Niente iTunes sull'E1060

Un quiproquo


Roma – Alcuni portavoce di Motorola hanno fatto sapere che il nuovo telefono cellulare E1060 presentato presso il 3GSM World Congress di Canness non includerà il player iTunes di Apple: notizia che invece, negli scorsi due giorni, era stata riportata un po’ da tutti i media, incluso Punto Informatico .

Il fraintendimento è nato dal fatto che Motorola ha mostrato il funzionamento della nuova versione Java di iTunes sull’E1060: il cellulare, tuttavia, verrà commercializzato senza tale software.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • avvelenato scrive:
    Re: Ok, ma come fare se....
    - Scritto da: ryoga
    sono ignorante in materia, ma i dj possono usare
    i cd e gli mp3 venduti al pubblico x le loro
    serate? o hanno bisogno di una versione
    particolare come quelle di chi noleggia dvd e
    vhs?che io sappia vanno bene cd normalissimi (originali o copie di originali regolarmente posseduti), la siae la paga il locale a parte.
  • Anonimo scrive:
    Re: se era musica techno han fatto bene
    si sente meglio un masterizzato che uno stampato. Hanno la stessa frequenza eppure un mp3 masterizzato a + di 128 si sente veramente meglio sui cdj.
  • Anonimo scrive:
    Re: se era musica techno han fatto bene
    è anche vero che il cdj e il multieffetto permettono di giocare molto anche se stai suonando un mix sul giradischi, che poi i dj dei gay suonano gli aventura coi cdj quello è un altro discorso, tanto voglio dire chi cazzo sene frega di 1 disco in piu' o in meno venduto sono distribuzioni fatte dalle multinazionali nel mondo. Che poi magari uno la sente in disco e selo compra originale. Fatto sta che la vera techno quella ricercata si suona coi vinili, il cdj va bene ma giusto per due o tre soprapposizioni di max 10sec, ma allora a questo punto perchè non affiancarci un bel mac. E sopratutto ma che cazzo vogliono porcogiuda se ancora un po fanno il cdj che scarica mp3 da solo a seconda di che mese e giorno siamo?
  • raoul80 scrive:
    consiglio divx
    raga ho avuto un divx de Alexander le immagini erano Ottime ma il suono era mono anziche stereo. Datemi un consiglio ma i film in dix sono tutti cosi?
  • Anonimo scrive:
    Re: com'e' umano lei...
    Dipende dal genere che suoni, comunque ci sono negozi online tedeschi per esempio, che hanno prezzi decisamente migliori dei nostri. bisogna fare un attimo il calcolo di quanto viene la spedizione e il bollino import (non puoi suonare in pubblico un disco anche se comprato legalmente all'estero, se non ha il bollino "import" siae). Oppure si fa una "spedizione punitiva" a londra con le low cost, basta che eviti i taxi :)
  • Anonimo scrive:
    Re: se era musica techno han fatto bene
    A prescindere che la definizione della techno, da chi l'ha "creata" ( 2 tipi, di cui non rammento il nome ) non puo' esistere, perche', a dir loro, gia' dai tempi preistorici, quando cioe' i nostri progenitori usavano battere sui tronchi cavi beh....quella era techno. Comunque....commerciale o no....SPECIALMENTE la siae ha sempre preso e continuera' a prendere soldini con la techno...cosa credete che sia la dance ?! techno MOLTO soft cantata ( ogni tanto ). E quarda caso e' proprio al dance a vendere a iosa, in codesto paese...vedi innumerevoli compilations estive, natalizie etc etc ( dai, le conosciamo un po' tutti..)Se poi ci si riferisce alla techno quella vera beh....a parte 3 locali in italia ...qui non e' mai arrivata. Bisogna andare in posti tipo belgio, germania, amsterdam, rotterdam...non sto' a citare le varie etichette....non mi sembra il caso....Ma, contrariarmente alle BUFALE che dicono che la techno e' morta ....HAHAHA....andateci e poi capirete cosa la gente continua ad ascoltare. poi ci son i vari loveparade, streetparade etc etc. Ovvio, a (molta) gente non piace....ci mancherebbe....pero' fa muovere la massa....e questo e' sinonimo di vendite. Concordo pienamente: la techno e' su vinile....a meno delle dubbie compilations che, ogni tanto, escono :)Riguardo al Dj beh.....io lo so' in prima persona, visto che sono un ex ....I dj prendono MOLTI ma proprio MOLTI soldini quindi.....se li comprimo i dischi !Da anni c'e' l'avvento dei lettori cd con pitch etc etc....E da li' uno si fa....hurm...furbo ? yah !Calcolate che nel '94 un Mix ( disco in vinile , con al massimo 2 brani per "faccia" ) costava 28mila delle vecchie lire....
  • Anonimo scrive:
    Re: Questa è una giusta punizione!
    - Scritto da: DJ_Anonimo
    Io sono un deejay uso vinile e CD Ma come
    puoi pensare che un dj al tempo d?oggi con
    questo cavolo d?euro possa aver un buon
    guadagno da comprare tutto originale...Amico, il problema è che già non consentono l'uso personale dei file scaricati, figurati se li usi per lavoro!!! Sarebbe come il geometra che dice:" io non guadagno abbastanza per comprarmi l'Autocad originale, così ne uso uno pirata..."
    Dovrebbero fare un accordo con i dj... Io
    lavoro a Roma e mi da sul cavolo le persone
    che s?improvvisano dj e chiedono meno di un
    professionista, e questo anche a rovinato il
    mercato nostro... Si sa pure ad es. che ci sono delle imprese di pulizie che per vincere gli appalti e rientrare nei costi utilizzano manodopera extracomunitaria sottopagata e ciò è illegale, oppure gente assunta con contratto di collaborazione e poi sono dipendenti veri e propri e sono sottopagati, ecc... che rovinano il mercato ai professionisti, ma quando beccano i responsabili di questi abusi fanno bene a punirli!!!Poi il dj non puoi considerarlo come un primo lavoro, ma come un secondo, non ci puoi certamente mantenere una famiglia!!!
    Io a Roma guadagno una cifra che
    parte dai 60.00 ai 100.00 euro a secondo del
    locale e della capienza e se c'è
    gente nel locale come vuoi che ogni
    settimana io possa comprare i vinili o i cd
    originale.Dai 60 ai 100 euro in una sera? C'è gente che guadagna meno e si fa ben 8 ore di lavoro spaccandosi il c*lo e visto così non mi sembra poco!Se sei un dj con i controcog... la gente fa a botte per entrare nel locale e ti assicuro che "DJ" così ce ne sono pochi!!!!!
    E impossibile... perché ce
    no de che camperesti lavoreresti per la
    gloria e per obys una persona prof. fa solo
    questo lavoro perché e capace di fare
    solo questo lavoro e anche perché ora
    non ci trova più lavoro come prima di
    giorno saluti DJ RoTrova un altro lavoro più sicuro e il dj tienilo come secondo! Di dj Albertino & c. che hanno avuto fortuna ce sono molto pochi!!!!8)
  • Anonimo scrive:
    Re: com'e' umano lei...
    - Scritto da: DJ_Anonimo
    Io a Roma
    guadagno   una cifra che
    parte dai 60.00 ai 100.00 euro a secondo del
    locale e della capienza e se c'è
    gente nel locale come vuoi che ogni
    settimana io possa comprare i vinili o i cd
    originale. Ma sei un dj o una colf ?
  • Anonimo scrive:
    però
    "Se versata entro novanta giorni la sanzione è ridotta ad un terzo".che culo ...
  • Anonimo scrive:
    Re: Questa è una giusta punizione!
    - Scritto da: DJ_Anonimo
    Io sono un deejay uso vinile e CD Ma come
    puoi pensare che un dj al tempo d?oggi con
    questo cavolo d?euro possa aver un buon
    guadagno da comprare tutto originale...
    Dovrebbero fare un accordo con i dj... Io
    lavoro a Roma e mi da sul cavolo le persone
    che s?improvvisano dj e chiedono meno di un
    professionista, e questo anche a rovinato il
    mercato nostro... Io a Roma
    guadagno   una cifra che
    parte dai 60.00 ai 100.00 euro a secondo del
    locale e della capienza e se c'è
    gente nel locale come vuoi che ogni
    settimana io possa comprare i vinili o i cd
    originale. E impossibile... perché ce
    no de che camperesti lavoreresti per la
    gloria e per obys una persona prof. fa solo
    questo lavoro perché e capace di fare
    solo questo lavoro e anche perché ora
    non ci trova più lavoro come prima di
    giorno saluti DJ RoFosse la volta buona che sparite tutti e imparate e suonare davvero invece di utilizzare la musica degli altri per fare profitto.Professionista.... Per me dovreste pagare voi per mettere i dischi.Ati
  • DJ_Anonimo scrive:
    Re: Questa è una giusta punizione!
    Io sono un deejay uso vinile e CD Ma come puoi pensare che un dj al tempo d?oggi con questo cavolo d?euro possa aver un buon guadagno da comprare tutto originale... Dovrebbero fare un accordo con i dj... Io lavoro a Roma e mi da sul cavolo le persone che s?improvvisano dj e chiedono meno di un professionista, e questo anche a rovinato il mercato nostro... Io a Roma guadagno   una cifra che parte dai 60.00 ai 100.00 euro a secondo del locale e della capienza e se c'è gente nel locale come vuoi che ogni settimana io possa comprare i vinili o i cd originale. E impossibile... perché ce no de che camperesti lavoreresti per la gloria e per obys una persona prof. fa solo questo lavoro perché e capace di fare solo questo lavoro e anche perché ora non ci trova più lavoro come prima di giorno saluti DJ Ro
  • DJ_Anonimo scrive:
    Re: com'e' umano lei...
    Io sono un deejay uso vinile e CD Ma come puoi pensare che un dj al tempo d?oggi con questo cavolo d?euro possa aver un buon guadagno da comprare tutto originale... Dovrebbero fare un accordo con i dj... Io lavoro a Roma e mi da sul cavolo le persone che s?improvvisano dj e chiedono meno di un professionista, e questo anche a rovinato il mercato nostro... Io a Roma guadagno   una cifra che parte dai 60.00 ai 100.00 euro a secondo del locale e della capienza e se c'è gente nel locale come vuoi che ogni settimana io possa comprare i vinili o i cd originale. E impossibile... perché ce no de che camperesti lavoreresti per la gloria e per obys una persona prof. fa solo questo lavoro perché e capace di fare solo questo lavoro e anche perché ora non ci trova più lavoro come prima di giorno saluti DJ Ro
  • Anonimo scrive:
    Re: Comunque la domanda era diversa
    Per uso personale, se non rivendi, ricetti, spacci, o commetti altre violazioni NON C'E' NESSUN PROBLEMA E NON VERRA' MAI NESSUNA POLIZIA A CASA TUA A SEQUESTRARTI TUTTO PER POI BUTTARTI IN CELLA!!!CHIARO?????Verranno da te solo se fai le cose in grande o fai quello che ho scritto sopra. PUNTO.Farsi qualche copia di dvd, scaricarsi qualche canzone, farsi qualche compilation....non è quello che preoccupa le major o la nostra SIAE, anzi, ben vengano le persone che sono interessate ad espandere la propria cultura perchè così in futuro ne cercheranno altra (acquistandola). Se poi non lo fate copie è meglio! :DPer quanto riguarda i principi e le regole, beh, se ne potrebbe discutere per mesi. In generale, comunque, se volete stare tranquilli, consideratevi in regola quando avete PRODOTTI MULTIMEDIALI ACQUISTATI CON RICEVUTA (scontrino o ricevuta d acata di credito); senza questa prova il PM potrà facilmente dimostrare che è tutto materiale illecito.Poi come condanna potranno essere più o meno buoni, ma la multa amministrativa (150? a supporto) la dovrete pagare comunque!!!Ciao
  • Anonimo scrive:
    non importa, tanto...
    ...si parla eventualmente di questioni che si possono chiarire solo in un eventuale processo.Il fatto è che:1) tutti patteggiano perchè costa meno rispetto ad un processo + avvocato;2) personale o non personale è solo l'aspetto penale, i 150? della multa amministrativa per ogni supporto li devi pagare comunque!!3) sei costretto ad accettare il tutto e praticamente "costituirti", anche se credi di aver ragione, perchè così ti riducono la multa di un terzo.Non esiste l'andare a discutere uso personale, non personale, file scaricati, rippati, digitale, analogico, MA NEANCHE PER SOGNO!! Ci sono addirittura giudici che credono che si è super mega pirati solo perchè hai installato Linux e non Windows ... vedete voi!!!Tanto se vengono a casa vostra c'e' un motivo (vendete, p2p esagerato, ricettazione, ecc) quindi tanto santi non siete.Per il resto, come dice Faletti, STANNE FUORI!:)
  • Anonimo scrive:
    Re: com'e' umano lei...
    Eh, il vinile ... tutta un'altra classe :)Ciao,Piwi
  • Anonimo scrive:
    Re: se era musica techno han fatto bene
    la maggior parter della techno... quella non commerciale esce su etichette che la siae non sa nemmeno che esistonoPS: per la techno usano i vinily
  • Anonimo scrive:
    Re: ahahaha un milione di euro..
    Il guaio è che Tanzi era si il patron, ma di una spa e come tale risponde nei limiti di quanto da lui posseduto dei debiti di parmalat. Ovvio che se il processo accerterà sue implicazioni (e non vedo come non possa accertarle, ma non si sa mai... ) allora gli sarà comminata pena detentiva definitiva (che poi si farà al 99% ai domiciliari vista l'età e lo stato di salute) e multa. Si presume multa salata e si presume pure che tale multa dovrà risarcire almeno parte dei danni provocati. Tuttavia visti i tempi dei vari gradi di giudizio e la complessità del processo ci vorranno anni, durante i quali i beni di Tanzi potranno al più essere tenuti in custodia cautelativa per evitarne il perimento o la distrazione (ammesso che non sia in parte già avvenuta).Il Dj in questione mi sa che lo hanno processato per direttissima vista l'evidenza delle prove. E la difesa avrà poco cui appigliarsi se le cose stanno così.Morale: se vuoi fare il furbo segui le seguenti regole:1) accertati che prima che ti scoprano tu abbia almeno 60 anni2) rubare poco è inutile, ti scoprono subito: ruba tanto e in modo il più complesso possibile, in modo da far arenare le indagini nella carta prodotta.Alla fine ti condanneranno pure (ma non è detto), però ti ritrovi ad un età in cui i soldi che hai rubato li hai già goduti a dovere.
  • Ekleptical scrive:
    Re: vabbè, ULTIMA DOMANDA

    ok... allora rispondi solo a questa domanda:

    supponiamo che io mi faccia prestare un CD
    originale da un amico (quindi ho accesso
    legittimo)Veramente NO! Il CD non è prestabile! Non rientra nei tuoi diritti legali di utente.
  • Anonimo scrive:
    Re: ahahaha un milione di euro..
    ma che discorsi sono, certo che Tanzi ha ancora tutte le sue proprietà!NON ERA MICA UN PIRATA INFORMATICO! QUELLI SONO DELINQUENTI DA PUNIRE!!!Beh almeno adesso sappiamo come si fa ad incastrare una persona: altro che bustarelle, droga, ecc., un paio di cd masterizzati in macchina e poi si fa la soffiata anonima alla finanza, poi diritto in gattabuia!!!!:|:|:|:|:|:|:|:|
  • Solvalou scrive:
    Re: com'e' umano lei...
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Solvalou

    Colpirne uno per educarne 100, a
    discapito

    del principio per cui la punizione

    dev'essere proporzionata al reato
    commesso.

    Si certo con i soldi degli altri tutti fanno
    i filosofi.Per tua info, sono socio SIAE, il che non mi impedisce di pensare che piratare un cd da tot euro non e' procurare un danno di tot euro a chi li stampa.Tanto per filosofare ulteriormente, visto che faccio dj su vinile e quindi mi compro tutto, questi pipinotti coi cdr mi fanno concorrenza sleale. Il che non mi impedisce di pensare che questa multa sia comunque terroristica e ridicola.
  • Anonimo scrive:
    Re: non è la prima volta !
    E' una grandissima str....a, per un motivo molto semplice:nel caos in cui gli fcevano una multa da 2000? il dj avrebbe pagato, con una multa del genere non pagherà mai!!Quindi alla fine la multa è inutile.
  • Anonimo scrive:
    Re: duemiliardisettecentodiecimilioni/77
    qualcuno evidentemente e' in cerca di una cassa di risonanza ... il giudice ?
  • Anonimo scrive:
    dialogo in carcere
    - hey- ... hey.- oh, tu che hai fatto?- scippo.- ah. Fame eh?- naa. Cellulare. Avevo finito la carica. Quella tipetta del cazzo con i capelli tutti belli biondini di soldi ne aveva di sicuro, in quella minchia di borsettina firmata del cazzo. Ho tirato e quella vacca non ha voluto mollare. Ma molla no!!!!?! E così niente, si è avvicinato quel vigliacco che non si fa i fatti suoi e sono qui ... ma un bel pugno alla vacchetta glie l'ho dato, così impara.- capisco...- tu?- ho messo su musica pirata- ah ma allora sei un cazzo di ladro aaaahahahahah - già...
  • Anonimo scrive:
    Re: ma lui cmq faceva pubblicità
    resta il fatto che un dj "da sala" è come un dj da radio e per far passare i pezzi alla radio i cantanti pagano, allora che pagassero i gestori delle discoteche. e siccome non si può fare/sapere se quella sera una canzone viene messa o meno, si fa come fa la siae sui cdr una tassa per il possibile utilizzo del loro pezzo in discoteca, e se non la paghi il pezzo non può andare.parlo di cose assurde? no, qui si pensa solo a "tutelare" i cantanti ma i consumatori no e allora fanculo anche a quei cantanti che non cacciano i maroni e non protestano a favore dei loro fans perhè vogliono solo guadagnare e guadagnare quando alla fine è solo la siae a guadagnare
  • ryoga scrive:
    Re: Ok, ma come fare se....
    sono ignorante in materia, ma i dj possono usare i cd e gli mp3 venduti al pubblico x le loro serate? o hanno bisogno di una versione particolare come quelle di chi noleggia dvd e vhs?
  • ryoga scrive:
    Re: ahahaha un milione di euro..
    - Scritto da: Anonimo
    Certo, prima ti portano via tutto quello che
    hai, e poi se in futuro hai intenzione di
    fare qualcosa prima devi passare alla cassa
    della Prefettura e pagare quanto dovuto,
    fino a quando non hai finito.Intanto Tanzi ha ancora tutte le sue belle proprieta'.......
  • Anonimo scrive:
    duemiliardisettecentodiecimilioni/778000
    Va bene, ha sbagliato e si merita la multa. Ma non sembra un pò eccessivo? E dove dovrebbe andarli a prendere?Credo che la pena non sia commisurata ne all'azione ne al guadagno che il dj abbia potuto avere da quei file.
  • Locke scrive:
    Re: Ok, ma come fare se....
    - Scritto da: Anonimo

    porti le ricevute dei pagamenti..o cmq
    qualsiasi cosa che possa dimostrare che tu
    li abbia regolamente pagati da un sito
    regolare...Ad esempio?Non credo che per acquistare beni informatici come mp3 ti facciano stampare lo scontrino...
  • Anonimo scrive:
    Re: Questa è una giusta punizione!
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Perchè il fine di lucro
    c'è,

    infatti lui utilizzava delle cose per

    svolgere la sua attività ed
    è

    come "rubare" ad es. una macchina per
    fare

    il tassista abusivo!!!!
    Sono "quasi" d'accordo con te: lavorava
    utilizzando "materiale rubato". E' pero' un
    DJ vero, non abusivo.
    Be' con un'auto rubata non puoi fare il tassista "licenziato". Era solo un esempio.Fatto sta che utilizzava del materiale rubato per trarne un profitto (e per una sera sono anche capaci di prendere 300 euro) e la cosa è molto diversa dall'uso personale, con cui si finanziano i provider e tutto l'indotto e non si ricava niente!!!
    La pena la trovo comunque spropositata, per
    fare un esempio:
    - fare il DJ con musica rubata = 1,4 milioni
    di ?
    - fare inversione di marcia in autostrada
    www.lex.iaconet.com/codice_della_strada/tabel



    Ma ora dove

    finiranno i soldi della multa???? Nelle

    tasche della $IAE???? Dovrebbero
    utilizzare

    quei soldi per abbassare FINALMENTE I

    PREZZI!!!!!

    :@:@:@
  • wishyou scrive:
    Re: ma lui cmq faceva pubblicità
    - Scritto da: Anonimo
    E qui ti sbagli: per le discoteche non si
    compila il borderò come per i
    concerti, siccome sono considerate piste da
    ballo.
    Ci pensa la Siae a stilare la classifica dei
    brani più suonati (nessuno, neanche
    chi in discoteca ci lavora sa come) e
    ripartire gli utili. Ho fatto il dj anni fa. A fine serata c'era la rottura di maroni di compilare il borderò delle canzoni utilizzate per la Siae. Naturalmente brani messi a casaccio o di amici degli amici, cantautori e similia (tanto non se ne accorge nessuno, pagano e basta).Il problema degli utili non ripartiti è saltato fuori perchè quei modelli sarebbero a lettura ottica, ma la lettura ottica non legge un tubo, non c'è nessuno che inserisce i dati a mano e quindi vengono scartati....
  • Anonimo scrive:
    Re: ahahaha un milione di euro..
    Certo, prima ti portano via tutto quello che hai, e poi se in futuro hai intenzione di fare qualcosa prima devi passare alla cassa della Prefettura e pagare quanto dovuto, fino a quando non hai finito.AHAHAH UN CAZ ZO! :@Fanno storie anche solo per rateizzare una multa, figuriamoci se poi non te la fanno pagare!E' solo questione di tempo, non è come nei film (americani) che scampato il pericolo poi tanti saluti: non si dimenticano niente! BISOGNA SOLO STARE ATTENTI E NON FARSI FREGARE PERCHE' LE MULTE SONO SALATISSIME E ROVINANO LE PERSONE!(la buona condotta riduce solo la detenzione, le multe amministrative, quelle più pesanti, non le riduce nessuno!!!!!!)Buona giornata:(
  • Anonimo scrive:
    Re: Decerebrati !!!
  • Anonimo scrive:
    Decerebrati !!!
  • Anonimo scrive:
    se era musica techno han fatto bene
    .....te lo dò io il tunz tunz tunz!
  • Anonimo scrive:
    Re: Ok, ma come fare se....
    - Scritto da: Anonimo
    porti le ricevute dei pagamenti..o cmq
    qualsiasi cosa che possa dimostrare che tu
    li abbia regolamente pagati da un sito
    regolare...:D LOL
  • Anonimo scrive:
    Re: ma lui cmq faceva pubblicità
    E qui ti sbagli: per le discoteche non si compila il borderò come per i concerti, siccome sono considerate piste da ballo.Ci pensa la Siae a stilare la classifica dei brani più suonati (nessuno, neanche chi in discoteca ci lavora sa come) e ripartire gli utili. Inoltre una percentuale dei medesimi va suddivisa tra i gruppi che fanno musica da "liscio" siccome tale classifica di brani non distingue tra techno e romagna mia siccome sono entrambe musiche da "locale da ballo" discoteca o balera che sia.Per chi non ci crede vada a leggersi il contenuto della ormai celeberrima puntata di Report sulla siae.
  • Anonimo scrive:
    Re: ahahaha un milione di euro..
    - Scritto da: theDRaKKaR
    ma in contanti? :|

    pu**anate legislativeCerto per quelli che sono nullatenenti (materia grigia inclusa) la sanzione potrebbe diventare inesigibile, mentre ad uno come me porterebbero via la casa, la macchina e forse anche il lavoro.
  • Anonimo scrive:
    Re: com'e' umano lei...
    - Scritto da: Solvalou
    Colpirne uno per educarne 100, a discapito
    del principio per cui la punizione
    dev'essere proporzionata al reato commesso.Si certo con i soldi degli altri tutti fanno i filosofi.
    Per carita', si puo' benissimo decidere di
    iniziare a fare i duri per far rispettare la
    legge, ma in un paese in cui i falsi in
    bilancio e i crac miliardari - in euro -
    lasciano gli indagati tranquilli, la cosa e'
    tragicomica.Il tragicomico e' che i sig. della GdF che lo avrannoindagato e poi arrestato avranno a casa loro, se nonaddirittura in centrale, lo stesso materiale Inlegaleper cui hanno arrestato il DJ.Detto questo, va comunque punito, magari senzaipotecargli la vita da qui ai prossimi 100 anni.
  • Anonimo scrive:
    Re: ahahaha un milione di euro..
    - Scritto da: theDRaKKaR
    ma in contanti? :|di piccolo taglio.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ok, ma come fare se....
    porti le ricevute dei pagamenti..o cmq qualsiasi cosa che possa dimostrare che tu li abbia regolamente pagati da un sito regolare...
  • Anonimo scrive:
    Re: Attenzione: uso NON personale
    - Scritto da: Anonimo
    D'altra parte, allora sarebbe vietato anche
    registrare un film dalla TV su
    videocassetta.

    cyaCerto! Posso registrare un film in TV e vederlo SOLO IO!! E' illegale che io registri un film e poi lo guardi coi miei amici, come e' illegale che io affitti un DVD e poi lo guardi con gli amici! ;)Matteo
  • theDRaKKaR scrive:
    ahahaha un milione di euro..
    ma in contanti? :|pu**anate legislative
  • Solvalou scrive:
    Re: com'e' umano lei...
    Colpirne uno per educarne 100, a discapito del principio per cui la punizione dev'essere proporzionata al reato commesso. Per carita', si puo' benissimo decidere di iniziare a fare i duri per far rispettare la legge, ma in un paese in cui i falsi in bilancio e i crac miliardari - in euro - lasciano gli indagati tranquilli, la cosa e' tragicomica.
  • Anonimo scrive:
    Ok, ma come fare se....
    Io compro (e sottolineo _compro_) degli mp3 online su beatport e su altri negozi (azuli etc...) e musica da itunes.partendo dal presupposto che in questi casi il bollino siae non esiste e che il bollino siae è l'unica cosa che certifica la regolarità del pezzo e l'assolvimento di quanto dovuto agli artisti, come faccio a fare il dj stando tranquillo?io credo che non si riesca...ma d'altronde siamo in italia il paese delle banane e dei borboni...fanno presto a mettere in galera il dj, ma gli danno uno strumento giuridico che possa permettergli di fare il proprio mestiere tranquillamente?graziepippe
  • chemicalbit scrive:
    Re: rippato da radio a pagamento
    - Scritto da: Anonimo
    cd ottenuto dalle radio via satellite
    ad esempio di sky alle quali io ho
    accesso perché pago?...Dipende se tu paghi anche i diritti per riprodurlo in pubblico.Ma ne dubito:In quello che paghi per avere accesso a quella radio è compreso il pagamento dei diritti per poter ascoltare per il tuo piacere persoanle (o al limite la tua famiglia).
  • Anonimo scrive:
    Re: rippato da radio a pagamento
    SCusate la fesseria....io ci provo...se suono in pubblico con un cd ottenuto dalle radio via satellite ad esempio di sky alle quali io ho accesso perché pago?...
  • Mijato scrive:
    Re: ma lui cmq faceva pubblicità
    Per me tu sei confuso: la SIAE la paga il locale sui biglietti che vende, che d'altronde hanno un costo che comprende anche la quota SIAE (tranne i gratuiti, che devono comunque pagare il contributo SIAE anche se non vengono pagati - ecco perchè i gestori se devi entrare gratis ti fanno passare e basta:-).A fine serata il dj compila un borderò che il locale da alla SIAE che dovrebbe contenere i brani messi (o alcuni) in modo che la Siae possa attribuire a ciscun autore una quota dei diritti riscossi.Quindi la siae la pagano gli utenti (paganti) :-)Se poi siano i brani a chiamare la gente in discoteca o in discoteca si faccia pubblicità ai brani è da vedere, per me è un meccanismo reciproco, perchè è anche la scelta della musica a decretare il successo di un locale. Che poi a qualcuno venga anche voglia di comprarsi il disco che sente, è normale.
  • Anonimo scrive:
    Re: Questa è una giusta punizione!
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: Anonimo


    Perchè il fine di lucro

    c'è,


    infatti lui utilizzava delle cose
    per


    svolgere la sua attività ed

    è


    come "rubare" ad es. una macchina
    per

    fare


    il tassista abusivo!!!!

    Sono "quasi" d'accordo con te: lavorava

    utilizzando "materiale rubato". E'
    pero' un

    DJ vero, non abusivo.



    La pena la trovo comunque spropositata,
    per

    fare un esempio:

    - fare il DJ con musica rubata = 1,4
    milioni

    di ?

    - fare inversione di marcia in
    autostrada



    www.lex.iaconet.com/codice_della_strada/tabel


    C'è scritto:


    per ripetute violazioni alle leggi sul
    diritto d'autore


    Non è la priva volta che viene
    multato... la multa alta è solo una
    conseguenza...Le ripetute violazioni sono legate al fatto che i reati sono contestuale: ad es. 1000 mp3-
    ripetute violazioni
  • Anonimo scrive:
    Re: qualche link?
    Su popolodellarete Mazza e Minotti ti citeranno tutte le sentenze che vuoi, sono fatti stranoti finiti sui quotidiani nazionali.
  • Anonimo scrive:
    ma lui cmq faceva pubblicità
    i dj sono costretti a pagare la siae quando mettono dei pezzi..ma quando un dj mette dei pezzi fa pubblicità gratuita a quello o quell'altro musicista/dj. stessa cosa succede nelle radio che vengono pagate per mettere quello o quell'altro pezzo. quindi in teoria si potrebbe sposare la possibilità per i dj invece di pagare la siae una tassa per mettere i pezzi, ricevere un pagamento dalla siae o da un fondo comune degli artisti per aver messo i loro pezzi. com'è il dj fa bubblicità gratuita e paga attraverso la siae gli "artisti", ma nessuno pensa che se quel pezzo viene messo in discoteca probabilmente venderà più facilmente?è vero che il dj i soldi li prende facendo lo spettacolo, ma dal gestore del locale che a sua volta deve pagare la siae che paga gli artisti.allora gli artisti pagano il dj, il dj paga la siae.. non si paga più la siae per metttere quel pezzofantaSIAE?bhè si..
  • Anonimo scrive:
    qualche link?
    qualche link a una notizia pubblicata sul web?E comunque l'acquisto sì, è vietato. Io parlo di semplice possesso di copie. Non parlo neppure di download.
  • Anonimo scrive:
    Re: vabbè, ULTIMA DOMANDA
    Chiedi a quelli che hanno beccato con le cassette duplicate in macchina se sanzionano oppure no, o a quelli che han beccato a comprare dagli ambulanti .
  • Anonimo scrive:
    Re: Questa è una giusta punizione!
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Perchè il fine di lucro
    c'è,

    infatti lui utilizzava delle cose per

    svolgere la sua attività ed
    è

    come "rubare" ad es. una macchina per
    fare

    il tassista abusivo!!!!
    Sono "quasi" d'accordo con te: lavorava
    utilizzando "materiale rubato". E' pero' un
    DJ vero, non abusivo.

    La pena la trovo comunque spropositata, per
    fare un esempio:
    - fare il DJ con musica rubata = 1,4 milioni
    di ?
    - fare inversione di marcia in autostrada
    www.lex.iaconet.com/codice_della_strada/tabel
    C'è scritto:
    per ripetute violazioni alle leggi sul diritto d'autoreNon è la priva volta che viene multato... la multa alta è solo una conseguenza...
  • Anonimo scrive:
    Re: vabbè, ULTIMA DOMANDA
    si ok, quindi ora tocca all'accusato portare le prove dell'innocenza, ribaltando completamente le regole del Diritto.Inoltre, chi registra un film dalla tv dovrebbe conservare la pagina di TV sorrisi e canzoni dove il film era in programmazione... Ah, come dici? Il simbolino "RAI" in basso a destra è la prova che la registrazione è legale? Beh allora basterebbe appiccicarlo ai video DivX in sovraimpressione, e tutto sarebbe OK...Però un caso documentato di qualcuno multato per il semplice possesso di copie private, ancora niente, eh?
  • Anonimo scrive:
    Re: vabbè, ULTIMA DOMANDA
    - Scritto da: Anonimo
    ok... allora rispondi solo a questa domanda:

    supponiamo che io mi faccia prestare un CD
    originale da un amico (quindi ho accesso
    legittimo), poi ne estragga una traccia
    digitale (senza violare protezioni, i CD non
    ne hanno alcuna), e me la salvi sull'hard
    disk del computer. Supponiamo poi che io
    restituisca il CD all'amico, che a quel
    punto parte per un viaggio di 6 mesi in
    Papuasia.
    Poi un giorno arriva la GDF e mi fa un
    controllo: trovano la traccia audio e la
    confrontano con quelle che si trovano in
    rete e risultano identiche (per forza, il CD
    originale è sempre lo stesso venduto
    in migliaia di copie). Mi chiedono
    l'originale, ma io non ce l'ho più.
    Mi chiedono una ricevuta d'acquisto o di
    noleggio, ma non ce l'ho (e nessuna legge mi
    obbliga a conservarla). Allora che cosa
    succede? Io non ho violato la legge, ma sono
    colpevole lo stesso? e come farebbero a
    dimostrarlo? Ma vi rendete conto che
    è tutto assurdo?
    Se non ammettiamo il prestito dall'amico,
    possiamo rifare l'esempio con un CD
    originale poi andato perso. E' la stessa
    cosa.


    RIPETO: IL POSSESSO DI COPIE NON E' PROIBITO.
    Prima che un giudice dia un mandato qualche motivo ci sarà stato suppongo ? :) comunque in una situazionei del genere sono ***** ,nonostante sia convinto che basti come dice la legge il legittimo accesso, se finisci di fronte a un giudice tocca a te dimostrare la provenienza.Mi spiace smontare questa tua convinzione, ma il possesso di supporti non conformi è sempre e comunque sanzionabile , sempre che non dimostri il possesso o il legittimo accesso.Comunque su Popolodellarete trovi la sezione dedicata alle questioni legali e vedrai che ti chiariscono le idee, di solito Minotti è molto disponibile
  • Anonimo scrive:
    Comunque la domanda era diversa
    come al solito si finisce a parlare di download e upload, mentre io ho iniziato il post parlando di semplice possesso di copie per uso personale. Uffa.
  • Anonimo scrive:
    Re: quasi giusto, però...
    materiale precedentemente licenziato... e io come faccio a saperlo, con la sfera di cristallo?Copia non conforme? non conforme a cosa? ma quale norma dice così?copia analogica, copia digitale? Se io la faccio analogica e poi la converto in digitale, come si fa a dimostrare che c'è stato un passaggio in analogico? Esistono metodi analogici con qualità indistinguibile dal digitaleSecondo me il terrorismo della SIAE funziona e questi discorsi ne sono la prova
  • Anonimo scrive:
    vabbè, ULTIMA DOMANDA
    ok... allora rispondi solo a questa domanda:supponiamo che io mi faccia prestare un CD originale da un amico (quindi ho accesso legittimo), poi ne estragga una traccia digitale (senza violare protezioni, i CD non ne hanno alcuna), e me la salvi sull'hard disk del computer. Supponiamo poi che io restituisca il CD all'amico, che a quel punto parte per un viaggio di 6 mesi in Papuasia.Poi un giorno arriva la GDF e mi fa un controllo: trovano la traccia audio e la confrontano con quelle che si trovano in rete e risultano identiche (per forza, il CD originale è sempre lo stesso venduto in migliaia di copie). Mi chiedono l'originale, ma io non ce l'ho più. Mi chiedono una ricevuta d'acquisto o di noleggio, ma non ce l'ho (e nessuna legge mi obbliga a conservarla). Allora che cosa succede? Io non ho violato la legge, ma sono colpevole lo stesso? e come farebbero a dimostrarlo? Ma vi rendete conto che è tutto assurdo?Se non ammettiamo il prestito dall'amico, possiamo rifare l'esempio con un CD originale poi andato perso. E' la stessa cosa.RIPETO: IL POSSESSO DI COPIE NON E' PROIBITO.
  • Anonimo scrive:
    Re: scaricare - condividere
    - Scritto da: Anonimo


    - Scritto da: Anonimo

    Scaricare non è vietato ? Dillo a

    Minotti e sentiamo che ti risponde, ma
    siamo

    seri.

    In tutti gli interventi seri che ho letto,
    era sempre chiara la distinzione tra il
    download (consentito per uso personale) e
    l'upload (proibito).
    Gli interventi erano poco seri evidentemente al max puoi aver letto che vengono sanzionati in modo diverso .Nel caso del mero download teoricamente potrebbe finire tutto con una sanzione amministrativa.
  • Anonimo scrive:
    Re: quasi giusto, però...
    - Scritto da: Anonimo


    riassumendo la copia la devi fare:



    1) Da solo

    VERO.


    2) su supporti per cui paghi l'equo
    compenso

    VERO.


    3) Purchè tu abbia possesso o

    legittimo accesso.

    VERO, ma legittimo accesso è
    praticamente tutto, tranne il crackare
    protezioni come usare schede pirata per i
    satelliti, o l'acquisto di opere palesemente
    contraffatte dal marocchino. Se io trovo un
    mp3 su un sito web e me lo scarico, è
    legittimo accesso. Casomai è chi ce
    l'ha messo che commette reato.
    Il legittimo accesso è solo quello a materiale precedentemente licenziato, "originale" in senso lato.Se lo scarichi hai accesso ad una copia illegittima e non è legittimo accesso.

    4) Purchè non violi le misura di

    protezione.

    VERO. Ma se sono già violate da
    altri? (Un DivX non è protetto).
    Non importa la copia che hai è comunque non conforma e quindi sanzionabile.Chi ha sprotetto il contenuto e l'ha distribuito ovviamente risponde anche di quello.

    5)Ti possono concedere la sola copia

    analogica-
    niente mp3 rippati.

    FALSO. La legge dice che i titolari sono
    obbligati a concederti almeno una copia
    analogica. Ma non proibiscono a te di farti
    quella digitale, se non cracchi protezioni.

    cyaSi parlava di copia diretta con ripping, è ovvio che se fai una copia digitale-
    analogico-
    digitale la puoi fare.Sempre che il rpoduttore non lo conceda espressamente.
  • Anonimo scrive:
    Re: leggere BENE, please
    - Scritto da: Anonimo


    - Scritto da: Anonimo

    Dal web hai un accesso non legittimo

    Questa è una tua idea personale. Dove
    sta scritto? Cosa serve, un'autorizzazione
    della questura per navigare nel web? Se
    trovo qualcosa pubblicato, e liberamente
    accessibile, per quale ragione devo supporre
    di non essere legittimato ad accedervi?Se è licenziato non c'è problema ma no credo che stiamo discutendo del sesso deglia angeli.Parliamo di materiale non licenziato, è accesso non legittimo

    comma 4 stabilisce quali sono i limiti
    della

    copia privata.

    Il comma quattro inizia dicendo " i titolari
    dei diritti sono tenuti a consentire che..."
    Mi sembra ovvio quindi che istituisce un
    obbligo per i titolari, non per chi si fa la
    copia.Stabilisce cosa ti deve concedere l'autore / produttore in base ai tuoi diritti e li definisce:possesso e legittimo accesso.Se non ci fosse il comma 4 avrebbe ragione chi dice che la copia la puoi fare solo da supporto.


    Inoltre se hai letto la norma

    sai benissimo che la copia la devi fare
    da

    solo.

    Da solo, certo: me la scarico e me la
    masterizzo. Tutto da solo. Di cosa fai tu con la copia al legislatore non interessa ,interessa che la copia sia da materiale legittimo, perchè questo tutela la catena dei diritti. Per fare un paragone caro ai discografici :) se qualcuno ruba una Ferrari e poi "legittimamente " la rivende resta comunque una Ferrari rubata. Comunque la domanda girala a Minotti e vedrai che ti conferma il tutto.Del resto fa consulenze a gratis perchè non approfittarne ;)
    Come se la
    registrassi alla TV. Ti ricordo tra l'altro
    che il canone TV è una tassa sul
    possesso del televisore. I diritti d'autore
    dei contenuti li paga qualcun'altro, non io.
    Per il web quindi è la stessa cosa:
    se posso vedere e sentire, posso copiare.Bravo i diritti li paga la tv per distribuire il contenuto free to air e questo rende il tutto legittimo. Se la tv criptasse il segnale e tu non pagassi l'abbonamento,il canone non c'entra nulla, sarebbe illegittimo.
  • Anonimo scrive:
    quasi giusto, però...

    riassumendo la copia la devi fare:

    1) Da soloVERO.
    2) su supporti per cui paghi l'equo compensoVERO.
    3) Purchè tu abbia possesso o
    legittimo accesso.VERO, ma legittimo accesso è praticamente tutto, tranne il crackare protezioni come usare schede pirata per i satelliti, o l'acquisto di opere palesemente contraffatte dal marocchino. Se io trovo un mp3 su un sito web e me lo scarico, è legittimo accesso. Casomai è chi ce l'ha messo che commette reato.
    4) Purchè non violi le misura di
    protezione.VERO. Ma se sono già violate da altri? (Un DivX non è protetto).
    5)Ti possono concedere la sola copia
    analogica-
    niente mp3 rippati.FALSO. La legge dice che i titolari sono obbligati a concederti almeno una copia analogica. Ma non proibiscono a te di farti quella digitale, se non cracchi protezioni.cya
  • Anonimo scrive:
    scaricare - condividere
    - Scritto da: Anonimo
    Scaricare non è vietato ? Dillo a
    Minotti e sentiamo che ti risponde, ma siamo
    seri.In tutti gli interventi seri che ho letto, era sempre chiara la distinzione tra il download (consentito per uso personale) e l'upload (proibito).
  • Anonimo scrive:
    leggere BENE, please
    - Scritto da: Anonimo
    Dal web hai un accesso non legittimoQuesta è una tua idea personale. Dove sta scritto? Cosa serve, un'autorizzazione della questura per navigare nel web? Se trovo qualcosa pubblicato, e liberamente accessibile, per quale ragione devo supporre di non essere legittimato ad accedervi?
    comma 4 stabilisce quali sono i limiti della
    copia privata.Il comma quattro inizia dicendo " i titolari dei diritti sono tenuti a consentire che..."Mi sembra ovvio quindi che istituisce un obbligo per i titolari, non per chi si fa la copia.
    Inoltre se hai letto la norma
    sai benissimo che la copia la devi fare da
    solo.Da solo, certo: me la scarico e me la masterizzo. Tutto da solo. Come se la registrassi alla TV. Ti ricordo tra l'altro che il canone TV è una tassa sul possesso del televisore. I diritti d'autore dei contenuti li paga qualcun'altro, non io. Per il web quindi è la stessa cosa: se posso vedere e sentire, posso copiare.
  • Anonimo scrive:
    Da leggere bene :)
    Art. 71-sexies1. E' consentita la riproduzione privata di fonogrammi e videogrammi su qualsiasi supporto, effettuata da una persona fisica per uso esclusivamente personale, purché senza scopo di lucro e senza fini direttamente o indirettamente commerciali, nel rispetto delle misure tecnologiche di cui all'articolo 102-quater.2. La riproduzione di cui al comma 1 non può essere effettuata da terzi. La prestazione di servizi finalizzata a consentire la riproduzione di fonogrammi e videogrammi da parte di persona fisica per uso personale costituisce attività di riproduzione soggetta alle disposizioni di cui agli articoli 13, 72, 78-bis, 79 e 80.3. La disposizione di cui al comma 1 non si applica alle opere o ai materiali protetti messi a disposizione dei pubblico in modo che ciascuno possa avervi accesso dal luogo e nel momento scelti individualmente, quando l'opera è protetta dalle misure tecnologiche di cui all'articolo 102-quater ovvero quando l'accesso è consentito sulla base di accordi contrattuali.4. Fatto salvo quanto disposto dal comma 3, i titolari dei diritti sono tenuti a consentire che, nonostante l'applicazione delle misure tecnologiche di cui all'articolo 102-quater, la persona fisica che abbia acquisito il possesso legittimo di esemplari dell'opera o del materiale protetto, ovvero vi abbia avuto accesso legittimo, possa effettuare una copia privata, anche solo analogica, per uso personale, a condizione che tale possibilità non sia in contrasto con lo sfruttamento normale dell'opera o degli altri materiali e non arrechi ingiustificato pregiudizio ai titolari dei diritti.Art. 102-quater1. I titolari di diritti d'autore e di diritti connessi nonché del diritto di cui all'art. 102-bis, comma 3, possono apporre sulle opere o sui materiali protetti misure tecnologiche di protezione efficaci che comprendono tutte le tecnologie, i dispositivi o i componenti che, nel normale corso del loro funzionamento, sono destinati a impedire o limitare atti non autorizzati dai titolari dei diritti.2. Le misure tecnologiche di protezione sono considerate efficaci nel caso in cui l'uso dell'opera o del materiale protetto sia controllato dai titolari tramite l'applicazione di un dispositivo di accesso o dì un procedimento di protezione, quale la cifratura, la distorsione o qualsiasi altra trasformazione dell'opera o del materiale protetto, ovvero sia limitato mediante un meccanismo di controllo delle copie che realizzi l'obiettivo di protezione.3. Resta salva l'applicazione delle disposizioni relative ai programmi per elaboratore di cui al capo IV sezione VI del titolo I.riassumendo la copia la devi fare:1) Da solo2) su supporti per cui paghi l'equo compenso3) Purchè tu abbia possesso o legittimo accesso.4) Purchè non violi le misura di protezione.5)Ti possono concedere la sola copia analogica-
    niente mp3 rippati.
  • Anonimo scrive:
    Re: obbligo per i titolari non per i pri
    Scaricare non è vietato ? Dillo a Minotti e sentiamo che ti risponde, ma siamo seri.
  • Anonimo scrive:
    Re: un riferimento?
    Se lo ritrovo te lo posto, comunque a scanso di equivoci il tutto si è svolto negli States. Era un'italiana che abitava li, dall'articolo non si capiva se in via provvisoria o definitiva. Dalla linea difensiva direi provvisoria ma l'articolo non lo diceva.
  • Anonimo scrive:
    Re: obbligo per i titolari non per i pri
    Dal web hai un accesso non legittimo, il comma 4 stabilisce quali sono i limiti della copia privata.Inoltre se hai letto la norma sai benissimo che la copia la devi fare da solo.
  • Anonimo scrive:
    Re: Questa è una giusta punizione!
    - Scritto da: Anonimo
    Perchè il fine di lucro c'è,
    infatti lui utilizzava delle cose per
    svolgere la sua attività ed è
    come "rubare" ad es. una macchina per fare
    il tassista abusivo!!!! Sono "quasi" d'accordo con te: lavorava utilizzando "materiale rubato". E' pero' un DJ vero, non abusivo.La pena la trovo comunque spropositata, per fare un esempio:- fare il DJ con musica rubata = 1,4 milioni di ?- fare inversione di marcia in autostrada Ma ora dove
    finiranno i soldi della multa???? Nelle
    tasche della $IAE???? Dovrebbero utilizzare
    quei soldi per abbassare FINALMENTE I
    PREZZI!!!!!
    :@:@:@
  • Anonimo scrive:
    un riferimento?
    Un riferimento a quella causa di un'italiana con la RIAA?
  • Anonimo scrive:
    obbligo per i titolari non per i privati
    Il comma 4 dell'Art. 71-sexies che tu riporti, definisce un obbligo che L'EDITORE ha nei confronti di chi acquista l'opera (ne entra legittimamente in possesso). In pratica obbliga l'editore a permettere al cliente di farsi la copia: è un ulteriore allargamento dei diritti dei privati, NON una restrizione.Per quanto riguarda i file scaricati da internet: non esiste nessuna legge che vieta di scaricare da internet. Casomai è vietato diffonderli. Il fatto stesso di navigare comporta un continuo download di immagini e suoni dalla rete. Scaricare NON è vietato (in caso contrario dimmi qual'è l'articolo che lo afferma). Invece, è vietato usufruire di contenuto violando le protezioni (ad esempio con le tesserine pirata per i satelliti).cya
  • Anonimo scrive:
    Re: ma quale articolo lo dice???
    - Scritto da: Anonimo


    - Scritto da: Anonimo

    Per supporto intendo un medium cui tu
    abbia

    "legittimo accesso" come prevede la

    legge.

    Si può sapere esattamente quale
    articolo di legge dice questa cosa? Io l'ho
    letta tutta e non lo trovo.

    E, anche se fosse come dici tu, dove sta
    scritto che, dopo aver avuto legittimo
    accesso (ad esempio un noleggio), tu sia
    obbligato a conservare il supporto originale
    oppure la ricevuta del noleggio? E quindi
    come sarebbe possibile dimostrare che NON
    hai avuto legittimo accesso?

    cya
    Proprio tutta non direi :)Art. 71-sexies4. Fatto salvo quanto disposto dal comma 3, i titolari dei diritti sono tenuti a consentire che, nonostante l'applicazione delle misure tecnologiche di cui all'articolo 102-quater, la persona fisica che abbia acquisito il possesso legittimo di esemplari dell'opera o del materiale protetto, ovvero vi abbia avuto accesso legittimo, possa effettuare una copia privata, anche solo analogica, per uso personale, a condizione che tale possibilità non sia in contrasto con lo sfruttamento normale dell'opera o degli altri materiali e non arrechi ingiustificato pregiudizio ai titolari dei diritti.##################################L'accesso illegittimo sta alla gdf dimostrarlo,certo se i files son scaricati dal web trovare gli hash non è difficile. Ci aveva provato un'Italiana in una causa intentata dalla RIAAsostenendo che erano copie di file da cd che aveva in Italia, beh è andata male. Per essere sicuri che li ha scaricati avranno fatto qualche controllo incrociato, mi par difficile che non sia scattata la perquisizione.C'era il caso di un Dj veneziano, mi sembra, che è andato assolto perchè ha dimostrato che i cd da cui faceva le compilation erano tutti in suo possesso. In quel caso la perquisizione era stata immediata ed avevano sequestrato tutto.
  • Anonimo scrive:
    Questa è una giusta punizione!
    Perchè il fine di lucro c'è, infatti lui utilizzava delle cose per svolgere la sua attività ed è come "rubare" ad es. una macchina per fare il tassista abusivo!!!! Ma ora dove finiranno i soldi della multa???? Nelle tasche della $IAE???? Dovrebbero utilizzare quei soldi per abbassare FINALMENTE I PREZZI!!!!!:@:@:@
  • Anonimo scrive:
    ma quale articolo lo dice???
    - Scritto da: Anonimo
    Per supporto intendo un medium cui tu abbia
    "legittimo accesso" come prevede la
    legge.Si può sapere esattamente quale articolo di legge dice questa cosa? Io l'ho letta tutta e non lo trovo.E, anche se fosse come dici tu, dove sta scritto che, dopo aver avuto legittimo accesso (ad esempio un noleggio), tu sia obbligato a conservare il supporto originale oppure la ricevuta del noleggio? E quindi come sarebbe possibile dimostrare che NON hai avuto legittimo accesso?cya
  • Anonimo scrive:
    Re: sbagliato dove?
    Per supporto intendo un medium cui tu abbia "legittimo accesso" come prevede la legge.Nel caso della Tv vengono pagati i diritti, sul file che scarichi dal web no. Chi legge la legge in modo più restrittivo sostiene che la copia da tv è illegittima, ma personalmente non sono d'accordo.Ciò non toglie che il medium (supporto tv radio blah,blah) debba essere licenziato e la copia la devi fare da solo. In altre parole niente dowload preconfezionati.
  • Anonimo scrive:
    sbagliato dove?
    Per favore dimmi dov'è che sbaglio, e dove sta scritto che devi partire da supporto. Se registri un film dalla TV, dove sta il supporto originale??cya
  • Anonimo scrive:
    Re: Attenzione: uso NON personale
    Articolo sbagliato quella è la copia privata. La devi fare personalmente e da supporto.
  • Anonimo scrive:
    Attenzione: uso NON personale
    Hanno applicato la legge in quanto il DJ faceva uso non personale e non privato delle opere duplicate.La legge, all'Art. 71-sexies, dice: "E' consentita la riproduzione privata di fonogrammi e videogrammi su qualsiasi supporto, effettuata da una persona fisica per uso esclusivamente personale, purché senza scopo di lucro e senza fini direttamente o indirettamente commerciali"Pertanto una multa del genere NON potrebbe mai essere applicata a chi si copia musica e film a casa propria.Da notare inoltre che questa norma NON DICE che serve possedere l'originale Quindi è lecito farsi una copia di un file audio o video indipendentemente dalla sua origine.Nonostante ci sia sempre chi fa del terrorismo in questi forum, non sono ancora riuscito a trovare notizie certe di PRIVATI multati per il semplice possesso per uso personale di copie di canzoni e film.D'altra parte, allora sarebbe vietato anche registrare un film dalla TV su videocassetta.cya
  • Anonimo scrive:
    com'e' umano lei...
    1.4 milioni di euro!ma e' un DJ oppure un magnate del petrolio?
  • Anonimo scrive:
    non è la prima volta !
    ho lavorato in una radio che fu sanzionate per i file mp3. Ricordo che le sanzioni erano così pesanti che ottennerro addirittura una modifica alla Gasparri per poter pagare meno ma alla fien hanno pagato una botta da 60 mila euroEcco il testo della Gasparri che poneva rimedio a sanzioni di svariati milioni di euro17. Le sanzioni amministrative irrogate a imprese radiofoniche o televisive locali ai sensi dell'articolo 174-bis della legge 22 aprile 1941, n. 633, come modificato dall'articolo 27 del decreto legislativo 9 aprile 2003, n. 68, vengono ridotte come segue, qualora l'impresa radiofonica o televisiva locale abbia provveduto a regolarizzare entro la data di entrata in vigore della presente legge la propria posizione relativamente alla violazione contestata: riduzione a un decimo dell'importo minimo qualora le sanzioni amministrative contestate siano di importo inferiore o pari a 50.000 euro; riduzione a un ventesimo dell'importo minimo qualora le sanzioni amministrative contestate siano di importo eccedente 50.000 euro. Il pagamento delle sanzioni amministrative cosi' ridotte dovra' avvenire entro i trenta giorni successivi alla data di entrata in vigore della presente legge. Qualora l'importo dovuto sia superiore a 5.000 euro, potra' essere corrisposto in tre rate bimestrali, la prima delle quali con scadenza nel termine di trenta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge.
Chiudi i commenti