Netbook, Dell scende in campo

Presentato Inspiron Mini 9, che dovrà far concorrenza a Eee PC. Un mini notebook con display da 9 pollici e processore Atom che in Italia partirà da un prezzo di 349 euro

Roma – Preceduto da una sfilza di indiscrezioni e foto “rubate”, il primo netbook di Dell , denominato Inspiron Mini , è finalmente pronto per affrontare l’Eee PC di Asus e i suoi sempre più numerosi avversari.

Il primo modello del nuovo cucciolo di Inspiron risponde all’appellativo di Mini 9 , e come suggerisce il nome è caratterizzato da un display con diagonale di 8,9 pollici : ha una risoluzione di 1024 x 600 pixel e un sistema di retroilluminazione a LED.

Le altre caratteristiche tecniche dell’Inspiron Mini non si discostano da quanto già visto in molti prodotti concorrenti: processore Atom N270 a 1,6 GHz, disco a stato solido, chipset grafico Intel Graphics Media Accelerator (GMA) 950, memoria RAM DDR2, connettività WiFi e Bluetooth (quest’ultima opzionale), batteria a 4 celle, e sistema operativo a scelta tra Windows XP Home e Ubuntu Linux 8.04 . Il tutto in un peso di circa 1 chilogrammo.

Negli stati Uniti le versioni di Inspiron Mini 9 già in commercio sono tre : una da 349 dollari , con Ubuntu, 512 MB di RAM e SSD da 4 GB; una da 399 dollari , che si differenzia dalla precedente per l’adozione di Windows, di un SSD da 8 GB e di una webcam da 0,3 MPixel; ed una da 449 dollari , anch’essa con Windows pre-installato ma caratterizzata da un SSD da 16 GB e 1 GB di memoria RAM.

In perfetta tradizione Dell, la configurazione dei tre modelli base del Mini 9 può essere personalizzata al momento dell’ordine: è pertanto possibile scegliere il colore (nero o bianco), la quantità di RAM (fino a 1 GB), la capacità dell’SSD (fino a 16 GB), l’aggiunta del modulo Bluetooth e della webcam (da 0,3 o 1,3 MPixel).

Immediatamente disponibile online in USA, Gran Bretagna, Irlanda, Francia, Germania e Austria, in Italia e Spagna Inspiron Mini 9 sarà invece disponibile a partire dal mese di ottobre . Qui il modello Linux-based partirà da un prezzo di 349 euro , mentre quello con Windows da 399 euro (IVA inclusa).

Dell ha specificato che l’interfaccia di Ubuntu 8.04 è stata personalizzata per meglio adattarsi alle esigenze del tipico utente di netbook: è simile a quella dell’Eee PC, con grandi icone suddivise per tipologia delle applicazioni (giochi, Web, multimedia ecc.).

Le fonti interpellate lo scorso luglio da DigiTimes stimano che quest’anno Dell venderà tra i 2 e i 3 milioni di esemplari del suo mini notebook . In questo stesso arco di tempo Asus conta di vendere circa 3 milioni di Eee PC, centrando così l’obiettivo prefissato di 5 milioni di unità vendute per la fine del 2008.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • lacacca nelcuore scrive:
    non mi sorprende
    Metà della nazione non usa Internet, ok, ma mi sembra normale. In una famiglia di 4 persone in media 2 usano Internet.http://lacaccanelcuore.blogspot.com/
  • silverpilot scrive:
    L'IGNORANTE IN MALAFEDE - risp. a slacky
    http://labaia.org/Tu sei solo un ipocrita, che fà solo una cattivainformazione, complice di quelli che tu stessodefinisci ignoranti epiù ignorante di loro che,scommetto, non prendi nemmeno un gettoneper le stracotte stupidate di parte,che vai rigettando di qui e di la. Firmato OPENDNS 208.67.222.222 208.67.220.220-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 05 settembre 2008 12.37-----------------------------------------------------------
    • A Light In The Sky scrive:
      Re: L'IGNORANTE IN MALAFEDE - risp. a slacky
      Cambiare i DNS non è alla portata di tutti, soprattutto degli utenti medi, che infatti si affidano a quelli filtrati e insicuri del proprio provider (quasi nessuno sa almeno cosa sia un DNS, ergo...).Il suo ragionamento è corretto e tu faresti meglio a non offendere il prossimo a cuor leggero ;)Il modo di riportare un'informazione è importante tanto quanto l'informazione stessa: un esempio di cosa accade quando si dimentica questo principio sono i cosiddetti "telegiornali" di Mediaset.Prima di inveire contro qualcuno che non ti ha fatto nulla, rifletti a lungo.Ad ogni modo, chiarisco il tuo post per i non "addetti ai lavori": chi ha i DNS del proprio provider può usare il sito da te citato per raggiungere la Baia, ma sarebbe meglio sostituire quei DNS con quelli di un servizio neutrale e gratuito come OpenDNS, così da poter accedere anche al vecchio sito, evitare molte altre limitazioni/censure imposte dal proprio DNS ed altre spiacevoli pagine presenti in Rete.Ecco un paio di link per approfondire:1) http://it.wikipedia.org/wiki/Domain_Name_System2) http://www.opendns.com(linux)
      • Zen scrive:
        Re: L'IGNORANTE IN MALAFEDE - risp. a slacky
        Pienamente in accordo con te.
      • silverpilot scrive:
        Re: L'IGNORANTE IN MALAFEDE - risp. a slacky
        - Scritto da: A Light In The Sky
        Cambiare i DNS non è alla portata di tutti,
        soprattutto degli utenti medi, che infatti si
        affidano a quelli filtrati e insicuri del proprio
        provider (quasi nessuno sa almeno cosa sia un
        DNS,
        ergo...).E si, hai ragione, voi siete una generazione così...papino vi compra la macchina e voi siete subitoShumacher: poi si vedono i risultati che, morite come le mosche...........voi siete così, il computer è diventato di moda eallora, via tutti col computer, tutti hannoimparato a collegarsi, a lanciare inter.exp,e fare i propri fatti nel web; diciamo che su questa popolazione di 100, in 70 hanno imparato anchead eseguire un download, a salvare un file e nel caso di file multimediale a lanciarlo in esecuzionecon l'apposito programma ( accipicchia, quante cose, quanti click) Però a sentire te, fare invece un click_destro sopral'icona della connessione e dare un'occhiata dentro alla scheda "proprietà della connessione" apertasi come per magia dopo il click_destro. diventa una cosa fuori dalla portata di un utente medio, cioè quello che però ha appena fatto tutte lecose qui sopra..................... mah ...................Mio padre mi avrebbe già chiesto:ci fai o ci sei ?
        Il suo ragionamento è corretto e tu faresti
        meglio a non offendere il prossimo a cuor leggero

        ;)e qui scusami ma anche tu come il tuo amico, dai da te un peso alla tua consistenza...Ma come, il tuo amico offende in un colpo solo più e ti sottolineo il (+) della metà dell'elettorato italiano (quarda caso me compreso) ed io dovrei tacere, non difendermi, di più, stare attento a come replico ( che peraltro poi ho usato la stessa parola che ha usato lui) aaaoooohhh che sei un nazista dell'ultima ora ?Ma datti una riguardata va' che ti conviene che,se il tuo amico usa il computer come un ladruncolo,ipocritamente mascherato da "diritto alla conoscienza".Che, chissà quanti sono il libri scaricati o condivisi, inproporzione agli mp3, suvvia :)tu, sembrerebbe che nello stesso modo usi la democrazia.tu che puoi dare impunemente dell'ignorante a tutta una classepolitica, .(e scommetterei che nemmeno sai perchè puoi farlo) e che, a governo o in opposizione sono comunque la democratica espressione dell'elettorato del paese;ma io........ io devo stare attento a fare lo stesso col tuo amichetto ................ ma bravo che sei .............
        Il modo di riportare un'informazione è importante
        tanto quanto l'informazione stessa: un esempio di
        cosa accade quando si dimentica questo principio
        sono i cosiddetti "telegiornali" di
        Mediaset.Ed eccolo qui che infatti, tira fuori il suo demonio..........e contemporaneamente il vuoto cosmico delcontenitore delle sinistre.............vedrai però che quando sarai un po' più grandino,ti accorgerai del grande inganno e riderai dellesciocchexxe che hai appena scritto. Bhè, se sei già grande, bhè allora ricordati bene che sino a che non sia coercitivo, dico tuttoquello che mi pare a chi mi pare, ti è chiaro adesso ilconcetto di "libertà di parola" ?Mai provato a digitare google.it e poi "costituzione Italiana"PROOOOOOOOVA ;)O anche qui siamo fuori dalla portata di un utente medio?O forse vuoi venire qua tu a picchiarmi (non che mi sorprenderebbe data la tua metodica di ragionamento neonazista)perchè ho attaccato il tuo amichetto
        Prima di inveire contro qualcuno che non ti ha
        fatto nulla, rifletti a
        lungo. L'ho appena detto infatti che tu usi lademocrazia senza sapere cosa sia

        Ad ogni modo, chiarisco il tuo post per i non
        "addetti ai lavori": chi ha i DNS del proprio
        provider può usare il sito da te citato perCome mai non l'hai ricitato? ( sei asservito a qualcosa?qualcuno?)
        raggiungere la Baia, ma sarebbe meglio sostituire
        quei DNS con quelli di un servizio neutrale e
        gratuito come OpenDNS,cioè: destra-clicckare sull'icona della connessione,cercare li dentro i DNS, deselezionare la casalla di scelta automatica edove compare lo spazio bianco scrivere: DNS primario 208.67.222.222DNS secoldario 208.67.220.220Alla fine ho dovuto spiegarlo io, vistoche tu, il tuo amico ei tuoi links,altro non fanno che " ciurlare nel manico" così da poter accedere
        anche al vecchio sito, evitare molte altre
        limitazioni/censure imposte dal proprio DNS ed
        altre spiacevoli pagine presenti in
        Rete.

        Ecco un paio di link per approfondire:
        1) http://it.wikipedia.org/wiki/Domain_Name_System
        2) http://www.opendns.com


        (linux) Democraticamente silverpilot
  • lufo88 scrive:
    brutto da dire
    Ma è inutile. Chi parla di queste manifestazioni sono sempre i media di internet proprio chi non viene ascoltato...........
  • lucaberti scrive:
    ultras del web
    "È così che si è manifestata offline, a Milano l'iniziativa promossa da Marco Montemagno e Marco Antonio Masieri, alimentata dalle folle connesse di tutta Italia e sostenuta da un vasto dispiegamento di istituzioni e di aziende che ruotano attorno alla cultura digitale."Con toni di questo tipo ti immagini gazzelle della polizia a sirene spiegate, i missili russi che vengono orientati verso Milnao, i mercati finanziari scossi dalla notizia, gli sceicchi del petrolio che sospendono la produzione, la gente che inchioda assi alle finestre...Un po di autoironia non guasterebbe, per favore.. Non è che tutti hanno tre buchi nel naso no?
  • fabrizio scrive:
    nazione vecchia
    Ma se siamo una nazione vecchia e avanzata di età... è normale che metà della nazione non usa internet.A parte che non ci stanno soldi...
    • Stacy think positive scrive:
      Re: nazione vecchia
      E mai ci saranno se continuiamo a pensare a come non investirli
      • Ricky scrive:
        Re: nazione vecchia
        Il discorso e' piu' ampio...i soldi si possono trovare per un cavolo di pc che fa solo connettivita'!Il problema e' che l'anziano:1)Proviene da una realta' in cui i pc non erano che "strani accrocchi".2)Sono ANZIANI e questo vuol dire che NON HANNO NE VOGLIA NE INTERESSE a incasinarsi l'esistenza con oggetti di cui non sentono il bisogno.3)Anche i rudimenti sono spesso OSTICI agli anziani, preferiscono lasciare predere anche per il TERRORISMO che si fa in giro...problemi di sicurezza, di privacy, di soldi o identita' rubati...4)Nessuna REALE SPINTA da parte del governo a farli "crescere" con insegnamenti gratuiti e personalizzati.5)L'interesse del governo e' quello di far rimanere nell'ignoranza piu' persone possibili, dando modo al REGIME di utilizzare le fonti CONTROLLATE per dire la LORO verita', il 100% di italiani in grado di BYPASSARE il controllo e' ineccettabile...
        • luisa nmasciadri scrive:
          Re: nazione vecchia
          Caro Ricki, sono una nonna di 77 anni e ti posso dire che ti sbagli: tutto mi interessa. Non so molto perc hé sono una specie di autodidatta, ma con le mie amiche stiamo imparando. .Ti mando un bacione.
          • MegaLOL scrive:
            Re: nazione vecchia
            Non perdere tempo con la masnada di bimbiscemi su PI, le persone curiose e intelligenti come te qui sono sprecate.Io sto qui giusto per sputazzare sui bimbiscemi.
  • aaaaaaaargh scrive:
    "società civile"
    visto che l'articolista fa largo uso di quanto in oggetto, faccio presente che è un ossimoro
  • Marco Pavesi scrive:
    Tariffe
    Se internet è utilizzato appena dal 50% degli italiani, è anche per i costi che gli abbonamenti comportano... e che sono tutti uguali alla faccia della concorrenza. In un periodo di crisi come questo pagare 30euro al mese per l'ADSL è caro. Se si vuole veramente che tutti siano collegati, che la gestione della buricrazia, dei C/C bancari, dei pagamenti tasse, ici e quant'altro vengano veramente utilizzati dalla maggioranza dei cittadini, internet dovrebb essere completamente gratuito, sia via telefono fisso che mobile. Allora sì che vedremmo esplodere il fenomeno.
    • asdasd scrive:
      Re: Tariffe
      Si certo, 30-40 euro al mese sono tanti per chi pensa sia così. La gente non vuole spendere 30-40 euro al mese per l'adsl, però poi le sigarette tutti i giorni, la birra e gli alcolici il fine settimana, i quotidiani sportivi, sky mediaset premium e card tv varie, soldi a palate buttati per la benzina perchè i mezzi pubblici non si vogliono prendere, giocate varie alla snai e pikketto, stadio la domenica, cinema, cene fuori ai ristoranti, località turistiche sempre piene non si capisce mai perchè. Secondo me se la gente spende valanghe di soldi per tutti quei sfizi, 30-40 euro per l'adsl li può pure spendere, visto che Internet mi sembra decisamente più importante se se ne fa un uso proficuo. Il costo dell'abbonamento è solo una scusa. Se uno vuole una cosa, la ottiene.
      • yo boom scrive:
        Re: Tariffe
        il pc ed internet mi servono, ci lavoro e ci passo un po' di tempo libero.. ma credo che si possa vivere benissimo senza, non credo che quel 50% di italiani non connessi si perdano poi molto, sopratutto in termini di cultura e di informazione.. quanto poi all'iniziativa è solo business, con dei partner commerciali quantomeno discutibili sul piano etico..certo che il divario digitale è qualcosa da superare, ognuno dovrebbe avere la possibilità di accedere agli strumenti della modernità liberamente, ma.. non credete che di divari da colmare ce ne siano di più rilevanti??
      • Stacy think positive scrive:
        Re: Tariffe
        Credo che chi vuole spendere meno possa, anche dal più ladro degli operatori, l'ADSL minima ora cosa meno di 20.
        La gente non vuole spendere 30-40 euro al mese per l'adsl,
        però poi le sigarette tutti i giorni, la birra e gli
        alcolici il fine settimanaQui ho un po da ridire... siamo su campi differenti. Queste cose non riguardano le informazioni, sono dei vizi e per quanto possano essere sbagliati, non credo che chi fuma e beve sia incoraggiato a comprarsi una bella ADSL rinunciando a questi. Trovo molto più giusto rinciare alla seconda parte... cioé mediaset premium e sky, che dovrebbero essere in secondo piano rispetto a internet. Purtoppo lo STATO non vuole dei cittadini coscienti, ma automi impauriti e privi di idee, facili da ingannare e da manipolare.Mi è bastato allontanarmi da internet per il periodo estivo, per capire quanto siano avariate le notizie che passano per i TG.Saluti e ghiande!
        • Marco Marcoaldi scrive:
          Re: Tariffe
          Basta con le boiate : "Putroppo lo STATO non vuole cittadini coscienti" ?Macchè, l'ignoranza è frutto di scelte proprie non dello stato, il mezzi per non essere ignoranti ci sono eccome e sono alla portata di tutti !!!!!Se una persona è ignorante è perchè ha SCELTO di rimanere tale !!!!Non è colpa dello stato !
    • FUTUMANZO scrive:
      Re: Tariffe
      sono d'accordo, il fatto e' che non si tratta solo di costi, ma in generale della qualita' del servizio: cattiva (o pessima) assistenza, assoluta mancanza di trasparenza (e derivante confusione generata, soprattutto a chi non e' esperto o ha poco tempo da dedicarci per avere funzionalita' un minimo decenti), connsessioni non sempre all'altezza, carenza di connsettivita' per chi si trova in zone non servite.si puo' fare di meglio?
      • nanoBastardo scrive:
        Re: Tariffe
        - Scritto da: FUTUMANZO
        sono d'accordo, il fatto e' che non si tratta
        solo di costi, ma in generale della qualita' del
        servizio: cattiva (o pessima) assistenza,
        assoluta mancanza di trasparenza (e derivante
        confusione generata, soprattutto a chi non e'
        esperto o ha poco tempo da dedicarci per avere
        funzionalita' un minimo decenti), connsessioni
        non sempre all'altezza, carenza di connsettivita'
        per chi si trova in zone non
        servite.

        si puo' fare di meglio?Straquoto.IMHO trovo assolutmente ridicolo parlare delle opportunita' della connessione Internet quando la stessa manca presoche' completamente di qualita'.Le uniche connessioni di qualita', che volendo ci sono, hanno poi costi proibitivi e sono unicamente rivolte a ditte di media-grande dimensione, leggi hdsl, cdn, frame relay, atm...Tecnicamente non c'e' nessuno scoglio tecnologico per portare tutte le ADSL a circa 4 Mb/s download, oppure xDSL a 2 Mb/s sia download che upload, sicuramente ci sarebbero da fare degli investimenti, cioe' spendere oggi del denaro che rientrera' sperando che dia profitti negli anni a venire. Come si puo' intuire gli investimenti sono da considerarsi troppo rischiosi per le societa' di TLC, soprattutto quelle i cui piani d'impresa si fanno a 2-3 mesi nel futuro, giusto il tempo per lanciare qualche miraboante offerta commerciale, leggere vendere un po' di fumo...Ciao,
    • Trollalero scrive:
      Re: Tariffe
      Ma facessero una cazzo di flat 2 mb a 10 euro al mese,sarei felice come una pasqua,non uso il pc per scaricare,non me ne sbatte un cavolo della web tv.Per navigare e qualche volta giocare una 2mb va più che bene.
      • marcov scrive:
        Re: Tariffe
        ti quotopoi a 2mb se non hai fretta puoi anche scaricare qualcosina- Scritto da: Trollalero
        Ma facessero una cazzo di flat 2 mb a 10 euro al
        mese,sarei felice come una pasqua,non uso il pc
        per scaricare,non me ne sbatte un cavolo della
        web
        tv.
        Per navigare e qualche volta giocare una 2mb va
        più che
        bene.
  • Puppolo scrive:
    appena le tariffe
    e la copertira dell'internet mobile sarà buona il popolo dei cellulari scoprirà internet
    • Trollalero scrive:
      Re: appena le tariffe
      Si,per scaricarsi il wallpaper di lucignolo o magari il gattorecchione che canta...per carità...
      • Trollalla scrive:
        Re: appena le tariffe
        - Scritto da: Trollalero
        Si,per scaricarsi il wallpaper di lucignolo o
        magari il gattorecchione che canta...per
        carità...Comprensibile pessimismo, ma se fosse solo l'inizio per poi scoprire altri contenuti ben venga pure quello, da cosa nasce cosa. Nessuno, nemmeno (soprattutto) i geni dell'informatica, hanno iniziato a usare il computer per 'cose serie', ma sempre per gioco. Solo in questo modo una qualsiasi cosa diviene famigliare e suscita quell'approfondimento spontaneo e duraturo che anche la coscienza civica di ciò che ci accade intorno ha tanto bisogno. Altrimenti si crea solo il rigetto come per alcune materie di scuola. Quello che ha contribuito a fare l'informatica dei camici bianchi di ieri e dei nerd più altezzosi di oggi.
  • Ioete scrive:
    Quanta ignoranza c'è in giro
    Molte persone che lavorano con me, anche giovani, non solo non sono connesse, ma hanno anche un'ignoranza totale dell'informatica, e come ripeto, sto parlando di gente giovane.
    • Marco Marcoaldi scrive:
      Re: Quanta ignoranza c'è in giro
      Fosse solo l'ignoranza informatica il problema !!!!!!Io sono circondato letteralmente da IDIOTI patentati !!!Gente che al massimo parla di Calcio, Formula 1, MotoGP e si gasa con le boiate in TV e chiamano CINEMA i filmetti di natale di Vanzina !!!!!Magari ci fosse SOLO ignoranza informatica !!!!Il problema è tutto il resto purtroppo !!!
      • Tester scrive:
        Re: Quanta ignoranza c'è in giro
        Si, ma l'informatica sveglia la gente e tanto...
        • Marco Marcoaldi scrive:
          Re: Quanta ignoranza c'è in giro
          Più che l'informatica ..... l'informazione !!!Il fatto di andare a cercarti l'informazione già significa che sei una persona comunque curiosa e non banale !I soliti menefreghisti se ne fregano e trovano più comodo sentirsi le FALSE notizie in Tv invece !!!!Curiosi si nasce purtroppo !
          • pentolino scrive:
            Re: Quanta ignoranza c'è in giro
            quoto. Internet propone appunto un modello attivo di informazione, ovvero l' informazione te la vai a cercare, non ti accontenti di quello che ti propinano davanti. E' proprio per questo che spaventa (per esempio) il governo cinese!
          • abec scrive:
            Re: Quanta ignoranza c'è in giro
            In Italia e' palese (e ingiustificatamente inrisolto) un grave problema di divario digitale rispetto agli altri paese occidentali e occidentalizzati. Divulgarne i lati positivi, per coinvolgere chi vive ancora nell'ignoranza su questo argomento, e' sicuramente un otimo proposito, ma bisogna sempre far attenzione a non mitizzare questo strumento rendendolo il nuovo dio della conoscenza, dell'informazione e della comunicazione. Ricordiamoci che questo fantastico oggetto (e non sono sarcastico), per quanto potente, non potra' mai eguagliare il valore dalla conoscenza e dell'informazione comunicata da persona a persona, faccia a faccia. Nel momento in cui ci convinceremo del contrario avremo perso un ulteriore fetta della nostra umanita'.
          • pentolino scrive:
            Re: Quanta ignoranza c'è in giro
            sono d' accordo, non esiste e non può esistere un unico canale della conoscenza per quanto ampio.P.S.: visto che è il tuo primo post (quantomeno da registrato) ti faccio il mio benvenuto sul forum (non che ne abbia titolo a dire il vero, ma tant' è!)
          • dadada scrive:
            Re: Quanta ignoranza c'è in giro

            Nel momento in cui ci convinceremo del contrario
            avremo perso un ulteriore fetta della nostra
            umanita'.E' vero ed e' una questione di misura e di buon utilizzoma la rete e' uno strumento potentissimo per comunicareinformazioni puntuali alle quali tutti possono contribuirein modo (quasi) egualitario!Vedetevi questo piccolo video di Pasolini: Ce le scegliamo noi le informazioni e se abbiamo qualcosada dire di importante per tanti altri ci possiamofar sentire!Quando mai e' stato cosi'??
          • slacky scrive:
            Re: Quanta ignoranza c'è in giro
            - Scritto da: pentolino
            quoto. Internet propone appunto un modello attivo
            di informazione, ovvero l' informazione te la vai
            a cercare, non ti accontenti di quello che ti
            propinano davanti. E' proprio per questo che
            spaventa (per esempio) il governo
            cinese!Solo quello cinese? Io credo anche quello italiano. Vedi tutti i blocchi a livello DNS che perpetrano e non ultimo quello di PirateBay, poco c'entra con l'informazione ma stiamo in mano a veri ignoranti quelli che per stare al governo da ignoranti hanno fatto dei master sull'ignoranza.
          • A Light In The Sky scrive:
            Re: Quanta ignoranza c'è in giro
            Straquoto al 100%. Purtroppo la verità è proprio questa: prima di giudicare il prossimo a migliaia di km di distanza (Cina e cinesi), dovremmo guardare in casa nostra (Italia e italioti... o era italiani? (newbie)).Il governo italiano ha ben poco da invidiare a quello cinese.(linux)
          • pentolino scrive:
            Re: Quanta ignoranza c'è in giro
            rispondo a tutti e due. Non esageriamo, direi che fra italia e cina c'è una bella differenza... quanto al blocco di TPB non andiamo a dire che è cultura per favore, usiamo TOR e buona notte.
          • giacomo_ scrive:
            Re: Quanta ignoranza c'è in giro
            beh io sono stato in cina, e l'ho trovata molto piu' aperta di quando i media nostri ci facciano credere. Praticamente accedevo a tutti i siti di news occidentali usa/uk/italiani. Wikipedia (3 anni fa) era bloccata, ora e' aperta. Per paranoia ho fatto una vpn verso casa (in italia) e ho rigiritato tutto il traffico da li. Come puoi notare non filtravano neanche le vpn!. Quando si parla di censura cinese vorrei capire se si basa sul sentito dire o su qualcosa di concreto. Perche' io che lavoro nell'IT sec da anni non l'ho trovata assolutamente cosi' opprimente, giusto due siti in croce fatti da transparent proxy...
          • pentolino scrive:
            Re: Quanta ignoranza c'è in giro
            non parlavo tanto di filtri internet; mi riferivo più a discorsi come libertà politica, religiosa, familiare etc. Questi come ti sono sembrati?
          • G F scrive:
            Re: Quanta ignoranza c'è in giro
            - Scritto da: pentolino
            quoto. Internet propone appunto un modello attivo
            di informazione, ovvero l' informazione te la vai
            a cercare, non ti accontenti di quello che ti
            propinano davanti. E' proprio per questo che
            spaventa (per esempio) il governo
            cinese!Mi raccomando, non farti sentire dal Detrattore!
      • CCC scrive:
        Re: Quanta ignoranza c'è in giro
        - Scritto da: Marco Marcoaldi
        Fosse solo l'ignoranza informatica il problema
        !!!!!!

        Io sono circondato letteralmente da IDIOTI
        patentati
        !!!
        Gente che al massimo parla di Calcio, Formula 1,
        MotoGP e si gasa con le boiate in TV e chiamano
        CINEMA i filmetti di natale di Vanzina
        !!!!!

        Magari ci fosse SOLO ignoranza informatica !!!!

        Il problema è tutto il resto purtroppo !!!il fatto è che per la massa "il computer" è solo un tipo di TV...
        • A Light In The Sky scrive:
          Re: Quanta ignoranza c'è in giro
          Magari fosse solo questo... spesso in Italia la Rete è un mostro da cui fuggire, il Diavolo in persona, il luogo più peccaminoso della Terra... praticamente sembra l'inferno! :DPurtroppo fa ancora parecchi danni seguire gli pseudo-telegiornali credendoli seri, quando non Verità del Signore ((anonimo)).E quante ne hanno sparate su Internet, YouTube e fenomeni del Web... :(linux)
    • essex scrive:
      Re: Quanta ignoranza c'è in giro
      - Scritto da: Ioete
      Molte persone che lavorano con me, anche giovani,
      non solo non sono connesse, ma hanno anche
      un'ignoranza totale dell'informatica, e come
      ripeto, sto parlando di gente
      giovane.Hai ragione. Posso farti un esempio: molti ragazzi liceali usano spesso wikipedia ma non sanno minimamente come funziona. Non sanno ad esempio che gli articoli di wikipedia vengono scritti direttamente da tutti. E che se volessero potrebbero scriverne anche di loro. Per molti altri teenager internet coincide solo con msm...
    • Er Puntaro scrive:
      Re: Quanta ignoranza c'è in giro
      Boh? Qua da me c'è un sacco di gente che si connette in rete per farsi una "qultura" della madonna! Vabbeh, ci si connette in rete per scaricare porno a manetta, e forse proprio per questo, nessuno si fa mancare la connessione.Da dove cacchio li prendono sti sondaggi?Metà della popolazione italiana disconnessa?Può essere, ma saranno i vecchi all'ospizio.E ora scusate ma torno ad arricchire il mio spirito: www.google.itcerca:Nikki BenzTap! (invio)Risultati 1 - 10 su circa 2.460.000 per nikki benz. (0,14 secondi) Pant! Pant! Pant! Sto arrivando Nikkiiiiii!!!
  • bubba scrive:
    non sembra una brutta cosa ma...
    ... certo che l'apertura dell'articolo fa immediatamente rizzare il pelo. Dice "Per comunicare Internet, per decostruire i falsi miti intessuti da MEDIA e POLITICANTI, è necessario parlare alle persone(..)"E chi ci metti a comunicare 'contro' queste cose? dei massmediologi ,dei polittologi, dei giornalisti ... mah..Ma ingegneri del software, kernel developer, white/black-hat hacker et simila quando parleranno per 'decostruire i falsi miti'? :P
    • ciccio pasticcio scrive:
      Re: non sembra una brutta cosa ma...
      - Scritto da: bubba
      Ma ingegneri del software, kernel developer,
      white/black-hat hacker et simila quando
      parleranno per 'decostruire i falsi miti'?
      :Pmai quelli lavorano mica hanno tempo da perdere in certe cagate
Chiudi i commenti