MIT, una stampante 3D per colonie extraterrestri?

E' in grado di stampare anche edifici utilizzando diversi materiali, grazie ad un sistema meno vincolato rispetto a quelli classici, ed è predisposta per l'alimentazione ad energia solare

Roma – In un articolo pubblicato su Science Robotics è stato presentato un nuovo tipo di stampante 3D in corso di sviluppo presso il laboratorio Mediated Matter del Massachusetts Institute of Technology (MIT), un sistema che non è soggetto ai vincoli dei sistemi classici di 3D printing ( cartesiano o delta ) riuscendo a stampare anche oggetti di enormi dimensioni come potrebbero essere edifici abitabili .
Il sistema è composto da un braccio meccanico robotizzato montato su un veicolo e che controlla un ugello che emette schiuma di poliuretano espanso con cui costruire oggetti di enorme dimensione tramite il deposito strato su strato e senza che si sia vincolati ad una precisa dimensione massima del “piatto di stampa”.

Nel video viene mostrato come viene costruita in sole 14 ore una cupola alta 12 metri depositando gli strati di materiali su due pareti parallele tra le quali viene lasciato volutamente uno spazio vuoto riempibile con calcestruzzo, materiale isolante o utilizzabile per posizionare tubi per l’impianto idrotermico o cavi dell’impianto elettrico necessari all’edificio stesso.

Nonostante il robot sia ancora in fase sperimentale, il team del MIT spera che possa costituire un modo per ridurre i costi di costruzione aumentando allo stesso tempo la sicurezza dei lavoratori.

Obiettivo più a lungo termine potrebbe essere la possibilità di una completa autonomia sia energetica che dal punto di vista dei materiali utilizzabili in modo da poter sfruttare il robot per costruire edifici su ad esempio sulla Luna o su Marte, per preparare l’arrivo di eventuali “coloni”.

Il direttore del progetto Steven Keating ha spiegato che il progetto nasce dall’esigenza di creare macchine e strutture di ispirazione biologica, per creare “sistemi robotici autosufficienti”: “Proprio come un albero raccoglie e gestisce la propria energia – spiega – stiamo sviluppando la nostra piattaforma cercando di raggiungere un obiettivo progettuale analogo. Abbiamo dimostrato che è possibile farlo attraverso l’energia fotovoltaica potendo anche raccogliere e utilizzare materiali locali”.
Il robot, infatti, può anche costruire strutture più piccole formate da sabbia, terra compressa, catene metalliche (saldate insieme) e anche da ghiaccio (depositato prima sotto forma di acqua). Può inoltre scavare, captare diversi segnali ambientali, tra cui le radiazioni (che potrebbero essere di aiuto in caso di riparazione di reattori nucleari) e stampare le pareti con variazioni di colore o rigidità per ulteriori personalizzazioni e efficienza.

Con la giusta combinazione di sensori, il sistema può personalizzare una costruzione basata su condizioni come la luce e il tempo e può utilizzare il proprio ambiente come base per le proprie strutture spingendosi fino ad ipotizzare addirittura la possibilità di costruire muri composti da materiale organico vivente come i cianobatteri, in grado di adattarsi all’ambiente in modo da favorire l’obiettivo iniziale della squadra di creare una struttura biologica.
Al momento il sistema è programmabile e necessita dell’attivazione di un operatore anche se si sta lavorando affinché possa agire in piena autonomia quando sarà necessario che operi in condizioni estreme.

Luca Algieri

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • xte scrive:
    Volete mail "sicure"?
    Inteso come non facilmente leggibili/alterabili "in viaggio" da terzi? Ok, GNUPG è in giro da decenni. Volete messaggi non facilmente tracciabili? I2P-Bote. Volete audio/video "non facilmente intercettabili"? Ok, Jitsi ip2ip con zrtp o anche Ring (ex SFLPhone).Non esistono soluzioni commerciali o proprietarie sicure.
    • ... scrive:
      Re: Volete mail "sicure"?
      - Scritto da: xte
      Non esistono soluzioni commerciali o proprietarie
      sicure.E la garanzia su quelle open la metti tu? Hai mai riletto tutto il codice di un'applicazione open o fai anche tu un atto di fede come tutti affermando che essendoci il codice lo si può controllare (senza averlo mai scaricato o letto), ma soprattutto, hai controllato anche il codice del compilatore che ti genereà l'eseguibile e le varie librerie acXXXXXrie ecc.?Posso affermare con assoluta certezza che NO, non l'hai fatto come non l'ha mai fatto nessuno di quelli che chiaccherano cavolate. L'open potrebbe essere potenzialmente più sicuro, ma solo potrebbe, il resto è fuffa
      • panda rossa scrive:
        Re: Volete mail "sicure"?
        - Scritto da: ...
        - Scritto da: xte

        Non esistono soluzioni commerciali o
        proprietarie

        sicure.
        E la garanzia su quelle open la metti tu? Hai mai
        riletto tutto il codice di un'applicazione open o
        fai anche tu un atto di fede come tutti
        affermando che essendoci il codice lo si può
        controllare (senza averlo mai scaricato o letto),
        ma soprattutto, hai controllato anche il codice
        del compilatore che ti genereà l'eseguibile e le
        varie librerie acXXXXXrie
        ecc.?
        Posso affermare con assoluta certezza che NO, non
        l'hai fatto come non l'ha mai fatto nessuno di
        quelli che chiaccherano cavolate. L'open potrebbe
        essere potenzialmente più sicuro, ma solo
        potrebbe, il resto è
        fuffa[img]http://imblog.aufeminin.com/blog/D20101214/475381_209815621_rosicare_H212356_L.jpg[/img]
        • ... scrive:
          Re: Volete mail "sicure"?
          - Scritto da: panda rossa
          http://imblog.aufeminin.com/blog/D20101214/475381_Allora forse è il caso che smetti, forse c'è speranza che ti si possa recuperare
      • xte scrive:
        Re: Volete mail "sicure"?
        Ho sommariamente letto il codice di un bel numero di applicazioni e come l'ho fatto io l'han fatto, spesso molto ma molto meglio di me, svariati soggetti in giro per il mondo. Al contrario un prodotto semiclosed non l'ha veramente guardato altro che il produttore.La certezza assoluta non la puoi avere, ma ci sono vari "gradi di insicurezza", le scatole chiuse sono tra i gradi più alti, il codice open, sviluppato da una community vasta sparsa per il mondo tra i più bassi.Un paragone: ti "puoi fidare" più dei risultati elettorali scrutinati sezione per sezione sul territorio nazionale con presenza di tutti i rappresentanti del caso nel seggio o il voto fatto su una piattaforma proprietaria gestita da un'azienda singola attraverso internet (ogni riferimento ai pentastellati con la loro illusione di democrazia non è puramente casuale)?
        • ... scrive:
          Re: Volete mail "sicure"?
          - Scritto da: xte
          Ho sommariamente letto il codice di un bel numero
          di applicazionie con questo tagliamo la testa al toro. In prqatica confermi quello che ho detto. Poi l'atto di fede che altri abbiano fatto un'analisi seria è un valore aggiunto (rotfl)Grazie di avermi confermato quello che sospettavo
          • me numero 2 scrive:
            Re: Volete mail "sicure"?
            veramente a me sembra che ti abbia smentito... ma avrai ragione tu :
          • xte scrive:
            Re: Volete mail "sicure"?
            Prego! Posso per curiosità chiederti che garanzia ti da il software closed? Quella contrattuale direi di no visto che in ogni contratto si declina ogni possibile responsabilità per ogni cosa. Quella del commerciale discotecaro in giacca&cravatta non so a te che effetto faccia ma a me sa di garanzia d'altra natura (ovvero garanzia di cetrioli volanti)... Il buon nome? Hum, a guardare la storia di vulnerabilità pubbliche regolarmente patchate con ampi ritardi, negate ecc... A ben leggere le storie sulle assistenze clienti...Mah, posso chiederti che cosa sospettavi? Perché forse non sei riuscito a scriverlo.
  • prova123 scrive:
    Come ogni altro dispositivo
    se non è proibito negli stati uniti allora è insicuro per il patriot act. Gli unici dispositivi/software sicuri sono solo quelli di cui è proibita la vendita negli stati uniti ... non è una cosa troppo difficile da capire.
  • Il Fuddaro scrive:
    Comunque.....
    Dopo aver letto entrambi i siti, una cosa è certa, uno dei due sta mentendo! (rotfl)
    • bubba scrive:
      Re: Comunque.....
      - Scritto da: Il Fuddaro
      Dopo aver letto entrambi i siti, una cosa è
      certa, uno dei due sta mentendo!
      (rotfl)l'hackerino e' un po' ipertrofico, ma essenzialmente i mentitori sono quelli del nomx...
  • Il Fuddaro scrive:
    php he he....
    Già il solo fatto che viaggia con a 'bordo' php la dice lunga su quanto possa essere sicuro. p:Si, si , lo so, voi phppiari, certo, certoooo.
    • lorenzo scrive:
      Re: php he he....
      Quindi affermi che php e' intrinsecamente insicuro ... qualche informazione a riguardo ?
      • xte scrive:
        Re: php he he....
        Penso che affermi: se qualcuno sceglie php si classifica, un po' come qualcuno che scelga chessò di appoggiare un Hitler, Erdogan&c...
        • Lorenzo scrive:
          Re: php he he....
          interessante , quindi perdonando per il momento la mancanza di argomentazione , almeno potrebbe esprimere il suo pensiero su cosa si dovrebbe scegliere al posto di php .
          • Il Fuddaro scrive:
            Re: php he he....
            - Scritto da: Lorenzo
            interessante , quindi perdonando per il momento
            la mancanza di argomentazione , almeno potrebbe
            esprimere il suo pensiero su cosa si dovrebbe
            scegliere al posto di php
            .Python e già molto ma molto più sicuro by design di php!Non per niente, un server che ti hosta uno dei tanti servizi tecnologie rivolte al fare pythonico non si trovano ad un tozzo di pane come i server con servizi php.Per non parlare del fatto che host che ti servono linguaggi di scripting non php, hanno ANCHE una certa 'spalla grossa', diversamente da cani e porci che ti mettono a disposizione uno dei tanti moduli php.
          • ... scrive:
            Re: php he he....
            Ma XXXXXXXXXX, probabilmente non hai mai scritto una riga di PHP o Python in vita tua, XXXXX.
          • ..... scrive:
            Re: php he he....
            - Scritto da: ...
            Ma XXXXXXXXXX, probabilmente non hai mai scritto
            una riga di PHP o Python in vita tua, XXXXX.Perché metti un </b
            probabilmente </b
            ? Come tanti di quelli che postano qui (vedi panda per esempio) parlano solo perché così credono di essere qualcuno, in relatà sono solo "aria fritta"
          • ... scrive:
            Re: php he he....
            - Scritto da: Il Fuddaro
            Non per niente, un server che ti hosta uno dei
            tanti servizi tecnologie rivolte al fare
            pythonico non si trovano ad un tozzo di pane come
            i server con servizi php.Ma ci sei o ci fai? 11,66 + VAT/year per usare PHP o Python ti sembrano prezzi stratosferici?Non è il prezzo o la tecnologia a fare la differenza, ma la capacità di chi butta giù codice. Ovviamente se lasciamo lavorare la bocca o panda i risultati sono sotto gli occhi di tuttti
            Per non parlare del fatto che host che ti servono
            linguaggi di scripting non php, hanno ANCHE una
            certa 'spalla grossa', diversamente da cani e
            porci che ti mettono a disposizione uno dei tanti
            moduli php.Leggi sopra ...
          • ... scrive:
            Re: php he he....
            - Scritto da: ...
            - Scritto da: Il Fuddaro

            Non per niente, un server che ti hosta uno
            dei

            tanti servizi tecnologie rivolte al fare

            pythonico non si trovano ad un tozzo di pane
            come

            i server con servizi php.

            Ma ci sei o ci fai? 11,66 + VAT/year per usare
            PHP o Python ti sembrano prezzi
            stratosferici?
            Non è il prezzo o la tecnologia a fare la
            differenza, ma la capacità di chi butta giù
            codice. Ovviamente se lasciamo lavorare la bocca
            o panda i risultati sono sotto gli occhi di
            tuttti


            Per non parlare del fatto che host che ti
            servono

            linguaggi di scripting non php, hanno ANCHE
            una

            certa 'spalla grossa', diversamente da cani e

            porci che ti mettono a disposizione uno dei
            tanti

            moduli php.

            Leggi sopra ...Cioè "il Fuddaro" oltre a non sapere manco i prezzi giudica quanto un linguaggio sia "intrinsecamente sicuro" da quanto costerebbero metterlo su un sito che fornisce hosting di linguaggi server-side... ma ci rendiamo conto a che livello sono certi elementi su questo sito? Allucinante.
          • ..... scrive:
            Re: php he he....
            - Scritto da: ...
            Cioè "il Fuddaro" oltre a non sapere manco i
            prezzi giudica quanto un linguaggio sia
            "intrinsecamente sicuro" da quanto costerebbero
            metterlo su un sito che fornisce hosting di
            linguaggi server-side...Questo è "il fuddaro", ma tranquillo non è solo ha tanti compagni di merende qui su PI
          • Il Fuddaro scrive:
            Re: php he he....
            - Scritto da: .....
            - Scritto da: ...

            Cioè "il Fuddaro" oltre a non sapere manco i

            prezzi giudica quanto un linguaggio sia

            "intrinsecamente sicuro" da quanto
            costerebbero

            metterlo su un sito che fornisce hosting di

            linguaggi server-side...
            Questo è "il fuddaro", ma tranquillo non è solo
            ha tanti compagni di merende qui su
            PIVisto che oltre ad essere tre puntini e quindi XXXXXXXX, adesso ti sei anche autopromosso, con quattro puntini, cioè SUPER XXXXXXXX e idiot by design(nascita), ti faccio un solo nome anche italiano sia mai che ti crei qualche problemuccio visto che adesso sei diventato SUPER XXXXXXXX, unbit.it.Vedi i prezzi e poi screma siti che forse funzionano per mezzo secondo ora, non mese.
          • ... scrive:
            Re: php he he....
            Tu non sai VERAMENTE un XXXXX, XXXXXXXX, e lo hai dimostrato sotto. Sparati.
          • Il Fuddaro scrive:
            Re: php he he....
            - Scritto da: ...
            - Scritto da: ...

            - Scritto da: Il Fuddaro


            Non per niente, un server che ti hosta uno

            dei


            tanti servizi tecnologie rivolte al fare


            pythonico non si trovano ad un tozzo di
            pane

            come


            i server con servizi php.



            Ma ci sei o ci fai? 11,66 + VAT/year per usare

            PHP o Python ti sembrano prezzi

            stratosferici?

            Non è il prezzo o la tecnologia a fare la

            differenza, ma la capacità di chi butta giù

            codice. Ovviamente se lasciamo lavorare la bocca

            o panda i risultati sono sotto gli occhi di

            tuttti




            Per non parlare del fatto che host che ti

            servono


            linguaggi di scripting non php, hanno ANCHE

            una


            certa 'spalla grossa', diversamente da
            cani
            e


            porci che ti mettono a disposizione uno dei

            tanti


            moduli php.



            Leggi sopra ...

            Cioè "il Fuddaro" oltre a non sapere manco i
            prezzi giudica quanto un linguaggio sia
            "intrinsecamente sicuro" da quanto costerebbero
            metterlo su un sito che fornisce hosting di
            linguaggi server-side... ma ci rendiamo conto a
            che livello sono certi elementi su questo sito?
            Allucinante.Mi spiace ma questo è quanto sei riuscito a capirci tu, che poi è già troppo.
          • ... scrive:
            Re: php he he....
            Mi fai vedere le tue creazioni? No perché sono proprio curioso di vedere che stupendi siti hai creato.
          • xte scrive:
            Re: php he he....
            Sono un sistemista non un webmaster, ti ho scritto come *farei* io qualcosa che funziona e non rompe le scatole.Se vuoi qualche esempiohttp://www.csszengarden.com/ nella colonna di dx hai vari esempi, C-u nel tuo browser ti fa vedere sotto il cofano, poi fa la stessa cosa su qualche sito jQuery/TBS ecc e vedi quanta spazzatura testuale hai in più...Tokyo/Kyoto cabinet e i relativi server son stati sviluppati e sono usati per alcuni sitarelli nipponici con qualche milione di utenti e pur pesando pochi Kb non si fan problemi, quindi per il "sito personale" del raspberry di cui all'articolo direi son più che indicati.Il problema è che oggi l'webmaster tipo è una scimmia sottopagata che s'è formata in qualche corso settimanale/rivista buttando giù fiumi di testo e crede che questa sia LaVia per operare forte del fatto che vi sono tanti siti famosi fatti di spazzatura...
          • ... scrive:
            Re: php he he....
            - Scritto da: xte
            Sono un sistemista non un webmasterMa tutti sistemisti su PI, cavolo poi quando ne cerchi uno capace nel real non lo trovi. Ovvio, sono tutti qui. Ovviamente il sistemista è un tuttofare, non capisce 'na cippa di programmazione web, ha detto di essere sistemista, ma poi si permetto di pontificare sulla formazione altrui e relativa capacità, che nessuno osi però di valutare la sua capacità come "sistemista" (rotfl).
          • xte scrive:
            Re: php he he....
            Se vuoi fare un giro in costa azzurra mi puoi trova a Sophia Antipolis, ci si può prendere qualsiasi cosa che non sia un caffè (acqua sXXXXX qui) e far un giretto in un'azienda di una buona dimensione che qui opera :-)
          • Il Fuddaro scrive:
            Re: php he he....
            - Scritto da: ...
            Mi fai vedere le tue creazioni? No perché sono
            proprio curioso di vedere che stupendi siti hai
            creato.Potrei farti la stessa domanda, ma da 'accusatore' inizia col portare del TUO codice, e visto che sei tu, ti concedo ANCHE del codice venuto fuori da Scratch, o da Visuino, credo che sarebbe già un bel passo per te.
          • ... scrive:
            Re: php he he....
            Non riesci a capire neanche tre righe di codice comunissimo che CHIUNQUE abbia fatto un minimo di programmazione sa cosa siano e le definisci "accozzaglia di codice". "Già a vederle fanno vomitare" e manco sai dire dov'è il problema, se c'è. E stai su un sito di informatica facendo l'esperto. Renditi conto di che pagliaccio sei.
    • ... scrive:
      Re: php he he....
      Senti, tu che sei esperto, guarda questi pezzo di codice:[code]$theadmin_id=$_POST["id"];$strsql="UPDATE admin SET BlockedBy = NULL, DateBlocked = NULL WHERE BlockedBy = ?;";$statement1 = mysqli_prepare($link, $strsql);$statement1-
      bind_param("i", $theadmin_id);$statement1-
      execute();$statement1-
      close();[/code]E dimmi se è sicuro o no.
    • ... scrive:
      Re: php he he....
      Senti, tu che sei esperto, guarda questi pezzo di codice:$theadmin_id=$_POST["id"];$strsql="UPDATE admin SET BlockedBy = NULL, DateBlocked = NULL WHERE BlockedBy = ?;";$statement1 = mysqli_prepare($link, $strsql);$statement1-
      bind_param("i", $theadmin_id);$statement1-
      execute();$statement1-
      close();E dimmi se è sicuro o no.
      • Il Fuddaro scrive:
        Re: php he he....
        - Scritto da: ...
        Senti, tu che sei esperto, guarda questi pezzo di
        codice:

        $theadmin_id=$_POST["id"];
        $strsql="UPDATE admin SET BlockedBy = NULL,
        DateBlocked = NULL WHERE BlockedBy =
        ?;";
        $statement1 = mysqli_prepare($link, $strsql);
        $statement1-
        bind_param("i", $theadmin_id);
        $statement1-
        execute();
        $statement1-
        close();

        E dimmi se è sicuro o no.Senti... qui e il tuo cervello che non viene più eseguito. Già il solo vederlo fa vomitare.... quella accozzaglia di codice....
        • ... scrive:
          Re: php he he....
          Ah quindi non sai rispondere. Bene, hai dimostrato che non capisci davvero un XXXXX. Non riesci a capire neanche tre righe di codice comunissimo che CHIUNQUE abbia fatto un minimo di programmazione sa cosa siano e le definisci "accozzaglia di codice". "Già a vederle fanno vomitare" e manco sai dire dov'è il problema, se c'è. E stai su un sito di informatica facendo l'esperto. Renditi conto di che pagliaccio sei.
Chiudi i commenti