Neural.it/ Adam Connelly, il porno dipinto in pixel

Neural.it/ Adam Connelly, il porno dipinto in pixel

E il pixel mente
E il pixel mente


Roma – Adam Connelly ha strutturato il suo sito senza testi, lasciando all’intuizione del visitatore la comprensione delle sue opere. L’artista in realtà dipinge su tela, con i più classici colori e pennelli, ma le sue opere riescono a cristallizzare il livello di realtà fittizia degli schermi informatici, in perenne lotta con la simulazione del vero.

Enfatizzando la sua poetica tramite le immagini forti di scene sessualmente esplicite, Connelly riproduce con precisione sui suoi quadri i pixel delle immagini stesse, ridotte a poco più di un’icona, giocando sull’ambiguità che la bassissima risoluzione porta con sé. L’informazione ridotta così a meno dell’essenziale, si rivela per quello che è solo ad una certa distanza, lasciandosi scambiare per composizione astratta se guardata troppo da vicino. Il pixel mente.

Il sito Adam Connely è qui

A cura di Neural.it, new
media art, e-music, hacktivism
.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

10 12 2002
Link copiato negli appunti