Mozilla sfida gli studenti

Un invito a dare libero sfogo alla creatività, per creare dei concept del browser e del web del futuro. Solo venti i fortunati che potranno partecipare

Una iniziativa pensata per chi studia design, inteso nel senso più lato del termine. La prima tappa di un percorso che si allungherà nel corso dell’anno per tentare di scovare nuovi stimoli e nuove proposte per cambiare l’aspetto e le funzionalità del web. È con queste premesse che Mozilla ha dato il via a Design Challenge , una serie di eventi che servirà a “incoraggiare innovazione e sperimentazione nel design delle interfacce per il web”.

L’obiettivo, annunciato sul blog dei Mozilla Labs , è quello di “provocare la riflessione, facilitare la discussione e ispirare le future direttive di design per Firefox, il progetto Mozilla e l’intero web”. Obiettivi che dunque vanno al di là della semplice rivisitazione estetica o funzionale del browser del panda rosso, e che in questa prima fase si rivolgerà agli studenti e alla loro creatività.

C’è tempo fino al 1 marzo per inviare una bozza della propria idea: “Potrà essere presentata in qualsiasi forma, dallo schizzo sul tovagliolo al wireframe, dal disegno professionale al video” spiegano gli organizzatori, che invitano tutti a contribuire alla discussione sul forum di riferimento per scambiarsi idee e proposte. Entro il 6 marzo , poi, le 20 migliori proposte verranno selezionate e il resto del mese sarà dedicato ad affinarle grazie al contributo dei mentori che collaboreranno con i 20 fortunati partecipanti.

La domanda a cui i progetti dovranno rispondere è la seguente: “Che aspetto avrebbe un browser se il web fosse semplicemente quello che è? Niente finestre, niente orpelli: semplicemente il web”. Entro il 12 aprile i prototipi delle 20 idee più promettenti dovranno essere presentati, ed entro la fine dello stesso mese verranno premiati i “primi della classe”: a loro il compito di proseguire lo sviluppo del proprio progetto, con l’aiuto di una nuova leva di studenti con i quali collaborare. ( L.A. )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Galaxy scrive:
    Dispostismo e sbruffoneria
    Io mi ero iscritta a wikipedia con l'intenzione di intervenire nelle pagine di discussione di alcune voci che mi interessavano, ma sono andata incontro ad accuse assurde, mi hanno scambiata per un altro utente bannato tempo prima per chissà cosa e mi hanno bannata.Dall'astio con cui parlano dell'utente bannato con cui mi hanno confusa si evince la loro incompetenza e faziosità oltre che estrema ignoranza, ignoranza che si riflette nei loro metodi gestionali rozzi, sbruffoneschi e dispotici di quella che dovrebbe essere una fonte di informazione attendibile, ma in mano a tali soggetti credo che questa attendbilità se ne vada a farsi benedire.A me non interessa il ban che ho subito, tanto di partecipare a una simile conventicola qual è ridotta wikipedia poco interessa, ma ciò che è grave è appunto l'incompatibilità tra la stupidità e l'ignoranza degli admin e la missione informatrice che wikipedia dovrebbe adempiere. Insomma pare proprio che wikipedia sia un ottimo strumento finito in mani sbagliate.Ma del resto a giudicare da certe cose: http://tempolibero.blogosfere.it/2008/03/lui-la-lascia-su-wikipedia-lei-si-vendica-su-ebay.html e http://www.webmasterpoint.org/news/jimmy-wales-fondatore-di-wikipedia-lascia-la%20sua-partner-in-un-post-dell-enciclopedia-lei-si-vendica-su-ebay_p31429.htmlDa comportamenti tanto infantili (non intendo il lasciare la ragazza che è cosa normalissima, ma la platealità con cui l'ha fatto) da parte del fondatore di una fonte di "informazione" che si vuole "seria" immaginiamo un po' quanto sia attendibile la sua "creatura"...
  • theDRaKKaR scrive:
    it.wikipedia? la peggiore del mondo
    Credo che come it.wiki ci siano poche wikipedia: guardate lo spaccato che ne fa Perle Complottiste per esempio.. http://complottismo.blogspot.com/2009/02/wikipedia-la-furia-di-vituzzu.htmlOvviamente i problemi non ci sono solo nel campo "complottismo". Piuttosto in ogni campo, tranne quelli scientifici, che mal si prestano ad ambiguità, scorazzano personaggi particolari che portano avanti le loro balzane teorie e trovano in it.wikipedia una cassa di risonanza incredibile, grazie ad amministratori compiacenti o incapaci.Frieda mi perdonerà, ricordo ancora con piacere il suo benvenuto nella mia pagina utente 4 anni or sono, ma sono troppo wiki-lover, e da troppo tempo, per tacere davanti allo scempio che alcuni admin stanno attuando. La mia pagina utente è ancora su it.wiki, ma il mio cuore no. it.wiki è morta, ha tradito il suo scopo, grazie ad alcuni odiosi personaggi ipocriti che riuniti in una cricca stanno usando it.wiki per i loro scopi.Se e quando spariranno, tanti tanti utenti come me torneranno a popolare quella che ora l'ombra di una enciclopedia.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 05 febbraio 2009 20.41-----------------------------------------------------------
  • kurio scrive:
    Wikimafia
    Ho segnalato diverse voci di religione al progetto cococo, che si occupa di violazioni di copyright. In pratica ho scoperto che sono state copiate da un sito, quindi ho seguito la procedura che doveva essere applicata in questi casi. Il risultato è che le voci sono ancora lì perchè su wikipedia i fondamentalisti cattolici sono protetti dalla cricca degli admin. Io ormai non accedo su wikipedia nemmeno per fare delle piccole ricerche, figuriamoci per contribuire. Ho pure bloccato il dominio wikipedia.org nel mio router, in modo da non accedervi nemmeno per sbaglio. Le inesattezze contenute su wiki sono di una quantità enorme, questo http://oknotizie.virgilio.it/go.php?us=79f100c029b2d4b6 è il caso di una voce di un calciatore bufala che è stata su wiki per mesi.
  • Sandro kensan scrive:
    W WikiPedia
    Come wikipediano sono contento di sentire Frieda che illustra com'è WP. Voglio fare anch'io una critica all'enciclopedia libera e riguarda la difficoltà che con alcune voci si ha nel fare un testo scientificamente rigoroso.Spesso alcuni wikipediani vogliono annacquare la realtà inserendo dentro pensieri chiari e corretti dei distinguo, dei ma e dei se senza riferimenti bibliografici precisi.Succede quindi che il testo si allunga notevolmente e diventa non immediatamente comprensibile. Comunque questo avviene per le voci più calde e nei momenti in cui vi è un wikipediano testardo e poco ragionevole. Col tempo la voce migliora in quanto la verità viene a galla e i pregiudizi scemano.Detto questo lunga vita a WP e tanta prosperità (tante voci).
  • Sgabbio scrive:
    Wikipedia italia....
    E quello posto dove c'è il feticismo della burocrazia e il Copyright, rispetto alle altre contro parti!Vedete un articolo che parla di un anime, fumetto o videogioco e vedrete che non c'è quasi mai un'immagine al riguardo! Basta vedere l'articolo della winx ad esempio, confrontandolo con quello inglese...che tristezza!Il Wikipedia italia è quello posto dove hanno cancellato la pagina dedicata al "Magnotta" perchè "non era enciclopedico" (mentre quella di mosconi, invece si ?) e per fare ciò hanno confrontanto i risultati su google tra lui e Mosconi.....Il Wikipedia italia è quello che ha cancellato il link del blog "odiostudioapeto" sulla parte dedicata alle critiche del TG dell'emmittente Italia 1, perchè era un blog, peccato perchè che essendo dedicato interamente ad un tema, come appunto le critiche a studio aperto, poteva stare li tranquillamente....Il Wikipedia italia è il posto dove se sei amico degli admin puoi scrivere tutto quello che vuoi sui pokemon senza che nessuno rompa le balle.Devo continuare ?Ah dimenticavo: Chi critica l'operato degli admin e censori vari, viene bollato come spammer :D
    • pauroso OT scrive:
      Re: Wikipedia italia....
      purtroppo wikipedia italia è diventata una vera monnezza sotto la gestione attuale.Sono riusciti a rovinare un progetto nobile e utilissimo.Che cosa triste....
    • pino scrive:
      Re: Wikipedia italia....
      Concordo. wikipedia italia è tutto meno che un wiki. Se non scrivi cio' che vuole un admin sei cancellato. Se provi ad imbastire una discussione sulla pagina vieni fucilato.Complimenti per la gestione, che tristezza.
    • filoberto scrive:
      Re: Wikipedia italia....
      - Scritto da: Sgabbio
      E quello posto dove c'è il feticismo della
      burocrazia e il Copyright, rispetto alle altre
      contro
      parti!

      Vedete un articolo che parla di un anime, fumetto
      o videogioco e vedrete che non c'è quasi mai
      un'immagine al riguardo! Basta vedere l'articolo
      della winx ad esempio, confrontandolo con quello
      inglese...che
      tristezza!per adesso non mi e' sucXXXXX ancora niente di simile, ma inizio a temere che sia cosi'...l'assenza di immagini e' veramente deleteria, ho cercato di informarmi sul perche' sia cosi' ma ci vuole troppo tempo :-(perche' poi la versione inglese le abbia e' un mistero!non sono esperto di normative, ma mi sembra che la legislazione italiana garantisse la riproduzione (limitata) ai fini di recensione (che forse non e' la stessa cosa)e comunque per autori/editori et similia dovrebbe essere vantaggioso comparire nelle voci in modo + completo (tanto si tratterrebbe di riproduzioni ridotte e di limitata qualita', ma sufficienti per una voce d'enciclopedia)in fondo e' una forma di pubblicita' gratuita!
      • Sgabbio scrive:
        Re: Wikipedia italia....
        - Scritto da: filoberto
        per adesso non mi e' sucXXXXX ancora niente di
        simile, ma inizio a temere che sia
        cosi'...
        l'assenza di immagini e' veramente deleteria, ho
        cercato di informarmi sul perche' sia cosi' ma ci
        vuole troppo tempo
        :-(

        perche' poi la versione inglese le abbia e' un
        mistero!
        non sono esperto di normative, ma mi sembra che
        la legislazione italiana garantisse la
        riproduzione (limitata) ai fini di recensione
        (che forse non e' la stessa
        cosa)

        e comunque per autori/editori et similia dovrebbe
        essere vantaggioso comparire nelle voci in modo +
        completo (tanto si tratterrebbe di riproduzioni
        ridotte e di limitata qualita', ma sufficienti
        per una voce
        d'enciclopedia)
        in fondo e' una forma di pubblicita' gratuita!Se dai un occhio alle regole del wikipedia italia, ti viene da star male, c'è un burocrazia irreale, che su internet non dovrebbe nemmeno esistere !La mancanza d'immagini su album musicali ed altro è veramente cosi stomachevole che ti fa passare la voglia di contribuire, come hanno fatto molti come me.Ci sono tante storie idiote successe al wikipedia italia, che meriterebbe una voce sul wikipedia.
        • Nome e cognome scrive:
          Re: Wikipedia italia....
          Che ignoranza abissale, pur essendo molto critico nei confronti dei modelli wiki - non perché non funzionino per l'accumulazione e la correzione del sapere, ma perché questo modello avvantaggia soltanto argomenti 'bassi' -, su en.wiki hanno immagini protetta da copyright perché si fanno forti del Fairuse che è presente soltanto nella legislazioe anglosessone, invece in Italia abbiamo una legge del diritto d'autore che ingabbia e impedisce la libera diffusione del sapere anche quando l'autore è morto da anni.
    • Airon90 scrive:
      Re: Wikipedia italia....
      Wikipedia Italia non esiste.Esiste semmai Wikimedia Italia o Wikipedia in lingua italiana, le quali sono due cose differenti: la prima è un'associazione che promuove in Italia la seconda.
  • s...... scrive:
    Wikipedia (mercato) Italia
    "noi assomigliamo di più a un mercato: è vivace e colorato, ci puoi trovare di tutto, dalle cose di ottima qualità alle cose di pessima qualità". (cit.)___Diciamo che "enciclopedia" me la vedo più associata a "ristorante" che non a "mercato" (o "mcdonald").Comunque l'immagine del disordine e della gente che urla per vendere la propria merce e zittire gli altri ci sta abbastanza... :-DAnche quella dei vigili che chiudono un occhio quando fa comodo ed in cambio si prendono un po' di carote da portare a casa. Ah, i vizzietti italici!
  • Paolo Pantaleo scrive:
    Ah... guardate questi :)
    http://it.wikipedia.org/wiki/Hirogeni "Gli Hirogeni sono una specie umanoide che respira naturalmente nell'atmosfera di un pianeta di Classe M", che c**** è un pianeta di Classe M? E' una definizione di biologia? di astronomia?http://it.wikipedia.org/wiki/Rey_Mysterio ma chi è sto tipo? Cmq a giudicare dalla quantità di informazioni è più famoso di per es. http://it.wikipedia.org/wiki/Andy_Warhol
    • petrestov scrive:
      Re: Ah... guardate questi :)
      - Scritto da: Paolo Pantaleo
      http://it.wikipedia.org/wiki/Hirogeni "Gli
      Hirogeni sono una specie umanoide che respira
      naturalmente nell'atmosfera di un pianeta di
      Classe M", che c**** è un pianeta di Classe M? E'
      una definizione di biologia? di
      astronomia?è più semplicemente Star Trek
      http://it.wikipedia.org/wiki/Rey_Mysterio ma chi
      è sto tipo? Cmq a giudicare dalla quantità di
      informazioni è più famoso di per es.
      http://it.wikipedia.org/wiki/Andy_Warholwikipedia è l'enciclopedia che sognavo da bambino. doveva essere piena zeppa di dettagli sulle cose che mi piacevano: l'Uomo Tigre, Daitan, Kiashan; dei Transformers avrei voluto sapere tutto, anche il modo di trasformarsi degli autorobot. non molto tempo fa scherzando a proposito di wikipedia scrissi che Rocco Siffredi ce l'ha più lungo di Alessandro Volta. naturalmente mi riferivo all'articolo di wikipedia.
    • Donald scrive:
      Re: Ah... guardate questi :)
      Se guardi ci son i link x le tue domande. Se clicchi su pianeta di classe M ti da la spiegazione.Sbaglio o non sei abituato agli ipertesti.Usato solo enciclopedie classiche?Hehehehe
      • Stiv Giobs scrive:
        Re: Ah... guardate questi :)
        - Scritto da: Donald
        Se guardi ci son i link x le tue domande. Se
        clicchi su pianeta di classe M ti da la
        spiegazione.

        Sbaglio o non sei abituato agli ipertesti.
        Usato solo enciclopedie classiche?Questo invece è un bellissimo esempio.Il fatto che Wikipedia mescoli / permetta collegamenti con questa facilità tra contenuti scientifici "veri" e contenuti relativi a realtà letterarie e fittizie è un problema non da poco.
    • Lord Kap scrive:
      Re: Ah... guardate questi :)
      - Scritto da: Paolo Pantaleo
      http://it.wikipedia.org/wiki/Hirogeni "Gli
      Hirogeni sono una specie umanoide che respira
      naturalmente nell'atmosfera di un pianeta di
      Classe M", che c**** è un pianeta di Classe M? E'
      una definizione di biologia? di
      astronomia?Cosa non è chiaro in "Gli Hirogeni sono una specie dell'universo fantascientifico di Star Trek, presenti nella serie televisiva Star Trek - Voyager."?E di seguire il link a "Classe M" ti faceva male il ditino?
      http://it.wikipedia.org/wiki/Rey_Mysterio ma chi
      è sto tipo? Cmq a giudicare dalla quantità di
      informazioni è più famoso di per es.
      http://it.wikipedia.org/wiki/Andy_WarholPuoi sempre contribuire alla cosa, se ti turba così tanto, eh...-- Saluti, Kap
      • petrestov scrive:
        Re: Ah... guardate questi :)
        - Scritto da: Lord Kap
        Puoi sempre contribuire alla cosa, se ti turba
        così tanto,
        eh...a me la cosa turba, ma tutto quello che mi viene "spontaneo" è scherzarci su. non mi va di contribuire. perché? principalmente perché ho studiato che esiste una cosa chiamata "paradosso dell'azione collettiva". ti darei il link su wikipedia, ma mi dispiace doverti dire che non c'è. accontentati di una cospicua pagina dedicata ai coldplay http://it.wikipedia.org/wiki/Coldplay
        • Lord Kap scrive:
          Re: Ah... guardate questi :)
          - Scritto da: petrestov
          - Scritto da: Lord Kap

          Puoi sempre contribuire alla cosa, se ti turba

          così tanto, eh...
          a me la cosa turba, ma tutto quello che mi viene
          "spontaneo" è scherzarci su. non mi va di
          contribuire.Beh, prima di tutto non vorrei che mi prendessi per un fan di Wikipedia. Sono solo uno che lo usa come viatico (a volte) per una ricerca più vasta).
          perché? principalmente perché ho studiato che
          esiste una cosa chiamata "paradosso dell'azione
          collettiva".Certo, ma io parto da un presupposto differente, e cioè che se uno non è interessato a cambiare una cosa quando questa gli sembra sbagliata, allora perde anche un po' il diritto di critica.
          ti darei il link su wikipedia, ma mi dispiace
          doverti dire che non c'è.Perché, allora, non crearne la voce? Di sicuro può anche essere un punto di partenza per una critica fondata sulla collaborazione collettiva.
          accontentati di una cospicua pagina dedicata
          ai coldplayTi dirò, mi basta ascoltarli in musica.-- Saluti, Kap
          • petrestov scrive:
            Re: Ah... guardate questi :)
            - Scritto da: Lord Kap
            Ti dirò, mi basta ascoltarli in musica.viva la vida!
        • Filosofo scrive:
          Re: Ah... guardate questi :)
          Che male c'è nello spiegare cosa sono?A te non serviranno ma a chi studia cinema e tv si!Non credere che sia un encoclopedia che ruota solo intorno a te!E' aperta a tutto e tutti!E da spiegazioni più che esaurienti....Cito, come sempre, la definizione che Encarta da di Max Weber:3 righette striminzite....Cerca su Wikipedia e vedrai la differenza!Ma si sa, meglio avere un'enciclopedia "chiusa"!Voltaire inserì nella prima argomenti che la scienza allora non considerava neanche degni di nota,la scienza era controllata dalla chiesa, eppure.....Ti da fastidio che si citino cose della televisione?Non usarla, non ce ne faremo un cruccio!Ma così resterai nell'ignoranza perché star trek non è come baywatch ma è un telefilm socio-politico, dove le razze aliene rappresentano gli equilibri di potere terrestri degli anni '80-'90.....Si vede che non hai mai visto una sola puntata dell'opera di Roddenberry!
          • petrestov scrive:
            Re: Ah... guardate questi :)
            - Scritto da: Filosofo
            Non usarla, non ce ne faremo un cruccio!ripeto: io la uso per conoscere le misure delle top model.
            Ma così resterai nell'ignoranza perché star trek
            non è come baywatch ma è un telefilm
            socio-politico, dove le razze aliene
            rappresentano gli equilibri di potere terrestri
            degli anni
            '80-'90.....quale snobbismo intellettualoide. baywatch è un capolavoro della produzione televisiva degli anni '90. rappresenta l'equilibrio socio-politico basato sulle misure del seno nella società moderna, oltre ad aver sdoganato il salvagente rosso dei baywatchers risponde all'annosa domanda di cosa ha fatto David Hasseloff dopo la chiusura della serie "Supercar".
            Si vede che non hai mai visto una sola puntata
            dell'opera di
            Roddenberry!difficile non vederla. su italia1 la ripassavano in heavy rotation. insieme ad Hazzard: stralcio della vita nel sud degli stati uniti con esempi di potere deviato (boss hogg), commistione tra politica e gestione dell'odine pubblico (boss hogg e rosco pì coltrain) e l'economia della distillazione del whisky con l'avvento del proibizionismo.
          • Skywalker scrive:
            Re: Ah... guardate questi :)
            - Scritto da: petrestov
            - Scritto da: Filosofo


            Non usarla, non ce ne faremo un cruccio!

            ripeto: io la uso per conoscere le misure delle
            top model.Sono accurate? Bene. Wikipedia ha raggiunto il suo scopo.Sinceramente che tu continui a mantenerci informati di cosa cerchi su Wikipedia, sinceramente, poco ce ne cale.Funziona per quello che la usi? Ringrazia allora chi spende parte del suo tempo a mantenere aggiornati quei dati sulla prosperosità delle Top Model facendoti risparmiare tempo (per raccogliere quelle informazioni altrove) e denaro (comprando riviste dove questi dati sono riportati).Secondo te non funziona per altre voci? Libero di pensarla diversamente, e di cercare altrove.Sinceramente dalle mie parti dicono che chi fa sbaglia, chi non fa critica.
          • petrestov scrive:
            Re: Ah... guardate questi :)
            - Scritto da: Skywalker
            Sinceramente dalle mie parti
            dicono [citazione necessaria] che chi fa
            sbaglia, chi non fa
            critica. c'è uno sbaglio nella tua critica. si dice così: chi fa sbaglia, chi non fa non sbaglia. chi critica fa qualcosa. tu hai criticato me ed hai anche sbagliato a formulare la critica. ergo hai fatto qualcosa ed hai sbagliato. ed io ti ho wikificato.
          • pauroso OT scrive:
            Re: Ah... guardate questi :)
            - Scritto da: Filosofo
            Che male c'è nello spiegare cosa sono?
            A te non serviranno ma a chi studia cinema e tv
            si!
            Non credere che sia un encoclopedia che ruota
            solo intorno a
            te!
            E' aperta a tutto e tutti!
            E da spiegazioni più che esaurienti....
            Cito, come sempre, la definizione che Encarta da
            di Max
            Weber:
            3 righette striminzite....
            Cerca su Wikipedia e vedrai la differenza!
            Ma si sa, meglio avere un'enciclopedia "chiusa"!
            Voltaire inserì nella prima argomenti che la
            scienza allora non considerava neanche degni di
            nota,la scienza era controllata dalla chiesa,
            eppure.....
            Ti da fastidio che si citino cose della
            televisione?
            Non usarla, non ce ne faremo un cruccio!
            Ma così resterai nell'ignoranza perché star trek
            non è come baywatch ma è un telefilm
            socio-politico, dove le razze aliene
            rappresentano gli equilibri di potere terrestri
            degli anni
            '80-'90.....
            Si vede che non hai mai visto una sola puntata
            dell'opera di
            Roddenberry!loool! Ma che stai scrivendo???? Cioè...una serie degli anni 70, prevede il futuro e descrive gli equilibri di potere che ci saranno da li a 10-20 anni?Ma che ti stai inventando? Mi sa che leggi troppa wikipedia italia. Fatti un giro su una VERA enciclopedia, la wikipedia GB.Se tu sei l'esempio del classico utilizzatore di wikipedia italia allora tutto torna...
          • Lord Kap scrive:
            Re: Ah... guardate questi :)
            - Scritto da: pauroso OT
            loool! Ma che stai scrivendo???? Cioè...una serie
            degli anni 70, prevede il futuro e descrive gli
            equilibri di potere che ci saranno da li a 10-20
            anni?Mi sa che di Star Trek tu abbia visto proprio poco.La prima serie nasce alla fine degli anni '60 ed è innovativa al massimo (basti vedere l'equipaggio, in cui ci sono neri, russi, giapponesi e quant'altro, senza contare che ha presentato su schermo il primo bacio interraziale della TV americana), e fotografa la situazione geopolitica di quel periodo ma nello scenario dell'utopia di Roddenberry.Poi, con la seconda serie degli anni '80 (e le successive negli anni '90) ha sviluppato questa utopia e, chiaramente, ha trattato temi più attuali per l'epoca.-- Saluti, Kap
          • petrestov scrive:
            Re: Ah... guardate questi :)
            - Scritto da: Lord Kap
            Mi sa che di Star Trek tu abbia visto proprio
            poco.
            La prima serie nasce alla fine degli anni '60 ed
            è innovativa al massimo (basti vedere
            l'equipaggio, in cui ci sono neri, russi,
            giapponesi e quant'altro, senza contare che ha
            presentato su schermo il primo bacio interraziale
            della TV americana), e un chissenefrega non ce lo metti?
            e fotografa la situazione
            geopolitica di quel periodo ma nello scenario
            dell'utopia di
            Roddenberry.arichissenefrega. è pur sempre solo un telefilm
            Poi, con la seconda serie degli anni '80 (e le
            successive negli anni '90) ha sviluppato questa
            utopia e, chiaramente, ha trattato temi più
            attuali per
            l'epoca.adesso parte la sigla. devo mettere il paraparappappa di star trek o "imagine" di john lennon?te sei scordato il traycorder: il prototipo del cellulare a conchiglia! è fondamentale star trek perché ha previsto l'avvento della telefonia portatile. e che dire delle console degli star trek successivi?? il multitouch dell'iPhone, iPod!
          • Sgabbio scrive:
            Re: Ah... guardate questi :)
            Sinceramente qui esageri.
          • Lord Kap scrive:
            Re: Ah... guardate questi :)
            - Scritto da: petrestov
            - Scritto da: Lord Kap

            Mi sa che di Star Trek tu abbia visto proprio

            poco.
            e un chissenefrega non ce lo metti?Va beh, allora trolla pure con qualcun altro.-- Saluti, Kap
        • Pax scrive:
          Re: Ah... guardate questi :)
          - Scritto da: petrestov
          - Scritto da: Lord Kap


          Puoi sempre contribuire alla cosa, se ti turba

          così tanto,

          eh...

          a me la cosa turba, ma tutto quello che mi viene
          "spontaneo" è scherzarci su. non mi va diSi, difficilmente si potrebbe pensare che tu possa intraprendere una azione seria...
          contribuire. perché? principalmente perché ho
          studiato che esiste una cosa chiamata "paradosso
          dell'azione collettiva". ti darei il link suSpiegacelo o dacci un link ad altra fonte allora.
          • petrestov scrive:
            Re: Ah... guardate questi :)
            - Scritto da: Pax
            Spiegacelo o dacci un link ad altra fonte allora.pagami e ti do tutte le fonti che vuoi.
          • G,G scrive:
            Re: Ah... guardate questi :)
            come le enciclopedie anche le menti delle persone possono essere aperte o chiuse...
          • petrestov scrive:
            Re: Ah... guardate questi :)
            - Scritto da: G,G
            come le enciclopedie anche le menti delle persone
            possono essere aperte o
            chiuse...più che le menti, sono i portafogli di alcune persone ad essere più o meno aperti.
          • Skywalker scrive:
            Re: Ah... guardate questi :)
            - Scritto da: petrestov
            - Scritto da: Pax


            Spiegacelo o dacci un link ad altra fonte
            allora.

            pagami e ti do tutte le fonti che vuoi.Che voglio o che hai tu?E quanto questo elenco è influenzato dalla tua opinione sull'argomento? E chi mi dice che non hai omesso apposta un link perché non supporta la tua opinione?No, no, sei troppo poco autorevole per darti soldi.E chi mi dice poi che in realtà i link te li sei inventati solo per far soldi?Uhm, chi mi offre la "verità" a pagamento mi fa già dubitare più di chi me la regala.
        • Aname scrive:
          Re: Ah... guardate questi :)

          a me la cosa turba, ma tutto quello che mi
          viene "spontaneo" è scherzarci su.Sei un comico o un pagliaccio?
          non mi va di contribuire.Potresti avere futuro come critico, sai quelle persone che non fanno ma che criticano le persone che fanno...?
          ho studiato che esiste una cosa chiamata "paradosso
          dell'azione collettiva". Non so dove hai studiato e cosa hai studiato, però quello che tu introduci è una cosa molto seria, la memoria collettiva è un argometno molto importante per la storiografia, ed in fondo wikipedia è basato su questa colonna portante, la sua potenza ed il suo rapido sviluppo dimostra come wikipedia, basato sull'azione collettiva, così come lo è la democrazia, sia un modello valido
          • Marko scrive:
            Re: Ah... guardate questi :)
            Ma lasciateli perdere i troll -__-
          • petrestov scrive:
            Re: Ah... guardate questi :)
            - Scritto da: Aname
            Non so dove hai studiato e cosa hai studiato,
            però quello che tu introduci è una cosa molto
            seria, la memoria collettiva è un argometno molto
            importante per la storiografia, ed in fondo
            wikipedia è basato su questa colonna portante, la
            sua potenza ed il suo rapido sviluppo dimostra
            come wikipedia, basato sull'azione collettiva,
            così come lo è la democrazia, sia un modello
            validohai ragione. mea culpa. non mi ero reso conto di infangare 1) la democrazia 2) la memoria collettiva 3) madre santissima wikipedia con i miei discorsi. è vero: wikipedia è un pilastro della memoria collettiva da trasmettere alle future generazioni e i wikipediani sono gli amanuensi digitali, mica bao-bao, micio-micio. già mi immagino fra tremila anni, quando la maestra (se ci saranno ancora le maestre) dirà ai suoi allievi "ragazzi aprite il browser alla pagina http://it.wikipedia.org/wiki/Valentino_Rossi. oggi studieremo la battaglia per il campionato motoGP 2008 e la vittoria di Valentino Rossi Su Pedrosa, Stoner e Lorenzo".
          • Skywalker scrive:
            Re: Ah... guardate questi :)
            ...stupido io che ti ho anche dato corda.Devo migliorarmi nel riconoscere i Troll e perdere meno tempo!
          • petrestov scrive:
            Re: Ah... guardate questi :)
            - Scritto da: Skywalker
            ...stupido io che ti ho anche dato corda.
            Devo migliorarmi nel riconoscere i Troll e
            perdere meno
            tempo!io ti ho sgamato subito. sei un paranoico. vedi complotti e troll dappertutto.
        • filoberto scrive:
          Re: Ah... guardate questi :)
          - Scritto da: petrestov
          studiato che esiste una cosa chiamata "paradosso
          dell'azione collettiva". ti darei il link supotrebbe essere un punto di partenza:http://books.google.it/books?id=PK3K7Vdr9n4C&pg=PA154&lpg=PA154&dq=%22paradosso+dell%27azione+collettiva%22&source=web&ots=CnDSq872Sh&sig=s0FvCbrCqCfmsXlPTfYrbqQQ64Q&hl=it&sa=X&oi=book_result&resnum=2&ct=resultperchè questo paradosso ti turba cosi' tanto?
  • loredanio scrive:
    PURTROPPO NON SI PARLA DI MAC
    niente mac, niente[img]http://www.deandreis.it/l/community/avatar/05d7d96eb906675acd07ae988794cdc3/Avatar.jpg[/img][img]http://punto-informatico.it/images/emo/11.gif[/img]
    • primo fan scrive:
      Re: PURTROPPO NON SI PARLA DI MAC
      non sei un vero fan!http://punto-informatico.it/2461302/PI/News/wikipedia-arte-collaborare.aspx
  • Paolo Pantaleo scrive:
    Marchetta...
    Non sono un grande fan di wikipedia, perché dietro questa metnalità open e free ci girano un sacco di soldi e che io sappia non ci sono molte informazioni su come questi soldi vengono impiegati. L'aritoclo mi sembra un po' una marchetta perché la tipa intervistata nn fa che ripetere che loro sono meglio di Britannica (???) e di altri servizi in concorrenza con Wikipedia, senza neanche spiegare perché Wikipedia sarbbe una così granXXXXXta.
    • petrestov scrive:
      Re: Marchetta...
      - Scritto da: Paolo Pantaleo
      L'aritoclo mi sembra un po' una marchetta perché
      la tipa intervistata nn fa che ripetere che loro
      sono meglio di Britannica (???) per creare un movimento ideologico bisogna inventarsi uno spauracchio negativo. per i sostenitori dell'open source il male è Microsoft; i wikipediani hanno adottato l'encliclopedia Britannica; i nazisti propagandavano l'antisemitismo mentre i comunisti l'anticapitalismo.
      • advange scrive:
        Re: Marchetta...

        per creare un movimento ideologico bisogna
        inventarsi uno spauracchio negativo. per i
        sostenitori dell'open source il male è Microsoft;
        i wikipediani hanno adottato l'encliclopedia
        Britannica; i nazisti propagandavano
        l'antisemitismo mentre i comunisti
        l'anticapitalismo.Finalmente ti sei rivelato: sei l'admin di nonciclopedia!
      • Sgabbio scrive:
        Re: Marchetta...
        I nemici di wikipedia ITALIA sono quelli che vogliono dare un contributo serio, ma trovano assurdo tutta la prassi burocratica che ci sta dentro.
  • Stiv Giobs scrive:
    Wikipedia.it una riflessione critica
    Per un breve periodo di tempo ho provato a curare alcune voci che conosco molto bene su Wikipedia.it.Ho inziato con curiosità, ma dopo qualche settimana ho abbandonato sconsolato. Ora quelle voci sono praticamente rovinate: piene di spazzatura e di contenuti strampalati e male organizzati, per non parlare dell'italiano terribile. Amici medici e ricercatori universitari mi hanno confermato che molte voci di loro conoscenza nella wikipedia italiana sono piene di errori e assurdità.Ho vissuto una esperienza simile su un noto sito di guide turistiche online in modalità wiki, e anche lì era una battaglia quasi quotidiana contro chi rovinava i contenuti (magari anche in buona fede) inserendo informazioni sbagliate, aprossimative o addirittura rovinando quelle già corrette. Un vero delirio.Penso sia giusto fare una seria riflessione. L'idea di wikipedia è bellissima, ma quando si parla di sapere e conoscenza consolidate (non della scheda di un videogioco o dela biografia di una rockstar) il fatto che chiunque possa scrivere quello che gli passa per la testa, senza il controllo di un curatore esperto della materia, non funziona. Almeno nel caso italiano.
    • An Onimo scrive:
      Re: Wikipedia.it una riflessione critica
      Devi essere stato un utente davvero prezioso, se non sai nemmeno che l'indirizzo di wikipedia italia è it.wikipedia.org
      • Stiv Giobs scrive:
        Re: Wikipedia.it una riflessione critica
        Tu invece devi essere uno di quelli che portano sempre preziosi contributi alla discussione, utili e sopratutto in tema.http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)
      • Aname scrive:
        Re: Wikipedia.it una riflessione critica
        Dai non prendertela, il nome dice già tutto...
      • Fiamel scrive:
        Re: Wikipedia.it una riflessione critica
        - Scritto da: An Onimo
        Devi essere stato un utente davvero prezioso, se
        non sai nemmeno che l'indirizzo di wikipedia
        italia è
        it.wikipedia.orgwikipedia.it rimanda ad it.wikipedia.org, quindi é valido, ed é pure piú corto da scrivere. Direi che ne sa piú di te.
        • gikk scrive:
          Re: Wikipedia.it una riflessione critica
          No caro, Wikipedia.it è un sito assolutamente non affiliato con quello ufficiale. Anzi, potrebbe anche rubare le password degli utenti ed altre informazioni personali.
          • Fiamel scrive:
            Re: Wikipedia.it una riflessione critica
            - Scritto da: gikk
            No caro, Wikipedia.it è un sito assolutamente non
            affiliato con quello ufficiale. Anzi, potrebbe
            anche rubare le password degli utenti ed altre
            informazioni
            personali.Chiariamo un paio di cose:1) Se io scrivo "wikipedia.it" nel mio browser, vengo rediretto a it.wikipedia.org, quindi per il momento, non é un "sito a sé stante". Intendo in senso non strettamente tecnico. É ovvio che wikipedia.it debba essere registrato comunque su un web server, almeno per poter reindirizzare.2) Se quello che mi vuoi dire é che wikipedia.it non é registrato della stessa entitá di wikipedia.org, lo so e non mi sembra poi troppo strano.3) Se guardi lo Whois per wikipedia.it, il registrant é "Associazione Wikipedia Italia". Mi vuoi dire che questo é un nome fuorviante, che Yepa s.r.l. non centra un accidente con Wikipedia a che Luca Venturini é un'impostore? Possibile. Sai, siccome Wikipedia é grossomodo un'associazione di volontariato (sto probabilmente semplificando troppo o sbagliando), mi sembra accettabile che l'intesa fra gli italiani e la gente di Wikipedia.org sia solo verbale. O mi vuoi dire che non c'é nemmeno intesa verbale?4) Ció non toglie che "Stiv Giobs" abbia potuto contribuire a it.wikipedia.org digitando wikipedia.it per far prima e fregandosene della differenza. Con questo voglio "correggere il tiro" del mio post per dire che il post a cui avevo risposto era assolutamente inutile, perché sapere se wikipedia.it é affiliato o no a wikipedia.org, fin'ora non ha fatto alcuna differenza. Direi che l'autore del post aveva guardato piú alla forma che al contenuto e parlando di un'enciclopedia, fa' affiorare un sintomo di un atteggiamento poco costruttivo.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 29 gennaio 2009 17.12-----------------------------------------------------------
          • gikk scrive:
            Re: Wikipedia.it una riflessione critica
            Beh innanzitutto wikipedia.it non è un redirect ma è una pagina con dei frame. Infatti in alto rimane aperto un frame pubblicitario (che in questo periodo tuttavia rimane grigio e vuoto).In seconda cosa, colui che ha registrato wikipedia.it è considerato dai wikipediani un impostore, tanto che da qualche tempo si è deciso di aggiungere la dicitura «L'indirizzo ufficiale di Wikipedia in italiano è it.wikipedia.org» nella sezione «Comunità» in home page.
          • gikk scrive:
            Re: Wikipedia.it una riflessione critica
            Pardon, mi sono espresso male. Su Wikipedia hanno aggiunto uno script che rimuove eventuali frame: in questo modo Wikipedia.it diventa come un redirect, ma originariamente non doveva esserlo. Infatti se disattivi Javascript, la pagina rimane con il frame pubblicitario.
          • Fiamel scrive:
            Re: Wikipedia.it una riflessione critica
            Interessantissimo, grazie dell'informazione!...e... hai ragione!! (Fa sempre bene ammetterlo quando è vero)
    • Pax scrive:
      Re: Wikipedia.it una riflessione critica
      - Scritto da: Stiv Giobs
      Per un breve periodo di tempo ho provato a curare
      alcune voci che conosco molto bene su
      Wikipedia.it.gia' si potrebbe pensare che tu stia inventando una storiella... :)
      Ho inziato con curiosità, ma dopo qualche
      settimana ho abbandonato sconsolato. Ora quelle
      voci sono praticamente rovinate: piene di
      spazzatura e di contenuti strampalati e male
      organizzati, per non parlare dell'italianoQuali sono?Eppoi, cio' che decrivi puo' anche succere - ma non credo proprio sia la normalita'.
      • Max scrive:
        Re: Wikipedia.it una riflessione critica
        Più che altro il problema di Wikipedia è che dà più spazio ad argomenti "pop" che non ad altri più seri, per cui puoi trovarti 5 pagine su un cartone animato e la metà per una scoperta scientifica o un fatto storico fondamentale. QUesto chiaramente è legato alla diversa popolarità dei vari argomenti e alla fascia di persone che utilizzano internet, ma comunque non depone a favore dell'immagine e dell'autorevolezza di Wikipedia. Secondo me è giusto che rimangano anche delle enciclopedia ufficiali, soprattutto perché, negli argomenti più delicati, offrono maggiore autorevolezza e affidabilità. Wikipedia è perfetta per i "piccoli" quesiti.
        • Marko scrive:
          Re: Wikipedia.it una riflessione critica
          Ma cosa centra... Ci sono voci più ampie sulle pop star perchè semplicemente wikipedia riflette la nostra società: la maggior parte dei giovani non gliene frega niente delle scoperte scientifiche o dei grandi artisti, ma solo dell'ultima bionda tettona che canta qualche canzoncina. Ma questo non è di certo colpa di wikipedia. Se alcune voci sono carenti, mettetevi di buona lena e scrivetele, o sperate di trovare sempre tutto pronto? E comunque vedrete che fra qualche anno, molte delle voci carenti saranno state ampliate, e sta qui la potenza di wikipedia. Già ora esistono centinaia di voci ben scritte, che non sfigurano nemmeno di fronte a specifici testi universitari...e tutto questo è offerto gratuitamente, così che ognuno abbia la possibilità di farsi una cultura. Poi ovviamente, wikipedia non è e non deve mai diventare un oracolo, ma semplicemente una base da cui partire per approfondire gli argomenti di interesse.
          • Stiv Giobs scrive:
            Re: Wikipedia.it una riflessione critica
            Beh, tu con questo commento butti via un po' troppo facilmente dei problemi seri. E la metti sul piano dell'ideologia "wiki", che da sola sana tutti i problemi. Purtroppo non affatto è vero e anche nell'articolo si parla di come in Wikipedia si siano accorti di molti problemi e del fatto che pensano introdurre dei modi per congelare alcuni "blocchi" consolidati.Non mi preoccupano le paginate sulle rockstar e i videogiochi. Mi preoccupa che le quattro o anche cento righe su un tema "serio", per esempio una voce medica o scientifica siano vere, valide. Altrimenti non si diffonde conoscenza ma solo chiacchiere da bar, o perfino informazioni distorte e false. Chi garantisce la correttezza e la validità dei contenuti? La mia opinione, basata sull'esperienza, è che il volontariato non basta.Non è un problema da poco. Perfino nel mondo scientifico e accademico su molte cose vi sono pareri discordanti, anche in modo radicale. Per non dire le tonnellate di "sXXXXX" che vengono portate da tanti interventi anche in buona fede.Al momento per Wikipedia questi sono problemi aperti.
          • Skywalker scrive:
            Re: Wikipedia.it una riflessione critica
            Certo. Ma questo è un problema "umano", non di Wikipedia.Puoi dire lo stesso di una Enciclopedia pubblicata: ma quanto ne sapeva il redattore della voce "Politica agricola del comune di Pagnona" dell'Enciclopedia Britannica? Era veramente un esperto? E non è che l'editore della Garzanti aveva qualche interesse a ritoccare alcune voci? E se il redattore della voce Nestlé avesse ricevuto un "incentivo" nello scriverla? Quanto ha influenzato il pensiero personale del redattore la voce "Tibet"? E quella "Palestina"?Il problema è insito nel concetto stesso di "informazione". O sono io la fonte o mi scontro con il problema. E, singolarmente, siamo la fonte di ben poche informazioni. Sinceramente, io che la velocità della luce sia poco meno di 300.000 km/sec lo prendo per buono perché la quasi totalità di chi ha detto di averla misurata ha dato quella misura. Ma io non l'ho mai misurata.Che gli Ebrei morti nei campi di sterminio siano 5-6.000.000 la prendo per buona perché la maggior parte delle mie fonti mi riportano quella cifra: ma ti assicuro che se decidi di ritenere "autorevoli" altre fonti e di pensare che "la maggioranza" ha torto, trovi anche chi di dice "autorevolmente" che non ce ne sono state.
          • petrestov scrive:
            Re: Wikipedia.it una riflessione critica
            - Scritto da: Skywalker
            Certo. Ma questo è un problema "umano", non di
            Wikipedia.

            Puoi dire lo stesso di una Enciclopedia
            pubblicata: ma quanto ne sapeva il redattore
            della voce "Politica agricola del comune di
            Pagnona" dell'Enciclopedia Britannica? [citazione necessaria]
            Era
            veramente un esperto? [citazione necessaria]
            E non è che l'editore della
            Garzanti aveva qualche interesse a ritoccare
            alcune voci? [citazione necessaria]
            E se il redattore della voce Nestlé
            avesse ricevuto un "incentivo" nello scriverla?[citazione necessaria]
            Quanto ha influenzato il pensiero personale del
            redattore la voce "Tibet"? E quella
            "Palestina"?[citazione necessaria]
            Il problema è insito nel concetto stesso di
            "informazione". appunto. finora non hai dato informazioni: hai semplicemente giocato con le menti della gente per insinuare il dubbio, tutto tuo, che la storia così come la conosciamo è tutto frutto di una macchinazione degna della Spectra e che l'unico modo di conoscerla è affidarsi alla conoscenza collettiva di wikipedia. aboliamo tutti i testi scolastici perché i loro contenuti potrebbero essere stati adulterati dalla Nestlé. sostituiamoli con wikipedia, l'unica vera fonte del sapere umano.amen, fratelli.
          • petrestov scrive:
            Re: Wikipedia.it una riflessione critica
            - Scritto da: petrestov
            appunto. finora non hai dato informazioni: hai
            semplicemente giocato con le menti della gente
            per insinuare il dubbio, tutto tuo, che la storia
            così come la conosciamo è tutto frutto di una
            macchinazione degna della Spectra e che l'unico
            modo di conoscerla è affidarsi alla conoscenza
            collettiva di wikipedia. aboliamo tutti i testi
            scolastici perché i loro contenuti potrebbero
            essere stati adulterati dalla Nestlé.
            sostituiamoli con wikipedia, l'unica vera fonte
            del sapere
            umano.mi chiedo: ma all'epoca di Martin Luter King, di Mussolini, Hitler se ci fosse stato internet cosa si sarebbe scritto su di loro nelle pagine di wikipedia? come si sarebbe comportata la massa di redattori anonimi???
          • Stiv Giobs scrive:
            Re: Wikipedia.it una riflessione critica
            Non voglio generalizzare. Non credo che Wikipedia al momento si ponga come obiettivo di diventare il contenitore di tutta la conoscenza umana. E dunque certamente l'attendibilità ha scale diverse a seconda della fonte e delle intenzioni con cui la uso.Però rimane un dubbio: se leggo qualcosa sul "Morbo di Cushing" ho bisogno che quelle informazioni siano davvero attendibili. Per il momento, con tutto l'entusiasmo e il bene che gli posso volere, Wikipedia non è la fonte più attendibile. Un curatore esperto della materia credo mi garantisca maggiore attendibilità. E infatti o uso un'enciclopedia medica o vado da un dottore.Dall'altra riconosco che il sapere è fluido, si modifica e si evolve e un modello di gestione sociale e condiviso come Wikipedia porta delle significative innovazioni. Ma non risolve uno dei problemi più importanti l'autorevolezza. In generale voglio discutere se il modello Wikipedia funzioni bene per temi "leggeri" e molto frammentati, dove i singoli frammenti di informazione portati da mille contributori diversi possono miscelarsi bene. Se invece devo scrivere un articolo sulla teoria dei sogni di Freud, devo costruire necessariamente un pezzo ben argomentato e pesato, che non può facilmente essere spezzettato e manipolato come la biografia di Micheal Jackson. In quel caso lo spostamento di una parola o di una frase può stravolgere o rovinare tutto il ragionamento e il senso dell'articolo. Insomma la conoscenza è una cosa molto delicata per lasciarla nelle mani del primo che passa. E non è vero che il meccanismo di "editign sociale" risolve tutto, perchè quel tipo di controllo funziona se svolto con regolarità da persone competenti. E allora torniamo ad avere un curatore come nelle Enciclopedie tradizionali.E su questo volevo anche porre il dubbio che, in particolare visti i risultati, la comunità Italiana dei contributori di Wikipedia.it forse non è ancora molto matura.
          • filoberto scrive:
            Re: Wikipedia.it una riflessione critica
            - Scritto da: Stiv Giobs
            Non voglio generalizzare. Non credo che Wikipedia(...)non posso che sottoscrivere
            E su questo volevo anche porre il dubbio che, in
            particolare visti i risultati, la comunità
            Italiana dei contributori di Wikipedia.it forse
            non è ancora molto
            matura.ma in Italia (rispetto agli altri paesi) ci sono contributi che ritenete meno interessanti perche' sono troppo pochi coloro in grado di darli (diciamo quelli di un certo spessore), o e' perche' chi puo' darne (sempre di un certo spessore) non lo fa? e in questo caso perche'?chissa', magari anche perche' chi sarebbe in grado di dare un contributo di un certo livello preferisce non darlo gratis, o si ha paura di essere confutati/confutabili, o perche' in Italia si crede solo nelle istituzioni che concentrano un certo potere..il discorso sull'autorevolezza di qualcuno mi ha alquanto rattristato, lo trovo semplicemente ridicolo, mentre molto serio e' il discorso sull'attendibilita'
          • Stiv Giobs scrive:
            Re: Wikipedia.it una riflessione critica
            - Scritto da: filoberto
            il discorso sull'autorevolezza di qualcuno mi ha
            alquanto rattristato, lo trovo semplicemente
            ridicolo, mentre molto serio e' il discorso
            sull'attendibilita'Se ti riferisci al mio post precedente, effettivamente ho usato attendibilità e autorevolezza come sinonimi e non lo sono. Nel mio post il tema cruciale è sempre l'attendibilità di un contenuto.Anche se è giusto ricordare che l'autore può fare molta differenza, perché la sua storia e reputazione (nel settore specifico ovviamente) danno un contesto alle sue parole, e concorrono a costruirne il significato complessivo.
          • filoberto scrive:
            Re: Wikipedia.it una riflessione critica
            - Scritto da: Stiv Giobs
            Se ti riferisci al mio post precedente,naa, mi riferivo a petrestov
            Anche se è giusto ricordare che l'autore può fare
            molta differenza, perché la sua storia e
            reputazione (nel settore specifico ovviamente)
            danno un contesto alle sue parole, e concorrono a
            costruirne il significato
            complessivo.non sono molto d'accordo: cioè, certo, se a parlarmi della relatività interviene Einstein posso capire, ma un intervento, una voce, devono essere scritti secondo modalità precise per essere voci di un'enciclopedia, devono essere scritte in un linguaggio neutro, obiettivo, ecc. (poi si possono riportare citazioni di testi o interviste)ma è la voce che deve essere significativa e attendibile (chiara, ecc.), che la scriva mister Brambilla o Rita Levi Montalcini non ha NESSUNISSIMA importanzaaltrimenti avremo dei tuttologi che, solo per il fatto di avere il "nome", esperti di fisica nucleare, ci spiegano come cucinano le spigole, o il calciatore che ci dice che orientamento sessuale dobbiamo averesenza contare che anche i nomi autorevoli del passato, pur riconoscendo l'importanza delle loro idee e del loro apporto nelle scienze, sono stati in parte o in toto confutati o sconfessatici sono personalità che hanno fatto errori, personalità che hanno avuto una vita (privata) esecrabile, ecc.vita/persona != ideein Italia purtroppo siamo poco pragmatici, ci facciamo affascinare dalle personalità :-(
          • Stiv Giobs scrive:
            Re: Wikipedia.it una riflessione critica
            Ok, non parlo di tuttologi alla Sgarbi. ;-)Su questo concordo con te.Il vero problema è la stabilità della conoscenza, che non esiste. Se una teoria controversa sulla linguistica me la espone Umberto Eco, per me ha un valore molto diverso da una trollata di un utente generico preso da un attacco di narcisismo (perché nelle logiche UGC c'è anche questo).
          • filoberto scrive:
            Re: Wikipedia.it una riflessione critica
            - Scritto da: petrestov
            mi chiedo: ma all'epoca di Martin Luter King, di
            Mussolini, Hitler se ci fosse stato internet cosa
            si sarebbe scritto su di loro nelle pagine di
            wikipedia? come si sarebbe comportata la massa di
            redattori
            anonimi???e sulle altre enciclopedie?
    • Wiki scrive:
      Re: Wikipedia.it una riflessione critica
      Se vuoi fare una discussione seria portaci degli esempi o altrimenti perche' non contribuisci attivamente a migliorare Wikipedia? Questa e' proprio la sua filosofia!
      • Stiv Giobs scrive:
        Re: Wikipedia.it una riflessione critica
        Perché l'ho già fatto, lo sto ancora facendo, e probabilmente non stai seguendo questa discussione.Purtroppo non basta dire "filosofia wiki" e tutto funziona.
  • Socratone scrive:
    Buffonata planetaria
    E' facile auto-referenziarsi affermando di essere una "enciclopedia", ed il fatto di dire un MUCCHIO di sciocchezze, vantandosene delle loro "quantità", non cambia la validità di ciò che sono.Un dato è un dato.Una opinione è una opinione.Una "enciclopedia" che contiene opinioni NON E' una enciclopedia.La "massa" è sempre ignorante, quindi non ho speranze che wiky capirà mai questa senplice verità.
    • Francesco scrive:
      Re: Buffonata planetaria
      - Scritto da: Socratone
      E' facile auto-referenziarsi affermando di essere
      una "enciclopedia", ed il fatto di dire un
      MUCCHIO di sciocchezze, vantandosene delle loro
      "quantità", non cambia la validità di ciò che
      sono.

      Un dato è un dato.

      Una opinione è una opinione.

      Una "enciclopedia" che contiene opinioni NON E'
      una
      enciclopedia.

      La "massa" è sempre ignorante, quindi non ho
      speranze che wiky capirà mai questa senplice
      verità.Se passi alla cassa saremo felici di renderti tutti i soldi che hai speso per l'acquisto dell'enciclopedia.Rosica, rosica, caro trollone... (troll3)F
    • goldmund100 scrive:
      Re: Buffonata planetaria
      wiky?
    • Pax scrive:
      Re: Buffonata planetaria
      - Scritto da: Socratone
      E' facile auto-referenziarsi affermando di essere
      una "enciclopedia", ed il fatto di dire un
      MUCCHIO di sciocchezze, vantandosene delle loro
      "quantità", non cambia la validità di ciò che
      sono.Beh, le tue "opinioni" hanno lo stesso valore...Anzi...
      Un dato è un dato.

      Una opinione è una opinione.Appunto, questa e' la TUA opinione.
      Una "enciclopedia" che contiene opinioni NON E'
      una
      enciclopedia.A volte non puoi separare fatti e opinioni, perche' il semplice riportare un fatto diventa opinione.
      La "massa" è sempre ignorante, quindi non ho
      speranze che wiky capirà mai questa senplice
      verità.Beh, hai dimostrato la tua di ignoranza, motivo per cuinon capirai mai semplici verita'. :D
    • Aname scrive:
      Re: Buffonata planetaria

      La "massa" è sempre ignorante, quindi non ho speranze che
      wiky capirà mai questa senplice verità.C'è una persona che viaggia in autostrada, ad un certo punto alla radio comunicano: "Comunicato della polizia, un pazzo sta viaggiando in autostrada in contro marcia, prestate la massima attenzione". Il conducente: "Uno? Tutti!!!"
      • Giancarlo Ruberti scrive:
        Re: Buffonata planetaria
        - Scritto da: Aname

        La "massa" è sempre ignorante, quindi non ho
        speranze che
        wiky capirà mai questa senplice
        verità.

        C'è una persona che viaggia in autostrada, ad un
        certo punto alla radio comunicano: "Comunicato
        della polizia, un pazzo sta viaggiando in
        autostrada in contro marcia, prestate la massima
        attenzione". Il conducente: "Uno? Tutti!!!"HEHEHEHE... io la uso sempre con mia moglie :-)
  • 3my78 scrive:
    Utile...
    Wiki per molte cose è utile, ma il fatto che possa venire modificata da chiunque lascia un margine di dubbio. Se pure le "ufficiali" si vogliono affidare a a questa caratteristica...http://3my78.blogspot.com/
    • Daniel Jackson scrive:
      Re: Utile...
      - Scritto da: 3my78
      Wiki per molte cose è utile, ma il fatto che
      possa venire modificata da chiunque lascia un
      margine di dubbio. Se pure le "ufficiali" si
      vogliono affidare a a questa
      caratteristica...Wikipedia e Wiki sono cose diverse; a mio avviso Wikipedia vale più di quelle che tu definisci "ufficiali". In Wikipedia gli errori vengono corretti subito e Wikipedia è di tutti.Ecco perché a tanti non piace...
      • Phase II scrive:
        Re: Utile...
        - Scritto da: Daniel Jackson
        In Wikipedia gli errori vengono corretti subitoForse in quella inglese o nelle pagine più dagli argomenti più popolari, ma quando si tratta di cose più specifiche, ci sono errori che restano lì per mesi. E non parlo di banali errori ortografici o grammaticali. Peggio ancora, se cerchi con Google, ti accorgi che quell'errore duraturo si è anche propagato a macchia d'olio, perché i contenuti di Wikipedia vengono spesso copiati acriticamente da svariati siti o presi sempre per buoni da chi legge, senza verificare.
        • Nemo_bis scrive:
          Re: Utile...
          - Scritto da: Phase II
          perché i contenuti di Wikipedia vengono spesso
          copiati acriticamente da svariati siti o presi
          sempre per buoni da chi legge, senza
          verificare.Ciò che ovviamente non succede mai col Corriere della sera o altri giornali che pubblicano un numero ben maggiore di falsità...
        • Daniel Jackson scrive:
          Re: Utile...

          Forse in quella inglese o nelle pagine più dagli
          argomenti più popolari, ma quando si tratta di
          cose più specifiche, ci sono errori che restano
          lì per mesi. E non parlo di banali erroriBene, se trovi errori correggili.
        • Pax scrive:
          Re: Utile...
          - Scritto da: Phase II
          - Scritto da: Daniel Jackson

          In Wikipedia gli errori vengono corretti subito

          Forse in quella inglese o nelle pagine più dagli
          argomenti più popolari, ma quando si tratta di
          cose più specifiche, ci sono errori che restano
          lì per mesi. E non parlo di banali errori
          ortografici o grammaticali. Peggio ancora, se
          cerchi con Google, ti accorgi che quell'errore
          duraturo si è anche propagato a macchia d'olio,
          perché i contenuti di Wikipedia vengono spesso
          copiati acriticamente da svariati siti o presi
          sempre per buoni da chi legge, senza
          verificare.Vediamo quanti errori macroscopi fa la stampa ordinaria?Potremmo trovare che e' molto peggio, oltretutto rivendica maggior autorita', ma a volte scrive castronerie molto peggior idi quelle che si trovano in wikipedia
    • Nome e Cognome scrive:
      Re: Utile...
      "Lasciare un margine di dubbio" mi pare una cosa estremamente positiva! Si spera così che nel futuro i beoti de "l'ha detto la televisione" o "l'ho letto sul giornale" si estingueranno.Rimarranno solo quelli che "l'ho letto su Wikipedia, ma ho un margine di dubbio": grande evoluzione per genere umano!
      • maestro unico scrive:
        Re: Utile...
        - Scritto da: Nome e Cognome
        "Lasciare un margine di dubbio" mi pare una cosa
        estremamente positiva! Si spera così che nel
        futuro i beoti de "l'ha detto la televisione" o
        "l'ho letto sul giornale" si
        estingueranno.

        Rimarranno solo quelli che "l'ho letto su
        Wikipedia, ma ho un margine di dubbio": grande
        evoluzione per genere
        umano!ti quoto in pienoe aggiungoil fatto di sapere che quel che hai letto può avere un margine di dubbio (scrupolo che personalmente mi faccio anche davanti alla Treccani e al Devoto Oli) è uno stimolo per documentarsi e verificare l'informazione.E' CULTURA.basta usare google: clavicembalo -wikipedia -treccanibuone letture a tutti.
  • Undertaker scrive:
    Tutti sono capaci a copiare...
    In realtá la grande massa delle informazioni su wikipedia é stata bellamente copiata da altre enciclopedie o da siti web che hanno a loro volta copiato chissá da dove.Escluse, naturalmente le migliaia e migliaia di pagine di wikipedia dedicate a videogames, anime e personaggi dei fumetti, quello che si dice un opera seria, insomma.
    • Nome e Cognome scrive:
      Re: Tutti sono capaci a copiare...
      Ti sbagli di grosso. Una volta ho creato una pagina su Wikipedia copiando il contenuto di un sito web (dopo aver chiesto l'autorizzazione all'autore).Siccome non avevo citato l'autorizzazione, dopo 30 minuti (dico 30 minuti!) la mia pagina era stata rimossa, con il commento "Copiata da http://... senza autorizzazione".Quindi i contenuti che trovi sono originali o autorizzati. In ogni caso il lavoro che c'è dietro è di qualità eccellente."Tutti sono capaci a copiare" suona denigratorio ed è una pura sciocchezza, visto che il sucXXXXX di Wikipedia è unico.
      • Fra scrive:
        Re: Tutti sono capaci a copiare...
        Scusa ma le enciclopedie normali secondo te non "copiano"?Vedi le biografie degli articoli e poi ne riparliamo.. nessuno nasce imparato, è normale che uno studia su un libro e scrive un articolo su un altro, a meno che non è un ricercatore
      • Pax scrive:
        Re: Tutti sono capaci a copiare...
        - Scritto da: Nome e Cognome
        Ti sbagli di grosso. Una volta ho creato una
        pagina su Wikipedia copiando il contenuto di un
        sito web (dopo aver chiesto l'autorizzazione
        all'autore).Quoto
      • Pax scrive:
        Re: Tutti sono capaci a copiare...
        - Scritto da: Nome e Cognome
        Ti sbagli di grosso. Una volta ho creato una
        pagina su Wikipedia copiando il contenuto di un
        sito web (dopo aver chiesto l'autorizzazione
        all'autore).Quoto
    • maestro unico scrive:
      Re: Tutti sono capaci a copiare...
      - Scritto da: Undertaker
      In realtá in italiano l'accento sulla a è quello grave.
      wikipedia é stata bellamente copiata da altrel'accento sulla "è" voce del verbo essere è grave anch'esso.
      copiato chissá dacfr. il primo appunto
      quello che si dice un opera seria, insomma.opera è un sost. femminile, si usa l'apostrofo (un'opera).la virgola prima di un avverbio non si mette.scusami, ma prima di scrivere delle boiate, finisci la quinta elementare.
      • goldmund100 scrive:
        Re: Tutti sono capaci a copiare...
        Mitico!
      • Paolo Pantaleo scrive:
        Re: Tutti sono capaci a copiare...
        Scusa ma mi sembra proprio una cretinata fare il professorino di italiano.
        • Mario Giammarco scrive:
          Re: Tutti sono capaci a copiare...
          Di solito si, ma quello e' un post stile troll (come quei due riguardanti il mac) e, sinceramente, merita solo una simile risposta.PS: stavolta al troll del mac e' andata male... due volte ha scritto nessuno ha risposto: era ora!
        • maestro unico scrive:
          Re: Tutti sono capaci a copiare...
          - Scritto da: Paolo Pantaleo
          Scusa ma mi sembra proprio una cretinata fare il
          professorino di
          italiano.concedimi una boutade: ab optimis laudari, ab improbis vituperari, maxima gloria est.:-) non stavo parlando di te...ad ogni modo, l'opera d'arte spesso differisce da un'opera brutta per tanti piccoli particolari che magari presi singolarmente sembrano insignificanti. questo è vero per il tipo che non sa scrivere in italiano, le cui argomentazioni ancorché valide risultano sminuite dalla 'forma' del suo linguaggio, ma anche per l'argomento vero e proprio della discussione: Wikipedia.in un'enciclopedia ci saranno SEMPRE temi trattati meglio perché più 'gestibili' dal gruppo che la compila (che magari per un'enciclopedia classica saranno gli autori classici, mentre per wikipedia saranno i Pokemon) e temi un po' bistrattati.si tratta quindi di scegliere l'enciclopedia più adatta alla ricerca. di certo non andrò a cercare Manzoni nell'enciclopedia del cinema, a meno di non voler dissertare sui Promessi Sposi del Trio Lopez, Marchesini, Solenghi.
    • petrestov scrive:
      Re: Tutti sono capaci a copiare...
      - Scritto da: Undertaker
      Escluse, naturalmente le migliaia e migliaia di
      pagine di wikipedia dedicate a videogames, anime
      e personaggi dei fumetti, quello che si dice un
      opera seria,
      insomma.questo è il vero problema di wikipedia. si trovano più dettagli sull'universo dei Pokemon di quanto se ne possa trovare a riguardo di alcuni personaggi illustri del nostro passato, anche contemporaneo. L'economist mise in evidenza come pikachiù e soci avessero centinaia di pagine "biografiche" a loro dedicate mentre il movimento di Solidarność e la biografia dei suoi sostenitori non ha avuto altrettanto rilievo. infatti io uso wikipedia solo per le cose mondane: se mi piace un'attrice o una modella e voglio conoscere le sue misure consulto wikipedia; quando invece devo fare ricerche "serie" uso google libri o altri servizi analoghi.
      • Pax scrive:
        Re: Tutti sono capaci a copiare...
        - Scritto da: petrestov
        - Scritto da: Undertaker


        Escluse, naturalmente le migliaia e migliaia di

        pagine di wikipedia dedicate a videogames, anime

        e personaggi dei fumetti, quello che si dice un

        opera seria,

        insomma.

        questo è il vero problema di wikipedia. siE perche' sarebbe un problema?[cut]
        • petrestov scrive:
          Re: Tutti sono capaci a copiare...
          - Scritto da: Pax
          E perche' sarebbe un problema?perché mette a nudo tutti i limiti di un'azione collettiva basata semplicemente sul principio della collaborazione spontanea.
          • filoberto scrive:
            Re: Tutti sono capaci a copiare...
            - Scritto da: petrestov
            - Scritto da: Pax


            E perche' sarebbe un problema?

            perché mette a nudo tutti i limiti di un'azione
            collettiva basata semplicemente sul principio
            della collaborazione
            spontanea.non capisco: ti aspetti che contribuisca all'arricchimento culturale delle masse?tutti si mettono a scrivere e di colpo interi popoli si evolvano in forme di vita (piu') intelligenti?wikipedia puo' aiutare (foooooorse), ma comunque non lo fara' in dieci anni, e sicuramente non e' l'unico strumento(francamente non ho capito cos'e' che vuoi da wikipedia, cosa ti aspetti che faccia per te o cosa ti aspetti tu di fare per lei)volendo si potrebbe utilizzare wikipedia come strumento per capire la societa': studiare le statistiche di quanto vengono cambiate le voci, quali, quali vengano consultate, ecc.potrai dire "gli italiani sono ignoranti perche' ci sono 10.000 voci sui pokemon e 1 su Vivaldi" (e anche li', non tanto su Pokemon e Vivaldi, ma se ci fossero 100 voci su Maus e 1 su La vita e' bella, sinceramente sarei contento) ma dire "wikipedia fa schifo" lo trovo un po' limitato (o poco motivato)
          • petrestov scrive:
            Re: Tutti sono capaci a copiare...
            - Scritto da: filoberto
            volendo si potrebbe utilizzare wikipedia come
            strumento per capire la societa': studiare le
            statistiche di quanto vengono cambiate le voci,
            quali, quali vengano consultate,
            ecc.che non è in definitiva lo scopo di wikipedia.
            potrai dire "gli italiani sono ignoranti perche'
            ci sono 10.000 voci sui pokemon e 1 su Vivaldi"
            (e anche li', non tanto su Pokemon e Vivaldi, ma
            se ci fossero 100 voci su Maus e 1 su La vita e'
            bella, sinceramente sarei contento) ma dire
            "wikipedia fa schifo" lo trovo un po' limitato (o
            poco
            motivato)io direi che wikipedia è un esperimento sociale sui risultati di un'azione collettiva basata su contributi "spontanei" di anonimi redattori non coordinati nei loro lavori su wikipedia. si dice che l'enciclopedia è aperta e che "una mano invisibile" governa e automaticamente corregge gli squilibri tra "tra "culi" e "cultura". storia già sentita mille e più volte. non si mette però in evidenza come il movimento spontaneo abbia già prodotto qualcosa. se io edito una pagina di Vivaldi, nessuno impedisce a 359 appassionati di incrementare le voci riferite ai pokemon. rendendo vano il tentativo di ristabilire un certo grado di autorevolezza. è questa la cosa che mi fa ridere di chi crede negli "automatismi del mercato delle idee": hanno profonda fiducia in qualcosa mai avverata e che anzi ha portato a delle brutture enciclopediche che anche loro riconoscono (oppure non vogliono ammettere).ma forse questo non è nemmeno l'obiettivo di wikipedia. leggendo i vari commenti, mi rendo conto che wikipedia è una specie di macchia di Roscharch e tutti la interpretano alla loro maniera. ma è assolutamente vietato dire che è "una macchia simmetrica nera su uno sfondo bianco". sarebbe un'offesa alla democrazia, alla rivoluzione culturale che vuole relegare Star Trek ad un semplice telefilm visto e rivisto migliaia di volte su Italia1 e al tentativo di affermare la validità del Web 2.0 (dell'user generated content) sul vecchio modo di produrre cultura. tutti mi danno del matto, ma tutto quello che riesco a vedere quando visito wikipedia è "una macchia simmetrica nera su uno sfondo bianco". Rocco Siffredi ce l'ha più lungo di molti altri illustri personaggi della storia. è un dato di fatto.
          • filoberto scrive:
            Re: Tutti sono capaci a copiare...
            - Scritto da: petrestov
            che non è in definitiva lo scopo di wikipedia.certo, ma chissene... non sono il fondatore e questo non mi preoccupa... a te si?(non mi ritengo nemmeno un difensore, e se un domani nascera' uno strumento migliore saro' ben felice, ma anche adesso mica uso solo wikipedia, e' solo uno dei tanti mezzi per cercare informazioni, poi se li utilizzo in modo non omologato va sempre bene, no?)
            io direi che wikipedia è un esperimento sociale
            sui risultati di un'azione collettiva basata su
            contributi "spontanei" di anonimi redattori non
            coordinati nei loro lavori su wikipedia. su questo si puo' essere d'accordo (ma il fatto che sia un "esperimento sociale" lo ritengo una supposizione non inconfutabile, quantomeno un'imprecisione o un tuo punto di vista)
            si dice
            che l'enciclopedia è aperta e che "una mano
            invisibile" governa e automaticamente corregge
            gli squilibri tra "tra "culi" e "cultura". storia
            già sentita mille e più volte. si dice, chi lo dice? chi l'ha mai detto?e sinceramente, perche' dovrei sottoscrivere quest'idea?capisco che in un forum tu ti rivolga a un pubblico presunto, ma quest'idea non so da dove provenga e io non la sottoscrivo, non per questo condivido altre tue idee che hai esposto
            non si mette però
            in evidenza come il movimento spontaneo abbia già
            prodotto qualcosa. se io edito una pagina di
            Vivaldi, nessuno impedisce a 359 appassionati di
            incrementare le voci riferite ai pokemon.
            rendendo vano il tentativo di ristabilire un
            certo grado di autorevolezza. cosa c'entrano Vivaldi, pokemon e l'autorevolezza?a parte che questo bisogno di autorevolezza lo trovo assai povero e limitante: una volta che hai trovato l'autorevolezza cosa fai, ti ci abbandoni come un animista al suo idolo, adorandola e portando i tuoi doni e sacrifici?l'autorevolezza e' una chimera, scappa finche' sei intempo! :-)il problema e' se su Vivaldi scrivono che era tutto giallo o che Pokemon era un grande compositore! ;-)
            è questa la cosa
            che mi fa ridere di chi crede negli "automatismi
            del mercato delle idee": hanno profonda fiducianon so chi siano costoro, ma se a te fanno ridere va bene, agli automatismi automatici non ci credo neanch'io, anche se ci possono essere delle tendenze
            conto che wikipedia è una specie di macchia di
            Roscharch e tutti la interpretano alla loro
            maniera.
            ma è assolutamente vietato dire che è
            "una macchia simmetrica nera su uno sfondo
            bianco". sarebbe un'offesa alla democrazia, alla
            rivoluzione culturale che vuole relegare Star
            Trek ad un semplice telefilm visto e rivisto
            migliaia di volte su Italia1 e al tentativo di
            affermare la validità del Web 2.0 (dell'user
            generated content) sul vecchio modo di produrre
            cultura. tutti mi danno del matto, ma tutto
            quello che riesco a vedere quando visito
            wikipedia è "una macchia simmetrica nera su uno
            sfondo bianco". Rocco Siffredi ce l'ha più lungo
            di molti altri illustri personaggi della storia.
            è un dato di
            fatto.io non ti do' del matto, ma la tua e' un'opinione personale, interessante ma dal mio punto di vista non molto condivisanon credo nella dittatura di wikipedia sul mondo, e non do' come oro colato la validità dell'user generated contente' un di piu', un nuovo mezzo che e' ovvio che generi entusiasmi iniziali, ma non bisogna neanche prestare troppo ascolto ai geni (del male) del marketing e a chi scrive sulle riviste patinateio nel mio piccolo ho usato proficuamente wikipedia diverse volte (non ho cercato culi e tette, e nemmeno rocco siffredi), come tutte le cose va usata cum grano salis..
      • G,G scrive:
        Re: Tutti sono capaci a copiare...

        questo è il vero problema di wikipedia. si
        trovano più dettagli sull'universo dei Pokemon di
        quanto se ne possa trovare a riguardo di alcuni
        personaggi illustri del nostro passato, anche
        contemporaneo.A mio parere l'uso delle parole non è casuale...(leggila 2 volte la frase sopra prima di continuare)Quindi ritengo questa frase ideologica!proprio tu che tra gli altri post ti scagliavi contro l'articolo dicendo che la contrapposizione con altre enciclopedie è voluto per creare un'ideologia...perché dico questo...perché sostieni che il problema dell'enciclopedia sia l'abbondanza di informazioni su alcuni argomenti!!!ci sono molte informazioni sui pokemon? e allora???già costruire la frase al contrario dicendo che ci sono meno informazioni su personaggi illustri sarebbe un piccolo passo avanti. (se credi che sia la stessa cosa non sai come "funzionano" le persone)ma il vero problema è "perché dovrei fare un confronto?" il numero di informazioni è limitato?la presenza di molte informazioni sui pokemon impedisce quella sui personaggi illustri?l'enciclopedia è statica?non posso aggiungere informazioni su alcuni argomenti?No! e allora?
        • petrestov scrive:
          Re: Tutti sono capaci a copiare...
          - Scritto da: G,G

          questo è il vero problema di wikipedia. si

          trovano più dettagli sull'universo dei Pokemon
          di

          quanto se ne possa trovare a riguardo di alcuni

          personaggi illustri del nostro passato, anche

          contemporaneo.

          A mio parere l'uso delle parole non è casuale...
          (leggila 2 volte la frase sopra prima di
          continuare)

          Quindi ritengo questa frase ideologica!la tua affermazione è apocrifa e sofistica. io ho detto che uso wikipedia per informarmi sulle misure delle top model. non ho detto che fa schifo. ho semplicemente detto che al suo interno ci sono più informazioni sui pokemon di quante ce ne siano sul movimento sindacale polacco (citando l'economist come fonte). se la cosa ti turba, prenditela con l'economist.
          proprio tu che tra gli altri post ti scagliavi
          contro l'articolo dicendo che la contrapposizione
          con altre enciclopedie è voluto per creare
          un'ideologia...

          perché dico questo...

          perché sostieni che il problema dell'enciclopedia
          sia l'abbondanza di informazioni su alcuni
          argomenti!!!no, io ho detto che di culi ce n'è abbastanza su wikipedia. l'elemento mancante è la tura.
          ci sono molte informazioni sui pokemon? e
          allora???mia nipote ne è contentissima
          già costruire la frase al contrario dicendo che
          ci sono meno informazioni su personaggi illustri
          sarebbe un piccolo passo avanti. (se credi che
          sia la stessa cosa non sai come "funzionano" le
          persone)rielaborazione semantica del discorso. vuoi darmi lezioni come esprimermi? oramai non si può criticare una cosa "libera" con umorismo senza ritrovarsi tra le scatole l'inttellettualone ideologizzato della situazione.
          ma il vero problema è "perché dovrei fare un
          confronto?"

          il numero di informazioni è limitato?
          la presenza di molte informazioni sui pokemon
          impedisce quella sui personaggi
          illustri?
          l'enciclopedia è statica?
          non posso aggiungere informazioni su alcuni
          argomenti?

          No! e allora?è vero. scusa hai ragione! l'enciclopedia non è statica. muta ogni secondo. c'è sempre la possibilità di aggiungere un' altra biografia di un mostriciattolo alla già cospicua galassia dei wikipokemon.fa più ridere l'altro post del tizio che sostiene il valore di star trek come opera rappresentativa degli equilibri socio-politici durante la guerra fredda. mi chiedo: ca#@o ma invece di wikificare abbondantemente su star trek, perché non parli dell'argomento nascosto dietro quella metafora fantascientifica?misteri di wikipedia!
          • pauroso OT scrive:
            Re: Tutti sono capaci a copiare...
            dopo che gli hai dato una lezione simile dubito che ti rispodnerà mai, heheh
          • Skywalker scrive:
            Re: Tutti sono capaci a copiare...
            Sinceramente non capisco: cosa ti crea problemi nel fatto che una parte del mondo eserciti la propria libertà senza impedire a te di esercitare la tua?3.000.000 di persone aggiornano le voci su Harry Potter e siamo solo in 15 ad aggiornare quelle sui filtri dual-mode ceramici a microonde? E allora?A me piacciono i secondi e non mi interessa il primo: che male mi hanno fatto gli appassionati di Harry Potter per impedire loro di scrivere articoli? L'importante è che siano precisi e corretti. Come importante è che lo siano quelli che scriviamo in 15. Il loro scrivere articoli non limita la mia libertà di mantenere aggiornati quelli che interessano a me.Poi guarda che se continui a scrivere "Oersted" nella casella cerca, continuerai a trovare l'unità di misura dell'intensità del campo magnetico; e se anche un nuovo Pokemon dovesse chiamarsi "Oersted", basta selezionare sulla pagina di "disambiguation", come già fai se invece dell'unità di misura vuoi conoscere la storia di Hans Christian, il fisico danese a cui l'unità è stata dedicata.Guarda che anche le pubblicazioni scientifiche sono "peer-reviewed" e anche tra i "ricercatori" ce sono che hanno idee strampalate ed a volte persino scientificamente errate. Ma quello che si pubblica è quello che raggiunge il "consensus" della maggioranza dei revisori.Il vero limite di Wikipedia non è se sia o non sia autorevole, ma PER CHI sia autorevole: per il modo in cui è redatta è autorevole PER LA MAGGIORANZA DI CHI LA LEGGE. E non sempre "Vox Populi, vox Dei". Ma Amen.Se voglio il parere autorevole TRA I GLI INGEGNERI cercherò sugli IEEE Transact, TRA I MEDICI sul Journal of Medicin, TRA TUTTA LA POPOLAZIONE CHE USA INTERNET cercherò su Wikipedia."La Britannica è meglio di Wikipedia" e viceversa è solo la versione elettronica della gara a chi ce l'ha più lungo. Inutile.
          • petrestov scrive:
            Re: Tutti sono capaci a copiare...
            - Scritto da: Skywalker
            Sinceramente non capisco: cosa ti crea problemi
            nel fatto che una parte del mondo eserciti la
            propria libertà senza impedire a te di esercitare
            la
            tua?

            3.000.000 di persone aggiornano le voci su Harry
            Potter e siamo solo in 15 ad aggiornare quelle
            sui filtri dual-mode ceramici a microonde? E
            allora?la questione è semplice: nessuno vuole negare a nessuno di scrivere su harry potter. anzi, invito i redattori di wikipedia a continuare il loro lavoro. io trovo "wiki" una fonte inesauribile d'informazioni. quando vedo in un film una bella gnocca e mi domando che misure ha, se è sposata o impegnata, prima dovevo abbonarmi a Novella 2/3000 per conoscere tutto su di lei. oggi, grazie ai portenti della tecnologia e all'open content, al solo costo della connessione ad internet posso venire a conoscenza del suo segno zodiacale, la misura delle coppe del reggiseno, se mangia vegetariano, se ha un fidanzato più o meno vendicativo. le sue misure vengono costantemente aggiornate giorno per giorno con una precisione meteorologica.nessuno vuole negare questo indubbio merito divulgativo a wikipedia. continuate così, ragazzi. come ho già avuto modo di esprimermi in precedenza, questa è l'enciclopedia così come la sognavo da bambino. finalmente un mio sogno si è avverato!
          • Sgabbio scrive:
            Re: Tutti sono capaci a copiare...
            Forse non hai capito il problema che cita lui:In Wikipedia, ci sono poche persone che contribuiscono a cose più serie rispetto alle opere d'intrattenimento in generale.Wikipedia italia ne è un perfetto esempio, anzi spessisimo ostacola chi vuole contribuire seriamente.
      • Sgabbio scrive:
        Re: Tutti sono capaci a copiare...
        Sul wiki italiano è cosi perchè chi ha fatto quelle pagine sui pokemon è un amico degli admin.
    • Pax scrive:
      Re: Tutti sono capaci a copiare...
      - Scritto da: Phase II
      Le informazioni sono "copiate", anche se
      illustrate in maniera originale, perché Wikipedia
      non è una fonte. La maggior parte delle sue fontiInfatti, funziona come le altre enciclopedie...O pensi che ogni libro venga scritto da 0, rifacendo da 0 tutta la ricerca?Pure la ricerca (che scopre nuove cose veramente) cita le fonti bibliografiche!
      in effetti le trova proprio da altri siti web. Il
      risultato è che sulla mia enciclopedia cartacea,Qual'e'?
    • filoberto scrive:
      Re: Tutti sono capaci a copiare...
      - Scritto da: Undertaker
      In realtá la grande massa delle informazioni su
      wikipedia é stata bellamente copiata da altre
      enciclopedie o da siti web che hanno a loro volta
      copiato chissá da
      dove.a parte che copiare di per se' non vuol dire niente: si puo' copiare "paro paro", si possono utilizzare delle fonti, si possono eseguire delle traduzioni da altre pagine di wikipedia...un'enciclopedia (qualunque) in genere deve eseguire delle sintesi, ma giocoforza "copia"una voce non è un saggio, non è una recensionee poi se hai notato pagine spudoratamene copiate denuncia, scrivi, intervieni: puoi farlo!
      Escluse, naturalmente le migliaia e migliaia di
      pagine di wikipedia dedicate a videogames, anime
      e personaggi dei fumetti, quello che si dice un
      opera seria,
      insomma.questa mi sembra una critica immotivata, prevenuta e sinceramente puerilese ci sono pagine dedicate a "aree" che tu non ritieni degne (?), perchè questo dovrebbe disturbarti?se wikipedia è un'enciclopedia compilata dagli utenti, quelle sono le voci che agli utenti interessano, e che con il loro lavoro gratuito si sono resi disponibili a scriverese tu ritieni di dovere dare il contributo a pagine sulla danza classica o sull'epistemologia di Karl Popper, sei il benvenuto! e se non trovi niente su questi argomenti, mi spiace, ma ricordati che è gratuita, se vuoi di più o lo scrivi te o lo trovi su enciclopedie reali, che potrai tranquillamente comprare in librerianon sopporto l'atteggiamento di chi si lamenta e di suo non fa niente!(e se hai fatto, scusa, ma perchè dovresti avercela con Jacovitti, Hayao Miyazaki o Tomb Raider?)
Chiudi i commenti