Nascono i domini Internet non-ICANN

L'idea è molto semplice e supportata, pare, da molti dei maggiori provider: costruire un sistema di domini alternativo a quello gestito dall'ICANN. Un sistema che parte con venti nuove estensioni. Si possono già registrare


Los Angeles (USA) – I nuovi domini Internet si fanno attendere e dunque Idealab , attraverso la sua New.net, lancia una nuova specie di domini, i domini privati.

Si tratta di venti estensioni che New.net intende gestire da sé al di fuori dell’ICANN e di qualsiasi accordo già realizzato a livello internazionale dalla corporation “ufficiale” che gestisce il sistema tradizionale dei domini.

Da poche ore sono già attivi i domini.mp3, .game, .sport, .kids, .chat, .xxx, .med, .soc, .free, .hola, .inc, .shop, .family, .video, .tech, .ltd, .gmbh, .law, .travel, .club.

L’ostacolo maggiore, che pare già parzialmente superato, sta nel fatto che per garantire la funzionalità delle nuove estensioni di dominio, Idealab deve assicurarsi l’appoggio dei provider Internet. Sta a loro, infatti, aggiornare i propri sistemi per includere anche gli indirizzi di questo nuovo Domain Name System (DNS) alternativo al DNS “originale”.

Idealab ha spiegato che sono dalla sua parte già alcuni dei maggiori provider e ha anche sottolineato come sia possibile distribuire un piccolo plug-in per i browser più utilizzati che consentirebbe al singolo utente di arrivare sui domini creati con le nuove estensioni “private”.

Sulla home page di New.net , un contatore spiega che sono già più di 16 milioni gli utenti Internet “abilitati” all’approdo sui siti costruiti attorno ai nuovi domini Idealab.


La scelta delle nuove estensioni appare tutt’altro che casuale. Alcune, come.xxx, erano state proposte all’ICANN da diversi soggetti internazionali ma sono state bocciate nel corso della selezione delle nuove estensioni “ufficiali”. Altre, come.med (dedicata ai siti di medicina), sembrano pensate apposta per coprire clamorosi “buchi” nell’attuale disponibilità di estensioni di dominio.

Acquistare un dominio Internet tramite Idealab è molto semplice e costa 25 dollari per un anno di validità di registrazione. Per registrarlo è necessario creare il proprio “account utente” e fornire i dati della propria carta di credito. Per chi ha un account, è anche possibile partecipare alla “votazione” per la creazione di nuove estensioni di new-domini.

Le reazioni al lancio di New.net sono molteplici. Se da una parte alcune aziende del business della registrazione dei domini tradizionali sembrano opporsi all’iniziativa di Idealab, dall’altra il malumore per l’attuale gestione dei domini e per i ritardi nella partenza delle nuove estensioni ha raggiunto in queste settimane livelli record. Ed è forse proprio questo il “motore” che Idealab intende sfruttare per il lancio dei nuovi domini Internet privati.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Attenzione....
    secondo me la privacy che assicurano quelli di aimster con il sistema della crittografia è apparente...... apparente fino a quando non riusciranno a fermare anche quello...Dal potere questo e altro.Buona fortuna, AIMSTER.
    • Anonimo scrive:
      Re: Attenzione....
      - Scritto da: FreeMind.
      secondo me la privacy che assicurano quelli
      di aimster con il sistema della crittografia
      è apparente......

      apparente fino a quando non riusciranno a
      fermare anche quello...

      Dal potere questo e altro.

      Buona fortuna, AIMSTER.Non importa anche se l'algoritmo faccia schifoimporta solo che chi ha voluto la legge per rendere inllegale il procedimento di reversesui codici protetti: (CSS del dvd) ora si trova a fare i conti con la stessa legge che si e rivoltata contro di loro).Spero che prima di chiedere delle leggi e costringere un parlamento a farle d'ora in poi ci pensino non 1 ma 100 volte perche' adesso chiunque ha un appiglio a cui attaccarsi in tribunale.Le cassaforti sono fatte per essere scassinategli algoritmi di protezione per essre apertiadesso vi voglio, si sono tirati la zappa sui piedi
  • Anonimo scrive:
    Gente che fa soldi alle spalle altrui...
    Il costo dei CD sara' anche un problema (qui in Italia, ma mi sembra chr in america la situazione sia diversa), pero' con Aimster il problema e' lo stesso che si ha con le case discografiche: c'e' gente che guadagna soldi (facendo pagare il prodotto o riempiendolo di pubblicita') con il lavoro altrui.A questo punto preferisco comprare i dischi, cosi' so che almeno una percentuale minima va agli autori, piuttosto che interamente all'arricchimento di qualche multinazionale.(Ovviamente questo disorso vale per napster e aimster, non per gnutella e simili)
    • Anonimo scrive:
      Re: Gente che fa soldi alle spalle altrui...
      - Scritto da: Elena
      Il costo dei CD sara' anche un problema (qui
      in Italia, ma mi sembra chr in america la
      situazione sia diversa), pero' con Aimster
      il problema e' lo stesso che si ha con le
      case discografiche: c'e' gente che guadagna
      soldi (facendo pagare il prodotto o
      riempiendolo di pubblicita') con il lavoro
      altrui.
      A questo punto preferisco comprare i dischi,
      cosi' so che almeno una percentuale minima
      va agli autori, piuttosto che interamente
      all'arricchimento di qualche multinazionale.
      (Ovviamente questo disorso vale per napster
      e aimster, non per gnutella e simili)Il costo del cd è un problema anche per gli americani... se vai a farti un giro su cdnow.com per esempio.. noterai che i cd costano tutti sui 24-30 dollari = 40-50.000.Se compri il cd originale della "SIAE" i soldi vanno quasi esclusivamente a loro, e l'autore viene per l'ennesima volta sottomesso dalle case discografiche LADRE (e ladre è dire poco.)Ciao.
  • Anonimo scrive:
    beh, potrebbe farlo anche nappy
    la cifratura potevano metterla anche li...secondo me per certe cose si sono martellati le palline da soli.certe modifiche potevano farle a razzo.Versione beta 8,9,10, un miliardo e per cosa? un bottone cdnow. BELLO! UTILE soprattutto.mavadarviaiciappotevano pararsi il kyuletto e allo stesso tempo difendere gli utenti.Io passo ad Aimster al volo!ARRIVOOOOOO
  • Anonimo scrive:
    Non è rosso, bensì è di colore rosso.
    ora, capisco che tu intenda dire che Aimster NON e' un sistema di File sharing ma VIENE USATO dai sistemi di File Sharing ...ma la frase"non è in sé un sistema di file-sharing quanto invece un software di utilizzo dei network dedicati allo scambio di file tra utenti."è quanto meno mal scritta.
  • Anonimo scrive:
    Calma ragazzi !!
    Chi ha voglia di dare 30-40 mila lire alle case discografiche lo faccia pure.Io preferirei darne 10 all'artista (???).Dato che non è possibile allora mi scarico gl mp3.Non è una questione di essere + o - ricchi,é una questione di capitalismo: rubare ai poveri per dare ai ricchi.Il mercato è un'altra cosa.NB le case discografice, come quelle di produzioni dei films, etc etc contano sul piacere di spendere soldi dei giovani opulenti occidentali.NB2: vi piacciono i films americani ?? e i nuovi artisti ??Bravi. Io preferisco quelli di una volta.ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Calma ragazzi !!
      - Scritto da: Vincenzo
      Chi ha voglia di dare 30-40 mila lire alle
      case discografiche lo faccia pure.
      Io preferirei darne 10 all'artista (???).
      Dato che non è possibile allora mi scarico
      gl mp3.
      su ragazzi siate serise siete dei fan di un gruppo in particolare la spesa per i cd di questo gruppo potete sostenerla benissimo, senza ricorrere a masterizzazioni o scaricamenti varinon ci sono buone alternative legali ("buone" e "legali" non vanno mai d'accordo, avete notato?) ma questo non ci deve far sentire in dovere di scaricare di tutto di piu'.
      Non è una questione di essere + o - ricchi,é
      una questione di capitalismo: rubare ai
      poveri per dare ai ricchi.
      Il mercato è un'altra cosa.

      NB le case discografice, come quelle di
      produzioni dei films, etc etc contano sul
      piacere di spendere soldi dei giovani
      opulenti occidentali.

      NB2: vi piacciono i films americani ?? e i
      nuovi artisti ??

      Bravi. Io preferisco quelli di una volta.ti piacciono quelli di una volta? e allora perche' ti poni tutti questi problemi? non comprare niente e vivi felice.IlGuastafeste
  • Anonimo scrive:
    Ma come fai a SCRIVERE UNA COSA DEL GENERE?
    Ah Roberto, vabbe' che ti sei fuso il cervello (se ne hai uno ovviamente, ma ti concedo il beneficio del dubbio) con i downloads mp3però scrivere questo che tu affermi:-----------------------------------------------.... evitiamo di dover comprare i cd e far diventare ricchi i discografici. Con questo nuovo sistema possiamo fregare tutti. Siamo o non siamo italiani? E allora cerchiamo di fregarli. Anche loro cercano di fregare noi, ma siamo noi i piu` furbi. Rubiamo a loro cio` che e` nostro di diritto. se un artista lavora mesi e mesi per fare un cd, e` ovvio che lo fa per regalarci gli mp3! o no?Evviva la privacy e l` anti copyright.W la fregatura all` italiana! Se gli italiani non riescono a fregare qualcuno non si sentono a casa.... Sembra sia una soddisfazione unica, lo fanno tutti e allora, motivo in piu` :-)-----------------------------------------------L'ignoranza dilaga...gli mp3 distruggono quelle poche cellule ancora funzionanti che questi PISCHELLI avevano ancora funzionanti...NON aggiungo altro, il tuo discorso si COMMENTA DA SOLO.LE TUE PAROLE RACCHIUDONO TUTTI GLI UTENTI dello Sniaps (Napster)QUESTI SIETE: UN BRANCO di SQUATTRINATI e SBRUFFONCELLI che non appena siete fuori di casae vi fanno:BUUUUUUUUUUUUUUUUUUscappate nella vostra stanzetta e vi accucciate davanti al vostro computer,perche' SOLO li potete STAR SICURI dalla REALTA'che E' FUORI CASA VOSTRA...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma come fai a SCRIVERE UNA COSA DEL GENERE?
      caro max devo dire che nella tua rabbia impotente risulti quasi simpatico.- Scritto da: MAX
      Ah Roberto, vabbe' che ti sei fuso il
      cervello
      (se ne hai uno ovviamente, ma ti concedo il
      beneficio del dubbio) con i downloads mp3

      però scrivere questo che tu affermi:

      ---------------------------------------------
      .... evitiamo di dover comprare i cd e far
      diventare ricchi i discografici. Con questo
      nuovo sistema possiamo fregare tutti. Siamo
      o non siamo italiani? E allora cerchiamo di
      fregarli. Anche loro cercano di fregare noi,
      ma siamo noi i piu` furbi. Rubiamo a loro
      cio` che e` nostro di diritto. se un artista
      lavora mesi e mesi per fare un cd, e` ovvio
      che lo fa per regalarci gli mp3! o no?
      Evviva la privacy e l` anti copyright.
      W la fregatura all` italiana! Se gli
      italiani non riescono a fregare qualcuno non
      si sentono a casa.... Sembra sia una
      soddisfazione unica, lo fanno tutti e
      allora, motivo in piu` :-)
      ---------------------------------------------

      L'ignoranza dilaga...
      gli mp3 distruggono quelle poche cellule
      ancora funzionanti che questi PISCHELLI
      avevano ancora funzionanti...

      NON aggiungo altro, il tuo discorso si
      COMMENTA DA SOLO.

      LE TUE PAROLE RACCHIUDONO TUTTI GLI UTENTI
      dello Sniaps (Napster)

      QUESTI SIETE: UN BRANCO di SQUATTRINATI e
      SBRUFFONCELLI che non appena siete fuori di
      casa
      e vi fanno:
      BUUUUUUUUUUUUUUUUUU

      scappate nella vostra stanzetta e vi
      accucciate davanti al vostro computer,
      perche' SOLO li potete STAR SICURI dalla
      REALTA'
      che E' FUORI CASA VOSTRA...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma come fai a SCRIVERE UNA COSA DEL GENERE?
      - Scritto da: MAX
      Ah Roberto, vabbe' che ti sei fuso il
      cervello
      (se ne hai uno ovviamente, ma ti concedo il
      beneficio del dubbio) con i downloads mp3

      Hahahahhaaa, allora hanno ragione qui a credere che sei un defi..nteLa sai leggere l` ironia??? :-)No alquanto pare... hahahaaadimostrazione che credendoti intelligente risulti piu` stupi..do di tutti.ps: per la cronaca: ho speso di piu` in dischi e cd che per la macchina e viaggi messi insiemescommetto che risponderai (se) con insulti, vero? e` l` unica cosa che sai fare, complimenti!
  • Anonimo scrive:
    come cifrare?
    scusate il domandone, ma come faccio a cifrare il mio bel client gnutella (bearshare: l'orsetto condivisore)?
    • Anonimo scrive:
      Re: come cifrare?
      - Scritto da: inesperto
      scusate il domandone, ma come faccio a
      cifrare il mio bel client gnutella
      (bearshare: l'orsetto condivisore)?se non esiste il supporto te lo devi scrivere te :-)
  • Anonimo scrive:
    Viva la libertà...
    come sopra...e mi spiace per i cantanti ed i loro "manager".
    • Anonimo scrive:
      Re: Viva la libertà...
      - Scritto da: a
      come sopra...e mi spiace per i cantanti ed i
      loro "manager".non ti preoccupare... gli artisti intelligenti mettono di loro spontanea volontà gli mp3 su napster o sulla rete, quelli che non lo fanno hanno solo paura di perdere quella MISERA e ripeto MISERA cospicua parte di denaro che gli offre la casa discografica..un esempio?? dove sono finiti tutti quegli artisti che hanno avuto il solito boom voluto dal commercio e che poi *stranamente* non si sono fatti più sentire?? secondo te qual'è il motivo?Provate a cercare qualcosa di Shiivare fra un anno..Direi classico esempio di artista USA E GETTA, bello il commercio, eh?Ciao.
  • Anonimo scrive:
    Sulla musica, sull'industria
    La musica e l'industria: pare inutile filosofare su questo punto, quindi l'assumeremo come assioma.Poiché l'industria vive di profitto, il suo prodotto deve essere consumato. Consumato, logorato, distrutto, perciò consumabile, logorabile, distruttibile.Dunque, che mercato è quello della musica? Brrr...itney Spears a quarantamila lire (40.000 lire) come chiunque altro? Certo! tutti beni di consumo, questi CD: uno vale l'altro!C'è di più. Banale che sia, quando la copia è identica all'originale, la copia è l'originale. In breve, ecco il teorema:La musica così pensata non ha valore aggiunto, non richiama a sé che consumatori che consumano ma che non pagano, per i quali la ragione "la copia è l'originale" è quello che conta. Chi compra un CD, oggi, è un feticista che non bada a spese: il consumatore se n'è già andato da un pezzo, altrove.Un appello da feticista impenitente: abbassate i prezzi dei CD, per favore, non è perché siamo malati che potete profittare così di noi.Fabio
    • Anonimo scrive:
      Re: Sulla musica, sull'industria
      Ecco il problema è tutto questo IMHO nonostante Napster i CD dei Modena City Ramblers me li sono comprati tutti originali, perchè? Semplice perchè secondo me meritano veramente e i loro CD sono venduti tra le 20 e le 30 carte!Dei ManOwaR che anche loro secondo me meritano non ho nemmeno un CD originale perchè? Perchè te li fanno pagare tra le 40 e le 50 carte se non di più alcuni.Se poi magari un giorno dovesse (spero mai) piacermi una canzone di Britney Spears, non mi sognerei mai di comprare un CD 1)perchè di sicuro non merita 2)PErchè un suo CD costa 40 carteVediamo di abbassare i prezzi dei CD e di fare Musica quella vera e secondo me il mercato dei CD potrebbe risorgere
      Un appello da feticista impenitente:
      abbassate i prezzi dei CD, per favore, non è
      perché siamo malati che potete profittare
      così di noi.
  • Anonimo scrive:
    Coraggio, Max!
    Questo e' solo il primo passo.Quando il principio verra' applicato alla telefonia, potrai ricominciare a fare telefonate oscene alla vicina di casa senza timore di essere individuato, e non dovrai piu' sfogarti insultando noi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Coraggio, Max!
      - Scritto da:
      Questo e' solo il primo passo.
      Quando il principio verra' applicato alla
      telefonia, potrai ricominciare a fare
      telefonate oscene alla vicina di casa senza
      timore di essere individuato, e non dovrai
      piu' sfogarti insultando noi.è vero max. che fine hai fatto? stai ingollando livore?
  • Anonimo scrive:
    che fortuna, cosi....
    .... evitiamo di dover comprare i cd e far diventare ricchi i discografici. Con questo nuovo sistema possiamo fregare tutti. Siamo o non siamo italiani? E allora cerchiamo di fregarli. Anche loro cercano di fregare noi, ma siamo noi i piu` furbi. Rubiamo a loro cio` che e` nostro di diritto. se un artista lavora mesi e mesi per fare un cd, e` ovvio che lo fa per regalarci gli mp3! o no?Evviva la privacy e l` anti copyright.W la fregatura all` italiana! Se gli italiani non riescono a fregare qualcuno non si sentono a casa.... Sembra sia una soddisfazione unica, lo fanno tutti e allora, motivo in piu` :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: che fortuna, cosi....
      - Scritto da: Roberto
      .... evitiamo di dover comprare i cd e far
      diventare ricchi i discografici.No, caro. La legge sul (c) l'ha fatta il cartello dei discografici e cinematografici. Quanto credi che ci mettano a cambiarla ?
    • Anonimo scrive:
      Re: che fortuna, cosi....
      Ho la casa piena di CD. Ho sempre comprato CD pagandoli fino a 40 carte l'uno e rispetto il lavoro degli altri. Cio' che non mi sta bene e' che questi signori dei... distributori... rivenditori... delle case discografiche, che loro, non gli artisti, regolino il mercato, si prendano larga parte del prezzo del CD, lo impongano (quale concorrenza si fanno se hanno tutti gli stessi prezzi?), decidano che musica debba ascoltare (sono poche le radio che fanno musica "alternativa") e poi si inc... perche' qualcuno rischia di togliergli il "diritto" di controllo sul mercato. Questi sono membri di fatto di un cartello.A questo punto, mi dispiace per gli artisti, vadano pure a... non gli do piu' una lira.
      • Anonimo scrive:
        Re: che fortuna, cosi....
        Concordo in pieno, e' un cartello e i governi non fanno nulla per punirlo.- Scritto da: FDG
        Ho la casa piena di CD. Ho sempre comprato
        CD pagandoli fino a 40 carte l'uno e
        rispetto il lavoro degli altri. Cio' che non
        mi sta bene e' che questi signori dei...
        distributori... rivenditori... delle case
        discografiche, che loro, non gli artisti,
        regolino il mercato, si prendano larga parte
        del prezzo del CD, lo impongano (quale
        concorrenza si fanno se hanno tutti gli
        stessi prezzi?), decidano che musica debba
        ascoltare (sono poche le radio che fanno
        musica "alternativa") e poi si inc...
        perche' qualcuno rischia di togliergli il
        "diritto" di controllo sul mercato. Questi
        sono membri di fatto di un cartello.
        A questo punto, mi dispiace per gli artisti,
        vadano pure a... non gli do piu' una lira.
        • Anonimo scrive:
          Re: che fortuna, cosi....
          - Scritto da: Jacob
          Concordo in pieno, e' un cartello e i
          governi non fanno nulla per punirlo.Non fanno nulla perchè tutto il sistema si regge sui cartelli...benzina, cinema, video, libri, beni di consumo, telefonia...qualcuno si ricorda ancora della gara per l'UMTS? Qualcuno di voi ha ricevuto incentivi per acquistare un'auto elettrica? Qualcuno ricorda come cercarono disperatamente di affondare il progetto libri a mille lire? (grandiosi, ma illeggibili perchè per stare nelle 100 pagine il carattere è microscopico...)
          • Anonimo scrive:
            esatto, e inoltre...
            e della famosa macchina della Renault che va AD ACQUA, al MUSEO DELL'AUTOMOBILE, qualcuno se lo ricorda?[...]
            ricorda come cercarono disperatamente di
            affondare il progetto libri a mille lire?
            (grandiosi, ma illeggibili perchè per stare
            nelle 100 pagine il carattere è
            microscopico...) :-)perdonami, ma con questo non sono d'accordo.io leggo perfettamente
    • Anonimo scrive:
      non sono italiani.
      non mi pare che AIMSTER sia di Mario Patagini o di Francesco Polentelli ... o di Giovanni, GIuseppe, Antonio, Franco, ... o di Hans, Franz... non mi pare proprio...mi pare che non solo non c'entri l'Italia, ma nemmeno l'Europa... c'entra ben altro!Ed evito di aggiungere altro... ringrazia.
  • Anonimo scrive:
    iesssss
    ... strise la mano destra a pugno e lascio' scivolare il braccio, lungo il fianco in avanti, urlando un sottile ma udibile... IESSSSSS!!!!Scarlight
    • Anonimo scrive:
      [ot]
      ^__^omaggio al poeta!!!!grannnndeeeeeee;-)- Scritto da: Scarlight
      ... strise la mano destra a pugno e lascio'
      scivolare il braccio, lungo il fianco in
      avanti, urlando un sottile ma udibile...
      IESSSSSS!!!!

      Scarlight
  • Anonimo scrive:
    Dei geni! :D
    Beh, che dire! Se la cosa gli va in porto sono dei geni! Peraltro basta cifrare anche Gnutella e ogni tentativo dei discografici di bloccare il file-sharing andrebbe in frantumi!!Da tenere sott'occhio! :)Per altro già ho sentito parlare di Aimster alla radio! Si appresta a diventare un successore famoso di Napster, limitato rispetto all'originale, ma cmq molto utile! :)
    • Anonimo scrive:
      limitato? perché? tell me!!!!
      HEY!!!informami! perché limitato? dimmi!sono tutt'occhi!!!
      ... Si appresta a diventare un
      successore famoso di Napster, limitato
      rispetto all'originale, ma cmq molto utile!
      :)
  • Anonimo scrive:
    Signori....un applauso !
    Aimster se lo merita o no ? :-))Ursù gente internettiana, la nostra fede è incrollabile !Maurizio
    • Anonimo scrive:
      Re: Signori....un applauso !
      - Scritto da: Maurizio B
      Aimster se lo merita o no ? :-))
      Ursù gente internettiana, la nostra fede è
      incrollabile !Beh, speriamo in bene. Comunque rendiamo onore al merito: difendersi dall'attacco, e rispedire al mittente il colpo, non e' da tutti. Ci vuole classe, stile, e Zen :)Lord auberon
      • Anonimo scrive:
        Re: Signori....un applauso !
        ..e una montagna di soldi.- Scritto da: lord auberon


        - Scritto da: Maurizio B

        Aimster se lo merita o no ? :-))

        Ursù gente internettiana, la nostra fede è

        incrollabile !

        Beh, speriamo in bene. Comunque rendiamo
        onore al merito: difendersi dall'attacco, e
        rispedire al mittente il colpo, non e' da
        tutti. Ci vuole classe, stile, e Zen :)

        Lord auberon
Chiudi i commenti