Netstrike, tutti con Greenpeace

Questo si legge sulle mailing list internazionali nelle quali ci si prepara ad unirsi per una clamorosa azione contro Dow Chemical organizzata dalla celebre associazione ambientalista


Roma – Un sit-in virtuale, un vero e proprio netstrike è partito ieri contro le attività online indiane del colosso americano della chimica Dow Chemical. Organizzato da Greenpeace, il sit-in inizia a riscuotere un certo interesse in rete, sebbene mentre scriviamo il sito al centro della protesta rimanga ancora accessibile.

Secondo Greenpeace, che ha pubblicato qui tutti i dettagli dell’operazione, Dow Chemical sta cercando di scrollarsi di dosso le responsabilità per il clamoroso disastro di Bhopal, causato dagli impianti della società Union Carbide acquisita da Dow. Per farlo, Dow ha addirittura denunciato i sopravvissuti del disastro che hanno manifestato presso gli impianti della Union Carbide e ha chiesto loro 10mila dollari di danni.

L’idea di Greenpeace è quella di colpire il sito Bhopal.com fino a quando Dow non si rimangerà l’azione legale. La speranza della celebre associazione ambientalista è di riuscire a bloccare il sito.

Va detto che su quelle pagine Dow ha predisposto una serie di informazioni sulla vicenda e propone la propria posizione in merito, in cui sostanzialmente rigetta le accuse degli ambientalisti.

Andy Bichlbaum, responsabile Greenpeace, ha spiegato che l’azione continuerà “fino a quando Dow deciderà di assumersi le proprie responsabilità in Bhopal. Questa protesta continuerà fino a quando Dow non ritirerà la denuncia contro i sopravvissuti”.

Nella tragedia di Bhopal, dove nel 1984 vi furono gravissime perdite di gas tossico, Greenpeace stima vi siano stati 20mila morti oltre all’inquinamento delle falde acquifere e a danni alla salute delle popolazioni che vivono nella zona.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Amerigani...
    "Secondo Angelos, i produttori Nokia e Motorola avrebbero venduto cellulari "difettosi e irragionevolmente pericolosi" in quanto assieme ai telefonini non erano accluse le avvertenze su possibili tumori al cervello derivanti dal loro uso...."Con argomentazioni simili è stato chiesto un rimborso miliardario ad un produttore di elettrodomestici statunitense, reo di non aver indicato sul libretto di istruzioni "di non introdurre nel forno animali domestici vivi".Morale della favola: non esiste una legge che possa proteggere qualcuno contro la sua propria idiozia ed ignoranza.L'OMS ha catalogato i campi elettromagnetici tra le "sostanze" per cui non è dimostrata alcuna nocività sull'uomo e sugli animali, ma evidentemente la notizia non è ancora giunta alle orecchie del famoso avvocato.
    • Attila Xihar scrive:
      Re: Amerigani...
      - Scritto da: Anonimo

      L'OMS ha catalogato i campi elettromagnetici
      tra le "sostanze" per cui non è dimostrata
      alcuna nocività sull'uomo e sugli animali,
      ma evidentemente la notizia non è ancora
      giunta alle orecchie del famoso avvocato.La notizia non è peraltro ancora giunta nemmeno alle orecchie degli abitanti i dintorni dei ripetitori di Radio Vaticana, che imperterriti, con incredibile faccia tosta, continuano ad ammalarsi e morire, senza averne diritto nè giustificazione scientifica...
      • avvelenato scrive:
        Re: Amerigani...
        credo che l'anonimo al quale rispondi si riferisse specificatamente ai campi em prodotti da cellulari, sui quali si stanno concentrando gli studi..in effetti relativamente a questi i dati confermano una non-pericolosità, per adesso... (se mi volete smentire evitate insulti e sarete ben accetti)in effetti io non andrei mai a vivere nelle vicinanze di un radiotrasmettitore fuorinorma.. ma il vaticano è uno stato a parte, non si può legiferare su di esso... (a tal proposito, proporrei il bombardamento del vaticano... che tra l'altro non è neanche uno stato democratico ^_^)avvelenato
        • Attila Xihar scrive:
          Re: Amerigani...
          - Scritto da: avvelenato
          credo che l'anonimo al quale rispondi si
          riferisse specificatamente ai campi em
          prodotti da cellulari, sui quali si stanno
          concentrando gli studi.."L'OMS ha catalogato i campi elettromagnetici tra le "sostanze" per cui non è dimostrata alcuna nocività sull'uomo e sugli animali"Non mi pare facesse riferimenti alle dimensioni dei campi, anche se, effettivamente, la sua puo' essere stata una distrazione.
          • Anonimo scrive:
            Re: Amerigani...
            Dimmi che sei una donna ti prego... una così sarebbe da sposare :)Ottimo intervento.
          • Fedr0 scrive:
            Re: Amerigani...

            Per quanto attiene la faccenda di Radio
            Vaticano, prima di parlare di gente che
            s'ammala e muore come le mosche, forse è
            meglio dare un'occhiata ai dati ufficiali. Sinceramente non so se sia vero quanto dicono dei ripetitori di RV, però io ho passato 15 mesi di militare a Cesano (dove appunto sono i suddetti ripetitori) e ti posso assicurare che parlando con il cellulare, parlando con un telefono normale o parlando con radio militari, si sentiva sempre in sottofondo qualcuno pregare... Miracoli? Non credo proprio, erano le trasmissioni di RV che interferivano.Non saprei quindi dirti se effettivamente i ripetitori siano la causa di tutte le persone ammalate nella zona, ma di sicuro posso confermarti che lì attorno c'erano dei campi elettromagnetici pazzeschi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Amerigani...
            - Scritto da: Fedr0
            Sinceramente non so se sia vero quanto
            dicono dei ripetitori di RV, però io ho
            passato 15 mesi di militare a Cesano (dove
            appunto sono i suddetti ripetitori) e ti
            posso assicurare che parlando con il
            cellulare, parlando con un telefono normale
            o parlando con radio militari, si sentiva
            sempre in sottofondo qualcuno pregare...Se hai usato una radio militare, ti hanno sicuramente spiegato cos'è la TVI/RFI. Non confondiamo il danno biologico con la banale interferenza, perché c'è un abisso. I livelli di campo che possono disturbare un qualsiasi apparato elettronico sono anche mille volte inferiori delle soglie di guardia stabilite dall'OMS... anche se la TVI "fa impressione".
          • Attila Xihar scrive:
            Re: Amerigani...
            - Scritto da: Anonimo
            L'OMS ha catalogato esplicitamente TUTTI i
            campi elettromagnetici inferiori a due
            soglie limite (distinte per bande di.....[CUT]Da una rapidissima ricerca su Google:"Dati dell'Osservatorio epidemiologico del Lazio -Agenzia sanitaria pubblica - i quali documentano la localizzazione degli otto casi di leucemia infantile concentrati nel raggio di 6 Km dalle antenne di radio Vaticana e relativi ad abitanti di Cesano, Olgiata e Osteria nuova. Nessun caso viene invece individuato nei comuni di Formello ed Anguillara Sabazia posizionati oltre i 6KM. L'incremento del pericolo di Leucemia infantile nell'area è del 600%. Secondo un medico di Cesano, il Dott. Marino, tale incremento sarebbe in realta del 1800% in quanto la distanza dei casi dall'effettiva posizione delle antenne è inferiore ai 2KM anziché, come erroneamente indicato nello studio, ai 4KM"http://www.elettrosmog.org/html/campagna.htmlLa solita battaglia delle fonti?
          • Anonimo scrive:
            Re: Amerigani...
            - Scritto da: Attila XiharQuesti sono i FATTI, riportati anche nella pubblicazione ufficiale già citata.- La mortalità e l'incidenza di leucemia infantile nel raggio di 10 km dalle antenne non è diversa da quella osservata nel comune di Roma.- La statistica è stata ampliata forzatamente aggregando casi di leucemia infantile ed adulta, laddove anche i sassi sanno che si tratta di decorsi ed eziologie totalmente differenti.- Non è dimostrato, in ultima analisi, alcun legame tra l'esposizione ai campi elettromagnetici e l'insorgenza di leucemia. Semmai l'indagine parte scambiando la tesi e l'ipotesi, errore madornale. Esempio di legame forte: l'esposizione a vapori di benzene comporta un aumento annuo di 2.500 casi di leucemia infantile. Non di zerovirgolaotto.Su Radio Vaticana c?è anche dell?altro. Gli studi epidemiologici hanno senso se vengono realizzati sui grandi numeri. Qui ci troviamo davanti a uno studio che ha registrato un caso di leucemia in una zona dove secondo le statistiche avrebbero dovuto essercene 0,16. Naturalmente, in termini reali, un?analisi come questa, basata su 20 casi, non poteva che registrare uno 0 o un 1? Qualcuno ha esteso surrettiziamente questo dato in termini statistici e lo ha generalizzato a tutta la popolazione, concludendo che nella zona si muore 6 volte di più rispetto alla norma cioè effettuando una estrapolazione rispetto al reale dato epidemiologico. Il problema è che non ha senso costruire - come è stato fatto - uno studio statistico su un campione così ristretto.La fonte per documentarsi è solo UNA, quella per cui sono passate le oltre 25.000 pubblicazioni sull'argomento dell'ultimo ventennio. I problemi di un sito di parte, non soggetto a peer review, che spara numeri a casaccio per fomentare gli allarmismi sono scientificamente irrilevanti.http://www.who.int/docstore/peh-emf/publications/facts_press/fact_italian.htm
          • Attila Xihar scrive:
            Re: Amerigani...
            - Scritto da: (Sua Eminenza) Anonimo :-).....No, fammi capire, vuoi dire che degli 8 casi di leucemia infantile denunciati da quel sito, 1 era veramente un bambino e gli altri 7 si erano travestiti da infanti a bella posta? :-OA quando la controdenuncia del Vaticano?
          • Anonimo scrive:
            Re: Amerigani...
            - Scritto da: Attila XiharLeggi i documenti che stanno nei link e fai poco lo spiritoso.By un altro anonimo (purtroppo non sono quello di prima, magari)
          • Attila Xihar scrive:
            Re: Amerigani...
            - Scritto da: Anonimo
            Leggi i documenti che stanno nei link e fai
            poco lo spiritoso.Se ho voglia di fare una battuta la faccio. Se l'ironia è un concetto a te estraneo, problemi tuoi.Rispetto al problema: non ho capito cosa si vorrebbe dimostrare, nè a chi gioverebbero i c.d. allarmismi su quei ripetitori. Medici che vogliono arricchirsi alle spalle della S. Sede? Cos'altro?Fra vent'anni credo che affermare "io l'avevo detto" non darà cmq soddisfazione a nessuno.
            By un altro anonimo (purtroppo non sono
            quello di prima, magari) Nemmeno io lo sono, ma accontentiamoci :-p
          • Anonimo scrive:
            Re: Amerigani...
            - Scritto da: Attila Xihar

            Rispetto al problema: non ho capito cosa si
            vorrebbe dimostrare, nè a chi gioverebbero i
            c.d. allarmismi su quei ripetitori. Medici
            che vogliono arricchirsi alle spalle della
            S. Sede? Cos'altro?Va bene l'ingenuità, ma qui si esagera.Cui prodest ? Semplicissimo.a) Alle aziende che vendono "ecologia", cioè interramento dei cavi, smantellamento dei tralicci e "dispositivi di protezione" come le famose "coccinelle" per i cellulari. Siamo a un passo dalla cartomanzia, cioè dall'abuso di credulità popolare, truffa e circonvenzione d'incapace, ma va tutto benissimo finchè questi prendono soldi con cui pagare i mestatori ecologisti e una o due pubblicazioni "scientifiche" che contano quanto il 2 di coppe contro le altre ventimila e rotti che dicono l'esatto contrario.b) Al politicante di turno che conta di ricavare una forte rendita di posizione dall'atteggiamento di avere "protetto" gli abitanti di quelle zone abbattendo tralicci e bloccando ripetitori. Perchè la gente ha la memoria corta e non ricorda o non sa quante persone muoiono in incidenti stradali per colpa dei troppi TIR e della mancanza di sicurezza e raddoppi di corsia, tutte carenze strutturali che sono conseguenza di una singolare coincidenza d'interessi tra una certa fabbrica di auto di torino (che vuole vendere a migliaia i suoi maledetti camion del menga e se ne strafotte del ferroviario e degli interporti) e le proteste delle lobbies verdi (perchè le ferrovie e le autostrade "sciupano il paesaggio").c) Non ultimo, giova indirettamente a tutti gli anticlericali che si spellerebbero le mani dalla soddisfazione al solo pensiero di tappare la bocca alle "radio dei preti", che a causa delle limitazioni di potenza non avrebbero più la copertura originale.C'è sempre qualcuno a cui può giovare parecchio manipolare le fragili evidenze della scienza sperimentale. Basta non essere ingenui, pensarci su un attimo e ci si arriva subito, vincendo le proprie paure ancestrali e ingiustificate.
          • Anonimo scrive:
            Re: Amerigani...
            - Scritto da: Anonimo
            le famose "coccinelle" per i cellulari.Già, belle quelle... l'unico effetto rilevante è che il cell per "difendersi" moltiplica l'emissione finchè riesce a comunicare e la batteria si sdrena in un attimo... Almeno gli adesivi luminosi fanno luce e sono simpatici...
          • Attila Xihar scrive:
            Re: Amerigani...
            - Scritto da: Anonimo

            Va bene l'ingenuità, ma qui si esagera.
            Cui prodest ? Semplicissimo.
            a) Alle aziende che vendono "ecologia", cioè
            interramento dei cavi, smantellamento dei
            tralicci e "dispositivi di protezione" come
            le famose "coccinelle" per i cellulari.
            Siamo a un passo dalla cartomanzia, cioè
            dall'abuso di credulità popolare, truffa e
            circonvenzione d'incapace, ma va tutto
            benissimo finchè questi prendono soldi con
            cui pagare i mestatori ecologisti e una o
            due pubblicazioni "scientifiche" che contano
            quanto il 2 di coppe contro le altre
            ventimila e rotti che dicono l'esatto
            contrario.Eppure io non sarei così sicuro e tracotante su un argomento del genere. Magari non è questo il caso, ma quante volte ci hanno raccontato (se vogliamo anche in buona fede) che qualcosa era innocuo, tranne poi scoprire anni dopo che la realtà era diversa?Soprattutto, che le "lobby ecologiste" e qualche azienda siano così potenti contro il povero ed indifeso Vaticano, mi fa un po' ridere.
            b) Al politicante di turno che conta di
            ricavare una forte rendita di posizione
            dall'atteggiamento di avere "protetto" gli
            abitanti di quelle zone abbattendo tralicci
            e bloccando ripetitori. Questo in linea di principio è possibile.
            Perchè la gente ha la memoria corta e non
            ricorda o non sa quante persone muoiono in
            incidenti stradali per colpa dei troppi TIR
            e della mancanza di sicurezza e raddoppi di
            corsia, tutte carenze strutturali che sono
            conseguenza di una singolare coincidenza
            d'interessi tra una certa fabbrica di auto
            di torino (che vuole vendere a migliaia i
            suoi maledetti camion del menga e se ne
            strafotte del ferroviario e degli
            interporti) e le proteste delle lobbies
            verdi (perchè le ferrovie e le autostrade
            "sciupano il paesaggio").Qui concordo quasi al 100%.Come nell'altro caso, però, rido pensando al potere lobbystico che vuoi riconoscere a organizzazioni finanziariamente ridicole (e che cmq in molti casi non sono contrarie alle ferrovie).
            c) Non ultimo, giova indirettamente a tutti
            gli anticlericali che si spellerebbero le
            mani dalla soddisfazione al solo pensiero di
            tappare la bocca alle "radio dei preti", che
            a causa delle limitazioni di potenza non
            avrebbero più la copertura originale.Da questo post scopro che in Italia, dunque, chi conta di più sono le Aziende ecologiste, la Lobby Verde e uno stuolo nutritissimo di anticlericali.Tutte le altre (deboli) associazioni, Aziende o Enti sono vittime della manipolazione della realtà.Mi perdoni se rido ancora?

            C'è sempre qualcuno a cui può giovare
            parecchio manipolare le fragili evidenze
            della scienza sperimentale. Basta non essere
            ingenui, pensarci su un attimo e ci si
            arriva subito, vincendo le proprie paure
            ancestrali e ingiustificate.Perche' con conclusioni cosi' solide, le premesse che fai traballano invece non poco?
          • avvelenato scrive:
            Re: Amerigani...
            se non ho capito male gli studi non hanno comunque dissipato gli allarmi per le emissioni eccessive.per il principio di prudenza infatti sono stati stabiliti dei limiti.[troll_mode=on]ah già dimenticavo, le leggi italiane non si applicano alla città del vaticano.... è uno stato antidemocratico, teologico, che usa la religione per propagandare le sue idee nemiche della democrazia e della libertà.bisognerà mandare dei controllori ONU per il disarmo, ma credo che Bush sarà comunque convinto che la democrazia vada difesa. Il papa va destituito e mandato in esilio, altrimenti bombarderanno il vaticano ad oltranza.[troll_mode=off]avvelenato a favore della pace, contro il bombardamento del vaticano.
          • Anonimo scrive:
            Re: Amerigani...
            Hai capito male. E il "principio di prudenza" non esiste, esiste qualcosa che si chiama "principio di precauzione" che è altro. Semplicemente, per precauzione (ma NON per l'omonimo principio, che è una gabola semantica...) sono stati fissati dei limiti molto inferiori rispetto a quelli che iniziano ad evidenziare interazioni biologiche, e le emissioni registrate sono tutte abbondantemente al di sotto di tali limiti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Amerigani...
            Esistone degli studi pubblicati sull'American Journal of Epidemiology, i primi risalgono agli anni 70, che hanno evidenziato un incremento, statisticamente rilevante, delle patologie neoplastiche negli abitanti di zone esposte a campi magnetici. Purtroppo, a tutt'oggi, nessuna ricerca è riuscita ad individuare un meccanismo in grado di spiegare perché i campi elettromagnetici sarebbero in grado di provocare tali patologie, quindi, nell'incertezza della scienza, i campi elettromagnetici non sono, al momento, pericolosi!!Domani... chissà
Chiudi i commenti