Nella UE l'opt-out va difeso?

In una nota l'Associazione italiana per il marketing interattivo riprende gli eventi europei e rilancia: non scartiamo l'opt-out


Roma – L’Associazione italiana per il marketing interattivo ha rilasciato ieri un comunicato di commento a quanto avvenuto all’Europarlamento in materia di opt-in e opt-out, con il successivo rinvio di cui ha parlato anche Punto Informatico.

Secondo l’ AIDiM la strada da seguire va nell’integrazione di “meccanismi di opt-out, liste di cancellazione, autodisciplina e regole sanzionatorie pesanti”, soluzioni peraltro che hanno incontrato l’interesse e l’appoggio di un discreto numero di europarlamentari.

La posizione è condivisa anche da FEDMA , Federazione europea del marketing diretto. Secondo Axel Tandberg, dirigente della federazione “è essenziale distinguere tra le azioni di serio direct marketing e lo spamming illegale. Non possiamo accettare che l’opt-in sia considerata l’unica soluzione per eliminare lo spamming”.

AIDiM e FEDMA, annuncia il comunicato rilasciato ieri, “continueranno a lavorare per fare in modo che l’orientamento già manifestato dalla maggioranza del Parlamento venga confermato nella prossima votazione plenaria prevista tra circa due mesi”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • GALA ANTONIO scrive:
    bobby fisher dead
    ALLA STELLA BOBBY PER GLI AUGURI DI UN BUON VIAGGIO DA ANTONIO vedi http://galaantonio.tripod.com/generalaction/id139.html
  • Anonimo scrive:
    Sono Curioso
    Gioco nei compionati internazionali, nellaMaster Norn, per la precisione, penso chequesta faccenda vada indagata.Tuttavia i programmi di oggi sono moltopotenti e in una partita lampo battonopraticamente chiunque.sono battibili solo se il tempo per mossae' adeguato.Vittorio
  • Anonimo scrive:
    Ma dove giocava?
    Qualcuno sa dove l'hanno trovato? Su che sito? O era un programma e giova online?Marco
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma dove giocava?
      - Scritto da: Marco
      Qualcuno sa dove l'hanno trovato? Su che
      sito? O era un programma e giova online?Fischer giocava (e gioca) su www.chessclub.com
  • Anonimo scrive:
    il più grande? mah...
    c'è stato un momento in cui Fisher poteva essere considerato il più grande, e cioè quando è diventato campione del mondo.Il fatto che sia "sparito" in maniera molto scenica, ha solo alimentato la sua leggenda.Credo che contro Kasparov non avrebbe chances.E comunque andarsene non è sinonimo di essere il migliore... il migliore è il campione del mondo, e basta.
    • Anonimo scrive:
      Re: il più grande? mah...
      E forse avrebbe perso anche con Karpov nel '74...dopo 4 anni di stop...
      • Anonimo scrive:
        e comunque anche Kasparov...
        anche Kasparov ha perso (e mai più vinto) contro un computer, no? Deep Blue si chiamava?
      • Anonimo scrive:
        Re: il più grande? mah...

        E forse avrebbe perso anche con Karpov nel
        '74...dopo 4 anni di stop...E forse se mia nonna nasceva 3 anni dopo anch'io di conseguenza sarei nato 3 anni dopo.....Forse forse forse.....e' impossibile dirlo, l'unica ipotesi che si puo' avanzare e' che Karpov non e' mai stato all'altezza dei piu' grandi e che probabilmente avrebbe perso con un grandissimo come Bobby.Il fatto e' che Fischer sta sulle balle a molti, ma e' il destino dei grandi: o si amano, o si odiano, tutto qui.
    • Anonimo scrive:
      Re: il più grande? mah...
      - Scritto da: simone
      c'è stato un momento in cui Fisher potevaChe BOVARO, manco in grado di scrivere un nome correttamente. 8(
      essere considerato il più grande, e cioè
      quando è diventato campione del mondo.E già, massacrando l'intera compagine dei maestri sovietici: penso che nessuno abbia vinto in condizioni così sfavorevoli...solo per questo merita l'appellativo di "più grande".
      Il fatto che sia "sparito" in maniera molto
      scenica, ha solo alimentato la sua leggenda.Vero, voleva diventare un mito, e bisogna dire che ci è riuscito. ;)
      Credo che contro Kasparov non avrebbe
      chances.Forse contro nessuno dei migliori, l'età purtroppo conta...
      E comunque andarsene non è sinonimo di
      essere il migliore... il migliore è il
      campione del mondo, e basta.Hai una visione un pochino limitato, non credi ?
      • Anonimo scrive:
        Re: il più grande? mah...
        Ha avuto il suo periodo d'oro dal 68 al 72...ma aveva anche degli score negativi contro Tal e Geller, per esempio...e, guardando le ultime partite vinte, non si ha quella sensazione di "massacro". Se parliamo del match con Larsen sono d'accordo ma già quello precedente con Tajmanov fu un risultato bugiardo quanto mai...determinato da una serie di autogol clamorosi del russo, anche se Bobby avrebbe vinto comunque. Con Petrosjan e Spassky vinse certamente alla grande, da vero genio... peccato non ci abbia fornito delle riprove.
        Credo che contro Kasparov non avrebbe
        chances.
        • Anonimo scrive:
          Re: il più grande? mah...
          Leggetevi Elogio della follia del 'burlone', in questo caso, Erasmo. Dara' un perche' alle Vostre questioni.
          • Anonimo scrive:
            Vergognatevi...
            Dovreste solo vergognarvi a parlare così del più grande talento scacchistico della storia e a chi sospetta che Nigel Short possa aver giocato contro un programma rispondo che Nigel lo avrebbe capito immediatamente perchè, per quanto i vari Fritz, Junior, etc... giochino bene, pensate che un GM come Nigel non se ne sarebbe accorto????Se credete che basti conoscere qualche variante della siciliana o della Spagnola per potersi considerare giocatori e SPARLARE di Bobby Fisher vi do un consiglio:Provate con la dama, magari vi riesce meglio....
        • Anonimo scrive:
          Re: il più grande? mah...

          Ha avuto il suo periodo d'oro dal 68 al
          72...ma aveva anche degli score negativi
          contro Tal e Geller, per esempio...Vero, per esempio contro Tal erano pero' score negativi derivati da una decina di partite perse contro il russo quando Fischer non aveva neanche 20 anni.(Tal che comunque resta uno dei piu' grandi in assoluto)
          tenuto dal nostro comunque dovrebbe svilirne
          la figura invece di alimentarne il
          mito...era il mio idolo da ragazzino, per
          alcune cose lo è anche adesso ma quella fuga
          è stata una gran vigliaccata. Alle volte il
          genio confina con la follia.Il genio e' follia.E' il sottile confine tra irrazionalita' e razionalita': un razionale si fara' senz'altro amare molto di piu', ma non riuscira' mai a varcare l'abisso, che solo un irrazionale, folle, poeta e' in grado di oltrepassare.
Chiudi i commenti