Mozilla.org sbarca in Europa

Nasce Mozilla-Europe.org


Roma – Ieri la Mozilla Foundation ha ufficialmente annunciato la nascita di Mozilla Europe , un’organizzazione sussidiaria che avrà il compito di sviluppare e promuovere in Europa i software di Mozilla.org, fra cui la suite Mozilla 1.6.

L’iniziativa Mozilla Europe è stata lanciata da Peter Van der Beken e Tristan Nitot, entrambi collaboratori europei di Mozilla.org, con l’obiettivo di espandere la comunità di sviluppatori e di utenti europei di Mozilla.

Il sito www.mozilla-europe.org è stato lanciato simultaneamente in quattro lingue – inglese, francese, tedesco e spagnolo – e si attendono a breve le traduzioni in olandese, slovacco e italiano.

“Vediamo uno straordinario potenziale per i prodotti Mozilla in Europa. Il mercato europeo è alla ricerca di browser Web e client e-mail affidabili, sicuri e multi-piattaforma, e Mozilla è nella giusta posizione per soddisfare queste necessità”, ha affermato Tristan Nitot, president di Mozilla Europe.

“Mozilla Europe ha mosso i primi passi a livello embrionale qualche mese fa, direi a dicembre 2003, quando sono stato contattato da Pascal Chevrel per una collaborazione attiva”, ha spiegato a Punto Informatico Michele Dal Corso, uno dei membri della comunità Mozilla Italia . “Pascal è una figura importante della comunità francese e spagnola di Mozilla: lui, insieme a Tristan Nitot (ex dipendente Netscape e attuale responsabile insieme a David Shea del design del sito di mozilla.org) e a Peter Van der Beken, ha dato vita al progetto.

“L’idea fondante di Mozilla Europe – ha detto ancora Dal Corso – non è quella di sovrapporsi alle varie e molto vivaci comunità locali, ma piuttosto di dare quel supporto ufficiale che mancava dalla “lontana” mozilla.org. L’esigenza è molto sentita da realtà come la nostra: le difficoltà sono molte nel rapportarsi con una fondazione che è nata e pensata più per l’utente americano piuttosto che per un’insieme di nazionalità variegato come quello europeo; questo a partire proprio dalla distribuzione del materiale localizzato (software e documentazione) che per vari motivi non riceve sufficiente rilievo sul sito madre. Da qui l’idea di creare un distaccamento ufficiale ma indipendente da mozilla.org, che possa fornire supporto mirato e soprattutto che promuova i prodotti Mozilla presso le nostre realtà. I rapporti con Mozilla Italia sono ottimi: il sito non è partito da subito in italiano per ragioni organizzative. I tre principali responsabili della fondazione Mozilla Europa hanno preferito avviare il progetto con un numero limitato di lingue e progressivamente estendere le traduzioni alle altre lingue in modo da poter restringere i tempi di lancio. Attualmente l’italiano è la prima priorità per il sito e alcuni collaboratori di Mozilla Italia vi stanno già lavorando da alcuni giorni”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • HotEngine scrive:
    Re: Perchè no?
    - Scritto da: Anonimo
    facciamo ognuno il nostro mestiere
    seriamente e non pretendiamo di giudicare
    altri che svolgono anch'essi un compitoAhem... Non hai portato la macchina dal meccanico, ma il figlio in un istituto. E' un po' diverso. Nessuno vuol processare nessuno, ma non vedo nulla di male nel poter vedere, mi ripeto, il proprio figlio all'asilo senza essere fisicamente là.
  • ElfQrin scrive:
    Re: giusto o sbagliato? sbagliato
    - Scritto da: Anonimo
    caso non ci vuole niente a mettere davvero
    in circolazione filmati per pedofili, con ilNon mi pare vogliano mettere le telecamere nei bagni...
    rischio di trovarlo/a davanti alla scuola
    che aspetta l'uscita del bimbo/ragazzo!!!!Infatti fuori dalle scuole pubbliche c'è la fila per accaparrarsi i bambini più carini... mi sa che adesso bisognerà prenotarsi con il numerino...
    E' questa secondo me la questione. poi cmq
    ritengo sbagliato controllare i figli a
    scuola perchè si andrebbe a finire
    che si guardano i figli degli altri e
    nascerebbero paragoni non proprio corretti.Per questo motivo i genitori al parco tengono mascherati i propri bambini per evitare paragoni... mi ricorda una scena di un film di Fantozzi.
    Infine evitiamo di creare ulteriori paure. Da quale pulpito... hai fatto del terrorismo informativo in tutto il tuo intervento.Personalmente sono contrario alle telecamere più per una questione di privacy dei bambini e di mammismo.
  • Anonimo scrive:
    Re: Com'è andata a scuola oggi?
    - Scritto da: Locke
    Ecco il VERO disagio delle telecamere :pMa non dire stupidaggini, il vero Pierino avrebbe approfittato delle telecamere per raccontare una barzelletta sporca!:-D
  • Anonimo scrive:
    Re: Come stanno veramente le cose
    - Scritto da: Anonimo


    Non sono l'anonimo con cui te le sei presa...
    Sinceramente preferisco linuxari come lui
    che non come te. Linux non è una
    religione e non bisogna tirarlo fuori in
    qualsiasi questione, anche quando non ha
    nulla a che fare con il discorsoben detto(apple)(apple)(apple)
  • Emilio scrive:
    Re: V_E_R_G_O_G_N_A !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    - Scritto da: Anonimo
    Ci mancavano solo le webcam in classe
    !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Beh ma se leggessi i commenti sapresti che chi ha scritto la lettera ha esagerato un poco e che il succo non e' indignarsi ma cercare di capire come fermare una tendenza allucinante.Un po' piu' di spirito costruttivo aiuterebbe a volte ;)
  • Anonimo scrive:
    V_E_R_G_O_G_N_A !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Ci mancavano solo le webcam in classe !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Che l'alunno possa parlare via...
    - Scritto da: gian_d

    - Scritto da: Anonimo

    videoconferenza con il genitore, oppure

    l'insegnante potrebbe "incontrare" i

    genitori via web, durante la pausa
    caffe' in

    ufficio e la ricreazione a scuola, per

    parlare dei progressi del "figliuolo",
    ma

    deve essere una conversazione privata.

    fin qui nulla di male, anzi può avere
    la sua utilità purché non si
    arrivi a situazioni devianti




    Ma rendere pubblica la visione degli
    alunni

    a tutto il mondo puo' essere pericoloso
    :|


    giorni fa avevo sentito la notizia in un TG,
    si parlava di accesso riservato di password.
    mi auguro che abbiano l'accortezza di curare
    l'aspetto sicurezza del server. in ogni caso
    non hanno mai parlato di "filmati" di
    pubblico dominioSara', ma se la password diventa di dominio pubblico, vedi le password di certi siti protetti, chi potra sapere chi, in quel momento, sta guardando i bambini?Ci sono poche, anzi pochissime persone che potrebbero abusare pericolosamente di questo servizio ma sulla rete, utilizzata da milioni di utenti e' facile ci siano.Secondo me sarebbe piu' utile che ci fosse una comunicazione piu' frequente e costruttiva tra l'insegnante ed il genitore che insieme possano collaborare molto piu' attivamente allo sviluppo delle potenzialita' dell'allievo.Non controllo, quindi, ma prevenzione.
  • Anonimo scrive:
    Re: E' GIUSTO FARLO
  • Anonimo scrive:
    L'importante ...
    ... è che non utilizzino quella ciofeca di XP per l'autenticazione.(linux)
  • Anonimo scrive:
    Re: giusto o sbagliato? sbagliato
    - Scritto da: Anonimo
    Attenzione.....la pedofilia è sempre
    all'erta!!!! quel dirigente che misure ha
    preso di sicurezza (se le ha prese)
    affinchè chi possa accedere alla
    webcam abbia ID/Password e abbia un profilo
    di sicurezza come quello che danno certe
    banche per accedere al proprio conto
    corrente via web??!!!!
    oppure l'accesso è libero? in questo
    caso non ci vuole niente a mettere davvero
    in circolazione filmati per pedofili, con il
    rischio di trovarlo/a davanti alla scuola
    che aspetta l'uscita del bimbo/ragazzo!!!!
    E' questa secondo me la questione. poi cmq
    ritengo sbagliato controllare i figli a
    scuola perchè si andrebbe a finire
    che si guardano i figli degli altri e
    nascerebbero paragoni non proprio corretti.
    Infine evitiamo di creare ulteriori paure.
    grazie.utilizzano un semplice PAP (password handshake protocol)su sistemi WIN XP
  • Nonninz scrive:
    Re: sicurezza

    Secondo te quanto resiste una telecamera in
    classe? Tempo 5 minuti e i ragazzi se la
    portano via.LOL :D:D:D
  • gian_d scrive:
    Re: Che l'alunno possa parlare via...
    - Scritto da: Anonimo
    videoconferenza con il genitore, oppure
    l'insegnante potrebbe "incontrare" i
    genitori via web, durante la pausa caffe' in
    ufficio e la ricreazione a scuola, per
    parlare dei progressi del "figliuolo", ma
    deve essere una conversazione privata.fin qui nulla di male, anzi può avere la sua utilità purché non si arrivi a situazioni devianti

    Ma rendere pubblica la visione degli alunni
    a tutto il mondo puo' essere pericoloso :|
    giorni fa avevo sentito la notizia in un TG, si parlava di accesso riservato di password. mi auguro che abbiano l'accortezza di curare l'aspetto sicurezza del server. in ogni caso non hanno mai parlato di "filmati" di pubblico dominio
  • Anonimo scrive:
    Re: sicurezza
    e tu che ne sai?fai per caso il diplomatico?in ogni caso i professori svolgono un lavoro.....
  • Anonimo scrive:
    Re: Perchè no?
    perche' se non vedi il pupo che cosa ti rimorde?e se stai alla catena di montaggio che fai, la fermi per cinque minuti, oppure la cosa vale solo per gli impiegati?facciamo ognuno il nostro mestiere seriamente e non pretendiamo di giudicare altri che svolgono anch'essi un compito meglio che possono.... e soprattutto non ci inventiamo delle idiozie.
  • Nonninz scrive:
    Re: La cosa più preoccupante...

    Ah, e per finire... ma lo Statuto dei
    Lavoratori non vietava l'installazione di
    telecamerte nei luoghi di lavoro?Penso che lo statuto dei lavoratori in questianni lo stanno stampando su carta morbida,visto quello che ne fanno... :(
  • Anonimo scrive:
    Re: giusto o sbagliato? sbagliato
    Attenzione.....la pedofilia è sempre all'erta!!!! quel dirigente che misure ha preso di sicurezza (se le ha prese) affinchè chi possa accedere alla webcam abbia ID/Password e abbia un profilo di sicurezza come quello che danno certe banche per accedere al proprio conto corrente via web??!!!!oppure l'accesso è libero? in questo caso non ci vuole niente a mettere davvero in circolazione filmati per pedofili, con il rischio di trovarlo/a davanti alla scuola che aspetta l'uscita del bimbo/ragazzo!!!!E' questa secondo me la questione. poi cmq ritengo sbagliato controllare i figli a scuola perchè si andrebbe a finire che si guardano i figli degli altri e nascerebbero paragoni non proprio corretti.Infine evitiamo di creare ulteriori paure. grazie.
  • Anonimo scrive:
    Re: E' GIUSTO FARLO
    pazzesco.cosi' risparmiamo anche gli stipendi di tanti presidi e direttori didattici......che potrebbero anche essere dei pervertiti.....facciamo una bella stanza piena di genitori e monitor accesi per vigilare sui brutali psicopatici e serial killers che si aggirano per le aule dei nostri licei........... senza altre parole
  • Anonimo scrive:
    Che l'alunno possa parlare via...
    videoconferenza con il genitore, oppure l'insegnante potrebbe "incontrare" i genitori via web, durante la pausa caffe' in ufficio e la ricreazione a scuola, per parlare dei progressi del "figliuolo", ma deve essere una conversazione privata.Ma rendere pubblica la visione degli alunni a tutto il mondo puo' essere pericoloso :|
  • Anonimo scrive:
    Re: Mi sa che la preside rischia il penale
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Anonimo



    Un conto e' riprendere la recita e un
    conto

    e' avere 24 ore al giorno una telecamera

    puntata addosso. La recita e' una

    rappresentazione pubblica, la vita

    quotidiana di mio figlio no!

    Piantatela di guardare il grande
    fratello,

    perche' poi si perde il senso della
    realta'.

    Hai scritto questo messaggio alle 13.53 di
    oggi... le "ditine" vi fanno male? Costa
    tanto cliccare poco piu' su per leggere come
    funziona la cosa? Di quale telecamera "24
    ore al giorno" stai parlando? ....hai la
    sindorme del Grande Fratello su Sky.
    Guarda che qui ci si confrontava su idee piuttosto che su fatti.Il fatto, magari distorto, serve solo per dare il via ad una discussione, e la discussione puo' prendere qualsiasi direzione senza che tu e le tue ditine stiate li a censurare.E le mie rimostranze mi paiono concrete visto che piu' di un poster si e' trovato a suo agio con l'ipotesi di mettere una webcam a riprendere costantemente un alunno affinche' i genitori sappiano che cosa faccia in ogni istante.Il fatto che cio' non accada a Lecce mi rallegra, ma non rende meno necessario il confronto.te saluto caro
  • Emilio scrive:
    ehi!! un po' di buon senso?
    al di la' dei fatti di lecce, che siano quelli che siano, credo che l'unica cosa di cui valga la pena parlare, ma fin qui mi pare che lo abbiamo evitato, e' il FUTURO delle nostre scuole, quando la SICUREZZA giustifichera' cose che oggi neppure immaginiamo.siamo sicuri che non sia ora di lasciare a casa il telefonino quando si va a scuola? che non sia tempo di spezzare un cordone ombelicale che VA spezzato per non rimanere sotto le sottane della mamma tutta la vita? (considerando anche che in Italia la gente va a vivere da sola a 30 anni, contro i 17-18 degli olandesi)my 2 cents
  • Anonimo scrive:
    Re: E' GIUSTO FARLO
    A parte che è un commento tipico da troll e quindi non ha molto senso dirtelo...Ma leggere qualche messaggio più in basso?
  • atari scrive:
    E' GIUSTO FARLO
    Sì, è giusto ed è ora che vengano messe delle telecamere nelle scuole.Non sò se è giusto che i genitori possano vedere esattamente cosa fanno i figli via internet tutto il tempo che sono a scuola.....Ma hanno il diritto di sapere se il figlio è a scuola o nò.Però, la cosa IMPORTANTE è questa:- controllare esattamente e con precisione cosa facciano gli insegnanti in classe (se spiegano bene, se prendono di mira qualche ragazzino in particolare, se dicono cose sbagliate, se assumono comportamenti fortemente diseducativi)- controllare che non ci siano atti di violenza e bullismo tra studenti- controllare che non ci siano casi di pedofilia, violenza, da parte di personale scolastico/parascolastico o esterno (un maniaco che potrebbe travestirsi da insegnante, bidello, tecnico e intrufolarsi nella scuola)Per fare queste cose le telecamere, se gestite in modo intelligente sarebbero utili, e non darebbero alcun problema di privacy.==================================Modificato dall'autore il 17/02/2004 14.20.01
  • Anonimo scrive:
    Mah?
    Sarà, ci sono campane pro e contro, ma un sesto senso mi dice che queste sono cose che non si fanno. Proprio no.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ci vorrebbe "il confessionale"
    Gia' funziona cosi'! Per ovviare al problema dell' "abuso" (genitore che chiama 10 volte al giorno), hanno deciso di farlo solo previo "appuntamento" e per un lasso di tempo limitato (pochi minuti).Il genitore deve prima chiedere, ottenere il consenso e infine vedere il proprio figlio... questo non consente (materialmente) di abusare del "servizio".
  • Anonimo scrive:
    Re: La cosa più preoccupante...
    - Scritto da: Anonimo

    leggo:

    Messaggio pubblicato con il consenso
    dell'autore e tratto dalla lista Mlist

    deduco quindi che trattasi di letteraQuindi? Io scrivo una lettera a un giornale dove dico che nella chiesa della mia citta' il parroco vende il crack ai bambini di 10 anni... quelli me la pubblicano in prima pagina senza controllare (in modo piuttosto semplice) che non sia dicendo una colossale balla? -.-
  • Anonimo scrive:
    Re: Mi sa che la preside rischia il penale
    - Scritto da: Anonimo

    Un conto e' riprendere la recita e un conto
    e' avere 24 ore al giorno una telecamera
    puntata addosso. La recita e' una
    rappresentazione pubblica, la vita
    quotidiana di mio figlio no!
    Piantatela di guardare il grande fratello,
    perche' poi si perde il senso della realta'.Hai scritto questo messaggio alle 13.53 di oggi... le "ditine" vi fanno male? Costa tanto cliccare poco piu' su per leggere come funziona la cosa? Di quale telecamera "24 ore al giorno" stai parlando? ....hai la sindorme del Grande Fratello su Sky.
  • Anonimo scrive:
    Re: Voi ignorate...
    Finalmente qualche intervento saggio tra i forum.Graziez.
  • Anonimo scrive:
    Re: Mi sa che la preside rischia il penale
    - Scritto da: shevathas
    e con le foto di classe che si fa'?
    e se un genitore porta la videocamera per
    riprendere la recita di fine d'anno,
    chiamiamo i carabinieri?

    Sinceramente la webcam a scuola mi sembra
    una grande idiozia, ma queste reazioni mi
    sembrano altrettanto eccessive.Un conto e' riprendere la recita e un conto e' avere 24 ore al giorno una telecamera puntata addosso. La recita e' una rappresentazione pubblica, la vita quotidiana di mio figlio no!Piantatela di guardare il grande fratello, perche' poi si perde il senso della realta'.
  • Anonimo scrive:
    Re: sicurezza
    - Scritto da: Anonimo
    Era oltremodo ingiusta, ma
    ingiusto e' stato anche manomettere il suo
    registro, darle fuoco all'auto, forarle le
    gomme ogni settimana e bruciarle il portone
    di casa.
    Questi comportamenti verrebbero sicuramente
    a mancare con un videocontrollo in classe.
    Ripeto: basterebbe una telecamera a circuito
    chiuso (a norma di legge), non certo una
    webcam.sicuro che con una webcam in classe non avrebbe bruciato il portone di casa o dato fuoco all'auto?

    Ciao
  • ElfQrin scrive:
    Ci vorrebbe "il confessionale"
    Contrario alle telecamere in classe, ma creare una specie di "cabina telefonica" dove il genitore possa videofonare il bambino forse potrebbe non essere una cattiva idea, anche se mantengo tutte le mie riserve: primo, perché comunque i genitori più apprensivi ne abuserebbero comunque, magari chiamando più volte al giorno, secondo: si interromperebbero continuamente le attività perché chiama questo o quel genitore, terzo: c'è sempre questo cordone ombelicale digitale che rende i bambini sempre più "mammoni" e meno indipendenti (anche se a molti genitori questo fa egoisticamente piacere)
  • Anonimo scrive:
    Re: La cosa più preoccupante...
    - Scritto da: Anonimo

    leggo:

    Messaggio pubblicato con il consenso
    dell'autore e tratto dalla lista Mlist

    deduco quindi che trattasi di letteraRimane il fatto che è fuorviante
  • Anonimo scrive:
    Re: La cosa più preoccupante...
    leggo:Messaggio pubblicato con il consenso dell'autore e tratto dalla lista Mlistdeduco quindi che trattasi di lettera
  • Anonimo scrive:
    Re: La cosa più preoccupante...
    - Scritto da: Anonimo
    Ah, e per finire... ma lo Statuto dei
    Lavoratori non vietava l'installazione di
    telecamerte nei luoghi di lavoro?Si, esatto, a meno che non siano favorevoli i lavoratori stessi...Ma purtroppo la notizia di PI è falsa, la webcam riprende solamente un bambino alla volta, e quindi non viene tirato in ballo lo statuto dei lavoratori poiché non viene ripreso nessun insegnante
  • Anonimo scrive:
    scuse
    oooooooopsscusatenon e' un articoloMessaggio pubblicato con il consenso dell'autore e tratto dalla lista Mlistnon l'avevo letto_ scuse anche a PI
  • Anonimo scrive:
    Re: Come stanno veramente le cose
    - Scritto da: Anonimo
    sei cosi triste e patetico da farmi
    ridere....
    ma non hai altri posti dove rompere gli
    zebedei?

    fai una bella cosa
    pigliati il tuo mitico Linux, legati una
    pietra al collo, abbracciato forte forte e
    BUTTATI IN UN FOSSO

    se tuttti i "linuxari" fossero come te linux
    di strada ne avrebbe fatta poca....
    dai, vai a compilare che io devo aggiornare
    e riavviare e non ho piu tempoNon sono l'anonimo con cui te le sei presa...Sinceramente preferisco linuxari come lui che non come te. Linux non è una religione e non bisogna tirarlo fuori in qualsiasi questione, anche quando non ha nulla a che fare con il discorso
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma a che serve?
    se e' così .. tra 5/10 anni saremo popolati di teppisti :(
  • Anonimo scrive:
    Re: Voi ignorate...
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Anonimo

    Purtroppo il titolo parlava di "Webcam
    in

    classe" e su questo si ragionava...

    Tu (o meglio: chi legge, pensa e poi
    risponde) leggi solo il titolo di un
    articolo? Non ho detto questo. Semplicemente il titolo dell'articolo riflette il suo contenuto, ho letto l'intero articolo, l'ho ritenuto vero e poi ho commentato... Scusa se te lo dico, ma il problema non è mio, ma di chi ha scritto l'articolo, che si doveva documentare meglio.
    C'e' scritto chiaramente: La
    Scuola Materna di Lecce.. c'e' pure la
    fonte: Repubblica (basta andarsi a cercare
    le info).Se parto dall'essere paranoico allora mi vado a cercare la fonte, altrimenti mi fermo qui credendo che ciò che è stato scritto sia veritiero...Il mio problema è che pensavo Punto Informatico affidabile
  • Anonimo scrive:
    Re: sicurezza
    - Scritto da: Anonimo
    Grazie, non ricordavo bene la legge. Questo
    conferma la possibilita' di installare
    telecamere nelle scuole.Se i docenti ed il personale ausiliario lo consentono...E poi nelle scuole ci sono anche gli alunni...
  • Anonimo scrive:
    Re: Riflettendo...
    - Scritto da: ryoga

    - Scritto da: Anonimo

    E' illegale! (O almeno così
    credo)

    Credi male.
    La scuola e' un luogo pubblico.
    O se vivi a Bologna vai ogni giorno in
    Polizia a richiedere di cancellare le
    registrazioni con le videocamere delle vie
    che hai frequentato? :DLa differenza è che se vivo a Bologna posso richiedere la cancellazione in quanto esiste un responsabile a cui chiederla, qua non lo posso fare.... Non parlavo del fatto in sé, parlavo dell'impossibilità di esercitare un diritto garantito dalla legge
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma a che serve?
    - Scritto da: Anonimo
    Scusate, al di la' del dibattito sull'autore
    della lettera sto qui a rileggervi e a
    chiedermi: MA DAVVERO HA SENSO che un
    genitore possa chiamare la scuola, far
    interrompere le attivita', far condurre il
    figlio davanti alla telecamera, parlarci
    cinque minuti e poi ciao ciao ci vediamo tra
    mezz'ora quando ti vengo a prendere?
    MA SIAMO TUTTI FUORI????????????Il problema e che qui ti scontri non con una scuola che vuoel un mezo ma con el famiglie che lo vogliono. La scuola da una possibilità che sono le famiglie a chiedere. Siccome le famiglie in Italia sono considerate la cosa più importante, così tutti ad assecondarle. Ti pare logico che un bimbo di 6 o 7 anni abbia un cellulare? che il genitore pretenda che lo tenga acceso a scuola per poterlo sentire se lodesidera, che si incazzi e minacci il professore o o il direttore (anche al femminile) se sequestrano il suddetto cellulare o lo facciano spengnere durante le lezioni?No non è normale ma è quello che succede, i genitori sonos empre più apprensivi e meno educatori, danno tutto ai figli pensando solo a come poterli controllare più da vicino ma poi perchè? Sono maleducati i ragazzi di oggi, non danno più del Lei, non cedono il posto in autobus ad anziani e donne incinte, non aiutano chi è in difficoltà, rispondono male ai genitori che davanti agli altri invece di incazzarsi li vedi sempre più remissivi a chiedere per fovore di fare i bravi, salvo poi infuriarsi con la scuola che non educa i propri figli.Premesso che al scuola istruisce, anche in educazione civica, l'educazione è il compito primario dei genitori e non delle istituzioni, istituzioni che non sono più in grado di intervenire quando i ragazzi arrivano a scuola dove non riconoscono più l'utorità dell'insegnate che anzi è insultato e minaccio se gli da un brutto voto. "se mi da 4 lo dico a mia mamma e le fa passare dei guai" questa frase l'ho sentita io da un ragazzino, e ho sentito poi la mamma che come un fulmine si è precipitata dalla preside per svalangare merda sull'insegnante rea di aver traumatizzato il bimbo dando un brutto voto.Ma si sa, oggi è così, non vedete solo il lato brutto della cosa, i genitori che spiano i figli a scuola, vedete anche che ai nostri tempi saremmo stati puniti severamente per un 4 o per aver insultato la professoressa o la mamma, oggi invece insulti la mamma e ti compra il giochino, insulti l'insegnante e la mamma ti da la merenda.I tempi cambiano.
  • Anonimo scrive:
    La cosa più preoccupante...
    La cosa più preoccupante è che se abitui i futuri cittadini ad essere spiati cuando sono ancora dei bambini, quando saranno adulti gli potrai installare una dozzina di telecamere nella camera da letto e probabilmente non protesteranno; tanto sono già così abituati allo spionaggio...Mah, pazienza, in fondo non è forse la maggiore aspirazione di tutti i liceali quella di essere selezionati per partecipare nella prossima edizione del Grande Fratello?E se lo Stato ci pagasse dei premi per essere spiati come in TV? In fin dei conti, nell'Italia berlusconiana lo Stato e la TV sono quasi la stessa cosa.Ah, e per finire... ma lo Statuto dei Lavoratori non vietava l'installazione di telecamerte nei luoghi di lavoro?
  • Anonimo scrive:
    Re: Come stanno veramente le cose
    sei cosi triste e patetico da farmi ridere....ma non hai altri posti dove rompere gli zebedei?fai una bella cosapigliati il tuo mitico Linux, legati una pietra al collo, abbracciato forte forte e BUTTATI IN UN FOSSOse tuttti i "linuxari" fossero come te linux di strada ne avrebbe fatta poca....dai, vai a compilare che io devo aggiornare e riavviare e non ho piu tempo
  • Locke scrive:
    Com'è andata a scuola oggi?
    Ieri- Ciao Mamma, sono a casa- Ciao Pierino, com'è andata a scuola?- Non ho preso niente- Ok lavati le mani che è prontoin realtà Luigino ha preso un 4 in interrogazione di storia ma non vuole rivelarlo subito...Oggi- Ciao Mamma, sono a casa- Ciao Pierino, com'è andata a scuola?- Non ho preso niente- Ma non ti ha interrogato di Storia?- ??? ehm... no... cioè... non so... non ero io- Io ti ho visto alla cattedra che hai fatto scena muta- Ma....... ufff...- Vai a mangiare va, fino alla prossima interrogazione sei in castigoEcco il VERO disagio delle telecamere :p
  • Anonimo scrive:
    Re: Come stanno veramente le cose
    Ti ringrazio per averci mostrato la vera portata di questa notizia. E' impressionante come i fatti possano essere distorti, amplificati e trasformati in un caso di discussione.
  • ryoga scrive:
    Re: Riflettendo...
    - Scritto da: Anonimo
    E' illegale! (O almeno così credo)Credi male.La scuola e' un luogo pubblico.O se vivi a Bologna vai ogni giorno in Polizia a richiedere di cancellare le registrazioni con le videocamere delle vie che hai frequentato? :D
  • Anonimo scrive:
    Ma a che serve?
    Scusate, al di la' del dibattito sull'autore della lettera sto qui a rileggervi e a chiedermi: MA DAVVERO HA SENSO che un genitore possa chiamare la scuola, far interrompere le attivita', far condurre il figlio davanti alla telecamera, parlarci cinque minuti e poi ciao ciao ci vediamo tra mezz'ora quando ti vengo a prendere?MA SIAMO TUTTI FUORI????????????
  • Anonimo scrive:
    Si ma allora a che serve?
    E' da mattiun cordone ombelicale senza senso che fa pure perdere tempo alla scuola
  • Anonimo scrive:
    Re: Voi ignorate...
    se la fonte e' larepubblica poi
  • Anonimo scrive:
    Re: Voi ignorate...
    - Scritto da: Anonimo
    Purtroppo il titolo parlava di "Webcam in
    classe" e su questo si ragionava...Tu (o meglio: chi legge, pensa e poi risponde) leggi solo il titolo di un articolo? C'e' scritto chiaramente: La Scuola Materna di Lecce.. c'e' pure la fonte: Repubblica (basta andarsi a cercare le info).E la chicca di chi ha scritto quella lettera/messaggio: "A me sembra una cosa aberrante!" ...praticamente e' un messaggio di un troll o di un superfanatico censuromane, reo di aver LETTO l'articolo (quindi non ignorava come molti qui) e di aver scritto un mare di caXXate.... che PI si e' "bevuta" e ha schiaffato in prima pagina.clap clap clapIo se fossi il proprietario di quella scuola chiamerei in redazione per far "correggere" il tiro.Detto questo: P.I. continua ad avere tutto il mio rispetto, lo leggo ogni giorno e non smettero' mai di farlo, MA questo non toglie che di tanto in tanto facciano capolino i soliti articoli: "anti microsoft", "anti telecom italia", "pro privacy"... che solitamente ignoro.
  • Anonimo scrive:
    Re: Vergogna

    Come in tutti i campi ci sono docenti in
    gamba e docenti non in gamba. E cmq
    personalmente ritengo che a prescindere
    sarebbe il male minore (a meno di non avere
    una scuola tipo bronx... ma non so se
    basterebbero un paio di telecamere per
    cambiare la situazione). Peggio sarebbe
    avere dei ragazzi cresciuti male, senza
    spina dorsale perché supersorvegliati
    e magari anche paranoici....
    Ovviamente parere personalissimo, si intendaIl mio parere e' diametralmente opposto al tuo. Il compito della scuola dovrebbe fermarsi (ma purtroppo non lo fa) alla formazione lavorativa del ragazzo, quindi farne un buon avvocato o un buon operaio. Di certo non un marine. Irrigidire la spina dorsale e' compito dei genitori che purtroppo sono sempre piu' iperprotettivi e a loro volta paranoici ecc ecc.Comunque siamo andati OTCiao
  • Anonimo scrive:
    Re: Come stanno veramente le cose

    Una sola parola, voi credete nella sicurezza
    del sistema,
    ignorate cosa siano gli attacchi "Man in the
    middle", e sicuramente utilizzano winsozzMa piantatela di rompere i coglioni con le solite cazzate da talebani informatici!!!Dio che palle, non se ne può più...E se avessero usato linux sarebbe arrivato lo sborone di turno che avrebbe invocato corsi di compilazione kernel per i poveri insegnanti a digiuno di pinguini!!Siete ridicoli.
  • Anonimo scrive:
    Re: Come stanno veramente le cose
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    2) Il personale si connette ad internet
    con

    un banale modem 56k,

    Una sola parola, voi credete nella sicurezza
    del sistema,
    ignorate cosa siano gli attacchi "Man in the
    middle", e sicuramente utilizzano winsozz

    (linux)(linux)(linux)Sicurezza del sistema? A che serve? Qui si sta parlando del papa' che fa "Ciao Cicci ... mi vedi?" E anche se venisse intercettata? Mica si sta parlando di una transazione finanziaria!Sono un patito di linux e fanatico della sicurezza, ma in questo caso la sicurezza e' l'ultimo dei problemi!!!
  • Anonimo scrive:
    PI questa notizia così scritta...
  • Anonimo scrive:
    Re: sicurezza

    legge 300/1970, art 4: «è vietato
    l'uso di impianti audiovisivi e di altre
    apparecchiature per finalità di
    controllo a distanza dell'attività
    dei lavoratori. Gli impianti e le
    apparecchiature di controllo che siano
    richiesti da esigenze organizzative e
    produttive ovvero dalla sicurezza del
    lavoro, ma dai quali derivi anche la
    possibilità di controllo a distanza
    dell'attività dei lavoratori, possono
    essere installati soltanto previo accordo
    con le rappresentanze sindacali aziendaliGrazie, non ricordavo bene la legge. Questo conferma la possibilita' di installare telecamere nelle scuole.Ciao
  • Anonimo scrive:
    Re: Come stanno veramente le cose
    - Scritto da: Anonimo
    2) Il personale si connette ad internet con
    un banale modem 56k,Una sola parola, voi credete nella sicurezza del sistema,ignorate cosa siano gli attacchi "Man in the middle", e sicuramente utilizzano winsozz(linux)(linux)(linux)
  • Anonimo scrive:
    Re: Voi ignorate...
    Caro anonimo,abbiamo scritto quasi le stesse cose praticamente in contemporanea...Consapevoli però di come spesso tutti ci troviamo a commentare avvenimenti o fatti di cui abbiamo necessariamente una conoscenza imprecisa o filtrata da giornalisti magari non proprio professionali, dobbiamo, con pazienza e tolleranza, dare, quando è possibile, un piccolo contributo per l'oggettività delle notizie senza magari prendercela troppo con chi commenta - in buona fede - notizie imprecise....Saluti.Maurizio Zizio- Scritto da: Anonimo
    State parlando di una cosa che NON sapete...
    la Scuola in questione siete andati a
    vederla? Almeno avete letto l'articoloCUT
  • Anonimo scrive:
    Re: Voi ignorate...
    - Scritto da: Anonimo
    - Il genitore NON puo' vedere in qualsiasi
    momento suo figlio, deve farne richiesta
    prima: gli verra' quindi comunicata una
    password che sara' utilizzabile SOLO una
    volta (dopo diventa inservibile).che sistemi usano ? winsozz?
    - Il genitore quindi potra' vedere SOLO suo
    figlio, SOLO in un giorno predeterminato, e
    SOLO per un tempo predeterminato (si tratta
    di minuti.. non di ore) previo contatto
    telefonico al momento della
    "videoconferenza".Se è come dici tu, PI ne ha fatta un'altra.
    In poche parole il bambino viene
    accompagnato e intrattenuto da un
    tutore/tutrice davanti alla webcam...finisce
    tutto li.
    Mi chiedo quindi... prima di parlare... ops,
    scrivere, perche' non andate a informarvi
    meglio?Perchè PI non l'ha riportato come lo dici tu ?
    Se ci aggiungessero una vera e propria
    videoconferenza, sarebbe meglio:
    eviterebbero il distacco "brutale" dal
    genitore (spesso i bambini hanno paura,
    specialmente i primi giorni, che i genitori
    non ritornino a prenderli!).Sono cresciute male le generazioni senza webcam ? Tra cui TE?
    ...che ve le scrivo a fare tutte queste
    cose... voi dovete criticare a tutti i
    costi, altrimenti non trovate "la pace".
    Buona notte.Se usate winsozz siete dei criminali!(linux)(linux)(linux)
  • Anonimo scrive:
    Re: Voi ignorate...
    Purtroppo il titolo parlava di "Webcam in classe" e su questo si ragionava...
  • Anonimo scrive:
    Re: Come stanno veramente le cose
    - Scritto da: Anonimo
    Non vi sentite un pochino (come me,
    talvolta) presi in giro ?In effetti, visto che il titolo parla di "Webcam in classe"...
  • Anonimo scrive:
    Come stanno veramente le cose
    Conosco personalmente la direttrice dell'asilo e, incuriosito, le ho chiesto (dopo aver constatato con divertimento il bailamme mediatico che si è scatenato e su cui, ovviamente, molti giornalisti hanno creato un "caso" senza precedenti..) come funziona la faccenda.Bhe, amici miei, giudicate voi....La cosa funziona così:1) il genitore che vuole avere una breve videoconferenza per vedere il proprio figlio TELEFONA all'asilo,2) Il personale si connette ad internet con un banale modem 56k,3) Si attiva una banalissima webcam con il bambino di fronte,4) "Ciao cicci, vedi papà ?? Ma come sei carino.....etc."5) Dopo 5 minuti (la connessione costa ed occupa il telefono dell'asilo) la videonconferenza è conclusa.Allora ??Non vi viene da ridere per le polemiche scatenate e per interventi che (giustamente non conoscendo nello specifico il servizio e fondandosi sul tam-tam dei Tg e giornali) abbiamo letto qui e là ?Non è il caso di (ri)meditare sul fenomeno della notizia (magari piccola piccola) che si amplifica a dismisura per i rimandi che le testate giornalistiche fanno l'un l'altra ?Non vi sentite un pochino (come me, talvolta) presi in giro ?E allora con i videofonini cosa diavolo combineranno ??Saluti a tutti.Maurizio Zizio:s
  • Anonimo scrive:
    Riflettendo...
    E' illegale! (O almeno così credo)Le immagini trasmesse via webcam possono essere registrate, giusto?Secondo la legge, chi viene ripreso (in questo caso i genitori dell'alunno che viene ripreso) deve avere la possibilità di chiedere la cancellazione delle immagini dagli archivi...Ma qua come può esercitare tale facoltà? Chi è il responsabile a cui rivolgersi?
  • Anonimo scrive:
    Voi ignorate...
    State parlando di una cosa che NON sapete... la Scuola in questione siete andati a vederla? Almeno avete letto l'articolo pubblicato su Repubblica? Lo so: NON l'avete fatto, perche' state facendo una miriade di ipotesi assolutamente campate in aria.Visto che sono buono e generoso, vi offro parte del mio tempo a spiegarvi come funziona (in) quella Scuola:- NON tutti i bambini possono essere ripresi dalla webcam, ma solo quelli a cui il genitore ha acconsentito (non hanno detto tutti di SI);- Esiste un'area dedicata alla webcam, nella cui area e' visibile SOLO quel bambino (la webcam NON e' posizionata in classe o in un altro locale dove ci siano altri bambini);- Il genitore NON puo' vedere in qualsiasi momento suo figlio, deve farne richiesta prima: gli verra' quindi comunicata una password che sara' utilizzabile SOLO una volta (dopo diventa inservibile).- Il genitore quindi potra' vedere SOLO suo figlio, SOLO in un giorno predeterminato, e SOLO per un tempo predeterminato (si tratta di minuti.. non di ore) previo contatto telefonico al momento della "videoconferenza".In poche parole il bambino viene accompagnato e intrattenuto da un tutore/tutrice davanti alla webcam...finisce tutto li.Mi chiedo quindi... prima di parlare... ops, scrivere, perche' non andate a informarvi meglio?Pure io ho un istituto d'infanzia e dare la possibilita' a un genitore di poter vedere il proprio bambino, magari durante una pausa lavorativa, dal proprio ufficio, e' un enorme vantaggio. Non immaginate quanto siano "agitati" i genitori (piu' del bambino stesso) quando devono lasciare i loro figli nelle mani di un "estraneo" per la prima volta (specialmente il primo anno di scuola, nei primi giorni...).Se ci aggiungessero una vera e propria videoconferenza, sarebbe meglio: eviterebbero il distacco "brutale" dal genitore (spesso i bambini hanno paura, specialmente i primi giorni, che i genitori non ritornino a prenderli!)....che ve le scrivo a fare tutte queste cose... voi dovete criticare a tutti i costi, altrimenti non trovate "la pace".Buona notte.
  • Anonimo scrive:
    Re: sicurezza

    Non è questione di libertà a
    tutti i costi, la questione è che la
    scuola deve far crescere i ragazzi, e non
    credo che questo sia un modo sano per farlo.
    Se il docente riceve offese o peggio se
    viene malmenato può sempre rivolgersi
    alla giustizia, telecamera o non telecamera.Quando ero alle superiori una docente ha denunciato un'intera classe per colpa di un teppista. Era oltremodo ingiusta, ma ingiusto e' stato anche manomettere il suo registro, darle fuoco all'auto, forarle le gomme ogni settimana e bruciarle il portone di casa. Risultato: lo studente l'ha fatta franca e l'insegnante si e' trasferita mooolto lontano.Questi comportamenti verrebbero sicuramente a mancare con un videocontrollo in classe. Ripeto: basterebbe una telecamera a circuito chiuso (a norma di legge), non certo una webcam.Ciao
  • Anonimo scrive:
    Re: sicurezza
    - Scritto da: Anonimo
    Guarda che è vero. Lo statuto dei
    lavoratori vieta l'installazione di apparati
    che servono a videosorvegliare i
    lavoratori. I docenti sono lavoratori,
    quindi senza il loro consenso non si fa
    nulla.
    Credo che riguardo alle poste ed alle banche
    esista qualche normativa apposita.Eccolo qua:legge 300/1970, art 4: «È vietato l'uso di impianti audiovisivi e di altre apparecchiature per finalità di controllo a distanza dell'attività dei lavoratori. Gli impianti e le apparecchiature di controllo che siano richiesti da esigenze organizzative e produttive ovvero dalla sicurezza del lavoro, ma dai quali derivi anche la possibilità di controllo a distanza dell'attività dei lavoratori, possono essere installati soltanto previo accordo con le rappresentanze sindacali aziendali
  • Anonimo scrive:
    Re: sicurezza
    - Scritto da: Anonimo

    Un altro conto è imporre a dei

    lavoratori dipendenti di venire ripresi

    durante il loro lavoro... prova a farlo
    in

    una fabbrica, e vedi cosa ne dicono i

    sindacati.
    In banca e alle poste gli impiegati sono
    ripresi 24h/24h ... Credo siano stati i
    sindacati a chiedere le telecamere :)Guarda che è vero. Lo statuto dei lavoratori vieta l'installazione di apparati che servono a videosorvegliare i lavoratori. I docenti sono lavoratori, quindi senza il loro consenso non si fa nulla.Credo che riguardo alle poste ed alle banche esista qualche normativa apposita.
  • Anonimo scrive:
    Re: sicurezza

    Un altro conto è imporre a dei
    lavoratori dipendenti di venire ripresi
    durante il loro lavoro... prova a farlo in
    una fabbrica, e vedi cosa ne dicono i
    sindacati.In banca e alle poste gli impiegati sono ripresi 24h/24h ... Credo siano stati i sindacati a chiedere le telecamere :-)


    Anche fosse, i docenti sarebbero i
    primi ad

    acconsentire, visto che la delinquenza

    minorile si manifesta principalmente a

    scuola, e spesso contro gli stessi
    docenti.

    Nelle aule io ne vedo poca... almeno ai miei
    tempi ne ho vista poca, non so dove vivi tu
    e se fanno sparatorie all'interno delle
    classi...Molto dipende dall'indirizzo scolastico. Se hai fatto un liceo c'e' poca violenza. Ma se vai in una scuola professionale il discorso cambia.
    Per di più non so che educazione si
    possa dare ad un ragazzo in questo modo...Io penso all'educazione del resto della classe che subisce soprusi e soverchierie ogni giorno.
  • Anonimo scrive:
    Re: Mi fa ridere
    - Scritto da: Anonimo
    Si se non violano alcuna legge, a me non
    risulta che una web-cam in una classe
    materna lo faccia se tutti i genitori sono
    daccordo. E' probabile che i video sia
    accessibile solo a loro naturalmente.
    Deve esserlo anche il corpo docente (e credo pure il personale ausiliario)
  • Anonimo scrive:
    Re: Vergogna
    - Scritto da: Anonimo
    Non hai figli, eh? :)
    Io piu' cresco e meno mi fido del corpo
    docente ...Come in tutti i campi ci sono docenti in gamba e docenti non in gamba. E cmq personalmente ritengo che a prescindere sarebbe il male minore (a meno di non avere una scuola tipo bronx... ma non so se basterebbero un paio di telecamere per cambiare la situazione). Peggio sarebbe avere dei ragazzi cresciuti male, senza spina dorsale perché supersorvegliati e magari anche paranoici....Ovviamente parere personalissimo, si intenda
  • Anonimo scrive:
    Re: Mi fa ridere

    se tutti i genitori sono d'accordo non
    possono mica fare quel che vogliono dei loro
    figli o no ?
    Si se non violano alcuna legge, a me non risulta che una web-cam in una classe materna lo faccia se tutti i genitori sono daccordo. E' probabile che i video sia accessibile solo a loro naturalmente.Questo non vuol dire che sono daccordo, dico solo che credo che possano farlo.
  • Anonimo scrive:
    Re: sicurezza
    - Scritto da: Anonimo
    Non capisco questa "liberta'" a tutti i
    costi. Quando un adolescente irrequieto
    picchia i compagni e i docenti che fai ...
    gli dai uno zuccherino per calmarlo?
    Dovendo scegliere tra un adulto incapace e
    un docente con una costola rotta ... (lascio
    continuare a te)Non è questione di libertà a tutti i costi, la questione è che la scuola deve far crescere i ragazzi, e non credo che questo sia un modo sano per farlo. Se il docente riceve offese o peggio se viene malmenato può sempre rivolgersi alla giustizia, telecamera o non telecamera.
  • Anonimo scrive:
    Re: sicurezza
    - Scritto da: Anonimo

    Scusa un attimo... per installare delle

    videocamere non serve *almeno* il
    consenso

    degli insegnanti?

    Non penso proprio. Nelle banche o nei
    supermercati mica chiedono il tuo consenso.
    E tantomeno dal benzinaio o al casello
    autostradale.Stai facendo un pelino di confusione... Un conto è se io cliente vedo esposto il cartello "Locale sorvegliato da telecamere", decido di non entrare e amen. Oppure decido di entrare, faccio quello che devo fare e poi chiedo che vengano cancellate le registrazioni che mi riguardano, oppure non faccio niente e finisce lì.Un altro conto è imporre a dei lavoratori dipendenti di venire ripresi durante il loro lavoro... prova a farlo in una fabbrica, e vedi cosa ne dicono i sindacati.
    Anche fosse, i docenti sarebbero i primi ad
    acconsentire, visto che la delinquenza
    minorile si manifesta principalmente a
    scuola, e spesso contro gli stessi docenti.Nelle aule io ne vedo poca... almeno ai miei tempi ne ho vista poca, non so dove vivi tu e se fanno sparatorie all'interno delle classi...Per di più non so che educazione si possa dare ad un ragazzo in questo modo...
  • Anonimo scrive:
    Re: sicurezza

    Secondo te quanto resiste una telecamera in
    classe? Tempo 5 minuti e i ragazzi se la
    portano via.E la pagano visto che vengono ripresi durante il furto. A meno che non sia una di quelle posticce ...
  • Anonimo scrive:
    Re: sicurezza
    - Scritto da: Anonimo

    In quel caso chiami la polizia. Guarda
    allo

    stadio, ci sono poliziotti e
    telecamere, ma

    questo non impedisce a qualche idiotz
    della

    domenica di farne una delle sue.

    Se uno non è capace di stare in

    classe con altri, pensi basti una
    telecamera

    a calmarlo?
    No, pero' hai le prove per incastrarlo. In
    classe e' molto diffusa l'omerta'. Per
    quello io propongo telecamere a circuito
    chiuso (non webcam a cui sono contrario pure
    io).

    CiaoSecondo te quanto resiste una telecamera in classe? Tempo 5 minuti e i ragazzi se la portano via.
  • Anonimo scrive:
    Re: sicurezza
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Non penso proprio. Nelle banche o nei

    supermercati mica chiedono il tuo
    consenso.

    E tantomeno dal benzinaio o al casello

    autostradale.

    Però c'è sempre il cartello
    che ti informa che sei ripreso da un sistema
    di vigilanza e ti dice pure chi ha i nastri.
    Se vuoi puoi visionarli e decidere che non
    ti piacciono e, se nulla osta per quanto
    riguarda fatti giudiziari, chiedere
    l'eliminazione di tutto ciò che ti
    riguarda.E cosa cambia? Basta mettere il cartello pure in classe. Ulteriore deterrente per il teppistello di turno. Comunque c'e' una normativa molto chiara in proposito. Che non nega la possibilita' di installare telecamere in classe.
  • Anonimo scrive:
    Re: Mi fa ridere
    - Scritto da: Anonimo
    Se quella è una materna privata ed in
    ogni caso tutti i genitori sono daccordo
    facciano quello voglianose tutti i genitori sono d'accordo non possono mica fare quel che vogliono dei loro figli o no ?
  • Anonimo scrive:
    Re: sicurezza
    - Scritto da: Anonimo
    Non penso proprio. Nelle banche o nei
    supermercati mica chiedono il tuo consenso.
    E tantomeno dal benzinaio o al casello
    autostradale.Però c'è sempre il cartello che ti informa che sei ripreso da un sistema di vigilanza e ti dice pure chi ha i nastri.Se vuoi puoi visionarli e decidere che non ti piacciono e, se nulla osta per quanto riguarda fatti giudiziari, chiedere l'eliminazione di tutto ciò che ti riguarda.
  • Anonimo scrive:
    Re: Vergogna
    - Scritto da: Anonimo
    veramente certe volte penso ma che cazzo sta
    girando in questo paese di merda
    ma viva la faccia di quando andavo al liceo
    io ma perchè non li lasciamo vivere
    la loro vita
    all'epoca mia c'erano i telefoni a gettoni
    per giunta sempre rotti embe' che so morti i
    genitori che non me sentivano
    no so ancora vivi e vegeti
    d'altronde con aria da strafotenza tipica di
    quella eta' gli rispondevo ma nun ve
    preoccupate che tanto se so morto
    ve lo dicono hahahahahhaha
    ma facciamolo finta con tutte ste cazzateNon hai figli, eh? :-)Io piu' cresco e meno mi fido del corpo docente ...
  • Anonimo scrive:
    Re: sicurezza

    In quel caso chiami la polizia. Guarda allo
    stadio, ci sono poliziotti e telecamere, ma
    questo non impedisce a qualche idiotz della
    domenica di farne una delle sue.
    Se uno non è capace di stare in
    classe con altri, pensi basti una telecamera
    a calmarlo?No, pero' hai le prove per incastrarlo. In classe e' molto diffusa l'omerta'. Per quello io propongo telecamere a circuito chiuso (non webcam a cui sono contrario pure io).Ciao
  • Anonimo scrive:
    Re: Vergogna
    veramente certe volte penso ma che cazzo sta girando in questo paese di merda ma viva la faccia di quando andavo al liceo io ma perchè non li lasciamo vivere la loro vitaall'epoca mia c'erano i telefoni a gettoni per giunta sempre rotti embe' che so morti i genitori che non me sentivanono so ancora vivi e vegetid'altronde con aria da strafotenza tipica di quella eta' gli rispondevo ma nun ve preoccupate che tanto se so morto ve lo dicono hahahahahhahama facciamolo finta con tutte ste cazzate
  • shevathas scrive:
    Re: sicurezza

    Non capisco questa "liberta'" a tutti i
    costi. Quando un adolescente irrequieto
    picchia i compagni e i docenti che fai ...
    gli dai uno zuccherino per calmarlo?
    Dovendo scegliere tra un adulto incapace e
    un docente con una costola rotta ... (lascio
    continuare a te)

    CiaoIn quel caso chiami la polizia. Guarda allo stadio, ci sono poliziotti e telecamere, ma questo non impedisce a qualche idiotz della domenica di farne una delle sue.Se uno non è capace di stare in classe con altri, pensi basti una telecamera a calmarlo?
  • Anonimo scrive:
    Vergogna
    approfittare così di anime innocentivergognavergognavergognama sto preside che c'ha in testa la segatura?
  • Anonimo scrive:
    Re: sicurezza
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: toponzo

    secondo me è una buona idea, non

    tanto per le materne quanto per le
    scuole

    piu difficili come le medie e le
    superiori,

    in cui i professori sono incapaci a
    gestire

    situazioni problematiche..

    Spero tu sia ironico. Abituare un
    adolescente irrequieto (ma ovviamente non
    solo lui) ad essere controllato h24 da un
    occhio elettronico mi pare un buon modo per
    ottenere in seguito un adulto incapace.Non capisco questa "liberta'" a tutti i costi. Quando un adolescente irrequieto picchia i compagni e i docenti che fai ... gli dai uno zuccherino per calmarlo? Dovendo scegliere tra un adulto incapace e un docente con una costola rotta ... (lascio continuare a te)Ciao
  • shevathas scrive:
    Il processo del lunedì
    Credo che le webcam in classe abbiano tutti gli svantaggi denunciati dall'autore della letteraPersonalmente mi avrebbe dato molto fastidio essere considerato un sorvegliato speciale.:In secondo luogo lo statuto dei lavoratori vieta l'installazione di apparati atti solamente a videosorvegliare i lavoratori, e i docenti lo sono. (troll):Terzo, a seconda dei genitori si avranno situazioni da moviola del processo del lunedì, l'interrogazione verrà vista e rivista, ascoltata e riascoltata, mostrata a parenti amici e conoscienti per decidere se pierino ha mostrato una preparazione sufficiente o meno...Risultato, stress a non finire da parte dei docenti visto che si sentirebbero perennemente sotto esame...:==================================Modificato dall'autore il 17/02/2004 0.48.03
  • Anonimo scrive:
    Re: sicurezza
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo


    In tal caso meglio una telecamera a
    circuito

    chiuso. Che puo' essere visionata solo
    in

    casi estremi e da ispettori delle forze

    dell'ordine.

    Scusa un attimo... per installare delle
    videocamere non serve *almeno* il consenso
    degli insegnanti?Non penso proprio. Nelle banche o nei supermercati mica chiedono il tuo consenso. E tantomeno dal benzinaio o al casello autostradale.Anche fosse, i docenti sarebbero i primi ad acconsentire, visto che la delinquenza minorile si manifesta principalmente a scuola, e spesso contro gli stessi docenti.Ciao
  • shevathas scrive:
    Re: Mi sa che la preside rischia il penale
    e con le foto di classe che si fa'?e se un genitore porta la videocamera per riprendere la recita di fine d'anno, chiamiamo i carabinieri?Sinceramente la webcam a scuola mi sembra una grande idiozia, ma queste reazioni mi sembrano altrettanto eccessive.
  • Anonimo scrive:
    Re: Mi sa che la preside rischia il penale

    Un giudice tutelare potrebbe non essere
    d'accordo. ... potrebbe ...Ma solo se qualcuno denuncia la cosa.Difficilmente un giudice prende tali iniziative: ricorda che siamo in Italia.Ciao
  • Anonimo scrive:
    Re: Mi sa che la preside rischia il penale
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Non sono avvocato, ma la privacy di mio

    figlio credo la tuteli una legge ben

    precisa, che mi pare sia stata violata
    in

    questo caso. Le immagini di mio figlio
    non

    possono entrare nelle case, e sui
    computer,

    degli altri genitori. Non parliamo poi
    della

    possibilita' che queste facciano chissa'

    quali giri per la rete.

    Se tutti danno l'assenso non c'e' alcun
    problema.Un giudice tutelare potrebbe non essere d'accordo.
  • Anonimo scrive:
    Re: sicurezza
    - Scritto da: toponzo
    secondo me è una buona idea, non
    tanto per le materne quanto per le scuole
    piu difficili come le medie e le superiori,
    in cui i professori sono incapaci a gestire
    situazioni problematiche..Spero tu sia ironico. Abituare un adolescente irrequieto (ma ovviamente non solo lui) ad essere controllato h24 da un occhio elettronico mi pare un buon modo per ottenere in seguito un adulto incapace.hola
  • Anonimo scrive:
    Re: sicurezza
    - Scritto da: Anonimo
    In tal caso meglio una telecamera a circuito
    chiuso. Che puo' essere visionata solo in
    casi estremi e da ispettori delle forze
    dell'ordine.Scusa un attimo... per installare delle videocamere non serve *almeno* il consenso degli insegnanti?
  • Anonimo scrive:
    Re: Mi sa che la preside rischia il penale
    - Scritto da: Anonimo
    Non sono avvocato, ma la privacy di mio
    figlio credo la tuteli una legge ben
    precisa, che mi pare sia stata violata in
    questo caso. Le immagini di mio figlio non
    possono entrare nelle case, e sui computer,
    degli altri genitori. Non parliamo poi della
    possibilita' che queste facciano chissa'
    quali giri per la rete.Se tutti danno l'assenso non c'e' alcun problema.
  • Anonimo scrive:
    Re: sicurezza
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: toponzo

    secondo me è una buona idea, non

    tanto per le materne quanto per le
    scuole

    piu difficili come le medie e le
    superiori,

    in cui i professori sono incapaci a
    gestire

    situazioni problematiche..
    Credo basti il rifiuto di un singolo alunno
    o di una singola insegnante per bloccare il
    tutto... e per fortunaIn tal caso meglio una telecamera a circuito chiuso. Che puo' essere visionata solo in casi estremi e da ispettori delle forze dell'ordine.Ciao
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma è legale?
    - Scritto da: Anonimo
    Anche se avessero avuto il consenso di tutti
    i genitori degli alunni e di tutti gli
    insegnanti.... E' legale? Quando tramettono
    per tv le immagini di bambini mettono i bei
    pixelloni... non dovrebbero fare la stessa
    cosa anche qui?Non so se sia la stessa scuola, ma lo scorso anno e' circolata una notizia identica a questa. L'accesso alla webcam era consentito esclusivamente ai genitori. Quindi se sono tutti consenzienti non c'e' alcun problema. Altrimenti e' una limitazione della privacy pure il registratore che si mette di fianco alla culla per controllare il bebe' ...Ciao
  • Anonimo scrive:
    Mi sa che la preside rischia il penale
    Non sono avvocato, ma la privacy di mio figlio credo la tuteli una legge ben precisa, che mi pare sia stata violata in questo caso. Le immagini di mio figlio non possono entrare nelle case, e sui computer, degli altri genitori. Non parliamo poi della possibilita' che queste facciano chissa' quali giri per la rete.
  • HotEngine scrive:
    Perchè no?
    Non vedo cosa c'entri la fobia del grande fratello con il poter vedere il proprio figlioletto dell'asilo. O pensi sia meglio piazzarlo lì e dimenticarsene per ore?
  • Anonimo scrive:
    Re: sicurezza
    - Scritto da: toponzo
    secondo me è una buona idea, non
    tanto per le materne quanto per le scuole
    piu difficili come le medie e le superiori,
    in cui i professori sono incapaci a gestire
    situazioni problematiche..Credo basti il rifiuto di un singolo alunno o di una singola insegnante per bloccare il tutto... e per fortuna
  • toponzo scrive:
    sicurezza
    secondo me è una buona idea, non tanto per le materne quanto per le scuole piu difficili come le medie e le superiori, in cui i professori sono incapaci a gestire situazioni problematiche..
  • Anonimo scrive:
    Ma è legale?
    Anche se avessero avuto il consenso di tutti i genitori degli alunni e di tutti gli insegnanti.... E' legale? Quando tramettono per tv le immagini di bambini mettono i bei pixelloni... non dovrebbero fare la stessa cosa anche qui?
Chiudi i commenti