MMORPG/ Dark Age of Camelot

da MMORPG Italia la descrizione di una nuova avventura multiplayer online per chi ama i massive multiplayer RPG


Web – Dark Age of Camelot (DAOC) è un MMORPG, un game multiplayer massivo che si gioca online, che permette di vivere una esperienza davvero coinvolgente di gioco di ruolo via internet. Gli ambienti grafici sono pensati per consentire all’utente di immedesimarsi al 100% nel proprio personaggio.

Nel gioco si potrà scegliere di giocare come “Guerriero” oppure ci si potrà mettere in proprio facendo una sfilza di lavori che vanno dal sarto all’armiere.

Questo giocone ha avuto un discreto successo negli USA e in Italia non scherza: MMORPGITALIA ha creato la comunità ufficiale italiana del game. Unico neo è la necessità di acquistare il gioco all’estero, vista la non-disponibilità nei negozi italiani. La prima gilda tutta italiana di DAOC è nata il 23 ottobre a cura di SSSin, della Samas Gildae .

Ora vi lascio ad un po’ di storia sul gioco:

E’ ambientato in un epoca remota, subito dopo la morte di re Artù.
La tragica perdita ha causato la rottura dei basamenti su cui era fondata la pacifica situazione di benessere ed equilibrio. Albion (la patria di re Artù), ormai terra di tutti e di nessuno, ha bisogno di un nuovo re che riesca a riportare la pace ed è qui che entrano in scena altri due reami: Midgard e Hibernia, pronti a sfruttare il momento di debolezza per impadronirsi di Albion.

Dopo poco tempo gli eventi si complicano ulteriormente, infatti nasce una rivalità tra i due reami che presto si dichiarano guerra a vicenda. Naturalmente gli abitanti di Albion ormai sono pronti a tutto, anche a difendere la loro patria con la vita.

Descrizione del gioco: DAOC è un MMORPG (gioco di ruolo online) che si basa sulla co-esistenza di 3 reami nello stesso mondo virtuale perennemente in guerra tra loro: Albion, Midgard e Hibernia. Albion è la terra dei Bretoni, gli abitanti umani del reame. Chi entra a farne parte può scegliere tra quattro razze: gli Highlanders, i Saracens, gli Avalonian e i Briton. Gli abitanti di questo regno sono abili sia nella magia che nel combattimento corpo a corpo.

Midgard è una terra del nord dominata dagli dei e dalle razze da loro create. Al suo interno si muovono: i trolls, i nani, i coboldi e i vichinghi.

Hibernia è la terra della magia dove risiedono le razze più inclini all’uso delle arti magiche; è abitata dagli elfi, dai minuscoli lurikeens, dai robusti firebolg e infine dai celti.

Quando si inizia il gioco, ci si trova a dover intraprendere un percorso di crescita che può essere quello delle armi o della magia (i nomi cambiano da reame a reame, per esempio gli abitanti di Midgard all’inizio scelgono un dio a cui essere fedeli e da lì deriva la loro strada). Ma già al quinto livello le cose cambiano radicalmente: ci si trova davanti ad una scelta che cambierà per sempre il modo di giocare di un certo personaggio. Questi dovrà infatti intraprendere un mestiere specializzato (quale incantatore o chierico…).

Il combattimento è basato sul sistema delle skills, con un set di skills in cui si possono spendere gli “skill points” guadagnati ad ogni livello. Le abilità saranno disponibili a seconda della specializzazione che abbiamo intrapreso.

Ma il vero divertimento inizia solo dopo il ventesimo livello, quando si ha accesso ai combattimenti RvR (reame contro reame) e ci troveremo letteralmente immersi in guerre tra magie e armi medievali.

Detto questo vi saluto e mi auguro di incontrarvi quando comprerete il gioco!

Mattia
MMORPG Italia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    4 Ever in my soul...
    Il mio 1200 "strapompato" è dall'altra parte della scrivania, altrimenti litiga col wc...(i soldi x un bel G4 non ce li ho ancora..sob!)...e ogni volta che lo accendo, che "gli do vita", ecco, sento che si genera un qualcosa di umano in lei, una vita..Ho sempre sventrato e fatto a pezzo pc e assemblato ecc, ma vi giuro che la prima volta che ho aperto il mio 1200 x dargli una nuova casa mi è preso male, mi sembrava di sventrare una persona!!!AMIGA TI AMO!--un fido Amighista.
  • Anonimo scrive:
    Amiga e il nuovo mercato...
    A parte i paragoni Amiga-Mac ( avete mai vistogirare un emulatore macintosh su Amiga???compri Amiga Classic e ti ritrovi anche unMAC :-) ) e le eventuali fette di mercatodesktop che riuscira' a guadagnarsi; e' sulnuovo mercato basato su la convergenza digitaleche punta Amiga Inc, quindi: PDA, TelefoniCellulari, TV Set Top Box, ecc...E' infatti impossibile pensare di rubare mercato ai sistemiwintel, e al sistema poco operativo dellamicromorbida; e' gia' molto se i "vecchi" amighistipasseranno in blocco al nuovo SO, aggiungendoci magari qualcuno interessato alla possibilita'di far girare lo stesso programma (scritto anche in JAVA ) su piattaforme differenti.Mentre il mercato dei PDA e dei PALMTOP,assieme a quello dei cellulari, rapresentaun mercato in espansione; dove ilbinomio AmigaDE-Linux e' una valida alternativa all'orrido WCE, e dal quale la fenice potrebbe rinascere, come ha tentato piu' volte di fare.E non ditemi che per un sistema snello,potente,versatile, multipiattaforma ( compresianche gli aggeggi della nuova generazione )non possa giocare ad armi pari conun sitema goffo e avido di risorse incatenatoad una tecnologia che non potra' crescere, cosi' com'e', all'infinito.Un utente AmigaGianluca Molinari
  • Anonimo scrive:
    Ma a chi può interessare....
    Da un ex amighista di vecchia data, ora sviluppatore java/C++ per Unix/Win :in che modo questa piattaforma potrà avere un ruolo nel mercato informatico futuro ????
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma a chi può interessare....
      - Scritto da: Trippa
      Da un ex amighista di vecchia data, ora
      sviluppatore java/C++ per Unix/Win :
      in che modo questa piattaforma potrà avere
      un
      ruolo nel mercato informatico futuro ????
      Da un ex amighista di vecchia data, ora nel campo della grafica ed editoria: questa piattaforma avra' un ruolo secondo me... se tornera' a crearsi un suo spazio il suo ruolo lo trovera'. Basterebbe un 2-3% del mercato... Sono fiducioso! :)Anche se effettivamente i prezzi attuali non sono per niente competitivi...P.S. trovo, comunque, che gli ex amighisti avrebbero dovuto far come me, e cioe' buttarsi sul Macintosh, unico vero erede (forse cugino?) di Amiga. :)Ne approfitto a questo proposito per dare un abbraccio a tutti gli ex (e non ex) amighisti italiani, le uniche persone che sono state in grado di innamorarsi nel vero senso della parola di un computer, arrivando a dire che "gli amiga hanno un'anima"! :)Vorrei tanto tornare ai fasti Commodore di fine anni '80 e inizio '90 ...
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma a chi può interessare....
        - Scritto da: kREATiVE
        Da un ex amighista di vecchia data, ora nel
        campo della grafica ed editoria: questa
        piattaforma avra' un ruolo secondo me... se
        tornera' a crearsi un suo spazio il suo
        ruolo lo trovera'. Basterebbe un 2-3% del
        mercato... Sono fiducioso! :)Si, conta che probabilmente ci puoi compilare sopra un programma Unix senza troppe difficolta', il che di questi tempi aiuta.Potrebbe anche solo diventare un'alternativa al PC, se il cuore G3/G4 si rivelasse piu' performante.
        P.S. trovo, comunque, che gli ex amighisti
        avrebbero dovuto far come me, e cioe'
        buttarsi sul Macintosh, unico vero erede
        (forse cugino?) di Amiga. :)Cugino bastardo: il vero cugino e' UNIX: hai mai provato a scrivere " ls " in una shell Amiga :)
        Ne approfitto a questo proposito per dare un
        abbraccio a tutti gli ex (e non ex)
        amighisti italiani, le uniche persone che
        sono state in grado di innamorarsi nel vero
        senso della parola di un computer, arrivando
        a dire che "gli amiga hanno un'anima"! :)Sono stato piu' volte vicino a farmi il tatuaggio con la V colorata :) Chissa' che prima o poi non lo faccio veramente.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma a chi può interessare....
          - Scritto da: GrayLord

          P.S. trovo, comunque, che gli ex amighisti

          avrebbero dovuto far come me, e cioe'

          buttarsi sul Macintosh, unico vero erede

          (forse cugino?) di Amiga. :)

          Cugino bastardo: il vero cugino e' UNIX: hai
          mai provato a scrivere " ls " in una shell
          Amiga :) Hem... prova a scrivere LS in una shell di Mac OS X, poi vedi se il Mac non e' cugino di Amiga (essendo Mac OS X basato su Unix)... :)

          Ne approfitto a questo proposito per dare
          un

          abbraccio a tutti gli ex (e non ex)

          amighisti italiani, le uniche persone che

          sono state in grado di innamorarsi nel
          vero

          senso della parola di un computer,
          arrivando

          a dire che "gli amiga hanno un'anima"! :)

          Sono stato piu' volte vicino a farmi il
          tatuaggio con la V colorata :) Chissa' che
          prima o poi non lo faccio veramente.Ci credi se io sono stato piu' volte vicino a farmi il tatuaggio con la C= blu e rossa? :)In compenso, in fase di smantellamento di alcuni centri assistenza, ho recuperato alcune targhe Commodore ..E ho pure la maglietta con lo sponsor Amiga del Chelsea!!! :)Ciao! :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma a chi può interessare....
            - Scritto da: kREATiVE
            Hem... prova a scrivere LS in una shell di
            Mac OS X, poi vedi se il Mac non e' cugino
            di Amiga (essendo Mac OS X basato su
            Unix)... :)Si ma il mac ci e' arrivato solo dopo 9 versioni del S.O. ... Amiga c'era gia' :)

            Sono stato piu' volte vicino a farmi il

            tatuaggio con la V colorata :) Chissa' che

            prima o poi non lo faccio veramente.
            Ci credi se io sono stato piu' volte vicino
            a farmi il tatuaggio con la C= blu e rossa?
            :)Senti ma.... Se ci decidessimo a farlo insieme (non e' una proposta oscena, io avrei pure la tipa amighista, ma ha paura degli aghi e non si farebbe mai un tatuaggio, e io da solo non c'ho voglia ;)
            In compenso, in fase di smantellamento di
            alcuni centri assistenza, ho recuperato
            alcune targhe Commodore ..
            E ho pure la maglietta con lo sponsor Amiga
            del Chelsea!!! :)Figata !!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma a chi può interessare....
            ma ql.programmazione.it e www.amiworld.it e tantissimi altri che riportano tutte le news e soprattutto i nuovi OS amiga non li conoscete?
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma a chi può interessare....
        Amiga è un oggetto di culto, una filosofia, un urlo contro il Gates-global e non morirà mai.Amiga Forever!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma a chi può interessare....

        Ne approfitto a questo proposito per dare un
        abbraccio a tutti gli ex (e non ex)
        amighisti italiani, le uniche persone che
        sono state in grado di innamorarsi nel vero
        senso della parola di un computer, arrivando
        a dire che "gli amiga hanno un'anima"! :)
        Vorrei tanto tornare ai fasti Commodore di
        fine anni '80 e inizio '90 ...Mi unisco all'abbraccio anch'io e con piacere ricordo i tempi del mio amiga 500 e successivamente 1200 pompato dove contavo i "guru meditation" (poi diventati software failure) per vedere se in un anno riuscivo ad arrivare a 5.Era passione vera quella, eravamo pionieri di un mondo nuovo e affascinante che purtroppo s'e' perso ed e' finito con noi...
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma a chi può interessare....
        Da un "ex" amighista di vecchia data, ex coder della scena amiga (chi ricorda Infamia? Il primo diskmagazine tutto in italiano? Sono il coder, che tempi...) e ora intenzionato a riprendere le vecchie attività scenistiche sul pc... Voglio solo dirvi che amiga non è solo una macchina, è una filosofia, il piacere di essere alternativi e la soddisfazione di conoscere DAVVERO la macchina che stai usando... Amiga rulez!TAD
        Da un ex amighista di vecchia data, ora nel
        campo della grafica ed editoria: questa
        piattaforma avra' un ruolo secondo me... se
        tornera' a crearsi un suo spazio il suo
        ruolo lo trovera'. Basterebbe un 2-3% del
        mercato... Sono fiducioso! :)

        Anche se effettivamente i prezzi attuali non
        sono per niente competitivi...

        P.S. trovo, comunque, che gli ex amighisti
        avrebbero dovuto far come me, e cioe'
        buttarsi sul Macintosh, unico vero erede
        (forse cugino?) di Amiga. :)

        Ne approfitto a questo proposito per dare un
        abbraccio a tutti gli ex (e non ex)
        amighisti italiani, le uniche persone che
        sono state in grado di innamorarsi nel vero
        senso della parola di un computer, arrivando
        a dire che "gli amiga hanno un'anima"! :)

        Vorrei tanto tornare ai fasti Commodore di
        fine anni '80 e inizio '90 ...
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma a chi può interessare....
          - Scritto da: Lorenzo "TAD" Di Gaetano
          Da un "ex" amighista di vecchia data, ex
          coder della scena amiga (chi ricorda
          Infamia? Il primo diskmagazine tutto in
          italiano? Sono il coder, che tempi...) e ora
          intenzionato a riprendere le vecchie
          attività scenistiche sul pc... Voglio solo
          dirvi che amiga non è solo una macchina, è
          una filosofia, il piacere di essere
          alternativi e la soddisfazione di conoscere
          DAVVERO la macchina che stai usando... Amiga
          rulez!TAD, hai visto che sta per rifarsi la nuova edizione dello Spoletium (il party italiano per la scena Amiga e non solo)? www.spoletium.orgCiao
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma a chi può interessare....
      - Scritto da: Trippa
      Da un ex amighista di vecchia data, ora
      sviluppatore java/C++ per Unix/Win :
      in che modo questa piattaforma potrà avere
      un
      ruolo nel mercato informatico futuro ????Se escono i nuovi sistemi in sviluppo da Amiga Inc., e sono come previsto, ad un sacco di gente ;-)Guarda il link nell'articolo (ed aspettane uno nuovo a breve)Ciao
Chiudi i commenti