MWC2014/ Nokia, dall'Asha alle X

Gli annunci finlandesi a Barcelona sono sotto il segno di Android. Nessuna novità di rilievo per Windows Phone e la linea Lumia. L'OS mobile di Google servirà a rinnovare l'offerta economica, almeno per ora

Roma – Oggi al  Mobile World Congress di Barcellona Nokia ha presentato la sua nuova gamma di prodotti : sei dispositivi che sembrano all’insegna della trasversalità e con l’obiettivo di raggiungere il più vasto pubblico possibile. Lo spirito che ha accompagnato il lancio lo spiega l’ormai ex-CEO della Finlandese Stephen Elop: “Nokia ha già connesso miliardi di persone di tutto il mondo e oggi abbiamo presentato una nuova gamma di prodotti progettata per connettere il prossimo miliardo a grandi esperienze”. Esperienza che, almeno al MWC2014, non comprende Windows Phone: Android ruba la scena a tutti.

usb

I nuovi device rappresentano una nuova famiglia di smartphone che integra Android, Nokia ed i servizi Microsoft, il un pacchetto low-cost . Il modello entry level, Nokia 220, costerà solo 29 euro: viene definito come un telefono cellulare “Internet-ready dotato di applicazioni social”.

Salendo di prezzo, i quattro dispositivi touch Nokia Asha 230 (45 euro, comprensivi di 7 GB gratuiti archiviazione sul servizio cloud-base su Microsoft OneDrive), Nokia  X (89 euro), X+ (99) e XL (109 euro) sono destinati principalmente ai mercati emergenti: saranno prima immessi sui mercati dell’area Asia-Pacifico, India, America Latina, Medio Oriente, Europa e Africa.
I dispositivi X, inoltre, sono dotati di CPU dual-core Qualcomm Snapdragon e supporto Dual SIM . Impiegano l’interfaccia utente a piastrelle (tile) tipica dei prodotti Lumia, la funzione di transizione da un’app all’altra Fastlane, e avranno preinstallate – tra le altre – Nokia HERE Maps e Nokia MixRadio ed in offerta i servizi Microsoft più popolari tra cui OneDrive ed un mese di abbonamento SkypeOut Senza Limiti. Si tratta comunque di apparecchi, questi tre, basati su Android: Nokia ha preso il codice della release 4.1.2 e ci ha costruito sopra il proprio prodotto, senza integrare i servizi Google bensì optando per i propri più quelli di Microsoft.

Nel dettaglio Nokia X avrà uno schermo capacitivo IPS da 4 pollici e fotocamera 3 MP, Nokia XL, invece, un display da 5 pollici con fotocamera frontale da 2MP (pensato per le videochiamate Skype) e posteriore da 5MP con autofocus e flash: tutti e tre saranno disponibili in 6 diversi colori, dal verde brillante al ciano. Particolare il sistema di distribuzione delle app dei dispositivi: potranno essere scaricate da Nokia Store (evidentemente tramite opportune partnership dirette tra Nokia e gli sviluppatori), store di parti terze (presumibilmente, al contrario di quanto scelto da Amazon, anche Google) o scaricando direttamente APK da qualsiasi fonte.

Per quanto riguarda il rapporto con Microsoft, è evidente come vi sia una svolta nei rapporti tra le due. Da un lato resta ancora forte il legame, sia perché il dispositivo di punta resta il Lumia, sia per la collaborazione sul fronte dei servizi che è inevitabile visto l’acquisizione in corso. Non che Nokia si sia dimenticata del tutto dei suoi smartphone di punta: sui dispositivi Windows Phone 8 annuncia l’arrivo di Blackberry Messenger (per il momento esclusiva Lumia, poi su tutti i device Windows Phone), Adobe Photoshop Express e Food Panda. Dall’altro, la finlandese si è allontana da Windows Phone, una mossa che ha spinto il vicepresidente del sistema operativo mobile di Redmond Joe Belfiore a dire che tra le novità Nokia “ci sono cose di cui siamo eccitati, ed altre di cui lo siamo di meno”.

Microsoft, d’altronde, sempre a Barcellona ha annunciato nuove collaborazione con al centro Windows Phone. Insomma, il matrimonio tra Espoo e Redmond inizia sotto auspici davvero singolari.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • artima scrive:
    Mamma Rai
    mai pensato che se la Rai dicesse: ti do una scheda a pagamento se vuoi vedere la tv, altrimenti nisba, pochissimi la comprerebbero e la Rai carrozzone chiuderebbe bottega? Forse da quelle parti lo sanno...
  • Funz scrive:
    Roba da vecchi per vecchi
    Il Festival di Sanremo? Non l'ho mnai guardato, ma vista la lista di ospiti di quest'anno?Le Kessler, il maestro Manzi, la Carrà, Cat Stevens, più qualcuno che non ricordo... tutta gente bravissima per carità, ma della metà del secolo scorso!Ora, pensavano davvero che il loro pubblico di riferimento (i vecchi a basa scolarità) si andassero a vedere il dopofestival su Internet? Potevano risparmiarsi la presa per il sedere e chiudere direttamente il programma. Evidentemente avevano soldi da spendere e personaggi da foraggiare...
  • Pianeta Musica scrive:
    ...
    Sanremo va fermato, costi quello che costi! @^
  • Quelo scrive:
    Vorrei far notare ...
    Che quest'anno era praticamente impossibile vedere la NOTTE DEGLI OSCAR senza un abbonamento a una TV a pagamento.Ovviamente nessun giornalista ha osato dire che i Network Americani non sono all'altezza delle nuove tecnologie, perché tutti hanno capito al volo che il problema è quello dei vincoli di diffusione che hanno determinati programmi.Ma noi abbiamo i giornalisti "de noialtri" che prima sparano a caso e poi chiamano bersaglio quello che hanno colpito, arrivando SEMPRE alle stesse conclusioni.Per quanto mi riguarda ho appena visto l'intervento di Crozza a Sanremo (ovviamente non avevo visto il festival perché non mi interessa), l'ho visto sul tablet con l'APP Android della RAI, quella che contiene anche RAI Replay, il servizio che ti registra gli ultimi 7 giorni di canali televisivi e che spesso uso per certi programmi o serie che seguo. Se guardiamo alle altre offerte televisive italiane, ditemi quanti altri canali hanno una APP che permettono di usufruirne i contenuti in quel modo.
    • iRoby scrive:
      Re: Vorrei far notare ...
      Scusa sai ma la Rai ha abbandonato quella XXXXX di Silverlight della Microsoft solo adesso, per passare ad un altro cadavere di nome Flash, ma che bene o male ha ancora un discreto installato multipiattaforma.
      • bubba scrive:
        Re: Vorrei far notare ...
        - Scritto da: iRoby
        Scusa sai ma la Rai ha abbandonato quella XXXXX
        di Silverlight della Microsoft solo adesso, per
        passare ad un altro cadavere di nome Flash, ma
        che bene o male ha ancora un discreto installato
        multipiattaforma.ehhhhhhhhh e' molto piu' complesso di cosi'.I tennici rai sembrano presi da possessione, poveretti.... e metti il realvideo e toglilo e metti wmv9 (embeddato scomodo), ma metti anche il trigger per l'user-agent per linux e gli propini i wmv3 (e poi i wmv9). Poi lo togli.Poi metti shitlight, ma tieni i wmv9 come prima (bene). Poi mantieni shitlight, ma implementi il XXXXX di smoothstream (male) (un po' avc1, ma tieni un po wmv9).Contemporaneamente l'orda di macachi ti soppianta e metti anche gli h264 (bene) ma in quella XXXXX di HLS (male). Ecc ecc...Adesso -credo- siamo a quattro.. shitlight (si c'e' ancora), Adobe flash (h264), h264-in-HLS .... e... non so come hanno inscatolato per android (sempre hls?)Tutto cio' resta cmq 8 spanne sopra la porcheria di video.mediaset.it
        • Quelo scrive:
          Re: Vorrei far notare ...
          - Scritto da: bubba
          - Scritto da: iRoby

          Scusa sai ma la Rai ha abbandonato quella XXXXX

          di Silverlight della Microsoft solo adesso, per

          passare ad un altro cadavere di nome Flash, ma

          che bene o male ha ancora un discreto installato

          multipiattaforma.
          ehhhhhhhhh e' molto piu' complesso di cosi'.
          I tennici rai sembrano presi da possessione,
          poveretti.... e metti il realvideo e toglilo e
          metti wmv9 (embeddato scomodo), ma metti anche il
          trigger per l'user-agent per linux e gli propini
          i wmv3 (e poi i wmv9). Poi lo
          togli.
          Poi metti shitlight, ma tieni i wmv9 come prima
          (bene). Poi mantieni shitlight, ma implementi il
          XXXXX di smoothstream (male) (un po' avc1, ma
          tieni un po
          wmv9).
          Contemporaneamente l'orda di macachi ti soppianta
          e metti anche gli h264 (bene) ma in quella XXXXX
          di HLS (male). Ecc
          ecc...
          Adesso -credo- siamo a quattro.. shitlight (si
          c'e' ancora), Adobe flash (h264), h264-in-HLS
          .... e... non so come hanno inscatolato per
          android (sempre
          hls?)
          Guarda, conosco piuttosto bene l'argomento, in quanto come utente esclusivamente di Linux ho dovuto fare un po` i salti mortali per beccare la soluzione giusta.In realtà per essere precisi la RAI trasmette degli streams su un portale separato, che solo SOLO h264, per la precisione, ha un sistema adattivo per iPhone e uno stream H264 per Android.Ovviamente su iPhone funziona tutto, su Android verifica se hai un lettore compatibile H264 (praticamente tutti) , altrimenti sugli apparecchi vecchi, ti chiede di installare FLASH ma solo per fare il play dell'H264.Il portale WEB è Silverlight e non è l'unica TV purtroppo che l'ha adottato. Il vantaggio di Silverlight è il controllo accurato degli accessi (che possono avvenire solo su territorio italiano) e la modulazione dinamica della banda.Altri che hai citato, l'ultima volta che ho controllato usavano sistemi di DRM assolutamente inusabili e invedibili.
    • Nauseato scrive:
      Re: Vorrei far notare ...
      - Scritto da: Quelo
      Che quest'anno era praticamente impossibile
      vedere la NOTTE DEGLI OSCAR senza un abbonamento
      a una TV a
      pagamento.

      Ovviamente nessun giornalista ha osato dire che i
      Network Americani non sono all'altezza delle
      nuove tecnologie, perché tutti hanno capito al
      volo che il problema è quello dei vincoli di
      diffusione che hanno determinati
      programmi.

      Ma noi abbiamo i giornalisti "de noialtri" che
      prima sparano a caso e poi chiamano bersaglio
      quello che hanno colpito, arrivando SEMPRE alle
      stesse
      conclusioni.

      Per quanto mi riguarda ho appena visto
      l'intervento di Crozza a Sanremo (ovviamente non
      avevo visto il festival perché non mi interessa),
      l'ho visto sul tablet con l'APP Android della
      RAI, quella che contiene anche RAI Replay, il
      servizio che ti registra gli ultimi 7 giorni di
      canali televisivi e che spesso uso per certi
      programmi o serie che seguo.


      Se guardiamo alle altre offerte televisive
      italiane, ditemi quanti altri canali hanno una
      APP che permettono di usufruirne i contenuti in
      quel
      modo.Se RAI replay contenesse veramente gli ultimi 7 giorni almeno di TUTTO il trasmesso, film su Rai4 e RaiMovie compresi, e magari compressi in formati XviD (come faceva Mediaset su RiVideo senza chiedere il canone, prima che anche lei fosse accecata da spremitura "diritti"), allora si che sarebbe un servizio apprezzabile, ma così come è lascia il tempo che trova.Quanto al modello di diffusione americano dove tutto è a pagamento, sappiamo benissimo quale è il loro concetto di spremitura dei cosidetti "diritti", e spero proprio che non ci abbasseremo mai a toccare il fondo raggiunto da queste loro meschinità. I vincoli di diffusione di cui parli non sono altro che altrettante forme di spremitura, ancora non spinte all'estremo come oltre oceano.L'app RAI di cui parli non è che un acXXXXX facilitato ai portali RAI, e ci mancherebbe che detti portali non svessero questi contenuti: tale app android è disponibile da tempo anche su PC, per lo meno con HW AMD (BlueStacks)
  • Fai il loghin scrive:
    ma anche no
    ...e smettiamola di prenderci in giro!Se lo pagassero tutti spenderebbero il doppio e sarebbero indebitati lo stesso....
  • attonito scrive:
    voyager, sanremo, giornalisti venduti.
    se voglio rincretinirmi di fronte al televisore, mediaset basta e avanza e perlomeno non chiedono canoni. la rai e' uno dei tanti cancri che infestano il corpo dell'italia.
    • krane scrive:
      Re: voyager, sanremo, giornalisti venduti.
      - Scritto da: attonito
      se voglio rincretinirmi di fronte al televisore,
      mediaset basta e avanza e perlomeno non chiedono
      canoni. la rai e' uno dei tanti cancri che
      infestano il corpo dell'italia.Illegalmente, al solito, perche' l'unione europea ci martella perche' infrangiamo qualsiasi regola riguardo ai canali nazionali.
      • Quelo scrive:
        Re: voyager, sanremo, giornalisti venduti.


        Illegalmente, al solito, perche' l'unione europea
        ci martella perche' infrangiamo qualsiasi regola
        riguardo ai canali
        nazionali.Ma di cosa stai parlando ?Perché per esempio il canone in Germania per la TV pubblica è di quasi 250 euro , in Inghilterra l'hanno privatizzata è di 170 euro (145 sterline), in Francia non lo so se l'avevno abolito ma prima pagavano 250 euro anche loro.Non so ... perché ci dovrebbero dare multi ?
        • Nauseato scrive:
          Re: voyager, sanremo, giornalisti venduti.
          - Scritto da: Quelo



          Illegalmente, al solito, perche' l'unione
          europea

          ci martella perche' infrangiamo qualsiasi regola

          riguardo ai canali

          nazionali.

          Ma di cosa stai parlando ?

          Perché per esempio il canone in Germania per la
          TV pubblica è di quasi 250 euro , in Inghilterra
          l'hanno privatizzata è di 170 euro (145
          sterline), in Francia non lo so se l'avevno
          abolito ma prima pagavano 250 euro anche
          loro.

          Non so ... perché ci dovrebbero dare multi ?Semplicemente perchè l'ineffabile RAI non rispetta i canoni di un servizio pubblico. Però noi il canone dovremmo rispettarlo, vero? Un minimo di decenza no, ehhh????
          • krane scrive:
            Re: voyager, sanremo, giornalisti venduti.
            - Scritto da: Nauseato
            - Scritto da: Quelo


            Illegalmente, al solito, perche'


            l'unione europea ci martella


            perche' infrangiamo qualsiasi


            regola riguardo ai canali nazionali.

            Ma di cosa stai parlando ?

            Perché per esempio il canone in Germania per la

            TV pubblica è di quasi 250 euro , in Inghilterra

            l'hanno privatizzata è di 170 euro (145

            sterline), in Francia non lo so se l'avevno

            abolito ma prima pagavano 250 euro anche

            loro.

            Non so ... perché ci dovrebbero dare multi ?
            Semplicemente perchè l'ineffabile RAI non
            rispetta i canoni di un servizio pubblico. Però
            noi il canone dovremmo rispettarlo, vero?
            Un minimo di decenza no, ehhh????Esattamente, inoltre per l'europa e' un male avere TV di stato, secondo le normative occorrerebbe fare un concorso aperto alle TV che sono interessate ad offrire certi servizi di informazione.Probabilmente ai padroni delle TV itailiane non conviene.
    • Izio01 scrive:
      Re: voyager, sanremo, giornalisti venduti.
      - Scritto da: attonito
      se voglio rincretinirmi di fronte al televisore,
      mediaset basta e avanza e perlomeno non chiedono
      canoni. la rai e' uno dei tanti cancri che
      infestano il corpo dell'italia.Io concorderei al 100% con la tua definizione di RAI, se non che offre un servizio che ad alcuni piace. Mia mamma mi dice che c'è un canale (forse Rai 5) dedicato alla cultura, che offre teatro e musica che lei apprezza molto. In questo senso lei è contenta di pagare il canone, dopotutto ottiene in cambio un buon servizio per le sue esigenze. Io, che la TV non la guardo proprio, non riesco invece a non sentire quel balzello annuale come un regalo a una manica di raccomandati di cui farei volentieri a meno. Mah, forse sono esigenze difficilmente conciliabili.
      • Etype scrive:
        Re: voyager, sanremo, giornalisti venduti.
        e perchè i primi 2 mesi dell'anno con la martellante pubblicità che DEVI pagare il canone con tanto di scenetta demenziale ? persino alla finedi ogni TG...
        • Nauseato scrive:
          Re: voyager, sanremo, giornalisti venduti.
          - Scritto da: Etype
          e perchè i primi 2 mesi dell'anno con la
          martellante pubblicità che DEVI pagare il canone
          con tanto di scenetta demenziale ? persino alla
          finedi ogni
          TG...Il canone lo VEDI DEVI... Ridicoli, si può essere più meschini di così....?
          • Etype scrive:
            Re: voyager, sanremo, giornalisti venduti.
            E perchè lo slogan che non è aumentato il canone ?E' di questi giorni la notizia che mamma RAI abbia fatto ricorso per adeguare il canone con un piccolo aumento....come prendere in giro i cittadini...
          • Joe Tornado scrive:
            Re: voyager, sanremo, giornalisti venduti.
            Che sbattimento di palle ! Sono così sicuri che due mesi di martellamento convincono a pagare chi non può e/o non vuole ?
      • Nome e cognome scrive:
        Re: voyager, sanremo, giornalisti venduti.
        - Scritto da: Izio01
        In questo senso
        lei è contenta di pagare il canone, dopotutto
        ottiene in cambio un buon servizio per le sue
        esigenze. Io, che la TV non la guardo proprio,
        non riesco invece a non sentire quel balzello
        annuale come un regalo a una manica di
        raccomandati di cui farei volentieri a meno.Che poi se lo pagassero tutti costerebbe la metà. Ma da Roma in giù credo che lo paghino in pochi. :(
        • Etype scrive:
          Re: voyager, sanremo, giornalisti venduti.
          E fanno anche bene,vogliono essere pagati ? fanno come Sky e non rompono le scatole agli altri,eh però dopo gli introiti diminuiscono vistosamente allora non va bene,meglio far pagare a tutti ...
        • xenat78 scrive:
          Re: voyager, sanremo, giornalisti venduti.
          e ti pareva se poteva mancare un commento razzista...
  • ... scrive:
    Sanremo
    fazio è un grandissimo pezzo di sterco
  • Etype scrive:
    Sanremo
    Sanremo è passato,siamo nel 2014 e ora di finirla con questo programma divenuto demenziale,falso e con conduttori inadeguati ma pagati a peso d'oro.Fazio è un leccapiedi di prima categoria,Lettizzetto per quanto simpatica era una caricatura.E uno dovrebbe pagare il canone per queste porcherie ?"il rito musical-popolare va in onda in TV è il simbolo di un mondo vecchio e superato che non ci rappresenta più"questo è vero."investendo soldi per svecchiare i palinsesti (eternamente bloccati dalla necessità di soddisfare un pubblico anziano e a bassa scolarizzazione) e, soprattutto, inventandosi delle cose che aiutino il Paese a crescere"D'accordissimo ma è esattamente quello che loro non vogliono.Preferiscono un telespettatore passivo,che si limita a guardare quelle 4 stupidaggini che gli vengono proposte,bisogna distrarre la gente dai problemi veri,dargli un'informazione pilotata....un popolo ignorante è molto più facile da controllare...un popolo istruito e ben informato ti può creare molti problemi.
    • krane scrive:
      Re: Sanremo
      - Scritto da: Etype
      Sanremo è passato,siamo nel 2014 e ora di finirla
      con questo programma divenuto demenziale,falso e
      con conduttori inadeguati ma pagati a peso
      d'oro.Fazio è un leccapiedi di prima
      categoria,Lettizzetto per quanto simpatica era
      una caricatura.
      E uno dovrebbe pagare il canone per queste
      porcherie ?
      "il rito musical-popolare va in onda in TV è il
      simbolo di un mondo vecchio e superato che non ci
      rappresenta più"
      questo è vero.
      "investendo soldi per svecchiare i palinsesti
      (eternamente bloccati dalla necessità di
      soddisfare un pubblico anziano e a bassa
      scolarizzazione) e, soprattutto, inventandosi
      delle cose che aiutino il Paese a crescere"E aggiungo, parlando sempre di sanremo, svecchiare per loro e' aumentare la pubblicita' del 30% rispetto al 2010.
      D'accordissimo ma è esattamente quello che loro
      non vogliono.Preferiscono un telespettatore
      passivo,che si limita a guardare quelle 4
      stupidaggini che gli vengono proposte,bisogna
      distrarre la gente dai problemi veri,dargli
      un'informazione pilotata....un popolo ignorante è
      molto più facile da controllare...un popolo
      istruito e ben informato ti può creare molti
      problemi.Quoto
      • Sg@bbio scrive:
        Re: Sanremo
        Mi è capitato di vederlo di sfuggita, la pubblicità era ai livelli di mediaset.
        • Etype scrive:
          Re: Sanremo
          Certo che è uguale,infatti è un a tv privata mascherata da pubblica...
          • Sg@bbio scrive:
            Re: Sanremo
            Oddio, solo a Sanremo hanno ecceduto con la pubblicità con una durata pari ad una trasmissione di mediaset media.
          • Etype scrive:
            Re: Sanremo
            Per me sono uguali nel numero,ti dirò di più,una volta per pura curiosità ho cronometrato la durata degli spot dallo stacco del film sia con mediaset sia su Rai ....risultato ? Su Rai era o uguale o superiore di qualche minuto ...alla faccia eh...
      • Nauseato scrive:
        Re: Sanremo
        Quoto krane che quota Etype
    • Sg@bbio scrive:
      Re: Sanremo
      Evitando retorica complottistica di fondo, la Rai ha i mezzi per innovare, ma quando ci prova, in un modo o nell'altro azzoppatutto. Guardate Rai 4 che ha provato a proporre qualcosa di decente ed ha orari accessibili, schiacciata da regole obsolete nei tempi delle TV tematiche in chiaro e dalla idiozie della rai stessa che dopo il pensionamento di feccero, ha accorpato Rai 4 agli altri canali "svuota roba comprata e che non sappiamo quando farla vedere), tipo Rai 5, Rai Premium e rai Movie.
      • Etype scrive:
        Re: Sanremo
        Beh almeno io mi aspetto da una TV pubblica informazione vera e programmi di approfondimento seri e privi spinte politiche.Se invece vedo le stesse cose che ci sono su altre reti private dov'è la differenza ?Ti posso dire che su Rai movie e Rai4 non è raro che ti ripropongono gli stessi film almeno 3-4 volte l'anno,vecchi film degli anni 70-80....di fatto mi sembrano reti di backup ....
        • Sg@bbio scrive:
          Re: Sanremo
          Il fatto che molti film se li passino tra i canali è tristemente vero. Mi ricordo un certo film trash inizi anni 90 Sci Fii che Rai 4 è riuscita a trasmettere dopo 20 anni, non ricordo il titolo, ma è roba di culto per gli amanti del genere.Semmai trovo ridicolo fare Rai 4 come TV di riferimento per una certa fascia, quando poi le nuove stagioni delle serie televisive che passano su quel canale, le fanno vedere prima su Rai 2.....
          • Etype scrive:
            Re: Sanremo
            Se li passassero solo non sarebeb niente,io ho visto lo stesso film sulla stessa rete riproporlo dopo un paio di mesi su Rai movie....inutile che poi mi vieni a dire che il canone è conveniente per l'ampia scelta di canali,puntano sull'amensia del telespettatore ?
        • Nauseato scrive:
          Re: Sanremo
          - Scritto da: Etype
          Beh almeno io mi aspetto da una TV pubblica
          informazione vera e programmi di approfondimento
          seri e privi spinte politiche.Se invece vedo le
          stesse cose che ci sono su altre reti private
          dov'è la differenza
          ?

          Ti posso dire che su Rai movie e Rai4 non è raro
          che ti ripropongono gli stessi film almeno 3-4
          volte l'anno,vecchi film degli anni 70-80....di
          fatto mi sembrano reti di backup
          ....Dici giusto. Te l'appoggio (senza spingere dentro).Piccolo appunto: I film, anche se "vecchi", spesso sono migliori degli attuali; questo in genere, non per merito RAI.
      • Quelo scrive:
        Re: Sanremo

        Guardate Rai
        4 che ha provato a proporre qualcosa di decente
        ed ha orari accessibiliPurtroppo quando si parla di RAI la gente pensa a RAI 1-2 e 3 che sono i canali generalisti, dove si fanno talk show e politica tutto il giorno, nessuno sa che esistono diversi canali interessanti anche se ultimamente sono un po` scaduti.Comunque le critiche partono dal solito disfattismo anti italiano, che poi alla fine sfocia sempre nel "quando c'era quello là".Qualche mese fa ho fatto un giro a Londra e trasmettevano in prima serata il "Ballando sotto le stelle" versione inglese, quindi smettiamola di lamentarci tanto.Parlandoci chiaramente, Rai 4 è comunque un bel canale, che da solo vale il pagamento del canone.Hanno fatto tutte le serie inglesi, compreso Doctor Who, poi fanno film senza tagli per esempio, due sere fa hanno trasmesso Fight Club ma fanno decine di altri film del genere, con pochissima pubblicità.Rai Movie fa una rassegna di FILM tutto il giorno, quindi è ovviamente una raccolta di roba trasmessa dalla RAI, però hanno tutti un'alta qualità e con poche interruzioni.Rai 5 trasmette lirica e dei bei documentari (specie quelli che parlano delle nuove tecnologie), su Rai storia a molti piace.
        • Nauseato scrive:
          Re: Sanremo
          @queloQui ti posso dare ragione, in particolare per i contenuti di Rai4 e RaiMovie, ma ripeto, è il minimo che posso aspettarmi nel settore da parte di un servizio pubblico soggetto a canone.Ma devo dirti che l'offerta di film interessanti in particolare non è poi migliore di quella di IRIS di Mediaset, Mediaset che canone non ne chiede supplichevolmente, non ha pretese di essere servizio pubblico, ed ha una struttura enormemente più piccola, pur non dandoti, in ogni settore e non solo nei film, niente di meno di quel che propina l'elefantiaca mamma RAI....,
        • Etype scrive:
          Re: Sanremo
          Alta qualità ? Ma dove ? :DMa se rimettonmo in auge vecchi film degli anni 60 e 70...
  • tucumcari scrive:
    beh oddio....
    Caro Mantellini per "restare sul digitale". :DTra quelli che guardano la torre di Pisa attraverso l'obiettivo della reflex e quelli che la guardano attraverso lo schermo del telefonino non saprei davvero cosa scegliere.
    • Funz scrive:
      Re: beh oddio....
      - Scritto da: tucumcari
      Caro Mantellini per "restare sul digitale".
      :D
      Tra quelli che guardano la torre di Pisa
      attraverso l'obiettivo della reflex e quelli che
      la guardano attraverso lo schermo del telefonino
      non saprei davvero cosa
      scegliere.Quelli che la guardano attraverso lo schermo del tablet :p
Chiudi i commenti