Mondo fisico, una pulsione ineffabile

di Gilberto Mondi - La prima edizione on the road di Pac-Man ha riscosso grande attenzione. Con i virus informatici da indossare o il Tetris nelle finestre di un'università, il pensiero laterale fa del mondo elettronico una nuova realtà

Roma – C’è qualcosa di ineffabilmente romantico e struggente nella straordinaria iniziativa che pochi giorni fa ha offerto al Greenwich Village di Manhattan l’occasione per rinnovare il suo volto di fucina culturale un po’ decaduta: ragazzi vestiti da fantasmini rincorrevano per le vie del quartiere un pac-man su due piedi che correva cercando di raccogliere punti sulla via.

C’è un sito dove si racconta l’evento, con tutte le foto del caso, che puntano dritto al cuore e alla testa dei tanti che sono cresciuti con un videogioco che non solo ha fatto storia ma ha anche creato i primi casi di dipendenza da videogame.

Il dungeon oscuro nel quale il pac-man del mondo elettronico sfuggiva ai fantasmi colorati che tentavano di farlo fuori è stato sostituito per l’occasione da una precisa mappetta del mondo fisico costituita dalle vie attorno a Washigton Square. E il legame tra l’universo cyber di cui pac-man rappresenta un archetipo e la realtà on the road di New York 2004 è stato mantenuto grazie a cellulari, wi-fi e cotillon informatici messi a punto dagli studenti che hanno realizzato il tutto. Una connessione reale-virtuale che ha consentito su quel sito di seguire in diretta le fughe di pac-man e la corsa dei fantasmini fino alla conclusione inevitabile: la cattura di pac-man.

Pac-Man E’ preziosa e va coccolata quella creatività net-artistica che trasporta nel mondo reale elementi chiave del mondo elettronico, come accadde in Italia, per dirne una, quando quei geniacci di 0100101110101101.org decisero di invadere la Biennale di Venezia con un virus informatico da indossare , trasformando i bipedi frequentatori dell’expo artistico in portatori sani di codice maligno. Come quando, per dirne un’altra, Steve Wozniack accettò di giocare al megatetris su Linux organizzato dall’americana Brown University, in cui i mattoncini da abbattere erano costituiti dalle luci delle stanze di un edificio di 14 piani.

Sono forse piccole e senz’altro rare occasioni di fare i conti in modo diverso con la tecnologia, che non hanno bisogno di esprimere un senso compiuto , come ammettono gli autori del pac-man on the road, quando spiegano che il gioco è pensato “per esplorare quel che succede quando i giochi vengono rimossi dal loro piccolo mondo di tavoli, televisioni e computer e vengono piazzati nel più vasto mondo reale di angoli di strada e di città”.

Un’iniziativa del genere rappresenta forse la prima risposta convincente alla drammatica Profezia Nintendo pronunciata dal vicepresidente dell’azienda giapponese Kristian Wilson nel 1989, secondo cui “i giochi per computer non influenzano i bambini, voglio dire che se Pac-Man ci avesse influenzato quand’eravamo bambini, noi tutti ci agiteremmo in stanze in penombra ingurgitando pillole e ascoltando musica ripetitiva”.

Ecco, se è vero che non serve tracciare conclusioni o giudizi su un gioco-esperimento come quello del Greenwich Village è anche vero che nella fuga dal mondo cyber gli elementi del mondo elettronico che si trapiantano in quello fisico offrono stimoli nuovi . Lo sanno gli autori del Pac-Man newyorkese: aspettano una volontaria per dar vita ad un episodio di miss pac-man . Come resistere?

Gilberto Mondi

dello stesso autore:
Il DL Urbani e l’opposizione che non c’è
Nessuno fermi le Gogne elettroniche
L’onda lunga della biometria

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    criteri per perquisizioni e arresti.....
    in tema con l'argomento vorrei che qualcuno mi desse un suo parere in merito alla scottante questione dell'arresto.ammettendo l'approvazione del mostro urbani con tanto di rischi confische e galera, con quale criterio di valutazione i mastini del governo anzi scusate, la polizia postale puo chiedere con cognizione di causa a un magistrato l'autorizzazione alla perquisizione e all'eventuale arresto anche per un solo mp3 scaricato ? partendo dal presupposto che ; un affidabile statistica ci dice che ogni giorno dai 500.000 agli 800.000 italiani si connettono a winmx downlodando anche un solo file coperto da copyright.come si puo monitorare giornalmente circa un milione di connessioni su p2p ? con quali criteri di valutazione e a chi affibbiare multe ed arresti ? l'unica cosa che vi chiedo cari amici è di non rispondermi a caso RANDOM ! GIURIDICAMENTE PARLANDO NON ESISTE LA FRASE....PUNIRNE UNO PER EDUCARNE CENTO. IPSE DIXIT ammesso la legge sia uguale per tutti !!! come la pensate ? ciao...a roma ci sono !!!!
  • Anonimo scrive:
    speriamo che lo condannino
    sulla base di questa sentenza, n caso di condanna, possiamo intentare causa a tutti i fabbricanti di armi favoriscono l'aumento del tasso di omicidi!!!!!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    A MORTE TUTTI I SUINI DELLA S.I.A.E.
  • Anonimo scrive:
    Siamo alla follia: leggete!
    Dal giornale CityMilano pagina 10"Harry potter e' dei bambini? Macchè: 'e della WarnerLondra- i bambini di tre anni non potranno ricreare la magica atmosfera nel saggio della loro scuola di balletto che si trova a Worthing .......La maestra e coreografa , Valerie Le Serve,ha infatti rivelato di aver dovuto cambiare programma dopo che Christopher Little un agente della scrittrice, le ha scritto una lettera dai toni minacciosi nella quale si cita l'esistenza di un contratto di esclusiva......."
  • Anonimo scrive:
    favoreggiamento?
    se questo è il metro allora denunciamo le compagnie aeree americane per aver favorito gli attentati terroristici alle torri gemelle...
  • Anonimo scrive:
    vergogna
    oggi un uomo ha ucciso a coltellate la moglie...metteranno al bando i coltelli da cucina ?e' un chiaro segno di incapacita', credo che bin laden sia stato una manna per questi censori per avre piu' potere.
    • Anonimo scrive:
      Re: vergogna
      - Scritto da: Anonimo
      e' un chiaro segno di incapacita', credo che
      bin laden sia stato una manna per questi
      censori per avre piu' potere.Censori e Bin Laden sembrano parti contrapposte, mentre invece in varie maniere sono legati tra loro.Bin Laden, il disastro delle torri gemelle, etc etc sono un esempio del sistema che chi ha veramente il potere nel mondo usa: PROBLEMA-REAZIONE-SOLUZIONE.Se ad esempio voglio introdurre leggi e norme per ridurre la privacy delle persone e aumentare il controllo senza che la gente protesti, basta che crei un problema (torri gemelle, ...ma gli esempi si possono vedere e sentire tutti i giorni ai tg), in modo che la gente pensi/dica "Bisogna fare qualcosa!"... e voila', tu proponi cio' che avevi progettato e che volevi fosse accolto (e anzi promosso) sin dall'inizio (come leggi anti terrorismo etc, che altro non sono scuse per controllare e schedare la gente).Per maggiori info:www.davidicke.comche contiene un sacco di documenti... come adesempio:http://www.davidicke.com/icke/articles/diarticle-bosnia.htmlwww.rense.com--Manuel
  • Anonimo scrive:
    Arrestate i produttori di Armi!!!
    Allora arrestiamo anche i produttori di armi... sono certo più dannose del P2P!!!!
  • Anonimo scrive:
    Adesso scarico Winny, e lo provo
    Vediamo...se ha suscitato cosi tanto clamore, e cosi tanta partecipazione di utenti vuol dire che funziona.:p
    • Anonimo scrive:
      Re: Adesso scarico Winny, e lo provo
      - Scritto da: Anonimo
      Vediamo...se ha suscitato cosi tanto
      clamore, e cosi tanta partecipazione di
      utenti vuol dire che funziona.
      :pnon dimenticare di farci sapere se va bene...
    • avvelenato scrive:
      Re: Adesso scarico Winny, e lo provo
      - Scritto da: Anonimo
      Vediamo...se ha suscitato cosi tanto
      clamore, e cosi tanta partecipazione di
      utenti vuol dire che funziona.
      :pguarda che in giappone le linee adsl2 a 45mbps te le tirano dietro a prezzi irrisori...se quella roba si basa su freenet, di una linea adsl2 ne avrai bisogno....
      • Anonimo scrive:
        Re: Adesso scarico Winny, e lo provo
        Sono quello che ha aperto il thread...l'ho scaricato ma è in giapponese!:'(Se volete tentare l'impresa di capirci qualcosa, o se capite il giapponese questo è il link:ed2k://|file|À§´Ï(winny)1.14_¹öÁ¯.zip|233106|63bfc78a64e499af4e3a3993165a1ae1|"
        À§´Ï(winny)1.14_¹öÁ¯.zip
    • Anonimo scrive:
      Re: Adesso scarico Winny, e lo provo
      - Scritto da: Anonimo
      Vediamo...se ha suscitato cosi tanto
      clamore, e cosi tanta partecipazione di
      utenti vuol dire che funziona.
      :pse uscisse alla sourceforge magari commentato in inglese... non sarebbe poi male no?
      • Anonimo scrive:
        Re: Adesso scarico Winny, e lo provo
        Si trova quì:http://nynode.info/ed anche quì:http://via.nych.info/http://www.geocities.jp/nynodefiles/Winny2b71.ziphttp://via.nych.info/http://www.geocities.jp/nynodefiles/Winny2b7.ziphttp://via.nych.info/http://www.geocities.jp/nynodefiles/Winny114.ziphttp://via.nych.info/http://www.geocities.jp/nynodefiles/winny2b71custom6.zipciao.
  • Anonimo scrive:
    Avete visto che avevo ragione?
    Ieri mi avete attaccato con veemenza perchè stavo sostenendo la VERITA', cioé che ogni buon cattolico non puo' copiare del software senza pagarlo.mi avete accusato in ogni modo, lanciandomi delle accuse infamanti.Ebbene, lor signori, oggi il Giappone ha dimostrato che RUBARE NON PAGA!!!Violare la legge del Cristo è un peccato che si paga caro, in questa vita ed in quella futura. Spero che voi tutti non vi lasciate prendere dal maligno e la smettiate di peccare contro il Cristo e contro lo Spirito Santo.Che il Signore sia con voi e contro il maligno!
    • Anonimo scrive:
      Re: Avete visto che avevo ragione?
      • Anonimo scrive:
        Re: Avete visto che avevo ragione?
        • Anonimo scrive:
          Re: Avete visto che avevo ragione?
          • Anonimo scrive:
            Re: Avete visto che avevo ragione?


            Guarda che questo ragazzo non mi sembra

            abbia rubato nulla, ha solo scritto un

            software

            AH NO!!!!! é qui che sta l'errore!

            Vi faccio un esempio: se voi create un
            oggetto contundente e qualcuno muore con
            questo oggetto, voi ne siete responsabili.

            Se voi incoraggiate qualcuno ad uccidere con
            questo oggetto, voi siete responsabili.

            Questo personaggio, magari ateo e comunista,
            in ogni caso figlio del demonio, ha fatto in
            modo che tante oneste persone cadessero in
            tentazione e commettessero peccato. Quindi
            è giusto che sia considerato coma il
            mandante, come il sommo responsabile.

            Spero che capisca quando abbia rattristato
            il Cristo e che si converta e si penta dei
            suoi peccati...Ok allora dovremmo arrestare anche:chi ha inventato e costruito i computer, ma anche chi vende e produce masterizzatori e software correlati, chi insegna a programmare in C ecc ecc perche' permettono questi peccati mortali?Allora torniamo in una caverna che famo prima.Poi sinceramente vallo a dire ai produttori di armi italiani, che mentre milioni di persone combattono e muoiono con le loro armi, se la spassano con le donne facilotte sugli yacht.Una pistola ha un unico fine, quello di uccidere.Un software P2P ha un unico fine, lo scambio. Non e' implicito lo scambio di materiale protetto da copyright.. non si tratta del demonio.
          • Anonimo scrive:
            Re: Avete visto che avevo ragione?

            Ok allora dovremmo arrestare anche:
            chi ha inventato e costruito i computer, ma
            anche chi vende e produce masterizzatori e
            software correlati, chi insegna a
            programmare in C ecc ecc perche' permettono
            questi peccati mortali?no, bisogna arrestare chi li usa in modo sbagliato e peccaminoso
            Allora torniamo in una caverna che famo
            prima.non ho mai detto questo
            Poi sinceramente vallo a dire ai produttori
            di armi italiani, che mentre milioni di
            persone combattono e muoiono con le loro
            armi, se la spassano con le donne facilotte
            sugli yacht.certo, le armi sono un obrobrio, ma a volte sono utilizzabili per dei buoni fini. In ogni caso, un'idea puo' essere più pericolosa di un arma.
            Una pistola ha un unico fine, quello di
            uccidere.
            Un software P2P ha un unico fine, lo
            scambio. Non e' implicito lo scambio di
            materiale protetto da copyright.. non si
            tratta del demonio.se si va contro la legge, il demonio è sempre pronto.
          • Anonimo scrive:
            Re: Avete visto che avevo ragione?

            certo, le armi sono un obrobrio, ma a volte sono utilizzabili per dei buoni fini. In ogni caso, un'idea puo' essere più pericolosa di un arma.le armi sono utilizzabili per buoni fini???? e ti consideri cattolico???? a te Stalin ti fa una pippa!! altro che cattolico!!!un'idea non è mai pericolosa, un cervello che non ne ha di prorpie è pericoloso....
          • Anonimo scrive:
            Re: Avete visto che avevo ragione?

            certo, le armi sono un obrobrio, anche il tuo italiano non è da meno: oBBrobrio...
            ma a volte sono utilizzabili per dei buoni fini.eh già tipo iraq o vietnam...ho visto i buoni fini....o forse ti riferivi alle cristianissime (e stupidissime) crociate?
            In
            ogni caso, un'idea puo' essere più
            pericolosa di un arma.
            Se, e ripeto se, qualche fondamentalista del tuo stampo è in ascolto, le tue sono molto pericolose...
          • tunonmiconosci scrive:
            Re: Avete visto che avevo ragione?

            Ieri mi avete attaccato con veemenza perchè stavo
            sostenendo la VERITA', cioé che ogni buon cattolico non
            puo' copiare del software senza pagarlo.
            mi avete accusato in ogni modo, lanciandomi delle accuse
            infamanti.
            Ebbene, lor signori, oggi il Giappone ha dimostrato che
            RUBARE NON PAGA!!!
            Violare la legge del Cristo è un peccato che si paga caro, in
            questa vita ed in quella futura. Spero che voi tutti non vi
            lasciate prendere dal maligno e la smettiate di peccare
            contro il Cristo e contro lo Spirito Santo.
            Che il Signore sia con voi e contro il maligno!Ti auguro, da povero CRISTIANO (e ribadisco CRISTIANO, non cattolico...) peccatore quale sono, che Gesù ti insegni col tempo un pò di comprensione verso il prossimo...auguri...==================================Modificato dall'autore il 11/05/2004 15.24.09
    • Anonimo scrive:
      Re: Avete visto che avevo ragione?
      ma ti diverti così tanto troll???????(troll)(troll)(troll)
      • Anonimo scrive:
        Re: Avete visto che avevo ragione?
        :@:@(troll):@:@:@:@(troll):@:@(troll)(troll)(troll)(troll)(troll):@:@(troll):@:@:@:@(troll):@:@:@:@(troll):@:@:@:@(troll):@:@
        • trollenstein scrive:
          Re: Avete visto che avevo ragione?
          - Scritto da: Anonimo :@:@(troll):@:@ :@:@(troll):@:@ (troll)(troll)(troll)(troll)(troll) :@:@(troll):@:@ :@:@(troll):@:@ :@:@(troll):@:@ :@:@(troll):@:@FANTASTICO!!! sei un grande, davvero :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Avete visto che avevo ragione?
            ... dopo la croce fiammeggiante, ecco a voi la croce trolleggiante- Scritto da: trollenstein

            - Scritto da: Anonimo
            :@:@(troll):@:@
            :@:@(troll):@:@
            (troll)(troll)(troll)(troll)(troll)
            :@:@(troll):@:@
            :@:@(troll):@:@
            :@:@(troll):@:@
            :@:@(troll):@:@

            FANTASTICO!!! sei un grande, davvero :)
    • ryoga scrive:
      Re: Avete visto che avevo ragione?
      La caccia ai troll è riaperta?(troll)(troll)(troll)(troll)(troll)
      • Anonimo scrive:
        Re: Avete visto che avevo ragione?
        così sembra ...- Scritto da: ryoga

        La caccia ai troll è riaperta?
        (troll)(troll)(troll)(troll)(troll)
    • Anonimo scrive:
      Re: Avete visto che avevo ragione?
    • Anonimo scrive:
      Re: Avete visto che avevo ragione?
      Dio disse: Andate e moltiplicatevi!!!!!Ed il popolo della rete quello sta facendo!Stamoltiplicando i file!!!Quindi nn vedo perchè il maligno dovrebbe preoccuparci.Parola del signore, rendiamo grazie al p2p!!!!:D
  • Anonimo scrive:
    Quanto durano tre mesi per Ekpleptical?
  • Anonimo scrive:
    Arrestata la persona, ma il programma?
    Sarebbe interessante sapere se questo Winny, apparentemente basato su un codice che prende spunto dal progetto Freenet, è veramente anonimo come, credo, Freenet stesso ha ormai dimostrato (sono mesi e mesi che contenuti così detti "sconvenienti" sono on line senza che nessuno abbia potuto farci nulla). Il concetto è che possono arrestare la persona, ma possono arrestare il programma? Possono rintracciare gli utenti? Nutro qualche dubbio a riguardo. Se avessero potuto spaventare tutti i condivisori denunciandone qualcuno come ha fatto la RIAA allora Sony Music e compagnia lo avrebbero già fatto, invece, caso strano, osserviamo una tattica completamente diversa da quella adottata dalle major USA: arrestare il programmatore. A che pro e a quale fine, a parte quello di seminare un po' di FUD non potendo rintracciare i condivisori?Come al solito la società giapponese è lo specchio del nostro futuro: lì una parte notevole del fatturato nazionale proviene dal software e dai videogame (Sony con ogni probabilità sarà stata la mente di questo attacco al P2P) gli utenti ormai danno già per scontato che con la guerra dichiaratagli dalle major devono per forza condividere in modo anonimo. Solidarietà a Isamu e a tutti gli utenti di file sharing giapponesi. Tanto per cambiare la parola d'ordine dovrebbe essere "uniamoci", uniamoci tutti e cerchiamo di usare lo stesso sistema di file sharing per non essere soli, per dimostrare che il file sharing non può essere represso con queste ignobili leggi perché è un sistema di comunicazione universale. Si può regolamentare ma non mettere fuorilegge, in caso contrario si prospettano tempi bui per le "democrazie" cui ancora ci fregiamo di appartenere.P.S. E il 18 maggio alle 9.30, tutti di fronte al Senato a manifestare contro il DL Urbani!Alberto
  • allanon scrive:
    Cade l'ultimo velo
    Ora tutti possono vedere a cosa porta il copyright.Il popolo della rete è stato più volte accusato di voler "rubare emozioni" e di superficialità nei confronti di problemi più gravi: ora nessuno può negare il terribile scenario che ci si presenta.Anzitutto, perchè il Giappone? Semplice, un paese filoamericato, ma dell'area asiatica; grande produttore di brevetti (quest'anno a superato l'america stessa), e dotato di una rete internet tra le più veloci nel mondo.Qui è più evidente il conflitto tra banda larga come strumento per lo scambio di grandi quantità di informazioni, e il diritto d'autore. Larticolo parla di un programma di P2P criptato e dell'incriminazione del suo autore.Ma qual'è in fondo la colpa di quest'uomo? Aver creato uno strumento per lo scambio di informazioni tra utenti criptato. E qui cade l'ultimo velo: l'alternativa alla revisione dell'attuale regime di copyright è il grande fratello.Alcuni governi ci stanno dicendo che non abbiamo il diritto di avere informazioni riservate, tutto quello che passa attraverso il nostro PC deve essere esposto e controllabile da chicchessia (polizia, servizi segreti, ma anche semplicemente una multinazionale che abbia interesse a farlo).La privacy vietata per legge, ecco di cosa stiamo parlando. Perdita di fatturato da parte delle industrie? Milioni di autori ridotti alla fame? Eppure non mi sembra che il giappone se la passi poi così male...E allora perchè criminalizzare il P2P? Ora che cadono tutti i fronzoli che haddo decorato il copyright nel corso di questi secoli possiamo finalmente vedere la sua vera natuta: CENSURA
    • Anonimo scrive:
      Re: Cade l'ultimo velo
      - Scritto da: allanon
      E qui cade l'ultimo velo: l'alternativa alla
      revisione dell'attuale regime di copyright
      è il grande fratello.
      Hai centrato il bersaglio.Purtroppo tantissimi noi appassionati di informatica oramai crediamo in questo e che un momento o l'altro arriverà..
  • Anonimo scrive:
    L'anno voluto loro...!
    UN programma criptato sarebbe un pericolo per la sicurezza nazionale?!?!!?Beh..l'avete voluto voi dittatori del mondo....costringete la gente ad usare p2p criptati epr le insulse e inutili battaglie contro il file-sharing..ben vengano allora tutti i dati che attentano alla vostra sicurezza (perche' la "sicurezza nazionale" significa solo la sicurezza del governo per loro) e poi..da quabnto in qua creare un software e' reato?!Se qualcuno conosce il diritto giapponese (ma quelli li' si tagliano ancora le braccia se fanno i cattivi...saranno ingegneri eccezionali ma fondamentalmente sono rimasti a 2000 anni fa) ci faccia sapere...ma non mi meravoglierei che li' (come si vuola fare in italia) si arresta uno solo perche' "ha parlato di un P2P"
  • Anonimo scrive:
    e gli armaioli non li fuliciamo allora ?
    ciccio ciccio mi costruisce un programma per scambiare file protetti in rete, e io lo uso per scambiare qualche mp3ciccio liccio mi costruisce una mitraglietta, e io la uso perfare una strage a scuolase hanno arrestato ciccio ciccio, che devono fare aciccio liccio ? a rigor di logica, come minimo fucilarlonella schiena
  • adriano284 scrive:
    HO SEMPRE PENSATO CHE.....
    i Giapponesi sono Nazzisti!!!!!IMHO ..... come dettagliato nell'articolo....:s:s:s:s
  • Anonimo scrive:
    Pirati al rogo!
  • Anonimo scrive:
    arrestiamo i dirigenti microsoft
    hanno scritto IE che si usa per scaricare software non licenziato da http e ftp; favoriscono la pirateria; ma per favore, in giappone si son fumati il poco cervello che avevano, tra un po arresteranno i produttori di coltelli perche' favoriscono gli omicidi
    • Anonimo scrive:
      Re: arrestiamo i dirigenti microsoft
      - Scritto da: Anonimo
      hanno scritto IE che si usa per scaricare
      software non licenziato da http e ftp;
      favoriscono la pirateria; ma per favore, in
      giappone si son fumati il poco cervello che
      avevano, tra un po arresteranno i produttori
      di coltelli perche' favoriscono gli omicidiEh no..i coltelli gli servono per fare harakiri (si scrive cosi') senno' come se le tagliano el braccia e le orecchie se fanno i cattivi?Oltre al poco cervello cmq e' noto che i giapponesi hanno anche poco...diciamo..."altro"..e questo il motivo per cui si sbattono tanto per le cazzate...le giapponesine (che sono assurde nelle performance) logicamente si trombano gli occidentali e le occidentali si trombano gli occidentali..i giapponesi viste le loro dimensioni ridotte non se li caga nessuno e allora sono frustrati.Mah..sinceramente possono inventare e costruire tutto quello che vogliono, ma in fondo sono sempre rimasti a 2000 anni fa
  • Anonimo scrive:
    oh no giappone....
    ....ti prego non finire veramente come nei manga...proprio ieri sera stavo rileggendo ghost in the shell...nel futuro i nostri stessi cervelli saranno connessi e regolarmente violati da autorita` e criminali vari...FREE ISAMU !!!!!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    controllo totale
    comunque possono controllarti per mezzo dei telefonini, gli antifurti e i navigatori satellitari, le telecamere negli esercizi commerciali e in banca... telecamere in autostrada...Una cosa in più... internet! Adesso metteranno web cam dappertutto, controlleranno queste cose che stiamo scrivendo... la nostra posta...E POI? MANIPOLERANNO LA NOSTRA MENTE E CI FARANNO REDERE CHE SIA TUTTO GIUSTO... E A NOI NON FREGHERà UN CAXXO ESSERE CONTROLLATICIAOOOOOOOOOOOOOOOOO
  • samu scrive:
    F.U.D.
    Dal Giappone, secondo le autorità, parte un flusso consistente di dati protetti, soprattutto videogiochi per Game Boy Advance e versioni non ufficiali di "anime" (cartoni animati giapponesi) doppiati e sottotitolati dai fan. Una grave "fuga di dati", resa incontrollabile dall'anonimato promesso da Winny, che secondo gli operatori si traduce in notevoli perdite per l'industria dell'infotainment nipponica, punta di diamante dell'esportazione internazionale.Vorrei parlare a favore dei fansub di anime, visto che conosco il funzionamento:Gli anime esportati, non sono illegali negli altri paesi in quanto non sono ancora sotto alcuna licenza di alcuna casa.Quando il dato anime viene messo sotto licenza in un dato paese i fansub (coloro che fanno i sottotitoli per quella lingua) cessano di "doppiare" la serie.Quindi questo sistema, non solo non arreca danno al giappone (come si fa a perderci dei soldi su qualcosa che e' senza diritti di copyright ? ) ma e' un ottimo veicolo di propaganda per l'entertainment giapponese, da sempre diviso in mercato interno e mercato estero.
    • CoreDump scrive:
      Re: F.U.D.
      - Scritto da: samu
      Dal Giappone, secondo le autorità,
      parte un flusso consistente di dati
      protetti, soprattutto videogiochi per Game
      Boy Advance e versioni non ufficiali di
      "anime" (cartoni animati giapponesi)
      doppiati e sottotitolati dai fan.
      Una grave "fuga di dati", resa
      incontrollabile dall'anonimato promesso da
      Winny, che secondo gli operatori si traduce
      in notevoli perdite per l'industria
      dell'infotainment nipponica, punta di
      diamante dell'esportazione internazionale.

      Vorrei parlare a favore dei fansub di anime,
      visto che conosco il funzionamento:
      Gli anime esportati, non sono illegali negli
      altri paesi in quanto non sono ancora sotto
      alcuna licenza di alcuna casa.
      Quando il dato anime viene messo sotto
      licenza in un dato paese i fansub (coloro
      che fanno i sottotitoli per quella lingua)
      cessano di "doppiare" la serie.
      Quindi questo sistema, non solo non arreca
      danno al giappone (come si fa a perderci dei
      soldi su qualcosa che e' senza diritti di
      copyright ? ) ma e' un ottimo veicolo di
      propaganda per l'entertainment giapponese,
      da sempre diviso in mercato interno e
      mercato estero.Completamente d'accordo, proprio grazie a gruppi difansubber ho potuto conoscere e apprezzare delle seriedi anime delle quali sapevo appena l'esistenza, inoltre cisono moltissime serie che in italia non abbiamo mai vistoe che con molta probabilità non vredremo purtroppo mai :@Ciao. ;)
    • lunmarmergioven scrive:
      Re: F.U.D.
      - Scritto da: samu
      Quando il dato anime viene messo sotto
      licenza in un dato paese i fansub (coloro
      che fanno i sottotitoli per quella lingua)
      cessano di "doppiare" la serie.
      Quindi questo sistema, non solo non arreca
      danno al giappone (come si fa a perderci dei
      soldi su qualcosa che e' senza diritti di
      copyright ? )Non è senza diritti, se tu ad esempio pubblichi una cosa in Italia questa ha copyright pure in Giappone anche se in quel paese non è distribuita. Questo grazie a diverse convenzioni internazionali (la cui più nota è quella di Berna) che ha permesso di creare in un gran numero di nazioni una normativa sul copyright simile e con valore internazionale.
    • Anonimo scrive:
      Re: F.U.D.
      difatti non posso che confermare, senza fansub al giappone sarebbero arrivati da me molti meno soldi, gente in jap ragionano in maniera diversa su molti fronti ma a quanto pare le major sono deficenti anche li`
      • Ekleptical scrive:
        Re: F.U.D.

        Rispondi ad una semplice domanda, i
        produttori di armi andrebbero arrestati? Non mi risultano leggi che vietino la produzione di armi in nessun paese del pianeta. Peraltro le armi servono anche a polizia, esercito e altri soggetti che ne hanno la titolarità d'uso. La gran parte delle armi, nei paesi civili, peraltro le hanno loro.Quale legge infrangono?Sei pacifista ed obiettore? Bravo (sono obiettore anch'io), ma non è un'opinione di maggioranza.
        E' più grave produrre strumenti
        potenzialmente atti a violare il copyright
        (sorvolando sul fatto che il P2P non serve
        solo a quello) oppure produrre strumenti
        potenzialmente atti ad uccidere?Ok, mbè? Non è che il fatto più grave giustifichi l'esitenza del fatto meno grave.Se mi fregano il portafogli ho tutto il diritto di sporgere denuncia. Non è che devo lasciar stare perchè prima viene l'indagine sull'omicidio di tal dei tali.Peraltro, come già detto un'altra volta, il Giappone è il paese al mondo con il più basso tasso di criminalità. Da quelle parti i reati gravi sono più rari delle mosche bianche! Il discorso priorità non vale molto, applicato lì.In Giappone ci sono 0,5 omicidi l'anno per ogni 100mila abitanti!!! Se dovessero indagare solo su quelli gli basterebbero i poliziotti di una piccola città di provincia per tenere a bada tutta la nazione!==================================Modificato dall'autore il 11/05/2004 14.40.49
        • allanon scrive:
          Re: F.U.D.
          Ci giri intorno e ti contraddici, ma non rispondi:- Scritto da: Ekleptical

          Rispondi ad una semplice domanda, i

          produttori di armi andrebbero
          arrestati?

          Non mi risultano leggi che vietino la
          produzione di armi in nessun paese del
          pianeta. Peraltro le armi servono anche a
          polizia, esercito e altri soggetti che ne
          hanno la titolarità d'uso. La gran
          parte delle armi, nei paesi civili, peraltro
          le hanno loro.

          Quale legge infrangono?

          Sei pacifista ed obiettore? Bravo (sono
          obiettore anch'io), ma non è
          un'opinione di maggioranza.Allora la maggioranza a sempre ragione? La maggioranza vuole usare il P2P, come mai lo stanno vietando? (tralasciando che la polizia a bisogno di armi solo perchè ci sono industrie che ne producono)

          E' più grave produrre strumenti

          potenzialmente atti a violare il
          copyright

          (sorvolando sul fatto che il P2P non
          serve

          solo a quello) oppure produrre strumenti

          potenzialmente atti ad uccidere?

          Ok, mbè? Non è che il fatto
          più grave giustifichi l'esitenza del
          fatto meno grave.
          Se mi fregano il portafogli ho tutto il
          diritto di sporgere denuncia. Non è
          che devo lasciar stare perchè prima
          viene l'indagine sull'omicidio di tal dei
          tali.Qui non si tratta di lasciare perdere chi stupra per accanarsi contro chi uccide...Voglio solo mettere in evidenza che il pirincipio di colpire un mezzo in se in base all'uso che alcuni-molti ne fanno è un'ighiozia. Se il mezzo può avere un uso positivo oltre che negativo, è da punire chi ne fa cattivo uso, non il mezzo in se, altrimenti le armi sarebbero sparite da un pezzo...In conclusione i nostri politici non dovrebbero rivoltare la frittata a piacimento, facendo produrre armi perche in alcuni casi possono avere un uso "morale", e colpendo la criptografia perche in alcuni casi se ne può fare u uso "immorale".
          • Anonimo scrive:
            Re: F.U.D.
            Oh ma parla come mangi, che nn si capisce niente
          • warrior666 scrive:
            Re:
            Mi sa che stiamo sbagliamo modo di pensare...in effetti non conta cosa sia giusto o no, ma quanto denaro c'è in ballo e chi lo gestisce. La realtà si muove su questa linea, poi tutti possiamo avere delle idee negative a riguardo, ma a meno di non essere tutti uniti contro un ingiustizia, il denaro vince sempre. Ecco qual'è la legge.:(
  • Anonimo scrive:
    E i costruttori di autostrade?
    E perchè già che ci sono non arrestano anche tutti i costruttori di strade e autostrade, visto che questi ultimi incentivano in modo pesante i pirati tradizionali che possono così trasportare da un capo all'altro del Jappone tutte le copie pirata che vogliono?Per non parlare dei costruttori di ascensori.
    • warrior666 scrive:
      Re: E i costruttori di autostrade?
      ...la tua logica nn fa una grinza..speriamo di non arrivare fino a questo punto..
    • Anonimo scrive:
      Re: E i costruttori di autostrade?
      Concordo pienamente!! Devono arrestare assolutamente ki ha costruito la salerno-reggio calabria!! Se penso a tutti i mafiosi ke la usano x traffico di sigarette di droga e altro..!! Questo tizio ha favorito la criminalità organizzata... va indubbiamente arrestato!!BB8
  • Anonimo scrive:
    E la Sony ?
    Non la chiudono la Sony perché costruisce e vende dispositivi atti alla duplicazione illegale di contenuti protetti dal diritto d'autore, nella fattispecie lettori e masterizzatori di CD e DVD e minidisc ?
    • Ekleptical scrive:
      Re: E la Sony ?

      Non la chiudono la Sony perché
      costruisce e vende dispositivi atti alla
      duplicazione illegale di contenuti protetti
      dal diritto d'autore, nella fattispecie
      lettori e masterizzatori di CD e DVD e
      minidisc ?No, perchè:a) La Sony fa molto più guadagno con i conenuti (film, musica, videogiochi) che con l'hardware. Se si fa dietrologia ipotizzando pressioni delle aziende, la Sony è stata la prima a premere sul governo per stroncare il p2p! Anche perchè:b) Il bilancio Sony negli ultimi anni si è retto in piedi grazie alla musica e soprattutto alla Playstation. Peccato che la musica sia in crollo libero e i videogames seguano il trend. Nell'ultimo anno c'è stato un crollo di vendite di giochi per la PSX e come si sa, la console è venduta sottoprezzo, quindi sull'hardware ci perde, non ci guadagna! Nella situazione attuale, paradossalmente, più PSX vendono, più i bilanci Sony vanno in rossoc) Forse nessuno te l'ha detto, ma per i motivi di cui sopra, per la maturità ormai raggiunta nel settore elettronica di consumo dal quale è più difficile ricavare profitti consistentei che cavar sangue dalle rape e per la concorrenza di Samsung, che è diventata nel frattempo leader mondiale del settore, la Sony da un paio d'anni se la passa MOLTO MALE!
      • Anonimo scrive:
        Re: E la Sony ?
        "La Sony fa molto più guadagno con i conenuti (film, musica, videogiochi) che con l'hardware."Ne sei sicuro? Sai quanto costa produrre e lanciare un artista piuttosto che produrre 1 milione di mastreizzatori DVD? Come pensi si sia affermata la prima playstation se non favorendo copie pirata che hanno fatto venedere svalangate di console ad un prezzo non proprio contenuto???????
        • warrior666 scrive:
          Re: E la Sony ?
          Il problema qui non è la sony, è che aziende come la sony ed altre, potrebbero e dovrebbero subire le stesse accuse di quell'ingegnere giapponese, invece il loro marchio le protegge da queste cose, come se avessero un diritto superpartes. Scusate ma sul principio di favoreggiamento alla pirateria, allora potrebbero anche accusare cisco e chiunque si occupi del trasporto dati, in quanto atto a violare le elggi sul copiright...è questo il controsenso.
        • Ekleptical scrive:
          Re: E la Sony ?

          Ne sei sicuro? Sai quanto costa produrre e
          lanciare un artista piuttosto che produrre 1
          milione di mastreizzatori DVD?Ma che ragionamenti fai?Il guadagno è, detto base base, ricavi-costi. Il margine di guadagno sui masterizzatori DVD ora come ora è ridicolo!Ne ho visto uno l'altro giorno a 79 euro al supermercato. Togli tutti i ricarichi e gli intermediari, togli i costi e secondo te quanto guadagnano su un masterizzatore DVD?
        • Anonimo scrive:
          Re: E la Sony ?
          - Scritto da: Anonimo

          Ne sei sicuro? Sai quanto costa produrre e
          lanciare un artista piuttosto che produrre 1
          milione di mastreizzatori DVD? Non diciamo fesserie.
      • warrior666 scrive:
        Re: E la Sony ?
        scusa però il ragionamento fila, se arrestano un privato che programma un software di condivisione, con l'accusa di favoreggiamento alla pirateria, a maggior ragione chiunque produca qualcosa di atto a riprodurre copie di materiale protetto dovrebbe essere denunciato in egual misura.Insomma è sempre il solito paragone delle armi, non vieni punito se produci degli strumenti che possono provocare danni o morti, bensì se utilizzi quegli strumenti in modo illecito. La legge non è uguale per tutti, ma nemmeno i principi a questo punto..
        • Ekleptical scrive:
          Re: E la Sony ?

          strumenti in modo illecito. La legge non
          è uguale per tutti, ma nemmeno i
          principi a questo punto..I Giapponesi, quando si tratta di questioni di legge non sono molto filosofici, al contrario di altri ambiti. Se c'è da fare o applicare le leggi sono estremamente pratici.La filosofia è che il p2p ha in teoria un uso legale, la pratica è che nessuno (=non UNA singola persona sul pianeta Terra! se conosci l'eccezione presentamela!) lo usa (sempre) per motivi leciti.Ai Giapponesi, per la loro forma mentis, interessa questo. Delle filosofie e pippe mentali astratte su concetti vaghi non gliene frega proprio niente. Interessa il concreto.E' una questione culturale...==================================Modificato dall'autore il 11/05/2004 13.14.20
  • Anonimo scrive:
    è sconcertante: allarme!
    Questo dovrebbe essere un allarme per tutti!un software e il suo programmatore non dovrebbero poter essere incriminati così facilmente ... spero che tutta la comunità internazionale - specialmente degli universitari - si faccia sentire. Questo potrebbe succedere per QUALSIASI software. Come pgp che è illegale negli States ... (o lo è la sua "esportazione" ? ... su internet??? esportazione?)
    • Anonimo scrive:
      Re: è sconcertante: allarme!
      si, da noi o negli usa e` stato abbastanza provato che in casi simili un tribunale assolve, perche` anche se oggettivamente sto programma e` usato solo x sharare roba illegale non si puo` condannare l'autore x averlo creato... E` cmq un prog per uso generico che in un mondo sano non gravato dalla paranoia vedrebbe pure l'appoggio del governo che di norma semmai gradisce ricerche e sviluppi x la segretezza delle trasmissioni e nn va certo a tarpare i cervelli a chi ci lavora.beh sara` interessante vedere se anche in jap la pensano cosi` , spero che al contrario non finisca con una decisione oscurantista .. sarebbe davvero un precedente orrendo... e soprattutto inizierei ad avere gli incubi leggendo manga di sera..
      • Anonimo scrive:
        Re: è sconcertante: allarme!

        precedente orrendo... e soprattutto
        inizierei ad avere gli incubi leggendo manga
        di sera..manga fotocopiati o scaricati come ebook?
  • Anonimo scrive:
    2 pesi...
    ... e 2 misure.Nessuno ha mai accusato quelle aziende che producono (tutt'oggi) le mine antiuomo, di cui sono vittime solo i bambini.Armi a distruzione di massa sono state vendute da paesi ricchi a paesi poveri, che poi hanno attaccato e trucidato questi popoli con la scusa della guerra preventiva.Come dire che un'autista _potrebbe_ travolgere un'intera famiglia, percio' lo si arresta prima che commetta il fatto, e lo si rinchiude preventivamente.adesso, se scarichi con winmx 5 puntate di Megaloman registrate dalla tivu' (ancora con il logo di telepadova) ti arrestano!La realta' e' meglio della fantascienza!
  • Anonimo scrive:
    Francamente non capisco......
    Voglio dire:Qual'è il reato di questo programmatore?Aver realizzato un sistema di condivisione di file?Da quando questo è illegale?Se lo fosse la stessa internet sarebbe illegale.Non riesco davvero a capire in base a quale articolo di legge la polizia giapponese abbia potuto incarcerare quell'uomo e, onestamente, su questo punto ( molto probabilmente il più importante dell'intera faccenda ) l'articolo è assolutamente oscuro.....Farò qualche ricerca in rete e se trovo qualcosa di maggiormente certo lo posto qui.....
    • Ekleptical scrive:
      Re: Francamente non capisco......

      Non riesco davvero a capire in base a quale
      articolo di legge la polizia giapponese
      abbia potuto incarcerare quell'uomoAttenzione che la filosofia giudiziaria giapponese è l'opposto della nostra. Da quelle parti predomina il concetto "si può fare solo ciò che è esplicitamente consentito", NON il "si può fare tutto ciò che non è vietato".Se giudicate sui parametri italiani sbagliate tutto...
    • Anonimo scrive:
      Re: Francamente non capisco......
      - Scritto da: Anonimo
      Voglio dire:
      Qual'è il reato di questo
      programmatore?
      Aver realizzato un sistema di condivisione
      di file?
      Da quando questo è illegale?
      Se lo fosse la stessa internet sarebbe
      illegale.
      Non riesco davvero a capire in base a quale
      articolo di legge la polizia giapponese
      abbia potuto incarcerare quell'uomo e,
      onestamente, su questo punto ( molto
      probabilmente il più importante
      dell'intera faccenda ) l'articolo è
      assolutamente oscuro.....
      Farò qualche ricerca in rete e se
      trovo qualcosa di maggiormente certo lo
      posto qui.....Credo si siano inventati la scusa della criptatura e del fatto che hanno (ce li hanno messi stesso quelli del governo e' logico) trovato "piani militari" nella rete.Cmq ricorda che le dittature fanno le cose come vogliono...quindi..figurati....sto tizio quando cambiera' il vento nel mondo uscira'...e sara' uno dei tanti arrestati ingiustamente dai regimi di mezzo mondo
  • Anonimo scrive:
    pensavo che solo gli usa facessero skifo
    invece c'e' di peggio al mondo
    • Anonimo scrive:
      Re: pensavo che solo gli usa facessero skifo
      A parte te intendi? No non credo.
    • Anonimo scrive:
      Re: la vuoi sapere una cosa ....
      Gli USA hanno il primo emendamento, puoi pubblicare un algoritmo di cifratura, mettere su un sito nazista, marxista, islamista, o su qualunque altra aberrazione umana ... ma hai il diritto di espressione libera garantito ... Tempo fa si e' fatto il processo contro l'esportazione di software di cifratura, ci si riferiva solo al fatto che essendo nella categoria "Armi" non poteva essere incluso nel floppy di un famoso libro venduto all'estero. Pero' su carta era sotto lo scudo formidabile del primo emendamento, e in patria non c'erano problemi nemmeno per il software su floppy (non era esportazione). La cifratura invece al contrario e' un reato in moltissimi paesi e questo la dice lunga su quanta strada possa fare il P2P cifrato al di fuori degli USA ... ben poca ... Quanto alle nuove crociate anti-P2P ... vedrai che alla fine mentre in USA tra associazioni per le liberta' civili e comitati vari (se ci hai mai vissuto sai come sono attivi nel volontariato, come sono partecipi della democrazia diretta etc.) si trovera' un equilibrio accettabile ... la vecchia Europa rimmarra' fossilizzata sotto leggi opprimenti.Direi lo stesso del copyright ... gli USA alla fine lo cambieranno accorgendosi che cosi' com'e' e' un'ostacolo alla innovazione mentre la vecchia Europa andra' avanti come un elefante.Purtroppo la prima democrazia europea, la Francia, in molti casi non e' buona maestra, vedi censure su google, vedi processi ad autori di libri etc. :-(
      • Sandro kensan scrive:
        Re: la vuoi sapere una cosa ....
        - Scritto da: Anonimo
        Gli USA hanno il primo emendamento, puoi
        pubblicare un algoritmo di cifratura,
        mettere su un sito nazista, marxista,
        islamista, o su qualunque altra aberrazione
        umana ... ma hai il diritto di espressione
        libera garantito ... Ma io non vedrei la realtà in bianco e nero, non è mai una buona prassi, gli americani stanno progressivamente liminatando e reinterpretando il primo emendamento.Per quanto riguardo gli algoritmi di cifratura occorre dire che è esistito in passato una volontà forte di controllarne la diffusione da parte del ministero della difesa ma ci si è resi conto che non era possibile il controllo e quindi si è desistito.Esistono ancora accordi USA-EU per l'esportazione di sw di cifratura ai paesi indicati dagli americani, tali accordi che obbligano l'europa a non esportare sistemi di cifratura sono stati voluti dagli americani e dovrebbero essere ancora in vigore.La privacy è poi scarsamente considerata dagli USA tanto che tutti gli aerei che sorvolano lo spazio americano devono dare alle autorità i nomi e altri dati dei passeggeri, dati che finiscono nelle banche di informazioni credo per sempre.Se devo esprimere la mia opinione devo dire che la direzione delle autorità a stelle e strisce non è quella che dici tu e secondo me è da illusi credere che il "mercato" possa avere una funzione democratica oppure di imporre leggi in favore della libertà e della privacy.Non voglio scatenare una flame ma il fatto di avere bisogno di maggiori ricchezze ha forse portato a fare la guerra in iraq e ha forse portato a un sistema di torture nei carceri di quel paese: Se questo fosse vero sarebbe la dimostrazione che l'economia non porta a comportamenti "sani".
        • Ekleptical scrive:
          Re: la vuoi sapere una cosa ....

          La privacy è poi scarsamente
          considerata dagli USA tanto che tutti gli
          aerei che sorvolano lo spazio americano
          devono dare alle autorità i nomi e
          altri dati dei passeggeri, dati che
          finiscono nelle banche di informazioni credo
          per sempre.Agli americani della privacy non frega fondamentalmente niente, a parte qualche gruppetto estremamente minoritario di scarza importanza. Là i dati viaggiano che è una bellezza, senza che nessuno abbia niente da ridire.Le (non) normative americane sul settore qua farebbero gridare allo scandalo, lì non ci vedono niente di strano.Inoltre gli USA sono di gran lunga la prima nazione al mondo per incassi derivanti da copyright, brevetti e protezione dei diritti intellettuali! La loro economia ci campa su questo!Eliminarli vuol dire spararsi in testa da soli e affossare l'economia.Quindi scordatevi che "rivedranno" il concetto di copyright in senso libertario. Ne va del loro stesso "american way of life". Il copyright in senso lato, ossia la difesa di "questo l'ho inventato io, lo sfrutto io" è un elemento fondante e fondamentale del carattere nazionale (nonchè il motivo principale che li ha portati al 1o posto al mondo). Le idee condivisorie non hanno mai attecchito granchè, da quelle parti...
          • allanon scrive:
            Re: la vuoi sapere una cosa ....
            - Scritto da: Ekleptical

            La privacy è poi scarsamente

            considerata dagli USA tanto che tutti
            gli

            aerei che sorvolano lo spazio americano

            devono dare alle autorità i nomi
            e

            altri dati dei passeggeri, dati che

            finiscono nelle banche di informazioni
            credo

            per sempre.

            Agli americani della privacy non frega
            fondamentalmente niente, a parte qualche
            gruppetto estremamente minoritario di scarza
            importanza. Là i dati viaggiano che
            è una bellezza, senza che nessuno
            abbia niente da ridire.
            Le (non) normative americane sul settore qua
            farebbero gridare allo scandalo, lì
            non ci vedono niente di strano.


            Inoltre gli USA sono di gran lunga la prima
            nazione al mondo per incassi derivanti da
            copyright, brevetti e protezione dei diritti
            intellettuali! La loro economia ci campa su
            questo!
            Eliminarli vuol dire spararsi in testa da
            soli e affossare l'economia.

            Quindi scordatevi che "rivedranno" il
            concetto di copyright in senso libertario.
            Ne va del loro stesso "american way of
            life". Il copyright in senso lato, ossia la
            difesa di "questo l'ho inventato io, lo
            sfrutto io" è un elemento fondante e
            fondamentale del carattere nazionale
            (nonchè il motivo principale che li
            ha portati al 1o posto al mondo). Le idee
            condivisorie non hanno mai attecchito
            granchè, da quelle parti...Gli USA hanno fatto stada grazie al concetto di "libertà". Quando in tutto il resto del mondo potevi essere perseguitato semplicemente per il fatto che non appartenevi al giusto partito, o alla giusta fede religiosa, l' America era un baluardo di libertà... Piena di grandi spazi e praterie che potevi rivendicare per tuoi, luogi pericolosi certo, terra di nessuno, liberi...Poi come tutte le superpotenze è diventata conservatrice (il triste destino dei grandi)...Come tutte le superpotenze raggiunge un apice e poi crolla... Storia contemporanea potremmo dire...
          • Ekleptical scrive:
            Re: la vuoi sapere una cosa ....

            Gli USA hanno fatto stada grazie al concetto
            di "libertà". Quando in tutto il
            resto del mondo potevi essere perseguitato
            semplicemente per il fatto che non
            appartenevi al giusto partito, o alla giusta
            fede religiosa, l' America era un baluardo
            di libertà... In economia (ed è di quello che stiamo parlando ed è quello che ti porta a contare, non la chiacchiera) la libertà astratta conta poco.La Cina attuale è lì a dimostrarlo...
    • Anonimo scrive:
      Re: pensavo che solo gli usa facessero skifo
      - Scritto da: Anonimo
      invece c'e' di peggio al mondoBeh..gli USA fanno schifo si...colpa loro se il mondo e' cosi' uno schifo...pero' non dimenticare che pure sti tizi ancora oggi si tagliano un braccio se rubano una caramella e si uccidono se "disonorati" (ma ndo cazzo vivono?!?!?)
      • avvelenato scrive:
        Re: pensavo che solo gli usa facessero skifo
        - Scritto da: Anonimo


        - Scritto da: Anonimo

        invece c'e' di peggio al mondo

        Beh..gli USA fanno schifo si...colpa loro se
        il mondo e' cosi' uno schifo...pero' non
        dimenticare che pure sti tizi ancora oggi si
        tagliano un braccio se rubano una caramella
        e si uccidono se "disonorati" (ma ndo cazzo
        vivono?!?!?)tu hai visto troppi film
  • Anonimo scrive:
    Arrestiamo tutti, anche Beretta? Colt?
    Beretta produce armi, le armi uccidono e quindi favoriscono l'omicidio. Applicando questo principio, a tutto, veramente a tutto, andrebbe molto meglio, ma si applica solo a chi non fa paura, a chi non produce reddito cosi' alto da non potersi difendere.Bello questo mondo, viva i ricchi!A proposito di armi, lo sapete che chi produce armi ha il diritto di nascondere i propri bilanci, i propri guadagni?Guadagnano sulla morte e la sofferenza e non puoi nemmeno vedere quanto guadagnano sul sangue degli altri.Ah.. come dici? Con le armi ci si difende? Certo ti devi difendere da un'altro armato pero'! E poi... Prova a difenderti sparando a qualcuno, vedrai dove vai a finire con le nostre leggi. Puoi comprarla ma non usarla, w l'italia.Fortuna che me ne sono andato da questo paese bastardo dove tutto non e' cio' che sembra, ma sempre peggio di come appare.
    • Anonimo scrive:
      Re: Arrestiamo tutti, anche Beretta? Col

      Fortuna che me ne sono andato da questo
      paese bastardo dove tutto non e' cio' che
      sembra, ma sempre peggio di come appare.E dove sei andato?Niente flames, così giusto per sapere...
  • avvelenato scrive:
    mi stavo mitigando nella lotta al (C)
    ma capisco che era la direzione giusta.un tempo ero ultraconvinto che sarebbe stata la generazione attuale a lottare la guerra a favore della libertà d'informazione.ero convinto un tempo che gli artisti professionisti avrebbero dovuto rinunciare alla loro professione.ero convinto che l'arte poteva pure impoverirsi (anche se sappiamo bene che il problema dell'arte è che richiede tempo, e il lavoro solitamente ci drena via forze vitali e tempo)poi mi sono mitigato, ho placato il mio odio esasperato contro il (c), ho iniziato a guardare con riguardo a forme non restrittive di drm, ho pensato che in fondo fosse giusto garantire a professionisti dell'intrattenimento la certezza di un guadagno.adesso capisco che non posso decidere io se e quando terminare la lotta.... i governi, utilizzando le questioni legate al (c), lasciandoci credere d'esser pagati dalle lobbies (quando invece si capisce come essi stessi abbiano dei tornaconto da queste leggi), stanno cercando di imbavagliarci e di toglierci l'ultima e più efficace fonte di libertà espressiva, internet.a questo punto non posso che riprendere da dove ho lasciato. Ritorno a boicottare, anche se stavo per smettere. (comprando un fottio di cose, fortuna che mi sono trattenuto...) avvelenato che si scusa per il tono forse troppo retorico, ma è incazzato nero...
    • Anonimo scrive:
      Re: mi stavo mitigando nella lotta al (C
      Si potevano trovare delle soluzioni ragionevoli,non hanno voluto.Bene ora vediamo se il mercato (che con l'arte c'entra poco) lo fa chi compra o chi vende.
  • Itan scrive:
    Forse...
    ... in Italia siamo ancora dei principianti... il fenomeno "Grande Fratello" si sta diffondendo a macchia d'olio anche da noi, ma altrove sono + avanti...
  • Anonimo scrive:
    PER LA REDAZIONE
    Date un'occhiata all'articolo, ci sono vari errori sia nel codice della pagina sia nella grammatica e sintassi del testo.
  • Anonimo scrive:
    FASCISMO INFORMATICO!!!!
    Qua la situazione diventa molto grave, se non ti fai controllare vai in prigione!! E la scusa è sempre quella: per la tua sicureza personale!! Ma dove???
    • Anonimo scrive:
      Re: FASCISMO INFORMATICO!!!!
      Sarebbero più onesti se lo dicessero apertamente: noi vogliamo controllare tutto e tutti e ce ne freghiamo della privacy e degli altri diritti dei cittadini(con la scusa del terrorismo,che non c'entra un benemerito cavolo di nulla).Se il futuro è questo,a me non interessa farne parte(ti controllano anche quante volte accendi il pc,puoi scaricare o accedere solo a materiale certificato: in pratica è il grande fratello).
      • Anonimo scrive:
        Re: FASCISMO INFORMATICO!!!!
        ti ho beccato! sei andato al cesso due volte in più di ieri!!!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: FASCISMO INFORMATICO!!!!
          - Scritto da: Anonimo
          ti ho beccato! sei andato al cesso due volte
          in più di ieri!!!!!Maledetto Bas**rdo! Allora sei tu che inquini il pianeta con tutte queste deiezioni extra!
      • Anonimo scrive:
        Re: FASCISMO INFORMATICO!!!!
        - Scritto da: Anonimo
        Sarebbero più onesti se lo dicessero
        apertamente: noi vogliamo controllare tutto
        e tutti e ce ne freghiamo della privacy e
        degli altri diritti dei cittadini(con la
        scusa del terrorismo,che non c'entra un
        benemerito cavolo di nulla).
        Se il futuro è questo,a me non
        interessa farne parte(ti controllano anche
        quante volte accendi il pc,puoi scaricare o
        accedere solo a materiale certificato: in
        pratica è il grande fratello).Beh, se non ti interessa far parte di questo futuro avrei un suggerimento da darti, o ci arrivi da solo?:-)
    • Anonimo scrive:
      Re: FASCISMO INFORMATICO!!!!
      Comunismo informatico. E' li che si stiamo dirigendo.
      • Anonimo scrive:
        Re: FASCISMO INFORMATICO!!!!
        - Scritto da: Anonimo
        Comunismo informatico. E' li che si stiamo
        dirigendo.Il fascismo lo associ a pensieri piacevoli invece?
      • Anonimo scrive:
        Re: FASCISMO INFORMATICO!!!!
        - Scritto da: Anonimo
        Comunismo informatico. E' li che si stiamo
        dirigendo.Bè,in effetti: tutti insieme accomunati dall'impossibilità di condividere,scaricare o consultare una qualsiasi cosa.
        • Anonimo scrive:
          Re: FASCISMO INFORMATICO!!!!
          comunque possono controllarti per mezzo dei telefonini, gli antifurti e i navigatori satellitari, le telecamere negli esercizi commerciali e in banca... telecamere in autostrada...Una cosa in più... internet! Adesso metteranno web cam dappertutto, controlleranno queste cose che stiamo scrivendo... la nostra posta...E POI? MANIPOLERANNO LA NOSTRA MENTE E CI FARANNO REDERE CHE SIA TUTTO GIUSTO... E A NOI NON FREGHERà UN CAXXO ESSERE CONTROLLATICIAOOOOOOOOOOOOOOOOO
  • Anonimo scrive:
    Punto Informatico controlla i tag html
    c'è un errore
    • Anonimo scrive:
      Re: Punto Informatico controlla i tag ht
      - Scritto da: Anonimo
      c'è un erroree anche bello grosso, ma li controllate gli articoli????
  • CoreDump scrive:
    Pistole, Bombe e Trik&Trak
    Allora perchè non arrestiamo tutti quelli che costruiscono evendono armi ( tipo mine antiuomo ),dato che vengono i larga parte usate perferire / uccidere le persone :@, il motivo è semplice, perchèin ballo ci sono interessi economici notevoli, e poi sinceramentene ho le balle piene che per la scusa della sicurezza devonovenirmi a contare anche i peli del culo. :|P.s. Alla faccia dell'informazione libera, sto ancora attendendoche qualche TG ( di quelli sulle reti importanti e ad orario daalto ascolto ), nonche su qualche quotidiano ad alta tiraturasi parli del decreto urbani. :@Saluti. ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Pistole, Bombe e Trik&Trak
      è semplicemente assurdo, secondo questo principio bisognerebbe arrestare mezzo mondo
    • Invulnerabile scrive:
      Re: Pistole, Bombe e Trik&Trak
      - Scritto da: CoreDump
      Allora perchè non arrestiamo tutti
      quelli che costruiscono e
      vendono armi ( tipo mine antiuomo ),
      dato che vengono i larga parte usate per
      ferire / uccidere le persone :@, il motivo
      è semplice, perchè
      in ballo ci sono interessi economici
      notevoli, e poi sinceramente
      ne ho le balle piene che per la scusa della
      sicurezza devono
      venirmi a contare anche i peli del culo. :|Eticamente parlando il tuo discorso è corretto...Da un altro punto di vista però, le armi si comprano e quindi si pagano, il p2p come lo stiamo intendendo noi è ''scaricare e non pagare un euro''.Infatti sistemi tipo iTunes etc... o p2p a pagamento sono legali, basta pagare il diritto d'autore di ciò che si scarica.
      • francescor82 scrive:
        Re: Pistole, Bombe e Trik&Trak

        Infatti sistemi tipo iTunes etc... o p2p a
        pagamento sono legali, basta pagare il
        diritto d'autore di ciò che si
        scarica.Piccola (ma importantissima) precisazione: IL P2P NON E' ILLEGALE in sè, ma sono illegali alcuni usi che se ne fanno. Forse puoi obiettare che gli usi illegali siano molti, ma tu non puoi impedirmi di condividere i miei documenti o una distribuzione di Linux attraverso un canale P2P.Nell'opinione che viene diffusa dai mezzi di comunicazione, si demonizza l'intero P2P, senza fare distinzioni. Ma come ha dimostrato il processo Betamax (e qui ci si ricollega alla Sony di cui si parla in un altro thread), se un sistema ha sufficienti usi legali non può essere dichiarato illegale. Ma moltissime persone questo non lo sanno.E ritengo che l'arresto di questo programmatore giapponese sia semplicemente puro FUD, perchè va contro i miei diritti di privacy e di condivisione dei miei file.
    • Anonimo scrive:
      Re: Pistole, Bombe e Trik&Trak
      - Scritto da: CoreDump
      P.s. Alla faccia dell'informazione libera,
      sto ancora attendendo
      che qualche TG ( di quelli sulle reti
      importanti e ad orario da
      alto ascolto ), nonche su qualche quotidiano
      ad alta tiratura
      si parli del decreto urbani. :@Tu sogni. E poi l'uomo della strada che si prende il CD dall'immigrato mica andrebbe a rivotare questa gente.PS Non che il grosso dell'opposizione sia meglio, eh. Si salva giusto Cortiana.
  • ryoga scrive:
    In galera chi costruisce ARMI!!!!!
    Se si manda in galera un programmatore che crea 1 programma per copiare ( ed il copiare viene visto come un crimine ), allora PER FORZE DI COSE, si deve mandare in galera ( per tempi PROPORZIONALMENTE piu' lunghi ), i costruttori di armi ( pistole, bombe, mitra, uzi, etc.etc. ) perche' e' tramite questi arnesi che la gente commette omicidi, rapine, sequestri.........Vabbe'.....sempreche' i politici non siano corrotti e pagati dalle lobby.......*scusassssero vossignoria*
    • Anonimo scrive:
      Re: In galera chi USA le armi
      - Scritto da: ryoga
      Se si manda in galera un programmatore..., allora PER
      FORZE DI COSE, si deve mandare in galera i
      costruttori di armiSecondo me invece vanno mandati in galera a vita, e senza induio, gli ASSASSINI che utilizzano le armi non per fare dell'innocuo tiro a segno, ma per uccidere a sangue freddo delle persone inermi (escludendo cioè i casi di legittima difesa).Chi costruisce armi segue solo il business. Se nessuno comprasse armi, non ci sarebbe nemmeno chi le costruisce.
      • Anonimo scrive:
        Re: In galera chi USA le armi
        Purtroppo caro amico . il mercato non si fonda sulla richiesta , ma dall'Offerta.La percentuale di prodotti INUTILI o DANNOSI e' di gran lunga superiore a quelli NECESSARI solo che i primi ti VENGONO IMPOSTI dalla pubblicita' e da tutti quelli che hanno interessi, vedi il silvio.
      • warrior666 scrive:
        Re: In galera chi USA le armi

        Chi costruisce armi segue solo il business.non vale lo stesso per chi programma software per la condivisione?
        • Anonimo scrive:
          Re: In galera chi USA le armi
          - Scritto da: warrior666

          Chi costruisce armi segue solo il
          business.

          non vale lo stesso per chi programma
          software per la condivisione?Se il software fosse creato da multinazionali dello spettacolo sarebbe perfettamente legale.E al cinema, invece dello spot sulla pirateria via internet, ci sarebbe la publicita' di una famigliola attorno al pc che scaricano audio e video pe se e per gli amici :-)Le stesse cose, fatte pero' dalle aziende.:D
      • ryoga scrive:
        Re: In galera chi USA le armi
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: ryoga

        Se si manda in galera un
        programmatore..., allora PER

        FORZE DI COSE, si deve mandare in
        galera i

        costruttori di armi
        [quote]
        Chi costruisce armi segue solo il business.
        Se nessuno comprasse armi, non ci sarebbe
        nemmeno chi le costruisce.[/quote]Mai sentito parlare di paragoni & proporzioni?Stavo paragonando il mezzo ( il software p2p nel primo caso e le armi nel secondo caso ) e le proporzioni ( il primo e' un criminale terrorista, il secondo e' un'azienda legale che puo' vendere mezzi pericolosi )
        Secondo me invece vanno mandati in galera a
        vita, e senza induio, gli ASSASSINI che
        utilizzano le armi non per fare dell'innocuo
        tiro a segno, ma per uccidere a sangue
        freddo delle persone inermi (escludendo
        cioè i casi di legittima difesa).Su questo sottoscrivo, ma non si realizzera' mai una legge del genere. Tieni conto che il una buona % dei voti ( di entrambi gli schieramenti politici italiani ), proviene da coloro che tu vorresti mandare in galera e senza indugio e i politici, non manderanno mai in galera i loro sostenitori "sicuri".ke paese di me**a!! :@
  • Anonimo scrive:
    solidarietà a Isamu Kaneko!
    morte alle majors!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: solidarietà a Isamu Kaneko!
      Anche perchè non ha fatto nulla: solo perchè il programma sfrutta la crittografia è illegale?A chi fabbrica auto e coltelli cosa dovrebbero fare?Mi sembra più che altro un'ammissione sul fatto che si voglia spiare liberamente gli utenti di internet.
  • Anonimo scrive:
    X la redazione
    errori coi link nell'articolo!Ciao!
Chiudi i commenti