Nasce CE Linux, cucciolo di Pinguino

Un consorzio formato da alcuni dei giganti dell'elettronica ha rilasciato la prima versione di CE Linux, un sistema operativo embedded che sfiderà Windows CE sui dispositivi elettronici di consumo
Un consorzio formato da alcuni dei giganti dell'elettronica ha rilasciato la prima versione di CE Linux, un sistema operativo embedded che sfiderà Windows CE sui dispositivi elettronici di consumo


San Jose (USA) – Nato la scorsa estate con l’obiettivo di promuovere l’uso di Linux nelle home appliance, il Consumer Electronics Linux Forum (CELF) ha già raggiunto la sua prima pietra miliare rilasciando, all’inizio della settimana, la prima base di codice di CE Linux, il proprio sistema operativo embedded.

Il CELF, che intende promuovere CE Linux come uno standard per il settore delle piattaforme embedded destinate al mercato di massa, ha incoraggiato la comunità open source a scaricare il software da qui (nella giornata di ieri il sito non era però ancora operativo) e a provarlo a fondo.

“Questo significativo traguardo segna la prima tappa dell’opera del CELF”, ha dichiarato Scott Smyers, chairman del CELF Steering Committee. “Partendo con una versione del kernel di Linux, l’Architecture Group del CELF ha lavorato molto duramente alla realizzazione della prima versione dell’albero dei sorgenti”.

Progettato per rivaleggiare con Windows CE di Microsoft, e girare su dispositivi elettronici di consumo come player MP3, telefoni cellulari, televisioni digitali, set-top box, CE Linux promette di ottimizzare i tempi di avvio/chiusura e la richiesta di memoria, di funzionare in modalità real-time, di integrare un sofisticato sistema per la gestione dei consumi e di offrire a sviluppatori e utenti una suite di strumenti per l’audio/video e la telefonia cellulare.

Al momento il numero delle piattaforme hardware supportato è ancora limitato, ma il CELF afferma che verrà costantemente esteso. Tutto il codice che fa parte di CE Linux è stato rilasciato sotto la licenza GPL.

“Il CELF – si legge in un comunicato – ha in progetto di continuare a discutere le estensioni da applicare a Linux con l’obiettivo di pubblicare le prime specifiche formali entro il primo anniversario del forum”, ossia prima del luglio del 2004.

Oltre alle otto aziende fondatrici – Hitachi, Matsushita Electric Industrial, NEC, Royal Philips Electronics, Samsung Electronics, Sharp, Sony e Toshiba – sono recentemente entrate a far parte del comitato direttivo del CELF altri nomi di grosso calibro quali IBM, HP, LG Electronics, Motorola e Nokia. Un grosso contributo al progetto arriverà anche da MontaVista Software, una società che può già vantare una grande esperienza nello sviluppo di versioni embedded di Linux: fra i molti dispositivi su cui gira la sua piattaforma Linux c’è anche il telefono cellulare A760 di Motorola.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

25 11 2003
Link copiato negli appunti