Netscape salta sui computer HP

Netscape salta sui computer HP

AOL ha spuntato un importante accordo con HP per la distribuzione del proprio browser insieme ai PC desktop e portatili del colosso di Palo Alto
AOL ha spuntato un importante accordo con HP per la distribuzione del proprio browser insieme ai PC desktop e portatili del colosso di Palo Alto


Mountain View (USA) – Con una mossa che potrebbe contribuire a rimettere in gioco il proprio browser, America Online è riuscita a strappare un accordo con HP per l’inclusione di Nestcape sui PC di quest’ultima. Era dalla fine degli anni ’90 che lo storico browser non saliva a bordo dei computer di un big del settore.

Il famoso logo verde-acqua di Netscape comparirà nel menù start e sul desktop di tutti i modelli di Pavilion e Presario che, a partire dal prossimo anno, HP commercializzerà in USA e Canada. Il colosso di Palo Alto ha spiegato che gli utenti potranno fare di Netscape 8 il browser predefinito di sistema già durante la fase di setup del computer.

“Oggi un numero crescente di utenti sceglie di avere più di un browser sul proprio desktop, e la nostra decisione non fa che riflettere questo trend”, ha affermato Nick Labosky, director of worldwide consumer PC di HP. “Crediamo che Netscape abbia alcuni vantaggi rispetto ai suoi più diretti concorrenti, tra cui le numerose funzionalità di sicurezza e il doppio motore di rendering”.

Netscape 8.0 si basa sul codice di Firefox ma, a differenza di quest’ultimo, include alcuni tool di sicurezza aggiuntivi ed utilizza come motore di rendering predefinito quello di Internet Explorer. Tre volte al giorno Netscape 8.0 scarica dai server di AOL una lista di indirizzi classificati come attendibili o non attendibili: per questi ultimi il browser passa automaticamente al motore di rendering Gecko di Firefox, meno vulnerabile ad attacchi e codici maligni. L’utente può anche scegliere di impostare Gecko come tecnologia di default.

In cambio della distribuzione di Netscape, HP percepirà da AOL un incentivo economico di entità sconosciuta. Il colosso mediatico spera che incrementando la diffusione del proprio browser cresca anche il numero di visitatori al proprio potale e, con essi, il numero di abbonati ai propri servizi on-line a pagamento.

Nella classifica dei browser stilata a settembre dalla società di analisi Net Applications, Netscape figura con una quota di mercato pari al 2,16%, contro il 7,55% di Firefox e l’86,87% di IE.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

04 10 2005
Link copiato negli appunti