Microsoft per la formazione: inizia il tour

Spiegare ai partner i vantaggi delle soluzioni Microsoft. Desktop, Server, comunicazione e licensing. Con un'occhiata a Windows Server 2008

Milano – Parte il prossimo 20 novembre il Microsoft Partner Tour . L’azienda di Redmond toccherà 11 città, da Catania a Torino, incontrando i propri partner con l’obiettivo di formarli sulle opportunità di business legate alle nuove tecnologie Microsoft.

L’iniziativa nasce sulla scia del road show Starting Innovation Tour dello scorso anno, e si propone di aiutare i partner a individuare nuove opportunità di business, spiegando i differenti scenari in cui i prodotti Microsoft possono accrescere la competitività aziendale.

“Il road show è per Microsoft un’importante opportunità per incontrare i nostri partner, soprattutto a livello locale, e promuovere occasioni di formazione continua e capillare sulle nostre tecnologie” spiega Luca Marinelli, direttore Piccole Medie Imprese e Partner di Microsoft Italia.

Ogni evento, della durata di una giornata, sarà articolato in due momenti: “Al mattino saranno affrontate le novità delle soluzioni desktop e server Microsoft; nel pomeriggio si terranno approfondimenti relativi alle soluzioni di collaborazione e comunicazione integrate, e verranno fornite informazioni sulle modalità di licensing e sugli strumenti di vendita, sulle promozioni e sui programmi di finanziamenti in grado di supportare i partner nelle attività di vendita”.

Si comincia il 20 novembre a Catania: le altre città toccate saranno Bari, Napoli, Roma, Firenze, Ferrara, Brescia, Trento, Udine, Varese e Torino. Per tutte le informazioni relative al Microsoft Partner Tour è possibile consultare questo indirizzo .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • marcel scrive:
    Wimax
    Sono a favore della concessione delle licenze alle grandi fornitrici di accesso nazionali.Sono certo che solo loro potranno garantire un servizio efficiente su tutto il territorio nazionale: spezzettare le licenze significa spezzettare il servizio.Io sono uno delle migliaia di persone che per lavoro (pensiano a tutti i rappresentanti di commercio) o per motivi familiari (il mio caso) sono costretti a trasferirsi spesso e che desiderebbero un numero geografico per connettersi (ad Internet) da qualsiasi parte d'Italia, senza problemi. Praticamente quello che oggi garantiscono pienamente (sia pure con velocità effettiva di 200/300 Kbs, UMTS) TIM e Vodafone. Molto meno 3 e Wind. Mi rendo conto di essere controcorrente, ma ritengo di essere pragmatico ed invito tutti coloro che usano il collegamento per lavoro da postazioni... mobili... di farsi avanti per far sentire anche le nostre esigenze. Certo non mi fa piacere che le "grandi" fagocitano le "piccole", ma se questo è il prezzo da pagare per avere un servizio efficiente su tutto il territorio nazionale, non mi sembra realistico proporre alternative "populiste", cioè di micro entità che non hanno la forza economica e tecnica per assicurare - REALISTICAMENTE - un servizio decente se non in piccoli ambiti, magari superserviti da banda larga.Il problema è assicurare un servizio efficiente in zone non servite dall'ADSL, quindi poco appetibili, dal punto di vista commerciale.La Società - a me sconosciuta - che ha proposto ricorso al TAR del Lazio contro la gara del Wimax non ha reso un buon servizio a chi, come me, spera di risolvere i propri problemi di connessione con l'avvento del WiMax. Dove opera questa società? Non facciamo discorsi aeriformi o di principio, scendiamo a parlare di problemi pratici: chi ha necessità di collegarsi da località diverse, spesso non servite dall'ADSL quali speranze ha?marcel
  • asdolo scrive:
    asd
    flap flap flap flap
  • Anonimo scrive:
    Carola
    Ehi ma carola ha i fianchi larghi!! inquadrandola a mezzo busto le si notano! o noooo mi crolla il mito della stangona! :'(
    • Luigi scrive:
      Re: Carola
      Caro anonimo, mi sa che vedi più donne al pc che nella vita reale. Carola è proprio una bella ragazza, al di là del ruolo che svolge.
      • Anonimo scrive:
        Re: Carola

        Caro anonimo, mi sa che vedi più donne al pc che
        nella vita reale. Carola è proprio una bella
        ragazza, al di là del ruolo che svolge.Mi sa che tu invece di donne non ne vedi proprio, a questo punto.
      • J.Titor scrive:
        Re: Carola
        invece io se carola avesse qualche chiletto in piu me la sposerei pure... è anche troppo secca x i miei gustiW LE RAGAZZE CICCIOTTE !!! E smettiamola con sta smania di magre... che fanno pure s... sembrano malate.
    • Luc scrive:
      Re: Carola
      Più che stangona, direi "massiccia"... :)
    • Emilio (quello falso) scrive:
      Re: Carola
      per me è un giocatore di rugby con le tette
  • Julie scrive:
    Complimenti
    Meno news più approfondite. Ottimo!A quando uno special dedicato a singole tematiche?
    • Calendar scrive:
      Re: Complimenti
      - Scritto da: Julie
      Meno news più approfondite. Ottimo!
      A quando uno special dedicato a singole tematiche?Bell'idea!! L'appoggio!!
  • Alessandro scrive:
    Durata
    Ma questi servizi non dovevano durare 3 minuti ?
  • sberla scrive:
    robaa vecchiaaaa.... il futuro?
    oh ma quante volte vengono ripetuti questi intercalari? chi e' che scrive i testi?un po' piu' di fantasia no?
  • devil64 scrive:
    Complimenti a Carola.
    Sempre più ... tutto Ciao
Chiudi i commenti