Nikon espande i CD-R

L'azienda ha svelato una tecnologia in grado di incrementare di oltre una volta e mezzo la capacità degli attuali CD-R da 8 e 12 cm. Il tutto senza perdere la compatibilità con le attuali unità di scrittura e lettura


Tokyo (Giappone) – Nikon afferma di avere sviluppato una nuova tecnologia in grado di incrementare di 1,6 volte la capacità di archiviazione di un comune CD-R.

Per il momento, questa nuova tecnologia verrà applicata soltanto ai CD-R da 8 cm, quelli generalmente utilizzati in alcuni piccoli dispositivi come le videocamere digitali, che potranno ora contenere 300 MB di dati. In seguito, Nikon conta di estendere queste specifiche anche ai comuni CD-R da 12 cm, portandoli così a 1,05 GB.

La cosa interessante è che a detta di Nikon questi speciali CD, che hanno una struttura delle tracce più densa del normale, saranno pienamente compatibili con gli attuali masterizzatori e lettori di CD-ROM.

Nikon sta valutando se portare questa tecnologia anche sui CD-RW e sui DVD, ma in tal caso per i media da 12 cm vi sarebbero problemi di compatibilità con le specifiche attuali.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Sono Marcolino
    il computer cretino...piango e mi faccio la cacca addosso come un bambino. Costo 15 miliardi. Perchè non mi comprate?
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono Marcolino
      Non ti compro perchè non sorridi alla mamma e al papà :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono Marcolino
      Hai mai sentito parlare di Eliza? Ecco hai idea di quanto sia vecchia? Eppure funziona bene. L'unico problema è che fino ad ora i programmi di IA sono stati concepiti con un set di frasi standard, che prima o poi finiscono, o che non sono sempre adatte al 100% a quello che scrive l'interlocutore umano (un tipico esempio è l'italiana Eloisa).Ora, già Eliza parlava meglio di un bambino di 15 mesi, ma forse (dico forse perchè nell'articolo non c'è scritto, peccato) ora quei ricercatori stanno sviluppando un algoritmo in grado di costruire autonomamente le frasi (un bambino di 15 mesi ha un vocabolario ridotto ma sa benissimo come si costruisce una frase). In questo modo la conversazione sarebbe sì credibile, e magari in pochi anni potremmo già avere un computer in grado di parlare come un adulto.Sarebbe un bel passo verso HAL9000 ma per favore non fategli guidare gli aerei ! ;)- Scritto da: ahah
      il computer cretino...

      piango e mi faccio la cacca addosso come un
      bambino. Costo 15 miliardi. Perchè non mi
      comprate?

Chiudi i commenti