Nessun crack al ministero dell'Istruzione

Per ora non sono riportati accessi non autorizzati al sito, al contrario di quanto riportato da alcune agenzie e giornali italiani, caduti in una intelligente opera di contro-informazione

Roma – Un intelligente hack dell’informazione ad opera del movimento di protesta dell’Onda sembra proprio aver colto nel segno. Dopo aver pubblicato un sito di protesta che prende in prestito il nome del ministero dell’Istruzione, i promotori dell’iniziativa sono riusciti ad ottenere l’interesse dei media.

Con sorpresa molti lettori hanno scritto a Punto Informatico nel corso del weekend dopoché si era diffusa la notizia del cracking del sito del ministero della Pubblica Istruzione, www.pubblica.istruzione.it/ .

In realtà su quel sito non si è avverato alcun defacement: il sito web di cui hanno parlato e stanno parlando agenzie di stampa e quotidiani nazionali è ministeroistruzione.net , il sito della iniziativa del “ministro Onda dell’Istruzione”, un sito con cui prosegue la mobilitazione e la protesta contro le riforme Gelmini nell’ambito dell’istruzione.

Né quel sito né quelli del MIUR risultano craccati. A differenza di questi ultimi, però, il sito dell’Onda è registrato a privati e non ha nulla a che vedere con ciò di cui hanno parlato le agenzie, come quella riportata qui di seguito, che fa esplicito riferimento a degli “hacker”:

“I sito web del Ministero dell’Istruzione è stato preso di mira da studenti hacker. Non appena si clicca www.ministeroistruzione.net compare un video che occupa l’intera on page in cui si vedono gli studenti in corteo e una voce di sottofondo che dice: “sono Anna Adamolo, voglio portare tutte queste voci in questo palazzo, le nostre voci hanno già suonato e urlato e pianto”.”

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Super Partes scrive:
    Nella mia città è diverso...
    Semplice: Abbiamo la facoltà in comune con quella di Economia.. Adesso non posso ovviamente parlare per tutta l'Italia, ma nella mia università il fatto di seguire il corso di economia porta il 75% delle ragazze ad avere la convinzione che il vestiario migliore per andare in università sia quello da discoteca del sabato sera, e l'atteggiamento migliore sia quello da oca decerebrata... Vivere ogni giorno a contatto di donne che hanno atteggiamenti di questo tipo ha portato qualunque ragazzo di informatica della mia università a rivedere i suoi preconcetti sulle donne, riuscendo a fare il confronto tra coloro che il cervello lo usano e coloro che invece lo lasciano impolverare sul comodino. Ragazze, vi vogliamo con più frequenza a Informatica: ne parlo in prima persona, la mia ragazza e io facciamo la stessa facoltà, è stupendo parlare di informatica con una ragazza e sapere che lei ti capisce... Di solito quando vai oltre la parola "login" o "password" ti guardano come se stessi bestemmiando. Ringrazio tutte le donne che stanno resistendo tutt'ora a situazioni di stress nelle università e negli uffici; resistete, perchè molti ragazzi semplicemente apprezzano poter parlare con una ragazza che condivide le stesse passioni! Grazie ^_^
  • Elena Amendola scrive:
    Gardner e la teoria delle 7 intelligenze
    Le differenze di genere rispetto all'apprendimento della matematica sono soltanto credenze popolari... Secondo la ormai affermata teoria di Gardner, a meno di deficit mentali, siamo tutti predisposti all'apprendimento della matematica allo stesso modo. Le funzioni logico-matematiche sono trasversali a tutte le intelligenze, il che vuol dire che sono ridondanti, segno questo che la natura le ha ritenute necessarie per la sopravvivenza. Preparare un dolce, parcheggiare un'auto, risolvere un'equazione sono azioni che richiedono un coordinamento, più o meno in egual misura, tra le funzioni logiche matematiche e quelle spaziali... In conclusione, è ormai assodato che negati per la matematica non si nasce! Lo si diventa a causa di un errato sviluppo evolutivo dell'apprendimento! In altre parole, chi si ritiene negato in matematica ha soltanto avuto pessimi insegnanti!Ciò nonostante, le ragazze si sentono "storicamente" più negate per le materie scientifiche rispetto ai coetanei maschi, avendo una peggiore auto-efficacia... ma è solo una questione psicologica di natura sociale...Elena Amendola (ne possiamo riparlare su Facebook...)
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Gardner e la teoria delle 7 intelligenze
      Mi sta sul culo Facebook.
    • Bastard Inside scrive:
      Re: Gardner e la teoria delle 7 intelligenze
      Ti potevo seguire per la matematica, ma quando hai nominato i parcheggi... ROTFL!!! E se non credi all'idiosincrasia atavica della donna media verso i parcheggi, vai a vedere il parcheggio di qualche piscina negli orari in cui arrivano le "paperette" dell'aquagym! (idea) O) :D (rotfl)
    • hoppie scrive:
      Re: Gardner e la teoria delle 7 intelligenze
      - Scritto da: Elena Amendolane possiamo riparlare su
      Facebook...... ma anche no.PSle intelligenze di Gardner sono 9
  • Giusto scrive:
    Ma quante cavolate
    Non è vero che "le donne sono meglio/peggio","le donne non vogliono/vogliono", "le donne non hanno fantasia" le donne di qua e di la... tutte generalizzazioni del cavolo.Il vero motivo è che informatica è una materia molto astratta che attrae soprattutto perchè offre sbocchi aziendali. E' risaputo che una donna al giorno d'oggi ha ancora molti problemi ad essere assunta anche comparata ad un collega maschio di inferiori capacità, a causa del suo utero che potrebbe renderla "inagibile" e quandi inadatta per il profitto aziendale.Le donne sono così materiali o fintamente ciniche solo perchè il mondo è uno schifo e nessuno fa niente per cambiarlo. Le donne non hanno tutte le possibilità che abbiamo noi maschi di poterci permettere pure la fantasia, da li vedete la nostra passione per i videogiochi mentre loro allo stesso tempo vanno a cercarsi "vestiti".Vi siete mai chiesti perchè? Perchè loro sono ciniche e modaiole o perchè a loro viene richiesto SOLO quel particolare ruolo in società??
    • Anna scrive:
      Re: Ma quante cavolate
      - Scritto da: Giusto
      Non è vero che "le donne sono meglio/peggio","le
      donne non vogliono/vogliono", "le donne non hanno
      fantasia" le donne di qua e di la... tutte
      generalizzazioni del
      cavolo.
      Il vero motivo è che informatica è una materia
      molto astratta che attrae soprattutto perchè
      offre sbocchi aziendali. E' risaputo che una
      donna al giorno d'oggi ha ancora molti problemi
      ad essere assunta anche comparata ad un collega
      maschio di inferiori capacità, a causa del suo
      utero che potrebbe renderla "inagibile" e quandi
      inadatta per il profitto
      aziendale.
      Le donne sono così materiali o fintamente ciniche
      solo perchè il mondo è uno schifo e nessuno fa
      niente per cambiarlo. Le donne non hanno tutte le
      possibilità che abbiamo noi maschi di poterci
      permettere pure la fantasia, da li vedete la
      nostra passione per i videogiochi mentre loro
      allo stesso tempo vanno a cercarsi
      "vestiti".
      Vi siete mai chiesti perchè? Perchè loro sono
      ciniche e modaiole o perchè a loro viene
      richiesto SOLO quel particolare ruolo in
      società??Grazie a dio c'è qualcuno che guarda al di là del proprio naso...
      • Mario scrive:
        Re: Ma quante cavolate
        E gli asini volano! Volano forte, così come le mucche guadano il rio grande mentre i piccioni tengono conferenze sull'entomologia....Come no, povere donnine sfortunate in questa socCietà...
        • Anna scrive:
          Re: Ma quante cavolate
          Il parere di Giusto era un po' estremizzato.. ma concordo con lui perchè è vero che per gli imprenditori assumere le donne è una rottura! ed è vero che a tutti sta bene che le donne si dedichino alla moda! Sta bene anche alle donne stesse non ti pare?O forse è nel tuo mondo che ti volano gli asini e mucche?
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Ma quante cavolate

      Il vero motivo è che informatica è una materia
      molto astratta che attrae soprattutto perchè
      offre sbocchi aziendali.i contratti cocopro e piva delle body rental li consideri sbocchi aziendali? eh eh
      E' risaputo che una
      donna al giorno d'oggi ha ancora molti problemi
      ad essere assunta anche comparata ad un collega
      maschio di inferiori capacità, a causa del suo
      utero che potrebbe renderla "inagibile" e quandi
      inadatta per il profitto
      aziendale.forse perché molte donne entrano in maternità poco dopo l'assunzione ...
      Le donne sono così materiali o fintamente ciniche
      solo perchè il mondo è uno schifo e nessuno fa
      niente per cambiarlo.il mondo è uno schifo anche per gli uomini.nonostante i tempi moderni e la "parità dei diritti",l'uomo ha ancora il dovere di portare a casa la pagnotta.la donna può anche farsi mantenere se lo stipendio basta.
      Le donne non hanno tutte le
      possibilità che abbiamo noi maschi di poterci
      permettere pure la fantasia, da li vedete la
      nostra passione per i videogiochi mentre loro
      allo stesso tempo vanno a cercarsi
      "vestiti".quali possibilità abbiamo?a noi i videogiochi e a loro i vestiti? e che differenza c'è?
      Vi siete mai chiesti perchè? Perchè loro sono
      ciniche e modaiole o perchè a loro viene
      richiesto SOLO quel particolare ruolo in
      società??sono loro che scelgono quel ruolo.nessuno le costringe a spendere valanghe di euro in vestiti e stivali alla moda ...nessuno vieta loro a iscriversi a informatica o a fisica o a ingegneria, ma col cavolo lo fanno spontaneamente (solo una minoranza).quindi non farmi leggere certe fesserie ...
      • Giusto scrive:
        Re: Ma quante cavolate

        i contratti cocopro e piva delle body rental li consideri
        sbocchi aziendali? eh ehGuarda che faccio ingegneria informatica e tecnico presso un ufficio, SI li considero sbocchi aziendali.
        forse perché molte donne entrano in maternità poco dopo
        l'assunzione ...E' forse una colpa? Sei nato per mezzo di una donna e le donne hanno questo dono che ormai è diventato polvere per voi idioti. La maternità è un passaggio naturale e non una colpa a quelle "puttane che si fanno mettere incinte invece di lavorare" come pensate voi esimi studiosi di sociologia.
        il mondo è uno schifo anche per gli uomini.
        nonostante i tempi moderni e la "parità dei diritti",
        l'uomo ha ancora il dovere di portare a casa la pagnotta.
        la donna può anche farsi mantenere se lo stipendio basta.Hahaha io sono un uomo e conosco per fortuna le nostre fortune e ti assicuro che per una donna è molto peggio, noi abbiamo più scelta.
        quali possibilità abbiamo?
        a noi i videogiochi e a loro i vestiti? e che differenza
        c'è?La differenza è che noi possiamo scegliere, loro no perchè vengono istruite fin da piccole a causa di coglioni come te che le vorrebbero solo fighe e a casa.
        sono loro che scelgono quel ruolo.
        nessuno le costringe a spendere valanghe di euro in
        vestiti e stivali alla moda ...
        nessuno vieta loro a iscriversi a informatica o a fisica
        o a ingegneria, ma col cavolo lo fanno spontaneamente
        (solo una minoranza).Molto spesso non è così. Sono d'accordo che ci saranno molti altri motivi ma ti assicuro che conosco molte donne che avrebbero voluto farlo ma che per cause al di la della scuola hanno dovuto voltare rotta. Non generalizzare in negativo, forse io sono stato troppo positivista nei confronti delle donne, la verità sta in mezzo e bisogna ammettere che non c'è una gran possibilità di scelta.
        quindi non farmi leggere certe fesserie ...Fai a meno di leggerle.
      • Giusto scrive:
        Re: Ma quante cavolate
        Versione "censured" della risposta, per evitare cancellazioni:
        i contratti cocopro e piva delle body rental li consideri
        sbocchi aziendali? eh ehGuarda che faccio ingegneria informatica e tecnico presso un ufficio, SI li considero sbocchi aziendali.
        forse perché molte donne entrano in maternità poco dopo
        l'assunzione ...E' forse una colpa? Sei nato per mezzo di una donna e le donne hanno questo dono che ormai è diventato polvere per voi. La maternità è un passaggio naturale e non una colpa a quelle "meretrici che si fanno mettere incinte invece di lavorare" come pensate voi emeriti studiosi di sociologia.
        il mondo è uno schifo anche per gli uomini.
        nonostante i tempi moderni e la "parità dei diritti",
        l'uomo ha ancora il dovere di portare a casa la pagnotta.
        la donna può anche farsi mantenere se lo stipendio basta.Hahaha io sono un uomo e conosco per fortuna le nostre fortune e ti assicuro che per una donna è molto peggio, noi abbiamo più scelta.
        quali possibilità abbiamo?
        a noi i videogiochi e a loro i vestiti? e che differenza
        c'è?La differenza è che noi possiamo scegliere, loro no perchè vengono istruite fin da piccole a causa del sistema e di uomini come te che le vorrebbero solo "fighe" e a casa ad accudire i figli o meglio a non rompere.
        sono loro che scelgono quel ruolo.
        nessuno le costringe a spendere valanghe di euro in
        vestiti e stivali alla moda ...
        nessuno vieta loro a iscriversi a informatica o a fisica
        o a ingegneria, ma col cavolo lo fanno spontaneamente
        (solo una minoranza).Molto spesso non è così. Sono d'accordo che ci saranno molti altri motivi ma ti assicuro che conosco molte donne che avrebbero voluto farlo ma che per cause al di la della scuola hanno dovuto voltare rotta. Non generalizzare in negativo, forse io sono stato troppo positivista nei confronti delle donne, la verità sta in mezzo e bisogna ammettere che non c'è una gran possibilità di scelta.
        quindi non farmi leggere certe fesserie ...Fai a meno di leggerle, nessuno ti obbliga.
  • alex del viero scrive:
    le donne sono piu' terrene
    le donne sanno calcolare meglio cosa conviene fare per vivere,sono piu terrene e pratiche.la passione per i computer ammalia noi maschietti!Solo dopo anni passati davanti ai nostri monitor ci accorgiamo che lanostra misera paga serve a malapena a pagare i conti!(e parlo di quelli a cui va bene e non e' a cocopro oppuresenza lavoro)non era meglio studiare la meta' e diventare dei dentisti dai prezzi assassini? o delle sanguisughe di avvocati?Non consiglierei a nessuno di intraprendere gli studidi informatica , al massimo appassionarsi per dilettonel tempo libero (tra un dente cavato e una carie curata)
    • Bill Gateso e Linusso Torvaldo scrive:
      Re: le donne sono piu' terrene
      - Scritto da: alex del viero
      le donne sanno calcolare meglio cosa conviene
      fare per
      vivere,
      sono piu terrene e pratiche.
      la passione per i computer ammalia noi maschietti!
      Solo dopo anni passati davanti ai nostri monitor
      ci accorgiamo che
      la
      nostra misera paga serve a malapena a pagare i
      conti!
      (e parlo di quelli a cui va bene e non e' a
      cocopro
      oppure
      senza lavoro)
      non era meglio studiare la meta' e diventare dei
      dentisti dai

      prezzi assassini? o delle sanguisughe di avvocati?


      Non consiglierei a nessuno di intraprendere gli
      studi
      di informatica , al massimo appassionarsi per
      diletto
      nel tempo libero (tra un dente cavato e una carie
      curata)Per poi scrivere un programma per dentisti e farci ancora più soldi! "Realizzato da un Dentista, mica da un bau bau micio micio"...
    • di passaggio scrive:
      Re: le donne sono piu' terrene
      studiare LA META' per diventare dentista o avvocato???????????prego, si accomodi!Ma allora è proprio vero che gli squallidi informatici si sentono superiori!!che schifo!firmato: un ing. informatico
  • Mario scrive:
    Le donne sono più stupide
    ossia meno logiche e maggiormente emotive, OSSIA più stupide non c'è molto da dire... Questa è solo la dimostrazione PRATICA. Interessante leggere punti di vista buonisti diversi...
    • Girlpower scrive:
      Re: Le donne sono più stupide
      Infatti tu si' che le conosci bene. Sei cosi' freddo che quando l'unica che hai avuto ti ha mollato come il babbeo che sei l'hai perseguitata per anni mentre lei - cosi' emotiva - due giorni dopo aveva gia' il sostituto. Certo che tu hai capito tutto della vita. Bravo!
      • Federico scrive:
        Re: Le donne sono più stupide
        - Scritto da: Girlpower
        Infatti tu si' che le conosci bene. Sei cosi'
        freddo che quando l'unica che hai avuto ti ha
        mollato come il babbeo che sei l'hai perseguitata
        per anni mentre lei - cosi' emotiva - due giorni
        dopo aveva gia' il sostituto. Certo che tu hai
        capito tutto della vita.
        Bravo!Ahh...behh...certo che è comodo mettersi una minigonna mozzafiato(anche se non sei particolarmente bella) andare in discoteca ed avere i mosconi che ronzano intorno a sciami.......E' molto comodo essere sempre cercate e non dovere cercare(basta lanciare degli sguardi assassini e poi....deve partire l'uomo)Con questi privilegi(che vi tenete stretti) chi non è capace di trovare un sostituto??Anche il giorno stesso....Non due giorni dopo!!Complimenti...hai fatto proprio un ragionamento degno di una donna!
        • asd scrive:
          Re: Le donne sono più stupide
          aggiungo:lui e' unc oglionauta ma te donna che hai risposto hai come fanno il 90% delle coetanee ridotto costui a uno sfigato e percui secondo la logica della societa' non degno di essere preso in considerazione deriso e riluttato..........beh belal stron*** cara perche' ragionando cois' hai fatto un bella figura del cavolo asd
  • John scrive:
    ROBA DA NERD
    L'informatica è roba da nerd.Nerd = sfigatosfigato = senza donnecvd
    • Raptus scrive:
      Re: ROBA DA NERD
      Io faccio ingegneria informatica ma ho la ragazza e faccio l'amore quanto mi pare... mi sa che gli stereotipi è ora di mandarli a quel paese.
  • Carla Carinini scrive:
    La saggezza delle donne.
    Premessa la naturale superiorità della DONNA in ogni aspetto della vita, a partire dal fatto di poter mettere al mondo nuovi esseri viventi, sino a comprendere una maggiore capacità di adattamento, di sensibilità emotiva, di resistenza agli stress, capacità intellettuali sinora rimaste inespresse per la opprimente e ottusa supremazia patriarcale, le donne hanno dimostrato di poter vincere sull'uomo in tante attività umane, nella famiglia prima di tutto, nella società, nella politica, nello sport. Il ritorno ad un matriarcato sociale riveduto e corretto alla luce di nuovi strumenti di indagine sociologica e psicologica è non solo auspicabile ma terribilmente necessario! Gli uomini stanno cedendo sempre più (alcuni felicemente e spontaneamente, altri opponendo anzi notevoli resistenze) le redini del potere a loro.Molti maschi se lasciati a se stessi tendono ad una progressiva regressione allo stato animalesco. Serve quindi un innalzamento del livello morale, fisico e sociale del maschio sotto la guida "esperta" di una Donna. Questa rivoluzione non cruenta ma profonda e silenziosa avanza inesorabile. Il percorso oramai è tracciato!W le donne!
    • dont feed the troll scrive:
      Re: La saggezza delle donne.
      - Scritto da: Carla Carinini
      Premessa la naturale superiorità della DONNA Da premesse sbagliate si puo' derivare qualsiasi cosa.
      • Savius scrive:
        Re: La saggezza delle donne.
        - Scritto da: dont feed the troll
        - Scritto da: Carla Carinini

        Premessa la naturale superiorità della DONNA

        Da premesse sbagliate si puo' derivare qualsiasi
        cosa.Sintetico e perfettamente esatto.
      • Gianni Donadeo scrive:
        Re: La saggezza delle donne.
        Risposta mi-ti-ca
    • Savius scrive:
      Re: La saggezza delle donne.
      - Scritto da: Carla CarininiCarinini, odore di troll?
      Premessa la naturale superiorità della DONNA in
      ogni aspetto della vita, a partire dal fatto di
      poter mettere al mondo nuovi esseri viventi, sino
      a comprendere una maggiore capacità di
      adattamento, di sensibilità emotiva, di
      resistenza agli stress, capacità intellettuali
      sinora rimaste inespresse per la opprimente e
      ottusa supremazia patriarcale, le donne hanno
      dimostrato di poter vincere sull'uomo in tante
      attività umane, nella famiglia prima di tutto,
      nella società, nella politica, nello sport.
      Ma allora perche', a parte un eta' del matriarcato che storicamente e' esistita e esiste ancora oggi in alcune culture tribali, e' una vita che la smenate con il fatto che gli uomini comandano troppo tanto da invocare azioni positive per la parita'?
      Gli uomini stanno cedendo sempre più (alcuni
      felicemente e spontaneamente, altri opponendo
      anzi notevoli resistenze) le redini del potere a
      loro.Per il potere che ho io te lo puoi tenere tutto. Comunque facciamo un po' di esempini di donne al potere:Rosy Bindi, Stefania Prestigiacomo, Daniela Santanche', Livia Turco, Giovanna Melandri, la Garfagna (che di nome non so come fa ...), la Gelmini ... Tanto per restare al panorama italico.Un vero affarone non c'e' che dire rispetto ai colleghi maschi.
      Molti maschi se lasciati a se stessi tendono ad
      una progressiva regressione allo stato
      animalesco. Serve quindi un innalzamento del
      livello morale, fisico e sociale del maschio
      sotto la guida "esperta" di una Donna.
      Che cosa c'e' di strano a essere come si e', degli animali? Cosa pensi che siano degli umani delle carote? Dei gas? Se partissimo dal fatto che siamo animali forse saremmo un po' meno presuntuosi e faremmo meno danni.
      Questa rivoluzione non cruenta ma profonda e
      silenziosa avanza inesorabile. Il percorso oramai
      è
      tracciato!
      W le donne!Abbasso i troll (anche se c'e' proprieta' di linguaggio e quindi un plauso tutto sommato).Per il resto le donne non sono meglio degli uomini piu' di quanto gli uomini siano meglio delle donne, piu' o meno come dire che il martello e' meglio della pialla oppure la sedia meglio del tavolo. Siamo diversi, simili ma diversi, quindi non comparabili in maniera troppo efficace. Il discorso quindi non sta proprio in piedi.
    • a n o n i m o scrive:
      Re: La saggezza delle donne.

      Questa rivoluzione non cruenta ma profonda e
      silenziosa avanza inesorabile. Il percorso oramai
      è
      tracciato!una generazione di pazze asessuate non cancellerà mai 10'000 anni di evoluzione.
      W le donne!si evviva,peccato solo che avete buttato nel cesso la vostra femminilità, per il resto(?) va "tutto bene" .
      • Er Puntaro Ubuntaro scrive:
        Re: La saggezza delle donne.
        Hi hi hi hi hi! Ho passato un'ora in mezzo al traffico ghignando come uno scemo mentre prefiguravo le risposte che al mio ritorno a casa avrei trovato a questo post lanciato precedentemente. Potevate fare di meglio però! Quella cazzata di post fatto da Studentessa Preoccupata (sarà la figlia della Mamma Preoccupata? ;)) ha totalizzato un bordello di risposte! Sono molto amareggiato e deluso! Mi sento svalorizzato come troll!! :@Voi non capite la mia arte!Non potete preferire Studentessa Preoccupata al sottoscritto!Non accetto, non accetto che Studentessa preoccupata abbia più successo di me!!Invidia! Invidiaaaa!!![img]http://www.gonemovies.com/www/drama/drama/AmadeusSalieri5_sm.jpg[/img]P.S: Comunque quel popò di roba quahttp://punto-informatico.it/b.aspx?i=2477467&m=2478679#p2478679l'ho pescata in rete con un copincolla. Fosse solo una trollata mia ... :Ma ora vi lascio! Devo dedicarmi anima e core alla mia nuova scoperta.(linux)W Ubuntu![yt]ZxfSwzhSn1c[/yt]Chiudo la finestra. Scatawoooossh! C'ho pure gli effettini che girano alla faccia del Vista Basic che mi hanno rifilato dentro il piccì! ;)
        • Might scrive:
          Re: La saggezza delle donne.

          Non potete preferire Studentessa Preoccupata al sottoscritto!
          Non accetto, non accetto che Studentessa preoccupata abbia più
          successo di me!!Dai, non puoi dire che Studentessa Preoccupata non sia bravo.E' vero che tu sei un troll geniale (infatti anche io sulle prime ho pensato che Carla Carinini fosse davvero una donna), ma anche lui è davvero in gamba, guarda quanta gente c'è cascata nel suo thread!C'è spazio per tutti, basta essere creativi :-)
    • sparati in bocca scrive:
      Re: La saggezza delle donne.
      Che troll idiota... persino femminista!!!!
    • Lorenzo scrive:
      Re: La saggezza delle donne.
      E' vero ke molti uomini hanno appena commentato questo articolo da veri stronzi, mostrando un maschilismo e un'ignoranza fuori dal comune. Ma tu stai facendo l'opposto, cadendo nello stesso errore. Perchè quello che dici rappresenta i tuoi ideali, tuoi e solo tuoi, eppure cerchi di imporli come se fossero una verità, quando semplicemente si dovrebbe accettare che uomini e donne sono uguali, solo che hanno interessi e competenze diverse.. Se una donna vuol andare in moto, ci può riuscire meglio, o peggio di un'uomo, esattamente come l'uomo A riesce meglio o peggio dell'uomo B. Insomma questi discorsi sono banali...
  • Anna scrive:
    Viva la generalizzazione
    In queste discussioni ho letto di tutto! Da donne veline, donne ignoranti, donne senza immaginazione, senza cervello!!E che diamine! Ma si!! Generaliziamo a tutto spiano!Sarebbe stato più facile dire che alle donne all'informatica genericamente non piace! O meglio non attrae! E basta!Eppure io, e le mie amiche Anna e Roberta, entro l'anno prossimo ci laureiamo in informatica con ottime competenze, senza che si sia stato bisogno di farci forza sul fatto che i professori uomini sono deboli al nostro fascino (argh che rabbia!!). E in tutto questo molti professori in facoltà sono donne! Quindi semplicemente smettiamo di generalizzare.
    • Carla Carinini scrive:
      Re: Viva la generalizzazione
      Brava Anna!
    • Savius scrive:
      Re: Viva la generalizzazione
      - Scritto da: Anna
      In queste discussioni ho letto di tutto!
      Da donne veline, donne ignoranti, donne senza
      immaginazione, senza
      cervello!!
      E che diamine! Ma si!! Generaliziamo a tutto
      spiano!
      Sarebbe stato più facile dire che alle donne
      all'informatica genericamente non piace! O meglio
      non attrae! E
      basta!
      E molti lo hanno detto.
      Eppure io, e le mie amiche Anna e Roberta, entro
      l'anno prossimo ci laureiamo in informatica con
      ottime competenze, senza che si sia stato bisogno
      di farci forza sul fatto che i professori uomini
      sono deboli al nostro fascino (argh che
      rabbia!!). E in tutto questo molti professori in
      facoltà sono donne! Quindi semplicemente
      smettiamo di
      generalizzare.Quelli che hanno cervello non negano che certe donne possano intraprendere con successo questa carriera ma che mediamente preferiscono fare altro. Dimmi tu perche' o se e' solo una impressione idiota e scorretta. Io so solo che in giro ne vedo poche.
      • Anna scrive:
        Re: Viva la generalizzazione

        Quelli che hanno cervello non negano che certe
        donne possano intraprendere con successo questa
        carriera ma che mediamente preferiscono fare
        altro. Dimmi tu perche' o se e' solo una
        impressione idiota e scorretta. Io so solo che in
        giro ne vedo
        poche.Hai perfettamente ragione!Ed infatti il mio commento era prorio rivolto a chi ha dimostrato di avere poco cervello!Ben venga che tu ne abbia! E per fortuna!L'impressione è giusta, le donne in questo ambito sono poche, ma quello che volevo mettere in evidenza è che se non ci sono non è perchè le donne sono "poco intelligenti" et simila.In parte è dovuto al fatto che proprio per questioni che direi genetiche, la donna è portata a studi umanistici. Ciò non vuol dire che non possa fare altro.
        • Josafat scrive:
          Re: Viva la generalizzazione
          Infatti secondo me la percentuale di donne che si laureano in informatica e poi fanno altro deve essere alta. Se il 22% dei laureati in informatica è donna, come è possibile che quasi in ogni posto ove si sviluppi o si faccia consulenza informatica, la componente femminile è tipo il 2 per cento?Nel mio ufficio, 15 persone, una donna. Che è una delle due persone meno tecniche, sia come "capacità" che come mansioni.Pressoché tutti i consulenti venuti qui nell'arco di molti anni erano uomini (una sola donna, passata qui addittura 10 anni fa). Secondo me ha ragione l'articolo: l'informatico è visto in maniera "distorta" socialmente, e pertanto la donna disprezza quel tipo di lavoro. Non è un caso che al corso post-diploma di "sviluppo software" che ho fatto, i più bravi di noi venivano quasi derisi da una (che poi, era molto racchia) proprio per le capacità.
  • Puffbacca scrive:
    Ragazze e matematica
    A dimostrazione, ennesima, che siamo diversi.E' vero o non è vero che le donne fanno più fatica in matematica?Secondo me sì.Le classiche secchione nella mia classe erano secchione in tutto, ma meno in matematica.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ragazze e matematica
      - Scritto da: Puffbacca
      A dimostrazione, ennesima, che siamo diversi.

      E' vero o non è vero che le donne fanno più
      fatica in
      matematica?

      Secondo me sì.

      Le classiche secchione nella mia classe erano
      secchione in tutto, ma meno in
      matematica.Perche' la matematica e' una disciplina che non richiede studio: richiede cervello.Io ai tempi della scuola, quando studiavo 1 ora al giorno avevo studiato troppo.Insufficiente in quasi tutte le materie, e pieni voti in matematica (che studiavo ancora meno delle altre materie).La matematica non e' materia che va studiata: e' materia che va capita.E l'informatica pure.
      • ... scrive:
        Re: Ragazze e matematica
        appunto, le donne passano gli esami imparando a memoria quelle 200 definizioni che ricorderanno perfettamente per tutta la vita, ma come gli poni un problema che si scosta da quegli schemi, non lo risolveranno maiovviamente ci sono le eccezioni, ma si contano su una mano
    • Josafat scrive:
      Re: Ragazze e matematica
      Tipico, è una situazione che vedevo anche da me. E le ragazze più simpatiche e con cui era piacevole parlare, in linea generale erano più portate al ragionamento e alla matematica.
  • Seldon scrive:
    nono, e` tutta colpa di Berlusconi!
    Cosi`, giusto perche` non l'ha detto nessuno :-)
  • Il saggio scrive:
    La parità vista dalle donne
    Studiano un certo settore lavorativo:- vedono che è faticoso e poco retribuito allora "fanno le valigie" e non fanno moine se in quel settore non c'è "parità" esempi di lavoro che ricadono in questa categoria: lavori in fabbrica, muratori, taglialegna etc...- vedono che è molto ben retribuito, ci si buttano a pesce e pretendono la parità esempi di lavoro che ricadono in questa categoria: parlamento, posizioni dirigenziali, manager di successo..
    • aladar scrive:
      Re: La parità vista dalle donne
      - Scritto da: Il saggio
      Studiano un certo settore lavorativo:
      chiamale sceme!!
    • gran capo scrive:
      Re: La parità vista dalle donne
      Si' ma l'assunto è che non ti svegli a 18 anni per iscriverti ad un corso universitario o non per qualche pseudo qualifica professionale, solitamente l'interesse per un ammasso di silicio capace di dire "0" o "1" lo maturi un po' prima della cognizione futura lavorativa. Immagino che per l'ex gentil sesso sia simile come cosa.Se poi le facolta' umanistiche sono piene de' femmine non è certo per le prospettive future fancazziste che offrono, vi pare?
      • pinco pallino scrive:
        Re: La parità vista dalle donne
        - Scritto da: gran capo[CUT]
        Se poi le facolta' umanistiche sono piene de'
        femmine non è certo per le prospettive future
        fancazziste che offrono, vi
        pare?Invece credo sia per quello. Ma non lo fanno apposta, è una questione genetica, naturale.Il fatto che molto spesso quegli ambiti siano nella pratica inutili non è colpa loro.
      • gino scrive:
        Re: La parità vista dalle donne
        se le facoltà umanistiche sono piene forse è perchè basta studiare il tutto come dei pappagalli?ce li vorrei vedere in una facoltà scientifica dove bisogna capirle le cose...bah
    • max scrive:
      Re: La parità vista dalle donne
      - Scritto da: Il saggio
      Studiano un certo settore lavorativo:

      - vedono che è faticoso e poco retribuito allora
      "fanno le valigie" e non fanno moine se in quel
      settore non c'è
      "parità"
      esempi di lavoro che ricadono in questa
      categoria: lavori in fabbrica, muratori,
      taglialegna
      etc...lavori di pulizie sveglia alle 4 del mattino non sarà spaccar legna, ma è dura ugualmente...
  • r00t1na scrive:
    Una possibile spiegazione
    L'informatica in Italia è poco capita e poco apprezzata, le aziende sono interessate soprattutto a spendere poco e spesso non sono in grado di valutare la competenza di un programmatore/sistemista/capoprogetto ecc.In più, le donne sono statisticamente pagate meno - e con gli stipendi bassi degli informatici in Italia signifca POCO POCO POCO.Se aggiungi che spesso i capi sono uomini, e gli uomini normalmente promuovono altri uomini magari solo perché tra loro si capiscono meglio, ottieni che le donne hanno:- lavoro uguale- soldi ancora meno- carriera molto più difficile.Allora, secondo voi, fanno bene o male a non frequentare corsi di studio impegnativi che danno questo tipo di sbocco?
    • God bless America scrive:
      Re: Una possibile spiegazione
      guarda, per esperienza personale, tutte le ragazze con cui ho avuto a che fare (in università, nella vita e nel lavoro) di informatica (anche la più basilare!) non ne capivano un beneamato cazzo e non importava loro di capirlo....non è per generalizzare ma credo che anche questo approccio non aiuti....
      • danilo scrive:
        Re: Una possibile spiegazione
        Pensa che quelle che ho conosciuto io sono l'opposto!Delle donne con cui ho lavorato ALMENO l'80% valeva di più di qualsiasi collega maschio...Il perchè?Cervelli superiori? Nz. Miglior adattamento al lavoro? Nisba.Le femmine non CAZZEGGIANO tanto quanto i maschi.Semplice.E vero.
    • Gastone scrive:
      Re: Una possibile spiegazione
      l'informatica ha le ore contate
    • Ricky scrive:
      Re: Una possibile spiegazione
      Qui non si tratta di uomini o di donne, fatte salve alcune peculiarita' che rendono differenti le prestazioni di donne e uomini su determinati compiti, per la maggiorparte delle competenze uno vale l'altra.Il problema e' il mondo del lavoro concatenato con quello dello studio.Il lavoro cambia, le figure richieste cambiano, non esiste una vera gestione delle competenze ne del sapere.Si sfornano continuamente personaggi che hanno lauree anche molto fiere ma poi non hanno sbocco...perche'!?Perche' se abbiamo necessita' di dottori escono una marea di speleologhi!?Perche' se il lavoro richiede 1000 archietetti ne sforniamo 4000!?Ma tra lavoro e studio, c'e' qualcuno che si parla e cerca di pilotare le scelte?In un mondo dove avvocati e archietti sono strapazzati perche' TROPPI RISPETTO ALLA DOMANDA, crearne altri non e' forse assurdo?Siamo in troppi...si dovrebbero creare competenze in ambiti con maggiore sbocco, cercare di creare opportunita' e invece niente.
    • sparati in bocca scrive:
      Re: Una possibile spiegazione
      ma lo sai che una donna usando ciò che ha (e non sto parlando del cervello) può arrivare a tutto...
  • Gizmo scrive:
    Per chi non lo sapesse..
    Ho letto dei commenti che definirei, per essere gentile, quantomeno "curiosi". A chi pensa che la programmazione sia roba da uomini (daltronde si programma con gli attributi), ricordo che la prima programmatrice della storia fu Ada Lovelace, una donna, figlia di una matematica, con un padre poeta..tanto per sfatare i luoghi comuni.
    • dont feed the troll scrive:
      Re: Per chi non lo sapesse..
      - Scritto da: Gizmo
      Ho letto dei commenti che definirei, per essere
      gentile, quantomeno "curiosi". A chi pensa che la
      programmazione sia roba da uomini (daltronde si
      programma con gli attributi),Si programma con la logica.E' roba per gente dalla logica ferrea. ricordo che la
      prima programmatrice della storia fu Ada
      Lovelace, una donna, figlia di una matematica,
      con un padre poeta..tanto per sfatare i luoghi
      comuni.Le eccezioni non modificano le regole, le confermano.
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: Per chi non lo sapesse..
        contenuto non disponibile
        • a n o n i m o scrive:
          Re: Per chi non lo sapesse..


          Le eccezioni non modificano le regole, le

          confermano.

          In logica una sola eccezione invalida l'intera
          teoria.nah, e poi l'Uomo -in senso lato- è tutto fuorchè "logico"
          Se poi si vuole fare la gara a chi programma di
          più o meglio fra uomini e donne, è tutto un altro
          discorso che lascio volentieri agli altri.. fatto
          sta che di donne che programmano bene ce ne
          sono.Nessuno le mette in dubbio. "Le eccezioni non modificano le regole, le confermano."
        • dont feed the troll scrive:
          Re: Per chi non lo sapesse..
          - Scritto da: unaDuraLezione
          - Scritto da: dont feed the troll


          Si programma con la logica.

          E' roba per gente dalla logica ferrea.

          Io sono maschilista al 100% (facciamo 95% va, se
          no mi contraddico), ma ci sono fior di donne che
          programmano *BENE* (esperienza di 10 anni con
          diverse
          colleghe).
          Certo, ne conosco alcune anche io.

          Le eccezioni non modificano le regole, le

          confermano.

          In logica una sola eccezione invalida l'intera
          teoria.Quandi si generalizza è difficile trovare "regole" che vadano bene per ciascuna persona che fa parte di quel supposto insieme.In generale le donne non sono molto logiche, questo no nvuol dire che non ci siano donne che non siano logiche.E' come dire che le donne guidano male, ora la stragrande maggioranza delle donne guida di merda, ma esistono, e sono tante quelle che guidano bene.O giusto per fare un ultimo esempio. è come dire che chi vota Berlusconi è un idiota, questo vale per il 90% di quelli che lo votano, ma ce ne sono altri che sono intelligentissimi, disonesti ma intelligenti :D
        • Gioca_meno scrive:
          Re: Per chi non lo sapesse..
          Modificato dall' autore il 17 novembre 2008 12.46
          --------------------------------------------------Mi dispiace dissentire da Wikipedia, ma nel caso del problema citato non è cambiare scelta che migliora le probabilità di vincita, ma semplicemente ripetere la scelta, che potrebbe tradursi anche in una conferma della scelta precedente.Mi meraviglio che illustri menti si siano confusi davanti a un problema fatto più di emotività che di razionalità.
      • Gizmo scrive:
        Re: Per chi non lo sapesse..
        - Scritto da: dont feed the troll
        Le eccezioni non modificano le regole, le
        confermano.In ambito scientifico le eccezioni NON possono confermare una regola
    • a n o n i m o scrive:
      Re: Per chi non lo sapesse..
      - Scritto da: Gizmo
      Ho letto dei commenti che definirei, per essere
      gentile, quantomeno "curiosi". A chi pensa che la
      programmazione sia roba da uomini (daltronde si
      programma con gli attributi), ricordo che la
      prima programmatrice della storia fu Ada
      Lovelace, una donna, figlia di una matematica,
      con un padre poeta..tanto per sfatare i luoghi
      comuni.io ho portato in tesi la differenza tra M e F e il ruolo delle femmine nell'informatica, non sono tutti "luoghi comuni";potrei citarti nomi sconosciuti ai più (tanto per fare un esempio: spread spectrum : Hedy Lamarr) ma sul fatto che siano solo poche, (brillantissime!) eccezioni non c'è molto da contestare.fai un semplice conteggio e scoprirai da solo qual'è la verità.se poi non sai accettarla è per colpa di dottrine che ti sono state infilate a forza nel cervello (leggi: femminismo) che cercano di tenerti nel binario del "siamo tutti uguali", in quel caso non so proprio cosa dirti, credi a quel che vuoi.
      • Gizmo scrive:
        Re: Per chi non lo sapesse..
        Io credo a quello che sono, non ad altro
        • a n o n i m o scrive:
          Re: Per chi non lo sapesse..
          - Scritto da: Gizmo
          Io credo a quello che sono , non ad altrobene, allora fai una media di quante tra le doppioX fanno informatica e poi cerca di dargli una motivazione filosof-socio-culturale, perderai un sacco di tempo inutilmente ma forse alla fine ti sentirai appagata.appunto, le differenze tra maschi e femmine sono proprio queste (voi "sentite che..." , noi "constatiamo che..." ) :)
          • Gizmo scrive:
            Re: Per chi non lo sapesse..
            Mah farei più che altro un'analisi socio economica, ma poi alla fine perchè?
    • Upr scrive:
      Re: Per chi non lo sapesse..
      Un po di donne non fanno male...magari andiamo a lavoro piu sereni...(mogli e fidanzate a parte).Comunque non è vero che non sono brave. Non hanno un approccio "smanettone", e inizialmente pare che non capiscano niente ma vi assicuro dove conta la matematica, la logica o altro vanno forte...dateli fiducia....In piu se siete dei veri "nerd"...mi sa che l'unico contatto che avete con una donna è sul monitor....Saluti a tutti.....
    • Beppe scrive:
      Re: Per chi non lo sapesse..
      - Scritto da: Gizmo
      Ho letto dei commenti che definirei, per essere
      gentile, quantomeno "curiosi". A chi pensa che la
      programmazione sia roba da uomini (daltronde si
      programma con gli attributi), ricordo che la
      prima programmatrice della storia fu Ada
      Lovelace, una donna, figlia di una matematica,
      con un padre poeta..tanto per sfatare i luoghi
      comuni.Io non sono e non sono mai stato sessista, lavoro nell'IT dal lontano 1983, di donne ne ho viste, anche brave, ma aime dopo il matrimonio e i figli tutte hanno cambiato lavoro, sono migrate tutte a fare segretarie, o passa scartoffie a part time, questo è un dato di fatto, al max cinque anni e scappano, non possono far carriera in 5 anni, poi ci saranno le eccezioni ma in 25 anni di lavoro non l'ho ancora trovate!!!
    • Eccezione scrive:
      Re: Per chi non lo sapesse..
      - Scritto da: Gizmo
      Ho letto dei commenti che definirei, per essere
      gentile, quantomeno "curiosi". A chi pensa che la
      programmazione sia roba da uomini (daltronde si
      programma con gli attributi), ricordo che la
      prima programmatrice della storia fu Ada
      Lovelace, una donna, figlia di una matematica,
      con un padre poeta..tanto per sfatare i luoghi
      comuni.Un fatto.Altro fatto le donne in informatica sono poche.Cosa ne deduciamo?1) alle donne in media non piace molto l'informatica 2) oppure ne sono tenute lontano perche' e' un mondo maledettamente maschilista.Se sub 1) tutto regolare, una avra' diritto a fare quel che gli pare. 2) bisogna rimuovere gli ostacoli, mica per parita', forse la' fuori ci sono ottime programmatrici che magari fanno le psicologhe a ufo (o qualsiasi altra professione).Votate e' il caso 1 o il caso 2, secondo me un misto ma con prevalenza di 1. Sono d'accordo anche io che in genere le donne non vanno pazze per la tecnica. Gli uomini invece appena vedono roba di ferro e insomma complicatuccia sotto il profilo tecnico (un automobile, trattore, ruspa, treno, case di computer, palazzo ecc.) si divertono un mondo.Fin da bambini i maschietti le bambole le smontano, adorano le automobiline e tutta sta' roba qui. C'e' un qualche condizionamento culturale? Boh. Non ho pretesa di scientificita' sono solo impressioni. Di maschio ovviamente.
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: Per chi non lo sapesse..
        contenuto non disponibile
      • Gizmo scrive:
        Re: Per chi non lo sapesse..
        Anche io da piccolina adoravo le automobiline, quando vedevo qualche motore vecchio cercavo di smontarlo, appena vedevo il pc di mio padre mi ci attaccavo ma crescendo hanno cercato di educarmi da femminuccia e di limitarmi: non ci sono riusciti ma so cosa vuol dire sentirsi dire fasi del tipo "spego a lui come funziona perchè è un maschietto" e sentirsi trattata da imbecille.. poi è chiaro, se si è dall'altra parte certe cose non si possono immaginare e capisco chi fa certe obiezioni, propio perchè non ci è passato.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 17 novembre 2008 15.19-----------------------------------------------------------
        • dont feed the troll scrive:
          Re: Per chi non lo sapesse..
          miiiiiiiiiiiii si, abbiamo capito, sei donna, ci spacchi il "mulo" a tutti, e se solo non fossimo così cattivi ed egoisti le donne dominerebbero il mondo.Ma sopra ogni cosa, la qualità migliore di voi donne è l'obiettività.
          • Gizmo scrive:
            Re: Per chi non lo sapesse..
            Cosa c'entra quello che hai scritto tu con quello che ho scritto io? L'hai capito il post? :|
        • a n o n i m o scrive:
          Re: Per chi non lo sapesse..
          - Scritto da: Gizmo
          Anche io da piccolina adoravo le automobiline,
          quando vedevo qualche motore vecchio cercavo di
          smontarlo, appena vedevo il pc di mio padre mi ci
          attaccavo ma crescendo hanno cercato di educarmi
          da femminuccia e di limitarmi: non ci sono
          riusciti ma so cosa vuol dire sentirsi dire fasi
          del tipo "spego a lui come funziona perchè è un
          maschietto" e sentirsi trattata da imbecille..
          poi è chiaro, se si è dall'altra parte certe cose
          non si possono immaginare e capisco chi fa certe
          obiezioni, propio perchè non ci è
          passato.Una parola: Kibbutz .come mai lì le femmine, trattate esattamente come i maschi (fin da bambine, stessi vestiti, stessi giochi) sviluppano autonomamente le caratteristiche tipiche delle Donne (empatia, sensibilità verso il prossimo, etc etc) ?se fosse un mero fatto culturale allora si dimostrerebbe facilmente, ma così non è, come mai?il motivo è semplice: la genetica non è un'opinione e l'evoluzione neanche.in fondo, se nelle ultime 800 generazioni ci siamo comportati in un certo modo non sarà certo grazie ad alcune pazze (femministe) che butteremo via le reciproche abilità peculiari come invece cercano di fare da due generazioni a questa parte.
          • Gizmo scrive:
            Re: Per chi non lo sapesse..
            Non sto dicendo che siamo uguali, nè che noi siamo superiori (queste idee le lascio volentieri ad altri) intendo solamente che nessuno deve giudicare aprioristicamente le capacità di una persona dal sesso come sto leggendo continuamente in molti commenti. Ci sono anche modi differenti di risolvere i problemi ma validi entrambi. Per molti però la diversità invece di essere una risorsa mi sembra sia un motivo di esclusione. Bhe.. in effetti sarebbe una novità il contrario ;p-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 17 novembre 2008 23.41-----------------------------------------------------------
    • Dubbiolo scrive:
      Re: Per chi non lo sapesse..
      Beh, ha scritto programmi per una macchina mai costruita.Facile la vita.
  • Puffbacca scrive:
    Le scimmie femmine scelgono le bambole
    Un recente test su scimmie-bambini e scimmie-bambine ha dimostrato che - anche in assenza dell'influenza culturale e sociale esterna (difficile immaginare che le scimmie siano influenzate dalla pubblicità televisiva dei giocattoli sotto Natale) - le scimmie bambine tendono a scegliere giocattoli come bambole e scimmie bambini tendono a scegliere giocattoli con il quale esprimere azioni cinetiche.Se qualcuno ha qualche link così si può leggere la notizia spiegata anche meglio di come l'abbia spiegata io.Siamo diversi e abbiamo attitudini diverse.
  • dont feed the troll scrive:
    L'informatica è essenzialmente
    LOGICA e le donne e la logica sono concetti estranei vicendevolmente.
    • a n o n i m o scrive:
      Re: L'informatica è essenzialmente
      - Scritto da: dont feed the troll
      LOGICA e le donne e la logica sono concetti
      estranei
      vicendevolmente.esatto :)
  • a n o n i m o scrive:
    La differenza è nel cervello
    anzi, la differenza è nel corpo callosohttp://it.wikipedia.org/wiki/Formazioni_commissurali_interemisferichele femmine hanno un cervello leggermente più piccolo degli uomini, ma è più interconnesso.questo si riflette nel modo di pensare, i maschi riescono a concentrarsi meglio per fare un lavoro alla volta, riescono a "spegnere" tutti gli stimoli esterni/interni che li possono distrarre,viceversa, per una donna questo è più difficile poichè le varie zone, essendo maggiormente interconnesse, vengono usate sempre contemporaneamente tutte per ottenere una risoluzione dei problemitan'è vero che le femmine riescono a fare più cose contemporaneamente(e da qui nasce la differenza tra i maschi, logici e le femmine, emotive) -queste nozioni dovrebbero essere insegnate a scuola, le differenze sono importanti e da riconoscere per avere il reciproco rispetto, invece il femminismo ci ha infilato nella testa che "siamo tutti uguali" con le conseguenze che si vedono oggi [femminizazione dei maschi, puttanizzazione della società, violenze sulle donne etc]-
    • Gizmo scrive:
      Re: La differenza è nel cervello
      Sai che allora i pc funzionano come il cervello delle donne?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 17 novembre 2008 12.26-----------------------------------------------------------
      • dont feed the troll scrive:
        Re: La differenza è nel cervello
        - Scritto da: Gizmo
        Sai che allora i pc funzionano come il cervello
        delle
        donne?Cioè?Danno risultati impredicibili e indipendenti dall'input?
      • a n o n i m o scrive:
        Re: La differenza è nel cervello
        Modificato dall' autore il 17 novembre 2008 12.26
        --------------------------------------------------paragonare un costrutto elettrico con uno biologico di infiniti gradi di complessità maggiore è fuorviante.
      • Uby scrive:
        Re: La differenza è nel cervello
        Modificato dall' autore il 17 novembre 2008 12.26
        --------------------------------------------------Un PC esegue una singola operazione alla volta.E cmq il post precedente parlava di diversità, non di inferiorità.
      • tubero scrive:
        Re: La differenza è nel cervello
        Modificato dall' autore il 17 novembre 2008 12.26
        --------------------------------------------------No.Mi sembra assolutamente proprio il contrario:-le donne distinguono meglio le differenze delle sfumature dei concetti, l'uomo divide i concetti in simboli (il sistema binario, in prima approssimazione, non prevede sfumature).-le donne hanno pensiero circolare mentre l'uomo lineare (i thread informatici, in prima approssimazione, sono lineari)-le donne non eccellono in pensiero multidimensionale mentre l'uomo si (l'informatica si basa su modelli multidimensionali)-la donna e' carente in immaginazione, mentre l'uomo vi eccelle (la programmazione implica immaginazione)-la donna comprende meglio linguaggi articolati e complessi mentre l'uomo semplici e standardizzati (i linguaggi di programmazione sono, in prima approssimazione, semplici e basici)-etc etc... chi piu' ne ha, ne metta..
        • MegaJock scrive:
          Re: La differenza è nel cervello
          Lasciati dire che sei rimasto al 1950. Se di informatica capisci quanto capisci di donne, è normale che non trovi lavoro. :D
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: La differenza è nel cervello
        contenuto non disponibile
        • gran capo scrive:
          Re: La differenza è nel cervello
          Diciamo che gli uomini sono RISC e non si fondono ne' impallano e le donne sono CISC... magari cosi' cosi' suona piu' pertinente. Me pare nu poc 'na strunzat... cmq.
        • Gizmo scrive:
          Re: La differenza è nel cervello
          - Scritto da: unaDuraLezione
          - Scritto da: Gizmo

          Sai che allora i pc funzionano come il cervello

          delle

          donne?

          Ecco perché da quando gli ho affiancato il
          portatile, il mio fisso mi tiene il
          broncio...Questa è bella ;)
    • AMEN scrive:
      Re: La differenza è nel cervello
      - Scritto da: a n o n i m o
      anzi, la differenza è nel corpo calloso
      http://it.wikipedia.org/wiki/Formazioni_commissura
      Al corso di psicologia dinamica, anni fa, il docente ci fece vedere delle immagini che venivano percepite in maniera diversa a seconda che si fosse maschi o femmine.
      • dont feed the troll scrive:
        Re: La differenza è nel cervello
        - Scritto da: AMEN
        - Scritto da: a n o n i m o

        anzi, la differenza è nel corpo calloso


        http://it.wikipedia.org/wiki/Formazioni_commissura


        Al corso di psicologia dinamica, anni fa, il
        docente ci fece vedere delle immagini che
        venivano percepite in maniera diversa a seconda
        che si fosse maschi o
        femmine.Scena tipica: donna nuda su un letto.I maschi ci vedevano un invito a nozze.Le donne notavano il disordine.
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: La differenza è nel cervello
          contenuto non disponibile
          • dont feed the troll scrive:
            Re: La differenza è nel cervello
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: dont feed the troll


            Scena tipica: donna nuda su un letto.

            I maschi ci vedevano un invito a nozze.

            Le donne notavano il disordine.

            E gli informatici notavano solo la marca del PC
            sullo
            sfondo.Il computer era spento.Se ne deduce che montava Vista.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: La differenza è nel cervello
            contenuto non disponibile
  • Gizmo scrive:
    Condizionamenti esterni negativi
    Confermo, da donna, l'informatica per la maggior parte del gentil sesso è vista come una cosa strana e difficile ma solo perchè viene mostrata così. Daltronde sfido chiunque ad affrontare con successo un compito quando fin dalla nascita gli è stato detto che non può superarlo per cause intrinseche alla sua natura e non per una mancaza di competenze. Le ragazze che conosco che non si sono fatte condizionare dagli stereotipi sono molto brave e creative. Poi è chiaro, c'è chi è portato e chi no, ma questo è un discorso più individuale che di genere.
    • Chiara scrive:
      Re: Condizionamenti esterni negativi

      Daltronde sfido chiunque ad affrontare con successo un
      compito quando fin dalla nascita gli è stato detto che non
      può superarlo per cause intrinseche alla sua natura e non
      per una mancaza di competenzeAggiungo:Oltre a dover sfidare stupide "convenzioni culturali" c'e' anche da mettere in conto il rapporto con un mondo estremamente sessista e pieno di pregiudizi, come conferma buona parte dei commenti a questo articolo.PS ho una laurea in ing.informatica, gioco ai giochi di ruolo solo testuali e non sono sovrappeso... (e non sono una cozza.. giusto per sfatare un altro classico mito dei geek che qui abbondano...)
  • HCK scrive:
    magari...
    Alle donne non interessa molto l' informatica? Almeno per quanto riguarda le mie conoscenze non ci sono molte donne a cui sta a cuore l' informatica...
  • tommaso scrive:
    meglio così
    e chi la vuole una donna che non si lava, non si stacca mai dal monitor, sovrappeso e che magari gioca ad un gioco di ruolo senza interfaccia grafica ? :p
  • Puffbacca scrive:
    Le donne non sono portate
    Cosa c'è di strano? Ci sono lavori in cui sono portati gli uomini e lavori in cui sono portate le donne.L'uguaglianza è una stronzata.Non siamo uguali, siamo diversi perché la diversità aiuta in natura e l'evoluzione ci ha fatto arrivare dove siamo.Donne meno forti che stanno a casa, fanno e allevano figli, raccolgono frutta e piccoli animali, intessono relazioni sociali.Uomini più forti che vanno a caccia, fanno lavori di fatica, si assumono più rischi e muoiono prima.L'informatica non è il pane delle donne, tutto qua.Non sempre, non tutte, ma la tendenza è quella.E lo dico io che ho una mamma che ha fatto la programmatrice (tanti anni fa). Oggi fa la docente informatica. In quale ruolo credete si trovi meglio? Ovviamente il secondo, più tipico delle donne.Mia moglie invece di tecnologia... be' lasciamo perdere, avete capito.
    • INgram scrive:
      Re: Le donne non sono portate
      - Scritto da: Puffbacca
      Cosa c'è di strano? Ci sono lavori in cui sono
      portati gli uomini e lavori in cui sono portate
      le
      donne.

      L'uguaglianza è una stronzata.

      Non siamo uguali, siamo diversi perché la
      diversità aiuta in natura e l'evoluzione ci ha
      fatto arrivare dove
      siamo.

      Donne meno forti che stanno a casa, fanno e
      allevano figli, raccolgono frutta e piccoli
      animali, intessono relazioni
      sociali.

      Uomini più forti che vanno a caccia, fanno lavori
      di fatica, si assumono più rischi e muoiono
      prima.

      L'informatica non è il pane delle donne, tutto
      qua.
      Non sempre, non tutte, ma la tendenza è quella.

      E lo dico io che ho una mamma che ha fatto la
      programmatrice (tanti anni fa). Oggi fa la
      docente informatica. In quale ruolo credete si
      trovi meglio? Ovviamente il secondo, più tipico
      delle
      donne.

      Mia moglie invece di tecnologia... be' lasciamo
      perdere, avete
      capito.Non avrei saputo descriverlo meglio, quoto appieno.
      • Robert Oppenheime r scrive:
        Re: Le donne non sono portate


        L'informatica non è il pane delle donne, tutto

        qua.

        Non sempre, non tutte, ma la tendenza è quella.E pensare che una volta dicevano lo stesso sulledonne insegnanti, sulle donne medico...sono cambiate le donne? o sono cambiate altre cose?Lo stato di fatto, non è sempre dovuto o da rispettare.Qui c'è da capire il perchè le donne non sono attratteda queste professioni e cercare di evitare questo.Più donne in un campo non è un obbiettivo per "la parità"ma per l'evoluzione del campo.proprio perchè siamo diversi arriviamo a soluzioni diversee quindi 100 uomini potrebbero non trovare facilmentequello che una donna si.E chi vi scrive lavorando nel campo ha avuto la fortuna di trovarne solo 1 di donna in vita sua che sapesse di cosa sia la programmazione.(e me ne dispiace)
    • asd scrive:
      Re: Le donne non sono portate
      perche' euna donna e' troia se si fa tnati uomini e se un maschio se ne fa tante e' un figo?per me l'uguaglianza e' uscire da questi stupidi schemi, quello che scrivi tu e' solo un fattore fisico e non c'entra nulla.....
      • chissa scrive:
        Re: Le donne non sono portate
        Il maschio torna a casa incinto senza sapere chi è "il" madre? Anche questa è una discriminazione... di fatto e non di diritto con il resto che ne consegue...
      • BLah scrive:
        Re: Le donne non sono portate
        - Scritto da: asd
        perche' euna donna e' troia se si fa tnati uomini
        e se un maschio se ne fa tante e' un
        figo?Vediamo di andarci a studiare cosa vuol dire poligamia, e il perché il compito dell'uomo "in natura era" fecondare il più possibile per preservare la specie.Quindi troverai la conferma a quello che hai scritto, sostituendo la parola "figo" a "normale".
  • ninjaverde scrive:
    LeDonne
    Le donne generalmente sono più furbe degli uomini.Probabilmente il settore non favorisce o incentiva abbastanza i tecnici e o scienziati del settore. Le donne lo sanno e se ne stanno alla larga.
    • chissa scrive:
      Re: LeDonne
      E si butta su facolta' umanistiche tipo lettere e filosofia... ^_^
      • PGStargazer scrive:
        Re: LeDonne
        - Scritto da: chissa
        E si butta su facolta' umanistiche tipo lettere e
        filosofia...
        ^_^Per forza come modella o soubrette televisiva non va tanto avanti quando invecchia
  • Billo Gateso & Linusso Torvaldis scrive:
    Le donne hanno capito che....
    Con l'informatica ormai non si guadagna un......
  • noncapisco scrive:
    allarmante???
    "Nell'IT statunitense l'universo femminile latita. Lo confermano i nuovi studi che segnalano una tendenza allarmante"ma perche' dovrebbe essere allarmante? non e' che se in un settore ci stanno poche donne la cosa deve essere per forza dovuta a discriminazioni o altre cose allarmanti, magari semplicemente alle donne mediamente non interessa l'informatica, cosi' come mediamente agli uomini possono non interessare dei campi nei quali la presenza delle donne e' predominante
  • Gengis Khan scrive:
    mancanza di immaginazione
    Uomo e Donna hanno capacita' e qualita' equivalenti ed equipotenti *ma non uguali*. Da centinaia di migliaia di anni la selezione evolutiva ha esacerbato alcuni aspetti differenti a livello mentale tra i due sessi in modo che si completassero, *e non duplicassero*: l'immaginazione ed il pensiero multidimensionale e' una peculiare specializzazione maschile, e questo e' un fatto oggettivo comprovato e dimostrato oltre ogni ragionevole dubbio. Le Donne hanno molteplici vantaggi e specializzazioni mentali in altri ambiti (viene subito in mente il "multitasking femminile", per esempio), ma di certo la mancanza di immaginazione e' la cosa che piu' frena le Donne in questo campo e che invece da sempre ha reso quasi tutti gli uomini dei sognatori (e forse per questo un po' bambini).
    • cippa lippa scrive:
      Re: mancanza di immaginazione
      mi piacerebbe sapere se esistono dati scientifici su questo..ma tendo a crederci..l'uomo ha una capacità di spaziare con la mente che la donna sembra non possedere..una capacità di risolvere problemi anche partendo da punti che col quesito poco c'entrano..però qui il discorso non deve essere generalizzato, si sta parlando di una perdita di % in meno di 10 anni, quando ci si aspettava una crescita.per me la storia del nerd ha poco senso, è un po' che l'informatico non è più visto come il tizio che programma nel cubicolo, e neppure come semplice smanettone hardware.chissà qual è il vero motivo..e se c'è un unico motivo buono.
      • a n o n i m o scrive:
        Re: mancanza di immaginazione
        - Scritto da: cippa lippa
        mi piacerebbe sapere se esistono dati scientifici
        su questo..ma tendo a crederci..cerca i lavori di Alan e Barbara Pease, sono ...illuminanti :)
      • Gengis Khan scrive:
        Re: mancanza di immaginazione
        E' stato verificato uninfinità di volte sperimentalmente tracciando l'attivita' bioelettrica cerebrale che i maschi eccellono nella proiezione mentale sia immaginativa che spaziale multidimensionale e che la lateralizzazione dell'emisfero destro che risulta fisicamente congeniato per queste funzioni, e' lo stesso motivo per cui la Donna comprende meglio il significato delle comunicazioni rispetto ai maschi essendo carente sotto il profilo immaginativo ma specializzata dall'evoluzione in una differente applicazione. Anche se appare essere un tabu' il divulgare concetti che sembrano ledere l'immagine delle Donne ma in realta' e' giusto collocare lo sviluppo mentale femminile in specifici campi, importanti e notevoli, ma in cui l'immaginazione e' assai carente o comunque non paragonabile a quella degli Uomini (eccezioni a parte). La semplice risposta al fatto che pochissime donne, e sempre meno nel trend degli ultimi anni, siano attratte o comunque eccellenti in ambiti tecnologici, informatici, ma anche molto carenti in semplice orientamento ed in genere poco propense all'immaginazione, sta solo ed unicamente in un fatto genetico-evolutivo di cui non si deve aver vergogna di parlare chiaramente. Le donne mancano di immaginazione.
  • Sistemista scrive:
    La mia opinione
    Una opinione maschile.A parte le (per fortuna poche) cazzate sessiste che ho letto sopra, ho incontrato diverse donne ottime professioniste.Le donne hanno qualità come dedizione, attenzione, determinazione, ordine che consentono loro di mettere in piedi le cose senza nulla da invidiare agli uomini, spesso meglio. Creare un software o un sistema richiede anche queste qualità.Le emergenze? Ok, molte donne in emergenza si lasciano "prendere dal panico", ma anche molti uomini lo fanno e l'informatica vera NON dovrebbe essere fatta di sole emergenze.E' vero che moltissime donne farebbero meglio a stare lontano dall'informatica, ma questo è vero anche per molti uomini, anche professionisti del settore.Magari perchè qualcuno non prova a pensare che chi lavora nell'informatica fa di solito orari assurdi e una donna non sceglie questo mestiere proprio perchè sa che dovrà occuparsi di casa, figli e marito?
  • andy61 scrive:
    Vive la différence!
    Credo che a molti sfugga la differenza tra uguaglianza e parità di diritti .È sbagliato non offrire le medesime opportunità ad ambo i sessi, ma è altresì sbagliato pretendere che qualcuno faccia qualcosa che non gradisce.Credo che al giorno d'oggi (parlo come minimo per l'Italia del Nord, e per i paesi anglosassoni molto prima di noi) ben pochi genitori cerchino di forzare i figli a scegliere il proprio percorso di studi.Al limite vi sono genitori che cercano di spingere i figli a comparire a tutti i costi in televisione, ma questo è un altro discorso.Informatica, Fisica ... sono lí per essere scelte.Cosa vogliamo, offendere ulteriormente il sesso femminile prevedendo le quote rosa obbligatorie nelle università?Hanno superiori capacità di concentrazione e di determinazione, ma probabilmente hanno anche interessi ed obiettivi diversi, non lo ritenete possibile?In generale il sesso femminile non ama trovarsi alle quattro di mattina a cercare di far fare ad una macchina qualche cosa; ha invece, ringraziando il cielo, un approccio più estetico alla vita che lo porta ad apprezzarne e valorizzarne l'aspetto più legato alla sfera sentimentale che fisica.Il genere maschile tende invece maggiormente a cercare il significato recondito delle cose, il come funziona, e perché ...Ringraziando il cielo, esistiamo e siamo diversi proprio per complementarci.Laddove ci si aspetta che una donna faccia le cose degli uomini, non stupiamoci della frustrazione degli uomini che si trovano a volte costretti a dover competere, invece che convivere, con le donne.Sta terminando l'era della frustrazione delle donne in quanto limitate dall'uomo: vogliamo passare da un estremo all'altro?Insomma, vive la différence! Per dovere di chiarezza, intendo ribadire che con quanto ho scritto non intendo assolutamente significare che le donne devono fare la calza e gli uomini i meccanici.Che ciascuno faccia ciò che gli piace, e che tutti si adoperino perché non esistano condizionamenti nella scelta.Ma cerchiamo di non appiattire il mondo, così da avere uguali percentuali in ogni attività sia nel mondo femminile che maschile!
    • a n o n i m o scrive:
      Re: Vive la différence!
      - Scritto da: andy61
      Credo che a molti sfugga la differenza tra
      uguaglianza e parità di
      diritti .

      È sbagliato non offrire le medesime opportunità
      ad ambo i sessi, ma è altresì sbagliato
      pretendere che qualcuno faccia qualcosa che non
      gradisce.

      Credo che al giorno d'oggi (parlo come minimo per
      l'Italia del Nord, e per i paesi anglosassoni
      molto prima di noi) ben pochi genitori cerchino
      di forzare i figli a scegliere il proprio
      percorso di
      studi.

      Al limite vi sono genitori che cercano di
      spingere i figli a comparire a tutti i costi in
      televisione, ma questo è un altro
      discorso.

      Informatica, Fisica ... sono lí per essere scelte.

      Cosa vogliamo, offendere ulteriormente il sesso
      femminile prevedendo le quote rosa obbligatorie
      nelle
      università?

      Hanno superiori capacità di concentrazione e di
      determinazione, ma probabilmente hanno anche
      interessi ed obiettivi diversi, non lo ritenete
      possibile?

      In generale il sesso femminile non ama trovarsi
      alle quattro di mattina a cercare di far fare ad
      una macchina qualche cosa; ha invece,
      ringraziando il cielo, un approccio più
      estetico alla vita che lo porta ad
      apprezzarne e valorizzarne l'aspetto più legato
      alla sfera sentimentale che
      fisica.

      Il genere maschile tende invece maggiormente a
      cercare il significato recondito delle cose, il
      come funziona, e perché
      ...

      Ringraziando il cielo, esistiamo e siamo diversi
      proprio per
      complementarci.
      Laddove ci si aspetta che una donna faccia le
      cose degli uomini, non stupiamoci della
      frustrazione degli uomini che si trovano a volte
      costretti a dover competere, invece che
      convivere, con le
      donne.
      Sta terminando l'era della frustrazione delle
      donne in quanto limitate dall'uomo: vogliamo
      passare da un estremo
      all'altro?

      Insomma, vive la différence!


      Per dovere di chiarezza, intendo ribadire che con
      quanto ho scritto non intendo assolutamente
      significare che le donne devono fare la calza e
      gli uomini i
      meccanici.

      Che ciascuno faccia ciò che gli piace, e che
      tutti si adoperino perché non esistano
      condizionamenti nella
      scelta.
      Ma cerchiamo di non appiattire il mondo, così da
      avere uguali percentuali in ogni attività sia nel
      mondo femminile che
      maschile!Quoto in toto.
  • Michele Montanari scrive:
    Secondo me le donne sono furbe
    Pagati male, bistrattati, indispensabili solo quando avvengono catastrofi nucleari totali (informaticamente parlando), con tanti impegni e poche gratifiche.A parte quelle veramente dedite alle sfide, nessuna si prende questo tipo di lavoro.
  • Gennarino scrive:
    Ah ecco!
    Notavo un certo miglioramento...
  • di passaggio scrive:
    sec me...
    son più intelligenti e han capito in anticipo che il settore nn è bello, nè conveniente, nè ecc ecc ecc
    • safag scrive:
      Re: sec me...
      - Scritto da: di passaggio
      son più intelligenti e han capito in anticipo che
      il settore nn è bello, nè conveniente, nè ecc ecc
      eccin svizzera guadagno 15.000 euro al mese e faccio l'informatico
      • di passaggio scrive:
        Re: sec me...
        sì sì... bravo.
        • di passaggio scrive:
          Re: sec me...
          anche se così fosse (e lo auguro per te) sei uno 0,000001% tra tutti... poi cmq nn si sa cosa fai di preciso, quante ore lavori, ecc ecc... presumo che ci sia gente che prenda anche 20.000 euro al mese nell'informatica, ma nn si parla di sparute minoranze qui.
  • Stefano A.Rimini scrive:
    nervi saldi..direi di no.
    Quando un intero ced al lunedì mattina alle 8 è down andre in panico ,preoccuparsi dei capelli del trucco o avere meno pazienza del solito perchè si è in quelle due settimane storte del mese NON AIUTA. Per la mia esperienza ( 13 anni che lavoro in informatica ) non ho ancora visto una donna capace di stare tranquilla (NO-PANIC)in situazioni di emergenza , accettare critiche NON come un fatto personale e altre quisquilie..mi spiace , ma non è razzismo e tanto meno maschilismo. Anzi a volte la fantasia femminile potrebbe risultare vincente nella risoluzione di problemi ma finchè le donne non la capiscono sul COME ci si deve comportare e NON sul perchè vengono criticate non farranno molta strada in informatica..sorry.
    • Gengis Khan scrive:
      Re: nervi saldi..direi di no.
      la questione sul ced down e' ininfluente e non pertinente dato che l'informatico/a non e' solo al ced, anzi il ced da tirare su e' una situazione marginale rispetto alla questione globale della presenza femminile in informatica. Thread chiuso.
      • Stefano A.Rimini scrive:
        Re: nervi saldi..direi di no.
        Il ced giù al lunedì è uno dei tanti problemi che un informatico affronta , è un esempio e come tale è pertinente. Se lei è della redazione , non la capisco in questo tono, ma tant'è. Se non lo è ..potrebbe andare tranquillamente a quel paese.
        • Robert Oppenheime r scrive:
          Re: nervi saldi..direi di no.

          Quando un intero ced al lunedì mattina alle 8 è down andre in
          panico ,preoccuparsi dei capelli del trucco o avere meno
          pazienza del solito perchè si è in quelle due settimane
          storte del mese NON AIUTA. Per la mia esperienza ( 13 anni che
          lavoro in informatica ) non ho ancora visto una donna capace
          di stare tranquilla (NO-PANIC)in situazioni di emergenzaHai ragione si vedono sempre come le donne in condizionedi emergenza (prendiamo per esempio dottori in un pronto soccorso) sianno assolutamente incapaci di rimanere calmi e salvare la vita ai loro pazienti.Sono sicuro che ogni volta che entra un malato in pronto soccorso viene lasciato morire mentre loro si rifanno il trucco.Che strano che non se ne parli mai di questo..(è sarcasmo per chi non lo avesse capito)
          • chissa scrive:
            Re: nervi saldi..direi di no.
            Sara' per questo che le baronie mediche sono quasi sempre maschili?
          • Robert Oppenheime r scrive:
            Re: nervi saldi..direi di no.
            - Scritto da: chissa
            Sara' per questo che le baronie mediche sono
            quasi sempre
            maschili?Perché sappiamo che le baronie sono basate sulle meritocraziae sull'eccellenza dei loro membri..
  • flush scrive:
    e agli esami flush delle ragazze...
    Non lo so ma le mie amiche passavano sempre agli esami e io no nonostante avessimo la stessa preparazione....!?!Sono tutte brave...ma passano sempre comunque...il povero professone era molto molto debole...w il flush().
    • Sogliola scrive:
      Re: e agli esami flush delle ragazze...
      secondo me nel settore ci sono poche donne perche' la logica di un elaboratore e' basata su codice binario, 0 e 1, nessuna possibile sfumatura in mezzo. La mia ex mi diceva sempre che io vedo le cose o banche o nere (ops..). Le donne invece (causa biologia diversa) sono portate a vedere le cose in tutte le loro possibili sfumature. A questo si aggiunge l'approccio alla risoluzione di un problema, che nel caso degli uomini e' grezzo pratico ma efficace, nel caso delle donne non lo so perche' non sono donna, ma di sicuro e' meno stringente.Concludo con un piccolo fl4me:"se gli uomini avessere avuto il ciclo, avrebbero inventato il motore a mestruo...." Anonimo.saluti a tutte le signorine.
      • emboss scrive:
        Re: e agli esami flush delle ragazze...
        - Scritto da: Sogliola
        secondo me nel settore ci sono poche donne
        perche' la logica di un elaboratore e' basata su
        codice binario, 0 e 1, nessuna possibile
        sfumatura in mezzo. La mia ex mi diceva sempre
        che io vedo le cose o banche o nere (ops..). Le
        donne invece (causa biologia diversa) sono
        portate a vedere le cose in tutte le loro
        possibili sfumature. A questo si aggiunge
        l'approccio alla risoluzione di un problema, che
        nel caso degli uomini e' grezzo pratico ma
        efficace, nel caso delle donne non lo so perche'
        non sono donna, ma di sicuro e' meno
        stringente.

        Concludo con un piccolo fl4me:

        "se gli uomini avessere avuto il ciclo, avrebbero
        inventato il motore a mestruo...."
        Anonimo.

        saluti a tutte le signorine.ma lol:D
      • safag scrive:
        Re: e agli esami flush delle ragazze...
        - Scritto da: Sogliola
        secondo me nel settore ci sono poche donne
        perche' la logica di un elaboratore e' basata su
        codice binario, 0 e 1, nessuna possibile
        sfumatura in mezzo. La mia ex mi diceva sempre
        che io vedo le cose o banche o nere (ops..). sicuramente sei ingegnere
  • Luoghi Comuni scrive:
    A occhio il testosterone aiuta
    Nelle materie tecniche il testosterone aiuta. Non so perche' ma e' cosi', si intasa il lavello? Tocca al maschietto. Il gioco del bimbo si scassa? Tocca al maschietto. Ecc. ecc.Ci sono ovvie eccezioni ma mediamente i maschi nelle materie tecniche se la cavano di piu'. Le donne molto meglio nella teoria, in genere sono studenti migliori, ma quando tocca mettere in pratica non c'e' gioco.Comunque le signore facciano quel che vogliono, il punto critico non e' che sono poche ma che ci siano eventuali barriere. Se sono loro a scegliere qualcosa d'altro non vedo perche' bisogna obbligarle a scegliere percorsi di studi che non amano.
  • black_hole scrive:
    ...quello che non si dice....
    ...è che se entri:
    in banca
    sono tutte donne
    alle poste
    sono tutte donne
    in comune
    sono tutte donne
    in provincia
    sono tutte donne
    in regione
    sono tutte donne
    in biblioteca
    sono tutte donne
    in una scuola elementare
    sono tutte donne
    in una scuola media
    sono tutte donne
    in un qualsiasi ente
    sono tutte donne
    in un qualsiasi ufficio
    sono tutte donne...il padreterno ha previsto uomo + donna = armonia
    equilibrio, ...due "metà" con competenze e ruoli diversificati che si attirano per completarsi...le lobby imprenditoriali avvallate ovviamente dalla politica, amica di sempre NON vuole questa armonia, danneggia il business.... da quì l'esigenza di instaurare una "guerra fredda" tra i sessi stimolando le donne all'invidia del pene..... che a differenza degli uomini i quali sono felici di esser uomini molte donne non sono "a proprio agio" ad esser tali.... violentate psicologicamente e sistematicamente dai media che fatalità sono proprio in mano ad imprenditoria e politica, con la conseguenza che le hanno "svuotate" di ogni valenza femminile.......negli ultimi 40anni ha funzionato alla grande..... per il futuro si vedrà....
    • Dio scrive:
      Re: ...quello che non si dice....
      - Scritto da: black_hole
      ...il padreterno ha previsto uomo + donna =
      armonia
      equilibrio, ...due "metà" con
      competenze e ruoli diversificati che si attirano
      per
      completarsiFigliuolo, cos'hai fumato oggi?
  • nino scrive:
    E' colpa di Microsoft
    Per me è colpa di microsoft e cerco di dirlo in poche parole:oggi, genericamente, si identifica il mondo IT con i sistemi(dis)operativi di casa Redmond. E allora il mondo IT diventaun mondo di inefficienza, di virus, di chiusura...Le donne che, notoriamente, sono più sensibili, passionali(e anche razionali IMHO), si allontanano da questa tristerealtà.Io faccio parte di una grossa community GNU/Linux: lì le donne,invece, aumentano a vista d'occhio e, una volta entrate in quelnuovo e affascinante universo, difficilmente se ne allontanano.Meditate, gente, meditate...
    • CCNL scrive:
      Re: E' colpa di Microsoft
      - Scritto da: nino
      Per me è colpa di microsoft e cerco di dirlo in
      poche
      parole:
      oggi, genericamente, si identifica il mondo IT
      con i
      sistemi
      (dis)operativi di casa Redmond. E allora il mondo
      IT
      diventa
      un mondo di inefficienza, di virus, di chiusura...
      Le donne che, notoriamente, sono più sensibili,
      passionali
      (e anche razionali IMHO), si allontanano da
      questa
      triste
      realtà.
      Io faccio parte di una grossa community
      GNU/Linux: lì le
      donne,
      invece, aumentano a vista d'occhio e, una volta
      entrate in
      quel
      nuovo e affascinante universo, difficilmente se
      ne
      allontanano.
      Meditate, gente, meditate...visto che le comuinità Linux sono sparse per il mondo potrebbero occuparsi non solo del lato tecnico, ma anche di quello contrattuale...
    • BLah scrive:
      Re: E' colpa di Microsoft
      Sì sì è colpa di Vista! E soprattutto di UAC!! Windowz al tappetoz!
    • Qualcuno2 scrive:
      Re: E' colpa di Microsoft
      lol...
    • di passaggio scrive:
      Re: E' colpa di Microsoft
      giuro che è la più grossa cavolata mai letta su PI!!!!
    • Lupululi scrive:
      Re: E' colpa di Microsoft
      Che cavolata super mega iper galattica...Ma davvero credi a quello che hai detto ???
      • nino scrive:
        Re: E' colpa di Microsoft
        - Scritto da: Lupululi
        Che cavolata super mega iper galattica...
        Ma davvero credi a quello che hai detto ???Certo che ci credo, come non credo alla sincerità dei vostri interventi.Spudorati FUDDER prezzolati da M$!
  • che schifo scrive:
    schiavitù dell'era moderna
    mah non so come funzioni in america, ma per quanto riguarda l'italia non sono soltanto le donne a scappare via dal campo dall'informatica.la verità è quando inizi a studiare l'informatica, sogni di diventare sviluppatore ed arricchirti grazie a lavori e ad invenzioni geniali.ma poi ti ritrovi, come me, a fare lo schiavo quasi 24 ore su 24 di quattro imbecilli che ne sanno meno di te e che, non contenti, ti pagano pure una miseria.e se non ti sta bene arrivederci e grazie.le donne hanno sempre avuto una mentalità più pratica e se loro non vedono un futuro positivo in tutto questo, allora forse hanno ragione.scusate se vi ho rattristato la giornata.
    • MegaJock scrive:
      Re: schiavitù dell'era moderna
      - Scritto da: che schifo
      la verità è quando inizi a studiare
      l'informatica, sogni di diventare sviluppatore ed
      arricchirti grazie a lavori e ad invenzioni
      geniali.Ed ecco perchè prima di metterti a studiare qualsiasi cosa dovresti fare un po' di ricerca.SVEGLIA! La vita è una sola e l'indirizzo che decidete di dare ai vostri studi non è una decisione da prendere alla leggera. Vi giocate TUTTO. In seguito non avrete più tempo e, molto spesso, risorse economiche, per buttarvi su un nuovo corso e anche se poteste farlo, ne uscireste troppo vecchi per il mercato del lavoro.Oggi disoccupato a 35 anni = disoccupato per sempre. E il limite d'età sta diventando sempre più piccolo: la verità è che se non trovate lavoro entro 2 anni dalla laurea, è la fine. Quello che avete studiato deciderà la vostra condizione economica - cioè la vostra vita - fino alla morte.
      ma poi ti ritrovi, come me, a fare lo schiavo
      quasi 24 ore su 24 di quattro imbecilli che ne
      sanno meno di te e che, non contenti, ti pagano
      pure una
      miseria.Non sono poi tanto imbecilli se guadagnano più di te e possono permettersi di trattarti così. Hai mai considerato il fatto di essere oscenamente ridondante? La verità è che sei pagato per quello che è il tuo valore sul mercato. Perchè darti un centesimo di più quando il signor Iamanindian di Bumfuckay nella provincia di Lawhore può fare il tuo lavoro altrettanto bene a una frazione del costo?Quello che non riuscite ad accettare è che l'IT, certamente in Italia (ma è ormai un fenomeno universale)è un settore talmente inflazionato che chiunque abbia un minimo di discernimento lo escluderebbe dal proprio futuro, a meno che per "futuro" non intenda "sfamarsi con resti di hamburger pescati dal cassonetto".
      e se non ti sta bene arrivederci e grazie.
      Certo, perchè, dovrebbero farti la carità? Se ti trattano così c'è un motivo, e il motivo è che anche se te ne vai, c'è uno sciame di sfigati là fuori pronti a lavorare per due sputi in faccia.Non contate niente, non avete potere contrattuale, è già tanto che vi permettano di respirare.Poi si chiedono perchè le donne stanno lontane dall'IT: chi glielo fa fare, a chiunque abbia un minimo di intelligenza, di buttarsi in un campo dove si sa in partenza che si sarà sottopagati, sfruttati, eternamente rimpiazzabili, svalutati, costretti ad aggiornarsi continuamente e a sgobbare E studiare al medesimo tempo?E tutto questo per dei sogni che ormai dovrebbero essere tramontati da un pezzo. Le killer apps, i giochi di successo, sono costruiti da grandi team con forti sostegni da parte dell'industria dell'intrattenimento.Ma voi non ci sentite, vero? Poi magari producete anche software FOSS. Come dire, sgobbo come un matto e poi REGALO il mio lavoro per poi potermi dire "ZOMG, sono un grande acaro, guardate quanta gente scarica le mie cose, ci ho centinaia di friends su livejournal, stasera mangio pasta scotta in bianco e rispetto di nerd".Bravi, bravi, continuate così.
      • di passaggio scrive:
        Re: schiavitù dell'era moderna

        Ed ecco perchè prima di metterti a studiare
        qualsiasi cosa dovresti fare un po' di
        ricerca.

        SVEGLIA! La vita è una sola e l'indirizzo che
        decidete di dare ai vostri studi non è una
        decisione da prendere alla leggera. Vi giocate
        TUTTO. In seguito non avrete più tempo e, molto
        spesso, risorse economiche, per buttarvi su un
        nuovo corso e anche se poteste farlo, ne
        uscireste troppo vecchi per il mercato del
        lavoro.e fin qui d'accordo su tutto... però prima di iscriversi a 1 corso non lo si conosce già... nn si è coscienti delle inutilità che andrai a studiare o più semplicemente del fatto che magari quel settore, visto in maniera approfondità, poi nn ti piace: lo scoprirai solo alla fine qsto!

        Oggi disoccupato a 35 anni = disoccupato per
        sempre. E il limite d'età sta diventando sempre
        più piccolo: la verità è che se non trovate
        lavoro entro 2 anni dalla laurea, è la fine.
        Quello che avete studiato deciderà la vostra
        condizione economica - cioè la vostra vita - fino
        alla
        morte.esageratooo! certo x buona sostanza hai ragione.
        Non sono poi tanto imbecilli se guadagnano più di
        te e possono permettersi di trattarti così. nemmeno i mafiosi allora sono imbecilli... nemmeno gli strozzini... lasciando stare l'iperbole, insomma son furbi, ma nn vuol dire ke se si è ottusi, anche se va bene, lo si debba rimanere per sempre.
        Hai
        mai considerato il fatto di essere oscenamente
        ridondante? La verità è che sei pagato per quello
        che è il tuo valore sul mercato. Perchè darti un
        centesimo di più quando il signor Iamanindian di
        Bumfuckay nella provincia di Lawhore può fare il
        tuo lavoro altrettanto bene a una frazione del
        costo?
        Quello che non riuscite ad accettare è che l'IT,
        certamente in Italia (ma è ormai un fenomeno
        universale)
        è un settore talmente inflazionato che chiunque
        abbia un minimo di discernimento lo escluderebbe
        dal proprio futuro, a meno che per "futuro" non
        intenda "sfamarsi con resti di hamburger pescati
        dal
        cassonetto".ecco xkè sarebbe buona cosa regolamentare il settore... un albo degli informatici, stipendi e retribuzioni minime fissate per legge, ecc ecc ecc.
        Certo, perchè, dovrebbero farti la carità? Se ti
        trattano così c'è un motivo, e il motivo è che
        anche se te ne vai, c'è uno sciame di sfigati là
        fuori pronti a lavorare per due sputi in
        faccia.son qsti sfigati il problema.Io mi sento un informatico scarso, ma nn per questo mi svendo.
        Non contate niente, non avete potere
        contrattuale, è già tanto che vi permettano di
        respirare.appunto.. siamo sempre lì. regolamentare!!
        Poi si chiedono perchè le donne stanno lontane
        dall'IT: chi glielo fa fare, a chiunque abbia un
        minimo di intelligenza, di buttarsi in un campo
        dove si sa in partenza che si sarà sottopagati,
        sfruttati, eternamente rimpiazzabili, svalutati,
        costretti ad aggiornarsi continuamente e a
        sgobbare E studiare al medesimo
        tempo?appunto, le donne son più intelligenti a quanto pare.

        E tutto questo per dei sogni che ormai dovrebbero
        essere tramontati da un pezzo. Le killer apps, i
        giochi di successo, sono costruiti da grandi team
        con forti sostegni da parte dell'industria
        dell'intrattenimento.addiritura pensi ai giochi... pensi veram in grande!cmq si può aver successo trovando le giuste nicchie di mercato ;-) fidati

        Ma voi non ci sentite, vero? Poi magari producete
        anche software FOSS. Come dire, sgobbo come un
        matto e poi REGALO il mio lavoro per poi potermi
        dire "ZOMG, sono un grande acaro, guardate quanta
        gente scarica le mie cose, ci ho centinaia di
        friends su livejournal, stasera mangio pasta
        scotta in bianco e rispetto di
        nerd".Qui hai tutta la mia approvazione! (anche se nn conosco il significato di qlke parola :-)
      • INgram scrive:
        Re: schiavitù dell'era moderna
        Megajock, che tristezza di vita trapela dai tuoi concetti, lasciatelo dire, spero vivamente che tu non sia relamente cosi ed abbia voluto scrivere alcune baggianate cosi tanto per scrivere.Se non ci sono sogni o speranze, non ci sono emozioni, una persona deve fare ciò che sente di fare, non quello che viene pagato di piu.E vedo che cose come appagamento personale non sai neppure dove stiano.L'Italia è sempre stata patria di pensatori e grandissimi creativi, geni, artisti, credi davvero che sia stato un modo di pensare come il tuo che ha favorito tanta magnificenza ?Complimeti !
        • MegaJock scrive:
          Re: schiavitù dell'era moderna
          - Scritto da: INgram
          Se non ci sono sogni o speranze, non ci sono
          emozioni, una persona deve fare ciò che sente di
          fare, non quello che viene pagato di
          piu.Se non ci sono soldi, non ci sono neanche sogni o speranze. Se pensi il contrario, sono curioso di vedere cosa dirai agli ufficiali giudiziari quando verranno a pignorarti il gnaus.
          L'Italia è sempre stata patria di pensatori e
          grandissimi creativi, geni, artisti, credi
          davvero che sia stato un modo di pensare come il
          tuo che ha favorito tanta magnificenza
          ?
          Quei creativi, geni, pensatori e artisti hanno potuto esprimersi perchè c'era chi li manteneva. C'erano mecenati e nobili vari a sostenerli.Oggi non è più così: ognuno per se. E' il prezzo del mercato e della democrazia.Se poi vuoi vivere come Modigliani e crepare in qualche stamberga di Monparnasse con i topini che ti fanno ciao, cavoletti tuoi.
          • INgram scrive:
            Re: schiavitù dell'era moderna
            - Scritto da: MegaJock
            Se non ci sono soldi, non ci sono neanche sogni o
            speranze. Se pensi il contrario, sono curioso di
            vedere cosa dirai agli ufficiali giudiziari
            quando verranno a pignorarti il
            gnaus.Guarda non so cosa sia sto gnaus, scusa l'ignoranza, ma ti posso dire che soldi e sogni stanno proprio agli esatti antipodi, se sogni non hai soldi e se hai soldi sogni ne hai pochi.
            Se poi vuoi vivere come Modigliani e crepare in
            qualche stamberga di Monparnasse con i topini che
            ti fanno ciao, cavoletti
            tuoi.Magari lui, nella sua povertà viveva meglio di te, di una cosa sono certo, ora è storia e ricordato nei secoli, e tu, con tutte le tue certezze radicate, ne sarai altrettanto capace ?
      • pinco101 scrive:
        Re: schiavitù dell'era moderna


        Non sono poi tanto imbecilli se guadagnano più di
        te e possono permettersi di trattarti così. Hai
        mai considerato il fatto di essere oscenamente
        ridondante? La verità è che sei pagato per quello
        che è il tuo valore sul mercato. Perchè darti un
        centesimo di più quando il signor Iamanindian di
        Bumfuckay nella provincia di Lawhore può fare il
        tuo lavoro altrettanto bene a una frazione del
        costo?Gia perchè darti torto!! Hai ragione!! ma poi quelli furbi TE dove trovano i programmatori che fanno il vero lavoro....... ho abbandonato quel mestiere per uno stipendio molto più alto... ma se tutti ragionassero come me .... il mondo non crescerebbe. (Parabola dei TALENTI)... i programmatori sono persone e non operai .....mentre un amministrativo o un operaio può facilmente essere sostituito per un programmatore non è sempre così .... questo è IL difficile da far capire agli imprenditori italiani...
        • Mah boh scrive:
          Re: schiavitù dell'era moderna

          ... i programmatori sono persone e non operai
          .....Fammi capire... Gli operai non sono persone?Interessante...
          • kache scrive:
            Re: schiavitù dell'era moderna
            - Scritto da: Mah boh

            ... i programmatori sono persone e non operai

            .....

            Fammi capire... Gli operai non sono persone?
            Interessante...Concordo.
  • jobb scrive:
    meglio non averle intorno
    meglio almeno in questa campo non ci stanno intorno a rompere...tanto userebbero solo il pc per chattare o per dirti mi insegni questo e questo e questo...
    • Ciano scrive:
      Re: meglio non averle intorno
      - Scritto da: jobb
      tanto userebbero solo il pc
      per chattare o per dirti mi insegni questo e
      questo e questo...e poi sempre ad aggiornare il profilo su facebook :D
    • Susanna scrive:
      Re: meglio non averle intorno
      Prima di scrivere sarebbe meglio pensare ed evitare di generalizzare. Ci sono donne bravissime anche nel settore informatico, impiegate come analiste o che danno supporto alle migliaia di utenti che utilizzano i software realizzati per lo più da uomini.....Un software non deve essere solo implementato, deve essere ideato, commercializzato e assistito, altrimenti non serve a nessuno.Forse chi rompe davvero sono le persone ignoranti, che danno giudizi affrettati senza riflettere molto su ciò che affermano e che pensano che per essere dei bravi informatici sia sufficiente solo saper programmare.
      • INgram scrive:
        Re: meglio non averle intorno

        Forse chi rompe davvero sono le persone
        ignoranti, che danno giudizi affrettati senza
        riflettere molto su ciò che affermano e che
        pensano che per essere dei bravi informatici sia
        sufficiente solo saper
        programmare.Susanna, programmare è il cuore, l'apice dell'informatica, a differenza di altre professioni l'informatica è piramidale si parte dalle basi per arrivare in cima, non si puo programmare senza sapere come è fatta la macchina, poi c'è firmware e software e sempre programmazione è, ma non ho mai sentito di ragazze che facciano da analiste a codice per micoprocessori per cui li sono assenti ? L'informatica è vastissima non è perchè uno sta alla base significa che è un bravo informatico, ma solo che sa usare il pc.
      • Non Programamt ore scrive:
        Re: meglio non averle intorno
        - Scritto da: Susanna
        Prima di scrivere sarebbe meglio pensare ed
        evitare di generalizzare. Ci sono donne
        bravissime anche nel settore informatico,
        impiegate come analiste o che danno supporto alle
        migliaia di utenti che utilizzano i software
        realizzati per lo più da
        uomini.....
        Un software non deve essere solo implementato,
        deve essere ideato, commercializzato e assistito,
        altrimenti non serve a
        nessuno.
        Forse chi rompe davvero sono le persone
        ignoranti, che danno giudizi affrettati senza
        riflettere molto su ciò che affermano e che
        pensano che per essere dei bravi informatici sia
        sufficiente solo saper
        programmare.Direi che senza il programma non c'e' niente di niente e hai sopra, sotto, a lato della scrivania un pezzo di ferraglia inutile. Quindi il bravo informatico SA programmare. Poi c'e' posto per un sacco di altra gente, anche per me ovviamente che non so programmare pero' riconosco che la parte importante e che da' fama e' gloria e' scrivere del buon codice. Anche il sistemista merita fama e gloria ma solo se il programmatore ha fatto schifo, se ha lavorato bene il sistemista deve fare poco poco. Infine analisti, adetti al marketing e tutto il resto ma NON SONO INFORMATICI (tranne forse certi analisti che pero' se prima non hanno fatto i programmatori sono dei pipponi e basta).Ergo carissima se tu pensi che certe figure siano "buoni informatici", direi che l'assunto dell'articolo e' corretto nel tuo caso, tu non sei proprio del settore e quindi ci sono poche donne e non e' un delitto. Cosa cambia? Potete fare tantissimi altri lavori, anche questo se volete per quanto mi riguarda, ma se mediamente vi piace meno che ai maschi che problema c'e'?
      • dont feed the troll scrive:
        Re: meglio non averle intorno
        tipico discorso da donna che no nsa programmare.Tutti quelli che parlano di informatica dando risalto all"analisi" sono quelli che non sanno programmare.Cio' di cui non si rendono conto, è che non sapendo progammare no nsanno neanche far ben l'analisi, pensnao che scrivere luuunghi documenti pieni di paroloni serva a qualcosa.Una buona analisi la fa chi sa fare buoni programmi.Chi dice il contrario, no nconosce il mestiere.
  • Coso scrive:
    Bah...
    Nella mia facoltà la tendenza è decisamente invertita...
    • GodEnemy scrive:
      Re: Bah...
      - Scritto da: Coso
      Nella mia facoltà la tendenza è decisamente
      invertita...Idem nel mio ITIS ad indirizzo informatico, le ragazze che si iscrivono sono in aumento.
  • Dostoevskij scrive:
    La donna
    Solo il diavolo sa cos'è: io non ci capisco niente.
  • BSD_like scrive:
    È così in tutte le scienze/tecniche
    In tutte le discipline scientifico/teciche accade. E non solo in Italia ma in tutto il mondo; non vedo il perchè l'informatica avrebbe dovuto esserne immune al fenomeno.La cosa preoccupante è magari che il fenomeno si accentua (e quindi si accentua la divisione sessuale tra la scienza/tecnica e le materie umaniste)
    • desyrio scrive:
      Re: È così in tutte le scienze/tecniche
      Veramente nell'articolo si dice il contrario, cioè che nelle altre aree scientifiche a livello universitario è stata raggiunta la parità.
      • BSD_like scrive:
        Re: È così in tutte le scienze/tecniche
        A parte che la stessa notizia dice che nelle discipline tecniche la differenza già esistente si è accentuata; ma cmq la ricerca a cui ci si riferisce nella notizia è localizzata ed ha validità in uno stato anglo-sassone dove già la differenza tra uomini e donne nelle discipline scientifiche era la più bassa del mondo (dovuto a motivi culturali: maggiori propensioni alla cultura scientifica tecnica).
  • la spertus scrive:
    ellen spertus citata nell'articolo
    [img]http://www.spertus.com/ellen/ellen.jpg[/img]
    • affamato scrive:
      Re: ellen spertus citata nell'articolo
      Toglile gli occhiali. Cambiale il taglio dei capelli. Falla bionda. Vestila in un certo modo e diventa una figa pazzesca.
      • si ma.. scrive:
        Re: ellen spertus citata nell'articolo
        http://people.mills.edu/spertus/Geek/tiè!
      • la spertus scrive:
        Re: ellen spertus citata nell'articolo
        - Scritto da: affamato
        Toglile gli occhiali. Cambiale il taglio dei
        capelli. Falla bionda. Vestila in un certo modo e
        diventa una figa
        pazzesca.[img]http://www.dailyhaha.com/_pics/extreme_makeover_redhead.jpg[/img]
      • Il Diavolo Nerd scrive:
        Re: ellen spertus citata nell'articolo
        Nah, spegni la luce e fai prima: più rapido, semplice ed economico. (rotfl)Ma tanto non te la dà neanche lei, sorry @^
      • dont feed the troll scrive:
        Re: ellen spertus citata nell'articolo
        ancora + semplice: girala e piegala a 90.
    • killex scrive:
      Re: ellen spertus citata nell'articolo
      Meeee che schifo...
    • frik-- scrive:
      Re: ellen spertus citata nell'articolo
      ma bravi idioti, forse è per questo che ci sono poche donne nell'it, se le vedete così (servono solo a far p.....i, quindi questa sarebbe da buttare)..ah, poi se son fighe son lì perchè l'han data a qc? nell'IT?Ma aprite gli occhi italioti del menga, abbiamo una ministra che è li si sa benissimo come, e nessuo di voi però ha detto un tubo, pecoroni e ignoranti.
  • Studentessa preoccupat a scrive:
    La verità è ke i maskietti ci temono
    kosa deve fare una povera ragazza in questo mondo di maski?t iscrivi a informatika e sei cirkondata da sfigatoni ke ti vogliono fare e t mettono a disagio, se non gliela dai dicono le peggio kose. Oppure ti bollano kome una nerd pazzoide perke' non stai a lettere moderne o perke' nn sei sposata a kasa a far la kasalinga e kurare i babies.No nn ci sto belli miei! Io kombatto la mia battaglia di donna! c son le donne soldato e c devono esser pure kuelle informatike!Io c'ho il login con facebook e myspace, sto aggiornata di brutto! Mika lo sanno usare solo i maskietti il computer!Ora vado ke mi sta smsssando il mio raga!
    • 3my78 scrive:
      Re: La verità è ke i maskietti ci temono
      La facoltà di Lettere ti avrebbe aiutato con l'ortografia:-)Cmq a parte questo, credo che il problema sia più radicale, in quanto non investe solo l'Italia. In Italia abbiamo molte carenze nelle strutture, ma fortunatamente cervelli ci sono. Vanno solamente indirizzati bene...http://3my78.blogspot.com/
    • r1348 scrive:
      Re: La verità è ke i maskietti ci temono
      Kakkio spero kmq ke te la kavi a informatika!
    • Massimilian o scrive:
      Re: La verità è ke i maskietti ci temono
      Ci sono un paio di appunti che vorrei muovere contro il tuo post.1 - Il tuo modo di scrivere ti qualifica: non hai azzeccato ne una "c" (forse manca il tasto sulla tua tastiera visto che sono tutte "k"), ne una maiuscola (anzi un paio le hai prese), piccolina.2 - "t iscrivi a informatika e sei cirkondata da sfigatoni ke ti vogliono fare e t mettono a disagio, se non gliela dai dicono le peggio kose." Non è assolutamente vero. Gli sfigatoni ci sono dappertutto. Ad informatica, cara mia, oltre che con gli altri informatici si ha a che fare con un sacco di altre persone piu o meno importanti, come rappresentanti aziendali o ricercatori di altre facoltà (basti pensare a progetti che coinvolgono aziende o inter-dipartimentali) in cui è importante fare come minimo una figura decente, dall'abbigliamento al linguaggio, et caetera et caetera et caetera (so che stai pensando che ho commesso un errore ma non lo è, è solo latino piccolina).3 - "c devono esser pure kuelle informatike!" Ben vengano. I dipartimenti non sono club esclusivi, forse in un dipartimento non ci sei mai stata, piccolina.4 - "Io c'ho il login con facebook e myspace, sto aggiornata di brutto! Mika lo sanno usare solo i maskietti il computer!" Ecco l'errore piu stupido che una persona commette prima di iscriversi ad un corso di informatica: pensare che si passi il tempo su "una login di facebook o myspace" o ad usare il computer, o ancora per imparare ad usare Office o prendere l'ECDL (in 5 anni dalle persone ne ho sentite di tutti i colori, mi sono sentito in imbarazzo al posto loro). Inoltre, in un corso di informatica che si rispetti, non devono mancare seri corsi di algebra, matematica, calcolo, statistica, altro che usare il computer o avere "la login di facebook e myspace", piccolina.5 - "Ora vado ke mi sta smsssando il mio raga!" Su questo non ho veramente parole.
      • desyrio scrive:
        Re: La verità è ke i maskietti ci temono
        Temo purtroppo che stiate dando da mangiare a un bel troll... guardate anche il nick (troll)
      • frik-- scrive:
        Re: La verità è ke i maskietti ci temono
        mazza oh ma quanti idioti...non ce n'è uno che ha capito che era un fake? non è neanche da definirsi ironico, solo un'idiozia come tante altre qui in italia quando si parla di parità dei diritti... fate pena e vi meritate tutta la m che ingoiate ogni giorno!
    • UnInformati co scrive:
      Re: La verità è ke i maskietti ci temono
      ihih.. scusa ma viene troppo da ridere a leggere "Io c'ho il login con facebook e myspace, sto aggiornata di brutto! Mika lo sanno usare solo i maskietti il computer!"se fare informatica fosse saper usare windows o navigare su internet, saremmo tutti dei geni nel campo...voglio vedere quando in azienda ti assumono e ti mettono su un progetto di un sistema bancario cn una mega architettura, migliaia di classi e il tuo capo arriva dopo 5 gg che sei stato assunto e ti dice: "c'è da fare questa fix"... e tu che devi entrare nell'ottica del sistema in funzione e soprattutto studiarti il dominio (bancario in questo caso), leggendoti un'analisi che non sempre ti basta!(e questa è la cosa + semplice, visto che fai + il programmatore che l'informatico vero)se poi ti trovi cn mansione di analista/progettista e ti vengono a dire: "da domani sei su quel progetto" del cui dominio nn sai niente e non ha niente a che fare cn l'informatica... ma c'è un committente che ha bisogno di quel sistema... ti tocca sbattere la testa sui libri mesi, imparare cose per te mai incontrate nei tuoi studi (un bel sistemone di gestione delle risorse umane)Allora altro che fare il login su facebook o myspace!ti trovi a progettare qlkosa che facebook lo contiene :PPer fare l'informatico non devi avere solo la passione per il computer, ma un'apertura mentale non indifferente... e tanta flessibilità ad adattarti a quello che il lavoro ti mette davanti ;)
      • Nome e cognome scrive:
        Re: La verità è ke i maskietti ci temono
        Intanto vi siete fatti fregare dal troll di turno. Non crederete davvero che sia di una femmina quel post.
        • Massimilian o scrive:
          Re: La verità è ke i maskietti ci temono
          Hai definitivamente ragione. Se fosse veramente una ragazza sarebbe troppo stupida per scrivere quelle cose e in quel modo.
        • Ha a scrive:
          Re: La verità è ke i maskietti ci temono
          Quotissimo.- Scritto da: Nome e cognome
          Intanto vi siete fatti fregare dal troll di
          turno. Non crederete davvero che sia di una
          femmina quel
          post.
          • J.M. scrive:
            Re: La verità è ke i maskietti ci temono
            Perfettamente d'accordo. E' una trollata (nessuno, anzi nessunA è davvero così idiota)
          • iogon scrive:
            Re: La verità è ke i maskietti ci temono
            - Scritto da: J.M.
            Perfettamente d'accordo. E' una trollata
            (nessuno, anzi nessunA è davvero così
            idiota)Tranne quelli che ci sono cascati (geek)
          • MegaJock scrive:
            Re: La verità è ke i maskietti ci temono
            - Scritto da: iogon
            - Scritto da: J.M.

            Perfettamente d'accordo. E' una trollata

            (nessuno, anzi nessunA è davvero così

            idiota)

            Tranne quelli che ci sono cascati (geek)Il che dimostra quanto siano fessi i frequentatori di PI.Capito perchè vi trattano da pezzenti, sfigati?
        • bdk scrive:
          Re: La verità è ke i maskietti ci temono
          Quoto ^^
          • Quotin Quotentino scrive:
            Re: La verità è ke i maskietti ci temono
            - Scritto da: bdk
            Quoto ^^Neanche sai cosa vuol dire:http://www.wordreference.com/enit/quote(rotfl)
      • di passaggio scrive:
        Re: La verità è ke i maskietti ci temono
        e qual è l'azienda sfigata che appena assunto ti metterebbe di fronte a situazioni del genere?
        • Might scrive:
          Re: La verità è ke i maskietti ci temono
          - Scritto da: di passaggio
          e qual è l'azienda sfigata che appena assunto ti
          metterebbe di fronte a situazioni del
          genere?Mi stavo chiedendo la stessa cosa... se io vedessi i miei capi mettere il codice del nostro software principale nelle mani ad uno/una che è qui da una settimana, sarei io a volermene andare il più presto possibile dall'azienda.
          • di passaggio scrive:
            Re: La verità è ke i maskietti ci temono
            ma guarda, addirittura io mettere il codice in mano lo vedo l'ultimo dei problemi... addirittura il tizio diceva di far fare analisi dal cliente o scelte di chissà quale tipo!
    • Emisfero scrive:
      Re: La verità è ke i maskietti ci temono
      Scrivendo come una gnurant, come fossi sul cellulare con le k e senza vocali, stai messa male, altro che nerd!. Innanzi tutto la lingua italiana, che sta diventando sempre più un'opinione, purtroppo. Se scrivi come dovresti stai certa che non passi per sfigata col complesso di non essere "in", come i maschietti trogloditi che se non si uniformano all'ignoranza generale del branco dicendo, in sostanza, "hurg" Anche io avere clava!", si sentono emarginati dalla vita. Sii te stessa e basta. E via le kappa!
    • BLah scrive:
      Re: La verità è ke i maskietti ci temono
      Ahaha dai dall'ultima frase è chiara l'ironia del post.. :)Mi stupisco di quelli che hanno scritto un poema in risposta. Ragazzi, take it easy...
    • Guido La Vespa scrive:
      Re: La verità è ke i maskietti ci temono
      (troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)
    • ic3cry scrive:
      Re: La verità è ke i maskietti ci temono
      - Scritto da: Studentessa preoccupat a
      kosa deve fare una povera ragazza in questo mondo
      di
      maski?
      t iscrivi a informatika e sei cirkondata da
      sfigatoni ke ti vogliono fare e t mettono a
      disagio, se non gliela dai dicono le peggio kose.
      Oppure ti bollano kome una nerd pazzoide perke'
      non stai a lettere moderne o perke' nn sei
      sposata a kasa a far la kasalinga e kurare i
      babies.

      No nn ci sto belli miei! Io kombatto la mia
      battaglia di donna! c son le donne soldato e c
      devono esser pure kuelle
      informatike!

      Io c'ho il login con facebook e myspace, sto
      aggiornata di brutto! Mika lo sanno usare solo i
      maskietti il
      computer!

      Ora vado ke mi sta smsssando il mio raga!
    • Geretrudeo scrive:
      Re: La verità è ke i maskietti ci temono
      trollallero (troll)
    • fray scrive:
      Re: La verità è ke i maskietti ci temono
      Certo che se poi le scrivi tutte con le K allora c'e' da temere sicuramente.
    • ic3cry scrive:
      Re: La verità è ke i maskietti ci temono
      Sono iscritta alla facoltà di informatica e tecnologie per la produzione del software. Vivo costantemente con dei maschi informatici e posso dire di essere certa del motivo per il quale le donne in questo settore sono in minoranza:1)Iniziamo dai professori che hanno i paraocchi: un mio prof ha perfino spiegato che la modellazione di un software è come sedurre una ragazza per portarla a letto! Non vi sembra un atteggiamento maschilista?2)Ci sono tanti maschi, la maggior parte tutti arrapati. Pensate che se un giorno metto le scarpe modello mocassino o una gonna lunga mi continuano a fissare per l'intera giornata e a dire "Che eleganza"! Peccato che nessuno mai gli abbia chiesto un parere!3)Questi maschi, la maggior parte di loro sfigati, credono di essere dei geni, di sapere e capire sempre tutto più di noi, esempio: ad un caso di studio di Ingegneria del software, quando avevo un'idea non potevo esprimerla perchè mi dicevano "tu sei femmina e non capisci niente". Peccato che poi al ricevimento del professore associato al nostro caso di studio le mie idee erano sempre perfette.4)In qualsiasi momento ti fanno battute che parlano di sesso, e se sei sottile nel comprenderli quelle battute sono rivolte a te.5)E con questa concludo perchè è l'apoteosi delle offese.Più di un collega mi ha espressamente detto che "Le femmine qui non dovrebbero esserci. Le femmine servono solo ad aprirsi di g*mbe per fare figli".Dopo queste cose che avvengono quotidianamente in una facoltà di informatica, ditemi voi se una donna ha piacere a studiare questa bellissima disciplina, nella quale però non ha voce in capitolo.
      • maschilista scrive:
        Re: La verità è ke i maskietti ci temono
        - Scritto da: ic3cry
        Sono iscritta alla facoltà di informatica e
        tecnologie per la produzione del software.

        Vivo costantemente con dei maschi informatici e
        posso dire di essere certa del motivo per il
        quale le donne in questo settore sono in
        minoranza:
        1)Iniziamo dai professori che hanno i paraocchi:
        un mio prof ha perfino spiegato che la
        modellazione di un software è come sedurre una
        ragazza per portarla a letto! Non vi sembra un
        atteggiamento
        maschilista?
        2)Ci sono tanti maschi, la maggior parte tutti
        arrapati. Pensate che se un giorno metto le
        scarpe modello mocassino o una gonna lunga mi
        continuano a fissare per l'intera giornata e a
        dire "Che eleganza"! Peccato che nessuno mai gli
        abbia chiesto un
        parere!
        3)Questi maschi, la maggior parte di loro
        sfigati, credono di essere dei geni, di sapere e
        capire sempre tutto più di noi, esempio: ad un
        caso di studio di Ingegneria del software, quando
        avevo un'idea non potevo esprimerla perchè mi
        dicevano "tu sei femmina e non capisci niente".
        Peccato che poi al ricevimento del professore
        associato al nostro caso di studio le mie idee
        erano sempre
        perfette.
        4)In qualsiasi momento ti fanno battute che
        parlano di sesso, e se sei sottile nel
        comprenderli quelle battute sono rivolte a
        te.
        5)E con questa concludo perchè è l'apoteosi delle
        offese.Più di un collega mi ha espressamente
        detto che "Le femmine qui non dovrebbero esserci.
        Le femmine servono solo ad aprirsi di g*mbe per
        fare
        figli".

        Dopo queste cose che avvengono quotidianamente in
        una facoltà di informatica, ditemi voi se una
        donna ha piacere a studiare questa bellissima
        disciplina, nella quale però non ha voce in
        capitolo.In quale città ti trovi?
      • steve baller scrive:
        Re: La verità è ke i maskietti ci temono
        Io non credo che se vai in altre facoltà non trovi maschi arrapati che ti si vogliono "fare". Io in facoltà ho trovato donne preparate, e donne che di informatica non capivano veramente una cippa, che pure passavano facilmente esami. In quel caso allora il prof. maschilista serve.... Io dico che anche nel mondo femminile come in quello maschile c'è l'ignoranza ma anche preparazione. Non farne una colpa di tutti. E poi sta storia dei maschi arrapati.... mi puzza di trollata.
        • gengis scrive:
          Re: La verità è ke i maskietti ci temono
          - Scritto da: steve baller
          Io non credo che se vai in altre facoltà non
          trovi maschi arrapati che ti si vogliono "fare".Ma a volte non è che se le vogliono fare, cioè non le fanno passare per secondi fini, ma diciamo che vedono una bella donna e allora d'istinto fanno i carini.
        • nessuno scrive:
          Re: La verità è ke i maskietti ci temono
          - Scritto da: steve baller
          Io non credo che se vai in altre facoltà non
          trovi maschi arrapati che ti si vogliono "fare".
          Io in facoltà ho trovato donne preparate, e donne
          che di informatica non capivano veramente una
          cippa, che pure passavano facilmente esami. In
          quel caso allora il prof. maschilista serve....
          Io dico che anche nel mondo femminile come in
          quello maschile c'è l'ignoranza ma anche
          preparazione. Non farne una colpa di tutti. E poi
          sta storia dei maschi arrapati.... mi puzza di
          trollata.i troll sono quelli che non vogliono che si sappiano certe cose in giro e che continuano a smentire fatti veri.In tutte le facoltà ci sono maschi arrapati, siamo in italia, a 30 giocate ancora a chi ce l'ha più lungo per vedere chi è più bravo e a quante ve ne siete fatti durante la settimana, vedi tu come state messi.
          • steve baller scrive:
            Re: La verità è ke i maskietti ci temono
            Sei OT come il finto commento sopra e sopra ancora. Non mi freghi.
          • nessuno scrive:
            Re: La verità è ke i maskietti ci temono
            - Scritto da: steve baller
            Sei OT come il finto commento sopra e sopra
            ancora. Non mi
            freghi.non ti voglio fregare...:sil problema è che è vero, non volete semplicemente che si sappiano certe cose, e poi la mia risposta era per te non per il topic, quindi se sono OT io sei OT anche tu che hai scritto.No non sono OT, è da troll continuare a tapparsi gli occhi e non vedere la realtà.Tranquillo che quando voglio fregare qualcuno non scrivo in questo modo...;)ho altri mezzi...XD
          • anonimo scrive:
            Re: La verità è ke i maskietti ci temono
            - Scritto da: steve baller
            Sei OT come il finto commento sopra e sopra
            ancora. Non mi
            freghi.Per curiosità ho cercato ic3cry su google, c'è una studentessa di Bari che fa informatica con quel nickname, quindi deduco sia tutto vero il suo racconto.
          • xxxxxxxxxx scrive:
            Re: La verità è ke i maskietti ci temono

            Per curiosità ho cercato ic3cry su google, c'è
            una studentessa di Bari che fa informatica con
            quel nickname, quindi deduco sia tutto vero il
            suo racconto.E' poco per dedurre che sia tutto vero ma e' un buon indizio.Ma poi, tutto vero cosa?Che si scelga meglio le amicizie no?Poi che c'entra con il fatto che ci sono poche donne nelsettore? Colpa dei maschi? Perche' in altri settorinon ci sono affamati? Andiamo...
          • Fred scrive:
            Re: La verità è ke i maskietti ci temono
            - Scritto da: nessuno
            gli uomini in italia sono sempre affamati, basta
            che trovano una che apre le gambe e chissenefrega
            di chi
            è.Altri luoghi comuni?
          • nessuno scrive:
            Re: La verità è ke i maskietti ci temono
            - Scritto da: Fred
            - Scritto da: nessuno

            gli uomini in italia sono sempre affamati, basta

            che trovano una che apre le gambe e
            chissenefrega

            di chi

            è.

            Altri luoghi comuni?no, non lo sono, garantito al 300% purtroppo.Mi piacerebbe vedere qualche uomo che sopra i 10 anni di età usa il cervello e non i testicoli per ragionare, purtroppo però a parte gli impotenti non ne ho ancora incontrati.
          • Fred scrive:
            Re: La verità è ke i maskietti ci temono
            - Scritto da: nessuno
            - Scritto da: Fred

            - Scritto da: nessuno


            gli uomini in italia sono sempre affamati,
            basta


            che trovano una che apre le gambe e

            chissenefrega


            di chi


            è.



            Altri luoghi comuni?

            no, non lo sono, garantito al 300% purtroppo.
            Mi piacerebbe vedere qualche uomo che sopra i 10
            anni di età usa il cervello e non i testicoli per
            ragionare, purtroppo però a parte gli impotenti
            non ne ho ancora
            incontrati.Hai solo un sacco di preconcetti o vivi in una realtà molto provinciale.
          • BlueSky scrive:
            Re: La verità è ke i maskietti ci temono
            - Scritto da: nessuno
            no, non lo sono, garantito al 300% purtroppo.
            Mi piacerebbe vedere qualche uomo che sopra i 10
            anni di età usa il cervello e non i testicoli per
            ragionare, purtroppo però a parte gli impotenti
            non ne ho ancora incontrati.Ed a me piacerebbe vedere delle donne affascinanti che non usano il proprio aspetto a proprio favore. Invece succede che le donne prima fanno le gatte morte per ottenere favori (voti più alti, domande di riserva, aiuto dai compagni ecc) e poi si lamentano di trovare dei maschi che non pensano altro ad aprirle le gambe.Forse sarà anche sfortunata. Nella facoltà dove ho studiato non c'erano problemi simili, nè c'erano in altre dove ho conosciuto le ragazze che ci studiavano.
          • nessuno scrive:
            Re: La verità è ke i maskietti ci temono
            - Scritto da: BlueSky

            Ed a me piacerebbe vedere delle donne
            affascinanti che non usano il proprio aspetto a
            proprio favore. Invece succede che le donne prima
            fanno le gatte morte per ottenere favori (voti
            più alti, domande di riserva, aiuto dai compagni
            ecc) e poi si lamentano di trovare dei maschi che
            non pensano altro ad aprirle le
            gambe.

            Forse sarà anche sfortunata. Nella facoltà dove
            ho studiato non c'erano problemi simili, nè
            c'erano in altre dove ho conosciuto le ragazze
            che ci
            studiavano.se volevi darmi torto, ti avverto che con questo scritto mi hai appena convalidato tutti i post in questa discussione.Grazie...XD
          • BlueSky scrive:
            Re: La verità è ke i maskietti ci temono
            - Scritto da: nessuno
            se volevi darmi torto, ti avverto che con questo
            scritto mi hai appena convalidato tutti i post in
            questa discussione.Tutto direi di no... però non era per darti torto o ragione. Solo rimarcare che a certe donne prima sfruttano un sistema e poi se ne lamentano. Il maschilismo è fatto di tante sfumature. C'è chi è maschilista facendo il gentile con le ragazze, facendo loro favori, e c'è chi invece lo fa con cattiverie, mettendo loro i bastoni fra le ruote. Se si sfrutta la propria avvenenza per ottenere favori non bisogna poi lamentarsi che altri cerchino un ritorno sessuale.
          • steve baller scrive:
            Re: La verità è ke i maskietti ci temono
            Freddy_Mercury_Anti_Troller(){ Stop troller now I'm having such a good time;I'm having a ball, stop troller now;If you wanna have a good time just give me a call;Stop troller now (because I'm having a good time);Stop troller now (yes I'm having a good time);you don't want to stop at all; }
          • nessuno scrive:
            Re: La verità è ke i maskietti ci temono
            - Scritto da: steve baller
            Freddy_Mercury_Anti_Troller(){
            Stop troller now I'm having such
            a good
            time;
            I'm having a ball, stop troller now;
            If you wanna have a good time just give me a call;
            Stop troller now (because I'm having a good time);
            Stop troller now (yes I'm having a good time);
            you don't want to stop at all;

            }smettila perchè l'unico troll qui sei tu.Ora per cortesia o parli in italiano visto che questo posto è in lingua italiana o almeno te ne stai zitto, come un bravo troll deve fare. Grazie.
          • ic3cry scrive:
            Re: La verità è ke i maskietti ci temono
            Senti dell'intervento non parlo di amici, quelli me li so scegliere, ma di colleghi con il quale sei costretta a lavorare perchè un pof ti assegna quei colleghi per un caso di studio, magari!
          • BlueSky scrive:
            Re: La verità è ke i maskietti ci temono
            - Scritto da: ic3cry
            Senti dell'intervento non parlo di amici, quelli
            me li so scegliere, ma di colleghi con il quale
            sei costretta a lavorare perchè un pof ti assegna
            quei colleghi per un caso di studio,
            magari!Direi che sei stata sfortunata. Io ho studiato ad informatica e conosco molto bene delle ragazze che l'hanno frequentata. La mia ragazza ha frequentato un'altra facoltà ad indirizzo informatico e sta facendo la specializzazione in un'altra ancora. Non ha mai avuto compagni che la trattassero in questo modo. Anzi... è sempre stata favorita dal fatto di essere una (bella) ragazza. Lo stesso vale per le mie amiche. Mai nessuna mi ha parlato di questo genere di comportamenti. Mi spiace che ci siano persone così stupide e che certe cose siano permesse. Ma la tua mi sembra un'esperienza estrema.
          • xxxxxxxxxx scrive:
            Re: La verità è ke i maskietti ci temono

            sei costretta a lavorare perchè un pof ti assegna
            quei colleghi per un caso di studio,
            magari!Sono sicuro che resisterai al supplizio,dai, quando passerai i 30 non ti caghera' piu' nessuno!
          • xxxxxxxxxx scrive:
            Re: La verità è ke i maskietti ci temono

            Meglio nascondere che dire che è vero...;)Mi sa che sei un troll
      • nessuno scrive:
        Re: La verità è ke i maskietti ci temono
        - Scritto da: ic3cry
        Sono iscritta alla facoltà di informatica e
        tecnologie per la produzione del software.

        Vivo costantemente con dei maschi informatici e
        posso dire di essere certa del motivo per il
        quale le donne in questo settore sono in
        minoranza:che sfiga e'? ti comprendo benissimo purtroppo.
        1)Iniziamo dai professori che hanno i paraocchi:
        un mio prof ha perfino spiegato che la
        modellazione di un software è come sedurre una
        ragazza per portarla a letto! Non vi sembra un
        atteggiamento
        maschilista?[ironico]No, macchè dici, maschilisti loro? son le donzelle che non capiscono la loro sottile intelligenza nel dire le cose.[/ironico]
        2)Ci sono tanti maschi, la maggior parte tutti
        arrapati. Pensate che se un giorno metto le
        scarpe modello mocassino o una gonna lunga mi
        continuano a fissare per l'intera giornata e a
        dire "Che eleganza"! Peccato che nessuno mai gli
        abbia chiesto un
        parere!tranquilla, quello è il loro modo di dirti che non ti possono guardare il culo o le gambe, cambiati d'abito e non ti azzardare più a venire conciata così che non vedo nulla.Almeno fammi fare un a sega che la lezione è una palla.
        3)Questi maschi, la maggior parte di loro
        sfigati, credono di essere dei geni, di sapere e
        capire sempre tutto più di noi, esempio: ad un
        caso di studio di Ingegneria del software, quando
        avevo un'idea non potevo esprimerla perchè mi
        dicevano "tu sei femmina e non capisci niente".Tranquilla, quando esci dall'università le cose non cambieranno per nulla.Il minimo che ti diranno è che sei una troll (vedi sopra), fino ad arrivare a farti dare della lamer, della prostituta (l'ho detto gentilmente ma loro non sono così gentili) e tutto ciò che gli viene dietro. Stai pensando all'invidia? sì, vero sono molto invidiosi, purtroppo, ma gli stupidi non puoi farli diventare intelligenti. Accontentati.Se hai una storia con un altro informatico abituati che quando finirà sarai sulla bocca di tutti, tutte le tue posizioni saranno di dominio pubblico, non solo nella realtà ma anche in internet, stai pensando che sia un reato? in teoria lo dovrebbe essere, peccato che loro sono degli informatici seri, non sono femmine quindi nessuno li punirà mai.Abituati che il tuo capo ti ruberà sempre le tue idee, i tuoi colleghi maschi anche e che le porteranno con il loro nome e tu rimarrai nell'ombra.Abituati perchè pur di non darti mezzo merito ti rilegheranno nei ghetti femminili di programmazione (qui accesso a solo femmine), per fare un esempio c'è un gruppo di debian dedicato alle femminucce, così loro si sentono a loro agio ed i maschietti possono continuare a fare i troll e sentirsi pure dei geni.
        Peccato che poi al ricevimento del professore
        associato al nostro caso di studio le mie idee
        erano sempre
        perfette.abituati il professore al colloquio privato ti dirà sempre che le tue idee sono perfette e sono le migliori, prova a farglielo dire in pubblico però.Non ci riesci vero? lo so, in privato ti dicono che sei un genio e farglielo ammettere in pubblico che non ci riuscirai mai a meno che non gliela dai, allora sì che ti diranno che sei un genio (ma questo purtroppo in Italia vale in qualunque campo, anche per fare la centralinista).Perchè ricordati all'uomo non interessa se la donna ha il cervello ma solo se apre bene le gambe e se gli permette di fare tutti i giochini che vuole, perversi o meno, che ti vada o meno a loro il tuo pensiero non interessa, non interesserà mai. A loro interessa solo quante volte ti fanno alla settimana.Basta leggere qualche mailing list magari di qualche lug (trovabile in rete naturalmente, andando dalle mie parti poi non ne parliamo) per vedere se non ho ragione.
        4)In qualsiasi momento ti fanno battute che
        parlano di sesso, e se sei sottile nel
        comprenderli quelle battute sono rivolte a
        te.fai come una che conosco, fai finta di nulla. Cioè fai finta di non capirli, pigliali per quello che sono: stupidi. Però tieniti pronte le tue, studiali e se proprio ti rompono tiragli qualche battuta a genio, così da farli piangere fino a che non schiattano i maschietti.
        5)E con questa concludo perchè è l'apoteosi delle
        offese.Più di un collega mi ha espressamente
        detto che "Le femmine qui non dovrebbero esserci.
        Le femmine servono solo ad aprirsi di g*mbe per
        fare
        figli".
        Abituati perchè per loro non sei nessuno e nessuno sarai mai, piuttosto di darti un merito muoiono.Tranquilla che quando esci è dieci volte peggio. Ricordati anche che se per caso sarai il loro capo, i maschietti ti denigreranno così tanto per nascondere la loro inettitudine ed incompetenza perchè appena gli chiederai un algoritmo fatto di testa loro non sapranno farti nemmeno un login, non sapranno cos'è un array e nemmeno sapranno mai come si utilizzano.E tu sei l+ che ti chiedi : chi gli ha dato una laurea a questi?chi ti diceva quanto sei un genio ma non ti ha mai dato i loro stessi voti.
        Dopo queste cose che avvengono quotidianamente in
        una facoltà di informatica, ditemi voi se una
        donna ha piacere a studiare questa bellissima
        disciplina, nella quale però non ha voce in
        capitolo.se vuoi puoi studiare il problema è che non avrai mai ciò che ti spetta ed è meglio che te lo metti nella zucca, prima sono stato un po' ironico, ma le cose purtroppo stanno esattamente così.C'è la donna che gli sbatte il culo ogni dieci minuti ai vari maschetti geni e controgeni, presunti hacker (ci si vantano tutti di esserlo qui in italia) e vari altri robi che girano, però per questo suo ardire nel dire "ne so quanto voi e rispettatemi in quanto tale in quanto vostra collega" ne sta pagando delle conseguenze che non ti auguro.Ricordati che se vuoi entrare in questo mestiere devi avere più palle di loro, devi sapere più di loro, non devi sbagliare mai, non devi arrenderti mai, devi avere più cervello di loro e devi sapere quando aspettare nonostante gli insulti che ti tirano per poi fargliela pagare più avanti in modo molto salato e quando reagire subito, quando insultarli e quando invece essere più sottile di loro, quando fare finta di nulla e quando sbattergli il culo in pubblico facendogli fare la figura che meritano.Ricordati che non avrai mai nessuno dalla tua parte, nemmeno le donne, perchè succubi di capi maschilisti che le hanno fatto credere di essere delle inette e che chi osa alzare la testa è una perdente.Se non sai avere le palle come ti ho detto, cambia mestiere perchè non ti lasceranno vivere.Mi dispiace, ma la realtà è questa.
      • nessuno scrive:
        Re: La verità è ke i maskietti ci temono
        - Scritto da: ic3cry
        Sono iscritta alla facoltà di informatica e
        tecnologie per la produzione del software.
        ti aggiungo una piccola cosa di cui mi sono dimenticata prima.non fidarti mai di chi ti dice "io sono diverso dagli altri, non è vero che penso così"è una balla megalomane, te lo dice in privato tanto per farti contenta, poi però appena mette piede insieme agli altri informatici ride e fa le stesse batutte degli altri...sai il branco e al branco non si comanda...se il capobranco è stupido, lo si segue lo stesso, morire che facessero gli intelligenti una volta.E sai il perchè? perchè se si mettono contro il capobranco stupido, poi dopo non fanno più parte di un gruppo e stare da soli è per gli inetti non per le persone intelligenti che sanno perfettamente che "meglio soli che male accompagnati". L'uomo da solo non ci sa stare, piuttosto sta con cattive compagnie, fa illegalità e si mette a prendere in giro i propri amici (chiamiamoli così) li lascia prendere in giro, piuttosto di continuare a stare in un gruppo stupido.Quindi, no sono tutti uguali, nessuno escluso, mai visto uno che si comporta diversamente, sanno solo dire un sacco di belle paroline, ma i fatti dicono tutto il contrario delle loro parole e più dicono "tu hai sbagliato, la mia persona non è così" più mentono anche a loro stessi perchè in realtà sono proprio così come i fatti fanno vedere.
        • asd scrive:
          Re: La verità è ke i maskietti ci temono
          parla per te : certo alivello sessuale c'e' sempre l'attrazione e quello e'normale, poi le battute idiote si fanno sempre anche le donne lo fanno.... quindi non facciamo tanto le santarelle...........poi ho quello puo' dire il falso e vero ma fare assolutismi e' da stupidi
          • nessuno scrive:
            Re: La verità è ke i maskietti ci temono
            - Scritto da: asd
            parla per te :

            certo alivello sessuale c'e' sempre l'attrazione
            e quello e'normale, poi le battute idiote si
            fanno sempre anche le donne lo fanno.... quindi
            non facciamo tanto le
            santarelle...........
            chi ha detto di essere femmina?...:S
            poi ho quello puo' dire il falso e vero ma fare
            assolutismi e' da
            stupidimeno stupido di quanto pensi...;)è più stupido continuare a nascondere la verità, anche perchè mi hai appena confermato quello che ho detto...XDesattamente qui...- Scritto da asd:
            certo alivello sessuale c'e' sempre l'attrazione
            e quello e'normale, poi le battute idiote si
            fanno sempre quindi come vedi non ho fatto assolutismi, ma hai detto che anche tu vedi l'attrazione sessuale e fai battute stupide.Ho ragione e lo sai perfettamente, quindi lo stupido è chi non vuole vedere la verità dei fatti dov'è e soprattutto continua a mentire anche a se stesso dicendo che è diverso dagli altri...;)Siete sessisti ammettilo...;)per quanto riguarda questo:- Scritto da asd:
            anche le donne lo fannoti smentisco, le donne non fanno battute stupide sugli uomini, li prendono in giro, il che è ben diverso, realmente diverso.Cioè, non dicono "o sai quello che figo che è me lo farei e poi lo butterei nel cesso solo per vedere se è capace o meno, mi attizza da morire"noloro dicono" oh, guarda che figo quello, scommetto che a letto è una sega come in ufficio non sa fare un algoritmo di fila e si ferma ogni due minuti per chattare, deve avere lo stesso ritmo anche a letto, non regge le tirate lunghe"ecco più meno, senza essere volgare dicono così...più o meno
          • James scrive:
            Re: La verità è ke i maskietti ci temono
            - Scritto da: nessuno
            ti smentisco, le donne non fanno battute stupide
            sugli uomini, li prendono in giro, il che è ben
            diverso, realmente
            diverso.

            Cioè, non dicono "o sai quello che figo che è me
            lo farei e poi lo butterei nel cesso solo per
            vedere se è capace o meno, mi attizza da
            morire"
            no
            loro dicono
            " oh, guarda che figo quello, scommetto che a
            letto è una sega come in ufficio non sa fare un
            algoritmo di fila e si ferma ogni due minuti per
            chattare, deve avere lo stesso ritmo anche a
            letto, non regge le tirate
            lunghe"

            ecco più meno, senza essere volgare dicono
            così...più o
            menoTu hai bisogno di crescere, ma forse è troppo tardi.
          • nessuno scrive:
            Re: La verità è ke i maskietti ci temono
            - Scritto da: James
            - Scritto da: nessuno

            ti smentisco, le donne non fanno battute stupide

            sugli uomini, li prendono in giro, il che è ben

            diverso, realmente

            diverso.



            Cioè, non dicono "o sai quello che figo che è me

            lo farei e poi lo butterei nel cesso solo per

            vedere se è capace o meno, mi attizza da

            morire"

            no

            loro dicono

            " oh, guarda che figo quello, scommetto che a

            letto è una sega come in ufficio non sa fare un

            algoritmo di fila e si ferma ogni due minuti per

            chattare, deve avere lo stesso ritmo anche a

            letto, non regge le tirate

            lunghe"



            ecco più meno, senza essere volgare dicono

            così...più o

            meno

            Tu hai bisogno di crescere, ma forse è troppo
            tardi.troll
        • Might scrive:
          Re: La verità è ke i maskietti ci temono
          Strano, pare che da una divertente trollata (quella iniziale della "studentessa preoccupata") sia venuto fuori un discorso serio. Può essere che quello che tu dici sia tutto vero, non lo so, io non vedo il mondo con i tuoi occhi.Io so solo che quando una persona cova tanto risentimento verso una categoria così ampia di esseri umani (tutti gli uomini, o tutte le donne, o tutti gli asiatici, o tutti i musulmani, ecc.) c'è qualcosa che non va anche dentro di lei, e non solo nel mondo che la circonda.
      • Bastard Inside scrive:
        Re: La verità è ke i maskietti ci temono
        Rassegnati, l'omo è omo, e se non ha gli ormoni in riserva, sta allupato 24/7/365 dagli 11 ai 95 anni, dentro e fuori dalle facoltà d'Informatica! :-P
      • Strano... scrive:
        Re: La verità è ke i maskietti ci temono
        Io mi sento estraneo a tutti i discorsi che fate, nella mia facoltà non ci sono sfigati ma gente seria che vuole apprendere, inoltre le donne sono veramente numerose ( per modo di dire, un 30 % ) e appassionate alla materia ( e vengono trattate bene, dato che, almeno qui, l'informatica non è una materia da nerd ma una cosa seria ).
    • hola hola hola scrive:
      Re: La verità è ke i maskietti ci temono
      forza chi è il furmìga? 8)
    • Billo Gateso & Linusso Torvaldis scrive:
      Re: La verità è ke i maskietti ci temono
      Ma kome k...o skrivi?
    • INgram scrive:
      Re: La verità è ke i maskietti ci temono
      - Scritto da: Studentessa preoccupat a
      kosa deve fare una povera ragazza in questo mondo
      di
      maski?
      t iscrivi a informatika e sei cirkondata da
      sfigatoni ke ti vogliono fare e t mettono a
      disagio, se non gliela dai dicono le peggio kose.
      Oppure ti bollano kome una nerd pazzoide perke'
      non stai a lettere moderne o perke' nn sei
      sposata a kasa a far la kasalinga e kurare i
      babies.

      No nn ci sto belli miei! Io kombatto la mia
      battaglia di donna! c son le donne soldato e c
      devono esser pure kuelle
      informatike!

      Io c'ho il login con facebook e myspace, sto
      aggiornata di brutto! Mika lo sanno usare solo i
      maskietti il
      computer!

      Ora vado ke mi sta smsssando il mio raga!Intanto impara l'uso corretto della c, ho dovuto rileggere tutto 2 volte.Poi mica si deve essere dei programmatori per usare facebook, ci riesce mia sorella che di pc non ne capisce una mazza.Diciamo le cose come stanno, le donne non hanno la testa per poter programmare, e non dico che non ci arrivino, ma che i processi logici che usano e il modo che ha il cervello di elaborare delle soluzioni è diverso da quello che richiederebbero certe soluzioni.Poi non ho capito, alle donne non piace essere trattate da nerd invece ai maschi si ? ma andiamo sempre a cercar scuse per giustificare che uomo e donna non sono uguali.Io di ragazze programmatrici non ne conosco e non ne ho mai conosciute in 10 anni di carriera; ho visto molte ragazze che studiavano informatica e di certo nessuna aveva quella passione che serve in questo campo.
    • Might scrive:
      Re: La verità è ke i maskietti ci temono
      Sei un grande!Sono i troll come te che rendono il forum di PI tanto interessante... questa volta hai generato un flame davvero coi fiocchi! Vai avanti così, siamo tutti con te
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: La verità è ke i maskietti ci temono
      contenuto non disponibile
    • gienneegi scrive:
      Re: La verità è ke i maskietti ci temono
      Molto interessante leggere disquisizioni di una che bellamente insozza la mia lingua madre scrivendo "informatika", "perke'", "kurare i babies", "kuelle", "Io c'ho il login"....Ecco, tu è meglio che non vai a "kurare i babies" perchè se diventano come te è la volta che l'Italia "non c'avrà il login".Saluti
    • xxxxxxxxxx scrive:
      Re: La verità è ke i maskietti ci temono

      Ora vado ke mi sta smsssando il mio raga!Ecco, se anche su PI si potesse usare il killfilequesto troll mi avrebbe dato l'opportunita'di sbatterci tutti i boccaloni che gli hannorisposto seriamente.
    • God bless America scrive:
      Re: La verità è ke i maskietti ci temono
      bella trollata! ti definisci preoccupata....mi sembra giustoo, ma del tuo pessimo italiano!!!Torna dal tuo raga(de) che è meglio!!!
    • Ma basta... scrive:
      Re: La verità è ke i maskietti ci temono
      Bhuahuahuhuauhahuahuahu!La cosa più bella è vedere che qualcuno ha preso sul serio questo post... (rotfl)
    • malandrino scrive:
      Re: La verità è ke i maskietti ci temono
      - Scritto da: Studentessa preoccupat a
      kosa deve fare una povera ragazza in questo mondo
      di maski?prima di tutto imparare l'italiano e abbandonare le "k"
  • tuba scrive:
    veline
    in un mondo di veline non solo l'informatica, ma tutte le scienze in generale si stanno svuotandonon parlo solo di ragazze(che però sono sempre in minoranza in tutti i campi scientifici) ma anche di maschi, attratti dalla sindrome "da tronista di uomini e donne"ipocriti che non pensano al fatto che se hanno un cellulare da millemila euro è solo per merito della scienza, se possono guidare un aggeggio che li porta a spasso idem, se possono vedere il loro programma preferito puresecondo me marconi si sta rivoltando nella tomba al pensare dell'uso della tv(che ha ereditato dalla radio) ed insieme a lui einstein, meucci e compagnia cantante
    • 3my78 scrive:
      Re: veline
      Incolpi la tv di tutto ciò? Secondo me il problema è ben più radicale. http://3my78.blogspot.com/
      • la spertus scrive:
        Re: veline
        - Scritto da: 3my78
        Incolpi la tv di tutto ciò? Secondo me il
        problema è ben più radicale.


        http://3my78.blogspot.com/non è la Tv il problemail problema è la Tv spazzatura[img]http://cambiamopianeta.files.wordpress.com/2008/05/tv_mondezza.jpg[/img]in genere non è il mezzo ad essere il problema ma l'uso che se ne fa.
    • di passaggio scrive:
      Re: veline
      e chiamali scemi!
    • the_m scrive:
      Re: veline
      Almeno veline e tronisti non ostentano la loro "cultura superiore" come certi esperti in discipline umanistiche, che poi sul piano dell'utilità effettiva sono pari livello.(Anzi, come gusto personale, apprezzo molto più una bella gnocca in carne ed ossa piuttosto che un bel pezzo di marmo o dei versi in rima)Magari veline&c ostentano il loro portafogli e la loro notorietà, ma in fondo sono solo pulci in confronto a quelli che hanno davvero le palle e le aziende che vanno bene nel nostro settore
  • Rapetto Zenigata scrive:
    E' colpa di Reiser!
    Le ha spaventate!!! (cylon)(geek) :o :| :| (ghost) O) :p
    • emboss scrive:
      Re: E' colpa di Reiser!
      - Scritto da: Rapetto Zenigata
      Le ha spaventate!!! (cylon)(geek) :o :| :|
      (ghost) O)
      :pquesta la capisocono in pochi ;)
      • belzebu scrive:
        Re: E' colpa di Reiser!
        - Scritto da: emboss
        - Scritto da: Rapetto Zenigata

        Le ha spaventate!!! (cylon)(geek) :o :| :|

        (ghost) O)

        :p
        questa la capisocono in pochi ;)si pero' e' azzeccata!
Chiudi i commenti