Neutralità, AT&T riaccende gli animi

La telco americana offre la garanzia di una rete completamente neutrale come incentivo per far approvare in tempi brevi un'operazione commerciale. Ottiene l'approvazione, ma le ambiguità sulla neutralità della rete crescono

Washington (USA) – Nel tentativo di ammorbidire i membri della Federal Communications Commission (FCC) statunitense e risolvere l’empasse in cui si era incagliata l’acquisizione di BellSouth Corp. , la nuova AT&T ha solennemente promesso di mantenere la propria rete “neutrale”, senza imporre blocchi di alcun tipo a contenuti ed accessi provenienti dai provider concorrenti.

Ne dà notizia IDG News : AT&T, il più grande provider di connettività locale e a lunga distanza degli States, si impegna a non imporre filtri sul traffico di rete , a non priorizzare o degradare i bit-flussi sulla base della “provenienza, appartenenza o destinazione” per due anni dalla conclusione della discussa fusione con BellSouth (l’ultima delle Baby Bell regionali a mantenere il proprio nome originale dopo la destrutturazione della vecchia AT&T con la deregulation del 1984).

In cambio, AT&T ha chiesto il via libera alla fusione da parte della commissione. Via libera che è arrivato: FCC ha approvato definitivamente l’operazione il 29 dicembre scorso. Grazie all’acquisizione, costata 86 miliardi di dollari , l’operatore sarà ora in grado di coprire la maggioranza del fabbisogno dell’utenza del sud, del centro-ovest e del sud-ovest della confederazione americana.

Riguardo la promessa di mantenere un approccio di net-neutrality da parte di AT&T, le reazioni sono state generalmente benevole : “Lodiamo la AT&T per essersi impegnata nel preservare l’accesso ad una Internet aperta, e ringraziamo i commissari della FCC, e tutto il loro staff, per il duro lavoro e la dedizione dimostrata in questa stagione natalizia per promuovere l’interesse dei consumatori” ha dichiarato Jim McGann, portavoce dell’organizzazione It’s Our Net .

Ben Scott, del gruppo Free Press , ha definito la promessa un “importante precedente”, ma ha esortato il Congresso degli Stati Uniti ad approvare la legislazione sulla net neutrality già presentata in Parlamento. Secondo Mark Cooper, direttore delle ricerche della Federazione Americana dei Consumatori , grazie al ritardo dell’approvazione della fusione e alla successive concessione di AT&T, FCC è stata in grado di “mantenere un campo di gioco allo stesso livello per tutti” gli attori delle telecomunicazioni, la qual cosa risultando una “Vittoria per il pubblico” e i consumatori.

Ma nella blogopalla non mancano le considerazioni critiche , come quella di Stefano Quintarelli, che sul suo blog nota come nella lettera di 19 pagine inviata da AT&T alla commissione, in realtà una piccola postilla-non-tanto-piccola al suo promesso approccio aperto all’accessibilità dei contenuti e delle fonti di informazione in rete esista. In particolare, la concessione non si applicherà “al servizio basato sul protocollo di IP Television (IPTV) di AT&T/BellSouth”. Nell’interessante digressione, Quintarelli fa un parallelo con la volontà di Telecom di applicare la stessa discriminante nei confronti dei concorrenti per favorire la propria IPTV (sulla cui questione si attendono le decisioni del Consiglio di Stato previste per il 16 gennaio prossimo), apparentemente uguale ma affatto diversa.

Telecom vuole infatti far pagare il traffico di audiovisivi sulle IPTV di operatori concorrenti mentre AT&T pare voglia filtrare tecnicamente il traffico dei competitor. Con buona pace delle promesse di neutralità (affatto dubbie, a questo punto, sul lungo periodo e non solo per la IPTV) fatte pervenire alla FCC.

Osserva infine maliziosamente il blog di Alfonso Fugetta : “(…) Ma AT&T non era quella azienda il cui presidente diceva che non sapeva cosa voleva dire Net Neutrality?”.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • nuredden ali moumen scrive:
    mnoridin@yahoo.it
    celo brblime ber novare albarmiso sigeorno ber che celo brcident exbolsion .ce onche mia familia coa in italia come faceo si bosipeli iutarmi.grazei
  • Anonimo scrive:
    Io inizio a vederci la malafede
    scusate ma io una volta pensavo che si trattasse di incompetenza e di ignoranza dei politici italiani, ora inizio a pensare che si tratti di operazioni di controllo e di censura intenzionali e con scopi ben precisi: http://maus-blog.blogspot.com/2007/01/censura-internet-italia-come-cina.html
  • Anonimo scrive:
    I filtri dovranno essere...
    - garantire l'impossibilità di accedere e di apportare modifiche non autorizzate all'elenco dei siti inibiti;Ovvero ? Metteranno una guardia armata vicino ad ogni pc con il compito di impedire il cambio dei DNS ?- permettere l'inibizione dei siti segnalati indipendentemente dalla codifica dei caratteri utilizzata".Prima di cercare queste soluzioni che si preoccupino di quella sopra o come al solito si legifera tanto per fare ?
  • Anonimo scrive:
    GENTILONI SEI UN PIRLA?
    Con sto sistema è come se murassi un edificio (con tutte le n famiglie che vi abitano) perchè una è rea di pedopornografia. Invece di intervenire su quell'unica si interviene a pioggia e in modo indiscriminato. Questa poi è l'alba della censura statale e poliziesca su Internet. Gentiloni sei un pirla o è tutto studiato?
  • Anonimo scrive:
    Pedofilia, apologia su Internet
    Nel 2004 è stato arrestato un tizio che faceva apologia alla Pedofilia su Internet.L'uomo, un giovane veneto, istigava e giustificava la commissione di reati di violenza sessuali sui bambini.http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2004/03_Marzo/09/pedofilia.shtml
    • Wakko Warner scrive:
      Re: Pedofilia, apologia su Internet
      - Scritto da:
      Nel 2004 è stato arrestato un tizio che faceva
      apologia alla Pedofilia su
      Internet.
      L'uomo, un giovane veneto, istigava e
      giustificava la commissione di reati di violenza
      sessuali sui
      bambini.
      http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2004/0Conosco già questo caso. Il giovane non aveva 26 anni come si vuole far credere nell'articolo per giustificare in parte la violenza che ha subito (e sta subendo) da parte dei suoi aguzzini moralisti, ma molti meno.Non era laureato bensì solo diplomato.Il sito io non l'ho visto ma da quello che mi è stato detto, altro non era che una collezione di documenti trovabili comunque online su siti esteri e frequentato da pochissime persone (il sito era su solo da alcuni mesi).Da quello che mi è dato sapere ha dovuto patteggiare perché non aveva i soldi per potersi difendere anche se non mi pare che il calvario in cui hanno voluto metterlo sia finito.Una tipica vergogna dei giustizieri che si trovano a fare i PM e che nascondono il loro desiderio di nuocere e far del male a coloro che non la pensano come loro sfruttando una legge di origine fascista che nulla ha a che vedere con la democrazia ma tanto a che vedere con il farsi belli sulla stampa e intimidire tutti gli altri.Un insulto alla libertà di stampa e al diritto di ogni cittadino di manifestare liberamente il proprio pensiero come sancito dall'articolo 21 di quel pezzo di carta evidentemente inutile che è la nostra Costituzione.E, per completezza, da quello che mi è stato detto, in nessuna parte del suo sito ha mai giustificato o incoraggiato o "istigato" la violenza contro nessuno... come dice anche l'articolo in questione.È stato definito uno dei massimi ideologi della pedofilia online ma in realtà era solo un ragazzo _giovane_ che voleva esprimere le sue idee CREDENDO di vivere in regime democratico. Un giovane che non solo non era "uno dei massimi ideologi della pedofilia online" ma che si limitava a fare il copia e incolla di ciò che era stato scritto da altri anonimi e da tempo disponibile liberamente su altri siti.Giovane a cui i suoi aguzzini hanno mandato all'aria la vita senza aver mai fatto del male a nessuno, senza aver mai toccato un bambino in vita sua e senza aver trovato nulla sul suo PC, abusando del potere a loro conferito probabilmente sui capricci di qualche prelato che dice di vuole difendere i giovani dalla violenza ma che in realtà fa violenza lui stesso su chiunque abbia idee ed ideali diversi dai suoi.
      • freenetdreamer scrive:
        Re: Pedofilia, apologia su Internet
        - Scritto da: Wakko Warner
        - Scritto da:

        Nel 2004 è stato arrestato un tizio che faceva

        apologia alla Pedofilia su

        Internet.

        L'uomo, un giovane veneto, istigava e

        giustificava la commissione di reati di violenza

        sessuali sui

        bambini.


        http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2004/0

        Conosco già questo caso. Il giovane non aveva 26
        anni come si vuole far credere nell'articolo per
        giustificare in parte la violenza che ha subito
        (e sta subendo) da parte dei suoi aguzzini
        moralisti, ma molti
        meno.

        Non era laureato bensì solo diplomato.

        Il sito io non l'ho visto ma da quello che mi è
        stato detto, altro non era che una collezione di
        documenti trovabili comunque online su siti
        esteri e frequentato da pochissime persone (il
        sito era su solo da alcuni
        mesi).

        Da quello che mi è dato sapere ha dovuto
        patteggiare perché non aveva i soldi per potersi
        difendere anche se non mi pare che il calvario in
        cui hanno voluto metterlo sia
        finito.

        Una tipica vergogna dei giustizieri che si
        trovano a fare i PM e che nascondono il loro
        desiderio di nuocere e far del male a coloro che
        non la pensano come loro sfruttando una legge di
        origine fascista che nulla ha a che vedere con la
        democrazia ma tanto a che vedere con il farsi
        belli sulla stampa e intimidire tutti gli
        altri.
        Un insulto alla libertà di stampa e al diritto di
        ogni cittadino di manifestare liberamente il
        proprio pensiero come sancito dall'articolo 21 di
        quel pezzo di carta evidentemente inutile che è
        la nostra
        Costituzione.

        E, per completezza, da quello che mi è stato
        detto, in nessuna parte del suo sito ha mai
        giustificato o incoraggiato o "istigato" la
        violenza contro nessuno... come dice anche
        l'articolo in
        questione.

        È stato definito uno dei massimi ideologi della
        pedofilia online ma in realtà era solo un ragazzo
        _giovane_ che voleva esprimere le sue idee
        CREDENDO di vivere in regime democratico. Un
        giovane che non solo non era "uno dei massimi
        ideologi della pedofilia online" ma che si
        limitava a fare il copia e incolla di ciò che era
        stato scritto da altri anonimi e da tempo
        disponibile liberamente su altri
        siti.

        Giovane a cui i suoi aguzzini hanno mandato
        all'aria la vita senza aver mai fatto del male a
        nessuno, senza aver mai toccato un bambino in
        vita sua e senza aver trovato nulla sul suo PC,
        abusando del potere a loro conferito
        probabilmente sui capricci di qualche prelato che
        dice di vuole difendere i giovani dalla violenza
        ma che in realtà fa violenza lui stesso su
        chiunque abbia idee ed ideali diversi dai
        suoi.quoto assolutamente con la libertà di espressione non si scherzaricordo che appena qualche mese fà accade una cosa simile e chiusero un sito che poco aveva a che fare con la pedofilia childliberation che avevo anche visitato una volta ..per la grave colpa di aver proposto di estendere i diritti umani ai minori ..che orrendo crimine!!..ne sai qualcosa Wakko? sai se sia finito in carcere o che?cmq secondo te come hanno fatto a tracciarli? non usavano anonimizzatori?come pensi che sia accaduto sotto quel punto di vista?
        • Wakko Warner scrive:
          Re: Pedofilia, apologia su Internet
          - Scritto da: freenetdreamer
          ne sai qualcosa Wakko?Si, non molto però.
          sai se sia finito in
          carcere o
          che?Non è ancora finita. Tuttavia era incensurato quindi dubito che finirà in galera. Il danno che i suoi aguzzini gli hanno comunque già fatto è chiaramente enorme.
          cmq secondo te come hanno fatto a tracciarli? Tracciarli? Il gestore del sito era solo lui.Non usava anonimizzatori, perché avrebbe dovuto? Era solo un giovane ragazzo ingenuo che ha pensato di vivere in un Paese libero e non riteneva certo di essere il "massimo esponente della pedofilia online". Se lui era il "massimo esponente" io sono Babbo Natale, la Fata Turchina, la Fata dei Dentini, la Befana, il Bianconiglio, Fievel sbarca in America, le tre vacche magre e le tre vacche grasse tutto insieme.
          non
          usavano anonimizzatori?come pensi che sia
          accaduto sotto quel punto di
          vista?Il sito non sembra essere stato hostato in Italia (ottima scelta), tuttavia l'indirizzo email pubblicato sul sito era ospitato da un server italiano... immagino che abbiamo usato quello per risalire a lui.Ma ti ripeto, non aveva preso nessuna precauzione a parte hostare il sito altrove, proprio perché non riteneva di fare nulla di male.
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet

            i suoi aguzzini gli hanno comunque già fatto è
            chiaramente
            enorme.E il danno che lui ha fatto alla società ?Quanti pedofili insicuri grazie a lui si sono sentiti "legittimati moralmente" a fare le loro porcate ?
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da: Godai Yusaku
            E il danno che lui ha fatto alla società ?Nessuno.
            Quanti pedofili insicuri grazie a lui si sono
            sentiti "legittimati moralmente" a fare le loro
            porcate
            ?Ognuno è responsabile per le proprie azioni. Lui ha PIENO DIRITTO di esprimere la sua opinione in merito a QUALUNQUE tema, così come ce l'hai tu e ce l'ho io. Inoltre non ha MAI predicato la violenza. Se qualcuno ha mal interpretato le sue parole e ha causato violenza su qualcun'altro non è certo colpa sua.
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet

            Ognuno è responsabile per le proprie azioni. Lui
            ha PIENO DIRITTO di esprimere la sua opinione in
            merito a QUALUNQUE tema, così come ce l'hai tu e
            ce l'ho io. Inoltre non ha MAI predicato la
            violenza. Se qualcuno ha mal interpretato le sue
            parole e ha causato violenza su qualcun'altro non
            è certo colpa
            sua.Devo pensare che non è chiara la differenza tra adulto e bambino ? A chi e soprattutto perchè mi verrebbe da chiedermi..Avere contatti sessuali con i bambini è SEMPRE violenza.. Apologia di reato è un crimine..In questo caso il più schifoso in assoluto..-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 06 gennaio 2007 19.16-----------------------------------------------------------
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da: Godai Yusaku


            Ognuno è responsabile per le proprie azioni. Lui

            ha PIENO DIRITTO di esprimere la sua opinione in

            merito a QUALUNQUE tema, così come ce l'hai tu e

            ce l'ho io. Inoltre non ha MAI predicato la

            violenza. Se qualcuno ha mal interpretato le sue

            parole e ha causato violenza su qualcun'altro
            non

            è certo colpa

            sua.


            Devo pensare che non è chiara la differenza tra
            adulto e bambino ? A chi e soprattutto perchè mi
            verrebbe da
            chiedermi..

            Avere contatti sessuali con i banbini è SEMPRE
            violenza.. Apologia di reato è un
            crimine..

            In questo caso il più schifoso in assoluto..Non credo proprio. Come vedi non siamo d'accordo. Tu non puoi decidere ciò che sia o meno lecito dire, non può farlo nessuno. Né io né tu né nessun'altro.
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet

            Non credo proprio. Come vedi non siamo d'accordo. Non credi ? Per te quindi è lecito avere rapporti sessuali con bambino ?
            Tu non puoi decidere ciò che sia o meno lecito
            dire, non può farlo nessuno. Né io né tu né
            nessun'altro.Non lo decido io; è la legge: apologia di reato..
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da: Godai Yusaku[CUT]Sei OT. Vedi l'altra mia risposta.
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da: Wakko Warner

            - Scritto da: Godai Yusaku
            [CUT]

            Sei OT. Vedi l'altra mia risposta.Idem..
          • Anonimo scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da: Godai Yusaku


            Non credo proprio. Come vedi non siamo
            d'accordo.


            Non credi ? Per te quindi è lecito avere rapporti
            sessuali con bambino
            ?No, non sta dicendo che sia lecito, ma che dovrebbe esserlo, entro certri limiti, diversi da quelli attuali, ma presupposte certe premesse e non generalizzando come fai tu. E' una sua opinione. Può anche essere sbagliata, ma ha tutto il diritto di esprimerla liberamente senza censure


            Tu non puoi decidere ciò che sia o meno lecito

            dire, non può farlo nessuno. Né io né tu né

            nessun'altro.

            Non lo decido io; è la legge: apologia di reato..Ti sbagli.
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet

            No, non sta dicendo che sia lecito, ma che
            dovrebbe esserlo, entro certri limiti, diversi
            da quelli attuali, ma presupposte certe premesse
            e non generalizzando come fai tu. E' una sua
            opinione. Può anche essere sbagliata, ma ha tutto
            il diritto di esprimerla liberamente senza
            censureMa le opininioni di chi ? Di quelli che guarda caso vogliono trombarsi i ragazzini ? Hai una vaga idea di quanto valgano queste opinioni ?Zero ti dice niente..
          • Anonimo scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da: Godai Yusaku



            No, non sta dicendo che sia lecito, ma che

            dovrebbe esserlo, entro certri limiti, diversi

            da quelli attuali, ma presupposte certe premesse

            e non generalizzando come fai tu. E' una sua

            opinione. Può anche essere sbagliata, ma ha
            tutto

            il diritto di esprimerla liberamente senza

            censure

            Ma le opininioni di chi ? Di quelli che guarda
            caso vogliono trombarsi i ragazzini ? Hai una
            vaga idea di quanto valgano queste opinioni
            ?

            Zero ti dice niente..Potrei anche essere d'accordo con te sul fatto che valga meno di zero. Non sono d'accordo con la tua voglia di censura.
          • Anonimo scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da:

            - Scritto da: Godai Yusaku






            No, non sta dicendo che sia lecito, ma che


            dovrebbe esserlo, entro certri limiti,
            diversi


            da quelli attuali, ma presupposte certe
            premesse


            e non generalizzando come fai tu. E' una sua


            opinione. Può anche essere sbagliata, ma ha

            tutto


            il diritto di esprimerla liberamente senza


            censure



            Ma le opininioni di chi ? Di quelli che guarda

            caso vogliono trombarsi i ragazzini ? Hai una

            vaga idea di quanto valgano queste opinioni

            ?



            Zero ti dice niente..


            Potrei anche essere d'accordo con te sul fatto
            che valga meno di zero. Non sono d'accordo con la
            tua voglia di
            censura.Interessante il principio che esprime: tu mi fai schifo quindi non hai il diritto di dire la tua.Davvero interessante. Mi ricorda i tedeschi di qualche decennio fa.
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da: Godai Yusaku









            No, non sta dicendo che sia lecito, ma che



            dovrebbe esserlo, entro certri limiti,

            diversi



            da quelli attuali, ma presupposte certe

            premesse



            e non generalizzando come fai tu. E' una sua



            opinione. Può anche essere sbagliata, ma ha


            tutto



            il diritto di esprimerla liberamente senza



            censure





            Ma le opininioni di chi ? Di quelli che guarda


            caso vogliono trombarsi i ragazzini ? Hai una


            vaga idea di quanto valgano queste opinioni


            ?





            Zero ti dice niente..





            Potrei anche essere d'accordo con te sul fatto

            che valga meno di zero. Non sono d'accordo con
            la

            tua voglia di

            censura.

            Interessante il principio che esprime: tu mi fai
            schifo quindi non hai il diritto di dire la
            tua.

            Davvero interessante. Mi ricorda i tedeschi di
            qualche decennio
            fa.Interessante il principio che esprimi. io sono il ladro e ho il diritto di rubare a casa tua..
          • Anonimo scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da: Godai Yusaku




            No, non sta dicendo che sia lecito, ma che




            dovrebbe esserlo, entro certri limiti,


            diversi




            da quelli attuali, ma presupposte certe


            premesse




            e non generalizzando come fai tu. E' una
            sua




            opinione. Può anche essere sbagliata, ma
            ha



            tutto




            il diritto di esprimerla liberamente senza




            censure







            Ma le opininioni di chi ? Di quelli che
            guarda



            caso vogliono trombarsi i ragazzini ? Hai
            una



            vaga idea di quanto valgano queste opinioni



            ?







            Zero ti dice niente..








            Potrei anche essere d'accordo con te sul fatto


            che valga meno di zero. Non sono d'accordo con

            la


            tua voglia di


            censura.



            Interessante il principio che esprime: tu mi fai

            schifo quindi non hai il diritto di dire la

            tua.



            Davvero interessante. Mi ricorda i tedeschi di

            qualche decennio

            fa.

            Interessante il principio che esprimi. io sono il
            ladro e ho il diritto di rubare a casa
            tua..Quindi dichiarando che sei ladro sei passibile di arresto secondo le tue stesse affermazioni.
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet



            il diritto di esprimerla liberamente senza


            censure

            Ma le opininioni di chi ? Di quelli che guarda

            caso vogliono trombarsi i ragazzini ? Hai una

            vaga idea di quanto valgano queste opinioni

            ?

            Zero ti dice niente..
            Potrei anche essere d'accordo con te sul fatto
            che valga meno di zero. Non sono d'accordo con la
            tua voglia di
            censura.Ma tu lo sai qual'è la cosa meravigliosa ?Nemmeno io _sarei_ a favore della censura ma con tutti quegli stupri di bambini che sento in giro non mi riesce proprio di arrabbiarmi.. Che strano eh..Ah, ovviamente TUTTI consenzienti..-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 gennaio 2007 22.29-----------------------------------------------------------
          • Anonimo scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da: Godai Yusaku



            il diritto di esprimerla liberamente



            senza censure


            Ma le opininioni di chi ? Di quelli che


            guarda caso vogliono trombarsi i


            ragazzini ? Hai una vaga idea di quanto


            valgano queste opinioni ?


            Zero ti dice niente..

            Potrei anche essere d'accordo con te sul

            fatto che valga meno di zero. Non sono

            d'accordo con la tua voglia di censura.
            Ma tu lo sai qual'è la cosa meravigliosa ?
            Nemmeno io _sarei_ a favore della censura
            ma con tutti quegli stupri di bambini che
            sento in giro non mi riesce proprio di
            arrabbiarmi.. Ma dov'e' che ne senti tanti ?Forse freguenti strani forum ??
            Ah, ovviamente TUTTI consenzienti..Si dice che la maggior parte di queste cose succedano in famiglia, forse sarebbe il caso di togliere TUTTI i bambini a genitori per fargli crescere in asili gestiti da robot (se fossero gestiti da esseri umani si potrebbe pensar male).
          • Anonimo scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            Modificato dall' autore il 06 gennaio 2007 19.16
            --------------------------------------------------Non hai assolutamente capito che cosa sia l'apologia di reato in uno stato liberale. (legge fascista peraltro) Stare dalla parte della verità non ti autorizza a impedire a qualcuno di esprimere la sua idea, perché la Costituzione stabilisce che non è in questo modo che si risolvono le dispute. Il fascismo è finito (e non è detto che a suo tempo i fascisti non avrebbero depenalizzato la pedofilia, quindi il tuo atteggiamento fascista potrebbe ritorcertisi contro. E allora cosa faresti per difendere i bambini se un Duce decide che la pedofilia NON è reato?)
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet

            Non hai assolutamente capito che cosa sia
            l'apologia di reato in uno stato liberale. (legge
            fascista peraltro) Stare dalla parte della verità
            non ti autorizza a impedire a qualcuno di
            esprimere la sua idea, perché la Costituzione
            stabilisce che non è in questo modo che si
            risolvono le dispute. Il fascismo è finito (e non
            è detto che a suo tempo i fascisti non avrebbero
            depenalizzato la pedofilia, quindi il tuo
            atteggiamento fascista potrebbe ritorcertisi
            contro. E allora cosa faresti per difendere i
            bambini se un Duce decide che la pedofilia NON è
            reato?)A me fascista ?? Tu sì che hai capito :PPPPPPLasciamo perdere le mie esperienze con i fascisti, vah..La pedofilia è stupro: NON POTRA' mai essere depenalizzata in quanto il minore è PER DEFINIZIONE GIURIDICAMENTE INCAPACE DI INTENDERE E DI VOLERE..Ma è chiara stà cosa ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da: Godai Yusaku


            Non hai assolutamente capito che cosa sia

            l'apologia di reato in uno stato liberale.
            (legge

            fascista peraltro) Stare dalla parte della
            verità

            non ti autorizza a impedire a qualcuno di

            esprimere la sua idea, perché la Costituzione

            stabilisce che non è in questo modo che si

            risolvono le dispute. Il fascismo è finito (e
            non

            è detto che a suo tempo i fascisti non avrebbero

            depenalizzato la pedofilia, quindi il tuo

            atteggiamento fascista potrebbe ritorcertisi

            contro. E allora cosa faresti per difendere i

            bambini se un Duce decide che la pedofilia NON è

            reato?)

            A me fascista ?? Tu sì che hai capito :PPPPPPPuoi essere antifascista finché vuoi, ma su questo punto hai un'idea di stampo fascista e infatti l'apologia di reato come tutto il codice penale in Italia è di stampo fascista.
            Lasciamo perdere le mie esperienze con i
            fascisti,
            vah..

            La pedofilia è stupro: NON POTRA' mai essere
            depenalizzata in quanto il minore è PER
            DEFINIZIONE GIURIDICAMENTE INCAPACE DI INTENDERE
            E DI
            VOLERE..

            Ma è chiara stà cosa ?Giuridicamente in base a quanto deciso dal parlamento. Quindi se ne può parlare liberamente.
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet


            A me fascista ?? Tu sì che hai capito :PPPPPP
            Puoi essere antifascista finché vuoi, ma su
            questo punto hai un'idea di stampo fascista e
            infatti l'apologia di reato come tutto il codice
            penale in Italia è di stampo
            fascista.Su questo punto io ho semplicemente un cervello (e un cuore); tu un pisello malfunzionante..

            La pedofilia è stupro: NON POTRA' mai essere

            depenalizzata in quanto il minore è PER

            DEFINIZIONE GIURIDICAMENTE INCAPACE DI INTENDERE

            E DI

            VOLERE..



            Ma è chiara stà cosa ?

            Giuridicamente in base a quanto deciso dal
            parlamento. Quindi se ne può parlare
            liberamente.E allora mostrati ? Perchè sei anonimo ? Come ti chiami ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da: Godai Yusaku



            A me fascista ?? Tu sì che hai capito :PPPPPP


            Puoi essere antifascista finché vuoi, ma su

            questo punto hai un'idea di stampo fascista e

            infatti l'apologia di reato come tutto il codice

            penale in Italia è di stampo

            fascista.

            Su questo punto io ho semplicemente un cervello
            (e un cuore); tu un pisello
            malfunzionante..



            La pedofilia è stupro: NON POTRA' mai essere


            depenalizzata in quanto il minore è PER


            DEFINIZIONE GIURIDICAMENTE INCAPACE DI
            INTENDERE


            E DI


            VOLERE..





            Ma è chiara stà cosa ?



            Giuridicamente in base a quanto deciso dal

            parlamento. Quindi se ne può parlare

            liberamente.

            E allora mostrati ? Perchè sei anonimo ? Come ti
            chiami
            ?Hai bisono di nome e cognome per capire quello che scrivo o per rompere ulteriormente i marroni?
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da:

            - Scritto da: Godai Yusaku





            A me fascista ?? Tu sì che hai capito
            :PPPPPP




            Puoi essere antifascista finché vuoi, ma su


            questo punto hai un'idea di stampo fascista e


            infatti l'apologia di reato come tutto il
            codice


            penale in Italia è di stampo


            fascista.



            Su questo punto io ho semplicemente un cervello

            (e un cuore); tu un pisello

            malfunzionante..





            La pedofilia è stupro: NON POTRA' mai essere



            depenalizzata in quanto il minore è PER



            DEFINIZIONE GIURIDICAMENTE INCAPACE DI

            INTENDERE



            E DI



            VOLERE..







            Ma è chiara stà cosa ?





            Giuridicamente in base a quanto deciso dal


            parlamento. Quindi se ne può parlare


            liberamente.



            E allora mostrati ? Perchè sei anonimo ? Come ti

            chiami

            ?

            Hai bisono di nome e cognome per capire quello
            che scrivo o per rompere ulteriormente i
            marroni?No per capire se stai dicendo cazzate oppure no.. Ma la risposta la conosciamo già quindi..
          • Anonimo scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da: Godai Yusaku

            Non hai assolutamente capito che cosa sia

            l'apologia di reato in uno stato liberale.

            (legge fascista peraltro) Stare dalla

            parte della verità non ti autorizza a

            impedire a qualcuno di esprimere la sua

            idea, perché la Costituzione stabilisce

            che non è in questo modo che si risolvono

            le dispute. Il fascismo è finito (e non

            è detto che a suo tempo i fascisti non

            avrebbero depenalizzato la pedofilia,

            quindi il tuo atteggiamento fascista

            potrebbe ritorcertisi contro. E allora

            cosa faresti per difendere i bambini se

            un Duce decide che la pedofilia NON è

            reato?)
            A me fascista ?? Tu sì che hai capito :PPPPPPBhe, per capire basta leggere le tue risposte : le idee fasciste sono ben evidenti.
            Lasciamo perdere le mie esperienze con i
            fascisti, vah..E' un altro di quegli argomenti che consideri proibiti ???
            La pedofilia è stupro: NON POTRA' mai essere
            depenalizzata in quanto il minore è PER
            DEFINIZIONE GIURIDICAMENTE INCAPACE DI
            INTENDERE E DI VOLERE..Interessante che una persona di 17 anni 11 mesi e 29 giorni non sia in grado di intendere e di volere (rotfl) per forutna lo stato e' ben piu' lungimirante di te e non considera i minorenni cristalleria senza cervello.
            Ma è chiara stà cosa ?No, non vuoi parlarne :) Come si puo' discutere con uno che si limita a ripetere che parlanre e' il male ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da: Godai Yusaku

            i suoi aguzzini gli hanno comunque già fatto è

            chiaramente

            enorme.


            E il danno che lui ha fatto alla società ?

            Quanti pedofili insicuri grazie a lui si sono
            sentiti "legittimati moralmente" a fare le loro
            porcate
            ?Nessuno per il fatto di leggere un'opinione contraria ad una legge deve sentirsi legittimato a violare quella legge. Infatti non condividere una legge e violare una legge sono due cose distinte. Il tuo pregiudizio ti sta accecando.
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da:

            - Scritto da: Godai Yusaku


            i suoi aguzzini gli hanno comunque già fatto è


            chiaramente


            enorme.





            E il danno che lui ha fatto alla società ?



            Quanti pedofili insicuri grazie a lui si sono

            sentiti "legittimati moralmente" a fare le loro

            porcate

            ?


            Nessuno per il fatto di leggere un'opinione
            contraria ad una legge deve sentirsi legittimato
            a violare quella legge. Infatti non condividere
            una legge e violare una legge sono due cose
            distinte. Il tuo pregiudizio ti sta
            accecando.Nessuno dici, il mondo è composto UNICAMENTE di persone razionali, quindi non esistono gli stupratori, men che meno i violentatori di bambini..Complimenti TU ci vedi davvero bene..Chissà con quale organo ragioni però..
          • Anonimo scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da: Godai Yusaku

            - Scritto da:



            - Scritto da: Godai Yusaku



            i suoi aguzzini gli hanno comunque già
            fatto
            è



            chiaramente



            enorme.








            E il danno che lui ha fatto alla società ?





            Quanti pedofili insicuri grazie a lui si sono


            sentiti "legittimati moralmente" a fare le
            loro


            porcate


            ?





            Nessuno per il fatto di leggere un'opinione

            contraria ad una legge deve sentirsi legittimato

            a violare quella legge. Infatti non condividere

            una legge e violare una legge sono due cose

            distinte. Il tuo pregiudizio ti sta

            accecando.


            Nessuno dici, il mondo è composto UNICAMENTE di
            persone razionali, quindi non esistono gli
            stupratori, men che meno i violentatori di
            bambini..La censura reprime sia le persone irrazionali sia quelle razionali. Non fa distinzioni. Non puoi stabilire a priori (prima del parlamento) quali opinioni sono censurabili. L'unica legge a priori è la costituzione. Se una legge può essere discussa dal parlamento può essere discussa liberamente anche dal comune cittadino. Se non può essere discussa dal parlamento non può essere discussa nemmeno dal cittadino.

            Complimenti TU ci vedi davvero bene..

            Chissà con quale organo ragioni però..Non sono io la persona a cui ti riferisci.
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da:
            bambini..

            La censura reprime sia le persone irrazionali sia
            quelle razionali. Non fa distinzioni. Non puoi
            stabilire a priori (prima del parlamento) quali
            opinioni sono censurabili. L'unica legge a priori
            è la costituzione. Se una legge può essere
            discussa dal parlamento può essere discussa
            liberamente anche dal comune cittadino. Se non
            può essere discussa dal parlamento non può essere
            discussa nemmeno dal
            cittadino.Già perchè il sito dove si fà apologia l'ha oscurato mio nonno non la legge..



            Complimenti TU ci vedi davvero bene..



            Chissà con quale organo ragioni però..
            Non sono io la persona a cui ti riferisci.E allora da dove vengono questi brillanti ragionamenti ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet


            Già perchè il sito dove si fà apologia l'ha
            oscurato mio nonno non la
            legge..Ti ricordo che legge può essere applicata male, e impunemente, soprattutto in Italia. Oppure il sito faceva veramente apologia di reato... Un problema da considerare è che non potremo mai saperlo.







            Complimenti TU ci vedi davvero bene..





            Chissà con quale organo ragioni però..



            Non sono io la persona a cui ti riferisci.

            E allora da dove vengono questi brillanti
            ragionamenti
            ?
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da:




            Già perchè il sito dove si fà apologia l'ha

            oscurato mio nonno non la

            legge..

            Ti ricordo che legge può essere applicata male, e
            impunemente, soprattutto in Italia. Oppure il
            sito faceva veramente apologia di reato... Un
            problema da considerare è che non potremo mai
            saperlo.Grazie alla vostra presenza invece è stata applicata "bene"..Tant'è che MALGRADO TUTTO nessuno si è lamentato..Si capisce che vi vogliono tutti un gran bene eh ?-_-
          • Anonimo scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da: Godai Yusaku

            - Scritto da:



            - Scritto da: Godai Yusaku



            i suoi aguzzini gli hanno comunque già
            fatto
            è



            chiaramente



            enorme.








            E il danno che lui ha fatto alla società ?





            Quanti pedofili insicuri grazie a lui si sono


            sentiti "legittimati moralmente" a fare le
            loro


            porcate


            ?





            Nessuno per il fatto di leggere un'opinione

            contraria ad una legge deve sentirsi legittimato

            a violare quella legge. Infatti non condividere

            una legge e violare una legge sono due cose

            distinte. Il tuo pregiudizio ti sta

            accecando.


            Nessuno dici, il mondo è composto UNICAMENTE di
            persone razionali, quindi non esistono gli
            stupratori, men che meno i violentatori di
            bambini..

            Complimenti TU ci vedi davvero bene..

            Chissà con quale organo ragioni però..Finiscila Fascista, abbiamo capito tutti che non tolleri chi esprime opinioni contrarie alla tua Sacra Morale.
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da:

            Finiscila Fascista, abbiamo capito tutti che non
            tolleri chi esprime opinioni contrarie alla tua
            Sacra
            Morale.Riferirò ai MIEI compagni comunisti..Ebbene sì, purtroppo hanno figli anche loro..
    • Alucard scrive:
      Re: Pedofilia, apologia su Internet
      - Scritto da:
      Nel 2004 è stato arrestato un tizio che faceva
      apologia alla Pedofilia su
      Internet.
      L'uomo, un giovane veneto, istigava e
      giustificava la commissione di reati di violenza
      sessuali sui
      bambini.
      http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2004/0Condizione sottolineata dal teorico della pedofilia è «la non violenza» perchè, sottolineava, «occorre assolutamente che i bambini siano però consenzienti».Completamente d'accordo col ragazzo.Mio dio cosa devo fare? Iniziare a temere di esporre il mio pensiero? Sto seriamente pensando di trasferirmi nei paesi bassi :/
      • Godai Yusaku scrive:
        Re: Pedofilia, apologia su Internet
        http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2004/0
        Condizione sottolineata dal teorico della
        pedofilia è «la non violenza» perchè,
        sottolineava, «occorre assolutamente che i
        bambini siano però
        consenzienti».

        Completamente d'accordo col ragazzo.
        Mio dio cosa devo fare? Iniziare a temere di
        esporre il mio pensiero? Sto seriamente pensando
        di trasferirmi nei paesi bassi
        :/NON ESISTONO I BAMBINI CONSENZIENTINon possono per definizione e per legge in quanto BAMBINI; affermare il contrario equivale a fare apologia del nazismo, ovvero compiere un crimine contro l'umanità, la parte più indifesa ed inerme..
        • Wakko Warner scrive:
          Re: Pedofilia, apologia su Internet
          - Scritto da: Godai Yusaku
          http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2004/0

          Condizione sottolineata dal teorico della

          pedofilia è «la non violenza» perchè,

          sottolineava, «occorre assolutamente che i

          bambini siano però

          consenzienti».



          Completamente d'accordo col ragazzo.

          Mio dio cosa devo fare? Iniziare a temere di

          esporre il mio pensiero? Sto seriamente pensando

          di trasferirmi nei paesi bassi

          :/

          NON ESISTONO I BAMBINI CONSENZIENTI

          Non possono per definizione e per legge in quanto
          BAMBINI; affermare il contrario equivale a fare
          apologia del nazismo, ovvero compiere un crimine
          contro l'umanità, la parte più indifesa ed
          inerme..
          Questo lo dici tu, io non sono AFFATTO d'accordo come non sono AFFATTO d'accordo con la comparazione fra sesso e violenza. Fra nudo e violenza. Fra erotismo e violenza.E come vedi non sono l'unico a pensarla in questo modo.
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet

            Questo lo dici tu, io non sono AFFATTO d'accordo
            come non sono AFFATTO d'accordo con la
            comparazione fra sesso e violenza. Fra nudo e
            violenza. Fra erotismo e
            violenza.

            E come vedi non sono l'unico a pensarla in questo
            modo.Su quanto dici sono d'accordo anch'io FINCHE NON SI TRATTA DI BAMBINI..Ripeto: è chiara la differenza adulto e bambino ?E' chiaro che cos'è il sesso con gli infanti ?
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da: Godai Yusaku


            Questo lo dici tu, io non sono AFFATTO d'accordo

            come non sono AFFATTO d'accordo con la

            comparazione fra sesso e violenza. Fra nudo e

            violenza. Fra erotismo e

            violenza.



            E come vedi non sono l'unico a pensarla in
            questo

            modo.

            Su quanto dici sono d'accordo anch'io FINCHE NON
            SI TRATTA DI
            BAMBINI..

            Ripeto: è chiara la differenza adulto e bambino ?

            E' chiaro che cos'è il sesso con gli infanti ?È chiaro il fatto che il SESSO è una cosa NATURALE e non una violenza?Ti è chiaro che quando si parla di sesso NON si intende sesso pericoloso o sesso forzato?Ti è chiaro che un'immagine NON è violenza se non è carpita con la violenza?
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet

            È chiaro il fatto che il SESSO è una cosa
            NATURALE e non una
            violenza?
            Ti è chiaro che quando si parla di sesso NON si
            intende sesso pericoloso o sesso
            forzato?
            Ti è chiaro che un'immagine NON è violenza se non
            è carpita con la
            violenza?Ti è chiaro che il SESSO (di qualunque genere) E' UNA COSA NATURALE CHE SI Fà CON GLI ADULTI ?UNA COSA CHE NON RIGUARDA I BAMBINI..
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da: Godai Yusaku


            È chiaro il fatto che il SESSO è una cosa

            NATURALE e non una

            violenza?

            Ti è chiaro che quando si parla di sesso NON si

            intende sesso pericoloso o sesso

            forzato?

            Ti è chiaro che un'immagine NON è violenza se
            non

            è carpita con la

            violenza?


            Ti è chiaro che il SESSO (di qualunque genere) E'
            UNA COSA NATURALE CHE SI Fà CON GLI ADULTI
            ?

            UNA COSA CHE NON RIGUARDA I BAMBINI..L'oggetto del thread non è questo, ma la libertà di dire ciò che si pensa e mi sembra che tu stia di proposito cercando di portare l'argomento verso altri lidi. Il thread è circa la mia libertà di dire ciò che io penso e la tua libertà di obiettare portando le tue ragioni.
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet

            L'oggetto del thread non è questo, ma la libertà
            di dire ciò che si pensa e mi sembra che tu stia
            di proposito cercando di portare l'argomento
            verso altri lidi.

            Il thread è circa la mia libertà di dire ciò che
            io penso e la tua libertà di obiettare portando
            le tue
            ragioni.E io ti ho risposto che l'APOLOGIA DI REATO (questa merda in particolare) non è configurabile come libertà di espressione..A questo punto lo sarebbero anche i siti nazisti e quelli dei terroristi islamici che istigano ala guerra santa..
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da: Godai Yusaku
            E io ti ho risposto che l'APOLOGIA DI REATO
            (questa merda in particolare) non è configurabile
            come libertà di
            espressione..L'apologia di reato è un'oscenità che nulla ha a che fare con la democrazia, tant'è che deriva dal codice Rocco, nato in periodo FASCISTA e mai rivisto. In democrazia TUTTI possono esprimere la propria opinione in merito a TUTTO. TUTTI possono criticare una legge e TUTTI possono presentare le proprie idee e cercare di provarle al meglio delle loro capacità. TUTTI hanno il diritto di raccogliere informazioni e comunicare le proprie idee a TUTTI esattamente come dice l'articolo 21 della Costituzione.Se ritieni che ci siano argomenti e/o idee che non si dovrebbero poter esprimere allora significa che le tue convinzioni in merito sono deboli e non supportate dai fatti, significa che hai paura del confronto, hai paura di dover dire _perché_ secondo te una determinata idea è sbagliata... il che da ragione automaticamente a chi sostiene la tesi opposta alla tua.
            A questo punto lo sarebbero anche i siti nazisti
            e quelli dei terroristi islamici che istigano ala
            guerra
            santa..Infatti non ci vedo proprio nulla di male, in nessuno dei due casi. Come te anche i nazisti e i così detti "terroristi" hanno il diritto di esprimere i loro ideali se lo fanno in maniera civile. Questo NON significa legittimare la violenza e NON significa legittimare gli insulti.Se poi tu sei tanto sciocco da metterti a fare violenza su qualcuno in base a quello che c'è scritto su un sito è giusto che TU sia punito.Sarebbe come voler punire il produttore di Superman perché alcuni bambini, vedendo il film, si sono buttati dalla finestra del secondo piano con un lenzuolo attaccato al collo.
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet

            L'apologia di reato è un'oscenità che nulla ha
            che fare con la democrazia, tant'è che deriva Ah, quindi "per te" è giusto anche in caso di istigazione alla violenza, omicidio, stupro, genocidio, ogni tipo di mostruosità ecc.. ok
            Se ritieni che ci siano argomenti e/o idee che
            non si dovrebbero poter esprimere allora
            significa che le tue convinzioni in merito sono
            deboli e non supportate dai fatti, significa che
            hai paura del confronto, hai paura di dover dire
            _perché_ secondo te una determinata idea è
            sbagliata... il che da ragione automaticamente a
            chi sostiene la tesi opposta alla
            tua.Hai detto che QUALUNQUE tesi può essere divulgata a prescindere dalla sua pericolosità sociale (anche l'istigazione al tuo omicidio eventualmente) ergo i contenuti non sono in discussione; ne prendo atto..

            A questo punto lo sarebbero anche i siti nazisti

            e quelli dei terroristi islamici che istigano
            ala

            guerra

            santa..

            Infatti non ci vedo proprio nulla di male, in
            nessuno dei due casi. Come te anche i nazisti e i
            così detti "terroristi" hanno il diritto di
            esprimere i loro ideali se lo fanno in maniera
            civile. Questo NON significa legittimare la
            violenza e NON significa legittimare gli
            insulti.ok
          • Anonimo scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            Apologia e istigazione sono due cose diverse.
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet

            Apologia e istigazione sono due cose diverse.Si lo sò ma sono entrambi legati alla libertà di espressione.. In sè non ammazzano nessuno..-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 06 gennaio 2007 18.41-----------------------------------------------------------
          • Anonimo scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            Modificato dall' autore il 06 gennaio 2007 18.41Nessuno nega che l'apologia di reato sia un'espressione. Ma l'apologia della pedofilia come ogni altra apologia può essere ma non è necessariamente apologia di reato, così come l'apologia del governo dove non si pagano tasse non è necessariamente apologia dell'evazione fiscale. L'apologia di reato deve istigare in qualche modo a commettere un reato. Quindi sei fuori strada.
            --------------------------------------------------
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet

            Nessuno nega che l'apologia di reato sia
            un'espressione. Ma l'apologia della pedofilia
            come ogni altra apologia può essere ma non è
            necessariamente apologia di reato, così come
            l'apologia del governo dove non si pagano tasse
            non è necessariamente apologia dell'evazione
            fiscale. L'apologia di reato deve istigare in
            qualche modo a commettere un reato. Quindi sei
            fuori
            strada.Esistono dei principi giuridici fondamentali; le leggi sono semplici strumenti che vengono fatte in funzione dei primi.. Uno di questi principi, direi il più sacro in quanto da esso si determina la futura società, è la tutela dell'infanzia..Affermare il _possibile consenso_ crea una "giustificazione" che lede il suddetto principio fondamentale.. Cosa dovrà avvenire quindi ? Quali leggi speciali dovranno esser fatte ? Oltre alla Caccia alle streghe ndr.. pena di morte ? Fine della libertà della rete ? La legittimazione grazie a voi di uno stato fascista e autoritario ?No perchè dinanzi alla _ sopravvivenza della società _ tutto può essere consentito, anche il fascismo con buona pace dei liberali e di chi nella libertà ci crede..
          • Anonimo scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da: Godai Yusaku


            Nessuno nega che l'apologia di reato sia

            un'espressione. Ma l'apologia della pedofilia

            come ogni altra apologia può essere ma non è

            necessariamente apologia di reato, così come

            l'apologia del governo dove non si pagano tasse

            non è necessariamente apologia dell'evazione

            fiscale. L'apologia di reato deve istigare in

            qualche modo a commettere un reato. Quindi sei

            fuori

            strada.

            Esistono dei principi giuridici fondamentali; le
            leggi sono semplici strumenti che vengono fatte
            in funzione dei primi.. Uno di questi principi,
            direi il più sacro in quanto da esso si determina
            la futura società, è la tutela
            dell'infanzia..Le leggi non hanno principi giuridici al di fuori della legge fondamentale. La Costituzione tutela i diritti dell'infanzia implicitamente ma non indica in tutti i particolari quali siano e lascia che sia il parlamento a stabilire quali siano

            Affermare il _possibile consenso_ crea una
            "giustificazione" che lede il suddetto principio
            fondamentale.. Cosa dovrà avvenire quindi ? Ma ti rendi conto che spostando l'età del consenso si sposta anche l'età in cui è possibile ledere il tuo principio fondamentale e non è il principio fondamentale a determinare l'età del consenso? E chi stabilisce l'età del consenso? Il parlamento... Che cosa dovrà avvenire quindi? Quello che è sempre avvenuto.Quali
            leggi speciali dovranno esser fatte ? Oltre alla
            Caccia alle streghe ndr.. pena di morte ? Fine
            della libertà della rete ? La legittimazione
            grazie a voi di uno stato fascista e autoritario
            ?I responsabili di un eventuale stato autoritario non sono le idee o le opinioni di qualcuno, ma le azioni contro lo Stato di chi ritiene la democrazia insufficiente a regolare la vita della nazione

            No perchè dinanzi alla _ sopravvivenza della
            società _ tutto può essere consentito, anche
            il fascismo con buona pace dei liberali e di chi
            nella libertà ci
            crede..
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet

            Le leggi non hanno principi giuridici al di fuori
            della legge fondamentale. La Costituzione tutela
            i diritti dell'infanzia implicitamente ma non
            indica in tutti i particolari quali siano e
            lascia che sia il parlamento a stabilire quali
            sianoChissà perchè TUTTE le associazioni mondiali di difesa dei bambini e relativi psicologi la pensano diversamente.. Chissà chi ha ragione: voi o loro ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da: Godai Yusaku


            Le leggi non hanno principi giuridici al di
            fuori

            della legge fondamentale. La Costituzione tutela

            i diritti dell'infanzia implicitamente ma non

            indica in tutti i particolari quali siano e

            lascia che sia il parlamento a stabilire quali

            siano

            Chissà perchè TUTTE le associazioni mondiali di
            difesa dei bambini e relativi psicologi la
            pensano diversamente.. Chissà chi ha ragione: voi
            o loro
            ? In realtà non di si riferiscono mai a diritti giuridici ma a diritti sostanziali che possono essere o non essere riconosciuti giuridicamente dai vari Stati. Comunque è ovvio che parlando di principi generali usando parole intrinsecamente negative come abuso sfruttamento violenza si dica qualcosa di universalmente vero, il problema è definire tassativamente che cosa sia abuso e cosa violenza e cosa sfruttamento. Questo in Italia lo decide il parlamento, non il moige o l'associazione pediatri o il telefono azzurro
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet


            Chissà perchè TUTTE le associazioni mondiali di

            difesa dei bambini e relativi psicologi la

            pensano diversamente.. Chissà chi ha ragione:
            voi

            o loro

            ?
            In realtà non di si riferiscono mai a diritti
            giuridici ma a diritti sostanziali che possono
            essere o non essere riconosciuti giuridicamente
            dai vari Stati. Comunque è ovvio che parlando di
            principi generali usando parole intrinsecamente
            negative come abuso sfruttamento violenza si dica
            qualcosa di universalmente vero, il problema è
            definire tassativamente che cosa sia abuso e cosa
            violenza e cosa sfruttamento. Questo in Italia lo
            decide il parlamento, non il moige o
            l'associazione pediatri o il telefono
            azzurroOvvio, nessuno capisce, per conoscere la verità bisogna chiedere a voi che queste cose le SAPETE e le affermate dall'inizio dei tempi..
          • Anonimo scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da: Godai Yusaku



            Chissà perchè TUTTE le associazioni mondiali
            di


            difesa dei bambini e relativi psicologi la


            pensano diversamente.. Chissà chi ha ragione:

            voi


            o loro


            ?


            In realtà non di si riferiscono mai a diritti

            giuridici ma a diritti sostanziali che possono

            essere o non essere riconosciuti giuridicamente

            dai vari Stati. Comunque è ovvio che parlando di

            principi generali usando parole intrinsecamente

            negative come abuso sfruttamento violenza si
            dica

            qualcosa di universalmente vero, il problema è

            definire tassativamente che cosa sia abuso e
            cosa

            violenza e cosa sfruttamento. Questo in Italia
            lo

            decide il parlamento, non il moige o

            l'associazione pediatri o il telefono

            azzurro

            Ovvio, nessuno capisce, per conoscere la verità
            bisogna chiedere a voi che queste cose le SAPETE
            e le affermate dall'inizio dei
            tempi..Bhe, i dogmi li usano i preti, che in effetti come abusi hanno una discreta esperienza...
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da:

            - Scritto da: Godai Yusaku





            Chissà perchè TUTTE le associazioni mondiali

            di



            difesa dei bambini e relativi psicologi la



            pensano diversamente.. Chissà chi ha
            ragione:


            voi



            o loro



            ?




            In realtà non di si riferiscono mai a diritti


            giuridici ma a diritti sostanziali che possono


            essere o non essere riconosciuti
            giuridicamente


            dai vari Stati. Comunque è ovvio che parlando
            di


            principi generali usando parole
            intrinsecamente


            negative come abuso sfruttamento violenza si

            dica


            qualcosa di universalmente vero, il problema è


            definire tassativamente che cosa sia abuso e

            cosa


            violenza e cosa sfruttamento. Questo in Italia

            lo


            decide il parlamento, non il moige o


            l'associazione pediatri o il telefono


            azzurro



            Ovvio, nessuno capisce, per conoscere la verità

            bisogna chiedere a voi che queste cose le
            SAPETE


            e le affermate dall'inizio dei

            tempi..


            Bhe, i dogmi li usano i preti, che in effetti
            come abusi hanno una discreta
            esperienza...Sul dogma dell'uccello duro (forse) c'è ben poco da eccepire; voi però continuate a sognare mi raccomando, che forse un giorno, in qualche oscura realtà parallela sarà legale trombarsi i bambini...
          • Anonimo scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da:
            Apologia e istigazione sono due cose diverse.L'apologia è reato se istiga in qualunque modo al reato. Questa è la ratio. Ma nessuno può dimostrare che dire che le tasse sono troppo alte sia apologia dell'evasione fiscale
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Apologia e istigazione sono due cose diverse.

            L'apologia è reato se istiga in qualunque modo al
            reato. Questa è la ratio. Ma nessuno può
            dimostrare che dire che le tasse sono troppo alte
            sia apologia dell'evasione
            fiscaleLo è se cominci a parlare di qualcosa che non può _esistere_ ovvero il consenso dei minori..
          • Anonimo scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da: Godai Yusaku

            - Scritto da:



            - Scritto da:


            Apologia e istigazione sono due cose diverse.



            L'apologia è reato se istiga in qualunque modo
            al

            reato. Questa è la ratio. Ma nessuno può

            dimostrare che dire che le tasse sono troppo
            alte

            sia apologia dell'evasione

            fiscale

            Lo è se cominci a parlare di qualcosa che non può
            _esistere_ ovvero il consenso dei
            minori..Se la costituzione non dice che una cosa non esiste io posso dire liberamente che esiste.
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da:

            - Scritto da: Godai Yusaku



            - Scritto da:





            - Scritto da:



            Apologia e istigazione sono due cose
            diverse.





            L'apologia è reato se istiga in qualunque modo

            al


            reato. Questa è la ratio. Ma nessuno può


            dimostrare che dire che le tasse sono troppo

            alte


            sia apologia dell'evasione


            fiscale



            Lo è se cominci a parlare di qualcosa che non
            può

            _esistere_ ovvero il consenso dei

            minori..


            Se la costituzione non dice che una cosa non
            esiste io posso dire liberamente che
            esiste.OK, Dì pure che i porci hanno le ali..Buon volo o forse dovrei dire caduta..
          • Anonimo scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da: Godai Yusaku

            - Scritto da:



            - Scritto da: Godai Yusaku





            - Scritto da:







            - Scritto da:




            Apologia e istigazione sono due cose

            diverse.







            L'apologia è reato se istiga in qualunque
            modo


            al



            reato. Questa è la ratio. Ma nessuno può



            dimostrare che dire che le tasse sono troppo


            alte



            sia apologia dell'evasione



            fiscale





            Lo è se cominci a parlare di qualcosa che non

            può


            _esistere_ ovvero il consenso dei


            minori..





            Se la costituzione non dice che una cosa non

            esiste io posso dire liberamente che

            esiste.

            OK, Dì pure che i porci hanno le ali..

            Buon volo o forse dovrei dire caduta..E farne una legge...La legge permette agli insegnanti di dire che Babbo Natale esiste?
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet



            Se la costituzione non dice che una cosa non


            esiste io posso dire liberamente che


            esiste.



            OK, Dì pure che i porci hanno le ali..



            Buon volo o forse dovrei dire caduta..

            E farne una legge...
            La legge permette agli insegnanti di dire che
            Babbo Natale
            esiste?Giusto, le renne ormai sono old, quegli altri animali sono decisamente più "in"..-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 gennaio 2007 21.34-----------------------------------------------------------
          • Anonimo scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da: Godai Yusaku


            L'apologia di reato è un'oscenità che nulla ha

            che fare con la democrazia, tant'è che deriva

            Ah, quindi "per te" è giusto anche in caso di
            istigazione alla violenza, omicidio, stupro,
            genocidio, ogni tipo di mostruosità ecc.. okD'accordo quando l'apologia di reato è apologia di reato. Ma l'apologia di reato deve comprendere l'istigazione a commettere reato o comunque giustificare la *violazione* di una legge altrimenti non è apologia di reato.



            Se ritieni che ci siano argomenti e/o idee che

            non si dovrebbero poter esprimere allora

            significa che le tue convinzioni in merito sono

            deboli e non supportate dai fatti, significa che

            hai paura del confronto, hai paura di dover dire

            _perché_ secondo te una determinata idea è

            sbagliata... il che da ragione automaticamente a

            chi sostiene la tesi opposta alla

            tua.

            Hai detto che QUALUNQUE tesi può essere divulgata
            a prescindere dalla sua pericolosità sociale
            (anche l'istigazione al tuo omicidio
            eventualmente) ergo i contenuti non sono in
            discussione; ne prendo
            atto..Qualunque tesi certo, purché non si induca qualcuno a violare la legge o non si giustifichi la violazione della legge. In tal caso potrebbe essere disobbedienza civile. Ma il disobbediente sa a cosa va incontro e lo fa lo stesso.




            A questo punto lo sarebbero anche i siti
            nazisti


            e quelli dei terroristi islamici che istigano

            ala


            guerra


            santa..



            Infatti non ci vedo proprio nulla di male, in

            nessuno dei due casi. Come te anche i nazisti e
            i

            così detti "terroristi" hanno il diritto di

            esprimere i loro ideali se lo fanno in maniera

            civile. Questo NON significa legittimare la

            violenza e NON significa legittimare gli

            insulti.

            ok
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet

            D'accordo quando l'apologia di reato è apologia
            di reato. Ma l'apologia di reato deve comprendere
            l'istigazione a commettere reato o comunque
            giustificare la *violazione* di una legge
            altrimenti non è apologia di
            reato.Ti sfugge che non è la legge il problema MA CIO' SU CUI LA LEGGE E' BASATA ovvero LA TUTELA DEI MINORI, che sono ripeto per definizione soggetti giuridicamente INCAPACI DI INTENDERE E DI VOLERE..La sai la differenza che c'è tra un teorema e un'assioma..
            Qualunque tesi certo, purché non si induca
            qualcuno a violare la legge o non si giustifichi
            la violazione della legge. In tal caso potrebbe
            essere disobbedienza civile. Ma il disobbediente
            sa a cosa va incontro e lo fa lo
            stesso.La disobbedienza civile non contempla o GIUSTIFICA (parole tue ndr) reati contro la persona..
          • Anonimo scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da: Godai Yusaku


            D'accordo quando l'apologia di reato è apologia

            di reato. Ma l'apologia di reato deve
            comprendere

            l'istigazione a commettere reato o comunque

            giustificare la *violazione* di una legge

            altrimenti non è apologia di

            reato.

            Ti sfugge che non è la legge il problema MA CIO'
            SU CUI LA LEGGE E' BASATA ovvero LA TUTELA DEI
            MINORI, che sono ripeto per definizione soggetti
            giuridicamente INCAPACI DI INTENDERE E DI
            VOLERE..La tutela è stabilita giuridicamente in base a leggi approvate LIBERAMENTE dal parlamento. Se il parlamento è libero di decidere significa che i cittadini sono liberi di parlare e di farsi un'opinione altrettanto LIBERAMENTE

            La sai la differenza che c'è tra un teorema e
            un'assioma..Non ci sono assiomi in democrazia tranne quelli stabiliti dalla Costituzione.



            Qualunque tesi certo, purché non si induca

            qualcuno a violare la legge o non si giustifichi

            la violazione della legge. In tal caso potrebbe

            essere disobbedienza civile. Ma il disobbediente

            sa a cosa va incontro e lo fa lo

            stesso.

            La disobbedienza civile non contempla o
            GIUSTIFICA (parole tue ndr) reati contro la
            persona..La disobbedienza civile infatti non pretende di non essere punita, altrimenti sarebbe sovversione
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da:

            - Scritto da: Godai Yusaku




            D'accordo quando l'apologia di reato è
            apologia


            di reato. Ma l'apologia di reato deve

            comprendere


            l'istigazione a commettere reato o comunque


            giustificare la *violazione* di una legge


            altrimenti non è apologia di


            reato.



            Ti sfugge che non è la legge il problema MA CIO'

            SU CUI LA LEGGE E' BASATA ovvero LA TUTELA DEI

            MINORI, che sono ripeto per definizione soggetti

            giuridicamente INCAPACI DI INTENDERE E DI

            VOLERE..

            La tutela è stabilita giuridicamente in base a
            leggi approvate LIBERAMENTE dal parlamento. Se il
            parlamento è libero di decidere significa che
            cittadini sono liberi di parlare e di farsi
            un'opinione altrettanto
            LIBERAMENTENon serve discutere per conoscere l'opinione dei pedofili.. E' semplicemente ASSURDO inoltre parlare di raziocinio dove non vi è che istinto deviato..

            La sai la differenza che c'è tra un teorema e

            un'assioma..

            Non ci sono assiomi in democrazia tranne quelli
            stabiliti dalla
            Costituzione.






            Qualunque tesi certo, purché non si induca


            qualcuno a violare la legge o non si
            giustifichi


            la violazione della legge. In tal caso
            potrebbe


            essere disobbedienza civile. Ma il
            disobbediente


            sa a cosa va incontro e lo fa lo


            stesso.



            La disobbedienza civile non contempla o

            GIUSTIFICA (parole tue ndr) reati contro la

            persona..
            La disobbedienza civile infatti non pretende di
            non essere punita, altrimenti sarebbe
            sovversioneMa è la società (chissà perchè) a pretendere che che tale "disobbedienza" o stupro non abbia luogo nè venga fomentata..
          • Anonimo scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da: Godai Yusaku
            - Scritto da:

            - Scritto da: Godai Yusaku



            D'accordo quando l'apologia di reato



            è apologia di reato. Ma l'apologia



            di reato deve comprendere l'istigazione



            a commettere reato o comunque



            giustificare la *violazione* di



            una legge altrimenti non è apologia di



            reato.


            Ti sfugge che non è la legge il


            problema MA CIO' SU CUI LA LEGGE E'


            BASATA ovvero LA TUTELA DEI MINORI,


            che sono ripeto per definizione


            soggetti giuridicamente INCAPACI DI


            INTENDERE E DI VOLERE..

            La tutela è stabilita giuridicamente in

            base a leggi approvate LIBERAMENTE dal

            parlamento. Se il parlamento è libero di

            decidere significa che cittadini sono

            liberi di parlare e di farsi un'opinione

            altrettanto LIBERAMENTE
            Non serve discutere per conoscere l'opinione
            dei pedofili.. Curiosa questa frase : e' la stessa cosa che usavano gli inquisitori ai tempi della caccia alle streghe, i risultati di queste cose si vedono, questa frase racchiude tutto il tuo pensiero e la tua pochezza.
            E' semplicemente ASSURDO inoltre
            parlare di raziocinio dove non vi
            è che istinto deviato..Di cosa stai parlando ?Di che fascie di eta' ?Istinto di chi ?Dimenticavo che non se ne puo' parlare quindi...


            La sai la differenza che c'è tra un


            teorema e un'assioma..

            Non ci sono assiomi in democrazia tranne

            quelli stabiliti dalla Costituzione.Ergo : viva la liberta' di parola.
          • Anonimo scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da: Godai Yusaku


            D'accordo quando l'apologia di reato è apologia

            di reato. Ma l'apologia di reato deve
            comprendere

            l'istigazione a commettere reato o comunque

            giustificare la *violazione* di una legge

            altrimenti non è apologia di

            reato.

            Ti sfugge che non è la legge il problema MA CIO'
            SU CUI LA LEGGE E' BASATA ovvero LA TUTELA DEI
            MINORI, che sono ripeto per definizione soggetti
            giuridicamente INCAPACI DI INTENDERE E DI
            VOLERE..

            La sai la differenza che c'è tra un teorema e
            un'assioma..Finché un assioma non diventa parte legge fondamentale può essere criticato. E per quanto ne so anche la legge fondamentale può essere criticata. E' quello che stai facendo tu!



            Qualunque tesi certo, purché non si induca

            qualcuno a violare la legge o non si giustifichi

            la violazione della legge. In tal caso potrebbe

            essere disobbedienza civile. Ma il disobbediente

            sa a cosa va incontro e lo fa lo

            stesso.

            La disobbedienza civile non contempla o
            GIUSTIFICA (parole tue ndr) reati contro la
            persona..La disobbedienza civile è per definizione non violenta nel senso che non contempla la lotta armata
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da:

            - Scritto da: Godai Yusaku




            D'accordo quando l'apologia di reato è
            apologia


            di reato. Ma l'apologia di reato deve

            comprendere


            l'istigazione a commettere reato o comunque


            giustificare la *violazione* di una legge


            altrimenti non è apologia di


            reato.



            Ti sfugge che non è la legge il problema MA CIO'

            SU CUI LA LEGGE E' BASATA ovvero LA TUTELA DEI

            MINORI, che sono ripeto per definizione soggetti

            giuridicamente INCAPACI DI INTENDERE E DI

            VOLERE..



            La sai la differenza che c'è tra un teorema e

            un'assioma..


            Finché un assioma non diventa parte legge
            fondamentale può essere criticato. E per quanto
            ne so anche la legge fondamentale può essere
            criticata. E' quello che stai facendo
            tu!OGNI costituzione, OGNI società civile è basata IN MODO ASSIOMATICO sui diritti umani, sulla TUTELA della persona in primis..Rinnegando ciò si cancello lo stato e ritorniamo agli uomini delle caverne, ovvero alla legge della Giungla dove solo i forti hanno diritto di esistere, In cui i deboli non sono altro che carne atta a saziarne gli appetiti..

            La disobbedienza civile non contempla o

            GIUSTIFICA (parole tue ndr) reati contro la

            persona..

            La disobbedienza civile è per definizione non
            violenta nel senso che non contempla la lotta
            armataTi "sfugge" che per chiunque possieda un cervello abusare di una creatura inerme, palesemente inferiore, è a tutti gli effetti lotta armata..
          • Anonimo scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da: Godai Yusaku


            L'apologia di reato è un'oscenità che nulla ha

            che fare con la democrazia, tant'è che deriva

            Ah, quindi "per te" è giusto anche in caso di
            istigazione alla violenza, omicidio, stupro,
            genocidio, ogni tipo di mostruosità ecc.. okD'accordo quando l'apologia di reato è apologia di reato. Ma l'apologia di reato deve comprendere l'istigazione a commettere reato o comunque giustificare la *violazione* di una legge altrimenti non è apologia di reato.



            Se ritieni che ci siano argomenti e/o idee che

            non si dovrebbero poter esprimere allora

            significa che le tue convinzioni in merito sono

            deboli e non supportate dai fatti, significa che

            hai paura del confronto, hai paura di dover dire

            _perché_ secondo te una determinata idea è

            sbagliata... il che da ragione automaticamente a

            chi sostiene la tesi opposta alla

            tua.

            Hai detto che QUALUNQUE tesi può essere divulgata
            a prescindere dalla sua pericolosità sociale
            (anche l'istigazione al tuo omicidio
            eventualmente) ergo i contenuti non sono in
            discussione; ne prendo
            atto..Qualunque tesi certo, purché non si induca qualcuno a violare la legge o non si giustifichi la violazione della legge. In tal caso potrebbe essere disobbedienza civile. Ma il disobbediente sa a cosa va incontro e lo fa lo stesso.
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet

            D'accordo quando l'apologia di reato è apologia
            di reato. Ma l'apologia di reato deve comprendere
            l'istigazione a commettere reato o comunque
            giustificare la *violazione* di una legge
            altrimenti non è apologia di
            reato.Pare che la magistraura si sia già pronunciata in merito: vedi topic di apertura..
            Qualunque tesi certo, purché non si induca
            qualcuno a violare la legge o non si giustifichi
            la violazione della legge. In tal caso potrebbe
            essere disobbedienza civile. Ma il disobbediente
            sa a cosa va incontro e lo fa lo
            stesso.Si afferma che il sesso con i bambini può essere consenziente.. Disobbedienza civile in questo caso sarebbe verificare ATTIVAMENTE la cosa.. Perchè non è reato contro lo persona giusto ? Si lo è ma in realtà non lo è.. Ah ecco sì..
          • Anonimo scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da: Godai Yusaku


            L'oggetto del thread non è questo, ma la libertà

            di dire ciò che si pensa e mi sembra che tu stia

            di proposito cercando di portare l'argomento

            verso altri lidi.



            Il thread è circa la mia libertà di dire ciò che

            io penso e la tua libertà di obiettare portando

            le tue

            ragioni.


            E io ti ho risposto che l'APOLOGIA DI REATO
            (questa merda in particolare) non è configurabile
            come libertà di
            espressione..

            A questo punto lo sarebbero anche i siti nazisti
            e quelli dei terroristi islamici che istigano ala
            guerra
            santa..Dai Godai, renditi conto una volta per tutte che non è così. Qui nessuno ha fatto l'apologia di reato. Tu non potrai mai dimostrare l'equivalenza tra pensare che una legge dev'essere abolita e pensare che quella legge debba essere violata. Anche la chiesa afferma che gli omosessuali non peccano se non praticano il sesso, e non chiederà mai agli omosessuali di dire o pensare che l'omosessualità è contro natura. Si limita a chiedere agli omosessuali di non praticare il sesso dal lato B.
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet

            Dai Godai, renditi conto una volta per tutte che
            non è così. Qui nessuno ha fatto l'apologia di
            reato. Tu non potrai mai dimostrare l'equivalenza
            tra pensare che una legge dev'essere abolita e
            pensare che quella legge debba essere violata.
            Anche la chiesa afferma che gli omosessuali non
            peccano se non praticano il sesso, e non chiederà
            mai agli omosessuali di dire o pensare che
            l'omosessualità è contro natura. Si limita a
            chiedere agli omosessuali di non praticare il
            sesso dal lato
            B.Cioè per te omosessuali e bambini sono sullo stesso piano ? Che dici, si capisce che stai ragionando con l'uccello ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da: Godai Yusaku


            Dai Godai, renditi conto una volta per tutte che

            non è così. Qui nessuno ha fatto l'apologia di

            reato. Tu non potrai mai dimostrare
            l'equivalenza

            tra pensare che una legge dev'essere abolita e

            pensare che quella legge debba essere violata.

            Anche la chiesa afferma che gli omosessuali non

            peccano se non praticano il sesso, e non
            chiederà

            mai agli omosessuali di dire o pensare che

            l'omosessualità è contro natura. Si limita a

            chiedere agli omosessuali di non praticare il

            sesso dal lato

            B.


            Cioè per te omosessuali e bambini sono sullo
            stesso piano ? Che dici, si capisce che stai
            ragionando con l'uccello
            ?
            Sono sullo stesso piano la medesima differenza che puoi riscontrare in entrambi i casi tra essere (o esprimere le proprie idee) e comportarsi (agire in conformità alle proprie idee)
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet


            Cioè per te omosessuali e bambini sono sullo

            stesso piano ? Che dici, si capisce che stai

            ragionando con l'uccello

            ?




            Sono sullo stesso piano la medesima differenza
            che puoi riscontrare in entrambi i casi tra
            essere (o esprimere le proprie idee) e
            comportarsi (agire in conformità alle proprie
            idee)Dici ? Eppure loro quando vengono accomunati a voi si incazzano come delle bestie..Comunque hai definito "idee" le pulsioni dell'uccello per cui sei coerente almeno in questo..
          • Alucard scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da: Godai Yusaku


            È chiaro il fatto che il SESSO è una cosa

            NATURALE e non una

            violenza?

            Ti è chiaro che quando si parla di sesso NON si

            intende sesso pericoloso o sesso

            forzato?

            Ti è chiaro che un'immagine NON è violenza se
            non

            è carpita con la

            violenza?


            Ti è chiaro che il SESSO (di qualunque genere) E'
            UNA COSA NATURALE CHE SI Fà CON GLI ADULTI
            ?

            UNA COSA CHE NON RIGUARDA I BAMBINI..Ti è chiaro che milioni di anni fa i primi ominidi trombavano allegramente davanti agli altri (figli compresi) e non si facevano problemi a mostrare i genitali perché il sesso non era ancora un tabù? Paradossalmente sarebbe più naturale andare in giro nudi che vestiti, soprattutto d'estate quando non c'è la necessità di coprirsi per combattere il freddo. Eppure...
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet

            Ti è chiaro che milioni di anni fa i primi
            ominidi trombavano allegramente davanti agli
            altri (figli compresi) e non si facevano problemi
            a mostrare i genitali perché il sesso non era
            ancora un tabù? Paradossalmente sarebbe più
            naturale andare in giro nudi che vestiti,
            soprattutto d'estate quando non c'è la necessità
            di coprirsi per combattere il freddo.
            Eppure...ok, ritorna nella preistoria quando lo stupro era legale ecc..Attento a non finire in un campo di concentramento però..
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da: Godai Yusaku


            Ti è chiaro che milioni di anni fa i primi

            ominidi trombavano allegramente davanti agli

            altri (figli compresi) e non si facevano
            problemi

            a mostrare i genitali perché il sesso non era

            ancora un tabù? Paradossalmente sarebbe più

            naturale andare in giro nudi che vestiti,

            soprattutto d'estate quando non c'è la necessità

            di coprirsi per combattere il freddo.

            Eppure...

            ok, ritorna nella preistoria quando lo stupro era
            legale
            ecc..

            Attento a non finire in un campo di
            concentramento
            però..Ma quante stupidaggini. Non sapete proprio cosa dire per giustificare la censura, non sapete cosa fare per continuare a sputare le vostre convinzioni sugli altri senza dare diritto di replica... ovviamente quando sarete voi ad essere censurati vi metterete a piangere e sbraitare... quando saranno le vostre idee ad essere considerate un pericolo per la società capirete cosa intendo... e qui chiudo, non ha senso parlare con qualcuno che non vede più in là del proprio naso.
          • Anonimo scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da: Wakko Warner

            - Scritto da: Godai Yusaku




            Ti è chiaro che milioni di anni fa i primi


            ominidi trombavano allegramente davanti agli


            altri (figli compresi) e non si facevano

            problemi


            a mostrare i genitali perché il sesso non era


            ancora un tabù? Paradossalmente sarebbe più


            naturale andare in giro nudi che vestiti,


            soprattutto d'estate quando non c'è la
            necessità


            di coprirsi per combattere il freddo.


            Eppure...



            ok, ritorna nella preistoria quando lo stupro
            era

            legale

            ecc..



            Attento a non finire in un campo di

            concentramento

            però..

            Ma quante stupidaggini.
            Non sapete proprio cosa dire per giustificare la
            censura, non sapete cosa fare per continuare a
            sputare le vostre convinzioni sugli altri senza
            dare diritto di replica... ovviamente quando
            sarete voi ad essere censurati vi metterete a
            piangere e sbraitare... quando saranno le vostre
            idee ad essere considerate un pericolo per la
            società capirete cosa intendo... e qui chiudo,
            non ha senso parlare con qualcuno che non vede
            più in là del proprio
            naso.Loro possono imporre il silenzio e fare violenza contro un ragazzo perche' ha idee diverse dalla loro. Gli altri no.
          • Anonimo scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da: Godai Yusaku
            Ma al di là di ciò in che modo dire che lo stupro
            dei bambini è "giusto" può essere considerato una
            legittima opinione ?Qui non si sta parlando di stupro. Svegliati.
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da:

            - Scritto da: Godai Yusaku

            Ma al di là di ciò in che modo dire che lo
            stupro

            dei bambini è "giusto" può essere considerato
            una

            legittima opinione ?

            Qui non si sta parlando di stupro. Svegliati.Guarda che sono _MOLTO_ sveglio..Lo decidi TU se è stupro, giusto ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da: Godai Yusaku

            - Scritto da:



            - Scritto da: Godai Yusaku


            Ma al di là di ciò in che modo dire che lo

            stupro


            dei bambini è "giusto" può essere considerato

            una


            legittima opinione ?



            Qui non si sta parlando di stupro. Svegliati.

            Guarda che sono _MOLTO_ sveglio..

            Lo decidi TU se è stupro, giusto ?Io no, sei TU che vuoi decidere che è stupro indipendentemente da tutto. Svegliati.
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet




            Lo decidi TU se è stupro, giusto ?

            Io no, sei TU che vuoi decidere che è stupro
            indipendentemente da tutto.
            Svegliati.Again.. Chi lo stabilsce ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da: Godai Yusaku






            Lo decidi TU se è stupro, giusto ?



            Io no, sei TU che vuoi decidere che è stupro

            indipendentemente da tutto.

            Svegliati.

            Again.. Chi lo stabilsce ?L'interessato
          • Anonimo scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da: Godai Yusaku

            - Scritto da:



            - Scritto da: Godai Yusaku


            Ma al di là di ciò in che modo dire che lo

            stupro


            dei bambini è "giusto" può essere considerato

            una


            legittima opinione ?



            Qui non si sta parlando di stupro. Svegliati.

            Guarda che sono _MOLTO_ sveglio..

            Lo decidi TU se è stupro, giusto ?Lo decide la legge, ma tu non sei la legge. Lui è libero di esprimere l'idea che non è stupro sempre e comunque, tu che lo sia sempre e comunque. Non è questo il punto. Il punto è che entrambi avete pieno diritto di esprimere le vostre idee. Altrimenti la legge che stabilisce di volta in volta se è stupro sarà l'espressione di un potere non controllabile, un potere che potrebbe anche essere favorevole alla pedofilia. Non farti illusioni sul fatto che il potere finora è stato contro la pedofilia, le cose potrebbero cambiare. E l'unica garanzia per te è che sia un potere controllabile, grazie alla libertà.
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet

            Lo decide la legge, ma tu non sei la legge. Lui è
            libero di esprimere l'idea che non è stupro
            sempre e comunque, tu che lo sia sempre e
            comunque. Non è questo il punto. Il punto è che
            entrambi avete pieno diritto di esprimere le
            vostre idee. Altrimenti la legge che stabilisce
            di volta in volta se è stupro sarà l'espressione
            di un potere non controllabile, un potere che
            potrebbe anche essere favorevole alla pedofilia.
            Non farti illusioni sul fatto che il potere
            finora è stato contro la pedofilia, le cose
            potrebbero cambiare. E l'unica garanzia per te è
            che sia un potere controllabile, grazie alla
            libertà.Poi me lo passi il romanzo che stai leggendo ?
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet


            Stabilisci in questo modo se tua moglie è
            consenziente? Che persona squallida che
            sei.Ripeto, come lo stabilisci ?
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet

            Quando tuo figlio è a tavola è capace di
            distinguere se la pasta è troppo salata o non è
            capace? Se andare a scuola o a messa o a
            catechismo gli piace? Su tante cose gli viene
            impedito di fare quello che farebbe se non fosse
            impedito. E su tante altre è costretto a fare
            molte cose che non farebbe mai e poi mai se non
            fosse costretto. Chi ti dice che le conseguenze
            che abbiamo sotto gli occhi non siano peggiori di
            quelle di un'educazione diversa, dove ci fosse
            più libertà su certe cose e meno libertà per
            altre cose? Ovviamente solo un essere umano
            maturo sessualmente può capire il sesso
            pienamente e decidere di fare sesso, ma ci sono
            tante cose, come la nudità che non sono legate al
            sesso eppure sono proibite! Come la mettiamo?La mettiamo che stai dicendo una marea di cazzate; in primis non si parla di educazione ma di leggi e principi fondamentali su cui esse sono basate.. In saecundis: la nudità non è _proibita_ al massimo lo è l'oltraggio al pudore (e di certo nessuno si "oltraggia" se vede un bambino piccolo con il pisellino di fuori; al massimo si eccitano i depravati) nei luoghi pubblici non consentiti..In sostanza confondi la nudità con i _traffici illeciti_ a sfondo sessuale
            Nessuno nega che sia tragico che ci sia gente che
            pensa cose stupide, ma altrettanto tragico e
            ancora più tragica è la paura che un'idea stupida
            possa essere repressa con la censura impunemente.
            Perché in questo modo assieme alle idee stupide
            tu permetterai uno stato di cose dove non solo le
            idee stupide ma tutte le idee sono censurabili.bravo, grazie a voi di esistere quindi..
            Il rimedio non può essere peggiore del male.E' proprio una "bella" gara..-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 gennaio 2007 18.53-----------------------------------------------------------
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet

            Ma quante stupidaggini.
            Non sapete proprio cosa dire per giustificare la
            censura, non sapete cosa fare per continuare a
            sputare le vostre convinzioni sugli altri senza
            dare diritto di replica... ovviamente quando
            sarete voi ad essere censurati vi metterete a
            piangere e sbraitare... quando saranno le vostre
            idee ad essere considerate un pericolo per la
            società capirete cosa intendo... e qui chiudo,
            non ha senso parlare con qualcuno che non vede
            più in là del proprio
            naso.Il _problema_ è che queste idee LO SONO, un pericolo per la società..
          • Anonimo scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da: Godai Yusaku


            Ma quante stupidaggini.

            Non sapete proprio cosa dire per giustificare la

            censura, non sapete cosa fare per continuare a

            sputare le vostre convinzioni sugli altri senza

            dare diritto di replica... ovviamente quando

            sarete voi ad essere censurati vi metterete a

            piangere e sbraitare... quando saranno le vostre

            idee ad essere considerate un pericolo per la

            società capirete cosa intendo... e qui chiudo,

            non ha senso parlare con qualcuno che non vede

            più in là del proprio

            naso.

            Il _problema_ è che queste idee LO SONO, un
            pericolo per la
            società..Le TUE idee sulla censura SONO un pericolo per la società. Un pericolo REALE.
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet




            Il _problema_ è che queste idee LO SONO, un

            pericolo per la

            società..

            Le TUE idee sulla censura SONO un pericolo per la
            società. Un pericolo
            REALE.Sì, vedrai quando la gente comincerà a girare per strada e ad ammazzarli i pedofili, allora altro che censura.. No perchè in altri paesi le liste dei pregiudicati le pubblicano..Allora mi sà che forse cambierai idea sulla censura.. Chissà perchè, poi
          • Anonimo scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da: Godai Yusaku






            Il _problema_ è che queste idee LO SONO, un


            pericolo per la


            società..



            Le TUE idee sulla censura SONO un pericolo per
            la

            società. Un pericolo

            REALE.



            Sì, vedrai quando la gente comincerà a girare per
            strada e ad ammazzarli i pedofili, allora altro
            che censura.. No perchè in altri paesi le liste
            dei pregiudicati le
            pubblicano..

            Allora mi sà che forse cambierai idea sulla
            censura.. Chissà perchè,
            poiSei pericoloso. Dovresti essere censurato. Stai facendo apologia alla violenza. Vergognati.
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da:

            - Scritto da: Godai Yusaku









            Il _problema_ è che queste idee LO SONO, un



            pericolo per la



            società..





            Le TUE idee sulla censura SONO un pericolo per

            la


            società. Un pericolo


            REALE.







            Sì, vedrai quando la gente comincerà a girare
            per

            strada e ad ammazzarli i pedofili, allora altro

            che censura.. No perchè in altri paesi le liste

            dei pregiudicati le

            pubblicano..



            Allora mi sà che forse cambierai idea sulla

            censura.. Chissà perchè,

            poi

            Sei pericoloso. Dovresti essere censurato. Stai
            facendo apologia alla violenza.
            Vergognati.E te pareva.. Hai già cambiato idea..
          • Anonimo scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da: Godai Yusaku

            - Scritto da:



            - Scritto da: Godai Yusaku












            Il _problema_ è che queste idee LO SONO,
            un




            pericolo per la




            società..







            Le TUE idee sulla censura SONO un pericolo
            per


            la



            società. Un pericolo



            REALE.











            Sì, vedrai quando la gente comincerà a girare

            per


            strada e ad ammazzarli i pedofili, allora
            altro


            che censura.. No perchè in altri paesi le
            liste


            dei pregiudicati le


            pubblicano..





            Allora mi sà che forse cambierai idea sulla


            censura.. Chissà perchè,


            poi



            Sei pericoloso. Dovresti essere censurato. Stai

            facendo apologia alla violenza.

            Vergognati.

            E te pareva.. Hai già cambiato idea..Il sapore della tua medicina non ti piace? Troll.
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet



            Sei pericoloso. Dovresti essere censurato.
            Stai


            facendo apologia alla violenza.


            Vergognati.



            E te pareva.. Hai già cambiato idea..

            Il sapore della tua medicina non ti piace?
            Troll.Ti sbagli, invece vorrei capire, che cavolo posti a fare altrimenti ? Non vuoi essere capito ? non senti questa necessità nel tuo intimo ? Qualcuno direbbe che in fondo sei umano anche tu..La censura ti piace, ok qui hai risposto..l'altra domanda invece ? Come stabilisci quando un bambino a tuo insindacabile giudizio è _consenziente_ ? Che "segnali" ti lancia ?Attendo
          • Anonimo scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            e tu in base a che parametri stabiliresti l'età del consenso?
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da:
            e tu in base a che parametri stabiliresti l'età
            del
            consenso?L'età del consenso è di per sè un _falso problema_ (se vuoi ne parliamo comunque)Correggimi se sbaglio. i pedofili sono attratti dai "corpi acerbi" giusto ? l'età può essere variabile: và dai 4 ai 13 anni (per i più "normali")Quindi è solo una questione di "gusti".. Anche abbassando eventualmente l'età a 12 _scontenti_ quelli (la maggior parte pare) dei 4-10 anni giusto ?Ma c'è un ma: ci sono una caterva di 13-14enni che fisicamente sembrano 18-20enni ergo che senso ha fare sesso con loro ? Tanto vale farsi direttamente le 18-ventenni giusto ?.. Aggiungo: Io personalmente conosco una 25enne fisicamente molto piccola e acerba: se la vedi non la distinqui da una 12enne.. Lei potrebbe andare bene ? Ti assicuro che io a anche solo a toccarla avrei parecchie difficoltà tanto sembra una bambina: non ha neanche uno straccio di curva.. Che mi dici.. una come lei potrebbe andarti bene ? Dico sul serio..P.S.: Quanti anni hai ?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 06 gennaio 2007 22.48-----------------------------------------------------------
          • Anonimo scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da: Godai Yusaku






            Il _problema_ è che queste idee LO SONO, un


            pericolo per la


            società..



            Le TUE idee sulla censura SONO un pericolo per
            la

            società. Un pericolo

            REALE.



            Sì, vedrai quando la gente comincerà a girare per
            strada e ad ammazzarli i pedofili, allora altro
            che censura.. No perchè in altri paesi le liste
            dei pregiudicati le
            pubblicano..

            Allora mi sà che forse cambierai idea sulla
            censura.. Chissà perchè,
            poiNessuno tocchi Caino.
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da:

            - Scritto da: Godai Yusaku









            Il _problema_ è che queste idee LO SONO, un



            pericolo per la



            società..





            Le TUE idee sulla censura SONO un pericolo per

            la


            società. Un pericolo


            REALE.







            Sì, vedrai quando la gente comincerà a girare
            per

            strada e ad ammazzarli i pedofili, allora altro

            che censura.. No perchè in altri paesi le liste

            dei pregiudicati le

            pubblicano..



            Allora mi sà che forse cambierai idea sulla

            censura.. Chissà perchè,

            poi
            Nessuno tocchi Caino.Mah, io non farei eccessivo affidamento sulla "pietà" di cristiani e compagnia bella.. E' vero che Cristo ha sempre parlato di amore, fratellanza, perdono, ecc. ecc... In una SOLA occasione ha però pronunciato parole diciamo _ostili_:E chiunque riceve un piccolo fanciullo come questo in nome mio, riceve me. Ma chi avrà scandalizzato uno di questi piccoli che credono in me, sarebbe meglio per lui che gli fosse legata una macina d'asino al collo e che fosse sommerso nel fondo del mare.Inzomma, l'italia è circondata per tre quarti dal mare.. Ah, sia chiaro, parlo di cristiani "veri" (uomini di buona volontà, ecc.), non dei soliti pseudo cattolici con relativi preti..
          • Anonimo scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da:

            - Scritto da: Godai Yusaku




            Ma quante stupidaggini.


            Non sapete proprio cosa dire per giustificare
            la


            censura, non sapete cosa fare per continuare a


            sputare le vostre convinzioni sugli altri
            senza


            dare diritto di replica... ovviamente quando


            sarete voi ad essere censurati vi metterete a


            piangere e sbraitare... quando saranno le
            vostre


            idee ad essere considerate un pericolo per la


            società capirete cosa intendo... e qui chiudo,


            non ha senso parlare con qualcuno che non vede


            più in là del proprio


            naso.



            Il _problema_ è che queste idee LO SONO, un

            pericolo per la

            società..

            Le TUE idee sulla censura SONO un pericolo per la
            società. Un pericolo
            REALE.La pericolosità delle idee di Wakko è ipotetica, la pericolosità delle tue è CERTA.
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da: Godai Yusaku






            Ma quante stupidaggini.



            Non sapete proprio cosa dire per
            giustificare

            la



            censura, non sapete cosa fare per
            continuare
            a



            sputare le vostre convinzioni sugli altri

            senza



            dare diritto di replica... ovviamente quando



            sarete voi ad essere censurati vi metterete
            a



            piangere e sbraitare... quando saranno le

            vostre



            idee ad essere considerate un pericolo per
            la



            società capirete cosa intendo... e qui
            chiudo,



            non ha senso parlare con qualcuno che non
            vede



            più in là del proprio



            naso.





            Il _problema_ è che queste idee LO SONO, un


            pericolo per la


            società..



            Le TUE idee sulla censura SONO un pericolo per
            la

            società. Un pericolo

            REALE.

            La pericolosità delle idee di Wakko è ipotetica,
            la pericolosità delle tue è
            CERTA.Sì certo le MIE idee, Dimmi è "ipotetico" anche il contenuto del tuo hard disk ? Lo capisci che sei ridicolo ?
          • Alucard scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da: Godai Yusaku


            Ma quante stupidaggini.

            Non sapete proprio cosa dire per giustificare la

            censura, non sapete cosa fare per continuare a

            sputare le vostre convinzioni sugli altri senza

            dare diritto di replica... ovviamente quando

            sarete voi ad essere censurati vi metterete a

            piangere e sbraitare... quando saranno le vostre

            idee ad essere considerate un pericolo per la

            società capirete cosa intendo... e qui chiudo,

            non ha senso parlare con qualcuno che non vede

            più in là del proprio

            naso.

            Il _problema_ è che queste idee LO SONO, un
            pericolo per la
            società..E le idee di Bush? Di Putin? Di Castro? Del Papa? Di forza nuova? Della lega nord? Dei neo-nazi http://www.aryan-nations.org/forum/viewtopic.php?t=2028 ? Dei comunisti troppo estremisti? Secondo il tuo ragionamento toccherebbe censurare tre quarti di mondo.
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet


            Il _problema_ è che queste idee LO SONO, un

            pericolo per la

            società..
            E le idee di Bush? Di Putin? Di Castro? Del Papa?
            Di forza nuova? Della lega nord? Dei neo-nazi
            http://www.aryan-nations.org/forum/viewtopic.php?tQuelle idee si combattono frontalmente in modo esteso e mediatico: adulti contro adulti e quando ce n'è bisogno io non manco mai di dare il mio contributo..Lì però parliamo di bambini. che cavolo ne sanno loro di sesso o _consenso_ ? E quand'anche ce ne fossero di "precoci" (pochissimi) ha senso illudere la mente altrui riguardo a qualcosa che non DEVE accadere ?maturità affettiva, autoconsapevolezza, capacità critica, io non la vedo in molti 18-25enni, figuriamoci loro..
          • Anonimo scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da: Godai Yusaku


            Ma quante stupidaggini.

            Non sapete proprio cosa dire per giustificare la

            censura, non sapete cosa fare per continuare a

            sputare le vostre convinzioni sugli altri senza

            dare diritto di replica... ovviamente quando

            sarete voi ad essere censurati vi metterete a

            piangere e sbraitare... quando saranno le vostre

            idee ad essere considerate un pericolo per la

            società capirete cosa intendo... e qui chiudo,

            non ha senso parlare con qualcuno che non vede

            più in là del proprio

            naso.

            Il _problema_ è che queste idee LO SONO, un
            pericolo per la
            società..L'essere umano è libero di scegliere. Non puoi stabilire a priori (come Stato) che cosa è pericoloso e cosa no altrimenti si afferma un potere che toglie la possibilità di scegliere che è molto peggio della libertà di scegliere la cosa sbagliata. Perché non c'è nessuna garanzia che il potere del momento scelga la cosa giusta. Nessuna idea è pericolosa in sé. E' pericolosa in sé ogni idea imposta con la forza e chi ti toglie la possibilità di pensare con la tua testa, decidendo per te che cosa è giusto o sbagliato e impedendoti di comunicare agli altri quello che tu pensi sia giusto o sbagliato. Che cosa diresti se fosse apologia di reato parlare male della pedofilia, o parlare bene di chi manda i figli a scuola, o al catechismo?
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da:
            L'essere umano è libero di scegliere. Non puoi
            stabilire a priori (come Stato) che cosa è
            pericoloso e cosa no altrimenti si afferma un
            potere che toglie la possibilità di scegliere che
            è molto peggio della libertà di scegliere la cosa
            sbagliata. Perché non c'è nessuna garanzia che il
            potere del momento scelga la cosa giusta. Nessuna
            idea è pericolosa in sé. E' pericolosa in sé ogni
            idea imposta con la forza e chi ti toglie la
            possibilità di pensare con la tua testa,
            decidendo per te che cosa è giusto o sbagliato e
            impedendoti di comunicare agli altri quello che
            tu pensi sia giusto o sbagliato. Che cosa diresti
            se fosse apologia di reato parlare male della
            pedofilia, o parlare bene di chi manda i figli a
            scuola, o al
            catechismo?OK, quando vedrò un milione di bambini accompagnati dai genitori a CHIEDERE QUESTI DIRITTI le tue stronzate mi faranno meno ridere..Dico ridere ma in realtà c'è solo da piangere: tutta stà demenza è troppa anche per chi come te ragiona (guarda caso) con l'uccello..
          • Anonimo scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da: Godai Yusaku

            - Scritto da:


            L'essere umano è libero di scegliere. Non puoi

            stabilire a priori (come Stato) che cosa è

            pericoloso e cosa no altrimenti si afferma un

            potere che toglie la possibilità di scegliere
            che

            è molto peggio della libertà di scegliere la
            cosa

            sbagliata. Perché non c'è nessuna garanzia che
            il

            potere del momento scelga la cosa giusta.
            Nessuna

            idea è pericolosa in sé. E' pericolosa in sé
            ogni

            idea imposta con la forza e chi ti toglie la

            possibilità di pensare con la tua testa,

            decidendo per te che cosa è giusto o sbagliato e

            impedendoti di comunicare agli altri quello che

            tu pensi sia giusto o sbagliato. Che cosa
            diresti

            se fosse apologia di reato parlare male della

            pedofilia, o parlare bene di chi manda i figli a

            scuola, o al

            catechismo?


            OK, quando vedrò un milione di bambini
            accompagnati dai genitori a CHIEDERE QUESTI
            DIRITTI le tue stronzate mi faranno meno
            ridere..

            Dico ridere ma in realtà c'è solo da piangere:
            tutta stà demenza è troppa anche per chi come te
            ragiona (guarda caso) con l'uccello..

            Quando gli argomenti stanno per finire si passa agli insulti...
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet


            Dico ridere ma in realtà c'è solo da piangere:

            tutta stà demenza è troppa anche per chi come te

            ragiona (guarda caso) con l'uccello..




            Quando gli argomenti stanno per finire si passa
            agli
            insulti...Ti fà così schifo il tuo uccello ?Sì, in effetti hai ragione..
          • Alucard scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da: Godai Yusaku


            Ti è chiaro che milioni di anni fa i primi

            ominidi trombavano allegramente davanti agli

            altri (figli compresi) e non si facevano
            problemi

            a mostrare i genitali perché il sesso non era

            ancora un tabù? Paradossalmente sarebbe più

            naturale andare in giro nudi che vestiti,

            soprattutto d'estate quando non c'è la necessità

            di coprirsi per combattere il freddo.

            Eppure...

            ok, ritorna nella preistoria quando lo stupro era
            legale
            ecc..

            Attento a non finire in un campo di
            concentramento
            però..Non sto dicendo di tornare alle preistoria (...) ma di rimettere in piedi per terra ricordandoci che noi siamo animali e come tale abbiamo degli istinti, tra cui il sesso che non è diverso dall'istinto di cibarsi.In poche parole io sono per una rivalutazione del nostro lato naturale. I bambini nascono nudi quindi perché gli si insegna che la nudità è qualcosa che deve essere evitata il più possibile? Nuoce a qualcuno? E il sesso? Se invece che raccontare ai bambini le solite stupide storielle sui cavoli e la cicogna si insegnasse sin da subito cosa è il sesso, i suoi lati positivi così come quelli negativi, ma soprattutto che è un istinto normalissimo e farlo passare per qualcosa di diabolico è la prova di come noi, esseri umani, consideriamo naturale solo ciò che ci fa comodo, arrivando talvolta a negare la natura stessa (chi ha deto chiesa?).
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet

            ma di rimettere in piedi per terra ricordandoci
            che noi siamo animali e come tale abbiamo degli
            istinti, tra cui il sesso che non è diverso
            dall'istinto di
            cibarsi.
            In poche parole io sono per una rivalutazione del
            nostro lato naturale. I bambini nascono nudi
            quindi perché gli si insegna che la nudità è
            qualcosa che deve essere evitata il più
            possibile? Nuoce a qualcuno? E il sesso? Se
            invece che raccontare ai bambini le solite
            stupide storielle sui cavoli e la cicogna si
            insegnasse sin da subito cosa è il sesso, i suoi
            lati positivi così come quelli negativi, ma
            soprattutto che è un istinto normalissimo e farlo
            passare per qualcosa di diabolico è la prova di
            come noi, esseri umani, consideriamo naturale
            solo ciò che ci fa comodo, arrivando talvolta a
            negare la natura stessa (chi ha deto
            chiesa?).Non ti seguo proprio.. Stà cosa della nudità dei bambini è una gran cazzata, ma perche secondo te al mare vanno vestiti ? Il tuo problema è altrove e lo sai bene..P.S.: A me da bambino l'unica storia che hanno raccontato è quella del "lupo cattivo" e pensa che io ci ridevo sopra pensando che fosse solo la classica fregnaccia infantile per farti stare a casa..
          • Alucard scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da: Godai Yusaku


            ma di rimettere in piedi per terra ricordandoci

            che noi siamo animali e come tale abbiamo degli

            istinti, tra cui il sesso che non è diverso

            dall'istinto di

            cibarsi.

            In poche parole io sono per una rivalutazione
            del

            nostro lato naturale. I bambini nascono nudi

            quindi perché gli si insegna che la nudità è

            qualcosa che deve essere evitata il più

            possibile? Nuoce a qualcuno? E il sesso? Se

            invece che raccontare ai bambini le solite

            stupide storielle sui cavoli e la cicogna si

            insegnasse sin da subito cosa è il sesso, i suoi

            lati positivi così come quelli negativi, ma

            soprattutto che è un istinto normalissimo e
            farlo

            passare per qualcosa di diabolico è la prova di

            come noi, esseri umani, consideriamo naturale

            solo ciò che ci fa comodo, arrivando talvolta a

            negare la natura stessa (chi ha deto

            chiesa?).

            Non ti seguo proprio.. Stà cosa della nudità dei
            bambini è una gran cazzata, ma perche secondo te
            al mare vanno vestiti ? Il tuo problema è altrove
            e lo sai
            bene..

            P.S.: A me da bambino l'unica storia che hanno
            raccontato è quella del "lupo cattivo" e pensa
            che io ci ridevo sopra pensando che fosse solo la
            classica fregnaccia infantile per farti stare a
            casa..Il mio problema? Sarebbe? Ogni volta che si parla di argomenti scottanti (non solo riguardanti il sesso e il pudore) mi ritrovo qualcuno che mi dà del malato o mi dice che ho problemi : Dovrò iniziare a nascondere le mie idee e ragionare secondo schemi prestabiliti."A morte i pedofili, nucleare su tutto il medio oriente, terroni fuori dal nord e forza italia. Popopopopopo. Ma quando lo danno amici?"Ora dimmi dove sarebbe la cazzata nel considerare naturale il sesso e il nudo? E non parlavo solo dei bambini ma in generale. Perché, per esempio, il sesso è malvisto mentre la violenza no (o almeno non sempre)? Perché se iniziassi a girare nudo per la città mi arresterebbero? Cosa ho fatto di male? Mostrarmi come madre natura mi ha fatto? P.s.: A me da bambino mi hanno raccontato di babbo natale, della fatina del dentino, della befana e di tante altre cose (sono stato all'asilo dalle suore), per non parlare del catechismo quasi forzato che alla fine sono riuscito ad evitare. Ti posso assicurare che la maggior parte dei bambini subisce questo lavaggio del cervello, se poi tu sei stato uno dei fortunati ad essersela scampata non posso che invidiarti :D
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet

            Il mio problema? Sarebbe? Ogni volta che si parla
            di argomenti scottanti (non solo riguardanti il
            sesso e il pudore) mi ritrovo qualcuno che mi dà
            del malato o mi dice che ho problemi : Dovrò
            iniziare a nascondere le mie idee e ragionare
            secondo schemi
            prestabiliti.
            "A morte i pedofili, nucleare su tutto il medio
            oriente, terroni fuori dal nord e forza italia.
            Popopopopopo. Ma quando lo danno
            amici?"
            Ora dimmi dove sarebbe la cazzata nel considerare
            naturale il sesso e il nudo? E non parlavo solo
            dei bambini ma in generale. Perché, per esempio,
            il sesso è malvisto mentre la violenza no (o
            almeno non sempre)? Perché se iniziassi a girare
            nudo per la città mi arresterebbero? Cosa ho
            fatto di male? Mostrarmi come madre natura mi ha
            fatto?


            P.s.: A me da bambino mi hanno raccontato di
            babbo natale, della fatina del dentino, della
            befana e di tante altre cose (sono stato
            all'asilo dalle suore), per non parlare del
            catechismo quasi forzato che alla fine sono
            riuscito ad evitare. Ti posso assicurare che la
            maggior parte dei bambini subisce questo lavaggio
            del cervello, se poi tu sei stato uno dei
            fortunati ad essersela scampata non posso che
            invidiarti :D
            E ridaglie.. mi sà che A TE ti hanno allevato in qualche "strana raltà" parallela, una sorta di surrogato del mondo reale (il tuo riferimento a quella cagata immane di Amici della De filippi è molto indicativo).. Di campi nudisti ne trovi quanti ne vuoi anche in italia.. Il TUO problema sarebbe SOLO questo ? Essere un "naturista" frustrato ? Uhmmm-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 06 gennaio 2007 23.36-----------------------------------------------------------
          • Alucard scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da: Godai Yusaku

            Il mio problema? Sarebbe? Ogni volta che si
            parla

            di argomenti scottanti (non solo riguardanti il

            sesso e il pudore) mi ritrovo qualcuno che mi dà

            del malato o mi dice che ho problemi : Dovrò

            iniziare a nascondere le mie idee e ragionare

            secondo schemi

            prestabiliti.

            "A morte i pedofili, nucleare su tutto il medio

            oriente, terroni fuori dal nord e forza italia.

            Popopopopopo. Ma quando lo danno

            amici?"

            Ora dimmi dove sarebbe la cazzata nel
            considerare

            naturale il sesso e il nudo? E non parlavo solo

            dei bambini ma in generale. Perché, per esempio,

            il sesso è malvisto mentre la violenza no (o

            almeno non sempre)? Perché se iniziassi a girare

            nudo per la città mi arresterebbero? Cosa ho

            fatto di male? Mostrarmi come madre natura mi ha

            fatto?





            P.s.: A me da bambino mi hanno raccontato di

            babbo natale, della fatina del dentino, della

            befana e di tante altre cose (sono stato

            all'asilo dalle suore), per non parlare del

            catechismo quasi forzato che alla fine sono

            riuscito ad evitare. Ti posso assicurare che la

            maggior parte dei bambini subisce questo
            lavaggio

            del cervello, se poi tu sei stato uno dei

            fortunati ad essersela scampata non posso che

            invidiarti :D




            E ridaglie.. mi sà che A TE ti hanno allevato in
            qualche "strana raltà" parallela, una sorta di
            surrogato del mondo reale (il tuo riferimento a
            quella cagata immane di Amici della De filippi è
            molto indicativo).. Di campi nudisti ne trovi
            quanti ne vuoi anche in italia.. Il TUO problema
            sarebbe SOLO questo ? Essere un "naturista"
            frustrato ?
            Uhmmm
            .....................Non stavo parlando di luoghi adatti ai nudisti, ma al pudore, alla morale comune. Non mi interessa sapere che tale in tale spiaggia posso anche togliermi il costume, mi interessa sapere PERCHE' il nudo è visto con occhio fin troppo critico. Ovviamente qui stiamo parlando di nudo ma non mi faccio seghe mentali solo su quello.Anche sui cadaveri (che io reputo pezzi di carne ), sui mattatoi (che considero degli auschwitz per animali) ecc. Mi piace cercare di capire i ragionamenti altamente illogici e perversi che muovono molte menti umane; sicuramente anche io ne avrò, non sono una divinità.
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet

            Non stavo parlando di luoghi adatti ai nudisti,
            ma al pudore, alla morale comune. Non mi
            interessa sapere che tale in tale spiaggia posso
            anche togliermi il costume, mi interessa sapere
            PERCHE' il nudo è visto con occhio fin troppo
            critico. Ovviamente qui stiamo parlando di nudo
            ma non mi faccio seghe mentali solo su
            quello.
            Anche sui cadaveri (che io reputo pezzi di carne
            ), sui mattatoi (che considero degli auschwitz
            per animali) ecc. Mi piace cercare di capire i
            ragionamenti altamente illogici e perversi che
            muovono molte menti umane; sicuramente anche io
            ne avrò, non sono una
            divinità.Critico ? Ma quando ? 50 anni fà forse.. basta accendere la TV o andare in edicola per vedere tette e culi a volontà.. Su Internet poi non ne parliamo.. D'estate da me ne vedi di tutti i colori sia per strada che in spiaggia..
          • Alucard scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da: Godai Yusaku


            Non stavo parlando di luoghi adatti ai nudisti,

            ma al pudore, alla morale comune. Non mi

            interessa sapere che tale in tale spiaggia posso

            anche togliermi il costume, mi interessa sapere

            PERCHE' il nudo è visto con occhio fin troppo

            critico. Ovviamente qui stiamo parlando di nudo

            ma non mi faccio seghe mentali solo su

            quello.

            Anche sui cadaveri (che io reputo pezzi di
            carne


            ), sui mattatoi (che considero degli auschwitz

            per animali) ecc. Mi piace cercare di capire i

            ragionamenti altamente illogici e perversi che

            muovono molte menti umane; sicuramente anche io

            ne avrò, non sono una

            divinità.

            Critico ? Ma quando ? 50 anni fà forse.. basta
            accendere la TV o andare in edicola per vedere
            tette e culi a volontà.. Su Internet poi non ne
            parliamo.. D'estate da me ne vedi di tutti i
            colori sia per strada che in
            spiaggia..Quel genere di nudo è spinto principalmente dal desidero di trasgredire non da pensieri razionali e logici. Quante sono le ragazze che si vestono con due centrimetri di tessuto per sembrare trasgressive o per acchiappare i maschi e quante quello che lo fanno dopo essersi interrogate seriamente? Io direi più le prime. In ogni caso è già un buon inizio, speriamo di continuare così (rotfl)(dove vado al mare io vedo un topless su 1000 :( )
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet

            Quel genere di nudo è spinto principalmente dal
            desidero di trasgredire non da pensieri razionali
            e logici. Quante sono le ragazze che si vestono
            con due centrimetri di tessuto per sembrare
            trasgressive o per acchiappare i maschi e quante
            quello che lo fanno dopo essersi interrogate
            seriamente? Io direi più le prime.Il nudo non è "razionale", al massimo se non è trasgressivo è istintivamente naturale..Molto spesso più che per "acchiappare" i maschi lo fanno per sentirsi desiderate e accettate all'interno del gruppo; è tipico delle femmine; direi che è istintivo.. poi vabbeh, il discorso varia da soggetto a soggetto..
            In ogni caso è già un buon inizio, speriamo di
            continuare così
            (rotfl)
            (dove vado al mare io vedo un topless su 1000 :( Mah, per me nude o vestite fà veramente poca differenza nel senso che spesso ce ne è davvero POCA.. Per la maggior parte di loro poi il nudo non è _arrapante_ anche perchè raramente a differenza delle modelle televisive hanno un fisico perfetto da mettere in mostra ergo In quella direzione loro ragionano in funzione di trucchi e vestiti in modo da coprire eventuali imperfezioni..
          • Alucard scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da: Godai Yusaku


            Quel genere di nudo è spinto principalmente dal

            desidero di trasgredire non da pensieri
            razionali

            e logici. Quante sono le ragazze che si vestono

            con due centrimetri di tessuto per sembrare

            trasgressive o per acchiappare i maschi e quante

            quello che lo fanno dopo essersi interrogate

            seriamente? Io direi più le prime.

            Il nudo non è "razionale", al massimo se non è
            trasgressivo è istintivamente
            naturale..

            Molto spesso più che per "acchiappare" i maschi
            lo fanno per sentirsi desiderate e accettate
            all'interno del gruppo; è tipico delle femmine;
            direi che è istintivo.. poi vabbeh, il discorso
            varia da soggetto a soggetto..



            In ogni caso è già un buon inizio, speriamo di

            continuare così

            (rotfl)

            (dove vado al mare io vedo un topless su 1000
            :(


            Mah, per me nude o vestite fà veramente poca
            differenza nel senso che spesso ce ne è davvero
            POCA.. Per la maggior parte di loro poi il nudo
            non è _arrapante_ anche perchè raramente a
            differenza delle modelle televisive hanno un
            fisico perfetto da mettere in mostra ergo In
            quella direzione loro ragionano in funzione di
            trucchi e vestiti in modo da coprire eventuali
            imperfezioni..:(Per fortuna posso rifarmi con questahttp://img446.imageshack.us/my.php?image=4380614513d32cdb3bnp8.jpgil costume si toglie e sotto sono sicuro sia perfetta. L'unico difetto è che costa più di una prostituta ;_;
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet


            Mah, per me nude o vestite fà veramente poca

            differenza nel senso che spesso ce ne è davvero

            POCA.. Per la maggior parte di loro poi il nudo

            non è _arrapante_ anche perchè raramente a

            differenza delle modelle televisive hanno un

            fisico perfetto da mettere in mostra ergo In

            quella direzione loro ragionano in funzione di

            trucchi e vestiti in modo da coprire eventuali

            imperfezioni..
            :(
            Per fortuna posso rifarmi con questa
            http://img446.imageshack.us/my.php?image=438061451
            il costume si toglie e sotto sono sicuro sia
            perfetta. L'unico difetto è che costa più di una
            prostituta
            ;_;Caruccia (la maestra di Onegai Teacher) anche se imho trovo più interessante una Victoria Seras o Integra; le tipe per piacermi infatti devono avere anche un carattere e una personalità; di questa cosa si sono accorti anche i giapponesi e infatti gli hentai si sono molto evoluti anche sotto il profilo emotivo.. In un forum anime ad esempio ho sentito parlare di un certo Kana - Little sister, ti allego la recensione e un commento..RECEDa dove comincio?beh, innanzitutto dal titolo....Kana - Little Sisterla maggior parte di voi probabilmente non l'ha mai sentito nominaree direi che è normale. visto che si tratta di un gioco giapponese ed è un Hentai!Probabilmente molti di voi sanno cos'è un Hentai, e molti di voi probabilmente non lo terranno in considerazione solo per questo motivo.Da parte mia posso solo dire che questo, anche se non fosse stato un Hentai e non avesse avuto scene di sesso, sarebbe comunque stato un capolavoro assoluto.Chi di voi ha giocato a Final fantasy VII?no, non ha nulla a che vedere con Kanami riferisco però alla scena di Aeris ...non voglio dire altrochi l'ha giocato sa a cosa mi riferisco.Quanti di voi hanno pianto in quella famosa scena?ebbene, se anche aveste avuto un pò di tristezza, finirete per piangere come bambini, giocando a Kana, così come io ho fatto.Posso anche affermare che se Hitler avesse giocato a questo gioco forse non ci sarebbe neanche stata la seconda guerra mondiale (ok, forse ora sto esagerando un pò )ma era per farvi capire che questo gioco riescirebbe a far sciogliere anche un cuore di pietra.Personalmente non credo di avere un cuore di pietra, ma in 20 anni nessun gioco era riscuto a farmi piangere, neanche Final fantasy VIIDopo aver finito Kana la prima volta sono rimasto talmente scosso che per alcuni giorni non sono stato capace di rigiacarlo per sbloccare gli altri finalimi ha fatto cambiare il modo di vedere la vitafacendomi capire quanto sono fortunato di essere in salute e che la vita va vissuta per ogni istante che ti offre.Abbandonate le premesse, parliamo ora del gioco.Il vostro nome è Takamichi Todo (Taka per gli amici), voi avete una sorella (Kana)di soli 2 anni più giovane di voientrerete nella stanza di un ospedale dov'è costretta a passare la maggior parte della sua vita, perchè sotto stretta osservazione medicaè malata infatti sin dalla nascita da una grave malattia ai renie costretta 3 volte a settimana a sedute di dialisi.Rivivrete in un fleshback tutta la vostra vita passata insieme a lei sin dall'infanzia fino all'età adultae man mano che la storia va avanti, si presenteranno delle scelte che potranno cambiare il corso degli eventi.Il gioco presenta infatti ben 6 finali, tutti molto complessi e non per deboli di cuore.Lo definirei semplicemente un "libro" interattivoCome quasi tutti gli Hentai vecchia generazioneci saranno delle immagini che vi immedesimeranno nella situazione che state vivendo e dei testi che vi sveleranno la storia.Non aspettatevi quindi grafica 3d dell'ultima generazione, ne tantomeno effetti grafici da urlo...no, niente di tutto questo.La musica comunque è stupenda è d'atmosfera, contribuisce notevolemnte a immedesimarvi e non stona mai con gli eventi.Le parti Hentai ci sono...sono poche, ma ci sonoonestamente se non ci fossero state non sarebbe cambiato molto, anzi forse sarebbe stato persino meglioil punto di forza del gioco è ben altro ...ma ci sono, e non possiamo farci nullaposso solo dire che sono censurate, anche se è possibile togliere la censura.sta a voi decidere se farlo o meno.In conclusione,è un gioco vietato ai minoriè un gioco giapponese, totalmente tradotto in inglese dalla G-collectionslo sconsiglio quindi a chi non mastica bene l'inglese, perchè è un gioco basato interamente sulla storia.lo sconsiglio inoltre a chi ritiene questi giochi immorali e stupidi, posso solo dire da parte mia che vi perdete una lezione di vita.Lo consiglio invece a chiunque voglia avere delle emozioni davvero fortiil vostro cuore sarà messo a dura prova. sarà impossibile giocandolo tutto che non vi esca nemmeno una lacrima. Se così fosse, semplicemente non appartenete al genere umano.e con questo chiudose volete avere qualche dettalio in più potete guardare qui:http://forevergeek.com/articles/kana_little_sister.phpma se avete intenzione di giocarlo non mi soffermerei troppo sulle immagini e sulla recensione, perchè contengono qualche spoiler.commentoHo scoperto questo gioco solo 4 giorni fa ma vi ho giocato praticamente ininterrottamente finchè non ho ottenuto la fine che volevo.Definirlo un gioco Hentai è semplicemente ridicolo.. Non posso che quotare in TOTO la recensione già fatta, è e resta uno dei giochi più belli e toccanti che abbia mai visto, i personaggi presentano una caratterizzazione praticamente umana e i temi che vengono toccati lo accomuna forse più ad un romanzo che ad un semplice gioco di intrattenimento.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 gennaio 2007 12.21-----------------------------------------------------------
          • Alucard scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            Modificato dall' autore il 07 gennaio 2007 12.21
            --------------------------------------------------Mhhhh mi hai fatto venir voglia di provarlo :$Cercherò di procurarmelo. Thx per la rece e per il consiglio.
          • Anonimo scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da: Godai Yusaku


            Non stavo parlando di luoghi adatti ai nudisti,

            ma al pudore, alla morale comune. Non mi

            interessa sapere che tale in tale spiaggia posso

            anche togliermi il costume, mi interessa sapere

            PERCHE' il nudo è visto con occhio fin troppo

            critico. Ovviamente qui stiamo parlando di nudo

            ma non mi faccio seghe mentali solo su

            quello.

            Anche sui cadaveri (che io reputo pezzi di
            carne


            ), sui mattatoi (che considero degli auschwitz

            per animali) ecc. Mi piace cercare di capire i

            ragionamenti altamente illogici e perversi che

            muovono molte menti umane; sicuramente anche io

            ne avrò, non sono una

            divinità.

            Critico ? Ma quando ? 50 anni fà forse.. basta
            accendere la TV o andare in edicola per vedere
            tette e culi a volontà.. Su Internet poi non ne
            parliamo.. D'estate da me ne vedi di tutti i
            colori sia per strada che in
            spiaggia..Mai abbastanza
          • Anonimo scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da: Alucard

            - Scritto da: Godai Yusaku




            Ti è chiaro che milioni di anni fa i primi


            ominidi trombavano allegramente davanti agli


            altri (figli compresi) e non si facevano

            problemi


            a mostrare i genitali perché il sesso non era


            ancora un tabù? Paradossalmente sarebbe più


            naturale andare in giro nudi che vestiti,


            soprattutto d'estate quando non c'è la
            necessità


            di coprirsi per combattere il freddo.


            Eppure...



            ok, ritorna nella preistoria quando lo stupro
            era

            legale

            ecc..



            Attento a non finire in un campo di

            concentramento

            però..
            Non sto dicendo di tornare alle preistoria (...)
            ma di rimettere in piedi per terra ricordandoci
            che noi siamo animali e come tale abbiamo degli
            istinti, tra cui il sesso che non è diverso
            dall'istinto di
            cibarsi.
            In poche parole io sono per una rivalutazione del
            nostro lato naturale. I bambini nascono nudi
            quindi perché gli si insegna che la nudità è
            qualcosa che deve essere evitata il più
            possibile? Nuoce a qualcuno? E il sesso? Se
            invece che raccontare ai bambini le solite
            stupide storielle sui cavoli e la cicogna si
            insegnasse sin da subito cosa è il sesso, i suoi
            lati positivi così come quelli negativi, ma
            soprattutto che è un istinto normalissimo e farlo
            passare per qualcosa di diabolico è la prova di
            come noi, esseri umani, consideriamo naturale
            solo ciò che ci fa comodo, arrivando talvolta a
            negare la natura stessa (chi ha deto
            chiesa?).Io non sono naturista come te, sono contrario al sesso infantile nel 99% dei casi ma con ciò ritengo che tu sia libero di pensarla come vuoi e di dire quello che pensi. E trovo giusto che tu sia punito se commetti un reato (tranne ritenere poi che il giudice debba rispettare la costituzione prima di ogni altra legge e contro ogni legge ingiusta e/o incostituzionale)Se non ci fosse questa libertà gli abusi di potere non avrebbero mai fine.
          • Anonimo scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            cosa c'è di erotico in un bambino nudo?
          • Anonimo scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da:
            cosa c'è di erotico in un bambino nudo?Bisognerebbe chiederlo agli antichi greci o ai patrizi romani.
        • Alucard scrive:
          Re: Pedofilia, apologia su Internet
          - Scritto da: Godai Yusaku
          http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2004/0

          Condizione sottolineata dal teorico della

          pedofilia è «la non violenza» perchè,

          sottolineava, «occorre assolutamente che i

          bambini siano però

          consenzienti».



          Completamente d'accordo col ragazzo.

          Mio dio cosa devo fare? Iniziare a temere di

          esporre il mio pensiero? Sto seriamente pensando

          di trasferirmi nei paesi bassi

          :/

          NON ESISTONO I BAMBINI CONSENZIENTI

          Non possono per definizione e per legge in quanto
          BAMBINI; affermare il contrario equivale a fare
          apologia del nazismo, ovvero compiere un crimine
          contro l'umanità, la parte più indifesa ed
          inerme..
          Guarda basta tornare indietro di un 300 anni quando Mozart "bambino" veniva mandato in giro per l'europa dal padre per vedere che i bambini posso essere maturi già a certe età. Inoltre nel 1700 le donne venivano maritate e fecondate ben prima di quando lo sono mediamente ora col risultato che arrivavano ai 18 anni già con figli a carico.
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet

            Guarda basta tornare indietro di un 300 anni
            quando Mozart "bambino" veniva mandato in giro
            per l'europa dal padre per vedere che i bambini
            posso essere maturi già a certe età. Inoltre nel
            1700 le donne venivano maritate e fecondate ben
            prima di quando lo sono mediamente ora col
            risultato che arrivavano ai 18 anni già con figli
            a carico.Mozart non ci azzecca niente..P.S.: ti andrebbe di essere il mio schiavo ?
          • Alucard scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da: Godai Yusaku


            Guarda basta tornare indietro di un 300 anni

            quando Mozart "bambino" veniva mandato in giro

            per l'europa dal padre per vedere che i bambini

            posso essere maturi già a certe età. Inoltre nel

            1700 le donne venivano maritate e fecondate ben

            prima di quando lo sono mediamente ora col

            risultato che arrivavano ai 18 anni già con
            figli

            a carico.

            Mozart non ci azzecca niente..

            P.S.: ti andrebbe di essere il mio schiavo ?

            Cosa c'entra lo schiavismo? A nessuno (penso) piaccia essere schiavizzato con la forza e contro la propria volontà. Mozart ci azzecca perché è solo uno dei tantissimi esempi di come i bambini e le bambine possano essere mature ben prima di ciò che crediamo oggi, dipende da come li si alleva.
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet

            Cosa c'entra lo schiavismo? A nessuno (penso)
            piaccia essere schiavizzato con la forza e contro
            la propria volontà. Mozart ci azzecca perché è
            solo uno dei tantissimi esempi di come i bambini
            e le bambine possano essere mature ben prima di
            ciò che crediamo oggi, dipende da come li si
            alleva.Mozart non era maturo; era "semplicemente" un genio dotato di straordinarie capacità e talento..A te cosa piace dei bambini sentiamo ? I corpi o le "menti" ? Mozart quanti anni aveva ? sette ?
          • Alucard scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da: Godai Yusaku


            Cosa c'entra lo schiavismo? A nessuno (penso)

            piaccia essere schiavizzato con la forza e
            contro

            la propria volontà. Mozart ci azzecca perché è

            solo uno dei tantissimi esempi di come i bambini

            e le bambine possano essere mature ben prima di

            ciò che crediamo oggi, dipende da come li si

            alleva.

            Mozart non era maturo; era "semplicemente" un
            genio dotato di straordinarie capacità e
            talento..

            A te cosa piace dei bambini sentiamo ? I corpi o
            le "menti" ? Mozart quanti anni aveva ? sette
            ?A me i bambini non piacciono affatto, anzi, meno ne vedo e più sono felice. Da buon ex-otaku mi è rimasta la fissa per le anime-girls che spesso preferisco anche alle donne reali (reali ma in foto ;_;). In generale mi piacciono dai 20 in su, tette abbastanza grandi (terza minimo), insomma già "maturate". Se conosci le due poliziotte di You're under arrest, Lucy Pinder, Maya Natsume e Mizuho Kazami, beh, quello è il genere di donne che preferisco. Mozart non potrà essere stato maturo a 7 anni ma già dai 12 era molto più indipendente di molti dodicenni attuali, questo perché trattato fin da piccolo come un adulto.
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet

            A me i bambini non piacciono affatto, anzi, meno
            ne vedo e più sono felice. Da buon ex-otaku mi è
            rimasta la fissa per le anime-girls che spesso
            preferisco anche alle donne reali (reali ma in
            foto ;_;). In generale mi piacciono dai 20 in su,
            tette abbastanza grandi (terza minimo), insomma
            già "maturate". Se conosci le due poliziotte di
            You're under arrest, Lucy Pinder, Maya Natsume e
            Mizuho Kazami, beh, quello è il genere di donne
            che preferisco.Si le conosco molto bene, come forse avrai notato dal nick sono molto ferrato sugli anime, Hellsing in particolare tra gli ultimi è uno dei miei preferiti.. io come forse avrai intuito prediligo le tipe alla kyoko otonashi (maison ikkoku); lei è in assoluto la mia preferita ma anche le altre della takahashi non mi dispiacciono.. poi vabbeh la lista sarebbe molto lunga..
            Mozart non potrà essere stato maturo a 7 anni ma
            già dai 12 era molto più indipendente di molti
            dodicenni attuali, questo perché trattato fin da
            piccolo come un
            adulto.Ed è bello secondo te il non avere una infanzia spensierata ? Diventare subito adulti con tutte le cagate annesse e connesse..
          • Alucard scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da: Godai Yusaku


            A me i bambini non piacciono affatto, anzi, meno

            ne vedo e più sono felice. Da buon ex-otaku mi è

            rimasta la fissa per le anime-girls che spesso

            preferisco anche alle donne reali (reali ma in

            foto ;_;). In generale mi piacciono dai 20 in
            su,

            tette abbastanza grandi (terza minimo), insomma

            già "maturate". Se conosci le due poliziotte di

            You're under arrest, Lucy Pinder, Maya Natsume e

            Mizuho Kazami, beh, quello è il genere di donne

            che preferisco.

            Si le conosco molto bene, come forse avrai notato
            dal nick sono molto ferrato sugli anime, Hellsing
            in particolare tra gli ultimi è uno dei miei
            preferiti.. io come forse avrai intuito prediligo
            le tipe alla kyoko otonashi (maison ikkoku); lei
            è in assoluto la mia preferita ma anche le altre
            della takahashi non mi dispiacciono.. poi vabbeh
            la lista sarebbe molto
            lunga..
            Beh almeno riguardo le a-girls siamo d'accordosul fatto che sono delle gran gnocche e spessissimo rappresentano la perfezione (sono fatte apposta :°D).

            Mozart non potrà essere stato maturo a 7 anni ma

            già dai 12 era molto più indipendente di molti

            dodicenni attuali, questo perché trattato fin da

            piccolo come un

            adulto.

            Ed è bello secondo te il non avere una infanzia
            spensierata ? Diventare subito adulti con tutte
            le cagate annesse e
            connesse..Si può essere adulti e spensierati. Mozart seppur cresciuto come un adulto fin da bambino visse la propria vita in modo abbastanza spensierato, non per nulla si dice che spendesse gran parte dei suoi guadagni nel gioco d'azzardo trovandosi spesso con le pezze al culo (espressione colorita ma che adoro). Esseri maturi non significa necessariamente andare a lavorare, ma anche pensare razionalmente, e questo, un bambino, è capace di farlo già dai 10 anni imho. Ovvio che se parliamo di veri bambini (quelli di 4-5 anni) il discorso cambia.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 gennaio 2007 00.20-----------------------------------------------------------
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet

            Si può essere adulti e spensierati. Mozart seppur
            cresciuto come un adulto fin da bambino visse la
            propria vita in modo abbastanza spensierato, non
            per nulla si dice che spendesse gran parte dei
            suoi guadagni nel gioco d'azzardo trovandosi
            spesso con le pezze al culo (espressione colorita
            ma che adoro). Esseri maturi non significa
            necessariamente andare a lavorare, ma anche
            pensare razionalmente, e questo, un bambino, è
            capace di farlo già dai 10 anni imho. Ovvio che
            se parliamo di veri bambini (quelli di 4-5 anni)
            il discorso
            cambia.E chissà che la sua vita sregolata non fosse proprio una conseguenza di ciò: una infanzia negata a causa delle ambizioni del padre (giochi, divertimenti, amici, ecc.).. Definiresti mozart un "razionale".. mah, io direi l'esatto contrario.. Checchè se ne dica l'infanzia è una tappa fondamentale per l'equilibrio psichico dell'individuo.. Molti dei problemi psicologici degli adulti, non a caso, è proprio da traumi avvenuti in quella fase che derivano..
        • Anonimo scrive:
          Re: Pedofilia, apologia su Internet
          - Scritto da: Godai Yusaku
          http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2004/0

          Condizione sottolineata dal teorico della

          pedofilia è «la non violenza» perchè,

          sottolineava, «occorre assolutamente che i

          bambini siano però

          consenzienti».



          Completamente d'accordo col ragazzo.

          Mio dio cosa devo fare? Iniziare a temere di

          esporre il mio pensiero? Sto seriamente pensando

          di trasferirmi nei paesi bassi

          :/

          NON ESISTONO I BAMBINI CONSENZIENTI

          Non possono per definizione e per legge in quanto
          BAMBINI; affermare il contrario equivale a fare
          apologia del nazismo, ovvero compiere un crimine
          contro l'umanità, la parte più indifesa ed
          inerme..
          Come sempre si parte per la tangente.. Qui non si discute se sia violenza sempre e comunque o meno. Si discute se è giusto che uno abbia il diritto di esprimere la propria opinione, per quanto assurda o pericolosa. La mia risposta è sì in base all'idea che nessuna opinione è in sé stessa pericolosa. L'apologia di reato è indurre gli altri o qualcuno a violare la legge. Fare apologia non è esprimere un'opinione è fare un'azione di pressione o di propaganza per mobilitare della gente a commettere un reato. Chi la pensa come Wakko non dice che sia giusto violare la legge con un comportamento illegale, dice che non dovrebbe esserci una legge che vieta quel comportamento. Non esiste un'apologia di reato specifica per la pedofilia... Se fosse come dici, qualunque opinione contraria a quella della maggioranza al potere sarebbe illegale. E questo è francamente inaccettabile (tranne per i filocomunisti, per i filofascisti e tranne forse per molti cattolici)
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet

            Come sempre si parte per la tangente.. Qui non si
            discute se sia violenza sempre e comunque o meno.
            Si discute se è giusto che uno abbia il diritto
            di esprimere la propria opinione, per quanto
            assurda o pericolosa. La mia risposta è sì in
            base all'idea che nessuna opinione è in sé stessa
            pericolosa. L'apologia di reato è indurre gli
            altri o qualcuno a violare la legge. Fare
            apologia non è esprimere un'opinione è fare
            un'azione di pressione o di propaganza per
            mobilitare della gente a commettere un reato. Chi
            la pensa come Wakko non dice che sia giusto
            violare la legge con un comportamento illegale,
            dice che non dovrebbe esserci una legge che vieta
            quel comportamento. Non esiste un'apologia di
            reato specifica per la pedofilia... Se fosse come
            dici, qualunque opinione contraria a quella dellahai mai sentito parlare di diritti umani ?Diritti del fanciullo in particolare.. (NON quelli di "altri" EH !!) ecc. ecc. Hai presente poi il concetto di pericolosità sociale che una pseudo legittimazione potrebbe causare ?Se ciò avverra come dovrà reagire lo stato, e con quali leggi soprattutto..
          • Anonimo scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da: Godai Yusaku


            Come sempre si parte per la tangente.. Qui non
            si

            discute se sia violenza sempre e comunque o
            meno.

            Si discute se è giusto che uno abbia il diritto

            di esprimere la propria opinione, per quanto

            assurda o pericolosa. La mia risposta è sì in

            base all'idea che nessuna opinione è in sé
            stessa

            pericolosa. L'apologia di reato è indurre gli

            altri o qualcuno a violare la legge. Fare

            apologia non è esprimere un'opinione è fare

            un'azione di pressione o di propaganza per

            mobilitare della gente a commettere un reato.
            Chi

            la pensa come Wakko non dice che sia giusto

            violare la legge con un comportamento illegale,

            dice che non dovrebbe esserci una legge che
            vieta

            quel comportamento. Non esiste un'apologia di

            reato specifica per la pedofilia... Se fosse
            come

            dici, qualunque opinione contraria a quella
            della

            hai mai sentito parlare di diritti umani ?

            Diritti del fanciullo in particolare.. (NON
            quelli di "altri" EH !!) ecc. ecc. Hai presente
            poi il concetto di pericolosità sociale che una
            pseudo legittimazione potrebbe causare
            ?
            I diritti devono essere garantiti dalla legge. La censura delle opinioni non può che andare contro la legge
            Se ciò avverra come dovrà reagire lo stato, e con
            quali leggi
            soprattutto..Con le leggi stabilite dal parlamento. Per le leggi incostituzionali da te auspicate si dovrà prima cambiare la costituzione.
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Pedofilia, apologia su Internet
            - Scritto da:
            I diritti devono essere garantiti dalla legge. La
            censura delle opinioni non può che andare contro
            la
            leggeGià perchè il sito dove si fà apologia l'ha oscurato mio nonno non la legge..
            Con le leggi stabilite dal parlamento. Per le
            leggi incostituzionali da te auspicate si dovrà
            prima cambiare la
            costituzione.Quale, vuoi dire quella che và contro l'APOLOGIA del fascismo e difende i diritti umani ?
  • Anonimo scrive:
    E come disse John Gilmore...
    "The Internet interprets censorship as damage and routes around it" :D
  • Anonimo scrive:
    Provate a bloccare geocities...
    ...o qualunque altro grosso provider americano...sisisi provateciGli avvocati arriveranno preceduti dai Marines... :D
  • Anonimo scrive:
    lista IP
    le liste IP che dovrebbero riguardare i delinquenti pedopornografi chi garantisce invece che non contengano le liste tanto care alle Maior dei ragazzini delle casalinghe e dei pensionati che scaricano una cacchetta di mp3?Infatti i programmi di filtro possonio fornire tutti i dati che si desiderano e senza perdere tempo.Pronti per le liste imperiali di proscrizione dei cittadini inermi.Il firmatario è della Margherita che è il comitato di affari che ha fatto redigere la legge Urbani contro i piratini che rischiano 4 anni di carcere se scaricano mp3 e quello dei commercianti raddoppiatori di prezzi che hanno affossato l'euro alla sua nascita.
  • Anonimo scrive:
    Problemi vari
    1) chi controllerà i controllori? (cit.)2) perché i genitori non seguono i figli minorenni su Internet per evitare questo genere di problemi?
    • Anonimo scrive:
      Re: Problemi vari
      - Scritto da:
      1) chi controllerà i controllori? (cit.)
      2) perché i genitori non seguono i figli
      minorenni su Internet per evitare questo genere
      di
      problemi?Fammi capire... tu credi che le immagini se le autoscattino i navigatori minorenni convinti da una pistola che esce dal monitor?
  • Anonimo scrive:
    Non capisco...
    D'accordo con l'idea del provvedimento che lascerà il tempo che trova (siamo chiari lo sanno tutti che chi vuole troverà quelle cose in altro modo)Il mio problema di oggi è:anno 2007: provvedimento per oscurare i siti di pedo pornografiaanno 2004: dopo un articolo sull'avvenire oscurano porcamad***a.commi chiedo con che priorità ci si muova in italia...
    • Wakko Warner scrive:
      Re: Non capisco...
      - Scritto da:
      D'accordo con l'idea del provvedimento che
      lascerà il tempo che trova (siamo chiari lo sanno
      tutti che chi vuole troverà quelle cose in altro
      modo)

      Il mio problema di oggi è:
      anno 2007: provvedimento per oscurare i siti di
      pedo
      pornografia
      anno 2004: dopo un articolo sull'avvenire
      oscurano
      porcamad***a.com

      mi chiedo con che priorità ci si muova in
      italia...Dipende.Se sei in periodo elettivo in genere i pedofili e i terroristi la vanno per la maggiore.Se invece non sei in periodo elettivo dipende da quello che dice Studio Aperto o, nel tuo caso, l'Avvenire.Tutto fa brodo per raggranellare i voti delle comari.
  • danieleMM scrive:
    mezzi sbagliati e fini non ottenuti
    " Il fine giustifica i mezzi "una frase molto discutibile.. e a mio avviso sbagliata in molte occasioniin questo caso:fine: fermare la pedofilia infantilemezzi: censura tramite manipolazione dei DNSil mezzo è sbagliatoe qui non ci pioveil fine è sicuramente condivisibilepeccato che ai pedofili basterà cambiare dns per accedere comunque ai siti che vogliono...e voi credete che non lo faranno?la censura è sempre sbagliata, ricordatevelo!
    • Wakko Warner scrive:
      Re: mezzi sbagliati e fini non ottenuti
      - Scritto da: danieleMM
      peccato che ai pedofili basterà cambiare dns per
      accedere comunque ai siti che
      vogliono...Come se accedessero a tali siti senza precauzioni... precauzioni che in ogni caso non possono essere filtrate in alcun modo.
      e voi credete che non lo faranno?
      la censura è sempre sbagliata, ricordatevelo!Serve ad introdurre un concetto: è giusto censurare.Non fermerà gli abusi (che in gran parte avvengono in famiglia), non impedirà a chi lo vuole veramente di accedere a determinati siti... ma permetterà al governo di censurare quello che gli pare. Se nessuno può verificare che un sito sia un sito riportante della violenza... ovviamente sarà possibile censurare tutto ciò che non va bene dicendo che c'erano immagini violente.Ieri i siti di scommesse, oggi i siti "pedofili", domani la violenza in genere, dopodomani Di Noto richiederà che i video rappresentanti bullismo siano rimossi da Internet... [ah no... l'ha già fatto...] e fra qualche anno i siti da qualche decina/centinaia saranno a migliaia.Se chiedi alla Cina se la loro è censura ti risponderanno di no. Se chiedi ai politici italiani se questa è censura ti diranno di no.La censura è solo quella che fanno gli altri, mai quella che si fa in casa propria.
      • Anonimo scrive:
        Re: mezzi sbagliati e fini non ottenuti
        - Scritto da: Wakko Warner

        - Scritto da: danieleMM

        peccato che ai pedofili basterà cambiare dns per

        accedere comunque ai siti che

        vogliono...

        Come se accedessero a tali siti senza
        precauzioni... precauzioni che in ogni caso non
        possono essere filtrate in alcun
        modo.


        e voi credete che non lo faranno?

        la censura è sempre sbagliata, ricordatevelo!

        Serve ad introdurre un concetto: è giusto
        censurare.
        Non fermerà gli abusi (che in gran parte
        avvengono in famiglia), non impedirà a chi lo
        vuole veramente di accedere a determinati siti...
        ma permetterà al governo di censurare quello che
        gli pare. Se nessuno può verificare che un sito
        sia un sito riportante della violenza...
        ovviamente sarà possibile censurare tutto ciò che
        non va bene dicendo che c'erano immagini
        violente.
        Ieri i siti di scommesse, oggi i siti "pedofili",
        domani la violenza in genere, dopodomani Di Noto
        richiederà che i video rappresentanti bullismo
        siano rimossi da Internet... [ah no... l'ha già
        fatto...] e fra qualche anno i siti da qualche
        decina/centinaia saranno a
        migliaia.
        Se chiedi alla Cina se la loro è censura ti
        risponderanno di no. Se chiedi ai politici
        italiani se questa è censura ti diranno di
        no.
        La censura è solo quella che fanno gli altri, mai
        quella che si fa in casa
        propria.Parole sante. :)Sndk
    • Anonimo scrive:
      Re: mezzi sbagliati e fini non ottenuti
      - Scritto da:

      I pornografi vanno contrastati e chi li paga.
      NESSUN'ALTRO

      ehm, intendi i pedopornografi? no perchè la pornografia con attori maggiorenni è stata dichiarata legale dieci anni fa
  • Anonimo scrive:
    Altra commissione...
    Altra commissione formata da simpatici personaggi di nomina politica... altri stipendi, gettoni di presenza, tavolo in noce con sedie in pelle, auto blu etc etcOvviamente queste risorse economiche servono solo per bloccare i siti (l'effetto) mentre sarebbe meglio usarle per bloccare i pedofili che li gestiscono(la causa).
  • MrRompi scrive:
    TCP-IP questo sconosciuto
    Non sarebbe forse giunto il momento di creare una nuova figura istituzionale di supporto a questi "poveri" ignoranti (nel senso che ignorano)?Destra o Sinistra non cambia nulla!Un Ministero che ha il potere di emanare leggi ha il DOVERE di conoscere la materia che sta trattando!Esisterà qualche santo che aiuta queste persone a pensare in termini informatici?Più passa il tempo, più mi invecchio e più rimango allibito!Ma per diventare uomini di politica, prima di tutto ci si deve lobotomizzare?Ma forse il mondo perfetto non è quello che mi immagino io, dove il medico cura le persone, l'amministrativo controlla i conti, l'informatico programma ed il politico pensa che se l'argomento su cui sta legiferando non lo conosce bene, per paura di fare delle pessime figure e rimetterci la faccia, si fa dare consiglio da uno specializzato del settore.....
    • Anonimo scrive:
      Re: TCP-IP questo sconosciuto
      - Scritto da: MrRompi
      Non sarebbe forse giunto il momento di creare una
      nuova figura istituzionale di supporto a questi
      "poveri" ignoranti (nel senso che
      ignorano)?
      Destra o Sinistra non cambia nulla!
      Un Ministero che ha il potere di emanare leggi ha
      il DOVERE di conoscere la materia che sta
      trattando!
      Esisterà qualche santo che aiuta queste persone a
      pensare in termini
      informatici?
      Più passa il tempo, più mi invecchio e più
      rimango
      allibito!
      Ma per diventare uomini di politica, prima di
      tutto ci si deve
      lobotomizzare?
      Ma forse il mondo perfetto non è quello che mi
      immagino io, dove il medico cura le persone,
      l'amministrativo controlla i conti, l'informatico
      programma ed il politico pensa che se l'argomento
      su cui sta legiferando non lo conosce bene, per
      paura di fare delle pessime figure e rimetterci
      la faccia, si fa dare consiglio da uno
      specializzato del
      settore.....Non hai tutti i torti, ma chi si ricorda i tempi, nenache tanto lontanui anche se si parla di "prima repubblica", in cui un Avvocato reggeva il Ministero della Sanità ed un Dottore in Medicina quello del Tesoro? Veramente sembrava come alla naia..chi sapeva cucire faceva il cuoco, chi sapeva cucinare faceva il sarto... : :(
    • Anonimo scrive:
      Re: TCP-IP questo sconosciuto
      - Scritto da: MrRompi
      Ma per diventare uomini di politica, prima di
      tutto ci si deve
      lobotomizzare?E pensa che gli italiani li continuano pure a votare... gente come Mastella, uno SPAMMER:http://punto-informatico.it/pm.aspx?m_id=515855&id=515850&r=PI
      • MrRompi scrive:
        Re: TCP-IP questo sconosciuto
        Non ne sto facendo e non ne voglio fare un caso politico di destra o di sinistra!Perchè come ben sai, anche dall'altra parte ce ne sono stati di "scienziati" con la faccia da "intelligenti" che hanno legiferato su temi estremamente delicati ed estremamente tecnici, pur non conoscendo nemmeno una virgola di quello che hanno firmato....Io parlavo di responsabilità!Quanti di questi "uomini" politici, bianchi rossi verdi o neri, si metterebbero mai in discussione?Mai e nessuno lo farà!Mi sembra un esercito di FONZIE, nessuno che ammetta di aver sbagliato, e magari dopo l'ammissione, tornasse a fare il lavoro che faceva prima di entrare in politica.....smettendo di prendersi anche la pensione....
        • Anonimo scrive:
          Re: TCP-IP questo sconosciuto
          - Scritto da: MrRompi
          Non ne sto facendo e non ne voglio fare un caso
          politico di destra o di
          sinistra!
          Perchè come ben sai, anche dall'altra parte ce ne
          sono stati di "scienziati" con la faccia da
          "intelligenti" che hanno legiferato su temi
          estremamente delicati ed estremamente tecnici,
          pur non conoscendo nemmeno una virgola di quello
          che hanno
          firmato....Neanche io ne stavo facendo una questione politica, tanto piu' che sono sempre stato piu' di "sinistra" che di "destra"... dico solo che abbiamo Mastella alla Giustizia. Uno che non solo ha SPAMMATO (che e' un metodo illegale), ma lo ha fatto per fare propaganda politica... e questa e' la gente che ci governa e legifera per noi.
          • MrRompi scrive:
            Re: TCP-IP questo sconosciuto
            non piace anche a me!Ma non parliamo di spam che ho conosciuto un tipo qualche anno fa, bassetto, piccolino, con una risatina da cretino, che mi ha mandato a casa una bella rivista patinata, sai tipo PlayBoy?Però peccato che parlava della sua vita e non di quella della PlayMate dell'anno!Ciao baci
          • Anonimo scrive:
            Re: TCP-IP questo sconosciuto
            - Scritto da: MrRompi
            non piace anche a me!
            Ma non parliamo di spam che ho conosciuto un tipo
            qualche anno fa, bassetto, piccolino, con una
            risatina da cretino, che mi ha mandato a casa una
            bella rivista patinata, sai tipo
            PlayBoy?
            Però peccato che parlava della sua vita e non di
            quella della PlayMate
            dell'anno!Se m'avesse mandato Playboy... non l'avrei votato comunque, ma avrei apprezzato il gesto... (rotfl)
  • Anonimo scrive:
    E' Giusto!
    Certo non è la soluzione definitiva al problema della pedopornografia ma cmq è un inizio! un applauso a gentiloni che avuto il coraggio di prendere questo provvedimento! 8)
    • Anonimo scrive:
      Re: E' Giusto!
      - Scritto da:
      Certo non è la soluzione definitiva al problema
      della pedopornografia ma cmq è un inizio! un
      applauso a gentiloni che avuto il coraggio di
      prendere questo provvedimento!
      8)sai anche scodinzolare a comando e fare piroette?bella trollata, comunque.
  • Anonimo scrive:
    Ci sarà una lista dei siti oscurati?
    Penso sia giusto e inevitabile oscurare i siti che mostrano materiale pedopornografico, ma chi ci assicura che non verranno oscurati anche altri siti? Magari anche i siti che parlano di politica?Ci sarà una lista pubblica dei siti oscurati e la motivazione della censura?SìGlobal
  • Anonimo scrive:
    Re: Alcuni (scomodi) interrogativi


    (magari di notte, come disse Costanzo)Dimmi che stai scherzando... :|
  • Rei scrive:
    Re: Alcuni (scomodi) interrogativi
    Spero non vengano considerate pornografia infantile le immagini di "anime" giapponesi....altrimenti non posso più cercare nuovi wallpaper :) (la lista di siti da oscurare sarebbe lunghissima)Come al solito La politica e l'imfomatica sono due rette parallele...
  • Anonimo scrive:
    così i pedofili ....
    invece di farsi le seghe ....torneranno a molestare i bambini ....forse ho esagerato ma mi sembra plausibile
  • Anonimo scrive:
    Centro nazionale per il contrasto...
    Al di là della nuova ondata censoria, questo nuovo "Centro nazionale" puzza di carrozzone all'italiana. Non bastavano le autorità già esistenti? A quanto pare servono altre poltrone. Altra gente che mangia. Sulle spalle dei bambini.
  • Anonimo scrive:
    Ecco cosa stanno facendo
    In una strada c'è un negozio.Un negozio che vende cose proibite.L'italiano non deve comprare le cose proibite.Questa legge applica sulla retina degli occhi di tutti gli italiani un filtro che impedisce a loro e solo a loro di vedere il negozio.Logico, no?Ma ecco una domandina facile facile:se *VERAMENTE* il negozio vendesse cose proibite, non sarebbe più efficace chiuderlo (in modo che anche i non italiani non possano accedervi) ed arrestare i gestori (in modo che non possano aprirne uno nuovo)?Questo nell'ipotesi (terribilmente irrealistica, a mio modo di vedere) che esistano siti di questo tipo con un bel indirizzo tipo www.qui-robe-proibite.com.E se invece chi vende queste cose si appoggiasse a servizi WEB generici (es. Gmail, rapidashare)?Applicando la legge bovinamente si impedirebbe l'accesso a google e a rapidashare... ovviamente non funzionerebbe, o meglio funzionerebbe troppo (tanto varrebbe impedire ai cittadini italiani di connettersi ad internet).Quindi? anche in questo caso basterebbe segnalare non ai provider, ma ai gestori dei servizi (google, rapidshare) per risolvere il problema non soo agli italiani, ma a tutto il pianeta.Perchè non viene fatto ciò?Il mio sospetto è che gli unici siti di questo genere siano siti civetta (non necessariamente) e pertanto non possono essere chiusi perchè servono a mandare in galera un po' di gente.L'argomento più scottante poi, è il seguente:secondo la stessa definizione della legge, chi visione quel tipo di materiale sarà indotto a compiere violenza sui minori. Bene (in realtà è ROTFL che una legge debba scrivere una giustificazione di se stessa nel proprio testo).Assumiamo che quanto scritto sia vero: allora chi compila la lista dei siti deve essere ingabbiato. Ovviamente per salvare i bambini da loro stessi che saranno indotti a compiere violenze.Pertanto dovrà essere sostituito da altri volonterosi (che a loro volta, dopo il primo giorno di lavoro, dovranno essere arrestati, sempre per salvare i bambini, perdìo).seconda cosa: questa lista per sua stessa definizione non può essere controllata da terzi (per esempio dall'assocosumatori), altrimenti diventano istantaneamente pedofili.Il non poter controllare la veridicità della lista mette nelle mani di chi la compila un potere al di là di ogni immaginazione.Sono previste sanzioni se, per esempio, uno di questi volentarosi samaritani inserisse un sito di comercio elettronico legale nella lista (per esempio un sito porno in cui tutti gli attori hanno più di 18 anni)?Terza cosa: Chi lavora presso un provider sarebbe nella posizione ideale per evitare i filtri.Non solo, avrebbe accesso alla lista degli stessi. E la potrebbe pure rivendere ad altri (per esempio a chi vive all'estero o a chi vive in italia e sa usare un proxy).Detto ciò, le mie proposte sono pertanto:-chiudere i siti (non schermarli semplicemente) e denunciarne i responsabili del contenuto.-chiudere anche i siti civetta, perchè se è vero che le immagini generano pedofili quando, questi siti creano nuovi pedofili (e non mi pare che quiest'ultimo sia uno degli scopi dello stato).
    • Anonimo scrive:
      Re: Ecco cosa stanno facendo

      Detto ciò, le mie proposte sono pertanto:
      -chiudere i siti (non schermarli semplicemente) e
      denunciarne i responsabili del
      contenuto.
      -chiudere anche i siti civetta, perchè se è vero
      che le immagini generano pedofili quando, questi
      siti creano nuovi pedofili (e non mi pare che
      quiest'ultimo sia uno degli scopi dello
      stato).eheheheh si ma poi come facciamo, adagio adagio, a fare diventare interdet come la tivvù?
    • Alessandrox scrive:
      Re: Ecco cosa stanno facendo
      Se un sito e' ospitato in un altra nazione e' un po' difficile mandarci la polizia...Cmq a parte questo particolare non da poco secondo me hai abbastanza ragione- Scritto da:
      Ma ecco una domandina facile facile:
      se *VERAMENTE* il negozio vendesse cose proibite,
      non sarebbe più efficace chiuderlo (in modo che
      anche i non italiani non possano accedervi) ed
      arrestare i gestori (in modo che non possano
      aprirne uno
      nuovo)?

      Questo nell'ipotesi (terribilmente irrealistica,
      a mio modo di vedere) che esistano siti di questo
      tipo con un bel indirizzo tipo
      www.qui-robe-proibite.com.

      E se invece chi vende queste cose si appoggiasse
      a servizi WEB generici (es. Gmail,
      rapidashare)?
      Applicando la legge bovinamente si impedirebbe
      l'accesso a google e a rapidashare...

      ovviamente non funzionerebbe, o meglio
      funzionerebbe troppo (tanto varrebbe impedire ai
      cittadini italiani di connettersi ad
      internet).
      Quindi? anche in questo caso basterebbe segnalare
      non ai provider, ma ai gestori dei servizi
      (google, rapidshare) per risolvere il problema
      non soo agli italiani, ma a tutto il
      pianeta.

      Perchè non viene fatto ciò?
      • Anonimo scrive:
        Re: Ecco cosa stanno facendo
        - Scritto da: Alessandrox
        Se un sito e' ospitato in un altra nazione e' un
        po' difficile mandarci la
        polizia...Ovvio, ma esistono paesi che, in seguito ad una segnalazione, non controllerebbero?A me pare strano. Sono convinto che questo tipo di siti sia totalmente bandito da qualsivoglia paese e che sia sufficiente una segnalazione per farlo chiudere.Ovviamente nell'ipotesi che il contenuto sia veramente quello di cui si sta parlando.Ma il problema è che il governo si crea un'arma di censura che per definizione non può essere verificata da nessuno (pena incriminazioni terribili).L'unico modo per controllare è indiretto:Un navigatore, abituato a navigare in un sito perfettamente legale, lo trova bloccato (chissà con quale modalità/avviso) da un giorno all'altro.E a questo punto?Cosa dovrebbe fare? denunciare la censura di un sito che fino a ieri era legale ma che oggi (a quanto pare) dovrebbe contenere immagini il cui scaricamento gli rovinerebbe la vita?Il problema è proprio il fatto che *non puoi sapere cosa contiene oggi*...Certo se mi censurano la BBC, un dubbio mi viene, ma non tutto è completamente bianco o nero.
        • Alessandrox scrive:
          Re: Ecco cosa stanno facendo
          ASSOLUTAMENTE DACCORDO ...queste censure imposte dall' alto sono una idiozia.D altra parte esistono filtri proxy livello 7 attivabili come opzione fornita dai providers... i genitori l' attivano e STOP, poi attivano un utente con restrizioni su XP/Linux (come ho fatto io con un mio nipote) e passa la paura.Cosi' almeno si proteggono attivamente i minori stessi. Quanto a chi si scambia i files e' ASSOLUTAMENTE INUTILE perder tempo con chi va a vedersi i siti... mentre sarebbe piu' proficuo intervenire sul sito stesso e attivare degli accordi internazionali con altri paesi, senza filtrare IP e DNS... TUTTE IDIOZIE.Solo che hanno scelto la strada piu' semplce anche se meno utile e piu' dannosa.Tuttavia e' anche vero che la strada piu' onesta sarebbe davvero piu' difficile: non tutti i paesi hanno lo stesso concetto di moralita'/etica/illegalita'... qual'e' quel paese in cui esiste il partito dei pedofili?- Scritto da:
          - Scritto da: Alessandrox

          Se un sito e' ospitato in un altra nazione e' un

          po' difficile mandarci la

          polizia...

          Ovvio, ma esistono paesi che, in seguito ad una
          segnalazione, non
          controllerebbero?

          A me pare strano. Sono convinto che questo tipo
          di siti sia totalmente bandito da qualsivoglia
          paese e che sia sufficiente una segnalazione per
          farlo
          chiudere.
          Ovviamente nell'ipotesi che il contenuto sia
          veramente quello di cui si sta
          parlando.

          Ma il problema è che il governo si crea un'arma
          di censura che per definizione non può essere
          verificata da nessuno (pena incriminazioni
          terribili).
          L'unico modo per controllare è indiretto:
          Un navigatore, abituato a navigare in un sito
          perfettamente legale, lo trova bloccato (chissà
          con quale modalità/avviso) da un giorno
          all'altro.
          E a questo punto?
          Cosa dovrebbe fare? denunciare la censura di un
          sito che fino a ieri era legale ma che oggi (a
          quanto pare) dovrebbe contenere immagini il cui
          scaricamento gli rovinerebbe la
          vita?
          Il problema è proprio il fatto che *non puoi
          sapere cosa contiene
          oggi*...
          Certo se mi censurano la BBC, un dubbio mi viene,
          ma non tutto è completamente bianco o
          nero.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 gennaio 2007 16.28-----------------------------------------------------------
      • Anonimo scrive:
        Re: Ecco cosa stanno facendo
        - Scritto da: Alessandrox
        Se un sito e' ospitato in un altra nazione e' un
        po' difficile mandarci la
        polizia...
        Cmq a parte questo particolare non da poco
        secondo me hai abbastanza
        ragione
        Non basta fingersi clienti e seguire i movimenti bancari? Se hanno problemi a colpire i responsabili non cerchino capri espiatori per far vedere che hanno fatto qualcosa perdio! "I responsabili sono in Corea, non possiamo fare nulla, ma mettiamo in galera quegli italiani che sono andati su quel sito perché il fatto stesso dimostra che sono pericolosi pedofili. Vi rendete conto che in base a queste stronzate si rovina la vita a gente innocente che sarà ditizzata a vita come pedofila? Ma vadano a farsi fare un servizio con una coda di caimano.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ecco cosa stanno facendo
        - Scritto da: Alessandrox
        Se un sito e' ospitato in un altra nazione e' un
        po' difficile mandarci la
        polizia...
        Cmq a parte questo particolare non da poco
        secondo me hai abbastanza
        ragione

        - Scritto da:

        Ma ecco una domandina facile facile:

        se *VERAMENTE* il negozio vendesse cose
        proibite,

        non sarebbe più efficace chiuderlo (in modo che

        anche i non italiani non possano accedervi) ed

        arrestare i gestori (in modo che non possano

        aprirne uno

        nuovo)?



        Questo nell'ipotesi (terribilmente irrealistica,

        a mio modo di vedere) che esistano siti di
        questo

        tipo con un bel indirizzo tipo

        www.qui-robe-proibite.com.



        E se invece chi vende queste cose si appoggiasse

        a servizi WEB generici (es. Gmail,

        rapidashare)?

        Applicando la legge bovinamente si impedirebbe

        l'accesso a google e a rapidashare...



        ovviamente non funzionerebbe, o meglio

        funzionerebbe troppo (tanto varrebbe impedire ai

        cittadini italiani di connettersi ad

        internet).

        Quindi? anche in questo caso basterebbe
        segnalare

        non ai provider, ma ai gestori dei servizi

        (google, rapidshare) per risolvere il problema

        non soo agli italiani, ma a tutto il

        pianeta.



        Perchè non viene fatto ciò?La pedofilia pornografca è proibita praticamente intutto il mondo, una segnalazione dell'autorita estera e subito viene chiuso il sito.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ecco cosa stanno facendo
      - Scritto da:
      seconda cosa: questa lista per sua stessa
      definizione non può essere controllata da Sarà conservata e trasmessa con precauzioni degne di quelle usate per i codici delle testate nucleari...
      Sono previste sanzioni se, per esempio, uno di
      questi volentarosi samaritani inserisse un sito
      di comercio elettronico legale nella lista (per
      esempio un sito porno in cui tutti gli attori
      hanno più di 18 anni)?Quella gente non paga mai. Può uccidere le persone senza mai pagare.
      Terza cosa: Chi lavora presso un provider sarebbe
      nella posizione ideale per evitare i
      filtri.
      Non solo, avrebbe accesso alla lista degli
      stessi. E la potrebbe pure rivendere ad altri
      (per esempio a chi vive all'estero o a chi vive
      in italia e sa usare un
      proxy).E secondo te non ci abbiamo già pensato tutti? Altro che fare gli straordinari per presidiare il datacenter di notte...
      Detto ciò, le mie proposte sono pertanto:
      -chiudere i siti (non schermarli semplicemente) e
      denunciarne i responsabili del
      contenuto.
      -chiudere anche i siti civetta, perchè se è vero
      che le immagini generano pedofili quando, questi
      siti creano nuovi pedofili (e non mi pare che
      quiest'ultimo sia uno degli scopi dello
      stato).Ti quoto tutto!
  • Enjoy with Us scrive:
    Soluzione vera
    Il problema non sono le immagini pedopornografiche, ma il criminale che umilia dei bambini per realizzarle.Quindi bisogna colpire tale crimale.Dato che di solito tali atteggiamenti criminali sono legati ad un ritorno economico, la pedopornografia và colpita proprio in questo.Bisogna bloccare tutte le transazioni finanziarie che portino a pagamenti verso i siti responsabili di tali pubblicazioni.Es. i gestori delle carte di credito potrebbero revocare direttamente e/o su richiesta delle autorità la possibilità di emettere pagamenti a favore di detti siti, utilizzando degli spider automatici, non credo che sia così difficile individuare i siti del malaffare e bloccarne le carte
    • alfridus scrive:
      Re: Soluzione vera
      Ma ti rendi conto?!Proprio alle banche vuoi chiedere di fermare il flusso di tutti quei bei bonifici via internet che gli fanno tanto comodo (e tanti utili)?O lo vuoi chiedere alle Finanziarie che hanno speso tanti soldini per diffondere le proprie carte di credito, per poter guadagnarsi il companatico (il pane, il pane no, quello è per i poveracci)?
    • tdimax scrive:
      Re: Soluzione vera
      - Scritto da: Enjoy with Us
      Il problema non sono le immagini
      pedopornografiche, ma il criminale che umilia dei
      bambini per
      realizzarle.
      Quindi bisogna colpire tale crimale.
      Dato che di solito tali atteggiamenti criminali
      sono legati ad un ritorno economico, la
      pedopornografia và colpita proprio in
      questo.
      Bisogna bloccare tutte le transazioni finanziarie
      che portino a pagamenti verso i siti responsabili
      di tali
      pubblicazioni.
      Es. i gestori delle carte di credito potrebbero
      revocare direttamente e/o su richiesta delle
      autorità la possibilità di emettere pagamenti a
      favore di detti siti, utilizzando degli spider
      automatici, non credo che sia così difficile
      individuare i siti del malaffare e bloccarne le
      cartePer allofmp3 l'hanno fatto, e non ci è voluto molto a bloccare le transazioni verso il sito...Non lo fanno semplicemente perchè l'intenzione di questa legge è evidentemente la solita: censurare con la scusa della pedopornografia.Se volessero combattere la pedopornografia sul serio attaccherebbero chi pubblica e hosta il materiale, non chi lo visiona. Lo capisce anche un asino quali sono le loro vere intenzioni...
      • Anonimo scrive:
        Re: Soluzione vera
        - Scritto da: tdimax
        Se volessero combattere la pedopornografia sul
        serio attaccherebbero chi pubblica e hosta il
        materiale, non chi lo visiona.Esattamente, ma qui c'e' l'aggravante che non "puniscono" nemmeno chi lo visiona.Questa e' una censura di facciata; gli unici chene non accederanno ai siti pedofili sono quelliche potrebbero capitarci "per caso" (e magaridenunciarne l'esistenza alle autorita'). Tuttigli altri, quelli che andrebbero DAVVEROperseguiti (siano essi quelli che producono ilmateriale e quelli che lo "comprano")continueranno a farlo, perche' sanno BENISSIMOcome e dove scambiarlo, alla faccia di un'idiotalegge "di facciata" e populista come quelleche i nostri VERGOGNOSI politici ci propinanoda anni.
    • Anonimo scrive:
      Re: Soluzione vera
      purtroppo individuare i siti pedofili è difficilissimo, almeno fino a quando non verranno creati bot in grado di riconoscere contenuti multimediali con attori minorenni....almeno fino ad oggi una cosa del genere non esiste....riguardo il blocco dei pagamenti sollevo la stessa eccezione che sollevarono le banche USA a Bush e cioè che è assurdo tra miliardi di transazioni giornaliere riuscire a scoprire "l'ago nel pagliaio"i siti pedofili ovviamente non si possono chiudere perchè si trovano in Paesi dove la pedofilia non è nemmeno considerata reatol'unico modo rimane quello di chiudere il rubinetto da questa partetuttavia c'è da notare che l'Italia ha intenzione di intervenire in sede ONU per creare una legislazione sovranazionale che dichiari illecita la pedofilia....a quel punto l'interpol potrà intervenire in qualunque giurisdizione e colpire i pedofili al cuore....credo che una legge del genere non sarà approvata in tempi brevi dal Consiglio di Sicurezza, ma forse in un decennio ci si riuscirà
      • Anonimo scrive:
        Re: Soluzione vera
        - Scritto da:
        riguardo il blocco dei pagamenti sollevo la
        stessa eccezione che sollevarono le banche USA a
        Bush e cioè che è assurdo tra miliardi di
        transazioni giornaliere riuscire a scoprire
        "l'ago nel
        pagliaio"Capisco.Per fortuna quando inventeranno un apparecchio chiamato computer, risolveranno questo terribile problema.
        i siti pedofili ovviamente non si possono
        chiudere perchè si trovano in Paesi dove la
        pedofilia non è nemmeno considerata
        reatoOvviamente tu mi sai citare un paese di questo genere.Perchè esistono, vero?
        l'unico modo rimane quello di chiudere il
        rubinetto da questa
        parteSe le tue premesse completamente false fossero vere, e se esistesse un rubinetto, avresti ragione.
        • Anonimo scrive:
          Re: Soluzione vera

          Ovviamente tu mi sai citare un paese di questo
          genere.
          Perchè esistono, vero?http://www.ageofconsent.com dovrebbe avere info a riguardo, tuttavia sebbene sia solo un sito informativo e' continuamente sotto attacco legale (ecco che fine fanno le informazioni scomode) e momentaneamente e' tornato inaccessibile.In Europa e' dubbio lo stato dell'Ungheria e della legge non poco chiara che origina dei buchi, si cita infatti la proibizione di pubblicare di materiale generato "con sofferenza del minore", su wikipedia inglese trovi info a riguardo sempre che quella pagina non abbia fatto la stessa fine.
          • Anonimo scrive:
            Re: Soluzione vera
            - Scritto da:


            Ovviamente tu mi sai citare un paese di questo

            genere.

            Perchè esistono, vero?

            http://www.ageofconsent.com dovrebbe avere info a
            riguardoNon c'è alcuna relazione fra l'età del consenso e la possibilità di commerciare i derivati delle attività sessuali.Quindi quella pagina non può dire nulla.
        • Anonimo scrive:
          Re: Soluzione vera

          Ovviamente tu mi sai citare un paese di questo
          genere.
          Perchè esistono, vero?
          In Russia è legale avere rapporti con minori.Negli ultimi anni hanno avuto pressioni politicheriguardo "le leggi" in materia di questo paese.Infatti la maggiore parte dei siti Illegali risiedono proprio in russia.. la mafia fa da padrona.in Iran ci si puo sposare con una bambina di 9 anni.. etc.. etc.. etc..
          • Anonimo scrive:
            Re: Soluzione vera
            - Scritto da:
            In Russia è legale avere rapporti con minori.anche in Italia.Ma è vietato pubblicare qualsiasi cosa a riguardo.Quindi stai rispondendo ad un'altra domanda che non ho fatto.La domanda che ho fatto è "esistono paesi in cui è lecito pubblicare stupri di bambini?"Io dico di no.Se così fosse l'Onu farebbe pressioni finchè non fosse dichiarato illegale.
            Infatti la maggiore parte dei siti Illegali
            risiedono proprio in russia.. la mafia fa da
            padrona.Se sono illegali si possono chiudere.Se non sono illegali in quel paese, significa che non ci sono violenze.
            in Iran ci si puo sposare con una bambina di 9
            anni.. etc.. etc..
            etc..Continui a sbagliare tiro.Sposare non significa pubblicare foto di violenze.
    • Anonimo scrive:
      Re: Soluzione vera
      Gli unici che hanno bloccato finora sono i pagamenti a allofmp3.comquesto dice molto chiaramente come funziona; uno schifo.
  • Anonimo scrive:
    Redazione PI: attenti a questo forum!
    Redazione per favore fate attenzione!Un conto è discutere delle implicazioni tecniche, legali e pratiche di un provvedimento di blocco / filtro come quello proposto dal governo.Un conto è discutere cosa è la PEDOPORNOGRAFIA o cosa è lecito o no quando di parla di sesso con i minori o bambini (!!!!!).In questo forum si possono leggere interventi decisamente discutibili, quando non molto pericolosi anche per il sito stesso. Vi invito a fare molta attenzione.Se Punto Informatico diventa il luogo dove si fa del "giustificazionismo" (per non dire apologia) sulla pedopornografia siamo davvero messi molto male.
    • Anonimo scrive:
      Re: Redazione PI: attenti a questo forum
      MANVEDIDEAANÀAPIJARTELOANDERCUxO!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Redazione PI: attenti a questo forum

      Un conto è discutere cosa è la PEDOPORNOGRAFIA o
      cosa è lecito o no quando di parla di sesso con i
      minori o bambini
      (!!!!!).Parole sante! Meno si parla di un problema, piu' velocemente questo sparira' dai tuoi occhi.E poi seppelliamo questo vecchio e scandaloso concetto della liberta' di espressione, perdio!
      • Anonimo scrive:
        Re: Redazione PI: attenti a questo forum
        - Scritto da:



        Un conto è discutere cosa è la PEDOPORNOGRAFIA o

        cosa è lecito o no quando di parla di sesso con
        i

        minori o bambini

        (!!!!!).


        Parole sante! Meno si parla di un problema, piu'
        velocemente questo sparira' dai tuoi
        occhi.
        E poi seppelliamo questo vecchio e scandaloso
        concetto della liberta' di espressione,
        perdio!
        La violenza sui bambini non è un problema di libertà di espressione: è una cosa da galera.
        • Anonimo scrive:
          Re: Redazione PI: attenti a questo forum
          - Scritto da:

          - Scritto da:






          Un conto è discutere cosa è la
          PEDOPORNOGRAFIA
          o


          cosa è lecito o no quando di parla di sesso
          con

          i


          minori o bambini


          (!!!!!).





          Parole sante! Meno si parla di un problema, piu'

          velocemente questo sparira' dai tuoi

          occhi.

          E poi seppelliamo questo vecchio e scandaloso

          concetto della liberta' di espressione,

          perdio!



          La violenza sui bambini non è un problema di
          libertà di espressione: è una cosa da
          galera.Il problema è che il concetto di pornografia e di violenza variano da paese a paese, da cittadino a cittadino, da votante a votante, e, se permetti, anche da minore a minore. Visto che in democrazia chi deve decidere una legge alla fine è il parlamento e chi vota il parlamentpo è la gente, è giusto che la gente possa discutere LIBERAMENTE di cosa è giusto o sbagliato, altrimenti si affermerà e si favorirà la dittatura della maggioranza al potere al momento della censura. In particolare le leggi attuali in merito alla pedopornografia è a dir poco ambigua ed è giusto fare qualcosa perché vengano meno tali ambiguità, che sono terreno favorevole per l'azione di soggetti istituzionali liberticidi.Vediamo che cosa avete di interessante da ridire.
          • alfridus scrive:
            Re: Redazione PI: attenti a questo forum
            Non farebbe una grinza: se non che, la gente non vota se non quei nomi che gli sono proposti, e non altri.Dal che discende che chi vota davvero è quello che inserisce il nome (o quelli che inseriscono, se preferisci: ma al singolare o al plurale, è sempre la stessa musica) nelle liste... e la 'gente' vota le liste, tranne una minoramza che vota per il capolista :(Amen.
          • Anonimo scrive:
            Re: Redazione PI: attenti a questo forum
            se si può parlare LIBERAMENTE dei pedoperv qua, possiamo anche discutere di come si fanno le lasagne... punto informatico come dice il nome è un forum di informatica, in questo caso c'è entrata la pedopornografia, ma non deve essere motivo di post inconcludenti e assurdi. se la gente vuole discutere di questo, che si metta su punto pedopornografico o punto lasagnatico... aka ci sono altri luoghi per discutere su queste cose, che comunque non devono essere ignorate. normalmente il QI della gente che risponde qua è troppo basso per affrontare certi discorsi, ovviamente anche il mio.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Redazione PI: attenti a questo forum
            - Scritto da:
            se si può parlare LIBERAMENTE dei pedoperv qua,
            possiamo anche discutere di come si fanno le
            lasagne... punto informatico come dice il nome è
            un forum di informatica, in questo caso c'è
            entrata la pedopornografia, ma non deve essere
            motivo di post inconcludenti e assurdi. se la
            gente vuole discutere di questo, che si metta su
            punto pedopornografico o punto lasagnatico... aka
            ci sono altri luoghi per discutere su queste
            cose, che comunque non devono essere ignorate.
            normalmente il QI della gente che risponde qua è
            troppo basso per affrontare certi discorsi,
            ovviamente anche il
            mio.Sequendo questo tuo ragionamento, non ci sarebbe nemmeno il forum tema libero su PI ne tanto meno i commenti delle notizie.
          • Anonimo scrive:
            Re: Redazione PI: attenti a questo forum
            la mia intenzione era quella di dire che se ci sono forum diversi c'è un motivo. altrimenti ce ne sarebbe soltanto uno
        • Alucard scrive:
          Re: Redazione PI: attenti a questo forum
          - Scritto da:

          - Scritto da:






          Un conto è discutere cosa è la
          PEDOPORNOGRAFIA
          o


          cosa è lecito o no quando di parla di sesso
          con

          i


          minori o bambini


          (!!!!!).





          Parole sante! Meno si parla di un problema, piu'

          velocemente questo sparira' dai tuoi

          occhi.

          E poi seppelliamo questo vecchio e scandaloso

          concetto della liberta' di espressione,

          perdio!



          La violenza sui bambini non è un problema di
          libertà di espressione: è una cosa da
          galera.Ma cosa dici?!?! Pedofilia non è sinonimo di violenza sessuale, per dio. Sembra di sentire i discorsi di quei retrogradi mentali che associano i gay agli stupratori...Io ho tutto il diritto di farmi piacere le bambine, finché non faccio loro del male non vedo dove sta il problema. Un certo Benjamin Britten si dice fosse pedo (ed era anche gay) eppure non ha MAI fatto male a nessuno dei suoi "amati" ragazzini. E tutto ciò non lo dico da pedo (a me piacciono dai 20 in su :D) ma da uno che crede nella libertà di espressione. Ognuno sarà pur libero da farsi piacere ciò che vuole, o no?
        • Anonimo scrive:
          Re: Redazione PI: attenti a questo forum
          - E' stato dimostrato che con il Pene si fannogrossissime ingiustizie non solo ai bambini ma anche ad adulti, perchè non fare un decreto per impedire l'erezione se non dopo consenso molteplice.(rotfl)Quì si parla del mezzo usato, che è il preludio della dittatura che già c'è nelle televisioni e nei giornali, manca solo internet ed ecco come fare...... CINA OF COURSE !!
    • allanon scrive:
      Re: Redazione PI: attenti a questo forum
      - Scritto da:
      Redazione per favore fate attenzione!

      Un conto è discutere delle implicazioni tecniche,
      legali e pratiche di un provvedimento di blocco /
      filtro come quello proposto dal
      governo.... E su questo puoi anche avere ragione, molto più attinente all'articolo parlare di filtri che di pedopornografia.
      Un conto è discutere cosa è la PEDOPORNOGRAFIA o
      cosa è lecito o no quando di parla di sesso con i
      minori o bambini
      (!!!!!).

      In questo forum si possono leggere interventi
      decisamente discutibili, quando non molto
      pericolosi anche per il sito stesso. Vi invito a
      fare molta
      attenzione.
      Se Punto Informatico diventa il luogo dove si fa
      del "giustificazionismo" (per non dire apologia)
      sulla pedopornografia siamo davvero messi molto
      male.PI registra gli IP, penso che tu te ne sia già accorto se hai postato. Se ravvisi un reato denuncialo, sta sicuro che il presunto colpevole difficilmente potrà nascondersi.Sporgere denuncia mi pare molto più sensato che fare pressioni sulla redazione per censurare alcuni messaggi. Per dirla tutta gli strumenti di censura di cui si parla nell'articolo mi fanno paura soprattutto perché vengono messi in mano a gente come te, che piuttosto di perseguire legalmente quello che ritiene un reato, preferisce oscurare tutto e far finta che il mondo è migliore solo perché ora la stortura è invisibile.
      • Anonimo scrive:
        Re: Redazione PI: attenti a questo forum
        - Scritto da: allanon

        Per dirla tutta gli strumenti di censura di cui
        si parla nell'articolo mi fanno paura soprattutto
        perché vengono messi in mano a gente come te, che
        piuttosto di perseguire legalmente quello che
        ritiene un reato, preferisce oscurare tutto e far
        finta che il mondo è migliore solo perché ora la
        stortura è invisibile.Mi sembra un ragionamento che non sta in piedi.Ma ti sei accorto di cosa stiamo parlando?Nessuno chiede censura, ma giustizia e rispetto delle leggi si. E magari anche un po' di resposabilità.Pensi che chiudere un sito di materiale pedopornografico sia censura e un attentato alla libertà di espressione? Sai di cosa stai parlando?Un utente ha scritto più volte in questo forum che la pedopornografia non esiste (!) e che un bambino ha il "diritto" di scegliere se fare sesso con un adulto (!!) se consenziente (!!!).Per le nostre leggi (e per le leggi di mezzo mondo) questo è un reato gravissimo. E lo è perchè si tratta di una delle espressioni più deviate e spaventose che si possano concepire. Non scherziamo!E' vero, mi fa schifo pensare che Punto Informatico diventi luogo di propaganda per teorie pseudo-pedofile senza alcuna moderazione o controllo. E' qualcosa che offende qualsiasi umana sensibilità e etica.Non è una flam war tra sostenitori di Linux o Winzozz. Non stiamo parando di MP3 o un film scambiato su Torrent. Qui non si parla del rispetto dei diritti elementari e della dignità dell'uomo.Tornando al topic.Censurare / oscurare / bloccare i siti pedopornografici è un dovere civile oltre che un atto di giustizia. Nessuno è così stupido da pensare che in questo modo si risolve il problema. Ma il traffico illegale di materiale pedopornografico va perseguito e fermato ad ogni costo.E' ovvio che come pimo passo si blocca l'accesso a un server, magari ben nascosto in qualche lontano paese, e poi si va a caccia dei responsabili.Trovo che sia giustissimo. Tu no?
        • allanon scrive:
          Re: Redazione PI: attenti a questo forum
          Dovrei risponderti semplicemente con un no, visto che, probabilmente, viste le tue reazioni, difficilmente sarai in grado di guardare un altro punto di vista, ma provo ugualmente a scrivere la mia opinione:
          Mi sembra un ragionamento che non sta in piedi.

          Ma ti sei accorto di cosa stiamo parlando?
          Nessuno chiede censura, ma giustizia e rispetto
          delle leggi si. E magari anche un po' di
          resposabilità.Se io ritenessi irresponsabile ed ingiurioso il tuo commento in base alle leggi vigenti, ti denuncerei, e sta certo che per reati gravi (come la violenza sui minori per esempio) esistono sempre strumenti informatici in grado di rintracciarti.Fatto sta che tu stai soltanto esprimendo la tua opinione, e per quanto io non sia d'accordo con te, non stai violando alcuna legge. Quindi ritengo inutile denunciarti, ed ancora più inutile chiedere a PI di oscurare la tua opinione. Nello specifico, se io fossi tanto idiota da chiedere a PI di censurarti in base al fatto che secondo me tu ledi la libertà di espressione nei tuoi post, e PI fosse tanto ipocrita da darmi retta, direi che ci troveremmo davanti ad un chiaro caso di censura.
          Pensi che chiudere un sito di materiale
          pedopornografico sia censura e un attentato alla
          libertà di espressione? Sai di cosa stai
          parlando?No, ottima azione chiudere il sito alla fine di un indagine, dopo aver individuato ed arrestato i responsabili. Ipocrita invece impedire di accedere a quel sito dall'Italia a chi è troppo ignorante per aggirare i filtri.
          Un utente ha scritto più volte in questo forum
          che la pedopornografia non esiste (!) e che un
          bambino ha il "diritto" di scegliere se fare
          sesso con un adulto (!!) se consenziente
          (!!!).Esiste una discussione chilometrica che non ho tempo e voglia per leggere per intero. Ti ripeto comunque: se ravvisi un reato nei suoi post denuncia quell'utente ai carabinieri invece di piangere con la redazione di PI. Sta sicuro che se l'utente ha commesso un reato (cosa di cui dubito fortemente) non rimarrà anonimo a lungo.
          Per le nostre leggi (e per le leggi di mezzo
          mondo) questo è un reato gravissimo. E lo è
          perchè si tratta di una delle espressioni più
          deviate e spaventose che si possano concepire.
          Non
          scherziamo!E chi scherza: prova a denunciare l'accaduto, male che vada i carabinieri saranno in grado di spiegarti come funziona la legge al riguardo.
          E' vero, mi fa schifo pensare che Punto
          Informatico diventi luogo di propaganda per
          teorie pseudo-pedofile senza alcuna moderazione o
          controllo. E' qualcosa che offende qualsiasi
          umana sensibilità e
          etica.Se ti fa schifo non leggere/scrivere su PI, dov'è il problema?
          Non è una flam war tra sostenitori di Linux o
          Winzozz. Non stiamo parando di MP3 o un film
          scambiato su Torrent. Qui non si parla del
          rispetto dei diritti elementari e della dignità
          dell'uomo.Che vuol dire che è illegale/immorale parlare di quali sono i diritti elementari dell'uomo? Credi che su questo punto esista una sola posizione? Pensa al caso Webby e vedrai che c'è molto da discutere riguardo questi argomenti.
          Tornando al topic.
          Censurare / oscurare / bloccare i siti
          pedopornografici è un dovere civile oltre che un
          atto di giustizia. Nessuno è così stupido da
          pensare che in questo modo si risolve il
          problema. Ma il traffico illegale di materiale
          pedopornografico va perseguito e fermato ad ogni
          costo.Il traffico di materiale va fermato, si, ma credi davvero che oscurare quel sito solo a pochi utenti incapaci di aggirare i filtri è un atto di giustizia? Giustizia sarebbe risalire a TUTTI i responsabili ed arrestarli, la chiusura del sito a quel punto sarebbe solo l'ultimo atto di un operazione ben più complessa: questo si un atto di giustizia!
          E' ovvio che come pimo passo si blocca l'accesso
          a un server, magari ben nascosto in qualche
          lontano paese, e poi si va a caccia dei
          responsabili.
          Trovo che sia giustissimo. Tu no?Ripeto l'affermazione iniziale: no. Mi pare che l'Irak sia stato distrutto dalla guerra per ragioni molto più pretestuose: credi davvero che esista uno stato che impedirebbe le indagini sulla violenza sessuale commessa sui minori? E quand'anche esistesse, credi che le nostre 'potenti democrazie' non abbiano strumenti di pressione sufficienti a far cambiare la politica di questo stato riguardo a questo tipo di indagini? Cavolo, pensa solo alle pressioni del WTO sulla Russia per far chiudere Allowmp3!La verità è che ai legiferatori non frega nulla di quei bambini, l'importante è non perdere il voto di gente come te, che si sente tranquilla semplicemente perché non è più in grado di incappare fortuitamente nelle prove di un reato, piuttosto che preoccuparsi di combattere il reato.
          • Anonimo scrive:
            Re: Redazione PI: attenti a questo forum
            - Scritto da: allanon
            Dovrei risponderti semplicemente con un no,
            visto che, probabilmente, viste le tue reazioni,
            difficilmente sarai in grado di guardare un altro
            punto di vista, ma provo ugualmente a scrivere la
            mia
            opinione:
            CUT
            La verità è che ai legiferatori non frega nulla
            di quei bambini, l'importante è non perdere il
            voto di gente come te, che si sente tranquilla
            semplicemente perché non è più in grado di
            incappare fortuitamente nelle prove di un reato,
            piuttosto che preoccuparsi di combattere il reato.Io non ho paraocchi e questa parte finale è inacettabile e offensiva.Primo: la presenza di immagini pedofile su un sito web è già un reato di per sè, per cui è giusto chiuderlo e fermare il traffico, perché quel traffico è illegale.Secondo: il reato va combattutto su tutti i fronti, a partire da quello della distribuzione fino ad arrivare a casa dove vengono usati e creati. Ci sono certamente un problemi di giurisdizione: se i filmati li girano in Brasile o in Indonesia e poi li spacciano in Italia, intanto trovo giusto che la polizia italiana sbatta dentro anche quelli che trova qua.Terzo: la pedofilia è un reato grave, alcune affermazioni "giustificazioniste" (a dir poco) lette su questo forum sono si un'opinione, ma anche apologia di reato. Spero venga perseguita secondo legge.Al di là della legge, le opinioni non sono tutte uguali. Anche la persecuzione nazista o i massacri di Stalin erano basati su un'opinione. E' universalmente accettato che il rispetto della vita, della dignità e dell'integrità dell'uomo (in questo caso dei bambini oggetto di violenza) è molto più importante della libertà dei pedofili di sostenere le loro opionioni deviate. Visto che sei parli della libertà di opinione, dovresti essere arrivato anche a leggere questa parte del tema. O forse ti sei fermato alla pagina prima?Quarto: dove hai letto che per il me il problema è nascondere i siti e non perseguire la pornografia pedofila? Sei in grado di riportare qualche frase?O forse sei tu che hai il paraocchi?A me sembra che tu sia preoccupato di poter scaricare in libertà file MP3, film e software, e arrivi a difendere chi con gli stessi mezzi crea un business illegale, deviato e marcio che arriva a sfruttare anche i bambini.Non so quelli quelli come te, ma "quelli come me" la differenza tra le due cose la vedono.Sul primo punto si discute, sul secondo no.
          • allanon scrive:
            Re: Redazione PI: attenti a questo forum

            Io non ho paraocchi e questa parte finale è
            inacettabile e
            offensiva.Se ti ho offeso mi scuso, ma francamente non mi sembra.
            Primo: la presenza di immagini pedofile su un
            sito web è già un reato di per sè, per cui è
            giusto chiuderlo e fermare il traffico, perché
            quel traffico è
            illegale.Ok, cercherò di spiegarti la differenza fra chiudere e oscurare: 1 - CHIUDERE: si individua un sito contenente immagini illegali, senza fare azioni plateali che possano rovinare l'indagine (tipo oscurare il sito per esempio) si monitora il traffico di chi ci accede ed a quale scopo (chi fa il download? Di cosa? E soprattutto, chi fa l'upload?). Terminate le indagini si arrestano i colpevoli e si cancellano i file dal server, con un bel banner di sequestro magari.2 - OSCURARE: si individua un sito contenente immagini illegali, si chiama il provider e sei ore dopo è invisibile dall'Italia (invisibile è una parola grossa, ma fingiamo pure che lo sia). Risultato: uploader avvisati del pericolo, probabile ostacolo alle indagini, e sito ancora su piazza......Ma sono protetti i casti occhi di chi poteva capitarci 'per caso'. Geniale direi
            Secondo: il reato va combattutto su tutti i
            fronti, a partire da quello della distribuzione
            fino ad arrivare a casa dove vengono usati e
            creati. Ci sono certamente un problemi di
            giurisdizione: se i filmati li girano in Brasile
            o in Indonesia e poi li spacciano in Italia,
            intanto trovo giusto che la polizia italiana
            sbatta dentro anche quelli che trova
            qua.Ecco, perseguire il reato per l'appunto. Tutto l'articolo parla invece dell'oscuramento dei siti, forse è il caso che lo rileggi.
            Terzo: la pedofilia è un reato grave, alcune
            affermazioni "giustificazioniste" (a dir poco)
            lette su questo forum sono si un'opinione, ma
            anche apologia di reato. Spero venga perseguita
            secondo
            legge.Spero? Se ravvisi un reato è sei convinto della tua opinione spendi una mezzora del tuo tempo per sporgere denuncia, e dai modo ai carabinieri di indagare: i messaggi sarà ancora qui domani mattina, visto che su PI non amano molto la censura :)
            Al di là della legge, le opinioni non sono tutte
            uguali. Anche la persecuzione nazista o i
            massacri di Stalin erano basati su un'opinione.
            E' universalmente accettato che il rispetto della
            vita, della dignità e dell'integrità dell'uomo
            (in questo caso dei bambini oggetto di violenza)
            è molto più importante della libertà dei pedofili
            di sostenere le loro opionioni deviate. Visto che
            sei parli della libertà di opinione, dovresti
            essere arrivato anche a leggere questa parte del
            tema. O forse ti sei fermato alla pagina
            prima?Aridaje: se un opinione espressa prefigura un istigazione al reato è sufficiente che tu la denunci, altro che chiedere l'oscuramento a PI!
            Quarto: dove hai letto che per il me il problema
            è nascondere i siti e non perseguire la
            pornografia pedofila? Sei in grado di riportare
            qualche
            frase?
            O forse sei tu che hai il paraocchi?Se ho mal interpretato le tue parole mi scuso di nuovo, ma vorrei che tenessi ben presente la differenza fra CHIUDERE e OSCURARE che ti ho esposto sopra. Rileggi l'articolo e vedrai che si parla di oscurare.
            A me sembra che tu sia preoccupato di poter
            scaricare in libertà file MP3, film e software, e
            arrivi a difendere chi con gli stessi mezzi crea
            un business illegale, deviato e marcio che arriva
            a sfruttare anche i
            bambini.Non ho internet a casa (non ancora purtroppo), leggo/scrivo solo dall'ufficio, non ho programmi p2p e non mi frega nulla della musica. Ma anche se fossi un downloader sfrenato, credi davvero che starei qui a sostenere un opinione solo per scaricare? OSCURARE, CHIUDERE, la differenza è tutta qui, OSCURARE non ha senso ne con i siti mp3, ne con i siti di gioco d'azzardo, ne con i siti di violenza sui minori.
            Non so quelli quelli come te, ma "quelli come me"
            la differenza tra le due cose la
            vedono.
            Sul primo punto si discute, sul secondo no.Per oggi esco dall'ufficio, quindi per una mia eventuale replica dovrai aspettare domani, ma prima di scrivere ti consiglio di leggere e documentarti un po'.
          • Anonimo scrive:
            Re: Redazione PI: attenti a questo forum
            Sul forum di PI da sempre si censurano / o si moderano se preferisci / i post che contengono parolacce e flame violenti.In questo thread ci sono interventi che sono peggio di una parolaccia o di un flame, sono una giustificazione della pedofilia.Oscurare e chiudere. La tua interpretazione è fazioza e capziosa. Se il sito sta in Indonesia prima di tutto lo rendo irraggiungibile come posso, bloccando per il possiile ogni traffico dall'Italia, poi manderò l'Interpol a chiuderlo (se ci riesce) e arrestare i responsabili.Non ci vedo nulla di sbagliato in questa procedura.Sono d'accordo che si tratta di un'iniziativa non molto efficiace, ma comunque giusta.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Redazione PI: attenti a questo forum
            - Scritto da:
            Sul forum di PI da sempre si censurano / o si
            moderano se preferisci / i post che contengono
            parolacce e flame
            violenti.
            In questo thread ci sono interventi che sono
            peggio di una parolaccia o di un flame, sono una
            giustificazione della
            pedofilia.Io Francamente non ho visto persone che giustificano la pedofilia, ma contestano i metodi usati da questa legge.
            Oscurare e chiudere. La tua interpretazione è
            fazioza e capziosa. Se il sito sta in Indonesia
            prima di tutto lo rendo irraggiungibile come
            posso, bloccando per il possiile ogni traffico
            dall'Italia, poi manderò l'Interpol a chiuderlo
            (se ci riesce) e arrestare i
            responsabili.
            Non ci vedo nulla di sbagliato in questa
            procedura.Hmmm dove sta la faziosità ? E di cosa... Guarda che C'è una bella differenza tra OSCURARE e CHIUDERE.il fatto è che questi non CHIUDONO ma semplicemente OSCURANO, quindi nascondono la sporcizia, non la levano. Poi si vuole censurare direttamente IP, ma sai quanti siti vengono ospitati su un server? Sai che i siti che hanno un IP specifico non sono tantissimi, e parlo di siti di grosse entità che spendono un fottio in hosting (hmmm se qualcuno che capisce meglio potesse puntualizzare qualche imprecisione lo faccia ora ^^).
            Sono d'accordo che si tratta di un'iniziativa non
            molto efficiace, ma comunque
            giusta.Se non è efficace, non è nemmeno giusta.
          • Anonimo scrive:
            Re: Redazione PI: attenti a questo forum
            - Scritto da:
            Oscurare e chiudere. La tua interpretazione è
            fazioza e capziosaSei TU che interpreti. Tra OSCURARE e CHIUDERE c'e' una differenza IMMANE, ed e' solo TUO il problema se non riesci a coglierla.
          • Anonimo scrive:
            Re: Redazione PI: attenti a questo forum
            - Scritto da:

            - Scritto da:


            Oscurare e chiudere. La tua interpretazione è

            fazioza e capziosa

            Sei TU che interpreti. Tra OSCURARE e CHIUDERE
            c'e' una differenza IMMANE, ed e' solo TUO il
            problema se non riesci a coglierla.Forse è un ottimo spunto per una discussione filosofica.Ma nella pratica legale e sostanziale se un server sta In indonesia, le autorità italiane possono fare ben poco. Se non almeno bloccare l'accesso degli utenti italiani. Questo bloccherebbe comunque il traffico illegale e i profitti illegali che ne derivano.Sono d'accordo che non è la soluzione al problema, e che per gli utenti più "esperti" è un blocco facilmente aggirabile.In ogni caso volate pure basso: tutte le speculazioni sulla presunta efficacia di tale provvedimento sono aria fritta anche per voi, perché non sapete una cippa di questo problema.Per quanto mi riguarda, la pedofilia è una cosa orribile e shifosa e va combattuta con ogni mezzo. Le chiacchiere servono a poco. E la libertà della rete si protegge anche in questo modo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Redazione PI: attenti a questo forum
            - Scritto da:
            Ma nella pratica legale e sostanziale se un
            server sta In indonesia, le autorità italiane
            possono fare ben poco.Infatti basta avvertire le autorità indonesiane e lo chiudono.o forse tu sei così gentile da dimostrare che in indonesia non chiudono quel genere di siti?
            Sono d'accordo che non è la soluzione al
            problema, e che per gli utenti più "esperti" è un
            blocco facilmente
            aggirabile.Non è questione di utenti esperti.E' questione che denunciando alle autorità del paese si ottiene una catena di effetti mille volte più efficace (tutto il mondo non vedrà più il sito e gli organizzatori verranno indagati) *E* non si mette in mano al nostro governo un'arma potentissima che *NESSUNO* può controllare.
            Per quanto mi riguarda, la pedofilia è una cosa
            orribile e shifosa e va combattuta con ogni
            mezzo.Quello che non vuoi capire è che se la combatti nel modo peggiore, implicitamente la favoreggi.E questo è il modo peggiore, quindi dovresti sentirti in colpa.Se vuoi, però mi attacco alla tua espressione "con ogni mezzo" e ti dico cosa devi essere disposto a fare per debellarla veramente:Tutti i cittadini del pianeta terra devono avere impiantato dalla nascita il chip frizz remotamente controllato dalla giustizia mondiale.Tale chip, registra tutto ciò che dici, fai, leggi, ascolti, vedi.Per tutta la vita.Qualsiasi trasgressione apparente di qualsiasi legge plausibile verrà immediatamente comunicata all'ordine e il cittadino verrà immediatamente condotto nelle colonie penali/terminato.Con questa soluzione, non ci sarà mai *ALCUNA VIOLENZA SUI MINORI*.Questo è combattere "con ogni mezzo", contento?Tu sei disposto a farti impiantare il chip frizz?
            Le chiacchiere servono a poco.No. Le frasi fatte non servono a niente.
          • Anonimo scrive:
            Re: Redazione PI: attenti a questo forum
            - Scritto da:
            - Scritto da:


            Ma nella pratica legale e sostanziale se un

            server sta In indonesia, le autorità italiane

            possono fare ben poco.

            Infatti basta avvertire le autorità indonesiane e lo chiudono.
            o forse tu sei così gentile da dimostrare che in
            indonesia non chiudono quel genere di
            siti?Io non lo so. Tu si?

            Sono d'accordo che non è la soluzione al

            problema, e che per gli utenti più "esperti" è

            un blocco facilmente aggirabile.

            Non è questione di utenti esperti.
            E' questione che denunciando alle autorità del
            paese si ottiene una catena di effetti mille
            volte più efficace (tutto il mondo non vedrà più
            il sito e gli organizzatori verranno indagati)
            *E* non si mette in mano al nostro governo
            un'arma potentissima che *NESSUNO* può
            controllare.Mi spieghi per favore dove sta scritto che insieme a un eventuale blocco, non verranno prontamente avvisate le autorità locali?Tu sai come lavora il nucleo antipedofilia della magistratura milanese?

            Per quanto mi riguarda, la pedofilia è una cosa

            orribile e shifosa e va combattuta con ogni

            mezzo.

            Quello che non vuoi capire è che se la combatti
            nel modo peggiore, implicitamente la
            favoreggi.
            E questo è il modo peggiore, quindi dovresti
            sentirti in
            colpa.

            Se vuoi, però mi attacco alla tua espressione
            "con ogni mezzo" e ti dico cosa devi essere
            disposto a fare per debellarla
            veramente:

            Tutti i cittadini del pianeta terra devono avere
            impiantato dalla nascita il chip frizz
            remotamente controllato dalla giustizia
            mondiale.
            Tale chip, registra tutto ciò che dici, fai,
            leggi, ascolti, vedi.
            Per tutta la vita.
            Qualsiasi trasgressione apparente di qualsiasi
            legge plausibile verrà immediatamente comunicata
            all'ordine e il cittadino verrà immediatamente
            condotto nelle colonie
            penali/terminato.
            Con questa soluzione, non ci sarà mai *ALCUNA
            VIOLENZA SUI MINORI*.
            Questo è combattere "con ogni mezzo", contento?
            Tu sei disposto a farti impiantare il chip frizz?Adesso capisco. Sei completamente fuori.

            Le chiacchiere servono a poco.

            No. Le frasi fatte non servono a niente.Appunto, su questo siamo d'accordo. Le tue sono frasi fatte e slogan su qualcosa che non conosci e deliri sul chip fritz che non servono a niente.
          • Anonimo scrive:
            Re: Redazione PI: attenti a questo forum
            - Scritto da:

            o forse tu sei così gentile da dimostrare che in

            indonesia non chiudono quel genere di

            siti?

            Io non lo so. Tu si?Sei tu che hai affermato che indonesia non chiuderebbero siti del genere.Spetta a te l'onere della dimostrazione.Sono in attesa.
            Mi spieghi per favore dove sta scritto che
            insieme a un eventuale blocco, non verranno
            prontamente avvisate le autorità
            locali?Solo se tu mi spieghi dove sta scritto il contrario.Tu leggi cose che non sono scritte e sta agli altri dimostrare che le cose non scritte non sono vere?
            Tu sai come lavora il nucleo antipedofilia della
            magistratura
            milanese?No.E tu sai come lavora quello di Taranto?

            Tu sei disposto a farti impiantare il chip
            frizz?

            Adesso capisco. Sei completamente fuori.Prendo atto che non sei in grado di conversare.Addio.
          • allanon scrive:
            Re: Redazione PI: attenti a questo forum

            Forse è un ottimo spunto per una discussione
            filosofica.

            Ma nella pratica legale e sostanziale se un
            server sta In indonesia, le autorità italiane
            possono fare ben poco. Se non almeno bloccare
            l'accesso degli utenti italiani. Questo
            bloccherebbe comunque il traffico illegale e i
            profitti illegali che ne
            derivano.Perché non si cerca di cambiare questa situazione invece? Bombardiamo Irak per presunte armi di distruzioni di massa (mai trovate), facciamo pressione sulla Russia per far chiudere Allowmp3, ma non siamo capaci di fare pressioni sull'Indonesia (o qualsiasi altro paese che adotta politiche permissivistiche) per chiudere siti di violenza sui minori? Evitare che si scarichino mp3 è più importante che evitare che si scarichino e producano immagini pedo pornografiche forse?Qui non si tratta di una discussione filosofica, è proprio "nella pratica legale e sostanziale" che l'approccio al problema è sbagliato.
            Sono d'accordo che non è la soluzione al
            problema, e che per gli utenti più "esperti" è un
            blocco facilmente
            aggirabile.Nella pratica è proprio chi cerca materiale illegale (oltre ad i tecnici) ad avere più facilmente a disposizione le conoscenze per aggirare questi blocchi infantili.Nella pratica le uniche persone che non vengono toccate da questi provvedimenti sono proprio quegli utenti italiani che generano profitti illegali per questi siti.Risultato: nessun vantaggio per la lotta alla pedopornografia, danni a siti perfettamente legittimi che hanno la sfortuna di condividere lo stesso IP.Geniale
            In ogni caso volate pure basso: tutte le
            speculazioni sulla presunta efficacia di tale
            provvedimento sono aria fritta anche per voi,
            perché non sapete una cippa di questo
            problema.Allora perché non ci illumini con il tuo sapere? Magari corredato da qualche link ad articoli di approfondimento tecnici magari.
            Per quanto mi riguarda, la pedofilia è una cosa
            orribile e shifosa e va combattuta con ogni
            mezzo.L'oscuramento, per l'appunto, NON è un mezzo tecnico per combattere la pedopornografia, ma un sistema di censura, ne più, ne meno.Si chiude un IP con il pretesto di un sito pedoporno, e nel contempo si oscurano una manciata di siti. Molto probalile che verrà usato per togliere dalla circolazione siti "scomodi", tanto per la maggior parte delle persone è impossibile verificare che quell'IP consentiva veramente l'accesso ad un sito pedoporno.
            Le chiacchiere servono a poco. E la libertà della
            rete si protegge anche in questo
            modo.Certo! Chi sei, l'uomo ragno del .net?
          • allanon scrive:
            Re: Redazione PI: attenti a questo forum
            Ero proprio curioso di vedere la tua risposta stamattina:- Scritto da:
            Sul forum di PI da sempre si censurano / o si
            moderano se preferisci / i post che contengono
            parolacce e flame
            violenti.Si tratta di una policy e lo scopo è proprio aumentare la leggibilità del forum evitando commenti inutili, che lo renderebbero illeggibile. Per gli utenti registrati però è sempre possibile cambiare il messaggio per aderire alla policy e renderlo di nuovo visibile. I commenti vengono comunque conservati TUTTI, è sempre quindi possibile sporgere denuncia per commenti che violano la legge oltre alla policy.
            In questo thread ci sono interventi che sono
            peggio di una parolaccia o di un flame, sono una
            giustificazione della
            pedofilia.Si ma scommetto che non hai ancora denunciato nessuno, quindi o stai mentendo sapendo di mentire, oppure non ti interessa colpire la pedofilia. Quale delle due?
            Oscurare e chiudere. La tua interpretazione è
            fazioza e capziosa. Mia interpretazione? Mi pare che l'articolo fosse scritto in Italiano, oppure abbiamo letto 2 articoli diversi?
            Se il sito sta in Indonesia
            prima di tutto lo rendo irraggiungibile come
            posso, bloccando per il possiile ogni traffico
            dall'Italia, poi manderò l'Interpol a chiuderlo
            (se ci riesce) e arrestare i
            responsabili.
            Non ci vedo nulla di sbagliato in questa
            procedura."Nulla di sbagliato"? Avvisare i presunti pedofili che l'Italia è sulle loro tracce sarebbe "nulla di sbagliato"?
            Sono d'accordo che si tratta di un'iniziativa non
            molto efficiace, ma comunque
            giusta.Poco efficace ma giusta? Vediamo, chi faceva upload di immagini è stato avvisato che il suo sito è sotto sorveglianza da parte delle autorità italiane, chi vuole continuare a vedere le immagini non deve fare altro che utilizzare un proxy (cosa che probabilmente già faceva). Mi spieghi dov'è la giustizia in tutto questo?Basta davvero poco per mettere la coscenza a posto a gente come te...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 05 gennaio 2007 10.33-----------------------------------------------------------
          • Anonimo scrive:
            Re: Redazione PI: attenti a questo forum
            - Scritto da: allanon
            Ero proprio curioso di vedere la tua risposta
            stamattina:
            CUT
            Basta davvero poco per mettere la coscenza a
            posto a gente come te...Le tue sono chiacchiere a vuoto. Insegui solo teorie e fumo. Portami dei fatti. Cosa fai tu contro la pedofilia? Cosa ne sai? Sei uno psicologo che lavora nel settore? O sei un esperto di indagini internazionali, visto che vagheggi a sproposito sulle "strategie" da usare? Cosa pensi di quello che è scritto in questo forum?Su questo forum (siamo nel dominio di Punto Informatico) c'è gente che giustifica apertamente la pedofilia. Con motivazioni a dir poco deliranti.Lasciamo perdere le implicazioni legali: se la cosa come essere umano non ti fa schifo e orrore, sono davvero problemi tuoi. Ma da quel pulpito non sei nella posizione di criticarmi o giudicarmi.Per mia fortuna alla mia coscenza non basta un post su un forum. Se la tua coscienza invece è a posto così, buon per te, ti faccio tanti auguri.
          • allanon scrive:
            Re: Redazione PI: attenti a questo forum

            Le tue sono chiacchiere a vuoto. Insegui solo
            teorie e fumo.

            Portami dei fatti. Cosa fai tu contro la
            pedofilia? Cosa ne sai? Sei uno psicologo che
            lavora nel settore? O sei un esperto di indagini
            internazionali, visto che vagheggi a sproposito
            sulle "strategie" da usare?

            Cosa pensi di quello che è scritto in questo
            forum?

            Su questo forum (siamo nel dominio di Punto
            Informatico) c'è gente che giustifica apertamente
            la pedofilia. Con motivazioni a dir poco
            deliranti.
            Lasciamo perdere le implicazioni legali: se la
            cosa come essere umano non ti fa schifo e orrore,
            sono davvero problemi tuoi. Ma da quel pulpito
            non sei nella posizione di criticarmi o
            giudicarmi.

            Per mia fortuna alla mia coscenza non basta un
            post su un forum. Se la tua coscienza invece è a
            posto così, buon per te, ti faccio tanti
            auguri.Chi sono io per giudicare? Non uno psicologo, non un poliziotto, ma un tecnico si. Non sono certo il più esperto su piazza, ma so cosè un IP, cosè un sito e cos'è un proxy. Visto che qui si parla di applicare soluzioni 'tecniche' (oscuramento per l'appunto) al problema sono perfettamente in grado di risponderti da un punto di vista tecnico, e lo saresti anche tu studiando un pò.Se non hai voglia di studiare posso riassumerti il concetto invece: con questo sistema non blocchi nulla, crei solo un pericolosissimo precedente di natura censoria.Che lo psicologo si occupi dei babini, che il poliziotto si occupi dei criminali, ma quando parliamo di soluzioni tecniche sarebbe buona norma sapere di cosa si sta parlando
          • Anonimo scrive:
            Re: Redazione PI: attenti a questo forum

            Terzo: la pedofilia è un reato grave, alcune
            affermazioni "giustificazioniste" (a dir poco)
            lette su questo forum sono si un'opinione, ma
            anche apologia di reato. Sei ignorante in materia di legge. Apologia di reato significa indurre altri a commettere reato. Non significa indurre altri a pensare che un determinato comportamento non dovrebbe essere reato. Il partito "dei pedofili" in Olanda è stato ammesso alle elezioni perché afferma delle idee al fine di cambiare la legge non al fine di violare la legge. Questo è stato detto espressamente dal governo olandese (non cito la fonte ma puoi andartela a cercare) Ti è chiara la distinzione. Se fosse come dici tu ogni volta che qualcuno critica una legge va messo in galera in quanto fa l'apologia di ciò che va contro la legge. Questa tuo fascismo viscerale è veramente fuori luogo in questo forumSpero venga perseguita
            secondo
            legge.Aspetta e spera.
            Al di là della legge, le opinioni non sono tutte
            uguali. Anche la persecuzione nazista o i
            massacri di Stalin erano basati su un'opinione.No, erano opinioni imposte agli altri, il che è MOLTO DIVERSO. Tu che parli di logica ad ogni pié sospinto mi cadi su queste ovvietà?
            E' universalmente accettato che il rispetto della
            vita, della dignità e dell'integrità dell'uomo
            (in questo caso dei bambini oggetto di violenza)
            è molto più importante della libertà dei pedofili
            di sostenere le loro opionioni deviate.Dignità e integrità sono diritti nella misura che sono previsti da una costituzione o da una legge. Ognuno ha diritto di avere le proprie idee su cosa siano l'integrità e la dignità. Nessun diritto può violare un altro diritto. E la libertà di parola è un diritto. I tuoi argomenti sono capziosi perché mirano a confondere mille realtà divese in un unico concetto "bambinoi oggetto di violenza" Chi non è d'accordo che i bambini vanno tutelati in questo senso? Eppure tutte le tue idee (tranne questa) sono errate! Vai a predicare da un'altra parte va!
          • Anonimo scrive:
            Re: Redazione PI: attenti a questo forum
            - Scritto da:
            Ognuno ha diritto di avere le proprie idee su
            cosa siano l'integrità e la dignità. Nessun
            diritto può violare un altro diritto. E la
            libertà di parola è un diritto. I tuoi argomenti
            sono capziosi perché mirano a confondere mille
            realtà divese in un unico concetto "bambinoi
            oggetto di violenza" Chi non è d'accordo che i
            bambini vanno tutelati in questo senso? Eppure
            tutte le tue idee (tranne questa) sono errate!
            Vai a predicare da un'altra parte
            va!Qui le prediche le stai facendo tu. Tagli un pezzo di un post, dai del fascista (non sai nemmeno a chi parli, vola basso niubbo e stai al tuo posto).In questo forum sono pubblicate dichiarazioni che giustificano esplicitamente il sesso tra adulti e bambini e la divulgazione pubblica di immagini di tali atti considerando il tutto "normale". Con argomentazioni a dir poco assurde.La cosa ti lascia indifferente? A me no.Alcune delle cose scritte sono talmente rivoltanti che le trovo profondamente offensive della dignità umana e dell'uomo. Siamo molto oltre il "buon senso" di cui si fa menzione nella policy del forum. Siamo nei bassifondi dello schifo e della miseria umana.La libertà di parola è un diritto. Ma anche una responsabilità davanti a tutti. E non tutte le opinioni sono uguali e accettabili allo stesso modo.Quando questa libertà viene usata per offendere la dignità umana, giustificando cose orrende come la pedofilia e il traffico marcio che alimenta, chi da spazio a queste opinioni deve avere la capacità e la responsabilità di prendere una posizione.
          • allanon scrive:
            Re: Redazione PI: attenti a questo forum
            - Scritto da:

            - Scritto da:


            Ognuno ha diritto di avere le proprie idee su

            cosa siano l'integrità e la dignità. Nessun

            diritto può violare un altro diritto. E la

            libertà di parola è un diritto. I tuoi argomenti

            sono capziosi perché mirano a confondere mille

            realtà divese in un unico concetto "bambinoi

            oggetto di violenza" Chi non è d'accordo che i

            bambini vanno tutelati in questo senso? [cut]
            Quando questa libertà viene usata per offendere
            la dignità umana, giustificando cose orrende come
            la pedofilia e il traffico marcio che alimenta,
            chi da spazio a queste opinioni deve avere la
            capacità e la responsabilità di prendere una
            posizione.Non so se è sempre lo stesso anonimo che scrive post in questo tred (penso di si visto il ripetersi di alcuni modi di dire tipo 'vola basso'), ma risponderò per l'ultima volta qui, visto che è inutile continuare un dialogo tra sordi:- Se stai biasimando PI per non aver censurato alcuni messaggi, leggiti questa notizia http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1834213&r=PI e capirai cosa pensa PI della censura.- Se stai biasimando alcuni tred dal punto di vista 'legale' rivolgiti ai carabinieri, è l'unica scelta sensata che tu possa fare- Se stai biasimando alcuni tred dal punto di vista 'morale' tieniti pronto a confrontarti con altri punti di vista, o evita di discutere: se tu non accetti a priori di confrontarti con altre sfere di valori morali, non aspettarti che gli altri accettino il tuo punto di vista senza metterlo in discussione.Tanto per farti capire il tuo errore anche da questo punto di vista: mia moglie mi ha raccontato di aver avuto il suo primo rapporto sessuale a 13 anni con un ragazzo di 18. Non si è trattato in alcun modo di violenza, visto che ricorda l'episodio con piacere e che è stata fidanzata in casa con quel ragazzo per ben 3 anni. Tuttavia, se il mio attuale suocero li avesse sorpresi, il ragazzo sarebbe stato certamente denunciato, e con un accusa di pedofilia ti lascio solo immaginare quale sarebbe stato il suo destino in carcere.Bada bene, non sto dicendo che sarei contento che mia figlia facesse sesso a 13 anni con un maggiorenne, ma si tratta davvero di violenza in questo caso?Come fai ad essere sicuro di cos'è violenza sui minori e cosa no, se ti rifiuti persino di discutere dell'argomento bollando come 'malato di mente' ogni altra posizione sull'argomento?Qui chiudo, non risponderò più ai post, ma cerca di riflettere un pò su ciò che hai letto.
          • Anonimo scrive:
            Re: Redazione PI: attenti a questo forum
            - Scritto da:

            Al di là della legge, le opinioni non sono tutte

            uguali. Anche la persecuzione nazista o i

            massacri di Stalin erano basati su un'opinione.

            No, erano opinioni imposte agli altri, il che è
            MOLTO DIVERSO. Tu che parli di logica ad ogni pié
            sospinto mi cadi su queste ovvietà?Perché un bambino che subisce un "attenzione" sessuale da un adulto non sta subendo un'imposizione?Le immagini che riprendono gli abusi sessuali di adulti su bambini, non sono forse un'imposizione, una ulteriore violazione della sua dignità e dei suoi diritti, un abuso del più forte verso il più debole (in tutti i sensi)?
        • Anonimo scrive:
          Re: Redazione PI: attenti a questo forum


          Un utente ha scritto più volte in questo forum
          che la pedopornografia non esiste (!) e che un
          bambino ha il "diritto" di scegliere se fare
          sesso con un adulto (!!) se consenziente
          (!!!).

          Per le nostre leggi (e per le leggi di mezzo
          mondo) questo è un reato gravissimo. E lo è
          perchè si tratta di una delle espressioni più
          deviate e spaventose che si possano concepire.
          Non
          scherziamo!Che cosa, il sesso o l'opinione al riguardo?

          E' vero, mi fa schifo pensare che Punto
          Informatico diventi luogo di propaganda per
          teorie pseudo-pedofile senza alcuna moderazione o
          controllo. E' qualcosa che offende qualsiasi
          umana sensibilità e
          etica.La legge lo permette e trovo che sia giusto poter parlare liberamente di tutto. Chi dice cazzate si squalifiuca da solo... Oppure hai talmente sfuduicia nell'intelligenza umana da credere che delle cazzare possano plagiare qualcuno? Per fortuna il reato di plagio è stato abolito. Ognuno è responsabile delle sue idee. e censurare le opinioni altrui è quasi certamente sintomo di pochezza delle proprie.

          Non è una flam war tra sostenitori di Linux o
          Winzozz. Non stiamo parando di MP3 o un film
          scambiato su Torrent. Qui non si parla del
          rispetto dei diritti elementari e della dignità
          dell'uomo.E allora, i diritti sono scritti da uomini per uomini. E un diritto è che ognuno abbia la sua idea di diritto, e fare in modo che sia affermata, salvo poi rispettare la legge. Tu ha i la tendenza profondamente illegale del diritto. Pensi che le leggi possano essere imposto perfino sul pensiero e libertà di parola. Il lavaggio del cervello è il tuo modello di educazione ideale. Uno stato autoritario è il tuo ideale di Stato. Va bene ma vedi di non rompere troppo i marroni.
    • Anonimo scrive:
      Re: Redazione PI: attenti a questo forum!
      Sei un po' paranoico,non c'e' nulla di male ad esprimere le proprie idee ed opinioni in un forum pubblico su qualsiasi argomento, giuste o sbagliate che siano, perche' per l'appunto, sono solo opinioni che generano dibattiti, e che non conseguono fatti materiali perseguibili!Se io dico, ad esempio, che sono daccordo che caio abbia ucciso senza motivo abele solo per sfizio, ho espresso una mia opinione, che si puo' non condividere, ma non ho commesso nessun reato o illecito!Micchan
  • reXistenZ scrive:
    proprio nel giorno in cui...
    L'Italia oscurerà molti altri sitiproprio nel giorno in cuiad Apocalypto viene dato il via libera nelle sale senza nessun divieto ai minori neanche di anni 14.http://www.repubblica.it/2007/01/sezioni/spettacoli_e_cultura/apocalypto/apocalypto/apocalypto.htmlComplimentoni! (che fa rima con Fioroni e Gentiloni)
    • Anonimo scrive:
      Re: proprio nel giorno in cui...
      mi spieghi che centra con la pedofilia?
      • reXistenZ scrive:
        Re: proprio nel giorno in cui...

        mi spieghi che centra con la pedofilia?Ma i minori non andrebbero protetti anche dalla troppa violenza?Sembra che i due pesi e le due misure di questi provvedimenti siano una questione di portafoglio...
  • allanon scrive:
    Che serva da monito
    Che questa notizia sia un monito per quanti hanno bollato come 'complottisti' chi come me chiamava CENSURA l'oscuramento dei siti di scommesse.Ieri le scommesse......Oggi il pedoporno (reale o presunto, troppo ampio come discorso per un solo post)......Domani e siti 'illegali' di musica tipo allofmp3......E dopodomani i siti politicamente scorretti.Se l'ingenuità tecnologica di questi legiferatoti dell'ultima ora non fosse così evidente la situazione sarebbe davvero preoccupante.Il bello è che come al solito si ottiene solo l'effetto opposto: se oggi sono pochi a dover nascondere le loro tracce in internet, domani saranno la maggioranza. Risultato, i veri violentatori di minori si mimetizzeranno facilmente fra scommettitori incalliti, ragazzini che scaricano musica, e gente semplicemente animata dalla sana curiosità di un informazione non controllata.Fermo restando che quando un negozio vende materiale illegale, non gli rompo la vetrina lasciando aperto il negozio, ma entro e arresto i responsabili! Qualcuno di questi illuminati legislatori ha la decenza di spiegarmi che senso ha oscurare un sito invece di indagare sugli eventuali crimini commessi per mettere in internet quel materiale?
    • Anonimo scrive:
      Re: Che serva da monito
      - Scritto da: allanon
      Che questa notizia sia un monito per quanti hanno
      bollato come 'complottisti' chi come me chiamava
      CENSURA l'oscuramento dei siti di
      scommesse.Non si chiama censura: si chiama rispetto della legge.Basta con le ca§§ate a vanvera sulla censura e la libertà. Se un ladro mi ruba qualcosa è un ladro e voglio che venga preso vada in galera. Se qualcuno viola la legge usando internet va fermato e il suo sito oscurato.Questo se vogliamo vivere ancora in uno stato civile e democratico (che appunto ha le sue regole e leggi da rispettare), e non in un centro sociale autogestito.Invocare la libertà di espressione per difendere pedofili e truffatori che usano internet è molto più che ingenuo, è stupido, quando non qualcosa di peggio.E' possibile che il forum di Punto Informatico stia diventano il luogo dove si difendono pedofili, truffatori e biscazzieri illegali?
      • Anonimo scrive:
        Re: Che serva da monito
        Peccato non ho punti per moderare, altrimenti un flame/troll -1 non te lo toglieva nessuno :(
      • castigo scrive:
        Re: Che serva da monito
        - Scritto da:

        - Scritto da: allanon

        Che questa notizia sia un monito per quanti
        hanno

        bollato come 'complottisti' chi come me chiamava

        CENSURA l'oscuramento dei siti di

        scommesse.

        Non si chiama censura: si chiama rispetto della
        legge.

        Basta con le ca§§ate a vanvera sulla censura e la
        libertà. Se un ladro mi ruba qualcosa è un ladro
        e voglio che venga preso vada in galera. Se
        qualcuno viola la legge usando internet va
        fermato e il suo sito
        oscurato.appunto, va FERMATO.in questo modo, invece, gli si permette di proseguire nella sua sporca attività, oltre tutto senza che l'oscuramento sia davvero efficace, perchè nulla mi impedisce di accedere al sito in questione attraverso un proxy....come vedi le cazzate, quelle vere, le fa sempre la politica.
        Questo se vogliamo vivere ancora in uno stato
        civile e democratico (che appunto ha le sue
        regole e leggi da rispettare), e non in un centro
        sociale
        autogestito.ti invito ad entrare, prima o poi, in uno di questi famigerati centri sociali, tanto per poter parlare con cognizione di causa, e non solamente per sentito dire....

        Invocare la libertà di espressione per difendere
        pedofili e truffatori che usano internet è molto
        più che ingenuo, è stupido, quando non qualcosa
        di
        peggio.

        E' possibile che il forum di Punto Informatico
        stia diventano il luogo dove si difendono
        pedofili, truffatori e biscazzieri
        illegali?il fatto che i pedofili siano tali è proprio tutto da dimostrare, considerando che nella maggior parte dei casi gli indagati si dimostrano essere totalmente estranei ai fatti.quanto ai biscazzieri illegali, ti ricordo che la nostra nazione di pulcinella è sottoposta a procedura di infrazione da parte della UE proprio perchè ha oscurato siti di scommesse in gran bretagna che sono perfettamente legali.se poi vuoi dei truffatori, non occorre scomodare internet, basta scorrere la lista dei parlamentari.....
        • Anonimo scrive:
          Re: Che serva da monito
          - Scritto da: castigo
          ti invito ad entrare, prima o poi, in uno di
          questi famigerati centri sociali, tanto per poter
          parlare con cognizione di causa, e non solamente
          per sentito
          dire....Io una volta ci sono entrato. Io e alcuni colleghi. Con manganelli e scudi. É stato bellissimo.Strillano come galline quando li picchi forte forte e li prendi a calci nello stomaco. Ma la parte più bella é quando li trascini in caserma.Lì si che é uno SPASSO!(troll)(troll)(troll)
      • Anonimo scrive:
        Re: Che serva da monito

        E meno male che almeno hai messo le due cose
        nell'ordine corretto: 'fermato', 'oscurato'. Qui
        si parla di 'oscurare' senza 'fermare' invece,
        visto che questa CENSURA blocca la visione di un
        sito dall'Italia e nient'altro... Anzi, per dirla
        tutta si preoccupa di oscurare la visione
        dall'Italia a quanti sono abbastanza ignoranti da
        non saper aggirare questi filtri
        infantili.Già e meno male che almeno i ragazzini potranno evitare di capitare su taluni siti ma a te non te ne frega nulla no? :@ Basta che gridate contro chissà quali violazioni della libertà....
        • Anonimo scrive:
          Re: Che serva da monito
          Ehh peccato che i siti pedofili non li becchi cercando "pedoporno" su google
          • Anonimo scrive:
            Re: Che serva da monito
            - Scritto da:
            Ehh peccato che i siti pedofili non li becchi
            cercando "pedoporno" su google
        • longinous scrive:
          Re: Che serva da monito
          - Scritto da:

          Già e meno male che almeno i ragazzini potranno
          evitare di capitare su taluni sitiE questo cosa c'entra?Si parla di far vedere il pedoporno ai bambini o di impedire che il pedoporno esista?Guarda che hai detto una frase assolutamente off topic rispetto alla notizia
          ma a te non te
          ne frega nulla no? :@ Basta che gridate contro
          chissà quali violazioni della
          libertà....E contro cosa dovremmo gridare?Contro gli ultras dell'alra squadra?Lo lascio fare a personcine colte e raffinate come te che non distingui una cosa dall'altra
      • Anonimo scrive:
        Re: Che serva da monito
        - Scritto da:

        - Scritto da: allanon

        Che questa notizia sia un monito per quanti
        hanno

        bollato come 'complottisti' chi come me chiamava

        CENSURA l'oscuramento dei siti di

        scommesse.

        Non si chiama censura: si chiama rispetto della
        legge.

        Basta con le ca§§ate a vanvera sulla censura e la
        libertà. Se un ladro mi ruba qualcosa è un ladro
        e voglio che venga preso vada in galera. Se
        qualcuno viola la legge usando internet va
        fermato e il suo sito
        oscurato.Peccato che non abbiano affatto parlato ne' di "fermarli" ne' di "oscurare" i loro siti, ma semplicemente di bloccare l'accesso agli altri.E' un po' come se per prevenire i furti d'auto proibissero di andare in giro in macchina.
    • Anonimo scrive:
      Re: Che serva da monito
      - Scritto da: allanon
      Che questa notizia sia un monito per quanti hanno
      bollato come 'complottisti' chi come me chiamava
      CENSURA l'oscuramento dei siti di
      scommesse.

      Ieri le scommesse...
      ...Oggi il pedoporno (reale o presunto, troppo
      ampio come discorso per un solo
      post)...
      ...Domani e siti 'illegali' di musica tipo
      allofmp3...
      ...E dopodomani i siti politicamente scorretti.

      Se l'ingenuità tecnologica di questi legiferatoti
      dell'ultima ora non fosse così evidente la
      situazione sarebbe davvero
      preoccupante.

      Il bello è che come al solito si ottiene solo
      l'effetto opposto: se oggi sono pochi a dover
      nascondere le loro tracce in internet, domani
      saranno la maggioranza. Risultato, i veri
      violentatori di minori si mimetizzeranno
      facilmente fra scommettitori incalliti, ragazzini
      che scaricano musica, e gente semplicemente
      animata dalla sana curiosità di un informazione
      non
      controllata.

      Fermo restando che quando un negozio vende
      materiale illegale, non gli rompo la vetrina
      lasciando aperto il negozio, ma entro e arresto i
      responsabili! Qualcuno di questi illuminati
      legislatori ha la decenza di spiegarmi che senso
      ha oscurare un sito invece di indagare sugli
      eventuali crimini commessi per mettere in
      internet quel
      materiale?Ma per favore, paragonare allofmp3.com con la censura dei siti pedopornografici è da lattanti e incompetenti.... Chiudere i siti pedopornografici è UN DOVERE dello stato ed è più che leggittimo. Diamogli una chiusa con queste cazzate della censura, l'abbiamo capito il tuo timore, quello che ti chiudano i siti dai cui scarichi musica e crack.... ma l'articolo parla di reati ben più gravi di cui forse tu non comprendi l'entità.
      • Anonimo scrive:
        Re: Che serva da monito
        i siti verrano Oscurati, non chiusi e il metodo usato comportera la censura di altri siti che non centrano una beata cippa con quello oscurato.Si parla di siti OSCURATI non di siti CHIUSI.
        • Anonimo scrive:
          Re: Che serva da monito
          - Scritto da:
          i siti verrano Oscurati, non chiusi e il metodo
          usato comportera la censura di altri siti che non
          centrano una beata cippa con quello
          oscurato.


          Si parla di siti OSCURATI non di siti CHIUSIForse non sa neanche la differenza...
  • Anonimo scrive:
    Quando un politico parla di bambini
    "Whenever a politician starts talking about 'the children', keep one eye on your wallet and the other on your liberty."("Ogni volta che un politico incomincia a parlare dei 'bambini', tieni un occhio sul tuo portafoglio e l'altro sulle tue libertà.")
    • Anonimo scrive:
      Re: Quando un politico parla di bambini
      - Scritto da:
      "Whenever a politician starts talking about 'the
      children', keep one eye on your wallet and the
      other on your
      liberty."

      ("Ogni volta che un politico incomincia a parlare
      dei 'bambini', tieni un occhio sul tuo
      portafoglio e l'altro sulle tue
      libertà.")Citare l'autore è scomodo?
  • Anonimo scrive:
    Anno nuovo, vita vecchissima
    Continua la campagna di censura accompagnata da nobili cause... poi verrà il terrorismo, poi l'antisemitismo, e poi si censurerà tutto quello che è scomodo al regime.
    • Anonimo scrive:
      Re: Anno nuovo, vita vecchissima
      - Scritto da:
      poi
      l'antisemitismopiù probabile l'antiantisemitismo fondamentalista
    • Anonimo scrive:
      Re: Anno nuovo, vita vecchissima
      Da Punto-Informatico Virgolette di oggi:"Tutti sono interessati ad Internet, in particolare i dittatori"(da un rapporto di Reporters sans frontieres - maggio 2006)
  • Anonimo scrive:
    Re: Alcuni (scomodi) interrogativi
    - Scritto da:
    Esiste un grado di appello?

    Chi risarcisce in caso di errori? I provider? Lo
    stato?

    Chi decide che cosa è pornografia infantile e
    cosa non lo è? La domanda sembra sciocca, ma non
    lo è affatto: per esempio: una fotografia di nudo
    che ritrae un/a minorenne (o qualcuno/a che
    sembra minorenne) è arte o pornografia?E' arte quando viene pubblicamente riconosciuta come arte. Per questo è possibile comprare i libri del grande fotografo Hamilton in libreria. Io manterrei il focus del problema sull'impatto sulla Rete.
  • reXistenZ scrive:
    Mantellini, c'è pane per i tuoi denti
    "non basta però colpire soltanto i siti web in quanto vanno pensate nuove norme e nuovi controlli anche per "altri canali di diffusione del materiale pedopornografico: per esempio le chat, il filesharing o altre forme emergenti di social networking, e i blog ".Dai, vieni ancora qui a raccontarci che Gentiloni è una bella speranza in quanto ministro blogger.
  • Anonimo scrive:
    Don Fortunato for President
    dato che Fioroni e Gentiloni sono già ministri...
    • Anonimo scrive:
      Re: Don Fortunato for President
      - Scritto da:
      dato che Fioroni e Gentiloni sono già ministri...Si bravi, cosi' impongono il burka alle minorenni....
  • Anonimo scrive:
    Ecco dove siamo arrivati
    E viene fatto l'esempio del Dipartimento di Giustizia che la scorsa settimana ha incriminato per pedo-pornografia un uomo che realizzava servizi fotografici di minori vestiti con il consenso dei genitori. Secondo la Procura si trattava di scatti "provocanti".http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1806252&r=PI
    • Anonimo scrive:
      Re: Ecco dove siamo arrivati
      - Scritto da:
      E viene fatto l'esempio del Dipartimento di
      Giustizia che la scorsa settimana ha incriminato
      per pedo-pornografia un uomo che realizzava
      servizi fotografici di minori vestiti con il
      consenso dei genitori. Secondo la Procura si
      trattava di scatti
      "provocanti".
      http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1806252&r=PIricordo quel caso, pero' su wikipedia e' citato anche che allontanata la madre hanno effettuato a sua insaputa (seconda la testimonianza sulle modelle) delle foto un po' piu' spinte ma non e' spiegato di quanto.Secondo quella procura il materiale pubblicato su 12chan (anonimo moderato situato in territorio francese) sarebbe completamente illegale.
  • Anonimo scrive:
    Siti scommesse oscurati
    Ma l' Europa non stava procedendo per infrazione contro l' Italia per aver oscurato i siti di scommesse perchè lo stato itagliano deve essere l' unico biscaziere a raccattare tangenti da chi gioca in rete?Che fine a fatto questa procedura? A che punto è?
    • Anonimo scrive:
      Re: Siti scommesse oscurati
      - Scritto da:
      Ma l' Europa non stava procedendo per infrazione
      contro l' Italia per aver oscurato i siti di
      scommesse perchè lo stato itagliano deve essere
      l' unico biscaziere a raccattare tangenti da chi
      gioca in
      rete?
      Che fine a fatto questa procedura? A che punto è?trovi le info sul portale della Commissione Europea ;)http://ec.europa.eu/sitemap/index_it.htm
    • Anonimo scrive:
      Re: Siti scommesse oscurati
      - Scritto da:
      Ma l' Europa non stava procedendo per infrazione
      contro l' Italia per aver oscurato i siti di
      scommesse perchè lo stato itagliano deve essere
      l' unico biscaziere a raccattare tangenti da chi
      gioca in
      rete?
      Che fine a fatto questa procedura? A che punto è?La procedura cadrà, perchè le scommesse e le bische non fanno parte delle merci e dei servizi per cui è prevista la libera circolazione comunitaria. Punto.Altri paesi in Europa si stanno per muovere sulla stessa linea dell'Italia. In Germania sta per arrivare un pesante giro di vite, dove si arriva facile facile perfino in galera.Le bische online muovono troppi soli nascosti al fisco, non avete nemmeno idea di quanti, e nessun paese vuole farsi fregare. Argomento chiuso.
  • Anonimo scrive:
    euronics.it
    E intanto hanno hackerato l'homepage di euronics !ahahhahahah
    • Anonimo scrive:
      Re: euronics.it
      - Scritto da:
      E intanto hanno hackerato l'homepage di euronics !
      ahahhahahahTrollata vero ?Magari sei un dipendente che vuole un po' di notorieta' per la nuova paginetta realizzata, e ha ben pensato di spammare... ;)che tristezza.
  • Anonimo scrive:
    Perchè no alla censura? E' inevitabile.
    I commenti postati qui peccano di ingenuità. E' ovvio che quando un tema suscita allarme sociale i politici cerchino di farsi belli proponendo soluzioni. E da che mondo è mondo le soluzioni dell'autorità politica sono autoritarie, che altro dovrebbero essere? Ingenuo scandalizzarsi, e il moralismo religioso non centra nulla. Infatti pesanti restrizioni alla libertà su Internet sono adottate sia da regimi fondati sulla religione (come l'Iran) sia da regimi fondati sull'ateismo di stato (come la Cina). E anche i provider Russi in futuro dovrebbero fare attenzione, recentemente il patriarca ortodosso consacrato una chiesetta destinata agli agenti del FSP (ex KGB) dedicata al santo protettore dell'istituzione.
  • Anonimo scrive:
    Definizione di sito?!
    sito: spazio virtuale su rete Internet raggiungibile con diversi protocolli che diffonde materiale concernente l'utilizzo sessuale dei minori;
  • Signor Paletta scrive:
    . .
    ..
  • aghost scrive:
    Provvedimento fantozziano
    La trovata del ministro gentiloni è inutile, anzi patetica. Qualsiasi tipo di censura su internet non funziona. Questo dimostra tra l'altro che in italia il governo pretende di legiferare su cose che non conosce.Cosa c'entrano poi i provider? Sono caricati di un compito improprio: srebbe come se il governo ordinasse a telecom di filtrare "certe" telefonate. E' una follia.L'unica cosa che può funzionare non sono i filtri, i veli o le mutande alle nudità come accadeva nel cinquecento, quando un pittore (detto per questo il "braghettone") fu incaricato di dipingere le mutande sopra le pubenda degli affreschi della Cappella Sistina.L'unica cosa che funziona sono le pesanti sanzioni, o la galera.E coi siti all'estero poi, come farebbero? A quelli che fanno commercio mondiale di pedoporno sai quanto gliene frega dei "filtrini" italiani.Ancora una volta si è scelta la via piu' facile, più populista ma inutile, e perciò fantozziana.Un provvedimento che però fa guadagnare facili consensi, specie di chi non sa come funziona internet.http://www.aghost.wordpress.com/
    • ishitawa scrive:
      Re: Provvedimento fantozziano
      quoto in pieno
      Cosa c'entrano poi i provider? è un fatto "tecnico" perchè i privider hanno i DNS più "vicini" all'utente e quindi è dove si può appunto filtrare i siti incriminati (è già stato fatto per i siti di scommesse e lì era ancora più grave perchè non c'è nemmeno la scusante populista)che poi chi vuole passa benissimo o chi come me usa openDNS non se ne accorge nemmeno dei filti, al governo non interessa, la notizia è bella, piace, fa consensi
      • aghost scrive:
        Re: Provvedimento fantozziano


        Cosa c'entrano poi i provider?

        è un fatto "tecnico" perchè i privider hanno i
        DNS più "vicini" all'utente e quindi è dove si
        può appunto filtrare i siti incriminati (è già
        stato fatto per i siti di scommesse lo so che è un fatto tecnico ma è ridicolo lo stesso. E' come chiudere l'acquedotto perché in città c'e' qualcuno che inquina :DIn ongi caso i pedopornografi possono evitare facilmente questi ridicoli tentativi di censura.http://www.aghost.wordpress.com/
        • ishitawa scrive:
          Re: Provvedimento fantozziano
          pienamente daccordocosa credono questi signori, che i pedofili vadano su "www.fotopedofile.com"? ma andiamo, utilizzano un sacco di trucchi, siti che rimangono attivi poche ore, aree nascoste etcperò queste cose piacciono, fanno notiziala "gente normale" è spaventata dall'idea che si possa "finire per caso" in questi siti.è da 1994 che navigo su internet e per caso non sono mai finito nemmeno in un sito porno, massimo massimo in quei siti che cercano di venderti mp3, suonerie etc
          • Anonimo scrive:
            Re: Provvedimento fantozziano
            - Scritto da: ishitawa

            pienamente daccordo
            cosa credono questi signori, che i pedofili
            vadano su "www.fotopedofile.com"? ma andiamo,
            utilizzano un sacco di trucchi, siti che
            rimangono attivi poche ore, aree nascoste
            etc

            però queste cose piacciono, fanno notizia
            la "gente normale" è spaventata dall'idea che si
            possa "finire per caso" in questi
            siti.
            è da 1994 che navigo su internet e per caso non
            sono mai finito nemmeno in un sito porno, massimo
            massimo in quei siti che cercano di venderti mp3,
            suonerie
            etcFinire per caso su un sito pedoporno e' impossibile.Non tanto perche' occorre cercare materiale specifico, ma perche' chi commercia con il pedoporno fa di tutto per restare nascosto.Poi, secondo me, internet e' una delle moltissime risorse che chi traffica con questo materiale usa.Il livello economico e culturale di chi si dedica a questa attivita' (come si puo' leggere dai giornali) e' medio/alto.Ovvero : risorse economiche sufficienti e buona preparazione culturale per nascondere le proprie tracce.Non e' certo un caso se il fenomeno dilaga fuori dalla rete e non si trova un modo per fermarlo.Poi...secondo me se volessero mettere uno stop alla faccenda potrebbero farlo con metodi piu' diretti, infiltrandosi in un network (se si parla di internet) e dando l'ergastolo a tutte le persone trovate coinvolte nell'affare....
          • aghost scrive:
            Re: Provvedimento fantozziano

            Finire per caso su un sito pedoporno e'
            impossibileosservazione assolutamente SENSATA!Bravo!Ma vallo a spiegare ai fioroni e gentiloni di turno.... :(http://www.aghost.wordpress.com/
        • uguccione500 scrive:
          Re: Provvedimento fantozziano
          ...direi che è più come chiudere una cascata perchè uno s'è fatto il bagno e ha preso un mal di stomaco da congestione, mi sembra più azzeccato...Comunque la regola del "taglio del pisello" oltre che della connessione internet a chi sfrutta questo tipo di abusi per farsi bello sarebbe proprio da portare avanti!
    • wuis scrive:
      Re: Provvedimento fantozziano
      - Scritto da: aghost
      La trovata del ministro gentiloni è inutile, anzi
      patetica. Qualsiasi tipo di censura su internet
      non funziona. Questo dimostra tra l'altro che in
      italia il governo pretende di legiferare su cose
      che non
      conosce.

      Cosa c'entrano poi i provider? Sono caricati di
      un compito improprio: srebbe come se il governo
      ordinasse a telecom di filtrare "certe"
      telefonate. E' una
      follia.

      L'unica cosa che può funzionare non sono i
      filtri, i veli o le mutande alle nudità come
      accadeva nel cinquecento, quando un pittore
      (detto per questo il "braghettone") fu incaricato
      di dipingere le mutande sopra le pubenda degli
      affreschi della Cappella
      Sistina.
      L'unica cosa che funziona sono le pesanti
      sanzioni, o la
      galera.

      E coi siti all'estero poi, come farebbero? A
      quelli che fanno commercio mondiale di pedoporno
      sai quanto gliene frega dei "filtrini"
      italiani.

      Ancora una volta si è scelta la via piu' facile,
      più populista ma inutile, e perciò
      fantozziana.

      Un provvedimento che però fa guadagnare facili
      consensi, specie di chi non sa come funziona
      internet.

      http://www.aghost.wordpress.com/hai colto nel segno, il governo italiano secondo me ne capisce talmente poco del funzionamento di internet e del web che ha trovato quello che secondo loro è la soluzione del secolo, non rapportandosi purtroppo con il resto del mondo.La rete non è solo l'Italia, non è un'intranet fatta solo da noi, ma il governo con i suoi propositi e provvedimenti non puo' mettere bocca sulla regolamentzaione del resto del mondo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Provvedimento fantozziano

        hai colto nel segno, il governo italiano secondo
        me ne capisce talmente poco del funzionamento di
        internet e del web che ha trovato quello che
        secondo loro è la soluzione del secolo, non
        rapportandosi purtroppo con il resto del
        mondo.Sei sicuro?Secondo me invece ne capiscono fin troppo...
        La rete non è solo l'Italia, non è un'intranet
        fatta solo da noi, ma il governo con i suoi
        propositi e provvedimenti non puo' mettere bocca
        sulla regolamentzaione del resto del mondo.Dove sei stato in tutti questi anni?Non ti sei accorto che giri di vite progressivi li stanno dando in tutto il mondo?Quale parte di "Internet deve diventare un media come la televisione in mano a pochi gruppi di potere" non ti è chiara? ;)
        • aghost scrive:
          Re: Provvedimento fantozziano

          Non ti sei accorto che giri di vite progressivi
          li stanno dando in tutto il
          mondo?questa tendenza esiste ma internet, per fortuna, non è la televisione, dove le barriere di ingresso per l'uso del mezzo sono altissime.Internet, per la sua natura, non si presta a un controllo invasivo come la tv. Perlomeno si spera :Dhttp://www.aghost.wordpress.com/
        • wuis scrive:
          Re: Provvedimento fantozziano
          - Scritto da:

          hai colto nel segno, il governo italiano secondo

          me ne capisce talmente poco del funzionamento di

          internet e del web che ha trovato quello che

          secondo loro è la soluzione del secolo, non

          rapportandosi purtroppo con il resto del

          mondo.

          Sei sicuro?
          Secondo me invece ne capiscono fin troppo...
          non direi visto che di tante possibilita' di manovra adotttano quella che fa' piu' danni non trovi? ;)

          La rete non è solo l'Italia, non è un'intranet

          fatta solo da noi, ma il governo con i suoi

          propositi e provvedimenti non puo' mettere bocca

          sulla regolamentzaione del resto del mondo.

          Dove sei stato in tutti questi anni?
          Non ti sei accorto che giri di vite progressivi
          li stanno dando in tutto il
          mondo?
          sono stata in rete in questi anni e di giri di vite non ne ho visti molti fatti con le dovute necessita', anzi, ce ne sono di cose che andrebbero sistemate, ma è chiaro che poi ogniuno vive il virtuale a modo suo quindi quello che per me puo' essere un gisto motivo, per te, giustamente, puo' essere sbagliatissimo.Io ho visto che fuori dall'italia sia da un lato che dall'altro spesso le decisioni vengono prese ed hanno piu' successo di quello che si fa' da noi, per questo mi sento di affermare che secondo me una decisione del genere da parte del governo italiano in America verra' spernacchiata, basti vedere la differenza di trattamenti.Ti ricordi dell'articolo del tizio americano arrestato a cui hanno dato 7 anni di galera per degli screener e per altri reati federali di poco tempo fa?qui da noi non è mai successo finora, al massimo qualche multa e tanti cari saluti.Ecco la differenza. :)
          Quale parte di "Internet deve diventare un media
          come la televisione in mano a pochi gruppi di
          potere" non ti è chiara?
          ;)non concordo su questo punto io non credo che sara' cosi' ne che il governo voglia portare internet al pari della televisione con tutti i suoi pro e contro anzi credo sara' il contrario vedi le nuove regolamentazioni della Rai sulla diffusione on line dei programmi tv subito dopo la messa in onda ;)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 gennaio 2007 21.26-----------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      Re: Provvedimento fantozziano
      - Scritto da: aghost
      La trovata del ministro gentiloni è inutile,
      anzi patetica. Qualsiasi tipo di censura su
      internet non funziona.Non funziona? Per ora non funziona. Vederemo quando tutti gli stati si doteranno di leggi simili e quando le grosse lobby riusciranno a polverizzare la neutralità della rete.
      Questo dimostra tra l'altro che in
      italia il governo pretende di legiferare su
      cose che non conosce.Scommettiamo che invece la legge verrà presa a modello anche da altri stati europei?Ho la sensazione che ogni volta che salta fuori l'argomento censura, troppi puntino il dito dalla parte sbagliata mostrando il fianco a tutti quei banalotti laureandi in populismo spiccio del "se non hai niente da nascondere", "è giusto, bisogna bettere delle regole" ecc. ecc.Dietro Internet c'é già una quantità di denaro spropositata e gli investitori sono pronti a buttarne una quantità altrettanto spropositata.Quando ci sono le montagne di danaro in ballo, non frega niente a nessuno dell'etica, imbavagliare la rete è prima di tutto necessario per ottenerne il controllo e trasformarla in qualche cosa di completamente diverso.Poi, certo, di questo controllo se ne potrà anche abusare, ma attenzione a non porre tutto sempre sullo sterile piano del dittatore dietro l'angolo.Il popolino non ci crede, ha sempre bisogno di un grande babau da immolare sulla pubblica piazza.
      • aghost scrive:
        Re: Provvedimento fantozziano

        Quando ci sono le montagne di danaro in ballo,
        non frega niente a nessuno dell'etica,
        imbavagliare la rete è prima di tutto necessario
        per ottenerne il controllo e trasformarla in
        qualche cosa di completamente
        diverso.questo può essere. Che si sia una tendenza al controllo occhiuto dei soliti parrucconi è comprensibile, però c'è un problema :D La struttura di internet ha origine militare e fu concepita proprio per impedire che la rete, in caso di attacco, NON avesse un unico centro di controllo, cosicché potesse sopravvivere senza problemi anche se colpita in uno o piu punti. Insomma una specie di Hydra dalle cento teste: puoi mozzare una testa ma rimangono le altre.Credo che un controllo stretto di tutta la rete sia pressoché impossibile.Si possono avere i patetici tentativi dei fioroni di turno, o dei parrucconi cinesi o di altre anacronistiche dittature, ma un controllo totale a livello planetario mi pare irrealistico. Almeno spero :)http://www.aghost.wordpress.com/
        • Anonimo scrive:
          Re: Provvedimento fantozziano
          - Scritto da: aghost
          La struttura di internet ha origine militare e fu
          concepita proprio per impedire che la rete, in
          caso di attacco, NON avesse un unico centro di
          controllo, cosicché potesse sopravvivere senza
          problemi anche se colpita in uno o piu punti.Questo era vero inizialmente, oggi la rete è fatta a lisca di pesce con pochi backbone principali. Controllarla è molto più semplice.
          • Anonimo scrive:
            Re: Provvedimento fantozziano

            Questo era vero inizialmente, oggi la rete è
            fatta a lisca di pesce con pochi backbone
            principali. Controllarla è molto più
            semplice.Purtroppo concordo...Nel caso Telecom del blocco backbone (quello che la Telecom spacciava per un "allarme virus"...) si e' visto in modo palese come per fermare un'intero paese basti davvero poco.Poi vi ricordo che in Cina hanno attuato con efficaia il blocco Internet, solo pochissimi utenti con capacita' tecniche molto sopra la media riescono a "uscire" nel web, e quei pochi sono facilmente rintracciabili.Quindi la rete ormai e' una serie di comparti, suddivisi per paesi che a loro volta sono suddivisi per ISP.
  • Anonimo scrive:
    a 13y non puoi farti una sana ....
    che la scuola ti spia, il vaticano interviene per metterti sulla retta via: farlo senza preservativo o astinenza, lo stato dice che puoi farlo ma non con gente che abbia 3y piu' di te o e' reato, allora non ti rimane che andare a prostitute visto che e' legale ma trovi veltroni che ti filma con le telecamere, i carabinieri ti arrestano (ma scusate non e' legale? Si' ma noi ti arrestiamo per schiamazzi)MA FATECI .......... IN PACE e sopattuttoFATEVI I .......... VOSTRI! sessuofobi!-Ready to be censored
    • Anonimo scrive:
      Re: a 13y non puoi farti una sana ....
      Esageri, perche' se vuoi far sesso con una tua amica o con la tua ragazza sei liberissimo, nessuno ti verra' mai a rompere i maroni.Quello che fa notizia sono i deficenti che si filmano con il telefonino e poi non soddisfatti vendono i filmetti agli amici oppure li mettono su google-video...Da che mondo e' mondo poi la chiesa e' sempre stata ipocrita e perbenista sulle faccende riguardanti il sesso, pero' non mi risulta che chi vuol trombare con o senza preservativo venga fustigato in pubblica piazza (a meno che ovviamente non scelga di copulare in pubblico...) ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: a 13y non puoi farti una sana ....
        - Scritto da:
        Esageri, perche' se vuoi far sesso con una tua
        amica o con la tua ragazza sei liberissimo,
        nessuno ti verra' mai a rompere i
        maroni.ma se la ragazza non me la dà voglio la supplente e tu, Stato, che cosa fai? La sospendi dall'insegnamento e ne fai un mostro. Grazie a Sgarbi è stata sdoganata povera crista.

        Quello che fa notizia sono i deficenti che si
        filmano con il telefonino e poi non soddisfatti
        vendono i filmetti agli amici oppure li mettono
        su
        google-video...Macche vendere si dice condividere.

        Da che mondo e' mondo poi la chiesa e' sempre
        stata ipocrita e perbenista sulle faccende
        riguardanti il sesso, pero' non mi risulta che
        chi vuol trombare con o senza preservativo venga
        fustigato in pubblica piazza (a meno che
        ovviamente non scelga di copulare in pubblico...)
        ;)E' quello che hanno fatto ma si chiama gogna mediatica
  • alfridus scrive:
    Ragioniamo:
    Quello che accade in rete è, nè più, nè meno, quello che accade nel mondo.Atteso che in rete si è molto meglio individuabili che altrove, è abbastanza ovvio che si cerchi di usarla anche per perseguire comportamenti considerati devianti dalla normalità, da parte di quanti non riescono a perseguirli diversamente.Il primo punto è quindi l'opportunità che la rete offre, di esercitare una persecuzione dei comportamenti considerati deviati, più mirata di quella realizzabile con i consueti mezzi di indagine.Esaminiamo ora la definizione di comportamento deviato, per comprendere di cosa stiamo parlando.E' deviato un comportamento che esula dalle regole stabilite dalle disposizioni vigenti: queste ultime vengono di solito considerate in due categorie distinte: regole civili, quali leggi e regolamenti, emessi da autorità governative, in rappresentanza almeno teorica del popolo che governano; e regole morali, emesse a loro volta dalle autorità religiose, in rappresentanza del Padre Eterno (ognuno ha il proprio, non discuto).In teoria, queste disposizioni dovrebbero essere osservate da tutti i cittadini con diligenza, perchè dovrebbero essere l'espressione di un giudizio e di un sentire comune.Ma, a questo punto, ci si accorge che esiste un notevole scollamento tra quello che è il giudizio ed il sentire comune, e quanto invece è disposto.E si comincia sospettare che, tutto considerato, quanto è disposto non ci trova d'accordo, che è presente una massiva deviazione da quanto è stabilito a quanto invece si fa.Per rimediare a questa situazione si può: o adeguare le disposizioni ai comportamenti, o adeguare questi alle disposizioni.L'alternativa è un continuo braccio di ferro tra disposizioni e comportamenti.Escluso che le disposizioni religiose seguano una prassi democratica, è del tutto superfluo porsi il problema di come risolvere le devianze tra disposizioni e comportamenti.Per quanto invece attiene alla società civile, in un regime di democrazia diretta, il giudizio ed il sentire dei più numerosi tende a prevaricare quello dei meno numerosi, costringendo questi ultimi ad adeguare i propri comportamenti a quelli della maggioranza, pena l'esclusione dai benefici civili.I più numerosi, in un insieme qualsiasi, costituiscono ciò che si chiama 'media', perchè, appunto, esprimono la mediazione tra le diversità, ponendo in risalto la parte omogenea presente nella totalità dell'insieme; questo procedimento matematico tende a tagliar fuori le punte estremamente alte, come quelle estremamente basse.E così, in un gruppo qualsiasi, la media rappresenta la parte omogenea, lasciando fuori quella peggiore, e quella migliore, e comprendendo solo parte di quella un po' più buona, e di quella un po' più cattiva.E' un concetto affascinante: la maggioranza tende ad essere priva del peggio, come del meglio, perchè tende ad agglutinare insieme ciò che è più comune, una misura media tra il meglio ed il peggio che c'è.Il risultato è definito mediocre (dal greco = scelto con ponderazione).Quando, in democrazia, si vota, prevalgono i più, che rappresentano la media, e fatalmente le loro scelte esprimono un giudizio medio, nè totalmente cattivo, nè interamente buono, ed il risultato è quello che deve essere: una cosa di mezzo tra il peggio ed il meglio.Che sarebbe ancora buono, pur tuttavia.Questo però non avviene in una democrazia rappresentativa - come la nostra - in cui i cittadini scelgono i propri rappresentanti non fra loro, ma fra quelli proposti dai propri rappresentanti: partiti, associazioni di opinioni, gruppi di pressione, e quant'altro. Finendo per avere dei legiferatori che sono la media della media della media: l'essenza della mediocrità, appunto.Perso per strada tutto il buono possibile, e tutto il peggio che ci poteva essere, rimane un nutrito gruppo di beceri incompetenti a fare quello che fanno, e che si agitano disordinatamente in mancanza di un giudizio ed un sentire chiaro e forte, mancanza che li fa oscillare paurosamente da un eccesso all'eccesso opposto.Questo degradamento della democrazia, che si è determinato negli anni, è una colpa nostra e di chi ci ha preceduto, che ci pesa sulle spalle, e che prima o poi dovremo pagare - spero che avvenga pacificamente, anche se temo sempre più che accada il contrario.La tempesta continua di disposizioni, che rivelano il profondo divario tra il comune sentire ed il giudizio apodittico che sottende alle disposizioni emesse, fa emergere reazioni altrettanto convulse da parte di gruppi più o meno disciolti nella massa, che in vari modi protestano e si oppongono a decisioni che sentono lontane dai propri desiderata.In un bailamme confuso, tutti affermano di tutto, senza che si possa pervenire ad un accordo qualsiasi sul da farsi, mentre si perdono di vista i fattori essenziali di giudizio. E di questa situazione profittano i pochi - per fortuna - furbi rimasti, per pescare nel minestrone i bocconi migliori. Per il resto, si procede a tentoni, ormai solo per la platea, come in una sgangherata commedia il cui canovaccio si è perso prima della recita.E si finisce per perseguire un mezzo, Internet, anzichè i colpevoli, coloro che ne abusano, per poter mettere comunque le mani su qualcosa che sembra essere un media molto potente, in grado di influire sulle masse, se opportunamente imbrigliato.Senza comprendere cosa è veramente la rete, se ne ha una sacrosanta paura, e qualsiasi scusa è utilizzata per impadronirsene. Ma quando si arriverà a comprendere che la rete non esiste, che è solo un mezzo con il quale la gente si esprime, e che ridurlo ad una televisione, di stato o di gruppo non ha importanza, potrà significare solo che la gente troverà un altro mezzo per esprimere la sua opinione liberamente?doct.alfridus-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 gennaio 2007 07.46----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 gennaio 2007 07.48-----------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      Re: Ragioniamo:
      :)Ecco purtroppo raramente, ma finalmente in questo Forum si legge qualcosa di ragionato e con un filo logico dall'inizio alla fine, e non i soliti tu non capisci un c...o!! ... Ho ragione io perché urlo più forte !!! Tu sei uno s.....o !!! E così via dicendo....Alla fine si parla di tutt'altro rispetto all'argomento trattato nell'articolo.Ognuno può dire e fare ciò che gli pare all'interno della "media" delle regole di questo Forum, però mi sembra sciocco perdere tempo ad insultarsi anziché cercare di costruire una discussione che porti veramente da qualche parte. Complimenti all'autore di questo commento :) Paperolibero
      • alfridus scrive:
        Re: Ragioniamo:
        Peccato non poterti rimgraziare per nome, ma fa lo stesso...Ho cercato solo di esaminare il problema per quello che è: e non è un granchè bello, ma tant'è. A volte neanche la vita lo è, ma mica la si butta via per questo!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ragioniamo:
      - Scritto da: alfridus
      Quello che accade in rete è, nè più, nè meno,
      quello che accade nel
      mondo..............E' comunque il meglio che puoi attenderti.Non dimenticare però che il concetto di migliore o peggiore è comunque relativo.In generale son d'accordo con te, ma guai a considerare intrinsecamente migliore-magari d'autorità, per mezzo di un dittatore "illuminato", per es.- il desiderio dei migliori rispetto a quello dei peggiori(siano pure essi quelli che per vedere partite di calcio sarebbero disposti a pagare cifre o abbonamenti di ogni tipo senza badare a spese-cosa molto frequente in Italia, per es.).
      Che sarebbe ancora buono, pur tuttavia.

      Questo però non avviene in una democrazia
      rappresentativa - come la nostra - in cui i
      cittadini scelgono i propri rappresentanti non
      fra loro, ma fra quelli proposti dai propri
      rappresentanti: partiti, associazioni di
      opinioni, gruppi di pressione, e quant'altro.
      Finendo per avere dei legiferatori che sono la
      media della media della media: l'essenza della
      mediocrità,
      appunto.Molto però dipende dall'abulia dei cittadini, o almeno di molti di loro.

      Perso per strada tutto il buono possibile, e
      tutto il peggio che ci poteva essere, rimane un
      nutrito gruppo di beceri incompetenti a fare
      quello che fanno, e che si agitano
      disordinatamente in mancanza di un giudizio ed un
      sentire chiaro e forte, mancanza che li fa
      oscillare paurosamente da un eccesso all'eccesso
      opposto.
      Perchè così pessimista?Per strada si perde il peggio come si guadagna il meglio: è insito nella media.Se guardi bene ci sono ancora uomini di buon valore anche in Parlamento in Italia.Ma anche qui, purtroppo, questi nomi hanno un valore relativo, in base alle tue o alle mie opinioni-idee.
      Questo degradamento della democrazia, che si è
      determinato negli anni, è una colpa nostra e di
      chi ci ha preceduto, che ci pesa sulle spalle, e
      che prima o poi dovremo pagare - spero che
      avvenga pacificamente, anche se temo sempre più
      che accada il
      contrario.

      La tempesta continua di disposizioni, che
      rivelano il profondo divario tra il comune
      sentire ed il giudizio apodittico che sottende
      alle disposizioni emesse, fa emergere reazioni
      altrettanto convulse da parte di gruppi più o
      meno disciolti nella massa, che in vari modi
      protestano e si oppongono a decisioni che sentono
      lontane dai propri
      desiderata.

      In un bailamme confuso, tutti affermano di tutto,
      senza che si possa pervenire ad un accordo
      qualsiasi sul da farsi, mentre si perdono di
      vista i fattori essenziali di giudizio. E di
      questa situazione profittano i pochi - per
      fortuna - furbi rimasti, per pescare nel
      minestrone i bocconi migliori. Per il resto, si
      procede a tentoni, ormai solo per la platea, come
      in una sgangherata commedia il cui canovaccio si
      è perso prima della
      recita.

      E si finisce per perseguire un mezzo, Internet,
      anzichè i colpevoli, coloro che ne abusano, per
      poter mettere comunque le mani su qualcosa che
      sembra essere un media molto potente, in grado di
      influire sulle masse, se opportunamente
      imbrigliato.

      Senza comprendere cosa è veramente la rete, se ne
      ha una sacrosanta paura, e qualsiasi scusa è
      utilizzata per impadronirsene. Ma quando si
      arriverà a comprendere che la rete non esiste,
      che è solo un mezzo con il quale la gente si
      esprime, e che ridurlo ad una televisione, di
      stato o di gruppo non ha importanza, potrà
      significare solo che la gente troverà un altro
      mezzo per esprimere la sua opinione
      liberamente?
      Appunto.I migliori sapranno sempre cercare i mezzi migliori per esprimersi, come i peggiori sapranno sempre cercarsi i mezzi per "suicidarsi" (politicamente,economicamente, ecc.)
      • alfridus scrive:
        Re: Ragioniamo:
        Certo che i concetti di migliore e peggiore sono relativi, ci mancherebbe! Apposta si usano i comparativi, e non gli assoluti (ottimo e pessimo)!Pessimista, dici?La situazione è che i migliori sono in netta minoranza, a fronte dei peggiori e dei medii(ocri) messi insieme :-((Ma ti ringrazio delle tue opinioni, che mi sembra concordino con le mie, in linea di massima.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ragioniamo:
          - Scritto da: alfridus

          Pessimista, dici?
          La situazione è che i migliori sono in netta
          minoranza, a fronte dei peggiori e dei
          medii(ocri) messi insieme
          :-((Ma i migliori è ovvio che siano in netta minoranza.Nessuno ambisce ad una società perfetta.Semmai ad una buona, equa (meglio: sostanzialmente equa) società.Perciò non mi preoccuperei tanto del fatto che i migliori siano pochi.Magari sarebbe opportuno preoccuparsi del fatto che vengano ascoltati.
          • alfridus scrive:
            Re: Ragioniamo:
            In genere non vengono ascoltati (dalla maggioranza, che fa numero, e si contano i numeri). Il perchè è abbastanza semplice: i migliori preoccupano e fanno paura, perchè, in genere, sovrastano i mediocri per la loro capacità o cultura, (intendendo con questo termine l'opera di chi si è coltivato, non la cosidetta 'cultura' scolastica), il che li rende non manovrabili;così come i peggiori fanno paura, e preoccupano, per la loro mancanza di moderazione ed intrinseca imprevedibilità (= inaffidabilità), il che li rende non manovrabili.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ragioniamo:
      - Scritto da: alfridus
      Questo però non avviene in una democrazia
      rappresentativa - come la nostra - in cui i
      cittadini scelgono i propri rappresentanti non
      fra loro, ma fra quelli proposti dai propri
      rappresentanti: partiti, associazioni di
      opinioni, gruppi di pressione, e quant'altro.
      Finendo per avere dei legiferatori che sono la
      media della media della media: l'essenza della
      mediocrità,
      appunto.

      Perso per strada tutto il buono possibile, e
      tutto il peggio che ci poteva essere, rimane un
      nutrito gruppo di beceri incompetenti a fare
      quello che fanno, e che si agitano
      disordinatamente in mancanza di un giudizio ed un
      sentire chiaro e forte, mancanza che li fa
      oscillare paurosamente da un eccesso all'eccesso
      opposto.Non sono daccordo sul disordinatamente, sospetto che i gruppi di pressione da cui provengono, o a cui sono contigui, imprimano una direzione ben precisa al loro comportamento.
      Questo degradamento della democrazia, che si è
      determinato negli anni, è una colpa nostra e di
      chi ci ha preceduto, che ci pesa sulle spalle, e
      che prima o poi dovremo pagare - spero che
      avvenga pacificamente, anche se temo sempre più
      che accada il contrario.Fondamentalmente sono daccordo, ma la colpa dei cittadini è in qualche modo assolvibile per il fatto che la società ha impiegato ingenti risorse per appiattirli fino a questo punto.
      • alfridus scrive:
        Re: Ragioniamo:
        Se i gruppi di pressione fossero almeno coerenti tra loro, avresti pienamente ragione; ma ti sembra che sia davvero così? A me sembra di essere la classica rana nel classico stagno dove combattono i classici tori :La società non ha impiegato un bel niente!Forse volevi dire 'le società' (ovvero associazioni di aziende commerciali), e la frase avrebbe un senso: la 'società' siamo noi, mica quegli altri che ci governano: almeno, io non mi ci riconosco!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ragioniamo:1
      Complimenti, post più che mediocre (in senso greco!) Sei sopra la media. D'ora innanzi leggerò tutti i tuoi post.
      Esaminiamo ora la definizione di comportamento
      deviato, per comprendere di cosa stiamo
      parlando.

      E' deviato un comportamento che esula dalle
      regole stabilite dalle disposizioni vigenti:
      queste ultime vengono di solito considerate in
      due categorie distinte: regole civili, quali
      leggi e regolamenti, emessi da autorità
      governative, in rappresentanza almeno teorica del
      popolo che governano; e regole morali, emesse a
      loro volta dalle autorità religiose, in
      rappresentanza del Padre Eterno (ognuno ha il
      proprio, non
      discuto).In psicologia si distingue tra perversione e devianza. La pedofilia è considerata una devianza. L'omosessualità era considerata una perversione da tutta la comunità scientifica fino agli anni 60. Oggi NESSUNO osa definirla nemmeno una devianza, tranne qualche cristianista. Nessuna rivista scientifica osa più pubblicare un articolo dove si affermi che l'omosessualità è una devianza. Se la comunità scientifica cambia idea in questo modo in tre decenni, figuriamoci la politica che segue il più che minimo venticello dell'"opinione pubblica" (che peraltro non rinuncia a deviare, quando possibile)

      In teoria, queste disposizioni dovrebbero essere
      osservate da tutti i cittadini con diligenza,
      perchè dovrebbero essere l'espressione di un
      giudizio e di un sentire
      comune.
      Ma, a questo punto, ci si accorge che esiste un
      notevole scollamento tra quello che è il giudizio
      ed il sentire comune, e quanto invece è
      disposto.
      In teoria, la consuetudine è considerata fonte del diritto.
      E si comincia sospettare che, tutto considerato,
      quanto è disposto non ci trova d'accordo, che è
      presente una massiva deviazione da quanto è
      stabilito a quanto invece si
      fa.
      Per rimediare a questa situazione si può: o
      adeguare le disposizioni ai comportamenti, o
      adeguare questi alle
      disposizioni.Va da sé che i comportamenti si adattano alle disposizioni. Ma questo va bene finché non violano dei diritti. Dovrebbero essere comunque i diritti insiti in alcuni comportamenti a determinare le disposizioni. E cosa sono i diritti, sono comportamenti o condizioni di esistenza considerati irrununciabili. E quando devono essere considerati irrinunciabili? Questa è la fonte del diritto.
      L'alternativa è un continuo braccio di ferro tra
      disposizioni e
      comportamenti.
      I diritti sono la sintesi delle due cose decisa su un accordo o su un patto. Che altrimenti tendono ad "autonomizzarsi" in una guerra di tutti contro tutti

      Per quanto invece attiene alla società civile, in
      un regime di democrazia diretta, il giudizio ed
      il sentire dei più numerosi tende a prevaricare
      quello dei meno numerosi, costringendo questi
      ultimi ad adeguare i propri comportamenti a
      quelli della maggioranza, pena l'esclusione dai
      benefici
      civili.
      La tutela delle minoranze, di diritti minimi irrinunciabili dev'essere garantita in uno stato di diritto quale dovrebbe esserci l' Italia. E quando parliamo di difendere i diritti parliamo sempre di difendere tali diritti minimi che nessuna maggioranza deve poter schiacciare. La maggioranza deve avere al massimo la possibilità di aumentare i propri privilegi, non di calpestare gli altrui diritti.
      I più numerosi, in un insieme qualsiasi,
      costituiscono ciò che si chiama 'media', perchè,
      appunto, esprimono la mediazione tra le
      diversità, ponendo in risalto la parte omogenea
      presente nella totalità dell'insieme; questo
      procedimento matematico tende a tagliar fuori le
      punte estremamente alte, come quelle estremamente
      basse.

      E così, in un gruppo qualsiasi, la media
      rappresenta la parte omogenea, lasciando fuori
      quella peggiore, e quella migliore, e
      comprendendo solo parte di quella un po' più
      buona, e di quella un po' più
      cattiva.
      Accade anche questo: i peggiori e i migliori sono considerati alla stessa stregua. L'ugualianza c'è ma verso il basso.http://punto-informatico.it/pm.aspx?id=1764593&m_id=1767938
      • alfridus scrive:
        Re: Ragioniamo:1
        L'ho dovuto rileggere quattro o cinque volte...Dunque vediamo: credo volessi scrivere 'Va da sè che i comportamenti di adattino alle disposizioni', cioè con un congiuntivo ipotetico, e non con un indicativo affremativo; si stava parlando di devianza dei comportamenti da quanto disposto, quindi ritengo che volessi significare che i comportamenti devono (=dovrebbero) adeguarsi alle disposizioni. Io l'ho interpretata così; mi sbaglio?Che i diritti siano insiti nei comportamenti presuppone che i comportamenti discendano da diritti: ma in questo caso sarebbero coerenti alle disposizioni - tranne si voglia fare il caso di disposizioni che, esse stesse, siano contrarie ai diritti. Ma un simile postulato non trova posto in un ragionamento che vuole essere reale, e non paradossale.I diritti non sono comportamenti: se fosse vera e reale una simile uguaglianza, non avremmo problemi, e neanche questa discussione; l'affermazione che i diritti si identifichino in condizioni esistenziali, per di più irrinunciabili, non solo è contradetta dalla Storia, ma, tanto per stare larghi, che fine hanno fatto i diritti di circa il 70% della popolazione mondiale (e non faccio polemiche, mi fermo qui). Naturalmente, alla luce di quanto appena accennato, identificare l'irrinunciabilità di una certa condizione esistenziale nella fonte del diritto appare solo un'opinione: quella di chi considera irrinunciabile quella certa condizione esistenziale, ad esempio, un serial-killer.Che poi i diritti scaturiscano da una sintesi (greco = unione, accordo) tra disposizioni e comportamenti significa minare definitivamente quella che si usa chiamare la certezza del diritto; che non scaturisce da accordo alcuno, se non da quello che intercorre fra i legiferanti tra loro, nello stabilire le norme di comportamento alle quali legare i cittadini - possibilmente in modo pre-detto, quindi trasparente e certo.La tutela delle minoranze si attua applicando loro le medesime regole dettate per le maggioranze, garantendone in questo modo la parità di trattamento, altro che diritti minimi irrinunciabili. Non confondiamo i diritti con le condizioni di vita: mentre per queste, di epoca in epoca, si sono determinati dei livelli minimi di tollerabilità di volta in volta differenti, e correlati all'opinione corrente al riguardo, l'evolversi del diritto è stato regolato dal susseguirsi delle leggi. E nessuna legge ha mai legiferato in merito al livello di vita che è lecito, o proibito, tenere. In quanto alla maggioranza, ebbene, è pur sempre essa a dettare legge: pensi che si attenga sempre anche al precetto etico di preservare i diritti di coloro che non hanno il potere di legiferare? E' sempre accaduto il contrario, naturalmente.Già. Ho spiegato in un'altra risposta che i mediocri temono sia i migliori, sia i peggiori, perchè non riescono a manovrarli (anche se per ragioni diverse).
    • Anonimo scrive:
      Re: Ragioniamo:2

      E' un concetto affascinante: la maggioranza tende
      ad essere priva del peggio, come del meglio,
      perchè tende ad agglutinare insieme ciò che è più
      comune, una misura media tra il meglio ed il
      peggio che
      c'è.

      Il risultato è definito mediocre (dal greco =
      scelto con
      ponderazione).Non c'è solo questo. Può accadere e di fatto accade che la maggioranza di oggi abbia i caratteri di quella che ieri era la minoranza peggiore. E che la peggiore minoranza oggi sia ancora peggiore. E che i migliori oggi siano quelli che ieri erano la maggioranza dei mediocri. E che solo uno o nessuno sia tra quelli che un tempo erano almeno un minoranza di pochi. Se gli stessi mediocri sono una minoranza, c'è poco da fare.

      Quando, in democrazia, si vota, prevalgono i più,
      che rappresentano la media, e fatalmente le loro
      scelte esprimono un giudizio medio, nè totalmente
      cattivo, nè interamente buono, ed il risultato è
      quello che deve essere: una cosa di mezzo tra il
      peggio ed il
      meglio.Il peggio e il meglio relativo a quel momento...In assoluto quello che chiami il meglio potrebbe appartenere al peggio.

      Che sarebbe ancora buono, pur tuttavia.Buono rispetto a ciò che è più cattivo. Come l'assassino è più buono dell'assassino torturatore.

      Questo però non avviene in una democrazia
      rappresentativa - come la nostra - in cui i
      cittadini scelgono i propri rappresentanti non
      fra loro, ma fra quelli proposti dai propri
      rappresentanti: partiti, associazioni di
      opinioni, gruppi di pressione, e quant'altro.
      Finendo per avere dei legiferatori che sono la
      media della media della media: l'essenza della
      mediocrità,
      appunto.
      Non credo che il problema sia politico. Credo che la politica si al'espressione della società e che la società lo sia degli individui. LA politica è espressione di sé stessa quano è fatta da individui, non da molluschi o da morti di fame. (fame di voti)
      Perso per strada tutto il buono possibile, e
      tutto il peggio che ci poteva essere, rimane un
      nutrito gruppo di beceri incompetenti a fare
      quello che fanno, e che si agitano
      disordinatamente in mancanza di un giudizio ed un
      sentire chiaro e forte, mancanza che li fa
      oscillare paurosamente da un eccesso all'eccesso
      opposto.
      Questo è. Ma chi li vota, la maggioranza di chi li vota, non è meglio di loro. Guardati attorno Cristoddio!
      Questo degradamento della democrazia, che si è
      determinato negli anni, è una colpa nostra e di
      chi ci ha preceduto, che ci pesa sulle spalle, e
      che prima o poi dovremo pagare - spero che
      avvenga pacificamente, anche se temo sempre più
      che accada il
      contrario.Soprattutto di chi ci ha preceduto per quanto riguarda la nostra impotenza di cambiare le cose. Nostra per quanto riguarda la coscienza se non ce l'abbiamo.

      La tempesta continua di disposizioni, che
      rivelano il profondo divario tra il comune
      sentire ed il giudizio apodittico che sottende
      alle disposizioni emesse, fa emergere reazioni
      altrettanto convulse da parte di gruppi più o
      meno disciolti nella massa, che in vari modi
      protestano e si oppongono a decisioni che sentono
      lontane dai propri
      desiderata.Il comune sentire è pur quello che si afferma in politica. Certo tutti si lamentano ma a pagare veramente sono una minoranza. Gli altri si danno la zappa sui piedi, ma hanno tutti le scarpe anti-infortunio. La loro condanna è non poter camminare.

      In un bailamme confuso, tutti affermano di tutto,
      senza che si possa pervenire ad un accordo
      qualsiasi sul da farsi, mentre si perdono di
      vista i fattori essenziali di giudizio. E di
      questa situazione profittano i pochi - per
      fortuna - furbi rimasti, per pescare nel
      minestrone i bocconi migliori. Per il resto, si
      procede a tentoni, ormai solo per la platea, come
      in una sgangherata commedia il cui canovaccio si
      è perso prima della
      recita.Così è.

      E si finisce per perseguire un mezzo, Internet,
      anzichè i colpevoli, coloro che ne abusano, per
      poter mettere comunque le mani su qualcosa che
      sembra essere un media molto potente, in grado di
      influire sulle masse, se opportunamente
      imbrigliato.
      Internet è un miracolo di libertà che durerà pochi anni ancora. Lo ha salvato finora (paradossalmente) la sua relativa inaccessibilità
      Senza comprendere cosa è veramente la rete, se ne
      ha una sacrosanta paura, e qualsiasi scusa è
      utilizzata per impadronirsene. Ma quando si
      arriverà a comprendere che la rete non esiste,
      che è solo un mezzo con il quale la gente si
      esprime, e che ridurlo ad una televisione, di
      stato o di gruppo non ha importanza, potrà
      significare solo che la gente troverà un altro
      mezzo per esprimere la sua opinione
      liberamente?la telepatia
      • Anonimo scrive:
        Re: Ragioniamo:2

        Internet è un miracolo di libertà che durerà
        pochi anni ancora. Lo ha salvato finora
        (paradossalmente) la sua relativa inaccessibilitàCome sei arrivato a questa conclusione?
      • alfridus scrive:
        Re: Ragioniamo:2
        Caro amico 'non autenticato',ho scritta per te una risposta che spero esaustiva, che però ha 'sforato', e di molto, lo spazio concesso di norma, ed è quindi risultata impossibile da inviare.Attendo quindi che ti faccia vivo, segnalando chi sei e qual'è il tuo indirizzo email, per potertela inviare privatamente.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ragioniamo:
      . Ma quando si arriverà a comprendere che la rete non esiste, che è solo un mezzo con il quale la gente si esprime, e che ridurlo ad una televisione, di stato o di gruppo non ha importanza, potrà significare solo che la gente troverà un altro mezzo per esprimere la sua opinione liberamente? L'articolo e' molto interessante . Non mi e' chiaro pero' quest'ultimo passaggio che ho quotato sopra.Puoi illustrarlo ulteriormente?
      • alfridus scrive:
        Re: Ragioniamo:
        L'avvento di Internet ha portato alla luce la voglia di esprimersi della popolazione mondiale, grazie ad un sistema che permette a chiunque di rendere pubblico il proprio pensiero.E' mia opinione che il massiccio utilizzo di questo nuovo strumento di espressione dipenda solo in parte dalla facilità con cui chiunque possa utilizzarlo, ed invece in gran parte dal desiderio di far sapere a tutti come la si pensa, che era largamente presente già prima di Internet.Tralasciando la disamina delle varie reazioni alla scoperta del 'cosa si pensa di ciò' da parte dei burattinai 'maitre à penser', e l'aggressione massiccia delle proposte commerciali veicolate in rete, consideriamo la situazione che si verifica ogniqualvolta si tenti in qualsiasi modo di impedire l'espressione e la circolazione delle idee in rete.La protesta rabbiosa dei più la dice lunga su quanto sentita sia l'esigenza di esprimersi.Non ritengo che - negatagli questa possibilità - tutta la popolazione mondiale si accontenti di starsene zitta di nuovo come prima: una volta scoperchiato il Vaso di Pandora, non c'è mezzo di richiuderlo... è storia vecchia.
  • Anonimo scrive:
    è più pericolosa la politica
    e chi la gestisce, oscuriamo loro.
    • Anonimo scrive:
      Re: è più pericolosa la politica
      quanta difesa della pedopornografia che leggo, vergognatevi
    • Anonimo scrive:
      Re: è più pericolosa la politica
      non sono certo io a dovermi vergognare, ma tu che non sai leggere o forse appartieni alla categoria belligerante permanente, parti premunito e chiedi pure le scuse...Ma vattinne va...
    • Anonimo scrive:
      Re: è più pericolosa la politica
      - Scritto da:
      e chi la gestisce, oscuriamo loro.sono daccordo.
  • Madder scrive:
    Tristezza
    Certo che arrivare a questo punto è davvero triste... ma i genitori che spiegano ai figli di diffidare dalle persone che non conoscono che fine hanno fatto ? Sono gli stessi genitori che lasciano andare i propri figli a scuola vestiti, scusate il termine, da puttanelle e magnaccia ? Oppure sono gli stessi che incitano i figli ad entrare nel favoloso mondo dello spettacolo ? O forse sono quelli che se ne fregano di cosa fanno/dove sono/chi frequentano e l'importante è che siano a casa per le 2 di notte ? Poi vediamo le discriminanti: qual è l'età per poter definire se si tratta di pedo o di "normale" porno ? quel è l'attività ripresa per poter definire se si tratta di arte o di porno ? è solo l'età a poter definire se si tratta di pedopornografia o meno ? lo stato mentale, la cultura, la capacità di difendersi, il libero arbitrio ? Vediamo un po'. Un orgoglioso genitore mostra la foto del proprio pargolo appena nato, coperto appena da un asciugamano, ai colleghi, poi la pubblica orgoglioso sul suo sitarello personale (la home page offerta dal provider). Una sedicenne viene fotografata in discoteca mentre la minigonna lascia scoperta una parte del tanga. La foto finisce sul sito internet della discoteca. Una quindicenne viene autorizzata dalla madre a prendere il sole in topless in spiaggia. Il fratello scatta la foto della famiglia che prende il sole e la pubblica sul suo blog. Sia chiaro che aborro la pedopornografia, ma sono anche sicuro che queste norme non avranno praticamente nessun effetto. Madder
    • aghost scrive:
      Re: Tristezza

      Poi vediamo le discriminanti:
      qual è l'età per poter definire se si tratta di
      pedo o di "normale" porno ?

      quel è l'attività ripresa per poter definire se
      si tratta di arte o di porno ?la cosa più agghiacciante è la creazione del "Comitato", cioè del (fa già ridere a sentirlo nominare) "Centro nazionale per il contrasto della pedopornografia", insomma una specie di commissione censura dove il Fioroni di turno stabilirà quanta porzione di tetta puoi vedere :)Oppure se il culo x è pornografico e quello y è artistico o meno.Terrificante!http://www.aghost.wordpress.com/
      • Anonimo scrive:
        Re: Tristezza
        - Scritto da: aghost



        Poi vediamo le discriminanti:

        qual è l'età per poter definire se si tratta di

        pedo o di "normale" porno ?



        quel è l'attività ripresa per poter definire se

        si tratta di arte o di porno ?

        la cosa più agghiacciante è la creazione del
        "Comitato", cioè del (fa già ridere a sentirlo
        nominare) "Centro nazionale per il contrasto
        della pedopornografia", insomma una specie di
        commissione censura dove il Fioroni di turno
        stabilirà quanta porzione di tetta puoi vedere
        :)
        Oppure se il culo x è pornografico e quello y è
        artistico o
        meno.

        Terrificante!

        http://www.aghost.wordpress.com/ah questi comunisti!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Tristezza
        - Scritto da: aghost



        Poi vediamo le discriminanti:

        qual è l'età per poter definire se si tratta di

        pedo o di "normale" porno ?



        quel è l'attività ripresa per poter definire se

        si tratta di arte o di porno ?

        la cosa più agghiacciante è la creazione del
        "Comitato", cioè del (fa già ridere a sentirlo
        nominare) "Centro nazionale per il contrasto
        della pedopornografia", insomma una specie di
        commissione censura dove il Fioroni di turno
        stabilirà quanta porzione di tetta puoi vedere
        :)
        Oppure se il culo x è pornografico e quello y è
        artistico o
        meno.

        Terrificante!ahahaha vero, ottima osservazione :D
    • Mad_Griffith scrive:
      Re: Tristezza
      Non hai tutti i torti. Però una cura in più come questa non può far altro che bene, no?
      • Anonimo scrive:
        Re: Tristezza

        Non hai tutti i torti. Però una cura in più come
        questa non può far altro che bene, no?No!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Tristezza
        - Scritto da: Mad_Griffith
        Non hai tutti i torti. Però una cura in più come
        questa non può far altro che bene,
        no?Dipende...se con la scusa del sito "pedoporno" ti mettono in blocco anche siti che con il pedoporno non hanno nulla a che vedere, dopo cosa fai ?Da noi le varie leggi e norme sono, moralmente e tecnicamente, volte a migliorare la vita dei cittadini onesti.Il problema si presenta quando vengono applicate da persone inette, incompetenti, inesperte e disoneste, che plasmano le leggi e le norme per fare i loro comodi.
      • Madder scrive:
        Re: Tristezza
        Forse, oppure farà più danni perchè molti utenti si sentiranno in grado di dire "se non è stato bloccato dal governo, allora posso navigarci tranquillamente"... le famiglie a loro volta potranno pensare "faccio navigare il mio figlioletto tranquillamente, tanto c'è il governo che veglia".
        • wuis scrive:
          Re: Tristezza
          esatto e il risultato quale sara'?quello di sempre, niente di nuovo, i siti che ora espongono in bella vista il materiale "pedoporno" non faranno altro che oscurarlo o proteggerlo con accessi autorizzati solo a pochi ecc.. e cosi' fregheranno tutti.Io non so' cosa accadra' davvero, ma sono una di quelle persone che tiene all'educazione dei figli, e come finora io stessa sono stata in grado di utilizzare la rete senza brutti incontri, sono certa che lo saranno anche loro.Come dice giustamente Madder basta un po' di accortezza in piu' e soprattutto un'educazione alla base, non puoi imporre certi concetti ad un'adolescente, devi cominciare da quando è piccolo, facendogli presente che esiste il lupo cattivo e che non è solo nella favola di cappuccetto rosso....-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 gennaio 2007 11.13-----------------------------------------------------------
      • uguccione500 scrive:
        Re: Tristezza
        ...assolutamente non farà bene no... Anzi, la gente si sentirà più protetta da una cosa del genere senza considerare che il pornografo è dietro l'angolo impunito MA SENZA CONNESSIONE INTERNET (leggi: senza che il diavolo ci entri in casa!)... Bello sentirsi protetti ma avere il pericolo alle spalle, sissì!Che governo delle balle: invece di tenere in galera certa gente condona e li fa uscire: io continuo a proporre la castrazione fisica (il taglio del pisello, per intenderci) er chi si dichiara infermo di mente e QUINDI PORNOGRAFO INFANTILE, ma qui in Italia nessuno mi ascolta! Stai tranquillo che da uno psicologo, prima che ti taglino il passerotto, un saltino ce lo fa! E comunque anche se fosse una norma rivoluzionaria che funziona davvero, c'andrebbe uno squadrone di poliziotti in ufficio che qui in Italia non possiamo avere perchè malpagati e buttati a fermare le macchine "a caxxo" solo per n controllo e per fermare quei quattro impasticcati del sabato sera e del "dopo discoteca"... Che squallore...
        • Anonimo scrive:
          Re: Tristezza
          Se fossimo nel paese dei tuoi sogni perderesti subito la lingua
          • uguccione500 scrive:
            Re: Tristezza
            ...nel paese dei miei sogni non ci sono pedofili e compagnia malata del genere...purtroppo questo non esiste e devo replicare a leggi insulse come quelle appena approvate che come windows non risolvono i problemi, bensì li aggirano con una pezza... VERAMENTE SQUALLIDO!
    • Anonimo scrive:
      Re: Tristezza

      quel è l'attività ripresa per poter definire se
      si tratta di arte o di porno ?Per la legge attuale:lo deciderà il giudice, intanto ti sequestriamo tutto (tassatività della legge=0)

      è solo l'età a poter definire se si tratta di
      pedopornografia o meno ? Per la legge attuale: è sufficiente che provochi qualche pensiero turbolento nella mente di Don Fortunatolo stato mentale, la
      cultura, la capacità di difendersi, il libero
      arbitrio ?Per la legge attuale: è pornografia qualsiasi materiale denunciato da chiunque quando la denuncia arriva nelle mani del magistrato sbagliato
    • Anonimo scrive:
      Re: Tristezza
      - Scritto da: Madder
      Certo che arrivare a questo punto è davvero
      triste... ma i genitori che spiegano ai figli di
      diffidare dalle persone che non conoscono che
      fine hanno fatto ?
      Sono diventati nonni.

      Sono gli stessi genitori che lasciano andare i
      propri figli a scuola vestiti, scusate il
      termine, da puttanelle e magnaccia ?
      No, è la "nuova generazione" di genitori.

      Oppure sono gli stessi che incitano i figli ad
      entrare nel favoloso mondo dello spettacolo ?
      Si.

      O forse sono quelli che se ne fregano di cosa
      fanno/dove sono/chi frequentano e l'importante è
      che siano a casa per le 2 di notte ?
      Si.

      Sia chiaro che aborro la pedopornografia, ma sono
      anche sicuro che queste norme non avranno
      praticamente nessun effetto.
      Però faranno bene alla carriera di qualche politico e saranno ben viste dalla stampa. Più che sufficiente.
  • Anonimo scrive:
    Siti pedofili? Siti?
    Ma... siamo sicuri?No dico, SITI pedofili?Cioè pagine WEB con la loro bella gallery con le thumbnail dei bambini?Magari indicizzati su Google...A me tutta sta cosa lascia perplesso. Fossi uno spacciatore di materiale pedopornografico l'ultima cosa che farei al mondo è tirar su un sito e riempirlo di foto.Tanto vale andare in giro con un'etichetta stampata sulla fronte e tanti saluti.Presumo che i canali di distribuzione siano altri, sistemi di file sharing in primis, magari chat dove incontrarsi e acquistare/scambiare materiale ecc...Ma i siti... i SITI... boh...M.
    • Anonimo scrive:
      Re: Siti pedofili? Siti?
      - Scritto da:
      Ma... siamo sicuri?

      No dico, SITI pedofili?
      Cioè pagine WEB con la loro bella gallery con le
      thumbnail dei
      bambini?
      Magari indicizzati su Google...

      A me tutta sta cosa lascia perplesso. Fossi uno
      spacciatore di materiale pedopornografico
      l'ultima cosa che farei al mondo è tirar su un
      sito e riempirlo di
      foto.
      Tanto vale andare in giro con un'etichetta
      stampata sulla fronte e tanti
      saluti.

      Presumo che i canali di distribuzione siano
      altri, sistemi di file sharing in primis, magari
      chat dove incontrarsi e acquistare/scambiare
      materiale
      ecc...

      Ma i siti... i SITI... boh...


      M.la tua perplessità è anche la mia ... ma i siti pedofili non erano già illegali? allora perché ci voleva questo decreto? ... siamo sicuri che invece dei siti pedofili non si vogli colpire la pornografia in generale?
      • Anonimo scrive:
        Re: Siti pedofili? Siti?

        la tua perplessità è anche la mia ... ma i siti
        pedofili non erano già illegali? allora perché ci
        voleva questo decreto? ... siamo sicuri che
        invece dei siti pedofili non si vogli colpire la
        pornografia in
        generale?Come minimo chi utilizza questo materiale fa uso di reti protette o private.Crittografia sul p2p (mute o giu' di li) criptazione pesante dei file, codici e codicilli vari per camuffare foto e altro materiale compromettente.Poi di mezzi per nascondersi in rete ce ne sono a bizzeffe, sicuramente quelli che ho elencato sono solo alcuni esempi banali.Trovo anche io poco probabile che tutto avvenga alla luce del sole, in un bel sito indicizzato e facilemente accessibile.Non fosse altro perche' dietro la pedopornografia si nasconde un business miliardario, e quindi chi diffonde il materiale ha tutto l'interesse che tale materiale resti il piu' riservato possibile per i non-paganti che non sono nel giro.L'ho scritto decine di volte, lo ribadisco : se volessero fermare la pedofilia in rete, gli basterebbe infiltrarsi spacciandosi per pedofili e beccare alla radice chi gestisce il tutto.Il materiale circola perche' c'e' chi lo produce, fermata la produzione, si ferma anche la distribuzione.
        • Anonimo scrive:
          Re: Siti pedofili? Siti?

          Il materiale circola perche' c'e' chi lo produce,
          fermata la produzione, si ferma anche la
          distribuzione.Mi domando: se la polizia si spaccia per cliente di un sito pedo e paga, non si possono seguire i movimenti bancari?Deduco che ogni altra operazione sia una caccia alle streghe.
          • Anonimo scrive:
            Re: Siti pedofili? Siti?
            - Scritto da:


            Il materiale circola perche' c'e' chi lo
            produce,

            fermata la produzione, si ferma anche la

            distribuzione.

            Mi domando: se la polizia si spaccia per cliente
            di un sito pedo e paga, non si possono seguire i
            movimenti
            bancari?

            Deduco che ogni altra operazione sia una caccia
            alle
            streghe.Caccia alle streghe no, pero' e' chiaro che colpire i pesci piccoli non fermera' mai ne' tantomeno rallentera' il fenomeno.E' la solita politica del "facciamo un po' di scena per l'elettorato" che va tanto in voga di recente nei grandi paesi democratici...
  • Anonimo scrive:
    Re: Alcuni (scomodi) interrogativi
    Giusto per rispondere ad una tua domanda. Secondo il codice penale sotto i 14 anni qualsiasi attività sessuale è da considerarsi reato.Al di sopra no.Questo non vuol dire che si possa produrre pornografia con minori.Paradossalmente sei libero di far sesso con un/a 15enne ma nn produrre materiale pornografico.
    • Anonimo scrive:
      Re: Alcuni (scomodi) interrogativi

      Paradossalmente sei libero di far sesso con un/a
      15enne ma nn produrre materiale
      pornografico.Spero siate in grado di capire la differenza.Uno è un atto che se davvero "consensuale" (e qui ci sarebbe da discutere per anni cosa singifica "consensuale" per un 15enne) si svolge in privato tra due persone.Il secondo, la distribuzione di materiale pedopornografico, è certamente una violazione grave perché supera la dimensione privata e fa parte di un traffico tanto illegale quanto disgustoso.
      • Anonimo scrive:
        Re: Alcuni (scomodi) interrogativi
        - Scritto da:

        Paradossalmente sei libero di far sesso con un/a

        15enne ma nn produrre materiale

        pornografico.


        Spero siate in grado di capire la differenza.

        Uno è un atto che se davvero "consensuale" (e qui
        ci sarebbe da discutere per anni cosa singifica
        "consensuale" per un 15enne) si svolge in privato
        tra due
        persone.

        Il secondo, la distribuzione di materiale
        pedopornografico, è certamente una violazione
        grave perché supera la dimensione privata e fa
        parte di un traffico tanto illegale quanto
        disgustoso.Lasciando da parte i giudizi morali. E' più facile superare il dubbio se il minore sia consensuale o meno sul farsi scattare delle immagini o sul fare sesso? Se il minore acconsente (con il permesso dei genitori) a farsi fare delle foto non dico pornografiche, ma di nudo, anzi magari nemmeno di nudo, ma che possono avere un certo erotismo (come è il caso di noti fotografi che hanno avuto tutti problemi a causa dei cristianisti, vedi Sally Mann) CHE COSA C'E' DI MALE? Non dubito che anche quei siti saranno oscurati.
  • Anonimo scrive:
    Evitare il ritardo delle 6 ore
    Gli si mette a disposizione un cgi/script/asp/php/mboh e inibiscono direttamenteloro i vhost ?Perchè se mandano la comunicazione alle 17.00 in molti provider piccoli poi non ci trovi nessuno.Farlo a mano ? NaaaE se vai in vacanza ? Dev'esserci per forza sempre qualcuno con le competenze tecniche per fare il lavoro.Direte voi... ma quale provider manda in vacanza i "tennici" e rimane senza ? Ce n'è, ce n'è...
  • Anonimo scrive:
    coerenza
    Bhe decisamente coerente con quello che ha affermato il 16 dicembre nel suo sito www.paologentiloni.it. Cito dal sito in questione post "Niente muraglie cinesi" un piccolo passo:"Primo, ciò che non si può e non si deve fare. Non è possibile imporre blocchi o filtri centralizzati: sarebbe politicamente sbagliato, oltre ad essere tecnicamente assai poco praticabile."
    • Anonimo scrive:
      Re: coerenza
      Ora mando una mail al Sig. Gentiloni chiedendogli di rispondere almeno a 10 dei post in questo articolo, vediamo che si inventa :D
  • Anonimo scrive:
    6 ore
    ma siamo tutti impazzitiinvece di arrestare questi animali noi da bravi italiani che facciamo????????????blokkiamo solo l'ip ma percortesia andate a lavorare
    • Anonimo scrive:
      Re: 6 ore
      - Scritto da:
      ma siamo tutti impazziti
      invece di arrestare questi animali noi da bravi
      italiani che
      facciamo????????????

      blokkiamo solo l'ip
      ma percortesia andate a lavorarela luna e il dito.. eh si ! :(
  • Bombardiere scrive:
    L'ho detto e lo ripeto
    Allora, esiste una netta distinsione tra i siti di scommesse online e i siti pedofili. I siti di scommesse sono solamente una questione di soldi, quelli pedofili sono torture su delle povere anime innocenti. L'oscuramento dei siti pedofili non è una soluzione ma una STREFOTTENZA BELLA E BUONA. E' solamente un tentativo di emarginare il problema e di mettersi a posto con la coscienza. Tra l'altro ai pedofili se l'italia non vede sti siti non gli cambia più di tanto per due ragioni:1) In america sono 300 milioni di persone e guarda caso la stragrande maggioranza dei siti pedofili è americana... Senza aggiungere la CINA E LA THAILANDIA. L'italia conta poco più di 58.000.000 di abitanti.2) Oscurato un sito se ne apre un altro.I soldi che il governo dovrebbe stanziare per la lotta alla pedofilia ha pensato bene di tenerseli in saccoccia e di far sobbarcare la spesa ai provider.... cosi siamo tutti apposto con la coscienza!! MA PERFAVORE!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: L'ho detto e lo ripeto
      - Scritto da: Bombardiere
      Allora, esiste una netta distinsione tra i siti
      di scommesse online e i siti pedofili. I siti di
      scommesse sono solamente una questione di soldi,
      quelli pedofili sono torture su delle povere
      anime innocenti. L'oscuramento dei siti pedofili
      non è una soluzione ma una STREFOTTENZA BELLA E
      BUONA. E' solamente un tentativo di emarginare il
      problema e di mettersi a posto con la coscienza.No.La ragione è una sola: imbrigliare gradualmente la rete, televisivizzarla (cioè ridurla a pochi 'canali') e politicizzarla (cioè spartirsi i 'canali'). Se puoi censurare un sito poi li puoi censurare tutti: Scommesse, c'è già chi vuole la muraglia cinese per porno e violenza (sempre per tutelare i minori, certo....) Ma intanto coi siti per scommesse è già passato un altro provvedimento pericoloso: il sito "illegale" che paga la tassa allo stato diventa legale e può essere raggiunto. Passato questo concetto, l'internazionalità della rete viene meno: basta bloccare TUTTI i siti esteri e chi vorrà trasmettere in Italia dovrà pagare la gabella (da alzare progresivamente per fare cassa) e uniformarsi a tutte le norme cretine del paese. E tanti saluti a Internet.
      • Anonimo scrive:
        Re: L'ho detto e lo ripeto
        - Scritto da:

        - Scritto da: Bombardiere

        Allora, esiste una netta distinsione tra i siti

        di scommesse online e i siti pedofili. I siti di

        scommesse sono solamente una questione di soldi,

        quelli pedofili sono torture su delle povere

        anime innocenti. L'oscuramento dei siti pedofili

        non è una soluzione ma una STREFOTTENZA BELLA E

        BUONA. E' solamente un tentativo di emarginare
        il

        problema e di mettersi a posto con la coscienza.

        No.
        La ragione è una sola: imbrigliare gradualmente
        la rete, televisivizzarla (cioè ridurla a pochi
        'canali') e politicizzarla (cioè spartirsi i
        'canali'). Se puoi censurare un sito poi li puoi
        censurare tutti: Scommesse, c'è già chi vuole la
        muraglia cinese per porno e violenza (sempre per
        tutelare i minori, certo....) Ma intanto coi siti
        per scommesse è già passato un altro
        provvedimento pericoloso: il sito "illegale" che
        paga la tassa allo stato diventa legale e può
        essere raggiunto.

        Passato questo concetto, l'internazionalità della
        rete viene meno: basta bloccare TUTTI i siti
        esteri e chi vorrà trasmettere in Italia dovrà
        pagare la gabella (da alzare progresivamente per
        fare cassa) e uniformarsi a tutte le norme
        cretine del paese.


        E tanti saluti a Internet.Grazie al cielo qualcuno sveglio e poco populista c'é ancora in giro. Ottima osservazione.
  • Wakko Warner scrive:
    Come bypassare la censura
    Se trattasi della ridicola implementazione con blocco DNS (l'unica che sembra possibile visto che bloccare un IP significa bloccare un server intero quindi centinaia di siti in un colpo solo senza distinzione) allora basta opendns (www.opendns.org).Se invece implementano la follia del blocco IP, allora con Tor (tor.eff.org) si bypasserà anche questo filtro.Comunque, rimango in attesa di vedere cosa si inventeranno.
    • Anonimo scrive:
      Re: Come bypassare la censura
      ...ummmmm.....Non è che bloccando da parte del provider con firewall il servizio DNS di operatori diversi dal tuo provider, opendns non lo potrai più raggiungere?Saluti................Enrico (c64)(linux)P.S. Sono contrario a questa iniziativa, soprattutto perchè molto "fumosa".Inoltre il blocco dell'IP (e quindi di un intero server) si presta MOLTO al bloccare SITI SCOMODI CON LA SCUSA DEL PEDOPORNO @^
      • Wakko Warner scrive:
        Re: Come bypassare la censura
        - Scritto da:
        Non è che bloccando da parte del provider con
        firewall il servizio DNS di operatori diversi dal
        tuo provider, opendns non lo potrai più
        raggiungere?Si, potrebbero farlo, anche se improbabile (danneggerebbe operatori come appunto opendns senza motivo), in tal caso rimarrebbe Tor oppure inserire nel proprio file hosts nome e IP dei siti oscurati.Personalmente ritengo il pedoporno un puro e semplice spauracchio. Non credo nella menzogna che sesso+minori=male e non credo nella menzogna che fotobimbinudi=violenza. Si tratta di balle usate dai moralisti per imporre la propria morale su tutti gli altri. Naturalmente sono contrario alla *violenza* su chiunque, bambini inclusi, ma oggi con la parola "violenza" si vuole definire anche cose che con la violenza non hanno nulla a che fare, come il sesso o il porno o addirittura il semplice nudo per l'appunto.
        • Anonimo scrive:
          Re: Come bypassare la censura

          Personalmente ritengo il pedoporno un puro e
          semplice spauracchio. Non credo nella menzogna
          che sesso+minori=male e non credo nella menzogna
          che fotobimbinudi=violenza. Si tratta di balle
          usate dai moralisti per imporre la propria morale
          su tutti gli altri. Naturalmente sono contrario
          alla *violenza* su chiunque, bambini inclusi, ma
          oggi con la parola "violenza" si vuole definire
          anche cose che con la violenza non hanno nulla a
          che fare, come il sesso o il porno o addirittura
          il semplice nudo per
          l'appunto.Wakko, i bambini *vanno* tutelati perche' sono deboli e incapaci di difendersi. Il sesso propinato ai bambini impreparati ad affrontarne profondita' e importanza E' violenza. che si tratti di violenza fisica o psichica, sempre di violenza si tratta.Ne riparleremo quando avrai dei figli e capirai cosa vuol dire. Fatto salvo questo caposaldo indiscutibile: TUTELARE I MINORI, qualunque altra forma di censura e' intollerabile.
          • NaturaInnocence scrive:
            Re: Come bypassare la censura

            Wakko, i bambini *vanno* tutelati perche' sono
            deboli e incapaci di difendersi. Il sesso
            propinato ai bambini impreparati ad affrontarne
            profondita' e importanza E' violenza. che si
            tratti di violenza fisica o psichica, sempre di
            violenza si
            tratta.

            Ne riparleremo quando avrai dei figli e capirai
            cosa vuol dire.


            Fatto salvo questo caposaldo indiscutibile:
            TUTELARE I MINORI, qualunque altra forma di
            censura e'
            intollerabile.bambini =! minoribambini è sottoinsieme di minoriessere minori è condizione necessaria ma non sufficiente per essere bambini
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da:
            Wakko, i bambini *vanno* tutelati perche' sono
            deboli e incapaci di difendersi.Tutela i tuoi figli come ti pare, possibilmente cercando di non limitare la mia libertà.Tu puoi ritenere che i tuoi figli non debbano venire a contatto con il sesso, io posso ritenere che queste siano sciocchezze.Sesso NON è uguale a violenza, né tantomeno lo è il puro e semplice nudo.Il sesso è una cosa NATURALE, la fobia verso sesso e nudo invece NON lo è.Ci sono foto di nudi di bambini del tutto legittime, fatte con tanto di presenza dei genitori o nel caso in cui, una volta adulti, essi decidano di pubblicarle... eppure questo rientra nella definizione di pedopornografia.Ma non solo, tale definizione include anche ragazzi dai 14 ai 18... e questo è tanto sciocco che persino gli stessi ragazzi, se si scattano una foto e poi la distribuiscono DI LORO VOLONTÀ rischiano la _galera_ oltre che una bella macchia sulla fedina penale per produzione e spaccio di materiale pedopornografico.
            Il sesso
            propinato ai bambini impreparati ad affrontarne
            profondita' e importanza E' violenza.No, non lo è, in nessun modo.
            che si
            tratti di violenza fisica o psichica, sempre di
            violenza si
            tratta.No.
            Ne riparleremo quando avrai dei figli e capirai
            cosa vuol dire.Insomma stai cercando di trasmettere la tua paura agli altri usando a sproposito parole come "violenza" per cose che di violenza non hanno proprio nulla.Te l'ho già detto, ritieni che i tuoi figli non siano pronti per certe esperienze? Benissimo, decidi su di loro e limitati a questo.
            Fatto salvo questo caposaldo indiscutibile:
            TUTELARE I MINORI, qualunque altra forma di
            censura e'
            intollerabile.Qualunque forma di censura è intollerabile, QUESTA inclusa.
          • Herbrand79 scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da: Wakko Warner

            Tutela i tuoi figli come ti pare, possibilmente
            cercando di non limitare la mia libertà.Frase ambigua, e concetto egoista. No, io istituzione tendo a tutelare TUTTI i bambini, non soltanto quelli che hanno genitori in gradi di proteggerli.
            Tu puoi ritenere che i tuoi figli non debbano
            venire a contatto con il sesso, io posso ritenere che queste siano sciocchezze.Poveri i tuoi figli. Vedi, se non esistesse lo Stato che tutela _tutti_ i bambini potrebbero essercene di così sfortunati da avere te come padre. Ma credo proprio che non troverai nessuna donna che voglia essere madre e condivida il tuo pensiero. Per fortuna.
            Il sesso è una cosa NATURALE, la fobia verso
            sesso e nudo invece NON lo è.Se parli di "naturale" in termini biologici, cioè collegato alla naturale presenza degli istinti e degli impulsi sessuali, allora non puoi dimenticare qua'è il suo fine è cioè la procreazione; in quest'ottica esistono dei limiti biologici da cui, per interesse sia della madre e del concepito, è opportuno attenersi.Altrimenti puoi girare la frittata come ti pare ma è una forma di egoismo -- che tra adulti consenziente può essere lecita, non fraintendiamo.In ogni caso solo una persona malata e perversa vorrebbe fare sesso con dei bambini.
            Qualunque forma di censura è intollerabile,
            QUESTA inclusa.Banale e scontato cliché relativista: questa è una fallacia logica bella e buona.Mi chiedo quale sia la tua posizione verso il concetto, laico e razionale, della Golden Rule ("non fare agli altri quello che non vuoi sia fatto a te").

            Il sesso

            propinato ai bambini impreparati ad affrontarne

            profondita' e importanza E' violenza.

            No, non lo è, in nessun modo.Insulti e minacce non servono più di tanto, specialmente in un luogo in cui impersonalità e anonimato sono così largamente accessibili come la rete.Questo tuttavia non mi impedisce di esprimere tutto il mio disgusto e ribrezzo per gli esseri come te: mi turba il pensiero che, sotto quella coltre impenetrabile di individualismo e sozzura, ci sia un altro essere umano, un mio simile.Non so quale trauma infantile abbia contribuito a renderti quello che sei, quello che mi preoccupa è che giovani innocenti potrebbero subirne a loro volta le conseguenze. Per questo ringrazio che esistono persone che, a prescindere dall'ideologia e dalla politica e semplicemente in nome della comune umanità, difenderanno sempre i più deboli dagli orchi di ogni genere.
          • Herbrand79 scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            http://en.wikipedia.org/wiki/Ethic_of_reciprocityNon sono a conoscenza di chi l'abbia definita per primo in questo modo, ma è una notazione molto diffusa ovunque si discuta di etica. Secondo molti, me compreso, è una base irrinunciabile di morale naturale comune da difendere con ogni mezzo.
          • reXistenZ scrive:
            Re: Come bypassare la censura

            http://en.wikipedia.org/wiki/Ethic_of_reciprocity
            Grazie della segnalazione.
            Non sono a conoscenza di chi l'abbia definita per
            primo in questo modo, ma è una notazione molto
            diffusa ovunque si discuta di etica. Secondo
            molti, me compreso, è una base irrinunciabile di
            morale naturale comune da difendere con ogni
            mezzo.Ed è quella che viene purtroppo ipocritamente violata più di frequente, in tutti gli ambiti della nostra vita sociale. In politica per esempio, ogni cinque anni le accuse dei due schieramenti sono le stesse anche se a parti invertite. :(
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da: Herbrand79blah blah blah

            Insulti e minacce non servono più di tanto,
            specialmente in un luogo in cui impersonalità
            e
            anonimato sono così largamente accessibili come
            la
            rete.chiaro, anche perche' un altro tuo post ti e' gia stato cassato per insulti. Qundi devi usare garbo nell'esprimere tutto il tuo disprezzo per le idee che non ti garbano.
            Questo tuttavia non mi impedisce di esprimere
            tutto il mio disgusto e ribrezzo per gli esseri
            come te: mi turba il pensiero che, sotto quella
            coltre impenetrabile di individualismo e sozzura,
            ci sia un altro essere umano, un mio
            simile.retorica, peraltro infantile.
          • Herbrand79 scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            E lo scopo di questo post è...?
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            lo scopo del post e' pari a quello dei tuoi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura

            Vedi, se non esistesse lo
            Stato che tutela _tutti_ i bambini potrebbero
            essercene di così sfortunati da avere te come
            padre. QUOTO
          • Godai Yusaku scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da:

            Vedi, se non esistesse lo

            Stato che tutela _tutti_ i bambini potrebbero

            essercene di così sfortunati da avere te come

            padre.


            QUOTO
            Non "potrebbero" ma SICURAMENTE.. Il 90% degli stupri avviene in famiglia e lui ormai si è svelato per quello che è.. Possa Dio avere pietà di quelle povere creature..
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da: Herbrand79
            - Scritto da: Wakko Warner



            Tutela i tuoi figli come ti pare, possibilmente

            cercando di non limitare la mia libertà.

            Frase ambigua, e concetto egoista. No, io
            istituzione tendo a tutelare TUTTI i bambini, non
            soltanto quelli che hanno genitori in gradi di
            proteggerli.


            Tu puoi ritenere che i tuoi figli non debbano

            venire a contatto con il sesso, io posso
            ritenere che queste siano
            sciocchezze.

            Poveri i tuoi figli. Vedi, se non esistesse lo
            Stato che tutela _tutti_ i bambini potrebbero
            essercene di così sfortunati da avere te come
            padre. Ma credo proprio che non troverai nessuna
            donna che voglia essere madre e condivida il tuo
            pensiero. Per
            fortuna.


            Il sesso è una cosa NATURALE, la fobia verso

            sesso e nudo invece NON lo è.

            Se parli di "naturale" in termini biologici, cioè
            collegato alla naturale presenza degli istinti e
            degli impulsi sessuali, allora non puoi
            dimenticare qua'è il suo fine è cioè la
            procreazione; in quest'ottica esistono dei limiti
            biologici da cui, per interesse sia della madre e
            del concepito, è opportuno
            attenersi.

            Altrimenti puoi girare la frittata come ti pare
            ma è una forma di egoismo -- che tra adulti
            consenziente può essere lecita, non
            fraintendiamo.
            In ogni caso solo una persona malata e perversa
            vorrebbe fare sesso con dei
            bambini.


            Qualunque forma di censura è intollerabile,

            QUESTA inclusa.

            Banale e scontato cliché relativista: questa è
            una fallacia logica bella e
            buona.
            Mi chiedo quale sia la tua posizione verso il
            concetto, laico e razionale, della Golden Rule
            ("non fare agli altri quello che non vuoi sia
            fatto a
            te").



            Il sesso


            propinato ai bambini impreparati ad
            affrontarne


            profondita' e importanza E' violenza.



            No, non lo è, in nessun modo.

            Insulti e minacce non servono più di tanto,
            specialmente in un luogo in cui impersonalità e
            anonimato sono così largamente accessibili come
            la
            rete.
            Questo tuttavia non mi impedisce di esprimere
            tutto il mio disgusto e ribrezzo per gli esseri
            come te: mi turba il pensiero che, sotto quella
            coltre impenetrabile di individualismo e sozzura,
            ci sia un altro essere umano, un mio
            simile.
            Non so quale trauma infantile abbia contribuito a
            renderti quello che sei, quello che mi preoccupa
            è che giovani innocenti potrebbero subirne a loro
            volta le conseguenze. Per questo ringrazio che
            esistono persone che, a prescindere
            dall'ideologia e dalla politica e semplicemente
            in nome della comune umanità, difenderanno sempre
            i più deboli dagli orchi di ogni
            genere.QUOTO OGNI *SINGOLA* PAROLA.Wakko visto quello che scrivi tu hai davvero bisogno di farti aiutare. Credimi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            ecco, vediamo di finirla di quotare a cazzo. La netiquette da questa parti e' del tutto sconosciuta.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da: Herbrand79
            - Scritto da: Wakko Warner



            Tutela i tuoi figli come ti pare, possibilmente

            cercando di non limitare la mia libertà.

            Frase ambigua, e concetto egoista. No, io
            istituzione tendo a tutelare TUTTI i bambini, non
            soltanto quelli che hanno genitori in gradi di
            proteggerli.Non vedo nulla di ambiguo nel difendere i propri diritti. E la libertà è il diritto fondamentale.


            Tu puoi ritenere che i tuoi figli non debbano

            venire a contatto con il sesso, io posso
            ritenere che queste siano
            sciocchezze.

            Poveri i tuoi figli. Vedi, se non esistesse lo
            Stato che tutela _tutti_ i bambini potrebbero
            essercene di così sfortunati da avere te come
            padre. Ma credo proprio che non troverai nessuna
            donna che voglia essere madre e condivida il tuo
            pensiero. Per
            fortuna.Poveri dal tuo punto di vista moralista... Lo stato dovrebbe tutelare i diritti dei figli anche da genitori bigotti. D'altra parte ritengo che un genitore abbia il dovere di difendere i propri figli da leggi bigotte/populiste fatte da politici senz'anima


            Il sesso è una cosa NATURALE, la fobia verso

            sesso e nudo invece NON lo è.

            Se parli di "naturale" in termini biologici, cioè
            collegato alla naturale presenza degli istinti e
            degli impulsi sessuali, allora non puoi
            dimenticare qua'è il suo fine è cioè la
            procreazione; in quest'ottica esistono dei limiti
            biologici da cui, per interesse sia della madre e
            del concepito, è opportuno
            attenersi.Questo è unicamente il punto di vista cattolico. Sei cattolico? non tutti lo sono. Mi viene in mente quel padre che ha ucciso e poi sotterrato sua figlia perché il suo ragazzo non era mussulmano, era meglio per lei seguire il suo istinto naturale che venire castrata a quel modo. Non credi?

            Altrimenti puoi girare la frittata come ti pare
            ma è una forma di egoismo -- che tra adulti
            consenziente può essere lecita, non
            fraintendiamo.
            In ogni caso solo una persona malata e perversa
            vorrebbe fare sesso con dei
            bambini.Tu parli di bambini per girare la frittata come c***o ti pare e piace. La verità è che queste leggi sessuofobiche vanno a colpire anche i fotografi che pubblicano foto di minori VESTITI perché sarebbero "provocanti".


            Qualunque forma di censura è intollerabile,

            QUESTA inclusa.

            Banale e scontato cliché relativista: questa è
            una fallacia logica bella e
            buona.Lascia perdere la logica, visto che fin qui non l'hai usata.
            Mi chiedo quale sia la tua posizione verso il
            concetto, laico e razionale, della Golden Rule
            ("non fare agli altri quello che non vuoi sia
            fatto a
            te").Semplice. Mi farei fare delle fotografie nudo e mi farei anche pagare.



            Il sesso


            propinato ai bambini impreparati ad
            affrontarne


            profondita' e importanza E' violenza.



            No, non lo è, in nessun modo.

            Insulti e minacce non servono più di tanto,
            specialmente in un luogo in cui impersonalità e
            anonimato sono così largamente accessibili come
            la
            rete.
            Questo tuttavia non mi impedisce di esprimere
            tutto il mio disgusto e ribrezzo per gli esseri
            come te: mi turba il pensiero che, sotto quella
            coltre impenetrabile di individualismo e sozzura,
            ci sia un altro essere umano, un mio
            simile.
            Non so quale trauma infantile abbia contribuito a
            renderti quello che sei, quello che mi preoccupa
            è che giovani innocenti potrebbero subirne a loro
            volta le conseguenze. Per questo ringrazio che
            esistono persone che, a prescindere
            dall'ideologia e dalla politica e semplicemente
            in nome della comune umanità, difenderanno sempre
            i più deboli dagli orchi di ogni
            genere.Sei appena uscito dal seminario? Sicuramente dal seminato....
          • Herbrand79 scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            Rispondo a questo post in particolare perché, per quanto essenzialmente vuoto nei contenuti, tocca il tema delle motivazioni delle posizioni etiche.La religione qui non c'entra, e le mie posizioni nascono non già da un sentimento religioso, ma dalla mia umanità. L'etica e la morale non sono appannaggio esclusivo di chi è religioso, anche se la maggior parte delle persone religiose condivideranno quello che scrivo.Bollare le mie affermazioni come punti di vista specifici soltanto perché anche i Cattolici condividono il mio pensiero è una fallacia morale nota come "deduzione della conseguenza" (C pensa A, anche io penso A, quindi io sono C - ma questo non è necessariamente vero).
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da: Herbrand79
            Rispondo a questo post in particolare perché, per
            quanto essenzialmente vuoto nei contenuti, tocca
            il tema delle motivazioni delle posizioni
            etiche.

            La religione qui non c'entra, e le mie posizioni
            nascono non già da un sentimento religioso, ma
            dalla mia umanità. L'etica e la morale non sono
            appannaggio esclusivo di chi è religioso, anche
            se la maggior parte delle persone religiose
            condivideranno quello che
            scrivo.

            Bollare le mie affermazioni come punti di vista
            specifici soltanto perché anche i Cattolici
            condividono il mio pensiero è una fallacia morale
            nota come "deduzione della conseguenza" (C pensa
            A, anche io penso A, quindi io sono C - ma questo
            non è necessariamente
            vero).Ti dà fastidio l'essere stato smascherato?
          • Herbrand79 scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            Hai ignorato il mio punto. Il mio punto è che queste posizioni sono naturali e umane molto prima di essere Cattoliche, o Musulmane, o Ebree. E questo perché, nell'ambito specifico di questo soggetto, si rifanno tutte alla Golden Rule, che è legge umana prima che religiosa.1/10. Vai a trolleggiare altrove.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da: Herbrand79
            Hai ignorato il mio punto. Il mio punto è che
            queste posizioni sono naturali e umane molto
            prima di essere Cattoliche, o Musulmane, o Ebree.
            E questo perché, nell'ambito specifico di questo
            soggetto, si rifanno tutte alla Golden Rule, che
            è legge umana prima che
            religiosa.
            Premesso che non sono quello a cui rispondi prima, ti faccio solo osservare che allora devi stare attento a come fotografi i tui figli: quelle immagini potrebbero essere usate contro di te...e la scusante che sono i "tuoi figli" regge poco: dura lex, sed lex.
          • Herbrand79 scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            Questa obiezione è già più interessante. Se è per questo anche io ho foto da piccolo mie e di mio fratello mentre facciamo il bagno, nudi naturalmente.Ma in questo caso non vi sono altri adulti presenti a parte i miei genitori, e l'atteggiamento è inequivocabilmente familiare.Ad ogni modo, se questo era quello che volevi dire, non ritengo che il possesso di foto di bambini semplicemente nudi sia da considerarsi reato (a meno che tu non ne abbia migliaia che pubblicizzi su di un sito erotico a pagamento - ma in questo caso i contorni sono sufficientemente chiari, mi sembra).
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da: Herbrand79
            Questa obiezione è già più interessante. Se è per
            questo anche io ho foto da piccolo mie e di mio
            fratello mentre facciamo il bagno, nudi
            naturalmente.
            Ma in questo caso non vi sono altri adulti
            presenti a parte i miei genitori, e
            l'atteggiamento è inequivocabilmente
            familiare.

            Ad ogni modo, se questo era quello che volevi
            dire, non ritengo che il possesso di foto di
            bambini semplicemente nudi sia da considerarsi
            reato (a meno che tu non ne abbia migliaia che
            pubblicizzi su di un sito erotico a pagamento -
            ma in questo caso i contorni sono
            sufficientemente chiari, mi
            sembra).Fino qui posso concordare, ma se poi la foto di mio fratello e mia serve, durante una perquisizione fatta anche per altri scopi, a beccarsi una denuncia per pedopornografia, allora la dimensione e le regole vanno definite un po meglio direi, invece di un generico blocco di tutto tanto per prevenire...per analogia allora fermiamo il mercato dell'auto: sai quanti morti per incideneti ci sono? Se blocchiamo il mercato dell'auto e/o vietiamo l'uso delle stesse facciamo prevenzione: niente più incidenti...niente morti per incidenti!Peccato che non abbia ancora letto in un post che sia uno di questo 3ed proposte serie per prevenire a monte l'esistenza di tale commercio..Costruire 10 carri armati ultrasofisticati od un sthealt in meno e con qui soldi fare in modo che non ci siano bambini in condizioni di NON essere sfruttati, non ti sembrerebbe più logico?Invece no, è più logico bloccare, fermare, limitare invece di eliminare a monte il problema...Che tristezza un mondo dove si limitano le libertà per nascondere alla vista un problema, invece di eliminare le cause che creano il problema... :( :(
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            Quoto, ma ai politici fa piu' comodo insabbiare i problemi che risolverli a monte, cosi' la gente crede che lo stato faccia qualcosa per tutelare i nostri figli quando in verita' non fa assolutamente nulla!E' come il caso dei bulli a scuola, non si colpisce l'ignoranza e la scarsa attenzione dei genitori nell'educare i figli, ma videogiochi, fumetti, etc... molto piu' semplice e di sicuro impatto mediatico!Si, e' tutto abbastanza triste!Micchan- Scritto da:

            - Scritto da: Herbrand79

            Questa obiezione è già più interessante. Se è
            per

            questo anche io ho foto da piccolo mie e di mio

            fratello mentre facciamo il bagno, nudi

            naturalmente.

            Ma in questo caso non vi sono altri adulti

            presenti a parte i miei genitori, e

            l'atteggiamento è inequivocabilmente

            familiare.



            Ad ogni modo, se questo era quello che volevi

            dire, non ritengo che il possesso di foto di

            bambini semplicemente nudi sia da considerarsi

            reato (a meno che tu non ne abbia migliaia che

            pubblicizzi su di un sito erotico a pagamento -

            ma in questo caso i contorni sono

            sufficientemente chiari, mi

            sembra).


            Fino qui posso concordare, ma se poi la foto di
            mio fratello e mia serve, durante una
            perquisizione fatta anche per altri scopi, a
            beccarsi una denuncia per pedopornografia, allora
            la dimensione e le regole vanno definite un po
            meglio direi, invece di un generico blocco di
            tutto tanto per
            prevenire...
            per analogia allora fermiamo il mercato
            dell'auto: sai quanti morti per incideneti ci
            sono? Se blocchiamo il mercato dell'auto e/o
            vietiamo l'uso delle stesse facciamo prevenzione:
            niente più incidenti...niente morti per
            incidenti!

            Peccato che non abbia ancora letto in un post che
            sia uno di questo 3ed proposte serie per
            prevenire a monte l'esistenza di tale
            commercio..
            Costruire 10 carri armati ultrasofisticati od un
            sthealt in meno e con qui soldi fare in modo che
            non ci siano bambini in condizioni di NON essere
            sfruttati, non ti sembrerebbe più
            logico?
            Invece no, è più logico bloccare, fermare,
            limitare invece di eliminare a monte il
            problema...
            Che tristezza un mondo dove si limitano le
            libertà per nascondere alla vista un problema,
            invece di eliminare le cause che creano il
            problema... :(
            :(
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da:
            Peccato che non abbia ancora letto in un post che
            sia uno di questo 3ed proposte serie per
            prevenire a monte l'esistenza di tale
            commercio..
            Costruire [...]
            Invece no, è più logico bloccare, fermare,
            limitare invece di eliminare a monte il
            problema...Qui sbagli.Io ho scritto questo pensiero:http://punto-informatico.it/pm.aspx?m_id=1833307&id=1832753Come puoi leggere, sono totalmente contrario al tipo di cura proposta, perchè si presta a fare danni (ed ulteriori sfruttamenti) e a nascondere semplicemente il problema.Ma sono favorevole alla chiusura istantanea di siti che propongono immagini di violenze sessuali, così come al controllo di tutte le transazioni finanziare che avvengono (con e senza internet).Il fatto di fare una legge per internet (buona o cattiva), non significa (o meglio non deve signicare) che non venga fatta una anche per il mondo reale (ricordiamo che qui siamo su PI e qui arrivano solo notizie inerenti l'informatica).Ora, nelle strade italiane vige la legge italiana, ma la preoccupazione dei signori che ci governano è che non tutti i siti internet sono italiani e quindi non hanno la possibilità di chiuderli all'istante.Però se *veramente* esistessero siti WEB di quel genere, quale paese farebbe ostruzione quando gli si presenta l'ingiunzione di chiuderli?Secondo me nessuno, quindi le ipotesi possibili sono due:-i siti sono civetta e, pertanto il paese straniero non ha nessuna intenzione di buttarli giù-i siti non sono illegali in quel paese, il che significa che non ci sono atti sessuali/violenze ma altro tipo di contenuto.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da: [cut]
            Ma sono favorevole alla chiusura istantanea di
            siti che propongono immagini di violenze
            sessuali, così come al controllo di tutte le
            transazioni finanziare che avvengono (con e senza
            internet).Ma sei veramente convinto che i pedofili, quelli veri, che usano internet per i loro scambi, apra un sito con la pagina raggiungibile da chiunque?Ascoltare di meno Emilio Fede che pontifica dal TG4 farebbe bene a tanta gente...

            Il fatto di fare una legge per internet (buona o
            cattiva), non significa (o meglio non deve
            signicare) che non venga fatta una anche per il
            mondo reale (ricordiamo che qui siamo su PI e qui
            arrivano solo notizie inerenti
            l'informatica).

            Ora, nelle strade italiane vige la legge
            italiana, ma la preoccupazione dei signori che ci
            governano è che non tutti i siti internet sono
            italiani e quindi non hanno la possibilità di
            chiuderli
            all'istante.
            Però se *veramente* esistessero siti WEB di quel
            genere, quale paese farebbe ostruzione quando gli
            si presenta l'ingiunzione di
            chiuderli?
            Secondo me nessuno, quindi le ipotesi possibili
            sono
            due:

            -i siti sono civetta e, pertanto il paese
            straniero non ha nessuna intenzione di buttarli
            giù
            -i siti non sono illegali in quel paese, il che
            significa che non ci sono atti sessuali/violenze
            ma altro tipo di
            contenuto.Probabilmente sono vere entrambe...
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da:
            Ma sei veramente convinto che i pedofili, quelli
            veri, che usano internet per i loro scambi, apra
            un sito con la pagina raggiungibile da
            chiunque?No.Però, visto che è questo che ci dice il governo, la soluzione è che ho proposto sarebbe di gran lunga più efficace (e infinitamente meno dannosa) di quella suggerita dal governo per combattere (o meglio nascondere) gli orrori virtuali.Detto ciò, l'unico punto in cui mondo virtuale e mondo reale si incontrano è la transazione finanziaria.Per questo credo che sia necessario che vengano registrate tutte (e credo che sia già così).In ultimo, le tue insinuazioni sulla mia presunta stupidità, sono una dura lezione, ma offendono entrambi.Soprattutto te.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da:
            - Scritto da:


            Ma sei veramente convinto che i pedofili, quelli

            veri, che usano internet per i loro scambi, apra

            un sito con la pagina raggiungibile da

            chiunque?

            No.
            Però, visto che è questo che ci dice il governo,
            la soluzione è che ho proposto sarebbe di gran
            lunga più efficace (e infinitamente meno dannosa)
            di quella suggerita dal governo per combattere (o
            meglio nascondere) gli orrori
            virtuali.

            Detto ciò, l'unico punto in cui mondo virtuale e
            mondo reale si incontrano è la transazione
            finanziaria.
            Per questo credo che sia necessario che vengano
            registrate tutte (e credo che sia già
            così).
            Infatti tuttei i pagamenti dei pedofili sono fatti tramite internet con causale scritta inerente la tipologia del materiale...e io sarei stupido?Ma quando impareremo a ragionare seriamente senza ascoltare TG4, Studio Aperto, TG3, TG1, TG2?
            In ultimo, le tue insinuazioni sulla mia presunta
            stupidità, sono una dura lezione, ma offendono
            entrambi.
            Soprattutto te.Ammesso che ti abbia dato dello stupido, cosa da me non fatta, se ritieni di esserlo, è tua opinione, non mia!il cervello è dentro la testa di tutti gli uomini. il saperlo usare merce rara...
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da:
            Infatti tuttei i pagamenti dei pedofili sono
            fatti tramite internet con causale scritta
            inerente la tipologia del materiale...e io sarei
            stupido?Se scrivi tutti , sì, sei stupido.Se scrivi con causale scritta inerente la tipologia del materiale , sì, sei stupido.Se citi i telegiornali che io non ho mai chiamato in causa, sì, sei stupido facendo intendere che solo uno stupido li vede a ragiona come loro, sì, sei stupido.Se pensi che chi lucra su queste attività non venga spesso pagato tramite internet (ovviamente senza causale), sì, sei stupido.
            Ma quando impareremo a ragionare seriamente senza
            ascoltare TG4, Studio Aperto, TG3, TG1,
            TG2?Vedi sopra.
            Ammesso che ti abbia dato dello stupido, cosa da
            me non fatta, se ritieni di esserlo, è tua
            opinione, non
            mia!se ritengo dsi esserlo, lo sono.Se ritengo che te l'abbia detto in maniera nemmeno tanto velata, è la verità oggettiva e basta che ti rileggi.
            il cervello è dentro la testa di tutti gli
            uomini. il saperlo usare merce
            rara..."2+2=4"La mia affermazione è più vera della tua.Entrambe non c'entrano un cazzo.Vinco io.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            ....


            il cervello è dentro la testa di tutti gli

            uomini. il saperlo usare merce

            rara...

            "2+2=4"
            La mia affermazione è più vera della tua.
            Entrambe non c'entrano un cazzo.
            Vinco io.Se non centrano come fai a vincere? O sei uno di quelli che hanno sempre ragione a prescindere?Poi il primo 2 della tua equazione, visto che non hai espresso il dominio di appartenenza dei due numeri, è visto dalla parte dell'1 o del 3 e così per il secondo 2?Questo c'entra perche in entrambi i casi, visto che in natura non esiste l'assoluto, il due è solo una approssimazione e pertanto la tua equazione si dovrebbe scrivere 2+2!=4...Come vedi usare i neuroni è difficile...
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da:
            ....




            il cervello è dentro la testa di tutti gli


            uomini. il saperlo usare merce


            rara...



            "2+2=4"

            La mia affermazione è più vera della tua.

            Entrambe non c'entrano un cazzo.

            Vinco io.

            Se non centrano come fai a vincere? sai leggere?Perchè la mia è più vera della tua, a parità di irrilevanza col discorso.
            Poi il primo 2 della tua equazi[...]Pffft... seghe mentali da nerd.Ora sappiamo qualcosa in più di te.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da:
            - Scritto da:

            ....






            il cervello è dentro la testa di tutti gli



            uomini. il saperlo usare merce



            rara...





            "2+2=4"


            La mia affermazione è più vera della tua.


            Entrambe non c'entrano un cazzo.


            Vinco io.



            Se non centrano come fai a vincere?

            sai leggere?
            Perchè la mia è più vera della tua, a parità di
            irrilevanza col
            discorso.



            Poi il primo 2 della tua equazi[...]

            Pffft... seghe mentali da nerd.
            Ora sappiamo qualcosa in più di te.Sbagliato, non sono un nerd, ma un cacciatore di polli.....
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da:
            Sbagliat[....]Zitto nerd.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da:
            - Scritto da:


            Sbagliat[....]

            Zitto nerd.Vedi che sei un oscurantista che ritiene giusto solo ciò che lui è verità?Un aggiornamento ai neuroni tornerebbe utile?
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da:
            Ved[...]Zut!
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da:

            - Scritto da:


            Ved[...]

            Zut!cvd: sei solo un oscurantista al quale importa solo la "verita" purché sia la sua...Mi auguro solo che le verità assolutistiche certe che hai non ti si ritorcano contro...sarebbe una nemesi immeritata!
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura

            cvd: sei solo un oscurantista al quale importa
            solo la "verita" purché sia la
            sua...

            Mi auguro solo che le verità assolutistiche certe
            che hai non ti si ritorcano contro...sarebbe una
            nemesi
            immeritata!Ascolta bene:*TU* Hai rinunciato alla discussione eliminando dalla tua risposta ogni riferimento alle mie argomentazioni e rispondendo unicamente ad un affermazione OT.Da quel momento ti ho solo preso per il culo, come merita chi non sa attenersi ad una conversazione.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da:


            cvd: sei solo un oscurantista al quale importa

            solo la "verita" purché sia la

            sua...



            Mi auguro solo che le verità assolutistiche
            certe

            che hai non ti si ritorcano contro...sarebbe una

            nemesi

            immeritata!

            Ascolta bene:
            *TU* Hai rinunciato alla discussione eliminando
            dalla tua risposta ogni riferimento alle mie
            argomentazioni e rispondendo unicamente ad un
            affermazione
            OT.
            Da quel momento ti ho solo preso per il culo,
            come merita chi non sa attenersi ad una
            conversazione.A parte il fatto che sei stato TU ad insultare, hai solo dimostrato, come ti ho già detto che l'unica verita è la tua...Ripeto fai attenzione a che la "verità" non ti faccia male.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da:
            A parte il fatto che sei stato TU ad insultareFandonia.Sei tu quello che ha scritto che io crederei al peggiore dei TG nazionali.E questa *E'* un'offesa.
            hai solo dimostrato, come ti ho già detto che
            l'unica verita è la
            tua...
            Ripeto fai attenzione a che la "verità" non ti
            faccia
            male.bla bla senza alcuna relazione con quanto ho scritto.Ripeto:hai rinunciato a discutere con me, nel momento in cui hai omesso di rispondere ai contenuti di un mio messaggio.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o:-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o:-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o:-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o :-o
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            cvd.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            (troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            Inutile berciare a vuoto: che lo vogliate o meno, Internet SARÀ censurata e controllata.Morte a Internet: lunga vita al Nuovo Ordine Mondiale.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da:
            Inutile berciare a vuoto: che lo vogliate o meno,
            Internet SARÀ censurata e
            controllata.

            Morte a Internet: lunga vita al Nuovo Ordine
            Mondiale.Naturalmente TU farai ciò che ti verrà ordinato, vero?
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura

            Naturalmente TU farai ciò che ti verrà ordinato,
            vero?No. Io darò gli ordini dalla cima della mia piramide.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da:


            Naturalmente TU farai ciò che ti verrà ordinato,

            vero?

            No. Io darò gli ordini dalla cima della mia
            piramide.Ah... mi sembrava di averlo capito, ma volevo che lo dicessi tu.Attento però che dalla cima di una piramide è molto facile cadere...
          • MeDevil scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            Sarò cieco io ma minacce ed insulti non li vedo nei messaggi di wakko.Al contrario, vedo insulti (e minacce?) da parte tua nei confronti di wakko.Tralasciando ciò, ritengo che le immagini di nudo di minori non causino violenza (se così la si vuole chiamare) quando pubblicate su internet (o su altro mezzo di diffusione), ma piuttosto quando vengono create, generate, scattate, ecc ecc.Ovvero, dal mio punto di vista, il danno è prima della pubblicazione, non dopo.Sia chiaro, non permetterei mai che foto di nudo dei miei figli vengano distribuite (in qualsiasi maniera), ma soprattutto create senza il mio esplicito consenso (quello di mia moglie, ovviamente); Non condanno i genitori che autorzzano foto di nudo dei propri figli (nei casi in cui il figlio/a non sia abbastanza maturo da decidere da solo), ma ritengo che ciò sia alquanto "scandaloso" (non è il termine adatto, ma spero che rendi l'idea).Lo stato che tutela (tutti) i minori deve intervenire PRIMA che le foto siano messe on-line, prima che vengano scattate, non dopo. Le forze armate, i servizi sociali e tutto il resto sono state create anche per questo, non dimentichiamolo.Bloccare un sito, in qualsiasi modo, è solamente una presa di potere, una "caccia alle streghe", un voler "farsi pubblicità" per il ministro che firma l'atto; ne più, ne meno.Il governo che decide per me, non rispettando le mie idee e quelle di molti (non tutti, ma molti) non si chiama democrazia, si chiama dittatura.Ovviamente, questo è solo il mio parere.Saluti, MeDevil.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura

            Non condanno i genitori che
            autorzzano foto di nudo dei propri figli (nei
            casi in cui il figlio/a non sia abbastanza maturo
            da decidere da solo), ma ritengo che ciò sia
            alquanto "scandaloso" (non è il termine adatto,
            ma spero che rendi
            l'idea).Io invece li metterei in galera guarda un pò...
            Lo stato che tutela (tutti) i minori deve
            intervenire PRIMA che le foto siano messe
            on-line, prima che vengano scattate, non dopo. Le
            forze armate, i servizi sociali e tutto il resto
            sono state create anche per questo, non
            dimentichiamolo.
            Bloccare un sito, in qualsiasi modo, è solamente
            una presa di potere, una "caccia alle streghe",Ah si? Allora diamo libero mercato alla ricettazione, rubare un'auto è reato, ma tanto che è già stato fatto... facciamoci qualche soldo... In quel sito ci sono 2gb di foto di bambini violentati e uccisi? Che problema c'è, tanto ormai è acqua passata... scuciamo un pò di soldi ai pervertiti... Ma si...Ma non vedi quanto è sbagliata la tua tesi? Non vedi l'enorme anomalia etica della cosa?
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da:

            Non condanno i genitori che

            autorzzano foto di nudo dei propri figli (nei

            casi in cui il figlio/a non sia abbastanza
            maturo

            da decidere da solo), ma ritengo che ciò sia

            alquanto "scandaloso" (non è il termine adatto,

            ma spero che rendi

            l'idea).


            Io invece li metterei in galera guarda un pò...Interessante, nel film "Sciuscià" (mi pare si scriva così) compaiono molti minori nudi. Ha ricevuto persino un Oscar. Spiegami un po' che violenza hanno subito quei ragazzi/ragazzini/bambini e spiegami perché ritieni che il regista e tutti i genitori che hanno permesso tale "scempio" debbano essere messi in galera.
            Ah si? Allora diamo libero mercato alla
            ricettazione, rubare un'auto è reato, ma tanto
            che è già stato fatto... facciamoci qualche
            soldo...Pubblicare le foto di una rapina è un crimine? (newbie)
            In quel sito ci sono 2gb di foto di
            bambini violentati e uccisi?In base a quali fatti affermi che tali bambini siano stati violentati e uccisi?
            Che problema c'è,
            tanto ormai è acqua passata... scuciamo un pò di
            soldi ai pervertiti... Ma
            si...Quali soldi? Chi ha parlato qui di "mercato"?
            Ma non vedi quanto è sbagliata la tua tesi? Non
            vedi l'enorme anomalia etica della
            cosa?No.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da: MeDevil
            Il governo che decide per me, non rispettando le
            mie idee e quelle di molti (non tutti, ma molti)
            non si chiama democrazia, si chiama
            dittatura.
            Si chiama "democrazia rappresentativa" ed é stato eletto dalla maggioranza.Se non ti piace, e non piace alla maggioranza dei cittadini, allora si cambia con un processo chiamato "elezioni".Si invece non cambia perché il suo operato piace alla maggioranza dei cittadini, allora peggio per te. Rassegnati o suicidati.
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da:

            - Scritto da: MeDevil


            Il governo che decide per me, non rispettando le

            mie idee e quelle di molti (non tutti, ma molti)

            non si chiama democrazia, si chiama

            dittatura.



            Si chiama "democrazia rappresentativa" ed é stato
            eletto dalla
            maggioranza.

            Se non ti piace, e non piace alla maggioranza dei
            cittadini, allora si cambia con un processo
            chiamato
            "elezioni".

            Si invece non cambia perché il suo operato piace
            alla maggioranza dei cittadini, allora peggio per
            te.No. Quella di cui parli è "dittatura della maggioranza" e non ha nulla a che fare con la democrazia. Se fosse come dici allora il Nazismo sarebbe stata una democrazia perfetta visto che il partito del Fuhrer era stato eletto a maggioranza e ha deciso di sterminare una minoranza.In democrazia NON limiti la libertà di qualcuno in base alla fobia della massa.
            Rassegnati o
            suicidati.Invitare qualcuno al suicidio è reato.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da: Wakko Warner

            - Scritto da:

            Wakko, i bambini *vanno* tutelati perche' sono

            deboli e incapaci di difendersi.

            Tutela i tuoi figli come ti pare, possibilmente
            cercando di non limitare la mia
            libertà.
            Tu puoi ritenere che i tuoi figli non debbano
            venire a contatto con il sesso, io posso ritenere
            che queste siano
            sciocchezze.Forse ti sfugge il concetto che un figlio minorenne (0-18 anni) non è una proprietà dei genitori che ci fanno quel che gli pare, è un'individuo (per lo più particolarmente sensibile e fragile per la maggior parte dell'arco temporale), che ha i suoi diritti riconosciuti legalmente, grazie ai quali è tutelato da genitori dissennati e gente snaturata.Vallo a dire al telefono azzurro, o alle altre associazioni simili, se tutte le cose che hai detto sono davvero menzogne e falsità.
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da:
            Vallo a dire al telefono azzurro, o alle altre
            associazioni simili, se tutte le cose che hai
            detto sono davvero menzogne e
            falsità.L'unica volta che ho avuto bisogno di Telefono Azzurro per impedire che a un ragazzino venisse fatto del male da parte dei propri genitori mi è stato risposto che non potevano farci nulla... ma non uso questo fatto per affermare che Telefono Azzurro sia un'istituzione inutile.Resta il fatto che il sesso è una cosa del tutto naturale, così come anche il nudo e se Telefono Azzurro o chi per loro si imbarcano in inutili crociate sprecando i già pochi soldi che hanno a disposizione per condannare persone che mai hanno fatto del male a qualcuno non è certo colpa mia.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            La tua superficialità è disarmante. Ma prima o poi la vita ti insegnerà alcune cose...
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da:
            La tua superficialità è disarmante. Ma prima o
            poi la vita ti insegnerà alcune
            cose...Ottima argomentazione, mi hai convinto.Scusa ma non c'è altra risposta possibile al tuo insulto.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da: Wakko Warner

            - Scritto da:

            La tua superficialità è disarmante. Ma prima o

            poi la vita ti insegnerà alcune

            cose...

            Ottima argomentazione, mi hai convinto.

            Scusa ma non c'è altra risposta possibile al tuo
            insulto.Ma per le cagate che scrivi non è che serve dire molto altro, eh.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            un altro post pieno di argomentazioni, eh?
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da:

            - Scritto da: Wakko Warner



            - Scritto da:


            Wakko, i bambini *vanno* tutelati perche' sono


            deboli e incapaci di difendersi.



            Tutela i tuoi figli come ti pare, possibilmente

            cercando di non limitare la mia

            libertà.

            Tu puoi ritenere che i tuoi figli non debbano

            venire a contatto con il sesso, io posso
            ritenere

            che queste siano

            sciocchezze.


            Forse ti sfugge il concetto che un figlio
            minorenne (0-18 anni) non è una proprietà dei
            genitori che ci fanno quel che gli pare, è
            un'individuo (per lo più particolarmente
            sensibile e fragile per la maggior parte
            dell'arco temporale), che ha i suoi diritti
            riconosciuti legalmente, grazie ai quali è
            tutelato da genitori dissennati e gente
            snaturata.

            Vallo a dire al telefono azzurro, o alle altre
            associazioni simili, se tutte le cose che hai
            detto sono davvero menzogne e
            falsità.Visto che lo Stato impone che i figli degli altri siano educati dai loro genitori è un mio diritto pretendere che i miei figli siano educati solo da me. O sbaglio?Il fatto che quasi tutti gli abusi avvengano in famiglia dovrebbe farti capire non hanno senso le campagne moralizzatrici che fanno della famiglia un luogo protetto contro i pericoli della rete. Parlando di diritti...Lo Stato intanto regala ai figli dei diritti, in quanto li considera delle individualità capaci di provare piacere e dolore e di scegliere l'uno o l'altro senza costrizione. Gli stessi diritti che proteggono, garantiscono, i diritti di qualunque individuo, devono essere garantiti ben prima del compimento del diciottesimo anno di vita. Perciò lo Stato deve darsi una regolata affinché l'individualità dei minori sia rispettata maggiormente, contro leggi incostituzionali che sono solo il riflesso legale delle preoccupazioni di genitori troppo moralisti e troppo possessivi e della conseguente preoccupazione di raccogliere i loro voti da parte dei politici. (Penso alle CENTINAIA di ragazzi indagati per diffusione di materiale pedopornografico) A proteggere i bambini però non può essere solo lo Stato, perché tutti i bambini desiderano avere dei genitori anche se non sempre (Ieri una bambina di 10 anni è scappata di casa per una lite con i genitori ed è strata "salvata" a tarda sera da un'automobiolista mentre stava facendo "autostop") Ma la ragione è che i genitori possono garantire i diritti dei figli verso la società e verso lo Stato, e se occorre contro lo Stato, dato che loro non possono farlo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da: Wakko Warner

            Tutela i tuoi figli come ti pare, possibilmente
            cercando di non limitare la mia
            libertà.Ultim'ora: la tua libertà finisce dove inizia la mia, quella di tua moglie, quelle dei tuoi figli, quella delle persone che ti sono intorno tutti i giorni, e quella di circa altri 6 miliardi di persone, e svariati miliardi di animali.Ora va pure a goderti il tuo metro quadro di libertà.
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da:
            Ultim'ora: la tua libertà finisce dove inizia la
            mia, quella di tua moglie, quelle dei tuoi figli,
            quella delle persone che ti sono intorno tutti i
            giorni, e quella di circa altri 6 miliardi di
            persone, e svariati miliardi di
            animali.

            Ora va pure a goderti il tuo metro quadro di
            libertà.Tu vuoi usare le tue paure per limitare la libertà altrui... e tutto questo unicamente in base a ciò che credi. Sei TU che ne stai abusando.Io ho SEMPRE affermato che dove c'è violenza la si deve fermare, ma ho anche affermato che nei casi dove questa violenza non sussiste è _VIOLENZA_ intervenire.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            Sì, ma dove tu non riesci ad arrivare è che un 14enne non ha ancora la facoltà di capire certe cose... Tu reputi normale che la gente vada a vedersi 14enni che fanno sesso su internet, per me è malato.Ma è dura spiegartene il motivo... e questo perché tanto ti nasconderesti dietro alle tue libertà (che sono si uno spauracchio, ma per te, mica per gli altri).- Scritto da: Wakko Warner

            Tu vuoi usare le tue paure per limitare la
            libertà altrui... e tutto questo unicamente in
            base a ciò che credi. Sei TU che ne stai
            abusando.

            Io ho SEMPRE affermato che dove c'è violenza la
            si deve fermare, ma ho anche affermato che nei
            casi dove questa violenza non sussiste è
            _VIOLENZA_
            intervenire.
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da:
            Sì, ma dove tu non riesci ad arrivare è che un
            14enne non ha ancora la facoltà di capire certe
            cose...Per LEGGE un 14enne può fare sesso con un maggiorenne. Come vedi è la stessa LEGGE che ti da torto.
            Tu reputi normale che la gente vada a
            vedersi 14enni che fanno sesso su internet, per
            me è
            malato.Basi un giudizio unicamente su una tua idea.Cosa ne pensi di un 70enne che si porta a letto un 20enne? Eppure è del tutto legale.
            Ma è dura spiegartene il motivo... e questo
            perché tanto ti nasconderesti dietro alle tue
            libertà (che sono si uno spauracchio, ma per te,
            mica per gli
            altri).È dura spiegarne il motivo per una sola ragione: il motivo non esiste.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            Ah, ora ti inventi anche le leggi? O sei solo ignorante? Guarda che ti sbagli e di grosso, caro.- Scritto da: Wakko Warner

            - Scritto da:

            Sì, ma dove tu non riesci ad arrivare è che un

            14enne non ha ancora la facoltà di capire certe

            cose...

            Per LEGGE un 14enne può fare sesso con un
            maggiorenne. Come vedi è la stessa LEGGE che ti
            da
            torto.


            Tu reputi normale che la gente vada a

            vedersi 14enni che fanno sesso su internet, per

            me è

            malato.

            Basi un giudizio unicamente su una tua idea.
            Cosa ne pensi di un 70enne che si porta a letto
            un 20enne? Eppure è del tutto
            legale.


            Ma è dura spiegartene il motivo... e questo

            perché tanto ti nasconderesti dietro alle tue

            libertà (che sono si uno spauracchio, ma per te,

            mica per gli

            altri).

            È dura spiegarne il motivo per una sola ragione:
            il motivo non
            esiste.
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da:
            Ah, ora ti inventi anche le leggi? O sei solo
            ignorante? Guarda che ti sbagli e di grosso,
            caro.Vai a leggerti la legge, poi torna.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            La conosco bene, caro. Sei tu che non sei aggiornato! ;)- Scritto da: Wakko Warner

            - Scritto da:

            Ah, ora ti inventi anche le leggi? O sei solo

            ignorante? Guarda che ti sbagli e di grosso,

            caro.

            Vai a leggerti la legge, poi torna.
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da:
            La conosco bene, caro. Sei tu che non sei
            aggiornato!
            ;)Allora illuminaci. Non dimenticarti la fonte.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            Wakko tu sei completamente fuori.Cos'è che non capisci del termine "PEDOPORNOGRAFIA"?Il sesso è un bellissimo gioco e non è uguale a violenza quando avviene all'interno di determinati limiti e regole (adulti o quasi, consenso reciproco, limiti di età, ecc). Persino il sesso violento o sado è basato su regole precise che i due (o più) partner seguono con attenzione.Il sesso che coinvolge dei bambini, e in certi casi parliamo di esseri umani che hanno anche meno di 10/12 anni, è certamente e indiscutibilmente una violenza. Una cosa brutale e immonda che segna e devasta l'esistenza di una persona, che genera traumi enormi e irreparabili.Dietro alla violenza sessuale sui bambini, la diffusione di materiale pedopornografico è un business illegale e schifoso, che alimenta un circolo vizioso di richiesta di altra violenza e brutalità, che coinvolge altri minori e così via.Bloccare questo traffico e stroncare le organizzazioni criminali che vi stanno alla base è una cosa sacrosanta e un dovere per qualsiasi stato che voglia definirsi civile.Se credi che i bambini coinvolti nei film pornografici siano consenzienti, tu sei davvero malato e devi farti curare. Credimi.In molti casi vanno a prendere esseri umani che vivono in condizioni disperate che sono costretti a prostituirsi per pochi soldi. Non hai la minima idea (apero) di quale abisso spaventoso di violenza e disperazione ci sia dietro il traffico di materiale PEDOPORNOGRAFICO.Se volete parlare della stupidità tecnica e legale del provvedimento del Governo sono d'accordo. Se si vuole discutere di cosa sia lecito o no in termini di pornografia infantile site davvero nel posto sbagliato e non avete minimante gli argomenti per farlo.Caro Wakko, stai sostenendo una posizione insostenibile, non hai alcun argomento credibile, e stai parlando di un problema molto serio che (spero) non conosci affatto.Credo che ti convenga informarti e lasciar perdere. Forse un giorno sarai padre, e (speriamo) capirai davvero quello di cui sto parlando.
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da:
            Wakko tu sei completamente fuori.Non credo proprio.
            Cos'è che non capisci del termine
            "PEDOPORNOGRAFIA"?Anche la foto di un 16enne è pedopornografia.[CUT]
            Credo che ti convenga informarti e lasciar
            perdere.Mi sono già informato. Grazie.
            Forse un giorno sarai padre, e
            (speriamo) capirai davvero quello di cui sto
            parlando.Insomma anche tu la butti sulla tua paura. Sei padre e hai paura che ai tuoi bambini sia fatto del male, del tutto comprensibile, ma ricordati che i tuoi figli un giorno cresceranno... e potrebbero essere loro dall'altra parte della staccionata.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura

            Insomma anche tu la butti sulla tua paura. Sei
            padre e hai paura che ai tuoi bambini sia fatto
            del male, del tutto comprensibile, ma ricordati
            che i tuoi figli un giorno cresceranno... e
            potrebbero essere loro dall'altra parte della
            staccionata.Questo che vuol dire? che siccome siamo tutti potenziali assassini allora gli assassini non devono essere più puniti?Parli sempre di paure, ma mi sa che tu sei il primo ad esserne condizionato, e per questo scrivi cose che non sono ne in cielo e ne in terra.
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da:
            Questo che vuol dire?Significa che la paura di un genitore il la posso capire, ma non la si può usare per porre limiti a tutti.Tu non vuoi che i tuoi figli facciano sesso? Benissimo, nessuno ti impedisce di imporre ai _tuoi_ figli questo modo di vedere le cose.Non vuoi che si facciano fotografare o ritrarre nudi? Ancora... benissimo, nessuno ti obbliga ad adattarti.Ora, perché tu vuoi obbligare tutti gli altri ad adattarsi alle tue convinzioni?
            che siccome siamo tutti
            potenziali assassini allora gli assassini non
            devono essere più
            puniti?

            Parli sempre di paure, ma mi sa che tu sei il
            primo ad esserne condizionato, e per questo
            scrivi cose che non sono ne in cielo e ne in
            terra.Potresti indicarmi di quali paure parli?Di paure ne ho diverse, per esempio, ho paura dell'altezza, davvero, mi terrorizza... ma non mi sognerei di proibire le scale.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da: Wakko Warner
            In Germania, nel 1940, era reato essere ebreo. Il
            fatto che ci sia una definizione e una legge
            rende automaticamente sbagliato
            qualcosa?
            Io non lo credo.

            Ah si, e grazie per il tuo insulto.Ma tu lo sia che non siamo nella Germania del 1940 e che non stiamo parlando di ebrei e razzismo, ma di violenza sui bambini?Bene, ora è chiaro: per Wakko la pedopornografia è solo un problema di "definizione" e un limite dato dalla legge dello Stato.Per me c'è ne abbastanza. Qui abbiamo un serio problema, chiudo qui e si passa alla Polizia.Peccato per Punto Informatico.
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da:
            Ma tu lo sia che non siamo nella Germania del
            1940 e che non stiamo parlando di ebrei e
            razzismo, ma di violenza sui
            bambini?Certo che lo so.
            Bene, ora è chiaro: per Wakko la pedopornografia
            è solo un problema di "definizione" e un limite
            dato dalla legge dello
            Stato.Perché, se non trattasi di una definizione di cos'altro si tratta?
            Per me c'è ne abbastanza. Qui abbiamo un serio
            problema, chiudo qui e si passa alla
            Polizia.
            Peccato per Punto Informatico.Fai pure.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da: Wakko Warner

            - Scritto da:

            Ma tu lo sia che non siamo nella Germania del

            1940 e che non stiamo parlando di ebrei e

            razzismo, ma di violenza sui

            bambini?

            Certo che lo so.No, non lo sai e noi risposto a nessuno dei miei argomenti.Proviamo con domande dirette?- Sai cos'è la Pedopornografia?- Qual'è il limite secondo te per un minore per avere rapporti sessuali?- Pensi sia normale che un minore com meno di 14 anni abbia rapporti sessuali con un adulto?- Pensi che un essere umano di 14 anni o meno sia davvero in grado di avere un vero rapporto sessuale, per di più consenziente?- Pensi sia normale che un minore con meno di 14 anni che abbia rapporti sessuali con un adulto venga ripreso e le immagini vendute a scopo di sfruttamento sessuale senza limiti e vincoli?- Pensi sia giusto in generale che le immagini di un minore in generale (anche di 17 anni) vengano divulgate liberamente, senza controllo, nemmeno da parte dei genitori?

            Bene, ora è chiaro: per Wakko la pedopornografia

            è solo un problema di "definizione" e un limite

            dato dalla legge dello Stato.

            Perché, se non trattasi di una definizione di
            cos'altro si tratta?Etica? Morale? Sensibilità umana? Rispetto dei diritti elementari della persona? Chiamala come vuoi...Abusare sessualmente di bambini è solo un problema di leggi e divieti? Non ti da' nessuna emozione o pensiero l'idea che ciò avvenga e sia sfruttato economicamente?Vergognati: fai davvero pena.
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da:
            No, non lo sai e noi risposto a nessuno dei miei
            argomenti.Invece lo so. Per il resto, mi pare di aver risposto in lungo e in largo a tutto durante i miei numerosi post sull'argomento.
            Proviamo con domande dirette?
            - Sai cos'è la Pedopornografia?Qualunque immagine di nudo di minorenne può, a discrezione del PM, essere considerata pedopornografia visto che la "pornografia" non è definita. La presenza o l'assenza di violenza non è nemmeno presa in considerazione.
            - Qual'è il limite secondo te per un minore per
            avere rapporti
            sessuali?Al momento attuale è 14, a mio parere dovrebbe essere 12.
            - Pensi sia normale che un minore com meno di 14
            anni abbia rapporti sessuali con un
            adulto?Non ci vedo nulla, ma proprio nulla, di male. Anzi, non ci ha visto nulla di male nemmeno chi ha scritto la legge... come vedi non è solo una mia opinione.
            - Pensi che un essere umano di 14 anni o meno sia
            davvero in grado di avere un vero rapporto
            sessuale, per di più
            consenziente?Potrebbe, si.
            - Pensi sia normale che un minore con meno di 14
            anni che abbia rapporti sessuali con un adulto
            venga ripreso e le immagini vendute a scopo di
            sfruttamento sessuale senza limiti e
            vincoli?Chi ha parlato di vendita? Un'immagine non è pedopornografia solo se è venduta. Basta il semplice possesso.Alcune persone sono state accusate di produzione di materiale pedopornografico per aver scattato foto al mare.
            - Pensi sia giusto in generale che le immagini di
            un minore in generale (anche di 17 anni) vengano
            divulgate liberamente, senza controllo, nemmeno
            da parte dei
            genitori?Non ritengo i figli proprietà privata dei genitori. Se per i figli questo va bene va bene anche a me.In ogni caso ho già proposto metodi per divulgare queste foto quando gli interessati sono maggiorenni.Le foto pedopornografiche possono essere, e SONO, anche prodotte dagli stessi interessati. Vedasi il recente caso dei minorenni accusati di produzione e spaccio di materiale pedopornografico perché si sono filmati e hanno distribuito tali filmini. Come vedi ci sono mezzi del tutto non violenti per ottenere tali immagini.
            Etica? Morale? Sensibilità umana? Rispetto dei
            diritti elementari della persona? Chiamala come
            vuoi...No. Tu dai per scontato che si faccia violenza. Non è così.
            Abusare sessualmente di bambini è solo un
            problema di leggi e divieti?Sei tu che stai parlando di abuso, non io. Io l'abuso nemmeno l'ho nominato.
            Non ti da' nessuna
            emozione o pensiero l'idea che ciò avvenga e sia
            sfruttato
            economicamente?Ti ripeto, chi ha parlato di sfruttamento economico? Solo tu.
            Vergognati: fai davvero pena.Pazienza, non si può piacere a tutti, per quello che mi riguarda... non mi vergogno affatto.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 gennaio 2007 15.45-----------------------------------------------------------
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            Quoto ogni tua parola.- Scritto da:
            Wakko tu sei completamente fuori.

            Cos'è che non capisci del termine
            "PEDOPORNOGRAFIA"?

            Il sesso è un bellissimo gioco e non è uguale a
            violenza quando avviene all'interno di
            determinati limiti e regole (adulti o quasi,
            consenso reciproco, limiti di età, ecc). Persino
            il sesso violento o sado è basato su regole
            precise che i due (o più) partner seguono con
            attenzione.

            Il sesso che coinvolge dei bambini, e in certi
            casi parliamo di esseri umani che hanno anche
            meno di 10/12 anni, è certamente e
            indiscutibilmente una violenza. Una cosa brutale
            e immonda che segna e devasta l'esistenza di una
            persona, che genera traumi enormi e
            irreparabili.

            Dietro alla violenza sessuale sui bambini, la
            diffusione di materiale pedopornografico è un
            business illegale e schifoso, che alimenta un
            circolo vizioso di richiesta di altra violenza e
            brutalità, che coinvolge altri minori e così
            via.

            Bloccare questo traffico e stroncare le
            organizzazioni criminali che vi stanno alla base
            è una cosa sacrosanta e un dovere per qualsiasi
            stato che voglia definirsi
            civile.

            Se credi che i bambini coinvolti nei film
            pornografici siano consenzienti, tu sei davvero
            malato e devi farti curare.
            Credimi.
            In molti casi vanno a prendere esseri umani che
            vivono in condizioni disperate che sono costretti
            a prostituirsi per pochi soldi. Non hai la minima
            idea (apero) di quale abisso spaventoso di
            violenza e disperazione ci sia dietro il traffico
            di materiale
            PEDOPORNOGRAFICO.

            Se volete parlare della stupidità tecnica e
            legale del provvedimento del Governo sono
            d'accordo. Se si vuole discutere di cosa sia
            lecito o no in termini di pornografia infantile
            site davvero nel posto sbagliato e non avete
            minimante gli argomenti per
            farlo.

            Caro Wakko, stai sostenendo una posizione
            insostenibile, non hai alcun argomento credibile,
            e stai parlando di un problema molto serio che
            (spero) non conosci
            affatto.

            Credo che ti convenga informarti e lasciar
            perdere. Forse un giorno sarai padre, e
            (speriamo) capirai davvero quello di cui sto
            parlando.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da:
            Quoto ogni tua parola.Quotare da non autenticati non ha proprio senso. O è lo stesso che scrive il messaggio a quotarsi?
          • Herbrand79 scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            Prima sostieni che la legge è cieca nel porre a 14 anni il limite, ora diventi improvvisamente legalista e dici che un certo comportamento è giusto perché la legge lo permette?Non ti rendi conto che la legge fa un'approssimazione (per eccesso, in genere) di queste soglie perché non è in grado di distinguere tra tutti i singoli?Esisteranno anche alcuni individui particolarmente precoci che sono già sessualmente maturi a 12 anni, forse anche psicologicamente; ma ne esisteranno anche tanti altri che non lo sono. Queste soglie sono approssimazioni, ma sono assolutamente necessarie. Se tu affermi che è ridicolo dire che un 17enne non può avere rapporti con un 5oenne ma un 18enne si, reiterando per induzione questo giochino puoi arrivare a dire che anche un infante di 2 mesi dovrebbe essere libero di avere rapporti con chi "vuole".Noi non ragioniamo solo in base alla legge, ma anche e soprattutto sulla base della nostra umanità, della nostra empatia verso gli altri esseri umani. Ma tu questo non puoi capirlo, perché finora su questo argomento hai ampiamente dimostrato di non averne.
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da: Herbrand79
            Prima sostieni che la legge è cieca nel porre a
            14 anni il limite, ora diventi improvvisamente
            legalista e dici che un certo comportamento è
            giusto perché la legge lo
            permette?No. Io ho semplicemente fatto notare al tipo che la sua convinzione che un ragazzo di 14 anni non sia in grado di decidere circa il proprio corpo è errata ed è la stessa legge a dirlo (cioè non sono solo io quello che lo sostiene).
            Non ti rendi conto che la legge fa
            un'approssimazione (per eccesso, in genere) di
            queste soglie perché non è in grado di
            distinguere tra tutti i
            singoli?
            Esisteranno anche alcuni individui
            particolarmente precoci che sono già sessualmente
            maturi a 12 anni, forse anche psicologicamente;
            ma ne esisteranno anche tanti altri che non lo
            sono.In tal caso la legge difenda questi _altri_.Sarebbe come dire che siccome esistono persone che non sanno guidare si dovrebbe rendere illegale la guida.
            Queste soglie sono approssimazioni, ma sono
            assolutamente necessarie. Se tu affermi che è
            ridicolo dire che un 17enne non può avere
            rapporti con un 5oenne ma un 18enne si,
            reiterando per induzione questo giochino puoi
            arrivare a dire che anche un infante di 2 mesi
            dovrebbe essere libero di avere rapporti con chi
            "vuole".Io ritengo che l'AOC sia un concetto fuori ogni logica, deciso a random (tant'è che se vedi la distribuzione dell'AOC mondiale ti rendi subito conto che varia, anche di molto, da Stato a Stato... in genere partono da 12 anni fino ad arrivare ai 21 a seconda del Paese che guardi). Per limitare i danni propongo di diminuirlo a 12.
            Noi non ragioniamo solo in base alla legge, ma
            anche e soprattutto sulla base della nostra
            umanità, della nostra empatia verso gli altri
            esseri umani. Ma tu questo non puoi capirlo,
            perché finora su questo argomento hai ampiamente
            dimostrato di non
            averne.Invece io di "umanità" dimostro di averne più di te. Tu trovi "ok" rovinare la vita a un 18enne perché gli piacciono i 12enni? Io no.Ho più volte fatto proposte, del tutto sensate, come per esempio creare un database di immagini consentite e legali, ottenute senza violenza alcuna e con il permesso dei genitori e dei ragazzi una volta adulti. Questo annienterebbe subito il mercato nero (non ha senso pagare per qualcosa per giunta di illegale se esiste una fonte legale per ottenerla... specie se SO che con tale mezzo sono sicuro non ci sia stata violenza) ed impedirebbe che la fobia odierna prenda il sopravvento.Rifletti su questo un secondo prima di attaccarmi dicendo che faccio proposte insensate.Sei tu poi che vuoi porre dei limiti a qualcosa, dunque tocca a te l'onere di provare che ce né bisogno. Io non voglio limitare la libertà di nessuno, senza per questo autorizzare la violenza, tantomeno su un bambino visto che darei la vita in qualsiasi momento se questo servisse a garantire l'incolumità di tale bambino. Ma non posso, NON posso permettere che si faccia del male a dei ragazzi in base unicamente alle paure di qualcuno... perché è di QUESTO che si sta parlando. Oppure vorresti tutelare quel 12enne solo finché rimane tale ma fregartene altamente quando compie 18 anni?
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            Ma ripeto, sui 14 enni ti sbagli. E poi sei davvero così convinto che uno a 14 anni sa tutto ciò che server sul sesso? Sicuro sicuro?- Scritto da: Wakko Warner

            - Scritto da: Herbrand79

            Prima sostieni che la legge è cieca nel porre a

            14 anni il limite, ora diventi improvvisamente

            legalista e dici che un certo comportamento è

            giusto perché la legge lo

            permette?

            No. Io ho semplicemente fatto notare al tipo che
            la sua convinzione che un ragazzo di 14 anni non
            sia in grado di decidere circa il proprio corpo è
            errata ed è la stessa legge a dirlo (cioè non
            sono solo io quello che lo
            sostiene).


            Non ti rendi conto che la legge fa

            un'approssimazione (per eccesso, in genere) di

            queste soglie perché non è in grado di

            distinguere tra tutti i

            singoli?

            Esisteranno anche alcuni individui

            particolarmente precoci che sono già
            sessualmente

            maturi a 12 anni, forse anche psicologicamente;

            ma ne esisteranno anche tanti altri che non lo

            sono.

            In tal caso la legge difenda questi _altri_.
            Sarebbe come dire che siccome esistono persone
            che non sanno guidare si dovrebbe rendere
            illegale la
            guida.


            Queste soglie sono approssimazioni, ma sono

            assolutamente necessarie. Se tu affermi che è

            ridicolo dire che un 17enne non può avere

            rapporti con un 5oenne ma un 18enne si,

            reiterando per induzione questo giochino puoi

            arrivare a dire che anche un infante di 2 mesi

            dovrebbe essere libero di avere rapporti con chi

            "vuole".

            Io ritengo che l'AOC sia un concetto fuori ogni
            logica, deciso a random (tant'è che se vedi la
            distribuzione dell'AOC mondiale ti rendi subito
            conto che varia, anche di molto, da Stato a
            Stato... in genere partono da 12 anni fino ad
            arrivare ai 21 a seconda del Paese che guardi).
            Per limitare i danni propongo di diminuirlo a
            12.


            Noi non ragioniamo solo in base alla legge, ma

            anche e soprattutto sulla base della nostra

            umanità, della nostra empatia verso gli altri

            esseri umani. Ma tu questo non puoi capirlo,

            perché finora su questo argomento hai ampiamente

            dimostrato di non

            averne.

            Invece io di "umanità" dimostro di averne più di
            te. Tu trovi "ok" rovinare la vita a un 18enne
            perché gli piacciono i 12enni? Io
            no.
            Ho più volte fatto proposte, del tutto sensate,
            come per esempio creare un database di immagini
            consentite e legali, ottenute senza violenza
            alcuna e con il permesso dei genitori e dei
            ragazzi una volta adulti. Questo annienterebbe
            subito il mercato nero (non ha senso pagare per
            qualcosa per giunta di illegale se esiste una
            fonte legale per ottenerla... specie se SO che
            con tale mezzo sono sicuro non ci sia stata
            violenza) ed impedirebbe che la fobia odierna
            prenda il
            sopravvento.

            Rifletti su questo un secondo prima di attaccarmi
            dicendo che faccio proposte
            insensate.

            Sei tu poi che vuoi porre dei limiti a qualcosa,
            dunque tocca a te l'onere di provare che ce né
            bisogno. Io non voglio limitare la libertà di
            nessuno, senza per questo autorizzare la
            violenza, tantomeno su un bambino visto che darei
            la vita in qualsiasi momento se questo servisse a
            garantire l'incolumità di tale bambino. Ma non
            posso, NON posso permettere che si faccia del
            male a dei ragazzi in base unicamente alle paure
            di qualcuno... perché è di QUESTO che si sta
            parlando. Oppure vorresti tutelare quel 12enne
            solo finché rimane tale ma fregartene altamente
            quando compie 18
            anni?
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da:
            Ma ripeto, sui 14 enni ti sbagli. E poi sei
            davvero così convinto che uno a 14 anni sa tutto
            ciò che server sul sesso? Sicuro
            sicuro?E io te lo ripeto, illuminaci.Non è necessario sapere "tutto sul sesso" per incominciare. Comunque si, ne sono sicuro.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            Ah beh, tu sì che del mondo hai capito tutto. Immagino che sei uno di quelli che sa tutto di tutto quando parla con gli altri. Bravissimo.Tanto per sapere, dove sei arrivato con gli studi?- Scritto da: Wakko Warner

            - Scritto da:

            Ma ripeto, sui 14 enni ti sbagli. E poi sei

            davvero così convinto che uno a 14 anni sa tutto

            ciò che server sul sesso? Sicuro

            sicuro?

            E io te lo ripeto, illuminaci.

            Non è necessario sapere "tutto sul sesso" per
            incominciare. Comunque si, ne sono
            sicuro.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da:
            Ah beh, tu sì che del mondo hai capito tutto.
            Immagino che sei uno di quelli che sa tutto di
            tutto quando parla con gli altri.
            Bravissimo.
            Tanto per sapere, dove sei arrivato con gli studi?Credi di poter accreditare quel che dici in base ad un pezzo di carta? Mi fai pena. Se una cosa è giusta lo devi dimostrare sul campo, non dire "io sono dottore"
          • Herbrand79 scrive:
            Re: Come bypassare la censura

            In tal caso la legge difenda questi _altri_.
            Sarebbe come dire che siccome esistono persone che non sanno guidare si dovrebbe rendere illegale la guida.Ma non è semplice nè facile determinare la maturità sessuali dei singoli individui, e inoltre la delicatezza del soggetto ostacolerebbe ulteriormente l'istituzione di eventuali "esami di maturità sessuali". La guida è legale per chi super un esame, ma in questo caso esistono criteri oggettivi per riconoscere chi sa guidare e chi no.
            Io ritengo che l'AOC sia un concetto fuori ogni logica, deciso a random (tant'è che se vedi la distribuzione dell'AOC mondiale ti rendi subito conto che varia, anche di molto, da Stato a Stato... in genere partono da 12 anni fino ad arrivare ai 21 a seconda del Paese che guardi). Per limitare i danni propongo di diminuirlo a 12.L'AOC serve a tutelare quella stragrande maggioranza di bambini che non sono sessualmente maturi a 12 anni, anche se potenzialmente limita i diritti di quella ristretta cerchia che lo sono. E' questa la differenza tra un approccio conservatore o liberale: a fronte di una situazione variegata per la quale occorre stabilire norme valide per tutti, il conservatore per evitare che dei colpevoli sfuggano accetta il rischio di punire degli innocenti, mentre il liberale per evitare che degli innocenti siano puniti accetta il rischio di far scappare dei colpevoli.Mi sembra che il tuo punto di vista sia ben oltre la soglia anche di molte persone che scelgono il punto di vista liberale, e si rischia che un domani si possa giocare ulteriormente al ribasso. Per quel che mi riguarda, la legge attuale è accettabilmente sensata.
            Invece io di "umanità" dimostro di averne più di te. Tu trovi "ok" rovinare la vita a un 18enne perché gli piacciono i 12enni? Io no.Stai di nuovo portando avanti un caso specifico sulla soglia della legge attuale. La legge nel suo complesso tutela i bambini, che ti piaccia o meno.
            Ho più volte fatto proposte, del tutto sensate, come per esempio creare un database di immagini consentite e legali, ottenute senza violenza alcuna e con il permesso dei genitori e dei ragazzi una volta adulti. Questo annienterebbe subito il mercato nero (non ha senso pagare per qualcosa per giunta di illegale se esiste una fonte legale per ottenerla... specie se SO che con tale mezzo sono sicuro non ci sia stata violenza) ed impedirebbe che la fobia odierna prenda il sopravvento.Questo presuppone che i bambini possano subire questo genere di attenzioni in tenera età con la "speranza" che da adulti acconsentano. Decisamente non sono d'accordo.
            Ma non posso, NON posso permettere che si faccia del male a dei ragazzi in base unicamente alle paure di qualcuno... perché è di QUESTO che si sta parlando. Oppure vorresti tutelare quel 12enne solo finché rimane tale ma fregartene altamente quando compie 18 anni?Il tuo concetto di "fare del male" ai bambini è assolutamente deviato.
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da: Herbrand79
            Ma non è semplice nè facile determinare la
            maturità sessuali dei singoli individui, e
            inoltre la delicatezza del soggetto ostacolerebbe
            ulteriormente l'istituzione di eventuali "esami
            di maturità sessuali".E il 14 anni in base a quale principio sono stati scelti?In base a quale principio in Madagascar è stato scelto 21 anni? In base a quale principio nelle Filippine è 12?Si tira un dado e si decide?Facciamo invece qualcosa di più sensato: si punisce la violenza, quando il minore ne riceve danno (fisico o psicologico). Non è più sensato?
            La guida è legale per chi
            super un esame, ma in questo caso esistono
            criteri oggettivi per riconoscere chi sa guidare
            e chi
            no.Questo perché una persona che non sa guidare è un pericolo per la vita altrui. Nel caso del sesso questo interessa unicamente le due parti coinvolte e non coinvolge il resto della società (infatti è legale permettere a un ragazzino di guidare su proprietà privata... se poi si fa male sono cazzi... ma SOLO se si fa male).
            L'AOC serve a tutelare quella stragrande
            maggioranza di bambini che non sono sessualmente
            maturi a 12 anni, anche se potenzialmente limita
            i diritti di quella ristretta cerchia che lo
            sono. E' questa la differenza tra un approccio
            conservatore o liberale: a fronte di una
            situazione variegata per la quale occorre
            stabilire norme valide per tutti, il conservatore
            per evitare che dei colpevoli sfuggano accetta il
            rischio di punire degli innocenti, mentre il
            liberale per evitare che degli innocenti siano
            puniti accetta il rischio di far scappare dei
            colpevoli.In tal caso io sono un liberale. Ritengo che punire i casi in cui non ci sia stata violenza non solo è sbagliato, ma sia un grave crimine.
            Mi sembra che il tuo punto di vista sia ben oltre
            la soglia anche di molte persone che scelgono il
            punto di vista liberale, e si rischia che un
            domani si possa giocare ulteriormente al ribasso.Se un domani riterranno di abbassarla ancora lo si farà in base a nuove conoscenze e a nuovi fatti, non necessariamente sarà un male.
            Per quel che mi riguarda, la legge attuale è
            accettabilmente
            sensata.Anche la legge sulla pedopornografia in cui un 18enne che prova normalissima attrazione fisica per un 13enne (con uno scarto d'età di nemmeno 5 anni) può vedersi la vita rovinata per te è una legge sensata? Secondo me è un crimine.
            Stai di nuovo portando avanti un caso specifico
            sulla soglia della legge attuale. La legge nel
            suo complesso tutela i bambini, che ti piaccia o
            meno.E tu rifiuti di capire che la legge tratta quel 18enne esattamente come tratta un 50enne magari pure disposto a pagare facendo fare del male a ragazzi veri.
            Questo presuppone che i bambini possano subire
            questo genere di attenzioni in tenera età con la
            "speranza" che da adulti acconsentano.
            Decisamente non sono
            d'accordo.No. Presuppone semplicemente che queste foto TUTT'OGGI esistono, si potrebbe, una volta individuati i protagonisti (cosa che a volte avviene) chiedere loro se sono d'accordo nel partecipare a questo database.Ci sono poi molti metodi che non implicano assolutamente violenza per ottenere immagini di minorenni nudi... e basta guardare i vecchi film (in cui non c'era tutta questa paura irrazionale) per capire che questo è possibile, oppure i quadri di qualche autore o le foto prese al mare. In nessuno di questi casi c'è violenza.
            Il tuo concetto di "fare del male" ai bambini è
            assolutamente
            deviato.O forse lo è il tuo visto che consideri "far del male" solo in base alle tue convinzioni e non sui dati di fatto. Tu pretendi di poter decidere che una cosa è male quando il ragazzino coinvolto non ha subito nessun danno, né fisico né psicologico, e lo fai unicamente perché ritieni di essere nel giusto... un po' come si condannavano a morte sul rogo le streghe perché... erano streghe.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da: Herbrand79

            In tal caso la legge difenda questi _altri_.

            Sarebbe come dire che siccome esistono persone
            che non sanno guidare si dovrebbe rendere
            illegale la
            guida.

            Ma non è semplice nè facile determinare la
            maturità sessuali dei singoli individui, e
            inoltre la delicatezza del soggetto ostacolerebbe
            ulteriormente l'istituzione di eventuali "esami
            di maturità sessuali". La guida è legale per chi
            super un esame, ma in questo caso esistono
            criteri oggettivi per riconoscere chi sa guidare
            e chi
            no.Se non sei in grado di giudicare chi è in grado e di dare una patente di maturità non puoi essere in grado di dire nemmeno che uno non è pronto. Tu invece HAI PAURA che uno non sia pronto e quindi proibisci. Veramente intelligente. Nel dubbio astieniti, ma astieniti soprattutto dal giudicare e permetti anche al minore che non ha dubbi di viversi le sue certezze. Tu vuoi che i tuoi dubbi siano quelli di tutti, ma non è così. Se un minore ha la certezza di aver avuto un'esperienza positiva tu saresti in grado di convincerlo che ha avuto un'esperienza terribile, solo in base alle tue fobie.

            L'AOC serve a tutelare quella stragrande
            maggioranza di bambini che non sono sessualmente
            maturi a 12 anni, anche se potenzialmente limita
            i diritti di quella ristretta cerchia che lo
            sono. E' questa la differenza tra un approccio
            conservatore o liberale: a fronte di una
            situazione variegata per la quale occorre
            stabilire norme valide per tutti, il conservatore
            per evitare che dei colpevoli sfuggano accetta il
            rischio di punire degli innocenti, mentre il
            liberale per evitare che degli innocenti siano
            puniti accetta il rischio di far scappare dei
            colpevoli.Vedo che pur capendo la differenza tra la vergognoso proposito di rovinare la vita a qualche innocente e quello opposto di garantire i diritti, scegli consapevolmente quello sbagliato!
            Mi sembra che il tuo punto di vista sia ben oltre
            la soglia anche di molte persone che scelgono il
            punto di vista liberale, e si rischia che un
            domani si possa giocare ulteriormente al ribasso.
            Per quel che mi riguarda, la legge attuale è
            accettabilmente
            sensata.E' un'aberrazione giuridica.


            Invece io di "umanità" dimostro di averne più
            di te. Tu trovi "ok" rovinare la vita a un 18enne
            perché gli piacciono i 12enni? Io
            no.

            Stai di nuovo portando avanti un caso specifico
            sulla soglia della legge attuale. La legge nel
            suo complesso tutela i bambini, che ti piaccia o
            meno.Non possono esistere leggi buone solo nel loro complesso.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da:
            Sì, ma dove tu non riesci ad arrivare è che un
            14enne non ha ancora la facoltà di capire certe
            cose... certo che non può ancora capire quello che un adulto represso ha soffocato con tanti anni di moralismo fino a desensibilizzarsi totalmente.Leggi questo libro: La spiritualità del corpo.Tu reputi normale che la gente vada a
            vedersi 14enni che fanno sesso su internet, per
            me è
            malato.Normalissimo. Che poi sia giusto che dei quattordicenni facciano sesso è un'altro discorso. Io personalmente sono contro la censura del semplice nudo.Colpendo la pornografia come si è fatto fin qui si finisce inevitabilmente per colpire anche il normale erotismo
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura

            cose... Tu reputi normale che la gente vada a
            vedersi 14enni che fanno sesso su internet, per
            me è
            malato.Ritengo soprattutto sbagliato giudicare e punire chi guarda quelle immagini. Se c'è qualcuno da punire è semplicemente (nel caso fosse sbagliato) chi produce quelle immagini
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura

            Io ho SEMPRE affermato che dove c'è violenza la
            si deve fermare, ma ho anche affermato che nei
            casi dove questa violenza non sussiste è
            _VIOLENZA_
            intervenire.Non hai la più pallida idea di quello che stai dicendo.Guarda ad esempio quanti bambini e bambine sono stati cresciuti nella violenza e nell'abuso ed hanno imparato ad accettarla, guarda i casi di sindrome di stoccolma, le menti givani sono facilmente plagiabili e in questo caso anche se la persona non chiede aiuto, o considera l'effettiva violenza un qualcosa di quotidiano... chi se ne frega, vero? Chi se ne frega se un padre abusa della figlia 11enne e l'ha violentata mentalmente e fisicamente sin da piccola per farle credere che è tutto normale? Lasciamo pure correre, che problema c'è, vero? Chi se ne frega se i pedofili occidentali vanno in estremo oriente a soddisfare le proprie bassezze con bambini e bambine, e i genitori di quelli là li mettono a disposizione perchè muoiono di fame? Ma si... va tutto bene...Quanto pane hai da mangiare cocco.......
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            Ma quanti anni hai? Guarda che fai dei ragionamenti che non hanno davvero alcun senso, renditene conto.- Scritto da: Wakko Warner

            - Scritto da:

            Wakko, i bambini *vanno* tutelati perche' sono

            deboli e incapaci di difendersi.

            Tutela i tuoi figli come ti pare, possibilmente
            cercando di non limitare la mia
            libertà.
            Tu puoi ritenere che i tuoi figli non debbano
            venire a contatto con il sesso, io posso ritenere
            che queste siano
            sciocchezze.
            Sesso NON è uguale a violenza, né tantomeno lo è
            il puro e semplice
            nudo.
            Il sesso è una cosa NATURALE, la fobia verso
            sesso e nudo invece NON lo
            è.
            Ci sono foto di nudi di bambini del tutto
            legittime, fatte con tanto di presenza dei
            genitori o nel caso in cui, una volta adulti,
            essi decidano di pubblicarle... eppure questo
            rientra nella definizione di
            pedopornografia.
            Ma non solo, tale definizione include anche
            ragazzi dai 14 ai 18... e questo è tanto sciocco
            che persino gli stessi ragazzi, se si scattano
            una foto e poi la distribuiscono DI LORO VOLONTÀ
            rischiano la _galera_ oltre che una bella macchia
            sulla fedina penale per produzione e spaccio di
            materiale
            pedopornografico.


            Il sesso

            propinato ai bambini impreparati ad affrontarne

            profondita' e importanza E' violenza.

            No, non lo è, in nessun modo.


            che si

            tratti di violenza fisica o psichica, sempre di

            violenza si

            tratta.

            No.


            Ne riparleremo quando avrai dei figli e capirai

            cosa vuol dire.

            Insomma stai cercando di trasmettere la tua paura
            agli altri usando a sproposito parole come
            "violenza" per cose che di violenza non hanno
            proprio
            nulla.
            Te l'ho già detto, ritieni che i tuoi figli non
            siano pronti per certe esperienze? Benissimo,
            decidi su di loro e limitati a
            questo.


            Fatto salvo questo caposaldo indiscutibile:

            TUTELARE I MINORI, qualunque altra forma di

            censura e'

            intollerabile.

            Qualunque forma di censura è intollerabile,
            QUESTA
            inclusa.
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da:
            Ma quanti anni hai?28. Lo sanno tutti qui.
            Guarda che fai dei
            ragionamenti che non hanno davvero alcun senso,
            renditene
            conto.Interessante come hai smontato punto per punto le mie affermazioni portando fatti a tuo supporto.Spero che tu ti renda conto che le tue convinzioni non rendono una cosa vera.Qualche secolo fa (fino a Galileo) il 99% della gente riteneva che la Terra fosse piatta, purtroppo per te e quelli come te le loro convinzioni non hanno reso la Terra tale.Al contrario tuo NON dico di detenere la verità assoluta. Ci sono _sicuramente_ dei casi di violenza, casi che vanno fermati, ma non si possono usare questi casi particolare per fare di tutta l'erba un fascio come invece si vuole fare oggi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            Ma vedi, qui su questo forum è facile fare falsi moralismi, cercare di ergersi a difensore delle proprie libertà (oh, quelle degli altri non fregano mai a nessuno, eh... quella di un ragazzo di 14 anni che magari non ha ben capito cosa significa pubblicare un filmato dove fa sesso che 30 enni si guarderanno masturbandosi davanti al monitor).E' facile, tutto qui.Quel che è difficile è andare oltre, ed è qui che ti fermi... e 28 anni lì non servono a nulla, serve la testa e la maturità, quella vera.E guarda che questo non devi prenderla come un offesa, mica ti conosco e tanto non ci incontreremo mai e tutto finirà qui su questa discussione. Deve servire a TE per capire che c'è qualcosa che non va in quel che dici. Tutto qui.- Scritto da: Wakko Warner

            - Scritto da:

            Ma quanti anni hai?

            28. Lo sanno tutti qui.


            Guarda che fai dei

            ragionamenti che non hanno davvero alcun senso,

            renditene

            conto.

            Interessante come hai smontato punto per punto le
            mie affermazioni portando fatti a tuo
            supporto.
            Spero che tu ti renda conto che le tue
            convinzioni non rendono una cosa
            vera.

            Qualche secolo fa (fino a Galileo) il 99% della
            gente riteneva che la Terra fosse piatta,
            purtroppo per te e quelli come te le loro
            convinzioni non hanno reso la Terra
            tale.

            Al contrario tuo NON dico di detenere la verità
            assoluta. Ci sono _sicuramente_ dei casi di
            violenza, casi che vanno fermati, ma non si
            possono usare questi casi particolare per fare di
            tutta l'erba un fascio come invece si vuole fare
            oggi.
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da:
            Ma vedi, qui su questo forum è facile fare falsi
            moralismi, cercare di ergersi a difensore delle
            proprie libertà (oh, quelle degli altri non
            fregano mai a nessuno, eh... quella di un ragazzo
            di 14 anni che magari non ha ben capito cosa
            significa pubblicare un filmato dove fa sesso che
            30 enni si guarderanno masturbandosi davanti al
            monitor).
            E' facile, tutto qui.
            Quel che è difficile è andare oltre, ed è qui che
            ti fermi... e 28 anni lì non servono a nulla,
            serve la testa e la maturità, quella
            vera.
            E guarda che questo non devi prenderla come un
            offesa, mica ti conosco e tanto non ci
            incontreremo mai e tutto finirà qui su questa
            discussione. Deve servire a TE per capire che c'è
            qualcosa che non va in quel che dici. Tutto
            qui.Tu sei così convinto delle tue affermazioni che dai per scontato che ciò che dico è sbagliato. Complimenti. Io le tue convinzioni non ce le ho... anzi... più conosco i casi di cui parlo, e più mi convinco dell'esatto opposto di cui tu sei così tanto convinto.Chissà, forse quando tuo figlio non sarà più un 12enne ma avrà 18 anni e arriveranno a casa tua per umiliarlo e sbatterlo in galera perché ha provato attrazione fisica verso un 12enne forse incomincerai a dubitare di ciò che dici.Ma tanto, chissenefrega finché capita ai figli degli altri, vero?
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            Magari ai tuoi, ma di certo se mio figlio a 18 anni mi dicesse che ha fatto sesso con una 12enne mi preoccuperei... una 12enne (per quanto i falsi moralismi, quelli veri occhio, dicono) non ha ancora piena facoltà di decidere in queste cose. O meglio, a 12 anni siamo stati tutti convinti di sapere tutto del mondo, ma non è così.- Scritto da: Wakko Warner

            - Scritto da:

            Ma vedi, qui su questo forum è facile fare falsi

            moralismi, cercare di ergersi a difensore delle

            proprie libertà (oh, quelle degli altri non

            fregano mai a nessuno, eh... quella di un
            ragazzo

            di 14 anni che magari non ha ben capito cosa

            significa pubblicare un filmato dove fa sesso
            che

            30 enni si guarderanno masturbandosi davanti al

            monitor).

            E' facile, tutto qui.

            Quel che è difficile è andare oltre, ed è qui
            che

            ti fermi... e 28 anni lì non servono a nulla,

            serve la testa e la maturità, quella

            vera.

            E guarda che questo non devi prenderla come un

            offesa, mica ti conosco e tanto non ci

            incontreremo mai e tutto finirà qui su questa

            discussione. Deve servire a TE per capire che
            c'è

            qualcosa che non va in quel che dici. Tutto

            qui.

            Tu sei così convinto delle tue affermazioni che
            dai per scontato che ciò che dico è sbagliato.
            Complimenti. Io le tue convinzioni non ce le
            ho... anzi... più conosco i casi di cui parlo, e
            più mi convinco dell'esatto opposto di cui tu sei
            così tanto
            convinto.

            Chissà, forse quando tuo figlio non sarà più un
            12enne ma avrà 18 anni e arriveranno a casa tua
            per umiliarlo e sbatterlo in galera perché ha
            provato attrazione fisica verso un 12enne forse
            incomincerai a dubitare di ciò che
            dici.

            Ma tanto, chissenefrega finché capita ai figli
            degli altri,
            vero?
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da:
            Magari ai tuoi, ma di certo se mio figlio a 18
            anni mi dicesse che ha fatto sesso con una 12enne
            mi preoccuperei...E ti preoccuperesti a tal punto da voler rovinare la vita di tuo figlio?
            una 12enne (per quanto i falsi
            moralismi, quelli veri occhio, dicono) non ha
            ancora piena facoltà di decidere in queste cose.Non la pensano così in diversi Paesi in cui l'AOC è impostata a 12 anni.
            O meglio, a 12 anni siamo stati tutti convinti di
            sapere tutto del mondo, ma non è
            così.A 12 anni puoi tranquillamente giocare al sesso in modo informato e consapevole e non necessariamente questo ti provoca danno.Certo, i maniaci esistono ovunque, ma io non ho mai parlato di "maniaci", non ho mai parlato di violenza e non l'ho mai scusata. Né nel caso dei minori né nel caso dei maggiorenni.Certo, un minore ha bisogno di più attenzioni, ma ciò non deve significare considerare qualcosa "male" di default senza se e senza ma.Quanti bambini si fanno veramente del male (o si ammazzano pure) con la bicicletta? Vogliamo proibire le biciclette?Renditi conto che leggi di questo tipo, SPECIE la legge sulla pedopornografia che INCLUDE ragazzi dai 14 ai 18, servono unicamente a creare mostri che NON esistono. Servono ad alimentare la paura che mi dimostrate in ogni vostra singola risposta. La vostra paura è tale che non volete nemmeno fermarvi un attimo a ragionare sulla questione. E intanto a dei ragazzini, tutti minorenni, si sta contestando il reato di produzione e spaccio di materiale pedopornografico perché si facevano le foto e se le distribuivano fra amici. Intanto a ragazzi 20enni o giù di lì si sta rovinando la vita perché hanno ritenuto un 12enne attraente. E tutto questo senza che MAI queste persone abbiano mai fatto violenza.Per favore, liberatevi di queste sciocche paure, di queste sciocche convinzioni perché ESSE stanno facendo del male, proprio ora, in questo istante.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da: Wakko Warner
            E ti preoccuperesti a tal punto da voler rovinare
            la vita di tuo
            figlio?Riduci sempre il tutto a frasi talmente semplicistiche... Se beccassi mio figlio a fare qualcosa di moralmente discutibile (e fare sesso con una 12enne lo è... ma so che tanto tu questo non lo capirai), allora sarebbe lui ad essersi rovinato da solo.
            Non la pensano così in diversi Paesi in cui l'AOC
            è impostata a 12
            anni.Ma guarda, in molti paesi c'è anche la pena di morte. E allora?
            A 12 anni puoi tranquillamente giocare al sesso
            in modo informato e consapevole e non
            necessariamente questo ti provoca
            danno.Ma manco per l'anima, in modo consapevole, del sesso a quell'età non si sa davvero nulla. Ma in che mondo vivi tu?
            Certo, un minore ha bisogno di più attenzioni, ma
            ciò non deve significare considerare qualcosa
            "male" di default senza se e senza
            ma.

            Quanti bambini si fanno veramente del male (o si
            ammazzano pure) con la bicicletta? Vogliamo
            proibire le
            biciclette? Con queste frasi ti dai al qualunquismo più becero, ti rendi conto?
            Renditi conto che leggi di questo tipo, SPECIE la
            legge sulla pedopornografia che INCLUDE ragazzi
            dai 14 ai 18, servono unicamente a creare mostri
            che NON esistono. Servono ad alimentare la paura
            che mi dimostrate in ogni vostra singola
            risposta. La vostra paura è tale che non volete
            nemmeno fermarvi un attimo a ragionare sulla
            questione. E intanto a dei ragazzini, tutti
            minorenni, si sta contestando il reato di
            produzione e spaccio di materiale
            pedopornografico perché si facevano le foto e se
            le distribuivano fra amici. Intanto a ragazzi
            20enni o giù di lì si sta rovinando la vita
            perché hanno ritenuto un 12enne attraente. E
            tutto questo senza che MAI queste persone abbiano
            mai fatto
            violenza.

            Per favore, liberatevi di queste sciocche paure,
            di queste sciocche convinzioni perché ESSE stanno
            facendo del male, proprio ora, in questo
            istante.Ora fai anche il profeta... Io quel che capisco è che tu vorresti poter far sesso con 12enni per sfogare qualche tuo istinto sessuale malato, probabilmente e per dare sfogo alla TUA libertà (sempre TUA, eh).Liberati tu la mente da queste cazzate e fa un favore e tutti, dai.
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da:
            Io quel che capisco è
            che tu vorresti poter far sesso con 12enni per
            sfogare qualche tuo istinto sessuale malatoTi ricordo che queste insinuazioni sono diffamazione a mezzo stampa, ti invito a cambiare tono.Giusto per precisare... NON è mia intenzione fare sesso con 12enni, non ce la farei nemmeno se mi interessasse... ma non uso questa mia "morale" per limitare la libertà altrui o scusare leggi censorie basate unicamente sulla paura.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            Ma questa frase l'hai letta da qualche parte? Vedo che la scrivi ovunque... si vede che ti è piaciuta tanto.Ah, non parlare di libertà altrui... che pare un insulto. Parla di TUE libertà.- Scritto da: Wakko Warner ma non uso questa mia "morale"
            per limitare la libertà altrui o scusare leggi
            censorie basate unicamente sulla
            paura.
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da:
            Ma questa frase l'hai letta da qualche parte?
            Vedo che la scrivi ovunque... si vede che ti è
            piaciuta
            tanto.
            Ah, non parlare di libertà altrui... che pare un
            insulto. Parla di TUE
            libertà.Ottima argomentazione, mi hai convinto.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da:

            - Scritto da: Wakko Warner

            E ti preoccuperesti a tal punto da voler
            rovinare

            la vita di tuo

            figlio?

            Riduci sempre il tutto a frasi talmente
            semplicistiche... Se beccassi mio figlio a fare
            qualcosa di moralmente discutibile (e fare sesso
            con una 12enne lo è... ma so che tanto tu questo
            non lo capirai), allora sarebbe lui ad essersi
            rovinato da
            solo."moralmente discutibile lo è, ma so che tanto tu non lo capirai" Non ti rendi nemmeno conto di quanto sei convincente..


            A 12 anni puoi tranquillamente giocare al sesso

            in modo informato e consapevole e non

            necessariamente questo ti provoca

            danno.

            Ma manco per l'anima, in modo consapevole, del
            sesso a quell'età non si sa davvero nulla. Ma in
            che mondo vivi
            tu?E io dico che a 18 anni si sa ancora meno, visto che all'ignoranza forzata in cui sono tenuti i ragazzi si aggiungono anche le nozioni errate. Se le ragazze restano incinte di chi è la colpa, della loro giovane età? O dell'ignoranza in cui vengono tenuti i bambini? E' provato che neio paesi un po' più liberi dalla cappa del moralismo sessuale la percentuale di violenze sui minori è nettamente inferiore. E questo perché. Perché i bambini sono più svegli di quanto pensi tu e si accorgono subito di quello che sta succedendo perché lì se ne parla liberamente. Qui da noi se vieni stuprato poi è colpa tua perché hai fatto sesso o perché stai parlando di sesso e stai mettendo tutti in imbarazzo....


            Certo, un minore ha bisogno di più attenzioni,
            ma

            ciò non deve significare considerare qualcosa

            "male" di default senza se e senza

            ma.



            Quanti bambini si fanno veramente del male (o si

            ammazzano pure) con la bicicletta? Vogliamo

            proibire le

            biciclette?

            Con queste frasi ti dai al qualunquismo più
            becero, ti rendi
            conto?In confronto al tuo di qualunquismo sono colpi di genio.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da: Wakko Warner
            Chissà, forse quando tuo figlio non sarà più un
            12enne ma avrà 18 anni e arriveranno a casa tua
            per umiliarlo e sbatterlo in galera perché ha
            provato attrazione fisica verso un 12enne forse
            incomincerai a dubitare di ciò che
            dici.Se mio figlio lo fa di testa sua è un conto.Se mio figlio viene costretto da altri a farlo contro la sua volonta è un altro!!! sei limitato..
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da:


            - Scritto da: Wakko Warner


            Chissà, forse quando tuo figlio non sarà più un

            12enne ma avrà 18 anni e arriveranno a casa tua

            per umiliarlo e sbatterlo in galera perché ha

            provato attrazione fisica verso un 12enne forse

            incomincerai a dubitare di ciò che

            dici.

            Se mio figlio lo fa di testa sua è un conto.
            Se mio figlio viene costretto da altri a farlo
            contro la sua volonta è un altro!!!

            sei limitato..
            Eh? Chi ha parlato di costrizioni? La legge punisce chi costringe e anche chi non costringe proprio nulla. Non riesco a capire il tuo intervento.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura

            Quel che è difficile è andare oltre, ed è qui che
            ti fermi... e 28 anni lì non servono a nulla,
            serve la testa e la maturità, quella vera.l'età non c'entra quasi niente oltre una certa età.Se è per questo allora come si spiegano certi tizi over 40-50-60?Per piacere niente scuse. Il cervello se c'è c'è, se non c'è....
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura

            Qualche secolo fa (fino a Galileo) il 99% della
            gente riteneva che la Terra fosse piatta,
            purtroppo per te e quelli come te le loro
            convinzioni non hanno reso la Terra
            tale.in questo caso sei tu che fai parte dell'era pre-galileiana, infatti più si va avanti e più i diritti aumentano e la società migliora, non è l'inverso
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da:
            in questo caso sei tu che fai parte dell'era
            pre-galileiana, infatti più si va avanti e più i
            diritti aumentano e la società migliora, non è
            l'inversoQuesto è falso. Basti pensare che prima del Nazismo essere ebrei non era reato... venuto il nazismo, per diversi anni, è stato reato.Come vedi, il semplice fatto che una società venga dopo una società precedente non implica automaticamente un progresso.Comunque ti ripeto, io MAI ho parlato di violenza.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            Sì, ma nemmeno mai hai parlato di diritti. Come mai? Non ti piace avere diritti e vuoi avere solo libertà?Facile vivere così, eh.- Scritto da: Wakko Warner

            - Scritto da:

            in questo caso sei tu che fai parte dell'era

            pre-galileiana, infatti più si va avanti e più i

            diritti aumentano e la società migliora, non è

            l'inverso

            Questo è falso. Basti pensare che prima del
            Nazismo essere ebrei non era reato... venuto il
            nazismo, per diversi anni, è stato
            reato.
            Come vedi, il semplice fatto che una società
            venga dopo una società precedente non implica
            automaticamente un
            progresso.

            Comunque ti ripeto, io MAI ho parlato di violenza.
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da:
            Sì, ma nemmeno mai hai parlato di diritti. Come
            mai? Non ti piace avere diritti e vuoi avere solo
            libertà?
            Facile vivere così, eh.Forse intendevi "doveri"?In ogni caso la limitazione della libertà altrui deve avere solide basi, non ritengo che queste "solide basi" ci siano in questo caso... anzi... mi pare che si stia proponendo limitazioni unicamente in base alla paura.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            e da incoscenti lasciare i bambini che girano per internet senza un controllo da parte dei genitorigenitori invece di farvi le s----e mentali state attenti hai vostri figli - Scritto da:


            Personalmente ritengo il pedoporno un puro e

            semplice spauracchio. Non credo nella menzogna

            che sesso+minori=male e non credo nella menzogna

            che fotobimbinudi=violenza. Si tratta di balle

            usate dai moralisti per imporre la propria
            morale

            su tutti gli altri. Naturalmente sono contrario

            alla *violenza* su chiunque, bambini inclusi, ma

            oggi con la parola "violenza" si vuole definire

            anche cose che con la violenza non hanno nulla a

            che fare, come il sesso o il porno o addirittura

            il semplice nudo per

            l'appunto.

            Wakko, i bambini *vanno* tutelati perche' sono
            deboli e incapaci di difendersi. Il sesso
            propinato ai bambini impreparati ad affrontarne
            profondita' e importanza E' violenza. che si
            tratti di violenza fisica o psichica, sempre di
            violenza si
            tratta.

            Ne riparleremo quando avrai dei figli e capirai
            cosa vuol dire.


            Fatto salvo questo caposaldo indiscutibile:
            TUTELARE I MINORI, qualunque altra forma di
            censura e'
            intollerabile.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura

            Fatto salvo questo caposaldo indiscutibile:
            TUTELARE I MINORI, qualunque altra forma di
            censura e'
            intollerabile.Hey bellezza, io di anni ne ho 15 e con le tue tutele del *azzo mi ci pulisco il c*lo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura

            Wakko, i bambini *vanno* tutelati perche' sono
            deboli e incapaci di difendersi. Il sesso
            propinato ai bambini impreparati ad affrontarne
            profondita' e importanza E' violenza. che si
            tratti di violenza fisica o psichica, sempre di
            violenza si
            tratta.Intanto la legge non tutela i bambini ma i minori di anni 18. Non li tutela nemmeno dal sesso ma dallla spaventosa violenza dell'obiettivo della fotocamenera e dai violenti sguardi di chi poi vede le fotografie. (Da mettere i brividi) Il mese scorso il Dipartimento di Giustizia USA ha incriminato per pedo-pornografia un uomo che realizzava servizi fotografici di minori vestiti con il consenso dei genitori. Secondo la Procura si trattava di scatti "provocanti". (BRRR)

            Ne riparleremo quando avrai dei figli e capirai
            cosa vuol dire.Credi che basti avere un figlio per essere un uomo e non un coniglio? (cit)


            Fatto salvo questo caposaldo indiscutibile:
            TUTELARE I MINORI, qualunque altra forma di
            censura e'
            intollerabile.Dovresti parlare di tutela dei MINORATI. Tali sono infatti i minori che hanno ereditato dalla società e dalla famiglia una forma di sessuofobia, al punto da giudicare violenza l'erotismo e uno scatto fotografico che lo metta in luceSiete malati e non ve ne rendete conto perché avete tutta la società malata dalla vostra parte
          • ryoga scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da:
            Wakko, i bambini *vanno* tutelati perche' sono
            deboli e incapaci di difendersi. Il sesso
            propinato ai bambini impreparati ad affrontarne
            profondita' e importanza E' violenza. che si
            tratti di violenza fisica o psichica, sempre di
            violenza si
            tratta.Un sito con immagini pedoporno, non è violenza.La violenza è l'atto che si compie, non le immagini pubblicate su di un sito.Si vadano a prendere chi commette gli atti e non ad oscurare siti che ospitano tali immagini.Se a qualcuno piace tale genere di sito, non significa che è un violentatore di bambini.Cosi come, a chi piacciono film horror o thriller non puo' essere considerato un serial killer.

            Ne riparleremo quando avrai dei figli e capirai
            cosa vuol dire.Ho una figlia, ma credo di aver ben distinto l'atto di violenza dalle immagini presenti su di un server.Quindi trovo assurdo bloccare dei siti ( secondo poi quale principio democratico "qualcuno" stabilisce quale sito è da bloccare o meno? ) quasi a pulirsi la coscienza invece di andare in giro a trovare chi realmente produce tali immagini.
            Fatto salvo questo caposaldo indiscutibile:
            TUTELARE I MINORI, qualunque altra forma di
            censura e'
            intollerabile.Da cosa li vuoi tutelare?Da chi commette tali atti? ( Non e' bloccando i siti )Dal visualizzare tali immagini? ( Perche' non allora le immagini di culi, tette e vagine che inondano tutti i mass media? )P.s. : Non sono ne un sostenitore ne un fan del pedoporno.Mi fa schifo e per fortuna, in 8 anni, non ho mai incontrato un sito del genere. C'e' bisogno di oscurarli?
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura

            Un sito con immagini pedoporno, non è violenza.
            La violenza è l'atto che si compie, non le
            immagini pubblicate su di un
            sito.

            Si vadano a prendere chi commette gli atti e non
            ad oscurare siti che ospitano tali
            immagini.

            Se a qualcuno piace tale genere di sito, non
            significa che è un violentatore di
            bambini.
            Cosi come, a chi piacciono film horror o thriller
            non puo' essere considerato un serial
            killer.Mamma mia quanta superficialità... Allora se un malato di mente tortura e ammazza la gente, ci fa i servizi fotografici, e poi un altro gli compra le foto e ci fa dei bei siti sanguinolenti, va tutto bene? Ma si! Diamo pure spazio e libertà all'omicidio e alla violenza. Sono allibito :sL'esempio non tiene. Un film sui serial killer è una finzione, non hanno veramente ammazzato le persone!
            Ho una figlia, ma credo di aver ben distinto
            l'atto di violenza dalle immagini presenti su di
            un
            server.Forse non hai così tanto distinto, visto che dietro a quelle immagini c'è una vita distrutta, un'innocenza violata e chissà quante altre violenze, magari (come capita spesso) nella foto pedoporno nel server c'è l'immagine di una persona che è stata uccisa dopo che ci hanno fatto i loro porci comodi!Come si fa a non capire questo? Quella immagine nel server è vera, non è un rendering 3d, non è un set di un film.Capisco che ci possono essere dei casi di persone di 17-18 anni che sono anche consensienti, ma quanti potrebbero essere? Una percentuale infinitesimale.
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da:
            Mamma mia quanta superficialità...La tua, si...
            Allora se un malato di mente tortura e ammazza la
            gente, ci fa i servizi fotografici, e poi un
            altro gli compra le foto e ci fa dei bei siti
            sanguinolenti, va tutto bene? Ma si! Diamo pure
            spazio e libertà all'omicidio e alla violenza.
            Sono allibito
            :sChi ha mai parlato di legalizzare la violenza? È solo la tua personale interpretazione... e come vedi non è nemmeno condivisa da tutti.
            L'esempio non tiene. Un film sui serial killer è
            una finzione, non hanno veramente ammazzato le
            persone!Tuttavia se io faccio un film ritraente minorenni nudi (come in alcuni vecchi film in cui si è fatto senza mai fare violenza su nessuno) è reato.
            Forse non hai così tanto distinto, visto che
            dietro a quelle immagini c'è una vita distrutta,
            un'innocenza violata e chissà quante altre
            violenze, magari (come capita spesso) nella foto
            pedoporno nel server c'è l'immagine di una
            persona che è stata uccisa dopo che ci hanno
            fatto i loro porci
            comodi!Dai per scontato che tali immagini siano state ottenute mediante violenza.
            Come si fa a non capire questo?Domanda che ti rigiro volentieri.
            Quella immagine
            nel server è vera, non è un rendering 3d, non è
            un set di un
            film.L'immagine di un bambino nudo in nessun modo implica violenza alcuna. Vuoi che le immagini ritraenti violenza e minori siano illegali? Va bene, sono d'accordo. Ma non sono d'accordo che lo siano pure e semplici immagini di nudo o di semplcie pornografia.Ti ricordo poi che è pedopornografia anche la foto di un 16enne nudo.
            Capisco che ci possono essere dei casi di persone
            di 17-18 anni che sono anche consensienti, ma
            quanti potrebbero essere? Una percentuale
            infinitesimale.Perché?
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da:


            Un sito con immagini pedoporno, non è violenza.

            La violenza è l'atto che si compie, non le

            immagini pubblicate su di un

            sito.



            Si vadano a prendere chi commette gli atti e
            non


            ad oscurare siti che ospitano tali

            immagini.



            Se a qualcuno piace tale genere di sito, non

            significa che è un violentatore di

            bambini.

            Cosi come, a chi piacciono film horror o
            thriller

            non puo' essere considerato un serial

            killer.


            Mamma mia quanta superficialità...

            Allora se un malato di mente tortura e ammazza la
            gente, ci fa i servizi fotografici, e poi un
            altro gli compra le foto e ci fa dei bei siti
            sanguinolenti, va tutto bene? Ma si! Diamo pure
            spazio e libertà all'omicidio e alla violenza.
            Sono allibito
            :s

            L'esempio non tiene. Un film sui serial killer è
            una finzione, non hanno veramente ammazzato le
            persone!



            Ho una figlia, ma credo di aver ben distinto

            l'atto di violenza dalle immagini presenti su di

            un

            server.


            Forse non hai così tanto distinto, visto che
            dietro a quelle immagini c'è una vita distrutta,
            un'innocenza violata e chissà quante altre
            violenze, magari (come capita spesso) nella foto
            pedoporno nel server c'è l'immagine di una
            persona che è stata uccisa dopo che ci hanno
            fatto i loro porci
            comodi!

            Come si fa a non capire questo? Quella immagine
            nel server è vera, non è un rendering 3d, non è
            un set di un
            film.

            Capisco che ci possono essere dei casi di persone
            di 17-18 anni che sono anche consensienti, ma
            quanti potrebbero essere? Una percentuale
            infinitesimale.Infinitesimali sono le violenze nella grande costellazione del porno. E il porno è una costellazione diversa dall'arte erotica. E' ovvio che non si può equiparare un documenti di una violenza reale con una rappresentazione ma sono le stesse rappresentazioni ad apparire reali non sapendo chi sono gli attori, chi è il regista, chi il produttore. Chi ti garantisce che nelle scene dei film horror non vi siano violenze reali fatte passare per rappresentazioni? Nulla! Parlando di pornografia, è necessario distinguerla dall'arte erotica. L'arte erotica non contiene violenza ne scene di sesso. Può essere di alto valore artistico o di basso valore artistico ma di arte si tratta. Non importa che si faccia per scopi di lucro o per motivi ideali, arte rimane. Non è accettabile che per motivi di propaganda quando si parla di tutela dei minori non si facciano mai distinzioni e si vada a colpire indistintamenmte l'arte erotica e la pornografia. Invece sarebbe opportuno che questa distinzione fosse ben marcata, quanto più si vuole colpire duro. La verità è che se ci si limita alla pedopornografia vera mancano i numeri e il fenomeno non è così ampio da giustificare le misure restrittive che si vogliono imporre per altri motivi.
        • Anonimo scrive:
          Re: Come bypassare la censura

          Personalmente ritengo il pedoporno un puro e
          semplice spauracchio. Non credo nella menzogna
          che sesso+minori=male e non credo nella menzogna
          che fotobimbinudi=violenza. Si tratta di balle
          usate dai moralisti per imporre la propria morale
          su tutti gli altri.eppoi, con quanta ipocrisia puoi dire che "sesso+minori=male" sia una "menzogna dei moralisti per imporre la propria morale" ? chi sei tu per giudicare ? sei tu che puoi dire che "sesso+bambini=bene" ? e non e' violenza questa ? chiunque impone il proprio punto di vista ad un essere debole o privo degli strumenti intellettivi per esprimere un giudizio maturo e libero e' violento. nella migliore delle ipotesi si chiama plagio.nel rapporto fra un bambino e un adulto c'e' un essere forte (l'adulto) e un essere debole (il bambino). il bambino deve essere protetto da cio' che puo' fargli male.se tuo figlio (quando ne avrai) cercasse di mettere le dita nel 220 cosa fai ? lo proteggi impedendoglielo o lo lasci fare "perche' potrebbe essere un'esperienza elettrizzante" ?
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da:
            eppoi, con quanta ipocrisia puoi dire che
            "sesso+minori=male" sia una "menzogna dei
            moralisti per imporre la propria morale" ?Sono loro che vogliono limitare la tua libertà, non io, sveglia.
            chi sei tu per giudicare ? Ti ripeto, non sono io a voler limitare la tua libertà.
            sei tu che puoi dire che "sesso+bambini=bene" ? e
            non e' violenza questa ?È violenza quando io, imponendo la mia morale, limito la tua libertà... o non ci arrivi?
            chiunque impone il proprio punto di vista ad un
            essere debole o privo degli strumenti
            intellettivi per esprimere un giudizio maturo e
            libero e' violento. nella migliore delle ipotesi
            si chiama
            plagio.E chi ha parlato di plagio?Vogliamo parlare di plagio? Cos'è quando forzi tuo figlio ad andare a messa? Cos'è quando lo impaurisci con storielle circa inferno e paradiso? Cos'è quando lo forzi a credere in qualcosa semplicemente perché ci credi tu?
            nel rapporto fra un bambino e un adulto c'e' un
            essere forte (l'adulto) e un essere debole (il
            bambino). il bambino deve essere protetto da cio'
            che puo' fargli
            male._Può_ ma non è detto che lo faccia.La violenza va condannata quando c'è... non quando TU decidi che l'esperienza di qualcun altro è violenza di default come invece si sta facendo.
            se tuo figlio (quando ne avrai) cercasse di
            mettere le dita nel 220 cosa fai ? lo proteggi
            impedendoglielo o lo lasci fare "perche' potrebbe
            essere un'esperienza elettrizzante"
            ?Fatto: con la 220 si muore.Fatto: giocando al sesso, se fatto in modo opportuno, non solo non si muore, ma ci si diverte e può persino essere un'esperienza costruttiva e piacevole per entrambe le parti.È ovvio che il sesso imposto è pura e semplice umiliazione, ma qui si sta condannando anche sesso NON imposto, anzi... addirittura sesso cercato dagli stessi minori.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura

            Vogliamo parlare di plagio? Cos'è quando forzi
            tuo figlio ad andare a messa? Cos'è quando lo
            impaurisci con storielle circa inferno e
            paradiso? Cos'è quando lo forzi a credere in
            qualcosa semplicemente perché ci credi
            tu?:)e' evidente che stai parlando ad una categoria di persone e non a me.

            nel rapporto fra un bambino e un adulto c'e' un

            essere forte (l'adulto) e un essere debole (il

            bambino). il bambino deve essere protetto da
            cio'

            che puo' fargli

            male.

            _Può_ ma non è detto che lo faccia.nel dubbio, caro Wako, non si puo' permettere che insorgano le condizioni perche' *possa* essere violenza. perche' - ripeto - ci sono di fronte un adulto e un bambino. una persona forte ed una debole. il bambino non puo' giudicare da solo perche' non ha gli strumenti intellettivi. il sesso vissuto in modo sbagliato, umiliante, distorto, puo' fare un male boia. puo' rovinare psicologicamente un individuo.
            Fatto: con la 220 si muore.
            Fatto: giocando al sesso, se fatto in modo
            opportuno, non solo non si muore, ma ci si
            diverte e può persino essere un'esperienza
            costruttiva e piacevole per entrambe le
            parti.certo, oppure puo' lasciare dei segni indelebili nella psiche. il fatto e' che non si puo' lasciar giudicare la parte forte (l'adulto) perche' l'adulto potrebbe forse anche fare delle scelte per interesse economico, o perche' e' un pervertito cui piace farsela con i bambini e non gliene frega nulla se poi questi restano scioccati.svegliati tu caro. dietro la pedopornografia ci sono interessi economici potentissimi e lobby per le quali se il bambino poi resta segnato non gliene frega assolutamente una fava.
            È ovvio che il sesso imposto è pura e semplice
            umiliazione, ma qui si sta condannando anche
            sesso NON imposto, anzi... addirittura sesso
            cercato dagli stessi
            minori.bene, allora distinguiamo, cerchiamo di capire senza ipocrisia a che eta' una persona puo' essere considerata sessualmente matura e a che eta' invece dev'essere protetta. i 18 anni sono sicuramente esagerati, a 16 anni oggi ragazzi e ragazze sono pienamente consapevoli del sesso e di tutto quello che ci gira attorno, normalmente. ma non sempre. nel dubbio meglio lasciare il limite a 18, se c'e' il rischio di sbagliare. qui si potrebbe anche discutere, ma non ho competenze e non voglio farlo.ma i bambini vanno tutelati. su questo sono irremovibile. perche' nello sfruttamento sessuale dei bambini si nasconde la peggior feccia dell'umanita'
          • longinous scrive:
            Re: Come bypassare la censura

            ma i bambini vanno tutelati. su questo sono
            irremovibile. perche' nello sfruttamento sessuale
            dei bambini si nasconde la peggior feccia
            dell'umanita'per l'ultima volta (perchè poi vado a dormire e vi rileggo...questa sera): i bambini sono un sottoinsieme dei minori.Basta usare le parole come sinonimi.Quanto ti saresti incazzato tu se a 17 anni ti fossi sentito chiamare bambino?e a 16?e 14?quindi tieni bene a mente questa cosa: ((bambini)minori)inoltre credo che la peggior feccia non sia racchiusa nell'insieme "sfruttamento sessuale dei bambini" quanto nell'insieme più ampio: "sfruttamento del prossimo"e qua ci stanno dentro veramente tutti: dalla SIAE (che cazzarola hanno mai prodotto di loro? si fanno pagare come non so cosa perchè "tutelano" (a modo loro) gli artisti (che ne farebbero volentieri a meno)) alle Major (idem come sopra) agli sfruttatori della prostituzione.Io, personalmente li pongo tutti allo stesso piano: parassiti della cui scomparsa la società ne trarrebbe giovamento!
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da:

            Vogliamo parlare di plagio? Cos'è quando forzi

            tuo figlio ad andare a messa? Cos'è quando lo

            impaurisci con storielle circa inferno e

            paradiso? Cos'è quando lo forzi a credere in

            qualcosa semplicemente perché ci credi

            tu?

            :)

            e' evidente che stai parlando ad una categoria di
            persone e non a me.




            nel rapporto fra un bambino e un adulto c'e'
            un


            essere forte (l'adulto) e un essere debole (il


            bambino). il bambino deve essere protetto da

            cio'


            che puo' fargli


            male.



            _Può_ ma non è detto che lo faccia.

            nel dubbio, caro Wako, non si puo' permettere che
            insorgano le condizioni perche' *possa* essere
            violenza. perche' - ripeto - ci sono di fronte un
            adulto e un bambino. una persona forte ed una
            debole.


            il bambino non puo' giudicare da solo perche' non
            ha gli strumenti intellettivi. il sesso vissuto
            in modo sbagliato, umiliante, distorto, puo' fare
            un male boia. puo' rovinare psicologicamente un
            individuo.



            Fatto: con la 220 si muore.

            Fatto: giocando al sesso, se fatto in modo

            opportuno, non solo non si muore, ma ci si

            diverte e può persino essere un'esperienza

            costruttiva e piacevole per entrambe le

            parti.

            certo, oppure puo' lasciare dei segni indelebili
            nella psiche. il fatto e' che non si puo' lasciar
            giudicare la parte forte (l'adulto) perche'
            l'adulto potrebbe forse anche fare delle scelte
            per interesse economico, o perche' e' un
            pervertito cui piace farsela con i bambini e non
            gliene frega nulla se poi questi restano
            scioccati.

            svegliati tu caro. dietro la pedopornografia ci
            sono interessi economici potentissimi e lobby per
            le quali se il bambino poi resta segnato non
            gliene frega assolutamente una fava.



            È ovvio che il sesso imposto è pura e semplice

            umiliazione, ma qui si sta condannando anche

            sesso NON imposto, anzi... addirittura sesso

            cercato dagli stessi

            minori.

            bene, allora distinguiamo, cerchiamo di capire
            senza ipocrisia a che eta' una persona puo'
            essere considerata sessualmente matura e a che
            eta' invece dev'essere protetta. i 18 anni sono
            sicuramente esagerati, a 16 anni oggi ragazzi e
            ragazze sono pienamente consapevoli del sesso e
            di tutto quello che ci gira attorno, normalmente.
            ma non sempre. nel dubbio meglio lasciare il
            limite a 18, se c'e' il rischio di sbagliare. qui
            si potrebbe anche discutere, ma non ho competenze
            e non voglio
            farlo.

            ma i bambini vanno tutelati. su questo sono
            irremovibile. perche' nello sfruttamento sessuale
            dei bambini si nasconde la peggior feccia
            dell'umanita'609 quater Atti sessuali con minorenneSoggiace alla pena stabilita dall`articolo 609 bis chiunque, al di fuori delle ipotesi previste in detto articolo, compie atti sessuali con persona che. al momento del fatto:1) non ha compiuto gli anni quattordici ;2) non ha compiuto gli anni sedici, quando il colpevole sia l`ascendente, il genitore anche adottivo, il tutore, ovvero altra persona cui, per ragioni di cura, di educazione, di istruzione, di vigilanza o di custodia, il minore è affidato o che abbia, con quest`ultimo, una relazione di convivenza.Non è punibile il minorenne che, al di fuori delle ipotesi previste nell`articolo 609 bis compie atti sessuali con un minorenne che abbia compiuto gli anni tredici, se la differenza di età tra i soggetti non è superiore a tre anni.Nei casi di minore gravità la pena è diminuita fino a due terzi.Si applica la pena di cui all`articolo 609 ter, secondo comma, se la persona offesa non ha compiuto gli anni dieci.
          • Herbrand79 scrive:
            Re: Come bypassare la censura

            Nessuno, per questo NON giudico se non è il
            bambino a venirmi a dire che ha subito una
            violenza.Quale disgustosa ipocrisia! Forse il bambino non si rende neanche conto di quello che è successo, e tu parli di consapevolezza?!
            Non lo decido. Non sono io a voler imporre delle
            limitazioni... non so se ti rendi conto di questo
            concetto...Allora suppongo che per te vada bene anche fare sesso com bambini di 5 anni, puché "consenzienti". Bah, mi chiedo perché insista a parlare con te, quando l'unica persona che dovrebbe parlare con te è un neuropsichiatra.
            No, persone con paura reagiscono così. Le persone
            "perbene" cercano di capire, di usare la
            ragione... non di usare le proprie convinzioni
            per schiacciare gli
            altri.Guarda, la mia convinzione è che nessun deve fare ad altri ciò che la maggior parte delle persone non vogliono sia fatta a loro (formulazione differente perché esistono anche casi particolari, come i masochisti, che invalidano l'altra, più generale, affermazione), e secondariamente che i deboli devono essere protetti.La paura, semmai, è delle centianaia di lettori che vorrebbero risponderti per le rime ma non lo fanno perché soffocati dalla cappa relativista che mette loro paura di sentirsi gridare contro razzista-razzista, bigotto-bigotto e chi più ne ha più ne metta.Nel caso non ti fosse chiaro, di questo me ne strafrego bellamente e dico quello che penso - non pensare di potermi intimidire con i tuoi cliché politically-correct.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura


            Guarda, la mia convinzione è che nessun deve fare
            ad altri ciò che la maggior parte delle persone
            non vogliono sia fatta a loro (formulazione
            differente perché esistono anche casi
            particolari, come i masochisti, che invalidano
            l'altra, più generale, affermazione)E questa sarebbe la regola d'oro crakkata

            La paura, semmai, è delle centianaia di lettori
            che vorrebbero risponderti per le rime ma non lo
            fanno perché soffocati dalla cappa relativistaAh questa è una citazione di Ratzinger! Ti conosco mascherina ti conosco! Non ti capisco ma ti conosco!!!! Sei un cristianista (a qualunque setta tu appartenga)
            che mette loro paura di sentirsi gridare contro
            razzista-razzista, bigotto-bigotto e chi più ne
            ha più ne
            metta.Fondamentalista integralista intollerante burattino
            Nel caso non ti fosse chiaro, di questo me ne
            strafrego bellamente e dico quello che penso -
            non pensare di potermi intimidire con i tuoi
            cliché
            politically-correct.Della verità te ne strafreghi?
          • Herbrand79 scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            Credo che tu stia perdendo di vista il centro del discorso.Wakko ha scritto:
            "In genere, quando succede qualcosa di
            questo tipo _oggi_ si da per scontato che
            ci sia stata violenza, si fa VIOLENZA
            psicologica sul bambino ( l'ipotetica
            vittima) per convincerlo che ciò che è
            successo è "sporco", "sbagliato", spesso
            umiliando e facendo stare male proprio
            colui che si vorrebbe difendere."Per "qualcosa di questo tipo" intende "atti sessuali con bambini".Intende atti di pedofilia.E' chiaro questo? Non hai forse sufficiente umanità per essere disgustato da una cosa del genere?Questa _E'_ violenza, nella misura in cui il diretto interessato non è pienamente conscio del significato di ciò che accade, e la quasi totalità dei bambini non lo è, fisicamente o emotivamente, non inventiamoci scuse!E' un gesto che invade l'intimità dell'interessato per fini egoistici, mentre il bambino è, auspicabilmente, abituato all'amore disinteressato dei suoi genitori - questo e' gia' di per se' suffciente a causare un forte turbamento.La tesi secondo cui il danno psicologico sarebbe causato da chi mette la pedofilia in cattiva luce è una follia malata, un ribaltamento del discorso che solo chi non sa nulla di pedagogia può sostenere.
            Unico argoimento che sai portare è che la
            maggioranza delle persone la pensa come te? La quantità di persone che condividono un certo pensiero può essere un dato indicativo, ma non è certo un argomento logico - portarlo come argomento sarebbe commettere la fallacia logica dell'"Argumentum ad populum" (http://en.wikipedia.org/wiki/Argumentum_ad_populum).Non è questo il mio argomento. Io critico la posizione pedofila ed egoista di Wakko sulla base della Golden Rule e della mia umanità. Questa non è un'opinione come un'altra. Se hai umanità, se hai empatia verso i tuoi simili e rispetto per la natura umana ti renderai conto da solo di come la pedofilia sia dannosa per il singolo e per la società, sia un comportamento odioso e barbaro che una società civile ed ETICA deve combattere e denunciare.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da: Herbrand79
            Credo che tu stia perdendo di vista il centro del
            discorso.Stai scherzando? Io MAI perdo il centro del discorso.
            Wakko ha scritto:


            "In genere, quando succede qualcosa di

            questo tipo _oggi_ si da per scontato che

            ci sia stata violenza, si fa VIOLENZA

            psicologica sul bambino ( l'ipotetica

            vittima) per convincerlo che ciò che è

            successo è "sporco", "sbagliato", spesso

            umiliando e facendo stare male proprio

            colui che si vorrebbe difendere."

            Per "qualcosa di questo tipo" intende "atti
            sessuali con
            bambini".

            Intende atti di pedofilia.

            E' chiaro questo? Non hai forse sufficiente
            umanità per essere disgustato da una cosa del
            genere?Il disgusto è il risultato di un ragionamento (spero per te). Perché arrivi allo stesso raggionamento non puoi pretendere che il tuo interlocutore accetti le tue conclusioni. Gli devi spiegare tutto il ragionamento. Tu invece vuoi imporre le tue conclusioni e non dai la possibilità di capire se sono fondate su argomenti o su fobie.

            Questa _E'_ violenza, nella misura in cui il
            diretto interessato non è pienamente conscio del
            significato di ciò che accade, e la quasi
            totalità dei bambini non lo è, fisicamente o
            emotivamente, non inventiamoci
            scuse!

            E' un gesto che invade l'intimità
            dell'interessato per fini egoistici, mentre il
            bambino è, auspicabilmente, abituato all'amore
            disinteressato dei suoi genitori - questo e' gia'
            di per se' suffciente a causare un forte
            turbamento.
            La tesi secondo cui il danno psicologico sarebbe
            causato da chi mette la pedofilia in cattiva luce
            è una follia malata, un ribaltamento del discorso
            che solo chi non sa nulla di pedagogia può
            sostenere.Non puoi proporre un argomento dicendo che solo chi non sa nulla puo' dire che è sbagliato. Ti ricordo che TUTTA la comunità scientifica (tranne poche eccezioni) fino agli anni sessanta considerava l'omosessualità una perversione. Oggi TUTTA la comunità scientifica (tranne forse poche eccezioni perdipiù vincolate all'obbedienza verso la propria fede religiosa) considera l'omosessualità una forma del tutto normale di esperienza emotiva e sessuale. Nessuno oggi scrive su riviste scientifiche che l'omosessualità è una devianza. Quindi non prendiamo quello che dice la scienza come base di tutto quello che diciamo


            Unico argoimento che sai portare è che la

            maggioranza delle persone la pensa come te?

            La quantità di persone che condividono un certo
            pensiero può essere un dato indicativo, ma non è
            certo un argomento logico - portarlo come
            argomento sarebbe commettere la fallacia logica
            dell'"Argumentum ad populum"
            (http://en.wikipedia.org/wiki/Argumentum_ad_populu

            Non è questo il mio argomento. Io critico la
            posizione pedofila ed egoista di Wakko sulla base
            della Golden Rule e della mia umanità. Questa non
            è un'opinione come un'altra.E' un'opinione come un'altra perché quello che tu non vuoi sia fatto a te è diverso da quello che un altro non vuole sia fatto a sé. Prima di qualunque opinione ti consiglio di porti in un atteggiamemnto di epoché (http://en.wikipedia.org/wiki/Epoch%C3%A9) o almeno permetti che i tuoi interlocutori abbiano questo atteggiamento razionale, invece di gridare al mostro ogni volta che qualcuno non la pensa come te.

            Se hai umanità, se hai empatia verso i tuoi
            simili e rispetto per la natura umana ti renderai
            conto da solo di come la pedofilia sia dannosa
            per il singolo e per la società, sia un
            comportamento odioso e barbaro che una società
            civile ed ETICA deve combattere e
            denunciare.Anche quelli che tu disprezzi sono tuoi simili eppure tu non hai empatia verso di loro. Uno può avere un'empatia diversa dalla tua verso i suoi simili. La tua idea di natura umana è dfiversa dall'idea di un altro. ma se per te è giù scontato che sia solo la tua quella giusta non è scontato che lo debba essere per un altro. "Odioso" e "barbaro" sono aggetttivi che variano da soggetto a soggetto, non puoi usarli come argomenti."Civile" è un altro aggettivo di scarso valore argomentativo. L'etica poi è il concetto più relativo che sia dato pronunciare su questa terra.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            Herbranda si pensa il detentore del verbo. Sua la Ragione, sua la capacità di discernimento. Gli altri che non si appiattiscono ai soliti luoghi comuni su un argomento tabù come questo, sono deviati. Parla di senso di umanità, poi non esita ad appoggiare la logica della tolleranza zero contro quelle stesse persone che il più delle volte finiscono coll'essere le vere vittime di questa follia persecutoria...Chissà che la sua "Golden Rule" non lo porti a subire un "Golden Goal"? T.
          • Herbrand79 scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            Lascio decidere ai lettori quale posizione sia più conforme ad una vita sana, al bene e alla prosperità che tutti noi ci auguriamo per i nuovi esseri umani che si affacciano a questa esistenza.Quello che hai appena postato è un giudizio vuoto, come il nulla da cui ha origine: io ho una visione del mondo, ed è una visione positiva e animata dalla benevolenza verso i miei simili, che porto avanti con orgoglio.
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da: Herbrand79
            Tu stesso hai affermato che ti piacciono i
            bambini e che vorresti che fosse legale avere
            sesso con 12enni. La mia è una constatazione
            della realtà dei
            fatti.Immagino che a te i bambini non piacciano, personalmente, dicendo la verità, i bambini piccoli (diciamo
          • Herbrand79 scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            Stai girando intorno al problema.Rispondi chiaramente: secondo te la pedopornografia (come definita da Wikipedia (http://it.wikipedia.org/wiki/Pornografia): ovvero la pornografia che include lo sfruttamento di individui prepuberi) dovrebbe essere resa legittima?E ancora, non dovrebbe essere punibile l'avere rapporti sessuali con ragazzi potenzialmente immaturi, fisicamente e/o psicologicamente, da parte di individui di qualunque età?
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da: Herbrand79
            Stai girando intorno al problema.

            Rispondi chiaramente: secondo te la
            pedopornografia (come definita da Wikipedia
            (http://it.wikipedia.org/wiki/Pornografia):
            ovvero la pornografia che include lo sfruttamento
            di individui prepuberi) dovrebbe essere resa
            legittima?

            E ancora, non dovrebbe essere punibile l'avere
            rapporti sessuali con ragazzi potenzialmente
            immaturi, fisicamente e/o psicologicamente, da
            parte di individui di qualunque
            età?Io mi limito a dire che è giusto rispettare la legge. E poi aggiungo che è giusto poter dire liberamente che una legge è giusta o sbagliata. L'apologia di reato è un'altra cosa. Ed è sull'apologia di reato che io non accetto quello che dici, per il resto rispetto la tua idea sulla pedofilia, ma tu rispetta (non dico condividi) l'idea degli altri perché non sei il Verbo e se lo sei dimostralo. Gli insulti e le minacce sminuiscono anche le tue idee.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da:

            - Scritto da: Herbrand79

            Stai girando intorno al problema.



            Rispondi chiaramente: secondo te la

            pedopornografia (come definita da Wikipedia

            (http://it.wikipedia.org/wiki/Pornografia):

            ovvero la pornografia che include lo
            sfruttamento

            di individui prepuberi) dovrebbe essere resa

            legittima?



            E ancora, non dovrebbe essere punibile l'avere

            rapporti sessuali con ragazzi potenzialmente

            immaturi, fisicamente e/o psicologicamente, da

            parte di individui di qualunque

            età?

            Io mi limito a dire che è giusto rispettare la
            legge. E poi aggiungo che è giusto poter dire
            liberamente che una legge è giusta o sbagliata.
            L'apologia di reato è un'altra cosa. Ed è
            sull'apologia di reato che io non accetto quello
            che dici, per il resto rispetto la tua idea sulla
            pedofilia, ma tu rispetta (non dico condividi)
            l'idea degli altri perché non sei il Verbo e se
            lo sei dimostralo. Gli insulti e le minacce
            sminuiscono anche le tue
            idee.Non sono per niente d'accordo.Se la tua opinione comprende la legittimazione della violenza, dell'abuso e la violazione della dignità dell'uomo non solo NON la rispetto.Ma farò di tutto per combatterti e impedirti di esprimerla perché non può essere più importante del rispetto dell'integrità e della dignità dell'uomo, senza la quale non esiste nessuna libertà. Nemmeno la libertà di espressione.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da: Herbrand79


            Stai girando intorno al problema.





            Rispondi chiaramente: secondo te la


            pedopornografia (come definita da Wikipedia


            (http://it.wikipedia.org/wiki/Pornografia):


            ovvero la pornografia che include lo

            sfruttamento


            di individui prepuberi) dovrebbe essere resa


            legittima?





            E ancora, non dovrebbe essere punibile l'avere


            rapporti sessuali con ragazzi potenzialmente


            immaturi, fisicamente e/o psicologicamente, da


            parte di individui di qualunque


            età?



            Io mi limito a dire che è giusto rispettare la

            legge. E poi aggiungo che è giusto poter dire

            liberamente che una legge è giusta o sbagliata.

            L'apologia di reato è un'altra cosa. Ed è

            sull'apologia di reato che io non accetto quello

            che dici, per il resto rispetto la tua idea
            sulla

            pedofilia, ma tu rispetta (non dico condividi)

            l'idea degli altri perché non sei il Verbo e se

            lo sei dimostralo. Gli insulti e le minacce

            sminuiscono anche le tue

            idee.

            Non sono per niente d'accordo.
            Se la tua opinione comprende la legittimazione
            della violenza, dell'abuso e la violazione della
            dignità dell'uomo non solo NON la
            rispetto.
            Ma farò di tutto per combatterti e impedirti di
            esprimerla perché non può essere più importante
            del rispetto dell'integrità e della dignità
            dell'uomo, senza la quale non esiste nessuna
            libertà. Nemmeno la libertà di
            espressione.Com'è Forza Nuova vista dall'interno? La fascia nera ve la danno anche oggi? (newbie)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da: Herbrand79


            Stai girando intorno al problema.





            Rispondi chiaramente: secondo te la


            pedopornografia (come definita da Wikipedia


            (http://it.wikipedia.org/wiki/Pornografia):


            ovvero la pornografia che include lo

            sfruttamento


            di individui prepuberi) dovrebbe essere resa


            legittima?





            E ancora, non dovrebbe essere punibile l'avere


            rapporti sessuali con ragazzi potenzialmente


            immaturi, fisicamente e/o psicologicamente, da


            parte di individui di qualunque


            età?



            Io mi limito a dire che è giusto rispettare la

            legge. E poi aggiungo che è giusto poter dire

            liberamente che una legge è giusta o sbagliata.

            L'apologia di reato è un'altra cosa. Ed è

            sull'apologia di reato che io non accetto quello

            che dici, per il resto rispetto la tua idea
            sulla

            pedofilia, ma tu rispetta (non dico condividi)

            l'idea degli altri perché non sei il Verbo e se

            lo sei dimostralo. Gli insulti e le minacce

            sminuiscono anche le tue

            idee.

            Non sono per niente d'accordo.
            Se la tua opinione comprende la legittimazione
            della violenza, dell'abuso e la violazione della
            dignità dell'uomo non solo NON la
            rispetto.
            Ma farò di tutto per combatterti e impedirti di
            esprimerla perché non può essere più importante
            del rispetto dell'integrità e della dignità
            dell'uomo, senza la quale non esiste nessuna
            libertà. Nemmeno la libertà di
            espressione.Io invece penso che siano le tue idee estremiste e la tua sete di censura e la tua voglia di "combattere" a tutti i costi ciò che non condividi ad essere altamente pericolosa. Sia per i bambini che per gli adulti. Come la mettiamo adesso? Secondo il tuo stesso principio dovresti essere censurato. O forse solo tu puoi decidere ciò che va bene o non va bene dire?
          • Herbrand79 scrive:
            Re: Come bypassare la censura

            Io invece penso che siano le tue idee estremiste
            e la tua sete di censura e la tua voglia di
            "combattere" a tutti i costi ciò che non
            condividi ad essere altamente pericolosa. Sia per
            i bambini che per gli adulti.

            Come la mettiamo adesso? Secondo il tuo stesso
            principio dovresti essere censurato. O forse solo
            tu puoi decidere ciò che va bene o non va bene
            dire?Io penso che tu non ci stai con la testa. Con te e quelli come te, che non rispettano i diritti fondamentali non ci può essere dialogo, solo scontro. E stai sicuro che vinceremo, perché chi crede nel nulla non ha la forza di battersi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da: Herbrand79

            Io invece penso che siano le tue idee estremiste

            e la tua sete di censura e la tua voglia di

            "combattere" a tutti i costi ciò che non

            condividi ad essere altamente pericolosa. Sia
            per

            i bambini che per gli adulti.



            Come la mettiamo adesso? Secondo il tuo stesso

            principio dovresti essere censurato. O forse
            solo

            tu puoi decidere ciò che va bene o non va bene

            dire?

            Io penso che tu non ci stai con la testa. Con te
            e quelli come te, che non rispettano i diritti
            fondamentali non ci può essere dialogo, solo
            scontro. E stai sicuro che vinceremo, perché chi
            crede nel nulla non ha la forza di
            battersi.Non sei tu a decidere quali siano i diritti fondamentali, ma la Costituzione. Tu impedisci a qualcuno di esprimere liberamente la sua opinione con la forza? La prigione è il posto dove devi stare.
          • Herbrand79 scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            Confermo che non ci stai con la testa.Ma sai leggere? Hai capito cosa difendo, e contro cosa mi schiero? Dal tuo post si direbbe di no.Riassumiamo. All'inizio, un anonimo ha scritto: Non sono per niente d'accordo. Se la tua opinione comprende la legittimazione della violenza, dell'abuso e la violazione della dignità dell'uomo non solo NON la rispetto.Ma farò di tutto per combatterti e impedirti di esprimerla perché non può essere più importante del rispetto dell'integrità e della dignità dell'uomo, senza la quale non esiste nessuna libertà. Nemmeno la libertà di espressione. Cioè, intende dire che (giustamente) combatte tutte le opinioni che vogliono legittimare la violenza contro le persone.Al che un folle anonimo ha scritto: Io invece penso che siano le tue idee estremiste e la tua sete di censura e la tua voglia di "combattere" a tutti i costi ciò che non condividi ad essere altamente pericolosa. Sia per i bambini che per gli adulti. Difendere i deboli e proteggerli da chi vuole legittimare la violenza sono idee "estremiste", che con "sete di censura" si vogliono combattere "perché non le condivido". Tu condividi forse le idee che legittimano la violenza, l'abuso, la violazione della dignità umana? Rispondi pure liberamente, ma se rispondi si prega che le nostre strade non si incontrino mai. E questa è una promessa.Al che io ho risposto: Io penso che tu non ci stai con la testa. Con te e quelli come te, che non rispettano i diritti fondamentali non ci può essere dialogo, solo scontro. E stai sicuro che vinceremo, perché chi crede nel nulla non ha la forza di battersi. E il tuo ultimo quote : Non sei tu a decidere quali siano i diritti fondamentali, ma la Costituzione. Tu impedisci a qualcuno di esprimere liberamente la sua opinione con la forza? La prigione è il posto dove devi stare. Di nuovo, argomento legalistico. La Costituzione del Terzo Reich legittimava lo sterminio di (fra gli altri) Ebrei, omosessuali, handicappati. Nel Terzo Reich io sarei stato effettivamente fiero di essere in prigione, perché la mia umanità si ribella a questo orrore. Reitero: "QUANDO LA CANAGLIA IMPERA, PATRIA DEI GIUSTI E' LA GALERA." E ho detto tutto.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da: Herbrand79
            Io penso che tu non ci stai con la testa. Con te
            e quelli come te, che non rispettano i diritti
            fondamentali non ci può essere dialogo, solo
            scontro. E stai sicuro che vinceremo, perché chi
            crede nel nulla non ha la forza di
            battersi.Dio, Patria, Famiglia.Credere, Obbedire, Combattere!Vincere! Vincere! Vincere! E vinceremo in terra, in cielo, in mare!Mmmm com'era andata a finire a piazza Loreto poi..? (newbie)(rotfl)(rotfl)(rotfl)T.
          • Herbrand79 scrive:
            Re: Come bypassare la censura

            Dio, Patria, Famiglia.
            Credere, Obbedire, Combattere!
            Vincere! Vincere! Vincere! E vinceremo in terra,
            in cielo, in
            mare!


            Mmmm com'era andata a finire a piazza Loreto
            poi..?
            (newbie)

            (rotfl)(rotfl)(rotfl)

            T.Leggi un pò qua, buffone, la risposta vale anche per te:http://punto-informatico.it/pm.aspx?m_id=1837742&id=1832753
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da: Herbrand79

            Leggi un pò qua, buffone, la risposta vale anche
            per
            te:

            http://punto-informatico.it/pm.aspx?m_id=1837742&iIo i PUPAZZI ESALTATI li sfotto , non ci articolo un discorso.Però dai, continua che qualche grassa risata me la fai fare, Her Doctor!(rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura


            Non sono per niente d'accordo.

            Se la tua opinione comprende la legittimazione

            della violenza, dell'abuso e la violazione della

            dignità dell'uomo non solo NON la

            rispetto.

            Ma farò di tutto per combatterti e impedirti di

            esprimerla perché non può essere più importante

            del rispetto dell'integrità e della dignità

            dell'uomo, senza la quale non esiste nessuna

            libertà. Nemmeno la libertà di

            espressione.


            Io invece penso che siano le tue idee estremiste
            e la tua sete di censura e la tua voglia di
            "combattere" a tutti i costi ciò che non
            condividi ad essere altamente pericolosa. Sia per
            i bambini che per gli adulti.

            Come la mettiamo adesso? Secondo il tuo stesso
            principio dovresti essere censurato. O forse solo
            tu puoi decidere ciò che va bene o non va bene
            dire?Qui l'estremista sei tu, che difendi la pedofilia e la violenza, in nome di una libertà che nemmeno sai cos'è.Vergognati e torna nella fogna da dove sei uscito.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da:


            Non sono per niente d'accordo.


            Se la tua opinione comprende la legittimazione


            della violenza, dell'abuso e la violazione
            della


            dignità dell'uomo non solo NON la


            rispetto.


            Ma farò di tutto per combatterti e impedirti
            di


            esprimerla perché non può essere più
            importante


            del rispetto dell'integrità e della dignità


            dell'uomo, senza la quale non esiste nessuna


            libertà. Nemmeno la libertà di


            espressione.





            Io invece penso che siano le tue idee estremiste

            e la tua sete di censura e la tua voglia di

            "combattere" a tutti i costi ciò che non

            condividi ad essere altamente pericolosa. Sia
            per

            i bambini che per gli adulti.



            Come la mettiamo adesso? Secondo il tuo stesso

            principio dovresti essere censurato. O forse
            solo

            tu puoi decidere ciò che va bene o non va bene

            dire?

            Qui l'estremista sei tu, che difendi la pedofilia
            e la violenza, in nome di una libertà che nemmeno
            sai
            cos'è.
            Vergognati e torna nella fogna da dove sei uscito.Vergognati tu. Torna fra le fila di Forza Nuova che il Duce ti sta chiamando.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            Non sono per niente d'accordo.



            Se la tua opinione comprende la
            legittimazione



            della violenza, dell'abuso e la violazione

            della



            dignità dell'uomo non solo NON la



            rispetto.



            Ma farò di tutto per combatterti e impedirti

            di



            esprimerla perché non può essere più

            importante



            del rispetto dell'integrità e della dignità



            dell'uomo, senza la quale non esiste nessuna



            libertà. Nemmeno la libertà di



            espressione.








            Io invece penso che siano le tue idee
            estremiste


            e la tua sete di censura e la tua voglia di


            "combattere" a tutti i costi ciò che non


            condividi ad essere altamente pericolosa. Sia

            per


            i bambini che per gli adulti.





            Come la mettiamo adesso? Secondo il tuo stesso


            principio dovresti essere censurato. O forse

            solo


            tu puoi decidere ciò che va bene o non va bene


            dire?



            Qui l'estremista sei tu, che difendi la
            pedofilia

            e la violenza, in nome di una libertà che
            nemmeno

            sai

            cos'è.

            Vergognati e torna nella fogna da dove sei
            uscito.

            Vergognati tu. Torna fra le fila di Forza Nuova
            che il Duce ti sta
            chiamando.Sei tu che pensi che la "tua" personale libertà di espressione sia più importante della violenza perpretrata su un bambino.Per tua informazione pischello, i fascisti veri di Forza Nuova li ho incontrati davvero, e li mazzati di brutto. Ragionavano proprio come te: predicavano il fascismo, il razzismo più becero contro i negri, gli zingari e gli omossessuali e chiedevano rispetto delle loro luride "opionioni" in nome della libertà di espressione. Le loro "idee" erano più importanti del rispetto e della vita degli altri.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura

            Sei tu che pensi che la "tua" personale libertà
            di espressione sia più importante della violenza
            perpretrata su un
            bambino.Ma di che violenza parli? Qui stiamo parlando di poter esprimere delle opinioni. Perché come è stato detto la tua idea di ciò che è violenza potrebbe essere solo strumentale, affinché venga imposta una tua morale, magari anch'essa strumentale... Ci sei o ci fai?

            Per tua informazione pischello, i fascisti veri
            di Forza Nuova li ho incontrati davvero, e li
            mazzati di brutto. Ragionavano proprio come te:
            predicavano il fascismo, il razzismo più becero
            contro i negri, gli zingari e gli omossessuali e
            chiedevano rispetto delle loro luride "opionioni"
            in nome della libertà di espressione. Le loro
            "idee" erano più importanti del rispetto e della
            vita degli
            altri.Sei per il comunismo estremista? Sei per la strumentalizzazione della morale a fini sovversivi? Sei forse peggio dei fascisti?
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura

            Comunque riaffermo che chi non conosce la
            mentalità dei bambini e li vede solo come oggetto
            di piacere non può comprendere il trauma che
            questi comprendono dall'essere considerati tali,
            per questo arriva a fare ragionamenti assurdi
            pensando -ad esempio- che la spontanea vergogna
            di chi subisce attenzioni sessuali sia causata
            dal modo in cui gli altri vedono la
            pedofilia . Chi fa un ragionamento simile è
            solo da prendere a cazzotti! Quoto tutto e sottolineo tre volte in rosso.Conoscevo una psicologa che si occupava anche di questi problemi, e posso solo testimoniare che solo ascoltare i racconti era devastante...Stiamo parlando di uno dei più abbietti gesti che si può compiere contro un essere umano totalmente indifeso non solo fisicamente ma anche psicologicamente.
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da:
            Quoto tutto e sottolineo tre volte in rosso.

            Conoscevo una psicologa che si occupava anche di
            questi problemi, e posso solo testimoniare che
            solo ascoltare i racconti era
            devastante...

            Stiamo parlando di uno dei più abbietti gesti che
            si può compiere contro un essere umano
            totalmente indifeso non solo fisicamente
            ma anche
            psicologicamente.Molto interessante.E dimmi, secondo te, quel bambino/i di cui parli, perché era andato dallo psicologo?Provo a darti una risposta: forse perché è _stato violentato_?Immaginiamo che tu sia un alieno e non sappia cos'è il sesso e immaginiamo che tu senta la testimonianza di una donna che ha subito violenza sessuale parlandone con uno psicologo (o con un amica o con chi ti pare).Cosa ne concluderesti? Probabilmente ne concluderesti che sesso=male e che chi fa sesso sia il diavolo in persona.È intellettualmente corretto parlare dei danni che una certa azione causa e, da questi, dedurre che quell'azione è sbagliata, quando possiamo avere solo la versione dei fatti di chi, da quella azione, ne ha ricevuto danno? Io non credo.Sarebbe un po' come dire "ci sono tot incidenti stradali in un anno, in molti casi ci sono state delle vittime, dunque le auto sono il male"... è lo stesso discorso che hai fatto tu qui sopra.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            - Scritto da:


            Comunque riaffermo che chi non conosce la

            mentalità dei bambini e li vede solo come
            oggetto

            di piacere non può comprendere il trauma che

            questi comprendono dall'essere considerati tali,

            per questo arriva a fare ragionamenti assurdi

            pensando -ad esempio- che la spontanea vergogna

            di chi subisce attenzioni sessuali sia causata

            dal modo in cui gli altri vedono la

            pedofilia . Chi fa un ragionamento simile è

            solo da prendere a cazzotti!

            Quoto tutto e sottolineo tre volte in rosso.

            Conoscevo una psicologa che si occupava anche di
            questi problemi, e posso solo testimoniare che
            solo ascoltare i racconti era
            devastante...

            Stiamo parlando di uno dei più abbietti gesti che
            si può compiere contro un essere umano
            totalmente indifeso non solo fisicamente
            ma anche
            psicologicamente.
            Siete patetici o in malafede all'inverosimile. Io ho visto gatti torturati e massacrati di botte su internet. So anche che internet non ha nulla a che vedere con quelle bestialità e so anche che sono una parte infinitesimale di quello che si può trovare sui gatti in rete. Io amo molto i gatti e non vorrei mai essere associato a quei mostri che hanno fatto quelle violenze o ritenuto corresponsabile solo perché ho visitato un sito o perché amo scaricare foto di gatti o amo coccolare i gatti. Eppure la vostra logica impone che chiunque ama i gatti è un mostro. Il vostro allarmismo è palesemente un modo strumentale e meschino di imporre la vostra morale e il vostro potere di controllo sugli altri, facendo leva sui buoni sentimenti che ormai in questa società senz'anima sono solo per i bambini.
          • Herbrand79 scrive:
            Re: Come bypassare la censura
            Confermo la mia impressione su di te, sei davvero un relativista senza speranza.
            Ci sono cose su cui è facile trovare una identità
            di valori ed altre su cui è impossibile
            stabilirla a priori. Tu vuoi che la regola d'oro
            sia quella che corrisponde ai TUOI valori, ma
            un'altro la vuole secondo i suoi. L'unica cosa
            sensata è capire che la regola d'oro ha dei
            limiti. ha valore, sertamente, ma solo per le
            cose su cui si è d'accordo e non su quelle su cui
            non si è d'accordo. Al limite, S, Francesco
            potrebbe dirti che lui si sente libero di
            prendere del tuo perché non gl'importa se tu
            prendi del
            suo.Questo discorso è vago e fumoso, e l'esempio non c'entra niente. S.Francesco certamente rispettava la Golden Rule, il suo scarso attaccamento alla sua proprietà non significa certo che si sentiva pronto a dare scarso peso a quella degli altri.

            La Golden Rule deve essere fatta rispettare
            anche

            con la forza.


            Sei proprio "fascista-dentro".Sei tu che sei un folle a non riconosc