NASA, il futuro in un nastro vecchio di 40 anni

L'Agenzia spaziale vuole la Luna, ma deve poter accedere a informazioni che si credevano perdute per sempre. Partita la missione recupero, l'esito è incerto

Roma – In certi vecchi nastri magnetici la NASA nasconde dati che potrebbero condizionare grandemente i suoi futuri progetti lunari. Se il tempo uccide i dati digitali non adeguatamente conservati, ora NASA deve riuscire in una missione assai complicata: recuperare le informazioni contenute in un un “drive” grosso come un frigorifero. Nastri di 40 anni fa .

la luna Sono in tutto 173 le bobine che l’agenzia spaziale statunitense aveva riempito riversandovi sopra le informazioni provenienti dai “dust detector”, i rivelatori della polvere lunare inventati dal fisico Brian O Brien e installati sui LEM delle missioni Apollo 11, 12 e 14. Quei nastri erano stati poi replicati presso la Sydney University, dove O Brien aveva avuto accesso ai dati e ne aveva tratto alcuni studi che al tempo (siamo negli anni 60-70) non ricevettero particolare attenzione da parte della comunità scientifica .

Ma ora che la NASA intende riportare l’uomo sulla Luna, e si è diffusa la consapevolezza che “la polvere è il problema ambientale numero uno” sul satellite terrestre, dice lo stesso O Brien citando l’ultimo astronauta ad essere stato lassù, quelle informazioni potrebbero rivelarsi assai preziose. Il problema è che per la NASA i 173 nastri sono andati perduti prima della loro corretta archiviazione .

La rivelazione della perdita è stata fatta solo due anni fa, ma secondo lo scienziato si tratta di un evento accaduto molto tempo prima. Quando ha scoperto il caso, Guy Holmes della società australiana SpectrumData ha contattato O Brien e gli ha offerto il proprio aiuto. Da quel momento i nastri di “backup” sono stati posizionati in una stanza a temperatura controllata, in sostanza sotto freezer, in attesa di venire a capo della faccenda .

Troppo vecchi e delicati i nastri per potervi estrarre le informazioni, almeno con le tecnologie a disposizione oggidì. Tutto è cambiato quando Holmes ha scovato un lettore di nastri magnetici IBM della serie 729 Mark 5 , conservato presso l’ Australian Computer Museum Society con tutta la sua ingombrante presenza da frigorifero elettronico antidiluviano e i 40 anni di vita sulle spalle di metallo . Il museo ha accettato di prestare il “drive” a SpectrumData, e ora i tecnici sono a lavoro per cercare di recuperare le informazioni dai nastri della NASA.

Holmes non si schernisce e dice chiaramente che “sarà un lavoro da fare su misura per renderlo funzionante di nuovo (il drive IBM 729, ndr). Sicuramente non sarà semplice, c’è un bel po’ di circuiteria lì dentro, è vecchio, non è pulito come dovrebbe essere e c’è parecchio lavoro da fare”. Se tutto andrà per il meglio il dispositivo dovrebbe essere funzionante entro il prossimo gennaio. A quel punto i dati saranno recuperati entro una settimana, rivelando quello che la NASA ha snobbato per quasi 40 anni e che ora potrebbe contenere una delle chiavi per il successo della prima colonizzazione umana della Luna.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • romano romolo scrive:
    malgoverno nella p a
    MALGOVERNO NELLA P:A:in quel di Castelraimondo serve maggiore vigilanza e controllo sul territorio(consiglio comunale 12/13-1-2008).Dal febbraio 2002 lamministrazione comunale tiene,illegittimamente demansionato,estromesso,eliminato dallufficio il comandante dei vv.uu;(uno dei quattro dipendenti comunali laureati,di ottima condotta morale e civile,incensurato,senza alcun procedimento penale o giudiziario a carico),sostanzialmente senza fare quasi niente,a spese del contribuente.(Vedere sentenza di condanna del comune, immediatamente esecutiva ex art 282 cpc,in internet,alla voce DEMANSIONAMENTO CAMERINO)
  • Rouges scrive:
    E questo sarebbe un articolo ??
    Punto informatico, ma cosa state scrivendo ??Notizie come queste escono ogni 3 secondi dai vari politici di tutti i livelli !!!Spero non stiate diventando anche Voi a disposizione dei potenti !!
  • annalu scrive:
    Brunetta: giudicate online i vostri medi
    Perchè allora non giudicare i ministri online?
  • disoccupataart49comma3 scrive:
    fammi sognare!
    allora,io ho la febbre alta e il medico mi viene a visitare. Ha una macchinetta con se' che manda in tempo reale la comunicazione di come sto all'INPS e per quanto tempo sarò in cura. Al datore di lavoro basta una telefonata per avvertire. Appena sto meglio faccio la pagellina al dottore e a tutta l'assistenza in generale (medici di guardia, ospedali, infermieri, assistenti sanitari, ecc.) dicendo quali sono le cose da migliorare. Per la collaborazione il Ministero mi assegna 3.000 punti da spendere in medicine alla prossima occasione. Ai medici migliori, e idem alle strutture e personale sanitario, in una giornata da definire viene rilasciata una medaglia al valore da esibire. E adesso torno a dormire.
  • Teo_ scrive:
    Giudichiamo on-line i nostri politici
    Perché non partire da quello?Sarebbe troppo facile dedurre consa ne fanno dei nostri soldi?
    • nokiafan scrive:
      Re: Giudichiamo on-line i nostri politici
      teo sei un grande!!!la prima cosa che ho pensato è stata proprio quella di giudicarli online!però c'è da dire che i livelli attuali di internet non reggerebbero la marea di proteste verso un sito del genere!
  • stefano scrive:
    ci vogliamo credere?
    voglio essere ottimista, mi piace esserlo!
  • eheheh scrive:
    Fumo negli occhi
    tutto questo attivismo di Brunetta è fumo negli occhivedrete tra un po' che non è stata recuperata nessuna efficienza in piùsono solo abbellimenti estetici come gli URP uffici relazioni pubbliche
    • Matteo C. scrive:
      Re: Fumo negli occhi
      Saranno anche abbellimenti meramente estetici, ma almeno li fanno...con la sinistra vedevo poca sostanza e pure brutta estetica!
  • Whitemagic scrive:
    Facciamo un confronto:
    Caso A: Sono un paziente e mi rivolgo ad una struttura privata e non sono contento del trattamento ricevuto e/o della spesa perciò inoltro attraverso internet una lamentela più dettagliata e documentata possibile. Immagino che sia la amministrazione che i committenti siano obbligati a reagire. E' ovvio che occorre arrivare anche in Italia al "diritto di lamentela" avete mai provato a chiedere ad un ufficio la "complaint form" nella nostra "civiltà" è un concetto che non esiste.Caso B: Idem come sopra ma mi sto rivolgendo ad una struttura pubblica, esiste probabilmente un ufficio che si occupa dei diritti del malato... e già non ci siamo, io non sono malato, sono un paziente non so ancora quanto... comunque se devo cercare di rendere nota alla struttura pubblica divento subito una "grana" a cui qualche anima pia cercherà di mettere una pezza... la distanza con tra me e la struttura aumenterà. In sostanza non c'è grande differenza tra pubblico e privato a due condizione che ci sia reciproco controllo e che il "paziente" possa immediatamente registrare la propria esperienza e e che questa dia luogo a processi trasparesti.
    • hjhjhjhjh scrive:
      Re: Facciamo un confronto:
      - Scritto da: Whitemagic
      In sostanza non c'è grande differenza tra
      pubblicoIn america mi sono fatto curare in una struttura privata. Pavimenti in mogano, acquari, lampadari e quadri di lusso. Però mi hanno curato di merda e non mi è stato presentato nessun modulo per lamentarmi, oltre a ciò ho dovuto anche pagare perché la mia assicurazione ha fatto storie.In Italia invece: infermieri sgarbati, arredi spartani.Sul modulo ti danno un numero da chiamare dove non risponde mai nessuno.Però ho trovato dottori molto in gamba e che non mi hanno curato tenendo conto dei profitti dell'ospedale. Non ho dovuto preoccuparmi di cosa copriva e non copriva l'assicurazione.Io preferisco la seconda, però se l'aggiustano è meglio.
      • driope scrive:
        Re: Facciamo un confronto:
        Anche io, in America, ho avuto bisogno di assistenza sanitaria. Ma siccome la mia assicurazione medica non copriva il dentista, non ho trovato un solo odontotecnico in tutta San Francisco che si prestasse a visitarmi. Questo nonostante gli sventolassi davanti la carta di credito e mi dicessi disposta a pagare.Per me privatizzare la sanità è un'idea orrenda: non me me frega niente di avere acquari o mobili in mogano all'interno del pronto soccorso, mi interessa molto di più essere messa nelle mani di medici competenti, senza dovermi vendere la casa per poter accedere anche a un intervento banale.Ho avuto la fortuna di viaggiare un po' e ritengo che la sanità italiana funziona, anche meglio di tante altre.
      • Fily84 scrive:
        Re: Facciamo un confronto:
        Cioè tu vuoi COMPRARE la tua salute?!? (ghost)
  • hjhjhjhjh scrive:
    Berlusconi ha anche promesso altro
    Ha detto che vuole privatizzare molti ospedali.
    • Baffo scrive:
      Re: Berlusconi ha anche promesso altro
      - Scritto da: hjhjhjhjh
      Ha detto che vuole privatizzare molti ospedali.grazie del flame, ce n'era proprio bisogno.riguardo alla notizia spero vivamente che facciano le cose con un po' di testa, e non che ci mangino sopra come al solito fra appalti e subappalti a imprese fantasma
      • hjhjhjhjh scrive:
        Re: Berlusconi ha anche promesso altro
        - Scritto da: Baffo
        - Scritto da: hjhjhjhjh

        Ha detto che vuole privatizzare molti ospedali.

        grazie del flame, ce n'era proprio bisogno.Ma te stai bene? Di quale flame parli? Forse se non ti piace sentire certe cose dai del flamer e del troll al primo che passa.E' la semplice verità. Berlusconi ha detto che vuole tagliare i fondi alla sanità e privatizzare gli ospedali.
      • Paolino scrive:
        Re: Berlusconi ha anche promesso altro
        - Scritto da: Baffo
        - Scritto da: hjhjhjhjh

        Ha detto che vuole privatizzare molti ospedali.

        grazie del flame, ce n'era proprio bisogno.

        riguardo alla notizia spero vivamente che
        facciano le cose con un po' di testa, e non che
        ci mangino sopra come al solito fra appalti e
        subappalti a imprese
        fantasmaIMHO sara' l'ennesima botta di demagogia tanto per dare il contentino ai fessi.Si mangeranno fondi (tagliando magari dove serve) per creare le infrastrutture necessarie a quella che si rivelera' l'ennesima farsa.Spero di no... ma se dovessi scommettere su come andranno le cose, saprei su quale scenario puntare ;)
      • ninjaverde scrive:
        Re: Berlusconi ha anche promesso altro
        - Scritto da: Baffo
        - Scritto da: hjhjhjhjh

        Ha detto che vuole privatizzare molti ospedali.

        grazie del flame, ce n'era proprio bisogno.

        riguardo alla notizia spero vivamente che
        facciano le cose con un po' di testa, e non che
        ci mangino sopra come al solito fra appalti e
        subappalti a imprese
        fantasmaNon ha tutti i torti, però bisogna vedere se l'idea funziona oppure no.Come esempio porto l'ospedale Mauriziano di Torino.Quando era una fondazione privata, ma a scopo di beneficenza tutto funzionava bene e il bilancio era in attivo, ed avanzavano soldi.In attivo anche perchè l'opera raccoglieva lasciti e finanziamenti di beneficenza.Poi è passato al Comune ed il bilancio attivo è sparito ed è diventato negativo, forse chiuderà.Quindi privatizziamo pure la sanità, purchè le fondazioni non siano società per azioni o società con conclamato scopo di lucro, ma vi sia alla base uno scopo umanitario (possibilmente non truffaldino).
        • Fily84 scrive:
          Re: Berlusconi ha anche promesso altro
          E' un'utopia, visto come gira il mondo...
          • ninjaverde scrive:
            Re: Berlusconi ha anche promesso altro
            Ma o continua a "giare" male e si affonda oppure si cambia qualcosa...L'equivalenza umanitaria=pochi soldi non è sempre stata una equivalenza giusta, talvolta rinunciando a qualcosa oggi si ottiene molto domani...basta non ammazzare la gallina dalla uova d'oro quando fa un pò di pausa...
    • altro scrive:
      Re: Berlusconi ha anche promesso altro
      cita le fonti... cita le fonti... altrimenti è chiacchericcio che serve proprio a quell'imbecille tritacco
      • hjhjhjhjh scrive:
        Re: Berlusconi ha anche promesso altro
        - Scritto da: altro
        cita le fonti... cita le fonti... altrimenti è
        chiacchericcio che serve proprio a
        quell'imbecille
        tritaccoNe hanno parlato i giornali, si trova su google. Si può anche cercare da se:http://www.corriere.it/politica/08_settembre_26/berlusconi_ospedali_privati_e9b2eac0-8bed-11dd-9547-00144f02aabc.shtml«Rispetto al Veneto e alla Lombardia, in Sicilia e in Sardegna le spese sanitarie sono del 40% più alte. La soluzione è il federalismo fiscale e anche la privatizzazione di molti ospedali pubblici»Si parla di privatizzare in quelle regioni che spendono tanto, ma allo stesso tempo Formigoni sulla Lombardia se ne viene fuori con un:«È unipotesi sul tappeto. Sapere che alcuni cittadini già ora usano lo strumento delle assicurazioni e che questo può essere ampliato è un dato di realismo che va tenuto presente».
Chiudi i commenti