Microsoft: Project Natal sarà come una nuova Xbox

Sottolineando l'importanza del suo futuro sistema di controllo, Redmond ribadisce che il suo lancio sarà un'operazione in grande stile. Dal 2010, sarà guerra a Nintendo Wii
Sottolineando l'importanza del suo futuro sistema di controllo, Redmond ribadisce che il suo lancio sarà un'operazione in grande stile. Dal 2010, sarà guerra a Nintendo Wii

Il futuro lancio di Project Natal , l’addon per Xbox 360 con cui Microsoft promette di rivoluzionare il modo in cui gli utenti controllano i videogame e vi interagiscono, sarà più simile al lancio di una nuova console da gioco che a quello di un accessorio. A dichiararlo è il boss della divisione Microsoft Xbox, Shane Kim, secondo il quale Natal è destinato a scuotere l’intero panorama videoludico e surclassare il successo ottenuto da Nintendo con il suo celebre Wiimote.

“Concettualmente, il lancio di Natal sarà come il lancio di Xbox 360. Altrettanto grande, altrettanto importante”, ha affermato Kim. “Per lanciarlo non aspetteremo soltanto che il software e l’hardware siano pronti: sarà nostra premura assicurarci che, per quella data, vi sia anche un congruo numero di contenuti compatibili e capaci di sfruttarne a pieno le potenzialità. Per l’uscita di Natal vogliamo avere una ricca lineup di titoli”.

Affinché il lancio di Natal sia un successo, l’analista Michael Pachter della società Wedbush Morgan Securities sostiene che ci vorranno almeno una trentina di titoli di buona qualità. Microsoft sembra pensarla allo stesso modo, tanto che Kim ha già avvisato gli utenti di mettersi il cuore in pace: Natal non arriverà sul mercato quest’anno . Il manager di BigM non ha fornito alcun indizio sul periodo di uscita dell’ambizioso addon per Xbox 360, ma è tuttavia lecito supporre che l’anno del debutto sarà il 2010.

Microsoft si aspetta che Xbox 360 continui a “tenere” il mercato almeno fino al 2015, ma non nasconde il fatto che Natal potrebbe rendere la propria console da gioco altrettanto longeva quanto la PlayStation 2.

Con Natal, Microsoft non vuole semplicemente ridimensionare il successo di Wii. Vuole annichilire l’avversaria e conquistare la vetta del mercato. Per riuscirci ha deciso di fare le cose in grande, investendo nel progetto fior di quattrini e facendo covergere in un solo sistema di controllo le tecnologie più disparate: motion capture 3D e motion analisys, riconoscimento dei volti e dei gesti, riconoscimento degli oggetti nello spazio tridimensionale, riconoscimento vocale, localizzazione della fonte sonora, riduzione del rumore ambientale ecc. Un piatto senza dubbio ricco, quello propinato da Microsoft, anche se rimane da capire quale sarà il suo costo: il prezzo sarà sicuramente determinante nel successo o meno di questa tecnologia, soprattutto in tempo di crisi economica.

Crisi che non risparmia neppure uno dei mercati più ricchi al mondo, quello videoludico: secondo NPD Group , lo scorso maggio le vendite globali di videogiochi hanno subito, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, una flessione del 23 per cento, riducendo il fatturato intorno agli 863 milioni di dollari. Segno negativo anche per le vendita di hardware (console da salotto e portatili) calate del 17 per cento (-449 milioni di dollari).

Gli analisti fanno notare come quello appena trascorso sia stato il terzo mese consecutivo in cui il settore dei videogame abbia registrato una perdita di fatturato rispetto all’anno precedente. Maggio è stato altresì il primo mese, dall’agosto del 2007, in cui il fatturato legato ai videogiochi è sceso al di sotto del miliardo di dollari.

Per una classifica aggiornata delle console da gioco più vendute sul mercato si veda la tabella pubblicata qui da Kotaku .

Alessandro Del Rosso

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti