MySQL pronto all'uso in una appliance

A breve sul mercato un server con sopra Linux e il celebre database open source, preinstallati, preconfigurati e pronti all'uso. Pensati anche per la fascia alta


Uppsala (Svezia) – Pogo Linux , produttore di server e workstation basati su Linux, e MySQL AB , la società che sviluppa la versione commerciale del celebre database open source, hanno annunciato l’intenzione di integrare MySQL in una appliance appositamente studiata per risolvere le più comuni esigenze aziendali.

DataWare 2600, questo il nome del box Intel-based che verrà introdotto sul mercato a partire dal prossimo mese, è un server rack 2U (ovvero alto 8,9 cm) equipaggiato con due processori Xeon, un controller RAID e fino a 6 hard disk SCSI da 15.000 RPM. Sul sistema girerà una versione preconfigurata di Red Hat Linux 9 e MySQL, entrambe già pronte all’uso.

L’appliance verrà ufficialmente annunciata in occasione della conferenza LinuxWorld che si terrà a San Francisco il prossimo mese e dovrebbe costare fra i 10.000 e gli 11.000 dollari: il prezzo includerà una licenza di MySQL e il contratto di supporto tecnico.

L’obiettivo di Pogo Linux e MySQL è quello di sollevare gli utenti dalla necessità di installare e configurare il software.

“Il database MySQL può essere molto veloce, tuttavia ci sono molteplici modi in cui può essere configurato”, ha affermato Erik Logan, CTO di Pogo Linux.

Pogo Linux costruirà la propria appliance su ordinazione, in questo modo potrà configurarla rispettando le singole esigenze di ogni cliente.

Logan prevede che all’inizio il DataWare 2600 verrà utilizzato soprattutto per il Web hosting e il commercio elettronico, tuttavia, più in là nel tempo, egli afferma che questa appliance potrebbe affermarsi come un sostituto economico e flessibile, in diverse applicazioni, dei grandi database enterprise di Oracle.

MySQL ha guadagnato terreno soprattutto sul mercato di fascia bassa e solo di recente, soprattutto dopo l’importante accordo con SAP , ha cominciato a fare capolino sul segmento enteprise hi-end.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Bacati?
    A me nel corso degli ultimi anni è parso di vedere che i chipset VIA sono spesso bacati, vedi ad esempio i problemi con le porte USB di Apollo, o i problemi di latenza PCI con le schede audio sulle mainboard fino a 1-2 anni fa.
  • Anonimo scrive:
    W i processori a basso consumo,
    senza serial number e che funzionano con LINUX.(linux)(linux)(linux)
  • Anonimo scrive:
    Antaur?
    taur ? e perche' non Antani ? :D
Chiudi i commenti