MotoFONE, solo telefonate ed SMS

Quasi una rivoluzione in un mercato dominato da smartphone multifunzione: l'ultimo nato di casa Motorola non promette nient'altro che l'indispensabile

Roma – RAZR, PEBL, SCPL, SLVR: la famiglia di Moto-sigle identificative delle nuove gamme di telefoni Motorola , si arricchisce di un nuovo brand, che però una volta tanto non sembra un codice fiscale. La nuova gamma si chiama MotoFONE e il primo modello presentato si chiama F3.

La pronuncia del nome è semplice, e anche il telefonino sembra esserlo, in omaggio al concetto “back to basic” che il produttore introduce in questa nuova serie di prodotti. Il MotoFONE non avrà decine di funzioni e non potrà essere paragonato ad un coltellino svizzero, perché offrirà solo funzioni di base: chiamate telefoniche ed SMS. Come i telefonini degli anni ’90.

F3 è un telefono essenziale, studiato per chi non ha tempo da investire nella scoperta delle possibili applicazioni offerte dal proprio cellulare. Motorola evidenzia per questo, in primis, l’autonomia della batteria, che può arrivare fino a 300 ore in standby e 5mila minuti in conversazione. La nonna apprezzerà, ma anche le persone che odiano i fronzoli potrebbero gradire l’uso di un telefono semplice e che non richiede una patente per impararne il funzionamento.

“MotoFONE F3 rappresenta la volontà di Motorola di incontrare le esigenze di chi in un telefono ricerca l’essenzialità” dichiara Massimo Gotti, presidente e amministratore delegato di Motorola Italia . “Con questo cellulare – aggiunge – accontentiamo quella fetta non trascurabile di consumatori che non amano perdersi tra mille funzioni destinate a restare inutilizzate. È un prodotto che offre facilità d’uso senza compromessi”.

Display ampio, caratteri di grandi dimensioni e l’opzione della guida vocale, attivabile all’accensione dell’apparecchio, dichiara il produttore, sono caratteristiche mirate a facilitare la vita degli utenti che hanno poca dimestichezza con la tecnologia.

C’è quindi poco da dire sulle specifiche tecniche: il MotoFONE F3 è un dual band che pesa 70 grammi e le sue dimensioni sono 114x47p9 mm. Disponibile dai prossimi giorni nelle varianti Licorice, Cosmic Universe Blue e Red, l’apparecchio sarà in vendita al prezzo consigliato di 49,90 euro.

D.B.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • stefdragon scrive:
    I gestori non lo permetteranno
    Dopo la stangata dell'abolizione dei costi di ricarica (anche se non è ancora finita eh... anzi, non è ancora iniziata!) i gestori di telefonia non accetteranno di affrontare la concorrenza che potrebbe derivare dall'utilizzo del Wi-Max per Voip et similia
  • stefdragon scrive:
    I gestori non lo permetteranno
    Dopo la stangata dell'abolizione dei costi di ricarica (anche se non è ancora finita eh... anzi, non è ancora iniziata!) i gestori di telefonia non accetteranno di affrontare la concorrenza che potrebbe derivare dall'utilizzo del Wi-Max per Voip et similia
  • Anonimo scrive:
    Ping
    Emm......... i tempi di latenza?
  • Anonimo scrive:
    SVEGLIA
    ITALIA! sveglia...non ti far prendere per il sederino pure su questa tecnologia dai!! ;)Datele ste licenze!
    • Anonimo scrive:
      Re: SVEGLIA
      - Scritto da:
      ITALIA! sveglia...non ti far prendere per il
      sederino pure su questa tecnologia dai!!
      ;)
      Datele ste licenze!La cosa che piu mi lascia perplesso e' l'immobilità di associazioni tipo Antidigitaldivide che non organizza neanche una manifestazione popolare di fronte al ministero. Vedo solo lettere su lettere scritte ai politici di turno ma nulla che possa portare realmente alla ribaltà il fatto che stiamo perdendo una occasione di crescita economica mantenendo la connettività privilegio di pochi... bah
      • Dirk Pitt scrive:
        Re: SVEGLIA

        La cosa che piu mi lascia perplesso e'
        l'immobilità di associazioni tipo
        Antidigitaldivide che non organizza neanche una
        manifestazione popolare di fronte al ministero.
        Vedo solo lettere su lettere scritte ai politici
        di turno ma nulla che possa portare realmente
        alla ribaltà il fatto che stiamo perdendo una
        occasione di crescita economica mantenendo la
        connettività privilegio di pochi...
        bahNon si fanno manifestazioni popolari per ben altre cose (accettami, molto più importanti di questa), immagina se la si fa per "liberare" la questione delle licenze del WiMax...(Purtroppo) continua a sognare.dillatutta.com - perchè la verità... funziona
        • Anonimo scrive:
          Re: SVEGLIA
          "molto più importanti di questa" ?Certo, ci sono cose più importanti di questa, ma di certo ho visto fare manifestazioni per cose molto meno significative della connettività.
Chiudi i commenti