Nintendo, un controller da Revolution

Lo si manovra con una mano sola, assomiglia ad un normale telecomando ma è il nuovo stick per le console Nintendo. Una Revolution dell'hardware? Giocabilità avanti tutta

Chiba (Giappone) – Nintendo ha presentato durante il Tokyo Game Show la sua nuova console Revolution. L’attenzione però si è concentrata soprattutto sui nuovi controller in dotazione, più che sulle caratteristiche tecniche – già terreno di scontro accesissimo tra Sony e Microsoft .

La filosofia di Nintendo, in questo caso, continua ad essere di riferimento: la giocabilità prima di tutto . Sia con titoli, come Mario e Legend of Zelda, che l’hanno resa famosa in tutto il mondo, che con un innovativo sistema di interazione che si differenzia completamente dal vecchio concetto di “joypad”.

“Abbiamo pensato a come ognuno all’interno della famiglia utilizza il telecomando della televisione, e a come alcuni invece abbiano un pessimo rapporto con i controller; con questa soluzione vogliamo creare un nuovo standard per i videogiochi”, ha dichiarato Satoru Iwata, presidente Nintendo.

Il controller Nintendo Iwata è dell’idea che i videogiochi debbano poter attirare un più vasto pubblico, che includa anche i neofiti, affinché gli sviluppatori possano sopravvivere; “(…) molti sono quasi intimiditi dai troppi pulsanti utilizzati nei giochi (…)”.

Il controller di nuova generazione, infatti, sembra un comunissimo telecomando TV . Dispone di una tecnologia wireless e integra un sensore di movimento, che permette alla consolle di registrare i suoi spostamenti nello spazio, senza contare la distanza esatta dall’unità di ricezione. In questo modo la stessa periferica potrà essere utilizzata come un elemento all’interno dello spazio virtuale: ad esempio una mazza da baseball, da golf o una semplice pistola.

Tenendo il telecomando con una mano (destra) si disporrà di un pad direzionale e un tasto (A) per il pollice, e un grilletto (B) per l’indice. Un interazione più che mai intuitiva, che però non dimentica i tradizionalisti. Perché girando il telecomando di 90° ci si ritroverà fra le mani un comunissimo controller, con il pad direzionale da una parte e i tasti A e B dall’altra – i pulsanti infatti sono doppi.

Volendo sarà anche disponibile, come optional, uno stick analogico collegabile via cavo al controller principale. Così, però, entrambe le mani saranno impegnate.

Nintendo Revolution sarà disponibile dal 2006, probabilmente poco dopo il lancio della Sony Playstation 3 programmato in primavera.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    OpenOffice e usability in azienda
    http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=2255:)
  • Anonimo scrive:
    per la redazione: i titoli...
    "openoffice sposa opendocument" mi suona un po' come "il pinguino balla sul cell" e simili...sarà rompiballe, ma... non era meglio "supporta opendocument" e via?i titoli assomigliano sempre più a quelli dei giornali cartacei (orrore e raccapriccio!):)
  • ciko scrive:
    plugin per MSOffice?
    e' possibile creare un plugin per Microsoft Office in modo che supporti odf?Pregherei i lettori di evitare risposte tipo "me che ci vuoi fare, passa ad openOffice e basta... ", visto che lo scopo del thread non e' una guerra di religione....A me onestamente non interessa se il Comune di RoccaDiDoveTiPare usi MSOffice, quelle sono valutazioni che fa il comune in base alle proprie esigenze... vorrei solo poter andare sul sito del MIO comune e non essere costretto ad essere fornito della suite Microsoft per poter compilare un modulo...Un plugin mi sembra l'unico modo realistico per obbligare il suddetto Comune sperduto ad utilizzare un formato aperto...tutto questo, ovviamente, IMHO
    • nattu_panno_dam scrive:
      Re: plugin per MSOffice?
      - Scritto da: ciko
      e' possibile creare un plugin per Microsoft
      Office in modo che supporti odf?
      Pregherei i lettori di evitare risposte tipo "me
      che ci vuoi fare, passa ad openOffice e basta...
      ", visto che lo scopo del thread non e' una
      guerra di religione....
      A me onestamente non interessa se il Comune di
      RoccaDiDoveTiPare usi MSOffice, quelle sono
      valutazioni che fa il comune in base alle proprie
      esigenze... vorrei solo poter andare sul sito del
      MIO comune e non essere costretto ad essere
      fornito della suite Microsoft per poter compilare
      un modulo...
      Un plugin mi sembra l'unico modo realistico per
      obbligare il suddetto Comune sperduto ad
      utilizzare un formato aperto...
      tutto questo, ovviamente, IMHOFacessero anche il plugin per windoze, atto a supportare anche altre filesystem che non siano NTFS e VFAT.
      • Anonimo scrive:
        Re: plugin per MSOffice?
        - Scritto da: nattu_panno_dam

        - Scritto da: ciko

        e' possibile creare un plugin per Microsoft

        Office in modo che supporti odf?

        Pregherei i lettori di evitare risposte tipo "me

        che ci vuoi fare, passa ad openOffice e basta...

        ", visto che lo scopo del thread non e' una

        guerra di religione....

        A me onestamente non interessa se il Comune di

        RoccaDiDoveTiPare usi MSOffice, quelle sono

        valutazioni che fa il comune in base alle
        proprie

        esigenze... vorrei solo poter andare sul sito
        del

        MIO comune e non essere costretto ad essere

        fornito della suite Microsoft per poter
        compilare

        un modulo...

        Un plugin mi sembra l'unico modo realistico per

        obbligare il suddetto Comune sperduto ad

        utilizzare un formato aperto...

        tutto questo, ovviamente, IMHO

        Facessero anche il plugin per windoze, atto a
        supportare anche altre filesystem che non siano
        NTFS e VFAT.Questo si può già fare c'è un kit di sviluppo della ms dedicato.
        • pikappa scrive:
          Re: plugin per MSOffice?
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: nattu_panno_dam



          - Scritto da: ciko


          e' possibile creare un plugin per Microsoft


          Office in modo che supporti odf?


          Pregherei i lettori di evitare risposte tipo
          "me


          che ci vuoi fare, passa ad openOffice e
          basta...


          ", visto che lo scopo del thread non e' una


          guerra di religione....


          A me onestamente non interessa se il Comune di


          RoccaDiDoveTiPare usi MSOffice, quelle sono


          valutazioni che fa il comune in base alle

          proprie


          esigenze... vorrei solo poter andare sul sito

          del


          MIO comune e non essere costretto ad essere


          fornito della suite Microsoft per poter

          compilare


          un modulo...


          Un plugin mi sembra l'unico modo realistico
          per


          obbligare il suddetto Comune sperduto ad


          utilizzare un formato aperto...


          tutto questo, ovviamente, IMHO



          Facessero anche il plugin per windoze, atto a

          supportare anche altre filesystem che non siano

          NTFS e VFAT.


          Questo si può già fare c'è un kit di sviluppo
          della ms dedicato.Non solo, esistono già implementazioni di ext2/3 e reiserfs
          • nattu_panno_dam scrive:
            Re: plugin per MSOffice?
            - Scritto da: pikappa

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: nattu_panno_dam





            - Scritto da: ciko



            e' possibile creare un plugin per Microsoft



            Office in modo che supporti odf?



            Pregherei i lettori di evitare risposte tipo

            "me



            che ci vuoi fare, passa ad openOffice e

            basta...



            ", visto che lo scopo del thread non e' una



            guerra di religione....



            A me onestamente non interessa se il Comune
            di



            RoccaDiDoveTiPare usi MSOffice, quelle sono



            valutazioni che fa il comune in base alle


            proprie



            esigenze... vorrei solo poter andare sul
            sito


            del



            MIO comune e non essere costretto ad essere



            fornito della suite Microsoft per poter


            compilare



            un modulo...



            Un plugin mi sembra l'unico modo realistico

            per



            obbligare il suddetto Comune sperduto ad



            utilizzare un formato aperto...



            tutto questo, ovviamente, IMHO





            Facessero anche il plugin per windoze, atto a


            supportare anche altre filesystem che non
            siano


            NTFS e VFAT.





            Questo si può già fare c'è un kit di sviluppo

            della ms dedicato.
            Non solo, esistono già implementazioni di ext2/3
            e reiserfsAvete dei link? ho trovato solo paragon ext3, ma è una schifezza.
          • DKDIB scrive:
            Re: plugin per MSOffice?
            Nattu wrote:
            Avete dei link?http://ext2fsd.sourceforge.net/projects/projects.htm#ext2fsdCon Ext2Fsd uso abitualmente una Ext2 sotto Windows, sia in lettura che in scrittura, praticamente senza alcun limite.Inoltre supporta le Ext3 in lettura (IMHO inutili: piuttosto uso una ReiserFS, nettamente piu' veloce).http://p-nand-q.com/download/rfstool.htmlhttp://yareg.akucom.de/index.html#DOWNLOADrfstool e YAReG (la GUI del primo) mi permettono invece di leggere le ReiserFS.Girando si trovano inoltre driver ed istruzioni per riprisinare il supporto ad HPFS (il file system di OS/2).Ci sono pero' dei limiti legati all'eta' di tali driver (sono quelli di Windows NT 4...) ed onestamente non so quanto HPFS possa servire a livello pratico.
    • Mechano scrive:
      Re: plugin per MSOffice?
      - Scritto da: ciko
      e' possibile creare un plugin per Microsoft
      Office in modo che supporti odf?
      Pregherei i lettori di evitare risposte tipo "me
      che ci vuoi fare, passa ad openOffice e basta...Non esiste ma sarebbe utile. Come anche un buon lettore stand alone leggero e multipiattaforma per i file sxw e odt dei vari openoffice.org.C'è uno ma non è fatto molto bene e su Linux non mi funziona nonostante sia in Java.--Mr. Mechano
      • ciko scrive:
        Re: plugin per MSOffice?
        mmmh... si...ottima idea il lettore...in effetti non e' neanche giusto obbligare un utente a scaricarsi OOo per, che so, stamparsi un documento...dovrebbe anche essere "semplice", partendo dai sorgenti di OOo...
        • Anonimo scrive:
          Re: plugin per MSOffice?
          - Scritto da: ciko
          mmmh... si...
          ottima idea il lettore...
          in effetti non e' neanche giusto obbligare un
          utente a scaricarsi OOo per, che so, stamparsi un
          documento...
          dovrebbe anche essere "semplice", partendo dai
          sorgenti di OOo...se non chè i sorgenti dell'openoffice sono circa 5milioni di linee.
          • Anonimo scrive:
            Re: plugin per MSOffice?


            ottima idea il lettore...
            se non chè i sorgenti dell'openoffice sono circa
            5milioni di linee. verissimo, ma sono certo che se diventa standard un lettore così salta fuori alla svelta
          • Anonimo scrive:
            Re: plugin per MSOffice?
            - Scritto da: Anonimo
            se non chè i sorgenti dell'openoffice sono circa
            5milioni di linee.Sicuramente sono 5 milioni di righe scritte tutte di seguito, senza commenti e senza ritorni a capo, in due file che si chiamano codice_di_openoffice.c e altro_codice_di_openoffice.c(ma cosa mi tocca sentire... )
          • Anonimo scrive:
            [OT] Re: plugin per MSOffice?
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            se non chè i sorgenti dell'openoffice sono circa

            5milioni di linee.

            Sicuramente sono 5 milioni di righe scritte tutte
            di seguito, senza commenti e senza ritorni a
            capo, in due file che si chiamano
            codice_di_openoffice.c e
            altro_codice_di_openoffice.c

            (ma cosa mi tocca sentire... )hai dimenticato "codice_di_openoffice.h" e "altro_codice_si_openoffice.h"
  • Anonimo scrive:
    Passerei volentieri a OOo
    Peccato che abbia un paio di fogli Excel che utilizzo spesso contenenti delle macro VBA.Se ci fosse un supporto per il VBA getterei MS Office alle ortiche.
    • pikappa scrive:
      Re: Passerei volentieri a OOo
      - Scritto da: Anonimo
      Peccato che abbia un paio di fogli Excel che
      utilizzo spesso contenenti delle macro VBA.

      Se ci fosse un supporto per il VBA getterei MS
      Office alle ortiche.Beh la vedo dura per il VBA essendo una creatura Microsoft, cmq OO ha il suo interprete basic, e ti puoi pure scrivere le macro in linguaggi come python
      • recoil scrive:
        Re: Passerei volentieri a OOo
        - Scritto da: pikappa
        Beh la vedo dura per il VBA essendo una creatura
        Microsoft, cmq OO ha il suo interprete basic, e
        ti puoi pure scrivere le macro in linguaggi come
        pythongiusto, ma poi rimani limitato a openofficese devi scrivere una macro per un cliente che ha office della M$ ti tocca usare VBA, quindi M$ officeè per questo motivo che uso OO solo in linux, in win preferisco avere excel altrimenti sono fregato per le macro...
    • Mechano scrive:
      Re: Passerei volentieri a OOo
      - Scritto da: Anonimo
      Peccato che abbia un paio di fogli Excel che
      utilizzo spesso contenenti delle macro VBA.

      Se ci fosse un supporto per il VBA getterei MS
      Office alle ortiche.Ma intanto installalo, provalo e non si sa mai che diventi bravo a convertirli.Ormai i dischi sono grandi, c'è spazio per molti programmi e dati. Installa OpenOffice.org usalo un pò e scoprine le funzionalità che non si vedono nell'immediato.Ha la possibilità di integrarsi con Java e di essere programmato in Java, in Python e nel suo basic che è lo StarBasic creato da StarDivision quando creò StarOffice.Non è difficile scrivere macro, e se scegli il Python non solo puoi scrivere macro e programmini per openoffice.org ma potrai imparare a fare programmi completi sia per Linux che Windows usando i widget wxWindows o le librerie GTK+ che sono multipiattaforma.Un passo per volta ed un pò di tempo libero dedicato ti ripagheranno con grandi soddisfazioni...__Mr. Mechano
      • deltree scrive:
        Re: Passerei volentieri a OOo
        - Scritto da: Mechano

        Ha la possibilità di integrarsi con Java e di
        essere programmato in Java, in Python e nel suo
        basic che è lo StarBasic creato da StarDivision
        quando creò StarOffice.

        Non è difficile scrivere macro, e se scegli il
        Python non solo puoi scrivere macro e programmini
        per openoffice.org ma potrai imparare a fare
        programmi completi sia per Linux che Windows
        usando i widget wxWindows o le librerie GTK+ che
        sono multipiattaforma.

        Un passo per volta ed un pò di tempo libero
        dedicato ti ripagheranno con grandi
        soddisfazioni...
        Il problema è che OO ne ha di strada da fare per essere all'altezza di Office in termini di macro. Lo smanettone medio si bagna tutto a sapere che può usare 3 linguaggi diversi per arrivare allo stesso risultato (bisogna vedere poi se questo non sia un inutile spreco di tempo e risorse per il team di sviluppo, non sarebbe stato meglio un singolo linguaggio con un supporto maturo ed esauriente?). L'"utente medio" non vuole imparare a programmare per far andare i suoi fogli di calcolo o i suoi documenti, vuole fare quello che fa con Office con due click e non vedo perché non dovrebbe, ha scaricato un software di office automation, non un IDE per programmatori.E' ora di farla finita con la mentalità da hacker smanettone nei programmi Open Source!Per i resto viva OpenOffice!
        __
        Mr. Mechano
        • Guybrush scrive:
          Re: Passerei volentieri a OOo
          [...]
          Il problema è che OO ne ha di strada da fare per
          essere all'altezza di Office in termini di macro.Mica solo per le macro, ma e' bene avviato.
          Lo smanettone medio si bagna tutto a sapere che
          può usare 3 linguaggi diversi per arrivare allo
          stesso risultato (bisogna vedere poi se questo
          non sia un inutile spreco di tempo e risorse per
          il team di sviluppo, non sarebbe stato meglio un
          singolo linguaggio con un supporto maturo ed
          esauriente?).Be' c'e' un perche', pero'. La cosa buona e' che in teoria si possono usare n linguaggi per pilotare gli oggetti presenti nel programma, invece office e' limitato a VBA.
          L'"utente medio" non vuole imparare
          a programmare per far andare i suoi fogli di
          calcolo o i suoi documenti, vuole fare quello che
          fa con Office con due click e non vedo perché non
          dovrebbe, ha scaricato un software di office
          automation, non un IDE per programmatori.Quella della portabilita' e' una rogna mica da ridere.Da quanto sto sperimentando sulla mia pelle le macro in VBA che fanno riferimento a oggetti relativi al solo Office vanno, salvo quelle che si appoggiano ad Access.Invece tutto cio' che utilizza add in e oggetti esterni ad office hanno problemi che non so risolvere.
          E' ora di farla finita con la mentalità da hacker
          smanettone nei programmi Open Source!Be', per le funzioni "base" il problema e' solo di interfaccia.
          Per i resto viva OpenOffice!Hip Hip Hurrah!
          GT
          • deltree scrive:
            Re: Passerei volentieri a OOo


            E' ora di farla finita con la mentalità da
            hacker

            smanettone nei programmi Open Source!
            Be', per le funzioni "base" il problema e' solo
            di interfaccia.
            Vero ma OO dal punto di vista interfaccia è perfettamente usabile e ancora di più ora che sta prendendo una propria identità e filosofia di utilizzo, scostandosi gradualmente dall'idiosincratica interfaccia di MS Office.


            Per i resto viva OpenOffice!
            Hip Hip Hurrah!


            GT
        • Mechano scrive:
          Re: Passerei volentieri a OOo
          - Scritto da: deltree
          Lo smanettone medio si bagna tutto a sapere che
          può usare 3 linguaggi diversi per arrivare allo
          stesso risultato (bisogna vedere poi se questo
          non sia un inutile spreco di tempo e risorse per
          il team di sviluppo, non sarebbe stato meglio un
          singolo linguaggio con un supporto maturo ed
          esauriente?). L'"utente medio" non vuole imparareMa perchè questa mania di impoverimento dell'informatica.Un solo sistema operativo, una sola marca, un solo linguaggio, una sola interfaccia.Ma che schifo vi fa poter scegliere?In OpenOffice.org ti interfacci in Java, in starbasic ed ora hanno aggiunto il Python.Chi conosce java potrà fare macro multipiattaforma che gireranno su qualsiasi sistema operativo ma in più si potrà lanciare OpenOffice da software java e controllarne le sue features.Chi sa programmare in python ci aggiunge le funzionalità di openoffice.org in tutte le piattaforme dove esistono entrambi.Per chi non conosce quelli, e non vuole diventare un vero programmatore lo starbasic pur con tutti i suoi limiti ha una buona facilità e si impara in poco tempo.Perchè questa mania di dovercisi limitare ad un solo strumento?--Mr. Mechano==================================Modificato dall'autore il 19/09/2005 11.50.10
          • Anonimo scrive:
            Re: Passerei volentieri a OOo

            Perchè questa mania di dovercisi limitare ad un
            solo strumento?

            --
            Mr. MechanoBella domanda questa.Secondo me è un fattore psicologico.Quando uno scrive sul curriculum che sa usare Word, sa di sapere usare word e relativo VBA che può usare per un sacco di altre cose.Quando a uno gli dici che ci sono tre linguaggi, o li impara tutti e tre oppure se gli danno una macro scritta in Java, magari non sa come metterla a posto.Sembra una st...zata ma alla fine la gente "normale" si perde.Prendi Ximian per esempio .... loro lo sanno quello che la gente vuole , qualcosa che assomigli a window*, qualcosa che assomigli ad out*ook, qualcosa che assomigli ad of*ice, nulla di più ! Guai a dare di più !
          • deltree scrive:
            Re: Passerei volentieri a OOo
            - Scritto da: Anonimo


            Perchè questa mania di dovercisi limitare ad un

            solo strumento?



            --

            Mr. Mechano

            Bella domanda questa.
            Secondo me è un fattore psicologico.

            Quando uno scrive sul curriculum che sa usare
            Word, sa di sapere usare word e relativo VBA che
            può usare per un sacco di altre cose.

            Quando a uno gli dici che ci sono tre linguaggi,
            o li impara tutti e tre oppure se gli danno una
            macro scritta in Java, magari non sa come
            metterla a posto.

            Sembra una st...zata ma alla fine la gente
            "normale" si perde.

            Prendi Ximian per esempio .... loro lo sanno
            quello che la gente vuole , qualcosa che
            assomigli a window*, qualcosa che assomigli ad
            out*ook, qualcosa che assomigli ad of*ice, nulla
            di più ! Guai a dare di più !

            E' un fattore di comodità. Si parla di utente medio, non power user. Serve UN linguaggio di riferimento e poi pure una babele di altri addon ma serve UN riferimento per l'utente, specie quando vuoi entrare da competitor.Questo non vuol dire che chi vuole non possa farsi i binding con altri linguaggi. Ma dire "che ti frega, puoi scegliere, basta che impari Java o Python, robetta da nulla" è il classico facilone dalla bash facile. Serve un linguaggio semplice e conciso, che non debba necessariamente essere imparato per fare cose semplici, che magari abbia una pletora di wizard abbastanza flessibili con cui io possa fare degli script senza digitare nulla, per cui non debba mettere su un baraccone per farlo andare e che mi permetta di arrivare subito al dunque senza perdere tempo e produttività. Per me o per altri informatici di professione è una cazzata ma non lo è per chi vuole automatizzare la contabilità.Questo è il salto di qualità che serve. IMHO.Il problema dell'Open Source è che considera il tempo speso a far andare le cose come divertimento o un fattore ininfluente, dimenticandosi che nessuno userà un software che ha curve di apprendimento che si misurano in mesi.==================================Modificato dall'autore il 19/09/2005 21.40.16
          • Anonimo scrive:
            Re: Passerei volentieri a OOo
            - Scritto da: deltree
            Serve un linguaggio semplice e conciso, che non
            debba necessariamente essere imparato per fare
            cose semplici, che magari abbia una pletora di
            wizard abbastanza flessibili con cui io possa
            fare degli script senza digitare nulla, per cui
            non debba mettere su un baraccone per farlo
            andare e che mi permetta di arrivare subito al
            dunque senza perdere tempo e produttività. Per me
            o per altri informatici di professione è una
            cazzata ma non lo è per chi vuole automatizzare
            la contabilità.Non esiste un linguaggio che non devi minimamente imparare, ci sono un sacco di programmi che propongono propri linguaggi di scripting molto semplici ma che poi sono vergognosi da guardare, Python non è così difficile e si può usare tranquillamente questo secondo me.Cioè, si potrebbero fare linguaggi molto migliori, ma restando al livello degli attuali mi pare che Python sia uno dei migliori.
  • Anonimo scrive:
    OpenDocument
    ...e quando questo coso qui http://yep.it/?p0lume adotterà OpenDocument al posto di avere cani o pagliacci che ci dicono come fare i paragrafi?
    • Anonimo scrive:
      Re: OpenDocument
      - Scritto da: Anonimo
      ...e quando questo coso qui http://yep.it/?p0lume
      adotterà OpenDocument al posto di avere cani o
      pagliacci che ci dicono come fare i paragrafi?Cosa c'entrano i cani e pagliacci che dicono come fare i paragrafi?
      • Anonimo scrive:
        Re: OpenDocument
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        ...e quando questo coso qui
        http://yep.it/?p0lume

        adotterà OpenDocument al posto di avere cani o

        pagliacci che ci dicono come fare i paragrafi?

        Cosa c'entrano i cani e pagliacci che dicono come
        fare i paragrafi?...intende le guide animate di office (i wizard)
        • Anonimo scrive:
          Re: OpenDocument
          - Scritto da: Anonimo
          ...intende le guide animate di office (i wizard)Ma va?
          • Anonimo scrive:
            Re: OpenDocument
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            ...intende le guide animate di office (i wizard)

            Ma va?no, intendevo che con per esempio openoffice write se crei un file con la sua estensione (odt) e poi lo rinomini come zip, lo apri con winzip incontri qualcosa che il cani e i pagliacci non possono dirti....;)
          • Anonimo scrive:
            Re: OpenDocument
            - Scritto da: Anonimo
            no, intendevo che con per esempio openoffice
            write se crei un file con la sua estensione (odt)
            e poi lo rinomini come zip, lo apri con winzip
            incontri qualcosa che il cani e i pagliacci non
            possono dirti....;)Anche con i file office almeno dall'xp
          • Anonimo scrive:
            Re: OpenDocument
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            no, intendevo che con per esempio openoffice

            write se crei un file con la sua estensione
            (odt)

            e poi lo rinomini come zip, lo apri con winzip

            incontri qualcosa che il cani e i pagliacci non

            possono dirti....;)

            Anche con i file office almeno dall'xpmmm, nn gira xp sul mio sistema, domani provo in ufficio :)
          • Anonimo scrive:
            Re: OpenDocument
            - Scritto da: Anonimo
            mmm, nn gira xp sul mio sistema, domani provo in ufficio
            :)Intendevo Office xp eh
          • AnyFile scrive:
            Re: OpenDocument
            Visto che ho la sfortuna/fortuna di non poter far la prova e di non essere mai incappato (questa volta sicuramente per fortuna) in una situazione del genere non capisco cosa intendete. non e' he potreste spiegarvi in modo da risultare comprensibili anche a chi non conosca gia' il fatto?
          • Guybrush scrive:
            Re: OpenDocument
            - Scritto da: AnyFile
            Visto che ho la sfortuna/fortuna di non poter far
            la prova e di non essere mai incappato (questa
            volta sicuramente per fortuna) in una situazione
            del genere non capisco cosa intendete. non e' he
            potreste spiegarvi in modo da risultare
            comprensibili anche a chi non conosca gia' il
            fatto?Trovi un sacco di buona roba:Content.xml che contiene il testo con i suoi descrittori xmlstyles.xml che contiene le informazioni da applicare ai descrittori del testo presenti in contentsettings che contiene le info relative alla posizione di pulsanti, stampanti e roba simile (mi pare)mimetype che dice semplicemente cos'e' il documento (testo, video, audio...)meta.xml info relative all'autore, alle statistiche del documento e roba simileInoltre ci sono le cartelle con le immagini, le anteprime delle stesse, e altre due che non so a cosa servono dato che sono vuote... o almeno nei documenti che ho creato "MEATA-INF e Configurations2" non contengono informazioni che mi permettano di capire qualcosa... mi tocca leggere le istruzioni, mannaggia ;-)Anche con office XP succede qualcosa del genere (a Redmond qualcuno ha aperto gli occhi?) e finalmente Word non si piglia piu' un pezzo di disco a casaccio, ma scrive il file come si conviene.Pero'... perche' pagare 180 eur l'anno qualcosa che altrove e' gratis e per giunta ben collaudata?
            GT
          • Anonimo scrive:
            Re: OpenDocument
            - Scritto da: AnyFile
            non capisco cosa intendete.Si stava parlando del formato dei file, OpenOffice usa una serie di documenti xml compressi in un unico file, e si diceva che anche MS Office fa una cosa del genere da un paio di versioni
  • Anonimo scrive:
    corretti
    anche decine di bug!decine?mazza fortuna che era da preferirsi a msofficebene bene
    • IppatsuMan scrive:
      Re: corretti
      - Scritto da: Anonimo
      anche decine di bug!
      decine?
      mazza fortuna che era da preferirsi a msoffice
      bene beneEh già. Ricordiamoci che Word 2000 in origine crashava ogni volta che si scriveva una parola iniziante per z e con una doppia (zuppa, zucchero, zuzzurellone, ecc. ecc.). Cioè: non ci si poteva scrivere. Appena comprato andava già patchato!(Questo errore fu corretto nei cd rilasciati in avanti).Grande notizia: i software perfetti & sicuri al 100% non esistono!!Esistono però i software gratuiti e in continuo miglioramento.E i software a pagamento in miglioramento.E i software gratuiti che non valgono una cippa.E i sofware a pagamento che non valgono una cippa.
      • Anonimo scrive:
        Re: corretti
        - Scritto da: IppatsuMan

        - Scritto da: Anonimo

        anche decine di bug!

        decine?

        mazza fortuna che era da preferirsi a msoffice

        bene bene

        Eh già. Ricordiamoci che Word 2000 in origine
        crashava ogni volta che si scriveva una parola
        iniziante per z e con una doppia (zuppa,
        zucchero, zuzzurellone, ecc. ecc.). Cioè: non ci
        si poteva scrivere. Appena comprato andava già
        patchato!
        (Questo errore fu corretto nei cd rilasciati in
        avanti).che minc****te

        Grande notizia: i software perfetti & sicuri al
        100% non esistono!!certo che non esistono.....ma evitatte di consigliare alla gente quelli pieni di bug come ooffice

        Esistono però i software gratuiti e in continuo
        miglioramento.pieni di bug.....il continuo miglioramento esiste anche per i sw a pagamento...
        E i software a pagamento in miglioramento.
        E i software gratuiti che non valgono una cippa.
        E i sofware a pagamento che non valgono una cippa.vero
        • Anonimo scrive:
          Re: corretti
          - Scritto da: Anonimo

          Grande notizia: i software perfetti & sicuri al

          100% non esistono!!

          certo che non esistono.....ma evitatte di
          consigliare alla gente quelli pieni di bug come
          ooffice
          Eggià, cosa dovremmo fare? Consigliare software a pagamento come ms office 2003? Ma da dove vieni?Openoffice va benissimo.
          • Anonimo scrive:
            Re: corretti

            Eggià, cosa dovremmo fare? Consigliare software a
            pagamento come ms office 2003? Ma da dove vieni?

            Openoffice va benissimo.
            Nessuno vuole convincerti a non usarlo.
        • Anonimo scrive:
          Re: corretti

          certo che non esistono.....ma evitatte di
          consigliare alla gente quelli pieni di bug come
          oofficeSeguirò il tuo consiglio. Giusto per curiosità: mi puoi fare un elenco di bug che mi renderebbero impossibile l'utilizzo di OO? Te ne sarei molto grato.. Perchè, sai, sono 2 anni che lo uso e mi sembra di riuscire a fare tutto quello di cui ho bisogno ma certamente mi sbaglio, non lo metto in dubbio.. Attendo l'elenco dei terribili bug. Grazie mille...Olmo
    • Anonimo scrive:
      Re: corretti
      - Scritto da: Anonimo
      mazza fortuna che era da preferirsi a msofficeI bugs esistono in entrambi i prodotti. In certi prodotti pero' non ti permettono di prendere il controllo del sistema. E vengono corretti. In fretta. E bene.
    • AnyFile scrive:
      Re: corretti
      Non e' che la qualita' di un prodotto si possa giudicare dal numero di bug. Perche' ci sono bug gravi e meno gravi.E poi e' peggio che ci siano bug non corretti piuttosto che ci fossero bug che sono stati corretti.e peggio ancora che ci siano bug non riconosciuti come tali (sono una caratteristica della versione, se non ti sta bene puoi upgradarti alla versione successiva, ovviamente a pagamento)
    • Guybrush scrive:
      Re: corretti
      - Scritto da: Anonimo
      anche decine di bug!
      decine?
      mazza fortuna che era da preferirsi a msoffice
      bene beneE' una questione di fegato.Nel 1997 una licenza di Office 97 small business mi costava circa 800mila lire.Dopo aver sborsato l'equivalente di meta' dei miei guadagni mensili, mi sono ritrovato alle prese con un programma che:schiantava come un disperato se scrivevo qualcosa di sbagliato (il correttore ortografico maledetto)traduceva i comandi di VBAIl secondo problema era assai peggiore.Io avevo una serie di macro derivate dal 95 e che contenevano cose comesheet1.qualcosache ho dovuto riscrivere tutte comefoglio1.qualcosaltroPerche' le mie macro realizzate con Excell 95 in inglese, altrimenti, non funzionavano su excell97 italiano.Ma si puo'? Poi con la versione 2000 (paga l'aggiornamento) questo problema e' stato risolto... ...ma si puo' essere cosi' imbecilli? Traduci i nomi degli oggetti ? Ma che ti sei fumato?Vabbe', scusate lo sfogo eh?Il succo e' che se questo problema me lo ritrovo con un programma preso a gratis... pazienza, non ho pagato nulla, non devo pretendere nulla. Posso sempre sperare in una versione migliore tra qualche tempo.Se mi succede con un programma che ho pagato fior di quattrini (meta' stipendio) mi posso permettere il lusso di avere un giramento di OO spaziale, visto quanto mi e' costato.E qui si ritorna al fegato, che all'epoca mi divenne grosso come un vitello (dai piedi di balsa).
      GT
  • Anonimo scrive:
    obbligatorio nelle PA per buon senso
    Finalmente un sw che risponde alle regole dettatee promosse dall'UNIONE EUROPEA in fatto di formati di inter-operabilità tra sistemi diversi e ditrasparenza nei rapporti tra stato e cittadino.Era ora !!! Spetta ora alle PA dei vari paesi, senon si tratta di istituti del terzo mondo, adeguarsialla domanda di civiltà informaticaVedremo il terzo mondo europeo, ovvero greciae italia, quanto tempo impiegheranno per adeguarsia parametri di minima cultura digitale.
    • Anonimo scrive:
      Re: obbligatorio nelle PA per buon senso
      Al Servizio Veterinario della ASUR Zona 8 - Civitanova Marche già lo usiamo (su mia iniziativa) sul 90% delle macchine - qualcuno deve usare access, aimè - da circa 1 anno.Marco Radossevich
    • Anonimo scrive:
      Re: obbligatorio nelle PA per buon senso
      finchè abbiamo ministri che si fanno smazzettare dalla Micro$oft e continuano a sparare b...inate sulla situazione italiana, numero di utenti internet, e-government etc temo che ci voglia molto ma molto tempo
      • AnyFile scrive:
        Re: obbligatorio nelle PA per buon senso
        e fino a quando le direttive Europeee (e anche quelle italiane, ci sono infatti regolamenti e proposte in parlamneto di utilizzare software OpenSource) possono essere facilmente elsuse che razza di direttive sono?Avete presente la legge sulla privacy dicono che e' in recivemento delle direttive UE, ma dove ...? Vi e' una bella differenza tra la direttiva UE e la legge Italiana!!!!!!! Nella legge italiana soo state messe un sacco di esenzioni, eccezzioni, comlicazioni.Non basterebbe applicare la direttiva europea e basta? E invece no. Cosi' oltra a pagare chi l'ha creata in UE, si pagano un sacco di altre persone in Italia.E poi la base del probelam e' che ogni ufficio, dipartimento, ecc. e' un feudo a se stante con un capo che deve avere piena autonomia. Non sia mai che vi sia una persona che pagata per questo ha scoperto quale sia la soluzione migliore. Tutti devono perdere tempo a decidere autonomamente, che debbano sentirsi importanti a ricevere i vari rappresentanti dei vari fornitori, che devono sentirsi importanti a faer loro le scelte (anche su cose di cui non capiscono niente e si basano solo su qello che gli e' stato raccontato da persone che ovviamente parlano dei pregi e tacciono dei difetti) e soprattutto in questo modo (che e' stato altamente dispendioso, perche' tra fax telefonate ed ore di lavoro perso quanto si spende?) alla fine spesso si prende la decisone sbgliata.(con questo non nego che ci siano casi particolari in cui vada fatta autonomamente una scelta particolare)
        • ishitawa scrive:
          Re: obbligatorio nelle PA per buon senso

          E poi la base del probelam e' che ogni ufficio,
          dipartimento, ecc. e' un feudo a se stante con un
          capo che deve avere piena autonomia. Non sia mai
          che vi sia una persona che pagata per questo ha
          scoperto quale sia la soluzione migliore. Tutti
          devono perdere tempo a decidere autonomamente,
          che debbano sentirsi importanti a ricevere i vari
          rappresentanti dei vari fornitori,.....tutto vero, nel senso dei capi che DEVONO fare di testa loro per far vedere che qualcosa comandanoperò nella PA si è visto quando si cerca di fare un servizio centralizzato (come quello della cancelleria e altro materiale) si ottiene- un servizio piu costoso e scadente che se si comprasse al dettaglio dalla cartoleria più vicina- tempi lunghissimi anche per comprare UNA matita- torte e tortine da spartirsi tra partiti, amici e amici degli amici
          • AnyFile scrive:
            Re: obbligatorio nelle PA per buon senso
            - Scritto da: ishitawa[...]


            però nella PA si è visto quando si cerca di fare
            un servizio centralizzato (come quello della
            cancelleria e altro materiale) si ottiene
            - un servizio piu costoso e scadente che se si
            comprasse al dettaglio dalla cartoleria più
            vicina
            - tempi lunghissimi anche per comprare UNA matita
            - torte e tortine da spartirsi tra partiti, amici
            e amici degli amiciConosco bene questo problema ed e' stata usa situazione alquanto oscena!!!Ma in effetti forse una cosa cosi' e' un po' troppo.Pero' perche' lo stato non utilizza le conoscenze dei propri dipendenti per far sapere agli altri suoi dipendenti cosa e' meglio comprare?Ad esempio immagino che ci siano un bel po' (ahime' non tanti) esperimenti finznzati dallo Stato sul risparmio energetico e su come costruire un'edificio per poi risparmare energia. Cosa se ne fa lo Stato della conoscenza ottenuta? Mi sa ben poco visto che poi quando deve far costruire nuovi edifici per la pubblica amministrazione (o per le universita) affida il progetto e l'esecuzione a persone che realizzano (ho in mente un'esempio in particolare, ma immagino che la situazione sia diffusa) un edifico dove d'estate si bolle (si superano i 38 gradi) ed occorre spendere milioni in aria condizionata e d'inverno si congela e dove l'impianto di riscaldamento/condizionamento e' fatto in modo che d'inverno l'unica possibilita' e' che ail piano piu' alto si crepi dal caldo e al sotterraneo si crepi dal freddo.
    • deltree scrive:
      Re: obbligatorio nelle PA per buon senso
      - Scritto da: Anonimo
      Finalmente un sw che risponde alle regole dettate
      e promosse dall'UNIONE EUROPEA in fatto di
      formati di inter-operabilità tra sistemi diversi
      e di
      trasparenza nei rapporti tra stato e cittadino.

      Era ora !!! Spetta ora alle PA dei vari paesi, se
      non si tratta di istituti del terzo mondo,
      adeguarsi
      alla domanda di civiltà informatica

      Vedremo il terzo mondo europeo, ovvero grecia
      e italia, quanto tempo impiegheranno per adeguarsi
      a parametri di minima cultura digitale.
      Obbligatorio no, si creerebbe un monopolio Open Source, presto nelle mani dei soliti big noti. Meglio lasciare la libera scelta, in fondo si parla di libertà, no?Beninteso, non perché io sia contrario ad OO (che uso ormai esclusivamente da anni) ma perché non è giusto "imporre" la libertà. Specie quando questa è facilmente exploitabile a fini commerciali da chi ha come unico obiettivo il profitto (e quindi rischia di farci ricadere nel trappolone simil-MS da cui si sta cercando disperatamente di uscire).
      • Anonimo scrive:
        Re: obbligatorio nelle PA per buon senso
        [CUT]
        Obbligatorio no, si creerebbe un monopolio Open
        Source, presto nelle mani dei soliti big noti.Rotfl, dimmi come fa un azienda a creare un monopolio se il prodotto che commercializza e' OpenSource!?Se hai i sorgenti non dipendi da quell'azienda o l'altra.Sei semplicemente LIBERO.Comunque sono daccordo sul fatto che non dovrebbe essere reso obbligatorio l'utilizzo di un determinato prodotto piuttosto che un altro, bensi' andrebbe imposta l'adozione di standard aperti. A quel punto non si avrebbe il monopolio neanche utilizzando prodotti proprietari.
        • deltree scrive:
          Re: obbligatorio nelle PA per buon senso
          - Scritto da: Anonimo
          [CUT]

          Obbligatorio no, si creerebbe un monopolio Open

          Source, presto nelle mani dei soliti big noti.

          Rotfl, dimmi come fa un azienda a creare un
          monopolio se il prodotto che commercializza e'
          OpenSource!?
          Se hai i sorgenti non dipendi da quell'azienda o
          l'altra.
          Sei semplicemente LIBERO.
          Comunque sono daccordo sul fatto che non dovrebbe
          essere reso obbligatorio l'utilizzo di un
          determinato prodotto piuttosto che un altro,
          bensi' andrebbe imposta l'adozione di standard
          aperti. A quel punto non si avrebbe il monopolio
          neanche utilizzando prodotti proprietari.Sei un ingenuo se pensi che il software LIBERO (ma exploitabile commercialmente) significhi libertà per la PA. Significa un sacco di società che a costo zero commercializzano qualcosa, e quindi, per la PA significa un nuovo monopolista che fornisce servizi proprietari su base Open (e non è la stessa cosa, guarda i software IBM).Molte SRL italiane stanno fiutando l'affare (per questo tutti ne sono entusiasti), ma per loro sarà una vittoria di pirro, i big pro-open stanno già rapidamente fagocitando comune dopo domune tutti quelli dove l'Open è ben accetto. Pensare all'omino dell'open source che nella PA si installa OO e lo installa a tutti i colleghi è pura utopia, anche perché, senza i dovuto contratti e benestare burocratici non penso sia fattibile anche in termini legali
          • Anonimo scrive:
            Re: obbligatorio nelle PA per buon senso
            nosignifica che word dovrà esportare in OpenDocumentsignifica che tutti i word processor dovranno farlo per entrare nei concorsi, ed il migliore vincerà - e magari sarà comunque word, niente da dire - ma ci sarà LIBERTA' di SCELTAè così difficile da capire?
          • Mechano scrive:
            Re: obbligatorio nelle PA per buon senso
            - Scritto da: deltree
            Sei un ingenuo se pensi che il software LIBERO
            (ma exploitabile commercialmente) significhi
            libertà per la PA.

            Significa un sacco di società che a costo zero
            commercializzano qualcosa, e quindi, per la PA
            significa un nuovo monopolista che fornisce
            servizi proprietari su base Open (e non è la
            stessa cosa, guarda i software IBM).
            Molte SRL italiane stanno fiutando l'affare (per
            questo tutti ne sono entusiasti), ma per loro
            sarà una vittoria di pirro, i big pro-open stanno
            già rapidamente fagocitando comune dopo domune
            tutti quelli dove l'Open è ben accetto.

            Pensare all'omino dell'open source che nella PA
            si installa OO e lo installa a tutti i colleghi è
            pura utopia, anche perché, senza i dovuto
            contratti e benestare burocratici non penso sia
            fattibile anche in termini legaliGuarda secondo me stai facendo un pò di confusione...Il software libero è libero. Puoi decidere di pagarlo con un contratto di assistenza che ti fornisce assistenza telefonica, tecnico in loco ecc. Oppure prenderlo da Internet o in edicola di tua inizitiva e accollandoti l'impegno tecnico (e quindi anche economico ) di installazione e mantenimento.Quello che un'azienda tradizionale può fare è costruire software e soluzioni chiuse anche se basate su software opensource.E può fornirti assistenza su migrazioni, installazione e manutenzione di un sistema informativo basato su software opensource. Consulenze di rete, call center di 1° e 2° livello, tecnici in affiancamento, server in outsourcing e tutto quello che vuoi e che significa "servizi".Per la seconda soluzione tutte le aziende sono alla pari, ossia non possiedono il software, non ne guidano l'evoluzione, sono in concorrenza con tutte le aziende che possono fornirti gli stessi servizi. Se qualcuno diviene troppo ingerente o esoso si fa presto alla scadenza del contratto ad indire una gara e fornire l'appalto a qualche altra azienda con competenze simili e costi più convenienti.La prima soluzione invece è quella pericolosa, ma non è un pericolo dell'opensource, ma di qualsiasi sistema operativo e informativo basato su software e protocolli chiusi.Mettere nelle mani di una sola società, che fornisce servizi chiusi, su standard proprietari, anche se questi girano su sistemi operativi e software di database o servizi opensource, è sempre un male, che mette la tal azienda in condizioni di poter dettare le sue regole in casa dei clienti.Un'azienda di questo tipo che mi viene in mente è Zucchetti. Ha semplicemente portato i suoi gestionali su Linux, si riempie la bocca di open e libertà, ma alla fine è sempre un'azienda che fa un gestionale chiuso con la differenza che può girare pure su un sistema operativo opensource.Tornando a noi, da come lo descrivi tu sembra un nuovo pericolo che potrebbe essere insito nell'opensource, quando è sempre stato un pericolo di tutta l'informatica, non da oggi e manco da ieri, ma diciamo che è nato nei primi anni '80 da quando clienti e utenti hanno smesso di essere padroni del software per loro sviluppato, ma solo licenziatari del suo uso.__Mr. Mechano==================================Modificato dall'autore il 19/09/2005 12.15.42
          • Anonimo scrive:
            Re: obbligatorio nelle PA per buon senso
            - Scritto da: deltree

            - Scritto da: Anonimo

            [CUT]


            Obbligatorio no, si creerebbe un monopolio
            Open


            Source, presto nelle mani dei soliti big noti.



            Rotfl, dimmi come fa un azienda a creare un

            monopolio se il prodotto che commercializza e'

            OpenSource!?

            Se hai i sorgenti non dipendi da quell'azienda o

            l'altra.

            Sei semplicemente LIBERO.

            Comunque sono daccordo sul fatto che non
            dovrebbe

            essere reso obbligatorio l'utilizzo di un

            determinato prodotto piuttosto che un altro,

            bensi' andrebbe imposta l'adozione di standard

            aperti. A quel punto non si avrebbe il monopolio

            neanche utilizzando prodotti proprietari.

            Sei un ingenuo se pensi che il software LIBERO
            (ma exploitabile commercialmente) significhi
            libertà per la PA.

            Significa un sacco di società che a costo zero
            commercializzano qualcosa, tò, guarda, un mercato con molteplicità di attori!E questo lo chiami "monopolio"?
            e quindi, per la PA
            significa un nuovo monopolistama se hai detto che si tratta di "un sacco di società"!!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: obbligatorio nelle PA per buon senso
        - Scritto da: deltree

        - Scritto da: Anonimo

        Finalmente un sw che risponde alle regole
        dettate

        e promosse dall'UNIONE EUROPEA in fatto di

        formati di inter-operabilità tra sistemi diversi

        e di

        trasparenza nei rapporti tra stato e cittadino.



        Era ora !!! Spetta ora alle PA dei vari paesi,
        se

        non si tratta di istituti del terzo mondo,

        adeguarsi

        alla domanda di civiltà informatica



        Vedremo il terzo mondo europeo, ovvero grecia

        e italia, quanto tempo impiegheranno per
        adeguarsi

        a parametri di minima cultura digitale.



        Obbligatorio no, si creerebbe un monopolio Open
        Source, presto nelle mani dei soliti big noti.balle. c'è una ovvia contraddizione di termini tra monopolio e OpenSourceSe qualcosa è open, chiunque può fornirla migliorarla, distribuirla.
    • Anonimo scrive:
      Re: obbligatorio nelle PA per buon senso
      - Scritto da: Anonimo
      Finalmente un sw che risponde alle regole dettate
      e promosse dall'UNIONE EUROPEA in fatto di
      formati di inter-operabilità tra sistemi diversi
      e di
      trasparenza nei rapporti tra stato e cittadino.

      Era ora !!! Spetta ora alle PA dei vari paesi, se
      non si tratta di istituti del terzo mondo,
      adeguarsi
      alla domanda di civiltà informatica

      Vedremo il terzo mondo europeo, ovvero grecia
      e italia, quanto tempo impiegheranno per adeguarsi
      a parametri di minima cultura digitale.
      obbligatorio nelle PA?ehi bello, il comunismo fondamentalista è finito da un pezzo, esiste una cosa che si chiama libertà imprenditoriale... mo pure i cinesi lo hanno capitoe ora sparati un'altra canna che ti fa bene
  • bouncey2k scrive:
    ottimo lavoro
    come da 3d. :)
    • Anonimo scrive:
      Re: ottimo lavoro
      concordo al 100%p.s.: con un pizzico di rischio è da un po che sul pc di casa uso le varie build intermedie di oo 2.0 (ogni tanto aggiorno) e devo dire che nonostante si tratti di versioni potenzialmente molto instabili si comportano davvero molto ma molto bene: attendo con impazienza la versionde definitiva
      • deltree scrive:
        Re: ottimo lavoro
        - Scritto da: Anonimo
        concordo al 100%

        p.s.: con un pizzico di rischio è da un po che
        sul pc di casa uso le varie build intermedie di
        oo 2.0 (ogni tanto aggiorno) e devo dire che
        nonostante si tratti di versioni potenzialmente
        molto instabili si comportano davvero molto ma
        molto bene: attendo con impazienza la versionde
        definitivaPer mia esperienza l'unico software veramente inusabile della suite beta è Base, per il resto Writer, Math, Impress e Draw sono accettabili, almeno per le mie esigenze.Sarebbe carino vedere Draw evolversi sulla linea di Inkscape.
        • Guybrush scrive:
          Re: ottimo lavoro
          Si, decisamente, con una piccola riserva sull'interfaccia.Write non ha la stessa interfaccia di office e questo scoraggia molti utilizzatori: dicono "qui non funziona niente" e pretendono di tornare a Word.In quel "non funziona niente" ci sono numerose gastriti e madonne tirate contro l'italica abitudine (importata dall'estero) di non leggere niente di quello che appare sullo schermo: help, hint e quant'altro.Perché, cozza lì porco(!*), la gente non legge? Passare il mouse sulle icone e vedere a cosa servono pare brutto? E cliccare su Help e' tanto difficile? In 10 minuti si trovano i comandi principali per la formattazione e in meno di 2 giorni si riesce ad usare il resto delle funzioni standard (formattazione, stili, thesaurus ecc..), giusto con le funzioni avanzate si ha qualche problema, visto che alla fin fine si tratta di un prodotto differente.Pero' no.Le TDC aziendali si trincerano dietro un bel "non funziona niente" e via, di nuovo su office.Ad un sacco di gente, imho, non piace cambiare.
          GT
          • Anonimo scrive:
            Re: ottimo lavoro
            è questione di pigrizia mentale, sia degli utilizzatori sia di chi i software li acquista: altro che word, excel e compagnia bella, nel 99% degli uffici msworks è pure troppo;
        • Anonimo scrive:
          Re: ottimo lavoro
          - Scritto da: deltree

          Per mia esperienza l'unico software veramente
          inusabile della suite beta è Base, per il resto
          Writer, Math, Impress e Draw sono accettabili,
          almeno per le mie esigenze.
          concordo pienamente, oo può rimpiazzare benissimo i vari word, excel e powerpoint, ma msaccess rimane ancora non rimpiazzabile
          • Anonimo scrive:
            Re: ottimo lavoro
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: deltree



            Per mia esperienza l'unico software veramente

            inusabile della suite beta è Base, per il resto

            Writer, Math, Impress e Draw sono accettabili,

            almeno per le mie esigenze.


            concordo pienamente, oo può rimpiazzare benissimo
            i vari word, excel e powerpoint, ma msaccess
            rimane ancora non rimpiazzabilea me basterebbe solo creare maschere e report facilmente.Da un bel po' uso MsAccess solo per questo, del resto si interfaccia benissimo con MySQL.Non ho mai provato ad interfacciarmi con Postgresql, qualcuno ha esperienza in merito?
    • localhost scrive:
      Re: ottimo lavoro
      Ho provato OO 2.0 beta ed è fantasticoOK, inutile dire che non ha tutte le funzionalità che offre il monumentale Office 2003, però rispetto alla 1.x è un salto in avanti di chilometri.Lavorando intensivamente con MS Office non mi sarei mai aspettato di riuscire a fare le stesse cose senza particolari limitazioni anche su Linux e con gli stessi documenti. E pure gratis! Delle volte mi chiedo cosa potrebbe venire fuori se gli sviluppatori open source mettessero da parte un po' delle loro rivalità e concentrassero gli sforzi su meno progetti (vedi Gnome/KDE, Koffice/Openoffice).A me personalmente manca molto la presenza di un tool come Visio, anche se però il 90% degli utenti non sa che farsene...
      • Anonimo scrive:
        Re: ottimo lavoro
        - Scritto da: localhost
        Ho provato OO 2.0 beta ed è fantastico
        Il meraviglioso mondo dell'open ascrocc
        OK, inutile dire che non ha tutte le funzionalità
        che offre il monumentale Office 2003, però
        rispetto alla 1.x è un salto in avanti di
        chilometri.
        Non ci voleva molto.
        Lavorando intensivamente con MS Office non mi
        sarei mai aspettato di riuscire a fare le stesse
        cose senza particolari limitazioni anche su Linux
        e con gli stessi documenti. E pure gratis!
        Ah ceh se è gratis...
        Delle volte mi chiedo cosa potrebbe venire fuori
        se gli sviluppatori open source mettessero da
        parte un po' delle loro rivalità e concentrassero
        gli sforzi su meno progetti (vedi Gnome/KDE,
        Koffice/Openoffice).
        Con i se si fa poca strada
        A me personalmente manca molto la presenza di un
        tool come Visio, anche se però il 90% degli
        utenti non sa che farsene...
        Meno male non trovi molte limitazioni.
  • Anonimo scrive:
    OpenOffice.org 1.1.5 Localization Status
    http://qa.openoffice.org/localized/status-1.1.x.html:'(
    • Anonimo scrive:
      Re: OpenOffice.org 1.1.5 Localization St
      fai bene a sottolineare che il futuro è sempre menooccidentale
    • Anonimo scrive:
      Re: OpenOffice.org 1.1.5 Localization St
      - Scritto da: Anonimo
      http://qa.openoffice.org/localized/status-1.1.x.htNon ho capito il problema.... OO 1.1.5 è appena uscito e le versioni localizzate saranno ufficializzate nel giro di qualche giorno. Comunque le versioni un ufficiali (compresa quella italiana) sono scaricabili proprio dalla pagina che hai riportato..
      • wazoo scrive:
        Re: OpenOffice.org 1.1.5 Localization St
        - Scritto da: Anonimo
        Non ho capito il problema.... OO 1.1.5 è appena
        uscito e le versioni localizzate saranno
        ufficializzate nel giro di qualche giorno.Certo, però forse non ricordi quanto tempo ci volle prima della diffusione della versione italiana di OOo 1.1.4, se non ricordo male ben più di un mese: a me la cosa non ha dato fastidio perché da anni lo uso rigorosamente in inglese, ma ti assicuro che molti miei amici e colleghi erano un po' contrariati (del resto non era mai successo) e non mi va di ripetere l'esperienza, sono già stressato abbastanza di mio ;) Comunque, questa volta non credo che succederà di nuovo, visto che i problemi di allora sono stati superati.Ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: OpenOffice.org 1.1.5 Localization St

          Comunque, questa volta non credo che succederà di
          nuovo, visto che i problemi di allora sono stati
          superati.Visto la "natura" di quei problemi e il fatto che ufficialmente NON esista una versione 1.1.4 di open office in italianohttp://qa.openoffice.org/localized/status_old.htmlSpero tanto tù abbia ragioneFirmatoUno che ad usare Openoffice in inglese fa fatica
        • Anonimo scrive:
          Re: OpenOffice.org 1.1.5 Localization St

          Certo, però forse non ricordi quanto tempo ci
          volle prima della diffusione della versione
          italiana di OOo 1.1.4...
          Beh, se invece di lamentarsi si desse una mano, ci vorrebbe meno !Marco Radossevich
          • AnyFile scrive:
            Re: OpenOffice.org 1.1.5 Localization St
            - Scritto da: Anonimo

            Certo, però forse non ricordi quanto tempo ci

            volle prima della diffusione della versione

            italiana di OOo 1.1.4...


            Beh, se invece di lamentarsi si desse una mano,
            ci vorrebbe meno !

            Marco RadossevichConcordo, perche' non postate invece il link su dove andare a collaborare per la traduzione in italiano?
          • Anonimo scrive:
            Re: OpenOffice.org 1.1.5 Localization St

            Concordo, perche' non postate invece il link su
            dove andare a collaborare per la traduzione in
            italiano? postalo
          • pippo75 scrive:
            Re: OpenOffice.org 1.1.5 Localization St


            Concordo, perche' non postate invece il link su
            dove andare a collaborare per la traduzione in
            italiano?http://it.openoffice.org/ciao
    • Anonimo scrive:
      Domandina ...
      Penso che l'arrivo della versione localizzata sarà a giorni.Nell'attesa, qualcuno sa se c'è la possibilità di portare i vocabolari del PLIO 1.4 direttamente sulla 1.5 ?
      • AnyFile scrive:
        Re: Domandina ...
        - Scritto da: Anonimo[...]
        Nell'attesa, qualcuno sa se c'è la possibilità di
        portare i vocabolari del PLIO 1.4 direttamente
        sulla 1.5 ?Se non hanno cambiato formato dovrebbe essere possibile. Mi pare di ricordare di aver fatto una cosa del genere tempo addietro.La parte più difficile è rintracciare dove sono le istruzioni per l'installazione dei dizionari (se non le trovi per l'ultmia versione, prova a cercare tra quelle più vecchie (ma non vecchissime)).Mi pare che dopo aver istallato il dizionario devi andare nella configurazione dell'utente (tra le opzioni) e dirgli di usare anche quel dizionario e (se e' quello che vuoi) devi anche dirgli di utilizzarlo come default (devi rendere la lingua italiana come default)
        • AnyFile scrive:
          Re: Domandina ...
          Penso che questo dovrebbe risolvere il problema el dizionario.Guarda cosa c'e' scritto in http://it.openoffice.org/contribuire/spellcheck.htmlEviterei di utilizzare sistemi automatici.Copia dalla directory /share/dict/oooa /share/dict/oooi file *it_IT.* (e se vuoi anche altri che non esistono nella directory di destinazione)poi prosegui seguendo le istruzioni riportate nella pagina indicata qui sopra dal punto 2) Aprite in un qualsiasi editor di testo il file dictionary.lst che troverete ....
Chiudi i commenti