la consistenza delle risposte di solito...
            salutiCicca cicca cicca(rotfl)
          • Fiber scrive:
            Re: Ma quale marcia?
            - Scritto da: krane

            Cicca cicca cicca
            (rotfl)http://www.chicco.com/:-)
          • krane scrive:
            Re: Ma quale marcia?
            - Scritto da: Fiber
            - Scritto da: krane

            Cicca cicca cicca

            (rotfl)
            http://www.chicco.com/
            :-)Meglio: www.lego.comE' piu' creativo.
          • Fiber scrive:
            Re: Ma quale marcia?
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: Fiber

            - Scritto da: krane



            Cicca cicca cicca


            (rotfl)


            http://www.chicco.com/

            :-)

            Meglio: www.lego.com
            E' piu' creativo.fai un salto anche su quelloma gia' lo fai dato che lo conosci benebravo continua cosi''bye
          • Zio Cavallo scrive:
            Re: Ma quale marcia?
            Ahahaha guarda quanto ti arrabbi!
          • krane scrive:
            Re: Ma quale marcia?
            - Scritto da: Zio Cavallo
            Ahahaha guarda quanto ti arrabbi!Ridicolo vero ? Chissa' se nelle statistiche mediche rientrano anche le ulcere da forum (rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • panda rossa scrive:
            Re: Ma quale marcia?
            - Scritto da: Fiber
            ho cliccato su quel link che hai postato = niente
            Che cosa ti aspettavi? Un popup che ti dicesse che sei stato infettato, forse?
          • pippo75 scrive:
            Re: Ma quale marcia?




            Che cosa ti aspettavi?
            Un popup che ti dicesse che sei stato infettato,
            forse?ho cliccato sulla pagina della .GIF, ora per sapere che il virus ha funzionato cosa devo fare? spero che non debba andare su un sito a scaricare a mano qualcosa per poi installarlo.sei sicure che fosse il link giusto? Eppure per essere sicuro di non avere un browser affidabile uso opera in versione beta.
          • panda rossa scrive:
            Re: Ma quale marcia?
            - Scritto da: pippo75






            Che cosa ti aspettavi?

            Un popup che ti dicesse che sei stato infettato,

            forse?

            ho cliccato sulla pagina della .GIF, ora per
            sapere che il virus ha funzionato cosa devo fare?Ti ha detto qualcosa il sistema?L'antivirus?Il firewall?Noti niente di anomalo sulla macchina?Se non noti niente di insolito, allora il virus sta girando.
            spero che non debba andare su un sito a scaricare
            a mano qualcosa per poi
            installarlo.Siamo nel 2010, non si deve piu' scaricare niente.Oggi basta avere una icona sul desktop.Al massimo devi aprire un pdf se ti arriva per mail da uno che conosci che e' gia' stato infettato.
            sei sicure che fosse il link giusto? Certamente.
            Eppure per
            essere sicuro di non avere un browser affidabile
            uso opera in versione
            beta.Ma no! Devi usare IE... mica Opera.
          • pippo75 scrive:
            Re: Ma quale marcia?
            faccio finta di crederci e non fare caso che quest immagine è presente in alcuni forum come domanda su non so quale problema.facciamo finta che sia stata taroccata ad hoc e che opera abbia qualche problema.

            Ti ha detto qualcosa il sistema?
            L'antivirus?AV locare e quello via internet ( niente )
            Il firewall?Firewall SW o Firewall HW ? Comunque niente.
            Noti niente di anomalo sulla macchina?nulla, devono essere i virus peggiori, andiamo avanti.
            Se non noti niente di insolito, allora il virus
            sta girando.naturalmente di questo super virus, tu hai dei dati, non che che saresti gentile da dirmi qualcosa in riguardo?
            Siamo nel 2010, non si deve piu' scaricare niente.
            Oggi basta avere una icona sul desktop.
            Al massimo devi aprire un pdf se ti arriva per
            mail da uno che conosci che e' gia' stato
            infettato.Non è che conosci qualche PDF ipermegacattivo con virus che posso testare, voglio proprio vedere come si comporta foxit.

            essere sicuro di non avere un browser affidabile

            uso opera in versione

            beta.

            Ma no! Devi usare IE... mica Opera.Potevi dirlo prima :) Certo che sti virus sono viziati, impongono loro i requisiti di sistema, una volta erano di bocca più buona. :)IE8 va bene o devo ripristinare la versione 6 ?
          • panda rossa scrive:
            Re: Ma quale marcia?
            - Scritto da: pippo75
            naturalmente di questo super virus, tu hai dei
            dati, non che che saresti gentile da dirmi
            qualcosa in
            riguardo?Se hai effettuato il reboot, ha creato un file.drv sotto windows/system, che viene caricato al boot, prima dell'antivirus.E crea un man-in-the-middle sul socket tcp, in modo trasparente nella maggior parte dei casi.Quando uno dei pacchetti in uscita contiene una certa sequenza, lui lo modifica deviandolo verso un server in russia, il quale, se attivo, puo' rispondere con delle istruzioni da far eseguire alla tua macchina.

            Siamo nel 2010, non si deve piu' scaricare
            niente.

            Oggi basta avere una icona sul desktop.

            Al massimo devi aprire un pdf se ti arriva per

            mail da uno che conosci che e' gia' stato

            infettato.

            Non è che conosci qualche PDF ipermegacattivo con
            virus che posso testare, voglio proprio vedere
            come si comporta
            foxit.Con foxit non c'e' problema. Foxit non interpreta gli script eventualmente inseriti nel pdf. Solo il reader di Adobe lo fa.Non ho sottomano un pdf di quel tipo al momento.

            Ma no! Devi usare IE... mica Opera.

            Potevi dirlo prima :) Certo che sti virus sono
            viziati, impongono loro i requisiti di sistema,
            una volta erano di bocca più buona.
            :)Porta pazienza anche tu. Il virus deve smanacciare nel sistema e lo fa usando un browser che sta gia' nel sistema.Opera, come FF, deve bussare, e spesso il sistema neppure gli apre.
            IE8 va bene o devo ripristinare la versione 6 ?Meglio IE8. Se metti IE6 non fai in tempo, che becchi qualcosa prima.
          • Fiber scrive:
            Re: Ma quale marcia?
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: pippo75


            naturalmente di questo super virus, tu hai dei

            dati, non che che saresti gentile da dirmi

            qualcosa in

            riguardo?

            Se hai effettuato il reboot, ha creato un
            file.drv sotto windows/system, che viene caricato
            al boot, prima
            dell'antivirus.
            E crea un man-in-the-middle sul socket tcp, in
            modo trasparente nella maggior parte dei
            casi.

            Quando uno dei pacchetti in uscita contiene una
            certa sequenza, lui lo modifica deviandolo verso
            un server in russia, il quale, se attivo, puo'
            rispondere con delle istruzioni da far eseguire
            alla tua
            macchina.



            Siamo nel 2010, non si deve piu' scaricare

            niente.


            Oggi basta avere una icona sul desktop.


            Al massimo devi aprire un pdf se ti arriva per


            mail da uno che conosci che e' gia' stato


            infettato.



            Non è che conosci qualche PDF ipermegacattivo
            con

            virus che posso testare, voglio proprio vedere

            come si comporta

            foxit.

            Con foxit non c'e' problema. Foxit non interpreta
            gli script eventualmente inseriti nel pdf. Solo
            il reader di Adobe lo
            fa.
            Non ho sottomano un pdf di quel tipo al momento.




            Ma no! Devi usare IE... mica Opera.



            Potevi dirlo prima :) Certo che sti virus sono

            viziati, impongono loro i requisiti di sistema,

            una volta erano di bocca più buona.

            :)

            Porta pazienza anche tu. Il virus deve
            smanacciare nel sistema e lo fa usando un browser
            che sta gia' nel
            sistema.
            Opera, come FF, deve bussare, e spesso il sistema
            neppure gli
            apre.


            IE8 va bene o devo ripristinare la versione 6 ?

            Meglio IE8. Se metti IE6 non fai in tempo, che
            becchi qualcosa
            prima.Bla bla bla Bla ho il sitema aggiornato ..non sto senza patchscansionatA la VM con XP (nemmeno con sopra Win7) con PREVX ( RILEVA TUTTO NON USANDO FIRME DB MA CLOUD SYSTEM MALWARE SURVEY ) ,Avira ,Gdata ,Kaspersky ,Norton 2010 ,Mcafee tutti con pure l' euristica settata a manetta + Malwarebytes, Superantispyware etc + controllo traffico Tcp/ip in uscita con firewall hardware IDS & IPS and band analizerniente malware = ZERO a Nandoo.. ne devi da sparar de fesserie per campa' (rotfl)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 19 ottobre 2010 20.23-----------------------------------------------------------
          • guast scrive:
            Re: Ma quale marcia?

            chi prende malware su windows e' nel 99% dei casi
            solo perche' scarica ed installa DI SUA VOLONTA '
            installer .exe di software crakkati e contaminati
            presi dal p2p Certo quelli presi tramite USB o semplice icona che diventa eseguibile sono solo l'1% dei casi. (rotfl)(rotfl)(rotfl) Lo so queste vulnerabilità sono state chiuse ora. Ma questo non esclude che non ce ne siano di simili.
            perche' per il resto basta non
            bloccare Servizio Aggiornamenti Automatici di
            Sistema e IE attivo di default sul sistema per i
            piu' niubbi Si però poi rimane il rischio che un aggiornamento ti ammazzi tutto. Lo so, non è mai sucXXXXX.
            se poi si usa Avira Antivir free
            o Avast Free o Mcfee che sono i migliori nelle
            rivelazioni e nn appesantiscono il sistema
            nemmeno dello 0,1% ( fonte e test
            av-compratives.org ) (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • Fiber scrive:
            Re: Ma quale marcia?
            - Scritto da: guast
            Certo quelli presi tramite USB o semplice icona
            che diventa eseguibile sono solo l'1% dei casi.
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)

            Lo so queste vulnerabilità sono state chiuse ora.
            Ma questo non esclude che non ce ne siano di
            simili.su Windows 7 l'autorun per le periferiche USB2 nn esiste piu' ..sugli altri Windows gli Antivirus bloccano l'esecuzione dell' autorun a prescindere all'inserimento delle pennette usb contaminate sul computer

            Si però poi rimane il rischio che un
            aggiornamento ti ammazzi tutto.ho il sistema che si autoaggiorna da solo come di default come milioni di utenti nel mondo da 7 anni e non si e' mai ammazzato nienteal massimo si potrebbero ammazzar ben volentieri le immani fesserie che scrivete


            se poi si usa Avira Antivir free

            o Avast Free o Mcfee che sono i migliori nelle

            rivelazioni e nn appesantiscono il sistema

            nemmeno dello 0,1% ( fonte e test

            av-compratives.org )
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)lo so lo so ..vivi di favole.. per quello sei cresciuto con Biancaneve ed i 7 nani ed ancora oggi vai continuamente blaterando la tua solita filastrocca :-)
          • krane scrive:
            Re: Ma quale marcia?
            - Scritto da: Fiber
            - Scritto da: guast

            Certo quelli presi tramite USB o semplice

            icona che diventa eseguibile sono solo l'1%

            dei casi. (rotfl)(rotfl)(rotfl)

            Lo so queste vulnerabilità sono state chiuse

            ora.

            Ma questo non esclude che non ce ne siano di

            simili.
            su Windows 7 l'autorun per le periferiche USB2
            nn esiste piu' ..sugli altri Windows gli
            Antivirus bloccano l'esecuzione dell' autorun a
            prescindere all'inserimento delle pennette usb
            contaminate sul computerInomma un continuo litigare tra applicazioni che tentano di fermare le cappelle del SO.

            Si però poi rimane il rischio che un

            aggiornamento ti ammazzi tutto.
            ho il sistema che si autoaggiorna da solo come
            di default come milioni di utenti nel mondo
            da 7 anni e non si e' mai ammazzato niente
            al massimo si potrebbero ammazzar ben volentieri
            le immani fesserie che scrivete


            se poi si usa Avira Antivir free


            o Avast Free o Mcfee che sono i


            migliori nelle rivelazioni e nn appesantiscono


            il sistema nemmeno dello 0,1% ( fonte e test


            av-compratives.org )

            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
            lo so lo so ..vivi di favole..
            per quello sei cresciuto con Biancaneve ed i 7
            nani ed ancora oggi vai continuamente blaterando
            la tua solita filastroccaBhe, forse piu' che favole sono state le immani figuracce di windows che negli hanno hanno dato quest'immagine del SO.Del resto solo con windows Vista la memoria di un'applicazione e' (finalmente) protetta dall'inizio alla fine, capisco che e' motivo di vanto dopo anni in cui bastava un puntatore per far crashare tutto.
          • Fiber scrive:
            Re: Ma quale marcia?
            - Scritto da: krane

            Del resto solo con windows Vista la memoria di
            un'applicazione e' (finalmente) protetta
            dall'inizio alla fine, capisco che e' motivo di
            vanto dopo anni in cui bastava un puntatore per
            far crashare
            tutto.LACOSA BELLA E' CHE LO SAI ... ma continuate a dire che anche oggi 2011 su Windows7 come si tocca qualcosa la capra a casa prende malware da solo ..auhauuaahahuaammetti che la filastrocca oramai e' finita da anni cambia disco adesso ..basta cn le solite vostre favolette da asilo nido -----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 ottobre 2010 15.46----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 ottobre 2010 15.47-----------------------------------------------------------
          • Uau (TM) scrive:
            Re: Ma quale marcia?
            - Scritto da: Fiber

            LACOSA BELLA E' CHE LO SAI ... ma continuate a
            dire che anche oggi 2011 su Windows7 come si
            tocca qualcosa la capra a casa prende malware da
            solo
            ..auhauuaahahua

            ammetti che la filastrocca oramai e' finita da
            anni


            cambia disco adesso ..basta cn le solite vostre
            favolette da asilo nido
            Non lo sa invece.Il problema vero è che questa gente è rimasta a Windows '95, max '98.Non si può pretendere nulla da menti del genere, menti che sostengono la superiorità della linea di comando nel 2010!!!! La linea di comando era il top, forse negli anni '80; già negli anni '90 si è dimostrata essere una XXXXX buona solo per qualche grep.Strumenti obsoleti e competenze obsolete non possono far altro che creare gente obsoleta.
          • krane scrive:
            Re: Ma quale marcia?
            - Scritto da: Uau (TM)
            - Scritto da: Fiber

            LACOSA BELLA E' CHE LO SAI ... ma continuate a

            dire che anche oggi 2011 su Windows7 come si

            tocca qualcosa la capra a casa prende malware da

            solo

            ..auhauuaahahua

            ammetti che la filastrocca oramai e' finita da

            anni





            cambia disco adesso ..basta cn le solite vostre

            favolette da asilo nido



            Non lo sa invece.
            Il problema vero è che questa gente è rimasta a
            Windows '95, max
            '98.
            Non si può pretendere nulla da menti del genere,
            menti che sostengono la superiorità della linea
            di comando nel 2010!!!! La linea di comando era
            il top, forse negli anni '80; già negli anni '90
            si è dimostrata essere una XXXXX buona solo per
            qualche grep.
            Strumenti obsoleti e competenze obsolete non
            possono far altro che creare gente obsoleta.Stai parlando di Powershell ? Microsoft introduce roba obsoleta dalle ultime versioni ?
          • Uau (TM) scrive:
            Re: Ma quale marcia?
            - Scritto da: krane

            Stai parlando di Powershell ? Microsoft introduce
            roba obsoleta dalle ultime versioni
            ?Vedi c'è una "piccola" differenza tra Bash e PShell: voi dovete usarla per qualunque cosa, installazioni, configurazioni, ecc....questo perchè i desktop manager fanno pena e il 60% delle operazioni prettamente dedicate al desktop vanno ancora eseguite da linea di comando.Prova ad esempio a resettare la configurazione dei pannelli di gnome: se vai sul forum di ubuntu la soluzione qual è? Linea di comando ovviamente! Ci sono varie soluzioni esotiche, la più semplice è sudo debconf gnome-panel ma non sembra funzionare a tutti, dipende dalla versione, dalla luna piena, dal sangue di San Gennaro, ecc........che sistema ridicolo!!!PowerShell, invece, viene usata per ciò per cui è nata! Fare script per automatizzare alcune operazioni, in particolare quelle sistemistiche e farlo sfruttando la potenza di .NET e l'integrazione con AD!Non confondiamo XXXXX e cioccolata per piacere.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 ottobre 2010 16.18-----------------------------------------------------------
          • panda rossa scrive:
            Re: Ma quale marcia?
            - Scritto da: Uau (TM)
            - Scritto da: krane



            Stai parlando di Powershell ? Microsoft
            introduce

            roba obsoleta dalle ultime versioni

            ?

            Vedi c'è una "piccola" differenza tra Bash e
            PShell: voi dovete usarla per qualunque cosa,E per fortuna che si puo' fare qualunque cosa con la linea di comando!L'immenso ed incolmabile vantaggio di linux e' che qualunque operazione puo' venire scritta in un batch, essendoci un comando per poterla eseguire.A differenza di winsozz, dove anche importanti task amministrativi richiedono il clicca clicca.
          • Fiber scrive:
            Re: Ma quale marcia?
            - Scritto da: Uau (TM)
            Non lo sa invece.
            Il problema vero è che questa gente è rimasta a
            Windows '95, max
            '98.
            Non si può pretendere nulla da menti del genere,
            menti che sostengono la superiorità della linea
            di comando nel 2010!!!! La linea di comando era
            il top, forse negli anni '80; già negli anni '90
            si è dimostrata essere una XXXXX buona solo per
            qualche
            grep.

            Strumenti obsoleti e competenze obsolete non
            possono far altro che creare gente
            obsoleta.sarebbe ora di eliminiare dal web questi troll che difondono solo disinformazione palese e terrorismo informatico a chi non capisce nulla di computer e li legge si divertono cosi' ...ammetto che mai ho visto un simile trolleggaiemento ed accanimento replicando pure senza motivazioni tecniche come loro ma parlando solo per favole di cappuccetto rosso come avviene su questo forum di soli ed esclusivi fanboys puri sia Linux che Osxcose mai viste in vita miaciao
          • krane scrive:
            Re: Ma quale marcia?
            - Scritto da: Fiber
            - Scritto da: Uau (TM)


            Non lo sa invece.

            Il problema vero è che questa gente è rimasta a

            Windows '95, max

            '98.

            Non si può pretendere nulla da menti del genere,

            menti che sostengono la superiorità della linea

            di comando nel 2010!!!! La linea di comando era

            il top, forse negli anni '80; già negli anni '90

            si è dimostrata essere una XXXXX buona solo per

            qualche

            grep.



            Strumenti obsoleti e competenze obsolete non

            possono far altro che creare gente

            obsoleta.


            sarebbe ora di eliminiare dal web questi troll
            che difondono solo disinformazione palese e
            terrorismo informatico a chi non capisce nulla di
            computer e li legge


            si divertono cosi' ...ammetto che mai ho visto un
            simile trolleggaiemento ed accanimento replicando
            pure senza motivazioni tecniche come loro ma
            parlando solo per favole di cappuccetto rosso
            come avviene su questo forum di soli ed esclusivi
            fanboys puri sia Linux che
            Osx

            cose mai viste in vita mia

            ciaoAllo stadio si vede di peggio dai...
          • shevathas scrive:
            Re: Ma quale marcia?

            Non si può pretendere nulla da menti del genere,
            menti che sostengono la superiorità della linea
            di comando nel 2010!!!! La linea di comando era
            il top, forse negli anni '80; già negli anni '90
            si è dimostrata essere una XXXXX buona solo per
            qualche
            grep.
            evitiamo di sparare troppe cavolate, io l'ho sempre trovata molto utile per velocizzare alcune operazioni. Anche sotto windows server.Posso farti un sacco di esempi in cui si è rivelata essere molto pratica.
            Strumenti obsoleti e competenze obsolete non
            possono far altro che creare gente
            obsoleta.la gente obsoleta è quella che si guarda l'ombelico pensando che sia il centro dell'universo.
          • panda rossa scrive:
            Re: Ma quale marcia?
            - Scritto da: Uau (TM)
            Non lo sa invece.
            Il problema vero è che questa gente è rimasta a
            Windows '95, max
            '98.Anche winsozz e' rimasto a win 95, o addirittura a prima.Prova a creare sul tuo nuovissimo settete una directory di nome AUX, senza usare quell'inutilissima linea di comando visto che siamo nel 2010.Poi sappimi dire come hai fatto che ne ho bisogno, grazie.
          • vintage scrive:
            Re: Ma quale marcia?
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: Fiber

            - Scritto da: guast
            Del resto solo con windows Vista la memoria di
            un'applicazione e' (finalmente) protetta
            dall'inizio alla fine, capisco che e' motivo di
            vanto dopo anni in cui bastava un puntatore per
            far crashare
            tutto.Un curiosità, da dove hai dedotto questo ?Perchè a me risulta che i sistemi NT (da NT4 in poi per intenderci)hanno tutti la memoria protetta.Puoi postare un url da dove hai preso questa notizia ?Grazie e ciao
          • krane scrive:
            Re: Ma quale marcia?
            - Scritto da: vintage
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: Fiber


            - Scritto da: guast


            Del resto solo con windows Vista la memoria di

            un'applicazione e' (finalmente) protetta

            dall'inizio alla fine, capisco che e' motivo di

            vanto dopo anni in cui bastava un puntatore per

            far crashare

            tutto.

            Un curiosità, da dove hai dedotto questo ?
            Perchè a me risulta che i sistemi NT (da NT4 in
            poi per
            intenderci)
            hanno tutti la memoria protetta.
            Puoi postare un url da dove hai preso questa
            notizia
            ?
            Grazie e ciao- Scritto da: vintage
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: Fiber


            - Scritto da: guast

            Del resto solo con windows Vista la memoria di

            un'applicazione e' (finalmente) protetta

            dall'inizio alla fine, capisco che e' motivo di

            vanto dopo anni in cui bastava un puntatore per

            far crashare tutto.
            Un curiosità, da dove hai dedotto questo ?
            Perchè a me risulta che i sistemi NT (da NT4 in
            poi per intenderci) hanno tutti la memoria
            protetta.No, ho scoperto che in realta' ne proteggono solo la prima parte, Bill e' di nuovo caduto nel suo solito concetto: tot bite basteranno per tutti :D
            Puoi postare un url da dove hai preso questa
            notizia ?
            Grazie e ciaoL'ho presa da uno dei casi di studio di IBM, un'analisi comparata dell'uso della memoria di diversi sistemi operativi; ma ora a ribeccarla... Bho.Comunque e' facile fare una verifica, con qualche riga di c fai scannare a un puntatore l'area di qualche applicazione scrivendoci valori a caso, se punti abbastanza in alto con l'indirizzo te lo lascera' fare.
          • LaNberto scrive:
            Re: Ma quale marcia?
            Per non prendere virus basta... (segue una paginata/lista di requisiti)Semplice no? :)
          • panda rossa scrive:
            Re: Ma quale marcia?
            - Scritto da: LaNberto
            Per non prendere virus basta... (segue una
            paginata/lista di
            requisiti)

            Semplice no? :)Il bello e' che neanche basta.
          • Fiber scrive:
            Re: Ma quale marcia?
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: LaNberto

            Per non prendere virus basta... (segue una

            paginata/lista di

            requisiti)



            Semplice no? :)

            Il bello e' che neanche basta.bastano le tue invenzionihttp://punto-informatico.it/b.aspx?i=3010967&m=3014736#p3014736se volessi farti fare l'autore per Zelig..posso contattarti privatamente ?(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • Uau (TM) scrive:
            Re: Ma quale marcia?
            - Scritto da: indians

            Per curiosità, ha quale santo preghi per non
            avere il pc infettato da virus,worm, ecc.
            ?San Zanichelli ma anche San De Mauro-Paravia.Non serviranno a tenere lontani virus ma fanno sempre tanto bene all'italiano.;-)
          • indians scrive:
            Re: Ma quale marcia?
            - Scritto da: Uau (TM)
            - Scritto da: indians



            Per curiosità, ha quale santo preghi per non

            avere il pc infettato da virus,worm, ecc.

            ?

            San Zanichelli ma anche San De Mauro-Paravia.
            Non serviranno a tenere lontani virus ma fanno
            sempre tanto bene
            all'italiano.

            ;-)Adesso addirittura ad attaccarsi ad un banale errore di italiano.Leggiti l' elenco delle cose da fare per non beccarsi una comune influenza dal tipo che ha postato sopra. Intanto faccio anche un giretto da san gennaro, verifico che il sangue si sia liquefatto e se lo è faccio un apt-get update.
          • Fiber scrive:
            Re: Ma quale marcia?
            - Scritto da: indians

            Leggiti l' elenco delle cose da fare per non
            beccarsi una comune influenza dal tipo che ha
            postato sopra.

            Intanto faccio anche un giretto da san gennaro,
            verifico che il sangue si sia liquefatto e se lo
            è faccio un apt-get
            update.quante cose da non fare?solo nn scaricare ed installare crack contaminati (i programmi a pagamento si comprano) e installer di sofware free da siti non ufficili ma solo da quelli ufficiali o sicuri come Cnet,Softpedia,FileHippo e molti altri sicuri ..per il resto viene tutto fatto da solo si vede che non capite ed interpretate nemmenop cio' che viene scritto pur se scritto in lingua Italiana ..cosa a voi sconosciuta-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 20 ottobre 2010 14.18-----------------------------------------------------------
          • indians scrive:
            Re: Ma quale marcia?
            - Scritto da: Fiber
            - Scritto da: indians




            Leggiti l' elenco delle cose da fare per non

            beccarsi una comune influenza dal tipo che ha

            postato sopra.



            Intanto faccio anche un giretto da san gennaro,

            verifico che il sangue si sia liquefatto e se lo

            è faccio un apt-get

            update.

            quante cose da non fare?

            solo nn scaricare ed installare crack
            contaminati (i programmi a pagamento si comprano)
            e installer di sofware free da siti non ufficili
            ma solo da quelli ufficiali o sicuri come
            Cnet,Softpedia,FileHippo e molti altri sicuri
            ..per il resto viene tutto fatto da solo


            si vede che non capite ed interpetate nemmenop
            cio' che viene scritto pur se scritto in lingua
            Italiana ..cosa a voi
            sconosciutami si dà del lei adesso ?Beccato, errore di sintassi
        • markoer scrive:
          Re: Ma quale marcia?
          Ma se Windows rilascia update critici ogni martedì (più quelli straordinari ovviamente), si parla di oltre 60 giorni l'anno di multipli update critici.Che faccia!Cordiali saluti
    • collione scrive:
      Re: Ma quale marcia?
      vedo che ti brucia parecchio :Dcomunque la tua logica fallata viene fuori da questa frase"Per fortuna la realtà è moooooooooolto diversa e i sysadmin in gamba, anche se appassionati di linux e super-smanettoni, non metteranno MAI (server a parte) linux su sistemi SERI (N.B. scrivo "SERI" poichè linux per la macelleria sotto casa va benissimo)!"quindi i server non sono roba seria? e che dire dei sistemi high performance che usano al 95% e oltre linux? alla nasa sono dei cretini? al doe sono dei deficienti?meno male che ci sei tu che sei supertennico (rotfl)
      • Uau (TM) scrive:
        Re: Ma quale marcia?
        - Scritto da: collione
        vedo che ti brucia parecchio :D

        comunque la tua logica fallata viene fuori da
        questa
        frase

        "Per fortuna la realtà è moooooooooolto diversa e
        i sysadmin in gamba, anche se appassionati di
        linux e super-smanettoni, non metteranno MAI
        (server a parte) linux su sistemi SERI (N.B.
        scrivo "SERI" poichè linux per la macelleria
        sotto casa va
        benissimo)!"

        quindi i server non sono roba seria? e che dire
        dei sistemi high performance che usano al 95% e
        oltre linux? alla nasa sono dei cretini? al doe
        sono dei
        deficienti?

        meno male che ci sei tu che sei supertennico
        (rotfl)Il fatto che mi riferissi a sistemi DESKTOP seri non ti passa per la testa vero? Cos'è leggere continuamente la linea di comando ti fa insorgere problemi di dislessia?Per sistemi desktop seri intendo sistemi distribuiti, magari su scala globale, ma amministrati (utenti, policy di rete e locali, ...) da un unico punto con estrema facilità ed efficacia: bene, ora trovami una società (folle) che gestisca queste cose con linux.Gugla pure, forse ne troverai 1 su 10000 (nemmeno Gugle stessa probabilmente farà a meno di AD).
      • rover scrive:
        Re: Ma quale marcia?
        l'unica cosa che si capisce dal tuo post e' che non hai capito una mazza del contenuto. Si tratta di un problema di logica. Andiamo bene....
    • Fulmy(nato) scrive:
      Re: Ma quale marcia?
      - Scritto da: Uau (TM)
      Meglio pagare il giusto e mettere su un sistema
      che funziona davvero e che si riesca ad
      amministrare senza dover sacrificare un gallo
      nelle notti di luna piena e solo se Giove è in
      trigono al Sole.il che ovviamente esclude Windows...
  • giuseppe scrive:
    linux
    Facile parlare di linux, ma quante persone sono in grado di utilizzarlo veramente? quanti sono in grado di configurare un sistema con dominio misto windows / linux? o peggio ancora tutto linux? e poi i driver per le periferiche? purtroppo è un sistema ancora a i molti sconosciuto sopratutto per le difficolta intrinseche, vero è che su un desktop singolo l'installazione è quasi automatica, ma ribadisco quasi....
    • panda rossa scrive:
      Re: linux
      - Scritto da: giuseppe
      Facile parlare di linux, ma quante persone sono
      in grado di utilizzarlo veramente? L'utente clicca e apre l'applicazione.Che cos'altro vorrebbe fare l'utente che non e' in grado?
      quanti sono in
      grado di configurare un sistema con dominio misto
      windows / linux? o peggio ancora tutto linux? O uno e' un sistemista, e allora lo sa fare, o uno non e' un sistemista, e allora e' meglio che non ci metta mano.Se windows vuol dire che cani&porci credono di saperci mettere le mani, allora meglio linux.
      e poi i driver per le periferiche? Ci sono. E' windows che non ha drivers per perferiche non piu' commercializzate.
      purtroppo è un
      sistema ancora a i molti sconosciuto sopratutto
      per le difficolta intrinseche,Sconosciuto? Lo conoscono in tanti. Le difficolta' intrinseche hanno un nome: windows preinstallato.
      vero è che su un
      desktop singolo l'installazione è quasi
      automatica, ma ribadisco
      quasi....Appunto, e' sempre windows preinstallato, altrimenti non ci sarebbe storia.
      • Fiber scrive:
        Re: linux
        - Scritto da: panda rossa

        Sconosciuto? Lo conoscono in tanti. Le
        difficolta' intrinseche hanno un nome: windows
        preinstallato.

        Appunto, e' sempre windows preinstallato,
        altrimenti non ci sarebbe
        storia.ma se hanno provato a vendere computer e Notebook con peinstallato Linux....hanno fato un flop colossale ed hanno cessato per questo le vendite rassegnati
        • guast scrive:
          Re: linux


          ma se hanno provato a vendere computer e
          Notebook con peinstallato Linux....hanno fato un
          flop colossale ed hanno cessato per questo le
          vendite


          rassegnatiQuesta è una balla. Dell è stata costretta a offrire Linux per non perdere la faccia, non puoi organizzare un grande sondaggio pubblico e poi ignorarlo.Però Dell non vuole inimicarsi Microsoft e ha cercato di far fallire l'iniziativa fin dall'inizio. Ha messo Linux solo su alcuni modelli, i meno richiesti. Fa pagare comunque l'equivalente della licenza di Windows. Infine ha reso sempre più difficile raggiungere i sistemi Linux via sito web, fino a rimuoverlo del tutto.Moltissime persone che hanno cercato di comprare un Dell con Linux preinstallato alla fine hanno rinuciato.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 ottobre 2010 11.41-----------------------------------------------------------
          • Fiber scrive:
            Re: linux
            Modificato dall' autore il 18 ottobre 2010 11.41
            --------------------------------------------------se Microsoft nn ha un'alternativa valida sul mercato che sappia concorrere a Windows come client , anche col marketing ed i produttori di Hardware che devono vendere e mangiare ,come lavori per mangiare anche tu e non gratis per non dover andare sotto i ponti della stazione a far l'elemosina ..Linux deve solo rassegnarsi questo e' il mercato mettetevelo nella testa
          • guast scrive:
            Re: linux

            se Microsoft nn ha un'alternativa valida sul
            mercato che sappia concorrere a Windows come
            client , anche col marketing ed i produttori di
            Hardware che devono vendere e mangiare ,come
            lavori per mangiare anche tu e non gratis per non
            dover andare sotto i ponti della stazione a far
            l'elemosina ..Linux deve solo rassegnarsi


            questo e' il mercato mettetevelo nella testaSi è vero. Questo è il vantaggio del software proprietario sull'open source.L'azienda proprietaria di un software può corromper il rappresentante del cliente.L'azienda proprietaria di un software ha i suoi presunti esperti che passano il tempo a denigrare i concorrenti open.L'azienda proprietaria di un software è pronta a tutto. Mentre il software Open non ha dei rappresentanti che lo spingono tanto strenuamente.Eppure nonstante tutto il software open si sta facendo strada.
          • panda rossa scrive:
            Re: linux
            - Scritto da: Fiber
            se Microsoft nn ha un'alternativa valida sul
            mercato che sappia concorrere a Windows come
            client , No, concorrere a suon di miliardi, di mazzette e di mafia, non ce l'ha.Evidentemente la miglior qualita' non basta, e la gratuita' impedisce a tanti magnaccioni intermediari di farci la cresta.
            anche col marketing ed i produttori di
            Hardware che devono vendere e mangiare ,come
            lavori per mangiare anche tu e non gratis per non
            dover andare sotto i ponti della stazione a far
            l'elemosina ..Linux deve solo rassegnarsiEh gia', alla fine tutto si misura in denaro.Windows vince perche' si paga!
            questo e' il mercato mettetevelo nella testaQuesto mercato e' falsato, troppo falsato.Prova a mettere i due prodotti in condizione di parita':due computer senza sistema operativo e due dischi di installazione da comprare a parte, uno gratis l'altro a 100 euro.Poi vediamo!
          • Fiber scrive:
            Re: linux
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Fiber

            se Microsoft nn ha un'alternativa valida sul

            mercato che sappia concorrere a Windows come

            client ,

            No, concorrere a suon di miliardi, di mazzette e
            di mafia, non ce
            l'ha.
            Evidentemente la miglior qualita' non basta, e la
            gratuita' impedisce a tanti magnaccioni
            intermediari di farci la
            cresta.


            anche col marketing ed i produttori di

            Hardware che devono vendere e mangiare ,come

            lavori per mangiare anche tu e non gratis per
            non

            dover andare sotto i ponti della stazione a far

            l'elemosina ..Linux deve solo rassegnarsi

            Eh gia', alla fine tutto si misura in denaro.
            Windows vince perche' si paga!


            questo e' il mercato mettetevelo nella testa

            Questo mercato e' falsato, troppo falsato.

            Prova a mettere i due prodotti in condizione di
            parita':
            due computer senza sistema operativo e due dischi
            di installazione da comprare a parte, uno gratis
            l'altro a 100
            euro.

            Poi vediamo!prova a lavorare gratis ..poi mi dici come magni ,come bevi e dove vivi se non sotto i ponticiao
          • krane scrive:
            Re: linux
            - Scritto da: Fiber
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Fiber


            se Microsoft nn ha un'alternativa valida sul


            mercato che sappia concorrere a Windows come


            client ,

            No, concorrere a suon di miliardi, di mazzette e

            di mafia, non ce l'ha.

            Evidentemente la miglior qualita' non basta, e

            la gratuita' impedisce a tanti magnaccioni

            intermediari di farci la cresta.


            anche col marketing ed i produttori di


            Hardware che devono vendere e mangiare ,come


            lavori per mangiare anche tu e non gratis per

            non


            dover andare sotto i ponti della stazione a
            far


            l'elemosina ..Linux deve solo rassegnarsi



            Eh gia', alla fine tutto si misura in denaro.

            Windows vince perche' si paga!




            questo e' il mercato mettetevelo nella testa



            Questo mercato e' falsato, troppo falsato.



            Prova a mettere i due prodotti in condizione di

            parita':

            due computer senza sistema operativo e due
            dischi

            di installazione da comprare a parte, uno gratis

            l'altro a 100

            euro.



            Poi vediamo!
            prova a lavorare gratis ..poi mi dici come magni
            ,come bevi e dove vivi se non sotto i ponti
            ciaoSi, ok, lo ripeti spesso.... Ma che c'entra ?
          • H5N1 scrive:
            Re: linux
            Ma ancora con sta fissazione che chi sviluppa open lavora gratis?!?Io sviluppo e rilascio sotto licenza GPLv3 o MIT o BSD a seconda dei casi.Il cliente mi chiede un servizio, non un software, ed io gli vendo quello, ma sviluppo il software che implementa quel servizio.Paura della concorrenza? E perchè mai? Anche se il software è ben documentato pochi hanno le qualità di capirci qualcosa e, qualora le avessero, buon per loro.Questo è il senso della parola free.
          • Fiber scrive:
            Re: linux
            - Scritto da: H5N1
            Ma ancora con sta fissazione che chi sviluppa
            open lavora
            gratis?!?
            Io sviluppo e rilascio sotto licenza GPLv3 o MIT
            o BSD a seconda dei
            casi.
            Il cliente mi chiede un servizio, non un
            software, ed io gli vendo quello, ma sviluppo il
            software che implementa quel
            servizio.
            Paura della concorrenza? E perchè mai? Anche se
            il software è ben documentato pochi hanno le
            qualità di capirci qualcosa e, qualora le
            avessero, buon per
            loro.
            Questo è il senso della parola free.starai diventando milionario immagino :-)
          • H5N1 scrive:
            Re: linux
            E tu?Ora ti spiego perchè secondo me la rivendita di software è perlopiù una truffa.Il rivenditore e lo sviluppatore di software, grazie alla clausola "as is" e, cioè, "così com'è", si riserva il diritto di lavarsi le mani per ogni danno procurato al sistema o a terzi ed, in più, non garantisce il funzionamento dello stesso al di là di quelle che sono le configurazioni standard, i requisiti minimi e l'assenza di conflitti.Tutto ciò che va oltre non è di responsabilità del distributore o dello sviluppatore e, di più, questi non hanno colpe per i danni arrecati a cose e persone che l'uso del software può causare.Bene, questo è valido sia per il software OPEN sia per quello CLOSED.Quindi tu mi fai pagare COSA di preciso?Il tuo proscioglimento di responsabilità?Se io ti pago e il software non funziona o mi dà problemi allora rivoglio indietro il denaro x2 (a titolo di caparra no?) oopure voglio che ti svegli alle 3 del mattino e mi vieni in ufficio ad eliminare il problema.Invece questi sono servizi aggiuntivi che paghi a parte.Ecco io mi faccio pagare questi, perlopiù, ma almeno non "frego" sulla licenza.
          • panda rossa scrive:
            Re: linux
            - Scritto da: Fiber

            prova a lavorare gratis ..poi mi dici come magni
            ,come bevi e dove vivi se non sotto i
            ponti
            Prova a non confondere il lavoro con le cose fatte bene.Il lavoro e' una cosa commissionata, in cambio della quale si paga il tempo impiegato per realizzarla con quelle specifiche richieste.Le cose fatte bene sono fatte bene, senza nessuno che ti corre dietro, e che fai perche' ti piace farle.Ma forse a te non piace fare niente, ti ritrovi a fare pure un lavoro che non ti piace, sei frustrato per questo, e odi a morte quelli che si divertono un sacco a fare il lavoro che fanno, e che vengono pure pagati!
          • Fiber scrive:
            Re: linux
            - Scritto da: panda rossa

            Ma forse a te non piace fare niente, ti ritrovi a
            fare pure un lavoro che non ti piace, sei
            frustrato per questo, e odi a morte quelli che si
            divertono un sacco a fare il lavoro che fanno, e
            che vengono pure
            pagati!per sviluppare una distro come Ubuntu e software OpenSource per utenza Home per la massa si viene pagati?ok ok ..come no
          • H5N1 scrive:
            Re: linux
            Molti sviluppatori di Ubuntu sono retribuiti dalla Canonical e dalla Ubuntu Foundation che investono in Ubuntu e Launchpad ed hanno dei ritorni .https://wiki.ubuntu.com/MarkShuttleworth-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 ottobre 2010 18.07-----------------------------------------------------------
          • LaNberto scrive:
            Re: linux
            credo che si riferisca ai netbook, nati con linux, ora spariti
      • bbo scrive:
        Re: linux
        - Scritto da: panda rossa
        O uno e' un sistemista, e allora lo sa fare, o
        uno non e' un sistemista, e allora e' meglio che
        non ci metta
        mano.
        Se windows vuol dire che cani&porci credono di
        saperci mettere le mani, allora meglio
        linux.Io in windows uso le group policy.Dove le trovo in linux?Active Directory è molto più di LDAP.Vero che ci sono molto pseudo sistemisti windows che non hanno idea di che cosa siano, ma... ci sono anche molti pseudo sistemisti che credono di poterne fare a meno... certo, puoi farne a meno, ma offri ai tuoi utenti un servizio peggiore.
        • panda rossa scrive:
          Re: linux
          - Scritto da: bbo
          - Scritto da: panda rossa

          O uno e' un sistemista, e allora lo sa fare, o

          uno non e' un sistemista, e allora e' meglio che

          non ci metta

          mano.

          Se windows vuol dire che cani&porci credono di

          saperci mettere le mani, allora meglio

          linux.

          Io in windows uso le group policy.
          Dove le trovo in linux?chgrp
          Active Directory è molto più di LDAP.Molto piu' pesante, molto piu' difficile, molto piu' soggetto a problematiche di sicurezza, molto piu'...
          Vero che ci sono molto pseudo sistemisti windows
          che non hanno idea di che cosa siano, ma... ci
          sono anche molti pseudo sistemisti che credono di
          poterne fare a meno... certo, puoi farne a meno,
          ma offri ai tuoi utenti un servizio
          peggiore.L'utente vuole un sistema sicuro e funzionante.Io fornisco all'utente un sistema sicuro e funzionante.
          • shevathas scrive:
            Re: linux

            L'utente vuole un sistema sicuro e funzionante.
            Io fornisco all'utente un sistema sicuro e
            funzionante.poi lo accende lui a suo rischio.
          • bbo scrive:
            Re: linux
            - Scritto da: panda rossa

            Io in windows uso le group policy.

            Dove le trovo in linux?

            chgrpmmm... tu non hai nemmeno idea di che cosa si può fare con le group policy!

            Active Directory è molto più di LDAP.

            Molto piu' pesante, molto piu' difficile, molto
            piu' soggetto a problematiche di sicurezza, molto
            piu'...molto più difficile sì, il mondo unix è più facile!ma anche più limitato!
            L'utente vuole un sistema sicuro e funzionante.
            Io fornisco all'utente un sistema sicuro e
            funzionante.e se devi fornire 2000 sistemi sicuri e funzionanti, come fai? te li configuri a mano uno ad uno?
          • panda rossa scrive:
            Re: linux
            - Scritto da: bbo
            - Scritto da: panda rossa


            Io in windows uso le group policy.


            Dove le trovo in linux?



            chgrp

            mmm... tu non hai nemmeno idea di che cosa si può
            fare con le group
            policy!Tu non hai idea di che cosa si possa fare coi gruppi unix!


            Active Directory è molto più di LDAP.



            Molto piu' pesante, molto piu' difficile, molto

            piu' soggetto a problematiche di sicurezza,
            molto

            piu'...

            molto più difficile sì, il mondo unix è più
            facile!
            ma anche più limitato!Possiamo fare una prova pratica su casi reali.

            L'utente vuole un sistema sicuro e funzionante.

            Io fornisco all'utente un sistema sicuro e

            funzionante.

            e se devi fornire 2000 sistemi sicuri e
            funzionanti, come fai? te li configuri a mano uno
            ad uno?Ne configuro uno, poi copio i files di configurazione sugli altri.
          • bbo scrive:
            Re: linux
            - Scritto da: panda rossa
            Tu non hai idea di che cosa si possa fare coi
            gruppi
            unix!ah ah vedo che sei di buon umore!buon per te!

            e se devi fornire 2000 sistemi sicuri e

            funzionanti, come fai? te li configuri a mano
            uno

            ad uno?

            Ne configuro uno, poi copio i files di
            configurazione sugli
            altri.e secondo te con windows non si può fare?però non lo fa nessuno perché gli amministratori di windows si dividono in due categorie:1. quelli ignoranti2. quelli che sanno usare active directory
          • panda rossa scrive:
            Re: linux
            - Scritto da: bbo
            - Scritto da: panda rossa

            Tu non hai idea di che cosa si possa fare coi

            gruppi

            unix!

            ah ah vedo che sei di buon umore!
            buon per te!Io sono sempre di buon umore, non correndo mai il rischio che i miei server si infettino.


            e se devi fornire 2000 sistemi sicuri e


            funzionanti, come fai? te li configuri a mano

            uno


            ad uno?



            Ne configuro uno, poi copio i files di

            configurazione sugli

            altri.

            e secondo te con windows non si può fare?Suppongo di si, ma dubito seriamente che lo si possa fare sorseggiando un caffe' alla macchinetta mentre la macchina lavora al posto tuo.
    • bertuccia scrive:
      Re: linux
      - Scritto da: giuseppe

      purtroppo è un
      sistema ancora a i molti sconosciutoda quello che scrivi, a te lo è sicuramente
      • giuseppe scrive:
        Re: linux
        hai ragione bertuccia, non conosco linux, sono solo uno che lo ha installato sin dalle prime versioni quando c'era da smanettare non poco solo per fargli vedere il modem....
        • bertuccia scrive:
          Re: linux
          - Scritto da: giuseppe

          hai ragione bertuccia, non conosco linux, sono
          solo uno che lo ha installato sin dalle prime
          versioni quando c'era da smanettare non poco solo
          per fargli vedere il modem....certo, le prime versioni...ovvero quando i softmodem(aka quelli che su linux danno problemi)ancora non esistevanops. per caso ti riferivi a ubuntu 4.10 con "prime versioni"? LOL
          • panda rossa scrive:
            Re: linux
            - Scritto da: bertuccia
            - Scritto da: giuseppe



            hai ragione bertuccia, non conosco linux, sono

            solo uno che lo ha installato sin dalle prime

            versioni quando c'era da smanettare non poco
            solo

            per fargli vedere il modem....

            certo, le prime versioni...Boh... io ho avuto a che fare con i modem quando linux neanche esisteva.Collegavamo server con unix o xenix a modem o perfino ad accoppiatori acustici.Erano i bei tempi in cui si viaggiava a 300 baud.Non capisco di quali difficolta' parlate.A quei tempi le macchine avevano al massimo due porte seriali, o meglio due IRQ dedicati alle seriali, e c'era una scheda multiseriale per poter avere piu' porte seriali sullo stesso IRQ) e con due schede multiseriali che permettevano di avere 8 seriali per IRQ potevamo collegare addirittura 16 modem.
    • collione scrive:
      Re: linux
      ma perchè windows server si configura da solo?
  • Nome e cognome scrive:
    Articolo fuorviante
    Si dice che linux è più stabile e costa meno di windows; in base a quali dati?L'aumento delle macchine Linux va a scapito di windows? Secondo altre ricerche non si direbbe http://www.ictbusiness.it/cont/news/windows-server-e-nel-48-per-cento-dei-server/24625/1.html
  • Terni GNU LUG scrive:
    [OT] Invito al Terni Open Festival
    Magari interessa a chi è di Terni e dintorni (ma anche da Roma o Perugia non è difficile arrivarci :-) ***Annuncio invito OTFL'Associazione Culturale Terni GNU/LUG (GNU/Linux User Group), Vi invita a partecipare allOpen Terni Festival.Quest'anno a Terni vogliamo fare le cose in grande, con un evento di tre giorni checonterrà il Linux Day, ma che si chiama Open Terni Festival (I tre giorni del Pinguino: Software, Musica e Cultura LIBERA)".Saremo ospitati nei locali del CAOS - Centro Arti Opificio Siri http://www.caos.museum/) in Via Campofregoso 98, nei giorni tra il 22 ed il 24 Ottobre, ed avremo una serie di eventi collaterali quali talk tecnici e divulgativi (questi ultimi in concomitanza con il Linuxday 2010), concerti, VJset, attività ludiche ed altro.Per informazioni: open.ternifestival.it, www.ternignulug.orge-mail: segreteria@ternignulug.orgProgramma completo disponibile qui:http://open.ternifestival.it/programma.htmlOpen Terni Festival:un Progetto diTerni GNU/Lugin collaborazione conIndisciplinartecon il supporto diMinistero della GioventùRegione UmbriaComune di TerniCAOSUmbria WiFimedia partnerAssociazione CittApertaRadio TNA
  • mac scrive:
    La marcia del Pinguino verso le aziende
    Io sono windows dipendente ma soprattutto l'ultima versione di linux, 10.10, è veramente bella esteticamente, facile da usare e, secondo me ideale per utilizzi "office".Provata su un vecchio PC, va meglio di un PC più potente e, per la compatibilità word, excel e powerpoint, non ho avuto nessun problema (scusate se è poco).Il tutto gratis (SO e programmi) lecita, e senza limitazioni.A, dimenticavo, messo in rete mi ha riconosciuto tutto, compresa la stampante che ha installato praticamente automaticamente e in maniera perfetta. Forse forse un pensierino di quanto in oggetto...
    • Calikera scrive:
      Re: La marcia del Pinguino verso le aziende
      Ubuntu fa passi avanti versione dopo versione ed è bene per tutti che li faccia. :)
    • H5N1 scrive:
      Re: La marcia del Pinguino verso le aziende
      Ecco la conferma a quanto ho sempre affermato!Linux è alla versione 10.10?!?Ma dico... Linux = Ubuntu?!?Linux è un Kernel. Ed è alla versione 2.6.35.7.Punto.Linux è gratis?!?Vabbè lasciamo stare!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 17 ottobre 2010 19.46-----------------------------------------------------------
      • Ruzzolo scrive:
        Re: La marcia del Pinguino verso le aziende
        Modificato dall' autore il 17 ottobre 2010 19.46
        --------------------------------------------------Ma lascia perdere, queste precisazioni non sono necessarie, l'importante e che Linux in generale (indipendentemente dalla distribuzione e/o kernel) vada avanti e guadagni posizioni, non stiamo li a guardarci l'ombelico, alla ggente normale non frega niente che kernel linux c'è su ubuntu/fedora/mint/gentoo/debian/suse/arch etc etc, basta che funzioni, punto! :)
        • zander scrive:
          Re: La marcia del Pinguino verso le aziende
          io uso nano al posto di vi è molto più comodo, specie se hai una box con il vim non-full
          • H5N1 scrive:
            Re: La marcia del Pinguino verso le aziende
            Come detto anche in risposta ad un altro commento il mio era solo un esempio per dire che non sempre quello che è semplice per molti lo è davvero.Molti principi di usabilità vengono quotidianamente messi a dura prova da programmi fatti con i piedi senza considerare diversi siti web.Il sucXXXXX di Facebook? Oltre a puntare sulle cosiddette "relazioni" (e ad alimentare narcisismo e voyerismo) fa quello che promette e lo fa in modo semplice: un pulsante sembra un pulsante, una casella di testo ha l'aspetto (ma và?) di una casella di testo e così via.Lo diamo per scontato, ma non è così.L'usabilità, però, per forza di cose sacrifica altri aspetti e, spesso e volentieri, queste, nei sistemi operativi, si pagano a caro prezzo.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 ottobre 2010 00.55-----------------------------------------------------------
          • zander scrive:
            Re: La marcia del Pinguino verso le aziende
            ...e viceversa... nel senso che l'usabilità la decidice l'utente; per tornare al discorso di sopra usabilità puo' essere benissimo 'utilizzo del mouse...
          • H5N1 scrive:
            Re: La marcia del Pinguino verso le aziende
            Vero, però resta il fatto che per semplificare alcuni processi devo sostituirmi all'utente in qualche modo e devo prevedere quali impostazioni andare a modificare e come rendere il tutto più semplice e comprensibile all'utilizzatore.L'automazione di alcuni processi, però, richiede comunque l'intervento umano ed è qui che, alcuni, hanno ben pensato di non chiedere all'utente cosa fare, ma prevedere cosa egli voglia fare sostituendosi, di fatto, all'utente stesso.Insomma l'argomento è delicato e difficile.In alcune distro Linux nelle GUI vi sono dei rimandi ai file .conf che si andranno a modificare da alcune impostazioni, ma è difficile trovare equivalenti in altre distro o S.O ed è qui che, secondo me, si vede la limitatezza di uso smodato dell'usabilità.Quello che nessuno dice è un'ovvietà: il sistema è predisposto a fare questo e quest'altro. Può fare anche molto di più ma ci devi smanettare e lo stesso dicasi se si riscontrano problemi meno frequenti pertanto:o ti accontenti di ciò che può fare il sistemao apprendi un uso avanzato dello stesso.La maggiorparte si limita a non accontentarsi salvo poi inalberarsi se un driver non esiste, se al sistema non piace questa o quella versione del programma o se lo schermo diventa blu su Windows solo perchè c'è una vecchia versione di Windows ME che non vuole saperne di funzionare con la scheda di acquisizione video appena acquistata.
        • pippo75 scrive:
          Re: La marcia del Pinguino verso le aziende

          Poi si chiude il progamma e così via.
          Niente di più macchinoso.
          vim
          i turbo, apre l'edit della borland.ctrl-kb inizio selezionectrl-kk fine selezionectrl-kc copia del bloccoctrl-ks salvo su filevero, come fanno a dire che cliccare su un icona sia facile, quando esistono i comandi di wordstar che dovrebbero essere approvati anche dalla iso.
          Macchinoso per molti, rapido e produttivo per chi
          è abituato. La semplicità d'uso è relativa.win-r - caselle dicomandonotepad - apre il programmascrivo il testo - mettere dentro gli errorishift e freccie per copiare - selezionarectrl-ins - copiareshift-ins - incollareshift-f12 - per salvarecome vedi tale quale a wordstar.
          • H5N1 scrive:
            Re: La marcia del Pinguino verso le aziende
            Ovviamente il mio era solo un esempio per dire che non tutto ciò che appare semplice ai più lo è effettivamente.Mi ripeto: ogni sistema, programma o utility fà bene solo quello per cui è studiato.Inutile stare a dire questo è meglio di quello senza specificare in cosa.Ad una presentazione di Windows 7 da parte di Microsoft Italia si discuteva di quanto il nuovo sistema fosse stato studiato per l'usabilità.Funzioni come il nuovo wizard per l'installazione di stampanti e il riconoscimento della location (se si è sulla rete dell'ufficio cambia la stampante predefinita) venivano lodate come gioielli.Molti fra i presenti si chiedevano come mai Microsoft fa oggi quello che la Apple fa da sempre.
        • Nome e cognome scrive:
          Re: La marcia del Pinguino verso le aziende

          Molti, ad esempio, non si accorgono degli errori
          di Windows solo perchè molti di essi non vengono
          neanche notificati se non nel registro eventi e,
          quando invece il problema si fà più importante,
          si scopre che se si fosse intervenuto prima si
          sarebbero salvati capra e
          cavoli.
          Stesso dicasi per i sistemi Linux che tacciono
          molte informazioni su errori minimi salvovisto che mac è anche peggio, quale sistema operativo proponi?
          Parlo di un sistema stabile, ben corredato di
          documentazione (online e non) di rapida
          configurazione (anche qui dipende dai punti di
          vista).ma esiste?
          Ed il tutto senza aver tolto le mani dalla
          tastiera e senza aver toccato una sola volta il
          mouse.ed è un bene?
          • H5N1 scrive:
            Re: La marcia del Pinguino verso le aziende
            - Scritto da: Nome e cognome

            Molti, ad esempio, non si accorgono degli errori

            di Windows solo perchè molti di essi non vengono

            neanche notificati se non nel registro eventi e,

            quando invece il problema si fà più importante,

            si scopre che se si fosse intervenuto prima si

            sarebbero salvati capra e

            cavoli.

            Stesso dicasi per i sistemi Linux che tacciono

            molte informazioni su errori minimi salvo

            visto che mac è anche peggio, quale sistema
            operativo
            proponi?In realtà i S.O. sono tutti validi. Sono le configurazioni base che lasciano molto a desiderare e la poca conoscenza dello "strumento" fa il resto. I syadmin (propriamente detti) riescono bene o male a districarsi creandosi (ebbene sì, anche su sistemi Windows) degli script e delle mini applicazioni per il debug ed il trace degli errori.

            Parlo di un sistema stabile, ben corredato di

            documentazione (online e non) di rapida

            configurazione (anche qui dipende dai punti di

            vista).

            ma esiste?Slackware, Gentoo e i sistemi professionali come Suse, Red Hat Enterprise, HP UX, ma parliamo di altri target.Mac OS X, per quanto se ne possa parlare male, è usabilissimo e, proprio perchè costruito intorno all'hardware, più stabile.Questo non significa che non vi sia una certa instabilità (dovuta perlopiù a configurazioni "non standard") ma che, rispetto a sistemi preconfezionati, dà meno problemi.





            Ed il tutto senza aver tolto le mani dalla

            tastiera e senza aver toccato una sola volta il

            mouse.

            ed è un bene?Considera il tempo perso per passare dalla tastiera al mouse: pochi secondi. Ora somma questi secondi ad un'attività costante che si protae nel tempo ed avrai perso diverse mezzore...
        • shevathas scrive:
          Re: La marcia del Pinguino verso le aziende
          - Scritto da: H5N1
          E non smetterò mai di dire che "it just works" è
          IL
          MALE. dissento, se l'informatica si è diffusa è stato anche grazie a questo.
          Quel "basta che funzioni" è alla base del
          sucXXXXX di molti prodotti scadenti che inducono
          a pensare che la cosa funzioni, mentre, nella
          migliore delle ipotesi, fa credere di
          farlo.se l'utente ottiene i risultati voluti è irrilevante.
          Molti, ad esempio, non si accorgono degli errori
          di Windows solo perchè molti di essi non vengono
          neanche notificati se non nel registro eventi e,
          quando invece il problema si fà più importante,
          si scopre che se si fosse intervenuto prima si
          sarebbero salvati capra e
          cavoli.
          Stesso dicasi per i sistemi Linux che tacciono
          molte informazioni su errori minimi salvo
          andarseli a cercare nei file di
          log.
          mettiti nell'ottica di un fornitore di servizi di assistenza. Se l'utente ti paga a chiamata al terzo falso allarme si è già rotto le scatole e considera il tuo sistema un sistema sparafuffa costruito per truffarlo, se le chiamate sono gratis hai idea dei costi che ti causa un cliente che per qualsiasi minima cavolata si attacca al telefono ?
          Un sistema che facile da utilizzare non
          necessariamente è di facile utilizzo per
          tutti.
          Parlo di un sistema stabile, ben corredato di
          documentazione (online e non) di rapida
          configurazione (anche qui dipende dai punti di
          vista).
          dipende anche da cosa deve fare un sistema e da quanto critici sono i dati la dentro.
          Ed il tutto senza aver tolto le mani dalla
          tastiera e senza aver toccato una sola volta il
          mouse.
          Macchinoso per molti, rapido e produttivo per chi
          è
          abituato.domanda scema: quanto tempo costa abituare le persone ad usare quel sistema ? quanto devi farle lavorare per farle memorizzare le scorciatoie di VIM invece di avere il supporto mnemonico delle icone ?Poi chi usa Word o qualsiasi altro software in maniera intensa e professionale si ricorda a menadito tutte le scorciatoie da tastiera.
          La semplicità d'uso è relativa.la gui semplifica per i polli o per chi inizia ad usare un software.
    • LaNberto scrive:
      Re: La marcia del Pinguino verso le aziende
      - Scritto da: mac
      Provata su un vecchio PC, va meglio di un PC più
      potente e, per la compatibilità word, excel e
      powerpoint, non ho avuto nessun problema (scusate
      se ènon per fare l'avvocato del diavolo, ma al primo foglio excel con gli script se ne riparla
      • krane scrive:
        Re: La marcia del Pinguino verso le aziende
        - Scritto da: LaNberto
        - Scritto da: mac

        Provata su un vecchio PC, va meglio di un PC più

        potente e, per la compatibilità word, excel e

        powerpoint, non ho avuto nessun problema

        (scusate se è
        non per fare l'avvocato del diavolo, ma al
        primo foglio excel con gli script se ne
        riparlaTi do' una notizia: gli script esistono anche per OO, inolte non e' che appena aperta una ditta ti ritrovi automagicamente pieno di script gia' pronti per excel.
        • LaNberto scrive:
          Re: La marcia del Pinguino verso le aziende
          certo, ma chi deve passare da MS a OO si ritroverà invece magicamente pieno di script incompatibili, e la povera segretaria gonza che ha imparato, come tutti, a usare office come le scimmie ammaestrate finirà nel marasma
          • krane scrive:
            Re: La marcia del Pinguino verso le aziende
            - Scritto da: LaNberto
            certo, ma chi deve passare da MS a OO si
            ritroverà invece magicamente pieno di script
            incompatibili, e la povera segretaria gonza che
            ha imparato, come tutti, a usare office come le
            scimmie ammaestrate finirà nel marasmaMa le nuove start up ? Sembra che tutti sentano il peso di un'eredita' che in molti casi non esiste.
          • LaNberto scrive:
            Re: La marcia del Pinguino verso le aziende
            sto tenendo un corso sulla grafica (teoria del design ma anche molti aspetti pratici del software) al personale di una ditta abbastanza giovane.Sono fortunati perché hanno avuto acXXXXX ad alcuni fondi della regione per la formazione.ma fortunati parecchio. E i miei allievi ne hanno veramente bisogno.Con la crisi che c'è le startup chiudono, non aprono...
          • krane scrive:
            Re: La marcia del Pinguino verso le aziende
            - Scritto da: LaNberto
            sto tenendo un corso sulla grafica (teoria del
            design ma anche molti aspetti pratici del
            software) al personale di una ditta abbastanza
            giovane.
            Sono fortunati perché hanno avuto acXXXXX ad
            alcuni fondi della regione per la formazione.
            ma fortunati parecchio. E i miei allievi ne hanno
            veramente bisogno.
            Con la crisi che c'è le startup chiudono, non
            aprono...Ok, allora siamo XXXXXXX suicidiamoci tutti, cosa stiamo qui a parlare ?
          • LaNberto scrive:
            Re: La marcia del Pinguino verso le aziende
            se vuoi sapere come sono le cose ora, è così. altrimenti puoi ascoltare il TG1
          • krane scrive:
            Re: La marcia del Pinguino verso le aziende
            - Scritto da: LaNberto
            se vuoi sapere come sono le cose ora, è così.
            altrimenti puoi ascoltare il TG1Cioe' in italia non si apre niente ? Guarda che hanno appena aperto una panetteria sotto casa mia, se vuoi te li presento e puoi fare del giornalismo reale.
          • LaNberto scrive:
            Re: La marcia del Pinguino verso le aziende
            meglio per te, mettigli subito linux
          • panda rossa scrive:
            Re: La marcia del Pinguino verso le aziende
            - Scritto da: LaNberto
            certo, ma chi deve passare da MS a OO si
            ritroverà invece magicamente pieno di script
            incompatibili, e la povera segretaria gonza che
            ha imparato, come tutti, a usare office come le
            scimmie ammaestrate finirà nel
            marasmaQuindi chi non ha voluto investire prima nella formazione della segretaria, preferendo una scimmia ammaestrata, si ritrova a pagare dopo, un prezzo salatissimo.
          • LaNberto scrive:
            Re: La marcia del Pinguino verso le aziende
            siamo realistici, per favore. Se le segretarie sapessero usare il computer, o anche gli stessi impiegati, sarebbe un mondo forse più semplice. Ma non lo è. Non sei mai andato alla posta e hai mai osservato cosa fanno gli impiegati di là dallo sportello?
          • panda rossa scrive:
            Re: La marcia del Pinguino verso le aziende
            - Scritto da: LaNberto
            siamo realistici, per favore. Se le segretarie
            sapessero usare il computer, o anche gli stessi
            impiegati, sarebbe un mondo forse più semplice.
            Ma non lo è.Appunto, quindi che gliene frega a loro?Quelli sono ammaestrati a cliccare.Il problema sta a monte: gli strumenti informatici che gli hanno fornito (il pulsante su cui cliccare) non sono multipiattaforma.Nel momento in cui il pulsante e' multipiattaforma, che gli cambia?
            Non sei mai andato alla posta e hai mai osservato
            cosa fanno gli impiegati di là dallo
            sportello?Per fortuna il 99% delle operazioni che devo fare con la posta riesco a farle tramite il sito.
          • LaNberto scrive:
            Re: La marcia del Pinguino verso le aziende
            visto però che molto software è frutto del lavoro e di investimenti di aziende, questo lavoro va protetto, specie in un campo come le interfacce che richiede studi seri e grosse professionalità per ottenere risultati di rilievo (e no, Office non ha un'interfaccia degna di questo nome).È lo stesso motivo per cui le interfacce dei prodotti OS sono, al meglio, derivative quando non raffazzonate.
  • ruppolo scrive:
    Gli errori si pagano
    Linux è un ottimo sistema operativo server. Ma allora, vi chiederete, dove sta l'errore che si paga?L'errore è l'aver comprato un PC per poi rendersi conto che Windows è una chiavica. Il rivolgersi a Linux, in seguito, altro non è che il tentativo di salvare l'investimento hardware. Ma il tentativo fallisce, Linux non può soddisfare le esigenze "desktop". Nemmeno se confrontato con iPad, figuriamoci il resto. Mac è l'unica strada. E se è l'unica strada potete "ringraziare" Microsoft e i corrotti da Microsoft.
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: Gli errori si pagano

      Mac è l'unica strada. E se è l'unica strada
      potete "ringraziare" Microsoft e i corrotti da
      Microsoft.No, Mac è una chiavica. Offre hardware peggiore, al doppio del prezzo. Il sistema operativo crasha esattamente come tutti gli altri, e ha meno software (tanto è vero che gli utenti poi usano Parallels, ricorrendo a trucchetti che erano già inefficaci ai tempi di OS/2 Warp)
      • rover scrive:
        Re: Gli errori si pagano
        Installano ovviamente XP e Autocad tarocco.E poi vengono a dire che XP va piano e si pianta.Usino almeno bootcamp con avvio da partizione Windows.Non ha mai visto un Mac (escluso il mio) con XP autentico. E lo stesso dicasi per il sw.
        • bertuccia scrive:
          Re: Gli errori si pagano
          - Scritto da: rover

          Installano ovviamente XP e Autocad tarocco.verissimo, ed è il motivo, nel 90% dei casi, per cui su un mac trovi installato windows in VM/dualbootfortunatamente anche questo capitolo si è chiusohttp://usa.autodesk.com/adsk/servlet/pc/index?siteID=123112&id=15421056#disponibile per Mac, iPad, iPhone
      • LaNberto scrive:
        Re: Gli errori si pagano
        Oh! ne avessi presa una!
      • markoer scrive:
        Re: Gli errori si pagano
        Non è la mia esperienza. Ho un Mac di oltre 7 anni fa che funziona ancora, mai visto un PC così longevo. E Windows XP crasha molto, molto più spesso di MacOs X, anche con HW superiore.Chi non conosce i Mac non ne apprezza le qualitàCordiali saluti
        • krane scrive:
          Re: Gli errori si pagano
          - Scritto da: markoer
          Non è la mia esperienza. Ho un Mac di oltre 7
          anni fa che funziona ancora, mai visto un PC così
          longevo. E Windows XP crasha molto, molto più
          spesso di MacOs X, anche con HW superiore.
          Chi non conosce i Mac non ne apprezza le qualitàIo pensco che sia chi conosce solo windows ad essere abituato alla bassa qualita', dischi che swappano in continuo, sensazione di elefantiasi diffusa e non concepisce quanto sia meglio avere un sistema affidabile sotto alle dita. Come aver sempre guidato una vecchissima fiat senza essere mai saliti su un'auto moderna.
        • Fiber scrive:
          Re: Gli errori si pagano
          - Scritto da: markoer
          Non è la mia esperienza. Ho un Mac di oltre 7
          anni fa che funziona ancora, mai visto un PC così
          longevo. E Windows XP crasha molto, molto più
          spesso di MacOs X, anche con HW
          superiore.

          Chi non conosce i Mac non ne apprezza le qualità


          Cordiali salutiWindows Xp TI = A TE crasha molto come DICI ?comprati un computer decente e non il carcassone da 4 soldi con driver fuffavedrai che non crasha niente come al mondo intero che lo usa per LAVORAREil Mondo non lavora con un sistema che crasha sempre come DICI TU...... per logica matematicacordiali saluti-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 20 ottobre 2010 14.24-----------------------------------------------------------
          • markoer scrive:
            Re: Gli errori si pagano
            Ho avuto almeno tre PC *aziendali* con Windows XP - tutto certificato, gli stessi laptop sono distribuiti preinstallati ad oltre 60.000 persone.Ne ho avuti tre con XP perché i PC - se li usi per lavoro - si cambiano ogni uno o due anni al massimo. La mia azienda ha accuratamente evitato Vista e siamo ancora cauti a passare a 7 (ovviamente, visti i precedenti di Microsoft).Win XP è un sistema operativo di 10 anni fa, ma ci sono poche alternative in ambito enterprise con Microsoft. Vedremo con 7. Incrocio le dita.Non mi posso lamentare di XP - non è che mi crasha ogni giorno come facevano le precedenti (oltre 10 anni fa!...) versioni di Windows. Ma non mi puoi paragonare un Dell da 800 Euro con un equivalente Mac. Semplicemente non ci sono paragoni, sarebbe come paragonare il tavernello allo champagneCordiali saluti
          • Rover scrive:
            Re: Gli errori si pagano
            Le aziende li cambiano ogni 3 anni, per problemi di ammortamneto fiscale.Cambiarli prima non conviene in qaunto non sono ancora ammortizzati fiscalmente. Trattenerli oltre sarebbero troppi obsoleti e fuori garanzia in caso di problemi Hw.Il mio IBM T60 aziendale con XP sarà sostituito a giorni dopo 3 anni di onorato servizio, e senza avere mai manifestato problemi, ne' Hw ne' sw.
          • markoer scrive:
            Re: Gli errori si pagano
            - Scritto da: Rover
            Le aziende li cambiano ogni 3 anni, per problemi
            di ammortamneto fiscale.Ah sì? e cosa sarebbe l'"ammortamneto" fiscale?Poche idee ma confuse come al solito nei commenti su P.I.L'ammortamento fiscale è un procedimento che si usa, per l'appunto, per distribuire l'imponibile su più esercizi. Non significa assolutamente che devi ricomprare un laptop per forza ogni tot anni. Anche perché non si sa assolutamente quando un laptop viene cambiato, può essere dopo un anno come dopo tre. Se fosse per l'ammortamento fiscale, le aziende imporrebbero ai dipendenti di cambiarlo ad una data fissa ogni tot anni, come facciamo noi con i server ed altri sistemi di rete ogni 5 anni ed a fine Marzo.In ogni caso l'ammortamento fiscale non è certo quello che ti fa ricomprare un dispositivo, qualsiasi esso sia. I soldi per acquistarlo devi scucirli il primo anno, non è che per il risparmio fiscale ti conviene ricomprarli. Il vantaggio fiscale sta nell'ammortizzare la capitalizzazione dei tuoi beni mobili (CAPEX) attraverso più anni. Ma questo meccanismo ha poco a che vedere con il budget acquisti, è un puro meccanismo fiscale.
            Cambiarli prima non conviene in qaunto non sono
            ancora ammortizzati fiscalmente.Prima di cosa? di tre anni? di cinque? di due? in base a cosa è fiscalmente conveniente? e come fai a calcolarlo se NON SAI in quanto tempo li cambierai?
            Trattenerli
            oltre sarebbero troppi obsoleti e fuori garanzia
            in caso di problemi Hw.Con Applecare puoi estendere la garanzia anche a 5 anni - provaci con un Dell.
            Il mio IBM T60 aziendale con XP sarà sostituito a
            giorni dopo 3 anni di onorato servizio, e senza
            avere mai manifestato problemi, ne' Hw ne' sw.XXXX.Cordiali saluti
    • rover scrive:
      Re: Gli errori si pagano
      Ma smettila con la solita tiritera di luoghi comuni e cose non veritiere.L'unico problema di Windows si chiama virus. Che nelle aziende è inammissibile perchè vuol dire che il Sysadmin è una sciagura.Per il resto Windows ha:-Più scelta di software-Più velocità di esecuzione-Con Hw decente non va mai in crash-Più flessibilità-Migliore interfacciamento con periferiche esterne di tipo industriale/professionale
      • angros scrive:
        Re: Gli errori si pagano

        Ma smettila con la solita tiritera di luoghi
        comuni e cose non
        veritiere.
        L'unico problema di Windows si chiama virus.Del resto, dipende anche dal fatto che Windows è il sistema più diffuso: quindi, c'è più gente che ha interesse a scrivere virus per Windows che per gli altri sistemi, e inoltre ci sono più occasioni per prendersi il virus, esistendo più computer da cui si può essere contagiati: se io navigassi con l'ms-dos, che pure è molto più insicuro, e per il quale ci sono parecchi virus, non mi infetterei comunque, perchè... da dove mi arrivano? Ci sono ben pochi computer con dos online, la probabilità di collegarmi con uno di essi è bassissima.(per la cronaca: si può navigare con solo il DOS, basta usare il browser Arachne) Che
        nelle aziende è inammissibile perchè vuol dire
        che il Sysadmin è una
        sciagura.
        Per il resto Windows ha:
        -Più scelta di softwareVero: inoltre, il software linux, proprio perchè di solito è open, può essere portato anche su windows, mentre spesso non accade il contrario.
        -Più velocità di esecuzioneQuesto dipende dall'hardware. E dipende dalla versione di Windows: una versione più pesante di solito è più lenta.Un sistema operativo più leggero si carica prima, e in genere lascia più ram libera, quindi è più veloce.
        -Con Hw decente non va mai in crashFalso; va in crash... come tutti gli altri sistemi operativi (inclusi linux e osx). Forse l'unico che non crasha è QNX.
        -Più flessibilitàQuesto no: puoi metterlo in un kindle, ad esempio, o in un nintendo DS? Mentre puoi metterci linux.Comunque, Windows è più flessibile di OSX.
        -Migliore interfacciamento con periferiche esterne di tipo industriale/professionaleIn genere sì: essendo il sistema più diffuso, tutti i produttori di hardware includono i driver.
        • collione scrive:
          Re: Gli errori si pagano
          e dipende anche dal fatto che windows è una chiavica di sistema operativono dico l'avete mai usato windows server? si parte con internet explorer che non accetta niente di niente, ogni sito va aggiunta nella lista dei siti fidati a manoovviamente il sysadmin si rompe ed elimina tutti i blocchila verità è che ms non sa come rendere sicuro quel carrozzone e tira fuori idee del tipo "stacchiamogli la spina così non verrà più infettato"
          • advange scrive:
            Re: Gli errori si pagano

            no dico l'avete mai usato windows server? Purtroppo sì
            si parte con internet explorer che non accetta
            niente di niente, ogni sito va aggiunta nella
            lista dei siti fidati a manoPer forza: navigare con IE è come attraversare l'Oceano Pacifico con una barchetta a remi bucata.
          • collione scrive:
            Re: Gli errori si pagano
            - Scritto da: advange

            no dico l'avete mai usato windows server?
            Purtroppo sì
            allora hai visto l'inferno :D

            si parte con internet explorer che non accetta

            niente di niente, ogni sito va aggiunta nella

            lista dei siti fidati a mano
            Per forza: navigare con IE è come attraversare
            l'Oceano Pacifico con una barchetta a remi
            bucata.motivo per cui se lo eliminano fanno benea no, non possono, è fuso nel sistema :D
          • pippo75 scrive:
            Re: Gli errori si pagano

            no dico l'avete mai usato windows server? si
            parte con internet explorer che non accetta
            niente di niente, ogni sito va aggiunta nella
            lista dei siti fidati a
            mano

            ovviamente il sysadmin si rompe ed elimina tutti
            i blocchiun sysdamin che gira su internet dal server?

            la verità è che ms non sa come rendere sicuro
            quel carrozzone e tira fuori idee del tipo
            "stacchiamogli la spina così non verrà più
            infettato"
          • collione scrive:
            Re: Gli errori si pagano
            - Scritto da: pippo75
            un sysdamin che gira su internet dal server?purtroppo si visto che bisogna scaricare programmi e robe varie da installaree alcuni server svolgono anche funzioni di terminal server
          • pippo75 scrive:
            Re: Gli errori si pagano

            purtroppo si visto che bisogna scaricare
            programmi e robe varie da
            installarepremesso che non sono un amministratore, un server l'ho visto solo di sfuggita.Ma fare questo lavoro dal client? So di persone che il server lo usano in locale solo quando smette di funzionare ( almeno cosi mi dicevano tempo fa ).
          • nome e cognome scrive:
            Re: Gli errori si pagano

            premesso che non sono un amministratore, un
            server l'ho visto solo di
            sfuggita.Lui pure... non ti preoccupare.
          • collione scrive:
            Re: Gli errori si pagano
            c'è sempre la necessità di intervenire fisicamente sul server e il browser può servire a consultare materiale online, scaricare software, ecc...farlo da client? certo si può fare ma quando sul server il minimo delle funzionalità vatalvolta un server windows può essere usato come workstation per fornire acXXXXX remoto e in quel caso serve ie ovviamente visto che qualunque utente si connetterà avrà più o meno bisogno del web
          • shevathas scrive:
            Re: Gli errori si pagano
            - Scritto da: collione
            c'è sempre la necessità di intervenire
            fisicamente sul server e il browser può servire a
            consultare materiale online, scaricare software,
            ecc...
            come dire: la cassaforte può essere usata anche come dispensa per la frutta e la verdura. E magari si lascia la porta aperta mentre la signora pina va di là a pelare le patate.
            farlo da client? certo si può fare ma quando sul
            server il minimo delle funzionalità
            va
            ma questo non significa che sia un comportamento intelligente e accorto.
            talvolta un server windows può essere usato come
            workstation per fornire acXXXXX remoto e in quel
            caso serve ie ovviamente visto che qualunque
            utente si connetterà avrà più o meno bisogno del
            webcomportamento intelligente tanto quanto usare un martello per piantare viti e un cacciavite per inserire chiodi.
          • pippo75 scrive:
            Re: Gli errori si pagano

            farlo da client? certo si può fare ma quando sul
            server il minimo delle funzionalità
            vaBasta poi non lamentarsi se qualcosa va storto.
            talvolta un server windows può essere usato come
            workstation per fornire acXXXXX remoto e in quel
            caso serve ie ovviamente visto che qualunque
            utente si connetterà avrà più o meno bisogno del
            webe da quando un utente qualunque può mettere mani sul server?Capisco anni fa quando nacquero i primi server non dedicati ( microsoft, novel-lite e parenti ), ma oggi con pochi euro fai un PC di fianco al server e usi quello.La prima cosa che farei al server sarebbe di staccare il monitor.
          • panda rossa scrive:
            Re: Gli errori si pagano
            - Scritto da: pippo75
            La prima cosa che farei al server sarebbe di
            staccare il
            monitor.Di solito ci sono una tastiera e un monitor, collegati ad uno switch, che li condivide con tutti i server del rack.
          • nome e cognome scrive:
            Re: Gli errori si pagano

            ovviamente il sysadmin si rompe ed elimina tutti
            i
            blocchiROTFL, non perdi mai occasione per mollare una figuraccia eh ... ora spiegaci perché mai un sysadmin dovrebbe usare il server per navigare.Windows server è settato in quel modo perché nessuno sano di mente navigherebbe con un server.
            la verità è che ms non sa come rendere sicuro
            quel carrozzone e tira fuori idee del tipo
            "stacchiamogli la spina così non verrà più
            infettato"La verità è che poi a cercare trovi notizie del genere ...http://it.toolbox.com/blogs/managing-infosec/linux-hacked-more-often-than-windows-2003-23371
          • collione scrive:
            Re: Gli errori si pagano
            in pratica sei andato a pescare un articolo di 2 anni fa senza fonti e senza nè capo nè codati faccio notare che quello fu l'anno degli infezioni di massa di server windowsriguardo il perchè usare ie su un server, beh, evidentemente non ha mai settato un server per cui non capisci quale potrebbe essere il motivoma bastava notare che se ms ce l'ha messo un motivo ci sarà no? se non serviva non lo mettevano proprio risparmiando tempo e XXXXXX varihai fatto la tua magra figura anche questa volta, adesso torna a giocare a crysis e smettila di fingere di essere un supergenio dell'it
          • rover scrive:
            Re: Gli errori si pagano
            Quindi siccome la mia auto fa i 240 io sono obbligato a farli.Per quale motivo si dovrebbe con un server andare sul web, soprattutto se diverso da MS me lo spieghi poi.....
          • Il moralizzat ore scrive:
            Re: Gli errori si pagano
            - Scritto da: collione
            e dipende anche dal fatto che windows è una
            chiavica di sistema
            operativo
            detto da un collione sarà senza dubbio vero. La tua affermazione trasuda spocchia e ignoranza da tutti i pori.
            no dico l'avete mai usato windows server? si
            parte con internet explorer che non accetta
            niente di niente, ogni sito va aggiunta nella
            lista dei siti fidati a
            mano
            Ti è mai venuto il dubbio che un sistema server non sia pensato per navigare????Che gente patetica 'sti fan di linux, fate vomitare.
            ovviamente il sysadmin si rompe ed elimina tutti
            i
            blocchi
            se incapaci come te sicuramente.
            la verità è che ms non sa come rendere sicuro
            quel carrozzone e tira fuori idee del tipo
            "stacchiamogli la spina così non verrà più
            infettato"la verità è che il mondo è pieno d'incapaci. Il fatto che poi alcuni di questi usino linux per sentirsi migliori non li rende meno incapaci.
          • collione scrive:
            Re: Gli errori si pagano
            tu a parte sparare XXXXXte sei in grado almeno di XXXXXXre centrando la tazza? (rotfl)
        • Fai il login o Registrati scrive:
          Re: Gli errori si pagano
          Sarei anche 100% d'accordo con te a parte dove dici che Linux crasha come gli altri: la mia Lenny non mi ha mai piantato (il software che ci gira sopra invece a volte si). Se per linux invece intendiamo Ubuntu allora si, ogni tanto crasha anche lui. Ma forse sono io che sono stato fortunato...
      • Ubunto scrive:
        Re: Gli errori si pagano
        - Scritto da: rover
        Ma smettila con la solita tiritera di luoghi
        comuni e cose non
        veritiere.
        L'unico problema di Windows si chiama virus. Che
        nelle aziende è inammissibile perchè vuol dire
        che il Sysadmin è una
        sciagura.Ma è inammissibile ovunque, non solo nelle aziende. Anzi è ancor più pesante come problema nei pc domestici. Se consideri che non tutti comprano un "mostro di computer", ma è ben più diffuso l'acquisto di PC economici. Ho visto computer nuovi, dopo l'installazione dell'antivirus passare dallo stato di "appena sufficiente" a quello di "paurosamente lento". Computer nuovi, non roba riciclata.
        Per il resto Windows ha:
        -Più scelta di software
        -Più velocità di esecuzioneNon ha affatto una maggiore velocità, né nei confronti di OSX, né tanto meno rispetto a Linux. Windows è un sistema affossato "by design".
        -Con Hw decente non va mai in crashQuello nessun sistema lo fa, il problema è che - essendo preinstallato - Windows viene venduto con ogni tipo di hardware, anche se palesemente causa di instabilità. Ma è Microsoft a "spingere" sul preinstallato o no?
        -Più flessibilità
        -Migliore interfacciamento con periferiche
        esterne di tipo
        industriale/professionaleNo, semmai un maggiore - totale - supporto dei produttori hardware. Se valuti la capacità "nativa", senza l'installazione di drivers, di interfacciarsi a periferiche esterne, Ubuntu gli fa 4 a 0 a Windows.
        • pippo75 scrive:
          Re: Gli errori si pagano

          dell'antivirus passare dallo stato di "appena
          sufficiente" a quello di "paurosamente lento".
          Computer nuovi, non roba
          riciclata.molto facilmente AV sbagliato, sai quale è ?
          Quello nessun sistema lo fa, il problema è che -
          essendo preinstallato - Windows viene venduto con
          ogni tipo di hardware, anche se palesemente causa
          di instabilità. Ma è Microsoft a "spingere" sul
          preinstallato o no?quello di proporre windows ai clienti è il suo lavoro.
          No, semmai un maggiore - totale - supporto dei
          produttori hardware. Se valuti la capacità
          "nativa", senza l'installazione di drivers, di
          interfacciarsi a periferiche esterne, Ubuntu gli
          fa 4 a 0 a Windows.ultimamente devo dire che le distro linux hanno un ottimo supporto nativo, purtroppo i produttori delle distro si dimenticano spesso e volentieri.Es. prendo una macchina fotografica a caso, cosa mi supporta di suo: indows e OsX.Magari funziona anche con Ubuntu, ma loro la danno solo per altri OS.
          • Ubunto scrive:
            Re: Gli errori si pagano
            - Scritto da: pippo75

            dell'antivirus passare dallo stato di "appena

            sufficiente" a quello di "paurosamente lento".

            Computer nuovi, non roba

            riciclata.

            molto facilmente AV sbagliato, sai quale è ?Eh eh! Facile rispondere, Norton.Ma anche con altre soluzioni, McAfee, Kaspersky, lo stesso Avira (che eppure è uno dei più leggeri), quando si passa dal semplice antivirus alla "Suite", a seconda delle configurazioni HW, è un macello.Qua il problema è che l'antivirus proprio non ci dovrebbe essere, o almeno dovrebbe limitare le sue attività di controllo a poche, inevitabili criticità. Windows senza antivirus è da folli, questo è il problema principale.

            Quello nessun sistema lo fa, il problema è che -

            essendo preinstallato - Windows viene venduto
            con

            ogni tipo di hardware, anche se palesemente
            causa

            di instabilità. Ma è Microsoft a "spingere" sul

            preinstallato o no?

            quello di proporre windows ai clienti è il suo
            lavoro.Preinstallare ad cazzum non è proporre Windows. Anche Apple propone il suo S.O., ma su hardware approvato e testato.Certo, Microsoft non è Apple da questo punto di vista, e di mio è una cosa che apprezzo, ma tornando al discorso "problemi di windows", a mio parere la sua pre-installazione su golem informatici (cioé computer composti dai pezzi più improbabili) è un "problema".

            No, semmai un maggiore - totale - supporto dei

            produttori hardware. Se valuti la capacità

            "nativa", senza l'installazione di drivers, di

            interfacciarsi a periferiche esterne, Ubuntu gli

            fa 4 a 0 a Windows.

            ultimamente devo dire che le distro linux hanno
            un ottimo supporto nativo, purtroppo i produttori
            delle distro si dimenticano spesso e
            volentieri.
            Es. prendo una macchina fotografica a caso, cosa
            mi supporta di suo: indows e
            OsX.
            Magari funziona anche con Ubuntu, ma loro la
            danno solo per altri
            OS.Per Linux il discorso è lo stesso di quello fatto sopra. Andrebbe stilata una lista di prodotti "certificati" per l'uso del sistema e promossa l'attività di chi rispetta l'aderenza alle certificazioni.
          • H5N1 scrive:
            Re: Gli errori si pagano
            Ecco perchè Ubuntu è simile a Windows: nessuno ricompila (quasi mai) un bel niente e lo stesso pacchetto binario gira su hardware diverso.E' lento.Ma, per carità, certe applicazioni sono decisamente più veloci su Ubuntu che su Windows, altre no.Essendo un purista convinto uso Slackware da anni (e non ha fatto altro che migliorare) e, per fortuna i binari buttati lì così come sono precompilati "noarch" sono rari.Questo significa che un tale binario ("eseguibile" lo chiameremmo su Windows) viene compilato per quella specifica architettura (x86, 686, 64bit, suppporto a funzioni proXXXXXre avanzate di diversa natura etc).Sebbene molti credano che la differenza sia minima posso dirvi che su sistemi come Gentoo o Slackware i desktop environment come KDE o Gnome (se mai qualche folle dovesse decidere di utilizzarlo) compilati hanno un guadagno decisamente netto nei tempi di esecuzione.Vabbè, digressioni a parte, ogni sistema crasha, ma bisogna anche vedere a che livello e l'entità dell'impatto.Nei sistemi GNU/Linux il BSOD dei sistemi Microsoft corrisponderebbe al Kernel Panic (rarissimo se non per cause di errore umano) mentre i crash delle applicazioni possono spess ricondursi ad un'errata configurazione o a un bug intrinseco dell'applicazione o a concause comuni a problemi di compatibilità di software diversi in versioni diverse.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 17 ottobre 2010 19.57-----------------------------------------------------------
          • ruppolo scrive:
            Re: Gli errori si pagano
            - Scritto da: Ubunto
            Windows senza antivirus è da folli,
            questo è il problema
            principale.Problema che io ho risolto facilmente: Windows gira virtualizzato sul Mac, e non ha alcun contatto con la rete Internet. Niente antivirus, niente aggiornamenti (tanto gli aggiornamenti sono solo relativi al malware). Ma non solo, Windows viene riaddomesticato con l'interfaccia OS X e, grazie alla condivisione dei desktop, posso utilizzare Spotlight, Time Machine e lo stesso Finder sui contenuti Windows. In sostanza manco mi accorgo che esiste, Windows.
            Preinstallare ad cazzum non è proporre Windows.
            Anche Apple propone il suo S.O., ma su hardware
            approvato e
            testato.Come fa qualsiasi altro produttore, dal tostapane all'automobile.
            Andrebbe stilata una lista di prodotti
            "certificati" per l'uso del sistema e promossa
            l'attività di chi rispetta l'aderenza alle
            certificazioni.Così fai il gioco di Microsoft: certificava i PC compatibili con Windows in cambio dell'inclusione di Windows e altri suoi prodotti. Niente inclusione, niente certificazione: Così nacque il monopolio!
      • ruppolo scrive:
        Re: Gli errori si pagano
        - Scritto da: rover
        Ma smettila con la solita tiritera di luoghi
        comuni e cose non
        veritiere.
        L'unico problema di Windows si chiama virus.Ma va? E io che pensavo fosse anche quella chiavica di registro, le DLL, la frammentazione, l'interfaccia "fritto misto" ridondante...
        Che
        nelle aziende è inammissibile perchè vuol dire
        che il Sysadmin è una
        sciagura.Infatti sono quasi tutti delle sciagure.
        Per il resto Windows ha:
        -Più scelta di softwareSi, di software scadente senza dubbio c'è più scelta. C'è così tanta scelta che tutti usano lo stesso word proXXXXXr, lo stesso foglio elettronico, lo stesso programma di presentazioni, lo stesso database, lo stesso CAD.
        -Più velocità di esecuzioneHo visto più di qualcuno attendere 15 minuti l'avvio di un portatile con XP, il sistema più utilizzato, prima che rispondesse ai comandi. Molto veloce...
        -Con Hw decente non va mai in crashVa in crash senza nemmeno cadere sul pavimento, un bel progresso.
        -Più flessibilitàSu questo non c'è dubbio, prendi i portatili e li torci senza il minimo problema, plasticaccia dalla testa ai piedi.
        -Migliore interfacciamento con periferiche
        esterne di tipo
        industriale/professionaleMa certo, infatti sono tutti dotati dell'interfaccia professionale Firewire...
    • collione scrive:
      Re: Gli errori si pagano
      mica tutti comprano server windows per poi metterci linux, anzi chi compra server sa benissimo cosa va a comprare, mica è un utontoriguardo mac, sui server è un no nose provi mac os x server allora capisci che non è proprio il suo settore
      • ruppolo scrive:
        Re: Gli errori si pagano
        - Scritto da: collione
        mica tutti comprano server windows per poi
        metterci linux, anzi chi compra server sa
        benissimo cosa va a comprare, mica è un
        utontoMi sono spiegato male: A parte il complimento a Linux come server, il resto del discorso riguarda l'utilizzo desktop classico.
        riguardo mac, sui server è un no no

        se provi mac os x server allora capisci che non è
        proprio il suo
        settoreHai ragione, OS X server toglie in pane quotidiano al suo amministratore. Io ne ho installati diversi, e non danno lavoro. Sono capaci di lavorare per anni senza richiedere alcun intervento, nemmeno un aggiornamento.Un esempio folkloristico: il mio server di posta, Mac ovviamente, è stato aggiornato l'ultima volta nel 2001. Nove anni senza aggiornamenti di alcun tipo. Quanto all'hardware, acceso 24/7 da 15 anni, ha avuto come unico aggiornamento la sostituzione dell'hard disk, alcuni anni fa.Secondo te quanto è costato di sysadmin?
    • advange scrive:
      Re: Gli errori si pagano
      - Scritto da: ruppolo
      Linux è un ottimo sistema operativo server.

      Ma allora, vi chiederete, dove sta l'errore che si paga?Quale errore? Mi pare ci sia un salto logico nel tuo ragionamento.
      L'errore è l'aver comprato un PCEccolo il salto: che c'entra il PC con il server?
      per poi rendersi conto che Windows è una chiavica.Che c'entra il PC con Windows?
      Il rivolgersi a
      Linux, in seguito, altro non è che il tentativo
      di salvare l'investimento hardware. Beh, significherebbe ravvedersi.
      Ma il tentativo fallisce, Davvero? Sulla base di quale esperienza
      Linux non può soddisfare le esigenze "desktop".Parla per te: se non sei in grado nemmeno di installartelo è solo colpa tua.
      Nemmeno se confrontato con iPad, figuriamoci il resto.Che c'entra l'iPad? Ce tra l'altro Linux, nella sua incarnazione Android, presto batterà l'iPad così come sta già battendo iPhone in quello dei cellulari.
      Mac è l'unica strada.Talmente unica che viene prima di MS e da 30 anni non raggiunge il 10% del mercato.
      E se è l'unica strada
      potete "ringraziare" Microsoft e i corrotti da Microsoft.Perché MS ha salvato Apple dal fallimento?
      • Sgabbio scrive:
        Re: Gli errori si pagano
        Ti prego non cadere anche tu dagli errori fa fanboy VS hater boy.... Apple non si è salvata grazie a microsoft, ma quando è ritornato Stave jobs.
        • Calikera scrive:
          Re: Gli errori si pagano
          Non fare errori anche tu. Apple si è salvata anche grazie ai soldini di Bill Gates, perchè stava davvero con le pezze al (_I_)! Vero è che Bill Gates non l'ha salvata per bontà, ma perchè aveva l'antitrust alle calcagna. Ma resta il fatto che quell'infusione di denaro è stata una manna dal cielo per Apple.
          • ruppolo scrive:
            Re: Gli errori si pagano
            - Scritto da: Calikera
            Non fare errori anche tu. Apple si è salvata
            anche grazie ai soldini di Bill Gates, perchè
            stava davvero con le pezze al (_I_)! Vero è che
            Bill Gates non l'ha salvata per bontà, ma perchè
            aveva l'antitrust alle calcagna. Ma resta il
            fatto che quell'infusione di denaro è stata una
            manna dal cielo per
            Apple.Denaro che non sarebbe servito nulla, se non fosse tornato Steve Jobs a fare i prodotti vincenti.In ogni caso scusa se non ringrazio quello che mi ha portato all'ospedale, salvandomi la vita, dopo avermi buttato dal balcone del secondo piano.
          • Fiber scrive:
            Re: Gli errori si pagano
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: Calikera

            Non fare errori anche tu. Apple si è salvata

            anche grazie ai soldini di Bill Gates, perchè

            stava davvero con le pezze al (_I_)! Vero è che

            Bill Gates non l'ha salvata per bontà, ma perchè

            aveva l'antitrust alle calcagna. Ma resta il

            fatto che quell'infusione di denaro è stata una

            manna dal cielo per

            Apple.

            Denaro che non sarebbe servito nulla, se non
            fosse tornato Steve Jobs a fare i prodotti
            vincenti.

            In ogni caso scusa se non ringrazio quello che mi
            ha portato all'ospedale, salvandomi la vita, dopo
            avermi buttato dal balcone del secondo
            piano.ma dato che Jobs non era tornato ..oggi Apple esiste ancora grazie a Microsoftammetti i fatti della realta' senza continuare ad aggrapparti sugli specchi ..per il resto non rimane altro che stare zitti davanti ai fatti-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 ottobre 2010 11.38-----------------------------------------------------------
          • ruppolo scrive:
            Re: Gli errori si pagano
            - Scritto da: Fiber
            ma dato che Jobs non era tornato ..oggi Apple
            esiste ancora grazie a
            MicrosoftNo, grazie ad una legge antitrust americana.
            ammetti i fatti della realta' senza continuare ad
            aggrapparti sugli specchi ..per il resto non
            rimane altro che stare zitti davanti ai
            fattiI fatti sono Microsoft ha fatto fuori tutte la aziende che producevano personal computer, e se non ha fatto fuori l'ultima (pur riducendola in fin di vita) è solo per non essere fatto fuori a sua volta dall'antitrust.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 ottobre 2010 12.36-----------------------------------------------------------
          • ruppolo scrive:
            Re: Gli errori si pagano
            Post da cancellare, che l'autore non può cancellare da solo perché questo forum è stato progettato da gente in gamba che ha fatto un sacco di soldi ed ora non è più disponibile per migliorarlo.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 ottobre 2010 12.37-----------------------------------------------------------
        • advange scrive:
          Re: Gli errori si pagano
          Non mi sembra un errore: io concordo con quanto detto da ruppolo; nella pratica MS ha salvato Apple, anche perché gli conveniva (allontanava l'antitrust), ma il suo intervento sarebbe stato inutile senza l'arrivo di Jobs.
    • Sgabbio scrive:
      Re: Gli errori si pagano
      non ci sono forum di discussione dedicati ai mac ???
      • pippo75 scrive:
        Re: Gli errori si pagano
        - Scritto da: Sgabbio
        non ci sono forum di discussione dedicati ai mac
        ???rispetto al mondo windows/linux il loro numero tende a zero.in usenet, solo la rerarchia it.comp.os.win contiene 8 gruppi.si dovesse prendere solo i forum dedicati a vbasic mi sa che si sorpassa quelli per mac.
    • Calikera scrive:
      Re: Gli errori si pagano
      - Scritto da: ruppolo
      Mac è l'unica strada. E se è l'unica strada
      potete "ringraziare" Microsoft e i corrotti da
      Microsoft.Devo ringraziare Microsoft se oggi ho vasta scelta di componentistica e periferiche (e solo per quello la ringrazio). Mentre il tuo Dio ... Amelio (CEO Apple dal 1996 al 1997) identifica cinque problemi dentro Apple; scarsità di denaro in cassa e di liquidità, prodotti di bassa qualità , mancanza di una vera strategia a lungo termine nella gestione del sistema operativo, mancanza di una cultura dell'azienda, frammentazione delle forze, si cerca di fare troppi prodotti e in troppi settori.Per ridurre i problemi Amelio seguì la strada a lui più congeniale, tagliando i costi. Ridusse la forza lavoro di un terzo, elimino il progetto Copland, e seguì con attenzione lo sviluppo dell'ottava versione del sistema operativo Mac OS. Per rimpiazzare Copland Amelio iniziò a trattare con la Be, Incorporated, l'acquisto del BeOS, i negoziati si fermarono quando il CEO della Be Jean-Louis Gassée chiese 200 milioni di dollari statunitensi per il BeOS. Apple offriva 125 milioni . Nel novembre 1996, Amelio contattò Steve Jobs della NeXT Computer per discutere l'acquisto del suo sistema operativo . Il 4 febbraio 1997 Apple acquistò l'intera NeXT Computer per 427 milioni di dollari statunitensi. Il sistema operativo NeXT divenne la base da cui nacque Mac OS X. Amelio successivamente ammise di aver pagato NeXT più del suo reale valore . ... dicevo, il tuo Dio ... sa vendere! Ma quanto sa vendere (e vendersi) bene! 425 milioni di dollari per quella ciofeca del NeXT e han fatto storie per tirarne fuori 200 per BeOS che era il sistema più avanzato sul mercato! Bravo, bravo Steve! Ora ho capito perchè ruppolo ti ammira. Ammira le tue doti di venditore.[img]http://www.freakingnews.com/pictures/52000/Rock-Star-Steve-Jobs--52108.jpg [/img]
      • ruppolo scrive:
        Re: Gli errori si pagano
        - Scritto da: Calikera
        - Scritto da: ruppolo

        Mac è l'unica strada. E se è l'unica strada

        potete "ringraziare" Microsoft e i corrotti da

        Microsoft.

        Devo ringraziare Microsoft se oggi ho vasta
        scelta di componentistica e periferiche (e solo
        per quello la ringrazio). Mentre il tuo Dio
        ...

        Amelio (CEO Apple dal 1996 al 1997) identifica
        cinque problemi dentro Apple; scarsità di denaro
        in cassa e di liquidità, prodotti di bassa
        qualità , I prodotti erano di altissima qualità, per questo costavano molto. Non ho ricordi di alimentatori guasti dal 1984 al 1997, né di mobo guaste, né di schede video guaste. Il mio server di posta, una macchina del 1995, sta ancora oggi facendo il suo lavoro, accesa 24/7.
        mancanza di una vera strategia a
        lungo termine nella gestione del sistema
        operativo, mancanza di una cultura dell'azienda,
        frammentazione delle forze, si cerca di fare
        troppi prodotti e in troppi
        settori.Quello che hanno sempre fatto tutti, tranne Steve Jobs. E stiamo parlando del senno di poi, quindi non puoi contestare nulla.
        ... dicevo, il tuo Dio ... sa vendere!Certo che sa vendere, e senza ricattare o corrompere aziende e stati.
        Ma quanto
        sa vendere (e vendersi) bene! 425 milioni di
        dollari per quella ciofeca del NeXT e han fatto
        storie per tirarne fuori 200 per BeOS che era il
        sistema più avanzato sul mercato! Bravo, bravo
        Steve! Ora ho capito perchè ruppolo ti ammira.
        Ammira le tue doti di
        venditore.Ammiro le sue doti che hanno permesso che macchine come Apple II, Macintosh e sistemi come Mac OS potessero arrivare a me, per essere pienamente goduti. In poche parole, "grazie di esistere, Steve"!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 ottobre 2010 11.26-----------------------------------------------------------
    • Fiber scrive:
      Re: Gli errori si pagano
      - Scritto da: ruppolo
      Linux è un ottimo sistema operativo server.

      L'errore è l'aver comprato un PC per poi rendersi
      conto che Windows è una chiavica. Il rivolgersi a
      Linux, in seguito, altro non è che il tentativo
      di salvare l'investimento hardware. Ma il
      tentativo fallisce, Linux non può soddisfare le
      esigenze "desktop". Nemmeno se confrontato con
      iPad, figuriamoci il resto.


      Mac è l'unica strada. E se è l'unica strada
      potete "ringraziare" Microsoft e i corrotti da
      Microsoft.Tu sei un caso patologico gravissimo senza nessun rimedio al mondoaltre spiegazione per le immani fesserie che scrivi sul web non possono esserciO forse si, adesso che ci penso potrebbe esserci solo un'alternativa se non sei un completo tarato di mente con problemi vari che si sposerebbe Steve Jobs assieme al suo Marketing al posto di una donna ..dove in questo caso avresti gia' anche pure le mutande ,il pigiamino e la carta igienica col logo Appledimmi, quanto ti paga Apple Italia per farle propaganda sul web sparando una manicata di immani castronerie a raffica ovvero mer.da verso tutto cio' che non sia la tua setta Apple ..... per cercar di addescare gente inesperta in informatica che leggendoti sul web vada a fare acquisti di pc Apple a strozzo come fosse una tua religione a cui dedichi la vita? altre soluzione oltre alle 2 appena citate qui' sopra sulle tue tare mentali non ce ne possono esserein questi casi va di logica e per esclusione per comprendere gli elementi come te-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 24 ottobre 2010 21.40-----------------------------------------------------------
      • krane scrive:
        Re: Gli errori si pagano
        - Scritto da: Fiber
        - Scritto da: ruppolo

        Linux è un ottimo sistema operativo server.

        L'errore è l'aver comprato un PC per poi

        rendersi conto che Windows è una chiavica.

        Il rivolgersi a Linux, in seguito, altro

        non è che il tentativo di salvare

        l'investimento hardware. Ma il tentativo

        fallisce, Linux non può soddisfare le

        esigenze "desktop". Nemmeno se confrontato

        con iPad, figuriamoci il resto.

        Mac è l'unica strada. E se è l'unica strada

        potete "ringraziare" Microsoft e i corrotti

        da Microsoft.
        Tu sei un caso patologico gravissimo senza
        nessun rimedio al mondo
        altre spiegazione per le immani fesserie che
        scrivi sul web non possono esserciVeramente io pensavo foste la stessa persona che lavora ad orari diversi per due padroni diversi. Lo stile e' quello.
    • Fiber scrive:
      Re: Gli errori si pagano
      - Scritto da: ruppolo
      E dopo aver comprato la Asus, cosa cambia nella
      tua esperienza di
      utilizzo?
      Io, ad esempio, sono passato da un MacBook senza
      tastiera retro illuminata a MacBook Pro con
      tastiera retro illuminata: ora posso usare il
      computer al buio senza alcun problema.
      L'esperienza di utilizzo è
      cambiata.



      - Se non possiedo un PC osx/linux/win è uguale,

      ma in caso contrario perderei molto di quanto
      già

      ho

      investito.

      Già, ma le differenze di prezzo sono minime.
      io ho preso un Dell XPS 16" TFT Wsxga+ 1680×1050 retro Led , Blue Ray slot loading con tastiera retroilluminata ..cpu Intel I7 840QM Quad core 1,86Ghz -3,2Ghz in Turbo frequency 8 MB cache L3 4GB ram DDR3 1333Mhz , Wireless 802.11 BGN e Gigabit Ethernet scheda video di ultima generazione Ati con 1GB video ram GDDR3 dedicata ,Hard Disk 500GB 7200 rpm 1370sei ancora convinto che il tuo Notebook Apple e' la ferrari quando queste potenze sui noteook Apple nemmeno esistono e un MBPro che si avvicini a suddetto dell XPS pero' Dual Core I7 costa 2200 ?dai non dir fesserie-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 ottobre 2010 11.27----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 ottobre 2010 11.32----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 ottobre 2010 11.35-----------------------------------------------------------
      • ruppolo scrive:
        Re: Gli errori si pagano
        - Scritto da: Fiber
        io ho preso un Dell XPS 16" TFT Wsxga+ 1680×1050
        retro Led , Blue Ray slot loading con tastiera
        retroilluminata ..cpu Intel I7 840QM Quad core
        1,86Ghz -3,2Ghz in Turbo frequency 8 MB cache L3
        4GB ram DDR3 1333Mhz , Wireless 802.11 BGN e
        Gigabit Ethernet scheda video di ultima
        generazione Ati con 1GB video ram GDDR3 dedicata
        ,Hard Disk 500GB 7200 rpm


        1370

        sei ancora convinto che il tuo Notebook Apple e'
        la ferrari quando queste potenze sui noteook
        Apple nemmeno esistono e un MBPro che si
        avvicini a suddetto dell XPS pero' Dual Core I7
        costa 2200
        ?Certo che Apple è la Ferrari.Soprattutto quando pigli per il XXXX: quel modello non è in vendita in Italia e quel prezzo non include il Blue Ray e il Wi-Fi N.Vedo che invece hai "dimenticato" di dire che la batteria dura 4 ore e 51 minuti nella versione con batteria da 9 celle, contro le OTTO ORE del MacBook Pro. Per non parlare del peso, "a partire da" 2,87 Kg, naturalmente con la batteria da 6 celle per le ridicole 3 ore e 8 minuti di autonomia...Ma tanto il tuo portatile vivrà fisso sulla scrivania, no?
        • Fiber scrive:
          Re: Gli errori si pagano
          - Scritto da: ruppolo

          Certo che Apple è la Ferrari.

          Soprattutto quando pigli per il XXXX: quel
          modello non è in vendita in Italia e quel prezzo
          non include il Blue Ray e il Wi-Fi
          N.

          Vedo che invece hai "dimenticato" di dire che la
          batteria dura 4 ore e 51 minuti nella versione
          con batteria da 9 celle, contro le OTTO ORE del
          MacBook Pro. Per non parlare del peso, "a partire
          da" 2,87 Kg, naturalmente con la batteria da 6
          celle per le ridicole 3 ore e 8 minuti di
          autonomia...

          Ma tanto il tuo portatile vivrà fisso sulla
          scrivania,
          no?ho chiamato il customare care di Dell mi sono fatto configurae l'XPS 16 come ti ho scitto..ho pagato e dopo 8 gg me lo sono ritrovato a casainformati8 ore di autonomia col MacBookPro?ma quando mai ..nei tuoi sogni forse ed in quelli di Padre/Messia Jobs forse tenendolo acceso a FARE NIENTE con la luminosita' del TFT al minimo come dai soliti tests farlocchi di Apple .. come faceva sulle CPU G4 evidenziadno sul suo sito tests tutti tarocchi poi smentiti sul web con prove concrete verso CPU AMD usa il MBpro ..fagli fare calcoli ,video ,fagli proCessare delle foto...= USALO non guardarlo con la CPU sempre a 2% da Monitoraggio Attivita' e non sta acceso piu' di 4 ore e mezzali conosco bene quei Pc Notebook di Appleprima che me fai fesso a me ce ne vuole Ruoppolo-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 ottobre 2010 12.40-----------------------------------------------------------
    • Findi scrive:
      Re: Gli errori si pagano
      sembri un rappresentante di aspirapolveri ti rendi conto?Salva almeno la faccia smettendo di scrivere!
  • Marcello Romani scrive:
    Re: ahah oste com'è il vino...
    Ho dimenticato di sottolineare le resistenze degli impiegati (e fin qui tutto normale) e una "strana" campagna mediatica (per niente normale) che certamente non ha aiutato a compiere scelte serene.Come diceva quel tale, a pensar male...
  • MaxTux scrive:
    Software professionale per linux
    Non capisco di che si lamentano le persone che dicono che non c'è software professionale per linux, quando in realtà sono decisamente migliori, io ho scritto, illustrato, impaginato e pubblicato un libro tutto con software opensource, chi non ci crede:http://www.hokmaph.net/apotheosis/
    • collione scrive:
      Re: Software professionale per linux
      wow gran bel lavorohai usato latex? mi vengono gli incubi a ricordare quando il prof all'università ci costrinse ad usare latex per il progetto :Dniente contro latex, ma cavolo pretendere che uno studente scriva a mano i marcatori è da criminali
      • ullala scrive:
        Re: Software professionale per linux
        - Scritto da: collione
        wow gran bel lavoro

        hai usato latex? mi vengono gli incubi a
        ricordare quando il prof all'università ci
        costrinse ad usare latex per il progetto
        :D

        niente contro latex, ma cavolo pretendere che uno
        studente scriva a mano i marcatori è da
        criminaliMagari puoi usare lyx oppure altri aggeggi (comprese le macro emacs) che lo fanno per te... anche perchè confondere latex (che serve a comporre nel senso editoriale tipografico del termine) con un word proXXXXXr "wysiwyg" ci vuole proprio un bel pacco di buona volontà!Paragoneresti alinghi e un rimorchiatore?Spero di no!Anche se sono tutte e due "barche"....
        • collione scrive:
          Re: Software professionale per linux
          no no il prof non confondeva, voleva proprio farci sputare sangue e perdere ore a scrivere a mano codice latexche vuoi farci, è gente che ha sputato sangue e pretende che gli altri sputino sanguequesto genere di individui è quello che fa male a linux e all'opensource
          • shevathas scrive:
            Re: Software professionale per linux
            - Scritto da: collione
            no no il prof non confondeva, voleva proprio
            farci sputare sangue e perdere ore a scrivere a
            mano codice
            latex

            che vuoi farci, è gente che ha sputato sangue e
            pretende che gli altri sputino
            sangue
            non vedo nulla di male nello sputare sangue, pasti gratis non ne esistono. L'idiozia è lo sputare sangue inutilmente facendo un sacco di fatica che si sarebbe potuta evitare usano meglio gli strumenti.
            questo genere di individui è quello che fa male a
            linux e
            all'opensourceè gente che usa il proprio XXXX per misurare tutto: siccome va bene al mio XXXX quella sedia è adattissima a tutti.
          • Thescare scrive:
            Re: Software professionale per linux
            - Scritto da: collione
            no no il prof non confondeva, voleva proprio
            farci sputare sangue e perdere ore a scrivere a
            mano codice
            latexForse stai confondendo Latex con Tex? Latex non mi sembra così complicato, mentre Tex.... lasciamo perdere. Poi se hai anche avuto a che fare con Metafont....
      • P.Inquino scrive:
        Re: Software professionale per linux
        madòòò latex che incubo! :Dricordi del 96!
      • NomeCognome scrive:
        Re: Software professionale per linux
        Secondo me il tuo lungimirante professore aveva capito e voleva solamente che tu ed i tuoi compagni *imparaste*. Purtroppo ogni sforzo nell'imparare viene visto come una cosa noiosa, inutile, non necessaria. E magari in pratica lo era pure, ma solo imparando si migliora se stessi.
    • anonimo scrive:
      Re: Software professionale per linux
      - Scritto da: anonimo
      immagina
      che con firefox devi scompattare un tar.gz e poi
      leggere il readme per mettere i file nelle
      cartelle giuste, aprire il file di configurazione
      con un editor di testo e modificarlo.Qui intendevo dire: immagina di dover installare un addon su firefox in questo modo come avviene l'installazione dei plugin su Gimp.
      • MaxTux scrive:
        Re: Software professionale per linux
        I miei lavori non sono professionali? non ti sembrano niente di che? Fammi vedere i tuoi, sei bravo a parole, ma fammi vedere i fatti ;)Per ora io conosco solo VERI e grandi artisti che utilizzano solo software open, come David Revoy:http://www.davidrevoy.com/Lui utilizza solo gimp, alchemy e mypaint, tutto opensource ;)
        • Michele Merrisi da Caravaggio scrive:
          Re: Software professionale per linux
          - Scritto da: MaxTux
          I miei lavori non sono professionali? non ti
          sembrano niente di che? Fammi vedere i tuoi, sei
          bravo a parole, ma fammi vedere i fatti
          ;)

          Per ora io conosco solo VERI e grandi artisti che
          utilizzano solo software open, come David
          Revoy:

          http://www.davidrevoy.com/

          Lui utilizza solo gimp, alchemy e mypaint, tutto
          opensource
          ;)Caro collega, io oggi sono disoccupato e quello sgherro che sa usare photoshop guadagna migliaia di euro...
          • MaxTux scrive:
            Re: Software professionale per linux
            LOL se sei davvero un grafico, di certo non hai problemi ad utilizzare 2 programmi di grafica, io ne utilizzo 6 attualmente, più blender per la grafica 3DE comunque il cliente non ha bisogno di sapere con che software realizzi i suoi lavori, ne gli interessa ;)
          • Michele Merrisi da Caravaggio scrive:
            Re: Software professionale per linux
            - Scritto da: MaxTux
            LOL se sei davvero un grafico, di certo non hai
            problemi ad utilizzare 2 programmi di grafica, io
            ne utilizzo 6 attualmente, più blender per la
            grafica
            3D

            E comunque il cliente non ha bisogno di sapere
            con che software realizzi i suoi lavori, ne gli
            interessa
            ;)Se sei davvero un grafico devi essere in grado di fare il lavoro senza programmi di grafica se possibile, non per un sito web ad esempio ma credo di essermi spiegatoIl grande Tamburini usava carta penna ed una fotocopiatrice, Pazienza manco quella.
          • MaxTux scrive:
            Re: Software professionale per linux
            Certo, ecco i miei disegni fatti a mano libera e rivisti successivamente con my paint e gimp:http://www.hokmaph.net/blog/?cat=6
          • Michele Merrisi da Caravaggio scrive:
            Re: Software professionale per linux
            - Scritto da: MaxTux
            Certo, ecco i miei disegni fatti a mano libera e
            rivisti successivamente con my paint e
            gimp:

            http://www.hokmaph.net/blog/?cat=6Certo non mi riferivo a te collega, se non si è capito era una difesa delle tue competenze, intendevo dire che oggi non si considera necessario saper disegnare per fare il disegnatore e non bisogna saper (ad esempio) equilibrare i neri per fare il grafico, tanto c'è photoshop!Paradossalmente oggi si vedono in giro le peggiori grafiche di sempre, magari affascinanti ma illegibili, non equilibrate, con anatomie sballate etc etc etc. Per concludere credo che la tecnologia sia una manna dal cielo per chi è capace in una disciplina ma crea con troppa facilità l'illusione di esser capace a chi non lo è.
          • Jean Renoir scrive:
            Re: Software professionale per linux
            "Tutti i progressi tecnici mi scoraggiano. La perfezione della fotografia, gli schermi più grandi, il sonoro ad alta fedeltà, tutto questo permette ai mediocri di riprodurre pedissequamente la natura: e questa riproduzione mi annoia. A me interessa come un artista sa interpretare la vita. La personalità del regista è per me più importante dell'abilità di copiare bene un oggetto."
          • puttezzo scrive:
            Re: Software professionale per linux
            - Scritto da: Jean Renoir
            "Tutti i progressi tecnici mi scoraggiano. La
            perfezione della fotografia, gli schermi più
            grandi, il sonoro ad alta fedeltà, tutto questo
            permette ai mediocri di riprodurre
            pedissequamente la natura: e questa riproduzione
            mi annoia. A me interessa come un artista sa
            interpretare la vita. La personalità del regista
            è per me più importante dell'abilità di copiare
            bene un oggetto."
            applauso
          • H5N1 scrive:
            Re: Software professionale per linux
            Qui si ripropone il tema caro ai veri registi: sparatorie, rincorse, auto fiammeggianti infiammate tra le fiamme e paesaggi ritoccati al PC non fanno necessariamente un bel film.http://h5-n1.deviantart.comIl computer può aiutare a velocizzare il proXXXXX e a rendere migliore un'opera, ma non può sostituirsi all'ingengo umano.Resta il fatto che si è usciti OffTopic :)
          • Ale scrive:
            Re: Software professionale per linux
            Bello!
        • anonimo scrive:
          Re: Software professionale per linux
          - Scritto da: MaxTux
          I miei lavori non sono professionali? non ti
          sembrano niente di che? Fammi vedere i tuoi, sei
          bravo a parole, ma fammi vedere i fatti
          ;)

          Per ora io conosco solo VERI e grandi artisti che
          utilizzano solo software open, come David
          Revoy:
          Da quello che ho scritto dovevi arrivarci da solo che conosco sia Photoshop che il mondo open source. David Revoy so benissimo chi è, da ben prima di Durian e infatti alludevo proprio a lui quando intendevo ad alcuni artisti usano Gimp (in realtà si contano sulle dita di una mano infatti citi solo Revoy, se vuoi ti do una mano e ti dico Ramon Miranda). Però lui ha anche Photoshop CS4 e lui stesso si è lamentato delle cose che ho detto sopra, infatti spera che Krita migliorerà per poter abbandonare Gimp. Non è che solo i GRANDI artisti usano software open come dici tu, semplicemente lui ha fatto questa scelta che però gli ha imposto anche alcune limitazioni. Se vuoi comprati un po' di numeri di ImageFX e ne trovi tanti altri al suo stesso livello se non superiori che però usano Photoshop e ti assicuro che non è un caso che lo usino, perché se Gimp fosse allo stesso livello lascerebbero Photoshop in fretta e furia.Vedo che fai l'offeso, ma non controbatti un punto di quello che ho detto. Non è questione di essere bravi a parole, ma di usare gli strumenti. Mi spiace tu ti sia offeso, probabilmente penserai di aver prodotto chissà quale capolavoro. I miei lavori non li pubblico qui, ma sono disponibili su altri lidi, anche se in una sezione di questo sito qualche volta ho mostrato delle cose e mi hanno fatto i complimenti. Se dubiti delle mie qualità comunque mi interessa poco. Resta il fatto che per uso professionale Linux la situazione è come l'ho esposta sopra.
          • MaxTux scrive:
            Re: Software professionale per linux
            Capisco il tuo punto di vista, ma quello che ti voglio dire è che l'opensource sta permettendo ai nuovi giovani artisti di entrare nel rinascimento del nuovo millennio come ho scritto in un vecchio post sul mio blog:http://www.hokmaph.net/blog/?p=459Il punto è che non basta più utilizzare solo il software di fotoritocco, oggi essere un artista nella computer grafica, vuol dire essere costantemente all'avanguardia, sperimentare nuove soluzioni, nuovi metodi di fare grafica:http://al.chemy.org/videos/Non solo significa realizzare gli strumenti di cui abbiamo bisogno e non essere più alla mercè delle aziende.Se utilizzo una matita non la voglio avere in licenza d'uso.
          • anonimo scrive:
            Re: Software professionale per linux
            - Scritto da: MaxTux
            Capisco il tuo punto di vista, ma quello che ti
            voglio dire è che l'opensource sta permettendo ai
            nuovi giovani artisti di entrare nel rinascimento
            del nuovo millennio come ho scritto in un vecchio
            post sul mio
            blog:Sì ma guarda che io non son mica un nemico dell'open source, ma preferisco dire le cose come stanno realmente e comunque il problema del software professionale non è limitato solo ai programmi di grafica. Il problema è che il mondo open source funziona quando viene dato il software come una commodity su cui vendere servizi. Quindi tu hai redhat, novell, IBM ecc.. che pagano dei programmatori per lavorare su certe cose tipo il Kernel o sviluppano software in dual license. Mentre con software come Gimp, Inkscape, Mypaint, Alchemy, kdenlive ecc... è difficile vendere servizi ecc... quindi devono andare avanti con i volontari e vanno piano, lo dicono loro che vanno piano. Ho sentito in un'intervista a uno di Inkscape dire che vanno piano perché ci vogliono competenze alte per scrivere quei programmi e in più devono farlo gratis. Gimp poi per me va pianissimo e anche nella direzione sbagliata. Blender è un discorso a parte perché ha un'organizzazione e una storia diversa. Ha qualche analogia con Mozilla.Se per hobby uno vuole disegnare, ma che usi Gimp. Se vuole usarlo per uso professionale lo faccia lo stesso, ma sta scegliendo una strada più tortuosa. Però il problema del software professionale non è limitato a Photoshop vs Gimp, ma ci sono tanti altri casi specie nel settore tecnico dove ci deve essere compatibilità nello scambio file o penso ai grandi appalti di aziende come l'ENI che richiedono determinati software e tu li devi avere, se su Linux non ci sono ci si attacca.
          • pippo scrive:
            Re: Software professionale per linux

            Se utilizzo una matita non la voglio avere in
            licenza d'uso.Puoi scommettere che la introdurranno appena qualcuno inventerà la matita che non si consuma.
          • H5N1 scrive:
            Re: Software professionale per linux
            Vero solo per quanto riguarda certi lavori di grafica e di un certo tipo.Però con uso professionale non possiamo restringere il campo alla sola produzione grafica.
          • anonimo scrive:
            Re: Software professionale per linux
            - Scritto da: H5N1
            Vero solo per quanto riguarda certi lavori di
            grafica e di un certo
            tipo.
            Però con uso professionale non possiamo
            restringere il campo alla sola produzione
            grafica.Se segui il thread sino in fondo vedi che lo dico nell'ultimo messaggio.
    • Fabrizio scrive:
      Re: Software professionale per linux
      i tuoi libri non sembrano male provvederò a leggerli con il mio kindlegià che hai fatto la versione ebook potevi farmi già un .mobi :-)- Scritto da: MaxTux
      Non capisco di che si lamentano le persone che
      dicono che non c'è software professionale per
      linux, quando in realtà sono decisamente
      migliori, io ho scritto, illustrato, impaginato e
      pubblicato un libro tutto con software
      opensource, chi non ci
      crede:

      http://www.hokmaph.net/apotheosis/
      • MaxTux scrive:
        Re: Software professionale per linux
        La farò! Purtroppo ho sempre poco tempo a disposizione!- Scritto da: Fabrizio
        i tuoi libri non sembrano male provvederò a
        leggerli con il mio
        kindle
        già che hai fatto la versione ebook potevi farmi
        già un .mobi
        :-)


        - Scritto da: MaxTux

        Non capisco di che si lamentano le persone che

        dicono che non c'è software professionale per

        linux, quando in realtà sono decisamente

        migliori, io ho scritto, illustrato, impaginato
        e

        pubblicato un libro tutto con software

        opensource, chi non ci

        crede:



        http://www.hokmaph.net/apotheosis/
    • markoer scrive:
      Re: Software professionale per linux
      - Scritto da: anonimo[...]
      peccato che ci sono anche persone
      che usano MS PAINT e fanno cose da farti cadere
      la mascella (andare su youtube per vedere).[...]Sono notoriamente tutti fake... chi ci capisce qualcosa se ne accorge immediatamente...Cordiali saluti
  • H5N1 scrive:
    Differenze fondamentali.
    Molti sono convinti che Linux sia Ubuntu.E questo è il primo problema da affrontare.Premesso che non ho niente contro Ubuntu c'è però da considerare che le scelte di Canonical (e di Gnome) vanno ad influenzare sia lo sviluppo dei sistemi GNU/Linux che l'immagine che il mondo ne ha.Per essere più "user-friendly" un sistema come Ubuntu inizia ad avere gli stessi problemi che ha Windows: fa le cose di nascosto (penso sempre a GConf, maledetto!) automatizza processi complessi pretendendo di non sbagliare (ma se sbaglia vai a capire dove visto che hanno personalizzato tutto!) e si sostituisce all'utente (come se questo fosse un emerito XXXXXXXXX).Ovviamente questo porta a delle conseguenze.Mi vengono in mente, ad esempio, i noti problemi con i driver nVidia dopo l'aggiornamenteo del kernel. NON ritengo una soluzione consigliare di attendere che NVIDIA aggiorni i driver proprietari nè quella di ricompilare il kernel.Detto questo passiamo oltre.Quando si parla di passare a Linux ma perchè diavolo si pensa sempre alla migrazione dei pc client?Queste sono le differenze di cui parlo: server e client - backend e frontend - software e servizi.Capisco che passare a Linux come sistema Desktop per molte aziende possa essere impensabile. D'altronde con l'acquisto di un nuovo hardware le licenze OEM di Microsoft non sono proibitive e, purtroppo, l'utente medio è abituato (viziato? pigro?) a fare le cose in un certo modo (Microsoft style) ma il passaggio a sistemi Linux non necessariamente implica cambiare desktop.Si pensi a tutti quei servizi, ad esempio, offerti dai server aziendali molti dei quali implementati su server Microsoft già stressati dalla gestione dell'Active Directory e quant'altro.E' sicuramente consigliabile l'implementazione di servizi paralleli su hardware diverso dove implementare soluzioni GNU/Linux per diversi motivi come l'ottimizzazione delle risorse.Ci sono cose che un sistema GNU/Linux fa meglio (e con meno fatica a livello di RAM e CPU) di Windows e viceversa.Voler forzare la mano in un senso o in un altro è stupido, controproducente e sintomo di una profonda mancanza di conoscenza sia di cosa sia la produttività aziendale sia di cosa sia l'informatica.Le lotte ideologiche lasciamole ai politicanti.
    • collione scrive:
      Re: Differenze fondamentali.
      hai ragione ma ubuntu ha due vantaggi:- semplifica la gestione del sistema ( venendo incontro all'utente che di fatto non vuole crearsi problemi e non vuole accendere i neuroni )- offrire un sistema bello graficamente ( purtroppo viviamo nell'epoca delle cose sbrilluccicose )riguardo il perchè tutti pensano ai desktop è dovuto al fatto che siamo abituati a pensare informatica=microsoft e ovviamente microsoft=desktop perchè è sui pc che microsoft è nataè come quando si dice ( con estrema leggerezza ): "ms ha il 90% dello share"si ma share di cosa? non certo dei supercalcolatoripurtroppo c'è stato un appiattimento dei non addetti ai lavori i quali credono che l'informatica inizi e finisca con quegli scatoloni neri o grigri che stanno sulle ( a volte sotto ) nostre scrivanieovviamente questo ci porta anche al discorso dell'abitudine che purtroppo è dura da abbatterel'utente cambierà abitudini quando la scuola farà il suo dovere e cioè creare dei cittadini tecnologicamente coscienti e non degli automi clicca e puntafino ad oggi la scuola ha operato in altri direzioni preferendo il latino all'informaticacomunque sono d'accordo che le guerre ideologiche vadano tenute alla larga, anche se ritengo che microsoft vada osteggiata perchè la situazione di quasi monopolio che si è creata è negativa anche e soprattutto per noi addetti ai lavorinon dico che bisogna prendere a calci sempre e comunque il software ms, ma di certo se ho un'alternativa non ms uso quella
      • bacialo scrive:
        Re: Differenze fondamentali.
        è la macchina che si deve piegare all'uomo e non il contrario... quando i cantinari se ne accorgeranno linux potrà diffondersi...
        • collione scrive:
          Re: Differenze fondamentali.
          e io che ho detto? mi pare di aver detto che ubuntu semplifica la vita dell'utenteinoltre se parli così di linux in riferimento ad ubuntu è evidente che non l'hai mai provatodimmi dove e come ubuntu creerebbe problemi all'utente altrimenti il tuo discorso è solo aria fritta
        • H5N1 scrive:
          Re: Differenze fondamentali.
          Non mi sento cantinaro e non ho alcuna voglia di vedere Linux utilizzato da cerebrolesi che si fingono utenti.A conti fatti, però, Ubuntu non è tanto diverso da Windows (pur essendo sempre Linux pertanto con la marcia in più di essere piuttosto standard POSIX, cosa che Windows non può essere). Sacrifica all'usabilità un po' di stabilità e, di fatto, l'utente che non riesce ad avere il driver NVIDIA funzionante è lo stesso che su windows non sa cosa fare in caso di BSOD nv4disp.dll...In ogni caso le soluzioni le trovi ma:1 - non è detto che tu riesca a capirle2 - non è detto che tu riesca a seguirne le istruzioni.E allora ditemi: dov'è la differenza? Nel sistema o nell'utente?
          • panda rossa scrive:
            Re: Differenze fondamentali.
            - Scritto da: H5N1
            In ogni caso le soluzioni le trovi ma:
            1 - non è detto che tu riesca a capirle
            2 - non è detto che tu riesca a seguirne le
            istruzioni.

            E allora ditemi: dov'è la differenza? Nel sistema
            o nell'utente?Le ditte hanno i sistemisti.Queste problematiche sono di competenza dei sistemisti.Non degli utenti.
          • H5N1 scrive:
            Re: Differenze fondamentali.
            - Scritto da: panda rossa
            Non mi risulta che windows appena uscito dalla
            preinstallazione sia bello pronto per l'uso
            aziendale: qualcosa viene sempre installato (o
            tolto) da parte delle
            aziende.Certo.
            Povero sistemista... gli tocca anche fare il suo
            lavoro. Propongo uno sciopero generale per
            tutelare la figura del sistemista costretto a
            fare il sistemista da un sistema
            operativo.Il punto è un altro: mi assumono come sistemista HP UX e mi sbattono su un Sun Solaris (eh sì... esistono ancora!) oppure mi assumono come sistemista Red Hat Enterprise e mi ritrovo un Ubuntu."Sistemista Linux" non vuol dire una mazza. Come anche sistemista *NIX. Le distro e le versioni differiscono di molto.Allo stato attuale se mi chiedessero consulenze su Ubuntu chiederei prima che versione perchè studiarmi documentazione costa.

            Mettiamo il caso di un upgrade: c'è da

            considerare ogni aspetto di ogni app e versione

            modificata, di tutti i

            cambiamenti.

            E allora?E allora? Mai sentito parlare di hier, LSB o standardizzazione?

            Fai un upgrade di versione e ti ritrovi il

            sistema completamente diverso da com'era in

            precedenza: grub2 al posto di grub, inittab

            scomparso magicamente, GConf che se ne infischia

            dei precedenti file .conf e HAL che gestisce il

            server X mentre tu cerchi un /etc/X11/xorg.conf

            che non c'è...
            E allora?Vedi sopra.

            E, pur se da sistemista, ti ritrovi a studiare
            le

            nuove configurazioni (inveendo contro GConf) e a

            cercare di capire come e dove metter

            mano.

            Guarda che se tu non sei capace, non significa
            che un sistemista non sia capace. Significa
            semplicemente che tu non puoi spacciarti per
            sistemista.Gestisco server Red Hat Enterprise in grandi realtà e so bene di cosa stiamo parlando. La mia non è una critica a Ubuntu o a Linux nè all'usabilità, ma a chi crede davvero che facile significhi che può fare ciò che vuole quando vuole senza fare il minimo sforzo.

            E poi hai idea di che tipo di sistemisti girino

            tra i meandri delle aziende?

            Per quello sarebbe proprio il caso di fare in
            modo che gli zappaterra tornino a dedicarsi
            all'agricoltura e lascino le tastiere a chi le sa
            usare.Magari.
          • H5N1 scrive:
            Re: Differenze fondamentali.
            Credo che partiamo da presupposti diversi, da punti di vista differenti esprimendoci in modo solo apparentemente discordante, ma che le conclusioni siano simili.In realtà di documentazione ne ho letta e digerita molto e, anni fa, anche io ero tra quelli tentati di risolvere la questione con un RTFM. Poi ho iniziato a frequentare e quindi a gestire forum, chat e canali irc fino ad approdare a Slackware, al suo mondo, al suo punto di vista e a Linuxquestions.org dove ho appreso un nuovo punto di vista.Viviamo in un mercato (ormai chiamarlo "mondo" è anacronistico: tutto è mercato) le cui fette più grandi sono già state spartite e quelle rimanenti sono difficili da spartire proprio perchè molti lo hanno rovinato spacciandosi per sistemisti, programmatori ed esperti; rifilando fregature e tutto tranne che professionalità hanno reso la professione molto meno remunerativa e ormai si vive la figura del "tecnico", del sistemista, del programmatore come avversa.Ora ci si mettono anche gli opensourcisti a farsi guerra... e, se permetti, ne ho piene le @@!Non esiste che un programma sia buono perchè Open Source e uno sia pessimo perchè Closed come non esiste il sistema perfetto. Esistono cose che funzionano.E gente che sa farle funzionare.
        • Funz scrive:
          Re: Differenze fondamentali.
          - Scritto da: bacialo
          è la macchina che si deve piegare all'uomo e non
          il contrario...no no no nonon è che ci si debba piegare. E' che per usare un sistema complesso come un PC ci vuole un minimo minimo di competenza, e invece si pretende che possa essere usato dal perfetto incompetente.E questa è la causa del 99% dei XXXXXX.
      • pippo75 scrive:
        Re: Differenze fondamentali.

        fino ad oggi la scuola ha operato in altri
        direzioni preferendo il latino all'informaticaAlmeno insegnassero il latino, la grammatica, l'italiano, la matematica e la logica.
        comunque sono d'accordo che le guerre ideologiche
        vadano tenute alla larga, anche se ritengo che
        microsoft vada osteggiata perchè la situazione di
        quasi monopolio che si è creata è negativa anche
        e soprattutto per noi addetti ai lavorima non avevi detto che MS domina solo il settore cassoni grigi da desktop?
        non dico che bisogna prendere a calci sempre e
        comunque il software ms, ma di certo se ho
        un'alternativa non ms uso quellaa priori oppure dopo aver fatto un confronto?
        • collione scrive:
          Re: Differenze fondamentali.
          - Scritto da: pippo75
          Almeno insegnassero il latino, la grammatica,
          l'italiano, la matematica e la
          logica.
          vabbè dai col latino ci provano :D male, ma ci provanol'italiano e la grammatica, mmm, non li ho più visti dal secondo liceo :Dmatematica e logica? ma scherzi? se il 90% degli insegnanti sono reclutati tra quelli che a scuola andavano avanti a colpi di 3 e 4 in pagella come puoi pretendere che insegnino la matematica? :D

          ma non avevi detto che MS domina solo il settore
          cassoni grigi da
          desktop?
          infatti, ma i cassoni grigi fanno numero e fatturato molto più di tutti i server messi insieme

          non dico che bisogna prendere a calci sempre e

          comunque il software ms, ma di certo se ho

          un'alternativa non ms uso quella

          a priori oppure dopo aver fatto un confronto?se dico "alternativa non ms" è evidente che parlo di qualcosa che è in grado di competere, altrimenti il senso quale sarebbe?potrà sembrarti scioccante ma nel mondo IT ci sono un sacco di aziende che fanno software migliore di quello di ms anche se in Ita(g)lia siamo ms-dipendenti
          • pippo75 scrive:
            Re: Differenze fondamentali.

            matematica e logica? ma scherzi? insegnanti di matematica ne ho avuti di ottimi, quindi non mi lamento.il problema è che quando un insegnate di lettere insegna matematica e viceversa.


            non dico che bisogna prendere a calci sempre e


            comunque il software ms, ma di certo se ho


            un'alternativa non ms uso quella



            a priori oppure dopo aver fatto un confronto?

            se dico "alternativa non ms" è evidente che parlo
            di qualcosa che è in grado di competere,
            altrimenti il senso quale sarebbe?purtroppo molti quando sentono il termine MS partono dal fatto che debba essere cattivo e negativo ( daccordo molte volte è vero ).
            potrà sembrarti scioccante ma nel mondo IT ci
            sono un sacco di aziende che fanno software
            migliore di quello di ms anche se in Ita(g)lia
            siamo ms-dipendentiOltre a farlo devono farlo conoscere e aprezzare.Purtroppo è vero, ricordo dove lavoravo una volta il termine Borland era semisconosciuto, ma non solo per colpa di MS ma anche per politica delle atre ditte ( nel caso particolare Borland era pessima, tolta la parentesi Turbo C++ 3.0 per Dos )
          • collione scrive:
            Re: Differenze fondamentali.
            - Scritto da: pippo75
            insegnanti di matematica ne ho avuti di ottimi,
            quindi non mi
            lamento.
            merce rara e in netta diminuzione :D
            il problema è che quando un insegnate di lettere
            insegna matematica e
            viceversa.
            brrrr orripilantea me viene in mente il caso ( molto diffuso ) dell'insegnante di matematica che insegna fisica senza averla mai capita :D
            purtroppo molti quando sentono il termine MS
            partono dal fatto che debba essere cattivo e
            negativo ( daccordo molte volte è vero
            ).
            si può dire lo stesso di molti altri ( in Italia soprattutto ) che quando sentono ms pensano a Dio
            Oltre a farlo devono farlo conoscere e aprezzare.
            cosa possibile e sicuramente più semplice in un mercato aperto e libero, motivo per cui ms va ridimensionata ed è obbligo di chi lavora in questo settore collaborare al ridimensionamento di questo mostro divenuto recentemente anche un patent troll agguerritissimo
          • markoer scrive:
            Re: Differenze fondamentali.
            - Scritto da: collione[...]

            il problema è che quando un insegnate di lettere

            insegna matematica e

            viceversa.

            Non credo sia tecnicamente legale né possibile...
            a me viene in mente il caso ( molto diffuso )
            dell'insegnante di matematica che insegna fisica
            senza averla mai capita
            :DQuesto è possibile solo per insegnanti molto vecchi - un tempo fisica e matematica erano la stessa facoltà. Ma stiamo parlando di decenni fa :-)Il vero problema è l'età media degli insegnanti in Italia, che supera abbondantemente i 50 (ricordo: età _media_)Cordiali saluti
      • Michele Merrisi da Caravaggio scrive:
        Re: Differenze fondamentali.

        fino ad oggi la scuola ha operato in altri
        direzioni preferendo il latino
        all'informaticaE meno male, una persona con buone proprietà di lingua può imparare altre discipline, il contrario non si verifica mai.
        • collione scrive:
          Re: Differenze fondamentali.
          lingua? una lingua morta? se il riferimento fosse all'italiano potrei discuterne, ma venirmi a dire che "chi conosce il latino può imparare qualsiasi altra cosa è assurdo"invece io ti porto testimonianza di un'esperienza opposta, quella di mio padre, partito dalla fabbrica ( operaio metalmeccanico ) e diventato avvocatotra i suoi coetanei quelli che hanno avuto maggior sucXXXXX in vari ambiti ( medicina, ingegneria, e si!!!, anche l'ambito umanistico ) sono stati i periti industriali
          • Michele Merrisi da Caravaggio scrive:
            Re: Differenze fondamentali.
            - Scritto da: collione
            lingua? una lingua morta? se il riferimento fosse
            all'italiano potrei discuterne, Una lingua morta alla base di tutte le lingue romanze, una lingua morta da cui l'inglese ha preso più della metà dei suoi termini, una lingua morta che permette di affrontare un contesto storico di fondamentale importanza per la storia di tutto l'occidente, una lingua morta che rende necessaria la comprensione della costruzione di una frase.
            ma venirmi a dire
            che "chi conosce il latino può imparare qualsiasi
            altra cosa è
            assurdo"Io non ho detto che chi conosce il latino può conoscere qualunque cosa ma che una larga cultura di base è fondamentale per poter affrontare ogni disciplina, concetti un pò diversi.

            invece io ti porto testimonianza di un'esperienza
            opposta, quella di mio padre, partito dalla
            fabbrica ( operaio metalmeccanico ) e diventato
            avvocato

            tra i suoi coetanei quelli che hanno avuto
            maggior sucXXXXX in vari ambiti ( medicina,
            ingegneria, e si!!!, anche l'ambito umanistico )
            sono stati i periti
            industrialiMi sembra inutile parlare di casi singoli e mi sembra ancora più inutile parlare di sucXXXXX nella vita (che vuol dire?) qui si parla dell organizzazione scolastica di un intera nazione.Una buona proprietà di linguaggio è alla base della comprensione di un testo che è alla base della comprensione del concetto espresso, qualunque esso sia.Io comunque mi sono diplomato geometra e mi sono laureato in fisica, il latino lo ho studiato da solo e ti garantisco che i risultati su di me (più che sul mio lavoro) sono notevoli.Nella frase precedente ci sta la chiave di quel che voglio affermare, i risultati sono su di me e non solo sul mio lavoro, la scuola non è una fabbrica di lavoratori.
          • collione scrive:
            Re: Differenze fondamentali.
            - Scritto da: Michele Merrisi da Caravaggio
            Una lingua morta alla base di tutte le lingue
            romanze, una lingua morta da cui l'inglese ha
            preso più della metà dei suoi termini, una lingua
            morta che permette di affrontare un contesto
            storico di fondamentale importanza per la storia
            di tutto l'occidente, una lingua morta che rende
            necessaria la comprensione della costruzione di
            una
            frase.
            perchè l'italiano non fa tutte queste cose? secondo la tua logica noi informatici dovremmo imparare a programmare il Mark I invece di studiare c#, .net, qt e java
            Io non ho detto che chi conosce il latino può
            conoscere qualunque cosa ma che una larga cultura
            di base è fondamentale per poter affrontare ogni
            disciplina, concetti un pò diversi.
            cultura di base? qual'è il reale significato di questo termine? una persona che ha una buona conoscenza della propria lingua madre, magari di qualche lingua straniera, una buona conoscenza di matematica ( che per me vale più di tutte le lingue morte del mondo ) e di fisica non è forse uno che ha una buona cultura di base?quello che critico è che nella scuola italiana si punta sul latino dimenticando che gli italiani sono ignoranti in geografica, sanno ben poco di storia, usano un italiano stentato e zeppo di errori grammaticali e sono totalmente ignoranti in matematicamagari togliere qualche ora al latino per puntare sull'informatica ( quella si sviluppa la logica con la L maiuscola ) sarebbe meglio
            Mi sembra inutile parlare di casi singoli e mi
            sembra ancora più inutile parlare di sucXXXXX
            nella vita (che vuol dire?) qui si parla dell
            organizzazione scolastica di un intera
            nazione.
            appunto, imho l'organizzazione scolastica italiana è sbagliata e lo dimostra il fatto che l'OECD ci ha classificati tra gli ultimi
            Una buona proprietà di linguaggio è alla base
            della comprensione di un testo che è alla base
            della comprensione del concetto espresso,
            qualunque esso
            sia.
            si ma il nostro linguaggio è l'italiano non il latinopensi davvero che solo il latino permetta di comprendere la struttura del linguaggio? la grammatica italiana quindi è un optional?
            Io comunque mi sono diplomato geometra e mi sono
            laureato in fisica, il latino lo ho studiato da
            solo e ti garantisco che i risultati su di me
            (più che sul mio lavoro) sono
            notevoli.
            come hai scritto sopra si tratta di casi singoli, che non fanno statistica
            Nella frase precedente ci sta la chiave di quel
            che voglio affermare, i risultati sono su di me e
            non solo sul mio lavoro, la scuola non è una
            fabbrica di
            lavoratori.appunto, la scuola dovrebbe puntare a far sviluppare la logica che imho si sviluppa tramite il corretto insegnamento e la comprensione della matematica più che del latino
          • Michele Merrisi da Caravaggio scrive:
            Re: Differenze fondamentali.
            - Scritto da: collione
            - Scritto da: Michele Merrisi da Caravaggio


            Una lingua morta alla base di tutte le lingue

            romanze, una lingua morta da cui l'inglese ha

            preso più della metà dei suoi termini, una
            lingua

            morta che permette di affrontare un contesto

            storico di fondamentale importanza per la storia

            di tutto l'occidente, una lingua morta che rende

            necessaria la comprensione della costruzione di

            una

            frase.



            perchè l'italiano non fa tutte queste cose?
            secondo la tua logica noi informatici dovremmo
            imparare a programmare il Mark I invece di
            studiare c#, .net, qt e
            javaL'italiano non è certo rigido come il latino, la costruzione della frase è molto più libera (e poetica), di fatto, persone anche laureate faticano a comprendere frasi complesse, credimi che lo studio del latino aiuta e parecchio e poi sarebbe così bagliato studiare anche il Mark I?

            Io non ho detto che chi conosce il latino può

            conoscere qualunque cosa ma che una larga
            cultura

            di base è fondamentale per poter affrontare ogni

            disciplina, concetti un pò diversi.



            cultura di base? qual'è il reale significato di
            questo termine? una persona che ha una buona
            conoscenza della propria lingua madre, magari di
            qualche lingua straniera, una buona conoscenza di
            matematica ( che per me vale più di tutte le
            lingue morte del mondo ) e di fisica non è forse
            uno che ha una buona cultura di
            base?Ho scritto una larga cultura di base, non ho scritto che si debba studiare solo il latino e men che mai intendo evitare le ore di matematica e fisica ma credimi, le materie sono importati tutte.
            quello che critico è che nella scuola italiana si
            punta sul latino dimenticando che gli italiani
            sono ignoranti in geografica, sanno ben poco di
            storia, usano un italiano stentato e zeppo di
            errori grammaticali e sono totalmente ignoranti
            in
            matematicaVero ma la tua affermazione è simile a quella della Moratti che voleva levare la matematica dal classico, tanto era inutile ai loro scopi.Comunque lo ho già scritto sopra, è necessaria una larga cultura di base.E poi la scuola italiana punta ben poco sul latino, da quel che scrivi sembra che si studi solo quello...
            magari togliere qualche ora al latino per puntare
            sull'informatica ( quella si sviluppa la logica
            con la L maiuscola ) sarebbe
            meglio
            Opinione personale con cui non concordo, magari si dovrebbe studiare ANCHE l'informatica.

            Mi sembra inutile parlare di casi singoli e mi

            sembra ancora più inutile parlare di sucXXXXX

            nella vita (che vuol dire?) qui si parla dell

            organizzazione scolastica di un intera

            nazione.



            appunto, imho l'organizzazione scolastica
            italiana è sbagliata e lo dimostra il fatto che
            l'OECD ci ha classificati tra gli ultimiL'OECD è un organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico. Sviluppo economico, non umano, parla della scuola in termini di industria e posti di lavoro. Io parlo di persone, non di automi buoni per la fabbrica e comunque non è di certo qualche ora di latino a provocare una caduta economica dell'italia.


            Una buona proprietà di linguaggio è alla base

            della comprensione di un testo che è alla base

            della comprensione del concetto espresso,

            qualunque esso

            sia.



            si ma il nostro linguaggio è l'italiano non il
            latinoMa dal latino sembrerebbe derivare, in maniera piuttosto diretta pure, fidati che la conoscenza del latino serve ad approfondire (e manco poco) la conoscenza dell'italiano.
            pensi davvero che solo il latino permetta di
            comprendere la struttura del linguaggio? la
            grammatica italiana quindi è un
            optional?Certo che no, ma aiuta e parecchio, arifidati.

            Io comunque mi sono diplomato geometra e mi sono

            laureato in fisica, il latino lo ho studiato da

            solo e ti garantisco che i risultati su di me

            (più che sul mio lavoro) sono

            notevoli.



            come hai scritto sopra si tratta di casi singoli,
            che non fanno
            statisticaIo di me per l'appunto parlavo, per dimostrare ciò.

            Nella frase precedente ci sta la chiave di quel

            che voglio affermare, i risultati sono su di me
            e

            non solo sul mio lavoro, la scuola non è una

            fabbrica di

            lavoratori.

            appunto, la scuola dovrebbe puntare a far
            sviluppare la logica che imho si sviluppa tramite
            il corretto insegnamento e la comprensione della
            matematica più che del
            latinoMa esiste solo la logica per la formazione della persona? Ma che sei un vulcaniano, un calcolatore? ma stiamo scherzando? veramente per te la scuola dovrebbe puntare a far sviluppare la logica? per me deve formare l'individuo in tutta la sua complessità, ANCHE logica.Oltretutto lo studio del latino nel liceo scientifico è poco più di un impolverata, mica la materia centrale, a leggerti si direbbe piuttoso un dramma.
          • Ubunto scrive:
            Re: Differenze fondamentali.
            - Scritto da: Michele Merrisi da Caravaggio

            Oltretutto lo studio del latino nel liceo
            scientifico è poco più di un impolverata, mica la
            materia centrale, a leggerti si direbbe piuttoso
            un
            dramma.Ma guarda... questo può dipendere dal liceo scientifico.Nel mio era la materia centrale, era talmente centrale che ho capito che andando bene in "Latino" mi si potevano perdonare anche strafalcioni in altre materie, mentre non era l'opposto.Qua non si tratta di eliminare il latino (che io apprezzo, ho apprezzato e dal cui metodo di studio tutt'ora traggo dei vantaggi), ma di provare a vedere se non ci sia qualcosa di sbagliato nel dargli una figura così "centrale" nei licei.E questa è forse una sciocchezza, perché non sarebbero licei, senza il latino (ed il greco). La stessa idea che un liceo debba preparare allo stesso modo di una scuola di stampo "professionale" è una contraddizione. Il liceo non è quello.Quando tu esci dal liceo, a differenza di un geometra, un ragioniere, un perito, non sai fare nulla: non hai in mano nemmeno le basi per cominciare una professione. Hai ottime e potenziali capacità, ma di concreto nulla.Forse è questo che viene contestato, ed in certe polemiche a farne maggiormente le spese è il latino.
          • markoer scrive:
            Re: Differenze fondamentali.
            - Scritto da: Michele Merrisi da Caravaggio[...]

            magari togliere qualche ora al latino per

            puntare

            sull'informatica ( quella si sviluppa la logica

            con la L maiuscola ) sarebbe

            meglio


            Opinione personale con cui non concordo, magari
            si dovrebbe studiare ANCHE l'informatica.Soprattutto si dovrebbe studiare DAVVERO informatica, non Facebook e Microsoft Windows, che è quello che vedono gli studenti delle medie...Si dessero delle basi di sistemi operativi per esempio, indipendentemente dal videogame a finestre... a navigare su Internet sono buoni tutti e possono farlo da casa, tanto vale che si elimini l'informatica per il latino a questo punto, molto più utile :-)[...]
            Ma dal latino sembrerebbe derivare, in maniera
            piuttosto diretta pure, fidati che la conoscenza
            del latino serve ad approfondire (e manco poco)
            la conoscenza dell'italiano.E non solo quello. Pensa al genere neutro che l'italiano ha perso ma che il tedesco ha conservato...

            pensi davvero che solo il latino permetta di

            comprendere la struttura del linguaggio? la

            grammatica italiana quindi è un

            optional?
            Certo che no, ma aiuta e parecchio, arifidati.[...]
            Oltretutto lo studio del latino nel liceo
            scientifico è poco più di un impolverata, mica la
            materia centrale, a leggerti si direbbe piuttoso
            un dramma.Infatti non sono affatto meravigliato dagli strafalcioni che si leggono regolarmente su questo forum, a partire dal fatto che un buon 80% delle persona qua sc@zz@ regolarmente il congiuntivo - per esempio...Cordiali saluti
          • puttezzo scrive:
            Re: Differenze fondamentali.
            I ragazzini usano il pc meglio di te, faglielo studiare il latino che male non fà.Se vorranno diventare professionisti dell'informatica affronteranno un'adeguato corso di studi e di sicuro saranno più bravi di noi.Che studino bene la storia recente invece, imparino bene i drammi del fascismo e del nazismo che mi sembra una vera emergenza.
          • shevathas scrive:
            Re: Differenze fondamentali.
            - Scritto da: puttezzo
            I ragazzini usano il pc meglio di te, faglielo
            studiare il latino che male non
            fà.
            informatica non è saper usare il computer tanto quanto astronomia non è saper usare il telescopio.
            Che studino bene la storia recente invece,
            imparino bene i drammi del fascismo e del nazismo
            che mi sembra una vera
            emergenza. la vera emergenza è che la storia viene ridotta a fumettone buoni contro cattivi senza far capire la complessità e le conseguenze degli eventi storici. E parlare di hitler o mussolini come un alieno piovuto dal cielo che ha incasinato l'europa, senza parlare delle cause che ne hanno favorito la salita al potere è il modo migliore per farlo tornare.
          • puttezzo scrive:
            Re: Differenze fondamentali.
            - Scritto da: shevathas
            - Scritto da: puttezzo

            I ragazzini usano il pc meglio di te, faglielo

            studiare il latino che male non

            fà.


            informatica non è saper usare il computer tanto
            quanto astronomia non è saper usare il
            telescopio.Infatti mica tutti devono essere informatici, devono saper usare decentemente il pc per svolgere i vari compiti quotidiani.


            Che studino bene la storia recente invece,

            imparino bene i drammi del fascismo e del
            nazismo

            che mi sembra una vera

            emergenza.

            la vera emergenza è che la storia viene ridotta a
            fumettone buoni contro cattivi senza far capire
            la complessità e le conseguenze degli eventi
            storici. E parlare di hitler o mussolini come un
            alieno piovuto dal cielo che ha incasinato
            l'europa, senza parlare delle cause che ne hanno
            favorito la salita al potere è il modo migliore
            per farlo
            tornare.Tragicamente vero, ma il più delle volte non la affrontano proprio la storia contemporanea, si fermano al risorgimento
          • panda rossa scrive:
            Re: Differenze fondamentali.
            - Scritto da: collione
            si ma il nostro linguaggio è l'italiano non il
            latinoIl latino si studia per cultura, mica per parlarlo.Di studi di latino non e' mai morto nessuno.E a me e' pure capitato di approfondire l'inglese medievale, sia per poter leggere Shakespeare, sia per poter meglio apprezzare certi videogames con testi e dialoghi in inglese antico.Tutto fa cultura.
          • markoer scrive:
            Re: Differenze fondamentali.
            - Scritto da: Michele Merrisi da Caravaggio[...]
            Una lingua morta alla base di tutte le lingue
            romanze, una lingua morta da cui l'inglese ha
            preso più della metà dei suoi termini, una lingua
            morta che permette di affrontare un contesto
            storico di fondamentale importanza per la storia
            di tutto l'occidente, una lingua morta che rende
            necessaria la comprensione della costruzione di
            una frase.Per non parlare del fatto che praticamente tutte le terminologie scientifiche - dalla botanica alla medicina... - usano termini latini o derivati dal latino.E vi assicuro che è utilissimo per imparare anche il Francese, il Tedesco e molte altre lingue...Imparare una lingua in più dà _sempre_ una apertura mentale maggiore di quello che è il mero apprendimento della lingua in sé stesso, significa apprenderne il contesto culturale.[...]
            Io non ho detto che chi conosce il latino può
            conoscere qualunque cosa ma che una larga cultura
            di base è fondamentale per poter affrontare ogni
            disciplina, concetti un pò diversi.È un peccato che così poche persone lo capiscano.[...]
            Mi sembra inutile parlare di casi singoli e mi
            sembra ancora più inutile parlare di sucXXXXX
            nella vita (che vuol dire?) qui si parla dell
            organizzazione scolastica di un intera
            nazione.Io sono laureato in filosofia e faccio il manager IT in Germania... non so se ho avuto sucXXXXX nella vita - che vuol dire, appunto? per alcuni Callisto Tanzi o Bettino Craxi hanno avuto sucXXXXX nella vita... - ma la mia formazione universitaria mi ha aiutato moltissimo. Gli ingegneri hanno grosse difficoltà a guardare "out of the box" per esempio.[...]
            Nella frase precedente ci sta la chiave di quel
            che voglio affermare, i risultati sono su di me e
            non solo sul mio lavoro, la scuola non è una
            fabbrica di lavoratori.Spiegalo al Partito dell'Amore e dalla meretrice che si crede ministra dell'istruzione...Cordiali saluti
  • Hoidenes of Juche scrive:
    E questo non può farci che piacere!
    Magari anche nomi di grosso calibro cominceranno a rilasciare i loro software per l'amato pinguino (e forse anche a metterci mano direttamente). L'importante è che si prepari un'alternativa valida a windows. E soprattutto che questa alternativa non sia l'imposizione di Mac OS e del suo hardware castrato (non vincerete mai, macachi! C'è troppa gente coinvolta in questo business per permettervi di dominare il mercato).
    • Hoidenes of Juche scrive:
      Re: E questo non può farci che piacere!
      Vabbeh! Come non detto, dai. L'anno prossimo sarà l'anno di linux.
    • ruppolo scrive:
      Re: E questo non può farci che piacere!
      Vinceremo noi e tu ti roderai il fegato!
      • Bla bla bla scrive:
        Re: E questo non può farci che piacere!
        - Scritto da: ruppolo
        Vinceremo noi e tu ti roderai il fegato!Se sarò costretto a comprarmi un macintosh? Ci puoi giurare! Solo un pazzo sarebbe contento di una tale vita da schiavo![yt]OYecfV3ubP8[/yt]A distanza di anni, devo dire che il tipo nello schermo gli somiglia anche fisicamente a steve jobs (oltre che negli intenti)!Ah, ma tu i video flash non li vedi (perchè LUI non vuole)!Bella roba il tuo iPad! Siete solo marketing e pagliacciate!La tigre, il giaguaro, il leopardo e adesso il leone (sboroni)! Vi manca solo il topo quercino e siete a posto!(rotfl)
        • ruppolo scrive:
          Re: E questo non può farci che piacere!
          - Scritto da: Bla bla bla
          - Scritto da: ruppolo

          Vinceremo noi e tu ti roderai il fegato!

          Se sarò costretto a comprarmi un macintosh? Ci
          puoi giurare! Solo un pazzo sarebbe contento di
          una tale vita da
          schiavo!Eh già, potendo far girare tutti i sistemi operativi per personal computer (e relative applicazioni) mi sento molto schiavo. Tu, invece, che non puoi far girare OS X sulla tua baracca, come ti senti? Libero?
          A distanza di anni, devo dire che il tipo nello
          schermo gli somiglia anche fisicamente a steve
          jobs (oltre che negli
          intenti)!Ma certo, infatti è Steve Jobs che infila coattivamente un sistema operativo a pagamento terze parti sul tuo Acer...?
          Ah, ma tu i video flash non li vedi (perchè LUI
          non
          vuole)!Ah no?Secondo te cosa accade se tocco con il dito la parte centrale dell'immagine?[img]http://media.ruppolo.com/IMG_0068.png[/img]Vuoi detrattori Apple siete sempre così tanto, tanto ignoranti...
          Bella roba il tuo iPad! Siete solo marketing e
          pagliacciate!ROSIK-ROSIK-ROSIK-ROSIK...
          La tigre, il giaguaro, il leopardo e adesso il
          leone (sboroni)! Vi manca solo il topo quercino e
          siete a
          posto!
          (rotfl)Ridi ridi, tanto lo sai come va a finire (rotfl)Ah, domani Apple renderà noti i risultati fiscali del trimestre, mi raccomando il Maalox (rotfl)
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: E questo non può farci che piacere!

            Ridi ridi, tanto lo sai come va a finire (rotfl)

            Ah, domani Apple renderà noti i risultati fiscali
            del trimestre, mi raccomando il Maalox
            (rotfl) nessuno è mai andato in rovina scommettendo sul cattivo gusto del pubblico (P.T. Barnum)
          • Bla bla bla scrive:
            Re: E questo non può farci che piacere!
            - Scritto da: ruppolo
            Eh già, potendo far girare tutti i sistemi
            operativi per personal computer (e relative
            applicazioni) mi sento molto schiavo. Tu, invece,
            che non puoi far girare OS X sulla tua baracca,
            come ti senti?
            Libero?Escluso il Mac OS, faccio girare tutto pure io. E il Mac OS non posso farlo girare per volere di LUI. E se per farlo DEVO comprare per forza il SUO hardware a caro prezzo che è esattamente lo stesso hardware che uso con windows ma CASTRATO perchè non ci posso mettere le mani, tu come me la chiami? Libertà?
            Ma certo, infatti è Steve Jobs che infila
            coattivamente un sistema operativo a pagamento
            terze parti sul tuo
            Acer...?Steve Jobs ha scelto LUI di non dare a nessun produttore di computer il SUO sistema. E quando non era in apple e hanno permesso la nascita dei cloni, LUI ha tolto le licenze perchè LUI vuole che compri il SUO hardware (che, ripeto, oggi è lo stesso hardware dei pc windows). E come me la chiami questa? Libertà?
            Ah, domani Apple renderà noti i risultati fiscali
            del trimestre, mi raccomando il Maalox
            (rotfl)Il Maalox lo prenderò se un giorno sarò "liberamente" costretto a dare i miei soldi a apple. E da quel giorno ne dovrò prendere tanto di Maalox! Quel giorno avrò un sistema che comincerà a infestarsi di virus e completamente nelle mani di una sola ed unica azienda. Almeno microsoft lascia fare agli altri i computer. Allora a questo punto chi è peggio di chi?
          • ruppolo scrive:
            Re: E questo non può farci che piacere!
            - Scritto da: Bla bla bla
            - Scritto da: ruppolo

            Eh già, potendo far girare tutti i sistemi

            operativi per personal computer (e relative

            applicazioni) mi sento molto schiavo. Tu,
            invece,

            che non puoi far girare OS X sulla tua baracca,

            come ti senti?

            Libero?

            Escluso il Mac OS, faccio girare tutto pure io.Appunto, escluso Mac OS. E siccome i sistemi operativi per personal computer sono principalmente ed essenzialmente 3 (Windows, Mac OS X e Linux) tu ti devi accontentare di 2 terzi delle applicazioni disponibili.
            E
            il Mac OS non posso farlo girare per volere di
            LUI.Il volere di "chi" non cambia il risultato.
            E se per farlo DEVO comprare per forza il
            SUO hardware a caro prezzo che è esattamente lo
            stesso hardware che uso con windows ma CASTRATO
            perchè non ci posso mettere le mani, tu come me
            la chiami?
            Libertà?Certo che si:Il tuo sistema "libero" e non "castrato": 66,6% delle applicazioni.Il mio sistema non "libero" e "castrato": 100% delle applicazioni.

            Ma certo, infatti è Steve Jobs che infila

            coattivamente un sistema operativo a pagamento

            terze parti sul tuo

            Acer...?

            Steve Jobs ha scelto LUI di non dare a nessun
            produttore di computer il SUO sistema. E quando
            non era in apple e hanno permesso la nascita dei
            cloni, LUI ha tolto le licenze perchè LUI vuole
            che compri il SUO hardware (che, ripeto, oggi è
            lo stesso hardware dei pc windows). E come me la
            chiami questa?
            Libertà?Si, perché non mi obbliga all'acquisto del suo prodotto.Se scelgo un prodotto HP non sono obbligato ad acquistare un prodotto Apple.Se scelgo BMW non sono costretto a comprare un motore Fiat.Sei tu senza libertà: io compro Apple ma posso metterci il motore Linux o Windows. Tu non puoi fare altrettanto.

            Ah, domani Apple renderà noti i risultati
            fiscali

            del trimestre, mi raccomando il Maalox

            (rotfl)

            Il Maalox lo prenderò se un giorno sarò
            "liberamente" costretto a dare i miei soldi a
            apple.Non sarai mai costretto a dare i soldi ad Apple, perché il prodotto Apple non viene inserito coattivamente in prodotti di altre marche.E nemmeno il suo utilizzo: ad essere inserito coattivamente nel programma di studi della scuola dell'obbligo italiana è lo studio dei prodotti commerciali di Microsoft. Questa sarebbe libertà? Minorenni costretti a studiare i prodotti Microsoft?
            E da quel giorno ne dovrò prendere tanto
            di Maalox! Quel giorno avrò un sistema che
            comincerà a infestarsi di virus e completamente
            nelle mani di una sola ed unica azienda.Ah perché tu pensi che i virus vadano là dove c'è la maggiore diffusione? Ti faccio notare che i virus hanno attecchito sulla piattaforma minoritaria Android, non sulla maggioritaria iOS, ad esempio!
            Almeno
            microsoft lascia fare agli altri i computer.Costringendoli con ricatti o corruzione all'utilizzo del suo sistema, azioni per cui è finita numerose volte in tribunale, con stati come parte avversa.
            Allora a questo punto chi è peggio di
            chi?Microsoft è peggio di tutti. Il PC è peggio di tutti.
          • krane scrive:
            Re: E questo non può farci che piacere!
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: Bla bla bla

            - Scritto da: ruppolo


            Eh già, potendo far girare tutti i sistemi


            operativi per personal computer (e relative


            applicazioni) mi sento molto schiavo. Tu,


            invece, che non puoi far girare OS X sulla


            tua baracca, come ti senti? Libero?

            Escluso il Mac OS, faccio girare tutto pure io.
            Appunto, escluso Mac OS. E siccome i sistemi
            operativi per personal computer sono
            principalmente ed essenzialmente 3 (Windows, Mac
            OS X e Linux) tu ti devi accontentare di 2 terzi
            delle applicazioni disponibili.Mi ricordi qualcuni di questi migliaia di sotware che ci sono per mac e non ci sono ne' per windows ne' per linux ? A me viene solo in mente quello per i film, come si chiama...

            E il Mac OS non posso farlo girare per

            volere di LUI.
            Il volere di "chi" non cambia il risultato.Dipende: se il risultato era sbandierare la "liberta" del sistema un po' cambia.
          • dynamo scrive:
            Re: E questo non può farci che piacere!
            - Scritto da: krane
            Dipende: se il risultato era sbandierare la
            "liberta" del sistema un po'
            cambia.Discorso già affrontato, ma ruppolo sembra sordo a queste argomentazioni:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3010833&m=3012369#p3012369
          • ruppolo scrive:
            Re: E questo non può farci che piacere!
            - Scritto da: krane
            Mi ricordi qualcuni di questi migliaia di sotware
            che ci sono per mac e non ci sono ne' per windows
            ne' per linux ? A me viene solo in mente quello
            per i film, come si
            chiama...Qualcuno? Quasi tutti, non ci sono. Precisamente tutti quelli che non sono multi piattaforma.Vuoi qualche nome?Pages, Numbers, Keynote, iPhoto, Mail. Vuoi qualcosa di più tecnico? AppleScript, Automator...
          • Fiber scrive:
            Re: E questo non può farci che piacere!
            - Scritto da: ruppolo

            Qualcuno? Quasi tutti, non ci sono. Precisamente
            tutti quelli che non sono multi
            piattaforma.

            Vuoi qualche nome?

            Pages, Numbers, Keynote, iPhoto, Mail. Vuoi
            qualcosa di più tecnico? AppleScript,
            Automator...Iphoto, Mail ahauahua roba della suite amatoriale in Osx iLife = robaccia da 4 soldi gli altri che hai elencato non li usa nessuno nel mondo = nicchia della nicchia della nicchia poi applescriptauhauahuahasei proprio un venditore/imbonitore Appleinventeresti qualsiasa boiata pur d'aggrapparti sugli specchi
          • krane scrive:
            Re: E questo non può farci che piacere!
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: krane

            Mi ricordi qualcuni di questi migliaia

            di sotware che ci sono per mac e non ci

            sono ne' per windows ne' per linux ? A

            me viene solo in mente quello per i

            film, come si chiama...
            Qualcuno? Quasi tutti, non ci sono. Precisamente
            tutti quelli che non sono multi piattaforma.Sei un genio, e al di la' di programmi di posta che hanno 1000 equivalenti e linguaggi privati di script ? Quali sono le applicazioni killer ? Tipo i videogiochi per windows.
            Vuoi qualche nome?
            Pages, Numbers, Keynote, iPhoto, Mail. Vuoi
            qualcosa di più tecnico? AppleScript,
            Automator...
          • Horical Unmistak scrive:
            Re: E questo non può farci che piacere!
            - Scritto da: ruppolo
            Vuoi qualche nome?

            Pages, Numbers, Keynote, iPhoto, Mail. Vuoi
            qualcosa di più tecnico? AppleScript,
            Automator...(rotfl) Mai più senza!
          • Horical Unmistak scrive:
            Re: E questo non può farci che piacere!
            - Scritto da: ruppolo
            Appunto, escluso Mac OS. E siccome i sistemi
            operativi per personal computer sono
            principalmente ed essenzialmente 3 (Windows, Mac
            OS X e Linux) tu ti devi accontentare di 2 terzi
            delle applicazioni
            disponibili.Pazienza. Vorrà dire che invece di Final Cut, ci si accontenterà di Premiere.
            Il volere di "chi" non cambia il risultato.Infatti. Il risultato è che tu spendi un botto in computer e applecare varie e se fumi magari non ti riparano il pc perchè gli tira il (_I_) di fare così.http://www.ilsole24ore.info/art/SoleOnLine4/Tecnologia%20e%20Business/2009/11/apple-mac-fumo.shtml
            Se scelgo un prodotto HP non sono obbligato ad
            acquistare un prodotto
            Apple.
            Se scelgo BMW non sono costretto a comprare un
            motore
            Fiat.Stai delirando! Apple ha scelto di vendere il suo OS in un certo modo, Microsoft ne ha scelto un altro. Se non ci fosse Windows, ci sarebbe il sistema PincopallinOS e tu saresti sempre qui a dire che il sistema PincopallinOS fa schifo perchè vuoi farci comprare il mac (perchè sui mac ci campi per lavoro, verrebbe da pensare).
            Sei tu senza libertà: io compro Apple ma posso
            metterci il motore Linux o Windows. Tu non puoi
            fare
            altrettanto.Windows ce lo puoi mettere da poco. E non è stata una scelta morale, ma strategica. E ripeto, tu fai girare tutto sul niente, perchè non sei neanche libero di aprire il computer e metterci mano senza far XXXXXXXre qualcuno a Cupertino.
            Non sarai mai costretto a dare i soldi ad Apple,
            perché il prodotto Apple non viene inserito
            coattivamente in prodotti di altre
            marche.Le altre marche, se vogliono un OS da sbattere nei loro Pc, ci mettono quello che è disponibile sul mercato. E' chiaro che se penso a BeOS, maledico Microsoft! Ma tu la devi ringraziare, perchè se non era per la sua scorretta condotta con Be, tu saresti già sparito dal mercato.http://punto-informatico.it/351444/PI/News/microsoft-compensera-be-inc.aspx
            E nemmeno il suo utilizzo: ad essere inserito
            coattivamente nel programma di studi della scuola
            dell'obbligo italiana è lo studio dei prodotti
            commerciali di Microsoft. Questa sarebbe libertà?Nei college americani fa la stessa cosa la Apple.
            Minorenni costretti a studiare i prodotti
            Microsoft?Di solito si fa studiare quello che è divenuto lo standard. Bene o male è Microsoft che detiene la maggior quota di installato. Domani è un altro giorno e si vedrà. L'importante è non essere costretti a studiare da macachi.
            Ah perché tu pensi che i virus vadano là dove c'è
            la maggiore diffusione? Ti faccio notare che i
            virus hanno attecchito sulla piattaforma
            minoritaria Android, non sulla maggioritaria iOS,
            ad
            esempio!Nessuno è infallibile.http://www.wegeek.net/2009/08/01/un-virus-colpisce-iphone/
            Costringendoli con ricatti o corruzione
            all'utilizzo del suo sistema, azioni per cui è
            finita numerose volte in tribunale, con stati
            come parte
            avversa.E chi lo nega. Ma non tutto il male viene solo per nuocere. Se ci sono tanti costruttori di Pc lo dobbiamo a Microsoft. E a me questo fa solo piacere. Se non posso usare un magnifico sistema come BeOS lo devo a Microsoft. Questo mi fa XXXXXXXre. E' la vita. Ognuno difende il suo business. Non ho mai detto di amare Microsoft, ma se mi chiedi di scegliere chi buttare dalla torre, ci butto Apple.

            Allora a questo punto chi è peggio di

            chi?

            Microsoft è peggio di tutti. Il PC è peggio di
            tutti.Tsk tsk. La risposta esatta è Apple.http://www.italiamac.it/forum/forumdisplay.php?f=52
          • markoer scrive:
            Re: E questo non può farci che piacere!
            - Scritto da: Horical Unmistak[...]


            Allora a questo punto chi è peggio di


            chi?



            Microsoft è peggio di tutti. Il PC è peggio di

            tutti.

            Tsk tsk. La risposta esatta è Apple.
            http://www.italiamac.it/forum/forumdisplay.php?f=5Vabbù dai, ma ora per dare contro a un Applefan come ruppolo uno non deve andare a sparare le boi@te.Si può dire quello che si vuole sulle applicazioni, ma l'hardware Apple è decisamente superiore e più curato di quello che trovi in qualsiasi HP, IBM (che non esiste più vi ricordo che è un prodotto cinese, Lenovo) o Dell.E soprattutto l'accoppiata hardware-software dedicato e testati _insieme_ non può avere tecnicamente paragone a un sistema come Windows che è fatto per girare su qualsiasi tostapane con un proXXXXXre Intel. Pensa soltanto al fatto che un Mac sfrutta veramente i 64 bit mentre Windows usa le consuete "pezze" per "farlo funzionare". Oppure pensa che per reinstallare OsX basta infilare un DVD nel drive, mentre con Windows diventi pazzo a scaricare driver (se sei abbastanza fortunato da poter avere una rete alla prima installazione...) e riavvii per ogni mazzata che fai sul tuo sistema...ruppolo sarà sfegatato nella sua direzione ma diamo a Cesare quel che è di Cesare, Microsoft ci ha messo vent'anni a produrre un OS che forse crasha più raramente di Windows 95... e stanno ancora lottando con i driver, l'indirizzamento della memoria ed il file system che è tecnologia di 15 anni fa - l'NTFS devi ancora deframmentarlo!!!Fatemi il favore va...Cordiali saluti
          • Horical Unmistak scrive:
            Re: E questo non può farci che piacere!
            Cordiali saluti a te!
          • rb1205 scrive:
            Re: E questo non può farci che piacere!
            Ruppolo, se non altro sei un mago nel giramento della frittata.Dire che un mac è più libero di un PC in quanto ci gira macOS è ridicolo. MacOS non gira sui PC per sua scelta, è la Apple che sta riducendo la mia libertà di scelta impedendomi di installare il suo software sul mio hardware, non è certo il mio hardware a limitarmi.
          • LaNberto scrive:
            Re: E questo non può farci che piacere!
            e perché, di grazia, visto che Apple guadagna sull'hardware, dovrebbe permetterti di usare il suo software? beneficenza?
          • Horical Unmistak scrive:
            Re: E questo non può farci che piacere!
            Mah! Sai ... c'è un certo ruppolo che sostiene che una certa azienda ti lascia più libertà di una cert'altra azienda ...
          • rb1205 scrive:
            Re: E questo non può farci che piacere!
            E chi ha detto questo? Sto contestando l'interpretazione di libertà fatta da Ruppolo.
        • LaNberto scrive:
          Re: E questo non può farci che piacere!
          Un altro premio Nobel per l'economia
      • Winaro scrive:
        Re: E questo non può farci che piacere!
        - Scritto da: ruppolo
        Vinceremo noi e tu ti roderai il fegato!Ti ho già spiegato qualche giorno fa che Apple è una nostra controllata. Ecco perché non ha mai vinto e non vincerà mai.Parola di Winaro! ;)
        • ruppolo scrive:
          Re: E questo non può farci che piacere!
          - Scritto da: Winaro
          - Scritto da: ruppolo

          Vinceremo noi e tu ti roderai il fegato!

          Ti ho già spiegato qualche giorno fa che Apple è
          una nostra controllata.Si, nel senso che la guardate col binocolo.
          Ecco perché non ha mai vinto e non vincerà mai.

          Parola di Winaro! ;)Ecco perché sta vincendo su tutti i fronti, caro sfigato :D
    • LaNberto scrive:
      Re: E questo non può farci che piacere!
      L'Accademia di Stoccolma...
  • collione scrive:
    Re: ahah oste com'è il vino...
    che sei un troll si sapeva, ma la tua ignoranza mi stupisce ogni giorno di piùhttp://blogs.computerworld.com/16608/dell_expands_ubuntu_linux_desktop_offeringshttp://www.linuxfordevices.com/c/a/News/Acer-Aspire-One-D255/praticamente tutte le aziende stanno offrendo soluzioni linux e addirittura laddove c'è windows stanno pian piano implementando il dualbootma si sa, nel mondo di crysis la verità è stravolta (rotfl)ah, come faccio a mettere i driver ati su windows server? :D
  • Batuff scrive:
    Re: ahah oste com'è il vino...
    Cerca invece su google cosa è sucXXXXX per il sistema informatico per la Borsa di Londra..Che batosta per ls MS!
  • gnulinux86 scrive:
    Re: ahah oste com'è il vino...
    A proposito di mondo reale, la Borsa di Londra dopo la disastrosa esperienza con Windows Server, si è guardata attorno:http://blogs.computerworld.com/london_stock_exchange_to_abandon_failed_windows_platformhttp://www.computerworlduk.com/news/it-business/3243905/london-stock-exchange-completes-first-live-linux-test/
    • The Bishop scrive:
      Re: ahah oste com'è il vino...
      E figurava pure nella campagna Get The Facts !!!Beh, direi che certe scelte si pagano (e pure con gli interessi) !!!
  • FDG scrive:
    E leggete bene!
    "A Linux Foundation poll of major public and private sector organizations using Linux has found that 76.4 per cent plan to add more Linux servers during the next year, with just 41.2 per cent planning to add more Windows servers to their IT infrastructure's mix.Forty-three per cent said they will decrease or maintain the existing number of Windows servers they're running"servers... servers... :-o
    • panda rossa scrive:
      Re: E leggete bene!
      - Scritto da: FDG
      "A Linux Foundation poll of major public and
      private sector organizations using Linux has
      found that 76.4 per cent plan to add more Linux
      servers during the next year, with just 41.2 per
      cent planning to add more Windows servers to
      their IT infrastructure's
      mix.

      Forty-three per cent said they will decrease or
      maintain the existing number of Windows servers
      they're
      running"

      servers... servers...

      :-oCerto, servers!Il computer e' fatto per lavorare come server.O credevi forse che e' fatto per farti giocare al solitario o a farti scrivere la letterina?
      • shevathas scrive:
        Re: E leggete bene!

        Certo, servers!
        Il computer e' fatto per lavorare come server.
        anche.
        O credevi forse che e' fatto per farti giocare al
        solitario o a farti scrivere la
        letterina?anche.
        • panda rossa scrive:
          Re: E leggete bene!
          - Scritto da: shevathas

          Certo, servers!

          Il computer e' fatto per lavorare come server.


          anche.


          O credevi forse che e' fatto per farti giocare
          al

          solitario o a farti scrivere la

          letterina?
          anche.Solo che mentre lato server il computer fa il 100% del lavoro e quindi deve funzionare a dovere, lato client il computer ha a che fare con l'irrisolvibile PBKC.
      • Fiber scrive:
        Re: E leggete bene!
        - Scritto da: panda rossa
        Certo, servers!
        Il computer e' fatto per lavorare come server.

        O credevi forse che e' fatto per farti giocare al
        solitario o a farti scrivere la
        letterina? il computer e' fatto per lavorare come server?quindi anche l'utente a casa che edita le foto, ascolta musica, lavora in grafica , naviga sulla rete e' un server?secondo me tu dovresti studiare per riavere le basioggi ti insegno:ci sono i server e ci sono i client...sono 2 cose completamente diverse dalla A alla Z per la lezione N 2 passa domani-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 20 ottobre 2010 14.15-----------------------------------------------------------
        • collione scrive:
          Re: E leggete bene!
          bah in parte hai ragione, ma nell'attuale situazione dominata dall'interscambio e ubiquità dei dati, tu davvero riesci a distinguere un client da un server?io a casa ho 6 computer di vario tipo che giocano entrambi i ruoli, a volte l'uno serve contenuti multimediali agli altri, altre volte la workstation funge da sistema remoto per la compilazione di softwarealtre volte ancora un altro pc funge da file server e un altro ancora ( oltre a fare il suo normale lavoro di client ) funge da print server
          • anonimo scrive:
            Re: E leggete bene!
            - Scritto da: collione
            bah in parte hai ragione, ma nell'attuale
            situazione dominata dall'interscambio e ubiquità
            dei dati, tu davvero riesci a distinguere un
            client da un
            server?Questo perché ogni nodo in rete può ricevere e trasmettere dati. Con Unix forse neanche c'era il concetto. Forse è iniziato con Microsoft che ha iniziato a creare sistemi operativi pessimi lato server e altre versioni adatte solo per questo aspetto. Però senza stare lì a fare sofismi è chiaro cosa si intende quando si parla di client si intende dei programmi installati in locale e che utilizzano un'interfaccia grafica per fare lavori d'ufficio che possono essere lettere, fogli di calcolo, presentazioni, illustrazioni, disegni tecnici ecc..
          • collione scrive:
            Re: E leggete bene!
            certamente panda rossa ha toppato, però non possiamo più "sottovalutare" i serverè un caso che ms qualche anno fa ha creato un windows home server? i pc client stanno vivendo una fase di transizione dalla quale non è detto usciranno vincitorioggi ci sono tantissimi dispositivi che possono fungere da client e soddisfare appieno l'utente
          • LaNberto scrive:
            Re: E leggete bene!


            è un caso che ms qualche anno fa ha creato un
            windows home server? E che sucXXXXX ha avuto?
          • Jolly Roger scrive:
            Re: E leggete bene!
            - Scritto da: LaNberto



            è un caso che ms qualche anno fa ha creato un

            windows home server?

            E che sucXXXXX ha avuto?Ha avuto lo stesso sucXXXXX che ha avuto il tablet quando MS ha provato a immetterlo sul mercato la prima volta..... poi arriverà Apple tra 2 o 3 anni che *reinventerà* l'home server e sarà un sucXXXXXne :-DIl problema di MS è che ha tante idee sul futuro ma sopravvaluta gli utenti e sbaglia i tempi per immettere sul mercato i suoi prodotti
          • LaNberto scrive:
            Re: E leggete bene!
            ci sta anche fortemente che le cose siano realizzate veramente male, e che una scatola con dentro windows non sia la soluzione giusta (quasi mai a dire il vero)
          • H5N1 scrive:
            Re: E leggete bene!
            - Scritto da: Jolly Roger
            [..]... poi arriverà Apple
            tra 2 o 3 anni che *reinventerà* l'home server e
            sarà un sucXXXXXne
            :-Dhttp://store.apple.com/it/browse/home/shop_mac/family/mac_mini?mco=MTY3ODQ5OTYMac mini con Snow Leopard Server-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 20 ottobre 2010 21.39-----------------------------------------------------------
          • collione scrive:
            Re: E leggete bene!
            vabbè il fatto che il loro sistema non abbia avuto sucXXXXX non significa che il concetto di home server non si stia diffondendoe anzi oggi giorno tutti i più disparati gadget casalinghi fungono da server e da client
          • Consumatore scrive:
            Re: E leggete bene!
            Mi sembri fuori strada: quando si parla di aziende - soprattutto al di sopra di una certa dimensione, neanche troppo grande - la differenza tra "server" e "client" è assolutamente abissale e facilmente distinguibile.Tu parli di "home server", e di personal computer su cui girano processi che svolgono elaborazioni per conto di altre macchine, ma sebbene numericamente preponderante in termini di diffusione si tratta di poca cosa in confronto a roba tipo gli HP DL (macchine praticamente entry level) od i Bladecenter IBM più piccoli. Soprattutto dal punto di vista dell'affidabilità, se non delle prestazioni.
        • il calmo scrive:
          Re: E leggete bene!
          - Scritto da: Fiber
          - Scritto da: panda rossa


          Certo, servers!

          Il computer e' fatto per lavorare come server.



          O credevi forse che e' fatto per farti giocare
          al

          solitario o a farti scrivere la

          letterina?


          il computer e' fatto per lavorare come server?


          quindi anche l'utente a casa che edita le foto,
          ascolta musica, lavora in grafica , naviga sulla
          rete e' un
          server?


          secondo me tu dovresti studiare per riavere le
          basi

          oggi ti insegno:

          ci sono i server e ci sono i client...sono 2 cose
          completamente diverse dalla A alla Z


          per la lezione N 2 passa domaniCloud computer: ti dice qualcosa?Qualcosa che richiede server, server, server...
        • Uno di Passaggio scrive:
          Re: E leggete bene!
          - Scritto da: Fiber
          quindi anche l'utente a casa che edita le foto,
          ascolta musica, lavora in grafica , naviga sulla
          rete e' un
          server?Si, un server BOTNET ahahahahah (rotfl)
      • FDG scrive:
        Re: E leggete bene!
        - Scritto da: panda rossa
        Certo, servers!
        Il computer e' fatto per lavorare come server.

        O credevi forse che e' fatto per farti giocare al
        solitario o a farti scrivere la
        letterina?A parte il pregiudizio sul lavoro degli altri (tu invece cosa fai tutto il giorno, postare scemenze su P.I.?), manco hai capito il senso del mio post.
        • panda rossa scrive:
          Re: E leggete bene!
          - Scritto da: FDG
          A parte il pregiudizio sul lavoro degli altri (tu
          invece cosa fai tutto il giorno, postare scemenze
          su P.I.?),Io garantisco il buon funzionamento dei miei server.E se mi vedi tutto il giorno su P.I. sappi che il server funziona bene.
      • bbo scrive:
        Re: E leggete bene!
        - Scritto da: panda rossa
        Certo, servers!
        Il computer e' fatto per lavorare come server.10 anni fa ci configuravamo i server in casa.Poi con vmware sono cominciati ad arrivare i server già installati, che richiedevano soltanto di essere configurati.Poi sono cominciati ad arrivare gli appliance hardware, che magari hanno un linux sotto, ma ci accedi solo con interfaccia web.E poi... secondo me avremo sempre meno server o appliance in casa, mentre compreremo i servizi dal cloud.Anche il client conta sempre di meno, poco importano le funzionalità del sistema operativo, ciò che conta di più è un buon browser.
  • Alvaro Vitali scrive:
    Re: ahah oste com'è il vino...
    L'unica marcia inarrestabile è quella dei troll.Ti è stato ripetuto mille volte che se un SO è poco usato non significa che sia peggiore degli altri; anzi, nel 100% dei casi è esattamente l'opposto.Linux richiede una notevole conoscenza del computer, oggi come 10 ani fa; chi non accetta questa regola si arrangi. Chi caxxo se ne frega!I computer non sono dei giocattoli e al giorno d'oggi richiedono SO sempre più evoluti ed efficienti; chi invece si accontenta di giocare, usa Windows.Il problema è che, come è stato spiegato da diversi esperti, l'enorme marea di incompetenti che usa Windows un giorno o l'altro farà collassare l'intera Rete a causa dell'incapacità di prevenire virus, trojan, worm e compagnia; la stessa Microsoft ha ammesso la presenza in Rete di una quantità impressionante di PC Windows zombizzati.Questo è il prezzo da pagare se si vuole usare un SO a prova di idiota (come voi stessi definite Windows).
    • harvey scrive:
      Re: ahah oste com'è il vino...
      - Scritto da: Alvaro Vitali
      Linux richiede una notevole conoscenza del
      computer, oggi come 10 ani fa; chi non accetta
      questa regola si arrangi. Chi caxxo se ne
      frega!Il problema e' proprio questo ....Ce'e' sempre più gente che sua il PC anche avendo una conoscenza basilare Proprio su questo windows vince
      I computer non sono dei giocattoli e al giorno
      d'oggi richiedono SO sempre più evoluti ed
      efficienti; chi invece si accontenta di giocare,
      usa
      Windows.Il PC e' un mezzo, e proprio per questo solo una minima parte dell'utenza possiede una buono conoscenza. La maggior parte conosce soltanto l'applicativi
      Questo è il prezzo da pagare se si vuole usare un
      SO a prova di idiota (come voi stessi definite
      Windows).E' molto più a prova di idiota linux, visto che ti e' permesso di fare meno danniIl vero problema di linux e' che spessissimo ti ritrovi a dover fare complicatissime operazioni via terminale solo per risolvere un problema causato da incompatibilità varie
      • bLax scrive:
        Re: ahah oste com'è il vino...
        - Scritto da: harvey
        - Scritto da: Alvaro Vitali

        Linux richiede una notevole conoscenza del

        computer, oggi come 10 ani fa; chi non accetta

        questa regola si arrangi. Chi caxxo se ne

        frega!

        Il problema e' proprio questo ....

        Ce'e' sempre più gente che sua il PC anche avendo
        una conoscenza basilaresi ok....quindi questa gente ha ASSOLUTO bisogno di usare Photoshop nelle sue funzioni piu avanzate, M$ Office...sempre funzioni avanzatissime, versioni di database astrusi e programminicrucialimabaffanc**o và! non prendiamoci in giro! la verità è che linux è scomodo solo perchè siete PIGRI...bastatanto quanto flash vince e capeggia su tutti i siti...si preferisce la via piu breve alla via "fatta come dio comanda"se questa sopracitata gente iniziasse il suo percorso su linux, vedresti come saltano fuori -hop- dal cappello magico i sopracitati programmini, i programmoni e tutte le XXXXXXXt dietro cui si nasconde la verità: 15% di poweruser sono in posti strategici e complice il monopolio M$ decidono per tutti i niubbi (50%), quando anche semplici ( e neanche tanto) applicativi come OOo, Gimp, blender e tanti altri vanno bene per 85% del totale -lo scarto del 35% è che non ci sono solo niubbi e non solo poweruser....-perchè potete dirmi quello che volete, ma se ti ritrovi assunto in un azienda che usa mysql, usi quello e stai zitto e lo impari, non è che vai a rompere i maroni perchè te sei imbelle e usi solo access!!!


        Proprio su questo windows vincewindows non vince proprio niente...semplicemente è un monopolio legalizzato


        I computer non sono dei giocattoli e al giorno

        d'oggi richiedono SO sempre più evoluti ed

        efficienti; chi invece si accontenta di giocare,

        usa

        Windows.

        Il PC e' un mezzo, e proprio per questo solo una
        minima parte dell'utenza possiede una buono
        conoscenza. La maggior parte conosce soltanto
        l'applicativi



        Questo è il prezzo da pagare se si vuole usare
        un

        SO a prova di idiota (come voi stessi definite

        Windows).

        E' molto più a prova di idiota linux, visto che
        ti e' permesso di fare meno
        danni

        Il vero problema di linux e' che spessissimo ti
        ritrovi a dover fare complicatissime operazioni
        via terminale solo per risolvere un problema
        causato da incompatibilità
        varie??? non so te ma io ho 3 pc linux e un mac....il terminale l'ho usato solo -SOLO- per sistemare XXXXXX di driver su un solo pc..... e ho aggiornato l'os in toto solo un paio di volte....non come winzozz che dopo 1 anno era un laboratorio di virusehgià...proprio SPESSISSIMO...se un azienda fà una migrazione, spero prenda dei consulenti, no è che son io senza piu denari che non posso cambiare macchinario (anche perchè win7 ha obbligato kmq a cambiare macchinario...cambiare per cambiare.....)capisco che windows può essere fondamentale in alcuni ambiti, ma i troll qua arrivano a dire che linux è utile SOLO in certi ambiti....
        • pippo75 scrive:
          Re: ahah oste com'è il vino...

          mabaffanc**o và! non prendiamoci in giro! la
          verità è che linux è scomodo solo perchè siete
          PIGRI...bastaDiscorso semplice: Linux ( che tra parentesi è solo il kernel ), ha i programmi che vuole l'utente?In base a questo si decide, poi ognuno ha le sue fisse/esigenze.
          se questa sopracitata gente iniziasse il suo
          percorso su linux, vedresti come saltano fuori
          -hop- dal cappello magico i sopracitati
          programmini,vero, quando la gente troverà i programmi ne parleremo ( non il contrario )
          applicativi come OOo, Gimp, blender e tanti altri
          vanno bene per 85% del totale -lo scarto del 35%
          è che non ci sono solo niubbi e non solo
          poweruser....-Molte persone usano il programma, tu hai uno uguale o migliore per linux, bene metti quello, poi in caso di problemi lascia il numero di telefono.

          perchè potete dirmi quello che volete, ma se ti
          ritrovi assunto in un azienda che usa mysql, usi
          quello e stai zitto e lo impari, non è che vai a
          rompere i maroni perchè te sei imbelle e usi solo
          access!!!Se ti trovi in una ditta dove si usa access, usi acces.Ma dbase/paradox/foxpro nessuno li usa?
          capisco che windows può essere fondamentale in
          alcuni ambiti, ma i troll qua arrivano a dire che
          linux è utile SOLO in certi
          ambiti....il tuo problema è che guardi troppo il lato sistema operativo, quando vai da un cliente dovresti partire dalle sue esigenze poi in base a quelle decidi.Dove lavoro io penso che a nessuno interessi il SO che è presente sulla macchina, fa il suo lavoro? bene.linux, pcbsd, cp/m, mp/m, drdos, msdos, windows, osx, haiku, reactos, skyos, qnx, quellochevuoi....... Mi interessa che io possa fare il mio lavoro.
          • j0e scrive:
            Re: ahah oste com'è il vino...

            Discorso semplice: Linux ( che tra parentesi è solo il kernel ),
            ha i programmi che vuole l'utente?Discorso un po' troppo generico.Quale tipo di utenza?
            In base a questo si decide,
            poi ognuno ha le sue fisse/esigenze.D'accordo, ma prima si definisce chi e cosa deve fare.
            vero, quando la gente troverà i programmi ne parleremoCome sopra.Di alternative ce ne sono in tutti i settori.Cominciamo a parlare di qualita' del lavoro, invece.
            Se ti trovi in una ditta dove si usa access, usi acces.
            Ma dbase/paradox/foxpro nessuno li usa?Hai scritto "Access", vero?Probabilmente stiamo parlando di un'azienda o di un comune medio-piccoli.Spero sia cosi'.
            Mi interessa che io possa fare il mio lavoro.Concordo.Peccato che Windows riesca ad incasinare l'interoperabilita' con orroricome i docx e winmail.dat.
          • pippo75 scrive:
            Re: ahah oste com'è il vino...


            ha i programmi che vuole l'utente?

            Discorso un po' troppo generico.
            Quale tipo di utenza?il primo che mi viene in mente, facciamo: idraulico.preferisci: elettricista, geometra, falegname, calzaturificio, arredatore ?
            D'accordo, ma prima si definisce chi e cosa deve
            fare.dimensionare impianti da idraulico ( acqua, gas, riscaldamento, sanitari, .... ).

            Hai scritto "Access", vero?
            Probabilmente stiamo parlando di un'azienda o di
            un comune medio-piccoli.e le persone che lo usano ne erano contente.
            Peccato che Windows riesca ad incasinare
            l'interoperabilita' con orrori
            come i docx e winmail.dat.e non usare docx, sarà mica difficile?
        • harvey scrive:
          Re: ahah oste com'è il vino...
          - Scritto da: bLax
          mabaffanc**o và! non prendiamoci in giro! la
          verità è che linux è scomodo solo perchè siete
          PIGRI...bastaE si, te si che hai capito tutto ...
          tanto quanto flash vince e capeggia su tutti i
          siti...si preferisce la via piu breve alla via
          "fatta come dio
          comanda"In genere viene preferita la via più redditizia.
          se questa sopracitata gente iniziasse il suo
          percorso su linux, vedresti come saltano fuoriE se mio nonno avesse le ruote sarebbe una cariola
          perchè potete dirmi quello che volete, ma se ti
          ritrovi assunto in un azienda che usa mysql, usi
          quello e stai zitto e lo impari, non è che vai a
          rompere i maroni perchè te sei imbelle e usi solo
          access!!!E certo, il 95% degli utenti impara mysql!Mi sa che te hai una visione distorta degli utenti di PC
          windows non vince proprio niente...semplicemente
          è un monopolio
          legalizzatoHo capito, per i linari vince chi e' più vicino al 2% !!!Ecco perche' e' sempre l'anno di linux!
          ??? non so te ma io ho 3 pc linux e un mac....il
          terminale l'ho usato solo -SOLO- per sistemare
          XXXXXX di driver su un solo pc..... e ho
          aggiornato l'os in toto solo un paio di
          volte....non come winzozz che dopo 1 anno era un
          laboratorio di
          virusHo capito, hai il MAC, ora capisco tante cose ...
          capisco che windows può essere fondamentale in
          alcuni ambiti, ma i troll qua arrivano a dire che
          linux è utile SOLO in certi
          ambiti....Io veramente vedo la maggior parte dei troll dicono che linux e' per tutti
      • FDG scrive:
        Re: ahah oste com'è il vino...
        - Scritto da: harvey
        Il vero problema di linux e' che spessissimo...Esagerato! Una volta si poteva dire così.
      • j0e scrive:
        Re: ahah oste com'è il vino...

        C'e' sempre più gente che usa il PC
        anche avendo una conoscenza basilare In verita' non ci sono abbastanza personecoscienti del giocattolo quale e' Windows.
        Proprio su questo windows vince.Windows non responsabilizza l'utente.La sua fortuna e' d'essere ancora il sistemapiu' popolare, quello dal quale non cisi puo' disintossicare in un sol botto,altrimenti ci sarebbe il collasso.
        E' molto più a prova di idiota linux.Spero rimanga cosi'.
        problema di linux e' che spessissimo
        ti ritrovi a dover fare complicatissime
        operazioni via terminaleIl problema di Windows e' la sua pessimapropensione ad essere ripristinato.
    • Rover scrive:
      Re: ahah oste com'è il vino...
      E basta con questi trollaggi infarciti di luoghi comuni.Linux sarà anche più bello, oggi si installa con una certa facilità (se hai la fortuna di avere una macchina di cui ci siano i drivers pronta cassa),ma gli manca il contorno. Come ai concorrenti dell'aifone e dell'app store.O vogliamo continuare a sostenere che GIMP può sostituire Photoshop? (gisuto per citare un caso a caso...)Ah, ad Hollywood ci montano i film!E allore? Siete turri grandi regsiti?Nessuno che dica l'unica cosa vera: uso quel OS piuttosto che l'altro perchè mi ci trovo meglio, o perchè mi rende disponibili sw con funzioni che gli altri non hanno o se le hanno mi mettono in difficoltà.Invece siete tutti fermi a sostenere che "il mio è migliore", che è la traslazione informatica del "celodurismo".
      • mirko scrive:
        Re: ahah oste com'è il vino...
        e basta con photoshop e manate varie...1- tutti quelli che lo installano lo usano al 100%2- quanti di questi hanno pagato la licenza?eddai.
        • mirko scrive:
          Re: ahah oste com'è il vino...
          anche il primo punto era una domanda, ovviamente
          • rover scrive:
            Re: ahah oste com'è il vino...
            Nessun sw viene usato al 100%, e lo sai bene.Ma c'è anche un problema di usabilità, e dovresti saperlo.Se Nikon o Canon e C. con fanno sw per le loro fotocamere su Linux, se un Lightroom non c'è, sw un autocad che non costringa a reimparare autocad e a riscrivere e adattare gli script, come la mettiamo.E intanto che spendo soldi per riaddestrare il personale cosa fa l'ìazienda? Ferma il mondo?La domanda sul fatto che i sw siano originali o meno dimostra la tua visione casalinga del problema.L'azienda per la quale lavoro, che spende annualmente molte decine di milioni di euro soprattutto in sw e in sistemi (i 20mila pc che vengono sostituiti ogni anno sono una bazzecola) spende soldi, anzi investe soldi ma non può permettersi che il personale reimpari tutto da capo. A cui si aggiunge il problema della interoperabilità. E se i sw con cui ci si deve interfacciare sono soggetti a certificazione perchè l'azienda è quotata anche a Londra e a NY diventa un problema.Purtroppo Linux è arrivati tardi, e anche Apple.Ci sarebbe stata più concorrenza.Ma le aziende che hanno sistemi che devono dialogare tra loro, molte applicazioni e anche complesse, difficilmente abbandonano il sistema che stanno utilizzando.I driver sarebbero il meno. Una grande azienda è anche in grado di andare da HP, ecc. e farseli scrivere, o perlomeno mette a disposizione qualcuno che lo fa per lei.
          • H5N1 scrive:
            Re: ahah oste com'è il vino...
            Si ripresenta il solito disguido: non è detto che "passare a Linux" significhi necessariamente "passare al Desktop Linux".Come molti ben sanno (e se non lo sanno andassero ad informarsi prima di sparare a zero) l'infrastruttura di Internet nasce da sistemi Unix (e mi urta non poterlo scrivere in maiuscolo se no qualcuno si inalbera).Molto dei moderni sistemi deriva da sistemi Unix o BSD (si pensi allo stack TCP/IP di Windows o al file hosts, ad esempio) e Linux ne è il (quasi) diretto discendente.Molti protocolli, essendo tali, prevedono degli standard di interfacciamento che non dipendono dal sistema (XML-RPC, Soap, IP, TCP, FTP etc...) e che possono essere sfruttati per distribuire servizi in una rete da qualsivoglia sistema sever.Il punto d'analisi di partenza trova origine nell'aspetto strutturale della rete aziendale: si è ancora molto legati ad un sistema produttivo con pochissimi servizi se non quelli di larga diffusione (File server, posta elettronica etc) mentre molto altro si potrebbe fare per snellire i processi produttivi implementando soluzioni SaS. De facto un suddetto sistema è molto più flessibile anche se prevede un maggior (e migliore) impiego di sistemisti propriamente detti .A conti fatti Linux è molto diffuso nel web e nelle applicazioni online proprio perchè si presta ad essere migliore come server che come client (a mio avviso) e non perchè non abbia le caratteristiche per esserlo, ma perchè, purtroppo, l'informatizzazione aziendale è avvenuta tramite Windows, per Windows, con Windows e con la modalità "questo è il PC, da oggi lavori con questo... tiè!".Si ritiene sempre più spesso, difatti, che i corsi professionali debbano farli solo determinate categorie e che "saper usare il pc" significhi saper aprire, modificare e salvare un documento di testo.Non voglio dare la solita colpa al sistema, sarei troppo ovvio e, dopotutto, il sistema se le prende da solo :D
        • panda rossa scrive:
          Re: ahah oste com'è il vino...
          - Scritto da: mirko
          e basta con photoshop e manate varie...
          1- tutti quelli che lo installano lo usano al 100%
          2- quanti di questi hanno pagato la licenza?
          eddai.Su linux non ci gira autocad!!!Finche' non esistera' una versione piratabile di autocad per linux, linux non verra' mai adottato in ambito domestico.
          • harvey scrive:
            Re: ahah oste com'è il vino...
            - Scritto da: panda rossa
            Su linux non ci gira autocad!!!Su, puoi essere pure più bravo...Ti posso pure dire che l'OPC server gira solo su windows. Almeno la prossima volta avrai più argomenti!
          • H5N1 scrive:
            Re: ahah oste com'è il vino...
            Stai parlando comunque di oggetti (OLE) di WIndows.Logico che giri solo su Windows.Vogliamo combattere ad armi pari sui server? Dimmi quale servizio (oltre ad Active directory) gira meglio su Server Windows che su Linux o BSD...
          • P.Inquino scrive:
            Re: ahah oste com'è il vino...
            sei troppo forte! :D(linux)
        • iii scrive:
          Re: ahah oste com'è il vino...
          Io ai tempi avevo installato Photoshop, usavo una frazione delle funzioni disponibili (uso casalingo) e non sapevo dell'esistenza di Gimp. Quando l'ho scoperto, ho affiancato Gimp, poi ho iniziato ad usare solo quello e non ho iù installato Photoshop.Devo ammettere che per fare certe cose Photoshop era più comodo, ma preferisco restare su Gimp, le sue funzioni coprono ampiamente i miei bisogni.Ripeto, il mio è un uso casalingo, ma non penso che tutti lavorino con le fotografie.Perchè questo post? Per dire che non penso che siano poi tante le persone a cui serve photoshop
          • H5N1 scrive:
            Re: ahah oste com'è il vino...
            Adobe Photoshop CS4 ha una valutazione Platinum per l'uso con Wine su Linux.Pertanto trovino altre scusanti...
      • FDG scrive:
        Re: ahah oste com'è il vino...
        - Scritto da: Rover
        O vogliamo continuare a sostenere che GIMP può
        sostituire Photoshop?Fondamentale per tutti gli utenti Photoshop...
        • rover scrive:
          Re: ahah oste com'è il vino...
          Macchè fondamentale.Molti non sanno neppure cosa sono i profili colore, il gamut, ecc.Però GIMP è bello scomodo.Meglio un photoshop elements, molto meglio ed ha un prezzo accettabile, e per l'amatore è anche più adatto. E in alcuni PC di noti brand credo sia in bundle
      • kurdt scrive:
        Re: ahah oste com'è il vino...

        O vogliamo continuare a sostenere che GIMP può
        sostituire Photoshop? (gisuto per citare un caso
        a
        caso...)
        Ah, ad Hollywood ci montano i film!
        E allore? Siete turri grandi regsiti?Sono d'accordo sul discorso generale, ogniuno sceglie ciò che gli è più comodo e possibilmente i programmi più semplici per fare quello che deve fare-Ma riguardo Gimp, ho qualcosa da dire.Sono un fotografo, e posso assicurarti che, se fotoshop è 10, gimp è 8, ma io a malapena lo utilizzo fino a "6" immaginati gli altri, che spesso anche avendo photoshop non hanno la minima idea di cosa si ed a cosa serva.Photoshop semplicemente è inutile per la gente comune, difatti costa una barbaria.
      • ullala scrive:
        Re: ahah oste com'è il vino...
        - Scritto da: Rover
        Invece siete tutti fermi a sostenere che "il mio
        è migliore", che è la traslazione informatica del
        "celodurismo".(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Spassosissimo!
    • FDG scrive:
      Re: ahah oste com'è il vino...
      - Scritto da: Alvaro Vitali
      Linux richiede una notevole conoscenza del
      computer, oggi come 10 ani faMah, dipende dalle situazioni. In diversi casi è anche più semplice un Ubuntu che Windows.
    • The Bishop scrive:
      Re: ahah oste com'è il vino...
      - Scritto da: Alvaro Vitali
      [...]
      Linux richiede una notevole conoscenza del
      computer, oggi come 10 ani fa; chi non accetta
      questa regola si arrangi. Chi caxxo se ne
      frega!Ed e' per questo che in ambito Windows trovi spesso dei sistemisti del tutto incompetenti tipo il Giovy https://giovysyle.wordpress.com/ mentre in ambito Linux nella maggior parte dei casi e' gente con notevoli conoscenze informatiche.
      I computer non sono dei giocattoli e al giorno
      d'oggi richiedono SO sempre più evoluti ed
      efficienti; chi invece si accontenta di giocare,
      usa Windows.Ma purtroppo il marketing classifica il computer alla stregua di un banale elettrodomestico...
      Il problema è che, come è stato spiegato da
      diversi esperti, l'enorme marea di incompetenti
      che usa Windows un giorno o l'altro farà
      collassare l'intera Rete a causa dell'incapacità
      di prevenire virus, trojan, worm e compagnia; la
      stessa Microsoft ha ammesso la presenza in Rete
      di una quantità impressionante di PC Windows
      zombizzati.

      Questo è il prezzo da pagare se si vuole usare un
      SO a prova di idiota (come voi stessi definite
      Windows).Appunto perche' e' a prova di idiota, Windows permette a degli idioti di occupare posizioni che non gli competono, causando danni sempre maggiori.
      • iii scrive:
        Re: ahah oste com'è il vino...
        - Scritto da: The Bishop
        - Scritto da: Alvaro Vitali

        [...]
        Ed e' per questo che in ambito Windows trovi
        spesso dei sistemisti del tutto incompetenti tipo
        il Giovy https://giovysyle.wordpress.com/ mentre
        in ambito Linux nella maggior parte dei casi e'
        gente con notevoli conoscenze
        informatiche.:DIo non sono un sistemista, non sono neanche un informatico, seguo solo per passione. Però il Giovy fa cose che neanche io farei!
    • panda rossa scrive:
      Re: ahah oste com'è il vino...
      - Scritto da: Alvaro Vitali
      Questo è il prezzo da pagare se si vuole usare un
      SO a prova di idiota (come voi stessi definite
      Windows).Un SO a prova di idiota piace solo agli idioti. (cit.)
      • Fiber scrive:
        Re: ahah oste com'è il vino...
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: Alvaro Vitali


        Questo è il prezzo da pagare se si vuole usare
        un

        SO a prova di idiota (come voi stessi definite

        Windows).

        Un SO a prova di idiota piace solo agli idioti.
        (cit.)ma come sono mesi che arrabatti dicendo che Linux e' a prova di idioti dove a casa disabilitano le protezioni di windows come ti ho fatto notare almeno 10 volte ( UAC e servizio Aggiornamenti Automatici + installano solo crack impestati presi dal p2p ) e per questo poi si appestano non avendo nemmeno l'antivirus sul sistema o l'AV con abbonamento scaduto ...rispondendomi tu che Linux e' a prova di idioti anche perche' si scarica tutto da solo dai repository ..adesso Linux non e piu' per gli idioti come andavi paventando perche lo sarebbe solo Windows?quindi adesso hai finalmente capito che Linux non lo puoi dare in mano alle capre informatiche che fanno la massa nel mondo bene bene...e' bello vedere che impari e studi ...piu' ti rimangi le tue stesse parole pur di rigirar le frittate come meglio ti accomoda..dai fanboy questo e altro c'e' sempre da aspettarselo-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 16 ottobre 2010 10.15-----------------------------------------------------------
    • panda rossa scrive:
      Re: ahah oste com'è il vino...
      - Scritto da: Alvaro Vitali
      Linux richiede una notevole conoscenza del
      computer, oggi come 10 ani fa; Tanto che mio figlio, terza elementare, accende il computer, lancia uno dei suoi giochini preferiti, e gioca.E poi ha gia' imparato a capire che Supertux e' gratis mentre Supermario costa una paccata di soldi.Vogliamo parlare della facilita' di installazione di software su windows?Pubblicita' comparativa:http://www.psychocats.net/ubuntucat/software-installation-in-linux-is-difficult/
    • Zucca Vuota scrive:
      Re: ahah oste com'è il vino...
      - Scritto da: Alvaro Vitali
      Ti è stato ripetuto mille volte che se un SO è
      poco usato non significa che sia peggiore degli
      altri; anzi, nel 100% dei casi è esattamente
      l'opposto.Da questa affermazione mi pare che tu sottenda che Windows è peggiore di Linux. E' questo uno degli atteggiamenti mentali che fa perdere Linux. Windows non è certo peggiore di Linux e fornisce delle caratteristiche che il secondo non ha e che sono utili, desiderate e richieste. Fino a quando la comunità non si renderà conto di questo Linux non avrà alcuna possibilità di migliorare e competere veramente. E' un film (che anche io ho) già visto negli anni 80-90 con Apple e IBM nel settore PC. Per anni ci hanno detto che avevano una soluzione migliore. Alla fine la prima ha dovuto cambiare s.o. e mercato di riferimento mentre la seconda è uscita dal mercato. E ci sono altre aziende che per anni hanno detto che la soluzione di Microsoft era peggiore della loro. Ora queste aziende sono state completamente soppiantate. Mi vengono in mente Borland, WordPerfect, Lotus, SCO, Novell.Alla fine oggi nelle aziende solitamente Linux è relegato a fornire servizi mirati e particolari mentre Windows è il sistema di uso generale. Meno arroganza e maggiore conoscenza del (vostro) nemico aiuterebbero a cambiare la situazione.Detto questo io me la cavo bene ad integrarli e quindi per me avere due sistemi significa maggiore introiti. Quindi non mi lamento.
    • lroby scrive:
      Re: ahah oste com'è il vino...
      - Scritto da: Alvaro Vitali
      Questo è il prezzo da pagare se si vuole usare un
      SO a prova di idiota (come voi stessi definite
      Windows).Guarda che quello è Mac os!!
  • advange scrive:
    Re: ahah oste com'è il vino...
    Ehi, come siete messi a filmini?Dopo quello XXXXX contro OpenOffice, ne avete pronto uno anche per Android?Dai, non potete limitarvi solo ai comunicati: ci vuole un bel colossal per sparare FUD.
  • attonito scrive:
    "forse in 5 anni" non vale niente!
    fare domande del tipo "ma secondo lei tra 5 anni quante societa' avranno introdotto GNU/Linux?" non vale un tubazzo di niente!La domanda da fare e': "la sua azienda negli ultimi 5 anni ha introdotto GNU/Linux?" no, perche' altrimenti stiamo a parlare del sesso degli angeli.sono uno estimatore di linux, ma una indagine di mercato scema resta una indagine di mercato scema anche se mette in buona luce GNU/Linix!
    • pietro scrive:
      Re: "forse in 5 anni" non vale niente!
      - Scritto da: attonito
      fare domande del tipo "ma secondo lei tra 5 anni
      quante societa' avranno introdotto GNU/Linux?"
      non vale un tubazzo di
      niente!

      La domanda da fare e': "la sua azienda negli
      ultimi 5 anni ha introdotto GNU/Linux?"


      no, perche' altrimenti stiamo a parlare del sesso
      degli
      angeli.

      sono uno estimatore di linux, ma una indagine di
      mercato scema resta una indagine di mercato scema
      anche se mette in buona luce
      GNU/Linix!Le indagini di mercato servono per orientare il business e gli investimenti nei prossimi anni, quindi tutte le indagini di mercato sono di questo tipo: "cosa prevede di fare nei prossimi anni?"sapere cosa è sucXXXXX in passato non interessa a nessuno.
      • attonito scrive:
        Re: "forse in 5 anni" non vale niente!

        Le indagini di mercato servono per orientare il
        business e gli investimenti nei prossimi anni,
        quindi tutte le indagini di mercato sono di
        questo tipo: "cosa prevede di fare nei prossimi
        anni?"
        sapere cosa è sucXXXXX in passato non interessa a
        nessuno.al contrario. sapere cosa e' SICURAMENTE sucXXXXX in passato puo' dare una idea di quello che POTREBBE succedere in futuro. E' dai dati storici che si ricavano previsioni, non a ipotesi aleatorie.
        • il calmo scrive:
          Re: "forse in 5 anni" non vale niente!
          Sapere cosa è sucXXXXX in passato aiuta, ma rimanerci ancorati è la peggiore cosa che si può fare.Se prendete i report Gartner di un paio d'anni fa vi accorgereste che le loro previsioni sull'uso di Linux oggi sono state aggiornate: in positivo ;-)Le grandi aziende stanno andando verso un approccio sempre più "virtuale" al data center, verso il cloud, e verso quelle che vengono chiamate "software appliance". Su cosa pensate che girino?
          • markoer scrive:
            Re: "forse in 5 anni" non vale niente!
            VmWare ESX, che non ha bisogno di alcun sistema operativo.Cordiali saluti
  • attonito scrive:
    ma, si, no, forse....
    questo articolo parla di ipotesi e quindi lascia il tempo che trova.Fate un articolo sulle aziende che hanno GIA' introdotto GNU/Linux, non su quelle che POTREBBERO introdurlo.
  • antonello pititto scrive:
    bellissimo
    (idea)
  • Alvaro Vitali scrive:
    La mancanza di driver è risolvibile.
    Se moltissime aziende passassero a Linux, in breve tempo i produttori di hardware si affretterebbero a rilasciare i driver per il Pinguino; è già sucXXXXX con nVidia visto che le loro schede video sono largamente usate in combinazione con Linux nel settore della grafica computerizzata.Allo stato attuale la situazione è piuttosto buona; basti pensare che ho appena comprato un portatile HP Pavilion e Linux mi ha riconosciuto il 100% dell'hardware, comprese periferiche un po rognose tipo il touchpad con pulsante per la scroll-bar, la scheda Ethernet Realtek L8*** GigaByte e addirittura la scheda wireless Broadcom BCM43225 (driver beta già perfettamente operativi).In particolare, la mossa di Broadcom (rilascio con licenza GPL dei sorgenti dei propri driver) è stato un colpaccio; consideriamo solo il fatto che tra Atheros e Broadcom stiamo parlando di quasi il 100% dei chipset per schede wireless.
    • anonimo scrive:
      Re: La mancanza di driver è risolvibile.
      - Scritto da: Alvaro Vitali
      Se moltissime aziende passassero a Linuxe se mio nonno avesse le ruote sarebbe una cariola
    • Fiber scrive:
      Re: La mancanza di driver è risolvibile.
      - Scritto da: Alvaro Vitali
      Se moltissime aziende passassero a Linux, in
      breve tempo i produttori di hardware si
      affretterebbero a rilasciare i driver per il
      Pinguino; è già sucXXXXX con nVidia visto che le
      loro schede video sono largamente usate in
      combinazione con Linux nel settore della grafica
      computerizzata.

      Allo stato attuale la situazione è piuttosto
      buona; basti pensare che ho appena comprato un
      portatile HP Pavilion e Linux mi ha riconosciuto
      il 100% dell'hardware, comprese periferiche un po
      rognose tipo il touchpad con pulsante per la
      scroll-bar, la scheda Ethernet Realtek L8***
      GigaByte e addirittura la scheda wireless
      Broadcom BCM43225 (driver beta già perfettamente
      operativi).

      In particolare, la mossa di Broadcom (rilascio
      con licenza GPL dei sorgenti dei propri driver) è
      stato un colpaccio; consideriamo solo il fatto
      che tra Atheros e Broadcom stiamo parlando di
      quasi il 100% dei chipset per schede
      wireless.fammi sapere anche quando sono pronti i software da utilizzare nel settore professionale sui client ( e nn sparatemi la solita barzelletta di OpenOffice) .. altrimenti Linux rimane ottimo solo per aprire i Pdf e le email se ,ma, fose un giornosono anni che si ripetono sempre le stesse cose :-)
      • Max scrive:
        Re: La mancanza di driver è risolvibile.
        dai il 2011 sarà l'anno di linux, no ?!
        • Fiber scrive:
          Re: La mancanza di driver è risolvibile.
          - Scritto da: Max
          dai il 2011 sarà l'anno di linux, no ?! come lo doveva essere gia' il 2004 uguale uguale :-=tante chiacchiere-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 15 ottobre 2010 19.55-----------------------------------------------------------
          • attonito scrive:
            Re: La mancanza di driver è risolvibile.
            - Scritto da: Fiber
            - Scritto da: Max

            dai il 2011 sarà l'anno di linux, no ?!

            come lo doveva essere gia' il 2004
            uguale uguale :-=
            tante chiacchiereper me ogni anno e' quello di linux a partire dal 1999, visto che ho cominciato ad utilizzarlo e non lo ho lasciato piu' :)
        • Alvaro Vitali scrive:
          Re: La mancanza di driver è risolvibile.
          - Scritto da: Max
          dai il 2011 sarà l'anno di linux, no ?!Ma chi se ne frega dell'anno di Linux!L'importante è che il Pinguino stia crescendo sempre di più alla faccia delle statistiche tarocche di NetStatistics che si riferiscono sempre allo stesso campione di utenti quasi tutti utilizzatori di Windows + Internet Explorer + Windows Media Player.La mossa di Broadcom, come dicevo prima, sembra un segnale piuttosto eloquente; chi investirebbe su un SO moribondo?
        • iii scrive:
          Re: La mancanza di driver è risolvibile.
          L'articolo parla di 5 anni
      • Sgroggo scrive:
        Re: La mancanza di driver è risolvibile.
        - Scritto da: Fiber
        fammi sapere anche quando sono pronti i software
        da utilizzare nel settore professionale sui
        client ( e nn sparatemi la solita barzelletta di
        OpenOffice) .. altrimenti Linux rimane ottimo
        solo per aprire i Pdf e le email


        se ,ma, fose un giorno

        sono anni che si ripetono sempre le stesse cose
        :-)Questo è un discorso specifico di un settore specifico, mentre se parli di "AZIENDE" in generale, la maggioranza sono uffici che aprono PDF, inviano mail.Sono anni che sento gli stessi discorsi. :-(
      • Amer da scrive:
        Re: La mancanza di driver è risolvibile.
        Mai sentito parlare di programmoni di business intelligence come Pentaho?software etl come talend, knime?data mining come Waka?gestione di questionari con surveymonkey?elaborazioni statistiche con R?cartografia libera con qgis?per il resto va benissimo openoffice, che ci vuole a scrivere un documentino.se voglio gestire un database non uso certamente access, ma vado su cose più serie come mysql o postgrsql.linux è prontissimo per il settore professionale.
        • anonimo scrive:
          Re: La mancanza di driver è risolvibile.
          - Scritto da: Amer da
          se voglio gestire un database non uso certamente
          access, ma vado su cose più serie come mysql o
          postgrsql.
          linux è prontissimo per il settore professionale.Sì certo come se Access lo si compra solo per accedere al database omonimo e non per tutte le altre funzionalità.
          • Amer da scrive:
            Re: La mancanza di driver è risolvibile.
            quali funzionalità?????ti ho citato dei programmini (gratuiti) che hanno giusto qualche funzionalità in pù del povero access
          • Ninja scrive:
            Re: La mancanza di driver è risolvibile.
            - Scritto da: Amer da
            quali funzionalità?????
            ti ho citato dei programmini (gratuiti) che hanno
            giusto qualche funzionalità in pù del povero
            accessAccess è un ottimo front-end poi come database puoi usare quello che vuoi.
          • TRrollTec scrive:
            Re: La mancanza di driver è risolvibile.
            - Scritto da: Ninja
            - Scritto da: Amer da

            quali funzionalità?????

            ti ho citato dei programmini (gratuiti) che
            hanno

            giusto qualche funzionalità in pù del povero

            access

            Access è un ottimo front-end poi come database
            puoi usare quello che
            vuoi.E per i mal di pancia che mi ha procurato cosa mi consigli?Parlo dalla versione 4.3 alla versione 2010 (sempre più incasinata)Saluti
          • Marco male scrive:
            Re: La mancanza di driver è risolvibile.
            - Scritto da: Ninja
            - Scritto da: Amer da

            quali funzionalità?????

            ti ho citato dei programmini (gratuiti) che
            hanno

            giusto qualche funzionalità in pù del povero

            access

            Access è un ottimo front-end poi come database
            puoi usare quello che
            vuoi....braccia rubate all'agricoltura...
          • urrr scrive:
            Re: La mancanza di driver è risolvibile.
            be insomma.... non è del tutto falso quello che ha detto...Puoi sempre usarlo come frontend di sqlserver anche se non ne capisco il motivo :)
          • Marco male scrive:
            Re: La mancanza di driver è risolvibile.
            Be, a questo punto perche' non usare excel ? ma dai...Certo, per andare dal punto A al punto B ci puoi sempre andare strisciando come un verme, ma con questo non vuol dire e' il modo migliore per viaggiare...
        • nome e cognome scrive:
          Re: La mancanza di driver è risolvibile.
          - Scritto da: Amer da
          Mai sentito parlare di programmoni di business
          intelligence come
          Pentaho?
          software etl come talend, knime?
          data mining come Waka?Caspita, nelle ultime software selection che ho visto questi prodotti erano spanne davanti a BO, SAS, informatica, microstrategy... oh tutti i consulenti a proporti pentaho...Ahahahahahah
          linux è prontissimo per il settore professionale.Si soprattutto il settore della raccolta dei rifiuti.
          • NoHoPotutoR esistere scrive:
            Re: La mancanza di driver è risolvibile.

            Si soprattutto il settore della raccolta dei
            rifiuti.preparati che stanno passando a raccoglierti :D
          • Uno che passa scrive:
            Re: La mancanza di driver è risolvibile.
            Nella nostra azienda trovi: server Debian per l'antispammegaserver IBM con Red Hat per virtualizzare qualcosa come 30 server Windows megaserver HP con CentOS per altre virtualizzazioni.Senza Linux, spegniamo e mandiamo a casa oltre 500 dipendenti.Mi sa che oltre il vostro monitor c'e' un mondo che non conoscete...
          • shevathas scrive:
            Re: La mancanza di driver è risolvibile.

            Senza Linux, spegniamo e mandiamo a casa oltre
            500
            dipendenti.
            lato server dove linux si è affermato scalzando gli altri unix proprietari. I client hanno tutti linux ?
            Mi sa che oltre il vostro monitor c'e' un mondo
            che non
            conoscete...anche oltre la sala server
          • panda rossa scrive:
            Re: La mancanza di driver è risolvibile.
            - Scritto da: shevathas

            Senza Linux, spegniamo e mandiamo a casa oltre

            500

            dipendenti.


            lato server dove linux si è affermato scalzando
            gli altri unix proprietari. I client hanno tutti
            linux
            ?


            Mi sa che oltre il vostro monitor c'e' un mondo

            che non

            conoscete...

            anche oltre la sala serverMa sei de coccio?Il computer e' quello che funziona come server!!!!Il server e' quello che fa il lavoro.Il server e' quello che manda avanti l'azienda.I client servono solo per far passare il tempo ai dipendenti che giocano al solitario o si collegano a FB, e poi quando pigi il BOSS KEY ti aprono una finestrella con la bitmap di un grafico e di un foglio elettronico.
          • shevathas scrive:
            Re: La mancanza di driver è risolvibile.
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: shevathas


            Senza Linux, spegniamo e mandiamo a casa oltre


            500


            dipendenti.




            lato server dove linux si è affermato scalzando

            gli altri unix proprietari. I client hanno tutti

            linux

            ?




            Mi sa che oltre il vostro monitor c'e' un
            mondo


            che non


            conoscete...



            anche oltre la sala server

            Ma sei de coccio?
            Il computer e' quello che funziona come server!!!!
            Il server e' quello che fa il lavoro.
            Il server e' quello che manda avanti l'azienda.
            si infatti ieri è passato a casa un server a portarmi le pizze che avevo ordinato.
          • anonimo scrive:
            Re: La mancanza di driver è risolvibile.
            - Scritto da: panda rossa
            I client servono solo per far passare il tempo ai
            dipendenti che giocano al solitario o si
            collegano a FB, e poi quando pigi il BOSS KEY ti
            aprono una finestrella con la bitmap di un
            grafico e di un foglio
            elettronico.State tranquilli, questi messaggi non li scrive Panda Rossa, ma il suo server.
          • Jolly Roger scrive:
            Re: La mancanza di driver è risolvibile.

            Ma sei de coccio?
            Il computer e' quello che funziona come server!!!!
            Il server e' quello che fa il lavoro.
            Il server e' quello che manda avanti l'azienda.Infatti è per quello che ti puoi permettere di stare qui a sparare cavolate, perchè il server sta lavorando al posto tuo.........
          • panda rossa scrive:
            Re: La mancanza di driver è risolvibile.
            - Scritto da: Jolly Roger

            Ma sei de coccio?

            Il computer e' quello che funziona come
            server!!!!

            Il server e' quello che fa il lavoro.

            Il server e' quello che manda avanti l'azienda.

            Infatti è per quello che ti puoi permettere di
            stare qui a sparare cavolate, perchè il server
            sta lavorando al postoEsatto! E' proprio cosi' che funzionano i computer: li si programma, e poi lavorano al posto nostro.Altro che clicca clicca.
            tuo.........
          • Fiber scrive:
            Re: La mancanza di driver è risolvibile.
            - Scritto da: panda rossa

            Esatto! E' proprio cosi' che funzionano i
            computer: li si programma, e poi lavorano al
            posto
            nostro.
            Altro che clicca clicca.

            tuo.........leggi qua che imparihttp://punto-informatico.it/b.aspx?i=3010967&m=3012719#p3012719imparare fa sempre bene
          • Amer da scrive:
            Re: La mancanza di driver è risolvibile.
            a quanto ne so camera di commercio, istituto tagliacarne, istat, vari osservatori economici regionali ecc utilizzano questi software, ci risparmiano UNA BARCA DI SOLDI e hanno indici di produttività altissimi.i consulenti vecchio stampo possono anche continuare a suggerire SAS. poveretti. e poveretti soprattutto i gonzi che ci cascano
          • Uno di passaggio scrive:
            Re: La mancanza di driver è risolvibile.
            - Scritto da: nome e cognome
            - Scritto da: Amer da

            Mai sentito parlare di programmoni di business

            intelligence come

            Pentaho?

            software etl come talend, knime?

            data mining come Waka?

            Caspita, nelle ultime software selection che ho
            visto questi prodotti erano spanne davanti a BO,
            SAS, informatica, microstrategy... oh tutti i
            consulenti a proporti
            pentaho...

            Ahahahahahah


            linux è prontissimo per il settore
            professionale.

            Si soprattutto il settore della raccolta dei
            rifiuti.Per tua informazione, Pentaho viene largamente utilizzato nella mia azienda (piccola aziendina multinazionale con circa 80.000 dipendenti) come anche SpagoBIIl problema è che bisogna provarli questi software per comprenderne appieno le funzionalità
        • CoreDump scrive:
          Re: La mancanza di driver è risolvibile.
          - Scritto da: Amer da
          Mai sentito parlare di programmoni di business
          intelligence come
          Pentaho?Io si, nell'azienda dove lavoro lo usiamo ampiamente, cosi come usiamo oracle rack, e tanti altri software come tomcat, liferay e via dicendo, tutti su HP proliant con ovviamente sopra RHEL ( o distro oracle basata sempre su RHEL ) o CentOS, e si usa linux per quasi tutti i progetti core business.
          software etl come talend, knime?
          data mining come Waka?
          gestione di questionari con surveymonkey?
          elaborazioni statistiche con R?
          cartografia libera con qgis?
          per il resto va benissimo openoffice, che ci
          vuole a scrivere un
          documentino.
          se voglio gestire un database non uso certamente
          access, ma vado su cose più serie come mysql o
          postgrsql.o oracle appunto :)
          linux è prontissimo per il settore professionale.Assolutamente si, solo che a molti fa comodo girare la testa dall'altra parte e far finta che non e vero ;)
      • Alvaro Vitali scrive:
        Re: La mancanza di driver è risolvibile.
        - Scritto da: Fiber

        fammi sapere anche quando sono pronti i software
        da utilizzare nel settore professionale sui
        client ( e nn sparatemi la solita barzelletta di
        OpenOffice) .. altrimenti Linux rimane ottimo
        solo per aprire i Pdf e le email
        Sgancia i soldi e trovi tutti i software che vuoi, anche su Linux.Ci sono dei CAD per Linux che costano un occhio; sono destinati a settori specifici come la progettazione di Formula 1 (Renault), elicotteri (consorzio europeo Helicopter), etc.Ci sono programmi di computer grafica largamente usati in campo cinematografico.L'USAF ha un mega simulatore di volo basato su Linux.Basta avere i soldi.Mi sa che chi usa Windows si è un po troppo abituato alla pacchia della pirateria e adesso pretende tutto gratis anche su Linux.
      • jfk scrive:
        Re: La mancanza di driver è risolvibile.
        - Scritto da: Fiber
        fammi sapere anche quando sono pronti i software
        da utilizzare nel settore professionale sui
        client ( e nn sparatemi la solita barzelletta di
        OpenOffice) .. altrimenti Linux rimane ottimo
        solo per aprire i Pdf e le emailNon la sparo, ma te lo affermo.La maggior parte di chi usa office, fa esattamente le stesse identiche cose che ci fa con openoffice.Pensa che io ho visto una marea di aziende che usa i fogli di calcolo per scrivere lettere.La suite Nella mia lunga, ma veramente lunga carriera professionale con i prodotti di Microsoft, ho visto di tutto. Pensa un po' che appena usci word 6 tantando di spodestare wordstar, uno dei word proXXXXXr per eccellenza (chiudendo, occhi ed orecchie verso la pirateria), forniva una manualistica che faceva quasi concorrenza a quella di SCO Unix system V, in uqnato a quantita'. Ebbene sin da allora ho visto solo una, e dico UNA persoan utilizzare word in maniera incredibile.Per come si usa oggi la suita office, la si puo' rimpiazzare tranquillamente con openoffice, o meglio con libreoffice.
        • iii scrive:
          Re: La mancanza di driver è risolvibile.
          - Scritto da: jfk
          - Scritto da: Fiber
          Ebbene sin da allora ho
          visto solo una, e dico UNA persona utilizzare
          word in maniera incredibile.Cosa faceva?
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: La mancanza di driver è risolvibile.
            contenuto non disponibile
          • panda rossa scrive:
            Re: La mancanza di driver è risolvibile.
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: iii

            - Scritto da: jfk


            - Scritto da: Fiber




            Ebbene sin da allora
            ho


            visto solo una, e dico UNA persona utilizzare


            word in maniera incredibile.



            Cosa faceva?

            Io ho scritto un risolutore generico di Sudoku in
            una macro di Excel
            :)Anche io, ma non Excel. Ho usato OOo Calc.
            Per la produttività aziendale me ne sono capitate
            tantissime in passato (es. produzione di un
            catalogo prendendo titoli, testi, caratteristiche
            ed immagini, in tempo reale da unsito internet),Classico.
      • advange scrive:
        Re: La mancanza di driver è risolvibile.

        fammi sapere anche quando sono pronti i software
        da utilizzare nel settore professionale sui client Nel mio settore ci sono tutti e funzionano molto meglio che su Windows(vedi? te l'ho fatto sapere subito)
        ( e nn sparatemi la solita barzelletta di
        OpenOffice) ..OpenOffice è molto migliore di Office.
        altrimenti Linux rimane ottimo solo per aprire i Pdf e le emailHai detto niente?Con Windows queste due cose non le puoi proprio fare.


        se ,ma, fose un giornoParole a caso buttate lì

        sono anni che si ripetono sempre le stesse cose
        :-)Infatti, mi ricordo quando si diceva che Linux sui server non avrebbe mai funzionato; che sui cellulari non avrebbe mai avuto sucXXXXX; e sui supercomputer? Per non parlare dei sistemi embedded!E sui desktop? Non si schioderà mai dallo 0.2% del 2004!
      • FDG scrive:
        Re: La mancanza di driver è risolvibile.
        - Scritto da: Fiber
        fammi sapere anche quando sono pronti i software
        da utilizzare nel settore professionale...Generico software di generico settore professionale... ma di che parli?
      • collione scrive:
        Re: La mancanza di driver è risolvibile.
        se se vabbè, autocad verò? :Dc'è bricscad se proprio lo vuoi (rotfl)tu invece fammi sapere quanto avrò i driver ati su windows server così lo metto al posto di linux sui miei server :D :D
      • H5N1 scrive:
        Re: La mancanza di driver è risolvibile.
        - Scritto da: Fiber
        fammi sapere anche quando sono pronti i software
        da utilizzare nel settore professionale sui
        client ( e nn sparatemi la solita barzelletta di
        OpenOffice) .. altrimenti Linux rimane ottimo
        solo per aprire i Pdf e le email CAD ARES Commander Edition for Linux:http://new.graebert.com/index.php?option=com_content&view=article&id=99&Itemid=105&lang=enBricscad:http://www.bricsys.com/en_INTL/bricscad/index.jsp SVILUPPO Intel® C++ Compiler Professional Edition for Linuxhttp://software.intel.com/en-us/articles/intel-c-compiler-professional-edition-for-linux-documentation/ VIDEO EDITING Lives:http://lives.sourceforge.net/Cinelarra:http://www.heroinewarrior.com/cinelerra.php Contabilità Invoicex:http://www.invoicex.it/index.phpVogliamo parlare di KOffice? (Ma perchè molti sono convinti che OpenOffice sia migliore? Solo perchè c'è la versione per Windows?)Ah, be' certo, si parla di interoperabilità... eh, un bel problema!Ma quale interoperabilità? Quella che costringe a scaricare il pacchetto di compatibilità di Office 2007 che non funziona neanche tanto bene?Vogliamo parlare del formato SVG che alla Microsoft neanche riescono seriamente ad integrare?Vogliamo parlare di standard? Che alla Microsoft una volta stabiliti (e proposti come ISO) non vengono seguiti?Beh certo, se si parla di "produttività" riferendosi all'attività dell'impiegatuccio semi-cerebroleso che se gli togli l'interfaccia Office 2003 per dargli una Ribbon non sa dove mettere le mani o bestemmia se non riesce a dare un rientro esatto di 4 caratteri allora...Per me non è mai l'anno di Linux o di Windows o di Mac. Sono troppo vecchio per 'ste XXXXXXXte.
      • ninjaverde scrive:
        Re: La mancanza di driver è risolvibile.

        fammi sapere anche quando sono pronti i software
        da utilizzare nel settore professionale sui
        client ( e nn sparatemi la solita barzelletta di
        OpenOffice) .. altrimenti Linux rimane ottimo
        solo per aprire i Pdf e le email


        se ,ma, fose un giorno

        sono anni che si ripetono sempre le stesse cose
        :-)Le cose si ripetono ovviamente. Non sempre Linux risolve le questioni di utilizzo specifico, è ovvio, poichè i produttori sanno di contare su di uno standard che è M$ che copre un bacino di utenze del 90% o giù di lì.Con un mio collega softwerista abbiamo creato un programma ed ovviamente su windows... ma lo possiamo far viaggiare anche su Linux con Wine...Poi è chiaro che se Linux coprisse il 30 o 40% degli utilizzatore si troverebbe tutto. La questione quindi è sopratutto di mercato, la spinta di chi vende un prodotto e lo sponsorizza, metre l'altro OS anche se è valido non viene proposto e solo le aziende con il personale adatto lo adottano, mantenendo anche macchine con windows. Poi ci sono gli smanettoni ed i competenti che usano entrambi gli Os preferendo però quello più stabile e sicuro.
    • rover scrive:
      Re: La mancanza di driver è risolvibile.
      Ma il problema più serio si chiama interoperabilità e compatibilità con sw e archivi legacy costati semmai un mare di soldi.
      • quindi scrive:
        Re: La mancanza di driver è risolvibile.
        quindi sostieni che si usa windows non perchè è il migliore ma perchè costa troppo sostituirlo giusto?
        • Sgroggo scrive:
          Re: La mancanza di driver è risolvibile.
          - Scritto da: quindi
          quindi sostieni che si usa windows non perchè è
          il migliore ma perchè costa troppo sostituirlo
          giusto?A me sembra che abbia detto "Ma il problema più serio si chiama interoperabilità e compatibilità con sw e archivi legacy costati semmai un mare di soldi."Ma forse sbaglio io.
          • Rover scrive:
            Re: La mancanza di driver è risolvibile.
            Tu hai letto ebne, visto che l'ho scritto io!Ma quelli con le verità alternative in tasca sono talmente assatanati nelle loro convinzioni che:- o non leggono i post- o non capiscono quello che c'è scritto- o la somma dei due punti precedenti (se leggessero non capirebbero)Comunque questo sito è pineo ti trolloni che pensano che l'informatica giri attorno al loro XXXXXvello da 500 Euro e a 4 righe di codice che hanno scritto in un momento di assenza da PI.Ah, io non scrivo codice. L'ultima volta risale (credo) al 94 e si trattava di una database x uso personale e poco più, tuttora in uso.
        • anonimo scrive:
          Re: La mancanza di driver è risolvibile.
          - Scritto da: quindi
          quindi sostieni che si usa windows non perchè è
          il migliore ma perchè costa troppo sostituirlo
          giusto?Ma a un'azienda non frega niente di chi sia il migliore o il peggiore, mica devono dare una medaglia. Con Linux bello o brutto che sia ci si complica la vita.
          • Fai il login o Registrati scrive:
            Re: La mancanza di driver è risolvibile.
            Intanto ho sostituito un bel po' di file server, ed ho finito di smoccolare per gli infiniti problemi legati a virus ed amenità varie. E nessuno si è accorto della differenza!
          • anonimo scrive:
            Re: La mancanza di driver è risolvibile.
            - Scritto da: Fai il login o Registrati
            Intanto ho sostituito un bel po' di file server,
            ed ho finito di smoccolare per gli infiniti
            problemi legati a virus ed amenità varie. E
            nessuno si è accorto della
            differenza!Sostituisci pure i file server, ma tutto il resto? Se i dipendenti ad esempio hanno bisogno di Visio cosa gli dai DIA che sarà open source ma è nettamente inferiore? E per tutti quei programmini realizzati per Windows che hanno in un mare di uffici gli dici di riscriverli? Le varie Macro per Office?
          • iii scrive:
            Re: La mancanza di driver è risolvibile.
            Devo ammettere che avevo iniziato a usare DIA, ma quando ho provato Visio non sono più tornato indietro.Anche le macro per excel già scritte sono un grande vincolo
          • Fai il login o Registrati scrive:
            Re: La mancanza di driver è risolvibile.
            Te l'ho già detto altre volte, Fai il login o registrati sono io! Piantala di rubarmi il nick o, se proprio lo vuoi fare, almeno prima contattami x chiedermi se sono d'accordo con il contenuto dei tuoi post...
          • H5N1 scrive:
            Re: La mancanza di driver è risolvibile.
            Se ci tieni al nick... fai il login o registrati...
          • Fai il login o Registrati scrive:
            Re: La mancanza di driver è risolvibile.
            Ma LOL (e nessuno saprà mai chi dei due sono!!!)
          • matrix scrive:
            Re: La mancanza di driver è risolvibile.
            Con linux ci si complica la vita? hai mai provato ad installare windows da zero? ubuntu una volta installato ha riconosciuto tutto l'hardware del mio pc scaricando automaticamente i driver necessari. Con windows ho dovuto installare i driver uno ad uno con relativi riavvii. Vogliamo parlare dell'installazione del software? Vogliamo parlare dei virus? Ma forse tu linux non lo hai mai usato e scommetto che office lo hai originale vero?
          • anonimo scrive:
            Re: La mancanza di driver è risolvibile.
            - Scritto da: matrix
            Con linux ci si complica la vita? hai mai provato
            ad installare windows da zero? ubuntu una volta
            installato ha riconosciuto tutto l'hardware del
            mio pc scaricando automaticamente i driver
            necessari. Con windows ho dovuto installare i
            driver uno ad uno con relativi riavvii. Vogliamo
            parlare dell'installazione del software? Vogliamo
            parlare dei virus? Ma forse tu linux non lo hai
            mai usato e scommetto che office lo hai originale
            vero?Senti ma hai capito di cosa parlo? Di migrazione in uffici, non di uno studente che a casa sua infila il CD. Ci sono un sacco di problemi se passi da Windows a Linux. Un sacco di complicazioni per programmi da sostituire dove non ci sono alternative, plugin, macro per Office e hardware per cui non c'è il driver che mica gli puoi dire di cambiare perché Linux è più bello. Guarda Monaco che voleva passare completamente a Linux che difficoltà sta incontrando.
          • Maggio Domo scrive:
            Re: La mancanza di driver è risolvibile.
            Mi pare che come sempre:1. si sia aperta la solita battaglia di religione2. la gente non capisce che gestire e mantenere un sistema aziendale non è esattamente gestire il PC di casa.Il costo delle licenze è il primo addendo di un'equazione MOLTO più lunga.Per esempio.Uno installa il suo bellissimo FS con samba. Per motivo X Samba non va. Che faccio? Mando un post nella comunity e spero? Il tuo capo vuole ADESSO i suoi file, non "quando ho la risposta/la fix forse o altro". Se la risposta fosse RHEL, SLES o simili (per via del supporto) direi che il "risparmio" è appena uscito dalla finestra.
          • Joao Paulista scrive:
            Re: La mancanza di driver è risolvibile.
            E se ti si ferma la rete di Windows, invece, l'assistenza e' gratuita?
          • Rid scrive:
            Re: La mancanza di driver è risolvibile.
            - Scritto da: Joao Paulista
            E se ti si ferma la rete di Windows, invece,
            l'assistenza e'
            gratuita?Non mi pare che Redhat faccia prezzi stracciati, ma almeno se rimani con Windows ti eviti un sacco di grattacapi che riguardano la migrazione.
          • Rover scrive:
            Re: La mancanza di driver è risolvibile.
            Cosa vuol dire si ferma la rete Windows?
          • panda rossa scrive:
            Re: La mancanza di driver è risolvibile.
            - Scritto da: Rover
            Cosa vuol dire si ferma la rete Windows?Per esempio quando il server diventa cosi' e ritorna cosi' ogni volta che provi a riavviare.[img]http://farm4.static.flickr.com/3052/3041071919_81d51f48d4.jpg[/img]Conseguenze immediate: in azienda non va piu' la posta, non si esce piu' in internet, chi si slogga non si riesce a riloggare, chi deve loggarsi non puo' farlo.E se per caso sul medesimo server ci sono i dati condivisi degli utenti, questi non vedono piu' la cartella di rete.Robetta... se tutto va bene nessuno se ne accorge per 5 secondi.Poi partono le chiamate e gli strilli...Come risolverebbe il problema la celere assistenza M$?P.S. Se dovesse capitare sul server linux, io lo riavvierei dalla live per restituire le funzioni minimali all'azienda mentre cerco il problema.
          • panda rossa scrive:
            Re: La mancanza di driver è risolvibile.
            - Scritto da: anonimo
            - Scritto da: quindi

            quindi sostieni che si usa windows non perchè è

            il migliore ma perchè costa troppo sostituirlo

            giusto?

            Ma a un'azienda non frega niente di chi sia il
            migliore o il peggiore, mica devono dare una
            medaglia. Con Linux bello o brutto che sia ci si
            complica la
            vita.Tu ti complichi la vita perche' la tua conoscenza di informatica finisce la' dove non si arriva piu' col mouse.Chi il computer lo sa usare per davvero la vita se la semplifica non hai idea di quanto.
          • shevathas scrive:
            Re: La mancanza di driver è risolvibile.

            Tu ti complichi la vita perche' la tua conoscenza
            di informatica finisce la' dove non si arriva
            piu' col
            mouse.almeno non spendono in formazione per insegnare alle persone qualcosa che vada oltre il semplice uso del mouse, anche perché spesso interessano anche esperti in ragioneria, economia e commercio, giurisprudenza, tornitori che guru di informatica.
          • panda rossa scrive:
            Re: La mancanza di driver è risolvibile.
            - Scritto da: shevathas

            Tu ti complichi la vita perche' la tua
            conoscenza

            di informatica finisce la' dove non si arriva

            piu' col

            mouse.

            almeno non spendono in formazione per insegnare
            alle persone qualcosa che vada oltre il semplice
            uso del mouse, anche perché spesso interessano
            anche esperti in ragioneria, economia e
            commercio, giurisprudenza, tornitori che guru di
            informatica.Vero. E le conseguenze si vedono: ignoranza ed anarchia.
          • H5N1 scrive:
            Re: La mancanza di driver è risolvibile.
            Quando capiranno che "it just works" è una dannazione più che una "feature" sarà troppo tardi.Eh-ehm... già lo è.
        • Rover scrive:
          Re: La mancanza di driver è risolvibile.
          Complessivamente, considerando i costi anche a lungo termine, è il migliore.E poi c'è un altro problemino che aggrava i costi dei sistemi alternativi:con un OS e una suite office (sicuramente la più completa) dello stesso produttore miglioro la qualità dell'assistenza. Detto meglio, meno varietà d consulenti mi serve, migliore è il servizio a parità di costi di cui posso avvalermi.In partica l'azienda per cui lavoro è così organizzata:Stazioni di lavoro con Windows + Office. Questo è di base in tutti i PC a fa riferimento ad una sola azienda (MS)Poi i vari applicativi a seconda dell'attività svolta (e quasi nessuno di questi esiste per sistemi diversi da WIndows)Molti applicativi sviluppati su specifiche richieste aziendali; altri applicativi specifici aziendali che si devono interfacciare con periferiche (anche particolari) che spesso operano solo in Windows.Quindi aziende che sono strutturate su Windows, perchè quando serviva allestire le stazioni client 15-20 anni orsono non c'era altra scelta, continuano in quella che è la scelta migliore. Perchè per le aziende (soprattutto se grandi e semmai pure in borsa) il prodotto migliore è quello che mi porta al risultato con il minor costo COMPLESSIVO.Ciao
          • vik scrive:
            Re: La mancanza di driver è risolvibile.
            mi dispiace contraddirti ma su questo punto ti sbagli.A lungo termine il passgaggio a linux ha costi notevolmente minori, il costo grosso è a brve medio termine, quando cioè devi restrutturare il sistema informativo aziendale per essere compatibile con linux. Linux da moltissime possibiltà sta a te investire le giuste risorse per sfruttare le possibilità che più servono alla azienda.Con le soluzioni proprietrie si pagano un sacco di soldi per funzionalità che non sono utilizzate, con linux paghi solo i servizi che realmente ti servono. A lungo termine non c'è paragone.
          • Rover scrive:
            Re: La mancanza di driver è risolvibile.
            Guarda che le aziende che hanno molti sw legacy, che fanno il loro dovere da anni, che sono costati molti soldi, che sono stati migliorati nel tempo, che interagiscono con archivi e dbase critici, non hanno nessuna intenzione di cambiare OS. Già hanno mal di pancia a passare a seven, con cui molti sw sono già compatibili oppure basta poco per renderli funzionanti.Figurati cambiare OS.E comunque quando c'è un problema le aziende hanno bisogno di una soluzione rapida, perchè il tempo è denaro.Poi è chiaro che le scelte sono influenzate anche dal comportamento dei CEO. Pochi se la sentono di dedicare grosse cifre in una riconversione totale per sostituire un sistema che funziona, e di cui sono noti pregi e difetti. Perchè i benefici economici, tra l'altro, si avrebbero sotto la responsabilità di 2 CEO dopo. Ammettendo che ce e siano. Dubito.
          • shevathas scrive:
            Re: La mancanza di driver è risolvibile.

            A lungo termine il passgaggio a linux ha costi
            notevolmente minori, termine lungo ma quanto lungo ?
            il costo grosso è a brve
            medio termine, quando cioè devi restrutturare il
            sistema informativo aziendale per essere
            compatibile con linux. se il punto di pareggio va oltre i cinque anni il termine è troppo lungo per un investimento in qualcosa di volatile come il software.
            Linux da moltissime
            possibiltà sta a te investire le giuste risorse
            per sfruttare le possibilità che più servono alla
            azienda.e cioè ?
            Con le soluzioni proprietrie si pagano un sacco
            di soldi per funzionalità che non sono
            utilizzate, con linux paghi solo i servizi che
            realmente ti servono. A lungo termine non c'è
            paragone.ma cosa c'entrano le funzionalità (stampa in formato A3,12; etc. etc. di un software con i servizi di supporto ad un software ?mi sa che avete un po' di confusione in testa, confusione che generalmente non viene vista di buon occhio da chi deve decidere gli investimenti.
          • pippo75 scrive:
            Re: La mancanza di driver è risolvibile.

            A lungo termine il passgaggio a linux ha costi
            notevolmente minorimi fai qualche esempio di calcolo dei costi a lungo termine?grazie.
          • panda rossa scrive:
            Re: La mancanza di driver è risolvibile.
            - Scritto da: Rover
            Complessivamente, considerando i costi anche a
            lungo termine, è il
            migliore.
            E poi c'è un altro problemino che aggrava i costi
            dei sistemi
            alternativi:
            con un OS e una suite office (sicuramente la più
            completa) dello stesso produttore miglioro la
            qualità dell'assistenza. (rotfl)(rotfl)(rotfl)
            Detto meglio, meno
            varietà d consulenti mi serve, migliore è il
            servizio a parità di costi di cui posso
            avvalermi.In pratica stai dicendo che se ti vincoli ad una sola societa' di consulenza (scarsa perche' opera solo per winsozz), tu credi di risparmiare e non ti ritrovi poi legato mani e piedi a loro per aver trasferito tutto il tuo know how all'esterno? Complimenti!
            In partica l'azienda per cui lavoro è così
            organizzata:
            Stazioni di lavoro con Windows + Office. Questo è
            di base in tutti i PC a fa riferimento ad una
            sola azienda (MS)E gia' qui devi mettere a bilancio una bella paccata di licenze e l'obbligo di aggiornare l'hardware ogni volta che M$ se ne esce con una nuova versione di SO e di suite (incompatibili con le versioni precedenti e con l'hardware precedente).
            Poi i vari applicativi a seconda dell'attività
            svolta (e quasi nessuno di questi esiste per
            sistemi diversi da WIndows)Sono applicativi generici o custom?Se sono generici caccia i nomi. Se sono custom, colpa vostra che li avete fatti sviluppare non multipiattaforma.
            Molti applicativi sviluppati su specifiche
            richieste aziendali; Tra le cui richieste manca evidentemente "multipiattaforma".Complimenti al manager!
            altri applicativi specifici
            aziendali che si devono interfacciare con
            periferiche (anche particolari) che spesso
            operano solo in Windows.Quali periferiche?
            Quindi aziende che sono strutturate su Windows,
            perchè quando serviva allestire le stazioni
            client 15-20 anni orsono non c'era altra scelta,Oggi pero' c'e'.
            continuano in quella che è la scelta migliore.Eh gia'... uno comincia con la fiat Duna, e oggi che c'e' di meglio e a minor costo, prosegue con la fiat Duna che e' la scelta migliore.
            Perchè per le aziende (soprattutto se grandi e
            semmai pure in borsa) il prodotto migliore è
            quello che mi porta al risultato con il minor
            costo COMPLESSIVO.E dimentichi sempre di proiettare il costo alla distanza!Quindi meglio spendere 900 oggi e continuare a spendere 900 nei secoli a venire che spendere 1000 oggi e poi basta.Meriteresti il Nobel per l'economia.
          • shevathas scrive:
            Re: La mancanza di driver è risolvibile.


            Detto meglio, meno

            varietà d consulenti mi serve, migliore è il

            servizio a parità di costi di cui posso

            avvalermi.

            In pratica stai dicendo che se ti vincoli ad una
            sola societa' di consulenza (scarsa perche' opera
            solo per winsozz), tu credi di risparmiare e non
            ti ritrovi poi legato mani e piedi a loro per
            aver trasferito tutto il tuo know how
            all'esterno?
            Complimenti!
            invece assumere un guru dell'informatica per gestire un file server 3 PC e il sistema di gestione magazzino è una scelta aziendalmente molto sensata. Quando qualcosa non funziona alla macchina chiami Ross Brown vero ?
            E gia' qui devi mettere a bilancio una bella
            paccata di licenze e l'obbligo di aggiornare
            l'hardware ogni volta che M$ se ne esce con una
            nuova versione di SO e di suite (incompatibili
            con le versioni precedenti e con l'hardware
            precedente).
            per esperienza l'hw quei 5/6 anni per ammortizzare i costi (
            50 euro a postazione - anno) li dura. Non sei obbligato a cambiare il SO non appena esce una nuova versione. Alla fine dei conti si sta parlando di una spesa di meno di cinquanta euro anno per computer. Nell'ottica di una azienda media non mi sembra una grandissima spesa.
            Sono applicativi generici o custom?
            Se sono generici caccia i nomi.
            Se sono custom, colpa vostra che li avete fatti
            sviluppare non
            multipiattaforma.
            non penso gli abbiano fatti sviluppare ieri. Molti sono stati costruiti 15/20 anni fa, spesso in cobol. Quando linux era agli inizi e generalmente giravano su Netware.

            Molti applicativi sviluppati su specifiche

            richieste aziendali;

            Tra le cui richieste manca evidentemente
            "multipiattaforma".
            Complimenti al manager!
            guarda sono queste le sparate che fanno considerare gli alfieri del software libero dei fuffisti che non capiscono niente di aziende e derubricano le loro affermazioni a "barzelletta". Cosa ne sai di quando tali applicativi sono stati sviluppati ? di quali sono stati i motivi per compiere determinate scelte ? Facendo un parallelo con le automobili sarebbe da criticare la lancia perché nella Flavia coupè non aveva previsto di poterci collegare l'iPod.

            Quindi aziende che sono strutturate su Windows,

            perchè quando serviva allestire le stazioni

            client 15-20 anni orsono non c'era altra scelta,

            Oggi pero' c'e'.
            quanto costa cambiare ?
            Eh gia'... uno comincia con la fiat Duna, e oggi
            che c'e' di meglio e a minor costo, prosegue con
            la fiat Duna che e' la scelta
            migliore.
            tu cambi automobile ogni 6 mesi, all'uscita di una nuova versione ?
            E dimentichi sempre di proiettare il costo alla
            distanza!

            Quindi meglio spendere 900 oggi e continuare a
            spendere 900 nei secoli a venire che spendere
            1000 oggi e poi
            basta.le cifre sono leggermente diverse.
            Meriteresti il Nobel per l'economia.sei passato dal: "io non sono un commerciale" a "io ho il nobel dell'economia ?"
          • pippo75 scrive:
            Re: La mancanza di driver è risolvibile.


            sei passato dal: "io non sono un commerciale" a
            "io ho il nobel dell'economia
            ?"se il percorso era contrario avrei detto che tu sei Tremonti :) .
          • bbo scrive:
            Re: La mancanza di driver è risolvibile.
            - Scritto da: panda rossa
            In pratica stai dicendo che se ti vincoli ad una
            sola societa' di consulenza (scarsa perche' opera
            solo per winsozz), tu credi di risparmiare e non
            ti ritrovi poi legato mani e piedi a loro per
            aver trasferito tutto il tuo know how
            all'esterno?
            Complimenti!gli scarsi ci sono dappertutto, conosco un sacco di incompetenti che si sentono fighi solo perché amministrano unix.ma ci sono anche un sacco di persone preparate che, per questione di gusti personali o di scelte aziendali, hanno scelto di specializzarsi su windows.il problema è che c'è un sacco di gente che lavora in ambito informatico, ma le persone con reali capacità sono poche.
          • collione scrive:
            Re: La mancanza di driver è risolvibile.
            sistema migliore? minor costo? ma chi sei il tizio che ha inventato la campagna fasulla get the facts?e GET THE FACTS (rotfl)
    • collione scrive:
      Re: La mancanza di driver è risolvibile.
      stessa cosa è capitata a meno con l'acer aspire one d260è stato riconosciuto tutto senza problemi con l'unica difficoltà ( se vogliamo definirla così ) di dover installare i driver proprietari di broadcomovviamente i puristi dell'open possono mettersi il cuore in pace perchè il prossimo kernel avrà i driver open broadcom
Chiudi i commenti