Motorola arraffa anche il chip Halla

La licenza arriva da Psion, azienda cui la società americana affida "in cambio" il suo processore tribanda per sistemi GSM. Segno del wireless che cambia e travolge


Londra – Motorola è uno dei maggiori produttori di processori al mondo ma Halla, il sistema di processo sviluppato da Psion , è dovuto andarlo a chiedere all’azienda partner e concorrente. In cambio di una licenza d’uso per Halla, Motorola ha offerto la sua tecnologia di processo tribanda per sistemi GSM.

Halla, processore a basso consumo, è basato su CPU ARM9 della ARM Ltd di Cambridge, con una evoluzione voluta da Psion per la gestione delle periferiche. Il chip deve il suo nome a Brian Halla, direttore esecutivo di National Semiconductor,ed è ritenuto utile per la realizzazione di assistenti digitali e altri device leggerissimi. Viene utilizzato da Psion come “motore” del suo sistema operativo EPOC con velocità di clock che arrivano a 200 MHz.

Va detto che lo scambio avvenuto tra Psion e Motorola è uno scambio che non solo consentirà alle due aziende di aprire il proprio sviluppo in nuove direzioni ma anche a ciascuna di contribuire per la propria parte all’accordo realizzato in ambiente Symbian, controllata da Psion, tra alcuni dei maggiori produttori di tecnologia del mondo. Un accordo per raggiungere in tempi brevi standard tecnologici wireless in grado di assicurare banda larga, interoperabilità e dialogo tra device diversi.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti