Netdipendenza Onlus invita tutti a disconnettersi

Il 21 marzo è la giornata ideale per staccare la spina e rifiatare

Roma – Disconnettere tutto: questo l’invito lanciato da Netdipendenza Onlus a tutti i netizen affinchè l’inizio della primavera sia una buona occasione per staccare la spina dallo stress e dalla tecnologia.

L’associazione lancia la Prima giornata nazionale a schermi spenti , volutamente fissata per il 21 marzo, giorno d’inizio della stagione primaverile. L’invito fatto agli utenti è quello di allontanarsi da monitor e apparecchi digitali per respirare, magari in aperta campagna o al mare.

“Il 21 marzo, dunque con l’arrivo della primavera, inviteremo i lavoratori digitali a spegnere per un giorno computer e cellulari, per trascorre una giornata in spiaggia a respirare l’aria fresca del mare” spiega Enzo di Frenna sul sito web dedicato all’evento. “Uno dei primi effetti del tecnostress, infatti, è la respirazione corta e dunque le microapnee causate dalla tensione continua del sovraccarico informativo”.

Per l’occasione è stato realizzato anche un video, intitolato Oggi respiro senza tecnostress , un invito per “gli info-lavoratori e i manager a sconnettersi dal mare delle informazioni e raggiungere il mare per davvero”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Dario Caruso scrive:
    cosa ne penseranno murdock e berlusconi?
    Di questo passo, sky, mediaset premium, tv via cavo, satellite, digitale terrestre finiranno su internet... Ed i tradizionali network faranno in tempo a migrare?
    • Balto scrive:
      Re: cosa ne penseranno murdock e berlusconi?
      - Scritto da: Dario Caruso
      Di questo passo, sky, mediaset premium, tv via
      cavo, satellite, digitale terrestre finiranno su
      internet... Ed i tradizionali network faranno in
      tempo a
      migrare?Ti sei perso il fatto che la rai già trasmette online i suoi canali?www.rai.tvCmq dtt e sat sono imbattibili per la tv, magari in futuro si potrà fare di meglio su interne, ora no per gli stranoti problemi di banda.
      • Beppe scrive:
        Re: cosa ne penseranno murdock e berlusconi?

        Cmq dtt e sat sono imbattibili per la tv, magari
        in futuro si potrà fare di meglio su interne, ora
        no per gli stranoti problemi di
        banda.Infatti se notate, con l'aumento progressivo delle banda si associano queste offerte, la tv,il conputer, il satellite, il digitale terreste e la radio finiranno inevitabilmente in un unico "coso elettronico" da appendere al muro, integrerà tutto associandolo a tastiere e telecomandi vari, funzionerà anche da unica console ludica, insomma un coso che è collegato con il mondo e con la casa, filodiffusione e tante altre cosine.Si interfacceranno gli elettrodomestici, l'antifurto, le telecamere di sicurezza, le banche, un po tutto, la cosa sarà progressiva ma avverrà, quando guarderai una cosa la pagherai, oppure ci sarà un servizio complessivo che potrà essere offerto o dal provider telefonico o da qualunque multinazionale che avrà fagocitato le altre, quasi di fisso avrà un chip AMD "perchè assorbita dai magnati del petrolio", sarà apparentemente uno schermone da 60", accetterà i comandi vocali, potremo gestire da li tutta illuminazione della casa, la posta elettronica, il riscaldamento, la segreteria telefonica.Questo sarà il futuro, un unico monopolio invece di tanti piccoli, chi gestirà il tutto?Google?Microsoft?Hp?IBM?AMD?Vedremo.....
Chiudi i commenti