Mostri Hi-tech/ Quell'antenna romana

Ne parla un abitante della capitale, che presto dovrà convivere con un nuovo vicino, un enorme palo di sostegno per antenne di telefonia mobile
Ne parla un abitante della capitale, che presto dovrà convivere con un nuovo vicino, un enorme palo di sostegno per antenne di telefonia mobile

Scrive Valerio G.: “Mi rivolgo a voi per segnalare l’installazione di un enorme palo a sostegno delle antenne che si stanno montando da ieri in via di Vigna Girelli, ad una distanza irrisoria dalle finestre del mio appartamento. Permane in me un grande senso di impotenza di fronte a tale scempio ambientale”.

“Vi dico questo – continua – perché l’area in questione, costituita da vecchi manufatti con copertura in eternit, mai ristrutturati ed utilizzati da più artigiani per la loro attività lavorativa, ora sono “ornati” da un vero e proprio totem di altezza sproporzionata, posto al centro. Premesso che nella terrazza della palazzina confinante è già in essere un impianto simile, oltre a dover subire un danno economico per deprezzamento dei nostri immobili di proprietà, dobbiamo letteralmente morire per spore di eternit e radiazioni di onde elettromagnetiche?”

Contattato da Punto Informatico, Valerio spiega ulteriormente: “Nella mia stessa via e precisamente sulla terrazza della palazzina di fianco vi è un altro impianto, ed ora ne hanno installato un altro alle spalle di quest’ultimo”. L’impianto in questione è “installazione telefonia radiomobile – Orti del Trullo”.
Qui sotto alcune delle foto che Valerio ha inviato in redazione.

Chiunque volesse segnalare casi analoghi può scrivere in redazione specificando “Mostri hi-tech” nel subject dell’email.



Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

12 03 2007
Link copiato negli appunti