NetWare 6, cuore di Web

Il sistema operativo di Novell guarda al futuro e, adottando tecnologie standard, sfida .NET e si getta nel Web


Provo (USA) – Novell sta cambiando faccia al suo NetWare, un sistema operativo di rete che nonostante negli ultimi anni abbia perso parecchio terreno nei confronti di concorrenti come Windows NT e Linux, oggi sembra pronto a rilanciare la sfida.

La più grande novità dell’imminente NetWare 6 è nel fatto che si basa quasi completamente su tecnologie standard – HTTP, XML, WAP, Java – identificandosi così come possibile via d’accesso anche ai servizi Internet “di attuale e prossima generazione”.

Secondo alcuni esperti, NetWare 6 avrebbe tutte le carte in regola per competere con la piattaforma.NET di Microsoft, con il vantaggio di essere ancora più aperto e Web-centrico. Naturalmente l’impatto mediatico e pubblicitario delle due piattaforme non può essere equiparato.

“NetWare 6 può essere aggiunto con facilità a qualsiasi rete perché non richiede l’installazione di nessun client”, sostiene Jim Tanner, product manager di Novell. Questa nuova versione di NetWare consente infatti il pieno accesso a tutte le funzionalità tramite un browser Web ed un singolo URL.

Il nuovo sistema operativo di Novell, attualmente in beta testing e atteso in commercio per la fine di settembre, offrirà numerose funzionalità anche per l’accesso da dispositivi mobili, come telefoni cellulari WAP e hand held computer.

Una delle funzionalità centrali del nuovo NetWare sarà data da iFolder, una tecnologia che permetterà agli utenti in viaggio di sincronizzare in automatico le proprie informazioni con quelle aziendali senza necessità di trasferimenti manuali.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    siete troppo giovani per ricordare ....
    ma ai tempi del pdp si pagava per avere potenza di calcolo.ora questo signore ha sfruttato risorse del governo per fini personali, al pari del dipendente che fa le telefonate private dall'azienda ...non si fanno ste cose e lui lo sapeva benissimo.
  • Anonimo scrive:
    Affittasi PC a 50Centesimi di dollaro al secondo..
    e' un affare...per me :)guadagno 1800$ all'ora senza fare alcunche'.
    • Anonimo scrive:
      Re: Affittasi PC a 50Centesimi di dollaro al secon
      si da domani mando il PC al lavoro... e' decisamente piu' remunerativo :)
  • Anonimo scrive:
    mune, dove sei? cosa ne dici?
    Munehiro?!hai cambiato nome eh?adesso vegli su di noi senza dire nulla.:-(((((((
  • Anonimo scrive:
    In tutto sono 195 ore di uso !
    Se si fanno i calcoli viene fuori che è come se avesse usato un solo PC per 195 ore.Al massimo la multa potrebbe essere il prezzo di un PC, oppure 10$ all'ora... ma 0.59 $ per ogni secondo è indegno di ogni civiltà.Per non parlare dei 15 anni di galera !Quando vengono qui con i caccia e ammazzano 20 italiani sotto le funivie non gli danno nemmeno un giorno di carcere e ora vogliono dare 15 anni per aver usato un PC pubblico ?Ma sono pazzi questi statunitensi !
    • Anonimo scrive:
      Re: In tutto sono 195 ore di uso !
      Prima gli USA hanno "regalato" l'informatica di massa al mondo intero. Adesso che il giocattolo comincia a diventare strategico stringono il cappio, censurano, limitano, brevettano, arrestano, "passport"ano.E' solo l'inizio, il time sharing di un pc vale già più di una vita umana.Ben vengano i paradisi informaticiW Tonga
      • Anonimo scrive:
        Re: In tutto sono 195 ore di uso !
        - Scritto da: Tempi Duri
        Prima gli USA hanno "regalato" l'informatica
        di massa al mondo intero. Adesso che il
        giocattolo comincia a diventare strategico
        stringono il cappio, censurano, limitano,
        brevettano, arrestano, "passport"ano.
        E' solo l'inizio, il time sharing di un pc
        vale già più di una vita umana.
        Ben vengano i paradisi informatici
        W TongaSi, ma per quanto ????Credo che l'unico modo per continuare a mantenere la liberta' su internet sia la LOTTA: internet permette di costrure sotto reti, allora ad esempio installiamo tutti un server freenet; quando si renderanno conto che e' troppo pericoloso sara' gia trpoppo diffuso per fermarlo.Ma io temo la gente che parla di liberta', poi se non se la trova integrata in windows non sa neanche cos'e'.
    • Anonimo scrive:
      Re: In tutto sono 195 ore di uso !
      - Scritto da: Pazzesco
      Se si fanno i calcoli viene fuori che è come
      se avesse usato un solo PC per 195 ore.
      Al massimo la multa potrebbe essere il
      prezzo di un PC, oppure 10$ all'ora... ma
      0.59 $ per ogni secondo è indegno di ogni
      civiltà.Eccolo! Il nostro Dio che siede sul trono del mondo e da li giudica TUTTE le civilta'. Dal suo trono sa anche quanto come e' stato fatto il calcolo dei $0.59 (e per tua informazione, il simbolo del dollaro precede il numero). Dimmi, cara entita' superiore, a quando l'innalzamento della gente italica a supercivilta' ??? O ci sono gia' arrivati alla civilta' assoluta?
      Per non parlare dei 15 anni di galera !
      Quando vengono qui con i caccia e ammazzano
      20 italiani sotto le funivie non gli danno
      nemmeno un giorno di carcere e ora vogliono
      dare 15 anni per aver usato un PC pubblico ?Ma come: anche gli Dei mischiano "mele e arance" ? Allora anche a loro piace la macedonia!Se tutte i reati andrebbero proporzionati l'un l'altro non ci si muoverebbe mai da una situazione di stallo, e oltretutto considera anche tanti fattori di politica (e sudditanza) italica, magari poi capisci perche' 1+1 non fa sempre 2. La colpa non e' degli yankees, ma forse dei cari connazionali.
      Ma sono pazzi questi statunitensi !AhAhAh, evvai, ma sono pazzi questi connazionali che mi ritrovo oppure si sono gia' dimenticati di Genova? E' vero hanno la memoria molto corta anche nel Bel Paese.Ciao, e pensa magari al fatto che la Georgia non e' l'America, come l'Italia non e' l'Europa, e la Libia non e' l'Africa...
  • Anonimo scrive:
    Possiamo farci rimborsare anche noi?
    Si chiede un risarcimento esagerato per aver utilizzato i tempi morti dei pc? Speriamo che il malcapitato se la cavi solo con una multa. La questione apre però nuove strade:Quante operazioni in background svolgono i nostri pc di casa e di ufficio quando lavoriamo e giochiamo magari su internet? e quante oprazioni non desiderate svolgono altri dispositivi come i telefoni cellulari? (rilevano di continuo la nostra posizione, ad esempio) ed i decoder di D+ e di stream quando si collegano di notte con il modem cosa fanno?Facciamoci pagare tutti noi 59 centesimi al secondo per ogni volta che un pc od un dispositivo in nostro possesso esegue operazioni non richieste da noi! Sui PC Basta installare un firewall per monitorare la marea di pacchetti UDP che viaggiano da ogni software verso la casa madre, sommiamoli e presentiamo il conto!!!Facciamolo subito!!! Le associazioni dei consumatori propongano una forma legale per farlo
    • Anonimo scrive:
      Re: Possiamo farci rimborsare anche noi?
      - Scritto da: Ginko......
      La questione apre però nuove strade:
      Quante operazioni in background svolgono i
      nostri pc di casa e di ufficio quando
      lavoriamo e giochiamo magari su internet? .....
      Facciamoci pagare tutti noi 59 centesimi al
      secondo per ogni volta che un pc od un
      dispositivo in nostro possesso esegue
      operazioni non richieste da noi! Sui PC......Non vorrai mica ridurre sul lastrico Bill Gates !!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Possiamo farci rimborsare anche noi?
        E perchè no?Sarebbe anche facile con m$ i suoi sofrware sono pieni di attività in backround.
  • Anonimo scrive:
    esagerato
    La pena deve essere commisurata al reato. Cosa darebbero in Georgia per un omicido colposo?? l'ergastolo??
  • Anonimo scrive:
    FACCIAMO 100 ANNI E NON PARLIAMONE PIU'
    ...DI CARCERE OVVIAMENTE.
  • Anonimo scrive:
    è giusto... ma solo la multa
    Secondo me la multa va più che bene perché in definitiva ha utilizzato risorse pubbliche senza chiederne preventivamente il permesso per propri interessi.In poche parole voleva vincere quel premio alle spese di un'infrastruttura non sua senza chiederne il permesso!Secondo me è giustissima la multa che gli è stata effettuata... forse 15 anni però sono un po' tantini, ma la multa la DEVE pagare!
  • Anonimo scrive:
    15 anni di galera...
    La solita americanata.15 anni di galera per aver installato degli screen saver all'università?Poveretto... e se avesse sfruttato i computer a tempo pieno? la pena di morte?15 anni di galera li dovrebbero dare a chi se li merita veramente e invece ancora gira felice e contento per strada...
    • Anonimo scrive:
      Re: 15 anni di galera...
      La multa mi sembra parecchio salata!!!... ha utilizzato i computer sfruttando i tempi morti non ha sottratto la capacita di calcolo o memeria a nessuno! se proprio lo si vuole punire lo si deve obbligare a dividere il premio che ha vinto con tutti i proprietari dei comp cha ha utilizzato... per quanto riguarda la galera... ci sono criminali e spacciatori a spasso e se la vanno a prendere con uno che, in fondo, non ha danneggiato nessuno!CJkl
      • Anonimo scrive:
        Re: 15 anni di galera...
        sono d'accordo con te...ormai se ammazzi uno rischi meno che se installi un programma.Personalmente sono schifato da tutto questo perchè quando si toccano gli interessi le leggi si fanno e vengono attuate mentre quando si tratta di salvaguardare le vite umane le leggi passano in secondo piano!!!
  • Anonimo scrive:
    Indubbio che sia un illecito....
    ...ma 15 anni di galera mi pare un'assirdità
  • Anonimo scrive:
    Cos'e' Project R C 5 e distributed.net
    Project RC5 The "Bovine" RC5 effort was formed to take the responsibilities of coordinating and maintaining the RC5 servers that are needed to distribute key blocks to work on to all of the participating client programs. We depend heavily - entirely - on the participation of people like yourself, as we intend to solve this project via the use of brute force, trying every possible key there is. We know this method works. On 19 October 1997 at 1325 UTC, we found the correct solution for the previous project - RSA Labs' 56-bit secret-key challenge. (That's RC5-32/12/7 56-bit for you stats junkies.) The key was 0x532B744CC20999, and it took us 250 days to locate. Our current overall RC5 network rate is 127.24 gigakeys per second. You can find out more information about our network speed at our RC5-64 statistics page. If you have any technical support questions regarding the operations of your distributed.net client, then please click here to send mail to help@distributed.net. Be sure to also check out the FAQ-o-Matic to see if your question has already been answered. the prize RSA Labs is offering a US$10,000 prize to the group that wins this contest. The distribution of the cash will be as follows: $1000 to the winner $1000 to the winner's team - this would go to the winner if he wasn't affiliated with a team $6000 to a non-profit organization, decided by vote $2000 to distributed.net for building the network and supplying the code The vote will be decided on through an extension of the statistics engine, with one vote per block per person.
  • Anonimo scrive:
    Orbene...
    Non conosco le leggi della Georgia. Forse lì è normale dare quindici anni di carcere a chiunque passi col rosso...A mio modesto parere, il giovanotto dovrebbe essere tenuto "solo" a risarcire lo stato della Georgia, proprietario dei pc da lui utilizzati.Spero anche che sia condannato a risarcirli, questi soldi, e vi spiego subito perchè.Negli States ogni sentenza "fa giurisprudenza", ossia può influenzare, anche moltissimo, le sentenze successive nel medesimo settore.Quindi, se il giovanotto fosse condannato a risarcire lo stato della Georgia, NOI CONSUMATORI FREGATI DALLE MULTINAZIONALI POTREMMO, ALLO STESSO MODO, CHIEDERE UN RISARCIMENTO OGNI VOLTA CHE QUALCUNO UTILIZZA IMPROPRIAMENTE IL NOSTRO PC (penso per esempio allo spamming e a tutte le altre pratiche di questo genere). Una vera rivoluzione. Alla fine potremmo persino far chiudere la Microsoft, se qualcuno cominciasse a chiedere i danni ogni volta che si blocca un pc su cui è installato Windows...Voltaire 2001
    • Anonimo scrive:
      Re: Orbene...
      - Scritto da: Voltaire 2001
      Non conosco le leggi della Georgia. Forse lì
      è normale dare quindici anni di carcere a
      chiunque passi col rosso...No, sono due infrazioni completamente diverse.
      A mio modesto parere, il giovanotto dovrebbe
      essere tenuto "solo" a risarcire lo stato
      della Georgia, proprietario dei pc da lui
      utilizzati.Anche secondo me, vista l'entita' del risarcimento, credo che valga come punizione anche morale dal momento che lui stava cercando di fare dei quattrini.
      Spero anche che sia condannato a risarcirli,
      questi soldi, e vi spiego subito perchè.

      Negli States ogni sentenza "fa
      giurisprudenza", ossia può influenzare,
      anche moltissimo, le sentenze successive nel
      medesimo settore.Si ma solo nel medesimo Stato. Non in assoluto, ma insomma vengono prese con le mollle se decise in un altro stato.
      Quindi, se il giovanotto fosse condannato a
      risarcire lo stato della Georgia, NOI
      CONSUMATORI FREGATI DALLE MULTINAZIONALI
      POTREMMO, ALLO STESSO MODO, CHIEDERE UN
      RISARCIMENTO OGNI VOLTA CHE QUALCUNO
      UTILIZZA IMPROPRIAMENTE IL NOSTRO PC (penso
      per esempio allo spamming e a tutte le altre
      pratiche di questo genere). Una vera
      rivoluzione. Nope. Cioe' giusto in principio, ma sbagliato l'esempio. La situazione sulla quale si pronuncera' il giudice e' "uso improprio di risorse dell'Universita', all'insaputa degli utenti". Te dici la stessa cosa ma fai un esempio sbagliato.
      Alla fine potremmo persino far chiudere la
      Microsoft, se qualcuno cominciasse a
      chiedere i danni ogni volta che si blocca un
      pc su cui è installato Windows...Non vedo come. Me lo spieghi, grazie.Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Te lo spiego io
        - Scritto da: XP

        Alla fine potremmo persino far chiudere la

        Microsoft, se qualcuno cominciasse a

        chiedere i danni ogni volta che si blocca
        un

        pc su cui è installato Windows...

        Non vedo come. Me lo spieghi, grazie.

        CiaoQuante operazioni in background svolgono i nostri pc di casa e di ufficio quando lavoriamo e giochiamo magari su internet? e quante oprazioni non desiderate svolgono altri dispositivi come i telefoni cellulari? (rilevano di continuo la nostra posizione, ad esempio) ed i decoder di D+ e di stream quando si collegano di notte con il modem cosa fanno?Facciamoci pagare tutti noi 59 centesimi al secondo per ogni volta che un pc od un dispositivo in nostro possesso esegue operazioni non richieste da noi! Sui PC Basta installare un firewall per monitorare la marea di pacchetti UDP che viaggiano da ogni software verso la casa madre, sommiamoli e presentiamo il conto!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: Te lo spiego io
          Capisco la tua spiegazione ma non e' quello che intendeva Voltaire. O meglio la differenza e' questa:1) I $0.59 per secondo non sono misura di OGNI PC, ma di quelli installati all'interno di un'Universita', dove hanno calcolato le peggio fregnacce per gonfiare il numero, ma non perche' la vita di un PC vale $0.59 al secondo. Tra parentesi, sapete di che computer si trattava? Io no, pero' sarebbe interessante scoprirlo.2) L'esempio che fai con i decoder puo' essere significativo, ma allora i fornitori di ricevitori satellitari cosa faranno per premunirsi: o elimineranno tale funzione, che per me e' comoda perche' mi ci compro i film invece di andare ad affittare il DVD, o nel contratto d'acquisto inseriranno una nuova nota nella quale specificheranno che il cliente accetta tali scambi di comunicazione. Ora per me rimangono due cose diverse lo stesso: il ricevitore fa delle cose, nei tempi morti (e non), a me utili ed io ne sono a conoscenza.Insomma, le basi per denuncie a destra e manca non credo esistano, e ribadisco che molti di voi hanno confuso il problema: non e' per quanto usava il PC ma nel fatto che stesse usando PC senza il dovuto permesso. Ripeto, questo fatto puo' risultare inconcepibile a tanti italiani, ma non dubito. Se non si conosce la cultura del posto e' difficile capire certe cose.Ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: Te lo spiego io
          - Scritto da: Ginko


          - Scritto da: XP


          Alla fine potremmo persino far
          chiudere la


          Microsoft, se qualcuno cominciasse a


          chiedere i danni ogni volta che si
          blocca

          un


          pc su cui è installato Windows...



          Non vedo come. Me lo spieghi, grazie.



          Ciao
          Quante operazioni in background svolgono i
          nostri pc di casa e di ufficio quando
          lavoriamo e giochiamo magari su internet? e
          quante oprazioni non desiderate svolgono
          altri dispositivi come i telefoni cellulari?
          (rilevano di continuo la nostra posizione,
          ad esempio) ed i decoder di D+ e di stream
          quando si collegano di notte con il modem
          cosa fanno?
          Facciamoci pagare tutti noi 59 centesimi al
          secondo per ogni volta che un pc od un
          dispositivo in nostro possesso esegue
          operazioni non richieste da noi! Sui PC
          Basta installare un firewall per monitorare
          la marea di pacchetti UDP che viaggiano da
          ogni software verso la casa madre,
          sommiamoli e presentiamo il conto!!!
          Esatto, hai centrato il nocciolo della questione: sono proprio le operazioni in background.Una cosa è un virus, un programma chiaramente "pirata" che è fatto apposta per fare danni e un'altra cosa sono i programmi che la Microsoft ha inserito (fin dal 1986 e ho le prove) per compiere operazioni all'insaputa dell'utente. Sono convinto che potremmo (dovremmo) chiedere i danni.Ok, forse il mio 1° intervento non era sufficientemente chiaro. Però qualcuno lo ha capito lo stesso (e io apprezzo le persone intelligenti). Voltaire 2001(a proposito: denunce si scrive senza la "i").
  • Anonimo scrive:
    Spyware
    Quanti ne metteranno in galera per aver inserito nei loro programmuzzi del codice spyware? E quanti soldi dovranno sborsare?Curiosita': li daranno ai proprietari dei PC utilizzati, quei 59 cent al secondo ?
  • Anonimo scrive:
    Era uno screensaver, mica un virus!
    Cioè: gli utenti universitari erano probabilmenteconsci di quel che stava facendo il proprio PC nei tempi morti. Se è così, non mi sembra giusta lacondanna.Voglio dirla tutta: allora mettiamo al gabbioanche gli autori dell'oooooooooooooooooooooooooooooooodiosissimo GATOR. Un programma che vi faofferte commerciali quando meno ve l'aspettate,e che si installa addirittura da solo e senza chepossiate dirgli nulla. O meglio, ho visto casi incui viene richiesta conferma, e altri casi in cuiparte un certo "Gator silent setup"(che vuol dire "installazione silenziosa").Processori logorati:parzialmente vero, ma quasi insignificante.E' una voce messa in giro da chi propina programmiper salvare il processore e farlo "vivere di più".E' vero che si riscaldano di più se più circuitisono in funzione in un dato momento, ma non c'è unsensibile aumento di "logorìo" dei circuitistessi. Per essere chiari: un microprocessore,da quando lo accendere a quando lo spegnete,esegue un unico ciclo, composto da poche operazioni fondamentali, generalmente tre,e chiamate: fetch, decode, execute.fetch carica la prossima istruzione da eseguiredecode la interpretaexecute la esegueil processore fa praticamente le stesse cose,sia che stia eseguendo un ciclo vuoto, sia chesi impegni in un complesso rendering in ray-tracing. E il surriscaldamento implicato dallamaggiore quantità di circuiti attivi è previsto:influisce molto, molto poco sulla "salute" dellaCPU.
    • Anonimo scrive:
      Re: Era uno screensaver, mica un virus!
      Alex, anche a te rispondo nella stessa maniera: il povero tizio e' giudicato per aver utilizzo improprio di risorse non sue. Negli States e' cosa grave perche' significa aver tradito la fiducia di colui che ti mette a disposizione le risorse.In alcune societa' se ti scarichi roba personale, ti licenziano senza troppi discorso, nel pubblico si inc..... ancora di piu' perche' le "risorse" sono pagate dai contribuenti dello Stato. Ora nel caso specifico non ci sono state risorse sprecate, ma il principio e' stato leso: usare cio' che non e' nostro e' sbagliato.Non voglio pensare che in Italia una mentalita' del genere e' difesa, ma sembra di capire che in una certa maniera e' spalleggiata. Forse sara' la diversa cultura, puo' darsi, quindi non c'e' nulla di cui preoccuparsi perche' il giudice non sta sindacando l'operato di un italiano in Italia. In quel paese ci sono delle leggi e una cultura che pretende un certo rispetto. E' giusto farle rispettare. Non credi?
    • Anonimo scrive:
      Re: Era uno screensaver, mica un virus!
      - Scritto da: Alex.tg
      Cioè: gli utenti universitari erano
      probabilmenteconsci di quel che stava facendo
      il proprio PC nei tempi morti. Se è così,
      non mi sembra giusta la condanna.
      Processori logorati:
      parzialmente vero, ma quasi insignificante.
      E' una voce messa in giro da chi propina
      programmiper salvare il processore e farlo
      "vivere di più".
      E' vero che si riscaldano di più se più
      circuiti sono in funzione in un dato momento,
      ma non c'è un
      sensibile aumento di "logorìo" dei circuiti
      stessi. Per essere chiari: un microprocessore,
      da quando lo accendere a quando lo spegnete,
      esegue un unico ciclo, composto da poche
      operazioni fondamentali, generalmente tre,
      e chiamate: fetch, decode, execute.
      fetch carica la prossima istruzione da
      eseguire
      decode la interpreta
      execute la esegue
      il processore fa praticamente le stesse cose,
      sia che stia eseguendo un ciclo vuoto, sia
      che
      si impegni in un complesso rendering in ray-
      tracing. E il surriscaldamento implicato
      dalla
      maggiore quantità di circuiti attivi è
      previsto:
      influisce molto, molto poco sulla "salute"
      della
      CPU.Per dirla proprio tutta, questo e' molto piu' vero in windows; poiche', non si sa per qual3e motivo, a Redmond non si conosce l'istruzione "nop", ovvero il ciclo di no operation.Cosa che linux utilizza invece parecchio quando non ha nulla da fare.Ho installato un linux che funzionava regolarmente su un P133 senza ventola, lo stesso si piantava dopo 15 minuti di uso sotto windowz.
      • Anonimo scrive:
        Re: Era uno screensaver, mica un virus!

        Per dirla proprio tutta, questo e' molto
        piu' vero in windows; poiche', non si sa per
        qual3e motivo, a Redmond non si conosce
        l'istruzione "nop", ovvero il ciclo di no
        operation.
        Cosa che linux utilizza invece parecchio
        quando non ha nulla da fare.Perche' linux essendo un sistema di vecchia concezione usa ancora la nop che non spegne i circuiti inutilizzati , mentre i pentium hanno a disposizione una ben piu' efficente halt che manda in standby il processore.
        Ho installato un linux che funzionava
        regolarmente su un P133 senza ventola, lo
        stesso si piantava dopo 15 minuti di uso
        sotto windowz.Si ... io invece mi sono accorto che il mio k6/233 aveva la ventolina bruciata da mesi perche' ho dovuto cambiare l'hd... e windows 2000 funzionava tranquillo.
        • Anonimo scrive:
          Re: Era uno screensaver, mica un virus!

          Si ... io invece mi sono accorto che il mio
          k6/233 aveva la ventolina bruciata da mesi
          perche' ho dovuto cambiare l'hd... e windows
          2000 funzionava tranquillo.Certo, Windows 2k funziona anche sott'acqua e ripara da solo i componenti hardware guasti, l'ho letto su un cartellone pubblicitario.
          • Anonimo scrive:
            Re: Era uno screensaver, mica un virus!

            Certo, Windows 2k funziona anche sott'acqua
            e ripara da solo i componenti hardware
            guasti, l'ho letto su un cartellone
            pubblicitario.Perche' linux non lo fa? Da quello che leggo qui sembrerebbe...
        • Anonimo scrive:
          Re: Era uno screensaver, mica un virus!
          - Scritto da: Ciao........


          Ho installato un linux che funzionava

          regolarmente su un P133 senza ventola, lo

          stesso si piantava dopo 15 minuti di uso

          sotto windowz.

          Si ... io invece mi sono accorto che il mio
          k6/233 aveva la ventolina bruciata da mesi
          perche' ho dovuto cambiare l'hd... e windows
          2000 funzionava tranquillo.Boh...Io uso un PII 350 da quasi 3 anni con la ventola bloccata sia con Windows che con Linux e non ho mai avuto problemi con nessuno dei due s.o...Qualche mese fa ho aumentato la RAM (collocata proprio di fianco alla CPU) e mi sono accorto che lo statore della ventola era deformato e toccava le pale bloccando di fatto la ventola. Ho smontato la ventola e raddrizzato la plastica. A quel punto ho rimontato il case e acceso il PC. Sentito il rumore ho fatto che riaprire il case e staccare lo spinotto della ventola, tanto ....
          • Anonimo scrive:
            Re: Era uno screensaver, mica un virus!
            Noi una volta si aveva un campo, e qualche volta si piantava, qualche volta si seminava, poi si raccoglieva.Qualche volta la grandine si portava via tutto e qualche volta no.Ma questo forse interessa quanto le vostre storie di ventoline e di S.O.Con simpatia


            Ho installato un linux che funzionava


            regolarmente su un P133 senza ventola,
            lo


            stesso si piantava dopo 15 minuti di
            uso


            sotto windowz.



            Si ... io invece mi sono accorto che il
            mio

            k6/233 aveva la ventolina bruciata da mesi

            perche' ho dovuto cambiare l'hd... e
            windows

            2000 funzionava tranquillo.

            Boh...

            Io uso un PII 350 da quasi 3 anni con la
            ventola bloccata sia con Windows che con
            Linux e non ho mai avuto problemi con
            nessuno dei due s.o...

            Qualche mese fa ho aumentato la RAM
            (collocata proprio di fianco alla CPU) e mi
            sono accorto che lo statore della ventola
            era deformato e toccava le pale bloccando di
            fatto la ventola. Ho smontato la ventola e
            raddrizzato la plastica. A quel punto ho
            rimontato il case e acceso il PC. Sentito il
            rumore ho fatto che riaprire il case e
            staccare lo spinotto della ventola, tanto
            ....
          • Anonimo scrive:
            Re: Era uno screensaver, mica un virus!
            - Scritto da: Balbo
            Noi una volta si aveva un campo, e qualche
            volta si piantava, qualche volta si
            seminava, poi si raccoglieva.
            Qualche volta la grandine si portava via
            tutto e qualche volta no.

            Ma questo forse interessa quanto le vostre
            storie di ventoline e di S.O.Pero' questo e' Punto Informatico e non Punto Agricolo.... :-)
          • Anonimo scrive:
            Re: Era uno screensaver, mica un virus!
            - Scritto da: TeX
            - Scritto da: Balbo

            Noi una volta si aveva un campo, e qualche

            volta si piantava, qualche volta si

            seminava, poi si raccoglieva.Ma va !!! E cosa coglievate di belloE in che stagioni seminavate ?E raccoglievate le stesse cose che seminavate o c'erano le mutazioni genetiche anche da voi ?

            Qualche volta la grandine si portava via

            tutto e qualche volta no......E s'e' un mondo dificile...

            Ma questo forse interessa quanto le vostre

            storie di ventoline e di S.O.Vero,vero, i campi sono molto piu' interessanti.
            Pero' questo e' Punto Informatico e non
            Punto Agricolo.... :-)Vieni anche tu su Punto Agricolo cosi' parliamo quanto vuoi, qui lasciali pure a parlare di ventoline che a loro interessa.
        • Anonimo scrive:
          Re: Era uno screensaver, mica un virus!
          - Scritto da: Ciao

          Per dirla proprio tutta, questo e' molto

          piu' vero in windows; poiche', non si sa

          per qual3e motivo, a Redmond non si conosce

          l'istruzione "nop", ovvero il ciclo di no

          operation.

          Cosa che linux utilizza invece parecchio

          quando non ha nulla da fare.
          Perche' linux essendo un sistema di vecchia
          concezione usa ancora la nop che non spegne
          i circuiti inutilizzati , mentre i pentium
          hanno a disposizione una ben piu' efficente
          halt che manda in standby il processore.Halt in realta' termina l'esecuzione di un programma ;)Manda in stanby, esatto, di conseguenza mantiene la temperatura del processore piu' alta: era di questo che si stava parlando.

          Ho installato un linux che funzionava

          regolarmente su un P133 senza ventola, lo

          stesso si piantava dopo 15 minuti di uso

          sotto windowz.
          Si ... io invece mi sono accorto che il mio
          k6/233 aveva la ventolina bruciata da mesi
          perche' ho dovuto cambiare l'hd... e windows
          2000 funzionava tranquillo.Prova a portarlo al limite, ovvero che ti si pianta dopo 5 minuti di attivita', poi installaci linux e vedi se ti si pianta dopo altrettanto tempo.Io pultroppo non posso perche' non ho una copia di win 2000 a casa, altrimenti lo farei senza problemi; io il problema l'ho rilevato con un win 95 e 98.Puo' anche darsi che nella gamma NT&figli la gestione dell'inattivita' fosse migliore.Han copiato cosi' tanto da ovunque, magari han copiato anche quello.
          • Anonimo scrive:
            Re: Era uno screensaver, mica un virus!

            Halt in realta' termina l'esecuzione di un
            programma ;)Halt in realta' non esiste nel set di istruzioni del x86... c'e' la HLT che e' quella di cui sto parlando.
            Manda in stanby, esatto, di conseguenza
            mantiene la temperatura del processore piu'
            alta: era di questo che si stava parlando.Non ti e' chiaro cosa vuol dire andare in standby... le parti del processore che non servono vengono semplicemente spente ossia viene interrotta l'alimentazione. La NOP invece e' una non operazione significa che il processore e' li che gira a vuoto e i circuiti di calcolo non stanno commutando ma sono alimentati,il suo uso principale dovrebbe essere quello di avere cicli di ritardo per sincronizzare istruzioni dato che solitamente occupa un ciclo di clock esatto (ci furono polemiche sui vecchi processori intel perche' questo non avveniva). Per una circuiteria CMOS ideale dovrebbe essere la stessa cosa non far nulla o essere spento ,per quelli reali no.
            Prova a portarlo al limite, ovvero che ti si
            pianta dopo 5 minuti di attivita', poi
            installaci linux e vedi se ti si pianta dopo
            altrettanto tempo.Se lo stai usando al limite la gestione dell'inattivita' e' ininfluente. Probabilmente linux essendo molto piu' lento nelle operazioni di matematiche scaldera' un po' meno...
            Puo' anche darsi che nella gamma NT&figli la
            gestione dell'inattivita' fosse migliore.
            Han copiato cosi' tanto da ovunque, magari
            han copiato anche quello.O magari hanno fatto qualcosa di meglio che vale la pena di copiare...
          • Anonimo scrive:
            Re: Era uno screensaver, mica un virus!
            - Scritto da: Ciao
            O magari hanno fatto qualcosa di meglio che
            vale la pena di copiare... Mi trovi d'accordo, ma in questi ultimi anni. Alcuni - compreso me, a volte - si ricordano troppo spesso del passato. Oggi M$, per molti aspetti, è davvero un passo avanti.Ciao.
  • Anonimo scrive:
    E' giusto
    Trovo che la condanna sia giustificabile, non fosse altro che un processore in stand-by consuma meno, si scalda di meno e conseguentemente si "deteriora" di meno di un processore che invece lavora.Detto questo metterei le manette anche a chiunque, in una struttura pubblica, utilizzi i picci' a proprio uso e consumo.
    • Anonimo scrive:
      Re: E' giusto
      - Scritto da: ~


      Detto questo metterei le manette anche a
      chiunque, in una struttura pubblica,
      utilizzi i picci' a proprio uso e consumo.Due milioni e mezzo di italiani IN GALERA!!!Ma va'!
    • Anonimo scrive:
      Re: E' giusto
      - Scritto da: ~

      Trovo che la condanna sia giustificabile,
      non fosse altro che un processore in
      stand-by consuma meno, si scalda di meno e
      conseguentemente si "deteriora" di meno di
      un processore che invece lavora.Un SO, quando il processore non "deve far nulla" ha un processo (di solito chiamato IDLE) che esegue solamente istruzioni NOOP (no operation).Quindi qualcosa esegue, e non è vero che non fa nulla, essendo che il ciclo di esecuzione delle istruzioni funziona comunque e il clock è sempre uguale (tranne in particolari processori tipo AMD per portatili, per ridurre i consumi, che però vengono fatti dalla riduzione di clock, e non dalle esecuzioni di NOOP).Poi, già uno screensaver è un'applicazione che gira.Quindi, da un punto di vista di "consumo del processore", la cosa è identica sia nel caso che lo screensaver sia lo schermo dei pesciolini installato dall'impiegato comunale, sia di una sofisticato programma di calcolo nucleare.Quindi inutile dire che ha "usato" i PC universitari. Un'altro screensaver li avrebbe sfruttati ugualmente.Il concetto è nell'uso che se ne è fatto di questo lavoro. In un caso, è inutile. Nell'altro, aveva uno scopo.Il fatto che i calcoli venissero fatti nei tempi motri, dimostra le non cattive intenzioni che aveva il ragazzo di non fare assolutamente nulla di male, ma semplicemente, quando i PC erano inutilizzati, di usarli lui.
      Detto questo metterei le manette anche a
      chiunque, in una struttura pubblica,
      utilizzi i picci' a proprio uso e consumo.Con questo concordo, a parte le manette.Non è certo bello usare le cose pubbliche pagate dai cittadini per guadagnare i propri 1000$....... ma mettiamo un freno alle condanne.Non dimentichiamci che la pena dovrebbe essere commisurata al reato.E sfruttare un tempo morto, nel quale comunque il PC rimarrebbe acceso, per i proprio scopi, non mi sembra certo un reato da 15 anni di galera.Mi sembra semmai, l'ennesima americanata, che fa dei giudici delle superstar se riescono a sollevare un caso "strano".Perchè 15 anni per non aver, in pratica, nè consumato, ne "logorato" cose pubbliche, che in ogni caso non hanno rallentato le loro prestazioni nel momento del bisogno, quando è quasi la stessa pena inflitta agli stupratori??Ogni tanto, sarebbe il caso di applicare anche il cervello.....Ma in uno stato dove si è riusciti a brevettare la ruota.... non mi aspetto altro che una diminuzione della massa cerebrale da parte della maggior parte dei cittadini.
      • Anonimo scrive:
        Re: E' giusto
        Con tutto il rispetto, prova te a stuprarti una persona e non penso vedrai la luce prima dei 25 anni :-)Te di cose ne sai tante, ma ti avventuri in giudizi un pochino affrettati verso le "Americanate". Il fatto che l'accusa ha chiesto 15 anni e' perche' da quelle parti l'utilizzo di cose pubbliche e' visto come reale moralmente grave. Non conta che il povero tizio stesso solamente cercando di vincere $1000. E' il principio di utilizzare risorse non sue che viene punito.E' una situazione delicata che pero' riesco a capire dopo aver vissuto la realta' americana (anche se gli stati sono molto diversi). Secondo il tuo discorso quindi, espellere dall'Universita' uno studente che copia e' ingiusto o non proporzionato al reato? Eppure pensa che l'espulsione avviene da tutte le scuole dello stato....quindi l'unica alternativa che uno studente ha e' quella di cambiare stato se vuole veramente finire un corso di studi...E magari il tutto per aver scopiazzato un compitino.Difficile magari da accettare o capire se si vive all'esterno della realta', molto facile se si e' al suo interno.Ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: E' giusto
          Uhm, se non sbaglio credo che per l'ordinamento italiano il reato di stupro sia ancoraqualcosa contro la morale pubblica e nonun reato contro la persona. Quindi tiprendi assai poco, molto meno di 15 anni. :(Macs
          • Anonimo scrive:
            Re: E' giusto
            - Scritto da: Macs
            Uhm, se non sbaglio credo che per
            l'ordinamento
            italiano il reato di stupro sia ancora
            qualcosa contro la morale pubblica e non
            un reato contro la persona.Sbagli. da qualche annoè reato contro la persona
        • Anonimo scrive:
          Re: E' giusto
          - Scritto da: XP
          Con tutto il rispetto, prova te a stuprarti
          una persona e non penso vedrai la luce prima
          dei 25 anni :-)Beh.... infatti ho detto "quasi". Se mi porti esempi di gente condannata per + di 15 anni per stupro ti do' ragione......Tra attenuanti.... ecc... ecc... mai visto condanne a + di 8-9 anni. Poi non sono molto esperto, ma era un esempio, e il quasi era una cosa molto generica.Posso farti il paragone con un altra cosa....Se uno guida in modo veramente spericolato, rischia di far male a molte persone. Direi che è molto + grave che usare i tempi morti del PC. La pena è la stessa???Rischia il ritiro della patente, una bella multa, e nulla +.
          Te di cose ne sai tante, ma ti avventuri in
          giudizi un pochino affrettati verso le
          "Americanate". Il fatto che l'accusa ha
          chiesto 15 anni e' perche' da quelle parti
          l'utilizzo di cose pubbliche e' visto come
          reale moralmente grave. Che lì sia visto come un reato molto grave, non significa che il mio giudizio non cambi.Infatti ho molta sfiducia nella giustizia americana. E questo mi fa pensare di avere sempre + ragione. Il fatto stesso che nel giudicare bianchi o neri cambia in relazione anche il colore della pelle della giuria... la dice lunga leggi e sul fatto di poterle applicare.Infatti ritengo che in Italia, l'ordinamento giuridico sia molto + valido rispetto al loro.Peccato che, d'altro canto, le leggi siano veramente degli "accrocchi" incapibili, e generino dei processi infiniti.
          Non conta che il
          povero tizio stesso solamente cercando di
          vincere $1000. E' il principio di utilizzare
          risorse non sue che viene punito.Nessuno lo nega, infatti ho contestato l'entità della punizione, non la punizione in sè.
          E' una situazione delicata che pero' riesco
          a capire dopo aver vissuto la realta'
          americana (anche se gli stati sono molto
          diversi). Scusa, ma se io avessi vissuto in Cina per molti anni, lo stesso probabilemente non riterrei la pena di morte una cosa giusta.
          Secondo il tuo discorso quindi,
          espellere dall'Universita' uno studente che
          copia e' ingiusto o non proporzionato al
          reato? No
          Eppure pensa che l'espulsione avviene
          da tutte le scuole dello stato....quindi
          l'unica alternativa che uno studente ha e'
          quella di cambiare stato se vuole veramente
          finire un corso di studi...E magari il tutto
          per aver scopiazzato un compitino.Ecco... chi a soldi se ne frega, tanto può studiare a Km da casa senza problemi.... mentre invece chi non ne ha è contretto ad abbandonare.Che senso ha espellere uno studente da una università per una scopiazzatura, mentre è solo un'ammonizione avere la pistola nell'armadietto???Belle istituzioni che hanno.....
          Difficile magari da accettare o capire se si
          vive all'esterno della realta', molto facile
          se si e' al suo interno.Infatti me ne resto qui, anche se sotto il Berlusca.....Non devo accettare nulla che non voglio....Semplicemente... esrimo il mio giudizio su una legge per me ingiusta.Quanti anni di galera si è preso Bill Gates per aver monopolizzato (giuridicamente accertato) il mercato e avere prodotto SO che non sfruttano i tempi morti della macchina, ma sfruttano risorse HW, SW e mentali dell'utilizzatore ogni volta che si inchiodano? su PC pubblici e privati???Nulla....Scusa.... non capisco.... sarà che sono ignorante.....
          • Anonimo scrive:
            Re: E' giusto
            - Scritto da: l
            Beh.... infatti ho detto "quasi". Se mi
            porti esempi di gente condannata per + di 15
            anni per stupro ti do' ragione......
            Tra attenuanti.... ecc... ecc... mai visto
            condanne a + di 8-9 anni. Poi non sono molto
            esperto, ma era un esempio, e il quasi era
            una cosa molto generica.
            Posso farti il paragone con un altra cosa....
            Se uno guida in modo veramente spericolato,
            rischia di far male a molte persone. Direi
            che è molto + grave che usare i tempi morti
            del PC. La pena è la stessa???
            Rischia il ritiro della patente, una bella
            multa, e nulla +.Esatto, in Italia, ma non in certi stati dell'Unione, dove la pena minima per stupro e' di 25 anni. Allo stesso modo "reckless driving" ti costa in maniera diversa a seconda della situazione, ma non e' leggera come in Italia.
            Che lì sia visto come un reato molto grave,
            non significa che il mio giudizio non cambi.
            Infatti ho molta sfiducia nella giustizia
            americana. E questo mi fa pensare di avere
            sempre + ragione. Il fatto stesso che nel
            giudicare bianchi o neri cambia in relazione
            anche il colore della pelle della giuria...
            la dice lunga leggi e sul fatto di poterle
            applicare.
            Infatti ritengo che in Italia, l'ordinamento
            giuridico sia molto + valido rispetto al
            loro.
            Peccato che, d'altro canto, le leggi siano
            veramente degli "accrocchi" incapibili, e
            generino dei processi infiniti. Ti consiglio di non generalizzare un paese 3 volte l'Europa con ancora piu' abitanti. Alla stessa stregua un Americano ti puo' dire che non ha fiducia nel sistema Europeo perche' in Italia "non si puo' parlare di stupro quando la vittima indossa i jeans"....Non credo che l'Italia e la Francia siano gli stessi, come non lo sono la Georgia e il Missouri. Saresti sorpreso da tante cose come lo sono rimasto io quando l'ho visto.
            Scusa, ma se io avessi vissuto in Cina per
            molti anni, lo stesso probabilemente non
            riterrei la pena di morte una cosa giusta.Neanche io la ritengo giusta, pero' ritengo giusto rispettare le regole del paese nel quale vivo. Anche te, sono sicuro, ed infatti anche a me rimane difficile accettare 15 (possibili) di galera piu' mega risarcimento, per una simile infrazione: pero' queste sono le leggi.

            Eppure pensa che l'espulsione avviene

            da tutte le scuole dello stato....quindi

            l'unica alternativa che uno studente ha e'

            quella di cambiare stato se vuole
            veramente

            finire un corso di studi...E magari il
            tutto

            per aver scopiazzato un compitino.
            Ecco... chi a soldi se ne frega, tanto può
            studiare a Km da casa senza problemi....
            mentre invece chi non ne ha è contretto ad
            abbandonare.
            Che senso ha espellere uno studente da una
            università per una scopiazzatura, mentre è
            solo un'ammonizione avere la pistola
            nell'armadietto???
            Belle istituzioni che hanno.....Non penso proprio. Nelle Universita' della California il possesso di un'arma da fuoco (all'interno del campus, quindi anche se ce l'hai in macchina nel parcheggio) e' considerata "felony" e comporta l'espulsione immediata. Non confondere mele e pere, per favore. Il mio esempio era strettamente legato al mondo Universitario, e non all'intero sistema scolastico.
            Infatti me ne resto qui, anche se sotto il
            Berlusca.....
            Non devo accettare nulla che non voglio....
            Semplicemente... esrimo il mio giudizio su
            una legge per me ingiusta.Questo va bene, ma da li a colpevolizzare un intero paese ce ne passa. E' come se ci giudicassero dai fatti di Genova o da altri episodi poco belli accaduti in Italia.
            Quanti anni di galera si è preso Bill Gates
            per aver monopolizzato (giuridicamente
            accertato) il mercato e avere prodotto SO
            che non sfruttano i tempi morti della
            macchina, ma sfruttano risorse HW, SW e
            mentali dell'utilizzatore ogni volta che si
            inchiodano? su PC pubblici e privati???
            Nulla....
            Scusa.... non capisco.... sarà che sono
            ignorante.....No e' che sei ignorante e' che le ingiustizie esistono ovunque perche' l'Homo sapiens e' piu' o meno lo stesso ovunque. Secondo me portare il discorso su Microsoft e' totalmente fuori luogo perche' altrimenti allora dovremmo anche guardarci dentro il nostro di paese e chiederci quante ingiustizie vengono perpetrate giornalmente dai "grandi signori della finanza"....Analizziamo questa notizia e questo fatto per quello che e' senza tirare in ballo altri casi giuridici di portata ben diversa.Ciao Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: E' giusto
        Non credo che il problema fosse il "logorio" della CPU, e non trovo che "il fatto di utilizzare i tempi morti" sia un'attenuante per una questione di principio, come l'aver utilizzato tutti quei computer senza averne specifica autorizzazione, avendo installato di forza lo "screensaver" (o avendo imbrogliato chi ha fatto l'installazione, spingendolo a installare l'equivalente di un trojan: un SW che fa qualcosa voluto da un altro, all'insaputa di chi legittimamente gestisce il computer).Immaginate che sugli autobus pubblici viaggiassero delle persone senza biglietto: l'autobus fa lo stesso giro, i consumi sono praticamente gli stessi, e qualcuno ha viaggiato gratisse... l'uovo di Colombo, salvo che la società degli autobus chiude i battenti...In quanto alla proporzione della pena, invece di dargli 15 anni potrebbero costringerlo a lavorare per qualche ente pubblico nel suo "tempo libero" (weekwnd, vacanze...) per gli stessi 15 anni (nei TEMPI MORTI, tanto per restare in tema). Secondo il principio per cui "siccome usava i tempi morti" non aveva intenzioni cattive, questa non dovrebbe essere nemmeno considerata una pena...
      • Anonimo scrive:
        Re: E' giusto
        L'istruzione è la HTL,e toglie il clock alla cpu, per questo si "raffredda", di conseguenza hai toppato. Per l'ignorantone precedente, quel che tu chiami "consumo per il caldo" si chiama elettromigrazione, e in una cpu non overclockata è un fenomeno praticamente nullo. Una cpu dura molto più di 10/15 anni anche se overclockata molto, figuriamoci una liscia.
    • Anonimo scrive:
      Re: E' giusto
      - Scritto da: ~

      Trovo che la condanna sia giustificabile,
      non fosse altro che un processore in
      stand-by consuma meno, si scalda di meno e
      conseguentemente si "deteriora" di meno di
      un processore che invece lavora.
      Si, si. I processori vanno in stand-by, nellefogne di New York ci sono i coccodrilli, ioconosco uno che si e' svegliato senza un rene,eccetera eccetera...
      Detto questo metterei le manette anche a
      chiunque, in una struttura pubblica,
      utilizzi i picci' a proprio uso e consumo.Invece proviamo a porci questa domanda:ma se i PC erano inutilizzati perche' li lasciavano accesi consumando cosi' inutilmente energia pubblica? O ancora: ma se c'era tutta quellapotenza di calcolo inutilizzata chi aveva decisodi spendere inutilmente quei soldi?
      • Anonimo scrive:
        Re: E' giusto
        - Scritto da: Nilus
        Invece proviamo a porci questa domanda:
        ma se i PC erano inutilizzati perche' li
        lasciavano accesi consumando cosi'
        inutilmente energia pubblica? Te sei a cosa quei computer erano destinati? Sai dove risiedevano e chi li usava? Magari erano dentro un laboratorio per gli studenti....e te lo sai come sono i laboratori in quell'istituto? Oltretutto da quel poco che ho letto McOwen e' accusato di aver usato proprieta' governativa senza permesso nostante l'avesse chiesto. A quel punto, mi chiedo: perche' ha continuato nella sua azione? Perche' si e' licenziato dall'istituto in modo da evitare problemi? Sapeva quindi che aveva fatto una cosa sbagliata.Per questo credo vada punito, ma non con la galera perche' bisogna essere obiettivi e non trascendere: insomma 15 anni sono una quantita' immensa. Quindi rimane la multa, che anche li sarebbe da diminuire. Vedremo come andra' a finire, pero' usare risorse governative e' una "felony" e lui lo sapeva....
        O ancora: ma se c'era tutta quella
        potenza di calcolo inutilizzata chi aveva
        deciso
        di spendere inutilmente quei soldi?Mi sembra un po' esagerato questo problema perche' allora bisognerebbe massimizzare il modo in cui si usa tutto ed ESIGERE che tutti facciano cosi'. Io allora ti chiedo: che macchina hai e come la guidi? Con quanta pressione premi sull'acceleratore? Secondo me consumi troppo....E se hai una BMW M5 perche' hai speso tutti quei soldi invece di comprarti una Athos?Vedi, penso che la questione sia un po' diversa da quest'ultima domanda.Ciao.
    • Anonimo scrive:
      Re: E' giusta la condanna o la pena ?
      0.59 $ per ogni secondo ???Praticamente lui è come se avesse usato un solo PC per 195 ore.Al massimo gli dovrebbero far pagare il prezzo di uno di quei PC, ma non 415.000 $ !Per non parlare dei 15 anni di galera !In USA sono più pazzi che in Italia !Se ne sentono di tutti i colori...
    • Anonimo scrive:
      Re: Avete mai usato lo screen saver che ut...
      utilizza i "tempi morti" per fare calcoli elaborando dati dai satelliti alla ricerca degli extraterrestri? Una volta l'ho istallato e vi garantisco che c'era tanto di spiegazioni e permessi da accettare.Farlo all'insaputa non e' corretto non tanto per i fantomatici problemi della CPU ma per la rete, se 10 macchine su una LAN tengono la rete occupata per trasferirsi i risultati dei calcoli le altre 10 sulla stessa LAN viaggeranno alla meta' della capacita totale della reta nel caso in cui le 10 macchine siano effettivamente in standby!
  • Anonimo scrive:
    che sia giusto?
    ..penso proprio di si!insomma questo geppetto (da quello che ho letto dall'articolo)ti dava la possibilità di scaricarti uno screen saver, installarlo e poi incularti?e chi mi dice che nel frattempo in cui lo screen girava, questo si faceva anche due giretti nel mio pc, o si "preparava" a farli alla mia prima connessione..??che si scatenino anche le masse di moralizzatori a sostenere la libertà del web, ma queto mi sembra altro che libertà..
    • Anonimo scrive:
      Re: che sia giusto?
      Leggi bene l'articolo, dice che ha installato NEI COMPUTER UNIVERSITARI uno screensaver.... non che ha distribuito in giro uno screensaver.....che sia illecito non lo metto in dubbio, ma quanti universitari e ricercatori dovrebbero rifondere le casse delle università per quante volte hanno usato e usano la rete per scopi personali ????
    • Anonimo scrive:
      Re: che sia giusto?
      - Scritto da: sbit
      ..penso proprio di si!
      insomma questo geppetto (da quello che ho
      letto dall'articolo)Da quello che ho letto.. lo dice anche... La gente che non ha la forza di leggere e di capire un articolo di poche righe dovrebbe almeno astenersi dal fare commenti.
    • Anonimo scrive:
      Re: che sia giusto?
      - Scritto da: sbit
      ..penso proprio di si!Io penso di no.
      insomma questo geppetto (da quello che ho
      letto dall'articolo)
      ti dava la possibilità di scaricarti uno
      screen saver, installarlo e poi incularti?No; installava un sistema di calcolo distribuito.
      e chi mi dice che nel frattempo in cui lo
      screen girava, questo si faceva anche due
      giretti nel mio pc, o si "preparava" a farli
      alla mia prima connessione..??Lo garantisce http://www.distributed.net/rc5/index.html.en
    • Anonimo scrive:
      Re: che sia giusto?
      ma l'hai letto l'articolo???non mi sembra..riprova e sarai + fortunato...
    • Anonimo scrive:
      Re: che sia giusto?
      Sono d'accordo, ma cazzo 15 anni??Vuole dire rovinare completamente la vita di un ragazzo.Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: che sia giusto?
      scusate, maghi della programmazione ed anche della lettura,a coloro i quali mi hanno accusato di non sapere o avere la forza di leggere (e di tal guisa dicasi di coloro che non hanno la forza di FIRMARE),volevo solo dire che la mia lettura si è fermata al quid del testo, senza fraintendimenti e senza interpretazioni di sorta.io leggo che un ragazzo tramite un programma di computing distribuito nell'università pubblica ha partecipato ad un concorso e mi fermo alla notizia in quanto tale, e vengo tacciato di "ignoranaza telematica".cosa giusta se riferita alla discussione su cosa è o come funziona un sistema di calcolo distribuito......ma inopportuna se riferita all'articolo pubblicato da P.I.,ed ancora di più se inserito in un doscorso del tipo "ma si, lo fanno tutti negli enti pubblici.......",bravi i miei lavoratori.bravi, bravi.e poi sono io che "non so leggere"........un saluto
      • Anonimo scrive:
        Re: che sia davvero così ignorante ?
        Ogni commento che scrivi rendi peggiore la tua situazione...Astieniti da fare commenti prima di collegare il cervello alle dita !PS:E poi secondo te firmare significa scrivere Sbit ?Ci vuole una risata da IENE !ah ah ah ah ah ah ah
        • Anonimo scrive:
          Re: che sia davvero così ignorante ?
          ah ah aha ha ha ah aha ha haah aha ah ah aha ha ah ahche gente incazzata che c'è in giro,non trovi?bye
        • Anonimo scrive:
          Re: che sia davvero così ignorante ?
          - Scritto da: Iena
          Ogni commento che scrivi rendi peggiore la
          tua situazione...
          Astieniti da fare commenti prima di
          collegare il cervello alle dita !giusto o meno, ignorante o meno, tu chi sei per impedirgli di esprimere le sue opinioni?
  • Anonimo scrive:
    Errore di battitura
    31/07/01 - News - Ne York (USA)Mi sa che manca una "w" nel nome della citta' :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Errore di battitura
      Bel commento inutile. Complimenti.Che ci si può aspettare da uno come te.Invece di dire qualcosa di sensato sulla notizia, fai notare una stupidissima "w" mancante. Grazie per le tue perle.- Scritto da: XP
      31/07/01 - News - Ne York (USA)

      Mi sa che manca una "w" nel nome della
      citta' :-)
      • Anonimo scrive:
        Re: Errore di battitura
        - Scritto da: Alex69
        Bel commento inutile. Complimenti.
        Che ci si può aspettare da uno come te.Scusa, caro Alex, cosa intendi quando dici: "da uno come te" ?In passato ho usato lo stesso sistema per comunicare a PI gli stessi errori di battitura e ho sempre ricevuto dei ringraziamenti (come hanno fatto anche altri).Il commento alla notizia l'avrei fatto in un messaggio diverso perche' mischiare "apples and oranges" non e' mia abitudine.Comunque mi aspetto una risposta alla mia domanda perche' non voglio credere che ci sia gente cosi' malata da dedurre chissa cosa solo da un nickname. Spero di sbagliarmi.Saluti
      • Anonimo scrive:
        Re: Errore di battitura

        Bel commento inutile. Complimenti.
        Che ci si può aspettare da uno come te.
        Invece di dire qualcosa di sensato sulla
        notizia, fai notare una stupidissima "w"
        mancante. Grazie per le tue perle.Ma va' a ciappa' i ratt, va'......
      • Anonimo scrive:
        Re: Errore di battitura
        - Scritto da: Alex69
        Bel commento inutile. Complimenti.
        Che ci si può aspettare da uno come te.
        Invece di dire qualcosa di sensato sulla
        notizia, fai notare una stupidissima "w"
        mancante. Grazie per le tue perle.Le "faccette" non le conosci, eh ? Oppure sei uno di quelli che quando si tratta di fare discussioni a quattr'occhi dici "non so..." e ti dilegui perché dai troppo peso a chi ti contraddice, perché sei complessato e sei costretto a postare solo nei forum, dove in faccia non ti vede nessuno.Senza offesa.Scusate lo sfogo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Errore di battitura
      Grazie mille!Abbiamo corretto... città!Ciao
Chiudi i commenti