MP3 si risveglia Surround

Fraunhofer e Thomson, padri dell'MP3, scommettono su di una nuova versione del celebre formato audio capace di supportare l'audio multicanale. Riuscirà MP3 Surround ad attrarre l'interesse di industria e consumatori?

Erlangen (Germania) – Nel tentativo di svecchiare quello che a 12 anni di distanza dalla sua creazione è ancora il più popolare formato di compressione audio su Internet, Fraunhofer Institute for Integrated Circuits IIS ha rilasciato il primo codec MP3 con supporto all’audio multicanale.

MP3 Surround, questo il suo nome, rappresenta il più importante aggiornamento alla tecnologia sviluppata da Fraunhofer IIS dal rilascio, oltre tre anni or sono, del presto dimenticato MP3Pro . Similmente a quanto già fanno altri popolari formati audio, quali WMA, AAC, AC3 e Ogg Vorbis, la tecnologia MP3 Surround consente di codificare in un file compresso sorgenti audio in formato 5.1 (e, in futuro, anche 7.1): ad esempio, le tracce a sei canali di un DVD.

Logo MP3 Surround Fraunhofer IIS sostiene che la tecnologia MP3 Surround, sviluppata in collaborazione con Agere Systems, consentirà la riproduzione di audio multicanale di alta qualità “con bit rate comparabili a quelli utilizzati per la codifica di contenuti MP3 stereo”. Questo, a suo dire, permetterà ad esempio alle Web radio che già trasmettono musica MP3 di aggiornarsi alla tecnologia multicanale senza la necessità di acquistare nuova banda.

Ma ciò che il noto istituto tedesco ha messo in maggior risalto è la capacità del suo nuovo codec di generare file MP3 pienamente compatibili con gli attuali player, inclusi quelli portatili e da salotto: su questi, infatti, un MP3 multicanale verrà semplicemente visto e riprodotto come un tradizionale MP3 stereo.

“La tecnologia MP3 Surround codifica il suono multicanale trasmettendo un segnale audio stereo che contiene un down mix del contenuto multicanale compatibile con i riproduttori stereo”, ha spiegato il Fraunhofer IIS. “In aggiunta, una piccola quantità di informazioni trasmesse con il segnale descrive la distribuzione spaziale del suono e ne definisce gli attributi”.

Per descrivere la scena sonora, il Fraunhofer IIS si è avvalso dello standard MPEG-4 BIFS , utilizzabile per creare “aree sonore virtuali in cui le sorgenti acustiche possono essere posizionate e spostate in modo indipendente”.

Ecco da dove scaricare il nuovo codec. Negli scorsi giorni l’istituto tedesco ha rilasciato, sul sito www.mp3surround-format.com , le versioni di prova dell’encoder e del decoder MP3 Surround insieme ad alcuni file audio di esempio e a dei documenti che ne descrivono la tecnologia.

L’encoder può essere utilizzato solo a scopo personale e non commerciale fino al 31 dicembre, dopodichè, per continuare ad utilizzarlo, è necessario acquistare una licenza. La versione trial, inoltre, supporta unicamente un bit-rate di 192 kbps. Il decoder, disponibile come player stand-alone e plug-in per Winamp, non ha invece limiti d’uso: ovviamente, per poter ascoltare tutti i canali codificati con MP3 Surround è necessario disporre di un sistema audio 5.1. Al momento questi programmi sono disponibili solo per Windows, ma Fraunhofer IIS prevede di rilasciare una versione per Mac OS X entro il 17 dicembre ed una per Linux all’inizio del prossimo anno.

Secondo quanto spiegato dai suoi creatori, l’encoder MP3 Surround impegna il processore circa il 50% in più di quanto fa la versione tradizionale stereo. Per la decodifica di sei canali, il nuovo decoder necessita invece di una potenza di calcolo tre volte superiore a quella necessaria per riprodurre un file MP3 stereo.

Il Fraunhofer IIS spera di poter fare dell’MP3 un formato ancora capace di entrare nelle grazie delle major discografiche e, più in generale, dei produttori di contenuti per Internet. Un obiettivo che il Fraunhofer IIS, insieme alla propria partner francese Thomson , insegue fin dai tempi di MP3Pro, formato che avrebbe dovuto aggiornare la tecnologia alla base dell’MP3 e renderla maggiormente competitiva con quella dei più giovani rivali.

Dopo la fredda accoglienza ricevuta da MP3Pro, l’azienda tedesca sta ora cercando di modernizzare e riqualificare il proprio formato pur senza stravolgerlo: un esempio, oltre all’introduzione della nuova tecnologia MP3 Sound, è dato dal recente sviluppo di un sistema di digital rights management da affiancare ad MP3.

Con questi nuovi componenti chiave – protezione dalla copia e audio multicanale – il Fraunhofer IIS non nasconde l’ambizione di spingere l’MP3 in quei segmenti di mercato, come il broadcasting audio/video, dove fino ad oggi tale formato era stato tenuto lontano dalla cattiva fama maturata presso l’industria. Ad aiutarla, in questo obiettivo, vi sarà anche Thomson, che tenterà di spingere il rinnovato MP3 sul mercato dei dispositivi digitali consumer.

“Con il crescere dell’importanza del suono surround sul mercato, siamo fiduciosi che l’MP3 Surround attragga l’attenzione sia dei professionisti della musica che dei consumatori”, ha affermato Juergen Herre, chief executive scientist del Fraunhofer IIS. Ma gli avversari, rispetto a 10 anni fa, sono tanti, e tutti molto agguerriti.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Cattaneo va da Casini
    E' sorprendente vedere come la Rai, TV di Stato in via di privatizzazione (e vedremo in che mani andrà!) sia corsa nella persona del suo DG Cattaneo dal Presidente della camera dei Deputati on. Casini a presentare con tanta enfasi e pompa magna la TV Digitale (omaggiandolo di un decoder), con tanto di telecamere al seguito (servizio passato sul TG1 delle 13:30 di oggi) ma le immagini del servizio del TG nazionale che si sono viste e che presentavano la cerimonia, mostravano, inquadrando il video della Tv posta difronte alla qualificata platea, che in esso vi era poco più di una paginetta internet con quel francolollo di video (che dovrebbe essere la TV interattiva) e notiziona sensazionale (veramente di interesse per passare su un TG nazionale in sostituzione di fatti ben più gravi o di interesse per il cittadino-utente ed elettore) si potrà vedere la situazione della propria pensione. Peccato che tale servizio sia già disponibile in internet sui siti degli enti preposti alla corresponsione della pensione agli aventi diritto. Diciamocela tutta se il Digitale Terrestre è per adesso solo un accesso ad internet (e neppure gratis) tramite il televisore.... bhè ci aveva già pensato un certo Virgilio De Giovanni con freedomland.... ... ma il contributo per il decoder non deve essere dato per decoder che permettono l'interattività gratuita.... allora non si dovrebbe pagare la connessione telefonica .....
  • HIFI scrive:
    Roba da matti...
    ...tanta tecnologia sprecata per vedere la De Filippi, Costanzo, Fede e la Venier !!!Negli USA quando sono passati alla piattaforma digitale sono passati alla TV ad alta definizione con suono in dolby digital etc etc.Quì a malapena trasmettono stereo.Mi dispiace ma io aspetto il 2006 per acquistare un monitor e non pagare più alcun canone!
  • Anonimo scrive:
    ma si pur di criticare: W il satelllite
    Punto Infomratiko non si smentisce e non perde occasione per farsi portavoce della planetaria critica al governo Berluscae perdendo di vista due grandi vantaggi del digitale terrestre:1) SKY e i padroni dei satelliti se la prendono al ****; 2) finisce l'era della parabola selvaggia piantata addirittura sulle insegne dei negozi; uno scempio vietato dalla legge ma poi cassato dai giudici in nome della libertà di informazione..... e l'inquinamento estetico dove lo mettiamo, cari paladini oppositori!?ah bella poi la menata del digital divide per le connessioni internet, e pedissequo tormentone: "era meglio dare in contributi alle attivazioni adsl"........ ma provate a fare un censimento: sapete a quante persone di internet non gli ne può fregar di meno e preferisocno potersi godere la TV!?!?!
    • Anonimo scrive:
      Re: ma si pur di criticare: W il genio!
      - Scritto da: Anonimo
      Punto Infomratiko non si smentisce e non
      perde occasione per farsi portavoce della
      planetaria critica al governo Berlusca
      e perdendo di vista due grandi vantaggi del
      digitale terrestre:

      1) SKY e i padroni dei satelliti se la
      prendono al ****; SKY non obbliga nessuno a sottoscrivere un abbonamento e a installare una parabola.

      2) finisce l'era della parabola selvaggia
      piantata addirittura sulle insegne dei
      negozi; E inizia l'era della TV a pagamento tout court.Sei veramente un genio......uno scempio vietato dalla legge ma
      poi cassato dai giudici in nome della
      libertà di informazione..... e
      l'inquinamento estetico dove lo mettiamo,
      cari paladini oppositori!?
      La legge "vieterebbe" anche la corruzione di giudici e l'evasione delle tasse, per non parlare dell'associazione a delinquere.....Scusa, genio, come si chiamava quel primo ministro che IN BARBA ALLA LEGGE ITALIANA ha concesso al suo amichetto basso e pelato le frequenze per ammorbare tutta Italia con le sue TV spazzatura? Bettino........?????

      ah bella poi la menata del digital divide
      per le connessioni internet, e pedissequo
      tormentone: "era meglio dare in contributi
      alle attivazioni adsl"........ ma provate a
      fare un censimento: sapete a quante persone
      di internet non gli ne può fregar di
      meno e preferisocno potersi godere la
      TV!?!?!
      Possibilmente senza essere dissanguate per "servizi" che non useranno mai ma che pagheranno comunque.Si, sei veramente un genio....o un cret*in0: decidi tu.
    • Anonimo scrive:
      Re: ma si pur di criticare: W il satelll
      - Scritto da: Anonimo
      Punto Infomratiko non si smentisce e non
      perde occasione per farsi portavoce della
      planetaria critica al governo Berlusca
      e perdendo di vista due grandi vantaggi del
      digitale terrestre:

      1) SKY e i padroni dei satelliti se la
      prendono al ****; SKY e' consociata con RAI e Mediaset

      2) finisce l'era della parabola selvaggia
      piantata addirittura sulle insegne dei
      negozi; uno scempio vietato dalla legge ma
      poi cassato dai giudici in nome della
      libertà di informazione..... e
      l'inquinamento estetico dove lo mettiamo,
      cari paladini oppositori!?Le antenne del digitale terrestre sono ugualia quelle della tv Normale ...ergo IMHO sono Più BRUTTE di una parabola ...Meglio il cavo da questo punto di vista


      ah bella poi la menata del digital divide
      per le connessioni internet, e pedissequo
      tormentone: "era meglio dare in contributi
      alle attivazioni adsl"........ ma provate a
      fare un censimento: sapete a quante persone
      di internet non gli ne può fregar di
      meno e preferisocno potersi godere la
      TV!?!?!

      zzi loro ...c'e' Fasweb che li aiuta !!!Internet serve anche a far progredire il paese ...o vuoi un'italia che ultima ruota del carro dal punto di vista informatico !!Saluti AnelloAlNasoSvegliaAlGollo
    • Anonimo scrive:
      Re: ma si pur di criticare: W il satelllite
      Questo commento te lo potevi proprio risparmiare.Per quanto riguarda il digital divide hanno ragione a dire che questi soldi sarebbe stato meglio investirli per risolvere questo problema, infatti se è vero che a molti di internet non frega niente è vero che internet è diventato di una importanza assoluta a livello di P.A. e sopratutto per le aziende che si trovano a competere con un 56K con chi in francia ha 8mbit a 14 eruo al mese. Poi secondo te perchè in tutti gli altri paesi europei tutti hanno già o avranno nel 2006 il 100% della copertura ADSL Te la sei fatta questa domanda?? Forse perchè l'ADSL è molto più importante del digitale terrestre.La copertura totale verrà raggiunta grazie al WI-FI che il nostro "Genio" di ministro Gasparri ha bloccato con una normativa assurda non presente in nessun altro paese europeo. Il Berlusca stranamente si è comprato i diritti in chiaro delle partite di calcio ti credo che vogliono che il digitale terrestre si sviluppi inoltre questi diritti fanno gola anche al miglior amico del berlusca tronchetti provera che vorrebbe acquistarli per poi metterli su rosso alice da questo si capisce anche la legge contro il Wi-Fi che avrebbe consentito la liberalizzazione dell'ultimo miglio e quindi gravi perdite per telecom(tronchetti provera) che non avrebbe + potuto succhiare il sangue agli utenti con il canone telefonico e canone adsl più alti d'europa, e il cerchio è chiuso- Scritto da: Anonimo
      Punto Infomratiko non si smentisce e non
      perde occasione per farsi portavoce della
      planetaria critica al governo Berlusca
      e perdendo di vista due grandi vantaggi del
      digitale terrestre:

      1) SKY e i padroni dei satelliti se la
      prendono al ****;

      2) finisce l'era della parabola selvaggia
      piantata addirittura sulle insegne dei
      negozi; uno scempio vietato dalla legge ma
      poi cassato dai giudici in nome della
      libertà di informazione..... e
      l'inquinamento estetico dove lo mettiamo,
      cari paladini oppositori!?


      ah bella poi la menata del digital divide
      per le connessioni internet, e pedissequo
      tormentone: "era meglio dare in contributi
      alle attivazioni adsl"........ ma provate a
      fare un censimento: sapete a quante persone
      di internet non gli ne può fregar di
      meno e preferisocno potersi godere la
      TV!?!?!

  • Anonimo scrive:
    vedo o non vedo... non "vedo male"
    come tutti abbiamo imparato con il cd, e il dvd in rapporto a cassette e videocassette, con questi mezzi digitali o vedi o non vedi ... non c'è speranza che si veda "un po'".e questo è un disastro!!!pensateci un po' ... non pensate solo ad un posto al sole e a tomcruisenicolekidman csi e.r. ... pensate all'informazione o alla satira ...20 secondi di rumore e non vedete niente ...tric... e censuri ... hop ... ed è invisibile ....
    • Anonimo scrive:
      Re: vedo o non vedo... non "vedo male"
      già la censura.... poi diranno che è stato solo un piccolo e trascurabile problema tecnico.... vallo a dimostrare!
  • Anonimo scrive:
    DTT oscurabile
    il digitale terrestre è facilmente oscurabile, non è un broadcast vero e proprio.lascio a voi pensare come mai vogliano far SPARIRE l'analogico ... ma vi rendete conto che non avrete più la tv?
    • Anonimo scrive:
      Re: DTT oscurabile
      legga la lettera di licio gelli ai fratelli Pidduisti e capirà molte cose su come si devono controllare anche i mezzi d'informazione per detenere e mantenere il potere assoluto.
  • Anonimo scrive:
    Re: W il cavo .....
    - Scritto da: Anonimo
    Abbasso la jungla di antenne ....
    che rovinano le nostre bellissime
    città storiche per favore.basta fare i lavori come si deve.lo sappiamo tutti, ma tu devi fare il "che rovinano le nostre belle cose" ...leggi qui:http://www.report.rai.it/2liv.asp?s=145(peccato che hanno compresso la formattazione ... ma si legge lo stesso)
  • Anonimo scrive:
    come sarebbe dal 2006 .... NULLA?
    cosa succederà a chi trasmetterà in analogico, dal 2006? verranno rincorsi dai cani meccanici che ne lasceranno brandelli a futura memoria?cosa vuol dire che io non posso più vedere la televisione senza un decoder digitale ... che è uno strumento controllabilissimo?è un cesso!!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: come sarebbe dal 2006 .... NULLA?
      significa esattamente quello che ha compreso. le emittenti che non inizieranno la conversione al digitale entro il mese di giugno 2005 al 31 12 2006 saranno chiuse (viva la libertà d'impresa) e Lei caro cittadino elettore pagante delle tasse non vedrà più nulla a meno che non abbia il satellite o abbia il famoso decoder.... ammesso e non concesso che nei prossimi 2 anni termini la fase sperimentate del digitale terrestre e si passi ad una tecnologia consolidata. ma ho seri dubbi al riguardo a meno che il Governo non si impegni sul serio ad aiutare gli editori radiotelevisivi (anche quelli non schierati) ad accedere alle nuove tecnologie.;)
  • Anonimo scrive:
    Sempre a lamentarsi...
    Vorrei proprio vedervi, con una bella tv in b/n a fosfori verdi.Con questo ragionamento sarammo sul serio ancora al b/nPersonalmente vedere la tv con una qualità paragonabile a quella di un dvd video (sempre che l'emittente usi un buon bitrate) e come audio un DOLBY DIGITAL 5.1 (home theatre) sta + che bene.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sempre a lamentarsi...
      Beata ignoranza...Su un altro articolo sul digitale terrestre (vattelo a cercare) c'era indicata la banda nominale e cosa si otteneva... riassumo qui:H/DTV: non ci si arriva a meno di quadrettare l'immagineper il resto la banda nominale è comunque buona se si mettono uno o due canali per portante... peccato che ci si aspetti di dare 3 o 4 canali almeno per portante (altrimenti come fanno a dire che moltiplicavano l'offerta?)...Per quanto riguarda Dolby e 5.1 renditi conto che questa richiede banda addizionale e, in ultimo:Dubito che "c'è posta per te" verrà mai registrato in 5.1, dubito che trasmetteranno mai anche i film in 5.1 (perchè spendere banda per qualcosa che hanno in 2 o 3) ?Se vuoi HDTV e dolby 5.1 puoi anche prenderti un decoder satellitare... cosa dici? non c'è HDTV? non c'è widescreen? non c'è 5.1?strano! la tecnologia è la stessa (DVB), semplicemente non c'è una domanda che giustifichi la domanda e comunque visto che la banda trasmissiva si paga non c'è motivo di dare questi extra...Infine se ci pensi un attimo fra un pochino in italia si scatenerà l'effetto americano... ovvero serie enormi di telefilm (stile CSI, Six feet under, I Soprano) da trasmettere free o a pagamento con qualità "decente" per poter poi avere un secondo ritorno economico quando metti in vendita cofanetti di DVD.
      • Anonimo scrive:
        Re: Sempre a lamentarsi...
        - Scritto da: Anonimo
        Beata ignoranza...Tutti siamo ignoranti in qualcosa ma diversamente da te quando qualcuno mi chiede qualcosa non gli dico in faccia ignorante
        Su un altro articolo sul digitale terrestre
        (vattelo a cercare) c'era indicata la banda
        nominale e cosa si otteneva... riassumo qui:

        H/DTV: non ci si arriva a meno di
        quadrettare l'immaginema infatti io non parlo di HDTV, ma di un normale televisore PAL
        per il resto la banda nominale è
        comunque buona se si mettono uno o due
        canali per portante... peccato che ci si
        aspetti di dare 3 o 4 canali almeno per
        portante (altrimenti come fanno a dire che
        moltiplicavano l'offerta?)...Lo spazio c'è
        Per quanto riguarda Dolby e 5.1 renditi
        conto che questa richiede banda addizionale
        e, in ultimo:
        Dubito che "c'è posta per te"
        verrà mai registrato in 5.1ovvio che mica mi faccio il mega impianto per sentirmi la de filippi dietro il culo :Da me interessa solo per i (pochi) film che fanno e qualche telefilm, del resto non mi può fregar niente,
        che trasmetteranno mai anche i film in 5.1
        (perchè spendere banda per qualcosa
        che hanno in 2 o 3) ?Beh, questo è da vedere
        Se vuoi HDTV e dolby 5.1 puoi anche
        prenderti un decoder satellitare... cosa
        dici? Dico che mi costa troppo, spendo di meno a nolleggiarmi i DVD.Almeno con il dtt vedo qualche film a qualità decente.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sempre a lamentarsi...
      - Scritto da: Anonimo
      Vorrei proprio vedervi, con una bella tv in
      b/n a fosfori verdi.
      Con questo ragionamento sarammo sul serio
      ancora al b/n

      Personalmente vedere la tv con una
      qualità paragonabile a quella di un
      dvd video (sempre che l'emittente usi un
      buon bitrate) e come audio un DOLBY DIGITAL
      5.1 (home theatre) sta + che bene.


      Certo, peccato che la TV a colori non era un imposizione, nel senso che se tu a casa avevi o hai ancora adesso una TV bianco e nero, i programmi li vedi lo stesso, quindi sei tu che scegli eventualmente di cambiare apparecchio.....se vuoi e se puoi te lo compri se no ne fai a meno. Il digitale terrestre invece non essendo compatibile con l'analogico, quando inizieranno a cambiare i ripetitori ti obbligerà' a cambiare, non è che potrai far finta di nulla....spese per sostituire l'antenna, spese di eventuali abbonamenti per vedere programmi vari ecc.....certa gente fà i paragoni senza riflettere e per lo più è pure contenta quando gli fanno spillar quattrini dalle tasche. Complimenti per la tua critica priva di logica.
      • Anonimo scrive:
        Re: Sempre a lamentarsi...

        l'analogico, quando inizieranno a cambiare i
        ripetitori ti obbligerà' a
        cambiare, non è che potrai far finta
        di nulla....spese per sostituire l'antenna,
        spese di eventuali abbonamenti per vedere
        programmi vari ecc.....certa gente fà
        i paragoni senza riflettere e per lo
        più è pure contenta quando gli
        fanno spillar quattrini dalle tasche.ma ... io rimango basito da questo vostro accetare la scomparsa entro il 2006 della tv analogica ... ma da quando in qua è NORMALE????!!!!!!!!!prechè diavolo dovremmo accettarlo?io mi tengo volentieri il mio baracchino! ci vedo quel che mi serve... e non voglio che me lo tolgano o che me lo oscurinoe chi trasmette che farà? è un dramma
        • Anonimo scrive:
          Re: Sempre a lamentarsi...
          - Scritto da: Anonimo
          ma ... io rimango basito da questo vostro
          accetare la scomparsa entro il 2006 della tv
          analogica ... ma da quando in qua è
          NORMALE????!!!!!!!!!

          prechè diavolo dovremmo accettarlo?

          io mi tengo volentieri il mio baracchino! ci
          vedo quel che mi serve... e non voglio che
          me lo tolgano o che me lo oscurino


          e chi trasmette che farà?

          è un drammaGentile interlocutore.....purtroppo, sarà costretto a cambiare se non entro il 2006, magari entro il 2010, ma faranno in modo di obbligarla a cambiare tecnologia, come stà avvenendo ad esempio nel mercato video col passaggio dalle VHS ai DVD.......un pò alla volta gli apparecchi attuali verranno sostituiti e quindi saremo costretti a cambiare, volenti o nolenti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sempre a lamentarsi...
      Qui non si tratta di lamenti, si tratta semplicemente di avere un minimo di sale in zucca e capire che forse si possono anche distribuire decoder con il contributo ma poi che succede se le emittenti non hanno risorse per trasmettere in digitale.... il 31 12 2006 sarà si uno switch off dell'analogico ma anche del diritto ad essere informati (art. 21 della costituzione) ovvero la libertà di fruire dei mezzi di informazione anche per coloro che non hanno potuto avere accesso al contributo per il famoso decoder e per quei soggetti editori televisivi che non hanno santi in paradiso per ottenere le risorse a riconvertirsi al digitale. Il risultato sarà un'Italia un pò più povera (più di così !) anche culturalmente.;)
  • Anonimo scrive:
    Facciamo i ganzi!
    Mass- facciamo i ganzi...DTI... TDI... DDT... e via per questa strada...Ma se poi funzionasse m'immagino la gente che controlla gli estratti conto via digitale terrestre e gli "hackeri" (visto che si tratta di malviventi che coi veri hacker hanno ben poco a che spartire) che loggano tutto.Considerando che la sussidiaria mediaset si prende un centinaio d'euro a certificazione di decoder (ecco dove vanno a finire i soldi dei decoder digitali che costano 200 euro (-150 presi dalle tasse) qua e 80 in germania) mi chiedo se con lo stesso prezzo non si potevano fare dei set top box per l'accesso a internet con la televisione ed un pad... se l'xbox costa 150 euro fare una minixbox che abbia un modem (ADSL magari) e un uscita TV quanto costerebbe?Ovviamente il non plus ultra sarebbe dare un incentivo a TUTTI per comprarsi un computer ma dubito che mediaset abbia intenzione di aprire un provider.
    • teddybear scrive:
      Re: Facciamo i ganzi!
      - Scritto da: Anonimo
      Ovviamente il non plus ultra sarebbe dare un
      incentivo a TUTTI per comprarsi un computer
      ma dubito che mediaset abbia intenzione di
      aprire un provider.Mediaset ha gia un provider.
  • Xnusa scrive:
    Perchè dovrei passare al DTT?
    - I canali Rai e Mediaset li vedo perfettamente- La 7 un pò meno, ma comunque bene, MTV Italia così così- Principali canali regionali: in genere la qualità è ottima- Canali locali secondari: maluccioOk, rispetto ad altri la mia situazione non è male, per altre persone effettivamente il DTT migliorerebbe la qualità. Ma perchè costringere me ed altri a cambiare? Facciamo contenti sia coloro che stanno bene con l'analogico che quelli che hanno un reale vantaggio nel passare al digitale.Ma con l'MPEG2 ricordiamoci che la qualità è ottima solo con bitrate decenti, quindi forse i grossi broadcaster si salveranno, ma i piccoli dovranno dividersi una frequenza in 10. Cosa pensate che ne verrà fuori? Tanti bei quadrettoni al posto del nevischio.Sempre che riescano ad affrontare le spese per l'adeguamento. Sapete quanto costano gli encoder MPEG2?Alcuni anni fa una telecamera broadcast usata costava circa 60 milioni di lire. Per non parlare dei VTR digitali, le regie digitali, ecc. :|
    • Anonimo scrive:
      Re: Perchè dovrei passare al DTT?
      Unicamente per far felice il Cavaliere.
      • Anonimo scrive:
        Re: Perchè dovrei passare al DTT?
        - Scritto da: Anonimo
        Unicamente per far felice il Cavaliere.E l'Unione Europea...
        • Anonimo scrive:
          Re: Perchè dovrei passare al DTT?
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: Anonimo

          Unicamente per far felice il Cavaliere.
          E l'Unione Europea...e a noi che ce ne fotte?cosa faranno, VIETERANNO a telesancasciano di trasmettere come ha sempre fatto?oppure a teleantoniobarbulli che fa le telepromozioni ?
    • Anonimo scrive:
      perchè ti viene imposto.
      perchè da quanto ho capito per qualche motivo sarà proibito trasmettere in analogico dal 2006:-(
    • Anonimo scrive:
      Re: Perchè dovrei passare al DTT?
  • Anonimo scrive:
    non ci capisco una mazza
    insomma quanti soldi dovrei sborsare per vedere la tv digitale?Antennista + antenna+ decoder + televisioine perchè quella che ho è vecchia e va avanti con i pugni!?(e tutto vero vero !!!)
  • teddybear scrive:
    Re: Terrestre? E chi non e' coperto?
    - Scritto da: Anonimo
    Sono uno tra i tanti sudditi italiani (i
    minuscola) di serie b.Echecavolo... hai visto la TV a gratis (vabbe'... hai pagato il canone, ma sono cavoli tuoi, visto che un sacco di gente non lo paga), e vuoi pure continuare a vederla?Ovviamente scherzo. Non prendertela.
  • Anonimo scrive:
    Re: W il cavo .....
    Il cavo?No, no, l'infrastruttura della tv via cavo puo` essere usata anche come connessione internet economica ad alte prestazioni, sei pazzo? Potrebbe anche portare in casa il demonio WWW con tutte quelle informazioni non filtrate, terroristiche, pedopornografiche... le cose come internet devono essere tenute lontane da quella parte che ancora ci vot... ehm, per questioni di sicurezza nazionale.
    • Anonimo scrive:
      Re: W il cavo .....
      E pensare che l'ETSI ha già ratificato il formato per la TV digitale via cavo: DVB-C.In pratica la differenza è che con il DVB-T (digitale terrestre) e i nuovi televisori sotto lo scudo della "full convergence" potrai vedere la TV via cellulare e ad un qualsiasi nesso basterà vedere se hai il cellulare per costringerti a pagare il canone...
  • Anonimo scrive:
    Diritto costituzionale?
    "classe A che vedranno solo la tv digitale a partire dal 2006 e cittadini di classe B che non vedranno più nulla e dovranno aspettare di vincere la lotteria del decoder per poter accedere ai diritti costituzionali dell'art. 21"a si?[Articolo 21]"Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure...."La Costituzione non stabilisce che guardare la TV, digitale o meno,( perche' avere un decoder significa "guardare" e non "manifestare il proprio pensiero") sia un diritto. Di certe uscite si potrebbe benissimo fare a meno.
    • Anonimo scrive:
      Re: Diritto costituzionale?
      - Scritto da: Anonimo
      La Costituzione non stabilisce che guardare
      la TV, digitale o meno sia un
      diritto.Di questo passo presto o tardi una legge costituzionale stabilira' che e' un DOVERE.
    • Anonimo scrive:
      Re: Diritto costituzionale?

      La Costituzione non stabilisce che guardare
      la TV, digitale o meno,( perche' avere un
      decoder significa "guardare" e non
      "manifestare il proprio pensiero") sia un
      diritto. Di certe uscite si potrebbe
      benissimo fare a meno.parli delle tue immagino.chi tramette esercita quel diritto, chi fruisce (chi, quindi, non può *più* fruire) è la persona indicata dall'articolo.l'articolo dice che con l'entrata in vigore del DTT e la SCOMPARSA dell'analogico dal 2006, chi * FRUISCE * del prodotto di chi esercita l'articolo 21, non avrà speranza.e noi tutti lo abbiamo capito. Abbiamo in sostanza capito che l'informazione potrà essere prodotta ... ma se si tolgono occhi e orecchie a chi ne fruisce, forse l'unica a rimanere in piedi sarà quella che ha tante belle palanche dietro
      • Anonimo scrive:
        Re: Diritto costituzionale?
        Concordo con Lei. Purtroppo gli estremismi di qualsiasi natira spesso rendono miopi.Le leggi spesso nascondono fini non noti subito ma bisogna saperle leggere ed interpretare senza preconcetti, conoscendo la lingua italiana a forse anche le reali condizioni di sviluppo e problematiche del settore normato.Noi sappiamo bene cosa si cela dietro virgole, congiunzioni e strane parole come "congruo" spesso usate dal legislatore proprio per rendere l'interpretazione della norma facilmente personalizzabile. Ma che si voglia personalizzare la costituzione a proprio uso mi sembra un abominio!
    • Anonimo scrive:
      Re: Diritto costituzionale?
      Infatti "con ogni altro mezzo di diffusione..." il che vuol dire che il cittadino potrà manifestare con ogni mezzo, la stampa potrà scrivere ciò che vuole (ammesso e non concesso che lo permettano) ma le tv, quelle che proprio non hanno le risorse per passare al digitale verranno chiuse! questo lei lo sa ma si guarda bene dal dirlo. In effetti le tv sono fatte di cittadini che manifestano il proprio pensiero attraverso il mezzo televisivo dando modo ad altri cittadini elettori di ascoltare e farsi una loro libera opinione. Bloccare anche un solo piccolo ingranaggio di questo meccanismo dei mezzi d'informazione significa da un lato impedire la libertà d'espressione e dall'altro anche la libertà d'impresa.Rifletta e non sia miope , il digitale va bene ma ogni innovazione tecnologica deve essere perseguita con tempi e modi che possano garantire tutti i soggetti interessati e non solo uno.
  • teddybear scrive:
    Re: NON E' VERO CHE NON SI VEDE CON FILT
    - Scritto da: Anonimo
    non è vero che "se hai
    un filtro o un amplificatore" la
    "televisione digitale non si vede": non
    serve neanche essere antennisti per saperlo,
    basta ragionarci su...Infatti nessuno (mi pare) ha detto che non si vede. Non si vede fino a quando non adeguerai l'impianto. I filtri eliminano (o ci provano) ad eliminare tutti i segnali sporchi, e tra questi vengono riconosciuti quelli del digitale. Quindi, occorre rempostare tutti i filtri.Secondo, gli amplificatori. Amplificano solo determinate bande del segnale.E non bisogna essere antennisti per capirlo, basta pensarci su, si chiamano filtri apposta :)
    • Anonimo scrive:
      Re: NON E' VERO CHE NON SI VEDE CON FILT

      Infatti nessuno (mi pare) ha detto che non
      si vede. Non si vede fino a quando non
      adeguerai l'impianto. I filtri eliminano (o
      ci provano) ad eliminare tutti i segnali
      sporchi, e tra questi vengono riconosciuti
      quelli del digitale. Quindi, occorre
      rempostare tutti i filtri.
      Secondo, gli amplificatori. Amplificano solo
      determinate bande del segnale.

      E non bisogna essere antennisti per capirlo,
      basta pensarci su, si chiamano filtri
      apposta :)I segnali "digitali" non sono affatto sporchi: è una portante modulata in un certo modo su una normale frequenza di III, IV o V banda, e quindi non sono affatto influenzati da presunti "filtri". Se per filtri intendi i passabanda che rimodulano la singola frequenza su una di quelle interne del condominio allora è vero, è necessario aggiungere una scatolina che inietti il canale X nell'impianto condominiale, ma questo è vero anche per qualsiasi emittente analogica e dipende dal tipo di impianto condominiale, potrebbe anche non essere necessario. Peraltro, ed è un vantaggio del digitale, su una sola frequenza ci passano cinque o sei programmi, quindi servono meno "scatoline".Lo stesso discorso vale per gli amplificatori: in linea di massima elevano il segnale, di una certa banda o porzione di banda, innalzandone la tensione. il ricevitore digitale ringrazierà a patto che non distorcano (ovvero che non siano inadatti alla zona o regolati male) anche se non sono così necessari come per la tv analogica. Stante che le frequenze di trasmissione del digitale terrestre sono comprese nelle solite bande III, IV e V non vedo proprio quale sia il problema.In generale non vedo proprio quale sia il problema del digitale terrestre.
  • Anonimo scrive:
    Re: Terrestre? E chi non e' coperto?
    - Scritto da: Anonimo
    Ciao a tutti.
    Sono uno tra i tanti sudditi italiani (i
    minuscola) di serie b.
    Ho commesso il misfatto di abitare in una
    zona montuosa, in Italia ma a quanto pare ai
    confini dell'impero per tutti i servizi.
    Infatti ho dovuto dotarmi di antenna
    satellitare per riuscire a vedere
    decentemente le tramissioni rai... non
    parliamo del resto: se spengo il satellite
    non vedo una beata mazza.
    L'antennista mi ha gia' detto che il
    digitale terrestre non riusciro' mai a
    vederlo... a meno che la rai metta un
    ripetitore per 80 famiglie...
    Vorra' dire che restero' col satellite,
    almeno posso vedere anche emittenti fuori
    dal nostro piccolo paesello.
    P.S. siamo anche senza adsl...:' :'(:'(:'(Dovresti sapere che la legge italiana consentel'espatrio. Pui trasferirti tranquillamente sullemontagne scozzesi, i pirenei o su un cocuzzolodella selva nera dove sicuramente le autoritàlocali provvederanno a cablare la zona a tuouso e consumo magari installando in loco ancheun megacento commerciale che garantirà unagevole approvvigionamento di ogni tipo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Terrestre? E chi non e' coperto?

      Dovresti sapere che la legge italiana
      consente
      l'espatrio. Pui trasferirti tranquillamente
      sulle
      montagne scozzesi, i pirenei o su un
      cocuzzolo
      della selva nera dove sicuramente le
      autorità
      locali provvederanno a cablare la zona a tuo
      uso e consumo magari installando in loco
      anche
      un megacento commerciale che
      garantirà un
      agevole approvvigionamento di ogni tipo.ecco il furbo del giorno........ma che sei amico di lucrezia per caso?????ma il vostro modo di ragionare da che viene???da problemi dell'infanzia.....oppure....per forza siamo un paese del 3° mondo perchè abbiamo questi geni che ragionano a c@zzo!!!!!!Mr. R
      • Anonimo scrive:
        Re: Terrestre? E chi non e' coperto?

        ecco il furbo del giorno........
        ma che sei amico di lucrezia per caso?????
        ma il vostro modo di ragionare da che
        viene???
        da problemi dell'infanzia.....oppure....

        per forza siamo un paese del 3° mondo
        perchè abbiamo questi geni che
        ragionano a c@zzo!!!!!!
        Mr. Rma che sei ... Big_Boy?
  • Anonimo scrive:
    Terrestre? E chi non e' coperto?
    Ciao a tutti.Sono uno tra i tanti sudditi italiani (i minuscola) di serie b.Ho commesso il misfatto di abitare in una zona montuosa, in Italia ma a quanto pare ai confini dell'impero per tutti i servizi.Infatti ho dovuto dotarmi di antenna satellitare per riuscire a vedere decentemente le tramissioni rai... non parliamo del resto: se spengo il satellite non vedo una beata mazza.L'antennista mi ha gia' detto che il digitale terrestre non riusciro' mai a vederlo... a meno che la rai metta un ripetitore per 80 famiglie...Vorra' dire che restero' col satellite, almeno posso vedere anche emittenti fuori dal nostro piccolo paesello.P.S. siamo anche senza adsl...:' :'(:'(:'(
  • Anonimo scrive:
    W il cavo .....
    Abbasso la jungla di antenne ....che rovinano le nostre bellissime città storiche SalutiSoggettoNonConforme
  • Anonimo scrive:
    NON E' VERO CHE NON SI VEDE CON FILTRO..
    Pur sapendo che, entropicamente, le critiche a vanvera sono naturalmente molte di più delle considerazioni con un minimo di buon senso vorrei sottolineare che (ovviamente) non è vero che "se hai un filtro o un amplificatore" la "televisione digitale non si vede": non serve neanche essere antennisti per saperlo, basta ragionarci su...fr
  • Anonimo scrive:
    Basta capire la logica del governo...
    Molti provvedimenti sembrano bizzarri e iniqui finchè non si capisce la semplice logica che guida le azioni del governo.Basta mettere in relazione il finanziamento con la presentazione di pochi giorni fa dello sport a pagamento sul digitale terrestre.Il tutto in mano a... Berluskoni JuniorN.B. Non è una disquisizione politica. :)Forse adesso la cosa è più evidente soltanto perchè i privilegiati delle azioni del governo sono individuabili in una ristretta cerchia.Diaciamo pure, in una singola famiglia...:
    • Anonimo scrive:
      Re: Basta capire la logica del governo...
      Mhhhhh.... interessante non lo sapevo .... ma allora il DTT sarà un fallimento se guardiamo le esperienze in altri paesi europei dove il PPV sul DTT ha costretto a rapide e pericolose contromanovre per arginare il dissanguamento dei soggetti che con tanto entusiasmo si erano lanciati nell'iniziativa.... Oddio e se Fininvest-Mediaset si trasformassero nel carrozzone più volte salvato dai contribuenti Italiani... LA FIAT ?????
  • marcel scrive:
    Il digitale terrestre
    Il verde Cortiana si distingue nel produrre proposte di legge che vanno contro i cittadini ed a favore di emittenti locali (cioè dei capitalisti): è proprio un bel modo di essere nell'agglomerato di sinistra.Il Berlusca vuole propinarci un ennesimo salasso e l'opposizione cosa propone? La fortuna del Berlusca sono i soggetti come Cortiana, Pecoraro Scanio e compagnia.Con questi soggetti non andiamo da nessuna parte.Le emittenti private possono pagarsi l'aggiornamento tecnologico alttrimenti andassero a fare un altromestiere, che noi ne possiamo benissimo fare a meno.Comunque va precisato che il contributo governativo a questo ennesimo salasso è stato ridotto a soli 70 euro (contro i 150 precedenti)..... e chi non arriva a fine mese come farà? si è chiesto l'ineffabile Cortiana come faranno i milioni di cittadini che hanno una TV in bianco e nero ed a mala pena vedono i programmi nazionali a PAGARE questo balzello? Certo, lui prende una valanga di soldi ogni mese!
    • Anonimo scrive:
      Re: Il digitale terrestre
      - Scritto da: marcel
      Il verde Cortiana si distingue nel produrre
      proposte di legge che vanno contro i
      cittadini ed a favore di emittenti locali
      (cioè dei capitalisti): è
      proprio un bel modo di essere
      nell'agglomerato di sinistra.
      Il Berlusca vuole propinarci un ennesimo
      salasso e l'opposizione cosa propone?
      La fortuna del Berlusca sono i soggetti come
      Cortiana, Pecoraro Scanio e compagnia.
      Con questi soggetti non andiamo da nessuna
      parte.
      Le emittenti private possono pagarsi
      l'aggiornamento tecnologico alttrimenti
      andassero a fare un altromestiere, che noi
      ne possiamo benissimo fare a meno.
      Comunque va precisato che il contributo
      governativo a questo ennesimo salasso
      è stato ridotto a soli 70 euro
      (contro i 150 precedenti)..... e chi non
      arriva a fine mese come farà? si
      è chiesto l'ineffabile Cortiana come
      faranno i milioni di cittadini che hanno una
      TV in bianco e nero ed a mala pena vedono i
      programmi nazionali a PAGARE questo
      balzello? Certo, lui prende una valanga di
      soldi ogni mese!Ti pongo una domandina facile facile: sei proprio certo che nella nazione dove ci sono 3 telefonini a testa, 4 televisori a famigli a di media, 2 autovetture di media a famiglia ci sia ancora qualcuno che vede la TV col BN? Piuttosto si mangi cipolle per un anno, ma la TV deve essere quella ultimo modello al plasma o LCD!Triste ma vero...:(
      • Anonimo scrive:
        Re: Il digitale terrestre
        Non vorrei entrare nel merito dell'attività di Cortiana che molti di noi conoscono e apprezzano per il famoso decreto urbani, se lei conoscesse il panorama televisivo nazionale delle piccole emittenti locali si "rimangerebbe" ciò che ha scritto. Qui non si tratta di dare soldi alle locali o alle radio locali ma si tratta di fare un uso più razionale dei soldi pubblici, dare contributi alle emittenti TUTTE e non solo quelle schierate e di governo, significa permettere ad ogni cittadino di poter fruire dell'informazione locale di qualità e riconoscersi nel mezzo (media) del suo territorio. portare tale ambito del discorso in chiave nazionale, tutelando i piccoli editori radiotelevisivi significa tutelare l'identità culturale del territorio e la prorpia potenzialità di fare informazione in una chiave più ampia .... in poche parole tutelare la cultura territoriale e ampliarne le possibilità di una maggiore conoscenza da parte del resto della Nazione significa anche unire il Paese culturalmente e socialmente, poi ognuno e libero di dare la propria interpretazione politica a questa metodologia di "unione del Paese". Il fare cultura, anche da parte delle piccole emittenti radiotelevisive è un modo degno di elevare il livello culturale di una Nazione e per tale deve essere compreso, rispettato e salvaguardato.
  • Anonimo scrive:
    2006 ???
    i punti sono due:- o si vuole distruggere tutto il sottobosco televisivo (con le tante realtà locali che in mezzo a 20-22 ore di televendite e pubblicità di sexyshop riescono anche a fare quanche servizi di cronaca locale)- oppure è impensabile che decine di milioni di tv, di impianti riceventi (ricordo che se avete un filtro o un amplificatore, cioè tutti i condomini, almeno, la tv digitale NON la vedete fimchè non modificate l'impianto) e di centinaia di tv locali possano adeguarsicome al solito al 30/12/2006 arriverà la proroga
    • TADsince1995 scrive:
      Re: 2006 ???

      - oppure è impensabile che decine di
      milioni di tv, di impianti riceventi
      (ricordo che se avete un filtro o un
      amplificatore, cioè tutti i
      condomini, almeno, la tv digitale NON la
      vedete fimchè non modificate
      l'impianto) e di centinaia di tv locali
      possano adeguarsi

      come al solito al 30/12/2006 arriverà
      la prorogaSenza dubbio secondo me... Senza contare i milioni di anziani incompatibili con tecnologia e cambiamenti, vagli a spiegare che per vedere le telenovele da un giorno all'altro devono installare l'aggeggio.TAD
      • JackMauro scrive:
        Re: 2006 ???
        Se glielo spiega mike bongiorno saranno tutti lieti di pagare per avere quello scatolotto.... e poi si vede e si sente meglio......come dice mia nonna che è mezza sorda e anche la vista non è più quella di una volta... e lo dice davvero!--Jackhttp://jack.logicalsystems.it/homepage
        • Cavallo GolOso scrive:
          Re: 2006 ???
          - Scritto da: JackMauro
          Se glielo spiega mike bongiorno saranno
          tutti lieti di pagare per avere quello
          scatolotto.... e poi si vede e si sente
          meglio...purchè per vederlo meglio ci si infili nell'apposita scanalatura naturale il Quizzyhttp://www.pennarossa.it/quizzy.htmle - toh - anche questo
          :-| http://www.agcm.it/agcm_ita/DSAP/DSAP_PI.NSF/88a1d51baadd2769c1256a680035ec80/1eedb72a1b0f2f14c1256112002e220c?OpenDocument
      • DKDIB scrive:
        [OT] Re: 2006 ???
        TAD wrote:
        Senza contare i milioni di anziani incompatibili con
        tecnologia e cambiamenti [...]Sito ke ieri all'Euronics di Treviglio c'era un pensionato interessato ad un hard disk esterno! O_ONon aveva mai sentito parlare d'informatica in dialetto, e men ke meno in dialetto bergamasco (son di Brescia)!
    • Anonimo scrive:
      Re: 2006 ???

      come al solito al 30/12/2006 arriverà
      la prorogaMolto probabilmente... se a qualcuno non farà comodo fare altrimenti...C'era una simpatica intervista di un responsabile del digitale terrestre su Rainews24.Domanda: A che punto siamo con il DTT?Risposta: Siamo molto avanti anche se in Europa ci sono altre nazioni più avanti di noi come l'Inghilterra... però noi faremo il passaggio definitivo al DTT prima di tutti!:D
      • aristide scrive:
        Re: 2006 ???
        L'inghilterra ha fissato il passaggio completo da analogico a digitale in 8-10 anni, il Giappone in 10 anni, la Svezia in 6- 8 anni se non sbaglio! Gasparri per l'Italia in appena un anno e mezzo! Ma da quando siamo diventati così bravi?E soprattutto chissà perche!
    • Anonimo scrive:
      Re: 2006 ???
      Se fanno la proroga Rete4 deve passare sul satellite fino a quando non si supera quanto stabilito dalla corte costituzionale...Quindi a costo di mandare 10.000 merc*canc*canc*canc* volontari pagat a comprare lotti interi di decoder digitali pur di raggiungere la quota nel 2006 avremo quella quota.Ovviamente il fatto che scadono le licenze per la TV analogica a TUTTI entro il 2006 è soltanto un modo molto fine per costringere anche i piccoli ad andare sul DT e poter quindi dimostrare, statistiche alla mano, che sul DT c'è effettivamente un grande pluralismo...
    • Anonimo scrive:
      Re: 2006 ???
      - Scritto da: ishitawaè impensabile che decine di
      milioni di tv, di impianti riceventi

      come al solito al 30/12/2006 arriverà
      la prorogae allora a questo punto SPERIAMO ... :-/
  • Anonimo scrive:
    aggiornamento delle emittenti locali
    accanto alle poche (meritorie) che fanno servizio pubblico (piu' di rai e mediaset) ci sono, pero', anche quelle che ci inondano di maghe e televendite; e i contributi finirebbero inevitabilmente in tasca a sta gente; a sto punto il contributo per il decoder e' il meno peggio
    • DKDIB scrive:
      Re: aggiornamento delle emittenti locali
      Anonimo wrote:
      [...] quelle che ci inondano di maghe e televendite;Quoto in toto.La stragrande maggioranza delle emittenti locali trasmette quasi esclusivamente pubblicita': sono solo una piaga da debellare il prima possibile (tipo dialer) e non certo da finanziare.Spero solo ke Berlusconi non s'accorga del loro effetto lobotomizzatore, se no le finanzia sul serio! :p
      • Anonimo scrive:
        Re: aggiornamento delle emittenti locali
        Ok allora lasciamoci lobotomizzare dall'appiattimento cultirale della RAi e di Mediaset ! Il nocciolo della quastione qui resta comunque lo spreco di danaro pubblico per una tecnologia ancora in fase sperimentale ...
  • Anonimo scrive:
    Rai Inutile ....
    A che cosa serve un servizio pubblico ?Al pubblico !Quale è il mezzo di veicolazione dell'informazione preferenziale per un servizio pubblico ?Quello che è direttamente accessibile a costo inferiore ossia quello comunemente più diffuso e di più semplice accesso !Domanda :Perchè lo stato istituisce un servizio pubblico su un dispositivo a cui hanno accesso solo qualche centinaio di migliaio di persone su UN singolo televisore per famiglia ?!?Perchè non è un servizio pubblico , è una marketta !
    • Anonimo scrive:
      Re: Rai Inutile ....
      - Scritto da: Anonimo

      A che cosa serve un servizio pubblico ?

      Al pubblico !

      Quale è il mezzo di veicolazione
      dell'informazione preferenziale per un
      servizio pubblico ?

      Quello che è direttamente accessibile
      a costo inferiore ossia quello comunemente
      più diffuso e di più semplice
      accesso !

      Domanda :
      Perchè lo stato istituisce un
      servizio pubblico su un dispositivo a cui
      hanno accesso solo qualche centinaio di
      migliaio di persone su UN singolo televisore
      per famiglia ?!?

      Perchè non è un servizio
      pubblico , è una marketta !
      Però la RAI come merito ha di offrire un servizio interessante come raiclick, certo se i filmati fosse possibili scaricarli magari con torrent anziché vederli in streaming con qualità pessima sarebbe meglio.E anche i canali in chiaro sul satellite non sono male, per non parlare di Rai Nettuno dove qualche giorno fa ho visto Cecchi Paone spiegare come avviene la produzione dei documentari, penso sia stato il servizio più interessante che ha fatto in televisione e l'avremo visto in tre in tutta Italia.
      • Anonimo scrive:
        Re: Rai Inutile ....
        - Scritto da: Anonimo

        E anche i canali in chiaro sul satellite non
        sono male, per non parlare di Rai Nettuno
        dove qualche giorno fa ho visto Cecchi Paone
        spiegare come avviene la produzione dei
        documentari, penso sia stato il servizio
        più interessante che ha fatto in
        televisione e l'avremo visto in tre in tutta
        Italia.Appunto, è il satellite il sistema migliore per avere più canali tv e migliore scelta, qualità e competizione nel settore. Migliorato finchè volete, ma facile da ricevere e ormai, specie per il digitale free molto economico.
      • Anonimo scrive:
        Re: Rai Inutile ....

        E anche i canali in chiaro sul satellite non
        sono male, per non parlare di Rai Nettuno
        dove qualche giorno fa ho visto Cecchi Paone
        spiegare come avviene la produzione dei
        documentari, penso sia stato il servizio
        più interessante che ha fatto in
        televisione e l'avremo visto in tre in tutta
        Italia.In 4 :-))
        • marcooasis scrive:
          Re: Rai Inutile ....
          Gia' in 5! Come si puo' non essere ottimisti!- Scritto da: Anonimo


          E anche i canali in chiaro sul
          satellite non

          sono male, per non parlare di Rai
          Nettuno

          dove qualche giorno fa ho visto Cecchi
          Paone

          spiegare come avviene la produzione dei

          documentari, penso sia stato il servizio

          più interessante che ha fatto in

          televisione e l'avremo visto in tre in
          tutta

          Italia.

          In 4 :))
          • Anonimo scrive:
            Re: Rai Inutile ....
            - Scritto da: marcooasis
            Gia' in 5!
            Come si puo' non essere ottimisti!ed ecco il terzo.eravate solo voi 3!
        • Anonimo scrive:
          Re: Rai Inutile ....


          più interessante che ha fatto in

          televisione e l'avremo visto in tre in
          tutta

          Italia.

          In 4 :))no no... tu eri uno dei 3!
      • Anonimo scrive:
        Re: Rai Inutile ....

        sono male, per non parlare di Rai Nettuno
        dove qualche giorno fa ho visto Cecchi Paone
        spiegare come avviene la produzione dei
        documentari, penso sia stato il servizio
        più interessante che ha fatto in
        televisione e l'avremo visto in tre in tutta
        Italia.chissà, forse perchè la roba che accresce la mente la mandano dalle 11.30 in poi?forse che nessuno ricorda che come servizio pubblico potrebbe anche FORZARCI ad essere più colti e ad alzare il tiro?
        • Anonimo scrive:
          Re: Rai Inutile ....
          Ma Vi siete mai chiesti quanto è costata l'isoletta dei quasi famosi? calcolando 130 persone di staff e tutto il resto forse si poteva fare una serie un pochino più densa di cultura anzichè mostrare in TV quello sfacelo della cultura italiana ! ma purtroppo abbiamo pagato noi contribuenti questo salatissimo conto .... perchè la RAI insegue Mediaset ?????? perché ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Rai Inutile ....
      - Scritto da: Anonimo
      Domanda :
      Perchè lo stato istituisce un
      servizio pubblico su un dispositivo a cui
      hanno accesso solo qualche centinaio di
      migliaio di persone su UN singolo televisore
      per famiglia ?!?Perche' cosi' ha voluto nel 2001 il Governo D'Alema e cosi' vuole l'Unione Europea.
      • Anonimo scrive:
        Re: Rai Inutile ....
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        Domanda :

        Perchè lo stato istituisce un

        servizio pubblico su un dispositivo a
        cui

        hanno accesso solo qualche centinaio di

        migliaio di persone su UN singolo
        televisore

        per famiglia ?!?
        Perche' cosi' ha voluto nel 2001 il Governo
        D'Alema e cosi' vuole l'Unione Europea.Il comunicato stampa di "Italia Utile" al 02/12/2004, cosa hai ? I neuroni che soffrono di solitudine ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Rai Inutile ....
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        Domanda :

        Perchè lo stato istituisce un

        servizio pubblico su un dispositivo a
        cui

        hanno accesso solo qualche centinaio di

        migliaio di persone su UN singolo
        televisore

        per famiglia ?!?
        Perche' cosi' ha voluto nel 2001 il Governo
        D'Alema e cosi' vuole l'Unione Europea.ah quindi in questi 4 anni tutti sono stati d'accordo con lui e non hanno fatto niente per cambiarloperfetto.come mai con il resto invece non ci sono stati problemi a cambiare rotta?
  • Anonimo scrive:
    E il governo....
    Il digitale terrestre non fu "normato" dal governo D'Alema ma fu aggiunto a un decreto legge del 23/01/2001 del governo Amato in fase di conversione in legge. E' perciò un'iniziativa parlamentare del centrosinistra tutto. Non un'imposizione tecnica da parte del governo. Tutto il centrosinistra ci ha pensato, ci ha ragionato e ha approvato l'articolo 2-bis di quella legge. E adesso si sbracciano contro Gasparri che altro non ha fatto se non continuare su quella linea che per legge del 2001 imponeva l'abbandono dell'analogico per il digitale dal 2006.Mediaset non produce direttamente o indirettamente alcun decoder. Mediaset li vende tramite Mediashopping, come la Vodafone o la TIM vendono i pacchetti scheda+telefonino.
    • Shuren scrive:
      Re: E il governo....
      Ma cosa centra? Quella legge dava anche agevolazioni fiscali per l'acquisto da parte del Governo? Ammesso che sia così, in tre anni non si può cambiare idea? Ammesso che sia così, sembra che i sostenitori del governo di Berlusconi abbiano manie di protagonismo, o forse è coda di paglia? Ammesso e non concesso che sia vero, quello di abbandonare l'analogico dal 2006 a me pare tanto una cazzata.Trollata carina comunque... Almeno la si fa sulla politica e non sui soliti noti. Bravo!
    • Anonimo scrive:
      Re: E il governo....
      - Scritto da: Anonimo
      Il digitale terrestre non fu "normato" dal
      governo D'Alema ma fu aggiunto a un decreto
      legge del 23/01/2001 del governo Amato in
      fase di conversione in legge. E'
      perciò un'iniziativa parlamentare del
      centrosinistra tutto. Non un'imposizione
      tecnica da parte del governo. Tutto il
      centrosinistra ci ha pensato, ci ha
      ragionato e ha approvato l'articolo 2-bis di
      quella legge. E adesso si sbracciano contro
      Gasparri che altro non ha fatto se non
      continuare su quella linea che per legge del
      2001 imponeva l'abbandono dell'analogico per
      il digitale dal 2006.
      Mediaset non produce direttamente o
      indirettamente alcun decoder. Mediaset li
      vende tramite Mediashopping, come la
      Vodafone o la TIM vendono i pacchetti
      scheda+telefonino.Vabbè dai, ti sei guadagnato la pagnotta. Torna ad Arcore.
      • Anonimo scrive:
        Re: E il governo....

        Vabbè dai, ti sei guadagnato la
        pagnotta. Torna ad Arcore.Eccolo il classico esempio della persona che non sa controbattere ma solo criticare (troll)
        • Anonimo scrive:
          Re: E il governo....

          Eccolo il classico esempio della persona che
          non sa controbattere ma solo criticare
          (troll)(troll) Spostatelo è un troll
    • Anonimo scrive:
      Re: E il governo....

      Mediaset non produce direttamente o
      indirettamente alcun decoder. Mediaset li
      vende tramite Mediashopping, come la
      Vodafone o la TIM vendono i pacchetti
      scheda+telefonino.Mediaset controlla però controlla al 100% la società DMT Elettronica Industriale che installa i ponti radio del digitale terrestre.
      • Anonimo scrive:
        Re: E il governo....
        Non dimentichiamoci che la farsa del digitale terrestre e' servita unicamente per falsare i dati della raccolta pubblicitaria ed evitare che Rete4 finisse sul satellite, facendo calcoli su una presunta diffusione del digitale terrestre piuttosto che sulla concreta realta'. Del corretto sviluppo del digitale terrestre non glie ne frega niente a nessuno, anzi, non aspettatevi politiche che favoriscano una effettiva diversificazione e proliferazione di questo mercato. Inoltre, per farci un idea di quanto sgangerata sia stata questa politica, dobbiamo anche tenere presente che la tv del futuro sara' in alta definizione, standard e tecnologia gia' esistente che aspetta solo di essere lanciata sul mercato ma purtruoppo osteggiata dalla necessita' di un ulteriore rinnovamento delle strutture e dei ricevitori (tv e decoder). I decoder del digitale terrestre non sono compatibili con l'HD e anziche' pianificare il modo migliore per avantaggiare le nuove tecnologie, e quindi lo sviluppo ad esse associato, ne stiamo di fatto rallentando il corso. che tristezza....
    • teddybear scrive:
      Re: E il governo....
      - Scritto da: Anonimo
      Il digitale terrestre non fu "normato" dal
      governo D'Alema ma fu aggiunto a un decreto
      legge del 23/01/2001 del governo Amato in
      fase di conversione in legge.[megacuttone]Con le iniziative del centro sinistra si approvava il digitale, non si COSTRINGEVA a cambiare il parco antenne, ripetitori, filtri, amplificatori, trasmettitori ecc a tutta una nazione.Ed il termine del 2006 era semplicemente come dire "dopo il 2006 non verranno piu' date nuove concessioni, ne consentito il passaggio della concessione da un proprietario all'altro".In poche parole, anche dopo il 2006 avresti visto quello che vedi ora, a meno di fallimento di emittenti.
    • asus scrive:
      Re: E il governo....
      vorrei fare alcune precisazioni sul dgtv.(vere!!!!) INIZIAMO1) dmt elettronica industriale (come letto in altro post) è verofà parte del gruppo mediaset(installa i ponti per la ricezione del segnale). DOMANDA: qualcuno la pagherà questa società o lavorano gratis??? io penso di si quindi :(RICAVO).2)mediaset (come letto in altro post) NON é VERO che non produce decoder :ABD e WORL-DSAT due marchi produttorileader nel mercato (fanno parte del gruppo mediaset).DOMANDA:quale fetta di mercato hanno avuto finora questi due marchi??? ve lo dico io 40%,quindi :(RICAVO)3)mediaset è anche la società che detiene la gran parte dei diritti per il calcio in ppv sul dgtv(è vero ha 8 squadre,contro le 9 di la7),ma juve,milan,inter,roma cito solo queste 4che mediaset ha aquisito per 3 anni ,tutte e quattro assiemefanno l'85 % dei tifosi che aquisteranno le partite.4)perchè noi tutti non ci chiediamo (dato che tutto questo deriva da una legge approvata da questo governo),ma in italia c'è o non c'è un monopolio sull'informazione tv?e con sky come la mettiamo?come la prendereste voi al posto di murdhok una legge del genere fatta da un diretto concorrente nel campo televisivo?e se fosse murdhok il pres. del cons. a parti invertite cosa direbbe oggi berlusconi?griderebbe all'attentato?che è un filo comunista?chiediamocele queste cose!!!!!!5) e finisco con il morale della favola:mediaset (azienda di berlusconi)compra i diritti dal milan(squadra di berlusconi),col benestare del presidente della lega calcio(vicepresidente del milan socio di berlusconi),grazie alle regole introdotte dalla gasparri(ministro del governo berlusconi),sperando che la gente compri i decoder(prodotti anche dalle aziende di berlusconi),utilizzando il contributo pubblico(preciso:per pubblico s'intende che sono soldi nostri,che paghiamo con le tasse) deciso dal governo (berlusconi)meditate gente meditate finchè c'è tempo!!!!ps:il massimo della tecnologia in campo tv non è nè il dgt-satnè tantomeno quello terrestre,ma è la tv via cavo che negli USA esiste da 20 anni.
Chiudi i commenti