Newisys moltiplica gli Opteron

La società americana ha svelato una soluzione hardware che le permetterà di costruire server con più di 8 processori Opteron, attuale limite della tecnologia di AMD


Austin (USA) – Il produttore texano di server Newisys ha sviluppato un chip che, a suo dire, permetterà di abbattere il limite di 8 CPU che caratterizza il supporto multiprocessing integrato nei processori Opteron della serie 800, il top di gamma. Questo significa che presto Newisys sarà in grado di commercializzare server Opteron con 16 o 32 processori capaci di insidiare Itanium anche sulla fascia alta del mercato enterprise.

Il chippetto di Newisys potrebbe dare l’opportunità ad AMD di fare il proprio ingresso in un settore angusto ma di prestigio, tuttavia i vantaggi economici potrebbero essere assai ridotti: oggi, infatti, la stragrande maggioranza dei server Opteron venduti sono costituiti da modelli con 2 o 4 CPU. C’è poi da considerare che le aziende che necessitano di potenze di calcolo particolarmente elevate hanno oggi la possibilità di optare per cluster di server relativamente economici, in genere costituti da uno o due processori.

Newisys sostiene tuttavia che diversi suoi clienti si sono già mostrati interessati all’acquisto di sistemi Opteron a 16 vie e non esclude la possibilità di rilasciare i primi server con 32 Opteron già l’anno prossimo.

La società texana non ha specificato quale sistema operativo impiegherà sulle nuove macchine, tuttavia in passato si è già mostrata particolarmente vicina a Linux e ad altre soluzioni open source di livello enterprise.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Terra2 scrive:
    I Tablet PC sono una figata...
    ...almeno in teoria!Ma se a farli è la solita microsoft, è facile prevedere che al flop iniziale (già ampiamente verificato) seguiranno altri svariati anni di ridicoli tentativi.Comunque, se almeno servono per farci fare quattro risate, ben vengano!Dal momento che il "word" da solo forniva abbastanza materiale ai comici di mezzo mondo...vedi: http://www.my-tv.it/programmi/video.jsp?IdArt=1942&idsez=103o le Tshirt con scritte tipo "microsoft word è la più grande cassata che io abbaia mai visto nella mia gita" , c'è da scommettere che adesso, msword + hardware microsoft genereranno la migliore accoppiata comica dai tempi di Stanlio ed Ollio!PS: Giusto per fare mente locale, Walter Fontana è il "dott.Frattale" di Mai Dire Goal.
    • Anonimo scrive:
      Re: I Tablet PC sono una figata...
    • Anonimo scrive:
      Re: I Tablet PC sono una figata...

      Comunque, se almeno servono per farci fare
      quattro risate, ben vengano!
      Dal momento che il "word" da solo forniva
      abbastanza materiale ai comici di mezzo
      mondo...

      vedi:
      www.my-tv.it/programmi/video.jsp?IdArt=1942&iho provato a fare ciò che recita il filmato: non è successo NIENTE di quanto millantato.Impronta comunista a parte...
    • tabletpc scrive:
      Re: I Tablet PC sono una figata...
      - Scritto da: Terra2
      ...almeno in teoria!

      Ma se a farli è la solita microsoft,
      è facile prevedere che al flop
      iniziale (già ampiamente verificato)
      seguiranno altri svariati anni di ridicoli
      tentativi.

      Comunque, se almeno servono per farci fare
      quattro risate, ben vengano!
      Dal momento che il "word" da solo forniva
      abbastanza materiale ai comici di mezzo
      mondo...

      vedi:
      www.my-tv.it/programmi/video.jsp?IdArt=1942&i

      o le Tshirt con scritte tipo "microsoft
      word è la più grande cassata
      che io abbaia mai visto nella mia gita" ,
      c'è da scommettere che adesso, msword
      + hardware microsoft genereranno la migliore
      accoppiata comica dai tempi di Stanlio ed
      Ollio!


      PS: Giusto per fare mente locale, Walter
      Fontana è il "dott.Frattale" di Mai
      Dire Goal.Credo che si puo' parlare di vendite al di sotto delle aspettative, ma non di flop. Spesso le nuove tecnologie hanno periodi di rodaggio lunghi e credo che sia prematuro parlare di flop mentre ci sono segnali positivi (i prezzi scendono e le vendite aumentano, sono riconosciuti come strumenti produttivi in molti settori e vengono prodotti sempre piu' applicazioni 'ink enabled').Per quanto riguarda Word e' un prodotto di successo usato da milioni di utenti che generalmente sono soddisfatti.Io poi che uso le funzionalita' tablet per fare correzzioni ai testi che scrivo (e che altri scrivono) ne sono soddisfatto. Poi se altri creeranno prodotti migliori saro' il primo ad usarli.
    • Anonimo scrive:
      Re: I Tablet PC sono una figata...
      Andate a vedere www.tabletpc.it così troverete un po' di risposte "serie" alle Vs. curiosità Ciao Nico
  • Anonimo scrive:
    Dovete provare!
    Per rendersi conto di cosa sia un tablet dovete provarlo per almeno 10 minuti. Non ci sono parole per descriverlo. è come vedere i primi Mac grafici e con il mouse.
  • Anonimo scrive:
    Re: Che vuol dire "bisogna scrivere in i
    - Scritto da: avvelenato
    (btw, sul mio ipaq2210 sono riuscito a
    scrivere la parola tkzzwlklich al primo
    colpo. Il 2210 come gli altri Pocket PC utilizza mi sistema completamente diverso e molto meno potente. BTW questo mio intervento l'ho scritto con il mio Tablet seduto sul sofà mentre sto guardandole olimpiadi su RAI2 . Ovviamente sono collegato a internet tramite un access point WI-FI !
    • avvelenato scrive:
      Re: Che vuol dire "bisogna scrivere in i
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: avvelenato


      (btw, sul mio ipaq2210 sono riuscito a

      scrivere la parola tkzzwlklich al primo

      colpo.

      Il 2210 come gli altri Pocket PC utilizza mi
      sistema completamente diverso e molto meno
      potente.

      BTW questo mio intervento l'ho scritto con
      il mio Tablet seduto sul sofà mentre
      sto guardandole olimpiadi su RAI2 .chiaro, la potenza dei ppc è sicuramente inferiore e quindi bisogna scendere a compromessi, tuttavia il senso del mio post era: se ce la fanno i ppc, figuriamoci un tablet pc! ;)
      Ovviamente sono collegato a internet tramite
      un access point WI-FI !
  • SiN scrive:
    Re: Che vuol dire "bisogna scrivere in ing"?
    - Scritto da: Anonimo
    Non capisco... Il riconoscimento non va a
    caratteri? Essendo compatibili gli alfabeti,
    che problemi ci sono?

    Non sarà tipo T9 della nokia...spero!
    Se voglio scrivere tkzzwlklich voglio
    proprio scrivere tkzzwlklich, Ma non si scrive tkzzvlklich?
  • Anonimo scrive:
    Calligrafica corsiva?
    Da quanto capisco il tablet PC vuole interpretare la calligrafica corsiva... ma per esempio io non scrivo più in corsivo dai tempi delle superiori!!!A foraza di usare il PC (e più recentemente anche un palm) sono regredito e scrivo solo stampatello.. talvolta graffiti(tm) anche su carta.Ma interpreta lo stampatello che voi sappiate oppure no?Frk
    • avvelenato scrive:
      ot: Re: Calligrafica corsiva?
      - Scritto da: Anonimo
      Da quanto capisco il tablet PC vuole
      interpretare la calligrafica corsiva... ma
      per esempio io non scrivo più in
      corsivo dai tempi delle superiori!!!

      A foraza di usare il PC (e più
      recentemente anche un palm) sono regredito e
      scrivo solo stampatello.. talvolta
      graffiti(tm) anche su carta.

      Ma interpreta lo stampatello che voi
      sappiate oppure no?

      Frk
      ovvio che interpreti lo stampatello!ma secondo me fai male a non scrivere in corsivo. E' davvero bello.Io ho riscoperto dapprima lo stampatello minuscolo, perché il corsivo non riesco a sopportarlo, così per lo meno su documenti dove è indispensabile la leggibilità scrivo in stampatello minuscolo.Poi ho riscoperto il corsivo, ma quello con le lettere in bella calligrafia insegnatomi dalle maestre delle elementari. E' davvero stupendo. Fa tutto un altro effetto, adesso, scrivere così, magari un po' inclinato, rispetto alla scrittura indecisa e rumorosa delle elementari.scusate l'ot..
  • avvelenato scrive:
    Re: Che vuol dire "bisogna scrivere in i
    - Scritto da: Anonimo
    Non capisco... Il riconoscimento non va a
    caratteri? Essendo compatibili gli alfabeti,
    che problemi ci sono?

    Non sarà tipo T9 della nokia...spero!
    Se voglio scrivere tkzzwlklich voglio
    proprio scrivere tkzzwlklich, e non
    scegliere da un elenco!

    Thanks!è molto più complesso del t9, come ti è già stato spiegato il sistema si appoggia ad un database di parole per trarre delle percentuali di probabilità rispetto interpretazioni divergenti.ma, se la calligrafia indica proprio tkzzwlklich, e il database non la confonde con altre parole, verrà scritta immediatamente la parola.(btw, sul mio ipaq2210 sono riuscito a scrivere la parola tkzzwlklich al primo colpo. Sarà perché ho una calligrafia molto ordinata e "inglese" per certi versi... però mi ci trovo bene.)
  • tabletpc scrive:
    Re: Che vuol dire "bisogna scrivere in ing"?
    Il riconoscimento ha caratteristiche simili al T9 nel senso che c'e' un database di parole scritte in molti stili di calligrafie diverse a cui fa riferimento il motore. Se non riconosce una parola e la traduce male poi ti da le opzioni.Per le applicazioni che non sono puramente per tablet come OneNote, dove puoi scrivere quanto vuoi e poi convertire il tutto a testo, appare un bottone non appena clicchi con la penna in spazio dove scrivere . Premendo il bottono si apre una toolbar dove puoi scrivere a mano libera, oppure lettera per lettera o utilizzare una mini tastiera virtuale. Non e' il modo piu' comodo per scrivere in assoluto, no.C'e' anche un'applicazioncina della Paragon software chiamata PenReader che ti fa utilizzare la penna come su un PDA... scrivere forme pre-stabilite per ogni lettera.
  • Anonimo scrive:
    Re: Che vuol dire "bisogna scrivere in ing"?
    Il riconscitore interpreta il movimento della penna. Non si basa sull'immagine statica del carattere (che penso sia quello che tu intendessi dire). In generale il tablet riconosce la calligrafia corsiva di chi scrive in modalità continua (senza addestramento preventivo). L'inglese utilizza una calligrafia corsiva diversa da quella italiana (pensa solo a come scrivi la zeta o la erre nei due alfabeti corsivi).E' necessario il riconoscitore nella propria lingua per lavorare bene. Quello italiano è ottimo ma non ancora rilasciato (dovrebbe uscire a breve).Con XP SP2 il riconoscitore può anche riconoscere il movimento associato ad un singolo carattere ma è sicuramente più lento.Il punto nell'utilizzo del tablet pc comunque non è tradurre ciò che scrivi ma memorizzarlo per poterlo poi ricercare, scambiare, ecc.Un tablet cambia la vita! Bisogna provare per credere. Io ne ho usato uno poche decine di minuti e dopo una settimana ho ordinato un Toshiba Portege M200. Ce l'ho da alcuni mesi e sono contentissimo. E ci faccio sopra cose molto pesanti (sviluppo compreso).
  • Anonimo scrive:
    Che vuol dire "bisogna scrivere in ing"?
    Non capisco... Il riconoscimento non va a caratteri? Essendo compatibili gli alfabeti, che problemi ci sono?Non sarà tipo T9 della nokia...spero!Se voglio scrivere tkzzwlklich voglio proprio scrivere tkzzwlklich, e non scegliere da un elenco!Thanks!
  • tabletpc scrive:
    Re: Un altro passo nella storia
    - Scritto da: Anonimo
    Non vedevo un flop come quello dei tablet PC
    fin dai tempi del bus MCI, che era una vera
    genialata ma non l'ha mai cagato nessuno.
    Il tablet invece è proprio l'idea
    più inutile del mondo... e c'è
    gente che l'aveva previsto con larghissimo
    anticipo, sulle solite ML dei vecchi guru.
    GRANDI !Flop non e'. Le vendite in certi mercati verticali vanno piu' che bene. Indicazione di flop sarebbe se produttori anunciassero di non produrre piu' tablet PC, e questo non sta succedendo. Anzi, vengono prodotti piu' modelli e pian piano le offerte diventano piu' interessanti anche dal punto di vista del prezzo. La Averatec, per esempio, vende un tablet PC (http://www.averatec.com/notebooks/C3500.htm) dalle specifiche molto buone per $1,350.I tablet PC rimarranno sempre una soluzione particolare per chi esigenze di mobility. L'ergonomia e' la novita', ma non e' un prodotto completamente nuovo ma XP con funzionalita' extra. Quindi vedo difficile che questo formato fallisca se i prezzi sono accessibili.Spero che adesso che Windows XP Tablet PC Edition sara' rilasciato in Italiano sia la Microsoft ed i produttori si organizzino per far provare i tablet a chi non li conosce (e ci saranno certo allo SMAU). Sono beta tester della versione Italiana e posso confermare il riconscimento della scrittura funziona meglio di quella Inglese.Quindi prima di gridare al flop ti consiglio di provarli.Ciao,Lawrence
  • BillTorvalds scrive:
    Mai usato un Tablet, eh ?
    Possiedo uno dei primi Acer C100 Tablet (C102 per l'esattezza) e non lo cambierei neanche con un Sony Vaio TR5MP. Superportatile, un vero notebook e in più un vero Tablet, lo puoi usare comodamente sdraiato sul divano o nel letto della tua camera d'albergo ai caraibi. E' anche una comoda biblioteca, ci tengo i miei e-books e me li leggo come se stessi sfogliando un libro, con in più la comodità che con un click con la stylus pen posso attivare la traduzione di Babylon Pro sui testi in lingua straniera. 8)Pensate che ho persino pensato di cambiarlo con un più recente C112 per via delle porte USB2, la Ram di 512 Mb espamdibile a 2 Giga (pare che non ci sia verso di aumentare i miseri 256 Mb del mio C102), la wireless LAN incorporata e il processore più performante. Comunque, se non potete rinunciare a certe caratteristiche, c'è anche il C300... ;)Dimenticavo: avete mai provato ad usare un programma di grafica su un Tablet ? Ritoccare un'immagine o eseguire una selezione in Photoshop tracciandola direttamente sullo schermo con la stylus pen ? :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Mai usato un Tablet, eh ?
      Io ho appena ordinato un acer 302XMiHo appena venduto il mio compaq x1005 e con l'acer ho la soluzione migliore: un notebook convertibile che mi permette di usare le funzioni proprie del notebook quando sono in ufficio alla mia scrivania, e un "palmare" molto + potente quando sono in giro per i punti vendita.Per quanto riguarda l'upgrade in italiano, sul www.tabletpc.it stanno testando la versione che microsoft gli ha dato in prova. Per chi poi non volesse aspettare c'e' comunque un ottimo programma della Paragon che si chiama PenReader che supporta l'input dell'inchiostro digitale in italiano....
  • Anonimo scrive:
    Re: Un altro passo nella storia
    - Scritto da: Anonimo
    Non vedevo un flop come quello dei tablet PC
    fin dai tempi del bus MCI, che era una vera
    genialata ma non l'ha mai cagato nessuno.
    Il tablet invece è proprio l'idea
    più inutile del mondo... e c'è
    gente che l'aveva previsto con larghissimo
    anticipo, sulle solite ML dei vecchi guru.
    GRANDI !Io credo che sia molto utile, ovviamente non per l'utente medio ma per tante applicazioni e usi lavorativi si. Deve maturare, tutto qua.
  • Anonimo scrive:
    Re: Un altro passo nella storia
    Peccato che si debba scrivere in Inglese...... Chissa' perche' gli italiani debbano sempre essere gli ultimi a usufruire delle "meraviglie" tecnologiche. Capisco che a livello grammaticale l'italiano sia piu' complesso dell'inglese, ma sicuramente non e' diverso da francese, tedesco e spagnolo per i quali il motore di riconoscimento c'e' gia'......
    • tabletpc scrive:
      Re: Un altro passo nella storia
      - Scritto da: Anonimo
      Peccato che si debba scrivere in
      Inglese...... Chissa' perche' gli italiani
      debbano sempre essere gli ultimi a usufruire
      delle "meraviglie" tecnologiche. Capisco che
      a livello grammaticale l'italiano sia piu'
      complesso dell'inglese, ma sicuramente non
      e' diverso da francese, tedesco e spagnolo
      per i quali il motore di riconoscimento c'e'
      gia'......A fine Settembre dovrebbe essere rilasciata la versione Italiana. Sto testando il beta e devo dire che si comporta bene.Ciao,L
  • Anonimo scrive:
    Re: Un altro passo nella storia
    - Scritto da: Anonimo
    Non vedevo un flop come quello dei tablet PC
    fin dai tempi del bus MCI, che era una vera
    genialata ma non l'ha mai cagato nessuno.
    Il tablet invece è proprio l'idea
    più inutile del mondo... e c'è
    gente che l'aveva previsto con larghissimo
    anticipo, sulle solite ML dei vecchi guru.
    GRANDI !Personalmente uso da tempo un tablet TC1000 di HP/Compaq (l'unico con tastiera completamente staccabile) e non lo cambierei che nessun altro tipo d portatile. Ha i suoi difetti, certo (lentezza, input via stilo alquanto erratico, ecc.) ma la sua maneggiabilità è stupenda. Ovviamente è questione di gusti...
  • avvelenato scrive:
    Re: Un altro passo nella storia
    - Scritto da: Anonimo
    Non vedevo un flop come quello dei tablet PC
    fin dai tempi del bus MCI, che era una vera
    genialata ma non l'ha mai cagato nessuno.
    Il tablet invece è proprio l'idea
    più inutile del mondo... e c'è
    gente che l'aveva previsto con larghissimo
    anticipo, sulle solite ML dei vecchi guru.
    GRANDI !invece sarebbe molto utile per molti un tablet pc, solo che la tecnologia attuale è ancora acerba... non abbiamo una tecnologia decente per fare schermi sottili e parchi nei consumi (ci sarebbe l'oled, ma pare che si decompangano con l'uso....) le tecnologie di storing energetico sono ferme da un po' di tempo (e temo che le celle combustibili si riveleranno inadatte per queste applicazioni), non abbiamo ancora raggiunto la "cost-effectiveness" di un sistema di memorie di massa totalmente privo di meccanica.... secondo me prima o poi il tablet pc diverrà una realtà diffusa.... ma può darsi anche che ci vorrà su windows tablet pc 2010..... :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Un altro passo nella storia
      - Scritto da: avvelenato
      invece sarebbe molto utile per molti un
      tablet pc, solo che la tecnologia attuale
      è ancora acerba... anni fa la Apple aveva lanciato un palmare, non mi ricordo più come si chamava.. buco paurosoanni dopo il palm ha iniziato a prendere, poi sono arrivati l pocketPC (sig!) e adesso è un prodotto che funzionaforse fra dieci anni alle riunioni apriremo tutti la nostra cartellina con dentro un tablet
      • avvelenato scrive:
        Re: Un altro passo nella storia
        - Scritto da: ishitawa

        - Scritto da: avvelenato

        invece sarebbe molto utile per molti un

        tablet pc, solo che la tecnologia
        attuale

        è ancora acerba...

        anni fa la Apple aveva lanciato un palmare,
        non mi ricordo più come si chamava..
        buco paurosonewton?

        anni dopo il palm ha iniziato a prendere,
        poi sono arrivati l pocketPC (sig!) e adesso
        è un prodotto che funziona ebbene sì (felice possessore di ipaq 2210, che con tutti i suoi difetti, è comunque un bell'aggegino.. :) )
        forse fra dieci anni alle riunioni apriremo
        tutti la nostra cartellina con dentro un
        tabletio oserei di più: forse tra 10anni i ragazzi potranno andare a scuola portandosi solo un tablet-pc, al posto di una cartella da 10 kg e mezzo...
      • tabletpc scrive:
        Re: Un altro passo nella storia
        Recentemente la Apple ha brevettato un design molto (ma dico molto) simile al tablet: http://www.macitynet.it/macity/aA18724/index.shtmlSpero proprio che venga prodotto un macTablet - sarebbe sicuramente molto piu' orientato ad utenti 'casalinghi'.
    • Anonimo scrive:
      Re: Un altro passo nella storia
  • Anonimo scrive:
    Un altro passo nella storia
    Non vedevo un flop come quello dei tablet PC fin dai tempi del bus MCI, che era una vera genialata ma non l'ha mai cagato nessuno. Il tablet invece è proprio l'idea più inutile del mondo... e c'è gente che l'aveva previsto con larghissimo anticipo, sulle solite ML dei vecchi guru. GRANDI !
Chiudi i commenti