Mobile Athlon sfida i 2 GHz di Intel

AMD colma il gap accumulato nei confronti di Intel e rilascia due nuovi modelli di Mobile Athlon che vanno a duellare con i più recenti Pentium 4 per notebook
AMD colma il gap accumulato nei confronti di Intel e rilascia due nuovi modelli di Mobile Athlon che vanno a duellare con i più recenti Pentium 4 per notebook


Sunnyvale (USA) – Era da metà luglio che AMD non aggiornava la propria linea di CPU mobile, un arco di tempo durante il quale Intel ha avuto l’opportunità di portarsi avanti e rilasciare chip con clock superiore ai 2 GHz. Il chipmaker di Sunnyvale tenta ora di recuperare il gap rilasciando due nuovi modelli di Mobile Athlon XP, il 2000+ e il 1900+, che vanno a duellare con i più recenti modelli di Pentium 4-M, fra cui il giovanissimo 2,2 GHz.

I due nuovi chip di AMD, che costano rispettivamente 345$ e 239$ per ordini di 1.000 unità, sono immediatamente disponibili sui notebook di HP e Fujitsu Siemens Computers e lo saranno a breve sui computer di Packard Bell (la divisione consumer di NEC Computers International).

I Mobile Athlon XP 2000+ e 1900+, basati sul tradizionale Socket A, adottano la tecnologia di produzione a 0,13 micron e supportano un front-side bus a 200 MHz e 266 MHz. I due chip integrano le istruzioni estese 3DNow! e il sistema di risparmio energetico PowerNow!.

Sebbene il mercato dei PC mostri ancora trend negativi, il segmento dei notebook continua invece a crescere e a far segnare record in positivo. Qui in Europa, ad esempio, le vendite dei notebook sono salite, durante la prima metà dell’anno, del 16%: un dato che va confrontato con il meno 11% fatto invece segnare dai PC desktop.

Oggi i notebook, grazie soprattutto all’abbassamento dei prezzi e alla maturità tecnologica raggiunta, possono corteggiare il segmento consumer. E sono proprio i consumatori a scegliere sempre più spesso un notebook all-in-one come sostituto del PC o del Mac da tavolo, specie in quelle case dove al computer non viene data una specifica collocazione.

E’ questa una tendenza che, insieme alle rinnovate esigenze di mobilità del mercato aziendale, sta spingendo i chipmaker a spingere l’acceleratore nel settore dei notebook e a rilasciare chip sempre più potenti e in grado di consumare meno. Proprio pochi giorni fa Intel ha presentato una pioggia di nuove CPU mobili e AMD, che fino ad oggi è rimasta focalizzata sui chip desktop, ha in progetto il lancio di una famiglia di processori low-voltage dedicati alla fascia dei notebook thin-and-light (compresi fra gli 1,8 e i 2,3 Kg). Al momento la versione mobile degli Athlon XP è impiegata esclusivamente nei notebook cosiddetti full-sized, il cui peso si aggira tipicamente fra i 2,7 e i 3,8 Kg.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

24 09 2002
Link copiato negli appunti