Microsoft Progetto Docente

5mila insegnanti delle scuole medie superiori italiane saranno coinvolti in un mega-progetto messo a punto da Microsoft con il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca. Per la tecnologia nella didattica
5mila insegnanti delle scuole medie superiori italiane saranno coinvolti in un mega-progetto messo a punto da Microsoft con il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca. Per la tecnologia nella didattica


Milano – Si chiama Progetto Docente il piano realizzato da Microsoft in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, per il prossimo anno scolastico, un mega-progetto che prevede corsi di formazione come non si erano mai visti in Italia: saranno coinvolti 5.000 insegnanti delle scuole medie superiori di questo paese.

L’obiettivo di Progetto Docente – si legge in una nota – è “formare e aggiornare i docenti sulle nuove tecnologie informatiche e il loro utilizzo in ambito didattico, proponendo una serie di percorsi che consentono di contestualizzare le competenze apprese all’interno delle attività scolastiche”.

Strutturato in 8 moduli, suddivisi in un livello base e uno intermedio, il corso avrà una durata di 3 settimane e richiederà un impegno di circa un’ora al giorno. “Al termine – continua la nota – i partecipanti avranno raggiunto un livello di conoscenza che consentirà loro di sostenere gli esami di certificazione sui programmi di produttività personale e di gruppo più diffusi. Riceveranno inoltre gratuitamente un kit di prodotti (composto da Microsoft Office XP Professional e Microsoft Publisher 2002 versione education) e l’attestato di “Docente di Tecnologia Applicata”, quale riconoscimento per il loro impegno”.

I corsi si avvarranno della piattaforma e-learning di ELEA, completamente basata su tecnologia server Microsoft.NET (Microsoft Windows 2000 Server, Microsoft SQL Server 2000 e Microsoft Internet Information Server), che punta su interattività e flessibilità. L’ambiente di e-learning prevede l’impiego di strumenti multimediali e il supporto di tutor capaci “di motivare e coinvolgere attivamente gli insegnanti nel processo di apprendimento”.

I tutor, oltre ad assistere i docenti nell’approccio alla piattaforma di e-learning e al metodo di lavoro, hanno il compito di monitorare le attività svolte dagli insegnanti, di verificare il livello delle competenze acquisite, di promuovere la collaborazione e il confronto tra tutti i partecipanti attraverso conversazioni via Internet, forum e gruppi di discussione.

L’insieme di questi strumenti induce Microsoft a parlare di Progetto Docente come uno strumento che, tra le varie cose, consente di realizzare quella che definisce “Connected Learning Community”, naturalmente al servizio della scuola.

“Progetto Docente – ha dichiarato Davide Viganò, Vice Direttore Generale Enterprise & Partner Group e Central Marketing Organization di Microsoft Italia – è un esempio concreto di come pubblico e privato possano collaborare efficacemente per offrire ai docenti strumenti formativi di nuova generazione, che avranno un impatto positivo in ambito didattico. E’ importante che gli insegnanti, fondamentali nel processo educativo dei giovani, ricevano una formazione adeguata sulle nuove tecnologie, per poter trasferire agli studenti il valore che questi nuovi strumenti hanno per lo sviluppo delle potenzialità di ogni singolo individuo. Grazie all’e-learning diventa finalmente reale la grande opportunità di sviluppare iniziative di formazione strutturate ed efficaci per tutti, a sostegno anche di particolari aree geografiche e di contesti educativi più deboli”.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

16 07 2002
Link copiato negli appunti