Microsoft riaccoglie Cryptome

Non era nelle intenzioni di BigM rendere irraggiungibile il sito che ha mostrato alla rete alcuni suoi documenti riservati
Non era nelle intenzioni di BigM rendere irraggiungibile il sito che ha mostrato alla rete alcuni suoi documenti riservati

Microsoft ha ritirato la richiesta di shut-down con la quale Cryptome.org , sito che da 14 anni raccoglie e rende pubblici documenti riservati, era scomparso dal Web.

La causa delle lamentele di BigM era un documento riservato dell’azienda che era stato reso pubblico e per il quale era scattata la denuncia di violazione del copyright, in quanto prodotto da Microsoft.

Tuttavia, come si evince dalla documentazione comparsa su Cryptome.org , Microsoft non intende mollare la presa: “Non intendevamo chiedere la chiusura completa del sito – ha dichiarato il portavoce Evan Fox – tuttavia continuiamo a ritenere che si tratti di violazione di copyright”.

Non è la prima volta che Cryptome.org si trova nei guai a causa della sua attività poco gradita alle grandi aziende e, talvolta, agli stessi organi statali degli Stati Uniti.

Giorgio Pontico

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

26 02 2010
Link copiato negli appunti