Motorola vince sui RAZR taroccati

Un produttore orientale aveva a listino un clone del RAZR V3. Ma ora lo ha cancellato per non avere grande con la casa americana

Seoul – Il mercato asiatico pullula di telefonini che clonano modelli più famosi e blasonati. Anche il RAZR V3 di Motorola non è sfuggito a questa “usanza”, ma il produttore americano non ha lasciato correre e ha dato battaglia.

Se accade che certi produttori sfornino “cloni” che in realtà somigliano solo esteticamente agli originali, senza averne le caratteristiche tecniche, questo non era il caso del modello V500, della coreana KBT Mobile Company: spudoratamente copiato dal RAZR nell’estetica, presentava features interessanti, come una fotocamera da 1,3 Megapixel, una memoria interna comunque espandibile, un lettore musicale di buona qualità con speaker stereo.

Motorola aveva trascinato KBT Mobile in tribunale, con una causa che si è appena conclusa con una transazione consensuale. L’accordo prevede che il produttore asiatico cessi di produrre e vendere il modello incriminato, che era dotato anche di alcune tecnologie di cui Motorola aveva registrato il brevetto e di altre tecnologie che avevano infranto brevetti di Motorola.

Non sono noti i termini finanziari dell’accordo siglato dalle due aziende, ma è certo che la transazione non deve essere stata a buon mercato per KBT.

D.B.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • zulu99 scrive:
    AUTOVELOXITALIA.GOOGLEPAGES.COM
    Su http://autoveloxitalia.googlepages.com ci sono 10.000 tra autovelox photored e sorpassometri tutti su mappa google, ricercabili per indirizzo geografico
  • AussieGentleman scrive:
    Re: L'Australia bloccherà gli SMS anti-autovelox
    Fanno bene.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 15 maggio 2006 09.22-----------------------------------------------------------
  • picdp scrive:
    occasione da sfruttare
    1) le informazioni su traffico e incidenti sono innegabilmente utili, non capisco perchè le autorità australiane parlino di blocco di un servizio che andrebbe incoraggiato2) la segnalazione della presenza di un posto di blocco o di un autovelox "costringe" gli automobilisti ad un maggior rispetto del codice della strada, cosa che andrebbe incoraggiata.Il problema è un altro: segnalare traffico e incidenti, toglie clienti dalle autostrade a pedaggio, segnalare posti di blocco e autovelox toglie le multe, entrate meno impopolari delle tasse.banale, no?ecco che un'occasione da sfruttare per la sicurezza stradale viene persa considerandolo un danno.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 15 maggio 2006 01.39-----------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      Re: occasione da sfruttare
      secondo me non incoraggia la sicurezza, in merito ad avvisare degli autovelox, in quanto la gente, almeno molti di loro, già vanno veloci in macchina (e magari non sono nemmeno dei gran piloti!) ed avendo questo "servizio" non farebbero altro che rallentare su quel tratto di strada per poi tornare ad alta velocità poco dopo...così non va bene...rispetti i limiti (e le altre regole della strada) e le multe non le prendi, sei piu sicuro tu, e soprattutto, sono piu sicuri gli altri....
    • AussieGentleman scrive:
      Re: occasione da sfruttare
      Vada per le informazioni del traffico, anche se esistono infiniti metodi alternativi ugualmente validi.Per la questione degli autovelox parli da italiota senza conoscere la realtà australiana per trarre delle conclusioni che tornano utili per giustificare il tuo comportamento scorretto qui in Italia.Di recente ho attraversato il Queensland da Brisbane a Cairns e non ho incrociato un solo autovelox (forse li nascondono bene) e una sola autostrada a pagamento. Il discorso è diverso: in Italia è impopolare cercare di far rispettare le regole mentre in Australia è l'esatto contrario, là la maggior parte delle persone sono contente che venga impedito che pochi cretini (e non ci si preoccupa di dare apertamente del cretino a queste persone nelle molte campagne pubblicitarie per la sicurezza in strada) mettano a rischio la vita di altri automobilisti.
      • picdp scrive:
        Re: occasione da sfruttare
        - Scritto da: AussieGentleman
        Vada per le informazioni del traffico, anche se
        esistono infiniti metodi alternativi ugualmente
        validi.perchè alternativi? magari integrativi.
        Per la questione degli autovelox parli da
        italiota senza conoscere la realtà australiana
        per trarre delle conclusioni che tornano utili
        per giustificare il tuo comportamento scorretto
        qui in
        Italia.detto a me che da quando ho la patente ho preso solo una contravvenzione di 12.000 lire 20 anni fa per divieto di sosta. e che percorro circa 60.000 Km all'anno, è un tantino presuntuoso.quando vedo qualcuno di fronte che corre, gli lampeggio: crede che ci sia qualche pattuglia ed almeno per qualche chilometro è meno pericoloso per gli altri.
        Di recente ho attraversato il Queensland da
        Brisbane a Cairns e non ho incrociato un solo
        autovelox (forse li nascondono bene) e una sola
        autostrada a pagamento.


        Il discorso è diverso: in Italia è impopolare
        cercare di far rispettare le regole mentre in
        Australia è l'esatto contrario, là la maggior
        parte delle persone sono contente che venga
        impedito che pochi cretini (e non ci si preoccupa
        di dare apertamente del cretino a queste persone
        nelle molte campagne pubblicitarie per la
        sicurezza in strada) mettano a rischio la vita di
        altri
        automobilisti.esistono modi migliori per far rispettare le regole, che la repressione. quella serve solo a fare cassa.
        • AussieGentleman scrive:
          Re: occasione da sfruttare


          esistono infiniti metodi alternativi

          ugualmente validi.
          perchè alternativi? magari integrativi.Ascoltare gli avvisi alla radio è per esempio un buon sistema alternativo, per giunta gratuito; tieni conto che fuori città il traffico è limitatissimo, in citta non è assolutamente caotico e ben canalizzato (gli australiano non hanno mai fretta e sono in pochi) oltre a esserci tanti bei cartelloni informativi, nei paesini esiste una sola strada pricipale e se c'è un incidente in breve lo sa tutto il paese.Non capisco a cosa servano gli sms. Certo se non hai la radio in macchina, non hai voglia di informarti prima di partire e ti scoccia metterci 15 minuti in più su viaggi di qualche ora allora vanno bene anche gli sms (poco fa sono tornato dal pranzo e uno in auto che procedeva a passo d'uomo non ha dato la precednza a me pedone sulle strisce perchè era tutto impegnato a cercare un numero sul telefonino o magari a leggere un sms, senza neanche l'accortezza di guardare davanti e tenere le mani sul volante ... non sto scherzando è la pura verità ...). Non vorrei che per leggere un sms di informazione sul traffico poi qualcuno perdesse la concentrazione e investisse un bel canguro o magari un incolpevole pedone ... sai succedono anche queste cose o forse tutti quelli iscritti a questo fantastico servizio si fermano a lato strada per leggere i loro messaggi (mi sa che se così fosse alla fine perderebbero più tempo di quello che effettivamente guadagnerebbero a essere informati)?Magari la situazione si sbloccherà semplicemente lasciando intatto il servizio su traffico e incidenti e togliendo quello sugli autovelox e allora probabilmente vedremo se interesserà ancora ...
          esistono modi migliori per far rispettare le
          regole, che la repressione. quella serve solo
          a fare cassa.Certo: l'educazione e il reciproco rispetto. Quello che non hanno quelli che non rispettano il codice della strada.Non penso poi che laggiù abbiano così necessitùà di fare cassa ...Sai, mi sta venendo una bellissima idea: aggiungiamo una bella luce blu ai semafori che indica - quando accesa - che c'è un vigile nelle vicinanze pronto a dare la multa, almeno in quel caso la gente eviterebbe di passare col rosso (se è questo che intendi per 'evitare la repressione'). Garantire un minimo di effetto sorpesa mi sembra un principio essenziale per far rispettare le regole a quella parte di persone che ritiene lecito non rispettarle. Te lo immagini se avessero mandato a Moggi un sms per avvertirlo di ogni volta che stava per essere intercettato?Non vorrei sembrare troppo moralista, io ho preso un paio di multe più di te (divieti di sosta "per pulizia strade") e, raramente, ho infranto i limiti di velocità in situazioni nelle quali mi sentivo in grado di garantire la sicurezza mia e di eventuali altri persone e, per fortuna, non ho mai preso una multa di questo tipo, però la mia idea è che chi utilizzi questo sistema degli sms (mi pare di aver capito a pagamento) lo fa perchè metodicamente infrange i limiti di velocità.
          • Anonimo scrive:
            Re: occasione da sfruttare

            Sai, mi sta venendo una bellissima idea:
            aggiungiamo una bella luce blu ai semafori che
            indica - quando accesa - che c'è un vigile nelle
            vicinanze pronto a dare la multa, almeno in quel
            caso la gente eviterebbe di passare col rosso (se
            è questo che intendi per 'evitare la
            repressione'). Garantire un minimo di effetto
            sorpesa mi sembra un principio essenziale per far
            rispettare le regole a quella parte di persone
            che ritiene lecito non rispettarle.La sorpresa? Forse non sai che piu' che la durezza della pena, la sorpesa e la repressione, e' la certezza di essere beccati che frena i comportamenti criminali.Per cui l'idea della luce blu e' davvero una bella idea.
  • THe_ZiPMaN scrive:
    Re: L'Australia bloccherà gli SMS anti-a
    Evidentemente anche lì, come in Italia, gli autovelox servono solo a fare cassa, non per la sicurezza stradale.
    • Anonimo scrive:
      Re: L'Australia bloccherà gli SMS anti-a
      per quanto ne so i velox scattano quando si superano i limiti di velocità, non per altri motivi...certo, quando si piazzano nascosti dietro gli angoli delle case appena dopo il segnale dei 50 all'ora su una strada che poco prima era di 90 allora, è quasi "inevitabile" che sei sui 60/70 dopo il segnale....ma casi così, ne ho visti pochissimi se non rari dalle mie parti, in genere si nascondono si dietro gli angoli, ma almeno 100 metri dopo il segnale del limite di velocità, ti danno il tempo di rallentare....discorso diverso col laser.... li non so, ma credo che forse si possa "contestare" l'eventuale effrazione al vigile in quanto non sai se ti ha puntato prima o dopo il segnale del limite di velocità (immaginate retta lunga con in mezzo segnale dei 50 all'ora....)
      • pikappa scrive:
        Re: L'Australia bloccherà gli SMS anti-a
        - Scritto da:
        per quanto ne so i velox scattano quando si
        superano i limiti di velocità, non per altri
        motivi...

        certo, quando si piazzano nascosti dietro gli
        angoli delle case appena dopo il segnale dei 50
        all'ora su una strada che poco prima era di 90
        allora, è quasi "inevitabile" che sei sui 60/70
        dopo il
        segnale....

        ma casi così, ne ho visti pochissimi se non rari
        dalle mie parti, in genere si nascondono si
        dietro gli angoli, ma almeno 100 metri dopo il
        segnale del limite di velocità, ti danno il tempo
        di
        rallentare....

        discorso diverso col laser.... li non so, ma
        credo che forse si possa "contestare" l'eventuale
        effrazione al vigile in quanto non sai se ti ha
        puntato prima o dopo il segnale del limite di
        velocità (immaginate retta lunga con in mezzo
        segnale dei 50
        all'ora....)Io sono un motociclista, e ti posso garantire che molti comuni montani hanno gli autovelox apposta per noi, appostati in luoghi sicuramente non pericolosi, ma in cui è facile batter cassa
        • Anonimo scrive:
          Re: L'Australia bloccherà gli SMS anti-a

          Io sono un motociclista, e ti posso garantire che
          molti comuni montani hanno gli autovelox apposta
          per noi, appostati in luoghi sicuramente non
          pericolosi, ma in cui è facile batter
          cassaSono d'accordo solo in parteIo abito in un comune montano, e si ci sono i velox apposta per i motociclisti, sicuramente un po' di soldini in più non saranno male accettati, però sono tarati ad un'alta velocità ed ogni anno ci scappa il morto...Quando c'è gente che in strade piccole passa a certe velocità è giusto che venga multata.
          • THe_ZiPMaN scrive:
            Re: L'Australia bloccherà gli SMS anti-a
            - Scritto da:

            Io sono un motociclista, e ti posso garantire
            che

            molti comuni montani hanno gli autovelox apposta

            per noi, appostati in luoghi sicuramente non

            pericolosi, ma in cui è facile batter

            cassa
            Sono d'accordo solo in parte
            Io abito in un comune montano, e si ci sono i
            velox apposta per i motociclisti, sicuramente un
            po' di soldini in più non saranno male accettati,
            però sono tarati ad un'alta velocità ed ogni anno
            ci scappa il morto...Anch'io abito in paese montano.Da noi l'autovelox lo mettono su una retta di due Km dove ci sono i 70 Km/h.Una volta c'erano i 90 poi un vecchio rincoglionito ultraottantenne (che non si sa perché avesse la patente e che era tutto il giorno dentro e fuori dai bar a bere il bianchetto) è uscito senza guardare dall'incrocio vicino alla fine della retta (la visibilità è perfetta) ed è stato centrato dall'auto che sopraggiungeva, lasciandoci le penne.Quindi hanno ritenuto opportuno abbassare il limite e mettere su quasi tutta la retta il divieto di sorpasso, tipico modus operandi italiota.In un altro posto hanno messo i 40Km/h in una galleria di più di 1 Km perché ogni inverno c'è qualcuno che fa l'incidente. Poco importa se il tratto brutto (dove fanno gli incidenti) è solo gli ultimi 300 metri (pieno di curve) mentre la prima parte è tutta una lunga retta; poco importa se chi ha fatto gli incidenti non andava a 70Km/h ma andava almeno ai 100 (velocità minima per fare un incidente in quel tratto); poco importa se i 40 all'ora sono pericolosi dato che nessuno li rispetta (nemmeno i carabinieri che senza sirene entrano ai 100/110). L'importante è che l'amministrazione abbia la coscienza pulita perché ha messo il limite assurdamente basso ed il divieto di sorpasso e che il vigile possa appostarsi all'uscita della galleria con l'autovelox per fare le multe.
            Quando c'è gente che in strade piccole passa a
            certe velocità è giusto che venga multata.Peccato che non sia quella la gente che viene multata; chi ci rimette al 99% sono i comuni cittadini che su una strada da 90 trovano all'improvviso un cartello coi 50 e dietro un vigile cazzone che fotografa ma non ferma.
          • AussieGentleman scrive:
            Re: L'Australia bloccherà gli SMS anti-a

            L'importante è che l'amministrazione
            abbia la coscienza pulitaLa soluzione c'è e l'hai intuita anche tu: alle prossime elezioni comunali scegli bene!
      • ishitawa scrive:
        Re: L'Australia bloccherà gli SMS anti-a
        - Scritto da:
        per quanto ne so i velox scattano quando si
        superano i limiti di velocità, non per altri
        motivi...

        il discorso è che "teoricamente"autovelox e simili "dovrebbero" servire per far andare più piano la gentese c'è un servizio che ti avverte"li c'è un autovelox, vai piano, non hanno ottenuto lo stesso risultato?NO perchè in realtà si vuole MULTARE più che far rallentare la gentein altri posti mettono delle sagome di poliziotti, da lontano la gente li vede e rallenta.pero niente multe, niente dindi.
Chiudi i commenti