Motorola: ma dove vai se il GPS non ce l'hai?

Tutto il GPS in un solo, piccolo ed economico chip. E' quanto sta per offrire Motorola ai produttori di device elettronici quali cellulari e PDA. Microrevolution mobile
Tutto il GPS in un solo, piccolo ed economico chip. E' quanto sta per offrire Motorola ai produttori di device elettronici quali cellulari e PDA. Microrevolution mobile


Roma – Il sistema per il posizionamento satellitare GPS è destinato a divenire una tecnologia di massa non solo in campo automobilistico, ma anche in quello dei telefoni cellulari e dei PDA. A spingere il mercato in questa direzione vi è Motorola, che ha svelato quello che descrive come il primo chip abbastanza piccolo ed economico per poter essere integrato nei dispositivi elettronici consumer: fra questi cellulari, PDA e notebook.

“Improvvisamente, a partire da 10 o 15 anni fa, ogni dispositivo elettronico ha cominciato ad integrare un orologio interno”, ha commentato Tim McCarthy, business director per il GPS presso la Automotive Group Telematics Division di Motorola. “Credo che il sistema di posizionamento satellitare stia seguendo lo stesso sentiero. E’ solo questione di quanto tempo richiederà”.

Con il suo chippetto, delle dimensioni di 49 mm quadrati, Motorola spera di accelerare l’adozione del GPS nei dispositivi mobili e rendere questa funzione altrettanto scontata, per gli utenti, quanto lo è oggi la telefonia mobile. Il single-chip di Motorola costa circa un quarto rispetto ai chipset GPS attuali e, anche grazie all’adozione della tecnologia Silicon Germanium di IBM, è in grado di mantenere i consumi energetici entro valori compatibili con l’autonomia tipica di un telefono cellulare.

La tendenza ad integrare su di un singolo chip quelle funzionalità che oggi ne richiedevano più d’uno è particolarmente forte proprio nel mobile, un settore in pieno boom che, più d’ogni altro, sta accelerando la convergenza fra computing e comunicazioni. Fra in colossi del settore Texas Intruments e Intel hanno recentemente svelato progetti di system-on-a-chip con cui nel prossimo futuro renderanno possibile integrare, su di un singolo chip, tutte quelle funzionalità oggi frammentate in dispositivi differenti come cellulari, PDA, ricevitori GPS, lettori MP3, TV e radio.

I primi prodotti basati su Instant GPS, questo il nome del chippetto di Motorola, usciranno sul mercato durante il primo trimestre del prossimo anno: fra questi vi sarà anche un nuovo modello di telefono cellulare firmato dalla stessa Motorola.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

24 09 2002
Link copiato negli appunti