New York Times e l'esperimento Beta620

Se l'editoria in un modo o nell'altro deve cambiare, allora è il caso di capire come: il New York Times ci prova con i metodi di una startup

Roma – Il New York Times ha lanciato Beta620, un sito in cui trovano spazio in versioni beta i suoi progetti sperimentali .

Il numero del nome si riferisce all’indirizzo del quartier generale del Times sull’ Eighth Avenue a New York.

Gli utenti sono invitati a navigarlo e a provare i dieci progetti in beta attualmente a disposizione e rispetto a Insights Lab , community di beta testing su invito dell’editore, è già aperto al pubblico .

Per il momento tra i progetti in prima pagina ci sono: TimesInstant , Community Hub e NYTimes Crossword Web App .
Il primo è un mashup che permette risultati di ricerca istantanea, funzioni di autocompletamento e altre opzioni che sfruttano le API del sistema di ricerca di articoli del New York Times; Community Hub è un dashborad orientato alla visualizzazione di user generated content , con feed dedicati ai commenti e collegamento al sistema di autenticazione di Facebook; NYTimes Crossword Web App è invece un cruciverba in HTML5 con funzionalità offline.

Altro progetto interessante è Times Skimmer , un’applicazione HTML5 con supporto ai touch screen per cui si consiglia la prova su iPad per la lettura del New York Times online.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Enjoy with Us scrive:
    Ha Ha ha....
    Non vorranno mica dire che il 3D non sta riscuotendo il sucXXXXX auspicato!Io avrei un consiglio, gli occhialini fateli bianchi e magari stampateci sopra il logo della mela morsicata (se si illumina durate l'uso meglio ancora!)Se non se li comprano neppure così allora vuol dire che è proprio un caso disperato!
    • krane scrive:
      Re: Ha Ha ha....
      - Scritto da: Enjoy with Us
      Non vorranno mica dire che il 3D non sta
      riscuotendo il sucXXXXX
      auspicato!
      Io avrei un consiglio, gli occhialini fateli
      bianchi e magari stampateci sopra il logo della
      mela morsicata (se si illumina durate l'uso
      meglio ancora!)
      Se non se li comprano neppure così allora vuol
      dire che è proprio un caso disperato!Sarebbe la volta che metto ruppolo in black list per non leggere ogni due post quanto e' bello il 3ddi (rotfl)
    • MeX scrive:
      Re: Ha Ha ha....
      oppure meglio saltare sulla barca del vincitore?http://www.bloomberg.com/news/2011-08-10/mario-pressured-to-jump-to-iphone-as-nintendo-wii-3ds-slump.html
  • LOLisDEAD scrive:
    Troppo tardi...
    ...dovevano pensarci prima ad accordarsi per uno standard unico...Che poi mettersi gli occhialini pure in casa per vedere la tv mi sembra una cavolata pazzesca (capisco al cinema, molto meno tra le 4 mura di casa!!).Andiamo avanti così, un passo alla volta (tanto, finchè c'è gente disposta a sborsare soldi per tecnologie più o meno valide...)
  • attonito scrive:
    io dico solo due cose:
    A. hanno rotto i XXXXXXXX con questi "standard" che canbiano ogni 2 anniB. non avedo comprato nulla di tutto cio', me la rido a manetta di quei pipponi che si sono coplmrati questi standard a millemila euro e che si ritrovano con tecnologia obsoleta dopo 2 anni BWAWHAWAWWAHHAWHAWHAW
    • Andreabont scrive:
      Re: io dico solo due cose:
      Semplicemente non sono "standard", dato che uno standard è un sistema accettato da tutti, che sia accessibile e utilizzabile da tutti i produttori e da tutti i consumatori.Uno "standard" che è creato da una sola azienda o da una manciata di aziende e basta, semplicemente NON è standard.Non mi puoi definire uno standard e poi darmi una breve lista di dispositivi compatibili...
      • attonito scrive:
        Re: io dico solo due cose:
        - Scritto da: Andreabont
        Semplicemente non sono "standard", dato che uno
        standard è un sistema accettato da tutti, che sia
        accessibile e utilizzabile da tutti i produttori
        e da tutti i
        consumatori.

        Uno "standard" che è creato da una sola azienda o
        da una manciata di aziende e basta, semplicemente
        NON è
        standard.

        Non mi puoi definire uno standard e poi darmi una
        breve lista di dispositivi
        compatibili...e lo so che non sono standard (avevo messo gli apici apposta) ma vallo a dire ai gonzi che erano in fila al centro commerciale per comprare il megaschermo "HD-ready" poi il "full-HD" poi il modello "1080i" eccetera :D
        • Picchiatell o scrive:
          Re: io dico solo due cose:
          - Scritto da: attonito
          e lo so che non sono standard (avevo messo gli
          apici apposta) ma vallo a dire ai gonzi che erano
          in fila al centro commerciale per comprare il
          megaschermo "HD-ready" poi il "full-HD" poi il
          modello "1080i" eccetera
          :Dvisto che non ci sono contenuti per questi "standard" che se li comprano a fare ?
          • attonito scrive:
            Re: io dico solo due cose:
            - Scritto da: Picchiatell o
            - Scritto da: attonito


            e lo so che non sono standard (avevo messo
            gli

            apici apposta) ma vallo a dire ai gonzi che
            erano

            in fila al centro commerciale per comprare il

            megaschermo "HD-ready" poi il "full-HD" poi
            il

            modello "1080i" eccetera

            :D

            visto che non ci sono contenuti per questi
            "standard" che se li comprano a fare
            ?per fare i fighi (credono loro). al massimo si guardano e riguardano quel 3-4 bluray che hanno comprato e basta.
      • Nome e Cognome scrive:
        Re: io dico solo due cose:
        OT ma non completamente:Standard come Windows ed i programmi MS. Non c'è nulla di standard eppure la gente continua a definirli tali perché sono i soli che conoscono.
  • Guybrush scrive:
    In attesa dello standard vero e proprio.
    ...attendo fiducioso il 3D olografico.Questa versione hi-tech delle cartoline 3D degli anni 60 non mi interessa punto.GT
    • ThEnOra scrive:
      Re: In attesa dello standard vero e proprio.
      Beh come darti torto... comunque col 3DS io mi diverto :D
      • Sgabbio scrive:
        Re: In attesa dello standard vero e proprio.
        Bhe riuscire a fare il 3d senza l'uso di occhiali è una cosa fatta proprio bene. Ironicamente la console non ha avuto il sucXXXXX tipico di nintendo.
        • Shiba scrive:
          Re: In attesa dello standard vero e proprio.
          - Scritto da: Sgabbio
          Bhe riuscire a fare il 3d senza l'uso di occhiali
          è una cosa fatta proprio bene. Ironicamente la
          console non ha avuto il sucXXXXX tipico di
          nintendo.Perché alla gente cade gli occhi dopo 5 minuti che la guarda :D
        • MeX scrive:
          Re: In attesa dello standard vero e proprio.
          perchè non è una killer applications ma una cazzabubbola che non aggiunge NULLA alle meccaniche di gioco... potevano metterci un giroscopio...
          • Sgabbio scrive:
            Re: In attesa dello standard vero e proprio.
            Guarda che c'è il giroscopio.
          • MeX scrive:
            Re: In attesa dello standard vero e proprio.
            allora l'unica scappatoia è questa:http://www.bloomberg.com/news/2011-08-10/mario-pressured-to-jump-to-iphone-as-nintendo-wii-3ds-slump.html
          • Sgabbio scrive:
            Re: In attesa dello standard vero e proprio.
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: In attesa dello standard vero e proprio.
      Questo, in teoria, potrebbe assomigliare un po' agli ologrammi:http://en.wikipedia.org/wiki/Integral_imagingIl principio è lo stesso delle lenti lenticolari, ma in due direzioni, non solo in unaSi potrebbe applicare anche a un monitor normale, con lenti apposite davanti; potresti vedere l'immagine da più angoli.Inoltre, come nell'ologramma, ogni parte dell'immagine rappresenta tutta l'immagine, anche se a risoluzione più bassa.
    • Picchiatell o scrive:
      Re: In attesa dello standard vero e proprio.
      - Scritto da: Guybrush
      ...attendo fiducioso il 3D olografico.
      Questa versione hi-tech delle cartoline 3D degli
      anni 60 non mi interessa
      punto.

      GTgià ora meno dell'1% dei contenuti in giro e' 3d ( ammesso che possa considerarsi 3d)....
Chiudi i commenti