Molto più che nano, nano nano

Costerà 100 milioni di dollari e sarà il primo microscopio al mondo capace di mettere a fuoco qualcosa di molto più piccolo di un atomo di idrogeno. Un passo avanti fondamentale per le nanotecnologie

Washington (USA) – Ci sono i fondi governativi del Dipartimento dell’Energia americano a monte di uno dei più ambiziosi progetti dedicati alla ricerca nanotecnologica, quello della realizzazione di un microscopio di nuova concezione, capace di andare ben al di là degli attuali per catturare quanto c’è di più piccolo, ed oltre. In questi giorni il Dipartimento sta rendendo pubblici i nuovi partner privati del progettone.

Il Transmission Electron Aberration-corrected Microscope , per gli amici TEAM, è un monster da 100 milioni di dollari al cui sviluppo già partecipano cinque laboratori nazionali statunitensi: entro il 2007 il primo TEAM dovrebbe essere attivato presso il Lawrence Berkeley National Laboratory , uno dei più importanti laboratori governativi negli Stati Uniti.

L’interesse verso TEAM è comprensibile. Il nuovo “occhio”, infatti, sarà in grado di catturare elementi davvero piccolissimi, riuscendo ad ingrandire e mettere a fuoco dimensioni non superiori alla metà di un atomo di idrogeno, l’atomo più leggero.

Gli esperti che lavorano sul progetto TEAM ormai da diversi anni ritengono che si tratti di uno strumento essenziale per portare ancora più in là la ricerca sulle nanotecnologie, un settore sul quale da qui al 2008 il governo americano intende investire almeno 5 miliardi di dollari .

I nuovi microscopi TEAM consentiranno, spiegano i ricercatori, di indagare sulle proprietà di nanomateriali costruiti su una scala del miliardesimo di metro. Il cuore di TEAM è una lente ottica elettronica capace di superare i limiti delle lenti tradizionali, ossia i 0,5 micrometri, pari a circa un 200esimo del diametro di un capello umano.

Per andare oltre, i microscopi elettronici utilizzano campi magnetici ed elettroni invece di luce e lenti di vetro. Lo scopo finale sarà raggiunto (“ma ci vorrà tempo” – avvertono i ricercatori) quando si riuscirà ad ottenere il massimo dai nuovi microscopi, cioè una visuale pari a pochi picometri, dimensioni inferiori fino a 100 volte rispetto a quelle di un atomo.

In questa pagina sono riprodotte due immagini realizzate dall’ Argonne National Lab , uno dei centri di ricerca coinvolti nel progetto TEAM. Quella a sinistra è la migliore visuale che possa essere ottenuta di un diamante con i microscopi più avanzati oggi disponibili. Quella a destra è invece una simulazione di come la stessa superficie, anzi gli stessi atomi, saranno visibili con i nuovi TEAM.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: Bowling for Columbine?
    - Scritto da: Anonimo
    Si può parlare di una cosa senza
    accusarsi a vicenda di non conoscerla/non
    averla vista/non capirne nulla?
    :)

    è chiaro che la diffusione di armi
    è uno dei problemi di cui parla il
    film di Moore, con tutte le critiche del
    caso alla NRA (pazzesca la storia di
    Charlton Heston che va a fare di corsa un
    comizio in difesa della lobby in un paese in
    cui è morta una bambina per un colpo
    di arma da fuoco sparato da un altro bambino
    per sbaglio!).
    Ma porta anche l'esempio del vicino Canada,
    paese di cacciatori dove pure tutti hanno un
    fucile ma dove non esiste la cultura della
    paura e della violenza tipiche degli USA e
    dove di conseguenza il numero annuo di morti
    per colpi da armi da fuoco è al
    confronto risibile.
    Il porto d'armi andrebbe dato previa rigorosa visita psichiatrica, per essere sicuri che l'arma verrà usata solo come risorsa estrema in difesa di sé stessi o di altri.Per la difesa nella propria casa, comunque, non serve il porto d'armi, la detenzione al proprio domicilio è consentita agli incensurati quasi in tutto il mondo.Comunque se lo stato mi garantisce che non subirò alcuna violenza da un eventuale rapinatore e la polizia lo beccherà e gli farà restituire il maltolto, oppure sarò comunque rimborsato, posso anche rinunciare a difendermi.L'esempio del Canada non è molto calzante, è un paese ricco a bassa densità di popolazione, se guardiamo gli USA la maggior parte delle violenze avviene in ghetti sovrappopolati o in zone agricole depresse.Giovani balordi annoiati potrebbero colpire come a Columbine in qualsiasi parte del mondo, anche la più civile,anche Svezia e Danimarca hanno problemi con teppisti benestanti che si danno alla violenza per passatempo perché hanno tutto, ma si annoiano.E non è colpa dei videogames violenti, forse se proprio vogliamo dare una parte di colpe a qualche videogame, prendiamocela con quelli noiosi o banali che non riescono ad assolvere al loro compito di gioco o passatempo.
  • Anonimo scrive:
    Inutile chiudere la stalla..
    ...quando i buoi sono scappati, mi diceva sempre la nonna.Ma lo sapete che nel paese del far west ci sono duecento milioni di armi da fuoco in giro? Più di un'arma per ogni cittadino adulto. Inevitabilmente, poi, un certo numero di queste armi vengono rubate ed entrano nel giro del mercato nero, che è quello di cui si servono i delinquenti. Perche è chiaro che uno che vuole rapinare una banca non starà mica ad aspettare che gli arrivi la licenza.Insomma, per limitare le armi in circolazione dovevano pensarci prima, adesso è già troppo tardi.Ah, e lo sapete che in Bushilandia le armi si possono comprare anche per posta? :
  • Anonimo scrive:
    Re: per una volta sono d'accordo
    - Scritto da: Anonimo
    Certo che su questo forum si parla parla..
    ma come direbbero quelli di "Cirignolo": si
    parla a caxxo di cane! :)A dire la verità, le armi vengono registrare per poi essere sequestrate più facilmente quando arriverà il fascismo mondiale del politically correct.
  • Anonimo scrive:
    Re: Bowling for Columbine?
    - Scritto da: Anonimo
    fucile ma dove non esiste la cultura della
    paura e della violenza tipiche degli USA e
    dove di conseguenza il numero annuo di morti
    per colpi da armi da fuoco è al
    confronto risibile.Se è per quello, il numero di ragazzini morti per incidenti con le armi da fuoco è di gran lunga minore rispetto a quello degli incidenti mortali in bicicletta. Che si fa, facciamo sparire le biciclette e lasciamo che la gente si faccia sparare dai delinquenti?
  • Anonimo scrive:
    Re: per una volta sono d'accordo
    In effetti esiste il reato di omessa custodia d' arma.
  • Anonimo scrive:
    Re: per una volta sono d'accordo
    - Scritto da: Anonimo

    cosa succede se trovano la pistola sulla
    scena del delitto prima che io mi sia
    accorto, o abbia semplicemente avuto il
    tempo, di fare la denuncia?Succede ESATTAMENTE quello che ti succederebbe oggi (pure senza impronte): la tua arma e' immatricolata e registrata a te, se la trovano sul luogo di un crimine la prima cosa che fanno e' venire a casa tua. Detenere un'arma e' una cosa seria e va' fatta con la dovuta cautela: se il ladro ti ha forzato un armadio blindato e si e' fregato la pistola, non succede nulla; se invece il ladro ha trovato la pistola sul davanzale della finestra allora vieni denunciato per incauta custodia dell'arma (come avviene in Italia del resto).Le impronte digitali NON servono a risalire al possessore di un'arma leggittima! (per quello basta il numero di matricola), servono a identificare (possibilmente) un criminale (schedato) che tenta di comprare un'arma, e nel contempo a registrare un privato cittadino che ne acquista una (evitando quindi di dover compilare gli incartamenti necessari, avendo la sicurezza (be' quasi) che l'acquirente sia effettivamente chi dice di essere).Certo che su questo forum si parla parla.. ma come direbbero quelli di "Cirignolo": si parla a caxxo di cane! :)
  • avvelenato scrive:
    Re: per una volta sono d'accordo
    - Scritto da: Anonimo

    ...e chi osa tirar fuori la privacy....
    lo

    fucilo! :D 8)

    ah si? io compro la pistola, lascio le mie
    impronte regolarmente (magari quando vado al
    poligono), poi il solito criminale passa da
    me me la ruba con i gunti e va a fare una
    rapina a mano armata.

    cosa succede se trovano la pistola sulla
    scena del delitto prima che io mi sia
    accorto, o abbia semplicemente avuto il
    tempo, di fare la denuncia?al di là delle considerazioni sul fatto che le impronte servono per "prima" della vendita... beh, se ti compri un'arma, devi accettare anche questo rischio, per lo meno devi custodirla in un luogo sicuro. (non "sopra l'armadio")Secondo te adesso non accadrebbe lo stesso, una volta che tu denunci l'arma, se qualcuno te la frega e ci commette un crimine pensi potresti NON passare grame?
  • Anonimo scrive:
    Re: Bowling for Columbine?
    Hai ragione, ma era anche contro la diffuzione indiscriminata delle armi quando chiedeva il ritiro della vendita delle munizioni nei Wall-mart...
  • ammatwain scrive:
    Re: per una volta sono d'accordo

    Certo, se vai la a comprare un'arma e ti
    dichiari Bin Laden non servono le
    impronte...Già, in quel caso penso che basti una strizzatina d'occhio.
  • Anonimo scrive:
    Re: Bowling for Columbine?

    è chiaro che la diffusione di armi
    è uno dei problemi di cui parla il
    film di Moore, con tutte le critiche del
    caso alla NRA (pazzesca la storia di
    Charlton Heston che va a fare di corsa un
    comizio in difesa della lobby in un paese in
    cui è morta una bambina per un colpo
    di arma da fuoco sparato da un altro bambino
    per sbaglio!).
    Ma porta anche l'esempio del vicino Canada,
    paese di cacciatori dove pure tutti hanno un
    fucile ma dove non esiste la cultura della
    paura e della violenza tipiche degli USA e
    dove di conseguenza il numero annuo di morti
    per colpi da armi da fuoco è al
    confronto risibile.
    Beh se e' per quello porta un sacco di altri esempi (todo mundo praticamente) e parla anche di un sacco di altre cose. Comunque consiglio la visione a tutti.
  • Anonimo scrive:
    Re: Bowling for Columbine?
    Si può parlare di una cosa senza accusarsi a vicenda di non conoscerla/non averla vista/non capirne nulla?:-)È chiaro che la diffusione di armi è uno dei problemi di cui parla il film di Moore, con tutte le critiche del caso alla NRA (pazzesca la storia di Charlton Heston che va a fare di corsa un comizio in difesa della lobby in un paese in cui è morta una bambina per un colpo di arma da fuoco sparato da un altro bambino per sbaglio!).Ma porta anche l'esempio del vicino Canada, paese di cacciatori dove pure tutti hanno un fucile ma dove non esiste la cultura della paura e della violenza tipiche degli USA e dove di conseguenza il numero annuo di morti per colpi da armi da fuoco è al confronto risibile.
  • Anonimo scrive:
    Re: Bowling for Columbine?
    - Scritto da: Anonimo
    Ma lo hanno visto?
    Non intendeva mica solo questo...
    Non dava la colpa alla diffusione delle
    armi, semmai alla troppa diffusione di
    giornalisti stupidi... :DNon l'hai visto eh? Non dava la colpa a nessuno, descriveva una situazione paradossale causata, tra le molte cose, anche dalla facilita' con cui si acquistano armi.
  • Anonimo scrive:
    Re: per una volta sono d'accordo
    - Scritto da: Anonimo

    ...e chi osa tirar fuori la privacy....
    lo

    fucilo! :D 8)

    ah si? io compro la pistola, lascio le mie
    impronte regolarmente (magari quando vado al
    poligono), poi il solito criminale passa da
    me me la ruba con i gunti e va a fare una
    rapina a mano armata.Guarda che usano la biometria per risalire a chi sei e se hai precedenti prima di venderti l'arma.Certo, se vai la a comprare un'arma e ti dichiari Bin Laden non servono le impronte...
  • edc scrive:
    Re: per una volta sono d'accordo

    cosa succede se trovano la pistola sulla
    scena del delitto prima che io mi sia
    accorto, o abbia semplicemente avuto il
    tempo, di fare la denuncia?Non ti sei accorto?|? Cazzo, la pistola, l'avevo qui da qualche parte... ora la trovo eh... ma dove si sarà cacciata
  • Anonimo scrive:
    Bowling for Columbine?
    Ma lo hanno visto?Non intendeva mica solo questo...Non dava la colpa alla diffusione delle armi, semmai alla troppa diffusione di giornalisti stupidi... :D
  • Anonimo scrive:
    Re: per una volta sono d'accordo

    Semplice, vai in galera: tu sei un
    delinquente perché hai comprato
    un'arma, mentre il rapinatore merita
    compassione e riabilitazione, pagate con i
    soldi della tua income tax. Se c'è
    qualcos'altro che ti sfugge fammi uno
    squillo.sei un sano8)
  • Anonimo scrive:
    Re: Che non sia mai...
    - Scritto da: TPK
    che negli USA introducano la carta
    d'identita' obbligatoria...Potrebbero anche stampar loro un codice a barre sulla faccia, che ne dici?
    Cio' potrebbe aumentare il numero degli
    elettori (informatevi su come funzionano le
    liste elettorali da quelle parti) ed e' una
    cosa che nessuno vuole...E che cosa cambierebbe? Potresti scegliere tra Bush e Kerry: guerra e tasse da una parte, guerra e tasse dall'altra, e un calcio alla Costituzione è garantito comunque.
  • Anonimo scrive:
    Re: per una volta sono d'accordo
    - Scritto da: Anonimo
    cosa succede se trovano la pistola sulla
    scena del delitto prima che io mi sia
    accorto, o abbia semplicemente avuto il
    tempo, di fare la denuncia?Semplice, vai in galera: tu sei un delinquente perché hai comprato un'arma, mentre il rapinatore merita compassione e riabilitazione, pagate con i soldi della tua income tax. Se c'è qualcos'altro che ti sfugge fammi uno squillo.
  • Anonimo scrive:
    tutte idiozie
    inutili per foraggiare a pagamento i fornitori di queste inutili tecnologie biometriche
  • Anonimo scrive:
    Re: per una volta sono d'accordo

    ...e chi osa tirar fuori la privacy.... lo
    fucilo! :D 8)ah si? io compro la pistola, lascio le mie impronte regolarmente (magari quando vado al poligono), poi il solito criminale passa da me me la ruba con i gunti e va a fare una rapina a mano armata.cosa succede se trovano la pistola sulla scena del delitto prima che io mi sia accorto, o abbia semplicemente avuto il tempo, di fare la denuncia?
  • TPK scrive:
    Che non sia mai...
    che negli USA introducano la carta d'identita' obbligatoria...Cio' potrebbe aumentare il numero degli elettori (informatevi su come funzionano le liste elettorali da quelle parti) ed e' una cosa che nessuno vuole...Fa molto piu' figo parlare di biometria... quando votano (ancora?) con sistemi meccanici e perdono migliaia di voti inviati per posta...
  • avvelenato scrive:
    per una volta sono d'accordo
    ...e chi osa tirar fuori la privacy.... lo fucilo! :D 8)==================================Modificato dall'autore il 02/12/2004 0.11.54
Chiudi i commenti