Naso artificiale, la prima narice l'ha creata il MIT

Un'importante scoperta potrebbe segnare una svolta definitiva nella ricerca di settore. Si parla già di micro dispositivi annusatori

Roma – Il MIT lancia la corsa al naso artificiale definitivo: gli scienziati del celebre istituto di ricerca hanno trovato il modo per produrre in massa piccoli ricettori olfattivi. Se la via è ancora lunga, se ricostruire il complicato meccanismo grazie al quale l’uomo percepisce gli odori sembra impossibile, un passo avanti è stato fatto: i nuovi ricettori del MIT possono risultare utili per creare una discreta schiera di dispositivi elettronici.

sa di tappo? Sino ad ora lo scoglio da superare per studiare e riprodurre il modo in cui gli odori vengono percepiti riguardava l’isolamento delle proteine: già ad agosto i ricercatori del MIT avevano messo a punto un sistema basato su cellule di mammifero per produrre i ricettori, sistema che si è però dimostrato essere troppo laborioso e costoso. Il nuovo metodo consiste in un procedimento di sintesi in cui vengono utilizzati estratti ricavati dai germi del grano, disponibili sul mercato a poco prezzo. Questo metodo permette di estrarre un particolare ricettore, consentendo di isolare le proteine dopo diversi procedimenti volti alla purificazione. Con questo procedimento è possibile produrre cospicui quantitativi di proteine, per iniziare ad approfondire gli studi.

“L’olfatto è forse uno dei sensi primordiali ma nessuno è in grado di capire davvero come funziona. Rimane ancora un inarrivabile enigma” – ha dichiarato Shuguang Zhang, direttore associato del Centro per l’Ingegneria Biomedica del MIT. Un enigma che al MIT sembrano voler risolvere a tutti i costi: “Ora che abbiamo materiale per lavorare, faremo nuovi studi nel campo della ricerca sull’olfatto” dichiara Brian Cook, ricercatore.

Il passo successivo alla nuova scommessa sarà quello di sviluppare un dispositivo portatile a tecnologia microfluidica in grado di identificare diversi odori. “Un dispositivo simile potrebbe essere utilizzato in medicina nelle diagnosi primarie di alcune patologie che producono determinati odori, come il diabete, o malattie a polmoni, vescica, cancro della pelle” continua Zhang. Ma non solo: questo tipo di apparecchi potrebbe decretare la pensione per i cani utilizzati dalle forze dell’ordine per individuare sostanze stupefacenti o esplosivi.

Vincenzo Gentile

fonte immagine

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Andrea Casini scrive:
    ABOLIZIONE CANONE RAI E BOLLO AUTO
    Ragazzi, facciamo qualcosa attivamente ... uniamoci tutti agli amici del POPOLO DEGLI ITALIANI ... firmiamo per il referendum di abolizione.Per maggiori informazioni andiamo tutti a vedereil Gruppo fb POPOLO DEGLI ITALIANI ROMA (http://www.facebook.com/home.php?#/group.php?gid=1...) e poi ancheil Gruppo fb ABOLIZIONE CANONE RAI E TASSA DI PROPRIETA' AUTO (http://www.facebook.com/home.php?#/group.php?gid=1...)creati ad hoc dagli amici del POPOLO DEGLI ITALIANI ...Asta la vista amigos.
  • Andrea Casini scrive:
    ABOLIZIONE CANONE RAI
    Ragazzi, facciamo qualcosa attivamente ... uniamoci tutti agli amici del POPOLO DEGLI ITALIANI ... firmiamo per il referendum di abolizione.Per maggiori informazioni andiamo tutti a vedereil Gruppo fb POPOLO DEGLI ITALIANI ROMA (http://www.facebook.com/home.php?#/group.php?gid=134187142839) e poi ancheil Gruppo fb ABOLIZIONE CANONE RAI E TASSA DI PROPRIETA' AUTO (http://www.facebook.com/home.php?#/group.php?gid=152743466288)creati ad hoc dagli amici del POPOLO DEGLI ITALIANI ...Asta la vista amigos.
  • mariapia janigro scrive:
    fermo amministrativo
    gradirei sapere se è stao abolito il fermo amministrativo se non si pagano tasse o imposte. grazie
  • Antonio Grilletto scrive:
    Abolizione canone Rai
    Ho sempre pagato il canone della Rai dall'anno che mi sono sposato cioè dal 1961.iustamente sono daccordo per l'abolizione di questa tassa di possesso perchè ormai la Rai Italiana si è messa alla sstessa stregua delle TV private; ci propina continuamente pubblicità anche durante un programma. Accetterei se ci fosse un po' di pubblicità alla fine di ciascun programma, macchè interruzioni continue per reclams.Allora a che serve pagare questa tassa se laRai già incassa fior di milioni dalla pubblicitàGrazie.Antonio Grilletto Via Marina Grande, 84 80073/Capri
  • Gino il Pollo scrive:
    RAI in serie B ?
    abolendo il canone invitabilmente la RAI diventerà una televione puramente commerciale e di serie B, è questo che tutti noi vogliamo ? che da RAI1 a Italia1 i primi 6 network italiani siano tutti uguali ? pensateci ...
    • NO CANONE scrive:
      Re: RAI in serie B ?
      perchè c'è differenza?L'ultima volta che l'ho vista la tv.. qualche mese fa, ambidue le reti trasmetteva le stesse cagate sotto diverso nome.
    • cippa.lippa scrive:
      Re: RAI in serie B ?
      serie B significherebbe promozione! :DNon so cosa tu guardi, ma da quel poco che vedo già oggi è serie Z... Certo se sei un amante di, figlio di, nipote di, parente di, fratello di, che pullula in RAI campando allegramente alle spalle di chi paga, allora la RAI è serie A... per te!(ma forse dal nick era sarcasmo, pollo io allora...)
      • Gino il Pollo scrive:
        Re: RAI in serie B ?
        no , questa volta non è sarcasmo, i servizi giornalistici della RAI sono su un'altro pianeta rispetto a quelli Mediaset, sia per quantità che per qualità.Io guardo spesso Rainews24, Rai Educational 2, Anno Zero, Ballaro' e molto altro ancora.E dal momento in cui la RAI diventasse una TV commerciale e si instaurerebbe nei fatti un duopolio nel digitale terrestre , qualsiasi programma che abbia un minimo di interesse inevitabilmente finirebbe sulle canali a pagamento
        • cippa.lippa scrive:
          Re: RAI in serie B ?
          Non ti preoccupare, pollo, il PD sta aprendo due TV satellitari, la dose quotidiana di baggianate non mancherà....
          • tiziana scrive:
            Re: RAI in serie B ?
            sono d'accordo con Pollo, per fortuna sui canali rai si trovano ancora trasmissioni interessanti ed istruttivemi viene in mente ad esempio "La storia siamo noi" e tante trasmissioni fuori dal coro che purtroppo vanno in onda sempre troppo tardil'informazione è troppo importante, la rai deve restare pubblica e continuare a garantire un servizio al cittadino che sia il più possibile di qualità.Ricordo che le negli archivi RAI si trova un patrimonio di filmati di grandissimo pregio che raccontano la nostra storia.
          • Gino il Pollo scrive:
            Re: RAI in serie B ?
            - Scritto da: tiziana
            sono d'accordo con Pollo, per fortuna sui canali
            rai si trovano ancora trasmissioni interessanti
            ed
            istruttive

            mi viene in mente ad esempio "La storia siamo
            noi" e tante trasmissioni fuori dal coro che
            purtroppo vanno in onda sempre troppo
            tardi

            l'informazione è troppo importante, la rai deve
            restare pubblica e continuare a garantire un
            servizio al cittadino che sia il più possibile di
            qualità.

            Ricordo che le negli archivi RAI si trova un
            patrimonio di filmati di grandissimo pregio che
            raccontano la nostra
            storia.Giusto ! proprio poco fa ad esempio guardavo su RaiEdu2 un dossier su Michele Sindona
  • Claudio Bisio scrive:
    Posta ordinaria
    Scusate... ma io non vedo il problema. Segnalare di non avere la tv, contattare e cercare di capire chi chiede i soldi.Io semplicemente se ricevo una lettera non raccomandata la cestino. Semplice. Quando mi arriverà una raccomandata, valuterò se disfarmi della tv che uso per vedere i dvd, visto che i canali non a pagamento son penosi. Punto.Finchè le lettere saranno *inviti* a pagare e non richieste di pagamento, saranno cestinate. Punto e basta.Saluti
  • picard12 scrive:
    caserta
    se uno volesse non pagare il canone potrebbe trasferirsi nel comune di caserta dove pare lo paghi solo il 7%... da come sembra emergere da alcune ricerche in rete..Ma chi ha le statistiche nazionali?Io ho trovato questo:Al nord la percentuale dei privati in regola con il canone è del 75,12 per cento, in Trentino è praticamente la stessa, il 75,20 per cento. Al sud la percentuale di chi paga il canone è del 64,35 per cento. Il calcolo degli abusivi non è semplice, proprio perché non è detto che chi non paga abbia il televisore, anche se dal tono delle lettere della Rai si direbbe il contrario. Comunque, si calcola che gli evasori in Trentino siano meno di 39 mila. Sono, invece, 3 mila e 600 i morosi, ovvero quelli che hanno smesso di pagare il canone dopo averlo versato per qualche anno.da qui:http://trentinocorrierealpi.repubblica.it/dettaglio/Caccia-ai-furbetti-del-Canone-Rai/1429469Se dico che al sud ci sono i soliti furbetti, divento razzista?Sarebbe interessante vedere le statistiche regionali.. ma questo risulta un pò difficile.. vediamo chi ci riesce..-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 02 ottobre 2008 20.47-----------------------------------------------------------
    • dont feed the troll scrive:
      Re: caserta
      - Scritto da: picard12
      se uno volesse non pagare il canone potrebbe
      trasferirsi nel comune di caserta dove pare lo
      paghi solo il 7%... da come sembra emergere da
      alcune ricerche in
      rete..
      Ma chi ha le statistiche nazionali?
      Io ho trovato questo:
      Al nord la percentuale dei privati in regola con
      il canone è del 75,12 per cento, in Trentino è
      praticamente la stessa, il 75,20 per cento. Al
      sud la percentuale di chi paga il canone è del
      64,35 per cento.
      Se dico che al sud ci sono i soliti furbetti,
      divento
      razzista?dici solo una inesattezza.Non mi sembra che tra 75% e 64% ci sia poi quest'abisso, soprattutto considerando che è molto + probabile che una famiglia non abbia la tv nel povero sud che nel ricco nord.Va inoltre considerato che è molto meno esecrabile il povero disoccupato del sud che il canone non lo paga perchè non puo' che non il percettore di reddito del nord che non paga perchè è disonesto.Avessi poi detto che al sud lo paga solo il 20% delle famiglie, suvvia, se la volevi mettere sul piano "noi del nord siamo meglio dei terroni" direi che hai proprio preso una bella topica.Eh si non è che "diventi" razzista, direi che un po' lo sei già.
      • Claudio Bisio scrive:
        Re: caserta

        dici solo una inesattezza.
        Non mi sembra che tra 75% e 64% ci sia poi
        quest'abisso, soprattutto considerando che è
        molto + probabile che una famiglia non abbia la
        tv nel povero sud che nel ricco
        nord.
        Va inoltre considerato che è molto meno
        esecrabile il povero disoccupato del sud che il
        canone non lo paga perchè non puo' che non il
        percettore di reddito del nord che non paga
        perchè è
        disonesto.
        Avessi poi detto che al sud lo paga solo il 20%
        delle famiglie, suvvia, se la volevi mettere sul
        piano "noi del nord siamo meglio dei terroni"
        direi che hai proprio preso una bella
        topica.

        Eh si non è che "diventi" razzista, direi che un
        po' lo sei
        già.Quoto pienamente.
        • picard12 scrive:
          Re: caserta
          a parte le vostre ridicole frasi moraliste, se statistiche alla mano emerge che solo il 7% di caserta paga il canone mi vorreste dire che il 93% giace nella miseria?Eppure i cellulari costosi e gli occhiali di dolce e poiana li hanno, compresi i vestiti di marca...anche perchè ci sono stato al sud.. e secondo le vostre teorie dovrebbero girare con i carretti...e non mi è parso...sarà che ci sono andato diversi anni fa..e forse le cose son cambiate ed il costo della vita non è sempre inferiore rispetto ad altre parti d'italia.Comunque sia le percentuali non sono lontanissime, ma sempre il sud risulta come dato statistico più basso: voi onestamente lo giustificate solo con l'estrema povertà della gente?Invece di fare i salvatori della morale proviamo a cercare le statistiche rai magari su base regionale e vediamo se la presunta povertà da voi sbandierata si sovrappone con il pagamento del canone..Bhè sappiate che la finanza non è della vostra opinione...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 03 ottobre 2008 07.01-----------------------------------------------------------
          • dont feed the troll scrive:
            Re: caserta
            - Scritto da: picard12
            a parte le vostre ridicole frasi moraliste,Non siamo noi che siamo moralisti, sei tu che sei amorale, e razzista. se
            statistiche alla mano emerge che solo il 7% di
            caserta paga il canone mi vorreste dire che il
            93% giace nella
            miseria?Nessuno ha detto questo, ma visto che le percentuali (75 e 64) non sono poi così lontane considerando che dati come quelli di caserta abbassano terribilmente la media e considerando inoltre che è + probabile che una famiglia non abbia la tv al sud, direi che la tua teoria sui padani che sono brava genete e i terroni che sono brutti e cattivi vale poco meno di zero.
            Eppure i cellulari costosi e gli occhiali di
            dolce e poiana li hanno, compresi i vestiti di
            marca...anche perchè ci sono stato al sud.. e
            secondo le vostre teorie dovrebbero girare con i
            carretti...e non mi è parso...sarà che ci sono
            andato diversi anni fa..e forse le cose son
            cambiate ed il costo della vita non è sempre
            inferiore rispetto ad altre parti
            d'italia.Direi che il costo della vita si è abbastanza livellato rispetto al nord, mentre gli stipendi restano + bassi e la disoccupazione 10 volte tanto.E ancora la gentaglia come te rompe i cosidetti, mentre noi brave persone, non solo paghiamo uguale di tasse e affitto ma guadagnamo pure di meno quando abbiamo il culo di riuscire a lavorare. E in tutto questo, naturalmente riceviamo un decimo dei servizi. E hai pure il coraggio di parlare?Ringrazia che non ti ho qua davanti, guarda.
          • De_Mente scrive:
            Re: caserta
            Sono d'accordo che ci sia poco lavoro e quindi pochi soldi, ma dire che magari non hanno la tv perchè poveri....Vado 3 o 4 volte all'anno al sud, Napoli e d'intorni, e la quantità di antenne e parabole è impressionante, per quanto cadente e decrepita sia una casa, tranquillo che c'è il satellite.Poi certo i soldi per pagare il canone mancano, ma il televisore c'è, magari anche LCD.Ciao
          • dont feed the troll scrive:
            Re: caserta
            - Scritto da: De_Mente
            Sono d'accordo che ci sia poco lavoro e quindi
            pochi soldi, ma dire che magari non hanno la tv
            perchè
            poveri....
            Vado 3 o 4 volte all'anno al sud, Napoli e
            d'intorni, e la quantità di antenne e parabole è
            impressionante, per quanto cadente e decrepita
            sia una casa, tranquillo che c'è il
            satellite.
            Poi certo i soldi per pagare il canone mancano,
            ma il televisore c'è, magari anche
            LCD.
            CiaoNessuno ha detto che a Napoli (che sia chiaro io detesto proprio per la diffusissima illegalità) non pagano il canone perchè non hanno soldi per ocmprarsi la tv, ho detto una cosa diversa.Se a nord il 75% paga il canone e il 25 % no non vuol dire che il 25% evada il canone e nemmeno che il 25% delel famiglie non abbia il tv. Probabilmente il 20% evade e il 5% non ha il tv.Se a sud il 65% paga il canone e il 35% no, non vuol dire che il 35% evade il canone e nemmeno che il 35% delle famiglie non abbia il tv. In considerazione delle differenti condizioni economiche direi che il 28% evade e il 7% non ha il tv.Considerando il livello di occupazione del nord quel 20% di evasori probabilmente sarà al 19% percettore di un qualche reddito, ergo evadono perchè non vogliono pagare mentre l'1% non puo'. considerando il livello di occupazione del sud, quel 28% di evasori magari il 22% evade perchè non vuole pagare e il 6% perchè non puo'.Ora al di là delle cifre che sono assolutamente inventate ed esemplificative tutto questo per rimarcare che non c'è poi tutta sta gran differenza di civiltà tra nord e sud nè di atteggiamento nei confronti di imposte e tasse percepite come inique.Quei pochi punti percentuali di differenza (e suppongo che non vadano oltre il 5% di evasori volontari) vanno imputati alla generale e giustificata disaffezione dei citadini meridionali verso le istituzioni dalle quali hanno ottenuto oggettivamente sempre molto poco.
          • picard12 scrive:
            Re: caserta
            datti una calmatina moralizzatore della domenica!!!Non ho detto nemmeno la metà delle cose che citi.Ponevo delle domande magari fastidiose a te che sei una persona con la morale alle stelle, ma se rileggi chiedevo come si potessero trovare le statistiche su base regionale, per poter capire se la cosa era dovuta all'estrema povertà... e come già qualcuno ti ha fatto notare le antennine ci sono anche al sud...Ti faccio una battutina cattiva:allora spieghi sempre con la povertà il fatto che la gente non usi il casco o vada in 3 in motorino?Suvvia, lo sai benissimo anche tu che l'illegalità è ben diffusa al sud o vogliamo smentire anche questo?Ho un caro amico con la ragazza di napoli ed è spesso giù,( me ne racconta... ma non si possono dire perchè è razzismo vero?),tra l'altro fra un pò ci tornerò pure io all'inizi del prossimo anno e cosi conterò le antennine..Devi anche smettere di vedere razzismo in ogni post contrario al tuo o perchè ti sbatte certe cosucce in faccia, o argomenti da persona civile o ritorna a scuola a farti insegnare l'educazione..E' verissimo che le percentuali sono vicinissime, ma su un'altro articolo su Repubblica del 2007 si constatava che il canone si paga sempre più al nord e meno al sud.Possono i motivi effettivamente essere dovuti al crescere della povertà o della sempre maggior latitanza e menfreghismo dello stato?Dire che il sud ha ricevuto poco mi sembra inesatto, che le amministrazioni locali abbiano speso malissimo forse è più corretto..Già si son buttati miliardi e miliardi di fondi per il mezzogiorno in questi 30 anni che forse son finiti..PS: ti faccio notare che a Caserta si vive meglio che a Napoli. Io non ci sono mai stato ma conosco un casertano che mi ha definito napoli una macchia nera della regione di cui spesso si vergognano..che fortunatamente non rappresenta tutto il sud.. grazie a dio.. infatti il problema monnezza è quasi circostritto in quella zona.. più o meno..ciao-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 03 ottobre 2008 17.52-----------------------------------------------------------
          • dont feed the troll scrive:
            Re: caserta
            - Scritto da: picard12
            datti una calmatina moralizzatore della
            domenica!!!Io sono calmissimo, e no nfaccio nessuna morale, analizzo i fatti.Ora capisco che per un razzista d'accastto i fatti possono dare fastidio, ma restano fatti e non li puoi cambiare.
            Ti faccio una battutina cattiva:
            allora spieghi sempre con la povertà il fatto che
            la gente non usi il casco o vada in 3 in
            motorino?No si giustifica con l'ignoranzaa, che è una delle primogenite della povertà, ma non è l'unica genitrice.
            Suvvia, lo sai benissimo anche tu che
            l'illegalità è ben diffusa al sud o vogliamo
            smentire anche
            questo?No, non lo smentisco affatto, anzi sono il primo a ribadirla.Quello che voglio dire è che l'illegalità è diffusa in tutto il paese, direi che è un elemento che caratterizza + la società italiana in genere che quella meridionale in particolare.
            Devi anche smettere di vedere razzismo in ogni
            post contrario al tuo o perchè ti sbatte certe
            cosucce in faccia, o argomenti da persona civile
            o ritorna a scuola a farti insegnare
            l'educazione..Io sono una persona educata, quali che siano le idee del mio intelrocutore puo' esprimerle come gli pare basta che non manchi di rispetto a nessuno.Se è maleducato io lo sottolineo.
            E' verissimo che le percentuali sono vicinissime,Amen questo è un fatto.Ecco perchè no ncapisco la necessità di un distinguo.
            Dire che il sud ha ricevuto poco mi sembra
            inesatto, che le amministrazioni locali abbiano
            speso malissimo forse è più
            corretto..Hanno speso malissimo: fatto.Al nord gli amministratori spendono meglio: fatto.Il sud ha avuto molto meno rispetto al nord: un altro fatto.
            ti faccio notare che a Caserta si vive meglio che
            a Napoli. Io non ci sono mai stato ma conosco un
            casertano che mi ha definito napoli una macchia
            nera della regione di cui spesso si
            vergognano..che fortunatamente non rappresenta
            tutto il sud.. grazie a dio.. infatti il problema
            monnezza è quasi circostritto in quella zona..
            più o
            meno..E' un errore tipico pensare che napoli sia il sud, ebbene fortunatamente non è così.
          • picard12 scrive:
            Re: caserta
            in diversi casi che ho appurato al nord spendono forse un pò meglio ma a quanto mangiare soldi e a far stronzate immani ne fanno, un esempio:a Mestre hanno inaugurato da poco un ospedale ricoperto interamente di vetro a mò di centro commerciale, ma il vetro non è ATERMICO!!ora indovina chi paga,qualcuno andrà in galera? No perchè i reati contro la pubblica amministrazione sono stati depenalizzati con l'indulto..ed era questo a detta di molti il vero scopo di quella legge insulsa..soprattutto perchè solo una lumaca morta poteva pensare di risolvere il problema delle carceri mandando a spasso i criminali.. che ora son ritornati belli belli..E per finire:Senti moralizzatore della domenica, non vorrai anche tu fare come quei soggetti politici che dicono che la criminalità è tutta una percezione dei cittadini paranoici vero?Allora dimostrami che non esiste la mafia, la ndrangheta e tutte le sue derivate..Se insisti a dare del razzista ti porterò molti fatti concreti fino alla nausea...Il problema che se vai a vedere quanti commercianti al sud pagano il pizzo e quanti al nord già ti fai un'idea sulle tue insensate affermazioni da cieco..E' inutile fare gli struzzi con la testa nella sabbia per far finta di vivere in un mondo bellissimo..Negare i fatti non giova alla situazione, perchè se tutti quelli come te continuano a dire che non è vero,allora la mentalità della gente sarà sempre peggio e la delinquenza continuerà ad essere quella che condiziona la vita di tutti, continuando a fare il bello e il cattivo tempo dietro e davanti ai tuoi occhi, perchè a te sembra una cosa normale..La gente come dici tu può essere maleducata ma alla fine oltre ad essere anche un problema di cultura è anche un problema di uno stato inesistente al sud, ogni tanto si assiste a qualche arresto ecezzionale, ma nella realtà di tutti i giorni si assiste ad una omertà perchè la gente ha paura, lo stesso stato non li tutela, perchè oramai la criminalità organizzata ha orecchie da per tutto...E visto che io sono razzista e tu il moralizzatore di turno leggi questo:http://liberarezzo.blogspot.com/2008/02/comuni-sciolti-per-infiltrazione.htmlma tanto vero sarà una di quelle cose inventate dai leghisti cattivi o dalle orde di nazisti che invadono il nord...e anche questo:http://www.repubblica.it/2008/01/sezioni/cronaca/rapporto-antimafia/rapporto-antimafia/rapporto-antimafia.html ma tanto vero tu vivi nel paese dei balocchi e a noi tocca sta terra di razzisti e fascisti..siamo in matrix.. e tu non sei di certo neo.. si e no una sentinella visto che la realtà per te non esiste..
  • mirkojax scrive:
    e se criptano la rai...
    continuero' a pagare il canone, troppo bello superquark, blunotte, report....Piero, alberto, carlo e milena state tranqui vi paghero' io lo stipendio se aboliranno e cripteranno la rai!
  • H5N1 scrive:
    Regio decreto-legge 21 febbraio 1938
    "Articolo 1Dell'abbonamento alle radioaudizioni.Chiunque detenga uno o più apparecchi atti od adattabili alla ricezione delle radioaudizioni è obbligato al pagamento del canone di abbonamento, giusta le norme di cui al presente decreto.La presenza di un impianto aereo atto alla captazione o trasmissione di onde elettriche o di un dispositivo idoneo a sostituire l'impianto aereo, ovvero di linee interne per il funzionamento di apparecchi radioelettrici, fa presumere la detenzione o l'utenza di un apparecchio radioricevente."Quindi, in teoria, PC, palmari, cellulari, radio, telefoni, microonde, frigoriferi, scaldabagni, epilatori...
    • dont feed the troll scrive:
      Re: Regio decreto-legge 21 febbraio 1938
      anche una penna bic è adattabile a ricevere trasmissioni tv...basta darla a McGiver insieme a un pezzo di filo di ferro...
      • H5N1 scrive:
        Re: Regio decreto-legge 21 febbraio 1938
        L'A-Team riuscirebbe anche con una matita SENZA filo di ferro sfruttando la grafite contenuta nella mina :)
        • dont feed the troll scrive:
          Re: Regio decreto-legge 21 febbraio 1938
          - Scritto da: H5N1
          L'A-Team riuscirebbe anche con una matita SENZA
          filo di ferro sfruttando la grafite contenuta
          nella mina
          :)e sparando migliaia di colpi senza che nessuno resti ferito!
          • H5N1 scrive:
            Re: Regio decreto-legge 21 febbraio 1938
            - Scritto da: dont feed the troll
            - Scritto da: H5N1

            L'A-Team riuscirebbe anche con una matita SENZA

            filo di ferro sfruttando la grafite contenuta

            nella mina

            :)

            e sparando migliaia di colpi senza che nessuno
            resti
            ferito! :D
    • Radio Notte scrive:
      Re: Regio decreto-legge 21 febbraio 1938
      - Scritto da: H5N1
      "Articolo 1

      Dell'abbonamento alle radioaudizioni.

      Chiunque detenga uno o più apparecchi atti od
      adattabili alla ricezione delle radioaudizioni è
      obbligato al pagamento del canone di abbonamento,
      giusta le norme di cui al presente
      decreto.
      La presenza di un impianto aereo atto alla
      captazione o trasmissione di onde elettriche o di
      un dispositivo idoneo a sostituire l'impianto
      aereo, ovvero di linee interne per il
      funzionamento di apparecchi radioelettrici, fa
      presumere la detenzione o l'utenza di un
      apparecchio
      radioricevente."

      Quindi, in teoria, PC, palmari, cellulari, radio,
      telefoni, microonde, frigoriferi, scaldabagni,
      epilatori...Sai, ci va anche buon senso nell'interpretare le leggi.Microonde, frigo, scaldabagno ed epilatore non sono adattabili, devi completamente stravolgerli per poter vedere la tv.Pc e cellulare invece implicano il pagamento, perché il primo permette la visione di programmi via internet (dove trasmette la Rai) e il secondo perché (e se) può ricevere trasmissioni tv via umts o dvb-h. Stesso discorso per i decoder.Se l'apparecchio permette la visione di programmi senza che esso sia stravolto in modo tale da diventare un altro oggetto, allora è giusto pagare.Ma non è che se hai un pennello e lo usi per pulire il cesso, ti tocca pagare il canone.
      • H5N1 scrive:
        Re: Regio decreto-legge 21 febbraio 1938
        Purtroppo il mio sarcasmo non era fine a se stesso.Evidentemente il buonsenso di cui parli persone come me e te possono averlo, ma a quanto pare RAI, agenzia delle entrate, ministero delle Finanze e Parlamento non ne hanno abbastanza.Basti pensare che nessuno è riuscito a dare risposta ad una semplicissima domanda:http://www.aduc.it/dyn/rai/20080319-AgEntrateRai.tif
      • Mi scoccio di loggare scrive:
        Re: Regio decreto-legge 21 febbraio 1938
        - Scritto da: Radio Notte
        allora è giusto pagare.Perche'?Posso sapere perche' e' giusto pagare?Quale servizio mi viene offerto dal pagamento che effettuo?Quale servizio non riescono a coprire con i soldi delle pubblicita'? ( penso che 30 ore di pubblicità di Rai1, Rai2 e Rai3 coprono AMPIAMENTE il canone annuale di tutti gli Italiani )Quindi, di cosa si debba pagare e se ho cosa, la domanda non e' interessante, ma la domanda interessante e' PERCHE' BISOGNA PAGARLA?
  • Fra Martino scrive:
    Re: Ma saranno mica queste le motivazione
    io pago, io decido che vedere. ti sembra poi tanto strano?
  • n3m3s1s scrive:
    FERMO AMMINISTRATIVO entro il 25 sett.
    Mio padre ha ricevuto una carta di Fermo Amministrativo dell'auto, se non paga entro il 25 Sett..Il titolo della carta è PAGAMENTO ALLA TELEVISIONEMi spiegate cosa significa? Fa ridere solo leggerla E per quale motivo devo pagare un fermo? Toglietemi l'antenna o eliminate il segnale rai dalla mia casa....Io vado avanti, non pagherò, anche perch la situazione già è critica...poi figuriamoci se pago una str.....a di tassa per cosa? Per una televisione vecchia ed antica!Ma andate a c....e, non li avrete mai i miei soldi.
    • dont feed the troll scrive:
      Re: FERMO AMMINISTRATIVO entro il 25 sett.
      - Scritto da: n3m3s1s
      Mio padre ha ricevuto una carta di Fermo
      Amministrativo dell'auto, se non paga entro il 25
      Sett..

      Il titolo della carta è PAGAMENTO ALLA TELEVISIONE
      cioè è letteralmente questo il "titolo della carta"?In questo caso non pagare è palesemente una truffa messa in atto da uno con la 3° elementare.
    • Max scrive:
      Re: FERMO AMMINISTRATIVO entro il 25 sett.
      a me me pare na stronzata la carta straccia da cesso che ti è arrivata...! il suo posto non è la spazzatura ne il cesso... ma direi la discarica..!!!! NON PAGARE a sti stronzi che sprecano i soldi dando milioni di euro a dirigenti incapaci, personale corrotto, ignorante, che va avanti solo mostrando chiappe e magari allargando le .... a buon intenditore.SONO CON TE...!!!!!!!!!!
    • giancarlofff scrive:
      Re: FERMO AMMINISTRATIVO entro il 25 sett.
      Perfettamente d'accordo !!!!
  • ESOFAGUS scrive:
    ma di che si lamentano...
    noi italiani sempre a lamentarsiin irlanda ad esempio il canone e' 130 euro e lo devi pagare, paghi per vedere due canali che non si vedono e uno in gaelico. Qui ci si lamenta sempre di tutto.Io li manderei in irlanda sai le risate. Pagano 130 euro per il possesso della televisione, 3 canali che non si vedono e sono purNe obbligati a pagare la NTL altre 60 euro al mese per 16 canali.
    • Francesco scrive:
      Re: ma di che si lamentano...
      - Scritto da: ESOFAGUS
      noi italiani sempre a lamentarsi
      in irlanda ad esempio il canone e' 130 euro e lo
      devi pagare, paghi per vedere due canali che non
      si vedono e uno in gaelico. Qui ci si lamenta
      sempre di
      tutto.
      Io li manderei in irlanda sai le risate.
      Pagano 130 euro per il possesso della
      televisione, 3 canali che non si vedono e sono
      purNe obbligati a pagare la NTL altre 60 euro al
      mese per 16
      canali.Si, ma quanto guadagnano i lavoratori in Irlanda? 900 euro come noi?
    • Caribe 1999 scrive:
      Re: ma di che si lamentano...
      Per una volta non possiamo essere più avanti?
    • Old8088 scrive:
      Re: ma di che si lamentano...
      - Scritto da: ESOFAGUS
      noi italiani sempre a lamentarsi
      in irlanda ad esempio il canone e' 130 euro e lo
      devi pagare, paghi per vedere due canali che non
      si vedono e uno in gaelico. Qui ci si lamenta
      sempre di
      tutto.
      Io li manderei in irlanda sai le risate.
      Pagano 130 euro per il possesso della
      televisione, 3 canali che non si vedono e sono
      purNe obbligati a pagare la NTL altre 60 euro al
      mese per 16
      canali."Se c'e' un demente in giro, non e' il caso che tutti facciano a gara per esser piu' dementi di lui."Qui il discorso e' diverso. E' semplicemente una tassa non giusta! Punto.Per pagare per qualche cosa io devo usufruire di qualche servizio, che in prima analisi devo essere io a volere.!
  • lufo88 scrive:
    le motivazioni sono altre
    La motivazione non è come vengono gestiti i soldi, non è che chi guadagna meno paga meno, ma perché bisogna pagarlo?Non si sa, non è dato saperlo.Questo dovrebbe bastare all'ADUC per fare un processo e durante il processo sollevare il principio di costituzionalità del canone che si figura come tale, ma in realtà è una tassa.Altra cosa, se è destinata alla RAI per il possesso della televisione è ingiusto che chi ha solo un computer debba pagarlo. Non è assurdo che uno non guardi più la TV di questi tempi. L'unica cosa che guardo è Dr House per giunta su Sky.
  • Mauro Marrone scrive:
    Sprechi: RAI come ALITALIA
    Hai mai guardato quanto spreca la RAI?La Rai impiega un numero di giornalisti che non ha uguali in Italia: 1688 nel corso del 2003. Mediaset se la cava con meno di un quarto, 411.i dipendenti in totale siamo di nuovo di fronte a un'esagerazione. In Rai ci sono quasi 11.500 dipendenti contro gli appena 5.600 di Mediaset. E nessun'altra azienda editoriale in Italia arriva alla metà dei dipendenti che ha la Rai.la Rai è l'azienda editoriale italiana che presenta il rapporto più basso: appena 243 mila euro per dipendente. A Mediaset, giusto per continuare con questo confronto, ogni dipendente "produce" più del doppio: 535 mila euro.E qui, purtroppo, non si sfugge. O i dipendenti Rai fanno veramente poco, o sono in troppi, o l'azienda li impiega in attività che non si traducono in fatturato. Quello che è certo, perché sta scritto nei bilanci, è che in media il dipendente Rai porta a casa meno della metà di quello che porta a casa un dipendente Mediaset.Ma dove si capisce che la Rai è un'azienda aliena, che non vive su questa Terra e con le regole in vigore presso le aziende televisive, è nell'analisi del suo fatturato e dei suoi costi.Proviamo. Per ogni 100 euro di fatturato della Rai, 39,4 se ne vanno per costi diversi di esercizio, cioè il funzionamento della macchina produttiva e per l'acquisto di prodotti. In pratica il 40 per cento dei proventi della Rai se ne va per questa voce. In Mediaset, ad esempio, i costi diversi di esercizio assorbono meno del 29 per cento del fatturato. Insomma, solo qui ci sono dieci punti percentuali buoni di differenza. Che cosa farà mai la Rai che non facciano anche a Mediaset? Portano la colazione in camera ai funzionari? Li trasportano in giro per Roma in Rolls Royce? Non si sa.Subito dopo questa voce, arriva la vera botta: il costo del personale. Alla Rai il costo dei dipendenti assorbe il 32 per cento del fatturato (un terzo). A Mediaset siamo appena al 12 per cento: venti punti percentuali in meno. Se la Rai riuscisse a avere un costo del personale in linea con quello di Mediaset (e degli altri gruppi editoriali) avrebbe un bilancio più ricco del 20 per cento e non avrebbe bisogno del canone.Perchè dobbiamo pagare sempre per mantenere i parenti dei politici ?Perchè quando fallisce una normale azienda la gente viene mandata a casa a pedate nel sedere e senza liquidazione e invece quando fallisce una azienda "politica" questi pigliano 8 anni di cassa integrazione all'80%?Dati e Fonti da Repubblica e Rai (bilancio)
    • Lemon scrive:
      Re: Sprechi: RAI come ALITALIA
      - Scritto da: Mauro Marrone
      Hai mai guardato quanto spreca la RAI?

      La Rai impiega un numero di giornalisti che non
      ha uguali in Italia: 1688 nel corso del 2003.
      Mediaset se la cava con meno di un quarto,
      411.

      i dipendenti in totale siamo di nuovo di fronte a
      un'esagerazione. In Rai ci sono quasi 11.500
      dipendenti contro gli appena 5.600 di Mediaset. E
      nessun'altra azienda editoriale in Italia arriva
      alla metà dei dipendenti che ha la
      Rai.

      la Rai è l'azienda editoriale italiana che
      presenta il rapporto più basso: appena 243 mila
      euro per dipendente. A Mediaset, giusto per
      continuare con questo confronto, ogni dipendente
      "produce" più del doppio: 535 mila
      euro.
      E qui, purtroppo, non si sfugge. O i dipendenti
      Rai fanno veramente poco, o sono in troppi, o
      l'azienda li impiega in attività che non si
      traducono in fatturato. Quello che è certo,
      perché sta scritto nei bilanci, è che in media il
      dipendente Rai porta a casa meno della metà di
      quello che porta a casa un dipendente
      Mediaset.

      Ma dove si capisce che la Rai è un'azienda
      aliena, che non vive su questa Terra e con le
      regole in vigore presso le aziende televisive, è
      nell'analisi del suo fatturato e dei suoi
      costi.
      Proviamo. Per ogni 100 euro di fatturato della
      Rai, 39,4 se ne vanno per costi diversi di
      esercizio, cioè il funzionamento della macchina
      produttiva e per l'acquisto di prodotti. In
      pratica il 40 per cento dei proventi della Rai se
      ne va per questa voce. In Mediaset, ad esempio, i
      costi diversi di esercizio assorbono meno del 29
      per cento del fatturato. Insomma, solo qui ci
      sono dieci punti percentuali buoni di differenza.
      Che cosa farà mai la Rai che non facciano anche a
      Mediaset? Portano la colazione in camera ai
      funzionari? Li trasportano in giro per Roma in
      Rolls Royce? Non si
      sa.

      Subito dopo questa voce, arriva la vera botta: il
      costo del personale. Alla Rai il costo dei
      dipendenti assorbe il 32 per cento del fatturato
      (un terzo). A Mediaset siamo appena al 12 per
      cento: venti punti percentuali in meno. Se la Rai
      riuscisse a avere un costo del personale in linea
      con quello di Mediaset (e degli altri gruppi
      editoriali) avrebbe un bilancio più ricco del 20
      per cento e non avrebbe bisogno del
      canone.

      Perchè dobbiamo pagare sempre per mantenere i
      parenti dei politici
      ?

      Perchè quando fallisce una normale azienda la
      gente viene mandata a casa a pedate nel sedere e
      senza liquidazione e invece quando fallisce una
      azienda "politica" questi pigliano 8 anni di
      cassa integrazione
      all'80%?


      Dati e Fonti da Repubblica e Rai (bilancio)In tutto questo però c'è da aggiungere un paio di cose:- la RAI dovrebbe anche offrire, in qualità di televisione di stato, anche programmi o servizi per i quali non c'è per forza ritorno dell'investimento, quindi già qua le differenze di "produttività" si fanno sentire- tutti questi bilanci sono un attimo da prendere con le pinze quando abbiamo al governo un presidente del consiglio con diversi conflitti di interesse. Mi pare, ma è solo una mia impressione, che mediaset sia stata più volte avvantaggiata, in questo caso per forza che i loro profitti risulteranno maggiori.
    • dont feed the troll scrive:
      Re: Sprechi: RAI come ALITALIA
      - Scritto da: Mauro Marrone
      Hai mai guardato quanto spreca la RAI?

      La Rai impiega un numero di giornalisti che non
      ha uguali in Italia: 1688 nel corso del 2003.
      Mediaset se la cava con meno di un quarto,
      411.Bella forza, Mediaset non fa informazione locale e regionale. L'informazione sportiva si limita la calcio e al motogp, mentre alla rai ti fanno il rendiconto anche del campionato bocciofilo over 65. Mediaset no nfa informazione parlamentare etc.etc. etc.Paragonare la m...da con la cioccolata non è un'ottima idea.Soprattutto è inutile.
      O i dipendenti
      Rai fanno veramente poco, o sono in troppi, o
      l'azienda li impiega in attività che non si
      traducono in fatturato. Cosa che non deve stupire affatto.E' una trasmissione di servizio far vedere l'operetta alle 3 di notte, anche se non la vede nessuno e nesusno quindi paga per la pubblicità in quello spazio.
    • H5N1 scrive:
      Re: Sprechi: RAI come ALITALIA
      - Scritto da: Mauro Marrone
      Dati e Fonti da Repubblica e Rai (bilancio)Non mi fido ne' dell'una ne' dell'altra fonte... :)
  • Puff scrive:
    Privatizzazione solo per le risorse.
    Semplicemente la RAI resta statale ma lo stato non ci mette una lira....i soldi li fa come mediaset (e come tutte le TV del mondo)non vedo dove sia il problema.In modo tale che si può guardare ai contenuti e allo stesso tempo a svecchiare certi programmi che non guarda più nessuno....Del resto ormai i programmi per attirare publico ci sono sulla rai, magari invece di pagare quei matusa come pippo baudo ecc fior di , ci si mette gente giovane pagata meno ma che è sicuramente più brava...e ehm "sveglia".Per chi non lo vuole pagare...beh sicuramente è una spesa inutile per chi non è messo bene e non mi sento di biasimarlo...E cmq non ha senso una tassa sugli apparechi elettronici ormai non sono più bene di lusso ma un bene primario...Al max lo integrerei in quegli apparecchi che appunto non sono basilari, se proprio vogliamo spillare dei soldi facciamolo a chi si può permettere certe cose no?!
    • Puff scrive:
      Re: Privatizzazione solo per le risorse.
      Ah, e cosa più importante niente politica che si intromette nella TV il che è abbastanza ridicolo magari pensiamo più ai contenuti che la RAI ne ha tanto bisogno..Meno trasmissioni politiche (non mi riferisco a porta a porta) e meno programmi spazzatura (tipo quello dei pacchi).Come anche telecom del resto....li si che ci sarebe da fare un bel lavoro.
      • EffeElle scrive:
        Re: Privatizzazione solo per le risorse.
        Porta a porta sarebbe proprio il primo da abolire. E poi telecom che c'entra, mica è statale.
        • Old8088 scrive:
          Re: Privatizzazione solo per le risorse.
          - Scritto da: EffeElle
          Porta a porta sarebbe proprio il primo da
          abolire. Insieme a tanti altri di polarita' opposta. ;)
          • dont feed the troll scrive:
            Re: Privatizzazione solo per le risorse.
            - Scritto da: Old8088
            - Scritto da: EffeElle

            Porta a porta sarebbe proprio il primo da

            abolire.
            Insieme a tanti altri di polarita' opposta.

            ;)Sentiamo che son curioso, quali sarebbero i programmi di polarità opposta a porta a parta?Che si intende per polarità di porta a porta?
  • Nathaniel Hornblower scrive:
    Bisogna pagare...
    ...altrimenti chi darà da mangiare a quell'orda di cantanti vecchiardi che ci fanno compagnia la domenica pomeriggio?
  • DGT scrive:
    Non pagatelo e amen
    Nessuno vi obbliga a pagarlo, dite che non avete la TV. A casa vostra di sicuro non possono venire a fare una perquisizione, quindi... RAI tiè!
    • Star scrive:
      Re: Non pagatelo e amen
      Ed invece possono, in quanto "tassa di possesso" la finanza potrebbe benissimo entrare in casa tua con tanto di mandato e verificare se effettivamente sei esente dal pagamento come da te dichiarato. Se ti trovano un PC con monitor o anche solo un palmare possono denunciarti per evasione fiscale.E' questo il bello di questo Paese... quando un canone iniquo non viene più pagato lo trasformano in tassa con maggiori controlli (chiediti come fanno sapere che hai appena comprato casa e puntualmente ti mandano il bollettino) ;)
      • darksky scrive:
        Re: Non pagatelo e amen
        scusa ma secondo te un giudice emette un mandato di perquisizione per ogni casa che non paga il canone? scusa ma dubito fortemente tra le altre cose se poi veramente non hai niente e han fatto la perquizione il giodice che ha emesse l'ordine va in mezzo a rogne se il tipo va per vie legali. Devi avere una motivazione + che valida per emettere un mandato di perquisizione non per un canone.
      • AlbertoPd scrive:
        Re: Non pagatelo e amen
        - Scritto da: Star
        Ed invece possono, in quanto "tassa di possesso"
        la finanza potrebbe benissimo entrare in casa tua
        con tanto di mandato e verificare seIl mandato non è "un piu'", ma è il necessario perchè un agente di finanza sia autorizzato a entrare presso un domicilio senza l'autorizzazione del proprietario.Non ricordo di aver mai sentito parlare di giudici che abbiano autorizzato perquisizioni di questo tipo.
        effettivamente sei esente dal pagamento come da
        te dichiarato. Se ti trovano un PC con monitor o
        anche solo un palmare possono denunciarti per
        evasione fiscale.ma non è detto che riuscirebbero a vincere (per monitor o palmare). Tant'è che RAI e Agenzia delle entrate fanno a scaricabarile su chi deve decidere quali apparecchi devono pagare o no. La legge è interpretabile sotto questo punto di vista, e nessuno degli enti preposti a farlo si è mai degnata a rispondere, nemmeno con le interrogazioni parlamentari si sono mai avute risposte.vedi:http://www.aduc.it/dyn/rai/index.php
        E' questo il bello di questo Paese... quando un
        canone iniquo non viene più pagato lo trasformano
        in tassa con maggiori controlli (chiediti come
        fanno sapere che hai appena comprato casa e
        puntualmente ti mandano il bollettino)
        ;)semplicemente si fanno mandate l'elenco dei nuclei familiari dalle varie anagrafi comunali, come fanno anche le aziende private che fanno la gestione dei rifiuti facendo pagare la TIA (CHE NON E' UNA TASSA) invece della TARSU (che invece è una tassa).
      • DGT scrive:
        Re: Non pagatelo e amen
        - Scritto da: Star
        Ed invece possono, in quanto "tassa di possesso"
        la finanza potrebbe benissimo entrare in casa tua
        con tanto di mandato e verificare se
        effettivamente sei esente dal pagamento come da
        te dichiarato. E io sai che gli dico? Passate prima da tutti i campi nomadi dotati di decine e decine di TV oppure andate in quel palazzo pieno zeppo di extracomunitari con TV e antenne satellitari a go-go, che se va bene hanno a malapena il permesso di soggiorno.La legge deve essere uguale per tutti, non solo per noi italiani che come dei pirla ci mettiamo sempre a pigrecomezzi (aka 90°). Siccome noi italiani abbiano un lavoro e una regolare residenza da anni allora dobbiamo pagare, mentre tutti gli extracomunitari albanesi cinesi e chi più ne ha più ne metta, non pagano mai. E' no, questo non va bene!
        Se ti trovano un PC con monitor o
        anche solo un palmare possono denunciarti per
        evasione
        fiscale.da quando in qua si paga la tassa sul PC e sul palmare???? (rotfl)
        • dont feed the troll scrive:
          Re: Non pagatelo e amen
          - Scritto da: DGT
          - Scritto da: Star

          Ed invece possono, in quanto "tassa di possesso"

          la finanza potrebbe benissimo entrare in casa
          tua

          con tanto di mandato e verificare se

          effettivamente sei esente dal pagamento come da

          te dichiarato.

          E io sai che gli dico? Passate prima da tutti i
          campi nomadiOddiosanto che c'entra questo travaso di bile razzista con il "canone" Rai?

          da quando in qua si paga la tassa sul PC e sul
          palmare????Informarsi rpima di parlare è consigliabile.Ma d'altronde un razzista non puo' che essere ignorante.
          • andate a lavorare scrive:
            Re: Non pagatelo e amen
            - Scritto da: dont feed the troll
            - Scritto da: DGT

            - Scritto da: Star


            Ed invece possono, in quanto "tassa di
            possesso"


            la finanza potrebbe benissimo entrare in casa

            tua


            con tanto di mandato e verificare se


            effettivamente sei esente dal pagamento come
            da


            te dichiarato.



            E io sai che gli dico? Passate prima da tutti i

            campi nomadi

            Oddiosanto che c'entra questo travaso di bile
            razzista con il "canone"
            Rai?
            C'entra eccome ed è più che condivisibile.



            da quando in qua si paga la tassa sul PC e sul

            palmare????

            Informarsi rpima di parlare è consigliabile.
            Ma d'altronde un razzista non puo' che essere
            ignorante.Mentre tu sei coltissimo, eh?Qui non si tratta di essere razzisti, ma di pretendere da questi "ospiti" il rispetto degli stessi doveri di tutti.Io ho, grazie al cielo, molti amici "stranieri" (non mi piace questa parola, sono miei amici e basta), che studiano, lavorano e pagano le tasse. Anche il canone RAI.E' tanto chiedere che lo facciano tutti?Anche i Rom, ad esempio?E' tanto chiedere che lavorino, mandino i figli a scuola e vivano nel rispetto delle leggi e delle regole della normale convivenza civile?E i cinesi?E' tanto chiedere che rispettino le leggi, che non vivano e lavorino in 10000000000 in un tugurio, che curino l'igiene nei loro locali pubblici, che non importino prodotti contraffatti e li rivendano "in nero" evadendo miliardi di euro di tasse?O chiedere il rispetto delle leggi è razzismo?Le regole vanno rispettate, altrimenti è giusto rispedirli a casa loro a calci in culo.Non fraintendere, non a tutti.A chi non rispetta le leggi.E ricordati che gli stessi calci siamo pronti a tirarli anche ai culi di quelli come te: non è detto poi che il piede che te lo tira non sia rumeno, marocchino o cinese.
          • EffeElle scrive:
            Re: Non pagatelo e amen
            No, non c'entra il razzismo, sono loro che sono negri.
          • dont feed the troll scrive:
            Re: Non pagatelo e amen
            - Scritto da: andate a lavorare
            - Scritto da: dont feed the troll

            - Scritto da: DGT


            - Scritto da: Star



            Ed invece possono, in quanto "tassa di

            possesso"



            la finanza potrebbe benissimo entrare in
            casa


            tua



            con tanto di mandato e verificare se



            effettivamente sei esente dal pagamento come

            da



            te dichiarato.





            E io sai che gli dico? Passate prima da tutti
            i


            campi nomadi



            Oddiosanto che c'entra questo travaso di bile

            razzista con il "canone"

            Rai?


            C'entra eccome ed è più che condivisibile.
            Condivisibile da altre merde razziste, senza dubbio.





            da quando in qua si paga la tassa sul PC e sul


            palmare????



            Informarsi rpima di parlare è consigliabile.

            Ma d'altronde un razzista non puo' che essere

            ignorante.

            Mentre tu sei coltissimo, eh?+ della media dei miei coetani e laureati come me.Il che non vuol dire tanto, considerando l'ignoranza al limite dell'analfabetismo che si legge persino nelle pagine di forum come questi.
            Qui non si tratta di essere razzisti, ma di
            pretendere da questi "ospiti" il rispetto degli
            stessi doveri di
            tutti.Il solo considerarli ospiti è gia razzismo.Io le considero persone al pari di chiunque altro, e il loro luogo di nascita per me non considera nessuna diferenza, un po' come abitare al terzo piano piuttosto che al quarto.
            Io ho, grazie al cielo, molti amici "stranieri"
            (non mi piace questa parola, sono miei amici e
            basta), che studiano, lavorano e pagano le tasse.Beh, un classico direi, ogni buon razzista vanta sempre numerosi "amici stranieri".
            Anche il canone
            RAI.
            E' tanto chiedere che lo facciano tutti?No, è il minimo.Ma il canone Rai è evaso tanto dai rom, tanto da circa il 50% delle famiglie italiane, quindi perchè fare dei distinguo in base alla etnia?
            Anche i Rom, ad esempio?
            E' tanto chiedere che lavorino, mandino i figli a
            scuola e vivano nel rispetto delle leggi e delle
            regole della normale convivenza
            civile?
            E i cinesi?E' tanto ritenere che l'evasione scolastica, la strafottenza della legge e quant'altro sia diverso se a farlo è un cinese, rom o un italiano.E poi parliamo giusto noi italiani di rispetto della legge, quando è culturalmente nel dna della nostra società italiana, l'elusione di tasse e leggi?ce ne vuole di faccia di bronzo.
            E' tanto chiedere che rispettino le leggi, che
            non vivano e lavorino in 10000000000 in un
            tugurio,Conosco famiglie italianissime, prive di reddito cultura e possibilità nella vita che vivono in 8 in 50 metri quadri.Vivere nei tuguri non è una scelta etnica, ma una necessità economica.
            che curino l'igiene nei loro locali
            pubblici, che non importino prodotti contraffatti
            e li rivendano "in nero" evadendo miliardi di
            euro di
            tasse?Se li vendono, significa che gli italiani li comprano...Inolte direi che no nesiste un esercente in italia che non meriti di chiudere il suo esercizio commerciale: tutti indistintamente da nord a sud, evadono il fisco, tutti i negozianti, tutti i commericanti, tutti i professionisti, proprio tutti quanti.Perchè è socialmente accettato per questa gente e diventa intollerabile se lo fa un cinese (che probabilmente si è solo adeguato all'andazzo generale)?
            O chiedere il rispetto delle leggi è razzismo?Se lo richiedi solo per certe categorie di persone e non per altre sicuramente.
            Le regole vanno rispettate, altrimenti è giusto
            rispedirli a casa loro a calci in
            culo.Che significa "casa loro"?Perchè l'Italia dovrebbe considerarsi casa tua + che casa loro? Solo perchè ci sei nato? E sarebbe un merito?O vuoi prenderti i meriti dei tuoi e nostri avi per aver costruito l'italia, senza pero' no nvolertene assumere le colpe?Non è questa ipocrisia marcia e fetente prima ancora che razzismo?
            Non fraintendere, non a tutti.
            A chi non rispetta le leggi.Stesso trattamento per gli italiani che non le rispettano o è diverso?
            E ricordati che gli stessi calci siamo pronti a
            tirarli anche ai culi di quelli come teInnanzitutto vai a minacciare qualche tuo congiunto o qualche altro razzista ignorante della tua schiatta che con me non attaccano mica.A me quelli come te fanno solo paura per la loro ignoranza e per il fatto che abbiano diritto a un ruolo nella vita pubblica pari al mio, nonostante la evidente differenza di statura morale e culturale (e probabilmente anche fisica), se credi di intimidirmi solo perchè mi vorresti picchiare via internet ti sbagli e di grosso.Va un po' a scuola va, e al ritorno chiedi ai tuoi genitori perchè non ti hanno insegnato l'educazione.
          • marto tortio scrive:
            Re: Non pagatelo e amen
            Tu stai fuori di testa come una campana, e menomale che sei anche laureato e sei colto "più della media dei tuoi coetanei e laureati come te"(e si tiriamocela anche), il succo del discorso non lo hai minimamente capito ne intercettato, ma ti sei solo fermato a rispondere a piccoli paragrafi che letti in forma separata tra loro hanno dato il risultato da te "elaborato". Meglio che ti fai una camomilla e ti rileggi il commento sopra...
          • dont feed the troll scrive:
            Re: Non pagatelo e amen
            cioè il problema sarebbe che ho fatto una risposta puntuale invece che una generica invettiva priva di senso come fai tu (cambiando nick ad ogni risposta)?Il vero problema è che non conosci vergogna, invece di replicare dimostrando di non aver letto nè capito la mia reply, dimostrando come ti risulti inconcepibile che qualcuno non sia d'accordo con i tuoi luoghi comuni di quarta, avresti dovuto cercare di capire perchè qualcuno non la pensa come te, se cio' che ti pare tanto ovvio e scontato (cioè prendersela con chi sta peggio di te) tanto ovvio, scontato ma soprattutto decente ed onorevole non lo è.Il fatto è che io mi sono pure un po' scocciato di dover interloquire con gentucola della tua (e vostra) risma, che non solo non sanno nemmeno perchè la pensano in un certo modo, ma si scagliano anche contro chi un minimo di argomenti non solo li ha ma è anche capace di esprimerli.Pertanto rinnovo il mio invito a tornare a scuola, che ne hai tanto bisogno, e di reclamare verso la tua famiglia per l'educazione che non ti è stata impartita.
          • SiN scrive:
            Re: Non pagatelo e amen
            - Scritto da: dont feed the troll
            Il solo considerarli ospiti è gia razzismo.posso insediarmi a casa tua?
            E poi parliamo giusto noi italiani di rispetto
            della legge, quando è culturalmente nel dna della
            nostra società italiana, l'elusione di tasse e
            leggi?lo sai che questa è un'affermazione razzista?
            Se li vendono, significa che gli italiani li
            comprano...Vero :-(
            esercizio commerciale: tutti indistintamente da
            nord a sud, evadono il fisco, tutti i negozianti,
            tutti i commericanti, tutti i professionisti,
            proprio tutti
            quanti.sei in grado di dimostrare questa affermazione?altrimenti è un'accusa priva di fondamento...
          • dont feed the troll scrive:
            Re: Non pagatelo e amen
            - Scritto da: SiN
            - Scritto da: dont feed the troll



            Il solo considerarli ospiti è gia razzismo.

            posso insediarmi a casa tua?
            andare a vivere nel salotto di un altro è andare a vivere a casa di altri, trasferirsi, emigrare in un altra città o nazione, non è l'invasione del salotto di nessuno.



            E poi parliamo giusto noi italiani di rispetto

            della legge, quando è culturalmente nel dna
            della

            nostra società italiana, l'elusione di tasse e

            leggi?


            lo sai che questa è un'affermazione razzista?

            E' una considerazione culturale non razziale, e non dirmi che non trova riscontro nella realtà.



            Se li vendono, significa che gli italiani li

            comprano...


            Vero :-(



            esercizio commerciale: tutti indistintamente da

            nord a sud, evadono il fisco, tutti i
            negozianti,

            tutti i commericanti, tutti i professionisti,

            proprio tutti

            quanti.


            sei in grado di dimostrare questa affermazione?

            altrimenti è un'accusa priva di fondamento...Non ha meno fondamento che il sostenere che i cinesi evadono il fisco e che i rom stuprano le donne.
          • picard12 scrive:
            Re: Non pagatelo e amen
            dopo aver letto tutte le vostre parole antirazziste vi faccio una domanda:Secondo voi quanti clandestini pagano il canone anche se hanno la parabolina?Gli Zingari pure con le loro paraboline?Ma siete veramente sicuri?Questo non toglie che che almeno su sta cosa facciano bene, perchè loro non sono di questo paese e spesso non parlano la nostra lingua oltre a non apprezzare la tv italiana.. e come dargli torto? fa schifo anche a noi.Si risolverebbe tutto con il digitale dove paghi quello che vuoi..
          • dont feed the troll scrive:
            Re: Non pagatelo e amen
            - Scritto da: picard12
            dopo aver letto tutte le vostre parole
            antirazziste vi faccio una
            domanda:
            Secondo voi quanti clandestini pagano il canone
            anche se hanno la parabolina?Gli Zingari pure con
            le loro
            paraboline?
            Ma siete veramente sicuri?
            Questo non toglie che che almeno su sta cosa
            facciano bene,No affatto fanno male, la legge dice, giusta o sbagliata che sia, che se hai il tv te il canone lo paghi, anche se carlo conti ti sta sulle palle, odi simona ventura e compagnia canatante.Chi non paga viola la legge e deve essere perseguito secondo la stessa, indipendentemente dalla nazionalità attuale o di origine del soggetto che non paga.In soldoni non è + grave non pagare il canone se sei rom, è grave tanto quanto se non lo pagassi tu.
          • H5N1 scrive:
            Re: Non pagatelo e amen
            Condivido ogni singola parola.
          • Genio scrive:
            Re: Non pagatelo e amen
            - Scritto da: andate a lavorare
            Io ho, grazie al cielo, molti amici "stranieri"
            (non mi piace questa parola, sono miei amici e
            basta), che studiano, lavorano e pagano le tasse.
            Anche il canone
            RAI.
            E' tanto chiedere che lo facciano tutti?
            Anche i Rom, ad esempio?
            E' tanto chiedere che lavorino, mandino i figli a
            scuola e vivano nel rispetto delle leggi e delle
            regole della normale convivenza
            civile?
            E i cinesi?
            E' tanto chiedere che rispettino le leggi, che
            non vivano e lavorino in 10000000000 in un
            tugurio, che curino l'igiene nei loro locali
            pubblici, che non importino prodotti contraffatti
            e li rivendano "in nero" evadendo miliardi di
            euro di
            tasse?Giusto!!! dobbiamo perseguire con ogni mezzo questa casta di individui privilegiati!!!
          • DGT scrive:
            Re: Non pagatelo e amen
            - Scritto da: dont feed the troll
            Ma d'altronde un razzista non puo' che essererazzista ci si diventa per forza a forza di sentire notizie al TG riguardanti le nostre donne che vengono struprate e uccise ogni giorno dal primo negrone di turno, siamo stanchi di assistere alle violenze spicologiche e fisiche sulle donne da parte dai mariti marocchini che non accettano l'integrazione e vogliono imporre la loro cultura disprezzando la nostra, siamo stanchi di vedere albanesi ubriachi che con la loro auto ci ammazzano i nostri figli, siamo stanchi di vivere in un comune dove gli aiuti vengono dati solo a questi extracomunitari e non c'è mai nulla per le famiglie povere italiane che hanno bisogno come loro, siamo stanchi di essere considerati intolleranti quando i primi ad esserlo sono loro che non accettano la nostra cultura e se noi andiamo nel loro paese a costruire una chiesa rischiamo di essere decapitati...
          • DGT scrive:
            Re: Non pagatelo e amen
            - Scritto da: dont feed the troll
            Ma d'altronde un razzista non puo' che essererazzista ci si diventa per forza a forza di sentire notizie al TG riguardanti le nostre donne che vengono struprate e uccise ogni giorno dal primo negrone di turno, siamo stanchi di assistere alle violenze spicologiche e fisiche sulle donne da parte dei mariti marocchini che non accettano l'integrazione e vogliono imporre la loro cultura disprezzando la nostra, siamo stanchi di vedere albanesi ubriachi che con la loro auto ci ammazzano i nostri figli, siamo stanchi di vivere in un comune dove gli aiuti vengono dati solo a questi extracomunitari e non c'è mai nulla per le famiglie povere italiane che hanno bisogno come loro, siamo stanchi di essere considerati intolleranti quando i primi ad esserlo sono loro che non accettano la nostra cultura e se noi andiamo nel loro paese a costruire una chiesa rischiamo di essere decapitati...
        • Old8088 scrive:
          Re: Non pagatelo e amen

          da quando in qua si paga la tassa sul PC e sul
          palmare????
          (rotfl)SSST! Zitto! non ci hanno ancora pensato come tassa specifica ...
      • robert scrive:
        Re: Non pagatelo e amen
        - Scritto da: Star
        Ed invece possono, in quanto "tassa di possesso"
        la finanza potrebbe benissimo entrare in casa tua
        con tanto di mandato e verificare se
        effettivamente sei esente dal pagamento come da
        te dichiarato. Se ti trovano un PC con monitor o
        anche solo un palmare possono denunciarti per
        evasione
        fiscale. Davvero? Dimostrino che il monitor in questione sia abilitato per ricevere i programmi Rai, o qualsivoglia programma televisivo.
        E' questo il bello di questo Paese... quando un
        canone iniquo non viene più pagato lo trasformano
        in tassa con maggiori controlli (chiediti come
        fanno sapere che hai appena comprato casa e
        puntualmente ti mandano il bollettino)
        ;)
  • DGT scrive:
    Non pagatelo e amen
    Nessuno vi obbliga a pagarlo, dite che non avete al TV. A casa vostra di sicuro non possono venire a fare una perquisizione, quindi... RAI tiè!
  • Pippo Condriaco scrive:
    Re: Ma saranno mica queste le motivazione


    Infine il reddito: cosa c'entra il reddito?
    pagherà di più chi ne guarda di più piuttosto!
    Chi guadagna di più già paga più tasse, non ha
    senso che paghi di più anche soubreutte e
    giornalisti.
    giustissimo ... e c'è un modo semplicissimo per farlo, visto che rompono le scatole col digitale terrestre, basterebbe rendere attive le schede a pagamento. Tu vuoi vedere e paghi, non vuoi vedere e non paghi.
    • Lemon scrive:
      Re: Ma saranno mica queste le motivazione
      - Scritto da: Pippo Condriaco



      Infine il reddito: cosa c'entra il reddito?

      pagherà di più chi ne guarda di più piuttosto!

      Chi guadagna di più già paga più tasse, non ha

      senso che paghi di più anche soubreutte e

      giornalisti.



      giustissimo ... e c'è un modo semplicissimo per
      farlo, visto che rompono le scatole col digitale
      terrestre, basterebbe rendere attive le schede a
      pagamento. Tu vuoi vedere e paghi, non vuoi
      vedere e non
      paghi.COncordo pienamente.
      • Caribe 1999 scrive:
        Re: Ma saranno mica queste le motivazione
        Sarebbe la liberazione di noi poveri utenti che la TV non la caghiamo mai.
    • Old8088 scrive:
      Re: Ma saranno mica queste le motivazione
      Tu vuoi vedere e paghi, non vuoi
      vedere e non
      paghi.Parole sante!
  • Antonio Macchi scrive:
    che i dinosauri paghino!
    siete ancora davanti alla tv?ma svegliatevi va'... pagate per farvi fare il lavaggio del cervello quotidiano?se guardate la tv meritate il canone!
    • Gica78R scrive:
      Re: che i dinosauri paghino!
      - Scritto da: Antonio Macchi
      se guardate la tv meritate il canone!E' molto difficile NON pagare il canone, anche se non si ha la tv!
    • Pippo Condriaco scrive:
      Re: che i dinosauri paghino!
      - Scritto da: Antonio Macchi
      siete ancora davanti alla tv?

      ma svegliatevi va'... pagate per farvi fare il
      lavaggio del cervello
      quotidiano?

      se guardate la tv meritate il canone!Eh ... e tu scrivi su PI ma non hai il computer ?Se lo hai e vivi per conto tuo devi pagare il canone.
  • Andrea Pozzuoli scrive:
    Errato utilizzo
    il problema principale di chì paga il canone, non è tanto il costò in se. Simceramente provo indignazione nel vedere tanti soldi volare via a quiz e con programmi stupidi, senza utilizzarli x cose diciamo più consone x una rete pubblica. La colpa è anche nostra, visto che i programmi stupidi li guardiamo.
  • Nome e cognome scrive:
    Il problema non è il canone
    Il vero problema è il fatto che la RAI sia un'azienda pubblica: infatti è noto che l'unico modo che le aziende pubbliche hanno per finanziarsi è attraverso la tassazione (per definizione coercitiva); chiedere l'abolizione del canone significherebbe togliere alla RAI l'unico mezzo a disposizione per finanziarsi, e questo è assurdo.Soltanto con la privatizzazione si può risolvere questo problema.
    • NO CANONE scrive:
      Re: Il problema non è il canone
      E la pubblicità ogni 3x2?.. quasi a ritmo di mediaset?Non mi pare mi mandino il bonifico a me per i 600700 mila euro a sponsor... ne che quei soldi vengano dati a tutti icittadini rai che pagano il canone =D E ti dico, con conizione di causa, visto che con le reti TV c'ho lavorato più di una volta.. che lo sponsor non paga solo la tramissione, ma anche la stessa rete per farlo trasmettere (rai.. sta tranquillo che non trasmette quelle cagate a gratis! ma si fa pagare bei quattrini, sia dagli sponsor che dalle trasmissioni! E' tutto un giro di soldi!).E facciamola finita.. che adesso mi devo subire il pagamento del canone anche se non ho la tv.. ma un qualsiasi mezzo informatico.. come un cellulare o il pc.
      • Nome e cognome scrive:
        Re: Il problema non è il canone
        - Scritto da: NO CANONE
        E la pubblicità ogni 3x2?.. quasi a ritmo di
        mediaset?
        Non mi pare mi mandino il bonifico a me per i
        600700 mila euro a sponsor... ne che quei soldi
        vengano dati a tutti icittadini rai che pagano
        il canone =D


        E ti dico, con conizione di causa, visto che con
        le reti TV c'ho lavorato più di una volta.. che
        lo sponsor non paga solo la tramissione, ma anche
        la stessa rete per farlo trasmettere (rai.. sta
        tranquillo che non trasmette quelle cagate a
        gratis! ma si fa pagare bei quattrini, sia dagli
        sponsor che dalle trasmissioni! E' tutto un giro
        di
        soldi!).

        E facciamola finita.. che adesso mi devo subire
        il pagamento del canone anche se non ho la tv..
        ma un qualsiasi mezzo informatico.. come un
        cellulare o il
        pc.Con la privatizzazione tutti questi problemi sparirebbero.
        • Pippo Condriaco scrive:
          Re: Il problema non è il canone

          Con la privatizzazione tutti questi problemi
          sparirebbero.... si, non ci vorrebbe nemmeno molto a legalizzare l'attuale stato della RAI, basterebbe togliere la dicitura RAI1,2 e 3 e sostituirla con ITALIA 2 3 e 4.
      • Old8088 scrive:
        Re: Il problema non è il canone
        - Scritto da: NO CANONE
        E la pubblicità ogni 3x2?.. quasi a ritmo di
        mediaset?
        Non mi pare mi mandino il bonifico a me per i
        600700 mila euro a sponsor... ne che quei soldi
        vengano dati a tutti icittadini rai che pagano
        il canone =DStraquoto il tutto. Parlano di monopoli, di facilitazioni per certe aziende, ma quando si tratta della RAI guai se gli si tocca il canone. A me andrebbe anche benissimo di non poter ricevere le trasmissioni se non pago il canone, invece lo devo pagare anche senza televisore.Una roba del genere e' semplicemente inaudita oltre che ingiusta. Forse pago il biglietto FS anche quando non uso il treno?
        • Ricky scrive:
          Re: Il problema non è il canone
          Ancora con sta storia delle privatizzazioni!E basta...lo avete visto che in Italia privatizzare vuol solo dire SMERDARE.Qui non esiste vero mercato, qui esistono monopoli di fatto e realta limitate che cercano uno spiraglio!Ci manca solo che le reti mediaset si amplino con qualche AMICHETTO che si becca 3 canali RAI + 1 nel digitale terrestre e vadano tutte a braccetto per TOSARE LE PECORE.Una nazione DEVE avere massima liberta' e pluralita' nei servizi, dove la concorrenze REALE permette liberta',trasparenza e qualita'.Oltre a una vera guerra sui costi.Qui abbiamo questa realta'!?E altrove...sono forse messi molto meglio?Una rete nazionale,sovvenzionata con un canone in percentuale al guadagno,perche' non e' giusto chiedere al ricco una quantita' simile al pover morto di fame, dove si fa INFORMAZIONE e non VACCATE, per quello ci sono le private.Cosi' almeno su di una emittente il CITTADINO riuscira' ad avere quella qualita' e quella informazione non asservita di cui ha tanto bisogno.Se poi vuole divagare, cambia canale e si vede i prodottini da celebrolesi che le reti private ci appioppano ogni giorno...
        • Radio Notte scrive:
          Re: Il problema non è il canone

          Forse pago il biglietto FS anche quando non uso
          il treno?Certo che sì, visto che sono in perenne rosso.Così come paghi autobus e servizio sanitario anche se non ne usufruisci.Con la fiscalità generale, paghi tutti i servizi pubblici, in proporzione (più o meno) a quello che guadagni.Scusa, ma dove hai vissuto fino ad oggi per non saperlo???
  • tylerdurden scrive:
    la televisione
    Siamo cresciuti con la televisione che ci ha convinto che un giorno saremmo diventati miliardari, miti del cinema, rock stars. Ma non è così. E lentamente lo stiamo imparando. E ne abbiamo veramente le palle piene.
    • styx scrive:
      Re: la televisione
      - Scritto da: tylerdurden
      Siamo cresciuti con la televisione che ci ha
      convinto che un giorno saremmo diventati
      miliardari, miti del cinema, rock stars. Ma non è
      così. E lentamente lo stiamo imparando. E ne
      abbiamo veramente le palle
      piene.ricordati solo che alla fine si spara in bocca :)
    • dont feed the troll scrive:
      Re: la televisione
      le cose che possiedi, alla fine ti possiedono
Chiudi i commenti