Mozilla e il telefono in potenza

Doppio proiettore, batteria ricaricabile senza fili e usabilità senza pari, per il concept Seabird. Lo smartphone del futuro visto dalla community di Firefox

Roma – Anche i creatori di Firefox sognano uno smartphone fortemente orientato al web e lo fanno fantasticando sul futuro, con un concept dalle caratteristiche esagerate. Al momento Seabird non è un vero progetto in cantiere ma soltanto una provocazione. Un’idea amatoriale, illustrata alla perfezione da un filmato in CGi postato su YouTube.

Il dispositivo partorito dalla mente del designer Billy May , membro della community Mozilla Labs, non si limita a colpire con un look spaziale dalle forme sinuose ma gioca con la flessibilità della tecnologia e si diverte a proporre ulteriori possibilità d’interazione in campo mobile.

Mozilla Seabird suggerisce ad esempio l’uso di due pico-proiettori laterali, pensati per trasformare il telefono in un vero e proprio laptop. Un primo proiettore si occuperebbe di riprodurre sul piano di lavoro una tastiera QWERTY a infrarossi, mentre un secondo fascio di luce potrebbe proiettare sul muro i contenuti del display ingranditi per l’occasione.

Con un po’ di fantasia, l’auricolare Bluetooth agganciato sul dorso del telefono potrebbe invece trasformarsi in una sorta di motion-controller, un pennino da usare in uno spazio 3D per navigare nel menù del dispositivo e interagire con i contenuti multimediali, senza mai toccare veramente il display.

Sulla pagina ufficiale del progetto, il designer sottolinea che mentre le CPU e i sistemi operativi dedicati agli smartphone si avvicinano sempre di più alla potenza dei veri PC, i produttori sembrano aver perso interesse nella semplificazione di utilizzo. Urgono nuovi modi per interagire in maniera produttiva con questi dispositivi.

Sfruttando i preziosi feedback arrivati dalla community Mozilla Labs, Billy May ha poi completato l’opera con altre caratteristiche collaterali: il sistema operativo rigorosamente Android, una batteria ricaricabile senza fili, una fotocamera da 8 megapixel, un jack audio da 3,5 mm e una porta mini-USB per varie ed eventuali. È abbastanza naturale che la somma di tutte le tecnologie mobile dal potenziale più interessante generi un concept incredibilmente seducente. Ma sarà davvero così il telefonino di domani?

Roberto Pulito

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ThEnOra scrive:
    Ottimo!
    Ottima notizia per la musica, in generale, e soprattutto per quella Italiana.Speriamo che si continui così e che altre etichette ne seguano l'esempio.
    • Picchiatell o scrive:
      Re: Ottimo!
      - Scritto da: ThEnOra
      Ottima notizia per la musica, in generale, e
      soprattutto per quella
      Italiana.
      Speriamo che si continui così e che altre
      etichette ne seguano
      l'esempio.piu che altro si tratta di capitalizzare delle entrate che fino a questo momento non vanno a nessuno.forse la caselli si e' accorta che il futuro e' gia' presente e che una domani esisterà quasi esclusivamente la rete per vendere....
      • ThEnOra scrive:
        Re: Ottimo!
        - Scritto da: Picchiatell o
        - Scritto da: ThEnOra

        Ottima notizia per la musica, in generale, e

        soprattutto per quella

        Italiana.

        Speriamo che si continui così e che altre

        etichette ne seguano

        l'esempio.

        piu che altro si tratta di capitalizzare delle
        entrate che fino a questo momento non vanno a
        nessuno.Ehm... Google?
        forse la caselli si e' accorta che il futuro e'
        gia' presente e che una domani esisterà quasi
        esclusivamente la rete per
        vendere....O forse sono riusciti ad avere, finalmente, il via libera (la firma) da parte dei propri artisti...
        • Picchiatell o scrive:
          Re: Ottimo!
          - Scritto da: ThEnOra

          Ehm... Google?un conto e' la visibilità e per compenso il ritorno (adsense) in clikkati o di numero di visori un conto e' il denaro "diretto" che mi proviene dalla visione del video; fermiamoci qui anche perche' se solo pensano di mettere a pagamento i video la rete negli ultimi decenni ha gia' decantato la profonda refrattarierà alla cosa.
          O forse sono riusciti ad avere, finalmente, il
          via libera (la firma) da parte dei propri
          artisti...in questo momento penso che si cominci anche nella musica a delineare la crisi che attanaglia tutta l'economia e di contro tutti gli introiti cd dvd e concerti legati alla canzone; qualcuno ha cominciato a scendere a patti con google non salverà sicuramente la barca che affonda ( in senso generico) ...
Chiudi i commenti