Multimedia Umbria Jazz

Singolare installazione presso la celebre manifestazione musicale


Roma – Umbria Jazz, uno dei più grandi festival jazz d’Europa, ospiterà quest’anno un’innovativa installazione multimediale.

L’installazione si basa su 2 strutture modulari base: la struttura X e i cinque satelliti. Questi ultimi sono collegati tra di loro e alla X da una sovrastante rete di cavi metallici. Il modulo centrale è dominante, la forma è una X, cioè la confluenza e l’intersezione di stimoli, di dati. Intorno ad essa i satelliti sono le cinque dita sensibili del sistema. Su ognuno di essi sono montati sensori e luci stroboscopiche. L’obiettivo principale è la creazione dell’interazione tra spettatore e strutture multisensoriali-tecnologiche.

Tramite l’apprendimento di codici gestuali, l’utente aziona fotosensori a distanza, che provocano l’emissione di stimoli sonori e fasci di luce. La casualità delle azioni indotte dai movimenti si trasforma in logica e poi in musica. E´ il visitatore ad introdurre tale determinatezza. Questo rapporto causa-effetto, azionato da ogni persona, crea la costruzione di un pezzo audio improvvisato. Il visitatore è quindi sperimentatore e spettatore, produttore e consumatore dell’esperienza sensoriale.

A realizzare l’installazione è “O2L Outside Standing Level”, equipe di designers, musicisti, DJs,e programmatori provenienti dalla Bauhaus Universitaet di Weimer, Politecnico di Milano, Conservatorio Franz Litsz, Escuela Técnica Superior de Arquitectura de Valladolid e The Marilyn House – Centro Ricerche Innovazioni Digitali di Perugia. I giovani progettisti sono Luca Piselli, Szabolcs Domonkos, Ricardo Santos Barbero, Gabriele Giottoli, Tommaso Deboni, Sofie Reglindis Mende, Andrea Marchi, Marco Fagiolini. “Una vera e propria crossover band – si legge in una nota – che approda ad Umbria Jazz 2002 dopo aver progettato negli ultimi anni eventi multimediali, Street Parade, mostre interattive fondendo le discipline del nuovo millennio”.

02L Outside Standing Level, fino al 21 luglio, Piazzetta adiacente via Melo, traversa via Pinturicchio a Perugia, dalle 18.00 alle 24.00.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • gianpietrone scrive:
    Re: Per gli Ingegneri!!!
    IL MONOPOLIO DELLA CONOSCENZA.Altro vizio congenito del Potere costituito cioè dello Stato, almeno per quanto riguarda l?Italia è il monopolio sulla conoscenza, infatti, è solo in nome del Popolo italiano che si possono concedere titoli di studio e cioè di conoscenza. Anche in questo caso la situazione è ridicolamente assurda, poiché non vi può essere nessun Potere che può impedirmi di ?ESSERE?. Come dato di fatto, posso dire senza tema di smentita che, chiunque studiando per proprio conto può ottenere la conoscenza su qualsiasi disciplina. A questo punto non vedo la differenza che può esserci se una persona conosce a fondo la Matematica ? la Fisica ? Filosofia ? etc. , etc. Pensate voi dello Stato che possa fare la differenza il fatto che io o chiunque conosca il teorema di Pitagora, la non validità (cioè io so ma non so) per il fatto che non ho frequentato una Università ?fisica???. Io penso di no e penso altresì che la conoscenza non è uno stato di possedere ? avere ma? piuttosto l? ?ESSERE? in quanto tale. Se in questo momento un teen di studiosi, decidesse di saggiare le mie (eventuali) capacità e decretasse che i miei studi mi hanno portato alla conoscenza per un certo programma di Laurea, non vedo perché io non dovrei essere un Dottore ? un Ingegnere etc. , etc.. Fino a prova contraria i titoli sono delle cose incorporee ovvero sia uno stato in cui una persona si trova ad essere ? avere acquisito determinate conoscenze e? non si tratta di un tatuaggio o un vestito fatto su misura che, oggi possono essere indossati sopra la mia pelle e domani no. Quando si parla di conoscenza nel vero termine della parola, si parla di uno stato mentale ? una trasformazione indelebile ed incontrovertibile. Lo stato di conoscenza lo si può sempre verificare. Non ci potrà mai essere uno Stato Repubblicano - Costituito e Costituzionale padrone del mio essere. Ci sono tanti casi di persone che sono passati alla storia per la loro conoscenza, che non hanno avuto l?Onore o la possibilità di frequentare una Università eppure nessuno ha posto mai un dubbio sul loro status di scienziati o poeti. Voglio citare un nome per tutti: ?GRAZIA DELEDDA premio Nobel per la Letteratura, non ha mai frequentato una Università e tanto meno un Liceo eppure? Se ora, mi si dicesse che GRAZIA DELEDDA ha meno importanza di un qualsiasi laureato perché non è stata laureata dal Potere dello Stato, sono certo che direbbe una ERESIA e peccherebbe di presunzione. Certo le Università in nome del Popolo italiano, spesso concedono delle lauree ad Honoris Causa e così parificano le cose. Dando la possibilità ad una persona che ha mostrato talento e conoscenza di farsi chiamare DOTTORE!! Naturalmente se questo non avviene (conferimento della Laurea) nessuno può permettersi di chiamarsi Dottore. Non è forse questa la forma più grave di Monopolio??? Io penso di si. D?accordo!! Ammettiamo per un momento che, sia giusto che solo Lo Stato costituito abbia la prerogativa di autorizzare le Università a chiamarsi Università e che solo tali istituti in nome del Popolo italiano possano concedere ?Titoli?, OK!! Ma, se io ho voglia di studiare, non ho i soldi per entrare nei ranghi della Bocconi di Milano o di altre Università dove occorrono 10.000 euro solo per l?iscrizione ogni anno? dove va a finire la parità di diritti?? Almeno che non mi si voglia convincere con la violenza delle leggi assurde che, solo i soldi fanno la differenza!! Hai i soldi?? Bene, hai il diritto di studiare e di diventare Dottore o Ingegnere. Non hai soldi?? Vuol dire che non hai il diritto di entrare alla Bocconi o in una qualsiasi ?lurida? Università per RICCHI. Lo so che la situazione è così, se non lo sapessi, non avrei diritto di chiamarmi uomo intelligente e non avrei neanche il diritto di scrivere quello che sto scrivendo. Dovrei mettermi la coda in mezzo alle gambe come un cane bastonato e dire al Potere: ?pazienza! Vorrà dire che rinuncerò alla conoscenza.........Bene, io sono un Dottore informatico, nonchè Ingegnere Elettrotecnico ma, non ho studiato mai in nessuna università normale o blasonata. Cosa posso cotraporre, ai dottori di "REGIME"? 45anni di esperienza e studi.Naturalmente le mie lauree sono USA e sono regolarmente APOSTILLED in USA e Dublino.Se c'è qualcuno che non è daccordo, io sono a disposizione!!!Saluti, dr. ing. Gian Pietro Bomboi
  • Anonimo scrive:
    Pulasnte ID unità
    Ciao ragazzi sto installando un server HP Proliant ML350...sono alle prime armi e difianco ad il pulsante di accensione del server c'è un pulsante denominato (UID)che accende una led blu...cosa mi fa questo???qualcuno sa rispondermi???? grazie.... gippo
    • blackmika scrive:
      Re: Pulasnte ID unità
      - Scritto da: Anonimo
      Ciao ragazzi sto installando un server HP
      Proliant ML350...sono alle prime armi e
      difianco ad il pulsante di accensione del
      server c'è un pulsante denominato
      (UID)che accende una led blu...cosa mi fa
      questo???qualcuno sa rispondermi????
      grazie....
             &nb
  • Anonimo scrive:
    ALBO INFORMATICI: http://www.alboinformatici.com/
    http://www.alboinformatici.com/Albo.htmse lo sono già fatto :-)
    • Anonimo scrive:
      esperti.com col "blink"? incompatibile con IE
      Se lo saranno anche fatto ma chi e` fra loro che gli ha fatto il sito? Ho preso anche un link a caso, "esperti.com", e una dicitura introduttiva (a parte che il layout della pagina faceva veramente defecare) usava la tag ? Lo sa anche il gatto che non e` supportata da Internet Explorer ma solo da Netscape e derivati... esperti?
  • Anonimo scrive:
    INCREDIBILE: SIAMO ALLA QUINTA STESURA!
    Dal sito dell'AIP:http://www.a-i-p.it/Documenti/Storia.txt"[...] Perché l?obiettivo primario consiste nel poter costituire un Albo degli Informatici: siamo gli unici (senza nascondere un po? di orgoglio) ad essere riusciti ad effettuare già due proposte di Legge: una proposta di Legge fu presentata dall?On. Ferri ad ottobre ?93 e la seconda nel settembre del ?94 dall?On. G. Conte. E? già pronta la terza proposta attualmente presentata alla Camera ed al Senato con provvedimento di discussione urgente (ex.art.69)."(interessante comunque è leggere tutto il documento per comprendere cosa intende AIP per professionalità...)Altra chicca che è uscita nel documento....www.cepis.orgQueste entità rappresentano chi lavora nell'informatica dialogando con il parlamento europeoVisto in che mani siamo?
  • Anonimo scrive:
    ONOREVOLE CUT & PASTE....
    girando qui per i post e per i siti ufficiali ho preparato un pezzo nel sito IWA, scoprendo che il cut & paste non è utilizzato solo da noi informatici :-)Maggiori informazioni: http://www.iwa-italy.org/roma/read.asp?id=87
  • Anonimo scrive:
    E' solo gioco tra potere di associazioni
    Leggendo e partecipando attivamente alle discussioni nei forum di Punto Informatico è uscita questa cosa che ha dell'incredibile.Riguardo all'oggetto del documento che ho inviato al parlamento (http://www.punto-informatico.it/p.asp?i=40918) è uscito che già un anno fa un altro parlamentare aveva presentato una proposta di legge praticamente IDENTICA a quella di Basile.Ecco cosa recita l'art. 25 della proposta dell'on Migliori (AN) del 5 Luglio 2001:(http://www.camera.it/_dati/leg14/lavori/stampati/sk1500/frontesp/1220.htm)1. Il consiglio nazionale è istituito presso il Ministero della giustizia. Esso è composto da diciannove membri: quattro designati dal Coordinamento interassociativo nazionale informatici, uno per ciascuna delle associazioni fondatrici, ovvero l'Associazione informatici professionisti, l'Associazione nazionale laureati in scienze dell'informazione ed informatica, l'Associazione nazionale informatici per la pubblica amministrazione, l'Associazione nazionale periti informatici, e quindici eletti dai consigli degli ordini, ossia cinque per ciascun albo."Ossia garantiscono 4 posti al CININFO rispettivamente a AIP, ANLSI, ANIPA, ANPI (ANLUI è, guarda caso, nata il 27 luglio 2001...)Ecco cosa recita l'art. 25 della nuova proposta del Sen. Basile (FI) del 3 aprile 2002:(http://www.senato.it/bgt/ShowDoc.asp?leg=14&id=00017896&tipodoc=Ddlpres&modo=PRODUZIONE)"1. Il consiglio nazionale è istituito presso il Ministero della giustizia. Esso è composto da diciannove membri: quattro designati dall?Unione professionale esperti informatici (Upei) e quindici eletti dai consigli degli ordini, ossia cinque per ciascun albo. Per l?elezione del rappresentante di ciascun albo, a ciascun consiglio spetta un voto per ogni cinquanta iscritti ed un voto ogni cento iscritti in più o frazione di cento. In caso di parità di voti, è preferito il candidato più anziano per iscrizione all?albo e, tra coloro che abbiano uguale anzianità di iscrizione, il più anziano di età."In pratica i due testi sono IDENTICI così come i 4 "membri garantiti" che, da CININFO, son passati a questa UPEI.A questo punto, come suggerivano nel forum, è necessario segnalare il fatto ai presidenti di Camera e Senato in quanto queste manovre si stanno dimostrando come una corsa alla spartizione di posti di comando tra associazioni.Personalmente attenderò ancora qualche giorno per vedere se arriva risposta dal parlamentare e nel caso non giunga, vedremo di iniziare qualcosa per "farci sentire" e per la cui iniziativa servirà l'appoggio di tutti.
    • Anonimo scrive:
      E NON FINISCE QUI!
      ma, ancora + incredibile:ecco cosa recita l'art. 25 della proposta MIGLIORI, FRATTA PASINI del 4 dicembre 1996:(http://www.camera.it/_dati/leg13/lavori/stampati/sk3000/frontesp/2825.htm)1. Il consiglio nazionale è istituito presso il Ministero di grazia e giustizia. Esso è composto da diciannove membri: quattro designati dal Coordinamento interassociativo nazionale informatici (CININFO), uno per ciascuna delle associazioni fondatrici, ovvero l'Associazione informatici professionisti (AIP), l'Associazione nazionale laureati in scienzedell'informazione ed informatica (ALSI), l'Associazione nazionale informatici per la pubblica amministrazione (ANIPA), l'Associazione nazionale periti informatici (ANPI), e quindici eletti dai consigli degli ordini, ossia cinque per ciascun albo. Per l'elezione del rappresentante di ciascun albo, a ciascun consiglio spetta un voto per ogni cinquanta iscrittied un voto ogni cento iscritti in più o frazione di cento. In caso di parità di voti, è preferito il candidato più anziano per iscrizione all'albo e, tra coloro che abbiano uguale anzianità di iscrizione, il più anziano di età.
  • Anonimo scrive:
    per chi dice che la politica non c'entra
    «Non si deve delegare tutto allo Stato né al mercato. La strada giusta è quella neo-corporativa».Gianfranco Fini, Il Sole 24 Ore, 23 giugno, pagina 4n.b. Fini e' vice Presidente del consiglio.saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: per chi dice che la politica non c'entra
      E poi dicono che non hanno più nulla a che vedere con il vecchio partito fascista... nella mia biblioteca devo avere ancora qualche vecchio statuto delle Corporazioni risalente agli anni '30, probabilmente tornerà attuale!PS: prima che qualcuno mi dia del fascista o peggio, faccio notare che qualsiasi pubblicazione di un determinato periodo storico ha un importante valore documentaristico e storico: il possesso non indica necessariamente condivisione delle idee espresse!
  • Anonimo scrive:
    fatemi capire..
    Io sviluppo software da un tot di anni e sono impiegato con un contratto dell'industriaPer continuare il mio lavoro devo iscrivermi all'albo professionale altrimenti non posso piu programmare (e di conseguenza lavorare) o posso continuare a farlo ugualmente ma non posso dire di essere ne un tecnico ne un perito ne un dottore informatico?grazie a chi mi risponde
    • Anonimo scrive:
      Re: fatemi capire..
      Al momento e penso anche per il futuro potrai stare tranquillo.La proposta, se passasse, ti vieterebbe di farti chiamare con il nome di perito, dottore (tra l'altro è giusto che dottore venga chiamato chi ha una laurea).Ti sarebbe inoltre reso difficile fornire servizi agli enti pubblici e fornire consulenze in campo giudiziario (perizie, ecc.)
  • Anonimo scrive:
    Albo? Ok, ma...
    Visto che la laurea di per sè non è indice di "illuminazione" perché non limitarne l'accesso anche a una parte di laureati? Istituiamolo solo per coloro che, ad es. si sono laureati con 100 o +. In questo modo si avrebbe una selezione "vera" e non una discriminazione gratutita.
    • Anonimo scrive:
      Re: Albo? Ok, ma...

      Visto che la laurea di per sè non è indice
      di "illuminazione" perché non limitarne
      l'accesso anche a una parte di laureati?
      Istituiamolo solo per coloro che, ad es. si
      sono laureati con 100 o +. In questo modo si
      avrebbe una selezione "vera" e non una
      discriminazione gratutita.il problema e' sempre lo stesso.La laurea di per se non certifica nulla.Certifica solo che hai seguito un certo piano di studi e sei dottore in informatica.Quindi dice cio che sai (o dovresti sapere), ma non cio' che sai FARE.Ergo, se parliamo di albo PROFESSIONALE, la laurea non e' un requisito superiore ad altri, come l'esperienza maturata.Un laureato e' una persona che di pratico (nel senso di legato alla vita reale) ha fatto ben poco.E lo dico da iscritto pluriennale ad informatica.E le cose che si fanno, anche quelle di alto livello, sono troppo settoriali.Ad esempio, per il corso di compilatori bisognava progettare un compilatore (ovviamente).Come linguaggio si e' scelto il tiger (solo perche' era lo stesso usato sul testo di riferimento) e alla fine quasi tutti, invece del compilatore, hanno consegnato una VM stack based, scopiazzata dal codice del libro di testo.....E l'esame l'hanno passato lo stesso...A questo punto faccio prima a scaricarmi il codice del libro da internet e a usarlo, senza cercare di capire come funziona.Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Albo? Ok, ma...
        - Scritto da: maks
        il problema e' sempre lo stesso.
        La laurea di per se non certifica nulla.
        Certifica solo che hai seguito un certo
        piano di studi e sei dottore in informatica.
        Quindi dice cio che sai (o dovresti sapere),
        ma non cio' che sai FARE.
        Ergo, se parliamo di albo PROFESSIONALE, la
        laurea non e' un requisito superiore ad
        altri, come l'esperienza maturata.
        Un laureato e' una persona che di pratico
        (nel senso di legato alla vita reale) ha
        fatto ben poco.Questo è il teorema che passa troppo spesso su questi forum, ma è buggato già in partenza.La verità è che probabilmente un NEO-laureato non sa ancora fare molto di pratico (questo dipende da persona a persona, ovvero dai professori avuti e da quanto si è smanettoni), ma un laureato con anni di esperienza lavorativa non vedo perché non dovrebbe sapere fare le stesse cose (se non meglio) di un non-laureato con gli stessi anni di esperienza: cos'è ... l'esperienza l'accumulano solo i non-laureati?
        E lo dico da iscritto pluriennale ad
        informatica.Anch'io.
        E le cose che si fanno, anche quelle di alto
        livello, sono troppo settoriali.
        Ad esempio, per il corso di compilatori
        bisognava progettare un compilatore
        (ovviamente).
        Come linguaggio si e' scelto il tiger (solo
        perche' era lo stesso usato sul testo di
        riferimento) e alla fine quasi tutti, invece
        del compilatore, hanno consegnato una VM
        stack based, scopiazzata dal codice del
        libro di testo.....
        E l'esame l'hanno passato lo stesso...
        A questo punto faccio prima a scaricarmi il
        codice del libro da internet e a usarlo,
        senza cercare di capire come funziona.Questo evidenzia il problema principale dell'Università: avere dei professori bravi, che sappiano scegliere bene il programma del loro corso e le modalità d'esame. Da me quell'esame non si fa affatto con un progetto (cosa che mi sembra alquanto inutile perché appunto lo si copia da un libro o da Internet).
        • Anonimo scrive:
          Re: Albo? Ok, ma...
          Il problema e' che l'albo non fa distinzioni in base all'esperienza... sei un neolaureato per intercessione divina? puoi iscriverti; hai 30 anni di esperienza sul campo, sei universalmente considerato il migliore, ma sei solo diplomato? non ci entri :-(
          • Anonimo scrive:
            Re: Albo? Ok, ma...
            - Scritto da: Andrea
            Il problema e' che l'albo non fa
            distinzioni in base all'esperienza... sei un
            neolaureato per intercessione divina? puoi
            iscriverti; hai 30 anni di esperienza sul
            campo, sei universalmente considerato il
            migliore, ma sei solo diplomato? non ci
            entri :-(Questo lo dici tu: leggiti l'Art. 43 della proposta di legge e vedrai che anche chi non è laureato o è laureato in altre discipline ma ha esperienza ci può entrare (ma solo nei primi tre mesi dall'entrata in vigore della legge).Inoltre ti faccio presente che un albo esiste già, quello denominato "Ingegneria dell'Informazione", e che quello richiesto in questi giorni (anni, visto che è almeno dal 1996 che viene riproposto) non è altro che uno fax-simile di questo albo per permettere non solo ai vecchi laureati in Informatica (che sono solo 25.000) di entrare nell'albo (visto che gli Ingegneri non ce li vogliono nel loro anche se i nuovi laureati in Informatica se li devono beccare lo stesso), ma anche i non-laureati: una cosa del genere non potrebbe verificarsi mai col l'albo degli Ingegneri (hanno un consiglio nazionale che ha un potere spropositato). Quindi soprattutto ai non laureati questa legge dovrebbe far piacere.Infine, ci sono concorsi pubblici che se non sei iscritto all'albo non li puoi fare: perché i vecchi laureati in Informatica non possono farli mentre quelli nuovi e gli ingegneri sì?Un'altra alternativa sarebbe abolire l'albo degli Ingegneri per riportare tutti nelle stesse condizioni, ma come ho detto sopra, hanno un consiglio nazionale troppo potente.Nota: per mia fortuna io rientrerò in quelli nuovi e quindi quando sarò laureato potrò iscrivermi all'albo degli Ingegneri; tutto quello che ho scritto in questi forum non riguarda la mia situazione, ma non trovo lo stesso giusto che alcuni laureati siano trattati da cani pur essendo equivalenti ad altri. E la cosa più strana è che i non-laureati hanno una chance incredibile per poter entrare in un albo, ed invece molti si metteno a litigare come bambini con altri bambini neolaureati (io odio chiunque usa toni troppo oltre le righe, indipendentemente che siano laureato o meno).
      • Anonimo scrive:
        Re: Albo? Ok, ma...
        Dal mio punto vista sei stato sfortunato.Io l'esame cha trattava di compilatori l'ho preparato sul libro del 'dragone', Compilers della AW. Tra l'altro contiene del codice C già pronto per l'uso. Ogni volta che c'è da scrivere codice che tratta di problemi di analisi lessicale, sintattica, type-checking, etc. è una pacchia, e non c'è non-laureato che tenga, perchè uno si è studiato il progetto COMPLETO di un compilatore, oppure... ciccia.
    • Anonimo scrive:
      Re: Albo? Ok, ma...
      - Scritto da: Shogun
      Visto che la laurea di per sè non è indice
      di "illuminazione" perché non limitarne
      l'accesso anche a una parte di laureati?
      Istituiamolo solo per coloro che, ad es. si
      sono laureati con 100 o +. In questo modo si
      avrebbe una selezione "vera" e non una
      discriminazione gratutita.Premetto subito che la mia è solo una constatazione e non una polemica.La selezione avviene già prima della laurea.Il sottoscritto è testimone di quanto sia difficile arrivare in fondo: (almeno a Pisa) quelli che arrivano in fondo rispetto a quelli che hanno iniziato sono una percentuale intorno al 10-20% (anche se probabilmente con la nuova laurea 3+2 questa percentuale salirà).Non vedo perché si dovrebbero poi penalizzare ulteriormente alcuni tra i pochi che ce l'hanno fatta (notare che di laureati in Informatica e Scienze dell'Informazione ce ne sono 25.000, mica sono milioni).
      • Anonimo scrive:
        Re: Albo? Ok, ma...
        - Scritto da: Danziger
        Non vedo perché si dovrebbero poi
        penalizzare ulteriormente alcuni tra i pochi
        che ce l'hanno fattaPerché il mondo è pieno di laureati che credono che il Mac address sia l'indirizzamento di memoria di un Apple. Passare con 100 o + significa non solo che hai studiato, ma anche che hai capito quello che hai studiato. Altrimenti sei solo uno dei tanti che andava all'uni solo per far contenti mamma e papà che ti pagavano la retta, quindi niente albo.
        • Anonimo scrive:
          Re: Albo? Ok, ma...

          Perché il mondo è pieno di laureati che credono
          che il Mac address sia l'indirizzamento di
          memoria di un Apple. Può essere, ma ci sono molti non laureti che hanno convizioni molto più pericolose. Conosco cmq molti laureati che non sanno cos'è il Mac, ma sono degli ottimi informatici.L'informatica (secondo per me) è diverso dal sapere cosa il Mac o il protocollo ethernet ... è bene che un o solo se ci lavora su certe cose le sappia, ma è bene che uno conosca i concetti generali, forse un laureato non sa cosa è il Mac ma è anche probabile che ci impieghi molto poco a impararlo.
          Passare con 100 o + significa non solo che hai
          studiato, ma anche che hai capito quello che hai
          studiato. Altrimenti sei solo uno dei tanti che
          andava all'uni solo per far contenti mamma e
          papà che ti pagavano la retta, quindi niente alboSi hai ragione, ci sono molte persone che vanno all'università e non gliene frega nulla, ma cmq arrivare in fondo vuol dire che per i professori va bene così.Laurearsi vuol dire aver affrontato e risolto molti problemi, cosa che un "non laureato" non è detto che abbia fatto. Non vedo perchè se per edificare una casa ci vuole un architetto (un qualsiasi murato è in grado di farlo, ma solo un architetto lo può certificare), e per creare una applicazione informatica non ci debba essere una supervisione di un Laureato in Informatica.Se è vero che i più grandi smanettoni (che ho conosciuto) non erano laureati in informatica, e anche vero che l'unico capo progetto in gamba che ha fatto un bel lavoro era anche l'unico che aveva una laurea in informatica..Però non è che ho una grande esperienza lavorativa (5 anni).--gio
          • Anonimo scrive:
            Re: Albo? Ok, ma...

            Laurearsi vuol dire aver affrontato e
            risolto molti problemi, cosa che un "non
            laureato" non è detto che abbia fatto. che strano...io pensavo che laurearsi significa imparare...non litigare con il mondo intero...saro scemo...
          • Anonimo scrive:
            Re: Albo? Ok, ma...

            che strano...io pensavo che laurearsi significa
            imparare...non litigare con il mondo intero...
            saro scemo...Scusa il tono che ho dato alla mail precedente, non volevo salire in cattedra, mi spiace..Probabilmente per mia sfiga, all'università mi sono veramente fatto il culo ed ho imparato molte cose (hai ragione in questo), ma l'equazione "studio + ho capito le cose = passo l'esame" non mi ha mai funzionato, ho sempre dovuto fare molto di più senza che sia scritto da nessuna parte ( neanche nel programma)... ma questa è un'altra storia...--gio
          • Anonimo scrive:
            Re: Albo? Ok, ma...

            Probabilmente per mia sfiga, all'università
            mi sono veramente fatto il culo ed ho
            imparato molte cose (hai ragione in questo),
            ma l'equazione
            "studio + ho capito le cose = passo l'esame"
            non mi ha mai funzionato,siamo in due...bhe io non ho ancora finito e il c**o nessuno me l'ha ancora fatto...;-)
            ho sempre dovuto
            fare molto di più senza che sia scritto da
            nessuna parte ( neanche nel programma)... ma
            questa è un'altra storia...e questo che a me fa incazzare...
          • Anonimo scrive:
            Re: Albo? Ok, ma...
            - Scritto da: 100+
            L'informatica (secondo per me) è diverso dal
            sapere cosa il Mac o il protocollo ethernet
            ... è bene che un o solo se ci lavora su
            certe cose le sappia, ma è bene che uno
            conosca i concetti generali, forse un
            laureato non sa cosa è il Mac ma è anche
            probabile che ci impieghi molto poco a
            impararlo.Se non l'ha imparato in 5 anni o quel che sia è perché1) non è capace di impararlo2) non vuole impararloQui stiamo parlando ci concetti base mica di recitare tutto il tcp al contrario saltellando su un piede solo.
            Si hai ragione, ci sono molte persone che
            vanno all'università e non gliene frega
            nulla, ma cmq arrivare in fondo vuol dire
            che per i professori va bene così.Ok, ma questo mica le giustifica.Da notare il fatto che tutti i laureati sbruffoni che dicevano "W l'albo" hanno avuto terrore di questo 3d e ne sono stati alla larga, forse perché il 99% di loro non sa neanche cosa sia un voto a 3 cifre.Studiate di +.
          • Anonimo scrive:
            Re: Albo? Ok, ma...

            Se non l'ha imparato in 5 anni o quel che sia è
            perché
            1) non è capace di impararlo
            2) non vuole impararlo
            Qui stiamo parlando ci concetti base mica di
            recitare tutto il tcp al contrario saltellando
            su un piede solo.Mi spiace ma non sono d'accordo.Il mac sarà anche un concetto fondamentale, ma alquanto legato alle reti.Nella mia università (ma credo anche nelle altre) si poteva anche scegliere di non fare esami riguardanti le reti, quindi non vedo uno come se lo inventa cosa significa 'sto mac se non l'ha scelto di studiare ... ovviamente tali persone non andranno ad amministrare reti ( spero)...tra l'altro da quando lavoro (5 anni) non l'ho più rivisto in documenti o manuali .... visto che non mi occupo di retiTrovo molto più scandaloso che molti programmatori Java o C++ ignorino l'esistenza del polimorfismo o della ereditarietà...ma questo non c'entra più tanto con l'oggetto della mail...

            Si hai ragione, ci sono molte persone che

            vanno all'università e non gliene frega

            nulla, ma cmq arrivare in fondo vuol dire

            che per i professori va bene così.
            Ok, ma questo mica le giustifica.Scusa, non so le tue competenze , ma se un professore universitario dice che un persona è sufficiente, ma per te non lo è, io credo di più al professore...--gio
          • Anonimo scrive:
            Re: Albo? Ok, ma...
            - Scritto da: 100+
            Scusa, non so le tue competenze , ma se un
            professore universitario dice che un persona
            è sufficiente, ma per te non lo è, io credo
            di più al professore...Infatti il concetto era: se ti accontenti del "sufficiente" fuori dall'albo, se ti sei sbattuto per avere qualcosa in + allora dentro.
          • Anonimo scrive:
            Re: Albo? Ok, ma...
            - Scritto da: Shogun
            Infatti il concetto era: se ti accontenti
            del "sufficiente" fuori dall'albo, se ti sei
            sbattuto per avere qualcosa in + allora
            dentro.Almeno a Pisa, uno che di media ha 24 (che sta esattamente a metà tra 18 e 30, e che convertito in una scala da 1 a 10, corrisponde a 8) può arrivare al massimo a 98 (=24/30*110 + 10 di tesi); ti sembra che sia uno che punti alla sufficienza?
          • Anonimo scrive:
            Re: Albo? Ok, ma...

            Infatti il concetto era: se ti accontenti
            del "sufficiente" fuori dall'albo, se ti sei
            sbattuto per avere qualcosa in + allora dentro.La prima cosa che mi viene in mente è non tutti i corsi di laurea sono della stessa difficoltà.In ingegneria so(mi hanno detto non sono sicuro) che hanno fatto delle statistiche, e il voto di laurea viene moltiplicato per un coefficiente diverso da Università a Università.Non voglio mettere di mezzo il campanilismo Universitario, ma il 95 di una università può valere anche il 105 di un'altra.....Credo che ci sarebbero molte più ingiustizie che adesso.--gio
  • Anonimo scrive:
    Re: Ancora un commento sul documento IWA

    Magari all?università non
    ti insegnano ad usare gli ultimi programmi
    in circolazione o ti danno una formazione
    tale da essere in grado di amministrare reti
    o altro ma ti danno tutta una serie di
    strumenti teorici, logici, matematici,
    fisici e informatici che creano la
    potenzialità di fare molte cose.e questo e' molto graveperche' dopo aver passato anni a sgobbare sui libri, arrivi nel mondo del lavoro impreparato..non e' pazzesco secondo te??????
    da quanto tempo lavori. Certamente dovrai
    aver studiato da qualche parte ciò che sai,
    per un certo periodo di tempo!io l'ho studiato per fatti mieipoi, quello che avevo imparato da solo l'ho sfruttato all'universita' per passare gli esami con piu' facilita'.. non tutti ovviamente, perche' alcuni sono veramente complessi e richiedono la presenza di un'insegnante molto preparato e parecchio studio...e' triste, pero', vedere, ad un corso universitario di informatica, delle persone che hanno difficolta' a scrivere un programma in pascal che stampi a video la tavola pitagorica....Parliamo di universita'.. queste cose si dovrebbero fare alle superiori e dovrebbero essere date per scontate.E' come andare a lettere e non saper coniugare i verbi..Per questo poi la formazione universitaria per forza di cose e' distaccata dalla realta' lavorativa..ciao
  • Anonimo scrive:
    Ma chi non si iscrivera all'albo che fa ?
    scusate la domanda ma a chi non si iscrive all'albo cosa succedera' ? non potra piu trovare/cercare un lavoro in ambito informatico ?...volevo inoltre esprimere la mia idea su quanto ho letto specie dalla parte dei laureati: ci sono persone che per motivi economici non si sono potute laureare o semplicemente hanno preferito andare a lavorare (sempre per problemi economici)... a tutti gli arroganti che tirano in ballo subito la politica o giudicano gli altri in base al possesso della laurea auspico davvero un po' di umilita' perche nell'ambito lavorativo le realta' sono diverse da quelle che uno si puo' aspettare solo perche in possesso di una laurea......per finire: conosco laureati nei call centere diplomati project manager laureati che si laureano con la tesina della copisteria e diplomati che di notte studiano testi sull'intelligenza artificiale la differenza credo stia nella passione che uno ci mette e non nell'appartenenza politica o nella quantita id lauree che si hannosaluti
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma chi non si iscrivera all'albo che fa ?
      - Scritto da: inalberato
      e diplomati project manager laureati che si
      laureano con la tesina della copisteria e
      diplomati che di notte studiano testi
      sull'intelligenza artificiale i laureati che qui fanno gli sbanfoni sono un po' come quelli che hanno il fuoristrada per compensare il fatto che ce l'hanno piccolo e io invece ho una bicicletta giusto l'altro giorno uno mi voleva mettere sotto con il fuoristrada e io sono saltato dalla bicicletta e lui e' andato contro un muro ed e' esploso con tutta la famiglia io invece sono ancora qui e questa e' una metafora della flessibilita' del software libero contro la fuffa microsoft che usano gli ingegneri per non parlare di misure diciamo solo che se mettiamo 3 ingegneri in fila forse andiamo in pari dehe
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma chi non si iscrivera all'albo che fa ?

        solo che se mettiamo 3 ingegneri in fila
        forse andiamo in pari dehesei scarsino eh ????;-)troppe mosse insieme al rollerdog...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma chi non si iscrivera all'albo che fa ?
      - Scritto da: inalberato
      scusate la domanda ma a chi non si iscrive
      all'albo cosa succedera' ? non potra piu
      trovare/cercare un lavoro in ambito
      informatico ?Toglie principalmente la libertà e crea disparità per fornire servizi agli enti pubblici.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma chi non si iscrivera all'albo che fa ?

      ...volevo inoltre esprimere la mia idea su
      quanto ho letto specie dalla parte dei laureati:
      ci sono persone che per motivi economici non si
      sono potute laureare o semplicemente hanno
      preferito andare a lavorare (sempre per problemi
      economici)...Il problema non è su chi è potuto laurearsi e chi no, il problema è semmai è se chi ha laurea è preparato o ha un modo di procedere migliore di un non laureato.In questo caso la mia esperienza(5 anni quindi potrebbero essere non veritiera) mi dice che il laureato in Informatica si comporta molto meglio di un non laureato.
      a tutti gli arroganti che tirano
      in ballo subito la politica o giudicano gli
      altri in base al possesso della laurea auspico
      davvero un po' di umilita' perche nell'ambito
      lavorativo le realta' sono diverse da quelle che
      uno si puo' aspettare solo perche in possesso di
      una laurea...Chi non ha la laurea e non ha studi informatici può continuare a lavorare... ma perchè un incompetente ( esperienza realmente vissuta) di laureato in lettere deve poter dirigere un progetto informatico?Finchè trovi persone in gamba va tutto bene appena trovi il racomandato o quello che è lì solo per prendere lo stipendio, ti ritrovi a fare il tuo lavoro e il suo.Il laureato non garantisce questo, ma secondo me è già una buona garanzia che non si verificano fatti del genere...Poi, ci siano persone che non hanno studiato e sono molto in gamba e meriterebbero di più, sono d'accordo, ma questo non è un problema solo di loro anch'io sono convinto di peter fare di più ma dirigente non mi fanno diventare.
      ...per finire: conosco laureati nei call center
      e diplomati project manager laureati che si
      laureano con la tesina della copisteria e
      diplomati che di notte studiano testi
      sull'intelligenza artificiale
      la differenza credo stia nella passione che uno
      ci mette e non nell'appartenenza politica o
      nella quantita id lauree che si hannoPienamente d'accordo, ma ho avuto project manager non informatici e francamente mi hanno lasciato molti dubbi sulla loro reale funzione...Io spero davvero che ci sia un albo dove poter iscriversi che garantisca un po' di professionalità (magari un non laureato potrebbe iscriversi comunque, basti che si dimostri di saper fare il proprio lavoro), però che persone che non hanno studiato informatica e che non gliene frega nulla possano gestire progetti (gli sviluppatori non glielo fanno fare) mi fa girare molto le scatole...--gio
  • Anonimo scrive:
    Re: sei laureato (o diplomato): bene, allora fai i

    mi si consenta, fatemi il piacere ......questo capita a chi non ha esperienza e spera nel posto pubblico da imboscato..la mia ragazza ha mandato un curriculum a postecom, e' stata chiamata immediatamente per fare un colloquio, ed e' stata assunta pochi giorni dopo, contratto a tempo indeterminato, perche' aveva esperienza in quel settore.E non fa la facchina, ma assistenza tecnica di secondo livello.Non e' laureata, ne una esperta di informatica.E' semplicemente una persona umile che ha fatto la gavetta, cosa che i laureati pensano di non dover fare....
  • Anonimo scrive:
    SONO UN TROLL
    non mi rispondete, cerco di dimostrare che sono tutti uguali, che la proposta mantini e questa siano la stessa cosa.Ma non ci riuscirò mai..... perché non è così!E poi la butto in caciara politica, facendo un confornto destra sinistra, improponibile ad un informatico, che di solito bada al sodo e non al partito.sono un troll
    • Anonimo scrive:
      Re: SONO UN TROLL
      - Scritto da: .........................
      sono un trolldehe vuoi attirare l'attenzione per avere tanti amici e infatti eccomi qui se vuoi parla con me io sono un UPEI TELEFONO AMICO certificato dehe!
      • Anonimo scrive:
        Re: SONO UN TROLL
        - Scritto da: Linucs
        se vuoi
        parla con me io sono un UPEI TELEFONO AMICO
        certificato dehe!Sìsìsì però dovresti dirglielo che ti deve telefonare fino in cina e portare il cavo del telefono e anche tutta la centrale fino alla cima del monte xiao-doang
        • Anonimo scrive:
          Re: SONO UN TROLL
          - Scritto da: Minics
          Sìsìsì però dovresti dirglielo che ti deve
          telefonare fino in cina e portare il cavo
          del telefono e anche tutta la centrale fino
          alla cima del monte xiao-doangdehe magari arriva comunque prima di fastweb
  • Anonimo scrive:
    Chi è costui?
    si e no sa scrivere una semplice lettera in Word (ma non parlategli di tabelle, glossario etc...non sa neppure cosa siano...)non conosce per nulla Excel.per un esame doveva realizzare una agendina in Access...mi chiama e mi dice che non riesce a far eseguire la INSERT ad Access...vado da lui (abitiamo a poche centinaia di metri l'uno dall'altro), apro la query e leggo: "INSERT FROM..."naturalmente la struttura della base dati (normalizzata come Dio comanda) gliel'ho fatta io...una caz_zata...e gli ho anche spiegato cosa fosse una chiave esterna e come andasse usata...all'esame ha poi preso 30...di Windows conosce benissimo solo i giochi che ci girano...un vero maniaco...ma a malapena sa cosa sia il registro di configurazione...e una volta osò troppo andandoci a mettere le mani...risultato? formattò il computer...tempo dopo gli dissi che avrebbe dovuto ripristinare una copia di backup del registro o al limite tentare con la modalità provvisoria da console...ebbi la netta impressione che stessi parlando arabo...se io compro un HD IBM o una scheda grafica ATI lui compra le stesse identiche cose...stesso modello, stessa marca...non si azzarda a fare un upgrade senza consultare il sottoscritto...in pratica abbiamo 2 PC fotocopia...ci sarebbero altri episodi analoghi, ma non voglio tediarvi oltre...volete sapere chi è costui?è un mio cugino, 24enne, che è laureando in Ing informatica alla Federico II a Napoli.Io - in tutta sincerità - non gli affiderei la gestione neppure del computer della Chicco...Saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: Chi è costui?

      risultato? formattò il computer...Pero' "Formattare il computer" l'ha detto lui, vero? :-)))))))))))))))
      • Anonimo scrive:
        Re: Chi è costui?
        Sì, almeno quello sì! ;))))))))))- Scritto da: Nic


        risultato? formattò il computer...

        Pero' "Formattare il computer" l'ha detto
        lui, vero? :-)))))))))))))))
  • Anonimo scrive:
    L'ordine esiste già!
    Chiariamo un punto! Un'ordine degli informatici esiste già: Ingegneria settore dell'informazione.Ci posso accedere:-laureati in ingegneria elet/inf/telec nuovo ordinamento-laureati in informatica nuovo oridinamento-tutti gli ingegneri già iscritti all'alboad oggi questa è la situazione... per molte cose (tipo per la firma sui progetti) tutti gli altri informatici sono esclusi.L'ordine degli informatici almeno servirebbe a far rientrare in corsa alcune fette degli esclusi: informatici laureati con il vecchio ordinamento, ma anche tutti quelli che rientrano nelle fasce di tecnici e periti informatici!A chi farebbe male questo albo?a nessuno!perchè un albo esiste giàA chi servirebbe?a tutti quelli che sono rimasti esclusie allora perchè non farlo?
    • Anonimo scrive:
      Re: L'ordine esiste già!
      magari perchè potrebbero esser fatti rientrare nell'albo di Ingegneria settore dell'informazione?Se c'è una ripicca tra le varie facoltà di laurea, non vedo per quale motivo a pagarne debbano essere i professionisti che lavorano da anni nel campo: sono affari universitari e post-universitari e non affari per tutelare la professionalità.
    • Anonimo scrive:
      Re: L'ordine esiste già!
      Finalmente ho trovato qualcuno che sa come stanno le cose; anch'io ho scritto un messaggio (http://www.punto-informatico.it/pol.asp?mid=228555&fid=40918) con contenuto pressoché identico al tuo, ma qui sembra che a tutti piace fare la guerre sante inutili, invece di aprire gli occhi.
    • Anonimo scrive:
      Re: L'ordine esiste già!

      e allora perchè non farlo?chiediti: perche' non abolire entrambi?tanto se alla fine lo scopo e' far rientrare tutti...
      • Anonimo scrive:
        Re: L'ordine esiste già!
        sono d'accordo sul fatto che la cosa migliore sarebbe abolirli entrambi... però una soluzione temporanea sarebbe quella di limitare l'esclusiva che possiede chi è iscritto in quel settore dell'albo di ingegneria, non credi?- Scritto da: maks

        e allora perchè non farlo?

        chiediti: perche' non abolire entrambi?
        tanto se alla fine lo scopo e' far rientrare
        tutti...
  • Anonimo scrive:
    No finance, no romance
    "Billionaire"a Porto Cervola nottedelle stellee delle stelline Inaugurato il lussuoso locale di Briatore e della Santanché (Forza Italia). Slogan: "No finance, no romance" ("Senza soldi, niente amore"). Questo significa che voi peones senza laurea e morti di fame potete continuare a votare i comunisti ma rimarrete isolati dall'Italia che conta, dove se non sei laureato non conti nulla. La gente che conta si laurea. Gli altri sono sottosviluppati o comunisti.Viva Silvio!
    • Anonimo scrive:
      Re: No finance, no romance

      Questo significa che voi peones senza laurea
      e morti di fame potete continuare a votare i
      comunisti ma rimarrete isolati dall'Italia
      che conta, dove se non sei laureato non
      conti nulla. La gente che conta si laurea.
      Gli altri sono sottosviluppati o comunisti.
      AHAHHAHAHAHHAHHAHAHAHHAHAHAHAHHAHAHHAHAHAla barzelletta piu' bella del mondoAHAHAHAHHAHAHAHAHAHHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAl'Italia che conta sarebbero Anna Valle, la Panicucci, e le veline!!!AHAHAHHAHAHAHAHAHHAHAHAHHAHAHHAHHAHAHAHAHHAHAHAHAtutte, ovviamente, scienziate plutrilaureateBUAHAHAHAHHAHAHAHHAHAHAHho le lacrime!!!!!!!!!!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: No finance, no romance
        - Scritto da: maks
        l'Italia che conta sarebbero Anna Valle, la
        Panicucci, e le veline!!!purtroppo e' cosi' ed e' una buona ragione per scappare in cina
    • Anonimo scrive:
      Re: No finance, no romance
      - Scritto da: Azzurro
      Gli altri sono sottosviluppati o comunisti.dehe sei carino a raccontarci della tua famiglia
    • Anonimo scrive:
      Re: No finance, no romance
      - Scritto da: Azzurro
      "Billionaire"
      a Porto Cervo
      la notte
      delle stelle
      e delle stelline
      Inaugurato il lussuoso locale di Briatore e
      della Santanché (Forza Italia). Slogan: "No
      finance, no romance" ("Senza soldi, niente
      amore").

      Questo significa che voi peones senza laurea
      e morti di fame potete continuare a votare i
      comunisti ma rimarrete isolati dall'Italia
      che conta, dove se non sei laureato non
      conti nulla. La gente che conta si laurea.
      Gli altri sono sottosviluppati o comunisti.

      Viva Silvio!per uta informazione Briatore e' un ragioniere diplomato....e Briatore come ben saprai e' il proprietario del locale in questione...
    • Anonimo scrive:
      Re: No finance, no romance
      Azzurro mi deludi: speravo che stessi cantando la canzoncina operosa e te ne esci con Porto Cervo. Lo sai che il cervo è un animale con le corna? E infatti nell'omonimo porto se ne vedono tante.
  • Anonimo scrive:
    www.upei.it ?????
    Date un'occhiata a: http://www.upei.it/figure_professionali/index.htmstupende... la migliore è senza dubbio l'ELIMINATORE DI VIRUS... ehehehhefate sapere quello che pensate a: dirupei@tiscali.itmagari a zappare la terra!!! ;o)
    • Anonimo scrive:
      Re: www.upei.it ?????
      Vedi, possiamo prendere in giro quanto vogliamo ma, se dovesse passare questa proposta di legge, i sig. dell'UPEI avranno di DIRITTO (ed ho chiesto nella lettera quali particolari pregi hanno per avere tale diritto) di NOMINARE 4 dei 19 membri del consiglio dell'ordine che comanderà all'interno degli albi.
    • Anonimo scrive:
      [OT] Re: www.upei.it ?????

      UPEI UNIX FILE TEAM MANAGER scrive le pipe |
      in mezzo ai comandi degli
      altri 4 operatori certificatiSUPER-ROFL!!!!!:-)))))))))))))Ragazzo mio... tu sei un genio!!!Complimenti!
    • Anonimo scrive:
      [OT] Re: www.upei.it ?????

      UPEI UNIX FILE TEAM MANAGER scrive le pipe |
      in mezzo ai comandi degli
      altri 4 operatori certificatiSUPER-ROFL!!!!!:-)))))))))))))Ragazzo mio... tu sei un genio!!!Complimenti!
  • Anonimo scrive:
    L'Inno di Forza Italia dedicato ai signor no albo
    Dammi la mano, dai?e canta insieme a me,il cielo è dentro noiazzurro più che maie questa forza grandeè così grande ormaidentro me, dentro te,più grande che mai,è come un fuoco acceso,dentro il cuore.E il nostro canto vasu tutte le città,sui campanili e giùfino all?estremo Sud,sopra le vette bianchee sulle onde blu,sopra noi, ci fa credere in noi,racconta di noie insieme cantiamo per te:Azzurra libertàè il sogno che c?è in noi,Azzurra libertàPer te ci batte il cuore,Azzurra libertàTi difendiamo noi,tutti insieme,e i doni che daison parte di noi,ci danno forza,vita. Dammi la mano, dai?e canta insieme a me,la sfida è dura mala vinceremo noi,e questa forza grandeè così grande ormai,dentro me, dentro te, dentro noi,più grande che mai,e vince su tutto per noi:Azzurra libertàè il sogno che c?è in noi,Azzurra libertàPer te ci batte il cuore,Azzurra libertàTi difendiamo noi,più che maitutti noi,uniti,amiamo te,la libertà, la libertà.VIVA SILVIO BERLUSCONIVIVA L'ORDINE DEGLI INFORMATICIE NON CI SARA TRIPPA PER GATTI (comunisti)www.forza-italia.it
    • Anonimo scrive:
      Re: L'Inno di Forza Italia dedicato ai signor no a
      old mcdonald's server farm - eieio!and in that farm there was red hat - eieio!with a downtime here and a downtime there,here a down - there a time [coro] everywhere a downtime!old mcdonald had downtime - eieio!old mcdonald's server farm - eieio! and in that farm there was mandrake - eieio!with a threadlock here and a threadlock there,here a thread - there a lock [coro] everywhere a threadlock!old mcdonald had threadlocks - eieio!old mcdonald's server farm - eieio!old mcdonald's slackware box! eieio!with a tarball here and a tarball there,no depends - NO DEPENDS?! [coro] l-d-config got mad!old mcdonald slackware box - eieio!old mcdonald gets gentoo! - eie-fsck you!old mcdonald runs the script - eieio!with an f-disk here and a mount-bind there,first try - second try [coro] kiss your data good-bye!old mcdonald's gentoo box? - debian/stable rocks!coming out from black thick fog - eieio!master xian and rollerdog - eieio!with an apt-get here and an apt-get there,here and apt - there a get [coro] everywhere an apt-get!old mcdonald had apt-fu - eieio!old mcdonald's debian box - eieio!with old mcdonald's text console - eieio!with a cat|grep here and a more|less there,here a more - there a less fsck bill gates sorry a$$!old mcdonald had free software! EIEIEOOO!
      E NON CI SARA TRIPPA PER GATTI (comunisti)tu sukkima non nel senso dei sukki di frutta del centro sociale scritti con la kappa ma invece nel senso di io sukko tu sukki egli sukka con la differenza che io non sukko era solo per spiegarti il verbo dehehe
    • Anonimo scrive:
      Re: L'Inno di Forza Italia dedicato ai signor no a
      Ma no! Non ci siamo! Azzurro, non devi cantare questa ma quella di Celentano.Mi raccomando, tutte le sere come la preghierina e poi a letto.
    • Anonimo scrive:
      Re: L'Inno di Forza Italia dedicato ai signor no albo
      POVERO MENTECATTO.
  • Anonimo scrive:
    BEN VENGA L'ALBO SE A PROPORLO E' FORZA ITALIA
    Non so se l'albo è bene o male ma se lo propone il grande Silvio un motivo ci sara'. Qundi appoggio l'iniziativa. Siete un branco di comunisti parassiti che non volete lavorare, ha ragione il Berlusconi. E' ora di menare! Via! A laura'! E FORZA ITALIA!
    • Anonimo scrive:
      Re: BEN VENGA L'ALBO SE A PROPORLO E' FORZA ITALIA
      dimenticavo, il Berlusconi l'è laureato!!!!- Scritto da: Azzurro

      Non so se l'albo è bene o male ma se lo
      propone il grande Silvio un motivo ci sara'.
      Qundi appoggio l'iniziativa. Siete un branco
      di comunisti parassiti che non volete
      lavorare, ha ragione il Berlusconi. E' ora
      di menare! Via! A laura'! E FORZA ITALIA!
      • Anonimo scrive:
        Re: BEN VENGA L'ALBO SE A PROPORLO E' FORZA ITALIA
        - Scritto da: Azzurro

        dimenticavo, il Berlusconi l'è laureato!!!!
        Honoris causa pero'...Ovvero ha dimostrato di essere talmente bravo che gli hanno dato la laurea anche se non ha mai messo piede in un ateneo...
        • Anonimo scrive:
          Re: BEN VENGA L'ALBO SE A PROPORLO E' FORZA ITALIA
          - Scritto da: Nic
          Ovvero ha dimostrato di essere talmente
          bravo che gli hanno dato la laurea anche se
          non ha mai messo piede in un ateneo...ma quandomai rosso che non sei altro!leggiti la Biografia del Silvio! ha studiato duroalla Cattolica di Milano facendosi il mazzomentre i comunisti occupavano e si facevanole canne! A LAVORARE VOI CRITICONI!Ecco sono ancora piu convinto che sta cosa dell'Albo sia una cosa buona!!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: BEN VENGA L'ALBO SE A PROPORLO E' FORZA ITALIA

            ma quandomai rosso che non sei altro!Devo sentirmi offeso ?No dillo! A me frega niente ma se devo...! Non sono rosso comunque!Al limite biancastro/rosato in quanto appartenente alla razza europeo-caucasica!
            leggiti la Biografia del Silvio! ha studiato
            duro
            alla Cattolica di Milano facendosi il mazzo
            mentre i comunisti occupavano e si facevanoLa sapevo diversa e le mie letture le scelgo meglio! :-)
            le canne! A LAVORARE VOI CRITICONI!Che e' esattamente quello che faccio 10 ore e piu' al giorno.Ah gia'... niente canne e neanche sigarette! Mai fumato!
            Ecco sono ancora piu convinto che sta cosa
            dell'Albo sia una cosa buona!!!!Cosi' continueremo a lavorare SOLO noi "criticoni", per far guadagnare voi, che sperate di non dover far piu' una mazza, vero?
          • Anonimo scrive:
            Re: BEN VENGA L'ALBO SE A PROPORLO E' FORZA ITALIA

            ma quandomai rosso che non sei altro!
            leggiti la Biografia del Silvio! ha studiato
            duro
            alla Cattolica di Milano facendosi il mazzoComunque il mio era un elogio al suo merito come manager. Se non e' cosi' e' solo meno bravo di quello che pensavo.Se non l'hai capito sei uno di quelli che appena sente dire la B di Berlusconi stai gia' dicendo: "comunista, comunista, comunista!"Bravo! Molto maturo!
          • Anonimo scrive:
            Re: BEN VENGA L'ALBO SE A PROPORLO E' FORZA ITALIA
            Meriti come manager? Quando sei amico di Craxi, Tognoli e Pillitteri, fare il palazzinaro a Milano non è poi così difficile, c'era riusicto anche uno come Ligresti, anche perché se hai gli appoggi "giusti" i finanziamenti dalle banche li ottieni, altrimenti no.Idem per le TV. Antenna Nord (ora Italia 1) era una grande TV locale, quando Telemilano 2 (ora Canale 5) faceva pena: solo che i Rusconi rispettarono la legge, rimasero locali e fallirono, Berlusconi grazie agli appoggi politici aggirò la legge ed ebbe successo.Grande manager? Mah... io userei un altro termine.
          • Anonimo scrive:
            Re: BEN VENGA L'ALBO SE A PROPORLO E' FORZA ITALIA
            Sei bevuto di tuo o hai fatto uso di sostanze particolari?:ti rendi conto che l'albo sarebbe una rovina per tutti coloro che hanno sudato per imparare un mestiere che magari gli piaceva anche e che ora dovrebbero attaccarlo al chido?Io caro amico sono con F.I. ma le stronzate le riconosco perchè uso la testa e non mi lascio trascinare da facili entusiasmi o dalle ideologie che siano di destra o di sinistra, e te lo dice uno che è cresciuto a pane e comunismo, (purtroppo).L'albo è una delle più grosso cazz...te che potrebbero fare per sbatterci fuori dal mercato europeo e mondiale, se vuoi una critica alla legge ponderata e di corretta valutazione leggiti quella di Roberto Scano http://www.iwa-italy.org/comunicati/pdl_ordini_attestati.pdf e poi vieni a dirmi che è una legge giusta.A questo aggiungi che l'europa stessa ha chiesto fortemente all'italia di ELIMINARE glio ordini esistenti e di non legittimarne nessun altro, e questo il governo DOVREBBE saperlo, tu che dici?Ciao Bello, Ragiona ed informati prima di dire caz....te.Gianluca
    • Anonimo scrive:
      Re: BEN VENGA L'ALBO SE A PROPORLO E' FORZA ITALIA
      Azzurro, il pomeriggio è troppo azzurro e lungoper memi accorgo, di non avere più risorse senzadi te...Te la ricordi, è una canzone di Celentano.Cantatela in mente e dedicala al tuo amato Padrone.
  • Anonimo scrive:
    Sono laureato ma contro ogni albo, sono l'unico?
    Come da subject, sono l'unico? Io VOGLIO prendere un certo stipendio per le mie effettive capacità, voglio passare davanti agli altri perchè sono più bravo e NON perchè sono iscritto all'albo! Non so come la pensiate voi, ma questo è il mio punto di vista.Un laureato con due anni di lavoro alle spalle.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono laureato ma contro ogni albo, sono l'unic
      Spero di no. Altrimenti devo dedurre che l'universita' serve a ben poco.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono laureato ma contro ogni albo, sono l'unic
      Finora molti laureati si sono esibiti in questo forum con argomentazioni controproducenti per la loro immagine (per usare un eufemismo). Finalmente una voce intelligente.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono laureato ma contro ogni albo, sono l'unico?
      - Scritto da: Luca
      Come da subject, sono l'unico? Io VOGLIO
      prendere un certo stipendio per le mie
      effettive capacità, voglio passare davanti
      agli altri perchè sono più bravo e NON
      perchè sono iscritto all'albo! Non so come
      la pensiate voi, ma questo è il mio punto di
      vista.


      Un laureato con due anni di lavoro alle
      spalle.Forse sei uno dei pochi che ha effettivamente capito che la laurea è un puro titolo di studio e nient'altro e che ciò non può garantire privilegi nel campo del settore IT.Se leggi infatti la proposta di legge, c'è una frase nell'art. 43 che dice:"7. L'iscrizione ad un albo ai sensi del presente articolo non dà comunque diritto ad alcun titolo scolastico o accademico. L'abilitato non può fregiarsi del titolo di perito informatico o di tecnico informatico o di dottore informatico, anche se svolge le rispettive attività con le relative competenze."legandolo soprattutto all'articolo 5:"Per esercitare su tutto il territorio della Repubblica le professioni di dottore informatico, di tecnico informatico e di perito informatico è necessario essere iscritto al relativo albo. Gli incarichi relativi all'attività professionale delle predette figure professionali, disciplinati dall'articolo 39, sono affidati dall'autorità giudiziaria e dalle pubbliche amministrazioni agli iscritti ai rispettivi albi. Qualora tali soggetti intendano conferire incarichi a persone non iscritte all'albo, sono tenuti a motivare la decisione nel relativo provvedimento."Tradotto: anche se sei bravo o + bravo di un laureato, devi sudare e far sudare all'ente pubblico 7 camicie per farti lavorare.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono laureato ma contro ogni albo, sono l'unico?

      Come da subject, sono l'unico? Io VOGLIO
      prendere un certo stipendio per le mie effettive
      capacità, voglio passare davanti agli altri
      perchè sono più bravo e NON perchè sono iscritto
      all'albo! Non so come la pensiate voi, ma questo
      è il mio punto di vista.
      Un laureato con due anni di lavoro alle spalle.Non so se la creazione di un albo è giusto o no, ma non ritengo neanche giusto che un laureato in psicologia possa fare un lavoro di cui non ha le conoscienze.La soluzione ottimale,forse, sarebbe aprire l'albo non solo ai laureati in informatica ma anche a chi dimostra di saper fare il proprio lavoro...meglio ancora sarebbe aprirlo solo a chi lo dimostra...--gio
  • Anonimo scrive:
    Policy del forum
    Mi dispiace che il mio messaggio sia stato eliminato perchè non conforme con la policy di punto - informatico e me ne scuso.Ritengo, comunque, molto più offensive e deplorevoli post dove si fanno discorsi e proclami sulla superiorità dei laureati.
  • Anonimo scrive:
    Ma quale caos?
    Gli argomenti in favore dell'albo si possono sintetizzare in una richiesta di "ordine nel caos". Esso è quindi visto come una soluzione a questo problema. Sarà quindi utile capire come si caratterizzi l'attuale caos, nel settore dell'IT italiano, da chi o da cosa esso sia causato.L'argomento sarebbe lungo ma un paio di cenni si possono fare:Il mercato cosiddetto consumer è tipicamente dequalificato ed è appannaggio della grande produzione industriale dove, gli enormi investimenti profusi, generano un'oggettiva stabilità nella qualità dei prodotti.Il mercato interessante per l'azienda che lavora sul software è quello delle soluzioni e dei servizi e qui, il cliente tipico è un committente di progetti ad hoc. Una pubblica amministrazione o un'azienda privata di una certa dimensione.Normalmente la dirigenza committente incarica un suo tecnico (normalmente una figura di medio alto profilo aziendale e laureata) di aver cura degli indirizzi tecnologici e dei requisiti del sistema commissionato. Tale figura interagisce con il responsabile di progetto del fornitore (anch'egli normalmente di taglio medio-alto, laureato) per la definizione del progetto.Dietro di loro, spesso in parallelo, esiste una trattativa commerciale.Ebbene, gli sfaceli dell'informatica italiana di classe 'make' (per quanto in Italia possa esistere), derivano in larga parte dall'incompetenza dei delegati committenti che solo raramente sono in grado di scegliere la soluzione con il miglior rapporto qualità/costo. Deriva dall'inadeguatezza della classe dirigente che è storicamente popolata da personale ben scolarizzato.Questo a mio avviso è un punto chiave del discorso ma ce n'è un altro altrettanto importante: l'informatica italiana è prevalentemente di tipo 'buy'.Noi acquistiamo prodotti e li rivendiamo, l'azienda tipica informatica italiana vende prodotti non li sviluppa. Lo sviluppo sw in Italia è più vicino all'artigianato che all'industria. E' un'attività dove la gestione d'impresa in termini di marketing e amministrazione solo gli ingredienti principali. Non c'entra nulla con la scienza e la matematica, con la ricerca. In Italia la ricerca la fanno solo le università ma l'albo non si riferisce ad esse.L'Ordine mi sembra quindi una vera e propria casta imposta dall'alto e lontana dalla realtà.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma quale caos?
      - Scritto da: Roberto Micarelli
      Normalmente la dirigenza committente
      incarica un suo tecnico (normalmente una
      figura di medio alto profilo aziendale e
      laureata) di aver cura degli indirizzi
      tecnologici e dei requisiti del sistema
      commissionato. Tale figura interagisce con
      il responsabile di progetto del fornitore
      (anch'egli normalmente di taglio medio-alto,
      laureato) per la definizione del progetto.
      Dietro di loro, spesso in parallelo, esiste
      una trattativa commerciale.Non necessariamente i Project Manager (PM) o i Project Leader (PL) sono Laureati e se lo sono magari non lo sono in Informatica, per arrivare a questi livelli sono preminenti altre doti.Il fatto e' che nella gerarchia aziendale essi occupano posti medio-alti con molti Benefits e provvigioni sul margine prodotto.In genere, e' gente che sono anni che non installa, configura, programma etc.Passa il tempo incontrando potenziali Clienti, o scrivendo Documenti molto generici, scoppiazzando (pardon, ispirandosi) alle Specifiche Tecniche di qualche Prodotto.Chiaramente preferisce aver un catalogo di prodotti da proporre al Cliente, piuttosto che produrre un documento di Specifiche Funzionali di un Progetto.Il perche' e' chiaro se vendi un prodotto, e' facile fare l'Offerta, X Euro per le Licenze, Y Euro per i giorni di istallazione di configurazione, istruzione al Personale etc. , magari tenendosi abbondante e contrattando con il Cliente, e l'Offerta e' fatta.Naturalmente un po' di "Public Relations" non guastano mai, ma per chi giunge a questi livelli questi doti non mancano mai, anzi.Produrre un progetto invece non e' solo una questione di somme e moltiplicazioni, perche' bisogna sapere di cosa stai parlando, come farlo, il tempo necessario, etc.. Sia ben chiaro il mondo dell'Informatica muta di mese in mese, non solo i PC sono obsoleti dopo un anno, anche le conoscenze.E' facile sbagliare il numero di giorni uomo necessari, fare un baco nell'Analisi, sopratutto se non hai l'umilta' di chiedere a chi sa cosa c'e' da fare..Ma poi le provvigioni e i benefits qualcuno vorrebbe anche dividerli .. Ciao, Oscar.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma quale caos?
        Questa è lucidità di analisi! La realtà è proprio questa, non soltanto in questo settore: in Italia, arrivati ad un certo punto, si perde la passione per il proprio lavoro, cercando le strade più agevoli e veloci per arricchirsi. Negli Stati Uniti, o in Germania, o in Giappone, ad esempio, la qualità è un fatto culturale, etico, da cui non si può mai prescindere.- Scritto da: Oscar


        - Scritto da: Roberto Micarelli

        Normalmente la dirigenza committente

        incarica un suo tecnico (normalmente una

        figura di medio alto profilo aziendale e

        laureata) di aver cura degli indirizzi

        tecnologici e dei requisiti del sistema

        commissionato. Tale figura interagisce con

        il responsabile di progetto del fornitore

        (anch'egli normalmente di taglio
        medio-alto,

        laureato) per la definizione del progetto.

        Dietro di loro, spesso in parallelo,
        esiste

        una trattativa commerciale.

        Non necessariamente i Project Manager (PM) o
        i Project Leader (PL) sono Laureati e se lo
        sono magari non lo sono in Informatica, per
        arrivare a questi livelli sono preminenti
        altre doti.
        Il fatto e' che nella gerarchia aziendale
        essi occupano posti medio-alti con molti
        Benefits e provvigioni sul margine prodotto.
        In genere, e' gente che sono anni che non
        installa, configura, programma etc.
        Passa il tempo incontrando potenziali
        Clienti, o scrivendo Documenti molto
        generici, scoppiazzando (pardon,
        ispirandosi) alle Specifiche Tecniche di
        qualche Prodotto.
        Chiaramente preferisce aver un catalogo di
        prodotti da proporre al Cliente, piuttosto
        che produrre un documento di Specifiche
        Funzionali di un Progetto.
        Il perche' e' chiaro se vendi un prodotto,
        e' facile fare l'Offerta, X Euro per le
        Licenze, Y Euro per i giorni di istallazione
        di configurazione, istruzione al Personale
        etc. , magari tenendosi abbondante e
        contrattando con il Cliente, e l'Offerta e'
        fatta.
        Naturalmente un po' di "Public Relations"
        non guastano mai, ma per chi giunge a questi
        livelli questi doti non mancano mai, anzi.
        Produrre un progetto invece non e' solo una
        questione di somme e moltiplicazioni,
        perche' bisogna sapere di cosa stai
        parlando, come farlo, il tempo necessario,
        etc..
        Sia ben chiaro il mondo dell'Informatica
        muta di mese in mese, non solo i PC sono
        obsoleti dopo un anno, anche le conoscenze.
        E' facile sbagliare il numero di giorni uomo
        necessari, fare un baco nell'Analisi,
        sopratutto se non hai l'umilta' di chiedere
        a chi sa cosa c'e' da fare..
        Ma poi le provvigioni e i benefits qualcuno
        vorrebbe anche dividerli ..
        Ciao, Oscar.

        • Anonimo scrive:
          Re: Ma quale caos?
          - Scritto da: Ing
          Questa è lucidità di analisi! La realtà è
          proprio questa, non soltanto in questo
          settore: in Italia, arrivati ad un certo
          punto, si perde la passione per il proprio
          lavoro, cercando le strade più agevoli e
          veloci per arricchirsi. Negli Stati Uniti, o
          in Germania, o in Giappone, ad esempio, la
          qualità è un fatto culturale, etico, da cui
          non si può mai prescindere.
          Non e' difficile, basta avere alle spalle anni di lavoro per una multinazionale di Servizi, la cui Consociata Italiana ha qualche migliaio di Dipendenti e decine di Sedi sparse sul Territorio Nazionale.Non so come sia all'Estero, ma nella mia Azienda e' cosi' che funzionano le cose.Ciao, Oscar.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma quale caos?
        Trovo esatte le sue osservazioni, aggiungo che le aziende possono permettersi questo comportamento perché in realtà solo raramente si devono rivolgere a un reale mercato dove la selezione sia basata sulla qualità. Ma questo non fa altro che screditare le classi dirigenti di questo paese. Non hanno saputo dare all'industria italiana un ruolo nel campo delle tecnologie digitali. Continuo a dubitare sul fatto che il legislatore conosca realmente la materia. Dai provvedimenti proposti ci viene continuamente rappresentato un mondo diverso da quello che conosciamo e l'Ordine in oggetto ne è solo l'ennesima riprova.
        Sia ben chiaro il mondo dell'Informatica
        muta di mese in mese, non solo i PC sono
        obsoleti dopo un anno, anche le conoscenze.Gli algoritmi non invecchiano o lo fanno molto più lentamente.
  • Anonimo scrive:
    Meglio lo Stato che Microsoft
    meglio lasciar3e le certificazioni allo Stato piuttosto che a Microsoft...
    • Anonimo scrive:
      Re: Meglio lo Stato che Microsoft
      - Scritto da: leenooz
      meglio lasciar3e le certificazioni allo
      Stato piuttosto che a Microsoft...Una laurea non è una certificazione.Ovvero, è una certificazione che si acquisisce una volta sola per un determinato corso di studio e l'esame viene svolto nell'università in cui si è studiato.Una certificazione si acquisisce mediate esami in centri indipendenti dal fornitore della formazione ed ha durata da 1 a 3 anni e dopo tale periodo è necessario risostenere l'esame.Ricordo che a livello mondiale non esiste solo Microsoft ma anche Oracle, Novell, Cisco, Macromedia, Linux University, CIW, ed altre realtà che, a differenza del mondo universitario, danno un attestato di competenza "standard" e che consente un facile confronto tra i certificati.
  • Anonimo scrive:
    EVVIVA FORZA ITALIA EVVIVA L'ORDINE
    sono felice di aver votato Berlusconi, finalmente tuteela i miei interessi, viva l'Ordine degli Infromatici, sbarriamo la strada ai comunisti ed ai morti di fame non laureatiPS abbiamo un Governo con le palle, tuti laureati!
    • Anonimo scrive:
      Re: EVVIVA FORZA ITALIA EVVIVA L'ORDINE
      Tremonti non è laureato...
      • Anonimo scrive:
        Re: EVVIVA FORZA ITALIA EVVIVA L'ORDINE
        - Scritto da: dubbioso
        Tremonti non è laureato...fesserie, è laureato in Legge basta vedere il suo curriculum sul sito di Forza ItaliaCOMUNISTI DENIGRATORI VI TAPPIAMO LA BOCCA A TUTTI
        • Anonimo scrive:
          Re: EVVIVA FORZA ITALIA EVVIVA L'ORDINE

          COMUNISTI DENIGRATORI VI TAPPIAMO LA BOCCA A
          TUTTIPerchè non riparti dalle streghe? Ma ce l'hai il condizionatore?
    • Anonimo scrive:
      Re: EVVIVA FORZA ITALIA EVVIVA L'ORDINE
      - Scritto da: gigi
      PS abbiamo un Governo con le palle, tuti
      laureati!Comunista sei te, visto che non ti piace la meritocrazia e preferisci che qualcuno dall'alto ti "tuteli". Tu non sai neanche cosa vuol dire essere di destra e liberali, in altre parole sei un COGL_IONE. In america c'è molta meritocrazia, in italia ci sono i cerebrolesi come te.
      • Anonimo scrive:
        Re: EVVIVA FORZA ITALIA EVVIVA L'ORDINE
        Ehi! aS, che fai come ti pare? Questo non è comunista è amico tuo.A proposito, si sente parlare sempre di comunisti... Ma i fascisti? Non ci sono più? A scusa dimenticavo, adesso si fanno chiamare liberali.
    • Anonimo scrive:
      Re: EVVIVA FORZA ITALIA EVVIVA L'ORDINE
      Gigi che dici, il caldo fa brutti scherzi. Questo è il governo più incompetente della storia repubblicana.
      • Anonimo scrive:
        Re: EVVIVA FORZA ITALIA EVVIVA L'ORDINE
        Proposta alternativa: creazione ordine dott. informatici dell'on. Mantini della Margherita.Fate sch*fo e pena per come siete parziali e nascondete la verità.perchè chiunque, dico chiunque, ha postato sui forum dedicati a questo tema contro il sen. di FI, mischiandoci quindi anche il Berluska, ben sapeva di quello sopra riportato. Solo come si addice alla SX è stato in silenzio e ha provedduto a farsi portare di una verità assoluta.Forse un giorno si potrà fare giustizia di gente cosi!
  • Anonimo scrive:
    E' una squallida questione politica
    Il Governo deve tutelare le corporazioni professionali tra le quali l'Ordine degli Ingegneri. per dare valore aggiunto alle lauree le renderanno pregiudiziali per l'accesso all'Albo degli Informatici. Ci guadagneranno anche le lobby delle Universita' Pubbliche e Private fatte di Docenti e Societa' per Azioni. E' una squallida questione politica dove Dx e Sx non c'entrano una fava. C'entra piuttosto il Potere ed i privilegi che vogliono tutelare...
    • Anonimo scrive:
      Re: E' una squallida questione politica

      Il Governo deve tutelare le corporazioni
      professionali tra le quali l'Ordine degli
      Ingegneri. per dare valore aggiunto alle
      lauree le renderanno pregiudiziali per
      l'accesso all'Albo degli Informatici. Ci
      guadagneranno anche le lobby delle
      Universita' Pubbliche e Private fatte di
      Docenti e Societa' per Azioni. E' una
      squallida questione politica dove Dx e Sx
      non c'entrano una fava. C'entra piuttosto il
      Potere ed i privilegi che vogliono
      tutelare...14 minuti di applausi!mi fa ridere chi e' laureato ed e' favorevole all'albo, o dice che i laureati sono superiori, chi invece non lo e' e vanta una maggiore esperienza.. etc. etc.Stiamo facendo una guerra fra poveracci, in cui tutti saremmo vittime di un'eventuale approvazione di questo schifo, invece che preoccuparci di migliorare la nostra professionalita' e opporci a qualsiasi tipo di strumentalizzazione politica.Ciao
  • Anonimo scrive:
    Per i sostenitori di SX di questo forum.
    Proposta alternativa: creazione ordine dott. informatici dell'on. Mantini della Margherita.Fate sch*fo e pena per come siete parziali e nascondete la verità.perchè chiunque, dico chiunque, ha postato sui forum dedicati a questo tema contro il sen. di FI, mischiandoci quindi anche il Berluska, ben sapeva di quello sopra riportato. Solo come si addice alla SX è stato in silenzio e ha provedduto a farsi portare di una verità assoluta.Forse un giorno si potrà fare giustizia di gente cosi!
    • Anonimo scrive:
      Re: Per i sostenitori di SX di questo forum.
      comunisti disoccupati morti di fame Berlusconi vi ha sbattuto in strada adesso tocca a noi ricchi e laureati
      • Anonimo scrive:
        Re: Per i sostenitori di SX di questo forum.
        - Scritto da: 110 e lode
        comunisti disoccupati morti di fame
        Berlusconi vi ha sbattuto in strada adesso
        tocca a noi ricchi e laureatiquesto qui è uno che ha scritto:VIVA BERLUSCONI: non laureati razza inferiore di 1110 e lode del 13/07/02 11:36
      • Anonimo scrive:
        Re: Per i sostenitori di SX di questo forum.
        - Scritto da: 110 e lode
        ricchi e laureatiMamma faceva i doppi (ahem) "turni"?
    • Anonimo scrive:
      Re: Per i sostenitori di SX di questo forum.
      Ripeto, non buttiamola sul destra-sinistra...Nel mio documento ci sono critiche per entrambe le proposte in quanto entrambe non prendono in considerazione la non localizzazione del mercato lavorativo.Cosa si pensa, che se si fa l'albo le aziende italiane non andranno ad acquisire servizi in Francia, Spagna, ecc. ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Per i sostenitori di SX di questo forum.

      Proposta alternativa: creazione ordine dott.
      informatici dell'on. Mantini della
      Margherita.
      Fate sch*fo e pena per come siete parziali e
      nascondete la verità.
      perchè chiunque, dico chiunque, ha postato
      sui forum dedicati a questo tema contro il
      sen. di FI, mischiandoci quindi anche il
      Berluska, ben sapeva di quello sopra
      riportato. Solo come si addice alla SX è
      stato in silenzio e ha provedduto a farsi
      portare di una verità assoluta.stai calmo :)))ma l'hai letta la proposta?http://www.camera.it/_dati/leg14/lavori/stampati/sk2500/articola/2488.htmdice due cose essnziali, benche' io sia contro gli albi o gli ordini in assoluto.E si differenzia, per questo, sostanzialmente dalla proposta di FI che e', non solo retrograda, ma anti-liberale.La proposta di Manrini dice questo:1 - si riconoscono come requisiti per essere parte della categoria:"requisiti professionali, l'esercizio abituale della professione, il costante aggiornamento del professionista ed un comportamento conforme alle norme del corretto svolgimento della professione"quindi non solo titoli "nobiliari" o appartenenza di casta, ma anche saper fare il lavoro proprio dell'informatico, quindi riconoscimento delle capacita'.Ma sentito parlare di meritocrazia?beh.. poi bisognerebbe vedere in pratica, ma come proposta mi piace gia' di piu'...2 - si dici inoltre: "L'attestato di cui al comma 1 non è requisito vincolante per l'esercizio delle attività professionali"Quindi l'appartenenza alle associazioni di categoria e' facoltativa e non vincolante.Tutti, volendo, possono svolgere la professione...ti sembrano differenze da poco ?
      Forse un giorno si potrà fare giustizia di
      gente cosi!ma poi vi lamentate che vi chiamano fascisti...ma far notare le incongruenze (che ci sono, eccome) e basta no?bisogna sempre "fare piazza pulita" o "non fare prigionieri"?ciao ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Per i sostenitori di SX di questo forum.
        C'è gente contraria all'albo (giustamente o meno non sindachiamo), che è il nodo centrale di questa diadibra. Le differenze ovviamente vi sono (altrimenti stessa proposta sarebbe), ma l'ist. di un albo è il 70% di questo nodo (non che il restante 30% sia meno importante, però .....).Allora per chi sindaca che "solo da FI poteva venire", oppure "l'albo è un mezzo per il potere ...., solo uno di DX poteva proporlo", etc., è corretto (e doveroso) ricordare (anche se gli fà male).L'obbiettività non la passa la parte politica, neanche l'onestà; e non basta non rubare per essere onesti, se non lo si è neanche con se stessi.
        • Anonimo scrive:
          Re: Per i sostenitori di SX di questo forum.
          - Scritto da: .........................
          L'obbiettività [...]Laureato, eh?
          • Anonimo scrive:
            Re: Per i sostenitori di SX di questo forum.
            Laureando, 4 esami al termine, di cui uno inglese (è accettato vero esame se si va a sostenerlo come tale a lingue e lettere straniere, altrimenti basta l'o.k. del test(ino) scritto & orale di facoltà).Ma il post, serviva solo per ricordare (ma lo sanno, come detto non lo menzionano per pura partigianeria, della peggiore) ai sostenitori di SX anti albi che le proposte nell'ist. dell'albo viene anche da parte loro.Poi, sono contrario all'albo, ma sicuramente favorevole all'ist. di forme di regolarizzazione sui modelli USA (o Gb).
          • Anonimo scrive:
            Re: Per i sostenitori di SX di questo forum.

            Ma il post, serviva solo per ricordare (ma
            lo sanno, come detto non lo menzionano per
            pura partigianeria, della peggiore) ai
            sostenitori di SX anti albi che le proposte
            nell'ist. dell'albo viene anche da parte
            loro.la sinistra non ha proposto la creazione di un albo.leggi bene la proposta di legge.ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Per i sostenitori di SX di questo forum.
            - Scritto da: Trollshiro
            Laureato, eh?magna cum laude in lettere antiche deheinvece rollerdog lo sgagna cum laude non mangia da 2 giorni
        • Anonimo scrive:
          Re: Per i sostenitori di SX di questo forum.

          C'è gente contraria all'albo (giustamente o
          meno non sindachiamo), che è il nodo
          centrale di questa diadibra. Le differenze
          ovviamente vi sono (altrimenti stessa
          proposta sarebbe), ma l'ist. di un albo è il
          70% di questo nodo (non che il restante 30%
          sia meno importante, però .....).Ti sbagli di nuovola proposta della margherita NON parla di albo!si parla di associazioni professionali di categoria, che sono cosa ben diversa.Diciamo una specie di "sindacato" (passatemi il termine), un po' come la confartigianato, o la confesercenti.L'iscrizione a una di queste non e' obbligatoria e la mancata iscrizione non preclude la possibilita' di esercitare la professione.Le associazioni di categoria (in teoria) si propongono di tutelare gli iscritti e di dare maggiore rappresentativita', attraverso l'associazionismo, alla categoria professionale che rappresentano.Niente a che vedere con un albo.ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Per i sostenitori di SX di questo forum.
      Prrrrrrrrrrrrrr!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Per i sostenitori di SX di questo forum.
      1) L'albo è per i deboli (sopratutto di cervello)2) Fra destra e sinistra (ho sempre votato destra) su queste cose cambia ben poco. Penso che voterò Radicali da oggi in poi.
  • Anonimo scrive:
    Vi fareste curare da un Medico non laureato?
    Vi fareste curare da un Medico non laureato?Vi fareste curare da un Medico non laureato, ma con tanta esperienza, competenza, bla bla bla bla...?Io no. E non affiderei la mia intranet ad un ragioniere anche se smanetta NT e Linux da 10 anni...
    • Anonimo scrive:
      Re: Vi fareste curare da un Medico non laureato?

      Vi fareste curare da un Medico non laureato?C'era una mia post precedente in cui sostengo l'inapplicabilità del suo esempio.

      Io no. E non affiderei la mia intranet ad un
      ragioniere anche se smanetta NT e Linux da
      10 anni...Purtroppo per lei molte delle attuali reti vengono configurate da personale specializzato con o senza laurea. Funzionano normalmente.
      • Anonimo scrive:
        Re: Vi fareste curare da un Medico non laureato?
        ... o che magari hanno pezzi di carta chiamati "certificazioni" che attestano la competenza nel campo...
    • Anonimo scrive:
      Re: Vi fareste curare da un Medico non laureato?
      - Scritto da: Gustav
      Vi fareste curare da un Medico non laureato?

      Vi fareste curare da un Medico non laureato,
      ma con tanta esperienza, competenza, bla bla
      bla bla...?Fossi sicuro che l'esperienza e' vera si!Onestamente l'unico mio dubbio e' che non ho modo di verificarla in quanto del suo campo so troppo poco e l'unica a quel punto e' affidarmi al parere dei suoi colleghi su di lui. Colleghi che non diranno mai qualche cosa di positivo su uno che non e' laureato.E se anche prende un libro perche' non si ricorda con precisione il nome del tal farmaco prima di farmi la ricetta mi va bene lo stesso, anzi, se ha l'umilta' di guardare il libro davanti a me mi fa anche piacere e alla fine sono sicuro che il farmaco e' giusto poiche' c'e' stato un doppio controllo (libro + memoria della persona).
      Io no. E non affiderei la mia intranet ad un
      ragioniere anche se smanetta NT e Linux da
      10 anni...E ad un perito informatico ? Sai che studia esattamente quello per 5 anni?Comprese prove in laboratorio, anche se naturalmente in maniera non approfondita quanto un laureato.
    • Anonimo scrive:
      Re: Vi fareste curare da un Medico non laureato?
      - Scritto da: Gustav
      Vi fareste curare da un Medico non laureato?

      Vi fareste curare da un Medico non laureato,
      ma con tanta esperienza, competenza, bla bla
      bla bla...?Suppongo invece che tu saresti tranquillo se ad operarti al cuore fosse il Ginecologo di tua Moglie o della tua Fidanzata.Ti ricordo che i Ginecologi sono Laureati in Medicina e dopo aver conseguito la Laurea, seguono un corso di Specializzazione.Come vedi c'e' un piccolo baco nel tuo ragionamento.Ciao, Oscar.
    • Anonimo scrive:
      Re: Vi fareste curare da un Medico non laureato?
      - Scritto da: Gustav
      Io no. E non affiderei la mia intranet ad un
      ragioniere anche se smanetta NT e Linux da
      10 anni...Se uno smanetta NT e Linux, non gli darei un tozzo di pane neanche se laureato in astrofisica.
    • Anonimo scrive:
      Re: Vi fareste curare da un Medico non laureato?

      Vi fareste curare da un Medico non laureato?
      mia mamma e mio padreinfermieri non laureati da + di 30 annisono ancora vivo e vegeto... :)
      Vi fareste curare da un Medico non laureato,
      ma con tanta esperienza, competenza, bla bla
      bla bla...?
      certamente si!la laurea non insegna nulla ad un medicoil medico impara SOLO con la pratica.E' divertente vedere gente che si sbraccia per far capire che la laurea insegna a FARE qualcosa, e tira sempre fuori l'esempio del medico per far capire che ha ragione.La laurea non insegna a FARE nulla....La laurea insegna metodo e teoria, che sono utili se fai il ricercatore puro.Di pratico si fa ben poco e quel poco e' poco utile.
      Io no. E non affiderei la mia intranet ad un
      ragioniere anche se smanetta NT e Linux da
      10 anni...Io infatti le intranet le sviluppo, da ragioniere laureando in informtica, da ormai 5 anni...Ciao ciccio
  • Anonimo scrive:
    Re: ci vuole selezione ....
    si... ma naturale..
  • Anonimo scrive:
    IlGoverno premiera' i Laureati!
    rassegnatevi.....
    • Anonimo scrive:
      Re: IlGoverno premiera' i Laureati!
      - Scritto da: 110 e lode

      IlGoverno premiera' i Laureati!Revocandoti il titolo ? :-)
      • Anonimo scrive:
        Re: IlGoverno premiera' i Laureati!
        - Scritto da: Nic

        Revocandoti il titolo ? :-)invidioso e terrorizzato, la notizia vi ha gettato neel panico
        • Anonimo scrive:
          Re: IlGoverno premiera' i Laureati!
          - Scritto da: 110 e lode
          - Scritto da: Nic




          Revocandoti il titolo ? :-)

          invidioso e terrorizzato, la notizia vi ha
          gettato neel panicoAffatto... io sono dipendente!Unico non laureato in un azienda che assume solo laureati!Saluti!
          • Anonimo scrive:
            Re: IlGoverno premiera' i Laureati!
            - Scritto da: Nic
            Affatto... io sono dipendente!
            Unico non laureato in un azienda che assume
            solo laureati!
            Saluti!e la tua carriera in azienda?? rispetto agli altri laureati? :o) la risposta la sai, e ti tormenta notte e giorno....per bravo che tu sia, nonostante il tuo impegno, la tua costanza e la tua preparazione, NON SEI LAUREATO quindi rimani indietro, e puoi scrivere tutte le palle che vuoi sul Forum ma è cosi e lo sai :o)))))
          • Anonimo scrive:
            Re: IlGoverno premiera' i Laureati!

            e la tua carriera in azienda?? rispetto agli
            altri laureati? :o) la risposta la sai, e ti
            tormenta notte e giorno....per bravo che tu
            sia, nonostante il tuo impegno, la tua
            costanza e la tua preparazione, NON SEI
            LAUREATO quindi rimani indietro, e puoi
            scrivere tutte le palle che vuoi sul Forum
            ma è cosi e lo sai :o)))))Ma guarda che non ho mai preteso di stare davanti a nessuno! Pretendo solo che mi si riconosca di fare quello che so fare! Punto! La discussione sull'ordine e' questa!La notte dormo molto tranquillo! Sono arrivato molto piu' in la' di quanto potessi sperare e non e' detto che sia ancora finita! Da solo sono arrivato ad essere equiparato a un ing. senza esserlo! Di cosa dovrei lamentarmi ?Per la cronaca il responsabile di progetto con il quale lavoro non e' laureato neanche lui e nel team di ing. ce ne sono parecchi. (il responsabile e' uno dei fondatori dell'azienda, non e' stato assunto nel senso classico) e personalmente lo trovo molto in gamba, piu' di me di sicuro!In ogni caso se fai un giro le offerte di lavoro di solito hanno: "Requisiti: Laurea in .... o cultura equivalente" Secondo te cosa significa?
  • Anonimo scrive:
    ALBO ? NON SI FARA' MAI
    Forse nessuno degli illustri scienziati laureati di questo forum non si è reso conto che la Comunità Europea già da un pezzo chiede allo Stato Italianoi DI ABOLIRE TUTTI GLI ORDINI (siamo gli unici al mondo che usano questo metodo per tutelare una categoria), e ne vogliono mettere un altro ?E un informatico austriaco non può esercitare in Italia ? NOOOOOOOOOOOOOOOO NON SI PUO' !!E' una legge che va contro tutti i principi europei e non passerà mai. POVERI ILLUSI ? VOLETE GUADAGNARE SENZA FARE NIENTE ? DATEVI DA FARE E RIMBOCCATEVI LE MANICHE !! UN PEZZO DI CARTA NON E' LA DIMOSTRAZIONE DEL PROPRIO VALORE !!SCENDETE IN CAMPO !!VIVA I 2.000.000 "SMANETTONI" (AI LAUREATI LASCIAMO IL NOME DI "INFORMATICI" VISTO CHE CI TENGONO TANTO ) CHE HANNO CREATO l'IT ITALIANO DAL NIENTE !!
    • Anonimo scrive:
      Re: ALBO ? NON SI FARA' MAI
      che pallida mistificazione, peccato che il Governo manterra' le promesse elettorali fatte all'Ordine degli Ingegneri per regolamentare il settore IT...- Scritto da: ANTIALBO
      Forse nessuno degli illustri scienziati
      laureati di questo forum non si è reso conto
      che la Comunità Europea già da un pezzo
      chiede allo Stato Italianoi DI ABOLIRE TUTTI
      GLI ORDINI (siamo gli unici al mondo che
      usano questo metodo per tutelare una
      categoria), e ne vogliono mettere un altro ?

      E un informatico austriaco non può
      esercitare in Italia ? NOOOOOOOOOOOOOOOO NON
      SI PUO' !!

      E' una legge che va contro tutti i principi
      europei e non passerà mai.

      POVERI ILLUSI ? VOLETE GUADAGNARE SENZA FARE
      NIENTE ?
      DATEVI DA FARE E RIMBOCCATEVI LE MANICHE !!

      UN PEZZO DI CARTA NON E' LA DIMOSTRAZIONE
      DEL PROPRIO VALORE !!

      SCENDETE IN CAMPO !!

      VIVA I 2.000.000 "SMANETTONI" (AI LAUREATI
      LASCIAMO IL NOME DI "INFORMATICI" VISTO CHE
      CI TENGONO TANTO ) CHE HANNO CREATO l'IT
      ITALIANO DAL NIENTE !!

    • Anonimo scrive:
      Re: ALBO ? NON SI FARA' MAI

      Forse nessuno degli illustri scienziati
      laureati di questo forum non si è reso conto
      che la Comunità Europea già da un pezzo
      chiede allo Stato Italianoi DI ABOLIRE TUTTI
      GLI ORDINI (siamo gli unici al mondo che
      usano questo metodo per tutelare una
      categoria), e ne vogliono mettere un altro ?Questo e' verissimo ma qui ormai si discute sul perche' i laureati italiani vorrebbero tagliare le gambe ai professionisti laureati e non visto che tutti, chi piu' chi meno, avrebbero solo svantaggi dall'introduzione dell'albo!Nessuno ha piu' dei dubbi sul fatto che non si fara'... basti dire che, per correttezza, chi l'ha proposto dovrebbe essere il primo ad esserne escluso (credo che su questo siamo tutti d'accordo. Il loro sito parla chiaro).
  • Anonimo scrive:
    Re: Tutti si proclamano Informatici ci vuole selez

    ...
    qualitativi dell'I.T., fate come negli Stati
    Uniti dove non esistono Ordini ma si punta
    tutto sulla Formazione Universitaria.Parte del kernel che equipaggierà il nuovo processore dei router CISCO, l'ha scritto un mio caro amico. Non è laureato. Negli Stati Uniti una proposta di legge come questa probabilmente si sarebbero vergognati a farla.
    • Anonimo scrive:
      Re: Tutti si proclamano Informatici ci vuole selez
      - Scritto da: Roberto Micarelli
      Parte del kernel che equipaggierà il nuovo
      processore dei router CISCO, l'ha scritto un
      mio caro amico. Non è laureato. Negli Stati
      Uniti una proposta di legge come questa
      probabilmente si sarebbero vergognati a
      farla.infatti nel precedente post si dice che in Italia l'unico modo per certificare è crare un Ordine, e sono d'accordo
      • Anonimo scrive:
        Re: Tutti si proclamano Informatici ci vuole selez

        ...
        infatti nel precedente post si dice che in
        Italia l'unico modo per certificare è crare
        un Ordine, e sono d'accordoNon sono convinto che questo sia il vero motivo: certificare. Inoltre il sistema statunitense non è inapplicabile al 100%, si preferisce non tenerlo in considerazione per mantenere una linea di coerenza con la retrogradezza culturale che ci caratterizza.
        • Anonimo scrive:
          Re: Tutti si proclamano Informatici ci vuole selez
          - Scritto da: Roberto Micarelli

          Non sono convinto che questo sia il vero
          motivo: certificare. Inoltre il sistema
          statunitense non è inapplicabile al 100%, si
          preferisce non tenerlo in considerazione per
          mantenere una linea di coerenza con la
          retrogradezza culturale che ci caratterizza.Bhe il sistema statunitense non e' solo rose e fiori ma sicuramente hanno capito che non e' importante il titolo bensi' le capacita' effettive di una persona.
  • Anonimo scrive:
    Operai di ieri sono i Diplomati di oggi
    nelle Organizzazioni Aziendali la scala piramidale ha subito delle variazioni drastiche dal punto di vista della formazione minima dei dipendentiuna volta gli operai avevano la quinta elementare, oggi sono tutti diplomatiquindi anche nell'IT i diplomati sono gli operai della new economy, destinati ad essere subalterni e sottomessi da noi laureaticreare un Ordine accentuerebbe questa goduriosa differenza, per questo sono d'accordomi diverte sentirmi riverire con "Ing." dai subalterni diplomati in ditta, loro a sgobbare sui framework io a verificare, coordinare, progettare, studiare insomma a beccar soldini in pieno relax e superiorita'questo grazie al Politecnico di Torino :o)) gli altri sotto..
    • Anonimo scrive:
      Re: Operai di ieri sono i Diplomati di oggi

      una volta gli operai avevano la quinta
      elementare, oggi sono tutti diplomatiE da domani saranno i laureati che si metteranno sotto i ricercatori... dove vuoi arrivare?Notato quanto si sono semplificati gli esami ultimamente ?Forse hanno notato che la media di laureati italiani era bassa ed hanno preso il provvedimento piu' ovvio...
    • Anonimo scrive:
      Re: Operai di ieri sono i Diplomati di oggi
      Molto interessante. Così secondo lei il gruppo di lavoro si gestisce in questo modo? Questa sì che è new economy vero? L'organizzazione gerarchica... Io nella mia azienda non le farei gestire neanche il beverino.
    • Anonimo scrive:
      Re: Operai di ieri sono i Diplomati di oggi

      questo grazie al Politecnico di Torino :o))
      gli altri sotto..ti manderei a fare il militare, con un diciannovenne che ti da ordini...a questo serve l'albo.. a fare in modo che chi non sa fare, diriga e chi non sa dirigere comandi...ciao
      • Anonimo scrive:
        [OT] Re: Operai di ieri sono i Diplomati di oggi
        - Scritto da: maks

        ti manderei a fare il militare, con un
        diciannovenne che ti da ordini...hehehe... bella proposta!In effetti l'albo ricorda molto la naja: "il facile reso difficile attraverso l'inutile"Ma una volta non si diceva: "l'anzianita' fa grado?" Forse non si usa piu'...
  • Anonimo scrive:
    Ve la fate sotto, finalmente si mette ordine!!
    Tutti i praticoni improvvisati strillano di terrore perche' finalment grazie al Governo si mette un po d'ordine in questga terra di nessuno. La professionalita', le lauree, la competenza e la serieta saranno certificati dallo Stato e valutati come si deve.Via gli azzeccagarbugli, largo alla professionalita'.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ve la fate sotto, finalmente si mette ordine!!
      ERA ORA !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ve la fate sotto, finalmente si mette ordine!!

      Tutti i praticoni improvvisati strillano di
      terrore perche' finalment grazie al Governo
      si mette un po d'ordine in questga terra di
      nessuno. La professionalita', le lauree, la
      competenza e la serieta saranno certificati
      dallo Stato e valutati come si deve.

      Via gli azzeccagarbugli, largo alla
      professionalita'.veramente e' proprio il contrario....se uno e' piu' bravo di un altro, lo e' anche senza albo.Se serve un albo per dire chi e' bravo e chi no solo in base al titolo di studio, e non alle effettive capacita', vuol dire che c'e' qualche capoccione, plurilaureato, che in realta' non e' all'altezza.Altrimenti perche' si dovrebbero alzare dei muri?Chi ha paura di competere cerca di liberarsi della concorrenza slealmente, non chi e' convinto dei suoi mezzi.Io personalmente, da non laureato oggi e probabile laureato fra un po', con l'esperienza acquisita lavorando, non temo proprio nessuno.Se poi ci sara' qualcuno piu' brvo di me ( e sicuramente ci sara') gli faro' largo e cerchero' di imparare da lui.E poi la barzelletta che lo Stato certifichi la serieta e la competenza raccontala a qualcuno altro.Questo non e' il gioco delle bugie.... in quello sono esperti quelli che vogliono a tutti i costi l'albo.ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Ve la fate sotto, finalmente si mette ordine!!
      - Scritto da: Laureato Orgoglioso

      Tutti i praticoni improvvisati strillano di
      terrore perche' finalment grazie al Governo
      si mette un po d'ordine in questga terra di
      nessuno. La professionalita', le lauree, la
      competenza e la serieta saranno certificati
      dallo Stato e valutati come si deve.

      Via gli azzeccagarbugli, largo alla
      professionalita'.Purtroppo dei 4 punti che hai detto, nel pdl ne ho trovato solo uno che non è professionalità, non è competenza e non è la serietà.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ve la fate sotto, finalmente si mette ordine!!
      - Scritto da: Laureato Orgoglioso
      Via gli azzeccagarbugli, largo alla
      professionalita'.Me ne ricordero' la prossima volta che faro' un colloquio di assunzione a qualche ingegnere sprovveduto che non sa cos'e' un indirizzo IP.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ve la fate sotto, finalmente si mette ordine!!
        - Scritto da: Pro-albo
        ma almeno
        certifica che una approfondita preparazione
        di basa ce l'hai!Sì, ma sarebbe meglio se ti insegnasse ad accendere i modem.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ve la fate sotto, finalmente si mette ordine!!
          non c'è bisogno di una corso universitario per imparare come si accende un modem... ogni elettrodomestico è da sempre dotato di un libretto di istruzioni...prova a laurearti e a confrontarti con quello che sai adesso e dopo mi dici...- Scritto da: Trollshiro
          - Scritto da: Pro-albo


          ma almeno

          certifica che una approfondita
          preparazione

          di basa ce l'hai!

          Sì, ma sarebbe meglio se ti insegnasse ad
          accendere i modem.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ve la fate sotto, finalmente si mette ordine!!
            - Scritto da: Pro-albo
            non c'è bisogno di una corso universitario
            per imparare come si accende un modem...Probabilmente ci vuole anche un Master in qualche cosa, visto che ho visto ing. delle tlc imprecare per 1/2 giornata, sostenere che il protocollo era bacato, che il server andava rifatto e poi il potente P.I. è andato a risolvere tutto con un E' seguita un altra 1/2 giornata di imprecazioni perché il modem era rotto, la linea era guasta... poi si è scoperto che faceva AT DT.Se vuoi altre storielle divertenti fammi sapere.
            ogni elettrodomestico è da sempre dotato di
            un libretto di istruzioni...Allora quando devo far implementare in protocollo su seriale di 3 righe chiamerò la zia Angelina...
      • Anonimo scrive:
        Re: Ve la fate sotto, finalmente si mette ordine!!
        - Scritto da: Pro-albo
        e basta con questa ipocrisia!!! sembra che
        tutti i laureati siano degli sfig@tiA giudicare da quello che scrivono qui...
        mala pena sa scrivere del codice, che si
        mette a fare programmi di dubbio spessore
        spacciandosi per 'informatico'...E da dove sono usciti? Ingegneria o Informatica?
        screditando poi tutta la categoria!Infatti e' un gran problema.
        certifica che una approfondita preparazione
        di basa ce l'hai! Ma non scherziamo!Forse. Ma certamente non ti puoi mettere a "progettare" alcunche' se non hai idea - ad esempio - di come funzioni una rete. Altrimenti non mi puoi venire a parlare di "ottimizzazioni", che cosa ottimizzi se non sai cosa stai facendo.
        unici galli del pollaio... e forse siete
        proprio dei polli se pensate proprio così.Vieni come me a fare un Accenture/Siemens tour in qualche banca?
        Ora.. potrebbe pure esistere un ingegnere
        che non sa cos'è un indirizzo IP (non arrivoNe esistono altri che sparano cose ben peggiori. Che fine ha fatto la profonda preparazione di base?
        informatici-improvvisati-ma-che-si-spacciano-Questo certamente, qualunque mentecatto che scrive 8 righe in VB si spaccia per Cristo.
        ci vuole un po' d'ordine!Non certo l'ennesimo albo.
        conosce così bene la parte teorica che
        riesce ad impararla ad una velocità molto
        più alta di un improvvisato!Quando lo vedro' ci credero' volentieri. Per ora ho solo visto gente annaspare davanti al concetto di "dns", che non mi pare un gran problema.
        è la determinazione quella che conta!
        meditate...Hai ragione, la prossima volta non ci pensero' due volte a cacciare a pedate un ingegnere ignorante dalla porta, invece di "aspettare che si formi grazie alla sua grande base teorica".
  • Anonimo scrive:
    E l'autoistruzione?
    Come si fa secondo voi a riconoscere l'autoistruzione, un fenomeno molto diffuso fra i programmatori più seri. In vent'anni di lavoro si studia più teoria che in un corso di laurea, la differenza principale sta solo nel fine, che è immediatamente applicativo. E' realmente meritocratico discernere solo sulla base del titolo di studio?Sappiamo bene che stiamo parlando di Informatica, un settore cresciuto in modo compulsivo, veloce e disordinato. Prima di applicare una legislazione tradizionale a questa materia, sarebbe utile gestire una lunga fase di transizione in cui si tenga conto della storia particolare di molti professionisti del settore.
    • Anonimo scrive:
      Re: E l'autoistruzione?
      è come volere operare il vicino di casa perchè hai letto l'enciclopedia medica
      • Anonimo scrive:
        Re: E l'autoistruzione?
        Ho tentato di trasmettere un concetto, ma vedo che non è stato recepito: trattare l'Informatica alla stregua di altre discipline potrebbe essere sbagliato. Il suo esempio non considera le numerose specificità dell'Informatica ed è quindi poco pertinente. Chi l'avrebbe operata dopo vent'anni di tradizione medica?
      • Anonimo scrive:
        Re: E l'autoistruzione?
        - Scritto da: maxx
        è come volere operare il vicino di casa
        perchè hai letto l'enciclopedia medicaNo...E' come voler CONTINUARE (non iniziare) a fare il proprio mestiere con la stessa professionalita' di sempre.Non e' che ho letto "C for dummies" e mi credo un professionista... Semplicemente scrivo programmi da 20 anni (10 per hobby, 10 per mestiere) e mi credo un professionista, ai clienti il giudizio!
      • Anonimo scrive:
        Re: E l'autoistruzione?

        è come volere operare il vicino di casa
        perchè hai letto l'enciclopedia medica
        aridaie co st'esempio...sei un troll e pure della peggior specie!e' esattamente come voler operare il vicino di casa dopo aver assistito a molte operazioni fate da un chirurgo e averne fatte altre, prima assisitito, poi da solo.Che e' la stessa cosa che fa il chirurgo professionista.Perche' chi fa l'informatico da professionista, ha dovuto imparare la teoria, ha dovuto lavorare con persone piu' esperte, se e' stato bravo ha appreso da loro, e alla fine e' diventato a sua volta "guida" per qualcun altro.Continui a parlare di operazioni chirurgiche, che sono la materia piu' pratica che esista nella facolta' di medicina.Le tecniche per operare non si imparano sui libri, perche' se, ad esempio, ti tremano le mani, o svieni davanti a un addome aperto, non puoi fare il chirurgo.Il chirurgo impara sul campo.Si potrebbe operare anche con la quinta elementare una volta imparata la tecnica, che e' TUTTA e SOLO manuale, non c'e' nulla di teorico in un'operazione, se non sapere dove sono posizionati gli organi...ciao troll
  • Anonimo scrive:
    Re: Ancora un commento sul documento IWA
    Ciao,il problema che sta nascendo purtroppo, scusa se lo dico, necessita di una visione estesa di quella che state analizzando.Ipotizzando che l'albo entri in vigore, pensi che le aziende acquisiscano lavori e consulenze da iscritti all'albo oppure andranno all'estero da consulenti con le "palle" che costeranno 1/10 della famosa "firma" che tanto volete far pagare.Personalmente come dicevo, io sono diplomato in ragioneria ed ho studiato su libri provenienti da Amazon e affini... ho 27 anni e da quando ho 6 anni ci lavoro sopra ;-)
  • Anonimo scrive:
    Sondaggio
    Mi sembra di capire che qui dentro quelli che hanno iniziato a smanettare da quando avevano 12 anni, indipendentemente dal livello a cui abbiano deciso di interrompere gli studi sono contrari all'ordine. Gli altri no!Vediamo se e' vero!Mi dite, cosi' tanto per capire con chi si ha a che fare: da che eta' usate computer, fin dove avete studiato (il grado di istruzione ufficiale + vari corsi, se vi mancano 2 esami dite pure laureato :-))) ) e la vostra opinione (NO FLAME solo favorevole/contrario all'albo se no apriamo altri 6000 thread e non ci si capisce + niente)? Vorrei riuscire a fare una cosa seria, conto sulla vostra disponibilita', cosi' vediamo tutti chi abbiamo intorno! Grazie!Io, quale proponente, ovviamente devo dare il buon esempio e comincio:Sviluppo prime righe in basic sul commodore 64 in 4a elementare quindi 9/10 anni da cui -
    sono 20 anni che scrivo software (azz.. se sono vecchio :-((( ), diploma PI Specializ. Informatica + qualche corso Oracle e di quelche Tool per ETLSono contrario
    • Anonimo scrive:
      Ok... secondo dato campione.
      Primi passi in basic su Commodore VIC-20, in prima elementare, a 5 anni e mezzo (perche` sono nato il 30 dicembre 1975, quindi ero praticamente a scuola a 5 anni).Diploma ragioniere programmatore (col quale ci faccio ufficialmente la birra). Nessun corso (non ne ho il minimo bisogno).Sono contrario.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ok... secondo dato campione.
        muovevo la tartarughina di NCSA Logo gia 10 anni sulle Sun del papy, anche lui Ingegnere (allora erano Ing. Elettronici, indirizzo Calcolatori) Da allora sviluppo e progettazione parallelamente alla Laurea in Ingegneria Informatica, PhD a Boston M.I.T Ingegneria del Software. Sono consulente freelance e mi vedo circondato da incompetenti improvvisati, per la stragrande maggioranza non laureati. Credo che oggi la laurea sia il primo passo per una formazione di base qualita'. Necessitano ulteriori specializzazioni uniti ad esperienza sul campo. Sono favorevole.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ok... secondo dato campione.
        - Scritto da: alex¸tg
        Primi passi in basic su Commodore VIC-20, in
        prima elementare, a 5 anni e mezzo (perche`
        sono nato il 30 dicembre 1975, quindi ero
        praticamente a scuola a 5 anni).
        Diploma ragioniere programmatore (col quale
        ci faccio ufficialmente la birra). Nessun
        corso (non ne ho il minimo bisogno).
        Sono contrario.Ti ringrazio di aver preso parte all'iniziativa ma ti/vi prego di evitare spunti di litigio tipo: "non ne ho il minimo bisogno". Almeno qui vorrei evitarli. Grazie!!
        • Anonimo scrive:
          Re: Ok... secondo dato campione.
          a parita' di esperienza, competenze, potenzialita', ch ha una Laurea vi sorpassera' di dieci lunghezze...studiate e fate studiare i vostri figlisono favorevole all'ordine per una professionalizzazione ed un controllo di qualita' nel mondo I.T:
          • Anonimo scrive:
            Re: Ok... secondo dato campione.

            a parita' di esperienza, competenze,
            potenzialita', ch ha una Laurea vi
            sorpassera' di dieci lunghezze...
            studiate e fate studiare i vostri figliQuesto non e' in tema ma grazie lo stesso!
            sono favorevole all'ordine per una
            professionalizzazione ed un controllo di
            qualita' nel mondo I.T:Ok, prendo nota, ma dicci qualche cosa di te, grazie!
    • Anonimo scrive:
      FAVOREVOLE
      elle Organizzazioni Aziendali la scala piramidale ha subito delle variazioni drastiche dal punto di vista della formazione minima dei dipendentiuna volta gli operai avevano la quinta elementare, oggi sono tutti diplomatiquindi anche nell'IT i diplomati sono gli operai della new economy, destinati ad essere subalterni e sottomessi da noi laureaticreare un Ordine accentuerebbe questa goduriosa differenza, per questo sono d'accordomi diverte sentirmi riverire con "Ing." dai subalterni diplomati in ditta, loro a sgobbare sui framework io a verificare, coordinare, progettare, studiare insomma far soldi in relax e superioritatutto questo grazie al Politecnico, a Microsoft Italia ed agli applicativi back office sui quali lavoro da 10 anni
      • Anonimo scrive:
        Re: Ok... secondo dato campione.
        - Scritto da: 110 e lode
        elle Organizzazioni Aziendali la scala[..]
        Microsoft Italia ed agli applicativi back
        office sui quali lavoro da 10 anniPurtroppo nulla di questo post mi e' utile per quel che concerne la statistica.Mi spiace ma non so come fare per tenerne conto!
      • Anonimo scrive:
        Re: FAVOREVOLE
        - Scritto da: 110 e lode
        mi diverte sentirmi riverire con "Ing." dai
        subalterni diplomati in ditta, loro a
        sgobbare sui framework io a verificare,
        coordinare, progettare, studiare insomma far
        soldi in relax e superioritadehehe hai fatto una figura da poveraccio ma come vedi io ti parlo lo stesso perche' so che non e' colpa tua se sei cosi' allora parla un po' con me cosi' ti sentirai meno solo e avrai meno da roderti il fegato allora parlami della tua infanzia
    • Anonimo scrive:
      Re: Sondaggio
      - Scritto da: Nic
      Sviluppo prime righe in basic sul commodore
      64 in 4a elementare quindi 9/10 anni da cui
      -
      sono 20 anni che scrivo software (azz..
      se sono vecchio :-((( ),
      diploma PI Specializ. Informatica + qualche
      corso Oracle e di quelche Tool per ETL
      Sono contrariostudio la forma 1 del debianzhang da quando avevo un anno e poi sono stato in cina per 30 anni quindi ora ne ho 31 uso debian/gnu/linux/stable e nella mia societa' assumiamo solo laureati they suck so hard we don't need vacuum cleaners anymore dehe
  • Anonimo scrive:
    A.A.A.
    Ma in definitiva chi vuole l'album ?Da quello che vedo nessuno !c'e' gente che dice cose in un modo e gente che risponde in un altro ma dicono tutti NOIn definitiva qua si tratta di volere o non volere una cosa non tu vali - di me +
    • Anonimo scrive:
      Re: A.A.A.
      L'album forse serve a te per le figurine... qui si parla di ALBO, ma forse a te interesserà fra 15 anni...- Scritto da:
      Ma in definitiva chi vuole l'album ?
      Da quello che vedo nessuno !
      c'e' gente che dice cose in un modo e gente
      che risponde in un altro ma dicono tutti NO

      In definitiva qua si tratta di volere o non
      volere una cosa non tu vali - di me +


      • Anonimo scrive:
        Re: A.A.A.
        - Scritto da: Ing
        L'album forse serve a te per le figurine...
        qui si parla di ALBO, ma forse a te
        interesserà fra 15 anni...

        - Scritto da:

        Ma in definitiva chi vuole l'ALBO ?

        Da quello che vedo nessuno !

        c'e' gente che dice cose in un modo e
        gente

        che risponde in un altro ma dicono tutti
        NO



        In definitiva qua si tratta di volere o
        non

        volere una cosa non tu vali - di me +





        Scusa mi correggo
      • Anonimo scrive:
        Re: A.A.A.
        Beh... forse per come si intende farlo è proprio come un album di figurine dove ci si mette in bella mostra...
    • Anonimo scrive:
      Re: A.A.A.
      L'album delle figurine?Quello che vogliamo è un albo professionale che tuteli chi ha una laurea da una massa di "informatici" improvvisati dell'ultima ora.
  • Anonimo scrive:
    Adesso basta!
    Mi sono veramente rotto di leggere tutte 'ste stro@@ate...Ma secondo voi perché ca##o ci saremmo spezzati la schiena per anni (senza guadagnare come facevate voi nel frattempo, oppure, come nel mio caso, lavorando e studiando) se non per guadagnare di più?Nessuno studio universitario in Italia è adeguato alle richieste del mercato. Un laureato DEVE investire anche dopo la laurea nella sua formazione professionale. Ed è GIUSTO che guadagni di più! Perché invece di rompere i cog@@ioni a noi non vi lamentate di quanto guadagna un calciatore, un presentatore o un testa di ca@@o che esce dal "grande fratello"?Una cosa è certa: questo forum sembra una gara di ragazzini per vedere chi ce l'ha più grosso... ridicolo per chi si spaccia per professionista!
    • Anonimo scrive:
      Re: Adesso basta!

      Ma secondo voi perché ca##o ci saremmo
      spezzati la schiena per anni (senza
      guadagnare come facevate voi nel frattempo,
      oppure, come nel mio caso, lavorando e
      studiando) se non per guadagnare di più?Guarda che nessuno nega questo!Qui ci si lamenta che qualcuno vorrebbe veder la concorrenza di quelli che hanno studiato meno spazzata via per legge.Se te lo meriti guadagna anche 10 volte me, niente da dire!Sono invece contrario che questo guadagno ti spetti per legge e senza guardare quello che ti meriti davvero e contemporaneamente mi venga completamente impedito di dimostrare, se corrisponde al vero, di meritare altrettanto.
    • Anonimo scrive:
      Re: Adesso basta!
      Si ricade sullo stesso problema: laurea non da il diritto ad uno stipendio superiore in quanto attesta conoscenza "congelata" al momento dell'acquisizione del titolo e non competenza nel campo. E' con la competenza e con la professionalità che si possono pretendere stipendi e compensi superiori.
    • Anonimo scrive:
      Re: Adesso basta!
      EVVAI !!!
  • Anonimo scrive:
    no laurea? no lavoro :o) si vanga e badile...
    vedi subj.
    • Anonimo scrive:
      Re: no laurea? no lavoro :o) si vanga e badile...
      - Scritto da: laureato

      vedi subj.Re: no laurea? no lavoro :o) si vanga e badile...No esperienza? Lavora pure quanto vuoi ma no stipendio :))))
      • Anonimo scrive:
        Re: no laurea? no lavoro :o) si vanga e badile...
        - Scritto da: Nic
        No esperienza? Lavora pure quanto vuoi ma no
        stipendio :))))a parita di esperiienza, se lavorassmo nella stessa ditta, io sarei il tuo direttore :o)
        • Anonimo scrive:
          Re: no laurea? no lavoro :o) si vanga e badile...
          - Scritto da: laureato
          - Scritto da: Nic


          No esperienza? Lavora pure quanto vuoi ma
          no

          stipendio :))))

          a parita di esperiienza, se lavorassmo nella
          stessa ditta, io sarei il tuo direttore :o)Nulla in contrario!L'esperienza pero' prima me la dimostri, caro!Non ti credi di averla da sempre e comandare dal primo giorno.Sicuramente a pari esperienza potrai sostenere di avere una visione piu' ampia delle cose ma non prima!
          • Anonimo scrive:
            Re: no laurea? no lavoro :o) si vanga e badile...
            Non mi fido di un dentista autodidatta - perchè dovrei fidarmi di te che hai studiato al CEPU?Avete dequalificato l'intera categoria per anni.
          • Anonimo scrive:
            Re: no laurea? no lavoro :o) si vanga e badile...
            - Scritto da: maxx
            Non mi fido di un dentista autodidatta -Bell'esempio che hai preso!In Italia gli abusivi sono almeno il 10%, dati ufficiali! E' una piaga riconosciuta della loro professione. La cosa bella e' che sono talmente bravi che sono pure difficili da trovare!Forse il tuo lo e'! Faresti meglio a stare attento!!
            perchè dovrei fidarmi di te che hai studiato
            al CEPU?Dici a me?Io non ho studiato al CEPU!Per ottenere cosa, poi? Il diploma? Ma va la!
            Avete dequalificato l'intera categoria per
            anni.[Canzone]Parole, parole parole....
  • Anonimo scrive:
    Per i laureati
    Non c'è peggior ignorante di chi pensa di non esserlo.Per programmare servono carta, penna, creatività e nozioni, sì, anche scienza. Ma non serve forse sienza anche per scrivere romanzi? A chi è mai saltata in testa l'idea che per farsi editare occorra dimostrare un titolo oltre che l'opera stessa?Lungi dal voler aver ragione, dal voler sapere troppo, vi invito a meditare. Visto che il cervello per esservi laureati lo dovreste saper usare bene.
    • Anonimo scrive:
      Re: Per i laureati
      - Scritto da: Roberto Micarelli
      ...
      Per programmare servono carta, penna,
      creatività e nozioni,.....
      Ormai carta e penna non li uso piu' da parecchio.Non dirmi che sei uno di quei defi che stampano il listato di un codice per guardarselo offline...
      • Anonimo scrive:
        Re: Per i laureati

        Ormai carta e penna non li uso piu' da
        parecchio.Molto male. Un laureato dovrebbe saper calcolare la complessità asintotica della propria soluzione senza l'uso del computer.

        Non dirmi che sei uno di quei defi che
        stampano il listato di un codice per
        guardarselo offline...
        Non si preoccupi, so fare l'uno e l'altro.
    • Anonimo scrive:
      Re: Per i laureati
      Quando starai male (Dio non voglia) ti faremo operare da un medico autodidatta, vedrai come sarai contento.
      • Anonimo scrive:
        Re: Per i laureati
        - Scritto da: maxx
        Quando starai male (Dio non voglia) ti
        faremo operare da un medico autodidatta,
        vedrai come sarai contento.Lo dico a te perche' mi sei capitato tu a tiro... ma e' rivolto a tutti quelli che tirano fuori 'sto esempio cretino.Situazione reale non immaginaria!Quante volte al telegiornale hanno intervistato i pazienti dell'ennesimo abustatore della professione medica i quali dicevano: "Era bravissimo"?Inoltre l'esame di stato lo fai dopo un bel po' di tirocinio ovvero PRATICA!
  • Anonimo scrive:
    [OT]: Microsoft Certified....
    Vorrei sapere cosa ne pensate dei vari:MCP, MCSA, MCSD, ecc.[ per l'elenco completo http://www.microsoft.com/traincert/mcp/default.asp]e se tali qualifiche fossero sufficienti per l'iscrizione ad un ipotetico albo.
    • Anonimo scrive:
      Re: [OT]: Microsoft Certified....
      - Scritto da: eMbe'
      Vorrei sapere cosa ne pensate dei vari:
      MCP, MCSA, MCSD, ecc.
      [ per l'elenco completo
      http://www.microsoft.com/traincert/mcp/defaul
      ]

      e se tali qualifiche fossero sufficienti per
      l'iscrizione ad un ipotetico albo.Direi di no: ti fanno un test all'americana per vedere se sei un certified qualcosa-microsoft. Mi sembra un po' poco....E poi non sono necessari titoli di studio universitario per essere Microsoft-certified-qualcosa. :)
      • Anonimo scrive:
        Re: [OT]: Microsoft Certified....
        Scritto da: eMbe'
        Vorrei sapere cosa ne pensate dei vari:
        MCP, MCSA, MCSD, ecc.
        [ per l'elenco completo
        http://www.microsoft.com/traincert/mcp/defaul
        ]

        e se tali qualifiche fossero sufficienti per
        l'iscrizione ad un ipotetico albo.Direi di no: ti fanno un test all'americana per vedere se sei un certified qualcosa-microsoft. Mi sembra un po' poco....E poi non sono necessari titoli di studio universitario per essere Microsoft-certified-qualcosa. :)E' VERO TUTTO QUELLO CHE DICI. TRANNE...MA TU LI HAI FATTI GLI ESAMI ALLA MICROSOFT?SAI COSA SONO? HAI MAI LETTO UN LIBRO PER MCSE? SE SI HAI CAPITO QUALCHE COSA?SE SI A TUTTE LE RISPOSTE DOMANI MATTINA VAI IN MICROSOFT E PRENDITI UN PAIO DI CERTIFICAZIONI. QUALSIASI AZIENDA CHE SI RISPETTI QUANDO CERCA PERSONALE GIA' QUALIFICATO RICHIEDE.almeno mcp o mcseNON SMINUIRE TUTTO QUELLO CHE è STUDIO NEL SETTORE INFORMATICO. ANCHE LA LAUREA NON FA MALE, MA NON è OBBLIGATORIA.
        • Anonimo scrive:
          Re: [OT]: Microsoft Certified....
          Hai pienamente ragione e poi però aggiungerei una cosa: la laurea è una foto "storica" la certificazione è una foto "dinamica" in quanto per mantenerla devi risostenere gli esami con aggiornamenti formativi a garanzia della qualità del servizio che vuoi offrire al cliente.E poi, a differenza delle lauree, è tutto test automatizzati e non a docente-like ;-)
        • Anonimo scrive:
          Re: [OT]: Microsoft Certified....
          - Scritto da: ^Gatsu^

          HAI MAI LETTO UN LIBRO PER
          MCSE?Nonono, però se vuoi ti consiglio il debianzhang for dummies in 12 volumi rilegati in pelle dei bantha delle sabbie della valle lao-zong però per averli devi superare la prova d'iniziazione che consiste nel catturare un bantha a mani nude ah se trovi l'iniziando fe-xon disperso 3 anni fa digli che forse è meglio se rinuncia
        • Anonimo scrive:
          Re: [OT]: Microsoft Certified....
          Se mi arriva un CV di un Microsoft Certified Whatever (ANCHE CON 3 LAUREE) passa direttamente nel cestino.
    • Anonimo scrive:
      Re: [OT]: Microsoft Certified....
      Io so solo che adesso come adesso basta avere una qualsiasi della certificazioni Microsoft per trovare lavoro con una certa facilità... Addirittura ho sentito parlare di ditte che prendono gente uscita dai corsi Microsoft solo per avere la bellezza del "Microsoft certified"... Solo che sti corsi Microsoft se non sbaglio costano uno sproposito.
    • Anonimo scrive:
      Re: [OT]: Microsoft Certified....
      Un business niente male per chi fa i corsi.Per il resto può servire in bagno, se hai finito la carta igienica.
  • Anonimo scrive:
    TRANQUILLI: L'APPROVERANNO TRA 3/4 ANNI
    Tutti quelli che cantano vittoria (chissà per cosa: forse per dover pagare due/tremila euro di tasse in più l'anno ?) e si disperano devono stare tranquilli: il disegno di legge prima che passi tutto l'iter (avete visto quante commissioni devono visionare la relazione ?) ci vorranno degli anni. Ne passerà acqua sotto i ponti....
  • Anonimo scrive:
    ALBI ? LEGGE FASCISTA DEL 38
    Non tutti che sanno che il regime fascista introdusse nel 38 la regolamentazione sugli albi con l'iscrizione obbligatoria per chi voleva esercitare la professione.Ogni parola in più mi sembra superflua....
    • Anonimo scrive:
      Re: ALBI ? LEGGE FASCISTA DEL 38
      - Scritto da: antialbi
      Ogni parola in più mi sembra superflua....allora i laureati di qua dentro sono tutti fascisti e non usano debian ora ho capito perche' al concerto al centro sociale non vengono mai
  • Anonimo scrive:
    VIVA BERLUSCONI: non laureati razza inferiore
    Non laureati? Peggio per voi! Sieite destinati ad essere i servi della gleba del nuovo millennio. Chi oggi fa le leggi viene dal mondo universitario, o perche' ci insegna o perche' si e' laureato.Quindi non c'e trippa per gatti, o Laurea o trattore.
    • Anonimo scrive:
      Re: VIVA BERLUSCONI: non laureati razza inferiore
      dimenticavo che al Berlusca il papy ha comprato anche la Laurea oltre che Milano2..- Scritto da: 110 e lode

      Non laureati? Peggio per voi! Sieite
      destinati ad essere i servi della gleba del
      nuovo millennio. Chi oggi fa le leggi viene
      dal mondo universitario, o perche' ci
      insegna o perche' si e' laureato.

      Quindi non c'e trippa per gatti, o Laurea o
      trattore.
      • Anonimo scrive:
        Re: VIVA BERLUSCONI: non laureati razza inferiore
        Proposta alternativa: creazione ordine dott. informatici dell'on. Mantini della Margherita.Fate sch*fo e pena per come siete parziali e nascondete la verità.
    • Anonimo scrive:
      Re: VIVA BERLUSCONI: non laureati razza inferiore
      Vedi, con un po' di orgoglio ti posso dire che sto finendo un servizio web per una Pubblica Amministrazione assieme ad altri professionisti del web, tutti non laureati ma gente che ha iniziato fin da piccolo a smanettare con PC ed altro e che ha preferito studiare su testi americani comprati su Amazon piuttosto che farsi dei semestri universitari di ingegneria informatica con materie come Chimica, Geometria, Algebra ecc.Per questo servizio degli ingegneri avevano fatto alti studi di fattibilità, così come hanno fatto in altre regioni stimando costi che spaziavano dai 100 mila ai 400 mila euro arrivando ad un livello di accessibilità definito dal WAI livello A.Bene, noi abbiamo creato un sistema che arriva a livello AAA (il massimo) con costi zero di manutenzione e con un costo per l'ente pari al 10% del totale stimato per la prima tranche di lavoro.In Europa l'esempio di professionalità italiana verrà quindi portato dagli "smanettoni" che da anni stanno facendo crescere la qualità delle produzioni aumentando il gap tra formazione universitaria e reale esigenza di mercato: certo, se il mercato cresce la colpa non va data a chi lo fa crescere ma a chi non forma le persone nel modo corretto...
    • Anonimo scrive:
      Re: VIVA BERLUSCONI: non laureati razza inferiore
      - Scritto da: 110 e lode...
      Quindi non c'e trippa per gatti, o Laurea o
      trattore.Scusa e perche` discriminare l'agricoltura? Cribbio! voglio l'albo anche per usare il trattore. Non si sa mai, ti dovessi tirare sotto appena ti incontro, voglio farlo da vero professionista ;)p.s. i fighetti cepu-laureati non hanno bisogno di lavorare, perche` rompere le scatole ai *veri* professionisti?
    • Anonimo scrive:
      Re: VIVA BERLUSCONI: non laureati razza inferiore
      - Scritto da: 110 e lode
      Non laureati? Peggio per voi! Sieite
      destinati ad essere i servi della gleba del
      nuovo millennio. Chi oggi fa le leggi viene
      dal mondo universitario, o perche' ci
      insegna o perche' si e' laureato.

      Quindi non c'e trippa per gatti, o Laurea o
      trattore.SI vede lontano un kilometro che sei un troll e, con molta probabilità, pure di sinistra!
  • Anonimo scrive:
    NON LAUREATI NEL PANICO
    e' bello vedervi rantolare nel buio accusando il prossimo di comunismo e di corporativismofarei cosi anch'io se non fossi laureato... :o)))peggio per voi che non avete studiato hombres!e viva il DUCE, quello vero, ovvero il SAPERE
    • Anonimo scrive:
      Re: NON LAUREATI NEL PANICO

      farei cosi anch'io se non fossi laureato...
      :o)))

      peggio per voi che non avete studiato
      hombres!
      e viva il DUCE, quello vero, ovvero il SAPEREC'e' gente che non _poteva_ permettersi i costosissimi studi universitari e invece che gravare sulla famiglia ha preferito fare degli studi piu' brevi e specifici (ad es. la scuola "Ghiglieno" di Ivrea) e poi dopo aver fatto il militare, ha preferito entrare nel mondo del lavoro.E si e' fatto il mazzo, sul campo.Onestamente, conoscendo diversi informatici, ingegnIeri e non, sono convinto di non aver fatto la scelta sbagliata.Certo mi sono perso la goliardia, le feste universitarie, e l'internet a sbafo del politecnico di Torino... Onestamente pero' non mi sento molto tranquillo a nominare responsabile di progetto uno di questi tizi, se non lo conosco personalmente....non sara' un caso se il 99% degli ing. che esce dal politecnico di Torino e' definito "Babbo di min#hia" :)
      • Anonimo scrive:
        Re: NON LAUREATI NEL PANICO
        - Scritto da: lord auberon
        ...non sara' un caso se il 99% degli ing.
        che esce dal politecnico di Torino e'
        definito "Babbo di min#hia" :)intanto la mia firma al progetto ti serve comunque,pagare e sorridere, tu lavori e sgobbi spalando merdaio firmo e mi becco i soldichi è il piciu tra noi due?e poi io lavoravo e studiavo, invece che andare in discoteca o cazzeggiare al pub, io mi campavo gli studi, 8 anni di sacrifici per un bell' Ing. sul biglietto da visita che mi fa beccare milionate per un semplice FIRMA
        • Anonimo scrive:
          Re: NON LAUREATI NEL PANICO

          e poi io lavoravo e studiavo, invece che
          andare in discoteca o cazzeggiare al pub, io
          mi campavo gli studi, 8 anni di sacrifici
          per un bell' Ing. sul biglietto da visita
          che mi fa beccare milionate per un semplice
          FIRMAPrima passa l'esame di stato :-)E' Vero che comunque la firma ti fa guadagnare solo per il fatto di poter apporre l'ing. davanti al nome.Riguardo al fatto che sia giusto o meno, beh... credo che basti un semplice esame di coscienza...
        • Anonimo scrive:
          Re: NON LAUREATI NEL PANICO
          - Scritto da: 110 e lode
          - Scritto da: lord auberon


          ...non sara' un caso se il 99% degli ing.

          che esce dal politecnico di Torino e'

          definito "Babbo di min#hia" :)

          intanto la mia firma al progetto ti serve
          comunque,
          pagare e sorridere, tu lavori e sgobbi
          spalando merda
          io firmo e mi becco i soldi

          chi è il piciu tra noi due?

          e poi io lavoravo e studiavo, invece che
          andare in discoteca o cazzeggiare al pub, io
          mi campavo gli studi, 8 anni di sacrifici
          per un bell' Ing. sul biglietto da visita
          che mi fa beccare milionate per un semplice
          FIRMA
          Ecco la conferma alla mia teoria: i laureati vogliono l'albo solo per garantirsi stipendi maggiori!
          • Anonimo scrive:
            Re: NON LAUREATI NEL PANICO
            - Scritto da: dalamra
            Ecco la conferma alla mia teoria: i laureati
            vogliono l'albo solo per garantirsi stipendi
            maggiori!ma è ovvio, ed è anche giusto. Cosa credi che abbiano fatto i parlamentari pochi giorni fa? Si sono aumentati lo stipendio :o) Lunardi sai cosa fa? L'Ingegnere! E la lobby degli Ingegneri cosa credi che vuole? Aumentarsi lo tipendio :o) E' il gioco delle corporazioni, la tua sfortuna vuole che la corporazione degli Ingegneri ti governa, probabilmente anche grazie al tuo voto, e te la mette didietro cosi come ha fatto per gli stipendi dei parlamentari coi tuoi soldisai quanti Universitari (prof. e proprietari di universita private) ci guadagneranno con questo provvedimento?sai cosa gliene frega a loro delle vostre rimostranze?laureatevi anche voi dai :o)) magari al CEPU!
          • Anonimo scrive:
            Re: NON LAUREATI NEL PANICO
            - Scritto da: 110 e lode

            Ecco la conferma alla mia teoria: i
            laureati

            vogliono l'albo solo per garantirsi
            stipendi

            maggiori!

            ma è ovvio, ed è anche giusto. Cosa credi
            che abbiano fatto i parlamentari pochi
            giorni fa? Si sono aumentati lo stipendio
            :o) Lunardi sai cosa fa? L'Ingegnere! E la
            lobby degli Ingegneri cosa credi che vuole?
            Aumentarsi lo tipendio :o) E' il gioco delle
            corporazioni, la tua sfortuna vuole che la
            corporazione degli Ingegneri ti governa,
            probabilmente anche grazie al tuo voto, e te
            la mette didietro cosi come ha fatto per gli
            stipendi dei parlamentari coi tuoi soldiCi sono anche ministri (vedi Tremonti) che non sono laureati... che significa?Si continua a confondere il titolo con la competenza, a scapito della professionalità.Purtroppo sembra proprio uno degli indottrinamenti che danno alle università, sulla "superiorità del laureato".Iniziamo invece a chiederci le reali motivazioni per le quali nascono questi problemi: non è che forse i piani di studio universitari non sono così adeguati alle richieste del mercato e si vuol fare del protezionismo?
          • Anonimo scrive:
            Re: NON LAUREATI NEL PANICO
            Mi sono veramente rotto di leggere tutte 'ste stro@@ate...- Scritto da: Roberto Scano
            Ci sono anche ministri (vedi Tremonti) che
            non sono laureati... che significa?Ma perchè prima di fare l'Opinion Maker non ti documenti? Io non sono certo un fan di Tremonti, comunque basta andare sul sito istituzionale a vedere le schede per leggere che è laureato in Giurisprudenza.
            Si continua a confondere il titolo con la
            competenza, a scapito della professionalità.Ma secondo voi perché ca##o ci saremmo spezzati la schiena per anni (senza guadagnare come facevate voi nel frattempo, oppure, come nel mio caso, lavorando e studiando) se non per guadagnare di più?
            Purtroppo sembra proprio uno degli
            indottrinamenti che danno alle università,
            sulla "superiorità del laureato".

            Iniziamo invece a chiederci le reali
            motivazioni per le quali nascono questi
            problemi: non è che forse i piani di studio
            universitari non sono così adeguati alle
            richieste del mercato e si vuol fare del
            protezionismo?Nessuno studio universitario in Italia è adeguato alle richieste del mercato. Un laureato DEVE investire anche dopo la laurea nella sua formazione professionale. Ed è GIUSTO che guadagni di più! Perché invece di rompere i cog@@ioni a noi non vi lamentate di quanto guadagna un calciatore, un presentatore o un testa di ca@@o che esce dal "grande fratello".
          • Anonimo scrive:
            Re: NON LAUREATI NEL PANICO
            - Scritto da: Ing
            Ma perchè prima di fare l'Opinion Maker non
            ti documenti? Io non sono certo un fan di
            Tremonti, comunque basta andare sul sito
            istituzionale a vedere le schede per leggere
            che è laureato in Giurisprudenza.Scusa mi son sbagliato con altri ministri come La Loggia, Bossi, Marzano, Alemanno, Matteoli e Gasparri (almeno così secondo www.governo.it). Facendo due conti quindi non è che siano moltissimi i ministri laureati :-)
            Ma secondo voi perché ca##o ci saremmo
            spezzati la schiena per anni (senza
            guadagnare come facevate voi nel frattempo,
            oppure, come nel mio caso, lavorando e
            studiando) se non per guadagnare di più?Sono scelte personali: se l'obiettivo di studiare all'università anzichè studiare e applicarsi nel campo specializzandosi quindi molti anni prima era volto solamente alla garanzia di essere "superiore in quanto laureato", allora si parte già male. Nel mondo, per fortuna, guadagna maggiormente chi DIMOSTRA maggiore competenza, non maggiori titoli.
            Nessuno studio universitario in Italia è
            adeguato alle richieste del mercato. Un
            laureato DEVE investire anche dopo la laurea
            nella sua formazione professionale. Ed è
            GIUSTO che guadagni di più! Perché invece di
            rompere i cog@@ioni a noi non vi lamentate
            di quanto guadagna un calciatore, un
            presentatore o un testa di ca@@o che esce
            dal "grande fratello".Ora si sta parlando di professioni legate all'informatica e della presunzione dei laureati che, solo per avere un titolo riconosciuto dallo stato italiano con valenza legale ma non con alta valenza di mercato, pretendono di porsi come "leader di mercato" senza conoscere il mercato.Domanda provocatoria: per quale motivo non gradite confrontarvi con il mercato? Finita la laurea ed i vostri studi aggiuntivi e la pratica, apritevi attività e ponetevi sul mercato e sarà il mercato a dire se, come chiedete, pagarvi di più di un non laureato...
        • Anonimo scrive:
          Re: NON LAUREATI NEL PANICO
          E' questo che va riformato. Il guadagno deve essere direttamente proporzionale alla COMPETENZA REALE e non a titoli di studio "statici" che fotografano una situazione "storica" (il superamento dell'esame) ma che non garantiscono la reale competenza nel campo alla data odierna (cosa che garantisce invece una certificazione).Personalmente non sono laureato e nemmeno ho interesse di laurearmi e devo dirti che quando mi chiamano dottore mi da pure fastidio, in quanto c'è la mentalità che "uno che sa" è per forza laureato.
        • Anonimo scrive:
          Re: NON LAUREATI NEL PANICO
          - Scritto da: 110 e lode
          chi è il piciu tra noi due?Tu, che come affermi quà sotto ci hai messo 8 anni per laurearti, facendo una vita da depresso e spendendo in iscrizioni milioni che io invece guadagnavo. A parte il fatto che l'ing. da solo non ti da diritto a mettere la firma ma è probabile che al primo colloquio tu ti sia trovato in questa situazione:Un ingegnere si presenta sul posto di lavoro. E' il suo primo giorno... Il principale gli mette una scopa in mano e gli dice: "Ecco questa e'una scopa. Come prima cosa potreste dare una spazzata all'ufficio..." l'ingegnerereplica: "Una scopa ?!?! Ma guardi che io sono un ingegnere !!!" e il principale: "Ha ragione, scusi,venga di là che le faccio vedere come funziona...".
          e poi io lavoravo e studiavo, invece che
          andare in discoteca o cazzeggiare al pub, io
          mi campavo gli studi, 8 anni di sacrifici
          per un bell' Ing. sul biglietto da visita
          che mi fa beccare milionate per un semplice
          FIRMA
    • Anonimo scrive:
      Re: NON LAUREATI NEL PANICO
      - Scritto da: Lello
      peggio per voi che non avete studiato
      hombres!Quando vuoi possiamo confrontare gli stipendi, se ti va.
  • Anonimo scrive:
    UNA DOMANDA...
    Scusate, ma un laureato in Informatica, in base all'albo, non ha gli stessi privilegi e diritti di un Ingegnere d'Informatica? E i corsi con relativa certificazione post-diploma (come l'ENAIP o l'ENFAP) come si inseriscono in questo contesto?Grazie
    • Anonimo scrive:
      Re: UNA DOMANDA...
      Un attuale laureato in informatica NON può accedere all'Albo degli Ingegneri perché non viene ammesso all'esame di stato.- Scritto da: Pyron
      Scusate, ma un laureato in Informatica, in
      base all'albo, non ha gli stessi privilegi e
      diritti di un Ingegnere d'Informatica? E i
      corsi con relativa certificazione
      post-diploma (come l'ENAIP o l'ENFAP) come
      si inseriscono in questo contesto?


      Grazie
      • Anonimo scrive:
        Re: UNA DOMANDA...
        - Scritto da: Ing
        Un attuale laureato in informatica NON può
        accedere all'Albo degli Ingegneri perché non
        viene ammesso all'esame di stato.in quanto come è stato detto in aula del senato è il Collegio degli Ingegneri che non vuole gli informatici.Sarà mica che un collegio ha maggiore potere del parlamento?Ossia vanno a creare un vespaio solo perchè delle primedonne non vogliono gli informatici nel loro albo?
        • Anonimo scrive:
          Re: UNA DOMANDA...
          Scusa ma hai scoperto l'acqua calda: le lobbies esistono da sempre...- Scritto da: Roberto Scano


          - Scritto da: Ing

          Un attuale laureato in informatica NON può

          accedere all'Albo degli Ingegneri perché
          non

          viene ammesso all'esame di stato.

          in quanto come è stato detto in aula del
          senato è il Collegio degli Ingegneri che non
          vuole gli informatici.
          Sarà mica che un collegio ha maggiore potere
          del parlamento?
          Ossia vanno a creare un vespaio solo perchè
          delle primedonne non vogliono gli
          informatici nel loro albo?
          • Anonimo scrive:
            Re: UNA DOMANDA...
            - Scritto da: Ing
            Scusa ma hai scoperto l'acqua calda: le
            lobbies esistono da sempre...e per questo vogliamo crearne un'altra?
  • Anonimo scrive:
    Fate comemè
    Ciao a tutti, meno che a li laziali. Sono Totti. Frampò me pio a laurea 'nsieme a Bobbo e nun vedo l'ora d'entrà nell'Ordine degli Informaticizzati. Grazie alla CEPPU me sto a fa 'n futuro meio de quello da benzinaro.
  • Anonimo scrive:
    COMUNISTELLI?
    Vorrei far notare a chi affibia il titolo di comunista ai laureati ed è contro l'albo, che la proposta di legge infame è di un senatore FI.Saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: COMUNISTELLI?
      non mettiamo in mezzo la politica in quanto, come si nota nel documento, non c'è chiarezza né da una parte né dall'altra.E' necessario comprendere solo se la cosa è dovuta ad ignoranza in materia o è voluta.
    • Anonimo scrive:
      Re: COMUNISTELLI?
      Proposta alternativa: creazione ordine dott. informatici dell'on. Mantini della Margherita.Fate sch*fo e pena per come siete parziali e nascondete la verità.
      • Anonimo scrive:
        Re: COMUNISTELLI?
        - Scritto da: .........................
        Proposta alternativa: creazione ordine dott.
        informatici dell'on. Mantini della
        Margherita.
        Fate sch*fo e pena per come siete parziali e
        nascondete la verità.E che uno che si firma gramsci secondo te sta con Mantini? Quello è più vicino a te che a me. Eppoi io mica sbraito come voi, ho solo fatto notare un controsenso al quale tu mi rispondi con: "fate schifo". Complimenti per le belle leggi del vostro amato governo.
    • Anonimo scrive:
      Re: COMUNISTELLI?
      - Scritto da: gramsci
      Vorrei far notare a chi affibia il titolo di
      comunista ai laureati ed è contro l'albo,
      che la proposta di legge infame è di un
      senatore FI.Se vuoi metterla su questo piano anche "casa delle libertà" è un GIGANTESCO CONTROSENSO dopo questa proposta di legge ignobile.Ritornando a noi.... che vuol dire? Tu ti limiti a vedere *chi* fa una determinata proposta per capire se è conforme o meno a concetti di dx o sx? Povero te. Povera Italia.In USA una delle più belle cose è la meritocrazia; in USA è al governo la destra (e Clinton e soci sono distanti anni luce dalla nostra sinistra). Questa legge è l'OPPOSTO di un concetto meritocratico, quindi l'opposto di quello che un governo liberale e di destra dovrebbe fare. Qual'è l'opposto di libertà e di destra? COMUNISMO.
      • Anonimo scrive:
        Re: COMUNISTELLI?
        Povera Italia lo dico io sentendo gente come te che crede che destra significhi liberale. Poi ci stanno quelli che rivoltano le carte in tavola come gli pare e piace, e chiamano conservatori i progressisti e riformisti i conservatori.Certo, quando ci solo leggi che tutelano i lavoratori e bisogna eliminarle, occorre riformare.
  • Anonimo scrive:
    RIVOLTO AI CONSULENTI E PROFESSIONISTI
    Io come tanti altri non ho i requisiti per far parte della nobile casta dell'albo ma pago regolarmente le tasse e con il mio lavoro ci campo io e la mia famiglia. Sono bravo ? Non capisco niente di programmazione o grafica ? Questo lo devono giudicare solo i miei clienti conquistati uno ad uno con il sudore della fronte e il passaparola. Mi rivolgo a tutte le persone che sono nella mia stessa posizione, che non stanno giocando o discutendo di lauree e cacchiate varie: qui si parla di sopravvivere. Uniamoci per contrastare questa assurda legge che ci taglierebbe le gambe, studiamo le contromisure e agiamo.La mia email è fabiosatti@libero.it.
    • Anonimo scrive:
      Re: RIVOLTO AI CONSULENTI E PROFESSIONISTI
      Un altro web designer che si ritiene un informatico?
    • Anonimo scrive:
      Re: RIVOLTO AI CONSULENTI E PROFESSIONISTI
      Ma prof sta per professore o (presunto) professionista?
    • Anonimo scrive:
      Re: RIVOLTO AI CONSULENTI E PROFESSIONISTI
      Buon per te che ci campi. Scommetto che vai da un dentista autodidatta, e farai operare di tonsille tuo figlio da un medico uscito dal CEPU
  • Anonimo scrive:
    QUANTO MI PIACE IL MIO LAVORO !
    Nel 1982 (allora Ingegneria informatica non esisteva) come studente di Ingegneria meccanica ebbi la 'disgrazia' di entrare nel centro elaborazione dati del mio Ateneo.Dopo quasi due anni ininterrotti di corsi (programmazione strutturata, metodi d'analisi, BASIC, COBOL, FORTRAN77 ecc..), e diversi quintali di schede perforate, il capocentro, esasperato, si decise a buttarmi fuori a calci nel sedere; ma ormai il danno era fatto: ero ormai diventato un "INFORMATICO" !Conferii il libretto universitario alla Pubblica Discarica ed inizio' la mi avventura nell' E.D.P.Nel 1986, come libero professionista, le aziende mi ingaggiavano a 150.000 lire/ora (avevo 23 anni) per fornire consulenza alla "ottimizzazione dei flussi informatici aziendali", tenere corsi di data-processing, sviluppare applicativi o, semplicemente, fare assistenza su pacchetti gestionali.Godevo.Sono passati 16 anni e da 10 lavoro come responsabile dei sistemi informatici di una grande società di ... ingegneria ;-)) per la quale realizzo anche progetti complessi che vengono SISTEMATICAMENTE timbrati e firmati da miei colleghi ingegneri (civili, elettronici ecc..) che naturalmente non sanno minimamente neppure valutare.Godo.STORIELLA N°1L'anno scorso realizzo il progetto di un impianto industriale per 9 miliardi di informatica (su 120 miliardi di opere) e, per un anno, ho svolto personalmente la direzione lavori.Qualche mese fa il responsabile dei lavori dell'impresa appaltatrice, un Dott. informatico col quale avevo instaurato un buon rapporto (soprattutto perchè faceva quasi sempre quello che gli dicevo) mi fa: "E' stato veramente un piacere lavorare per Lei ... in tutta la mia carriere non avevo mai collaborato con un ingegnere preparato come Lei !".Impallidisco, raccolgo le palle che, nel frattempo, mi erano cadute in terra e gli faccio: "Ma ... guardi che io non sono ingegnere." Non mi ha più rivolto la parola.STORIELLA N° 2La scorsa settimana sul più bello del debug di un applicativo da 36.000 righe mi si fulmina il controller di tastiera del PC aziendale (... azz ... che palle!). Per fare prima prendo il cacciavite, vado in magazzino, recupero una vecchia mainboard polverosa e mi metto a sostituirla. Svito, moccolo, sudo, stacco tutto ... e monto la nuova.Riattacco i filacci e le alimentazioni (CD, HD, floppy ecc..) accendo. Nulla."Cane ... è partito l'alimentatore !"Corro ansimando dal fornitore all'angolo e mi faccio dare un alim.nuovo.Torno indietro, moccolo, rismonto, rimonto, riattacco, riaccendo. Nulla.Già pentito dell'iniziativa prendo il PC in blocco e mi trascino penosamente (erano 34°C.) dal fornitore. Il ragazzotto del laboratorio (praticamente l'età di figlio) mi squadra severo, infila la mano nel cabinet e tira fuori con aria di sufficienza un connettore rettangolare.Non avevo collegato l'alimentazione ATX alla motherboard!Uscendo dal laboratorio sento il tipo che dice al suo collega "Oh! Hai visto che scemo quello lì che fa il Direttore Informatico ? E magari guadagna pure un pacco di soldi ..."Ho sorriso ... mi sono stretto ancora più forte al cabinet del mio PC e sono uscito in silenzio ...QUANTO MI PIACE IL MIO LAVORO !;-))
    • Anonimo scrive:
      Re: QUANTO MI PIACE IL MIO LAVORO !
      Non sono ancora riuscito a capire se sei un dott.informatico o un ing.informatico
      • Anonimo scrive:
        Re: QUANTO MI PIACE IL MIO LAVORO !
        Ma che cazzo dici... li leggi i post o fai solo finta? Ha detto che NON è laureato!- Scritto da: Ale
        Non sono ancora riuscito a capire se sei un
        dott.informatico o un ing.informatico
        • Anonimo scrive:
          Re: QUANTO MI PIACE IL MIO LAVORO !
          - Scritto da: Sveglia!
          Ma che cazzo dici... li leggi i post o fai
          solo finta? Ha detto che NON è laureato!
          ehmmmm vedi di darti una calmata!
    • Anonimo scrive:
      Re: Fantastico!
      Fantastico post.Ho apprezzato molto.Spassoso.Grazie per averlo scritto.
    • Anonimo scrive:
      Re: e meno male che non è un laureato !
      Sai se fosse stato un Ing. o un Dott ... che filippica avrebbe fatto al ragazzino del rivenditore? Di quelle del tipo: "ma come ti permetti ignorante, io mi sono fatto un culo così all'università sono un LAUREATO !" ecc... ecc...insomma tutta quella spazzatura che leggiamo tutti i giorni su queste pagine.
  • Anonimo scrive:
    Siete migliori? Allora a che serve l'albo?
    Eh, comunistelli? A che serve l'albo se non a levarvi un po di concorrenza di chi molto probabilmente rende 100 volte più di voi? Comunisti, anti meritocrazia che non siete altro!Tutto questo non è rivolto a tutti i laureati, anzi spero ad un numero irrisorio di essi, anche se leggendo i post purtroppo sembrano tanti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Siete migliori? Allora a che serve l'albo?
      Sono un libero professionistaProgrammatoreNon Laureato.Non me ne frega niente dell'albo, anzi non mi piace e non lo voglio.Non sopporto i comunisti.Uso M$ Windows, ma vorrei tanto usare Linux x lavoro (e non per diletto)Mi sai dire a che categoria appartengo?- Scritto da: aS
      Eh, comunistelli? A che serve l'albo se non
      a levarvi un po di concorrenza di chi molto
      probabilmente rende 100 volte più di voi?
      Comunisti, anti meritocrazia che non siete
      altro!


      Tutto questo non è rivolto a tutti i
      laureati, anzi spero ad un numero irrisorio
      di essi, anche se leggendo i post purtroppo
      sembrano tanti.Nella mia modestissima carriera pluridecennale ho conosciuto e lavorato con svariati e "variegati" ingegneri con tipi di lauree e competenze diverse.Fidati.Posso solo dirti che, così come non basta l'appartenenza ad un albo a stabilire la "QUALITA'" di un professionista, la laurea che prova, (al limite) la capacità di studiare e apprendere di una persona, ma non ne attesta le sua capacità lavorative.Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Siete migliori? Allora a che serve l'albo?
        - Scritto da: eMbe'
        Sono un libero professionista
        Programmatore
        Non Laureato.
        Non me ne frega niente dell'albo, anzi non
        mi piace e non lo voglio.

        Non sopporto i comunisti.

        Uso M$ Windows, ma vorrei tanto usare Linux
        x lavoro (e non per diletto)

        Mi sai dire a che categoria appartengo?Sei uno che ragiona.
        Posso solo dirti che, così come non basta
        l'appartenenza ad un albo a stabilire la
        "QUALITA'" di un professionista, la laurea
        che prova, (al limite) la capacità di
        studiare e apprendere di una persona, ma non
        ne attesta le sua capacità lavorative.Se per esercitare è obbligatorio essere iscritti è un conto. Il mio discorso era rivolto a chi vorrebbe l'albo. Queste persone non meritano nessuna considerazione.
      • Anonimo scrive:
        Gia`...
        - Scritto da: eMbe'
        Sono un libero professionistaidem
        Programmatoreidem
        Non Laureato.idem. ci avevo provato ma dopo aver sentito il prof dire "non imparerete a fare miracoli, ma programmi minuscoli del cui funzionamento sarete sempre certi al 100%", e aver visto come andavano le cose, quanta poca pratica ci fosse, e poi al pensiero di farmi il c*lo per tutto il tempo, gli esami eccetera... insomma, rinunciai.
        Non me ne frega niente dell'albo, anzi non
        mi piace e non lo voglio.Proprio.
        Non sopporto i comunisti.Be', io fondamentalmente sono apolitico, pero` non saprei... se sono stati loro a proporlo, allora e` un grave punto a sfavore.
        Uso M$ Windows, ma vorrei tanto usare Linux
        x lavoro (e non per diletto)Uhm... io non amo nessuno dei due, ma si andrebbe un po' OT...
        Mi sai dire a che categoria appartengo?Be', avessi una software house con necessita` di personale specializzato, cercherei di assumerti... ;)
        • Anonimo scrive:
          Re: Gia`...
          Mi spiace deludervi, ma la proposta l'ha fatta il senatore Basile di Forza Italia.Forse Berlusconi non e' di dx o sx, ma sta facendo un favore a certi amici, come sempre. Del resto, non ho mai creduto che Berlusconi fosse di Centro Destra, ma semmai sta aiutando chi lo ha aiutato a diventare quello che e'... giudicate voi... (scusate amici della Lega, ma ha comprato anche voi, e per quel che mi riguarda non avrei nulla in contrario con alcune delle vostre proposte). La cosa lascia esterrefatti per via del fatto che anche AN si e' messa con il figliol prodigo di Craxi.Come diceva mio nonno, POVERA ITALIA...
    • Anonimo scrive:
      Re: Siete migliori? Allora a che serve l'albo?
      serve a riconoscere a prima vista uno come te
      • Anonimo scrive:
        Re: Siete migliori? Allora a che serve l'albo?
        - Scritto da: maxx
        serve a riconoscere a prima vista uno come teTi garantisco che se tu avessi la sfortuna di incontrarmi mi riconosceresti senza con o senza albo ma il problema è che poi neanche tua madre riconoscerebbe più te.
    • Anonimo scrive:
      Re: Siete migliori? Allora a che serve l'albo?

      Eh, comunistelli? A che serve l'albo se non
      a levarvi un po di concorrenza di chi molto
      probabilmente rende 100 volte più di voi?
      Comunisti, anti meritocrazia che non siete
      altro!
      guarda che le corporazioni e il cameratismo corporativista, non e' espressione del comunismo.Il classismo, anzi, e' una delle cose contro cui il comunismo si contrapponeva.Parlo del comunsimo come corrente politica, non della sua applicazione in URSS, o in Cina...Le corporazioni rappresentano il peggior lato della destra, quella che vorrebbe l'autarchia e la divisione in classi di appartenenza basate solo su titoli o diritto di nascita (no meritocrazia), cioe' il peggio che si puo' avere in una democrazia.ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Siete migliori? Allora a che serve l'albo?
        Il comunismo, si è espresso nel mondo, proprio nei modi e nei termini che tu addidi alla DX.Aggiungendovi carneficine, deportazioni, terrorismo, negazione dell'umanità, della liberta, dell'esistenza.
        • Anonimo scrive:
          Re: Siete migliori? Allora a che serve l'albo?

          Il comunismo, si è espresso nel mondo,
          proprio nei modi e nei termini che tu addidi
          alla DX.
          Aggiungendovi carneficine, deportazioni,
          terrorismo, negazione dell'umanità, della
          liberta, dell'esistenza.Questa e' la descrizione di dittaturache non e' la stesa cosa di comunismo.... benche' alcuni regimi comunisti si siano espressi in quella forma.mi dispiace che la gente abbia dei preconcetti cosi' radicati...ciao
  • Anonimo scrive:
    Per i LAUREATI
    Ce l'avete già qualcosa in più degli altri, la laurea. Perchè volete l'albo? Paura di confrontarsi con gli altri? Il vostro stipendio deve essere adeguato in base a quello che rendete in azienda oppure in base all'iscrizione all'albo? Vi rendete conto che gli albi solo delle caste? Vi rendete conto che un azienda DEVE essere LIBERA di assumere chi spi pare e piace? Comunistelli del ca__zzo!
    • Anonimo scrive:
      Re: Per i LAUREATI
      Sei un povero fascistello ignorante e frustrato.- Scritto da: aS
      Ce l'avete già qualcosa in più degli altri,
      la laurea. Perchè volete l'albo? Paura di
      confrontarsi con gli altri? Il vostro
      stipendio deve essere adeguato in base a
      quello che rendete in azienda oppure in base
      all'iscrizione all'albo? Vi rendete conto
      che gli albi solo delle caste? Vi rendete
      conto che un azienda DEVE essere LIBERA di
      assumere chi spi pare e piace? Comunistelli
      del ca__zzo!
      • Anonimo scrive:
        Notate tutti
        Notate tutti come mi prendo insulti da personaggi sia di destra sia di sinistra. E' proprio vero che siete tutti uguali. Destra o sinistra quando si parla di libertà vera e meritocrazia cominciano a tremarvi le gambe.- Scritto da: Che
        Sei un povero fascistello ignorante e
        frustrato.

        - Scritto da: aS

        Ce l'avete già qualcosa in più degli
        altri,

        la laurea. Perchè volete l'albo? Paura di

        confrontarsi con gli altri? Il vostro

        stipendio deve essere adeguato in base a

        quello che rendete in azienda oppure in
        base

        all'iscrizione all'albo? Vi rendete conto

        che gli albi solo delle caste? Vi rendete

        conto che un azienda DEVE essere LIBERA di

        assumere chi spi pare e piace?
        Comunistelli

        del ca__zzo!
    • Anonimo scrive:
      Re: Per i LAUREATI
      vai da un medico improvvisato/autodidatta?se poi sei così bravo di che hai paura?
      • Anonimo scrive:
        Re: Per i LAUREATI
        - Scritto da: maxx
        vai da un medico improvvisato/autodidatta?Confronti del cazzo partoriti da una testa di cazzo. Vai da un fruttivendolo improvvisato/autodidatta? LOL
        se poi sei così bravo di che hai paura?Ne hai veramente poco di cervello, vedo.Non perdo tempo a risponderti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Per i LAUREATI
      Non hai capito una cosa, l'albo degli informatici esiste gia', quello che non ha senso e' che all'albo degli informatici possano iscriversi gli ingegneri e non i laureati delle universita' di informatica vere e proprie, che di certo avrebbero piu' diritto dei laureati di ingegneria. - Scritto da: aS
      Ce l'avete già qualcosa in più degli altri,
      la laurea. Perchè volete l'albo? Paura di
      confrontarsi con gli altri? Il vostro
      stipendio deve essere adeguato in base a
      quello che rendete in azienda oppure in base
      all'iscrizione all'albo? Vi rendete conto
      che gli albi solo delle caste? Vi rendete
      conto che un azienda DEVE essere LIBERA di
      assumere chi spi pare e piace? Comunistelli
      del ca__zzo!
  • Anonimo scrive:
    Questa è la mentalità di alcune persone...
    Storie VERE.Storia 1:La direttrice dei servizi mi chiama e mi fa una domanda su DOS (anni fa). La guardai sbigottito e le chiesi chi le aveva detto una simile boiata (non ricordo nemmeno cosa fosse). Lei rispose: 'Tizio' (non ricordo nemmeno chi fosse l'astuto). Io continuai: - ma per carità, lasci perdere le hanno detto delle cose completamente sbagliate -Lei tutta compunta: - Ma non è possibile... E' laureato, mi scusi! -Ecco, questa è la morale. Secondo alcune persone UN LAUREATO non può sparare CAZZATE, ovvero ha la verità in tasca... Cmq la storia finì così, senza tante smancerie le risposi di fare quel che credeva, di seguire i consigli di 'Tizio', ma di non venire da me in futuro a mettere a posto eventuali danni... ;-)Storia 2:Mi chiama una professoressa che ha il computer in panne. Dice che un suo collega, docente di elettronica, gli ha detto che deve cambiare la scheda video. Il difetto? Lo schermo scorreva verticalmente. L'idiota (docente di elettronica, pensate voi) manco sapeva che dietro ai monitor (quelli un po' datati, ai tempi di win 3.1) c'erano le regolazioni del sincronismo (verticale ed orizzontale. Un elettronico dovrebbe sapere come funziona un monitor). E' bastato regolarli....Ce ne sono a decine di casi simili... L'importante non è il pezzo di carta, con il quale parecchi potrebbero solo pulircisi visto quel che sanno, ma quello che uno è in grado DI SAPER FARE con ciò che ha studiato. Ripetere come dei mammalucchi la lezione all'esame per prendere un buon voto non significa AVER CAPITO quel che si argomenta...
    • Anonimo scrive:
      Re: Questa è la mentalità di alcune persone...
      - Scritto da: HotEngine
      L'importante non è il pezzo di carta, con il
      quale parecchi potrebbero solo pulircisi
      visto quel che sanno, ma quello che uno è in
      grado DI SAPER FARE con ciò che ha studiato.
      Ripetere come dei mammalucchi la lezione
      all'esame per prendere un buon voto non
      significa AVER CAPITO quel che si
      argomenta...Anche i pezzi di carta variano...come dicevo nella lettera:- la laurea è un pezzo di carta riconosciuto dallo stato che effettua una "fotografia" di un dato momento temporale- l'esame di stato è una "fotografia" di un momento temporale- le certificazioni sono una serie di fotografie scattate a intervalli regolari di tempoa questo punto, se proprio vogliamo parlare di valenza per il requisito di "competenza" dei pezzi di carta, l'unico pezzo di carta che garantisce un costante "controllo" è la certificazione, unico dei tre documenti non riconosciuto dallo stato.
    • Anonimo scrive:
      [Leggermente OT]

      La direttrice dei servizi mi chiama e mi fa
      una domanda su DOS (anni fa). La guardai
      sbigottito e le chiesi chi le aveva detto
      una simile boiata (non ricordo nemmeno cosa
      fosse). Lei rispose: 'Tizio' (non ricordo
      nemmeno chi fosse l'astuto). Io continuai: -
      ma per carità, lasci perdere le hanno detto
      delle cose completamente sbagliate -
      Lei tutta compunta: - Ma non è possibile...
      E' laureato, mi scusi! -Mi fai venire in mente una scena che ho visto tempo fa. Uno, in strada, ha un improvviso dolore al petto, c'e' li uno che si definisce medico e quindi i presenti lo lasciano fare... fa delle cose che non stanno ne in cielo ne in terra (cose che anche ad un corso di scuola guida qualsiasi ti dicono di non fare, per intendersi)... Per fortuna del tizio che sull'ambulanza che e' arrivata c'era un medico rianimatore che vista la situazione ha spostato 'di peso' l'altro medico.Si scopri' dalla lite che ne e' nata che il primo medico era dermatologo!Lascio a voi gli ulteriori commenti sulla professionalita' degli iscritti all'albo...
  • Anonimo scrive:
    State tranquilli
    Corro il rischio di andare un po' OT ma ho appena sentito il TG5: i parlamentari hanno appena approvato, a tempo di record (pare che mai una legge ci abbia messo meno), l'aumento del finanziamento ai partiti di almeno 2.5 volte e contemporaneamente abbassato le soglie minime di percentuale di votanti per ottenerlo dal 4% all' 1%.Fatto il compitino per le vacanze, adesso tutti in ferie. Tranquilli dopo le ferie non ci penseranno neppure piu' alla legge sull'ordine degli informatici. Possiamo dormire tranquilli!
  • Anonimo scrive:
    I Laureati per selezione naturale sono superiori
    Non avete studiato? non vi siete fatti il mazzo sui libri? Non avete sudato e sopportato angherie dei professori?? Tutto a gratis senza beccare una lira, anzi, pagando carissime rette per servizi scadenti?Non avete una cultura tecnica di base? Peggio per voi. Ai laureati opportunita dirigenziali ai diplomati la terra e la zappa
    • Anonimo scrive:
      Re: I Laureati per selezione naturale sono superiori
      - Scritto da: 110 e lode

      Non avete studiato? non vi siete fatti il
      mazzo sui libri? Non avete sudato e
      sopportato angherie dei professori?? Tutto a
      gratis senza beccare una lira, anzi, pagando
      carissime rette per servizi scadenti?

      Non avete una cultura tecnica di base?

      Peggio per voi. Ai laureati opportunita
      dirigenziali ai diplomati la terra e la
      zappaahahahahI laureati erano questo che credevano quando hanno iniziato l'università.Poi alcuni quando la stanno finendo e si rendono conto che nonostante i titoli, la teoria, la mentalità aperta imparata dagli studi e tutta la serie di menate rischiano di vedersi superati sul mercato del lavoro da ignoranti con un sacco di esperienza e capacità allora decidono di barare.Chiamano il deputato amico loro e gli chiedono un disegno di legge per fargli fuori la concorrenza.Ma questo non passera mai.Percio rassegnatevi e preparatevi a dover lottare nella jungla del mercato del lavoro, e se veramente i vostri studi hanno fruttato qualcosa lo dovrete dimostrare sul campo sensa sperare in scorciatoie del tipo "quel lavoro è destinato a me per diritto". TANTO L'ORDINE NON PASSA.
      • Anonimo scrive:
        Re: I Laureati per selezione naturale sono superiori
        Personalmente non me ne frega niente. L'albo degli ingegneri esiste gia' da decenni. E il settore dell'informazione e' stato appena introdotto. Il problema e' semmai degli laureati in informatica.
        • Anonimo scrive:
          Re: I Laureati per selezione naturale sono superiori
          - Scritto da: JoCKerZ
          introdotto. Il problema e' semmai degli
          laureati in informatica.degli laureati? Hai una laurea vero? ;-)
          • Anonimo scrive:
            Re: I Laureati per selezione naturale sono superiori
            - Scritto da: HotEngine
            - Scritto da: JoCKerZ


            introdotto. Il problema e' semmai degli

            laureati in informatica.

            degli laureati? Hai una laurea vero? ;-):)) Avevo scritto degli Informatici, ma siccome mi pareva generico ho cancellato informatici e scritto laureati in informatica. Semplice svista.Crocefisso in sala mensa ? :))
      • Anonimo scrive:
        Re: I Laureati per selezione naturale sono superiori
        - Scritto da: yuptost
        Chiamano il deputato amico loro e gli
        chiedono un disegno di legge per fargli
        fuori la concorrenza.
        Ma questo non passera mai.
        Percio rassegnatevi e preparatevi a dover
        lottare nella jungla del mercato del lavoro,
        e se veramente i vostri studi hanno fruttato
        qualcosa lo dovrete dimostrare sul campo
        sensa sperare in scorciatoie del tipo "quel
        lavoro è destinato a me per diritto".

        TANTO L'ORDINE NON PASSA.Possibile che non ce ne sia uno che sappia come stanno le cose!!!L'Ordine esiste già e vi accedono solo gli ingegneri.Tutti gli altri non possono firmare progetti software.Per ulteriori chiarimenti leggiti il mio seguente post:http://www.punto-informatico.it/pol.asp?mid=228555&fid=40918
    • Anonimo scrive:
      Re: I Laureati per selezione naturale sono superiori
      - Scritto da: 110 e lode

      Non avete studiato? non vi siete fatti il
      mazzo sui libri? Non avete sudato e
      sopportato angherie dei professori?? Tutto a
      gratis senza beccare una lira, anzi, pagando
      carissime rette per servizi scadenti?

      Non avete una cultura tecnica di base?

      Peggio per voi. Ai laureati opportunita
      dirigenziali ai diplomati la terra e la
      zappae proprio questo che e sbagliato...continuare cosi...
    • Anonimo scrive:
      Re: I Laureati per selezione naturale sono superio
      - Scritto da: 110 e lode
      Peggio per voi. Ai laureati opportunita
      dirigenziali ai diplomati la terra e la
      zappaVedremo se dirai le stesse cose quando ti si inchiodera' powerpoint prima di qualche stupida presentazione, e dovrai baciare il culo al custode perche' chiami suo figlio ritardato per fartelo ripartire...
      • Anonimo scrive:
        Re: I Laureati per selezione naturale sono superio

        Vedremo se dirai le stesse cose quando ti si
        inchiodera' powerpoint prima di qualche
        stupida presentazione, e dovrai baciare il
        culo al custode perche' chiami suo figlio
        ritardato per fartelo ripartire...Questa e' una tipica competenza da informaticoseconte te. Permettimi di non concordare con la tua definizione di informatico.:))
        • Anonimo scrive:
          Re: I Laureati per selezione naturale sono superio
          - Scritto da: JoCKerZ
          Questa e' una tipica competenza da
          informatico
          seconte te.No, è una tipica competenza da ingegnere.
          • Anonimo scrive:
            Re: I Laureati per selezione naturale sono superio

            No, è una tipica competenza da ingegnere.Basta vedere le slide in powerpoint che si portano dietro agli esami.
          • Anonimo scrive:
            Re: I Laureati per selezione naturale sono superio

            Basta vedere le slide in powerpoint che si
            portano dietro agli esami.Senti, io sono perfettamente d'accordo con chi mi dice che la laurea non e' la garanzia del 'saper fare'. Pero' non sono certamente d'accordo neanche con quelli come te che cercano di far passare un'intera categoria come un branco di deficienti. Si vede lontano un miglio che ti rode il culo. Beh questo e' un tuo problema, non certo mio. Prova con la pasta fissan. Se funziona con i neonati forse funziona anche con te.
          • Anonimo scrive:
            Re: I Laureati per selezione naturale sono superio
            - Scritto da: JoCKerZ
            cercano di far passare un'intera categoria
            come un branco di deficienti.Ma non sono mica deficienti. Basta solo che stiano al loro posto.
            Prova con la pasta fissan. Se funziona con i
            neonati forse funziona anche con te.Le tue esperienze erotiche d'infanzia non mi interessano, ma credo che ci siano siti apposta che potrebbero comprare delle foto a buon prezzo.
          • Anonimo scrive:
            Re: I Laureati per selezione naturale sono superio


            cercano di far passare un'intera categoria

            come un branco di deficienti.

            Ma non sono mica deficienti. Basta solo che
            stiano al loro posto.
            'Basta vedere le slide in powerpoint che si portano dietro agli esami'E con questa 'chicca' cosa avresti voluto far intendere se non che gli ingegneri sono tutti deficienti !?
          • Anonimo scrive:
            Re: I Laureati per selezione naturale sono superio
            - Scritto da: JoCKerZ
            E con questa 'chicca' cosa avresti voluto
            far intendere se non che gli ingegneri sono
            tutti deficienti !?Una cortese osservazione per il bovaro che parlava di "selezione naturale".
        • Anonimo scrive:
          Re: I Laureati per selezione naturale sono superio
          - Scritto da: JoCKerZ
          Questa e' una tipica competenza da
          informatico seconte te.E' la lampante dimostrazione di come certi "laureati", nonostante le "profonde conoscenze di base", non sappiano pulirsi il deretano anche quando si tratta di fare cose ovvie - come tu stesso hai appena notato.
    • Anonimo scrive:
      Re: I Laureati per selezione naturale sono superiori
      Vedi, con la proposta di legge non ci consentirebbero manco di zappare la terra...Quindi immagina un neo-laureato alle prese con il mercato del lavoro che non conosce e, considerando il tempo medio di adeguamento, diventi professionista a 40 anni...
    • Anonimo scrive:
      Re: I Laureati per selezione naturale sono superio
      Guardi che quasi tutti quelli che accederebbero alla casta, in questo momento non stanno cercando se P=NP, stanno al massimo editando un foglio Excel...
    • Anonimo scrive:
      Re: I Laureati per selezione naturale sono superiori
      Io sono laureato in Informatica, ma quasi mi dispiace. Essere messo allo stesso livello di uno che come nick ha scelto 110 e lode.be in fondo a prendere la laurea che ci vuoleSTUDIARE, STUDIARE, STUDIARE, STUDIARE....CAPIRE PER I CAZZI TUOI NIENTE VERO? Se non lo leggi su un testo o non te lo spiega qualcuno non capisci da solo vero? BRAVISSIMO SEI UN GENIO.Lavoro nel settore dell'informatica da quando avevo 13 anni e non ho mai trovato utile la laurea che ho preso se non per fare qualche programmino che poi non ho potuto vendere come meritava perchè la gente preferisce gli applicativi già belli e pronti e non quelli fatti su misura.^Gatsu^
      • Anonimo scrive:
        Re: I Laureati per selezione naturale sono superio
        - Scritto da: Gatsu79
        Io sono laureato in Informatica, ma quasi mi
        dispiace.Ingegnere a 23 anni? Wow! Non sarà che ti sei confuso coi manga?
      • Anonimo scrive:
        Re: I Laureati per selezione naturale sono superiori
        Credi che basti leggere una cosa da un libro per capirla? Non si impara mai niente da soli, si copia sempre da qualcuno o da qualcosa. Oppure credi che facendo l'eremita in una grotta avresti l'illuminazione su come settare un DNS, o un server NT?L'universita' serve, poche storie, e non e' certo una passeggiata prendere una laurea.
        • Anonimo scrive:
          Re: I Laureati per selezione naturale sono superiori

          Credi che basti leggere una cosa da un libro
          per capirla?e credi che serve leggerla mille volte e fartela spiegare all'infinito per capirla ????
          Non si impara mai niente da
          soli,ah no ???? magari hai qualche difficolta, ma dici una cazzata...
          si copia sempre da qualcuno o da
          qualcosa. ah bello...
          Oppure credi che facendo l'eremita
          in una grotta avresti l'illuminazione su
          come settare un DNS, o un server NT?e che ci vuole ???? un genio ???? un'analisi del DNA per scoprire che sei superiore ????
          L'universita' serve,hahahahahachiedi a qualsiasi laureato...chi ti da una percentuale di conoscenze utili piu alta del 20% sta mentendo...
          poche storie, si si...
          e non e'
          certo una passeggiata prendere una laurea.grazie ai professori e a chi crea tutte quelle regole imbeccilli su cosa come e quando devi studiare...
          • Anonimo scrive:
            Re: I Laureati per selezione naturale sono superiori

            e credi che serve leggerla mille volte e
            fartela spiegare all'infinito per capirla
            ????Caro mio, vedo da questa affermazione che non sei mai andato all'universita', altrimenti sapresti che le cose non te le rispiega nessuno, devi capirle da solo, oppure le impari a memoria, e in quel caso concordo con te, non serve e nulla.

            Non si impara mai niente da

            soli,
            ah no ???? magari hai qualche difficolta, ma
            dici una cazzata...Ah si? allora caro il mio esperto di psicologia, come credi di aver imparato a parlare? e a scrivere? ti sei per caso creato un alfabeto partendo da zero solo con le tue capacita', che casualmente e' identico a quello usato dal 100% degli italiani? ^__^Lo sai che l'uomo impara per imitazione dei suoi simili no?Se devi fare una ricerca sull'energia elettrica parti da zero o parti da quello che hanno scoperto ricercatori prima di te?A quanto pare chi spara cazzate non sono io.
          • Anonimo scrive:
            Re: I Laureati per selezione naturale sono superiori

            Caro mio, vedo da questa affermazione che
            non sei mai andato all'universita',purtroppo sbagli...
            Ah si? allora caro il mio esperto di
            psicologia, come credi di aver imparato a
            parlare? e a scrivere?non stiamo parlando di basi che devi imparare comunque...
            Se devi fare una ricerca sull'energia
            elettrica parti da zero o parti da quello
            che hanno scoperto ricercatori prima di te?embe che c'entra ???? se faccio una ricerca faccio ricerca non mi limito a copiare quello che hanno scoperto gli altri...
        • Anonimo scrive:
          Re: I Laureati per selezione naturale sono superio
          - Scritto da: MadDog
          Oppure credi che facendo l'eremita
          in una grotta avresti l'illuminazione su
          come settare un DNS, o un server NT?Nonono nella grotta è buio quindi non puoi avere l'illuminazione e poi non riesci a leggere neanche il debianzhang fo dummies dovresti fare l'eremita sulla cima del monte xiao-dong come il maestro xian ma anche il monte shizuchi va bene solo che prima devi liberarlo dagli invasori
    • Anonimo scrive:
      Re: I Laureati per selezione naturale sono superio

      Peggio per voi. Ai laureati opportunita
      dirigenziali ai diplomati la terra e la
      zappaa volte mi chiedo come si possa considerare un traguardo l'opportunita' dirigenziale..e' il chiaro segno che ci si sente inferiori agli altri all'atto pratico e si mira ad un posto in cui non sia richiesta competenza specifica e la paga sia alta... ma per quello basta leccare il culo giusto ... e' umiliante ...E lo dimostra il continuo riferimento alla zappa...e' una forma evidente di invidia verso chi sa trasformare un pezzo di terra in qualcosa da mangiare... uno come te, senza quello che zappa, morirebbe di fame e sete dopo pochi giorni...per questo ti serve sbandierare la laurea.. non hai altro..."meglio stare zitti e dare l'impressione di essere idioti, che aprire bocca e fugare ogni dubbio"
      • Anonimo scrive:
        Re: I Laureati per selezione naturale sono superio
        - Scritto da: contadino laureato

        Peggio per voi. Ai laureati opportunita

        dirigenziali ai diplomati la terra e la

        zappa

        a volte mi chiedo come si possa considerare
        un traguardo l'opportunita' dirigenziale..
        e' il chiaro segno che ci si sente inferiori
        agli altri all'atto pratico e si mira ad un
        posto in cui non sia richiesta competenza
        specifica e la paga sia alta... ma per
        quello basta leccare il culo giusto ... e'
        umiliante ...
        E lo dimostra il continuo riferimento alla
        zappa...
        e' una forma evidente di invidia verso chi
        sa trasformare un pezzo di terra in qualcosa
        da mangiare...
        uno come te, senza quello che zappa,
        morirebbe di fame e sete dopo pochi
        giorni...
        per questo ti serve sbandierare la laurea..
        non hai altro...

        "meglio stare zitti e dare l'impressione di
        essere idioti, che aprire bocca e fugare
        ogni dubbio"concordo...e farei una prova...mettere i dirigenti a zappare la terra e i contadini a fare i dirigenti...il mondo migliorerebbe TANTISSIMO...
        • Anonimo scrive:
          Re: I Laureati per selezione naturale sono superio

          concordo...e farei una prova...mettere i
          dirigenti a zappare la terra e i contadini a
          fare i dirigenti...il mondo migliorerebbe
          TANTISSIMO...Secondo me si muore tutti di fame entro un paio di raccolti... IMHO!
          • Anonimo scrive:
            Re: I Laureati per selezione naturale sono superio


            concordo...e farei una prova...mettere i

            dirigenti a zappare la terra e i
            contadini a

            fare i dirigenti...il mondo migliorerebbe

            TANTISSIMO...

            Secondo me si muore tutti di fame entro un
            paio di raccolti... IMHO!macche...fai il dirigente la mattina e sui campi il pomerriggio...ma siamo buoni di cuore quindi buttiamo qualcosa anche agli ex-managers...
    • Anonimo scrive:
      Re: I Laureati per selezione naturale sono superiori
      - Scritto da: 110 e lode

      Non avete studiato? non vi siete fatti il
      mazzo sui libri? Non avete sudato e
      sopportato angherie dei professori?? Tutto a
      gratis senza beccare una lira, anzi, pagando
      carissime rette per servizi scadenti?

      Non avete una cultura tecnica di base?

      Peggio per voi. Ai laureati opportunita
      dirigenziali ai diplomati la terra e la
      zappaSei una persona con poche doti e capacità? Avere opportunità dirigenziali solo perchè hai subito le cosiddette "angherie" dei professori non mi sembra giusto. Sei una persona dotata di genio, intelligente e intraprendente ma non puoi permetterti gli studi? (succede anche questo, a volte)La zappa a chi ha denaro sufficiente per permettersi di riempire, in tanti anni, la propria testa di nozioni che non riuscirà ad elaborale per insufficienza mentale, occupando i pochi neuroni a mostrare la presunta superiorità!
      • Anonimo scrive:
        Re: I Laureati per selezione naturale sono superiori
        Non dire balle, esistono le borse di studio, non servono i soldi per avere una laurea, solo buona volontà
        • Anonimo scrive:
          Re: I Laureati per selezione naturale sono superiori

          Non dire balle, esistono le borse di studio,
          non servono i soldi per avere una laurea,
          solo buona volontàhahahahahanon dire balle tu...
          • Anonimo scrive:
            Re: I Laureati per selezione naturale sono superiori
            - Scritto da: blah

            Non dire balle, esistono le borse di
            studio,

            non servono i soldi per avere una laurea,

            solo buona volontà
            hahahahaha
            non dire balle tu...Ah allora se questa e' una balla questi due anni in cui sono andato all'universita' totalmente spesato dalla borsa di studio devo essermeli sognati vero?Fammi il piacere, se non sai come stanno le cose e se devi rispondere solo per il gusto di polemizzare ti conviene tacere, eviteresti di metterti in ridicolo :-)
          • Anonimo scrive:
            Re: I Laureati per selezione naturale sono superiori

            Ah allora se questa e' una balla questi due
            anni in cui sono andato all'universita'
            totalmente spesato dalla borsa di studio
            devo essermeli sognati vero?

            Fammi il piacere, se non sai come stanno le
            cose e se devi rispondere solo per il gusto
            di polemizzare ti conviene tacere,
            eviteresti di metterti in ridicolo :-)si vede che eri un bimbo speciale fin da piccolo...
  • Anonimo scrive:
    Le persone...
    Ciao a tutti,laureati e non (come me).Il problema sono le persone. Laureate o meno, se non hanno coscienza di se e rispetto del prossimo sarà sempre di più una sporca guerra.Questo viscido sentiero è iniziato tanti anni fà, non solo nell'informatica.HOMO HOMINI LUPUS (UOMO LUPO FRA GLI UOMINI)I miei coleghi mi chiamano 'cazzinculista' perchè gia da allora feci la cassandra...e dissi non facciamci la guerra, non serve...qualcuno mi ha ascoltato altri no ed infatti nella ns sociètà le battaglie sono sempre in corso.mai io ho fiducia che ce la caveremo...l'intelligenza non ha targa
    • Anonimo scrive:
      Re: Le persone...
      Ho capito... sei un paternalista sputasentenze. Grazie, papà, adesso ho capito.- Scritto da: seekers64
      Ciao a tutti,
      laureati e non (come me).

      Il problema sono le persone. Laureate o
      meno, se non hanno coscienza di se e
      rispetto del prossimo sarà sempre di più una
      sporca guerra.

      Questo viscido sentiero è iniziato tanti
      anni fà, non solo nell'informatica.
      HOMO HOMINI LUPUS (UOMO LUPO FRA GLI UOMINI)

      I miei coleghi mi chiamano 'cazzinculista'
      perchè gia da allora feci la cassandra...e
      dissi non facciamci la guerra, non serve...
      qualcuno mi ha ascoltato altri no ed infatti
      nella ns sociètà le battaglie sono sempre in
      corso.

      mai io ho fiducia che ce la caveremo...
      l'intelligenza non ha targa
      • Anonimo scrive:
        Re: Le persone...
        nella tua definizione non mi ci trovo proprio.ho solo scritto ciò che mi passa per la testa.laurea o non laurea se uno è stronzo tale rimanecapito meglio il concetto?
        • Anonimo scrive:
          Re: Le persone...
          Come no? Sei la prova vivente di questa affermazione!- Scritto da: seekers64
          nella tua definizione non mi ci trovo
          proprio.
          ho solo scritto ciò che mi passa per la
          testa.

          laurea o non laurea se uno è stronzo tale
          rimane

          capito meglio il concetto?
    • Anonimo scrive:
      Re: Le persone...
      - Scritto da: seekers64
      l'intelligenza non ha targaA differenza di rollerdog che deve anche pagare il bollo ma non lo fa perché questo è uno strumento del monopolista per schedare i sostenitori del software free
      • Anonimo scrive:
        Re: Le persone...
        scusa l'ignoranza ma chi o cosa è rollerdog?
        • Anonimo scrive:
          Re: Le persone...
          - Scritto da: seekers64
          scusa l'ignoranza ma chi o cosa è rollerdog?e' inutile che fai finta di non ricordarti dell'incidente rollerdog si ricorda di te e della targa del tuo motorino e con le debian-rotelle adesso è in grado di reggiungerti anche se scappi
          • Anonimo scrive:
            Re: Le persone...
            che fai minacci?se viene avanti con le rotelline gli spezzo il cavetto di alimentazione....
    • Anonimo scrive:
      Re: Le persone...
      Che paternalismo da quattro soldi...tutto perchè tu non hai la laurea e te la fai sotto. Mi sa tanto che se tu fossi laureato non verresti qui a dispensare cotanta saggezza.Per la cronaca a me la situazione attuale sta benissimo così com'è. L'ordine degli ing. non apre agli informatici? Mi pare giusto! Hanno sbagliato facoltà. I non-laureati? Uei... cerchiamo di essere seri per favore.- Scritto da: seekers64
      Ciao a tutti,
      laureati e non (come me).

      Il problema sono le persone. Laureate o
      meno, se non hanno coscienza di se e
      rispetto del prossimo sarà sempre di più una
      sporca guerra.

      Questo viscido sentiero è iniziato tanti
      anni fà, non solo nell'informatica.
      HOMO HOMINI LUPUS (UOMO LUPO FRA GLI UOMINI)

      I miei coleghi mi chiamano 'cazzinculista'
      perchè gia da allora feci la cassandra...e
      dissi non facciamci la guerra, non serve...
      qualcuno mi ha ascoltato altri no ed infatti
      nella ns sociètà le battaglie sono sempre in
      corso.

      mai io ho fiducia che ce la caveremo...
      l'intelligenza non ha targa
      • Anonimo scrive:
        Re: Le persone...

        Per la cronaca a me la situazione attuale
        sta benissimo così com'è. L'ordine degli
        ing. non apre agli informatici? Mi pare
        giusto! Hanno sbagliato facoltà. I
        non-laureati? Uei... cerchiamo di essere
        seri per favore.Evidentemente temi il confronto diretto e sei contento di mettere un bel filtro: tu gia' oltre mentre gli altri non possono passare.Non si spiega altrimenti... Ciao!
      • Anonimo scrive:
        Re: Le persone...
        - Scritto da: Inguegnuere
        Per la cronaca a me la situazione attuale
        sta benissimo così com'è. L'ordine degli
        ing. non apre agli informatici? Mi pare
        giusto! Hanno sbagliato facoltà.Informatica esiste da 40 anni.Ingegneria Informatica esiste da 10 anni.Chi è che ha sbagliato facoltà?E' giusto che sia Informatici che Ingegneri Informatici svolgano attività in ambito informatico (più altri Ingegneri come quelli delle Telecomunicazioni e pochi altri), ma qui in Italia tutti gli ingegneri anche quelli che non sanno una mazza di informatica, ma sono abilitati a firmare progetti software, mentre gli informatici no.
      • Anonimo scrive:
        Re: Le persone...

        Per la cronaca a me la situazione attuale
        sta benissimo così com'è. L'ordine degli
        ing. non apre agli informatici? Mi pare
        giusto! Hanno sbagliato facoltà. I
        non-laureati? Uei... cerchiamo di essere
        seri per favore.l'informatica l'hanno inventata i matematici, non gli ingegneri...l'algoritmo di quicksort funziona anche senza il pc...ma il pc non serve a niente se non ci fai girare il software sopra...ciao illuso (e anche un po' cacasotto... cos'e', hai paura di aver sbagliato facolta') :)))))))
  • Anonimo scrive:
    A ripiate!!!!
    Fio bello te c'hai grossa ma grossa crisi!Ma se sai tutto di tutto perche' non ti iscrivi ad ingegneria ti fai tutti gli esami (tanto sai tutto tu, quindi non devi studiare niente) e fine del problema! In alternativa un bel vaso di pasta Fissan per farti passare l'irritazione dove sai tu ;). Se funziona con i neonati probabilmente funzionera' anche con te.Altrimenti, non venire a rompere i maroni a me e ai miei colleghi dal momento che il tuo lavoro lo stai facendo e nessuno ti ha tolto niente.E che cavolo! Ho le palle piene di quelli come te! Che e' diventato un reato prendersi una laurea in ingegneria !?! Chi ti ha chiesto niente!PS: Anche se tu sapessi tutto di tutto nel tuo caso uno si deve fidare della tua parola, nel caso dei miei colleghi c'e' la certezza che certi argomenti siano stati affrontati in un corso di studi. Che poi li si padroneggi questo e' un altro discorso che posso anche condividere. Di ingegnere scarsi ne conosco tanti, come medici scarsi, avvocati scarsi e pseudo tecnici informatici scarsi. In ogni buco ci sono quelli con le palle e quelli meno. Questo non significa che ad esempio si debba bollare la categoria dei medici o degli avvocati con dei luoghi comuni.
  • Anonimo scrive:
    Laureati...
    Conosco parecchi laureati che stanno una spanna sopra di me. COnosco parecchi Laureati che stanno due spanne sotto di me... E capiscono pure poco di quel che avrebbero dovuto studiare... Eppure la laurea l'hanno in mano. Ergo: in Italia la LAUREA non è garanzia di ALCUNCHE' nè CERTIFICA lo stato di conoscenza di una persona altrimenti certi elementi NON DOVREBBERO avere in mano quel pezzettino di carta....
  • Anonimo scrive:
    Eh si... Figure professionali...
    Tratti dal sito dell'UPEITRADUZIONIDESCRIZIONE: Realizza traduzioni via on-line.(che serve sapere le TLC? MEglio sapere le lingue no?)STESURA DI CURRICULUM MULTIMEDIALEDESCRIZIONE: realizza il curriculum con metodologie multimediali (Questa è fantastica... Realizzatore di Curriculum!)SERVIZIO Di BACK UPDESCRIZIONE: svolge un servizio di salvataggio di dati su supporto magnetico.(il Backuppista... Lavora giusto una volta al giorno? :-) )CACCIATORE DI FILE HUNTERDESCRIZIONE: E? un tecnico, detto ?file hunter?, che risolve quelle che possono trasformarsi in vere e proprie tragedie professionali.se un file si corrompe, risulta illeggibile, viene smarrito all'interno di una rete o di un disco rigido, se il computer (soprattutto quelli aziendali) subisce un crash, (Questa si commenta da sola...)Ma, rullio di tamburi... TATATATA! Arriva...L'ELIMINATORE DI VIRUSDESCRIZIONE: Controllare preventivamente o ?purificare? periodicamente i computer da virus, presso la sede dei cliente.AHAHAHHAHA! TERMINATOR!Queste sono alcune delle 'Figure professionali' che opererebbero nell'albo? UHauhauhauau.
    • Anonimo scrive:
      Re: Eh si... Figure professionali...
      - Scritto da: HotEngineSICARIO DEL DEBIANZHANG cerca window nella rete e lo sostituisce con debianREDHAT NINJA esperto nel nascondersi perche' il server rh e' sempre giu'OPERATORE DI APT-GET ogni tanto scrive apt-get nella consoleOPERATORE DELLA CONSOLE preme alt-f1 e alt-f2 per cambiare le consoleTELNET MANAGER fa partire il telnet mentre unHTTP CEPU HUMAN PROXY scrive le richieste in http e unHTML CEPU MONKEY le interpreta leggendole dalla console a meno che la pagina non sia piu' di 25 righe in tal caso unCEPU SCROLLING ENGINEER preme control-s e control-q in base alle indicazioni di un CEPU CONSOLE FLOW MANAGER aiutato da un CEPU KEYBOARD LOCATOR che gli indica i tasti con un fascio luminoso con uno di quei portachiavi con il laser poi c'e' il WINDOWS UPDATE OPERATOR che usa windows update e infine c'e' il mio amico tong pong che e' diventato un DEBIAN CAPS LOCK ENGINEER e mi ha aiutato a scrivere questo bel post grazie tong
      • Anonimo scrive:
        Re: Eh si... Figure professionali...
        Carino, mi sono fatto due risate... ogni tanto sdrammatizzare aiuta.- Scritto da: Linucs
        - Scritto da: HotEngine

        SICARIO DEL DEBIANZHANG cerca window nella
        rete e lo sostituisce con debian
        REDHAT NINJA esperto nel nascondersi perche'
        il server rh e' sempre giu'
        OPERATORE DI APT-GET ogni tanto scrive
        apt-get nella console
        OPERATORE DELLA CONSOLE preme alt-f1 e
        alt-f2 per cambiare le console
        TELNET MANAGER fa partire il telnet mentre un
        HTTP CEPU HUMAN PROXY scrive le richieste in
        http e un
        HTML CEPU MONKEY le interpreta leggendole
        dalla console a meno che la pagina non sia
        piu' di 25 righe in tal caso un
        CEPU SCROLLING ENGINEER preme control-s e
        control-q in base alle indicazioni di un
        CEPU CONSOLE FLOW MANAGER aiutato da un CEPU
        KEYBOARD LOCATOR che gli indica i tasti con
        un fascio luminoso con uno di quei
        portachiavi con il laser poi c'e' il WINDOWS
        UPDATE OPERATOR che usa windows update e
        infine c'e' il mio amico tong pong che e'
        diventato un DEBIAN CAPS LOCK ENGINEER e mi
        ha aiutato a scrivere questo bel post grazie
        tong
  • Anonimo scrive:
    Tutto questo mi rattrista
    E' scaturito tutto in un dibattito all'italiana dove si dice "Io sono Ing. Dott." o "Io non sono Ing. Dott. ma sono il più figlo del mondo".Se tutti fossimo più umili potremmo riconoscere:1) Ai laureati in ingegneria informatica e simili il merito di aver raggiunto un traguardo difficile e di avere base solide per affrontare alcume problematiche2) Ai non laureati ma skillati l'esperienza e il valore maturato sul campo, magari con fatica.Qui nessuno vuole essere superiore a nessun'altro, si cerca solo di capire perché un albo dovrebbe minare la libertà di tutti ed inquinare un mercato. Gli avvocati si comprano il BMW **anche** perché possono pagarsi il praticante 300.000 lire al mese, e tutto questo grazie ad un albo.Perfavore, non facciamoci le scarpe tra di noiUn Cla triste e schifato dagli atteggiamenti di questo forum
    • Anonimo scrive:
      Re: Tutto questo mi rattrista
      - Scritto da: Cla
      comprano il BMW **anche** perché possono
      pagarsi il praticante 300.000 lire al mese,il maestro xian invece mi passa un chicco di riso al giorno mentre lui ne prende una ciotola al mese quindi forse mi serve un sindacato ma dev'essere libero e free un po' come debian e deve avere un social contract
      • Anonimo scrive:
        Re: Tutto questo mi rattrista
        Fossi il tuo capo ti manderei a raccogliere le rape.Per quanto lavori ... sei sempre qui a fare discussioni sterili.Cla
        • Anonimo scrive:
          Re: Tutto questo mi rattrista
          - Scritto da: Cla
          Fossi il tuo capo ti manderei a raccogliere
          le rape.
          Per quanto lavori ... sei sempre qui a fare
          discussioni sterili.debian produce reddito anche senza assistenza
        • Anonimo scrive:
          Re: Tutto questo mi rattrista
          - Scritto da: Cla
          Fossi il tuo capo ti manderei a raccogliere
          le rape.Nonono secondo me non ti conviene altrimenti sarebbe costretto a spiccarti la testa
          • Anonimo scrive:
            Re: Tutto questo mi rattrista
            Per ora quello che ha il nick più simile alla conformazione della propria testa sembri tu.Ovvimente è solo l'impressione che dai quando scrivi, magari sbaglioCiao!Cla
          • Anonimo scrive:
            Re: Tutto questo mi rattrista
            - Scritto da: Cla
            Per ora quello che ha il nick più simile
            alla conformazione della propria testa
            sembri tu. Ponete un freno alle vostre lingue, miei stolti discepoli; cessate di mischiarvi a questi indegni mortali rappresentanti di tal sacrilego Ordine e che antepongono il materiale allo spirituale ma non disprezzateli perché infinite sono le vie del debianzhang.Laureato è chi il laureato fa.Ho detto.
    • Anonimo scrive:
      Re: Tutto questo mi rattrista
      Hai colto l'essenza della questione, secondo me. Il problema e' il riconoscimento di tutte le parti in causa senza prevaricazioni. Il fatto e' che qualcuno ha cominciato a dire io sono meglio di te perche' ho la laurea, ma io rispondo ovviamente no, e cosi' via.Purtroppo ho dei pessimi presagi su chi ha sgobbato duramente sia sui libri sia nel lavoro, e forse, coloro che per ora hanno sgobbato solo sui libri sono troppo giovani per non accorgersi che un giorno, se ci saranno solo laureati, allora si accoltelleranno fra di loro e tutto ricomincera' daccapo, come e' ovvio che sia. Ma che cavoli, non potremmo ribellarci tutti quanti e chiederci: hei, tu cosa sai fare? Bene, fai quello che sai fare. Vuoi imparare di piu'? Ti do' la possibilita (CONCRETA) di farlo. Ragazzi, il mondo e' nostro o di quei mangia - a - sbafo che siedono in Parlamento?Il mio e' un pio sogno...
  • Anonimo scrive:
    Bill Gates NON è laureato in informatica...
    ...e non si è nemmeno laureato!
    • Anonimo scrive:
      Re: Bill Gates NON è laureato in informatica...
      infatti, bel risultato!si vede che tu pensi che l'informatica e' fatta di finestrelle, iconcine colorate e schermate blu
      • Anonimo scrive:
        Re: Bill Gates NON è laureato in informatica...
        Non sono un fan della Microsoft, ma mi sembra che sei un tantino riduttivo...- Scritto da: Pino
        infatti, bel risultato!
        si vede che tu pensi che l'informatica e'
        fatta di finestrelle, iconcine colorate e
        schermate blu
    • Anonimo scrive:
      Re: Bill Gates NON è laureato in informatica...

      ...e non si è nemmeno laureato!quindi?non dovrebbe farlo nessuno?guarda che la laurea non e'una malattia da evitare...non ti impedisce di essere un bravo professionista...
      • Anonimo scrive:
        Re: Bill Gates NON è laureato in informatica...
        - Scritto da: maks
        quindi?
        non dovrebbe farlo nessuno?
        guarda che la laurea non e'una malattia da
        evitare...
        non ti impedisce di essere un bravo
        professionista...Giusto, come dici tu ma da quel che si legge qua si vuol far passare che neolaureato=professionista il che non è vero.
        • Anonimo scrive:
          Re: Bill Gates NON è laureato in informatica...
          - Scritto da: Roberto Scano
          Giusto, come dici tu ma da quel che si legge
          qua si vuol far passare che
          neolaureato=professionista il che non è
          vero.Un po' come open source=free
      • Anonimo scrive:
        Re: Bill Gates NON è laureato in informatica...
        - Scritto da: maks
        quindi?
        non dovrebbe farlo nessuno?
        guarda che la laurea non e'una malattia da
        evitare...
        non ti impedisce di essere un bravo
        professionista...Giusto, come dici tu ma da quel che si legge qua si vuol far passare che neolaureato=professionista il che non è vero.
    • Anonimo scrive:
      E cosa avrebbe mai fatto di tale zio Bill ?
      Oggettivamente Bill se proprio vuoi e' un manager, un po' mafioso ma e' un manager. Tecnicamente non mi sembra si mai stato un fenomeno. La killer application che lo ha lanciato, cioe' il dos non e' farina del suo sacco. E' stato comprato da un altra societa' e dopo qualche lieve modifica qua e la rivenduto. Le finestre e le interfacce grafiche non le ha inventate lui: era un' idea dell' APPLE. Protocolli di comunicazione passati alla storia prodotti da lui non me ne ricordo. Internet nel '94 l'ha bollata come moda passeggera tranne poi ricredersi.Se ho dimenticato qualcosa dimmelo tu.Comunque non mi sembra un esempio calzante.
      • Anonimo scrive:
        Re: E cosa avrebbe mai fatto di tale zio Bill ?
        - Scritto da: JoCKerZ
        Oggettivamente Bill se proprio vuoi e' un
        manager, un po' mafioso ma e' un manager.dehehe ora ti denuncia
        Se ho dimenticato qualcosa dimmelo tu.dite sempre le stesse cose dimenticando che windows non e' libero infatti gnome copia le stesse cose ma le libera dato che e' sotto gpl quindi gnome = liberazione e windows = asservimento
        Comunque non mi sembra un esempio calzante.cambia calzolaio dehe!!
        • Anonimo scrive:
          Re: E cosa avrebbe mai fatto di tale zio Bill ?
          - Scritto da: Linucs
          cambia calzolaio dehe!!Sì va a comprarsi le scarpe chiodate per prenderti calci
      • Anonimo scrive:
        Re: E cosa avrebbe mai fatto di tale zio Bill ?

        Comunque non mi sembra un esempio calzante.Oddio... il basic l'ha fatto luiNon fosse stato per quello l'IBM mica glielo comprava il DOS...Comunque parliamo di Jobs & Wozniak se preferisci...Magari poi si sono laureati, anche al Berlusca hanno dato una laurea honoris causa (si scrive cosi'? Perdono! Non so il latino), ma le scoperte le hanno fatte prima!Se fosse vero che senza laurea sei una sega a chi verrebbero date le lauree honoris causa ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Bill Gates NON è laureato in informatica...
      - Scritto da: Antilaurea
      ...e non si è nemmeno laureato!E' vero... Però è pieno di soldi da far schifo! ;-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Bill Gates NON è laureato in informatica...
      Lo "zio" Bill ha lavorato part-time come inventore, part-time come manager, genio a tempo pieno!!!Andrea
    • Anonimo scrive:
      Re: Bill Gates NON è laureato in informatica...
      di bill gates ce n'è UNO (per fortuna)
  • Anonimo scrive:
    I.W.A. = A.N.L.U.I.
    è tutta la stessa fuffa.
    • Anonimo scrive:
      Re: I.W.A. = A.N.L.U.I.
      Mi sa che, come diciamo qua a Venezia, hai sbagliato canale...Calma con le offese... non paragonare IWA ad un sindacato nato ieri...
  • Anonimo scrive:
    Dalla collezione de' regolamenti della Real Marina
    All'ordine "facite ammuina" tutti chilli che stanno a prora, vann'a poppa e chilli che stann'poppa vann' a prora; chilli che stann' a dritta vann' a sinistra e chilli che stanno a sinistra vanno a dritta; tutti chilli che stanno abbascio vann' ncoppa e chilli che stanno 'ncoppa vann'abbascio, passann' tutti p'o stesso pertuso; chi nun tiene nient'a ffa, s'aremeni a 'cca e a 'lla.Da usare in occasione di visite a bordo delle alte autorita' del Regno.Globalizzazione, digitalizzazione, finanziarizzazione, e-business, e-commerce, new-economy. Fino ad ora in Italia si e' fatta soltanto "ammuina". C'e' confusione nelle teste e nei ruoli delle persone. Non ci sono piu' confini, tutti fanno tutto, sembrano caduti i confini anche fra i clienti e i fornitori. E' molto difficile muoversi in un mondo che da' grande importanza sia al globale che al locale. Mercato globale, mancanza di confini e persone che vogliono sempre piu' l'abito su misura, l'auto su misura. Forse qualcuno, in passato, aveva pensato alla globalizzazione come standardizzazione, ma non e' cosi'. La vera rivoluzione di questo millennio e' nella personalizzazione dei messaggi, dei prodotti, dei gusti, dei contenuti. In effetti, il cliente da' la massima disponibilita' per collaborare con il fornitore perche' quest'ultimo personalizzi sempre di piu' la sua offerta. Ad esempio: chi ama il blues puo' individuare, via Internet, alcuni siti in cui vengono venduti i CD riguardanti questa musica e chiedere loro di segnalare qualunque nuova uscita. Quindi e' il cliente a chiedere al fornitore di "disturbarlo" con la sua pubblicita'. Una volta si pensava che l'offerta creasse il bisogno nei consumatori. Non e' piu' cosi'. Sempre piu' spesso la domanda crea l'offerta. Nella vecchia economia, tutto quanto era toccabile, solido, hard. Nella new-economy tutto e' a distanza di un clic. Renato Soru, fondatore di Tiscali, parla di : "Internet e' devastante in senso positivo, ha stravolto pure i fondamenti fisici: non conta il tempo, da quanto sei nel campo, ma la velocita' a capire il nuovo; non conta lo spazio, ma essere connesso in rete; non conta il capitale, ma il vero valore e' il cervello umano". Lavorare in questo mondo e' come fare rafting sulle rapide dei fiumi, non si puo' pianificare, bisogna sterzare molto velocemente. Prima le grandi aziende erano delle enormi portaerei. Oggi devono somigliare sempre di piu' a flottiglie di motoscafi da corsa. La grande abilita' non e' tanto quella dei singoli piloti, quanto quella del capo flottiglia, il regista. In una ricerca presentata da Confindustria qualche tempo fa, sono emersi i seguenti cinque punti fondamentali che caratterizzeranno i prossimi anni nel mondo del business.1. apprendimento di nuove competenze digitali (ogni manager fara' a meno della segretaria)2. consapevolezza e riduzione dei costi3. l'offerta e' determinata dalla domanda4. attenzione al cambiamento (chi sono i nostri clienti? chi i nostri concorrenti?)5. integrazione fra nuova e vecchia economia.Quest'ultimo punto in particolare dovrebbe far riflettere gli imprenditori italiani. A livello europeo e mondiale, infatti, dobbiamo constatare che gli altri vanno piu' veloci e che noi continuiamo a perdere in competitivita'. Il business e' la velocita' del pensiero, ha detto Bill Gates; non possiamo continuare a fare "ammuina".Samuele Sequi
    • Anonimo scrive:
      Re: Dalla collezione de' regolamenti della Real Marina
      Almeno qualcuno con le idee chiare c'è :-)
      • Anonimo scrive:
        Re: Dalla collezione de' regolamenti della Real Marina
        concordo, mi associo, sottoscrivo e pure rifletto con un sorriso...facite ammuina (meravigliosa).Spero che il buon senso prevalga!
    • Anonimo scrive:
      Ma questo s'è fatto una canna?
      Ma che significa 'sto post?
      • Anonimo scrive:
        Perplesso, fammi indovinare...
        ...sei un ingegnere!Complimenti a Samuele per la rara eleganza. Dovresti intervenire piu' spesso.cordialmente
        • Anonimo scrive:
          Re: Perplesso, fammi indovinare...
          Sono un laureando in informatica, ma da come dici la parola ingegnere immagino che lo consideri un'insulto...Comunque scusa la mia dabbenaggine, ma se vai a vedere il post di "rara eleganza" si trova pari pari sulla home page di www.defcom.it, e non c'entra una mazza con le discussioni di questo forum.Tu invece cosa sei? Uno di quelli che quando si vergognano di non capire una cosa dicono: "Geniale!"...- Scritto da: arzigogolo
          ...sei un ingegnere!

          Complimenti a Samuele per la rara eleganza.
          Dovresti intervenire piu' spesso.
          cordialmente
    • Anonimo scrive:
      Re: Dalla collezione de' regolamenti della Real Ma
      - Scritto da: Samuele Sequi
      competitivita'. Il business e' la velocita'
      del pensiero, ha detto Bill Gates; non
      possiamo continuare a fare "ammuina".bill gates dovrebbe pensare ai bug che vanno alla velocita' delle palle che girano ma non delle mie dato che uso debian gnu/linux/stable e se bill gates vuole dirmi qualcosa puo' venire a dirmelo in faccia voglio proprio vedere se dopo 34 ore di aereo ha ancora voglia di farneticare sul business io ad esempio faccio business alla velocita' di apt-get.
  • Anonimo scrive:
    CHIARIMENTO SULLA SITUAZIONE ATTUALE
    E' vero, ci sono moltissime persone che con lo studio fai-da-te hanno raggiunto competenza e professionalità almeno più che sufficienti per moltissimi lavori in ambito informatico ed il sottoscritto non chiede certo che vengano estromessi dai loro attuali incarichi: ci mancherebbe altro, i laureati in Informatica e Scienze dell'Informazione sono solo 25.000, mentre come indicato in un "recente rapporto del CNEL ? risulta che in Italia gli addetti al settore IT sono circa 2,7 milioni di lavoratori".In questi forum su questo argomento è nata quella che (almeno in informatica) è chiamata una "guerra santa" (in cui ogni parte può addurre motivi validi alle proprie argomentazioni, e per cui non c'è e non ci sarà mai un vincitore; esempi di guerre sante sono "Emacs o VI", "Kde o Gnome", "Windows o Linux", "software proprietario o open source", ecc.).Quello che mi preme dire è che anche quando si cerca di convincere (molto spesso inutilmente) la controparte, bisogna cercare di farlo lealmente.Invece alcuni non-laureati (ripeto solo alcuni) in questi forum, a mio modo di vedere, sono stati scorretti nelle loro argomentazioni.Infatti hanno paragonato le competenze di un non-laureato con anni ed anni di esperienza lavorativa con un neo-laureato in informatica senza esperienza lavorativa.Addirittura ci sono dei signori che sbeffeggiano i neo-laureati perché questi chiedono loro come fare determinate cose che, freschi di laurea, non sanno ancora fare.Altri che continuano a sostenere che la loro "esperienza" vale più della "conoscenza" dei neo-laureati.I confronti vanno fatti sullo stesso piano: un non-laureato con 10 anni di esperienza lavorativa, se proprio vuole, deve confrontarsi con un laureato con 10 anni di esperienza lavorativa, e non con chi non ha esperienza. Sotto queste condizioni, secondo me, non sbeffeggierebbe il collega di lavoro.Inoltre vorrei che questi non-laureati tornassero indietro nel tempo a quando hanno cominciato loro a lavorare: certamente anche loro hanno chiesto aiuto ai loro colleghi più anziani, ma bisognerebbe vedere se rispetto ai neo-laureati hanno impiegato più o meno tempo ad assimilare tali aiuti e le nuove conoscenze che inevitabilmente gli si presentavano (personalmente sono convinto che dipende molto da individuo a individuo).Comunque, contrariamente a quanto pensino molti nel forum, il problema principale non è certamente l'istituzione di un Ordine degli Informatici.Tutti credono di essere in una sorta di far-west in cui chiunque può fare qualsiasi attività informatica, ed invece sbagliano; c'è di già un regolamento che di fatto pone in posizione privilegiata solo gli ingegneri.Adesso come adesso solo gli ingegneri possono apporre la loro firma su progetti software, mentre gli informatici no. Un informatico, laureato o autodidatta, che pone la sua firma su un progetto software, lo fa nell'illegalità."...Nel giugno del 2001 con il DPR n.328 si riformano gli Ordini.L'Ordine di Ingegneria si scinde in tre Settori, uno dei quali viene denominato Ingegneria dell'informazione.In esso, per una "debolezza" del DPR possono accedere tutti i vecchi iscritti all'Ordine di Ingegneria; il Settore di Ingegneria dell'Informazione si arricchisce in un istante di ing. meccanici, edili, ecc. Solo gli iscritti all'Ordine potranno fare progettazione, direzione lavori, stima e collaudo di strutture, sistemi e processi complessi o innovativi in ambito informatico..." (fonti: http://punto-informatico.it/p.asp?i=40460&p=2 ehttp://www.alsi.it/ordini_2002/se_non_si_conosce_la_storia.htm).Non vedo perché gli ingegneri sì e gli informatici no.E' assurdo che i laureati in Informatica possano essere assunti solo con contratti da metalmeccanici.Le soluzioni sono due: o si crea un albo per gli informatici (notare che per l'Art. 43 del disegno di legge 1305, nei primi tre mesi dall'entrata in vigore della legge anche i non-laureati con abbastanza esperienza possono sostenere l'esame di stato) o si elimina quello di Ingegneria dando a chiunque la possibilità di firmate i progetti software.
    • Anonimo scrive:
      Re: CHIARIMENTO SULLA SITUAZIONE ATTUALE
      - Scritto da: Danziger

      Le soluzioni sono due: o si crea un albo per
      gli informatici (notare che per l'Art. 43
      del disegno di legge 1305, nei primi tre
      mesi dall'entrata in vigore della legge
      anche i non-laureati con abbastanza
      esperienza possono sostenere l'esame di
      stato) o si elimina quello di Ingegneria
      dando a chiunque la possibilità di firmate i
      progetti software.Io sarei propenso per la seconda. Se noti bene l'art. 43 consente si una scappatoia che ti da:- il diritto di poter lavorare (già garantito dalla costituzione)- il divieto di dichiararsi con i termini di dottore, perito, ecc.- l'obbligo di pagare la quota annuale di iscrizione all'albo ed il rispetto dell'albo- l'obbligo di rispetto delle normative interne degli albi (pur non avendone diritti all'interno)io questa la chiamerei casta, come si usa in india...
      • Anonimo scrive:
        Re: CHIARIMENTO SULLA SITUAZIONE ATTUALE
        io lo chiamo RICONOSCIMENTO DEI DIRITTI di chi se lo è guadagnato.se no da domani voglio poter fare il medico, oppure l'avvocato, dipende un po' da come mi gira...
      • Anonimo scrive:
        Re: CHIARIMENTO SULLA SITUAZIONE ATTUALE
        - Scritto da: Roberto Scano
        Io sarei propenso per la seconda. Se noti
        bene l'art. 43 consente si una scappatoia
        che ti da:
        - il diritto di poter lavorare (già
        garantito dalla costituzione)L'Art. 43 non parla di lavoro e di diritto al lavoro, ma di iscrizione all'Ordine.
        - il divieto di dichiararsi con i termini di
        dottore, perito, ecc.Sì, "...non dà comunque diritto ad alcun titolo scolastico o accademico..." ovvero a un non-laureato che si iscrive all'Ordine dei Dottori Informatici non gli viene data la Laurea, e come conseguenza il non-laureato non può presentarsi come dottore, "...anche se svolge le rispettive attività con le relative competenze" (la limitazione è solo sul nome, nessuno gli vieta però di presentarsi come iscritto all'Ordine dei Dottori Informatici).
        - l'obbligo di pagare la quota annuale di
        iscrizione all'albo ed il rispetto dell'alboBeh, l'obbligo è uguale per tutti gli iscritti, laureati e non (per la cronaca non è menzionato nell'Art. 43 ma in un altro); ci mancherebbe che i laureati pagassero e gli altri no.
        - l'obbligo di rispetto delle normative
        interne degli albi (pur non avendone diritti
        all'interno)Questa storia di non avere diritti non è menzionata da nessuna parte; certo, vi è scritto che "L'abilitato ai sensi del presente articolo non è eleggibile ad alcuna carica nei consigli dell'ordine e nel consiglio nazionale", ma non mi sembra che ciò eliminiti anche tutti gli altri diritti dell'iscritto.
        io questa la chiamerei casta, come si usa in
        india...Guarda che quella che tu chiameresti casta, esiste già ed è riservata solo agli ingegneri; non farci entrare anche gli informatici non porta assolutamente niente ai non-laureati, che anzi grazie all'Art. 43 di questa legge potrebbero entrare anche loro.L'alternativa (che condivi anche tu) è eliminare i privilegi (ingiusti finché esclusivi) degli ingegneri.
        • Anonimo scrive:
          Re: CHIARIMENTO SULLA SITUAZIONE ATTUALE
          non ho il testo sotto mano, ma uno dei primi articoli riporta l'obbligo di iscrizione per poter svolgere la professione.
  • Anonimo scrive:
    Internet e proposta di ordini informatici
    Nel lontano 1996, venne creato un coordinamento delle maggiori realtà informatiche italiane per aviare un processo relativo ad un albo degli informatici. Dopo molto penare, si arrivati ad una presentazione di una proposta di legge che tenta di mettere chiarezza su questo settore. Certo, il tutto può essere o meno condiviso ma parlare, mi si consenta, di scomunica è oggettivamente fuori luogo. Il problema forse può essere un altro: riuscire a salvaguardare comunque le professionalità acquisite dando la giusta legittimazione. Per il resto non facciamoci illusioni. Tutti i lavoratori su Internet non hanno attualmente inquadramento giuridico. Parlare di webmaster e quant'altro è semplicemente, in Italia, assolutamente fuori luogo. Specifichiamo prima le declaratorie professionali reali, dando la possibilità a centinaia di migliaia di persone di avere un'identità e poi ne riparleremo. Ivano Samo Segretario Generale A.N.L.U.I.
    • Anonimo scrive:
      Re: Internet e proposta di ordini informatici
      notare che dovrebbe essere il sindacato che tutela chi lavora in internet.Per maggiori informazioni a riguardo:ANLUI FAQ:http://groups.yahoo.com/group/anluinograzie/files/manifesto.txtVUOI PARTECIPARE?http://groups.yahoo.com/group/anluinograzie/
    • Anonimo scrive:
      http://groups.yahoo.com/group/anluinograzie/files/
      ANLUI NO GRAZIE! Manifesto"ANLUI tutela noi? Ma chi tutela noi da LUI?"-------------------------------------------------Premessa:Questo manifesto non ha velleità di "guerriglia", di propagande politiche, di prese di posizione contro persone singole o azionidenigratorie gratuite. Non esiste alcuna intenzione di lèdere laserietà, competenza e lavoro di terze persone, quando esse lo meritano.E' un documento voluto e redatto da un gruppo di persone che intendonorappresentare la propria voce, così come quella di molte altre personeche ci hanno spinto a farlo, per far chiarezza su una questione fumosae ormai pericolosa come quella di un'entità non riconosciuta da chivorrebbe rappresentare, che si erge ad ente tutelatore di due "mondi"storicamente "contrapposti" tra loro: utenti e lavoratori.-------------------------------------------------Prendendo spunto da un post del 29 marzo 2002 del newsgroupit.lavoro.professioni.webmaster: Da mesi seguo la "guerra" tra i webmaster che frequentano questo NG e ANLUI che con arroganza dialoga con le istituzioni e vomita comunicati stampa senza rispondere a nessun tipo di domanda. Schifato da ANLUI e dalla sua vuotezza, avevo anche abbandonato per pochi mesi il NG. Le ultime azioni di questa sedicente sigla sindacale pero' mi hanno fatto suonare in testa un campanello d'allarme. Le istituzioni si vedono una associazione sindacale e con essa colloquiano, senza conoscere minimamente la realtà che c'è alle spalle (sfido chiunque a elencare un politico che legge i Newsgroup). Sarebbe ora di iniziare a farsi sentire verso le istituzioni che costui non rappresenta per niente i professionisti del web. Se non ci si muove ora, poi non lamentiamoci se il governo adotterà delle scelte che non ci soddisfano. Muoviamoci e subito!.......................................................................Questo messaggio ha avuto subito positivo riscontro tra i frequentatori della comunità.Ora, da successivo post risulta che il dominio intestato al sig. IvanoSamo e utilizzato da A.N.L.U.I. è stato "oscurato per spamming". Anchese non definitivamente, riteniamo che questo episodio non metta in buona luce chi dovrebbe tutelare gli UTENTI di internet, anzi, è unevento molto grave, dato che è piuttosto raro venire oscurati per talmotivo.Tra l'altro più volte in questo Newsgroup sono state fatte richieste dichiarimento sull'operato di A.N.L.U.I. al sig. Ivano Samo senza ottenerealcuna risposta. Tali richieste non sono state fatte solo da occasionalicontatti, ma soprattutto da molti professionisti che regolarmentefrequentano il gruppo e il Presidente dell'International Webmasters Association (associazione membro del W3C per la crescita professionale dei web professional).Ne riportiamo un esempio: "Sarebbe interessante, per la trasparenza che intende dimostrare, presentare pubblicamente le sue "credenziali" che hanno portato a tali accordi: non vorremmo che si sia presentato a tali realtà come "unica realtà rappresentativa dei lavoratori web", non essendo ancora tra l'altro chiaro come sia possibile tutelare sia i lavoratori che gli utenti internet."Inizialmente si è supposto fosse troppo indaffarato per dare seguitoalle richieste, ma si è rivelato molto disponibile ad aprire aridepolemiche che esulano dal manifesto[1] del Newsgroup su cui si attestava.Purtroppo fino ad oggi è risultato l'unico interlocutore disponibileche si presenta al pubblico con le più disparate formule: UfficioTecnico, Segreteria Generale, Centro Studi, ....Non sono mai stati indicati, a richiesta pubblica, i nominatividi altri componenti dell'associazione, ne tanto meno è mai statafornita risposta sull'entità numerica di tale associazione(richiesta per altro prettamente informativa e non per secondi fini).Per tale motivo, questo gruppo, ribattezzato "ANLUI NO GRAZIE",intende creare una raccolta web sulle attività di tale associazione ecomunicare con gli organismi sindacali e governativi affinchè l'identitàdi questa stessa "presenza" acquisisca maggiore trasparenza, chiarezzae ne sia comprovata la reale esistenza, nonchè affidabilità di taleorganismo.Il gruppo quindi pone le seguenti questioni al fine di renderetrasparente la situazione alle organizzazioni politico/sindacali chepurtroppo non frequentano questo Newsgroup: * ANLUI finora non ha portato alcun contributo tangibile alla crescita della nostra professione; * ANLUI afferma di volerci rappresentare ma nello stesso tempo dice esplicitamente che non esistiamo nonostante molti di noi portino a casa il pane quotidiano esercitando la non-professione di webmaster (inteso nell'accezione comune data alla parola); * da tutto quel che ho letto negli ultimi mesi un solo obiettivo appare chiaro: ANLUI cerca con ogni modo e mezzo di screditare IWA ed il suo presidente italiano; * tutte le richieste di chiarimento finora rivolte all'unica persona che afferma di rappresentare ANLUI sono cadute nel vuoto o peggio in ulteriori occasioni di discredito, se non diffamazione, di tanti di noi; * ANLUI continua nella sua linea di condotta: nonostante i continui e più o meno garbati/seri inviti a fornire informazioni su se stessa, non fornisce informazioni e quand'anche fornisce qualche dato risulta errato o fuorviante (es. n. di telefono inesistenti, statuto illegibile, organico fantasma, etc); * esclusi alcuni simpatizzanti, nessuno in questo NG finora si affiderebbe ad ANLUI per riceverne la tutela che afferma di voler dare. * Per contro ANLUI si è fatta conoscere dai media di massa (giornali telematici e non, altre associazioni di categoria etc.) e continua a sottoscrivere accordi con sigle sindacali, senza avere un mandato di "base": attualmente il segretario di ANLUI risulta essere segretario confederale di ANIPA, partecipa al CININFO, COLAP, FASST * il referente dell'associazione non ha fornito elementi sufficienti per giudicarne l'adeguatezza culturale e professionale (il suo sito, i suoi interventi che ignorano la netiquette e il funzionamento dei ng). Tra l'altro fino a quando non è stato diffidato pubblicamente, si appropriava dei post altrui a proprio vantaggio e vantaggio della sua causa. * i vendor che più hanno a cuore le certificazioni quale strumento per provare la preparazione di un professionista (vedi Microsoft, Macromedia, Cisco, Verisign, eccetera) debbono essere adeguatamente informati su quanto si sta profilando e del fatto che il rappresentante (unico?) di ANLUI non riconosce e disprezza le certificazioni attualmente presenti sul mercato definendole "senza alcun valore". Per tale motivo il gruppo chiede pubblicamente che venga verif
  • Anonimo scrive:
    Questi orticelli sono sempre più piccoli
    Sono capitato per curiosità su questo forum (sono un neolaureato in ingegneria). E' stato veramente istruttivo: mi sono reso conto di una cosa che non avevo valutato.Vale a dire che lo stesso arrogante atteggiamento di sufficienza e superiorità che tutti gli informatici hanno nei confronti degli ingegneri (e viceversa), lo hanno anche, guarda un po', gli informatici laureati nei confronti di quelli che, pur non avevdo un titolo di studio, lavorano nel settore da anni (e viceversa).Leggere questi post è più divertente che andare al cinema.
    • Anonimo scrive:
      Re: Questi orticelli sono sempre più piccoli
      - Scritto da: CarreraSi vede che il maestro xian ha provato la mossa n. 317 del rollanzhang
  • Anonimo scrive:
    Mi SPIEGATE COSA SIGNIFICA?
    Scusate, premetto che non ho letto ne le proposte di legge ne il documento,ma mi spiegate che implicazione possono avere questi tentativi di formalizzare burocraticamente il mondo del IT?Cosa significa, che uno con la terza media e senza certificazioni non può gestire un sito/amministrare la rete aziendale/essere capo porgetto di un'appliczione core business?E' assurdo!!! e fouri dalla realtà. Una formalizzazione del genere può averesenso solo in ambito pubblico dove a nessuno importa un granchè e dove i dirigentiinvece di assumere personale con cognizione di causa, utilizzano queste regole burocratiche.Ma nel ambito privato, la realtà è un altra. Quando entri, non entri in posizionicore ma in posizioni generiche, l'azienda che ti assume ti tiene d'occhio e se dimostri compentenza, intelligenza, passione allora ti darà sempre piu' responsabilità(ovvio no!? c'ercherà di spremerti al massimo).La stessa cosa si applica ai liberi professionisti, l'azienda ha esigenze di consulenza/supporto e assume chi ritiene piu' qualificato a svolgere il tipo di lavoro. E' ovvio anche qui che laurea/certificazione non contano nulla!!! Conta L'ESPERIENZAmaturata sul campo. E' se il professionista non dimostra competenze neccessarie a finecontratto se ne va allo stesso modo come è arrivato.Per me, l'eventuale legge con albo/i non significano nulla, i soliti interessi corporativi,le cosidette lobby all'italiana..... patetico
    • Anonimo scrive:
      Re: Mi SPIEGATE COSA SIGNIFICA?
      - Scritto da: qwerty
      Scusate, premetto che non ho letto ne le
      proposte di legge ne il documento,
      ma mi spiegate che implicazione possono
      avere questi tentativi di formalizzare
      burocraticamente il mondo del IT?

      Cosa significa, che uno con la terza media e
      senza certificazioni non può
      gestire un sito/amministrare la rete
      aziendale/essere capo porgetto di
      un'appliczione core business?Un altro che scende dalle stelle e pensa di essere tutto fare solo con la terza media
      E' assurdo!!! e fouri dalla realtà. Una
      formalizzazione del genere può avere
      senso solo in ambito pubblico dove a nessuno
      importa un granchè e dove i dirigenti
      invece di assumere personale con cognizione
      di causa, utilizzano queste regole
      burocratiche.Concordo, infatti uno con la tera media più che il netturbino non può fare
      Ma nel ambito privato, la realtà è un altra.
      Quando entri, non entri in posizioni
      core ma in posizioni generiche, l'azienda
      che ti assume ti tiene d'occhio e se
      dimostri compentenza, intelligenza, passione
      allora ti darà sempre piu' responsabilità
      (ovvio no!? c'ercherà di spremerti al
      massimo).Si privato, nel senso solo a casa tua e basta
      La stessa cosa si applica ai liberi
      professionisti, l'azienda ha esigenze di
      consulenza/
      supporto e assume chi ritiene piu'
      qualificato a svolgere il tipo di lavoro.
      E' ovvio anche qui che laurea/certificazione
      non contano nulla!!! Conta L'ESPERIENZA
      maturata sul campo. E' se il professionista
      non dimostra competenze neccessarie a fine
      contratto se ne va allo stesso modo come è
      arrivato.

      Per me, l'eventuale legge con albo/i non
      significano nulla, i soliti interessi
      corporativi,
      le cosidette lobby all'italiana..... patetico
      • Anonimo scrive:
        Re: Mi SPIEGATE COSA SIGNIFICA?

        Un altro che scende dalle stelle e pensa di
        essere tutto fare solo con la terza mediaper la cronaca, sono laureato in D.U. Informatica e automatica e da 2 anni e mezzo lavoro presso clienti, 5.000.000 milioni di vecchie lire al mese ... ovviamento briciole rispetto a quanto quadagna il mio datore di lavoro.
      • Anonimo scrive:
        Re: Mi SPIEGATE COSA SIGNIFICA?

        Un altro che scende dalle stelle e pensa di
        essere tutto fare solo con la terza media
        per la cronacamio padre l'attestato di terza media l'ha preso da adulto, quando era piccolo doveva lavorare...Eppure, nonostante la terza media, non e' diventato uno stonzo arrogante come te....Per quello serve una laurea immagino....
      • Anonimo scrive:
        Re: Mi SPIEGATE COSA SIGNIFICA?
        - Scritto da: ma va
        Un altro che scende dalle stelle e pensa di
        essere tutto fare solo con la terza mediaSìsìsì, ma almeno lui ha appreso l'arte del quotanzhang tu torna a studiare
      • Anonimo scrive:
        Re: Mi SPIEGATE COSA SIGNIFICA?
        beh direi proprio che tu sei il simbolo dell'ignoranza...se sei laureato è meglio forse che ti prendi un'altra laurea perchè una non ti basta :))a te si che serve veramente il pezzo di carta!!
  • Anonimo scrive:
    Domanda allIWA
    Mia nonna di 87 anni da poco ha imparato a fare siti con front page e flash e vorrebbe sapere come può iscriversi al WWF a no mi scusi IWA.Grazienonna felice
    • Anonimo scrive:
      Re: Domanda allIWA
      Questa è bellaahahahahahahhaPure mio nonno
    • Anonimo scrive:
      Re: Domanda allIWA
      Non lo può fare perchè un senatore di cui non ricordo il nome ha deciso che il termine massimo di iscrizione all'IWA è di 86 anni.Mi dispiace, salutami nonna.
  • Anonimo scrive:
    Il gusto dell'alternativo
    E' allucinante, ci sono persone convinte che essere un laureato in Informatica sia un disonore, perche' non si e' avuto modo di imparare le cose "sul campo"; queste poi sono generalmente le stesse persone che considerano un disonore utilizzare strumenti Microsoft...Mi ricordano quelli che se hanno mal di testa invece dell'aspirina usano i fiori di Bach, perche' fa piu' fico ed e' molto di tendenza. Non basta essere laureato per essere in gamba, questo e' ovvio, ma non basta neanche sapere scrivere quattro righe di codice per essere considerato un programmatore in gamba. E poi, ragazzi, se la maggioranza dei professori universitari non sono informatici e' solo perche' ai loro tempi non esistevano le universita' di informatica..!
    • Anonimo scrive:
      Re: Il gusto dell'alternativo
      - Scritto da: flatlandia
      Mi ricordano quelli che se hanno mal di
      testa invece dell'aspirina usano i fiori di
      Bach, perche' fa piu' fico ed e' molto di
      tendenza.Sìsìsì, infatti dopo le festicciole in discoteca a shangai il maestro fu-zong mi manda sempre sul monte xan-chong a cogliere delle rarissime erbe che poi il maestro ha-shi miscela sapientemente secondo l'arte del rollanzhang
      Non basta essere laureato per
      essere in gamba, questo e' ovvio, ma non
      basta neanche sapere scrivere quattro righe
      di codice per essere considerato un
      programmatore in gamba.Nonono, infatti basta saper installare debian/stable unattended
    • Anonimo scrive:
      Re: Il gusto dell'alternativo
      Ti sbagli la maggior parte dei prof universitari non sono informatici perché è più comodo prendere stipendi da paura senza bisogno di aggiornarsi, spesso insegnando cose obsolete, piuttosto di lavorare in un'azienda dove se non vali ti danno un calcio in culo....
      • Anonimo scrive:
        Re: Il gusto dell'alternativo
        Non penso che sia cosi' semplice, ho conosciuto docenti molto preparati (a parte il fatto che praticamente tutti fanno anche consulenze all'esterno), piuttosto e' vero che i programmi universitari non sempre riescono a tenere il passo delle innovazioni tecnologiche
      • Anonimo scrive:
        Re: Il gusto dell'alternativo
        Mi associo a questa saggia considerazione.- Scritto da: Lady++
        Ti sbagli la maggior parte dei prof
        universitari non sono informatici perché è
        più comodo prendere stipendi da paura senza
        bisogno di aggiornarsi, spesso insegnando
        cose obsolete, piuttosto di lavorare in
        un'azienda dove se non vali ti danno un
        calcio in culo....
  • Anonimo scrive:
    Ma in fondo cosa è un laurea?
    Scusate, ma credo che una laurea in fondo rappresenti "conoscenza", e che i laureati non mi vengano a dire che la "conoscenza" si trova solo nelle facoltà.E quindi se laurea=conoscenza, perchè uno che si è fatto il mazzo sul campo (esperienza sul campo=conoscenza) dovrebbe venire tgliato fuori da un eventuale albo?Poi diciamola tutta, chi vuole l'alo vuole semplicemente uno strumento per garantirsi stipendi maggiori...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma in fondo cosa è un laurea?
      - Scritto da: Dalamar
      Scusate, ma credo che una laurea in fondo
      rappresenti "conoscenza", e che i laureati
      non mi vengano a dire che la "conoscenza" si
      trova solo nelle facoltà.

      E quindi se laurea=conoscenza, perchè uno
      che si è fatto il mazzo sul campo
      (esperienza sul campo=conoscenza) dovrebbe
      venire tgliato fuori da un eventuale albo?Laurea = conoscenza riconosciuta da università ed enti pubblicicertificazioni = conoscenza e competenza riconosciuta dalle aziende che richiedono professionisti
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma in fondo cosa è un laurea?
      E' vero che ci sono diplomati piu' bravi di laureati, pero' il laurreato si e' fatto 1 mazzo a studiare e la cultura va pagata....
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma in fondo cosa è un laurea?
        - Scritto da: gino
        E' vero che ci sono diplomati piu' bravi di
        laureati, pero' il laurreato si e' fatto 1
        mazzo a studiare e la cultura va pagata....Sempre e comunque? Quindi si paga pure il tempo che uno perde a scaldare i banchi?Forse ci si avvicina al perché del ritardo dell'Italia in diversi campi, compreso quello informatico...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma in fondo cosa è un laurea?
      evidentemente qualcosa che non conosci
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma in fondo cosa è un laurea?
      - Scritto da: Dalamar
      Scusate, ma credo che una laurea in fondo
      rappresenti "conoscenza", e che i laureati
      non mi vengano a dire che la "conoscenza" si
      trova solo nelle facoltà.In Italia un titolo di studio, uno qualsiasi, di qualsiasi livello, dimostra solo capacita' di sottomissione totale al sistema scolastico / universitario.Ogni tanto, qualcuno di questi sottomessi, diciamo genericamente un 15-20%, ha anche delle competenze per le quali si merita il titolo.Di contro chi non si sottomette al 100% non otterra' mai il titolo. Indipendentemente dalle capacita'. Penso sia la triste realta'! Non voglio offendere nessuno per questo!Un diplomato P.I./inf che ritiene di appartenere al 15-20% di cui sopra.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma in fondo cosa è un laurea?
        Scusami tanto, ... sono laureato in fisica, mi sono divertito studiando quallo che ho studiato, mi sono divertito facendo una tesi per la didattica della fisica (rientrata in Edumat II edito da INFM), ... non ho mai dovuto mai sottostare ne accettare alcun compromesso.Cmq, se la pensi così hai fatto bene a non intraprendere uno studio universitario, ti avrebbe demolito!uno che se tornasse indietro rifarebbe esattamente quegli studi!
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma in fondo cosa è un laurea?

          Scusami tanto, ... sono laureato in fisica,
          mi sono divertito studiando quallo che ho
          studiato, mi sono divertito facendo una tesi
          per la didattica della fisica (rientrata in
          Edumat II edito da INFM), ... non ho mai
          dovuto mai sottostare ne accettare alcun
          compromesso.Dimenticavo un caso...Ci sono anche quelli cui il sistema va perfettamente a genio per natura e non fanno nessuna fatica ad adattarvisi... anche di questi alcuni finiscono nel 15-20%Vero!
  • Anonimo scrive:
    Attenti!! Il mio lava-scale rivendica un albo
    DIce che solo lui sa usare svelto!!!!Dico si i laureati ma adesso ci si metono pure i webmaster ahahahahaqhaEchecazz
    • Anonimo scrive:
      Re: Attenti!! Il mio lava-scale rivendica un albo
      - Scritto da: Lavascale
      DIce che solo lui sa usare svelto!!!!

      Dico si i laureati ma adesso ci si metono
      pure i webmaster ahahahahaqha

      EchecazzForse non hai capito che non vogliamo l'albo dei webmaster....
    • Anonimo scrive:
      Re: Attenti!! Il mio lava-scale rivendica un albo
      e un laureato dovrebbe essere equiparato a uno così? altro che albo ci vorrebbe!
  • Anonimo scrive:
    Re: Per gli Ingegneri!!!
    - Scritto da: Davide
    Se fra le persone che si sono fatte ci sono
    anche gli ingegneri ben vengano.Sìsìsì, facciamo tutti una piccola festicciola a pechino in nome del software e del fumo free dove il maestro fu-zong darà lezioni gratutite di rollanzhang naturalmente con il supporto tecnico di rollerdog
    • Anonimo scrive:
      Re: Per gli Ingegneri!!!
      - Scritto da: Minics
      naturalmente con il supporto tecnico di
      rollerdogma che dici rollerdog e' in america a fare un corso al mit
      • Anonimo scrive:
        Re: Per gli Ingegneri!!!
        - Scritto da: Linucs
        ma che dici rollerdog e' in america a fare
        un corso al mitNonono, facciamo un collegamento in videoconferenza ma al mit hanno la webcam usb e bisogna fare la patch al kernel e allora il maestro fu-zong mi ha detto di tirare il cavo di rete fino al mit ma c'è l'oceano di mezzo non è che chiedi ad aquadog se può darmi una mano
        • Anonimo scrive:
          Re: Per gli Ingegneri!!!
          - Scritto da: Minics
          l'oceano di mezzo non è che chiedi ad
          aquadog se può darmi una manoaquadog usa macosx ed e' stato cacciato dal monastero
          • Anonimo scrive:
            Re: Per gli Ingegneri!!!
            - Scritto da: Linucs
            aquadog usa macosx ed e' stato cacciato dal
            monasteroallora mi tocca farmela a nuoto porca pupazzina
  • Anonimo scrive:
    Re: Per gli Ingegneri!!!
    - Scritto da: Davide
    Vogliamo parlare di Analisi Matematica, di
    equazioni differenziali alle derivate
    parziali, di Calcolo Tensoriale, di Digital
    Signal Processing? Di Meccanica Razionale e
    di Hamiltoniane? Volgiamo discutere di
    equazioni d'onda? Di Fuzzy Logic, di Reti
    Neurali o di Algoritmi Genetici? Vogliamo
    parlare dei protocolli di rete?ma a questo punto si arriverebbe a discutere delle relazioni tra gli integrali ellittici in due dimensioni e mezza nello spazio dei quaternioni frattali che scaturiscono dalla derivazione lungo tutti gli assi della sfera di riemann quando viene racchiusa in una scatola insieme alla ciotola di rollerdog considerando l'influenza a livello quantistico degli stati di coscienza alterati del maestro xian durante il qigong del debianzhang ma poi dovrei ucciderti perche' e' un segreto
    • Anonimo scrive:
      Re: Per gli Ingegneri!!!
      - Scritto da: Linucs
      ma a questo punto si arriverebbe a discutere
      delle relazioni tra gli integrali ellittici
      in due dimensioni e mezza nello spazio dei
      quaternioni frattali che scaturiscono dalla
      derivazione lungo tutti gli assi della sfera
      di riemann quando viene racchiusa in una
      scatola insieme alla ciotola di rollerdog
      considerando l'influenza a livello
      quantistico degli stati di coscienza
      alterati del maestro xian durante il qigong
      del debianzhang ma poi dovrei ucciderti
      perche' e' un segreto:-))))))))))))))))))))))))))))
  • Anonimo scrive:
    STATE DELIRANDO
    Si proprio così.Adesso chiunque si alza la mattina vuole un albo:iniziano i webmaster, fra poco pure chi sa usare office vorrà un albo o peggio non vorrà privative.Fra non molto lotteremo per un Email Senior (Persona addetta all'invio di e-mail conto terzi)Concludo dicendo:Come l'informatica anche in altri campi uno potrebbe fare a meno della laurea, un esempio?Supponiamo che uno ci si debba difendere in tribunale, si fa uno studio accurato di Diritto ed ecco un perfetto avvocato e perchè no un altro studio approfondito e ti eleggono anche magistrato.Io l'unica cosa evidente che noto nei vostri discorsi è solo una gelosia nei confronti dei laureati che sono riusciti a portare a termine un percorso di studi che nessuno di voi forse è riuscito a fare e quindi si è messo a fare siti web con front-page e adesso vuol essere riconosciuto il titolo di webmaster senior.Fra non molto istituiranno anche l'albo delle casalinghe e cosi via.Un laureando in ingegneria informatica che appoggia la tesi degli informatici laureati e condanna gli altri.
    • Anonimo scrive:
      Re: STATE DELIRANDO
      Ma caro mio, NON e' tutto cosi'. Quello che hai studiato tu lo conosco anch'io, per un motivo semplice: io l'ho visto nascere, tu l'hai studiato perche' sei venuto dopo di me.Ma che cavolo dici?- Scritto da: Ingegnerando
      Si proprio così.
      Adesso chiunque si alza la mattina vuole un
      albo:
      iniziano i webmaster, fra poco pure chi sa
      usare office vorrà un albo o peggio non
      vorrà privative.

      Fra non molto lotteremo per un Email Senior
      (Persona addetta all'invio di e-mail conto
      terzi)

      Concludo dicendo:
      Come l'informatica anche in altri campi uno
      potrebbe fare a meno della laurea, un
      esempio?

      Supponiamo che uno ci si debba difendere in
      tribunale, si fa uno studio accurato di
      Diritto ed ecco un perfetto avvocato e
      perchè no un altro studio approfondito e ti
      eleggono anche magistrato.

      Io l'unica cosa evidente che noto nei vostri
      discorsi è solo una gelosia nei confronti
      dei laureati che sono riusciti a portare a
      termine un percorso di studi che nessuno di
      voi forse è riuscito a fare e quindi si è
      messo a fare siti web con front-page e
      adesso vuol essere riconosciuto il titolo di
      webmaster senior.

      Fra non molto istituiranno anche l'albo
      delle casalinghe e cosi via.

      Un laureando in ingegneria informatica che
      appoggia la tesi degli informatici laureati
      e condanna gli altri.
      • Anonimo scrive:
        Re: STATE DELIRANDO
        Allora spiega perche non vai all'universita a dare gli esami.Visto che TI reputi istruito come i laureati.:-(
        • Anonimo scrive:
          Re: STATE DELIRANDO
          Ah si', e i soldi me li dai tu? Io sono certo di essere capace di fare il mio mestiere. In quanto a te.. non si puo' dire...- Scritto da: nick
          Allora spiega perche non vai all'universita
          a dare gli esami.

          Visto che TI reputi istruito come i laureati.

          :-(
          • Anonimo scrive:
            Re: STATE DELIRANDO
            Fino a prova contraria, tu lavori, hai uno stipendio, e se fossi in difficoltà economiche, lo Stato (o l'Università) ti aiuterebbe. In facoltà informatica (per quel che ne so) non c'è obbligo di frequenza, quindi, posto che tu sappia già (in maniera approfondita, a quanto pare...) gran parte degli argomenti di una laurea in informatica, beh... mio caro: hai tutte le carte in regola per laurearti in poco tempo, no?Certo che... è dura decidere da un giorno all'altro di intraprendere il lungo cammino che porta alla laurea..potendo già contare sul fatto di potersi bullare di ciò che si sa già fare dopo aver seguito qualche corso e/o facendo dell'autodidattica.a bientôt
          • Anonimo scrive:
            Re: STATE DELIRANDO

            Fino a prova contraria, tu lavori, hai uno
            stipendio, e se fossi in difficoltà
            economiche, lo Stato (o l'Università) ti
            aiuterebbe. In facoltà informatica (per quel
            che ne so) non c'è obbligo di frequenza,
            quindi, posto che tu sappia già (in maniera
            approfondita, a quanto pare...) gran parte
            degli argomenti di una laurea in
            informatica, beh... mio caro: hai tutte le
            carte in regola per laurearti in poco tempo,
            no?
            Certo che... è dura decidere da un giorno
            all'altro di intraprendere il lungo cammino
            che porta alla laurea..potendo già contare
            sul fatto di potersi bullare di ciò che si
            sa già fare dopo aver seguito qualche corso
            e/o facendo dell'autodidattica.
            a bientôtlo vedi perche' poi i laureati sono schifati?perche' ragionano come te...ma secondo te, io esco da casa alle 9 la mattina, esco dall'ufficio aale 19, 19:30...come faccio ad andare in facolta'?invece di laurearmi in 5 anni come te, ce ne mettero' di piu' (io sono gia al settimo anno)pero' l'uni costa, e chi ha una famiglia non puo' permetterselo, sia economicamente, sia come tempi.Non fate sempre i saccenti saputelli...Io l'esame di programmazione l'ho preparato in due giorni e ho fatto il progetto java in una settimana.Ho preso 30 al laboratorio e 26 all'esame scritto/orale.Ma ho dovuto chiedere due permessi, uno per presentare il progetto e uno per fare l'esamee il professore e' stato cosi' gentile che mi ha fatto l'orale lo stesso giorno dello scritto, dopo averlo concordato per email...come vedi, non e' poi cosi' banale studiare e lavorare a tempo pienociao
          • Anonimo scrive:
            Re: STATE DELIRANDO
            Certo che e' difficile spiegare le cose come vanno nel mondo reale ad uno che abita su un altro pianeta.- Scritto da: laureando in informatica
            Fino a prova contraria, tu lavori, hai uno
            stipendio, e se fossi in difficoltà
            economiche, lo Stato (o l'Università) ti
            aiuterebbe. In facoltà informatica (per quel
            che ne so) non c'è obbligo di frequenza,
            quindi, posto che tu sappia già (in maniera
            approfondita, a quanto pare...) gran parte
            degli argomenti di una laurea in
            informatica, beh... mio caro: hai tutte le
            carte in regola per laurearti in poco tempo,
            no?
            Certo che... è dura decidere da un giorno
            all'altro di intraprendere il lungo cammino
            che porta alla laurea..potendo già contare
            sul fatto di potersi bullare di ciò che si
            sa già fare dopo aver seguito qualche corso
            e/o facendo dell'autodidattica.
            a bientôtMi spiace deluderti, ma tu non mi conosci, quindi non scrivere di cose che non sai. Questo per evitare scontri sul piano personale. E se dico certe cose non e' che mi sto "bullando", e' perche' le conosco e le uso e ho tutte le credenziali, anche quelle dello Stato. Fidati.Detto questo, se vuoi possiamo continuare a scontrarci sull'argomento vero della questione che l'istituzione dell'albo che, ripeto, non serve.In ogni caso, prima di dire qualcosa ti consiglio di lavorare e poi mi sai dire.Inutile discutere se non si conoscono gli aspetti della questione. Guarda che non sto parlando di coloro che si fregiano del titolo di "programmatori" perche' sanno disegnare con paint.Impariamo dal mondo vero, che, mi spiace dirtelo, ma non e' affatto quello che insegnano ascuola, qualsiasi essa sia e qualsiasi titolo essa possa darti. Se un giorno diventi programmatore, non credere che tutto ti sia dovuto cosi' facilmente solo perche' hai la laurea. Le cose te le devi sudare. Certo, anche la scuola e' dura (lo so benissimo anche io, e quando dico benissimo intendo dire benissimo!). Che credi che passare un esame sia come giocare a bocce?Ti faccio questo ragionamento:io ho cominciato prima di te, non so quanti anni hai, non so quando hai acceso il tuo primo computer, ma non mi interessa. Il lavoro dell'informatica e' esploso negli anni novanta, prima non c'era. Ma per i fatti miei, e guarda che non sono il solo, ho cominciato ad interessarmi della cosa prima che addirittura si pronunciasse la parola Informatica in modo cosi' diffuso.Grazie ai miei studi e al culo che mi sono fatto, ho seguito tutte le varie vicende. Scusa, ma ora ho un lavoro in campo informatico, lavoro che e' seguito ad altri lavori nello stesso ambito, e lavori che ho trovato a meta' degli anni novanta (prima praticamente era impossibile trovarne perche' o non c'erano o erano molto rari). Adesso me la spieghi la ragione perche' io non dovrei essere qualificato quanto te nel fare dei progetti? Cosa che faccio ogni giorno! Quando dico fare dei progetti intendo dire partire da zero, ma da zero proprio. Consultare i clienti, progettare il software, eccetera. Isaac Newton e Galileo Galilei non erano Fisici, l'hanno inventata loro la Fisica!Perche' dovrei perdere il posto? Perche' dovrei abbandonare la mia famiglia per dire: oh, carissimi, scusate, ma devo tornare a scuola perche' finora ho scherzato con il mio lavoro. No senti, non so tu, ma io ho anche delle responsabilita' nella vita di tutti i giorni.
          • Anonimo scrive:
            Re: STATE DELIRANDO
            - Scritto da: Davide..
            Il
            lavoro dell'informatica e' esploso negli
            anni novanta, prima non c'era. Ma per i
            fatti miei, e guarda che non sono il solo,
            ho cominciato ad interessarmi della cosa
            prima che addirittura si pronunciasse la
            parola Informatica in modo cosi' diffuso.Ma dove vivi in qualche isola sperduta del Pacifico?Ciao, Oscar.
          • Anonimo scrive:
            Re: STATE DELIRANDO
            Non è lui che vive in un isola nel Pacifico, sei tu che usi il pc dai tempi del 98.Ha ragione Davide: in pochi hanno precorso il boom dell'informatica.
          • Anonimo scrive:
            Re: STATE DELIRANDO
            ed io nell'86 smanettavo sul server Bull con unix proprietario in ufficio di mio padre.il fatto che tu ti connettessi ad internet in usa (se fosse vero) dimostra appunto, che in pochi hanno precorso i tempi.pensavi di smentirmi invece hai solo suffragato la mia tesi.
          • Anonimo scrive:
            OT:
            - Scritto da: davex
            ed io nell'86 smanettavo sul server Bull con
            unix proprietario in ufficio di mio padre.
            il fatto che tu ti connettessi ad internet
            in usa (se fosse vero) ...Giusto per precisare, ma non per alimentare un thread personale, il fatto e' che a quei tempi lavoravo alla Olivetti, a Cuppertino c'era un importante sede di sviluppo e progettazione Hw e Sw, ad esempio a Cuppertino si diede inizio alla scrittura del SO MOS per la Linea 1 basata su CPU Z8000, venne progettato il PC1050 nome commerciale M24 etc.Come sistemi di sviluppo si usavano alcune decine di VAX o PDP, alcuni erano connessi in Internet, per permettere lo scambio di Sw ed informazioni fra i vari gruppi di progetto sparsi in Italia o USA. Naturalmente ci si connetteva con un normale terminale VT100 collegato al modem a 2400 bauds.Io, poi a quei tempi principalmente sviluppavo programmini di test su un POS basato su Z80 e il SO era il CP/M ...ma ora basta con le memorie, o mi scappa qualche lacrima.Ciao, Oscar.
          • Anonimo scrive:
            Re: STATE DELIRANDO

            lavoro dell'informatica e' esploso negli
            anni novanta, prima non c'era. Ma per i
            fatti miei, e guarda che non sono il solo,
            ho cominciato ad interessarmi della cosa
            prima che addirittura si pronunciasse la
            parola Informatica in modo cosi' diffuso....??? e prima degli anni 90??? Non scherziamo....Ho 30 anni, sono laureato da 4 in Scienze dell'Informazione, il mio primo pc e' stato un commodore 16 nel 1985, il mio primo lavoro (durante l,universita') nel mondo dell'informatica risale al 1992 (Cobol sotto AS/400). In che categoria mi metteresti???Capisci che e' una cazzata ragionare per schemi, esistono solo persone volenterose, laureate o meno, e fancazzisti, laureati o meno!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: STATE DELIRANDO

            Capisci che e' una cazzata ragionare per
            schemi, esistono solo persone volenterose,
            laureate o meno, e fancazzisti, laureati o
            meno!!!Exactlyla laurea non rende ne migliori, ne peggiori, come l'essersi "fatti da soli" non rende migliori ne peggiori....La lurea e' un titolo importante, l'esperienza lo e' altrettanto.Se uno non ha voglia di imparare o di mettersi in discussione, difficilmente puo' dirsi un vero professionista.ciao
          • Anonimo scrive:
            Davide l'unto dal Signore.

            Ah si', e i soldi me li dai tu? Io sono
            certo di essere capace di fare il mio
            mestiere. In quanto a te.. non si puo'
            dire...Dalla notte dei tempi mai si verifico un tale evento: dopo il Silvio nazionale un altro unto dal Signore e' tra noi.A riprova di tale affermazione si riportano le doti fuori dal comune evidenziate dal soggetto e comprovate da prove del tutto evidenti e oggettive.(1) Comprensione cosmica dell'universo IT comprovata dall' autocertificazione di autorevolezza resa a mezzo web.(2) Capacita' telepatiche di valutazione delle competenze dei propri interlocutori evidenziate dal giudizio preciso, oggettivo e inoppugnabile (e a questo punto anche insindacabile in quanto unto dal Signore) delle altrui competenze a mezzo 'rete telematica'.AVVERTENZE:Colui il quale maliziosamente intendesse sollevare dubbi sull'incapacita' economica di una tale 'prufesciunal' dell'IT di far fronte alla stratosferica cifra di 1.5*5=7,5 milioni di vecchie lire verra' giudicato per direttissima sul monte Sinai dal dottor San Pietro alle ore 0:00 ZULU.
    • Anonimo scrive:
      Re: STATE DELIRANDO
      - Scritto da: Ingegnerando
      Io l'unica cosa evidente che noto nei vostri
      discorsi è solo una gelosia nei confronti
      dei laureati che sono riusciti a portare a
      termine un percorso di studi che nessuno di
      voi forse è riuscito a fare e quindi si è
      messo a fare siti web con front-page e
      adesso vuol essere riconosciuto il titolo di
      webmaster senior.Perchè fai di tutta l'erba un fascio? Non ti sembra di essere "leggermente" radicale? Ma davvero davvero credi che basta seguire un corso universitario per essere in gamba? Mah...
      Un laureando in ingegneria informatica che
      appoggia la tesi degli informatici laureati
      e condanna gli altri.Guarda che non sei il solo che si fa il culo.
      • Anonimo scrive:
        Re: STATE DELIRANDO
        - Scritto da: @ngel
        Perchè fai di tutta l'erba un fascio?Lo fa sempre anche il maestro xian alle feste al centro sociale il dragone e il cavallo però poi se la tiene tutta per lui secondo me dovrebbe condividerla forse dovrei parlarne al maestro fu-zong
    • Anonimo scrive:
      Re: STATE DELIRANDO
      Ci ritroviamo nel mondo del lavoro quando sei ingegniere, così vediamo se vale di più la tua laurea o l'esperienza.Ma lo sapevi che c'è gente che al lavoro passa ore ogni giorno per studiare?L'unica differenza è che l'esaminatore è il cliente non un sessantottino che ti firma il libretto.Ci sono laureati cialtroni tanto come diplomati competenti, e viceversa.Attendo con ansia una tua risposta da troll. dai che ridiamo...
      • Anonimo scrive:
        Re: STATE DELIRANDO
        - Scritto da: davex
        Ci ritroviamo nel mondo del lavoro quando
        sei ingegniere, così vediamo se vale di più
        la tua laurea o l'esperienza.
        Ma lo sapevi che c'è gente che al lavoro
        passa ore ogni giorno per studiare?
        L'unica differenza è che l'esaminatore è il
        cliente non un sessantottino che ti firma il
        libretto.Vedo che sei esperto in materia universitaria, quindi vedi che non mi smentisco, sei uno di quelli che ci ha provato poi ha detto non fa per me e adesso sputa su i laureati che forse forse ........
        Ci sono laureati cialtroni tanto come
        diplomati competenti, e viceversa.
        Attendo con ansia una tua risposta da troll.
        dai che ridiamo...Discorso troppo generale che non merita un mio intervento.
        • Anonimo scrive:
          Re: STATE DELIRANDO
          Certo, invece quando tu dai per assodato che laurea=qualità ed esperienza=fancazzismo, sono illuminazioni divine che ci fornisci, se si replica, è qualunquismo.Poi addirittura non merito un intervento.Spero il trattare le persone con quest'aria di sufficienza non ti porti dove penso (ad aumentare la schiera di incompetenti laureati che mi pagano le consulenze).Io so fin dove posso arrivare nel fornire consulenze, non credere tutto ti sia dovuto.
    • Anonimo scrive:
      Re: STATE DELIRANDO
      La classica logica "da Ingegnere"- Scritto da: Ingegnerando
      Si proprio così.
      Adesso chiunque si alza la mattina vuole un
      albo:
      iniziano i webmaster, fra poco pure chi sa
      usare office vorrà un albo o peggio non
      vorrà privative.

      Fra non molto lotteremo per un Email Senior
      (Persona addetta all'invio di e-mail conto
      terzi)

      Concludo dicendo:
      Come l'informatica anche in altri campi uno
      potrebbe fare a meno della laurea, un
      esempio?

      Supponiamo che uno ci si debba difendere in
      tribunale, si fa uno studio accurato di
      Diritto ed ecco un perfetto avvocato e
      perchè no un altro studio approfondito e ti
      eleggono anche magistrato.

      Io l'unica cosa evidente che noto nei vostri
      discorsi è solo una gelosia nei confronti
      dei laureati che sono riusciti a portare a
      termine un percorso di studi che nessuno di
      voi forse è riuscito a fare e quindi si è
      messo a fare siti web con front-page e
      adesso vuol essere riconosciuto il titolo di
      webmaster senior.

      Fra non molto istituiranno anche l'albo
      delle casalinghe e cosi via.

      Un laureando in ingegneria informatica che
      appoggia la tesi degli informatici laureati
      e condanna gli altri.
    • Anonimo scrive:
      Re: STATE DELIRANDO
      - Scritto da: Ingegnerando
      Un laureando in ingegneria informatica che
      appoggia la tesi degli informatici laureati
      e condanna gli altri.nella tua dialettica agile come un furetto del monte xiaodong riconosco un accanito praticante del sukkanzhang.
    • Anonimo scrive:
      Re: STATE DELIRANDO
      - Scritto da: Ingegnerando
      Si proprio così.
      Adesso chiunque si alza la mattina vuole un
      albo:
      iniziano i webmaster, fra poco pure chi sa
      usare office vorrà un albo o peggio non
      vorrà privative.I webmaster, almeno quelli che rappresentiamo e che sono in contatto con noi non vogliono un albo in quanto un albo non attesta la professionalità e la competenza che invece viene fornita da formazione costante e certificazioni settoriali.
    • Anonimo scrive:
      Re: STATE DELIRANDO

      Io l'unica cosa evidente che noto nei vostri
      discorsi è solo una gelosia nei confronti
      dei laureati che sono riusciti a portare a
      termine un percorso di studi che nessuno di
      voi forse è riuscito a fare e quindi si è
      messo a fare siti web con front-page e
      adesso vuol essere riconosciuto il titolo di
      webmaster senior.
      ma se gia' hanno il titolo, perche' scalpitano tanto per vedersi riconosciuto anche il bollino?se il percorso di studi (che anche io sto seguendo) li posiziona piu' in alti rispetto agli altri, copsa hanno da temere i laureati?forse che non sono poi' cosi' bravi come credono?un laureando in informatica, per nulla spaventato dalla competizione
    • Anonimo scrive:
      Re: STATE DELIRANDO
      gli informatici sono laureati come gli altri.se ce l'hanno gli altri dottori non vedo perchè noi no, visto che ora siamo sullo stesso piano degli studenti del CEPU
  • Anonimo scrive:
    Re: L'Ordine degli Informatici esiste gia'.
    già adesso per come stanno le cose un laureato in informatica con il nuovo ordinamento può iscriversi all'ordine degli ingegneri (settore dell'informazione)
    • Anonimo scrive:
      Re: L'Ordine degli Informatici esiste gia'.
      Il problema è che i vecchi laureati in scienze delle informazione non si possono iscrivere.Il paradosso è che il vecchio ordinamento era piu difficile del nuovo a cui è permesso di iscriversi al albo. Quindi non si capisce per quale motivo vi è lo sbarramento.Il secondo paradosso è che con l'istituzione del albo i 25.000 dottori in scienze dell'informazione si troveranno impossibilitati nel poter continuare a svolgere la loro attivita per la mancata iscrizione al albo dal punto di vista legale.
      • Anonimo scrive:
        Re: L'Ordine degli Informatici esiste gia'.
        con l'istituzione di questo albo si da il riconoscimento (non il lavoro) a 25.000 mila persone che non hanno la forza di richiedere modifiche di legge per rientrare nella corretta categoria a scapito di oltre 2 milioni di lavoratori soltanto per l'area IT.Non è forse un po' troppo pretendere ciò?
  • Anonimo scrive:
    PER XYZ: TI SBAGLI!
    - Scritto da: XYZ
    Per saper progammare non serve la laurea,
    bastano corsi appositi! E' per saper
    progettare,modellare che serve la laurea.
    SalutiMI DISPIACE, CARO XYZ, MA TI SBAGLI DI GROSSO. SE VUOI TE LO DIMOSTRO!Io non ho la Laurea, ma i progetti li faccio lo stesso. E funzionano!IL FATTO E' che l'Informatica e' relativamente giovane. E ora voi slatate fuori con io so qui, io so la'! VOI SAPETE PERCHE' C'e' stat gente che come me si e' appassionata all'Informatica prima ancora che si chiamasse COSI' e le cose che studiano gli ingegneri informatici ci sono grazie alle persone come me, e siamo in tanti.SE UNO SA FARE IL PROPRIO LAVORO CHE GLI VENGA RICONOSCIUTO, Questo SI'! Ma che uno mi viene a dire che io non so gestire un progretto o non so programmare perche' non sono un ingegnere, che stabilisca la data dell'incotro ed il luogo che ho due paroline da dirgli!
    • Anonimo scrive:
      Re: PER XYZ: TI SBAGLI!
      - Scritto da: Davide
      SE UNO SA FARE IL PROPRIO LAVORO CHE GLI
      VENGA RICONOSCIUTO, Questo SI'! Ma che uno
      mi viene a dire che io non so gestire un
      progretto o non so programmare perche' non
      sono un ingegnere, che stabilisca la data
      dell'incotro ed il luogo che ho due paroline
      da dirgli!AUGH! Parole sante.Saluti,@ngel
    • Anonimo scrive:
      Re: PER XYZ: TI SBAGLI!
      - Scritto da: Davide
      sono un ingegnere, che stabilisca la data
      dell'incotro ed il luogo che ho due paroline
      da dirgli!via del fiore di pesco94234 pechinocitofona xiancosi' li picchiamo in due dehe
    • Anonimo scrive:
      Re: PER XYZ: TI SBAGLI!
      La cosa è semplice: nessuno pretende di chiamarsi dottore senza avere una laurea (tra l'altro, quando mi chiamano erroreamente dottore, dico sempre: "spiacente, non faccio le punture").Quindi ben vengano i laureati in informatica che come tutti potranno aprirsi una attività ed inserirsi nel mercato dimostrando capacità e non solo conoscenza.Il fatto dell'albo ridurrebbe tutto come per gli avvocati e notai: i "dottori" fanno parte dell'albo e quindi per fare anche una piccola cartina si fanno pagare fior di milioni mentre il lavoro vero e proprio viene fatto dagli "stagisti" o "impiegati" con maggiore esperienza sul campo
  • Anonimo scrive:
    UN COMMENTO AL DOCUMENTO IWA E PROFESSIONISTI WEB
    Salve a tutti,sono un laureando in Informatica e vorrei fare qualche precisazione a quanto scritto neldocumento dei proffessionisti web.In una parte di questo, si contesta il fatto che si possa fregiare del titolo di dottore solochi abbia un titolo universitario. Anche se l'altra persona, con la sua esperienza sul campo, ha qualità superiori al laureato (almeno inizialmente). Beh mi sembra anche normalequesta cosa, è un dato di fatto che se uno è laureato è dottore o ingegnere.Come giustamente scritto nel documento, la conoscenza non va confusa con l'esperienza; ma il fatto che una persona sappia cosa ci stia dietro ad un linguaggio di programmazione,come costruirlo, come costruire un calcoltatore, risolvere problemi matematici complessi, creare modelli,avere acquisito modelli di progettazione di alto livello, saper fare il controllo di qualità ed altre caratteristiche, che solo chi ha ottenuto una laurea in Informatica o equivalente sà fare.Personalmente sono stato formato da diversi professori che sono riconsciti a livellomondiale, che fanno continui corsi di aggiornamento in america e che prima di fartipassare il loro esame, ti spremono bene bene. Allora aboliamo anche l'ordine degli ingegneri, tanto uno che ha esperienza può avere il diritto di firmare un progetto di un palazzo, di un ponte o quant'altro.Secondo me l'informatica in Italia, va regolamentata; si vedono tante persone che si forgiano di titoli altisonanti ma che in realtà sanno ben poco di cosa c'è dietroad un software. L'introduzione di un albo che tuteli i laureati e i diplomati informatici è una cosa giusta, perchè se non lo fosse allora anche l'albo degli ingegneri non sarebbegiusto e nemmeno quello dei medici, andrebbero aboliti tutti. Così ci troveremmo in unasituazione dove una persona che, per studio personale, ha un pò di conoscenze mediche potrebbesentirsi in diritto di consigliare ad un altro questo o quel medicinale (questo è soloun esempio).Sono ben consapevole che il mondo del lavoro esige esperienza, ma dai vari post che si leggonosembra che voi, non laureati, vi sentiate così superiori, quasi deridete una laurea. Ricordatevi, però, che sono proprio le persone laureate e con dottorato ad inventaregli strumenti che utilizzate ogni giorno per il vostro lavoro, con anni di ricerca e di studio. Tanti non sanno quanto cosa studiare all'università, quanti sacrifici si devonofare per arrivare in fondo alla sudata lauera. E' logico che un neolaureato all'inizio della sua carriera sia svantaggiato come conoscenza degli strumenti di lavoro rispetto adun'altra persona che ci lavora da più tempo; ma ricordatevi che presto riuscirà acolmare il gap perchè a livello teorico e di problem solving non gli manca niente.Questo mio post non vuole alimentare nessuna polemica ed ho il massimo rispetto per quelle personeche lavorano in ogni campo dell'informatica. Grazie.
    • Anonimo scrive:
      Re: UN COMMENTO AL DOCUMENTO IWA E PROFESSIONISTI WEB
      - Scritto da: Laureando in Informatica
      Allora aboliamo anche l'ordine degli
      ingegneri, tanto uno che ha esperienza può
      avere il
      diritto di firmare un progetto di un
      palazzo, di un ponte o quant'altro.
      Secondo me l'informatica in Italia, va
      regolamentata; si vedono tante persone che
      si
      forgiano di titoli altisonanti ma che in
      realtà sanno ben poco di cosa c'è dietro
      ad un software. L'introduzione di un albo
      che tuteli i laureati e i diplomati
      informatici
      è una cosa giusta, perchè se non lo fosse
      allora anche l'albo degli ingegneri non
      sarebbe
      giusto e nemmeno quello dei medici,
      andrebbero aboliti tutti. Una cosa e dare tutela ad un gruppo di persone, una cosa è impedire a dei professionisti sul campo, in quanto non in possesso di titoli "localistici" come le lauree ed i diplomi universitari, di svolgere attività professionale.
    • Anonimo scrive:
      Re: UN COMMENTO AL DOCUMENTO IWA E PROFESSIONISTI WEB
      anche io soo un laureando in informatica e concordo pienamente con te.... a parte il fatto che in qualsiasi campo la laurea conta + di un diploma e poi la preparazione che la laurea ti da a livello teorico è molto approfondita..sicuramente all'inizio un laureato nn saprà utilizzare al meglio gli strumenti ma quello che importa nn sono gli strumenti ma le basi perchè se hai basi solide sicuramente puoi utilizzare qualsiasi strumento..basta un po di esperienza mentre se nn hai base è difficile andare avanti....cmq bello l'esempio dei dottori...se nn sei laureato mica puoi fare il medico...x l'informatica è diverso perchè anche nn essendo laureato puoi lavorare nell'informatica ma sicuramente nn puoi pretendere di essere iscritto in un albo riservato a persone che hanno conseguito titoli di studio riguardanti l'informatica...mica se ti studi un libro di diritto puoi andare a fare l'avvocato....saluti!
    • Anonimo scrive:
      Re: UN COMMENTO AL DOCUMENTO IWA E PROFESSIONISTI WEB
      Siamo riusciti a cacciare tutti i grandi cervelli che hanno avuto la sfortuna di nascere in italia, siamo riusciti a stroncare Olivetti che era all'avanguardia nel mondo nel concetto di personal computer... devo continuare con gli esempi?E tutto questo per l'ingessatura mentale e morale dei nostri istituti di istruzione, ricerca e sviluppo.Credo fermamente che in un paese di tradizioni bizantine come l'italia sia molto perferibile l'anarchia ad una regolamentazione come siamo capaci di darci noi italiani in un campo che richiede al contrario della nostra cultura da legulei grande dinamicità essendo in rapida espansione e sviluppo.
    • Anonimo scrive:
      Re: UN COMMENTO AL DOCUMENTO IWA E PROFESSIONISTI WEB
      Vorrei solo ricordare che praticamente TUTTI i grandi dell'informatica, quelli che l'hanno fatta ....... NON sono laureati.Forse loro non hanno le solide basi ? Non hanno recuperato il gap ?
    • Anonimo scrive:
      Meno male che qualcuno ragiona
      Perchè non riflettete un attimo prima di parlare?Negli Stati Uniti, paese tecnologicamente moltopiù avanti del nostro, non si sognerebbero mai diistituire Albi Professionali di alcun genere (compreso quello degli Ingegneri). Il problema dell'Italia è sempre quello: corporativismo, ingessamento del mercato, eccessiva regolamentazione dell'economia ecc.Bisogna aumentare la qualità del lavoro con più formazione e migliori corsi universitari, tutto qua. Non ci servono strutture burocratiche e assurde come questi Ordini. Non facciamo ridere l'Europa e il Mondo per favore.
    • Anonimo scrive:
      Re: UN COMMENTO AL DOCUMENTO IWA E PROFESSIONISTI
      Io vorrei solo fare notare due cose:1) Non è detto che essere laureati in informatica voglia dire saper scrivere ottimo codice come non è detto che un laureato in economia sappia leggere bene un bilancio, anzi ne conosco alcuni che non sanno neanche quali sono i cambiamenti introdotti dalle direttive cee.2) In informatica conta molto la specializzazione, io mi fiderei di più di un sistemista certificato Red Hat con un diploma in ragioneria che di un laureato in informatica che improvvisa a fare Sysadmin.Questo non toglie che la laurea in informatica ti da delle ottime basi per essere competitivo. A me che non va giù è il fatto che la laurea debba essere un prerequisito per saper programmare.Ciao!Cla
      • Anonimo scrive:
        Re: UN COMMENTO AL DOCUMENTO IWA E PROFESSIONISTI
        Per saper progammare non serve la laurea, bastano corsi appositi! E' per saper progettare,modellare che serve la laurea. Saluti
        • Anonimo scrive:
          Re: UN COMMENTO AL DOCUMENTO IWA E PROFESSIONISTI
          - Scritto da: XYZ
          E' per saper
          progettare,modellare che serve la laurea.Sicuro?
        • Anonimo scrive:
          Tu cosa sai progettare?

          progettare,modellare che serve la laurea.belle parole: "progettare", "modellare".Sentiamo:La laurEa cosa consente di progettare? scegli pure, ho le domande relative pronte. Le domande verteranno su aspetti tecnici e organizzativi.un servizio di e-commerce (piattaforma Broadvision)una implementazione SAP (moduli FI-CO-MM-SD)un datawarehouse (diciamo in Business Objects)un'implementazione di sistema di supporto (Remedy)un'implementazione CRM (diciamo Siebel)interfacce tra i soprascritti in standard iDocattendo con ansiaInvece...Se sai mettere insieme due router e configurare il proxy, non e' progettare, mi spiace.Neanche se utilizzi la parolina inherit nel tuo sorgente, mi spiace non vale.Neppure se sai fare doppio clic sull'iconcina di MS Project, non e' sufficiente.Se hai messo tutti i server uno a fianco all'altro sul tuo bel documento Visio, ancora devi fare un po' di strada. un quaquaraqua liceale
          • Anonimo scrive:
            Re: Tu cosa sai progettare?
            - Scritto da: un quaquaraqua
            un servizio di e-commerce (piattaforma
            Broadvision)usa mysql che e' libero
            una implementazione SAP (moduli FI-CO-MM-SD)io sono fi-co anche senza sap e sono anche libero
            un datawarehouse (diciamo in Business
            Objects)ancora mysql
            un'implementazione di sistema di supporto
            (Remedy)mysql oppure gnats
            un'implementazione CRM (diciamo Siebel)i clienti sono soddisfatti e non chiamano dato che il software e' libero
            interfacce tra i soprascritti in standard
            iDocxml e' libero
            Se hai messo tutti i server uno a fianco
            all'altro sul tuo bel documento Visio,
            ancora devi fare un po' di strada. per far cosa per usare il tuo software che non e' libero e diventare uno schiavoio invece uso debian gnu/linux/stable che e' freevoglio vedere te a progettare una forma di debianzhang che tragga uguale ispirazione dal baguazhang, dal taijiquan chen e dal pai long quan considerato che la parte del mandala sul campo di calcio con le gesta di stallman dev'essere corredata da didascalie in giapponese esperanto aramaico sanscrito cinese mandarico e cantonese piu' un dialetto morto delle isole polinesiane parli di broadvision ma la tua visione e' ristretta dal software proprietario io invece oggi mangero'una buona pizza da mr dong
          • Anonimo scrive:
            Re: Tu cosa sai progettare?
            oops mandarino
          • Anonimo scrive:
            Re: Tu cosa sai progettare?
            - Scritto da: Linucs
            - Scritto da: un quaquaraqua


            un servizio di e-commerce (piattaforma

            Broadvision)

            usa mysql che e' libero
            Conosco poco la piattaforma Broadvision, ma sono alquanto stupito di sentire dire che mysql fa le stesse cose.Forse ti confondi.Chiedo lumi.Ciao, Oscar.
          • Anonimo scrive:
            Re: Tu cosa sai progettare?
            - Scritto da: Oscar
            Chiedo lumi.broadvision e' closed quindi e' sbagliatomysql e' libero quindi e' giustonell'etica del software libero troviamo tutte le risposte per il businessoppure broadvision potrebbe rilasciare il software sotto gpl
          • Anonimo scrive:
            Re: Tu cosa sai progettare?
            - Scritto da: Linucs
            - Scritto da: Oscar


            Chiedo lumi.

            broadvision e' closed quindi e' sbagliato
            mysql e' libero quindi e' giusto
            nell'etica del software libero troviamo
            tutte le risposte per il business
            oppure broadvision potrebbe rilasciare il
            software sotto gplIl problema non e' se il software e' closed o open.Il fatto e' che con Broadvision ci fai alcune cose, quali ad esempio monitorare, controllare, schedare, gli Utenti che si connettono al tuo Web Server.Con mysql fai le stesse cose?Ciao, Oscar.
          • Anonimo scrive:
            Re: Tu cosa sai progettare?
            - Scritto da: Oscar
            Il problema non e' se il software e' closed
            o open.il problema infatti e' se e' closed oppure libero o free
            Il fatto e' che con Broadvision ci fai
            alcune cose, quali ad esempio monitorare,
            controllare, schedare, gli Utenti che si
            connettono al tuo Web Server.dehehe fessi loro che si fanno schedare io uso il telnet dalla console
            Con mysql fai le stesse cose?no infatti l'etica del software libero impedisce di schedare gli utenti come se fossero galline
          • Anonimo scrive:
            Re: Tu cosa sai progettare?

            Conosco poco la piattaforma Broadvision, ma
            sono alquanto stupito di sentire dire che
            mysql fa le stesse cose.
            Forse ti confondi.
            Chiedo lumi.Mi risulta che state facendo quello che alle elementari risulta essere sommare le pere con le mele...Mysql e' un motore di DB (piuttosto limitato)BroadVision e' un tool di reportistica con interfaccia Web-Based (che se non ricordo male si appoggia ancora sulla tecnologia di Business Object) e che HA BISOGNO di un DB poiche' si appoggia ad un repository contenente la definizione degli oggetti da utilizzare per i report.MySql, da se, non fa report se non l'output ascii che puoi estrarre con una select * from ...Un non-laureato! :-)
          • Anonimo scrive:
            Re: Tu cosa sai progettare?

            Conosco poco la piattaforma Broadvision, ma
            sono alquanto stupito di sentire dire che
            mysql fa le stesse cose.
            Forse ti confondi.Chiedo scusa.Ho chiamato Broad Vision cio' che invece e' Web Intelligence!Scusa ancora, e' tardi ed ho la scatola davanti... mi ha deviato! :-)
          • Anonimo scrive:
            Re: Tu cosa sai progettare?

            voglio vedere te a progettare una forma di
            debianzhang che tragga uguale ispirazione
            dal baguazhang, dal taijiquan chen e dal pai
            long quan considerato che la parte del
            mandala sul campo di calcio con le gesta di
            stallman dev'essere corredata da didascalie
            in giapponese esperanto aramaico sanscrito
            cinese mandarico e cantonese piu' un
            dialetto morto delle isole polinesiane parli
            di broadvision ma la tua visione e'
            ristretta dal software proprietario io
            invece oggi mangero'una buona pizza da mr
            dongLa pizza Dong e' sicuramente free(ware)...Grandissimo, mi sono fatto un sacco di risate...mi sono divertito alquanto a leggerti. Compimenti per la fantasiaA parte questo inciso, due considerazioni:- non ti rendi conto di "utilizzare" i servizi che ho citato molto piu' di quanto tu sia effettivamente consapevole (per esempio servizi di yahoo per rimanere nell'ambito Broadvision).- Non ho nulla contro il software libero. Ma MySQL, eventualmente adottato come RDBMS e' unicamente un tassello di un servizio IT complesso. Altri tasselli "open" possono essere i sistemi operativi delle macchine impiegate per alcuni task (Linux appunto). Ma serve ben altro per costruire e mantenere un servizio in scala enterprise.saluti
          • Anonimo scrive:
            Re: Tu cosa sai progettare?
            - Scritto da: il quaquaraqua
            La pizza Dong e' sicuramente free(ware)...free as in free speech ma la birra si paga
            - non ti rendi conto di "utilizzare" i
            servizi che ho citato molto piu' di quantoallora forse sono schedato come l'unico utente che usa "console/telnet" come browser
            Ma serve ben altro per costruire e mantenere
            un servizio in scala enterprise.infatti per quello c'e' debian gnu/hurd/beta
          • Anonimo scrive:
            OT - Re: Tu cosa sai progettare?


            un datawarehouse (diciamo in Business

            Objects)

            ancora mysqlMi hai fatto molto divertire fin'ora... ma questa e' grossa!B.O. NON e' un motore di data base! Non lo puoi sostituire con mysql! E, parere personale, visto quanto e' limitato mysql forse non potresti neanche se lo fosse! :-)
          • Anonimo scrive:
            Re: OT - Re: Tu cosa sai progettare?
            - Scritto da: Nic
            B.O. NON e' un motore di data base! neanche mysql DEHEHEE!!
          • Anonimo scrive:
            Re: OT - Re: Tu cosa sai progettare?
            - Scritto da: Linucs
            - Scritto da: Nic


            B.O. NON e' un motore di data base!

            neanche mysql DEHEHEE!!A me sembra di si...tanto piu' che lo ho anche usato, anche se pochino.http://www.mysql.com/products/index.html"The MySQL database server is the world's most widely used open source database."
          • Anonimo scrive:
            Re: OT - Re: Tu cosa sai progettare?
            - Scritto da: Nic
            A me sembra di si...
            tanto piu' che lo ho anche usato, anche se
            pochino.dehe dillo ai trigger e alle stored procedure
          • Anonimo scrive:
            Re: OT - Re: Tu cosa sai progettare?
            - Scritto da: Linucs
            - Scritto da: Nic


            A me sembra di si...

            tanto piu' che lo ho anche usato, anche se

            pochino.

            dehe dillo ai trigger e alle stored procedureSi, appunto! Non li ha! E' anche per questo che dico che e' limitato!!Ma "all'anagrafe" e' un motore di DB!
          • Anonimo scrive:
            Re: OT - Re: Tu cosa sai progettare?
            - Scritto da: Nic
            Si, appunto! Non li ha! E' anche per questo
            che dico che e' limitato!!
            Ma "all'anagrafe" e' un motore di DB!non contano tanto i trigger quanto la liberta' e mysql e' libero as in free speech mentre oracle no e neanche sap tranne sapdb e neanche broadvision quindi software closed = asservimento e software libero = liberta' QED
          • Anonimo scrive:
            Re: OT - Re: Tu cosa sai progettare?

            non contano tanto i trigger quanto la
            liberta' e mysql e' libero as in free speech
            mentre oracle no e neanche sap tranne sapdb
            e neanche broadvision quindi software closed
            = asservimento e software libero = liberta'
            QEDGuarda non sono contrario al software libero, anzi, ben venga e, se posso, quello che sviluppo lo rilascio sempre open pero' per me oracle = stipendio = soldi = mia liberta' di fare quello che mi pare!E' triste finche' vuoi ma purtroppo cosi' va il mondo! Se c'e' da cambiarlo (il mondo) comunque chiama che ti aiuto. Anche io sono convinto che potrebbe essere meglio ma bisogna darsi da fare...
          • Anonimo scrive:
            Re: OT - Re: Tu cosa sai progettare?
            - Scritto da: Nic
            Se c'e' da cambiarlo (il mondo) comunque
            chiama che ti aiuto. Anche io sono convinto
            che potrebbe essere meglio ma bisogna darsi
            da fare...io continuo a mandare patch sotto gpl alla oracle magari un giorno ci cascano e devono rilasciare tutto sotto gpl l'importante e' dare dei nomi interessanti alle patch come scheduler-qi-debianzhang-optimization o clicca-per-vedere-pamela-anderson-nuda un po' come i worm di windows ma per uno scopo alto e nobile
          • Anonimo scrive:
            Re: Tu cosa sai progettare?
            - Scritto da: un quaquaraqua
            un servizio di e-commerce (piattaforma
            Broadvision)
            una implementazione SAP (moduli FI-CO-MM-SD)
            un datawarehouse (diciamo in Business
            Objects)
            un'implementazione di sistema di supporto
            (Remedy)
            un'implementazione CRM (diciamo Siebel)
            interfacce tra i soprascritti in standard
            iDoc

            attendo con ansiaSecondo me i 3/4 di questo forum non ha mai neanche sentito alcuno degli acronimi o dei nomi di prodotti di qui sopra... parere personale!Forse perche' non se ne parla su PC Professionale o sul Linux Journal.E a sentirli sono lo stesso tutti professionisti dell'IT... mah!
          • Anonimo scrive:
            Re: Tu cosa sai progettare?
            - Scritto da: Nic
            Forse perche' non se ne parla su PC
            Professionale o sul Linux Journal.io invece li ho studiati all'universita' dehe!
        • Anonimo scrive:
          Re: UN COMMENTO AL DOCUMENTO IWA E PROFESSIONISTI
          - Scritto da: XYZ
          E' per saper
          progettare,modellare che serve la laurea.Nonono serve anche per correre saltare e ballare infatti ballmer è laureato
        • Anonimo scrive:
          Re: UN COMMENTO AL DOCUMENTO IWA E PROFESSIONISTI

          Per saper progammare non serve la laurea,
          bastano corsi appositi! E' per saper
          progettare,modellare che serve la laurea.
          Salutiserve?non e' vero!non e' che servain TEORIA, se hai una laurea hai imparato a fare quelle cose.Ma non e' che se non ce l'hai non puoi modellareo progettare...Quando torvalds ha modellato e progettato linux non era mica laureato...e non so se lo sia oggi, anche se credo proprio di siciao
      • Anonimo scrive:
        Re: UN COMMENTO AL DOCUMENTO IWA E PROFESSIONISTI
        - Scritto da: Cla
        specializzazione, io mi fiderei di più di un
        sistemista certificato Red Hat con unbono quello ricorda che redhat non e' veramente free e le certificazioni redhat non hanno alcun valore ad esempio non parlano di apt-get
        • Anonimo scrive:
          Re: UN COMMENTO AL DOCUMENTO IWA E PROFESSIONISTI
          La prossima volta almeno una virgola.Facciamo così, io ti porto un neolaureato iscritto all'albo e ti fai mettere su un serverino, e tu mi porti un Red Hat Certified che lo mette su a me, poi vediamo chi dorme tranquillo.ByezCla
          • Anonimo scrive:
            Re: UN COMMENTO AL DOCUMENTO IWA E PROFESSIONISTI
            - Scritto da: Cla
            Facciamo così, io ti porto un neolaureato
            iscritto all'albo e ti fai mettere su un
            serverino, e tu mi porti un Red Hat
            Certified che lo mette su a me, poi vediamo
            chi dorme tranquillo.il neolaureato usa apt-get su debian gnu/linux/stable e finisce mentre su rh cominci a installare i patch e finisci dopodomani e oltretutto non e' veramente free e libera e sicura la morale e' che ci vorrebbe un albo degli utenti fedeli a debian e gli altri si dovrebbero tenere redhat che come il kde non e' free infatti debian usa gnome ma io non ne sono proprio sicuro dato che lavoro sempre dalla console in testo oppure con il framebuffer ricompilando il kernel
    • Anonimo scrive:
      Re: UN COMMENTO AL DOCUMENTO IWA E PROFESSIONISTI WEB
      - Scritto da: Laureando in Informatica
      Come giustamente scritto nel documento, la
      conoscenza non va confusa con l'esperienza;
      ma il fatto che una persona sappia cosa ci
      stia dietro ad un linguaggio di
      programmazione,
      come costruirlo, come costruire un
      calcoltatore, risolvere problemi matematici
      complessi, creare modelli,
      avere acquisito modelli di progettazione di
      alto livello, saper fare il controllo di
      qualità ed
      altre caratteristiche, che solo chi ha
      ottenuto una laurea in Informatica o
      equivalente sà fare.Eh già, perchè è noto che l'Università (qualsiasi Università, ovviamente) ha qualità magiche, non riscontrabili in nessun altro luogo. 8)
      Personalmente sono stato formato da diversi
      professori che sono riconsciti a livello
      mondiale, che fanno continui corsi di
      aggiornamento in america e che prima di
      farti
      passare il loro esame, ti spremono bene
      bene. Ah...e quindi ipotizzi che questo valga per tutte le Università d'Italia?
      L'introduzione di un albo
      che tuteli i laureati e i diplomati
      informatici Vedi questo è il punto: c'è una problemino grosso come una casa dietro questa affermazione. Vedi di dimostrare di valere qualcosa e trovatelo da solo.8)
      Ricordatevi, però, che sono proprio le
      persone laureate e con dottorato ad
      inventare
      gli strumenti che utilizzate ogni giorno per
      il vostro lavoro, con anni di ricerca e di
      studio. Vedi, questo passo dimostra che non sai molto neanche di quello che _dovresti_ aver studiato.Bah...
      Tanti non sanno quanto cosa studiare
      all'università, quanti sacrifici si devono
      fare per arrivare in fondo alla sudata
      lauera.Si ma questo è anche il punto: arrivare alla laurea dovrebbe darti dei vantaggi _effettivi_ rispetto a un non laureato: se hai bisogno di un Albo...be' la conclusione è ovvia. 8)
    • Anonimo scrive:
      Re: La seconda che hai detto

      L'introduzione di un albo che tuteli i laureati e i diplomati informatici
      è una cosa giusta, perchè se non lo fosse allora anche l'albo degli ingegneri non sarebbe
      giusto e nemmeno quello dei medici, andrebbero aboliti tutti. La seconda che hai detto- Scritto da: Laureando in Informatica
    • Anonimo scrive:
      Re: UN COMMENTO AL DOCUMENTO IWA E PROFESSIONISTI
      - Scritto da: Laureando in Informatica
      Salve a tutti,
      sono un laureando in Informatica e vorrei
      fare qualche precisazione a quanto scritto
      nel
      documento dei proffessionisti web.
      In una parte di questo, si contesta il fatto
      che si possa fregiare del titolo di dottore
      solo
      chi abbia un titolo universitario. Anche se
      l'altra persona, con la sua esperienza sul
      campo, ha qualità superiori al laureato
      (almeno inizialmente). Beh mi sembra anche
      normale
      questa cosa, è un dato di fatto che se uno è
      laureato è dottore o ingegnere.Beh, qui avete ragione voi; se ho la laurea posso chiamarmi dottore, altrimenti no.. la laurea serve anche a quello.
      Come giustamente scritto nel documento, la
      conoscenza non va confusa con l'esperienza;
      ma il fatto che una persona sappia cosa ci
      stia dietro ad un linguaggio di
      programmazione,
      come costruirlo, come costruire un
      calcoltatore, risolvere problemi matematici
      complessi, creare modelli,
      avere acquisito modelli di progettazione di
      alto livello, saper fare il controllo di
      qualità ed
      altre caratteristiche, che solo chi ha
      ottenuto una laurea in Informatica o
      equivalente sà fare.Errore.. non SOLO chi ha una laurea, ma solo chi lo ha studiato, la differenza non è poca; se nel tuo curriculum di studi non c'è la teoria delle basi di dati (è un esempio, non ricordo a memoria i programmi dei corsi di info), al momento di disegnare un DB sei pari a me, e l'unica cosa che tu e io possiamo fare è cercarci un buon libro e studiare.
      Personalmente sono stato formato da diversi
      professori che sono riconsciti a livello
      mondiale, che fanno continui corsi di
      aggiornamento in america e che prima di
      farti
      passare il loro esame, ti spremono bene
      bene. Buon per te, se sarai capace di coglierne i frutti, io ho deciso di lasciare l'università dopo uno scontro con una docente sul principio di conservazione dell'energia; mi ha fatto chiaramente intendere che l'unico modo "giusto" di risolvere i problemi assegnati era quello cui lei era arrivata; beh, se devo imparare qualcosa da qualcuno così, meglio studiarmela da solo.Non mi piace dare soldi a certa gente, soprattutto se sono soldi dei miei genitori.(Onde evitare flame e battutine, i suoi assistenti nel corso avevano risolto i problemi in questione col mio medesimo processo che, tra l'altro, era pure più elegante)
      Allora aboliamo anche l'ordine degli
      ingegneri, tanto uno che ha esperienza può
      avere il
      diritto di firmare un progetto di un
      palazzo, di un ponte o quant'altro.Non uno che ha esperienza; uno che supera un esame che lo abilita e lo responsabilizza, senza preconcetti sul titolo di studio; hai presente?
      Secondo me l'informatica in Italia, va
      regolamentata; si vedono tante persone che
      si
      forgiano di titoli altisonanti ma che in
      realtà sanno ben poco di cosa c'è dietro
      ad un software. Forse perchè per fare quel lavoro non gli serve?Ho lavorato sotto un "Direttore IT" che non aveva la più pallida idea della differenza tra un PC ed un Mac, e le uniche cose che sapeva fare erano gestire le risorse umane (neanche tanto bene) e gestire il budget annuale; in quelle condizioni una laurea in informatica serve? O serve piuttosto una in Gestionale?
      L'introduzione di un albo
      che tuteli i laureati e i diplomati
      informatici
      è una cosa giusta, perchè se non lo fosse
      allora anche l'albo degli ingegneri non
      sarebbe
      giusto e nemmeno quello dei medici,
      andrebbero aboliti tutti. Infatti la UE ha deciso di abolirli tutti.
      Così ci troveremmo
      in una
      situazione dove una persona che, per studio
      personale, ha un pò di conoscenze mediche
      potrebbe
      sentirsi in diritto di consigliare ad un
      altro questo o quel medicinale (questo è
      solo
      un esempio).Ma, senza la necessaria abilitazione, non avrebbe il diritto di prescriverlo, non succede già tutti i giorni?
      Sono ben consapevole che il mondo del lavoro
      esige esperienza, ma dai vari post che si
      leggono
      sembra che voi, non laureati, vi sentiate
      così superiori, quasi deridete una laurea.
      Ricordatevi, però, che sono proprio le
      persone laureate e con dottorato ad
      inventare
      gli strumenti che utilizzate ogni giorno per
      il vostro lavoro, con anni di ricerca e di
      studio. Spiegalo a Gates, Jobs e compagnia.
      Tanti non sanno quanto cosa studiare
      all'università, quanti sacrifici si devono
      fare per arrivare in fondo alla sudata
      lauera. E tu lo sai quanti sacrifici servano per mantenersi aggiornati e competitivi nel mondo del lavoro?Credi che con la tua laurea tu sia in grado di essere più produttivo di me che studio continuamente nuove tecnologie per non essere tagliato fuori? O di avere la mente più elastica e flessibile?Hai, e questo lo ammetto, maggiori attitudini al problem solving (da un punto di vista teorico) e una maggiore abilità matematica; ma il resto è da dimostrare.
      E' logico che un neolaureato
      all'inizio
      della sua carriera sia svantaggiato come
      conoscenza degli strumenti di lavoro
      rispetto ad
      un'altra persona che ci lavora da più tempo;
      ma ricordatevi che presto riuscirà a
      colmare il gap perchè a livello teorico e di
      problem solving non gli manca niente.Forse; questo non è un dato di fatto e, comunque, l'accesso a quei libri che sono la fonte delle vostre conoscenze non è precluso al resto del mondo, mi pare che questo i laureati lo ignorino spesso.
      Questo mio post non vuole alimentare nessuna
      polemica ed ho il massimo rispetto per
      quelle persone
      che lavorano in ogni campo dell'informatica. Figurati, ho visto persone molto più arroganti di te, in questo forum, non c'è problema; spero che anche tu non ti offenda se in alcune parti ho usato un tono un po' da sfottò, ma in alcuni casi mi sembrava te ne stessi uscendo con dei luoghi comuni, e ne ho sentiti già troppi in questi 2 giorni.
      Grazie.Grazie a te.Saluti, Ryo Takatsuki
      • Anonimo scrive:
        Re: UN COMMENTO AL DOCUMENTO IWA E PROFESSIONISTI
        - Scritto da: Jabbawack
        di info), al momento di disegnare un DB seiio invece di disegnarli li illustro con dei mandala sul pavimento e poi soffio e chi ha capito bene gli altri si arrangiano
        essere tagliato fuori? O di avere la mente
        più elastica e flessibile?se e' abbastanza elastica risparmi sull'airbag
        • Anonimo scrive:
          Re: UN COMMENTO AL DOCUMENTO IWA E PROFESSIONISTI
          - Scritto da: Linucs
          - Scritto da: Jabbawack
          io invece di disegnarli li illustro con dei
          mandala sul pavimento e poi soffio e chi ha
          capito bene gli altri si arrangianoSei ancora a quel livello? Ti facevo più esperto nel debianzhang; io li proietto direttamente come essenze vitali su un piano di esistenza parallelo e poi sono loro che, quando hanno voglia, compenetrano la nostra realtà soggettiva depositandosi nel substrato HW della mia GNU/Linux/Debian.Devo dire al maestro xian di darti ripetizioni o di punirti per la tua lentezza nello apprendere.

          essere tagliato fuori? O di avere la mente

          più elastica e flessibile?

          se e' abbastanza elastica risparmi
          sull'airbagGià, il problema è mettere i cappellini.. se sbaglio la misura mi si deforma e sembra che abbia un cetriolo al posto della testa.Saluti, Ryo Takatsuki
          • Anonimo scrive:
            Re: UN COMMENTO AL DOCUMENTO IWA E PROFESSIONISTI
            - Scritto da: Jabbawack
            realtà soggettiva depositandosi nel
            substrato HW della mia GNU/Linux/Debian.io uso apt-get che e' piu' free
          • Anonimo scrive:
            Re: UN COMMENTO AL DOCUMENTO IWA E PROFESSIONISTI
            - Scritto da: Linucs
            - Scritto da: Jabbawack


            realtà soggettiva depositandosi nel

            substrato HW della mia GNU/Linux/Debian.

            io uso apt-get che e' piu' freeQuindi illustri i DB con un mandala sul pavimento, li soffi via e poi li installi con apt-get?Credo che il tuo Ki sia un po' turbato, ti consiglio di riflettere attentamente sulle sacre scritture del debianzhang-howto.Cosa c'è di più free del pensiero e del fatto che i Db siano "free" di andare su HW quando gli pare?Saluti, Ryo Takatsuki
          • Anonimo scrive:
            Re: UN COMMENTO AL DOCUMENTO IWA E PROFESSIONISTI
            - Scritto da: Jabbawack
            Sei ancora a quel livello? Ti facevo più
            esperto nel debianzhang;Sei un impostore e non sai neanche come si scrive Jabawack e poi la egrigori non usa software free
          • Anonimo scrive:
            Re: UN COMMENTO AL DOCUMENTO IWA E PROFESSIONISTI
            - Scritto da: Minics
            - Scritto da: Jabbawack
            Sei un impostore e non sai neanche come si
            scrive Jabawack e poi la egrigori non usa
            software freeCi mancherebbe pure.. anche se mi piacerebbe buttare un occhio ai sorgenti della rete neurale di Alice.. o a quelli del programma Jabawack stesso...In effetti, la prima volta che ho postato ho sbagliato a digitare e ho scritto Jabbawack anzichè Jabawack, mi è piaciuto e l'ho tenuto così.Saluti, Ryo Takatsuki
          • Anonimo scrive:
            Re: UN COMMENTO AL DOCUMENTO IWA E PROFESSIONISTI
            - Scritto da: Jabbawack il Giabbervocco

            Ci mancherebbe pure.. anche se mi piacerebbe
            buttare un occhio ai sorgenti della rete
            neurale di Alice..Io invece preferirei buttare un occhio alla sorgente di alice ma il maestro fu-zong me l'ha vietato ma forse tra un po' mi insegna la mossa 69 del fucckanzang
          • Anonimo scrive:
            Re: UN COMMENTO AL DOCUMENTO IWA E PROFESSIONISTI
            - Scritto da: Minics
            Io invece preferirei buttare un occhio alla
            sorgente di alice ma il maestro fu-zong me
            l'ha vietato ma forse tra un po' mi insegna
            la mossa 69 del fucckanzangCaspita.. sarà pure una forma di vita metallica praticamente immortale; ma mentalmente è pur sempre una bambina di 9 anni.. non ti sembra di esagerare?Poi se l'Alice di cui parli tu non è la stessa di cui parlo io il discorso è diverso...Giuro su Keith Black, che il demonio se lo portasse, che chiudo qui l'OT.Saluti, Ryo Takatsuki
    • Anonimo scrive:
      Re: UN COMMENTO AL DOCUMENTO IWA E PROFESSIONISTI

      Personalmente sono stato formato da diversi
      professori che sono riconsciti a livello
      mondiale, che fanno continui corsi di
      aggiornamento in america e che prima di
      farti
      passare il loro esame, ti spremono bene
      bene. No no...non ci siamo...UMILTA'raga, dove l'avete lasciata????io pure sono laureando in informatica, e credo che scriversi un email con Don-Box per parlare di un problema su Com, sia cento volte meglio che farsi "spremere" da un professore che nella migliore delle ipotesi e' laureato in fisica o in matematica.L'informatica e' una scienza che serve a risolvere problemi CONCRETI, non astratti.Si avvale anche di altre scienze, ma sempre con un fine.Se dimentichiamo questo, la laurea la possiamo anche buttare nel cesso.Ad esempio, la crittografia e la crittoanalisi sono due scienze a se', che applicate all'informatica servono a risolvere il problema CONCRETO di avere comunicazioni sicure.L'informatico studia l'implementazione della crittografia, la sua applicazione nel mondo reale, non studia la scienza che ne sta alla base.Quello lo fanno i crittoanalisti.Poi se a uno piace, puo' studiarselo e non vedo dove sia la differenza fra il farselo da soli e farlo all'uni, tranne il fatto che l'universita' te lo certifica.Non e' che chi va all'universita abbia un cervello migliore o sia piu' intelligente degli altri....Per cui, un po' di umilta'.
      Allora aboliamo anche l'ordine degli
      ingegneri, tanto uno che ha esperienza puòSi, aboliamolo!insieme a tutti gli altri!
      avere il
      diritto di firmare un progetto di un
      palazzo, di un ponte o quant'altro.
      Secondo me l'informatica in Italia, va
      regolamentata; si vedono tante persone che
      si
      forgiano di titoli altisonanti ma che in
      realtà sanno ben poco di cosa c'è dietro
      ad un software. L'introduzione di un albo
      che tuteli i laureati e i diplomatiche tuteli chi??????la laurea non e' gia una tutela?Chi si fregia di una cosa che non sa fare, o puo' farlo anche se introduci l'albo (per esempio ha amicizie "in alto") oppure verra' inevitabilmente spazzato via da chi ne sa di piu'....non vedo li problemaContinuo a chiedermi perche' tutti continuano ad aver paura della competizione e vogliono una qualche tutela.. cos'e'?non vi sentite all'altezza? non siete cosi' sicuri che la "spremitura" sia servita a qualcosa?
      informatici
      è una cosa giusta, perchè se non lo fosseNON e' una cosa giusta un alboMAI
      allora anche l'albo degli ingegneri non
      sarebbe
      giusto e nemmeno quello dei medici,
      andrebbero aboliti tutti. Così ci troveremmo
      in unaESATTO!!!
      situazione dove una persona che, per studio
      personale, ha un pò di conoscenze mediche
      potrebbe
      sentirsi in diritto di consigliare ad un
      altro questo o quel medicinale (questo è
      solo
      un esempio).
      vedi che cadete tutti nel ridicolo!lo sai cosa da l'abilitazione a fare il medico?non l'albo, ne' la laurea, ma il TIROCINIO che dura dai 3 ai 5 anni nelle srtutture pubblichein piu'i medici devono OBBLIGATORIAMENTE avere una specializzazione.La laurea certifica che hanno seguito un certo piano di studi e hanno una tale specializazione.A cosa serve l'albo?a niente....Basterebbe un 'associazione di categoria che tenesse traccia dei laureati...E, per farti un esempio, mio padre che fa l'infermiere da 35 anni potrebbe tranquillamente prescrivere medicinali ai pazienti, perche' ne sa molto di piu' di qualsiasi medico neolaureato, ma la legge glielo impedisce e non puo' neanche diventare medico perche' non e' laureato... (come e' giusto che sia)
      Sono ben consapevole che il mondo del lavoro
      esige esperienza, ma dai vari post che si
      leggono
      sembra che voi, non laureati, vi sentiate
      così superiori, quasi deridete una laurea.
      Ricordatevi, però, che sono proprio le
      persone laureate e con dottorato ad
      inventare
      gli strumenti che utilizzate ogni giorno per
      il vostro lavoro, con anni di ricerca e di
      studio. Tanti non sanno quanto cosa studiareMa..questo e' opinabile...Archimede non era laureato, era solo uno che aveva studiato tanto e aveva tanta passione...
      all'università, quanti sacrifici si devono
      fare per arrivare in fondo alla sudata
      lauera. E' logico che un neolaureato
      all'inizio
      della sua carriera sia svantaggiato come
      conoscenza degli strumenti di lavoro
      rispetto ad
      un'altra persona che ci lavora da più tempo;E' logico per ogni persona....
      ma ricordatevi che presto riuscirà a
      colmare il gap perchè a livello teorico e di
      problem solving non gli manca niente.
      si invecegli manca l'umilta'!pensa che coi suoi algoritmi di problem solving, possa risolvere ogni cosa, poi si scontra con la realta' (il capo stronzo, i colleghi invidiosi, le condizioni di lavoro non sempre ideali, il fatto che il problem solving e l'analisi sono mal visti perche "si perde tempo", dover rimettere le mani su codice che funziona, ma nessuno sa perche'....) e non la accetta, perche' lui con la laurea deve fare le pagine ASP a due milioni/mese? Oppure lo fa, ma con molta frustrazione... te lo dico perche' ci sono passato!e te lo dice uno che STA prendendo la laurea in informatica... a cui piacerebbe applicare cio' che studia al suo lavoro.... ma spesso e' IMPOSSIBILECiao
      • Anonimo scrive:
        Re: UN COMMENTO AL DOCUMENTO IWA E PROFESSIONISTI
        - Scritto da: maks
        credo che scriversi un email con Don-Box peril maestro tung-don-box lo stavamo cercando da anni dehe
        parlare di un problema su Com, sia centoinfatti su com ci sono pochi altri argomenti
        Se dimentichiamo questo, la laurea la
        possiamo anche buttare nel cesso.ma a quel punto serve un idraulico che magari non progetta l'impianto idraulico ma evita che il letame venga fuori quindi come vedi anche il non laureato ha un ruolo
    • Anonimo scrive:
      Re: UN COMMENTO AL DOCUMENTO IWA E PROFESSIONISTI WEB

      Allora aboliamo anche l'ordine degli
      ingegneri, tanto uno che ha esperienza può
      avere il
      diritto di firmare un progetto di un
      palazzo, di un ponte o quant'altro.Infatti i ponti costruiti dai romani che usiamo ancora oggi, il colosseo, ecc... e' tutta roba che si e' autodistrutta appena l'hanno finita!Forse i romani erano usciti tutti dal politecnico!Faccio notare che l'informatica ha meno di 100 anni...
  • Anonimo scrive:
    Un webmaster NON è un informatico
    Non si può definire un informatico qualsiasi lavoratore faccia uso del computer.Esattamente come NON è un informatico il grafico che fa del desktop-publishing (le cui competenze informatiche sono ridicole, da menù a tendina, per intenderci, e il cui specifico professionale è il mondo opinabile degli accostamenti di colore, dei font e di tutto ciò che può inutilmente appesantire il vero contenuto informativo), così NON è un informatico neppure il webmaster, che avrà si delle responsabilità di ordine tecnico-legale, ma va inquadrato più come un utilizzatore di software e infrastrutture creati dagli informatici VERI.Lo stesso equivoco che spesso si pone parlando di "programmazione", dove vengono spesso scambiati per linguaggi di programmazione semplici linguaggi di "scripting" (leggi JavaScript, PHP...) se non addirittura lo stesso HTML!!!Dopo avere conseguito con merito una laurea e vedermi negato il diritto a partecipare ad un esame di Stato e conseguente iscrizione all'Albo professionale del MIO campo (l'informatica appunto), non vorrei ricevere oltre al danno la beffa: essere equiparato ad un semplice webmaster.
    • Anonimo scrive:
      Re: Un webmaster NON è un informatico
      - Scritto da: deluso
      Non si può definire un informatico qualsiasi
      lavoratore faccia uso del computer.
      Esattamente come NON è un informatico il
      grafico che fa del desktop-publishing (le
      cui competenze informatiche sono ridicole,
      da menù a tendina, per intenderci, e il cui
      specifico professionale è il mondo opinabile
      degli accostamenti di colore, dei font e di
      tutto ciò che può inutilmente appesantire il
      vero contenuto informativo), così NON è un
      informatico neppure il webmaster, che avrà
      si delle responsabilità di ordine
      tecnico-legale, ma va inquadrato più come un
      utilizzatore di software e infrastrutture
      creati dagli informatici VERI.

      Lo stesso equivoco che spesso si pone
      parlando di "programmazione", dove vengono
      spesso scambiati per linguaggi di
      programmazione semplici linguaggi di
      "scripting" (leggi JavaScript, PHP...) se
      non addirittura lo stesso HTML!!!

      Dopo avere conseguito con merito una laurea
      e vedermi negato il diritto a partecipare ad
      un esame di Stato e conseguente iscrizione
      all'Albo professionale del MIO campo
      (l'informatica appunto), non vorrei ricevere
      oltre al danno la beffa: essere equiparato
      ad un semplice webmaster.Vedi, Caro Deluso, il problema e che Voi informatici, come possono essere benissimi architetti, ingegneri, ecc, ecc, vanno sempre a finire a voler mettere una firma (grazie alle loro potenti albi) e a farsi pagare lautamente anche dove proprio non servirebbero ad un c...., malgrado Tu disprezzi il "semplice" webmaster e/o il grafico, vorrei proprio vedere, anche con la Tua GRANDE laurea in infomatica che schifo di prodotto tirersti fuori dalle tue capacità programmatorie dato che devi fare cose, che magari tutti devono usare, ma che nessuno vede, (codice dei programmi)se dovessi disegnare le icone o fare delle belle pagine web, o delle belle immagini elaborate per pubblicazioni importanti(che tutti vedono)se saresti così sprezzante.Vedi, in genere, io non ho nulla contro quelli come Te, che sono tanto bravi da essere laureati, ma quando rispondo come fai Tu, mi viene fortissima la voglia di prendergli la laurea e di mettergliela in quel posto, che in questo caso, è il posto che si merita.
      • Anonimo scrive:
        Re: Un webmaster NON è un informatico
        ma ke kakkio dici guarda ke le cose ke dici ke nn si vedono cioè i sorgenti dei programmi sono gli strumenti con i quali te lavori...se nn c'è nessuno che programma un software come può essere il cad voglio vedere il grafico come faloe tue belle icone le fai con un programma scritto da qlc laureato in informatica non fatto da un webmaster o grafico...senza niente togliere al loro merito....think ....
      • Anonimo scrive:
        Re: Un webmaster NON è un informatico
        Il tuo post già da solo dimostra a tutti quanto sei frustrato dalla mancanza del "pezzo di carta" che, si voglia o no, è pur sempre l'unico parametro oggettivo per misurare un livello professionale, e l'unico che il legislatore possa prendere in considerazione.Quanto alle belle pagine web, belle pubblicazioni eccetera eccetera ti ricordo che il "bello" è un concetto relativo ed è proprio per questo che dedico alla mia vita a cose in definitiva più concrete e oggettive.All'apparenza preferisco sempre la sostanza. Penso anzi che uno dei MALI della nostra società sia proprio nel peso eccessivo che viene dato alla facciata, alla superficie, a ciò che tutti vedono, trascurando ciò che in definitiva è davvero utile e significativo.Diffido fortemente da chi giudica un applicativo informatico del disegno delle icone... odio questo modo spiccio che permette a chiunque (anche a chi non ne sa nulla) di dare giudizi basati sulle apparenze. Per quanto mi riguarda un ottimo applicativo può anche non averle le icone, anzi, spesso l'approccio "command-line interface" si rivela molto più efficiente, professonale e produttivo.Infine circa il posto in cui mettere la mia laura... bè io la tengo chiusa in un cassetto, non amo quelli che la tengono inquadrata per darsi delle arie:-)- Scritto da: Sempre quello

        Vedi, Caro Deluso, il problema e che Voi
        informatici, come possono essere benissimi
        architetti, ingegneri, ecc, ecc, vanno
        sempre a finire a voler mettere una firma
        (grazie alle loro potenti albi) e a farsi
        pagare lautamente anche dove proprio non
        servirebbero ad un c...., malgrado Tu
        disprezzi il "semplice" webmaster e/o il
        grafico, vorrei proprio vedere, anche con la
        Tua GRANDE laurea in infomatica che schifo
        di prodotto tirersti fuori dalle tue
        capacità programmatorie dato che devi fare
        cose, che magari tutti devono usare, ma che
        nessuno vede, (codice dei programmi)se
        dovessi disegnare le icone o fare delle
        belle pagine web, o delle belle immagini
        elaborate per pubblicazioni importanti(che
        tutti vedono)se saresti così sprezzante.
        Vedi, in genere, io non ho nulla contro
        quelli come Te, che sono tanto bravi da
        essere laureati, ma quando rispondo come fai
        Tu, mi viene fortissima la voglia di
        prendergli la laurea e di mettergliela in
        quel posto, che in questo caso, è il posto
        che si merita.

        • Anonimo scrive:
          Re: Un webmaster NON è un informatico
          - Scritto da: deluso
          Il tuo post già da solo dimostra a tutti
          quanto sei frustrato dalla mancanza del
          "pezzo di carta" che, si voglia o no, è pur
          sempre l'unico parametro oggettivo per
          misurare un livello professionale, e l'unico
          che il legislatore possa prendere in
          considerazione.
          Perche' non e' sano di mente
          Penso anzi che uno dei MALI della nostra
          società sia proprio nel peso eccessivo che
          viene dato alla facciata, alla superficie, a
          ciò che tutti vedono, trascurando ciò che in
          definitiva è davvero utile e significativo.
          Diffido fortemente da chi giudica un
          applicativo informatico del disegno delle
          icone... odio questo modo spiccio che
          permette a chiunque (anche a chi non ne sa
          nulla) di dare giudizi basati sulle
          apparenze. Per quanto mi riguarda un ottimo
          applicativo può anche non averle le icone,
          anzi, spesso l'approccio "command-line
          interface" si rivela molto più efficiente,
          professonale e produttivo.

          Infine circa il posto in cui mettere la mia
          laura... bè io la tengo chiusa in un
          cassetto, non amo quelli che la tengono
          inquadrata per darsi delle arie
          :-)

          MA DAVVERO? SI VEDE CHE TU DI INFORMATICA NON CAPISCI NULLA! MAI SENTITO PARLARE DI UN COMPUTER CHE SI CHIAMA ALTO DAL NOME DEL POSTO DOVE E' STATO CREATO (PARC = Palo Alto Research Center). Ma BRAVO! DIECI e LODE All'INGENIERE (non e' un caso la sgrammaticatura) E GUARDA che la gente che ha fatto quel computer NON ERA INGEGNERE INFORMATICO (questa volta l'ho scritto giusto), perche' l'informatica l'ha inventata! SVEGLIA!!!! SE VUOI AVERE TANTI BEI SOLDINI, DIMOSTRA QUELLO CHE SAI FARE! Vuoi l'ALBO? Vai a Modena e comprati quello delle Figurine PANINI.
        • Anonimo scrive:
          Re: Un webmaster NON è un informatico

          Quanto alle belle pagine web, belle
          pubblicazioni eccetera eccetera ti ricordo
          che il "bello" è un concetto relativo ed è
          proprio per questo che dedico alla mia vita
          a cose in definitiva più concrete e
          oggettive.
          nonostante io sia un programmatore, uno di quelli che bada al sodo, che preferisce mille volte fare un programma in console piuttosto che uno con una gui, non posso non ammettere che il contributo fondamentale alla diffusione dell'informatica l'hanno dato, non gli informatici duri e puri, ma i grafici e gli esperti di ergonomia, che hanno reso le interfacce usabili, semplici e ergonomiche, anche se ancora si puo' fare molto.Infatti il limite piu' grosso dei sistemi come linux, non e' che siano difficili da usare in assoluto, e' che non sono ergonomici, sono fatti dai programmatori per altri programmatori.E questo scoraggia la persona "normale "Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Un webmaster NON è un informatico
        mettiti in quel posto il tuo diploma del cazzo
    • Anonimo scrive:
      Re: Un webmaster NON è un informatico
      Ma solo chi non e' un informatico puo' pensare che un webmaster sia un informatico e proprio per questo serve chiarezza, come chi non e' un programmatore pensa che l'html sia un linguaggio di programmazione.E la "new economy" ha portato maree di persone che la pensano cosi'.Stefano
    • Anonimo scrive:
      Re: Un webmaster NON è un informatico

      Non si può definire un informatico qualsiasi
      lavoratore faccia uso del computer.Informatico cmoe laureato in informatica, certamente no (se non lo e'), informatico come categoria, certamente si.Un pilota e' pilota sia se giuda un cessna, sia se guida un boing 767.E vorei ricordarti che l'informatico come lo intendi tu e' quello che di ergonomia dell'interfaccia, di usabilita', e di tante altre cose non ne sa nulla, cosa che invece una persona che ha studiato ergonomia o design, pur non avendo conoscenze informatiche, sa benissimo.Poi che spesso li webmaster sia un alias per qualche manager incapace, e' un altro discorso...ciao
    • Anonimo scrive:
      Cos'e` un informatico?
      - Scritto da: deluso
      Non si può definire un informatico qualsiasi
      lavoratore faccia uso del computer.Cos'e` un informatico?Cosa deve saper fare per essere considerato tale? No, voglio dire, conosco tecnici (in genere installano programmi e spostano hardware, effettuano collegamenti elettrici, sistemano i jumpers, ecc...), programmatori (scrivono programmi), web designer (progettano e realizzano siti), web master (gestiscono siti, ma a volte se li progettano da soli senza l'aiuto del suddetto designer), e poi grafici, assistenti CAD/CAE, eccetera eccetera, MA:cos'e` un "informatico"?
      Lo stesso equivoco che spesso si pone
      parlando di "programmazione", dove vengono
      spesso scambiati per linguaggi di
      programmazione semplici linguaggi di
      "scripting" (leggi JavaScript, PHP...) se
      non addirittura lo stesso HTML!!!L'HTML e` un linguaggio di definizione (markup), ma il PHP e il JavaScript, secondo la definizione piu` "tradizionale", sono linguaggi di programmazione interpretati, a differenza di quelli compilati. Almeno, quando il professore me lo spiego` cosi` stavano i fatti. Ma sono veri e propri linguaggi di programmazione. Ad alto livello quanto vuoi, ma lo sono.
      Dopo avere conseguito con merito una laurea
      e vedermi negato il diritto a partecipare ad
      un esame di Stato e conseguente iscrizione
      all'Albo professionale del MIO campo
      (l'informatica appunto), non vorrei ricevere
      oltre al danno la beffa: essere equiparato
      ad un semplice webmaster.Basta che tu sul CV ti definisca ingegnere informatico, o a seconda dei casi, laureato in informatica, o in teoria dell'informazione, o in Information Technology, o come cacchio la vorranno chiamare. Se metti solo "informatico" in effetti la qualifica e` un po' equivoca, indefinita.Personalmente mi sono sempre definito "privato programmatore"...
      • Anonimo scrive:
        Re: Cos'e` un informatico?

        Cos'e` un informatico?
        Cosa deve saper fare per essere considerato
        tale? No, voglio dire, conosco tecnici (inSei in grado di stabilire (anche solo a blocchi) come verra' eseguita dal microprocessore un'istruzione del tuo programma ? Allora sei un informatico.Ti chiedi perche quando cerchi di aprire un file da 500MB si mette a frullare il disco come un pazzo e non sai darti una risposta? Non sei un informatico.Secondo me la differenza basilare sta nel saper usare qualche cosa e sapere perche' quel qualche cosa funziona.Troppo filosofico, basta! :-)
        • Anonimo scrive:
          Ah, ok...
          pero` secondo quella definizione, un webmaster e` un "informatico"? Ma soprattutto, il legislatore si sara` premurato di definire legalmente la categoria?
          • Anonimo scrive:
            Re: Ah, ok...
            - Scritto da: alex¸tg
            pero` secondo quella definizione, un
            webmaster e` un "informatico"?Se anche solo una vaga idea di cosa succede quando un browser web apre un socket e tutto quello che segue fino al disegno di una riga orizzontale sullo schermo, si... se si limita a sapere che coincide ad una linea orizzontale no! Sempre IMHO ovviamente.
            Ma
            soprattutto, il legislatore si sara`
            premurato di definire legalmente la
            categoria? Sinceramente credo che il legislatore si faccia battere le proposte di legge dalla segretaria perche' con quei quadratini bianchi tutti in fila con le molle sotto non vuole averci a che fare.Sara' dura che possa definire qualche cosa.Anche questo IMHO
  • Anonimo scrive:
    PI: ci fai conoscere anche la proposta Mantini?
    Perche' Punto Informatico non ci ha fatto conoscere anche la proposta dell'On. Mantini della Margherita, ma solo quella del Sen. Basile di Forza Italia ? Magari era una proposta migliore, o forse peggiore, ma sarebbe stato utile conoscerla per sapere anche l'opinione dell'opposizione. Penso che sia doveroso per un organo d'informazione offrire il servizio piu' completo possibile. Grazie e ciao a tutti
    • Anonimo scrive:
      Re: PI: ci fai conoscere anche la proposta Mantini

      Perche' Punto Informatico non ci ha fatto
      conoscere anche la proposta dell'On. Mantini
      della Margherita, ma solo quella del Sen.
      Basile di Forza Italia ?
      Magari era una proposta migliore, o forse
      peggiore, ma sarebbe stato utile conoscerla
      per sapere anche l'opinione
      dell'opposizione.
      Penso che sia doveroso per un organo
      d'informazione offrire il servizio piu'
      completo possibile.
      Grazie e ciao a tuttiper caso e' questa?http://www.margheritaonline.it/notizie/scheda.php?id_notizie=495ci sono alcuni punti interessanti, cito ad esempio: - Creazione di un sistema ?duale? che legittimi, accanto agli Ordini e Collegi professionali, anche il mondo delle ?nuove professioni? basato sulle libere associazioni riconosciute (da Cnel e Ministero); le associazioni dovranno essere certificate a garanzia degli utenti. Il nuovo sistema ?duale? costituirà un incentivo notevole all?autorganizzazione nel mondo del lavoro, con forme di garanzia per i cittadini. Un modello che dischiude potenzialità notevoli soprattutto per i giovani liberando e legittimando spazi per la creatività e l?innovazione. Pero' avrei preferito si parlasse di abolizione degli albi per crare una srtuttura piu' moderna, anche se nel seguito si propone:"Riconoscimento del principio della libera scelta dell?iscrizione a più albi professionali nell?ambito di equipollenze dei percorsi formativi"Insomma, e' un passo avanti rispetto alla proposta Basile, ma, a mio avviso, ancora troppo conservatrice.Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: PI: ci fai conoscere anche la proposta Mantini
        E' questa:http://www.camera.it/_dati/leg14/lavori/stampati/sk2500/frontesp/2488.htm
        • Anonimo scrive:
          Re: PI: ci fai conoscere anche la proposta Mantini

          http://www.camera.it/_dati/leg14/lavori/stampi primi dua articoli gia' mi bastano 1. In attuazione della direttiva 92/51/CEE del Consiglio, del 18 giugno 1992, è istituito l'attestato di competenza con il quale le associazioni professionali di cui all'articolo 3 attestano il possesso di requisiti professionali, l'esercizio abituale della professione, il costante aggiornamento del professionista ed un comportamento conforme alle norme del corretto svolgimento della professione. 2. L'attestato di cui al comma 1 non è requisito vincolante per l'esercizio delle attività professionali di cui alla presente legge ed è rilasciato a tutti i professionisti iscritti alle associazioni professionali di cui all'articolo 3 che ne facciano richiesta e che dimostrino di essere in possesso dei requisiti di cui al comma 1 del presente articolo. Il professionista, ai fini del rilascio dell'attestato di competenza di cui al comma 1, deve altresì essere in possesso di una polizza assicurativa per la copertura dei rischi derivanti dall'esercizio dell'attività professionale a garanzia degli utenti.
          • Anonimo scrive:
            Re: PI: ci fai conoscere anche la proposta Mantini
            Tradotto: ogni associazione crea le sue certificazioni, autocertifica i soci e la certificazione dura quanto la durata di iscrizione all'associazione emittente.e dovremmo essere nel terzo millennio :-)
          • Anonimo scrive:
            Re: PI: ci fai conoscere anche la proposta Mantini

            Tradotto: ogni associazione crea le sue
            certificazioni, autocertifica i soci e la
            certificazione dura quanto la durata di
            iscrizione all'associazione emittente.
            potrebbe anche esserein sostanza io sono contro queste cose...ma il fatto che si dica che la non appartenenza ad una associazione NON pregiudica la possibilita' di esercitare la professione, e' un punto a favore.Mio zio e' artigiano, non e' iscritto alla confartigianato, eppure esercita tranquillamente la sua professione e la fa anche bene.ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: PI: ci fai conoscere anche la proposta Mantini
            - Scritto da: maks
            potrebbe anche essere
            in sostanza io sono contro queste cose...
            ma il fatto che si dica che la non
            appartenenza ad una associazione NON
            pregiudica la possibilita' di esercitare la
            professione, e' un punto a favore.Ci mancherebbe altro!il fatto orribile è dato dalla mancanza di definizione di standard e soprattutto che siano le stesse associazioni a certificare i propri associati.
            Mio zio e' artigiano, non e' iscritto alla
            confartigianato, eppure esercita
            tranquillamente la sua professione e la fa
            anche bene.--- e risparmiando dei bei quattrini ;-)
  • Anonimo scrive:
    Forza Roberto
    Dai che anche stavolta ce la facciamo.Ribadisco la mia proposta di mettere in piedi un circuito tipo "No alla censura". Tutto lo spaghettiteam è con IWA.Un Aneddoto, Io, laureando in Marketing e Comunicazione, sto seguendo un ragazzo laureando in Informatica (Non ingegneria informatica che fanno al Poli , ma quella che fanno alla statale) e ho dovuto scrivergli parte del codice in quanto lui non sa scrivere una riga. Alla mia domanda sul perché la sua risposta è stata "guarda che uno può laurearsi tranquillamente senza sapere nulla di programmazione".Mah ... intanto io, che non sono un Ing. Dott. in informatica compaio tra i credits della sua tesi, alla faccia dei parlamentari ...Cla
    • Anonimo scrive:
      Re: Forza Roberto ...
      Penso che una laureando in informatica che si fa dare ripetizione da un laureando in Marketing e Comunicazione pone delle riflessioni :O il laureando in marketing ha sbagliato facolta O il laureando in informatica è meglio che va a fare marketing e comunicazioneOppure è meglio chiudere la facolta dove si è iscritto questa persona.
      • Anonimo scrive:
        Re: Forza Roberto ...
        - Scritto da: nick
        O il laureando in marketing ha sbagliato
        facolta
        O il laureando in informatica è meglio che
        va a fare marketing e comunicazione
        Oppure è meglio chiudere la facolta dove si
        è iscritto questa persona.O di gente che non sa fare una baga ce n'e' d'appertutto...
        • Anonimo scrive:
          Re: Forza Roberto ...
          ... o di cazzari presuntuosi che magari hanno appena imparato a usare Power Point e se la menano come chissà chi...

          O di gente che non sa fare una baga ce n'e'
          d'appertutto...
      • Anonimo scrive:
        Re: Forza Roberto ...

        Penso che una laureando in informatica che si
        fa dare ripetizione da un laureando in
        Marketing e Comunicazione pone delle
        riflessioni :
        O il laureando in marketing ha sbagliato
        facolta
        O il laureando in informatica è meglio che va a
        fare marketing e comunicazione
        Oppure è meglio chiudere la facolta dove si è
        iscritto questa persona.Vorrei tanto essere d'accordo con te, ma frequentando l'università ho capito che si fa tutto tranne ciò che realmente serve per il lavoro :(Così si finisce l'uni che sai fare il classico "tutto meno che".
    • Anonimo scrive:
      Re: Forza Roberto
      - Scritto da: Cla
      Tutto lo spaghettiteam è con IWA.e pure la pizzeria di mr dong quindi vinceremo
      Un Aneddoto, Io, laureando in Marketing e
      Comunicazione, sto seguendo un ragazzose lo segui troppo poi ti denuncia per molestie
      che uno può laurearsi tranquillamente senza
      sapere nulla di programmazione".forse a sud di beijing ma non qui
      della sua tesi, alla faccia dei parlamentariloro compaiono tra i credits delle tue tasse
    • Anonimo scrive:
      Re: Forza Roberto
      Io studio Informatica e so programmare.Gli incapaci esistono in ogni campo: anche in quello informatico o nel campo del Marketing e Comunicazione (magari non è il tuo caso, ma sicuramente, con molta probabilità, non potresti negare che c'è gente incompetente anche lì). Perciò, se un neo laureato in informatica non sa programmare, non c'è da sorprendersi più di tanto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Forza Roberto
        - Scritto da: laureando in informatica
        Perciò, se un
        neo laureato in informatica non sa
        programmare, non c'è da sorprendersi più di
        tanto.E già, traine le ovvie conclusioni... 8)
      • Anonimo scrive:
        Re: Forza Roberto
        Sono d'accordissimo con te. Ed il problema è proprio quello. Perché dare la possibilità ad iscriversi ad un Albo ritenendo rappresentativa la laurea e non le effettive capacità?Al solito sembra si voglia creare un'altra casta di Baroni come gli avvocati ...Cla
  • Anonimo scrive:
    ma sarà che...
    uno si definisce webmaster quando non ha molte conoscenze informatiche?
    • Anonimo scrive:
      Re: ma sarà che...
      Il termine Webmaster è molto generico e di uso comune, come ho detto nella lettera, per definire in generale i "web workers".Il vero e proprio webmaster è una delle figure che ha maggiori responsabilità tecnico/legali per la gestione dell'internetworking, ecc. ecc.Visto che nelle professioni informatiche vengono elencati i lavoratori del web, e visto che siamo una categoria nella categoria, chi pretende di "inquadrarci" deve almeno conoscerci e sapere quanti siamo, cosa facciamo.
    • Anonimo scrive:
      Re: ma sarà che...
      - Scritto da: thehun
      uno si definisce webmaster quando non ha
      molte conoscenze informatiche?la mamma lo vuole avvocato....il papa lo vuole medico...ma lui sara' web engeneer con CEPU !!questa purtroppo e' la realta' e la professionalita' italiana...che tristezza.
    • Anonimo scrive:
      Re: ma sarà che...
      - Scritto da: thehun
      uno si definisce webmaster quando non ha
      molte conoscenze informatiche?Ma non lo so..........Mi piacerebbe trovare un definizione.Per mia esperienza ho lavorato (non direttamente,io ero sulla parte server, era parte del team di lavoro)con una webmaster di un sito di Trading di una importante banca Italiana, ed era laureata in economia e commercio, persona senza bubbio con buone capacità, ma non conosceva nulla di tecnico;fra i nostri compiti vi era anche quello di erudirla in tal senso, dopo qualche mese sapeva come muoversi e portava avanti con successo il suo lavoro, NON programmava, si occupava dell'aspetto grafico del sito, di organizzarne le pagine e le features, e degli aspetti legali.Mi domando, poteva essere definita come appartenente al mondo dell'informatica al pari di un Tecnico informatico in genere o un Laureato in Informatica o Perito Informatico ?PS. sono Ing. in Informatica
  • Anonimo scrive:
    Concordo pienamente con IWA
    Il documento di IWA ha messo il dito nella piaga.
Chiudi i commenti