MPEG LA, indagine antitrust sui brevetti VP8

L'organizzazione dell'industria sarebbe finita sotto la lente del Dipartimento di Giustizia USA per apparente comportamento anticoncorrenzione nei confronti di Google e del suo progetto WebM

Roma – Il tentativo di MPEG LA di organizzare un “patent pool” per la gestione unificata dei (presunti) brevetti usati nel codec video VP8 sarebbe finito nel mirino del Dipartimento di Giustizia (DoJ) statunitense. Le solite fonti anonime ben informate sui fatti spifferano la notizia al Wall Street Journal , mentre dall’organizzazione dei brevetti audiovisivi ribattono: non è vero che siamo anticompetitivi , e comunque è certo che VP8 infrange le nostre IP.

Oltre alle autorità federali, dicono le fonti citate dal Journal , anche il Procuratore Generale della California sarebbe impegnato a indagare sulle azioni e i comportamenti di MPEG LA: l’associazione industriale – di cui fanno parte molti dei colossi dell’IT e dell’elettronica di consumo come Microsoft e Apple – intende usare il succitato patent pool come incentivo per il pagamento semplificato delle royalty dovute da Google e da chiunque intenda sfruttare i codec di WebM.

Qualora si individuasse un certo numero di brevetti utili a battere cassa alla porta di Mountain View, per l’ambizioso progetto open source WebM significherebbe perdere ogni appeal verso quella parte dell’industria interessata alla sua adozione – tanto più che H.264, codec licenziato ufficialmente da MPEG LA per scopi commerciali, viene generalmente visto come un’alternativa tecnicamente superiore.

I sostenitori di WebM dicono che le azioni di MPEG LA sono intimidatorie e contrarie al regime di libera competizione, e mentre si attende l’ufficializzazione delle indagini del DoJ i portavoce dell’organizzazione respingono le accuse e rilanciano: VP8 – codec video gestito sotto l’ombrello di WebM – sfrutta sicuramente brevetti già registrati in precedenza e per questo chi lo usa deve pagare.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • games developer scrive:
    Secondo me i numeri tornano
    Secondo me i numeri possono dargli ragione, il 30% è pari a 1543610 persone, adesso viene venduto a 14.95 , forse prima a 9.95 ...se facciamo i conti non mi sembra che ci stia rimettendo...e porta avanti lo sviluppo!
    • gips scrive:
      Re: Secondo me i numeri tornano
      non per fare il bastian contrario, ma bisogna anche vedere quanto hanno speso/spenderanno per sviluppare...
      • panda rossa scrive:
        Re: Secondo me i numeri tornano
        - Scritto da: gips
        non per fare il bastian contrario, ma bisogna
        anche vedere quanto hanno speso/spenderanno per
        sviluppare...Si fa presto. Prendi l'importo di uno stipendio medio e lo moltiplichi per il numero di persone e per i mesi di sviluppo e ottieni quanto hanno speso/spenderanno.
  • Andreabont scrive:
    Numeri...
    Intendi forse questo dato? 5149350 registered users, of which 1543366 (29.97%) have bought[*] the game.Parliamo di 1.543.366 Utenti paganti, che a 10 Dollari L'uno fanno l'impressionante cifra di 15.433.660 Dollari (15.4 Milioni di dollari!)E la cifra è sottostimata, perché adesso il prezzo della beta è salito a 15 Euro, quindi in realtà gli ultimi che lo hanno comprato hanno fatto alzare ancora di più i guadagni.Questi sarebbero brutti risultati? Stiamo parlando di una persona che è partita da zero, senza nome, senza pubblicità e puntando su un modello privo di DRM.
  • La SIAE scrive:
    La SIAE: la pirateria è come rubare
    LA SIAE: la pirateria è come rubare, ma peggio. :@La pirateria rappresenta un furto. Se rubate un'auto, l'assicurazione ripaga il furto. Ma nessuno si metterebbe ad assicurare un gioco capito quindi chi ripaga il furto? :@Parola di SIAE
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: La SIAE: la pirateria è come rubare

      La pirateria rappresenta un furto. Se rubate
      un'auto, l'assicurazione ripaga il furto. Ma
      nessuno si metterebbe ad assicurare un gioco
      capito quindi chi ripaga il furto?Nessuno: così voi fate la fame, non potete più pagarvi la corrente o il telefono, finite offline e non ci infastidite più!
    • 0110 scrive:
      Re: La SIAE: la pirateria è come rubare

      La pirateria rappresenta un furto. Se rubate
      un'auto, l'assicurazione ripaga il furto. Ma
      nessuno si metterebbe ad assicurare un gioco
      capito quindi chi ripaga il furto?
      :@Fai la parodia perfetta di quei discorsi, è una gioia leggerti! :)
      • embe scrive:
        Re: La SIAE: la pirateria è come rubare
        - Scritto da: 0110

        La pirateria rappresenta un furto. Se rubate

        un'auto, l'assicurazione ripaga il furto. Ma

        nessuno si metterebbe ad assicurare un gioco

        capito quindi chi ripaga il furto?

        :@

        Fai la parodia perfetta di quei discorsi, è una
        gioia leggerti!
        :)Questo post è geniale!!
    • Funz scrive:
      Re: La SIAE: la pirateria è come rubare
      - Scritto da: La SIAE
      LA SIAE: la pirateria è come rubare, ma peggio.
      :@

      La pirateria rappresenta un furto. Se rubate
      un'auto, l'assicurazione ripaga il furto. Ma
      nessuno si metterebbe ad assicurare un gioco
      capito quindi chi ripaga il furto?
      :@
      Cominciate ad assicurare i giochi :p
    • gips scrive:
      Re: La SIAE: la pirateria è come rubare
      OOOH! Signora SIAE! O signorina?Giusto lei... Senta, avrei bisogno di un paio di bollini pagati per eseguire 2 canzoncine al compleanno di mio nipote... Sa, lady gaga e il ballo del qua qua....Ah, anche un altro per l'inno di Mameli per il 17 marzo per la festa organizzata dal mio comune...totale 3... me li incarta che li porto via? Uno sconticino? no eh?vabbè sempre cosi severa lei!grazie e arrivederci!
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: La SIAE: la pirateria è come rubare
      - Scritto da: La SIAE
      La pirateria rappresenta un furto. Se rubate
      un'auto, l'assicurazione ripaga il furto. Ma
      nessuno si metterebbe ad assicurare un gioco
      capito quindi chi ripaga il furto? :@Chi ha OTTANTA MILIONI DI EURO DI DEBITI nei confronti dei propri associati? E' lui che dovrà ripagare :D
      • La SIAE scrive:
        Re: La SIAE: la pirateria è come rubare
        - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
        - Scritto da: La SIAE

        La pirateria rappresenta un furto. Se rubate

        un'auto, l'assicurazione ripaga il furto. Ma

        nessuno si metterebbe ad assicurare un gioco

        capito quindi chi ripaga il furto? :@

        Chi ha OTTANTA MILIONI DI EURO DI DEBITI nei
        confronti dei propri associati? E' lui che dovrà
        ripagare
        :DAltrimenti? :@
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: La SIAE: la pirateria è come rubare
          - Scritto da: La SIAE
          - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato

          - Scritto da: La SIAE


          La pirateria rappresenta un furto. Se rubate


          un'auto, l'assicurazione ripaga il furto. Ma


          nessuno si metterebbe ad assicurare un gioco


          capito quindi chi ripaga il furto? :@



          Chi ha OTTANTA MILIONI DI EURO DI DEBITI nei

          confronti dei propri associati? E' lui che dovrà

          ripagare

          :D

          Altrimenti? :@PRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR
  • Corte di Cassazione scrive:
    La copiatura NON è un furto
    http://www.penale.it/page.asp?IDPag=24 Corte di Cassazione, Sezione IV Penale, 13 novembre 2003 (dep. 29 gennaio 2004), n. 3449 (2110/2003) Indipendentemente da ogni altra argomentazione, è inevitabile considerare che la copiatura dei files da CD o da HD (compact-disk o hard-disk) in altro non consiste se non in una "duplicazione" di tali files (analoga al risultato di un procedimento fotografico, se pure tecnicamente cosa ben diversa), tanto che i files in possesso del detentore del CD o del computer sul quale sia installato l'hard-disk contenenti i files (nel caso, dei progetti e degli studi elaborati per conto del committente) rimangono memorizzati sul medesimo supporto sul quale si trovavano, mentre di essi il soggetto, presunto agente nel reato di furto, entra in possesso di un copia, senza che la precedente situazione di fatto (e giuridica) venga modificata a danno del soggetto già possessore di tali files.E così come non può certo affermarsi che mediante proXXXXX fotografico si possa spossessare il titolare di un bene materiale corporeo (o di una res), così, allo stesso modo, non può affermarsi che lo spossessamento avvenga mediante il proXXXXX di copiatura dei files informatici.Ne consegue, per la non configurabilità del reato di furto dei files mediante duplicazione (o copiatura) , la mancata configurazione del fumus commissi delicti, necessario presupposto del disposto sequestro.http://www.penale.it/page.asp?IDPag=903 Corte di Cassazione, Sezione IV Penale, 26 ottobre 2010 (dep. 21 dicembre 2010), n. 44840 Deve infatti ritenersi la insussistenza, nel comportamento posto in essere dal P., del contestato reato di furto, condividendo il Collegio il principio già espresso da questa Corte (Sez. 4^ 13.11.2003 n. 3449 del 2003 rv 229785) secondo cui è da escludere la configurabilità del reato di furto nel caso di semplice copiatura non autorizzata di "files" contenuti in un supporto informatico altrui, non comportando tale attività la perdita del possesso della "res" da parte del legittimo detentore.
    • ruppolo scrive:
      Re: La copiatura NON è un furto
      E poi ci si lamenta se gli avvocati usano le Leggi come armi, ovvero le strumentalizzano.
      • Sgabbio scrive:
        Re: La copiatura NON è un furto
        per la serie: Quando c'è una sentenza che non ci piace, allora la giustizia e malata, viceversa, la giustizia funziona.
      • Funz scrive:
        Re: La copiatura NON è un furto
        - Scritto da: ruppolo
        E poi ci si lamenta se gli avvocati usano le
        Leggi come armi, ovvero le
        strumentalizzano.Stai zitto, te che dai sempre del ladro a chi scarica. E sei sempre il primo a dire che le leggi vanno rispettate.
        • 0110 scrive:
          Re: La copiatura NON è un furto

          Stai zitto, te che dai sempre del ladro a chi
          scarica. E sei sempre il primo a dire che le
          leggi vanno
          rispettate.Dare del ladro a chi non lo è è diffamazione.
      • 01234 scrive:
        Re: La copiatura NON è un furto
        eh no ruppolino, è una SENTENZA....gli avvocati cosa c'entrano? :-)tutto ordine e discilpina, marchiato a fuoco col battipanni, e ora che la legge ti smentisce "nun ce vòi sta'"? non si fa così, ruppolino...
    • ThEnOra scrive:
      Re: La copiatura NON è un furto
      - Scritto da: Corte di Cassazione
      http://www.penale.it/page.asp?IDPag=24
      Corte di Cassazione, Sezione IV Penale, 13
      novembre 2003 (dep. 29 gennaio 2004), n. 3449
      (2110/2003)
      Indipendentemente da ogni altra argomentazione, è
      inevitabile considerare che la copiatura dei
      files da CD o da HD (compact-disk o hard-disk) in
      altro non consiste se non in una "duplicazione"
      di tali files (analoga al risultato di un
      procedimento fotografico, se pure tecnicamente
      cosa ben diversa), tanto che i files in possesso
      del detentore del CD o del computer sul quale sia
      installato l'hard-disk contenenti i files (nel
      caso, dei progetti e degli studi elaborati per
      conto del committente) rimangono memorizzati sul
      medesimo supporto sul quale si trovavano, mentre
      di essi il soggetto, presunto agente nel reato di
      furto, entra in possesso di un copia, senza che
      la precedente situazione di fatto (e giuridica)
      venga modificata a danno del soggetto già
      possessore di tali
      files.
      E così come non può certo affermarsi che mediante
      proXXXXX fotografico si possa spossessare il
      titolare di un bene materiale corporeo (o di una
      res), così, allo stesso modo, non può affermarsi
      che lo spossessamento avvenga mediante il
      proXXXXX di copiatura dei files
      informatici.
      Ne consegue, per la non configurabilità del
      reato di furto dei files mediante duplicazione (o
      copiatura) , la mancata configurazione del
      fumus commissi delicti, necessario presupposto
      del disposto
      sequestro.

      http://www.penale.it/page.asp?IDPag=903
      Corte di Cassazione, Sezione IV Penale, 26
      ottobre 2010 (dep. 21 dicembre 2010), n.
      44840
      Deve infatti ritenersi la insussistenza, nel
      comportamento posto in essere dal P., del
      contestato reato di furto, condividendo il
      Collegio il principio già espresso da questa
      Corte (Sez. 4^ 13.11.2003 n. 3449 del 2003 rv
      229785) secondo cui è da escludere la
      configurabilità del reato di furto nel caso di
      semplice copiatura non autorizzata di "files"
      contenuti in un supporto informatico altrui, non
      comportando tale attività la perdita del possesso
      della "res" da parte del legittimo
      detentore.Tutto corretto, la duplicazione abusiva non rientra nel reato di furto, ma reato rimane, ai sensi della legge sul diritto d'autore.
      • Internet Libero scrive:
        Re: La copiatura NON è un furto

        Tutto corretto, la duplicazione abusiva non
        rientra nel reato di furtoAppunto, duplicare NON è uguale a rubare , a differenza di quanto vorrebbero invece far credere con certe pubblicità, come quella messa in evidenza in questo pezzo di Beppe Grillo.[yt]V-byI-yYjYw[/yt]
      • Sgabbio scrive:
        Re: La copiatura NON è un furto
        http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3104814&m=3106981#p3106981
      • embe scrive:
        Re: La copiatura NON è un furto
        - Scritto da: ThEnOra
        - Scritto da: Corte di Cassazione

        http://www.penale.it/page.asp?IDPag=24

        Corte di Cassazione, Sezione IV Penale, 13

        novembre 2003 (dep. 29 gennaio 2004), n. 3449

        (2110/2003)

        Indipendentemente da ogni altra argomentazione,
        è

        inevitabile considerare che la copiatura dei

        files da CD o da HD (compact-disk o hard-disk)
        in

        altro non consiste se non in una "duplicazione"

        di tali files (analoga al risultato di un

        procedimento fotografico, se pure tecnicamente

        cosa ben diversa), tanto che i files in possesso

        del detentore del CD o del computer sul quale
        sia

        installato l'hard-disk contenenti i files (nel

        caso, dei progetti e degli studi elaborati per

        conto del committente) rimangono memorizzati sul

        medesimo supporto sul quale si trovavano, mentre

        di essi il soggetto, presunto agente nel reato
        di

        furto, entra in possesso di un copia, senza che

        la precedente situazione di fatto (e giuridica)

        venga modificata a danno del soggetto già

        possessore di tali

        files.

        E così come non può certo affermarsi che
        mediante

        proXXXXX fotografico si possa spossessare il

        titolare di un bene materiale corporeo (o di una

        res), così, allo stesso modo, non può affermarsi

        che lo spossessamento avvenga mediante il

        proXXXXX di copiatura dei files

        informatici.

        Ne consegue, per la non configurabilità del

        reato di furto dei files mediante duplicazione
        (o

        copiatura) , la mancata configurazione del

        fumus commissi delicti, necessario presupposto

        del disposto

        sequestro.



        http://www.penale.it/page.asp?IDPag=903

        Corte di Cassazione, Sezione IV Penale, 26

        ottobre 2010 (dep. 21 dicembre 2010), n.

        44840

        Deve infatti ritenersi la insussistenza, nel

        comportamento posto in essere dal P., del

        contestato reato di furto, condividendo il

        Collegio il principio già espresso da questa

        Corte (Sez. 4^ 13.11.2003 n. 3449 del 2003 rv

        229785) secondo cui è da escludere la

        configurabilità del reato di furto nel caso di

        semplice copiatura non autorizzata di
        "files"

        contenuti in un supporto informatico altrui, non

        comportando tale attività la perdita del
        possesso

        della "res" da parte del legittimo

        detentore.

        Tutto corretto, la duplicazione abusiva non
        rientra nel reato di furto, ma reato rimane, ai
        sensi della legge sul diritto
        d'autore.Sì, ma ciò smonta a priori l'intero impianto accusatorio del concetto "pirateria=furto"! E scusami se è poco...
      • 01234 scrive:
        Re: La copiatura NON è un furto
        intanto non è furto, e chi lo affermava e continua ad affermare è quantomeno ignorante (ma più probabilmente in mera malafede)quanto al DDA, lo chiamano così per nobilitarlo, ma in realtà è molto più dell'editoreinfine: siae commissariata...chi ha a cuore gli autori farebbe bene a pensarci su :-)
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: La copiatura NON è un furto
        - Scritto da: ThEnOra
        Tutto corretto, la duplicazione abusiva non
        rientra nel reato di furto,Quindi chiamare chi copia LADRO e fare ridicoli spot con su scritto "SCARICARE E' COME RUBARE" significa commettere il reato di DIFFAMAZIONE.Spero che tu te ne renda conto e sappi che dovrai risponderne.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 10 marzo 2011 22.37-----------------------------------------------------------
  • Lemon scrive:
    Ma solo io la penso diversamente?
    Ok che 10000 download "illegali" non equivalgono a 10000 acquisti sicuri (che sia gioco film o musica), e fin qua ci siamo, ma quello che sembra che solo io pensi è che comunque, su 10000 download "illegali", almeno una persona lo avrebbe comprato l'originale se non avesse potuto scaricarlo?Voglio dire: ok che il download illegale non danneggia con proporzione diretta il mercato legale, però mi sembra strano se non addirittura assurdo che si pensi che non lo danneggi per NIENTE, anche una minima percentuale di gente che ne approfitta per non comprare ci sarà, quindi un danno c'è.Che poi si faccia tutto quello si vuole, giusto, non giusto, nuovi canali ecc ecc, non discuto neppure su quello, sto dicendo però che non si può far finta che il download illegale non influisca per niente sugli incassi.Pochi giorni fa sono andato al cinema, raccontato ad amici e colleghi quello che ero andato a vedere, almeno 3 o 4 mi hanno detto "se me lo dicevi te lo passavo io", voglio dire, passo quasi da cretino per essere andato al cinema (ci vado circa 3-4 volte l'anno) semplicemente per passare una serata serena e tranquilla diversa dal solito.
    • dalek scrive:
      Re: Ma solo io la penso diversamente?
      inutile pagare il cinema se poi te lo sbattono 8 volte l'anno per 15 anni in televisionetutto quello che fa il cinema alla fine passa sempre dalla tv di casa
      • spacevideo scrive:
        Re: Ma solo io la penso diversamente?
        è molto diverso questo dal piratare contenuti, e soprattutto non è illegale, ma una scelta personale condivisibile.
        • Sgabbio scrive:
          Re: Ma solo io la penso diversamente?
          Dipende da cosa e come trasmettono :D
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: Ma solo io la penso diversamente?
          Sicuro che sia così diverso?http://punto-informatico.it/3104681/PI/News/bielorussia-accendi-tv-p2p.aspxE poi, ti faccio una domanda: 1) danno un film in tv. Me lo registro. Ho la chiavetta con il file video, me lo vedo quando voglio2) Scarico lo stesso film da internet, perchè me lo sono perso quando è passato in tv, e me lo metto sulla chiavetta.Perchè mai, visto che il sistema 1 è lecito, non può esserlo anche il 2?
          • spacevideo scrive:
            Re: Ma solo io la penso diversamente?
            fammi un po' pensare ...... ah si ecco la condivisione di materiale protetto non è legale ...comunque anche la registrazione dei programmi TV ha le sue regole, ignorate ma ce l'ha.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Ma solo io la penso diversamente?
            - Scritto da: spacevideo
            fammi un po' pensare ...... ah si ecco la
            condivisione di materiale protetto non è legale
            ...Forse non lo è per chi condivide (in italia, ma se quello si trova all'estero è a posto). Per chi scarica è legale.

            comunque anche la registrazione dei programmi TV
            ha le sue regole, ignorate ma ce
            l'ha.Regole assurde, perchè non possono essere controllate in alcun modo.
        • embe scrive:
          Re: Ma solo io la penso diversamente?
          - Scritto da: spacevideo
          è molto diverso questo dal piratare contenuti, e
          soprattutto non è illegale, ma una scelta
          personale
          condivisibile.Se non andasse nessuno al cinema ci toccherebbe vedere solo film-tv...sarebbe un mondo orribile! Per fortuna ci sono film in quantità da oltre 100 anni :D
      • Sgabbio scrive:
        Re: Ma solo io la penso diversamente?
        hmm dipende, passano prima per le pay TV poi dopo svariati anni arrivano in televisione...almeno in italia.
      • Funz scrive:
        Re: Ma solo io la penso diversamente?
        - Scritto da: dalek
        inutile pagare il cinema se poi te lo sbattono 8
        volte l'anno per 15 anni in
        televisione
        tutto quello che fa il cinema alla fine passa
        sempre dalla tv di
        casaNon credo che sia vero.Non credo sulla TV generalista, forse su Sky (pagare!)Per quei pochi film che vedo all'anno, spendo meno a portare la famiglia al cinema che comprare una TV decente, che comunque non sarebbe mai come il grande schermo.Aggiungi poi quello che non passa nemmeno al cinema... l'hanno dato in TV Requiem for a dream? Mi piacerebbe saperlo.
    • panda rossa scrive:
      Re: Ma solo io la penso diversamente?
      - Scritto da: Lemon
      Ok che 10000 download "illegali" non equivalgono
      a 10000 acquisti sicuri (che sia gioco film o
      musica), e fin qua ci siamo, ma quello che sembra
      che solo io pensi è che comunque, su 10000
      download "illegali", almeno una persona lo
      avrebbe comprato l'originale se non avesse potuto
      scaricarlo?
      Voglio dire: ok che il download illegale non
      danneggia con proporzione diretta il mercato
      legale, però mi sembra strano se non addirittura
      assurdo che si pensi che non lo danneggi per
      NIENTE, anche una minima percentuale di gente che
      ne approfitta per non comprare ci sarà, quindi un
      danno c'è.La percentuale che tu ipotizzi c'e' di sicuro.Ma non e cosi' immediato che questa sia automaticamente un danno.Intanto non c'e' una perdita da parte dei produttori, al massimo c'e' un mancato guadagno.E poi ci sono altri fattori, legati principalmente alla natura del gioco.E' un gioco monoutente?O e' un gioco multiutente?E' un gioco con ampia vita o e' uno di quelli che dopo 2 mesi e' vecchio?E' l'unico titolo a catalogo o fa parte di una serie?E soprattutto, domanda da 1 milione di euro, quello che e' stato incassato rientra nelle previsioni oppure abbiamo a che fare con degli ingordi senza fondo?
      Che poi si faccia tutto quello si vuole, giusto,
      non giusto, nuovi canali ecc ecc, non discuto
      neppure su quello, sto dicendo però che non si
      può far finta che il download illegale non
      influisca per niente sugli
      incassi.Un gioco multiutente e' bello se c'e' tanta gente che gioca.Se buona parte di questi non ha pagato, serve comunque da traino per gli altri.Se ci fossero solo utenti paganti, magari il server sarebbe deserto, e il gioco, magari bellissimo, diventa un flop.
      Pochi giorni fa sono andato al cinema, raccontato
      ad amici e colleghi quello che ero andato a
      vedere, almeno 3 o 4 mi hanno detto "se me lo
      dicevi te lo passavo io", voglio dire, passo
      quasi da cretino per essere andato al cinema (ci
      vado circa 3-4 volte l'anno) semplicemente per
      passare una serata serena e tranquilla diversa
      dal solito.Ma tu sei andato al cinema perche' volevi goderti l'esperienza cinema, sal grande, poltrona comoda, magari il 3D, schermo gigante,oppure volevi solo vedere quel film?Perche' io per esempio Tron sono andato a vedermelo al cinema, perche' volevo vederlo al cinema.Frega niente se poi me lo passano, lo riguardero' sul monitor.Ma quello sono contento di averlo visto al cinema.Invece vacanze in sudafrica, non solo non sono andato al cinema, ma quando me lo volevano passare ho detto chiaramente che non spreco mica spazio su disco per certe XXXXXXX!
      • ruppolo scrive:
        Re: Ma solo io la penso diversamente?
        Il succo di tutto quello che hai detto, è che fai quello che vuoi. Gli altri, non contano.
        • Sgabbio scrive:
          Re: Ma solo io la penso diversamente?
          ovviamente non hai letto...
          • lordream scrive:
            Re: Ma solo io la penso diversamente?
            - Scritto da: Sgabbio
            ovviamente non hai letto...secondo me invece lo ha letto.. il problema è che non è in grado di capirlo
    • krane scrive:
      Re: Ma solo io la penso diversamente?
      - Scritto da: Lemon
      Ok che 10000 download "illegali" non equivalgono
      a 10000 acquisti sicuri (che sia gioco film o
      musica), e fin qua ci siamo, ma quello che sembra
      che solo io pensi è che comunque, su 10000
      download "illegali", almeno una persona lo
      avrebbe comprato l'originale se non avesse potuto
      scaricarlo?E quante persone, che non avrebbero mai sentito parlare del gioco l'anno visto copiato da un loro amico e poi l'hanno acquistat ? Metti anche la pubblicita' gratuita fornita nei guadagni.
    • spacevideo scrive:
      Re: Ma solo io la penso diversamente?
      non sei il solo, ma è inutile esprimere quì questo concetto, come te sono in tantissimi a pensarla così, solo che ribadire all'infinito un concetto a chi non vuol sentire è inutile, occorre invece coinvolgere chi ascolta e soprattutto chi può agire per reprimere questo malcostume, c'è una petizione contro la pirateria ti fornisco il link:http://www.petizionionline.it/petizione/ca...ia-on-line/3613
      • krane scrive:
        Re: Ma solo io la penso diversamente?
        - Scritto da: spacevideo
        non sei il solo, ma è inutile esprimere quì
        questo concetto, come te sono in tantissimi a
        pensarla così, solo che ribadire all'infinito un
        concetto a chi non vuol sentire è inutile,
        occorre invece coinvolgere chi ascolta e
        soprattutto chi può agire per reprimere questo
        malcostume, c'è una petizione contro la pirateria
        ti fornisco il link:
        http://www.petizionionline.it/petizione/ca...ia-onE una a favore della pirateria non c'e' ? Cosi' giusto per confrontare i numeri...
        • panda rossa scrive:
          Re: Ma solo io la penso diversamente?
          - Scritto da: krane
          - Scritto da: spacevideo

          non sei il solo, ma è inutile esprimere quì

          questo concetto, come te sono in tantissimi a

          pensarla così, solo che ribadire all'infinito un

          concetto a chi non vuol sentire è inutile,

          occorre invece coinvolgere chi ascolta e

          soprattutto chi può agire per reprimere questo

          malcostume, c'è una petizione contro la
          pirateria

          ti fornisco il link:


          http://www.petizionionline.it/petizione/ca...ia-on

          E una a favore della pirateria non c'e' ? Cosi'
          giusto per confrontare i
          numeri...No, vabbe', contro la pirateria sarebbe politicamente scorretto.Facciamo una petizione contro i prezzi assurdi causati dalla presenza di intermediari parassiti che producono solo un aumento dei prezzi senza offrire alcun servizio richiesto, contro i blocchi regionali, contro la censura delle opere cinematografiche, contro le speculazioni.Come ho gia' detto in un altro thread, io oggi non ho alcuna alternativa al p2p se voglio avere il film Aladdin Disney.
          • krane scrive:
            Re: Ma solo io la penso diversamente?
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: spacevideo


            non sei il solo, ma è inutile esprimere quì


            questo concetto, come te sono in tantissimi a


            pensarla così, solo che ribadire all'infinito


            un concetto a chi non vuol sentire è inutile,


            occorre invece coinvolgere chi ascolta e


            soprattutto chi può agire per reprimere questo


            malcostume, c'è una petizione contro la


            pirateria ti fornisco il link:
            http://www.petizionionline.it/petizione/ca...ia-on

            E una a favore della pirateria non c'e' ? Cosi'

            giusto per confrontare i numeri...
            No, vabbe', contro la pirateria sarebbe
            politicamente scorretto.Si puo' fare in molissime forme:- Liberalizzazione dello scambio di mp3 fino a (tot) qualita'- Liberalizzazione dello scambio di film dopo 1 anno dalla distribuzione sempre in formati di scarsa qualita'.- Legalizzazione dell'erba che ci sta sempre bene.- Depenalizzazione dello scambio di files sotto copyright non a fini di lucro.- Ecc ecc...
            Facciamo una petizione contro i prezzi assurdi
            causati dalla presenza di intermediari parassiti
            che producono solo un aumento dei prezzi senza
            offrire alcun servizio richiesto, contro i
            blocchi regionali, contro la censura delle opere
            cinematografiche, contro le speculazioni.
            Come ho gia' detto in un altro thread, io oggi
            non ho alcuna alternativa al p2p se voglio avere
            il film Aladdin Disney.Pernsa che io ho trovato KindZaZa con sottotitoli gia' innestati prondo da guardare :)
          • Sgabbio scrive:
            Re: Ma solo io la penso diversamente?
            Strano che il film aladin della disney non sia riproposto considerando il sucXXXXX che ottiene un film di animazione della disney.
          • panda rossa scrive:
            Re: Ma solo io la penso diversamente?
            - Scritto da: Sgabbio
            Strano che il film aladin della disney non sia
            riproposto considerando il sucXXXXX che ottiene
            un film di animazione della
            disney.E' una politica di distribuzione della buena vista in italia.Decidono quante copie stampare, quelle distribuiscono, quelle vendono.E il titolo poi quando ha venduto tutto, sparisce.E anche per questo che i titoli disney raramente si trovano sotto i 12.90Magari vendono molto e quindi esaurisce prima degli altri.Inoltre sono titoli sempre attuali e quindi vendono sempre.Di fatto scompaiono da tutti gli scaffali, salvo essere rieditati dopo moltissimo tempo.In ogni caso, cosi' facendo, non hanno alcun diritto di lamentarsi se la gente copia, e i disney sono gli unici dvd in cui non mi sono mai imbattuto nell'odiosissimo ed offensivo "non ruberesti mai un'auto..."
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Ma solo io la penso diversamente?
            - Scritto da: Sgabbio
            Strano che il film aladin della disney non sia
            riproposto considerando il sucXXXXX che ottiene
            un film di animazione della
            disney.Lo fanno apposta in modo da farlo esaurire e poi rieditarlo con qualche stupidaggine che nessuno vuole a prezzo più alto.L'hanno fatto già con altri film, tra tutti Gli Aristogatti, Red & Toby nemiciamici, e se non erro anche Biancaneve e i sette nani e Cenerentola (tra l'altro questi ultimi sono passati di recente in tv pubblica per la prima volta dopo 70 anni).Ma questo fosse niente. In casi come Biancaneve, un gruppo di appassionati aveva offerto alla BVHE gratuitamente la rarissima traccia audio del doppiaggio italiano storico (quello del 1938) da far inserire nell'edizione in blu-ray oltre al doppiaggio del 1972 (che è quello che s'è sentito in VHS, DVD e ovviamente in TV). La BVHE non li ha neanche presi in considerazione. Attualmente l'unico modo per ascoltare quel doppiaggio di Biancaneve è procurarsi le bobine del super8 pirata stampate nel 1971 (ammesso di trovarle ad un prezzo umano -difficile-, ma soprattutto in buone condizioni -molto difficile- e di avere un proiettore super8 per poterlo proiettare). Attenzione però: all'epoca del super8 furono stampate entrambe le versioni di Biancaneve, quella col doppiaggio del 1938 fu editata in 4 bobine da 180 metri l'una. Vedi http://antoniogenna.wordpress.com/2008/03/20/il-museo-di-nunziante-16-la-versione-pirata-super-8-del-classico-disney-biancaneve/Lo stesso discorso varrebbe per gli altri film Disney ridoppiati o comunque censurati o modificati, purtroppo altrettanto difficili da trovare nelle versioni originali.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 10 marzo 2011 23.10-----------------------------------------------------------
        • spacevideo scrive:
          Re: Ma solo io la penso diversamente?
          si c'è e contiene un numero di adesioni non paragonabile, altamente superiore, ma questo non vuol dire niente.
          • krane scrive:
            Re: Ma solo io la penso diversamente?
            - Scritto da: spacevideo
            si c'è e contiene un numero di adesioni non
            paragonabile, altamente superiore, ma questo non
            vuol dire niente.Grazie, era solo statistica.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Ma solo io la penso diversamente?
            il link non funziona a me, un caso ?
          • krane scrive:
            Re: Ma solo io la penso diversamente?
            - Scritto da: Sgabbio
            il link non funziona a me, un caso ?Aveva sbagliato e l'ha ripostato proprio qua sotto corretto, te lo re incollo qui:http://www.petizionionline.it/petizione/campagna-contro-la-pirateria-on-line/3613
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Ma solo io la penso diversamente?
            Quindi, se lo si mettesse ai voti, indovina un po' chi vincerebbe?Se quasi tutti vogliamo sbarazzarci del copyright, e liberalizzare la condivisione, legalizzando una situazione che di fatto c'è già, tu che diritto hai di opporti?
          • spacevideo scrive:
            Re: Ma solo io la penso diversamente?
            non è ai voti, e ci sono regole che funzionano a prescindere dalla maggioranza.Quì ci sono in gioco aspetti commerciali che vanno al di là del pensiero degli utenti, la sostenibilità economica deve essere gestita dalle imprese, il mercato poi risponderà, in quasto caso si è invece fatto che cosa?Si è andati a depredare il prodotto costringendo l'industria a continue difese legali e continue pressioni sui governi.... una vitaccia ...
          • panda rossa scrive:
            Re: Ma solo io la penso diversamente?
            - Scritto da: spacevideo
            Si è andati a depredare il prodotto costringendo
            l'industria a continue difese legali e continue
            pressioni sui governi.... una vitaccia
            ...Non c'e' nessun prodotto!!!Il cinema nasce per essere visto in sala.Poi ad un certo punto la tecnologia ha consentito anche di mettere a punto una filiera per la fruizione in ambito domestico.Oggi la stessa tecnologia ha reso vetusta questa filiera, permettendo la fruizione in ambito domestico senza costi ne' per chi distribuisce ne' per chi fruisce.Ma la sostanza che non cambia e che non cambiera' mai e' che il cinema nasce per essere visto in sala, e ancora oggi lo si vede in sala.La fruizione domestica e' un di piu' che non lede il motivo primario per cui viene fatto il cinema, ma che semplicemente allarga la platea, visto che tutti quanti in un cinema non ci stanno.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Ma solo io la penso diversamente?

            non è ai voti, e ci sono regole che funzionano a
            prescindere dalla
            maggioranza.Vero: e le regole del copyright non funzionano, altrimenti non sareste così nei guai. A prescindere da voi.

            Quì ci sono in gioco aspetti commerciali che
            vanno al di là del pensiero degli utenti, la
            sostenibilità economica deve essere gestita dalle
            impreseLa sostenibilità economica, come giustamente dici tu, va al di là dei nostri pensieri. In altre parole, il pensiero dell'utente è "se fallite, a me che me frega?"
            , il mercato poi risponderàE la risposta è stata il P2P, è megavideo, è rapidshare.
            , in quasto
            caso si è invece fatto che
            cosa?

            Si è andati a depredare il prodotto costringendo
            l'industria a continue difese legali e continue
            pressioni sui governi.... una vitaccia
            ...Una vitaccia che sta per finire, così come finirà l'industria dell'intrattenimento.
      • Joe Tornado scrive:
        Re: Ma solo io la penso diversamente?
        c'è una petizione contro la pirateria
        ti fornisco il
        link:Scrivila tutta ... una petizione contro la pirateria online messa su e firmata da videonoleggiatori, nell'interesse esclusivo di costoro.Tutta acqua che in teoria - perchè in pratica non serve a un c... - viene al vostro mulino, ovvero il registratore di cassa. Il fruitore dell'industria dell'intrattenimento non ci guadagna nulla da tutto ciò !Che poi, basta leggere qualche nome goliardicamente scritto lì sopra da qualche tuo collega per stuzzicarne qualche altro, per comprendere il livello di serietà di questa iniziativa !
      • D&U scrive:
        Re: Ma solo io la penso diversamente?
        - Scritto da: spacevideo
        non sei il solo, ma è inutile esprimere quì
        questo concetto, come te sono in tantissimi a
        pensarla così, solo che ribadire all'infinito unLi conosci solo tu. Anzi frequentano solo il tuo forum :)Ti sei mai chiesto come la pensa il macchinista del treno che prendi per andare da qualche parte?O il pilota dell'aereo su cui voli verso le vacanze?O il tassista che ti ha portato in aeroporto?O il medico che ti cura i denti?O l'infermiera che ti preleva il sangue?O il sacerdote che celebra il tuo matrimonio?O l'impiegato cui dai un documento?O l'insegnante di tuo figlio?SE TUTTI PENSANO CHE UNA COSA NON SIA SBAGLIATA E NON SI TRATTI DI MALCOSTUME, FORSE SBAGLI TU. E COMUNQUE NON SERVE REPRIMERLO, PUOI SOLO CERCARE DI GUADAGNARCI. Invece di affittare film, dato che anche le major non ti vedono di buon occhio, apri un negozio di PC.
      • Lemon scrive:
        Re: Ma solo io la penso diversamente?
        - Scritto da: spacevideo
        non sei il solo, ma è inutile esprimere quì
        questo concetto, come te sono in tantissimi a
        pensarla così, solo che ribadire all'infinito un
        concetto a chi non vuol sentire è inutile,
        occorre invece coinvolgere chi ascolta e
        soprattutto chi può agire per reprimere questo
        malcostume, c'è una petizione contro la pirateria
        ti fornisco il
        link:
        http://www.petizionionline.it/petizione/ca...ia-onScusami spacevideo ma non firmerò la petizione, forse non sono stato chiaro nel mio post e cercherò di spiegarmi meglio.Io sono certo che il download illegale in qualche modo danneggi il business delle varie case musicali, cinematografiche o di produzione ludica, è chiaro che non c'è un collegamento diretto 1 a 1 (una cosa scaricata equivale ad una non venduta) ma non si può neanche essere così ingenui a pensare che il fenomeno faccia addirittura aumentare le vendite e non costituire nessun danno, questo è il mio pensiero che ribadisco.Aggiungo per chi non conoscesse la mia posizione (e se a qualcuno frega aggiungerei!) che io ho sempre sostenuto il boicottaggio "naturale": una cosa costa troppo? non la compro, fine del discorso. Se io mi ostino a non comprare e tanti cavalcassero la mia stessa onda semplicemente i prezzi andrebbero giù. Non sono un economista ma ne sono certo anche di questo: guarda tu dove i prezzi aumentano sempre, dove non si può fare a meno di consumare tipo benzina, case, rca auto e cose di questo tipo. Il punto è che le aziende vogliono massimizzare i profitti, per carità, sacrosanto, solo che io non lavoro per mantenere alto il tenore di vita di uno sconosciuto che non si guadagna i soldi come me, quindi consumo poco o niente di tutto quello che non approvo.La pirateria non la condivido perchè inquina l'economia, non fa capire a chi di dovere fin dove può arrivare con i prezzi, però la petizione che mi segnali è "troppo" orientata a difendere i videonoleggi, servizi che anche senza il p2p andranno a morire presto con le varie offerte di sky, mediaset e chissà quali altre.
        • ziovax scrive:
          Re: Ma solo io la penso diversamente?
          - Scritto da: Lemon
          ma non si può neanche essere così
          ingenui a pensare che il fenomeno faccia
          addirittura aumentare le vendite e non costituire
          nessun danno, questo è il mio pensiero che
          ribadisco.Scusa, non voglio entrare in merito alla tua discussione, né criticare il tuo (per altro condivisibile) pensiero, ma (per la frase quotata) non è così.Lo dimostrano gli immensi guadagni delle persone coinvolte ed il loro assurdo tenore di vita, lo confermano i dati di vendita e lo rafforzano tutte le nuove ed incredibilmente costose produzioni....e, se vuoi credergli, anche numerosi recenti studi.
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: Ma solo io la penso diversamente?
        - Scritto da: spacevideo
        non sei il solo, ma è inutile esprimere quì
        questo concetto, come te sono in tantissimi a
        pensarla così, solo che ribadire all'infinito un
        concetto a chi non vuol sentire è inutile,
        occorre invece coinvolgere chi ascolta e
        soprattutto chi può agire per reprimere questo
        malcostume, c'è una petizione contro la pirateria
        ti fornisco il link:
        http://www.petizionionline.it/petizione/ca...ia-onHai dimenticato la tua firma:[img]http://www.torinobimbi.it/testi/coloriamo/grafica/giullare.jpg[/img]spacevideo ore 11:01 del 9 marzo 2011http://www.videotecheforum.it/index.php?showtopic=27244&view=findpost&p=631652 c'è gente su punto informatico che ritiene un nick valido per una petizione .... vedi un certo Panda Rossa ... ma con gente che ragiona così, che ci vuoi fare?, questi nemmeno si rendono conto che comportandosi così fanno del male all'internet che tanto lodano ... Pensa che c'è gente talmente celebrolesa che ritiene una petizione online con firme virtuali qualcosa di valido legalmente...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 10 marzo 2011 20.44-----------------------------------------------------------
    • spacevideo scrive:
      Re: Ma solo io la penso diversamente?
      rettifico il link:http://www.petizionionline.it/petizione/campagna-contro-la-pirateria-on-line/3613
      • panda rossa scrive:
        Re: Ma solo io la penso diversamente?
        - Scritto da: spacevideo
        rettifico il link:
        http://www.petizionionline.it/petizione/campagna-cSe sottoscrivo come Panda Rossa va bene lo stesso?O fate anche voi come quegli altri del "cacciamo berlusconi" che vogliono solo nomi apparentemente plausibili.
        • spacevideo scrive:
          Re: Ma solo io la penso diversamente?
          già non vale niente sottoscritta a modino, un nick non è considerato proprio (giustamente), anzi quel modo di fare parlo della petizione che stai citando non fa altro che consolidare l'inutilità di internet su questo frangente senza un autenticazione certa dell'utente.Un nick è l'equivalente del signor nessuno.
          • krane scrive:
            Re: Ma solo io la penso diversamente?
            - Scritto da: spacevideo
            già non vale niente sottoscritta a modino, un
            nick non è considerato proprio (giustamente),
            anzi quel modo di fare parlo della petizione che
            stai citando non fa altro che consolidare
            l'inutilità di internet su questo frangente senza
            un autenticazione certa dell'utente.
            Un nick è l'equivalente del signor nessuno.Ma anche fuori da internet ? Hai mai firmato una petizione per strada ? Hanno mai controllato le tue generalita' ? Non firmavi con il nome di un amico ?
          • panda rossa scrive:
            Re: Ma solo io la penso diversamente?
            - Scritto da: spacevideo
            già non vale niente sottoscritta a modino, un
            nick non è considerato proprio (giustamente),Giustamente perche'?Se tu sporgi denuncia contro Panda Rossa del forum di PI, volendo magari lo rintracciano, pero' se lo stesso Panda Rossa firma una petizione allora non va piu' bene?Decidiamoci. Siamo anonimi o non siamo anonimi in rete?
            anzi quel modo di fare parlo della petizione che
            stai citando non fa altro che consolidare
            l'inutilità di internet su questo frangente senza
            un autenticazione certa
            dell'utente.Ribadisco: tu vuoi sapere quanti sono favorevoli alla tua petizione, o hai anche bisogno di sapere i loro nomi, cognomi e indirizzi?
            Un nick è l'equivalente del signor nessuno.Prendo buona nota.Altro buon motivo per abrogare il reato di diffamazione a mezzo internet.
          • krane scrive:
            Re: Ma solo io la penso diversamente?
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: spacevideo

            già non vale niente sottoscritta a modino, un

            nick non è considerato proprio (giustamente),
            Giustamente perche'?
            Se tu sporgi denuncia contro Panda Rossa del
            forum di PI, volendo magari lo rintracciano,
            pero' se lo stesso Panda Rossa firma una
            petizione allora non va piu' bene?
            Decidiamoci.
            Siamo anonimi o non siamo anonimi in rete?

            anzi quel modo di fare parlo della petizione che

            stai citando non fa altro che consolidare

            l'inutilità di internet su questo frangente
            senza

            un autenticazione certa

            dell'utente.

            Ribadisco: tu vuoi sapere quanti sono favorevoli
            alla tua petizione, o hai anche bisogno di sapere
            i loro nomi, cognomi e
            indirizzi?


            Un nick è l'equivalente del signor nessuno.

            Prendo buona nota.
            Altro buon motivo per abrogare il reato di
            diffamazione a mezzo
            internet.Vai: apri la petizione :d
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Ma solo io la penso diversamente?
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: spacevideo


            già non vale niente sottoscritta a modino, un


            nick non è considerato proprio (giustamente),


            Giustamente perche'?

            Se tu sporgi denuncia contro Panda Rossa del

            forum di PI, volendo magari lo rintracciano,

            pero' se lo stesso Panda Rossa firma una

            petizione allora non va piu' bene?


            Decidiamoci.

            Siamo anonimi o non siamo anonimi in rete?



            anzi quel modo di fare parlo della petizione
            che


            stai citando non fa altro che consolidare


            l'inutilità di internet su questo frangente

            senza


            un autenticazione certa


            dell'utente.



            Ribadisco: tu vuoi sapere quanti sono favorevoli

            alla tua petizione, o hai anche bisogno di
            sapere

            i loro nomi, cognomi e

            indirizzi?




            Un nick è l'equivalente del signor nessuno.



            Prendo buona nota.

            Altro buon motivo per abrogare il reato di

            diffamazione a mezzo

            internet.

            Vai: apri la petizione :dIo la firmerò solo quando questa gente, http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3018374&m=3021934#p3021934 , che il T1000 NON ha censurato (al contrario ha censurato le mie risposte), sarà eliminata una volta per tutte dalla faccia della terra.Dare dei "topi di fogna" ai gestori di TPB (che essendo stranieri non potrebbero neanche rispondergli) e non venire neanche toccati dal T1000 è un comportamento indegno.E i MIEI post censurati urlano vendetta.
          • spacevideo scrive:
            Re: Ma solo io la penso diversamente?
            mi interessa il numero, ma deve essere attendibile, quindi è importante il controllo dell'adesione, deve essere una persona riconoscibile.
          • panda rossa scrive:
            Re: Ma solo io la penso diversamente?
            - Scritto da: spacevideo
            mi interessa il numero, ma deve essere
            attendibile, quindi è importante il controllo
            dell'adesione, deve essere una persona
            riconoscibile.Panda rossa e' riconoscibile.Esattamente quanto spacevideo.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Ma solo io la penso diversamente?
            - Scritto da: spacevideo
            mi interessa il numero, ma deve essere
            attendibile, quindi è importante il controllo
            dell'adesione, deve essere una persona
            riconoscibile. COMODO NON RISPONDERE ALLE DOMANDE SCOMODE, VERO? http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3097257&m=3099002#p3099002http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3104681&m=3106258#p3106258A quanto lo noleggi il film Restless? Sempre se ce l'hai, ovviamente, perché potresti non averlo o potrebbe essere fuori.A quanto? Se è una cifra superiore a zero euro, perché mai dovrei venire da te, perdere tempo e soldi per venire a prendere e restituire, e soprattutto per il noleggio, quando posso vederlo GRATIS e pure LEGALMENTE da qui? http://www.film-review.it/filmgratisPerché non fate così per tutti i film?Perché siete degli INGORDI, ecco perché. E perché vi trincerate dietro la SCUSA della pirateria per giustificare l'attività di venditori di ghiaccio quando i frigoriferi (e internet è il frigorifero in questo caso) esistono da tempo.
          • D&U scrive:
            Re: Ma solo io la penso diversamente?

            anzi quel modo di fare parlo della petizione che
            stai citando non fa altro che consolidare
            l'inutilità di internet su questo frangente senza
            un autenticazione certa
            dell'utente.E quindi la petizione a cosa serve?
    • Italiano vero con la chitarra in mano scrive:
      Re: Ma solo io la penso diversamente?
      - Scritto da: Lemon
      Pochi giorni fa sono andato al cinema, raccontato
      ad amici e colleghi quello che ero andato a
      vedere, almeno 3 o 4 mi hanno detto "se me lo
      dicevi te lo passavo io", voglio dire, passo
      quasi da cretino per essere andato al cinema (ci
      vado circa 3-4 volte l'anno) semplicemente per
      passare una serata serena e tranquilla diversa
      dal
      solito.E scommetto sei pure uno di quelli che paga le tasse! buahaha solo gli stupidi pagano le tasse in italia. I furbi non le paganooooooo!
      • spacevideo scrive:
        Re: Ma solo io la penso diversamente?
        allora lasciati dire da uno stupido che le persone che ragionano come te rovinano questo paese.
    • lordream scrive:
      Re: Ma solo io la penso diversamente?
      - Scritto da: Lemon
      Ok che 10000 download "illegali" non equivalgono
      a 10000 acquisti sicuri (che sia gioco film o
      musica), e fin qua ci siamo, ma quello che sembra
      che solo io pensi è che comunque, su 10000
      download "illegali", almeno una persona lo
      avrebbe comprato l'originale se non avesse potuto
      scaricarlo?
      Voglio dire: ok che il download illegale non
      danneggia con proporzione diretta il mercato
      legale, però mi sembra strano se non addirittura
      assurdo che si pensi che non lo danneggi per
      NIENTE, anche una minima percentuale di gente che
      ne approfitta per non comprare ci sarà, quindi un
      danno
      c'è.magari tra quei 10000 ci sta quello che dopo averlo visto o giocato o ascoltato se lo compra.. io sono uno di questi..

      Che poi si faccia tutto quello si vuole, giusto,
      non giusto, nuovi canali ecc ecc, non discuto
      neppure su quello, sto dicendo però che non si
      può far finta che il download illegale non
      influisca per niente sugli
      incassi.direi che li incrementa in maniera notevole

      Pochi giorni fa sono andato al cinema, raccontato
      ad amici e colleghi quello che ero andato a
      vedere, almeno 3 o 4 mi hanno detto "se me lo
      dicevi te lo passavo io", voglio dire, passo
      quasi da cretino per essere andato al cinema (ci
      vado circa 3-4 volte l'anno) semplicemente per
      passare una serata serena e tranquilla diversa
      dal
      solito.non vado al cinema perchè odio la gente e perchè non ci sto nelle poltroncine e non si puo fumare.. mi scarico il film e se mi piace lo comprodimenticavo.. al cinema ci sta lo spot antipirateria che mi sta sulle balle prima di ogni film.. in quello scaricato no-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 09 marzo 2011 18.22-----------------------------------------------------------
      • panda rossa scrive:
        Re: Ma solo io la penso diversamente?
        - Scritto da: lordream
        dimenticavo.. al cinema ci sta lo spot
        antipirateria che mi sta sulle balle prima di
        ogni film.. Non c'e' piu'!Nella sala in cui vado hanno smesso di mandarlo dopo che una volta (mi hanno raccontato), una dozzina di ragazzini in prima fila ha lanciato le lattine di cocacola contro lo schermo quando lo hanno mandato, insozzando tutto il telone. (rotfl)
    • 444 scrive:
      Re: Ma solo io la penso diversamente?
      Ti faccio degli esempi personali.Software.Copiai un gioco per playstation. Diversi anni dopo uscirono i seguiti per playstation 2. Li comprai appena usciti, spendendo in tutto, quindi, più di cento euro. In questo caso un mancato acquisto = un fan in più che può spendere per gadget e seguiti vari.Musica.Consigliato da un amico ho scaricato l'intera discografia di un gruppo. Il genere non mi interessava, ascoltavo poca musica all'epoca, mai avrei speso per un disco di cui non conoscevo l'artista. Ora è tra i miei gruppi preferiti, sono andato diverse volte ai loro concerti, ho comprato loro gadget ufficiali e ho comprato alcuni dei loro dischi per regali vari (creando tra l'altro altri potenziali acquirenti).In questo caso diversi mancati acquisti (tutta la discografia, erano in tutto 8 album) = diverse centinaia di euro in più per loro.FilmHo scaricato un film di cui stava per uscire il seguito al cinema. Ovviamente in questo modo sono andato al cinema, se non avessi scaricato il film non avrei visto il seguito.Per ognuno di questi campi ti ho fatto un singolo esempio (sicuramente devi prendere questi esempi col beneficio del dubbio anche perché non ho scritto nomi, ma da parte mia posso assicurarti, per quanto vale, che è vero) ma in realtà di situazioni analoghe ce ne sono a bizzeffe.Certo ci sono anche situazioni opposte: ho scaricato e non ho dato nulla in cambio. Ma comunque il bilancio è sempre positivo per loro.
      • Lemon scrive:
        Re: Ma solo io la penso diversamente?
        - Scritto da: 444
        Ti faccio degli esempi personali.
        Software.
        Copiai un gioco per playstation. Diversi anni
        dopo uscirono i seguiti per playstation 2. Li
        comprai appena usciti, spendendo in tutto,
        quindi, più di cento euro. In questo caso un
        mancato acquisto = un fan in più che può spendere
        per gadget e seguiti
        vari.
        Musica.
        Consigliato da un amico ho scaricato l'intera
        discografia di un gruppo. Il genere non mi
        interessava, ascoltavo poca musica all'epoca, mai
        avrei speso per un disco di cui non conoscevo
        l'artista. Ora è tra i miei gruppi preferiti,
        sono andato diverse volte ai loro concerti, ho
        comprato loro gadget ufficiali e ho comprato
        alcuni dei loro dischi per regali vari (creando
        tra l'altro altri potenziali
        acquirenti).
        In questo caso diversi mancati acquisti (tutta la
        discografia, erano in tutto 8 album) = diverse
        centinaia di euro in più per
        loro.
        Film
        Ho scaricato un film di cui stava per uscire il
        seguito al cinema. Ovviamente in questo modo sono
        andato al cinema, se non avessi scaricato il film
        non avrei visto il
        seguito.

        Per ognuno di questi campi ti ho fatto un singolo
        esempio (sicuramente devi prendere questi esempi
        col beneficio del dubbio anche perché non ho
        scritto nomi, ma da parte mia posso assicurarti,
        per quanto vale, che è vero) ma in realtà di
        situazioni analoghe ce ne sono a
        bizzeffe.
        Certo ci sono anche situazioni opposte: ho
        scaricato e non ho dato nulla in cambio. Ma
        comunque il bilancio è sempre positivo per
        loro.Io questo l'ho capito e letto diverse volte. Sinceramente penso sia una nicchia di persone che si comportano come te, ma a parte quello che penso io allora ci dovrebbe essere un incremento degli incassi su tutti i settori dell'intrattenimento, cinema giochi ecc. Il punto è che non si saprà mai con certezza.Rimane il fatto che per i giochi ci sono le demo, le canzoni le senti in radio, i film leggi le recensioni... voglio dire, una idea prima di consumare ce la possiamo fare lo stesso, non credi?
        • panda rossa scrive:
          Re: Ma solo io la penso diversamente?
          - Scritto da: Lemon
          Il punto
          è che non si saprà mai con
          certezza.None! Lo si sa con assoluta certezza invece.Loro, quello che piangono miseria, gli incassi che fanno li vedono.Vengono a dirti che perdono miliardi, e tu fesso che ci credi!Non e' vero!Se ci perdessero avrebbero chiuso da un pezzo.E invece il business continua.Sai come si dice a Napoli? Chiagne e fotte!
          • Lemon scrive:
            Re: Ma solo io la penso diversamente?
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Lemon

            Il punto

            è che non si saprà mai con

            certezza.

            None! Lo si sa con assoluta certezza invece.
            Loro, quello che piangono miseria, gli incassi
            che fanno li
            vedono.
            Vengono a dirti che perdono miliardi, e tu fesso
            che ci
            credi!

            Non e' vero!

            Se ci perdessero avrebbero chiuso da un pezzo.
            E invece il business continua.

            Sai come si dice a Napoli? Chiagne e fotte!Il problema è un altro ed è sotto i tuoi occhi: la pirateria fa abbassare la qualità dei prodotti. Krmai, facci caso, le major sfornano pacchetti "funzionanti" nel senso che devono tornare dagli investimenti e farci soldi quindi devono essere cose che piacciono alla massa. Se guardi le ultime grandi uscite al cinema ad esempio, sono tutte cose che giocano su effetti ed azione ma poco su trama e contenuto, adottano cliché vincenti, già collaudati. Chi osa sono le piccole case. La pirateria avvelena il mercato perchè fa perdere il polso della situazione, ovvio, le sale si riempiono per i film con gli attori più in voga, con la starlette di turno, i cd si vendono per le mossette dei ballerini e ste cose qua, tutto il resto si scarica...Se invece nessuno scaricasse e si iniziasse a boicottare quello che non è di nostro gusto o che è troppo caro, tutto si risolverebbe.Io non sto dicendo che le major hanno ragione, io sto dicendo che il modo di protestare è sbagliato. Secondo me ovviamente
          • panda rossa scrive:
            Re: Ma solo io la penso diversamente?
            - Scritto da: Lemon
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Lemon


            Il punto


            è che non si saprà mai con


            certezza.



            None! Lo si sa con assoluta certezza invece.

            Loro, quello che piangono miseria, gli incassi

            che fanno li

            vedono.

            Vengono a dirti che perdono miliardi, e tu fesso

            che ci

            credi!



            Non e' vero!



            Se ci perdessero avrebbero chiuso da un pezzo.

            E invece il business continua.



            Sai come si dice a Napoli? Chiagne e fotte!


            Il problema è un altro ed è sotto i tuoi occhi:
            la pirateria fa abbassare la qualità dei
            prodotti.Che????
            Krmai, facci caso, le major sfornano
            pacchetti "funzionanti" nel senso che devono
            tornare dagli investimenti e farci soldi quindi
            devono essere cose che piacciono alla massa. Se
            guardi le ultime grandi uscite al cinema ad
            esempio, sono tutte cose che giocano su effetti
            ed azione ma poco su trama e contenuto, adottano
            cliché vincenti, già collaudati.Peggiorando ulteriormente la situazione e contribuendo cosi' a far diminuire la cultura generale.
            Chi osa sono le
            piccole case.Che col p2p si fanno conoscere senza spendere un patrimonio in pubblicita'.
            La pirateria avvelena il mercato perchè fa
            perdere il polso della situazione, ovvio, le sale
            si riempiono per i film con gli attori più in
            voga, con la starlette di turno, i cd si vendono
            per le mossette dei ballerini e ste cose qua,
            tutto il resto si
            scarica...Mi pare che sia proprio il contrario invece.In ogni caso le sale sono piene, quindi chi e' che si lamenta e di che cosa?
            Se invece nessuno scaricasse e si iniziasse a
            boicottare quello che non è di nostro gusto o che
            è troppo caro, tutto si
            risolverebbe.Tu mi devi spiegare, anche a costo di fare un disegnino, perche' io sono decisamente idiota, abbi pazienza.Ma se io non compro, che cosa cambia alla major se scarico o non scarico?
            Io non sto dicendo che le major hanno ragione, io
            sto dicendo che il modo di protestare è
            sbagliato. Secondo me
            ovviamenteAllora facciamo un po' come dici tu e un po' come dico io.Nessuno piu' compra, nessuno piu' scarica, ma tutti diciamo che scarichiamo come matti e abbiamo tera e tera di divx scaricati.Oppure Nessuno piu' compra, nessuno piu' dice che scarica, ma scarichiamo a piu' non posso.Mi spieghi la differenza per noi e per le major.
          • Lemon scrive:
            Re: Ma solo io la penso diversamente?


            Tu mi devi spiegare, anche a costo di fare un
            disegnino, perche' io sono decisamente idiota,
            abbi
            pazienza.
            Ti faccio un esempio, per come ragiono io intendiamoci, può darsi che non funzioni così ma io ne sono convinto:- io ho un gruppo musicale, la major acme mi produce nel senso che mi sponsorizza, fa il marketing, dice come devo vestirmi ecc ecc- la major spende 1000 i cd li vende a 1 l'uno, si aspetta di ricavarci 1000 + il più possibile- esce il cd, se lo comprano in 2000 e se lo scaricano in 10000cosa deve pensare la major?secondo te deve pensare "ci ho guadagnato 1000, mi basta, adesso produco un altro cd"secondo me invece pensano "XXXXX miseria, se non c'era la pirateria potevo guadagnare di più, forse non 12000, ma almeno 6000-7000 si"Se poi la gente va ai concerti del gruppo peggio, perchè allora dicono "hai visto che piacciono? bisogna farli pagare tutti quei 10000 scarriconi!"Invece io dico di non scaricare così la major quando produce un gruppo/film/gioco capisce subito se quel prodotto l'ha fatto bene o se l'ha proposto ad un prezzo troppo alto, se abbassa i prezzi e continua a non vendere la smetterà di produrre schifezze, se invece abbassa e vende allora è il prezzo che non andava.Adesso tu mi puoi rispondere che le major non dovrebbero esistere, e va bhè, forse hai anche ragione, ma un minimo di promozione l'ha avuto anche il gruppo/cantante più sfigato, anche quelli che dicono che sono nati da internet qualcuno li ha presi sotto le sue ali protettrici.Io sto solo dicendo "non facciamogli credere quello che non è", non sto dicendo che deve rimanere tutto come adesso, non so se mi spiego.
          • panda rossa scrive:
            Re: Ma solo io la penso diversamente?
            - Scritto da: Lemon



            Tu mi devi spiegare, anche a costo di fare un

            disegnino, perche' io sono decisamente idiota,

            abbi

            pazienza.



            Ti faccio un esempio, per come ragiono io
            intendiamoci, può darsi che non funzioni così ma
            io ne sono
            convinto:

            - io ho un gruppo musicale, la major acme mi
            produce nel senso che mi sponsorizza, fa il
            marketing, dice come devo vestirmi ecc
            ecc
            - la major spende 1000 i cd li vende a 1 l'uno,
            si aspetta di ricavarci 1000 + il più
            possibile
            - esce il cd, se lo comprano in 2000 e se lo
            scaricano in
            10000

            cosa deve pensare la major?Che piacete e che dovete subito fare una turnee'!
            secondo te deve pensare "ci ho guadagnato 1000,
            mi basta, adesso produco un altro cd"Dal vivo!!! Si deve andare a suonare dal vivo!Teatri, piazze, stadi, concerti!
            secondo me invece pensano "XXXXX miseria, se non
            c'era la pirateria potevo guadagnare di più,
            forse non 12000, ma almeno 6000-7000 si"Ecco. Una major cosi' merita di fallire ieri!
            Se poi la gente va ai concerti del gruppo peggio,
            perchè allora dicono "hai visto che piacciono?
            bisogna farli pagare tutti quei 10000
            scarriconi!"Se 10.000 persone non scaricavano la musica, col cavolo che facevate il pieno al concerto!
            Invece io dico di non scaricare così la major
            quando produce un gruppo/film/gioco capisce
            subito se quel prodotto l'ha fatto bene o se l'ha
            proposto ad un prezzo troppo alto, se abbassa i
            prezzi e continua a non vendere la smetterà di
            produrre schifezze, se invece abbassa e vende
            allora è il prezzo che non
            andava.Lasciamo perdere il punto di vista della major che non ci interessa.Parliamo del vostro gruppo.Voi vedete che tutti hanno i vostri brani nell'iPod, che dove suonate fate il pieno, che la gente vi riconosce per strada.Che accidenti vi frega se si sono scaricati il vostro primo single, invece di acquistarlo?
            Adesso tu mi puoi rispondere che le major non
            dovrebbero esistere, e va bhè, forse hai anche
            ragione, ma un minimo di promozione l'ha avuto
            anche il gruppo/cantante più sfigato, anche
            quelli che dicono che sono nati da internet
            qualcuno li ha presi sotto le sue ali
            protettrici.Le major senza artisti non vivono.Gli artisti senza major si'!Chi dei due e' la componente piu' importante?E chi dei due quella inutile?
            Io sto solo dicendo "non facciamogli credere
            quello che non è", non sto dicendo che deve
            rimanere tutto come adesso, non so se mi
            spiego.Secondo il tuo ragionamento, per penalizzare le major, finisci col penalizzare anche gli artisti.
          • alaz scrive:
            Re: Ma solo io la penso diversamente?
            - Scritto da: Lemon
            la pirateria fa abbassare la qualità dei
            prodotti. Krmai, facci caso, le major sfornano
            pacchetti "funzionanti" nel senso che devono
            tornare dagli investimenti e farci soldi quindi
            devono essere cose che piacciono alla massa. Se
            guardi le ultime grandi uscite al cinema ad
            esempio, sono tutte cose che giocano su effetti
            ed azione ma poco su trama e contenuto, adottano
            cliché vincenti, già collaudati. Chi osa sono le
            piccole case.??? ma che stai a ddì!!!!!guarda che le major sono major: fanno prodotti per il grande pubblico, e da quando sono esistite ed è nata l'industria cinematografica si cerca da sempre di vendere al maggior numero di spettatori possibile, con il minimo sforzo sia in termini di investimento economico che di complessità di trama. La trama per la maggior parte dei produttori è un orpello inutile, non la capiscono loro, non la capiscono gli investitori che non vogliono leggersi la sceneggiatura ma capiscono benissimo banali equazioni come +soldi per effetti speciali = +pubblico = +guadagno (sicuro e tanto)i produttori hanno bisogno di sapere che avranno un ritorno dell'investimento, una trama non dà queste certezze, gli effettacci (cioè esplosioni e donne siliconate) sì
            La pirateria avvelena il mercato perchè fa
            perdere il polso della situazione, ovvio, le sale
            si riempiono per i film con gli attori più in
            voga, con la starlette di turno, i cd si vendono
            per le mossette dei ballerini e ste cose qua,
            tutto il resto si
            scarica...mah, io non sono per la pirateria di per sè, ma per sistemi più avanzati di distribuzione, cosa che le major non sono in grado di fare perchè poco evolute (o forse per motivi fisiologici, in fondo devono rispondere a investitori a banche, loro sì incapaci di capire il mercato e in grado di rispondere solo a logiche molto terra-terra di profitto, ormai lontane dall'imprenditoria, vivendo solo nel mondo autoreferenziale della finanza)
          • krane scrive:
            Re: Ma solo io la penso diversamente?
            - Scritto da: alaz
            - Scritto da: Lemon

            la pirateria fa abbassare la qualità dei

            prodotti. Krmai, facci caso, le major sfornano

            pacchetti "funzionanti" nel senso che devono

            tornare dagli investimenti e farci soldi quindi

            devono essere cose che piacciono alla massa. Se

            guardi le ultime grandi uscite al cinema ad

            esempio, sono tutte cose che giocano su effetti

            ed azione ma poco su trama e contenuto, adottano

            cliché vincenti, già collaudati. Chi osa sono le

            piccole case.

            ??? ma che stai a ddì!!!!!

            guarda che le major sono major: fanno prodotti
            per il grande pubblico, e da quando sono esistite
            ed è nata l'industria cinematografica si cerca da
            sempre di vendere al maggior numero di spettatori
            possibile, con il minimo sforzo sia in termini di
            investimento economico che di complessità di
            trama. La trama per la maggior parte dei
            produttori è un orpello inutile, non la capiscono
            loro, non la capiscono gli investitori che non
            vogliono leggersi la sceneggiatura ma capiscono
            benissimo banali equazioni come +soldi per
            effetti speciali = +pubblico = +guadagno (sicuro
            e
            tanto)
            i produttori hanno bisogno di sapere che avranno
            un ritorno dell'investimento, una trama non dà
            queste certezze, gli effettacci (cioè esplosioni
            e donne siliconate)




            La pirateria avvelena il mercato perchè fa

            perdere il polso della situazione, ovvio, le
            sale

            si riempiono per i film con gli attori più in

            voga, con la starlette di turno, i cd si vendono

            per le mossette dei ballerini e ste cose qua,

            tutto il resto si

            scarica...

            mah, io non sono per la pirateria di per sè, ma
            per sistemi più avanzati di distribuzione, cosa
            che le major non sono in grado di fare perchè
            poco evolute (o forse per motivi fisiologici, in
            fondo devono rispondere a investitori a banche,
            loro sì incapaci di capire il mercato e in grado
            di rispondere solo a logiche molto terra-terra di
            profitto, ormai lontane dall'imprenditoria,
            vivendo solo nel mondo autoreferenziale della
            finanza)Se non fosse per la pirateria perche' dovrebbero evolversi ?
          • filoberto scrive:
            Re: Ma solo io la penso diversamente?
            - Scritto da: krane
            Se non fosse per la pirateria perche' dovrebbero
            evolversi
            ?per la concorrenza??STRA-LOL!!! (rotfl)mi faccio ridere da solo per le scemenze che dico!!! :-D
        • 444 scrive:
          Re: Ma solo io la penso diversamente?

          Io questo l'ho capito e letto diverse volte.
          Sinceramente penso sia una nicchia di persone che
          si comportano come te, ma a parte quello che
          penso io allora ci dovrebbe essere un incremento
          degli incassi su tutti i settori
          dell'intrattenimento, cinema giochi ecc. Il punto
          è che non si saprà mai con
          certezza.Sinceramente non conosco nessuno che non spenda nulla in questo genere di cose, se non ragazzini delle superiori (che comunque non hanno un gran budget da spendere in cose simili). Saranno limitate le mie conoscenze, mah... ho i miei dubbi.
          Rimane il fatto che per i giochi ci sono le demo,
          le canzoni le senti in radio, i film leggi le
          recensioni... voglio dire, una idea prima di
          consumare ce la possiamo fare lo stesso, non
          credi?Le demo non coinvolgono e non posso avere una idea di quanto mi coinvolgerà o quanto durerà un gioco. E per i giochi ho trovato pessime recensioni di giochi più che gradevoli e ottime di giochi che mi hanno fatto schifo (e per cui avevo speso soldi).Per le canzoni... non tutte le canzoni passano in radio, ciò che ascolto io non ci passa nemmeno di striscio. Quindi? Inoltre se voglio ascoltare una canzone prima di comprarla non è che posso ascoltarmi tutto il giorno la radio perché la trasmettano... e spesso una canzone per convincermi devo ascoltarla più volte. Insomma no, la radio per me non è abbastanza.Comunque dal tuo commento in generale non sembra che tu abbia capito come mi comporto, oppure lo hai capito e hai fatto una serie di affermazioni in generale.Io scarico. Se apprezzo poi compro... ma compro altro, non quello che ho già scaricato. Ma se non avessi scaricato prima non comprerei dopo.
          • Lemon scrive:
            Re: Ma solo io la penso diversamente?


            Comunque dal tuo commento in generale non sembra
            che tu abbia capito come mi comporto, oppure lo
            hai capito e hai fatto una serie di affermazioni
            in
            generale.
            Io scarico. Se apprezzo poi compro... ma compro
            altro, non quello che ho già scaricato. Ma se non
            avessi scaricato prima non comprerei
            dopo.Credo di aver capito ed hai tutto il mio rispetto, insisto però sul fatto che ci sono diversi modi per avere delle anteprime su quello che "consumi".Ti faccio inoltre notare che:- se provi un gioco fino alla fine non ha più senso comprarlo (ed in effeti mi confermi che non lo fai)- se compri il seguito potrebbe essere che non ti piaccia, vai comunque a fiducia- le radio passano i pezzi più famosi e commerciali, ma le radio web passano di tutto ed anche i siti degli stessi gruppi/cantanti spesso hanno demo- le recensioni dei film io le trovo spesso affidabili- esistono le mediateche dove prendere/ascoltare film e cdVorrei essere chiaro, non sto dicendo che sbagli a fare quello che fai, non sono nessuno per poterlo dire e tanto meno sono un evangelizzatore, volevo solo aggiungere alla discussione questi elementi senza entrare nel tuo caso specifico, e cioè che modi per avere anteprime su quello che si andrà a comprare ci sono solitamente, tutto qua.
          • 444 scrive:
            Re: Ma solo io la penso diversamente?

            Credo di aver capito ed hai tutto il mio
            rispetto, Il rispetto è reciproco ovviamente ;)insisto però sul fatto che ci sono
            diversi modi per avere delle anteprime su quello
            che
            "consumi".Io non voglio anteprime. Ogni tanto scarico per giocare, vedere un film o ascoltare una canzone, non voglio anteprime. Però non vorrei che interpretassi male comunque. Io vado al cinema ogni tanto, compro dischi ogni tanto e compro giochi. Il tutto anche a naso, senza avere anteprime. Solo che non lo faccio sempre.
            Ti faccio inoltre notare che:
            - se provi un gioco fino alla fine non ha più
            senso comprarlo (ed in effetti mi confermi che non
            lo
            fai)Appunto :P
            - se compri il seguito potrebbe essere che non ti
            piaccia, vai comunque a
            fiduciaUna fiducia sulla base di qualcosa, non sul primo che passa. Anche così vedi/compri/ascolti schifezze, ma capita raramente.
            - le radio passano i pezzi più famosi e
            commerciali, ma le radio web passano di tutto ed
            anche i siti degli stessi gruppi/cantanti spesso
            hanno
            demoMa io voglio i dischi. Se mi permettono di scaricare hanno solo da guadagnare perché li pagherò in altro modo, sempre che il loro prodotto valga. Per tutto questo sinceramente non mi sento un fuorilegge (benché tecnicamente lo sia). Se non fosse per il p2p non avrei mai speso un euro in nulla, la musica che ascolto ora la devo solo grazie al p2p. E chi trovo interessante ci guadagna.
            - le recensioni dei film io le trovo spesso
            affidabiliTu le trovi affidabili :P io un po' meno. In ogni caso al cinema ci vado anche abbastanza spesso, generalmente i film che scarico sono quelli vecchi.
            - esistono le mediateche dove prendere/ascoltare
            film e
            cdNon ne conosco ma non è comunque ciò che cerco, mi sembra di essere stato chiaro ;)

            Vorrei essere chiaro, non sto dicendo che sbagli
            a fare quello che fai, non sono nessuno per
            poterlo dire e tanto meno sono un
            evangelizzatore, volevo solo aggiungere alla
            discussione questi elementi senza entrare nel tuo
            caso specifico, e cioè che modi per avere
            anteprime su quello che si andrà a comprare ci
            sono solitamente, tutto
            qua.È lì il problema! non si scarica per avere anteprime, si scarica per avere il prodotto intero. Ma il fatto che la gente scarica non determina un danno per nessuno, anzi spesso determina esattamente il contrario per tutti i motivi già detti e ridetti, non solo da me: pubblicità (io scarico ma l'amico a cui ne parlo compra) mercato di gadget collegato al prodotto, si comprano i seguiti, si vanno a vedere al cinema nuovi film dello stesso regista etc etc etc.Tutto questo vale, secondo me ovviamente, per la maggior parte delle persone. In fondo ti guardi in giro e quasi tutti hanno usufruito/usufruiscono di prodotti piratati, eppure nessuna azienda è mai fallita per la pirateria. :)
          • Lemon scrive:
            Re: Ma solo io la penso diversamente?

            Tutto questo vale, secondo me ovviamente, per la
            maggior parte delle persone. In fondo ti guardi
            in giro e quasi tutti hanno
            usufruito/usufruiscono di prodotti piratati,
            eppure nessuna azienda è mai fallita per la
            pirateria.
            :)Certo, ma secondo me abbassano la qualità dei prodotti per andare a colpo sicuro nelle vendite, più prodotti per masse. A mio avviso la pirateria fa credere alle major che a noi consumatori piacciono delle cose che in realtà non andremmo mai a vedere/ascoltare, tutto qua.adesso vado a letto,saluti
          • 444 scrive:
            Re: Ma solo io la penso diversamente?

            Certo, ma secondo me abbassano la qualità dei
            prodotti per andare a colpo sicuro nelle vendite,
            più prodotti per masse. A mio avviso la pirateria
            fa credere alle major che a noi consumatori
            piacciono delle cose che in realtà non andremmo
            mai a vedere/ascoltare, tutto
            qua.
            adesso vado a letto,
            salutiNo no qui la pensiamo in maniera totalmente diversa. Non è chi pirata che fa peggiorare la qualità dei prodotti, ma chi paga per i prodotti scadenti. È esattamente il contrario!Ti faccio un esempio. Ormai è in voga il genere tuttoeffettispecialienientetrama. Secondo te Hollywood continua a sfornare film di questo genere tutti uguali perché tanta gente li scarica o perché ci sono milioni di persone che PAGANO al cinema per vedere tali XXXXXte (che poi qualche film di questi è anche piacevole eh, ma il termine XXXXXte è per rendere l'idea)? Chiaramente sfornano prodotti scarsi perché la gente paga per prodotti scarsi. Per farti un esempio italiano, secondo te perché ogni anno esce un nuovo "Natale al XXXXX"? Perché hanno notato che la gente se lo scarica... o perché un sacco di gente (ometto un aggettivo poco simpatico) PAGA per vedere film del genere? La pirateria potrebbe avere (ma non ha, purtroppo) l'effetto opposto: un film di me**a "mah al cinema non vado a vedermelo di certo, al massimo me lo scarico", al contrario un bel film di un regista che apprezzo, di un attore che mi piace, con una trama interessante vado a vederlo volentieri anche al cinema. Così sarebbero indotti a fare più film interessanti anziché riproporre la stessa minestra. Purtroppo però la pirateria non ha nemmeno questo effetto...
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Ma solo io la penso diversamente?

            Certo, ma secondo me abbassano la qualità dei
            prodotti per andare a colpo sicuro nelle vendite,
            più prodotti per masse.Esattamente il contrario: se non ci fosse la pirateria, tali prodotti per le masse incasserebbero ancora di più (sono i più piratati). Invece, se le majors perdono soldi, non potranno più produrre schifezze.O tu vuoi pagare per permettere loro di farlo?
            A mio avviso la pirateria
            fa credere alle major che a noi consumatori
            piacciono delle cose che in realtà non andremmo
            mai a vedere/ascoltare, tutto
            qua.Credano quello che vogliono... tanto non incasseranno.
        • ziovax scrive:
          Re: Ma solo io la penso diversamente?
          - Scritto da: Lemon
          Io questo l'ho capito e letto diverse volte.Ma mi pare che ogni volta deve essere ribadito.
          Sinceramente penso sia una nicchia di persone che
          si comportano come te, ti sbagli: in realtà, tutti andiamo al cinema perché conosciamo quel regista od attore, tutti andiamo ai concerti perché conosciamo quella band o ci piace il genere musicale, tutti giochiamo i videogame perché ci piace il genere di gioco o perché sappiamo che il team di sviluppo è una garanzia.La pubblicità è il loro vero punto di forza, l'anomalia è che ci facciano pagare pure questa.
          ma a parte quello che
          penso io allora ci dovrebbe essere un incremento
          degli incassi su tutti i settori
          dell'intrattenimento, cinema giochi ecc. Il punto
          è che non si saprà mai con
          certezza.L'incremento c'è, e mi pare evidente. Anche qui l'anomalia è che vogliono guadagnare sempre di più, oppure gli inutili vogliono continuare a guadagnare senza fare niente, senza apportare nulla di contributivo.
          Rimane il fatto che per i giochi ci sono le demo,che il più delle volte hanno funzionalità così ridotte che non ti fanno capire se il gioco può piacerti o no;
          le canzoni le senti in radio, caso strano, in nessuna radio passano canzoni che sono un mio potenziale acquisto;
          i film leggi le
          recensioni... di un recensore che ha gusti completamente diversi dai miei.
          voglio dire, una idea prima di
          consumare ce la possiamo fare lo stesso, non
          credi?Ce la possiamo fare grazie ad internet.
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: Ma solo io la penso diversamente?
      - Scritto da: Lemon
      Ok che 10000 download "illegali" non equivalgono
      a 10000 acquisti sicuri (che sia gioco film o
      musica), e fin qua ci siamo, ma quello che sembra
      che solo io pensi è che comunque, su 10000
      download "illegali", almeno una persona lo
      avrebbe comprato l'originale se non avesse potuto
      scaricarlo?Anche se chiedi il pizzo a 10000 persone, qualcuno che te lo paga lo trovi. Ma chiedere il pizzo è da criminale.
      Voglio dire: ok che il download illegale non
      danneggia con proporzione diretta il mercato
      legale, però mi sembra strano se non addirittura
      assurdo che si pensi che non lo danneggi per
      NIENTE, anche una minima percentuale di gente che
      ne approfitta per non comprare ci sarà, quindi un
      danno
      c'è.Deve esserci: lo scopo è proprio quello, per scoraggiare questo sistema assurdo di vendita.

      Che poi si faccia tutto quello si vuole, giusto,
      non giusto, nuovi canali ecc ecc, non discuto
      neppure su quello, sto dicendo però che non si
      può far finta che il download illegale non
      influisca per niente sugli
      incassi.Lo scopo finale è proprio quello di portarli a zero.

      Pochi giorni fa sono andato al cinema, raccontato
      ad amici e colleghi quello che ero andato a
      vedere, almeno 3 o 4 mi hanno detto "se me lo
      dicevi te lo passavo io", voglio dire, passo
      quasi da cretino per essere andato al cinema (ci
      vado circa 3-4 volte l'anno) semplicemente per
      passare una serata serena e tranquilla diversa
      dal
      solito.L'unico punto su cui sono d'accordo; infatti, i divx non sostituiscono il cinema (ma sostituiscono il noleggio)
      • Lemon scrive:
        Re: Ma solo io la penso diversamente?


        Anche se chiedi il pizzo a 10000 persone,
        qualcuno che te lo paga lo trovi. Ma chiedere il
        pizzo è da
        criminale.Il punto è che per adesso scaricare illegalmente, come dice il nome stesso, è illegale, quindi il coltello dalla parte del manico non lo ha il "pirata" ma l'etichetta di turno.

        Deve esserci: lo scopo è proprio quello, per
        scoraggiare questo sistema assurdo di
        vendita.
        Un sistema che diventa assurdo da quando c'è internet, prima andava bene a tutti il videonoleggio e i prezzi dei vinili? ok, c'era la cassettina pirata, ma vuoi mettere a sbattersi a fare la copia piuttosto che scaricare da casa tutto quello che si vuole?Io il sistema lo scoraggio nel momento in cui non compro o compro poco, non voglio passare dalla parte del torto con la pirateria, io voglio far capire che a certi prezzi certe cose non le compro/consumo ma questo lo faccio per qualsiasi prodotto, non solo per i "copiabili", facessero tutti come me i prezzi si abbasserebbero subito.

        Lo scopo finale è proprio quello di portarli a
        zero.
        E poi?

        L'unico punto su cui sono d'accordo; infatti, i
        divx non sostituiscono il cinema (ma
        sostituiscono il
        noleggio)E' giusto che ci sia offerta però, non sarà un servizio on-demand però sky secondo me ha contribuito più del p2p per far chiudere parecchi videonoleggi.
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: Ma solo io la penso diversamente?

          Il punto è che per adesso scaricare illegalmente,
          come dice il nome stesso, è illegale, quindi il
          coltello dalla parte del manico non lo ha il
          "pirata" ma l'etichetta di
          turno.Scaricare da rapidshare non è illegale.




          Deve esserci: lo scopo è proprio quello, per

          scoraggiare questo sistema assurdo di

          vendita.



          Un sistema che diventa assurdo da quando c'è
          internet, prima andava bene a tutti il
          videonoleggio e i prezzi dei vinili?Esatto; del resto, una volta andava bene anche viaggiare a cavallo, ora tutti si aspettano di viaggiare in auto.
          ok, c'era la
          cassettina pirata, ma vuoi mettere a sbattersi a
          fare la copia piuttosto che scaricare da casa
          tutto quello che si
          vuole?I tempi sono cambiati.
          Io il sistema lo scoraggio nel momento in cui non
          compro o compro pocoSe scarichi compri zero.
          , non voglio passare dalla
          parte del torto con la pirateria, io voglio far
          capire che a certi prezzi certe cose non le
          compro/consumo ma questo lo faccio per qualsiasi
          prodotto, non solo per i "copiabili", facessero
          tutti come me i prezzi si abbasserebbero
          subito.Che differenza c'è se chi non compra scarica o no? Anzi, se rinunci tu avalli il modo di pensare delle majors: ti comporti come se il bene digitale fosse scarso, e tu dovessi farne a meno per non toglierlo agli altri. Questo modo di pensare è sbagliato.





          Lo scopo finale è proprio quello di portarli a

          zero.



          E poi?E poi avremo i contenuti gratis. E non avremo più le majors a rompere.




          L'unico punto su cui sono d'accordo; infatti, i

          divx non sostituiscono il cinema (ma

          sostituiscono il

          noleggio)

          E' giusto che ci sia offerta però, non sarà un
          servizio on-demand però sky secondo me ha
          contribuito più del p2p per far chiudere parecchi
          videonoleggi.Anche megavideo contribuisce.Sky non è meglio dei noleggiatori.
          • Lemon scrive:
            Re: Ma solo io la penso diversamente?


            Che differenza c'è se chi non compra scarica o
            no? Anzi, se rinunci tu avalli il modo di pensare
            delle majors: ti comporti come se il bene
            digitale fosse scarso, e tu dovessi farne a meno
            per non toglierlo agli altri. Questo modo di
            pensare è
            sbagliato.E' proprio il contrario: tu scaricando fai pensare alle major che quella cosa ti interessa e loro continuano a produrre schifezze, tenere i prezzi alti e rompere le scatole, io invece gli faccio capire che o il prezzo non va bene o il prodotto non va bene.E' il tuo modo di pensare che è sbagliato a mio avviso.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Ma solo io la penso diversamente?

            E' proprio il contrario: tu scaricando fai
            pensare alle major che quella cosa ti interessa e
            loro continuano a produrre schifezzeCosa importa a loro quello che interessa a me, visto che non lo pago?
            , tenere i
            prezzi altiSe tanto non compro da loro, possono mettere il prezzo che vogliono.
          • Lemon scrive:
            Re: Ma solo io la penso diversamente?
            - Scritto da: uno qualsiasi

            E' proprio il contrario: tu scaricando fai

            pensare alle major che quella cosa ti interessa
            e

            loro continuano a produrre schifezze

            Cosa importa a loro quello che interessa a me,
            visto che non lo
            pago?


            , tenere i

            prezzi alti

            Se tanto non compro da loro, possono mettere il
            prezzo che
            vogliono.Va bhè, staremo a vedere, rispetto la tua idea e mi piace pure ma non la trovo percorribile in pratica, vediamo come finirà,saluti
    • embe scrive:
      Re: Ma solo io la penso diversamente?
      - Scritto da: Lemon
      Ok che 10000 download "illegali" non equivalgono
      a 10000 acquisti sicuri (che sia gioco film o
      musica), e fin qua ci siamo, ma quello che sembra
      che solo io pensi è che comunque, su 10000
      download "illegali", almeno una persona lo
      avrebbe comprato l'originale se non avesse potuto
      scaricarlo?Che domanda è? Forse che sì, forse che no...
      Voglio dire: ok che il download illegale non
      danneggia con proporzione diretta il mercato
      legale, però mi sembra strano se non addirittura
      assurdo che si pensi che non lo danneggi per
      NIENTE, anche una minima percentuale di gente che
      ne approfitta per non comprare ci sarà, quindi un
      danno
      c'è.
      Forse che sì, forse che no...ma come fai a quantificarlo? Quantificarlo in maniera scientifica, intendo!
      Che poi si faccia tutto quello si vuole, giusto,
      non giusto, nuovi canali ecc ecc, non discuto
      neppure su quello, sto dicendo però che non si
      può far finta che il download illegale non
      influisca per niente sugli
      incassi.E' un pò come dire che il maltempo non influisce per nulla sul raccolto...

      Pochi giorni fa sono andato al cinema, raccontato
      ad amici e colleghi quello che ero andato a
      vedere, almeno 3 o 4 mi hanno detto "se me lo
      dicevi te lo passavo io", voglio dire, passo
      quasi da cretino per essere andato al cinema (ci
      vado circa 3-4 volte l'anno) semplicemente per
      passare una serata serena e tranquilla diversa
      dal
      solito.Io al cinema ci vado a vedere i film che meritano, e di solito non sono più di 1-2 all'anno! Gli altri o li noleggio o me li passa qualche amico, oppure li vedo in tv (Rai 4 ed Iris offrono una vasta scelta!). Se ai tuoi amici va bene vedere un bootleg di un film di bassa qualità (sia video o audio) buon per loro. Se invece tu preferisci godere di una visione di qualità, nessuno ha il diritto di fartelo pesare, o di farti sentire stupido a non averlo scaricato! Questione di scelte...
      • Lemon scrive:
        Re: Ma solo io la penso diversamente?


        Che domanda è? Forse che sì, forse che no...

        Diciamo pure di si, sarebbe ingenuo pensare il contrario.
        Forse che sì, forse che no...ma come fai a
        quantificarlo? Quantificarlo in maniera
        scientifica,
        intendo!Ma a me non interessa quantificarlo, io sto dicendo che le varie major hanno ragione a lamentarsi della pirateria perchè un qualche danno, anche se minimo, lo hanno, anzi, proprio perchè non si può quantificare rompono le scatole, perchè pensano che ci stanno perdendo un sacco di soldi quando magari ne stanno perdendo pochi. Se invece nessuno scaricasse illegalmente ma semplicemente boicottassero gli acquisti.. ecco che allora si otterrebbe subito il risultato voluto: prezzi più bassi per tutto.

        E' un pò come dire che il maltempo non influisce
        per nulla sul
        raccolto...
        infatti, è proprio quello il punto: l'agricoltore dice che il maltempo gli ha sterminato mezza piantagione ed alza i prezzi, il consumatore dice che il maltempo non ha influito, anzi ha perfino fatto aumentare il raccolto... la verità probabilmente è nel mezzo, più o meno

        Io al cinema ci vado a vedere i film che
        meritano, e di solito non sono più di 1-2
        all'anno! Gli altri o li noleggio o me li passa
        qualche amico, oppure li vedo in tv (Rai 4 ed
        Iris offrono una vasta scelta!). Se ai tuoi amici
        va bene vedere un bootleg di un film di bassa
        qualità (sia video o audio) buon per loro. Se
        invece tu preferisci godere di una visione di
        qualità, nessuno ha il diritto di fartelo pesare,
        o di farti sentire stupido a non averlo
        scaricato! Questione di
        scelte...Io la penso come te, ti dirò anche che non è detto che vada al cinema perchè sono sicuro di vedere un bel film, a volte è solo un modo per passare una serata diversa e si cerca di scegliere il film che bene o male può essere piacevole. Esponevo solo un episodio che personalmente mi ha fatto riflettere: ma cosa è diventata la pirateria? un modo per essere più "furbi" degli altri? voglio dire, quando andavo in discoteca qualche anno fa ci andavo per ballare e stare in mezzo la gente, non può venire uno a dirmi "ma potevo darti io la musica da ascoltare e ballare a casa", ma che vuol dire, lo svago è svago. Di certo, allora come adesso, se la discoteca mi costava 20.000 lire ci andavo una volta piuttosto al mese piuttosto che due, e così è il film o cd o videogioco: mi costa troppo? ne compro meno finchè non mi abbassi i prezzi. fine.
        • panda rossa scrive:
          Re: Ma solo io la penso diversamente?
          - Scritto da: Lemon



          Che domanda è? Forse che sì, forse che no...





          Diciamo pure di si, sarebbe ingenuo pensare il
          contrario.



          Forse che sì, forse che no...ma come fai a

          quantificarlo? Quantificarlo in maniera

          scientifica,

          intendo!

          Ma a me non interessa quantificarlo, io sto
          dicendo che le varie major hanno ragione a
          lamentarsi della pirateria perchè un qualche
          danno, anche se minimo, lo hanno, anzi, proprio
          perchè non si può quantificare rompono le
          scatole, perchè pensano che ci stanno perdendo un
          sacco di soldi quando magari ne stanno perdendo
          pochi. Se invece nessuno scaricasse illegalmente
          ma semplicemente boicottassero gli acquisti..
          ecco che allora si otterrebbe subito il risultato
          voluto: prezzi più bassi per tutto.Il risultato voluto lo si sta ottenendo.I DVD e i CD costano meno di 10 anni fa.E comunque dal punto di vista della major, come viene misurato il numero di chi non acquista e non scarica, e quello di chi non acquista ma scarica?

          E' un pò come dire che il maltempo non influisce

          per nulla sul

          raccolto...



          infatti, è proprio quello il punto: l'agricoltore
          dice che il maltempo gli ha sterminato mezza
          piantagione ed alza i prezzi, il consumatore dice
          che il maltempo non ha influito, anzi ha perfino
          fatto aumentare il raccolto... la verità
          probabilmente è nel mezzo, più o menoLa verita' e' che se reputo il prezzo adeguato, compro.Se non reputo il prezzo adeguato, non compro.Sia se il tempo e' bello sia se e' brutto.

          Io al cinema ci vado a vedere i film che

          meritano, e di solito non sono più di 1-2

          all'anno! Gli altri o li noleggio o me li passa

          qualche amico, oppure li vedo in tv (Rai 4 ed

          Iris offrono una vasta scelta!). Se ai tuoi
          amici

          va bene vedere un bootleg di un film di bassa

          qualità (sia video o audio) buon per loro. Se

          invece tu preferisci godere di una visione di

          qualità, nessuno ha il diritto di fartelo
          pesare,

          o di farti sentire stupido a non averlo

          scaricato! Questione di

          scelte...

          Io la penso come te, ti dirò anche che non è
          detto che vada al cinema perchè sono sicuro di
          vedere un bel film, a volte è solo un modo per
          passare una serata diversa e si cerca di
          scegliere il film che bene o male può essere
          piacevole. E la sala era piena?Se si, di che si lamenta chi si lamenta?
          Esponevo solo un episodio che
          personalmente mi ha fatto riflettere: ma cosa è
          diventata la pirateria? un modo per essere più
          "furbi" degli altri? voglio dire, quando andavo
          in discoteca qualche anno fa ci andavo per
          ballare e stare in mezzo la gente, non può venire
          uno a dirmi "ma potevo darti io la musica da
          ascoltare e ballare a casa", ma che vuol dire, lo
          svago è svago. Di certo, allora come adesso, se
          la discoteca mi costava 20.000 lire ci andavo una
          volta piuttosto al mese piuttosto che due, e così
          è il film o cd o videogioco: mi costa troppo? ne
          compro meno finchè non mi abbassi i prezzi.
          fine.La pirateria non toglie mica spettatori al cinema: le sale sono piene.La pirateria permette di sopperire alle rinunce.Il concetto non e': "se posso scaricarlo evito di comprarlo"Ma: "se posso scaricarlo lo guardo, altrimenti non lo guardo proprio"Il P2P permette di estendere la propria cultura anche visionando opere che altrimenti mai e poi mai si sarebbero potute visionare.E questo allarga la conoscenza, crea nuovi interessi, fa scoprire magari nuovi registi dei quali la prossima volta si andra' a vedere un film in sala.
          • Lemon scrive:
            Re: Ma solo io la penso diversamente?


            Il risultato voluto lo si sta ottenendo.
            I DVD e i CD costano meno di 10 anni fa.
            E comunque dal punto di vista della major, come
            viene misurato il numero di chi non acquista e
            non scarica, e quello di chi non acquista ma
            scarica?
            Io vedo il prezzo uguale o simile da una vita. Le major si lamenteranno sempre finchè qualcuno scaricherà, fossero solo in 5.

            La verita' e' che se reputo il prezzo adeguato,
            compro.
            Se non reputo il prezzo adeguato, non compro.
            Sia se il tempo e' bello sia se e' brutto.
            E' quello che dico anche io
            E la sala era piena?
            Se si, di che si lamenta chi si lamenta?
            A parte il fatto che la sala non era piena, in ogni caso la sala bisogna riemXXXXX diverse volte prima di andare in attivo

            La pirateria non toglie mica spettatori al
            cinema: le sale sono
            piene.Qualcosa toglie e dire il contrario è da ingenui, che poi la major sopravvivano è un altro discorso, anche io se permetti con 50000 euro l'anno ci vivo, ma se il mio potenziale è 60000 perchè rinunciarci?
            La pirateria permette di sopperire alle rinunce.

            Il concetto non e': "se posso scaricarlo evito di
            comprarlo"
            Ma: "se posso scaricarlo lo guardo, altrimenti
            non lo guardo
            proprio"
            e invece io non lo guardo proprio così non gli do soldi e non pensano neppure che avrebbero potuto averli.
            Il P2P permette di estendere la propria cultura
            anche visionando opere che altrimenti mai e poi
            mai si sarebbero potute
            visionare.questa è una fesseria, vai in mediateca e trovi quello che vuoi, e non venirmi a dire che cerchi proprio una cosa così particolare che non c'è neppure in mediateca, non è certo perchè di scarichi quella che le major si lamentano
            E questo allarga la conoscenza, crea nuovi
            interessi, fa scoprire magari nuovi registi dei
            quali la prossima volta si andra' a vedere un
            film in
            sala.si, credici.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Ma solo io la penso diversamente?

            Io vedo il prezzo uguale o simile da una vita. Le
            major si lamenteranno sempre finchè qualcuno
            scaricherà, fossero solo in
            5.Quando, causa pirateria, le majors non esisteranno più, non si lamenteranno più. Semplice.
          • Lemon scrive:
            Re: Ma solo io la penso diversamente?
            - Scritto da: uno qualsiasi

            Io vedo il prezzo uguale o simile da una vita.
            Le

            major si lamenteranno sempre finchè qualcuno

            scaricherà, fossero solo in

            5.

            Quando, causa pirateria, le majors non
            esisteranno più, non si lamenteranno più.
            Semplice.ok, aspettiamo
        • embe scrive:
          Re: Ma solo io la penso diversamente?
          - Scritto da: Lemon



          Che domanda è? Forse che sì, forse che no...





          Diciamo pure di si, sarebbe ingenuo pensare il
          contrario.Mettiamola così: io penso che lo scaricamento abusivo a volte possa creare un circolo, diciamo in un certo senso, virtuoso. Molti miei amici nei tempi in cui vigeva il dominio di Napster scaricavano abbastanza roba, poi negli anni sono diventati foraggiatori assidui delle major! Meglio di così?


          Forse che sì, forse che no...ma come fai a

          quantificarlo? Quantificarlo in maniera

          scientifica,

          intendo!

          Ma a me non interessa quantificarlo, io sto
          dicendo che le varie major hanno ragione a
          lamentarsi della pirateria perchè un qualche
          danno, anche se minimo, lo hanno, anzi, proprio
          perchè non si può quantificare rompono le
          scatole, perchè pensano che ci stanno perdendo un
          sacco di soldi quando magari ne stanno perdendo
          pochi. Se invece nessuno scaricasse illegalmente
          ma semplicemente boicottassero gli acquisti..
          ecco che allora si otterrebbe subito il risultato
          voluto: prezzi più bassi per tutto.
          Se non è possibile quantificare il danno, è quasi come se il danno non ci fosse! Anche perchè non è possibile sapere quanti download non autorizzati corrispondano effettivamente ad acquisti mancati! Considerando poi che non tutti i piratozzi sono solo piratozzi, ma talvolta acquistano anch'essi cd/dvd, la cosa si fa più nebulosa che mai!



          E' un pò come dire che il maltempo non influisce

          per nulla sul

          raccolto...



          infatti, è proprio quello il punto: l'agricoltore
          dice che il maltempo gli ha sterminato mezza
          piantagione ed alza i prezzi, il consumatore dice
          che il maltempo non ha influito, anzi ha perfino
          fatto aumentare il raccolto... la verità
          probabilmente è nel mezzo, più o meno
          Un solo contadino che si ritrova con mezzo raccolto se lo piglia nel qulo, visto che non ha più cosa vendere...diverso è il caso in cui in tutto il mondo si verifica una cattiva annata e l'offerta è quindi scarsa...va da sè che il prezzo aumenta. Le dinamiche di questo mercato sono chiare, dirette, lapalissiane! Il mercato dei cd/dvd/videogames è fatto di prezzi perlopiù allineati, quasi un cartello dei prezzi! Se abbassassero i prezzi, magari...




          Io al cinema ci vado a vedere i film che

          meritano, e di solito non sono più di 1-2

          all'anno! Gli altri o li noleggio o me li passa

          qualche amico, oppure li vedo in tv (Rai 4 ed

          Iris offrono una vasta scelta!). Se ai tuoi
          amici

          va bene vedere un bootleg di un film di bassa

          qualità (sia video o audio) buon per loro. Se

          invece tu preferisci godere di una visione di

          qualità, nessuno ha il diritto di fartelo
          pesare,

          o di farti sentire stupido a non averlo

          scaricato! Questione di

          scelte...

          Io la penso come te, ti dirò anche che non è
          detto che vada al cinema perchè sono sicuro di
          vedere un bel film, a volte è solo un modo per
          passare una serata diversa e si cerca di
          scegliere il film che bene o male può essere
          piacevole. Esponevo solo un episodio che
          personalmente mi ha fatto riflettere: ma cosa è
          diventata la pirateria? un modo per essere più
          "furbi" degli altri? voglio dire, quando andavo
          in discoteca qualche anno fa ci andavo per
          ballare e stare in mezzo la gente, non può venire
          uno a dirmi "ma potevo darti io la musica da
          ascoltare e ballare a casa", ma che vuol dire, lo
          svago è svago. Di certo, allora come adesso, se
          la discoteca mi costava 20.000 lire ci andavo una
          volta piuttosto al mese piuttosto che due, e così
          è il film o cd o videogioco: mi costa troppo? ne
          compro meno finchè non mi abbassi i prezzi.
          fine.Il tuo discorso fila, e lo condivido. Però io sono anche un sostenitore assiduo del "try before you buy": un tempo film e musica si dovevano "acquistare" a scatola chiusa, talvolta prendendo cantonate incredibili! Adesso le cose sono cambiate in maniera radicale. Bisogna solo rendersi conto di non abusare troppo di questa opportunità, altrimenti si degenera in maniera eccessiva (da un lato la durata del copyright quasi infinita, dall'altra lo scarricone con l'adsl da 20 mega e NAS da svariati tera con materiale che nemmeno riuscirà mai a sentire/vedere/giocare!)
          • Lemon scrive:
            Re: Ma solo io la penso diversamente?

            Il tuo discorso fila, e lo condivido. Però io
            sono anche un sostenitore assiduo del "try before
            you buy": un tempo film e musica si dovevano
            "acquistare" a scatola chiusa, talvolta prendendo
            cantonate incredibili! Adesso le cose sono
            cambiate in maniera radicale. Bisogna solo
            rendersi conto di non abusare troppo di questa
            opportunità, altrimenti si degenera in maniera
            eccessiva (da un lato la durata del copyright
            quasi infinita, dall'altra lo scarricone con
            l'adsl da 20 mega e NAS da svariati tera con
            materiale che nemmeno riuscirà mai a
            sentire/vedere/giocare!)Diciamo che la mia paura è che finchè si scarica (a torto o a ragione non importa) le major avranno la scusa per mettere drm, rootkit, alzare i prezzi ecc ecc. Un pò come quando c'è una manifestazione pacifica e si inseriscono quelli che spaccano tutto, si perde un pò il messaggio per concentrarsi sui vandali. Magari i vandali agiscono per protesta ed avranno le loro ragioni, ma passando dalla parte del "torto" inquinano il corteo.E' per rendere l'idea, non è un parallelo.Comunque vedremo come finirà sta storia ,in bocca al lupo a tutti
          • krane scrive:
            Re: Ma solo io la penso diversamente?
            - Scritto da: Lemon

            Il tuo discorso fila, e lo condivido. Però io

            sono anche un sostenitore assiduo del "try
            before

            you buy": un tempo film e musica si dovevano

            "acquistare" a scatola chiusa, talvolta
            prendendo

            cantonate incredibili! Adesso le cose sono

            cambiate in maniera radicale. Bisogna solo

            rendersi conto di non abusare troppo di questa

            opportunità, altrimenti si degenera in maniera

            eccessiva (da un lato la durata del copyright

            quasi infinita, dall'altra lo scarricone con

            l'adsl da 20 mega e NAS da svariati tera con

            materiale che nemmeno riuscirà mai a

            sentire/vedere/giocare!)

            Diciamo che la mia paura è che finchè si scarica
            (a torto o a ragione non importa) le major
            avranno la scusa per mettere drm, rootkit, alzare
            i prezzi ecc ecc.

            Un pò come quando c'è una manifestazione pacifica
            e si inseriscono quelli che spaccano tutto, si
            perde un pò il messaggio per concentrarsi sui
            vandali. Magari i vandali agiscono per protesta
            ed avranno le loro ragioni, ma passando dalla
            parte del "torto" inquinano il corteo.Ma qualcuno si e' fermato a riflettere sul fatto che 10 manifestazioni precedenti sono state bellamente ignorate da media ed istituzione proprio perche' erano state manifestazioni pacifiche ?
            E' per rendere l'idea, non è un parallelo.
            Comunque vedremo come finirà sta storia ,in bocca
            al lupo a tutti
  • crsn scrive:
    "SOLO" ?
    "SOLO" il 30%?a me sembra un ottimo risultato.
    • asd scrive:
      Re: "SOLO" ?
      - Scritto da: crsn
      "SOLO" il 30%?

      a me sembra un ottimo risultato.che poi sono più di 1 milione!
    • vuoto scrive:
      Re: "SOLO" ?
      eh appunto pare anche a me sia un ottimo risultato. Non dimentichiamoci che una copia pirata installata sul pc di una persona che comunque non avrebbe comprato il gioco non e' mancato guadagno ma pubblicità/word of mouth gratuita.D'altra parte si continua a ragionare in termini di guadagni ma e' ovvio che ai grandi giocatori frega innanzitutto avere il controllo dei canali di distribuzione. Una volta ottenuti quelli i guadagni sono automatici visto che controllando la distribuzione controllano anche la concorrenza. Siamo noialtri poco furbi, visto che continuano a controbattere con ragionamenti sensati alla loro propaganda.Io sono contro i brevetti banali, pro copyright, contro la pirateria (quella a scopo di lucro, inclusi gli editori che non pagano gli autori) e bla bla bla. Ma prima di tutto viene il principio della proporzione tra danno arrecato e pena comminata, e ancora prima e' il cittadino che deve decidere con le leggi ordinarie che pena comminare, non i burocrati di entità sovranazionali o governi che vanno avanti a leggi di emergenza dopo essere stati a cene e cenette con i lobbisti. La libertà di votare un burattino è una presa per i fondelli.
      • ziovax scrive:
        Re: "SOLO" ?
        - Scritto da: vuoto
        Ma prima di tutto viene il principio
        della proporzione tra danno arrecato e pena
        comminata, e ancora prima e' il cittadino che
        deve decidere con le leggi ordinarie che pena
        comminare, non i burocrati di entità
        sovranazionali o governi che vanno avanti a leggi
        di emergenza dopo essere stati a cene e cenette
        con i lobbisti. Questa te la straquoto.
    • ziovax scrive:
      Re: "SOLO" ?
      - Scritto da: crsn
      "SOLO" il 30%?

      a me sembra un ottimo risultato."SOLO", per l'appunto, può dirlo solo chi non è in grado di elaborare un modo diverso dall' "inscatolare un pezzo di plastica con inciso il software e venderlo sullo scaffale del negozio a XX euro".Per questi è sempre il 100%, l'unico risultato possibile.
  • Talking Head scrive:
    I numeri non sembrano però...
    ... essere compresi a pieno da Mauro.Intanto il 30% degli "utenti" è calcolato sul numero di persone che si sono registrate. Il 70% non ha scaricato illegalemnte il gioco, molti (me) si sono solo registrati, hanno provato la demo e non hanno trovato il gioco di loro gusto. Il fatto che il 30% di quelli che lo provano comprano il gioco mi sembra un ottimo risultato commerciale.Ma il discorso è più ampio.Il fatto che il 30% degli utenti compri Minecraft è ESATTAMENTE quello che vuol dire Persson. Conosci Minecraft? Probabilmente sì. E il motivo è proprio che era possibile scaricarlo gratuitamente. Se non fosse stato così, se fosse nato a pagamento, da un'industria Indie senza pubblicità, sarebbe semplicemente sparito. Chi offre 20$ per un gioco a basso budget senza provarlo?E quel 70% di persone in più, come dice Persson, NON sono persone che avrebbero comprato altrimenti il gioco, se non fosse stato disponibile gratuitamente. Minecraft ha 1500000 persone che hanno pagato. Vendere un milione e mezzo di copie (per un totale di 30 milioni di dollari) per un gioco Indie è un numero altissimo. Se anche (e non è così) 3.5 milioni di persone ci giocassero gratis, non toglierebbero un euro ai creatori. Con il loro giocare fanno pubblicità gratuita ai loro amici. Con il loro giocare si convincono che magari possono comprare il gioco.
    • xxx scrive:
      Re: I numeri non sembrano però...
      Quoto. non sono esperto di marketing, ma credo che oggi si guadagni di piu' con i giochi "gratuiti". Chi non ha mai giocato a Ogame/Travian o simili? è vero sono gratis...ma per avere mille plus si deve pagare...e di gente che paga ce n'è veramente tanta.
    • Basco scrive:
      Re: I numeri non sembrano però...

      E quel 70% di persone in più, come dice Persson,
      NON sono persone che avrebbero comprato
      altrimenti il gioco, se non fosse stato
      disponibile gratuitamente. Minecraft ha 1500000
      persone che hanno pagato. Vendere un milione e
      mezzo di copie (per un totale di 30 milioni di
      dollari) per un gioco Indie è un numero
      altissimo. Se anche (e non è così) 3.5 milioni di
      persone ci giocassero gratis, non toglierebbero
      un euro ai creatori. Con il loro giocare fanno
      pubblicità gratuita ai loro amici. Con il loro
      giocare si convincono che magari possono comprare
      il
      gioco.L'AppStore è pieno di applicazioni a bassissimo budjet che però generano utili per gli sviluppatori.Nel giro di pochi anni attraverso quello strumento, gli sviluppatori hanno guadagnato 2 miliardi di dollari... senza pagare un euro di pubblicità e distribuzione.
      • ruppolo scrive:
        Re: I numeri non sembrano però...
        - Scritto da: Basco

        E quel 70% di persone in più, come dice Persson,

        NON sono persone che avrebbero comprato

        altrimenti il gioco, se non fosse stato

        disponibile gratuitamente. Minecraft ha 1500000

        persone che hanno pagato. Vendere un milione e

        mezzo di copie (per un totale di 30 milioni di

        dollari) per un gioco Indie è un numero

        altissimo. Se anche (e non è così) 3.5 milioni
        di

        persone ci giocassero gratis, non toglierebbero

        un euro ai creatori. Con il loro giocare fanno

        pubblicità gratuita ai loro amici. Con il loro

        giocare si convincono che magari possono
        comprare

        il

        gioco.
        L'AppStore è pieno di applicazioni a bassissimo
        budjet che però generano utili per gli
        sviluppatori.
        Nel giro di pochi anni attraverso quello
        strumento, gli sviluppatori hanno guadagnato 2
        miliardi di dollari... senza pagare un euro di
        pubblicità e
        distribuzione.Infatti quella è la strada: prezzo estremamente basso, facilità di acquisto e installazione, e lotta alla pirateria. Un mix democratico e leale.
        • 01234 scrive:
          Re: I numeri non sembrano però...
          se per pirateria intendi la rivendita non autorizzata a seguito di copia sono d'accordo con te (e già mi sento strano :-D )dove non c'è lucro, per me niente da dire...
          • krane scrive:
            Re: I numeri non sembrano però...
            - Scritto da: 01234
            se per pirateria intendi la rivendita non
            autorizzata a seguito di copia sono d'accordo con
            te (e già mi sento strano :-D )
            dove non c'è lucro, per me niente da dire...Ma anche infrangere la licenza come fa apple store e' pirateria.
      • b100w11 scrive:
        Re: I numeri non sembrano però...
        il 30% in tasca ad Apple non mi sembra proprio non aver pagato nulla per la distribuzione...Saranno punti di vista. ;-)
        • Francesco_Holy87 scrive:
          Re: I numeri non sembrano però...
          I 100 annui non li metti?
          • MeX scrive:
            Re: I numeri non sembrano però...
            eh si Rovio sta facendo colletta per pagare i 100 all'anno
          • Francesco_Holy87 scrive:
            Re: I numeri non sembrano però...
            Non tutti hanno il sucXXXXX e il guadagno di Rovio
          • ruppolo scrive:
            Re: I numeri non sembrano però...
            - Scritto da: Francesco_Holy87
            Non tutti hanno il sucXXXXX e il guadagno di RovioMa l'ordine di grandezza delle cifre in gioco, lo noti o te lo dobbiamo far notare noi?
          • Francesco_Holy87 scrive:
            Re: I numeri non sembrano però...
            Ma se volessi fare un'applicazione a pagamento, me ne strafregherei di quella cifra. Se io invece volessi fare qualche applicazione amatoriale o a scopo di ricerca rendendola gratuita, perchè devo pagare? È questo il problema della tassa annuale.
          • panda rossa scrive:
            Re: I numeri non sembrano però...
            - Scritto da: Francesco_Holy87
            Ma se volessi fare un'applicazione a pagamento,
            me ne strafregherei di quella cifra. Se io invece
            volessi fare qualche applicazione amatoriale o a
            scopo di ricerca rendendola gratuita, perchè devo
            pagare? È questo il problema della tassa
            annuale.Un modo come un altro per scoraggiare quelli che vogliono fare applicazioni gratuite, cosi' l'utente macaco si convince che le app vanno sempre pagate.
          • Sgabbio scrive:
            Re: I numeri non sembrano però...
            E' una delle tante critiche fatte all'app store.Le strategie apportate puntano alla totale sparizione del freeware nel loro mercatino.Se vedi app gratuite, molto spesso sono versioni limitare di applicazioni che si pagano o peggio sono finte applicazioni che per farti fare alcune cose in più ti fanno pagare delle estensioni....Le uniche app che sono totalmente gratis se fare strani "strusci" sono quelli sviluppate da grossi servizi web che ricavano denaro altrove.
          • ruppolo scrive:
            Re: I numeri non sembrano però...
            - Scritto da: Francesco_Holy87
            I 100 annui non li metti?Che poi sono 79. Eh si, una bella somma. Immagino che sia d'uopo aprire un conto affidato, con l'ipoteca della casa a garanzia.
          • Sgabbio scrive:
            Re: I numeri non sembrano però...
            sei ridicolo come al solito...
          • panda rossa scrive:
            Re: I numeri non sembrano però...
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: Francesco_Holy87

            I 100 annui non li metti?

            Che poi sono 79. Eh si, una bella somma. Immagino
            che sia d'uopo aprire un conto affidato, con
            l'ipoteca della casa a
            garanzia.Posso chiedere a te un finanziamento a fondo perduto?In fondo e' per una buona causa: mettere a disposizione app gratuite su iTunes.In cambio metto il tuo nome nei ringraziamenti.Ci stai?
          • lordream scrive:
            Re: I numeri non sembrano però...
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: Francesco_Holy87

            I 100 annui non li metti?

            Che poi sono 79. Eh si, una bella somma. Immagino
            che sia d'uopo aprire un conto affidato, con
            l'ipoteca della casa a
            garanzia.piu l'acquisto di un mac e di un iphone.. guai se lo vuoi fare anche per ipod e ipad che ti devi comprare anche quelli.. che poi bisognerà fare come fai tu.. comprare a rate sperando che la app venga accettata altrimenti fare il consulente informatico apple.. sigh
          • lordream scrive:
            Re: I numeri non sembrano però...
            - Scritto da: Francesco_Holy87
            I 100 annui non li metti?e l'acquisto del mac?
      • Sgabbio scrive:
        Re: I numeri non sembrano però...
        Pagano soldi ad apple per la permanenza nel appstore e il 30 percendo del guadango se l'ha intesca la apple....come vedi di spese c'è ne stanno :D
    • yoko poco ma yoko scrive:
      Re: I numeri non sembrano però...
      Quoto in toto. Con buona pace di chi non vuol capire. Aggiungo che poi la "pirateria" non sussiste potendo semplicemente rilasciare il gioco come gratuito e offrendo dei contenuti premium a pagamento che, senza creare un gap di giocabilità che mortifichi l'utente free, possa offrire un certo grado di facilitazioni (per progamers e/o pigri) o semplici "abbellimenti" (per gli entusiast) a chi li desidera.Il che diventa anche una forma di remunerazione che l'utente soddisfatto e fidelizzato da alla casa anche a titolo di gratificazione per il lavoro svolto.Oltre ai già citati Ogame o Travian e molti altri wegames ci sono anche altri titoli, di genere più ortodosso, che han dato ottime soddisfazioni a piccole case produttrici sfruttando questo modello di business.esempi lampanti:bello e molto particolare mix di rts & fps della californiana S2:http://www.savage2.com/en/download.phpdove si può acquistare un account pro che permette la visualizzazione dei replay, la fondazione di clan etc.mmorpg votato al pvp spinto realm vs realm dalla argentina ngd:http://www.regnumonlinegame.com/si possono acquistare modifiche estetiche al proprio personaggio, cavalcature di varie fogge, possibilità di personaggi extra oltre il 3°,boot di xp per crescere più velocemente etc. (entrambi multipiattaforma e disponibili anche per linux)
      • Sgabbio scrive:
        Re: I numeri non sembrano però...
        ci sono anche case coreane che hanno un medello simile, anche se devo dire che farti pagare per cose banali, mi sembra una mezza scemata (tipo costumi per personalizzare il personaggio et robe simili).
        • Funz scrive:
          Re: I numeri non sembrano però...
          - Scritto da: Sgabbio
          ci sono anche case coreane che hanno un medello
          simile, anche se devo dire che farti pagare per
          cose banali, mi sembra una mezza scemata (tipo
          costumi per personalizzare il personaggio et robe
          simili).Quoto, d'altronde ognuno spende i suoi soldi come gli pare.Come diceva il grande filosofo Hobbes, "uno sciocco e il suo denaro si separano facilmente" :p
  • panda rossa scrive:
    Il re nudo!
    Ci voleva qualcuno che si e' accorto che siamo nel XXI secolo a dire che non solo il re e' nudo, ma che sarebbe ora di finirla con questa vetusta monarchia.Mi aspetto da questo signore anche una bella parola sui prezzi da adeguare, e poi siamo a posto.
    • ruppolo scrive:
      Re: Il re nudo!
      Codice Penale, è la risposta giusta. Visto che hanno deciso che i bambini non vanno puniti con la cinghia, allora devono essere puniti da grandi. E imparare come si vive nel mondo.
      • panda rossa scrive:
        Re: Il re nudo!
        - Scritto da: ruppolo
        Codice Penale, è la risposta giusta. Visto che
        hanno deciso che i bambini non vanno puniti con
        la cinghia, allora devono essere puniti da
        grandi. E imparare come si vive nel
        mondo.A te come ti punivano da piccolo?
        • lontra scrive:
          Re: Il re nudo!
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: ruppolo

          Codice Penale, è la risposta giusta. Visto che

          hanno deciso che i bambini non vanno puniti con

          la cinghia, allora devono essere puniti da

          grandi. E imparare come si vive nel

          mondo.

          A te come ti punivano da piccolo?Io non voglio saperlo,già l'inverno si sta allungando...
        • krane scrive:
          Re: Il re nudo!
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: ruppolo

          Codice Penale, è la risposta giusta. Visto che

          hanno deciso che i bambini non vanno puniti con

          la cinghia, allora devono essere puniti da

          grandi. E imparare come si vive nel mondo.
          A te come ti punivano da piccolo?Secondo me...Ipotizzo: colpito forte forte con grandi pietre sulla testa piu' e piu' volte al di'.
        • ciccio quanta ciccia scrive:
          Re: Il re nudo!
          Hanno punito noi lasciandolo crescere! :-)
        • ruppolo scrive:
          Re: Il re nudo!
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: ruppolo

          Codice Penale, è la risposta giusta. Visto che

          hanno deciso che i bambini non vanno puniti con

          la cinghia, allora devono essere puniti da

          grandi. E imparare come si vive nel

          mondo.

          A te come ti punivano da piccolo?Col battipanni.
          • linuxpowerr rrr scrive:
            Re: Il re nudo!
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: ruppolo


            Codice Penale, è la risposta giusta. Visto che


            hanno deciso che i bambini non vanno puniti
            con


            la cinghia, allora devono essere puniti da


            grandi. E imparare come si vive nel


            mondo.



            A te come ti punivano da piccolo?

            Col battipanni.iBattipanni ?
          • ruppolo scrive:
            Re: Il re nudo!
            - Scritto da: linuxpowerr rrr
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: panda rossa


            - Scritto da: ruppolo



            Codice Penale, è la risposta giusta. Visto
            che



            hanno deciso che i bambini non vanno puniti

            con



            la cinghia, allora devono essere puniti da



            grandi. E imparare come si vive nel



            mondo.





            A te come ti punivano da piccolo?



            Col battipanni.

            iBattipanni ?Eh, di certo all'epoca lo avrei preferito, ma oggi sono contento di averlo ricevuto in versione analogica.
          • 01234 scrive:
            Re: Il re nudo!
            ordine e disciplina eh? :-|intelligenza però....N.P.
        • lordream scrive:
          Re: Il re nudo!
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: ruppolo

          Codice Penale, è la risposta giusta. Visto che

          hanno deciso che i bambini non vanno puniti con

          la cinghia, allora devono essere puniti da

          grandi. E imparare come si vive nel

          mondo.

          A te come ti punivano da piccolo?lo mandavano dal parroco
        • yogavidya scrive:
          Re: Il re nudo!
          Penso malamente: non mi interessa alimentare la discussione su una persona che si comporta come un troll, ma non posso fare a meno di notare il rancore che esprime in ogni post: chiaro che viene da ben altra parte, e che c'è un serio problema di consapevolezza.
          • panda rossa scrive:
            Re: Il re nudo!
            - Scritto da: yogavidya
            Penso malamente: non mi interessa alimentare la
            discussione su una persona che si comporta come
            un troll, ma non posso fare a meno di notare il
            rancore che esprime in ogni post: chiaro che
            viene da ben altra parte, e che c'è un serio
            problema di
            consapevolezza.Vero, ma e' un troll innocuo.Lo facciamo per il suo bene: se lo teniamo qui a parlare di apple, non va in giro a combinare sciocchezze.
          • yogavidya scrive:
            Re: Il re nudo!
            Siete tanto buoni! ;-)
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: Il re nudo!
        - Scritto da: ruppolo
        Codice Penale, è la risposta giusta. Visto che
        hanno deciso che i bambini non vanno puniti con
        la cinghia, allora devono essere puniti da
        grandi.Così possono rispondere, e punire te dieci volte di più.
        E imparare come si vive nel
        mondo.Si vive senza dare soldi ai truffatori,
        • ruppolo scrive:
          Re: Il re nudo!
          - Scritto da: uno qualsiasi
          - Scritto da: ruppolo

          Codice Penale, è la risposta giusta. Visto che

          hanno deciso che i bambini non vanno puniti con

          la cinghia, allora devono essere puniti da

          grandi.

          Così possono rispondere, e punire te dieci volte
          di
          più.


          E imparare come si vive nel

          mondo.

          Si vive senza dare soldi ai truffatori,Buttiamo il bambino con l'acqua sXXXXX?Se gli intermediari sono dei truffatori, non è una buona ragione per colpire gli autori.
          • krane scrive:
            Re: Il re nudo!
            - Scritto da: ruppolo
            Se gli intermediari sono dei truffatori, non
            è una buona ragione per colpire gli autori.Ma in che misura colpisci gli autori se si e' reso evidente in diverse occasioni che i soldi agli autori non arrivano a causa dei suddetti truffatori ???
          • lordream scrive:
            Re: Il re nudo!
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: ruppolo


            Se gli intermediari sono dei truffatori, non

            è una buona ragione per colpire gli autori.

            Ma in che misura colpisci gli autori se si e'
            reso evidente in diverse occasioni che i soldi
            agli autori non arrivano a causa dei suddetti
            truffatori
            ???lol.. ruppolo non ha ancora capito (e su questo nessuno ha dubbi vista l'incapacità di articolare pensieri complessi) che non ci perdono gli autori ma solo le majors..
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Il re nudo!

            Buttiamo il bambino con l'acqua sXXXXX?http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2943671&m=2943953#p2943953Non saprei risponderti meglio.
          • lordream scrive:
            Re: Il re nudo!
            - Scritto da: uno qualsiasi

            Buttiamo il bambino con l'acqua sXXXXX?

            http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2943671&m=294

            Non saprei risponderti meglio.dagli tempo che deve cercare sta rupe su google
          • panda rossa scrive:
            Re: Il re nudo!
            - Scritto da: lordream
            - Scritto da: uno qualsiasi


            Buttiamo il bambino con l'acqua sXXXXX?




            http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2943671&m=294



            Non saprei risponderti meglio.

            dagli tempo che deve cercare sta rupe su googlegoogle? Non c'e' un'app?
          • lordream scrive:
            Re: Il re nudo!
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: lordream

            - Scritto da: uno qualsiasi



            Buttiamo il bambino con l'acqua sXXXXX?








            http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2943671&m=294





            Non saprei risponderti meglio.



            dagli tempo che deve cercare sta rupe su google

            google? Non c'e' un'app?SPARTAN1) lancio del bambino ad effetto2) lancio del bambino di precisione3) lancio del bambino con esplosioneetc etcbella idea per un'app ^^
          • 01234 scrive:
            Re: Il re nudo!
            il 60% dei soci siae non riesce nemmeno a coprire la tassa di iscrizione (fonte: Assumma, ex predidente)ma di che vai cianciando, ruppolino?
      • ThEnOra scrive:
        Re: Il re nudo!
        - Scritto da: ruppolo
        Codice Penale, è la risposta giusta. Visto che
        hanno deciso che i bambini non vanno puniti con
        la cinghia, allora devono essere puniti da
        grandi. E imparare come si vive nel
        mondo.Sottoscrivo!
      • D&U scrive:
        Re: Il re nudo!
        - Scritto da: ruppolo
        Codice Penale, è la risposta giusta. Visto che
        hanno deciso che i bambini non vanno puniti con
        la cinghia, allora devono essere puniti da
        grandi. E imparare come si vive nel
        mondo.Codice penale, giusto.Per chi chiede leggi immonde, limitazioni e altro.
      • Lord Kap scrive:
        Re: Il re nudo!
        - Scritto da: ruppolo
        Codice Penale, è la risposta giusta. Visto che
        hanno deciso che i bambini non vanno puniti con
        la cinghia, allora devono essere puniti da
        grandi. E imparare come si vive nel
        mondo.Ruppolo, [yt]droQtlwUfYs[/yt]...-- Saluti, Kap
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Il re nudo!
      contenuto non disponibile
      • panda rossa scrive:
        Re: Il re nudo!
        - Scritto da: unaDuraLezione
        - Scritto da: panda rossa


        Mi aspetto da questo signore anche una bella

        parola sui prezzi da adeguare, e poi siamo a

        posto.

        Minecraft costa già il giusto (attorno ai 14 euro
        l'ultima volta che ho
        guardato).Il giusto e' 9.90 per un gioco su disco, scatola e manuale cartaceo.Se togli disco, scatola e manuale cartaceo, puoi limare un bel po'.
        • ThEnOra scrive:
          Re: Il re nudo!
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: unaDuraLezione

          - Scritto da: panda rossa




          Mi aspetto da questo signore anche una bella


          parola sui prezzi da adeguare, e poi siamo a


          posto.



          Minecraft costa già il giusto (attorno ai 14
          euro

          l'ultima volta che ho

          guardato).

          Il giusto e' 9.90 per un gioco su disco, scatola
          e manuale
          cartaceo.
          Se togli disco, scatola e manuale cartaceo, puoi
          limare un bel
          po'.Mmm... che ne dici di 0,79 come la maggior parte delle app su iTunes?Tuttavia, nel momento in cui troverai il medesimo prodotto gratis, identico ma pirata, sceglierai quest'ultimo nonostante il prezzo basso dell'offerta legale.Provare per credere!
          • panda rossa scrive:
            Re: Il re nudo!
            - Scritto da: ThEnOra
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: unaDuraLezione


            - Scritto da: panda rossa






            Mi aspetto da questo signore anche una bella



            parola sui prezzi da adeguare, e poi siamo a



            posto.





            Minecraft costa già il giusto (attorno ai 14

            euro


            l'ultima volta che ho


            guardato).



            Il giusto e' 9.90 per un gioco su disco, scatola

            e manuale

            cartaceo.

            Se togli disco, scatola e manuale cartaceo, puoi

            limare un bel

            po'.

            Mmm... che ne dici di 0,79 come la maggior
            parte delle app su
            iTunes?Mi sembra poco per un videogame.Del resto 0.79 mi sembra troppo per una iXXXXXXX.
            Tuttavia, nel momento in cui troverai il medesimo
            prodotto gratis, identico ma pirata, sceglierai
            quest'ultimo nonostante il prezzo basso
            dell'offerta legale.Dipende.Anche lo sbattimento di cercarsi il prodotto pirata ha un costo.Se mi dai un pulsante da cliccare da cui posso scaricare la versione aggionrata, sicura, e senza drm, ad un costo giusto, e pagabile DOPO un periodo di assaggio, un contributo lo posso dare.
            Provare per credere!Anche se la scatola ha sempre il suo fascino....
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Il re nudo!

            Mmm... che ne dici di 0,79 come la maggior
            parte delle app su
            iTunes?Se poi diventa mio, e posso farne ciò che mi pare (incluso metterlo sul p2p), affare fatto. Altrimenti no, perchè tu mi chiedi i soldi, ma se il gioco resta tuo non mi hai venduto niente. Quindi, sei un imbroglione e non vai pagato.
          • ziovax scrive:
            Re: Il re nudo!
            - Scritto da: ThEnOra
            Tuttavia, nel momento in cui troverai il medesimo
            prodotto gratis, identico ma pirata, sceglierai
            quest'ultimo nonostante il prezzo basso
            dell'offerta
            legale.

            Provare per credere!Che sciocchezza: sulle app, l'apple c'ha creato il suo impero, tanto è vero che sta estendendo il market anche per i mac; android è diventato grazie a queste il sistema mobile più diffuso in meno di due anni; rim, palm, bada e qualsiasi altro sistema futuro avrà sicuramente un market come unica feature sicura.
          • krane scrive:
            Re: Il re nudo!
            - Scritto da: ziovax
            - Scritto da: ThEnOra

            Tuttavia, nel momento in cui troverai il

            medesimo prodotto gratis, identico ma

            pirata, sceglierai quest'ultimo

            nonostante il prezzo basso dell'offerta

            legale.

            Provare per credere!
            Che sciocchezza: sulle app, l'apple c'ha creato
            il suo impero, tanto è vero che sta estendendo il
            market anche per i mac; android è diventato
            grazie a queste il sistema mobile più diffuso in
            meno di due anni; rim, palm, bada e qualsiasi
            altro sistema futuro avrà sicuramente un market
            come unica feature sicura.Peraltro store costruiti sulla violazione di licenze quindi pirateria, o come dice ruppolo: "ladri".
        • ruppolo scrive:
          Re: Il re nudo!
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: unaDuraLezione

          - Scritto da: panda rossa




          Mi aspetto da questo signore anche una bella


          parola sui prezzi da adeguare, e poi siamo a


          posto.



          Minecraft costa già il giusto (attorno ai 14
          euro

          l'ultima volta che ho

          guardato).

          Il giusto e' 9.90 per un gioco su disco, scatola
          e manuale
          cartaceo.Eccolo qui, il depositario della Verità.
          Se togli disco, scatola e manuale cartaceo, puoi
          limare un bel
          po'.Anche il tuo stipendio potrebbe essere limato un bel po', visto che invece di lavorare perdi tempo qui!
          • panda rossa scrive:
            Re: Il re nudo!
            - Scritto da: ruppolo
            Anche il tuo stipendio potrebbe essere limato un
            bel po', visto che invece di lavorare perdi tempo
            qui!Te l'ho gia' detto che se perdo tempo qua, vuol dire che i sistemi che controllo stanno funzionando tutti e quindi che quindi ho fatto bene il mio lavoro?Te l'ho gia' detto che i server linux non hanno mai problemi?
          • yogavidya scrive:
            Re: Il re nudo!
            Grande!
    • pippo75 scrive:
      Re: Il re nudo!

      Mi aspetto da questo signore anche una bella
      parola sui prezzi da adeguare, e poi siamo a
      posto.la sue parole sono"Do not distribute anything I've made. This includes the client and the server software for the game."non capisco l'inglese ma penso che sia un invito alla copia.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 09 marzo 2011 13.01-----------------------------------------------------------
    • La SIAE scrive:
      Re: Il re nudo!
      - Scritto da: panda rossa
      Ci voleva qualcuno che si e' accorto che siamo
      nel XXI secolo a dire che non solo il re e' nudo,
      ma che sarebbe ora di finirla con questa vetusta
      monarchiaAltrimenti? :@
Chiudi i commenti