Mondiali, oggi scendono in campo i robot

Inizia oggi, in parallelo ai mondiali di calcio, la RoboCup 2002, la coppa del mondo dei robot. Un evento a cui parteciperanno scienziati da oltre 35 paesi

Busan (Corea del Sud) – Quest’anno, in Corea e Giappone, il campionato del mondo di calcio raddoppia. Ad affiancare i beniamini in carne ed ossa, quelli le cui gesta sono seguite da mezza umanità, arrivano le macchine, robot di varie forme e dimensioni che si sfideranno all’ultimo gol.

La RoboCup , questo il nome dell’evento, arriva alla sua sesta edizione, la 2002, che si disputerà sia su suolo giapponese (a Fukuoka) sia su suolo coreano (a Busan). All’evento, che durerà fino al 25 giugno, parteciperanno oltre 3.000 ricercatori provenienti da 35 paesi di tutto il mondo.

Quest’anno si disputano cinque differenti tornei ai quali partecipano altrettante categorie di robot: da quelli tradizionali, con trazione su rotelle girevoli, a quelli a due o quattro “zampe”, per passare a quelli simulati al computer.

La categoria senza dubbio più interessante, introdotta soltanto lo scorso anno, è quella dei robot umanoidi, capaci di “correre” (si fa per dire) su due gambe. Questo specifico torneo, a cui partecipano 12 team provenienti da 6 paesi, è quello che può offrire uno spettacolo più simile a quello di una vera partita di calcio: qui i robot sono effettivamente in grado di caricare il tiro e calciare la palla, battere in velocità l’avversario e… commettere fallo. E del resto è proprio questo il tipo di robot con cui, entro il 2050, gli scienziati intendono battere, in una sfida calcistica regolare, la squadra umana campione del mondo.

Dietro ai “robocalciatori” c’è, oltre ad una sofisticata tecnologia meccanica, complessi software di intelligenza artificiale che costituiscono il “cervello” di ogni singolo robot: rispetto ad una simulazione al computer, o ad un videogioco, nella RoboCup la squadra di calcio non è controllata da un singolo programma, ma è composta da giocatori artificiali in grado di agire in piena autonomia e coordinarsi con gli altri.

L’obiettivo principe della RoboCup non è tanto quello di far spettacolo o finire sui grandi media ma, semmai, quello di promuovere lo sviluppo di tecnologie che possano poi essere applicate in vari ambiti della robotica: dalle applicazioni industriali a quelle sociali. Esempio ne è il fatto che la RoboCup 2002 ospiti anche una dimostrazione dei cosiddetti “RoboCup Rescue”, robot che possono essere utilizzati in operazioni di soccorso anche molto critiche.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Qualcuno ne approfitta...
    Chiunque si proponga x un progetto del genere credo non dovrebbe favorire nessuno ed essere equo nelle recensioni, invece ho riscontrato che molti favoriscono i propri siti una volta diventati editori...
  • Anonimo scrive:
    A occhio è ben fatta.
    Promette bene.
  • Anonimo scrive:
    Quanto alla accuratezza delle recensioni...
    la mia esperienza diretta è che spesso hanno scarsa attinenza con l'oggetto del sito e sono meno accurate dei risultati che ti scodella google per un termine ricercato
    • Anonimo scrive:
      Re: Quanto alla accuratezza delle recensioni...
      DMOZ non è un Motore di Ricerca, ma una directory.E come tale va usata.Il confronto fa fatto ad esempio con Yahoo.Di sicuro non con Google.Saluti- Scritto da: Mah!
      la mia esperienza diretta è che spesso hanno
      scarsa attinenza con l'oggetto del sito e
      sono meno accurate dei risultati che ti
      scodella google per un termine ricercato
      • Anonimo scrive:
        Re: Quanto alla accuratezza delle recensioni...
        - Scritto da: Luca
        DMOZ non è un Motore di Ricerca, ma una
        directory.
        E come tale va usata.
        Il confronto fa fatto ad esempio con Yahoo.
        Di sicuro non con Google. Da una recensione umana ci si aspetterebbe risultati migliori che da un robot, considerato che l'elemento distintivo di una directory dovrebbe essere l'accuratezza.Se tale accuratezza manca, viene meno l'utilità di una directory sia essa yahoo o dmoz.Saluti

        - Scritto da: Mah!

        la mia esperienza diretta è che spesso
        hanno

        scarsa attinenza con l'oggetto del sito e

        sono meno accurate dei risultati che ti

        scodella google per un termine ricercato
        • Anonimo scrive:
          Re: Quanto alla accuratezza delle recensioni...
          Sono discorsi diversiSe hai bisogno di sapere tutti i siti turistici della regione Lazio, provincia Rieti utilizzi UNA DIRECTORY, ovvero la lista di siti.Se te hai bisogno di sapere un sito turistico che che ha la Piscina, che accetta i cani e che costa 100 euro a notte utilizzi un motore di ricerca.Sono due strumenti che devono essere utilizzati in maniera differente.Un altro esempio:Se hai bisogno di avere informazioni su tutti i siti di Ecommerce di apparecchiature elettroniche vai qui: http://dmoz.org/World/Italiano/Acquisti/Apparecchiature_Elettroniche/oppure qui (che è la stessa cosa, magari meno aggiornata):http://directory.google.it/Top/World/Italiano/Acquisti/Apparecchiature_Elettroniche/Se invece hai bisogno di acquistare il prodotto GUARDIANTEL nella regione Lazio utilizzi un motore di ricerca, ad esempio GOOGLE (sicuramente il migliore).Ripeto SONO strumenti diversi, non confondiamoli.
          • Anonimo scrive:
            Re: Quanto alla accuratezza delle recensioni...
            In realtà la differenza è più sfumata: un motore di ricerca prende per buona la "autorecensione" che si trova nei metatag e nel contenuto del sito, ovvero analizza il codice della pagina e in relazione ai temini cercati indica in modi diversi da un motore all'altro la rilevanza di tale pagina nel contesto della ricerca, presentando come contenuto del sito per lo + brani del sito attorno alle parole risultate rilevanti o visualizzando il metatag description.Una directory invece richiede una iscrizione in una determinata categoria e l'inserimento di una recensione, che come in dmoz può essere verificata ed eventualmente corretta o rifiutata in toto.La differenza si sfuma e di molto perchè una directory non solo è navigabile come tale ma perchè agisce anche come un motore di ricerca cercando prima i termini nelle recensioni, poi nel codice della pagina.In effetti oggi praticamente tutti i motori di ricerca effettuano la ricerca anche nelle recensioni del dmoz (e in minima parte da altre directory del tutto secondarie come quantità e qualità), inoltre moltissimi presentano proprio la recensione del dmoz se non sono in grado di pescare la description, oppure per offrire qualcosa di più descrittivo dei brani risultati rilevanti nelle pagine cercat, oppure se sono a pagamento e il sito cercato non è indicizzato in quanto non iscritto.
  • Anonimo scrive:
    per la Redazione
    occhio alle annate (credo si tratti del 1998)
  • Anonimo scrive:
    [x redazione] errore nel link!
    il link ai tanti strumenti, punta a una pagina inesistente, che fa un "closest match" della richiesta!
    • Anonimo scrive:
      Re: [x redazione] errore nel link!
      Sistemato. Grazie! - Scritto da: lordauberon
      il link ai tanti strumenti, punta a una
      pagina inesistente, che fa un "closest
      match" della richiesta!
  • Anonimo scrive:
    sfida Yahoo?
    a mio avviso è come Superman che sfidi Topo Gigio, che sfida è?DMOZ è il più grande database di siti, sia come quantità che come qualità (ancora più importante) e soprattutto è utilizzato come base dati da tutti i motori di ricerca, anche da quelli a pagamento che così figurano come motori seri mentre magari hanno registrato solo qualche centinaio di inserzionisti!Se vogliamo vedere gli utenti del dmoz contro quelli di yahoo basta prendere nel primo caso il 99% degli utenti dei motori di ricerca, nel secondo quelli che richiedono dati esclusivamente di proprietà di yahoo... non c'è storia!
    • Anonimo scrive:
      Re: sfida Yahoo?

      DMOZ è il più grande database di siti, sia
      come quantità che come qualità (ancora più
      importante) AHAHAHAHAHAHAHAAHc'e' una cosina che si chiama GUGLE
      • Anonimo scrive:
        Re: sfida Yahoo?
        Stiamo parlando di directory, non mi motori di ricerca.Stiamo parlando di siti recensiti da persone, non di ROBOT che catalogano i siti.Sono cose diverse.
      • Anonimo scrive:
        Re: sfida Yahoo?
        - Scritto da: maori
        AHAHAHAHAHAHAHAAH
        c'e' una cosina che si chiama GUGLEa rapa nui! Hai mai letto da dove pesca i dati google?prova a guardarlo meglio e vedrai che gli arrivano dritti dritti dal dmoz!
        • Anonimo scrive:
          Re: sfida Yahoo?
          si, il caro maori non ha capito bene di che cosa si sta parlando! ;)- Scritto da: gio74web
          - Scritto da: maori

          AHAHAHAHAHAHAHAAH

          c'e' una cosina che si chiama GUGLE
          a rapa nui! Hai mai letto da dove pesca i
          dati google?
          prova a guardarlo meglio e vedrai che gli
          arrivano dritti dritti dal dmoz!
Chiudi i commenti