No logo/ Ascoltare per agire

di Mafe de Baggis - Rispetto, cautela, tempismo. Le linee guida per un'azienda che partecipi alla conversazione con la rete

Roma – Le linee guida della buona educazione in rete, la cosiddetta netiquette sintetizzata nella rfc1855 suggeriscono di “leggere un newsgroup o una mailing list per uno o due mesi prima di intervenire, per farsi un’idea dello spirito del gruppo”. A rileggerle oggi la maggior parte di queste regole fanno sorridere; sicuramente sono ignote e resterebbero incomprensibili per la maggior parte dei frequentatori della rete. C’è una categoria di persone però che dovrebbe ancora adesso impararle a memoria e rispettarle come comandamenti scolpiti nella roccia, e cioè chi parla, oltre che per sé, anche a nome di un’azienda.

Dopo aver ascoltato con rispetto e attenzione le conversazioni in corso (vedi Ascoltare per capire ) ed essersi fatti un’idea precisa delle diverse caratteristiche dei singoli ambienti interessanti, può arrivare infatti il momento in cui si decide di intervenire. Può, non deve. Si interviene se si ha da dire qualcosa di interessante per gli altri.

In un mondo normale questo passaggio avviene con naturalezza: chi fino a quel punto in azienda si è limitato a leggere e analizzare inizia anche a scrivere, firmando con il suo nome, usando la sua mail aziendale, esplicitando per chi lavora – magari nella firma, senza troppe storie. Non è detto che chi scrive interverrà sempre e solo a proposito del suo ambito professionale, anzi: l’ideale è partecipare in tutto e per tutto alla vita della community. Questa è la normalità: se io di lavoro “vendo” pentole dovrei trovarmi perfettamente a mio agio in una community di cucina, interessato a chiacchierare di cotture più che a vendere la mia mercanzia. Fingere di partecipare spontaneamente è praticamente impossibile, come ben sa chi ci ha provato.

Nel mondo delle aziende è tutto un po’ più complicato e a volte è necessario pianificare la propria presenza, il che la irrigidisce talmente tanto da sconsigliare qualsiasi pretesa di spontanea informalità. Commentare su un blog o scrivere in un forum con un testo che è stato approvato e rivisto da qualcun altro è come leggere una barzelletta: da fare solo se è assolutamente necessario. Questo vale soprattutto per i gruppi orizzontali, come i forum e i newsgroup: ambienti asimmetrici come i social network o i blog richiedono meno attenzione, ma restano opportuni semplici accorgimenti come firmarsi con il proprio nome (e non con il nome del brand), rispettare l’argomento della conversazione e non approfittare mai dello spazio altrui per vendere qualcosa (anche se sembra richiesto).

In qualunque caso in cui la persona incaricata di seguire le community non sia perfettamente libera di esprimersi è comunque meglio tenere un bassissimo profilo. Questo significa intervenire solo se la propria azienda o il proprio prodotto sono stati tirati in ballo ed è importante far sentire la propria voce per correggere informazioni sbagliate o per scusarsi.

In questi casi tacere significa far pesare come un macigno la propria assenza e rischiare che le critiche, le denunce o le segnalazioni negative vengano aggravate dall’inerzia e dal silenzio. Il caso Carrefour da questo punto di vista è estremamente significativo: la reazione dei vertici alla dignitosa denuncia della mamma di un bambino autistico discriminato è stata da manuale, nei tempi e nei modi . Non è necessario che la reazione sia pubblica: in alcuni casi una risposta privata – anche una telefonata – è più adatta alla situazione. Certo è che avere un vero blog aziendale – cioè non una finta vetrina per i propri prodotti – in questi casi aiuta tantissimo a esprimere simmetricamente il proprio punto di vista. Ma di questo parleremo un’altra volta.

Mafe de Baggis
Maestrini per Caso

Tutti i NoLogo di MdB sono disponibili a questo indirizzo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • MeX scrive:
    comunità europea.
    Siamo nel 2008 gente, la comunità europea è una realtà.Puio girare l'europa con la carta d'identità e lavorare in ambito UE senza alcun permesso particolare.Sapete l'inglese? o lo spagnolo? masticate il francese?Usate internet (noi gente IT dovrebbe saperlo usare no?) e mandate CV FUORI dall'Italia!Il mondo è grande gente, e la gabbia del Cubasia non è mica solo in azienda, le sbarre sono intorno a tutta la penisola!Venite in Italia in vacanza, a spendere i soldi guadagnati all'estero... dopo qualche mese di astinenza la pizza il caffè e il bellini sono una meraviglia!Gente, l'Italia non esite! ANDATEVENE!!!!
    • informaBlu scrive:
      Re: comunità europea.
      Ben detto ... io spero l'anno prossimo di andare a lavorare in Irlanda.Però .... è triste se passa l'idea che ormai in Italia non c'è più nulla da fare e che sarà sempre una merda.A costo di lamentarmi per tutta la vià, spererò sempre che le cose migliorino.A questo punto dovremmo finire in politica, perchè non si può pensare che i datori di lavoro cambino da un giorno all'altro senza essere supportati da una VERA strategia del lavoro.Ma questo è un discorso luuuuuuungo .... hanno paura a farlo persino i "Montecitoriani"....Buon Sabato Mattina Lavorativo (ufffff ... ci si lamenta sempre!)
      • ADDIOSOGNID IGLORIAADD IOOOOOO scrive:
        Re: comunità europea.
        - Scritto da: informaBlu
        Ben detto ... io spero l'anno prossimo di andare
        a lavorare in
        Irlanda.bravo che bella ideameravigliosawww.barbaropoli.comwww.vivereinirlanda.splinder.comche bella scelta complimenti!
    • anonimo scrive:
      Re: comunità europea.
      - Scritto da: MeX
      Siamo nel 2008 gente, la comunità europea è una
      realtà.
      Puio girare l'europa con la carta d'identità e
      lavorare in ambito UE senza alcun permesso
      particolare.
      Sapete l'inglese? o lo spagnolo? masticate il
      francese?
      Usate internet (noi gente IT dovrebbe saperlo
      usare no?) e mandate CV FUORI
      dall'Italia!

      Il mondo è grande gente, e la gabbia del Cubasia
      non è mica solo in azienda, le sbarre sono
      intorno a tutta la
      penisola!

      Venite in Italia in vacanza, a spendere i soldi
      guadagnati all'estero... dopo qualche mese di
      astinenza la pizza il caffè e il bellini sono una
      meraviglia!

      Gente, l'Italia non esite! ANDATEVENE!!!!Hai perfettamente ragione!
  • jagger scrive:
    un giovane sistemista di 22 anni........
    con 2 anni di esperienza a cui viene solo e continuamente proposto un cococo con gioco al ribasso (sei giovine, questo non lo conosci, questo non l'hai mai visto, te lo facciamo vedere noi ecc ecc.........) leggendo ste cose si puo solo incazzare.........tanto anche........
    • Andrea scrive:
      Re: un giovane sistemista di 22 anni........
      ti capisco, io ne ho 24, sono in proprio e mi sto facendo un mazzo².Se non avessi gia' investito capitali qui sarei emigrato, magari a fare il dipendente, ma almeno vivrei senza stress.
  • asdasd scrive:
    la sera leoni........
    e la mattina cog****...........
  • giona54 scrive:
    sesà
    penso che la situazione che si descrive nell'articolo ognuno di noi l'ha provata sulla propria pelle!Non credo sia solo un problema del mondo It.Passando da un'azienda all'altra al massimo migliori la condizione economica se ti vendi bene, il resto rimane! Nelle aziende che ho girato , non ho visto nessuno che venisse gratificato per qualcosa, sei ammirato finchè servi e non "rompi" ! Quando cominci a chiedere "gratificazioni" ti rispondono che l'azienda non se lo può permettere ...e il resto ve lo faccio dedurre! Chi deve stabilire quanto vale una risorsa? e soprattutto quali parametri fanno peso? La formazione? il Know-how? Fa più peso conoscere piattaforme web, grandi sistemi "old" , sei più fico se sei sistemista di rete oppure Sap, o in alternativa qualche altra cosa più di moda? Allora abbiamo una persona che sa fare una corretta valutazione e trattenere una risorsa perchè vale? Secondo me è difficile, anche perchè se dici che vale allora la devi anche pagare! Ma pagare in Italia è una parola che pochi volgiono sentire... e allora...? Fate voi...ciao a tutti
  • CSOE scrive:
    E' pieno di Gazzelle
    Che si credono Leoni.E quando escono a ruggire nella savana il primo che passa se li mangia.
    • anon scrive:
      Re: E' pieno di Gazzelle
      - Scritto da: CSOE
      Che si credono Leoni.

      E quando escono a ruggire nella savana il primo
      che passa se li
      mangia.Parli proprio tu che sei il classico pollo che si crede un'aquila, visto che propagandi la security through obscurity???
      • CSOE scrive:
        Re: E' pieno di Gazzelle

        Parli proprio tu che sei il classico pollo che si
        crede un'aquila, visto che propagandi la security
        through obscurity???Diciamo che a parità di programma è più facile craccarlo se è open.
        • anonimo scrive:
          Re: E' pieno di Gazzelle
          - Scritto da: CSOE

          Parli proprio tu che sei il classico pollo che
          si

          crede un'aquila, visto che propagandi la
          security

          through obscurity???


          Diciamo che a parità di programma è più facile
          craccarlo se è
          open.Certo, tanto è vero che tutti gli algoritmi di crittografia sono a codice aperto...li riesci a craccare?
          • CSOE scrive:
            Re: E' pieno di Gazzelle

            Certo, tanto è vero che tutti gli algoritmi di
            crittografia sono a codice aperto...li riesci a
            craccare?algoritmi programmiinfatti il buco lo trovi nel software a corredo e non nell'algoritmo. Vedi ssh e Debian.
        • The_GEZ scrive:
          Re: E' pieno di Gazzelle
          Ciao CSOE !
          Diciamo che a parità di programma è più facile
          craccarlo se è
          open. BOOOOOOOOOM !!!!!!!!! Stai cercando di ritagliari un posticino qui ?http://www.attivissimo.net/quotes_and_mistakes/era_meglio_tacere.htmBè poi certo se il codice da crattacare è scritto da un cretino non c'è open che tenga ... ma questo è un' altro paio di maniche ...
          • CSOE scrive:
            Re: E' pieno di Gazzelle

            Bè poi certo se il codice da crattacare è scritto
            da un cretino non c'è open che tenga ... ma
            questo è un' altro paio di manicheLa maggior parte del codice è scritta da cretini, ecco perchè è meglio che non si veda.
  • informaBlu scrive:
    Seguito alla lettera
    Bravo Cubasia (nonostante i suoi detrattori).E' normale ... i suoi discorso sono un po generici e, come al solito, è facile parlare, ma quando si tratta di agire sono altre le problematiche.Questo però non vuol dire che non ci si debba provare. Il discorso di Cubasia era semplicemente un discorso (ormai un po ritrito, sono tutti di questo stile i suoi articoli) sulla necessitò di valorizzare se stessi e soprattutto prendere coraggio per cambiare.Io l'ho fatto, con molta fatica ma sono riuscito. Probabilmente avessi letto questo articolo tempo fa mi avrebbe dato la spinta prima.Il problema mio è che ... mi vergogno ma è così ... ho fatto la strada al contrario.Ovvero: mi son licenziato da un contratto a tempo interminato e mi sono infilato nel magnifico mondo dei contratti a progetto. Sono furbo eh?Bhe... non mi sono mai pentito di questa scelta. Prima ero infelice, poco valorizzato e mi sentivo professionalmente vecchio all'età di 24 anni, ora (quasi 27) sono molto più felice, vengo apprezzato di più e ho davabti a me (spero) tante altre possibilità.E dimenticavo ... il passaggio è stato positivo, per lo meno per l'aspetto economico.Essere a progetto già è una merda, se poi ci si svende pure....Insomma, non mi sento di consigliare nessuno a fare la mia stessa scelta, ma il concetto è ... abbiate coraggio e sappiate che valete. Fatevi il mazzo e riuscirete ad arrivare. Io ancora non sono arrivato (non so neanche dove devo arrivare) ma di sicuro la strada giusta l'ho presa.Buona fortuna
    • dont feed the troll scrive:
      Re: Seguito alla lettera
      - Scritto da: informaBlu
      Il discorso di Cubasia era semplicemente
      un discorso (ormai un po ritrito, sono tutti di
      questo stile i suoi articoli) sulla necessitò di
      valorizzare se stessi e soprattutto prendere
      coraggio per
      cambiare.Infatti, ma dubito che lo abbiano capito.

      Io l'ho fatto, con molta fatica ma sono riuscito.
      Probabilmente avessi letto questo articolo tempo
      fa mi avrebbe dato la spinta
      prima.

      Il problema mio è che ... mi vergogno ma è così
      ... ho fatto la strada al
      contrario.
      Ovvero: mi son licenziato da un contratto a tempo
      interminato e mi sono infilato nel magnifico
      mondo dei contratti a progetto. Sono furbo
      eh?Ho fatto la stessa identica cosa.L'obiettivo non è il contratto a tempo Indeterminato, ma cosa si fa e per quanti soldi.
      Bhe... non mi sono mai pentito di questa scelta.Nemmeno io.
      • informaBlu scrive:
        Re: Seguito alla lettera
        OK, siamo daccordo! Detto questo però non vorrei che passasse il concetto: "Quanto è bello il contratto a progetto, l'importante è che ci si mette di impegno e si fanno cose favolose".Molta gente su questo forum vedo che ancora non ha capito la differenza tra Flessibilità del mondo del lavoro e PRECARIATO.E' verissimo, io non mi sento un precario, ma solo perchè so che se a qualcuno gli venisse lo schizzo di lasciarmi a casa io potrei trovare altro e (forse) meglio.Ma la stessa cosa bisognerebbe chiederla magari alla ragazza madre di 26 anni che lavora come cassiera di un supermercato. Mi spiegate dove cazzo lo vedete il "Progetto" a fare una cassiera?NEgli altri paesi dove c'è flessibilità, in ogni modo le garanzie quali malattia e servizi assistenziali sono comunque garantiti, in Italia questo non succede.E poi le BodyRental non esistono, se non in Italia. O sbaglio?
        • Mi scoccio di loggare scrive:
          Re: Seguito alla lettera
          Non so se all'estero esistono o meno le Body Rental.Il problema in Italia è che servono *anche* per far uscire soldi da intascare a *nero*.Inoltre, mentre all'estero il "progetto" e' realmente un "progetto", qui non viene richiesto *obbligatoriamente* di presentare un progetto da sviluppare ma si puo' essere estremamente generici.Inoltre, all'estero, se resti "a piedi" per qualche mese, e' lo Stato a presentarti eventuali offerte di lavoro da parte di aziende e nel frattempo ti passa dei soldi per poter "vivere".Insomma... perche' uno non va all'estero? 1° Perche' non ha soldi da investire in probabili fallimenti2° Perche' magari è legato ad amici/parenti3° Perche' spera di trovare un contratto a 1000/1500 euro, e seppure in Germania, ad esempio, ti offrono 2500 euro, ci si fa il conto del : fitto + cibo + spese di viaggio e a si finisce sempre a 1000/1500 che restano e a quel punto dici " chi me lo fa fare se qui posso ugualmente trovare qualcosa che mi fa guadagnare 1000/1500 euro?
          • informaBlu scrive:
            Re: Seguito alla lettera
            Condivido quasi tutto.Detto questo mi sa che l'anno prossimo lascio e me ne vado a lavorare in Irlanda. Bisogna osare a questo mondo....Ciao
  • lroby scrive:
    da questo articolo....
    Deduco che oggi sia Venerdì.. e come tutti i Venerdì occorra un'articolo genera flames e lamenti..tristezzaLROBY
    • ... scrive:
      Re: da questo articolo....
      vabbe dai, pure pi dovrà in qualche modo guadagnarsi da vivere, infondo in italia tra personaggi da forum e simili, ci puoi fare i miliardifacciamo girare l'economia su :)
  • Massimo scrive:
    articolo interessante
    grazie!se fossi un po' piu' acido lo manderei al mio precedente datore di lavoro LOL , e' una soddisfazione enorme lasciare a piedi questi datori di lavoro!
  • H5N1 scrive:
    Io l'ho fatto
    E sono finito da un contratto a progetto ad un altro.E più o meno alle stesse condizioni.Ora però vediamo cosa ne pensa il tribunale del lavoro della mia vecchia posizione contrattuale...
  • H5N1 scrive:
    Proposta
    Il precariato non può scioperare.Però potremmo indire una giornata in cui tutto il precariato dell'IT sia colpito da un tremendo stato febbrile.Diamogli 8 ore di blackout IT e vediamo se ci ripensano.
  • d_83 scrive:
    Roar!
    Hai troppo ragione, Cubasia! Io sono un Leone che si è licenziato perchè sa di valere!
    • The_GEZ scrive:
      Re: Roar!
      Ciao d_83 !
      Hai troppo ragione, Cubasia! Io sono un Leone che
      si è licenziato perchè sa di
      valere!E stasera per cena ... un bel piattone di VALORE !Si è capita la sottile metafora ?
  • AndyCapp scrive:
    Io ho preso un altra strada
    Dopo 12 anni in prprio ed una ridda di proposte piu' o meno ridicole, dopo l'ultima risibilissima offerta da parte della Sapienza di Roma (non insomma consulente da Trucido er nano sordido) ho preso su armi, portatile e bagagli e sono emigrato.Qui funziona cosi http://www.andycapp.net/2008/06/24/primo-giorno-di-scuola/Magari son stato fortunato io, ma non ricordo proprio situazioni simili da noi
  • The Real Gordon scrive:
    Precaaaari..... AVETE PROPRIO ROTTO !!!
    Ripropongo il mio intervento di ieri, visto che nel forum si parla sempre delle stesse cose :(Precari, mi sa che siete tornati dalle ferie un po' troppo baldanzosi, vorrei ricordarvi che ad aprile avete preso una LEGNATA memorabile.(rotfl)I tamarri che volevano eliminare la legge Biagi sono SPARITI dal parlamento, il progetto Veltroniano del "compenso minimo legale" per i precari è sparito insieme ai sogni di vittoria del "piddì", e al governo si parla giustamente di estendere la flessibilità e legare gli aumenti salariali solo in caso di maggiore produttività (se volete più soldi vi tocca farvi gli straordinari, altro che aumenti (rotfl) ).Non ci potete fare nulla, siamo nell'era della TOTAL FLEXIBILITY!E il bello è che nel 2006 quelli di Prodi v'avevano pure promesso che toglievano la Biagi, ci hanno fatto sù tutta la campagna elettorale, poi alla fine NIENTE! Evidentemente non vi caga nessuno!(rotfl)I progetti del nuovo governo invece metteranno il TURBO agli utili delle imprese - che hanno il sacrosanto diritto di mantenere inalterati i propri target di utili - e permetteranno al pil di risalire la china! 8)Il ministro Sacconi infatti ha una concezione del lavoro molto FLEXIBLE.Quindi impegno, olio di gomito e capo chino, e piantatela di rompere!(rotfl)Naturalmente vale SEMPRE la stessa regola: OGNUNO HA IL REDDITO CHE SI MERITA, le condizioni economiche sono frutto delle capacità e dei meriti personali. Chi non la pensa così è uno sfigato. ;)
    • dont feed the troll scrive:
      Re: Precaaaari..... AVETE PROPRIO ROTTO !!!
      Non si parla di precari.Impara almeno a leggere.
      • H5N1 scrive:
        Re: Precaaaari..... AVETE PROPRIO ROTTO !!!
        Si può dire che è un coglione o il T1000 si incazza?!? O.o
        • dont feed the troll scrive:
          Re: Precaaaari..... AVETE PROPRIO ROTTO !!!
          - Scritto da: H5N1
          Si può dire che è un coglione o il T1000 si
          incazza?!?
          O.oDiciamolo pure in simpatia.D'altronde il T1000 dovrebbe censurare innanzituto i suoi sporloqui, prima che le ovvie deduzioni che se ne possono trarre.
      • H5N1 scrive:
        Re: Precaaaari..... AVETE PROPRIO ROTTO !!!
        Ok, riformulo il pensiero visto che il T1000 non gradisce i miei modi.TheRealGordon è probabilmente una persona che crede di essere in una società meritocratica pertanto pensa che se non ti vengono riconosciuti i meriti significa che non ne hai.Al signor TheRealGordon che, tra l'altro, non si autentica (ma non è una polemica) vorrei far notare come gli esponenti maggiori e migliori dei miei "clienti" ovverosia dei clienti delle aziende per le quali ho lavorato e lavoro hanno un'ottima considerazione della mia professionalità.Lo stesso, però, non si può dire dei "capi" delle aziende che vedono solo la mia figura professionale come spesa nel bilancio.
      • lolwut scrive:
        Re: Precaaaari..... AVETE PROPRIO ROTTO !!!
        - Scritto da: dont feed the troll
        Non si parla di precari.
        Impara almeno a leggere.ashashashashhahaha... ma il TheRealGordon e' ancora qui? Ma non vi accorgete che e' tutta una finta la sua, o al limite un delirio di onnipotenza di uno sf___o, a partire dal nick (che sarebbe Gordon Gekko, "Wall Street")? (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)
        • MegaJock scrive:
          Re: Precaaaari..... AVETE PROPRIO ROTTO !!!
          - Scritto da: lolwut
          a partire dal nick
          (che sarebbe Gordon Gekko, "Wall Street")?Renditi conto che quando è uscito "Wall Street" al cinema, i nonni della gente che posta qui andava ancora all'asilo. :D
          • lolwut scrive:
            Re: Precaaaari..... AVETE PROPRIO ROTTO !!!
            - Scritto da: MegaJock
            - Scritto da: lolwut

            a partire dal nick

            (che sarebbe Gordon Gekko, "Wall Street")?

            Renditi conto che quando è uscito "Wall Street"
            al cinema, i nonni della gente che posta qui
            andava ancora all'asilo.
            :DVa beh, mica e' vietato guardare film di qualche anno addietro, o si'? : Gordon Gekko e' uno dei personaggi piu' famosi del cinema degli anni 80, non sapere chi sia e' piuttosto patetico. A questo punto allora cosa facciamo, giustifichiamo anche non sapere chi siano Vito Corleone o Travis Bickle semplicemente perche' "sono film vecchi"? :
          • krane scrive:
            Re: Precaaaari..... AVETE PROPRIO ROTTO !!!
            - Scritto da: lolwut
            - Scritto da: MegaJock

            - Scritto da: lolwut


            a partire dal nick


            (che sarebbe Gordon Gekko, "Wall Street")?

            Renditi conto che quando è uscito "Wall Street"

            al cinema, i nonni della gente che posta qui

            andava ancora all'asilo.

            :D
            Va beh, mica e' vietato guardare film di qualche
            anno addietro, o si'? : Gordon Gekko e' uno dei
            personaggi piu' famosi del cinema degli anni 80,
            non sapere chi sia e' piuttosto patetico. A
            questo punto allora cosa facciamo, giustifichiamo
            anche non sapere chi siano Vito Corleone o Travis
            Bickle semplicemente perche' "sono film vecchi"?
            :...E chi sono ???
    • Alex.B scrive:
      Re: Precaaaari..... AVETE PROPRIO ROTTO !!!
      Spero vivamente che il tuo sia un post in senso ironico!La precarietà è un problema non soltanto legato ai vari contratti a progetto ma alla mentalità che si è insinuata nelle varie aziende.Se a te sta tanto bene questa situazione, fattelo fare un bel contrattino a progetto che non ci riesci nemmeno a comprarti un'auto a rate!!Se poi sei uno di quelli che mi viene a dire "io lavoro freelance e sono più precario di voi", bè ricordati che liberi professionisti ci si diventa con i contatti e l'esperienza ed è una libera scelta. Lavoratori a progetto nelle molte aziende sfruttatrici è un'imposizione che pone più doveri di quelli previsti e meno diritti.Ricorda una cosa: la flessibilità non è sfruttamento!
      • ... scrive:
        Re: Precaaaari..... AVETE PROPRIO ROTTO !!!
        ma ancora che gli rispondete....è un personaggio da forum, poi su pi, capirai, è pieno di casi clinici qua...
        • The Real Gordon scrive:
          Re: Precaaaari..... AVETE PROPRIO ROTTO !!!
          - Scritto da: ...
          ma ancora che gli rispondete....
          è un personaggio da forum, poi su pi, capirai, è
          pieno di casi clinici
          qua...a partire dagli sfigati da 1300 euro al mese con la laurea in fisica. Eri tu quello lì, vero? (rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • ... scrive:
            Re: Precaaaari..... AVETE PROPRIO ROTTO !!!
            ora sono 1800 comunquee 1 settimana fa ho fatto un esame con l'ex direttore del cern, gia, sono proprio sfigato :)
          • The Real Gordon scrive:
            Re: Precaaaari..... AVETE PROPRIO ROTTO !!!
            - Scritto da: ...
            ora sono 1800 comunque(rotfl)(rotfl)(rotfl)E va beh, ora le rate dell'utilitaria le pagherai con più tranquillità (rotfl) (rotfl) (rotfl)Quando prenderai il PhD forse arriverai a 2500 e potrai prendere in affitto un trilocale in periferia per mettere su famiglia. (rotfl) (rotfl) (rotfl)
          • sasasa scrive:
            Re: Precaaaari..... AVETE PROPRIO ROTTO !!!
            ewh eh ehsei un gran troll, ma realmente qualcuno potrebbe credere che una persona cosi diversamente intelligente" possa aver fatto dei soldi?Certi squali della economia saran bastardi ma non certo "diversamente intelligenti" come il TheRealG.
          • ava scrive:
            Re: Precaaaari..... AVETE PROPRIO ROTTO !!!
            Si immagina di essere un riccone di successo...Ha dimostrato si e no di capire come allacciarsi le scarpeDeve essere la fame che lo fa delirare.
          • ... scrive:
            Re: Precaaaari..... AVETE PROPRIO ROTTO !!!
            utilitaria? ho una z750 :)il phd non lo farò di certo in italia, tra l'altro
    • Nicola scrive:
      Re: Precaaaari..... AVETE PROPRIO ROTTO !!!
      Mi piaci, sei figlio di puttana dentro, mi piaci, non di quelli che ti danno il contrattino a progetto con la faccina dispiaciuta della serie "è tutto quel che c'è" e poi girano in X5!ah una cosa, ti voglio bello stronzo anche quando i tuoi dipendenti, svogliati e stanchi della vita di meda che fanno (e che se la meritano come dici tu) ti manderanno a puttane l'azienda lavorando di merda (tanto peggio di così) o addirittura lasciandoti perchè una cosa è chiara, se sei pure stronzo finisce che ci lavori da solo nella tua fabrichetta!
    • ingenuo giovine scrive:
      Re: Precaaaari..... AVETE PROPRIO ROTTO !!!

      prole, pu****ela terza parola non credo di averla afferrata...
      • anonimo scrive:
        Re: Precaaaari..... AVETE PROPRIO ROTTO !!!
        - Scritto da: ingenuo giovine

        prole, pu****e
        la terza parola non credo di averla afferrata...Era diffuso nella Grecia antica...
    • asdasd scrive:
      Re: Precaaaari..... AVETE PROPRIO ROTTO !!!
      - Scritto da: The Real Gordon
      Naturalmente vale SEMPRE la stessa regola: OGNUNO
      HA IL REDDITO CHE SI MERITA, le condizioni
      economiche sono frutto delle capacità e dei
      meriti personali. Chi non la pensa così è uno
      sfigato.
      ;)e poi c'era la marmotta che confezionava la cioccolata.....dove vivi a topolinia???
  • Lemon scrive:
    Coltivate il vostro orticello!
    Ma cosa credete? che le altre categorie se la passino meglio? Un metalmeccanico, un ragioniere, una segretaria, un impiegato qualsiasi...Questi sono proprio i soliti discorsi da informatici SFIGATI che credono di essere bravi e intelligenti e che senza di loro non si può fare a meno quando OGNI giorno vi viene dimostrato che se andate via se ne trova un altro. Ma provate a pensare ad un'altra risorsa qualsiasi dove lavorate, non so, all'ufficio personale o agli acquisti o al controllo qualità o (se ne avete) agli operai... pensate forse che se qualcuno di loro andrà via l'azienda rimarrà in ginocchio? VALGONO forse meno di voi?Noi informatici facciamo un lavoro come un altro, siamo una massa di più o meno sfigati quasi tutti convinti di essere i più bravi a installare un PC o fare l'hardening di un server... quello che deve cambiare è il rispetto per il lavoro che in Italia manca, senza parlare dei problemi di precariato e crisi economica.Quando ero militare (si, io l'ho fatto) si subivano tutti i classici scherzi e torti dei "nonni", una cosa che odiavo, eppure appena i "nonni" siamo diventati noi tutti pronti a rifare agli altri quello che avevamo subito: sono certo che la maggior parte di quelli che si lamentano saranno i primi a sfruttare gli altri al momento opportuno.A mio avviso quello che è giusto fare è:- ca..re in testa a chi prova a umiliarci o trattarci male, prenderli per i fondelli, dire di si davanti e fare quello che si vuole dietro, andare via può andar bene solo nei casi più gravi, magari è proprio quello lo scopo di chi ci tratta da c..o, farci andare via per prenderne un altro a progetto- usare i potere dei sindacati, qualunque esso sia, ma non iscriversi a nessuno- appena si può passare ad un lavoro migliore, nel frattempo fatelo pure capire ai superiori se non hanno mai investito su di voi- cercare di mandare via tutta questa massa di politici che parlano e non fanno niente, tutti, destra e sinistra, a casa mia quando una cosa non funziona se ne prova un'altra, quando non funziona neppure la seconda non è che si torna alla prima, si va avanti... non dico che la classe politica abbia tutte le responsabilità e neppure che possa risolvere totalmente il problema, intanto però cambiamo che male non farà.-
    • H5N1 scrive:
      Re: Coltivate il vostro orticello!
      Sono d'accordo.Però vorrei anche farti notare che in quanto informatico sono anche metalmeccanico...
    • fox82i scrive:
      Re: Coltivate il vostro orticello!
      - Scritto da: Lemon
      Ma cosa credete? che le altre categorie se la
      passino meglio? Un metalmeccanico, un ragioniere,
      una segretaria, un impiegato
      qualsiasi...In tutte i reparti ci sono sempre i lamentosi, non solo da noi!
      Questi sono proprio i soliti discorsi da
      informatici SFIGATI che credono di essere bravi e
      intelligenti e che senza di loro non si può fare
      a meno quando OGNI giorno vi viene dimostrato che
      se andate via se ne trova un altro. Beh qui ti posso contraddire tranquillamente: in azienda, di solito, il 95% degli utenti è totalmente ignorante in fatto di informatica: non so fare copia incolla, non parte la mail, non va Excel, che cosa è un browser web... Tipiche richieste di gente (=$utonti) che si affida a noi per risolvere cavolate. Cavolate che con un minimo di lettura si risolvono, ma purtroppo gli $utonti rispondono sempre che non hanno mai tempo... Già tempo che sprecano andando a vedere siti pornografici o giocare... Scusa non so tu ma io son solo nell'azienda in cui lavoro, e sentire le solite stronzate ogni giorno mi fa saltare i nervi!Per la cronaca se un server non funziona chi risolve il tutto, chi rimane fino a tardi a sistemarlo?Peccato che per questi $UTONTI la storia sia sempre facile!!!
      Ma provate a
      pensare ad un'altra risorsa qualsiasi dove
      lavorate, non so, all'ufficio personale o agli
      acquisti o al controllo qualità o (se ne avete)
      agli operai... pensate forse che se qualcuno di
      loro andrà via l'azienda rimarrà in ginocchio?
      VALGONO forse meno di
      voi?
      Non hai mai pensato il valore aggiunto che vai perdere quando una persona se ne va?Cmq se fai il "cattivo", quando te ne vai, crei non pochi problemi all'azienda fidati. Se rinunci al preavviso e non spieghi nulla di quello che hai fatto, beh ci vuole non poco tempo per riprendere tutto quello che facevi...
      Noi informatici facciamo un lavoro come un altro,
      siamo una massa di più o meno sfigati quasi tutti
      convinti di essere i più bravi a installare un PC
      o fare l'hardening di un server... quello che
      deve cambiare è il rispetto per il lavoro che in
      Italia manca, senza parlare dei problemi di
      precariato e crisi
      economica.Allora ci sono informatici ed informatici:1. quelli che sistemano le magagne degli $utonti2. quelli che programmano 3. quelli che sistemano solo server 4. quelli che vendono cavolate ai clienti5. quelli che progettano reti6. quelli che eseguono in un team un continuo BPR (Business Process Reengineering)dell'azienda7. quelli che si credono informatici e purtroppo sono anche responsabili ITLa lista che ho esposto può essere tranquillamente allungata (è solo un esempio), purtroppo per noi gli $UTONTI credono che sappiamo fare tutto, invece non è così. L'informatica è una scienza sconfinata ed abbraccia miriadi di settori...

      Quando ero militare (si, io l'ho fatto) si
      subivano tutti i classici scherzi e torti dei
      "nonni", una cosa che odiavo, eppure appena i
      "nonni" siamo diventati noi tutti pronti a rifare
      agli altri quello che avevamo subito: sono certo
      che la maggior parte di quelli che si lamentano
      saranno i primi a sfruttare gli altri al momento
      opportuno.
      Questi gesti da persone con QI =0!
      A mio avviso quello che è giusto fare è:
      - ca..re in testa a chi prova a umiliarci o
      trattarci male, prenderli per i fondelli, dire di
      si davanti e fare quello che si vuole dietro,
      andare via può andar bene solo nei casi più
      gravi, magari è proprio quello lo scopo di chi ci
      tratta da c..o, farci andare via per prenderne un
      altro a
      progettoSi ma con intelligenza e senza essere scortesi, altrimenti si ricade sempre nel solito discorso.
      - usare i potere dei sindacati, qualunque esso
      sia, ma non iscriversi a
      nessunoI sindacati sono solo una massa di ipocriti! Sono troppo agiati su vecchie vittorie!
      - appena si può passare ad un lavoro migliore,
      nel frattempo fatelo pure capire ai superiori se
      non hanno mai investito su di
      voiMa per questo ci vogliono risultati documentati e non a parole. E chi deve fare questo?? NOI. Allora si dimostriamo che oltre ad essere un buon informatico siamo anche persone capaci di gestire.
      - cercare di mandare via tutta questa massa di
      politici che parlano e non fanno niente, tutti,
      destra e sinistra, a casa mia quando una cosa non
      funziona se ne prova un'altra, quando non
      funziona neppure la seconda non è che si torna
      alla prima, si va avanti... non dico che la
      classe politica abbia tutte le responsabilità e
      neppure che possa risolvere totalmente il
      problema, intanto però cambiamo che male non
      farà.
      -Trollino...
  • Leone libero scrive:
    Sono libero da ogni catena
    L'importante è che nel vostro cervello vi sentiate sempre liberi e mai in gabbia
  • Mr.God scrive:
    Pensare che qualche tempo fa..
    ..leggevo le cose di questo buffoncello che fa leva sul disagio delle persone per assicurarsi che ci siano post scontrosi tutto il weekend.Ora non sono piú in Italia, guadagno bene, ma sappiate che tutto il mondo é paese, createvi la vostra vita e non date retta né alle company, né ai buffoni incravattati che tentano di farvi innervosire su PI.
  • di passaggio scrive:
    dov'è Gordon????
    °_° oddio nn vorrei gli fosse capitato qualcosa! è tanto simpatico con le sue barzellette e con la sua ingenua visione limitata del mondo...
    • The_GEZ scrive:
      Re: dov'è Gordon????
      Ciao di passaggio !
      °_° oddio nn vorrei gli fosse capitato qualcosa!
      è tanto simpatico con le sue barzellette e con la
      sua ingenua visione limitata del
      mondo...Lo cercavi ?5 minuti ed eccolo qualche riga più sotto !!!Comunque ormai mi ha stufato, ha perso la verve ed anche il tempismo ... ho perso un eroe.
      • fox82i scrive:
        Re: dov'è Gordon????
        Sai deve andare in giro con il suo macchinone... non ha tempo per noi poveri plebei.. :-DO forse è in giro a chiedere più soldi ai suoi clienti :-D
        • di passaggio scrive:
          Re: dov'è Gordon????
          o forse ogni tanto senti i passi del suo capo nel corridoio e deve chiudere di corsa la finestra di explorer e tornare a scrivere qualche riga di codice...
  • The Punisher scrive:
    Il Leone s'e' rotto le balle.
    E si e' trasferito all'estero da mo'!
    • fox82i scrive:
      Re: Il Leone s'e' rotto le balle.
      Sentivo che all'estero c'è moria di posti IT...Ovviamente dipende dove si va :-)
      • The Punisher scrive:
        Re: Il Leone s'e' rotto le balle.
        Credo che dipenda da dove vai.Qui non ci sono problemi, anzi!
        • fox82i scrive:
          Re: Il Leone s'e' rotto le balle.
          curiosità personale dove sei?io stavo pensando di andare o in Romania o in Polonia
          • guast scrive:
            Re: Il Leone s'e' rotto le balle.

            io stavo pensando di andare o in Romania o in
            PoloniaBeh in Polonia c'é sicuramente richiesta visto che i Polacchi stanno emigrando in massa, ma forse c'é un motivo. Sará che lí gli stipendi sono bassi ?Le possibili mete sono sempre le solite: UK, Olanda, Germania (ma dopo un pó divi imparare il tedesco) irlanda (?), etc.
          • fox82i scrive:
            Re: Il Leone s'e' rotto le balle.
            Dovevo andare in UK . un mese prima di partire l'azienda è fallita... Che sfortuna! :-(
          • The Punisher scrive:
            Re: Il Leone s'e' rotto le balle.
            Londra, UKHo letto il tuo commento successivo e posso dire che hai avuto sfiga, tuttavia il mercato qui tira e molto.A patto di essere qualificati.
    • asd scrive:
      Re: Il Leone s'e' rotto le balle.
      - Scritto da: The Punisher
      E si e' trasferito all'estero da mo'!quanto qualificati???
  • Nicola scrive:
    la porta si ma per dove..
    Cubasia forse vacilla quando tenta di dare una soluzione al problema arcinoto dell'IT in italia, ma non si può dire che non dipinga perfettamente la realtà italiana.allora l'idea di aprire la porta e dire "me ne vado" è sicuramente l'unica se vogliamo che il lavoro IT venga considerato e giustamente remunerato, il fatto è che dopo la porta di uscita non si può andare nell'ufficio a fianco con le stesse condizioni e situazioni, godendo solo dei 5 minuti di gloria dell'uscita e delle coccole iniziali del recriuting. se vogliamo fare vedere di che pasta siamo fatti andiamo a misurarci con il mondo, via dall'italia che ragiona da provincia e non lo capisce il mondo.. vedrete che prima o poi capiranno, quando non ci sarà più nessuno.è ovvio che questo è un discorso da idealista, perchè molti di noi hanno famiglia e un età che non gli consente di rivoluzionare la vita in maniera drastica. ma i giovani, i giovani devono farlo, io ho 27 anni, sono andato e ritornerò solo nel memento in cui sapranno valorizzare le mie competenze. come faccio a capirlo che non sia un bluf e mi troverò nella stessa situazione una volta tornato? il contratto signori: non facciamoci abbindolare da contratti brevi e poco remunerati "tanto per conoscersi, che poi arriva tutto". L'impegno si dimostra da subito.Questo è quello che ho imparato vivendo.e grazie a cubasia che, seppure dia consigli altamente discutibili, non perde mai di vista la reale situazione delle cose!
  • LeoC scrive:
    tutto bello ma...
    Ma alla fine vale sempre la regola: "Nessuno è insostituibile"
    • fox82i scrive:
      Re: tutto bello ma...
      Se progetti bene una rete secondo tue specifiche... Beh mi sa che questo discorso non regge molto :-D
      • LeoC scrive:
        Re: tutto bello ma...
        - Scritto da: fox82i
        Se progetti bene una rete secondo tue
        specifiche... Beh mi sa che questo discorso non
        regge molto
        :-DOvviamente se trovi il pollo che compra una roba del genere allora hai ragione.Ma siccome in qualunque contratto la documentazione ci dev'essere, allora ho ragione io. ;)
  • Anonimo scrive:
    Ottimo articolo
    sarà perchè mi trovo più o meno nella situazione descritta, ma trovo la riflessione interessante e piena di spunti.Grazie, ne avevo proprio bisogno!
  • Salvatore scrive:
    Colpito nel segno!
    Grazie, è incoraggiante trovarsi in linea su certe cose. Ovvio, non si fa di tutta un'erba un fascio, ma a quanto pare la realtà che ho vissuto anche io in questo ultimo periodo è praticamente questa descritta qui. Io non mi sento un leone, ma mi sono sentito in gabbia e per troppo tempo ho aspettato che questa gabbia si allargasse un pò per ospitare le mie aspettative di crescita e soddisfazione personale... ma invano.Ho dato le dimissioni giusto un mese fa' e ho quasi "scontato" il periodo di preavviso... dopodichè avrò anche io la possibilità di ritrovare quello slancio e quella soddisfazione che mi sono fatto mancare per tanto tempo. Forse non avrò da subito una buona stabilità economica ... ma almeno sarò soddisfatto di quello che faccio.In bocca al lupo a tutti!!
  • gastro scrive:
    Bravo!!
    Io l'ho fatto, mi sono messo in proprio dal 2002, ho creato il mio giro di clienti e campo felice.Certo, bisogna avere le p..lle per farlo, abbandonare le certezze del posto fisso, delle ferie pagate, della malattia, tredicesima, quattordicesima e compagnia cantante ma si può fare.Acquistare i software che servono comporta investimenti, vuole dire anche fare debiti e magari non dormire la notte perché la banca ti sta col fiato sul collo ma con la determinazione si può tutto, volere è potere.Troppi ne ho conosciuti che pensano di "valere" e rimangono attaccati al posto fisso come cozze allo scoglio. Sinceramente li trovo solo dei tristi personaggi che non sanno che lamentarsi.Anche io ho famiglia e decidere non è stato facile.Quando siete soli non ci sono orari e tocca spesso lavorare fino a notte fonda anche di sabato e domenica (magari pure a Natale) ma la libertà che si acquista non ha prezzo e le soddisfazioni sono enormi.Se davvero pensate di valere tirate fuori gli attributi e mettetevi in proprio oppure continuate e rodervi il fegato ma almeno fatelo in silenzio.
    • sasasa scrive:
      Re: Bravo!!
      - Scritto da: gastro
      Io l'ho fatto, mi sono messo in proprio dal 2002,
      ho creato il mio giro di clienti e campo
      felice.Complimenti. Scelta coraggiosa.
      Certo, bisogna avere le p..lle per farlo,
      abbandonare le certezze del posto fisso, delle
      ferie pagate, della malattia, tredicesima,
      quattordicesima e compagnia cantante ma si può
      fare.
      Acquistare i software che servono comporta
      investimenti, vuole dire anche fare debiti e
      magari non dormire la notte perché la banca ti
      sta col fiato sul collo ma con la determinazione
      si può tutto, volere è
      potere.
      Troppi ne ho conosciuti che pensano di "valere" e
      rimangono attaccati al posto fisso come cozze
      allo scoglio. Sinceramente li trovo solo dei
      tristi personaggi che non sanno che
      lamentarsi.
      Anche io ho famiglia e decidere non è stato
      facile.
      Quando siete soli non ci sono orari e tocca
      spesso lavorare fino a notte fonda anche di
      sabato e domenica (magari pure a Natale) ma la
      libertà che si acquista non ha prezzo e le
      soddisfazioni sono
      enormi.Perdonami ma non condivido la tua visione di liberta' soprattutto quando parli di:- liberta' di lavorare spesso fino a notte fonda- liberta' di lavorare sabato/domenica/Natale- liberta' di non dormire la notte
      Se davvero pensate di valere tirate fuori gli
      attributi e mettetevi in proprio oppure
      continuate e rodervi il fegato ma almeno fatelo
      in
      silenzio.E dunque la solita ricetta populista:mettetevi in proprio !la soluzione, la panacea di tutti i mali e' il 100% di tecnici di valore con una azienda, gli sciocchi, gli incompetenti, gli incapaci assunti a salari bassi perche' ovviamente se lo meritano (visto che la reata' meritocratica italiana [o mondiale] e' un successo dei giorni nostri. Non si fa' che parlare d'altro, della grande finale grandiosa affermazione della meritocrazia sulla terra. A parte il sarcasmo, condivido alcune tue riflessioni sulla piaggeria e sulla autocommiserazione, ma al contempo stesso credere che la propria esperienza sia riproducibile per tutti gli esseri (di egual valore) e' pura fantasia.
      • io io scrive:
        Re: Bravo!!
        quoto 100%
        Perdonami ma non condivido la tua visione di
        liberta' soprattutto quando parli
        di:

        - liberta' di lavorare spesso fino a notte fonda
        - liberta' di lavorare sabato/domenica/Natale
        - liberta' di non dormire la notte


        Se davvero pensate di valere tirate fuori gli

        attributi e mettetevi in proprio oppure

        continuate e rodervi il fegato ma almeno fatelo

        in

        silenzio.

        E dunque la solita ricetta populista:
        mettetevi in proprio !

        la soluzione, la panacea di tutti i mali e' il
        100% di tecnici di valore con una azienda, gli
        sciocchi, gli incompetenti, gli incapaci assunti
        a salari bassi perche' ovviamente se lo meritano
        (visto che la reata' meritocratica italiana [o
        mondiale] e' un successo dei giorni nostri. Non
        si fa' che parlare d'altro, della grande finale
        grandiosa affermazione della meritocrazia sulla
        terra.
      • gastro scrive:
        Re: Bravo!!
        Intelligente e interessante riflessione.Mi piacciono le critiche costruttive.Grazie.
    • dont feed the troll scrive:
      Re: Bravo!!
      - Scritto da: gastro
      Troppi ne ho conosciuti che pensano di "valere" e
      rimangono attaccati al posto fisso come cozze
      allo scoglio.
      Se davvero pensate di valere tirate fuori gli
      attributi e mettetevi in proprio oppure
      continuate e rodervi il fegato ma almeno fatelo
      in
      silenzio.Non capisco la correlazione tra "valere" e essere in proprio.Non è vero nè che tutti quelli che valgono si mettono in proprio, nè che tutti quelli che fanno gli imprenditori di se stessi "valgano".Si puo' essere dei tecnici fantastici ma non essere capaci di gestirsi finanziariamente, o commercialmente, come d'altronde spesso i "consulenti" sono solo persone che sanno vendere bene la "merda".
  • xxxxxxxxxx scrive:
    Cubasia
    La citazione di Sun Tzu e' grottesca. :-D
  • MisterVB scrive:
    Il leone si ribella...!!!!!!!!!!!!!!
    Ciao a tutti, è da tempo che seguo gli articoli del Sig. Cubasia e devo fargli i complimenti per come riesce a riportare con semplicità la vera realtà dei fatti, riuscendo a descrivere incisivamente la situazione di tutti i giorni in cui riversa la categoria degli informatici.Vorrei riportare la mia esperienza attuale come dimostrazione di ciò che siamo costretti a subire dalle varie aziende che ci assumono.Personalmente sto lavorando in un'azienda del sud e come sapete benissimo qui le cose non è che vadano benissimo! Soprattutto c'è poco da scegliere e bisogna molte volte adattarsi e sottomettersi ai padroni...!Sono più di 6 mesi che lavoro all'interno di questa azienda con un contratto da tecnico informatico, ma vi assicuro che il mio lavoro qui non è stato solo quello di tecnico, ho dovuto fare il sistemista, l'assistente personale di ogni persona che lavora qui, il programmatore, ma la cosa più fastidiosa è stata quella di essere usato anche come facchino e subire giornalmente le loro angherie, con frasi o espressioni poco rispettose che fanno male nell'orgoglio e professionalmente. Pensate che da solo mi sono dovuto spostare dal piano terra fino al terzo piano un bancale di computer consegnato da un corriere, ripulire una parte dello stabilimento da tutti i PC e i monitor dismessi.Ho rimesso in moto i loro sistemi informatici che andavano come i treni a carbone, ho creato sistemi di automazione dei processi, permettendogli di gestire una mole di dati talmente grossa, che ci sarebbero volute 20 persone al giorno e invece viene fatto da dei semplici PC.Conclusione della favola, richiedo un giorno di permesso (da premettere che il mio contratto non prevede ferie retribuite) per assentarmi la settimana prossima per motivi personali, e vengo convocato dal grande capo, il quale mi ha negato il permesso dicendo che sarei dovuto venire a lavoro anche se le mie motivazioni erano per qualche grave motivo, o addirittura ci fosse stato anche un parente morto, e che il lavoro è la cosa più importante. Alla mia risposta che mi sarei assentato ugualmente anche senza il loro permesso l'unica cosa che ha fatto è stata quella di dirmi "da oggi considerati licenziato, o ti dimetti tu o ti caccio io!".Per fortuna ho già dei contatti esterni con altre aziende.Ora lascio a voi giudicare ciò e spero di non subire commenti troppo cattivi.Grazie a tutti.
    • Fran scrive:
      Re: Il leone si ribella...!!!!!!!!!!!!!!
      incredibile, che bastardi... dai, tieni botta: troverai di meglio!
    • sfilzo scrive:
      Re: Il leone si ribella...!!!!!!!!!!!!!!
      sfanculali
    • di passaggio scrive:
      Re: Il leone si ribella...!!!!!!!!!!!!!!
      scusa e le mani o la voce non l'hai alzata? magari fai anche qualche bella denuncia...e cmq, io quel lavoro in quelle condizioni non l'avrei fatto, vado a fare altro a quel punto... noi informatici, così per come siamo, nn vediamoci "nobili", nn lo siamo... e anzi, qualcuno ci vorrebbe affossare ancor di più.Cmq il tavolo glielo avrei fatto saltare da terra quantomeno... 2 pugni ben assestati di quelli che il tavolo rimbalza 5 cm... e poi "addio, le mie dimissioni arriveranno in giornata"...
    • fox82i scrive:
      Re: Il leone si ribella...!!!!!!!!!!!!!!
      Blinda il sistema così gli metti nel sacco e sono cacchi loro. Poi non ti fai più trovare!Voglio proprio vedere come ne vengono fuori
    • Hump scrive:
      Re: Il leone si ribella...!!!!!!!!!!!!!!
      Ma perchè prima di andartene, non rimetti qualcosa com'era prima che te ne andassi tu? Tipo.. un bel bug in qualche programma creato da te e usato giornalmente dall'azienda? Non ti riassumeranno, ma almeno li fai rosicare..
  • Elettrico scrive:
    Sì sì mettetevi in proprio...
    ...in italia del resto è così facile e semplice, eh.
    • dont feed the troll scrive:
      Re: Sì sì mettetevi in proprio...
      - Scritto da: Elettrico
      ...in italia del resto è così facile e semplice,
      eh.Ecco un punto su cui mi sento di criticare Cubasia: non si puo' continuare a riproporre il mito di "mettersi in proprio" come panacea e prodromo di un sicuro successo, è una balla colossale.Soprattutto in un mercato come quello italiano in cui, gare, appalti e grandi progetti si vincono non in base alle proprie capacità, ma in base alle amicizie che si hanno.
      • Marco scrive:
        Re: Sì sì mettetevi in proprio...
        si si seguite il sogno imprenditoriale italiano e aprite un altra società (non un negozio vi prego!!!) di informatica; prima però assicuratevi che lo stipendio di vostra moglie copra tutte le spese di casa perchè a meno che non siate bravi e abbiate ottimi agganci (questi sono molto più importanti delle vostre abilità) non durerà poi molto il sogno...L'altra alternativa che avete è quella di andare a fare il consulente sottopagato, beh se vi siete licenziati perchè non avevate soddisfazioni preparatevi ad averne ancora meno e a pagare molto di più di tasca vostra. Sicuramente il pagamento delle prime fatture porterà nelle vostre casse un sacco di quattrini, ma attenzione perchè prima o poi il vostro peggior socio in affari, Mr. fifty-fifty, verrà a reclamare la propria parte.
      • che palle scrive:
        Re: Sì sì mettetevi in proprio...
        - Scritto da: dont feed the troll
        Ecco un punto su cui mi sento di criticare
        Cubasia: non si puo' continuare a riproporre il
        mito di "mettersi in proprio" come panacea e
        prodromo di un sicuro successo, è una balla
        colossale.Essere valido vuol dire pure avere un portafoglio clienti e relazioni con azienda.Se sei uno che lavora soltanto nello scantinato dell'azienda e vedi la luce solo all'ingresso e all'uscita, vuol dire che non sei abbastanza valido per fare l'imprenditoreQuando cercano una ditta, difficilmente vanno nell'elenco telefonico alla voce "lavoratore IT"
        • dont feed the troll scrive:
          Re: Sì sì mettetevi in proprio...
          - Scritto da: che palle
          - Scritto da: dont feed the troll

          Ecco un punto su cui mi sento di criticare

          Cubasia: non si puo' continuare a riproporre il

          mito di "mettersi in proprio" come panacea e

          prodromo di un sicuro successo, è una balla

          colossale.

          Essere valido vuol dire pure avere un portafoglio
          clienti e relazioni con
          azienda.In quale lingua del mondo?Un programmatore valido ha un portafoglio clienti pari a zero, e un certo bagaglio di conoscenze tecniche.Un commerciale valido ha un enorme e fidelizzato parco clienti, e ha un baglio tecnio-culturale pari a zero.

          Se sei uno che lavora soltanto nello scantinato
          dell'azienda e vedi la luce solo all'ingresso e
          all'uscita, vuol dire che non sei abbastanza
          valido per fare
          l'imprenditore
          Non sei un valido imprenditore, probabilmente, cio' nonostante potresti essere un valido sistemista/programmatore/analista.
          • Che palle scrive:
            Re: Sì sì mettetevi in proprio...
            - Scritto da: dont feed the troll
            In quale lingua del mondo?Sarà un caso ma chi va avanti e' generalmente un bravo commerciale. E i buoni tecnici stanno a guardare
            Un programmatore valido ha un portafoglio clienti
            pari a zero, e un certo bagaglio di conoscenze
            tecniche.Puo' essere per questo che guadagna poco?
            Un commerciale valido ha un enorme e fidelizzato
            parco clienti, e ha un baglio tecnio-culturale
            pari a
            zero.Puo' essere per questo che guadagna tanto?
            Non sei un valido imprenditore, probabilmente,
            cio' nonostante potresti essere un valido
            sistemista/programmatore/analista.Quindi sei uno che e' facilmente sostituibile con un altro valido sistemista/programmatore/analista.Quindi i soldi che ti arrivano sono pochi.Oramai i soldi vanno in base a quanti clienti hai (e quindi se te ne vai quanti ne perde l'azienda), non ad altro. Chi vuol guadagnare tanto deve capirlo, altrimenti puoi accontentarti di guadagnare poco, ma almeno che uno si scelga di lavorare bene.
          • sasasa scrive:
            Re: Sì sì mettetevi in proprio...
            - Scritto da: Che palle
            - Scritto da: dont feed the troll

            In quale lingua del mondo?

            Sarà un caso ma chi va avanti e' generalmente un
            bravo commerciale. E i buoni tecnici stanno a
            guardare
            E ora dove starebbe la soluzione brillante in campo:sistemista/programmatore/analista che un tale personaggio potrebbe eccellere?

            Un programmatore valido ha un portafoglio
            clienti

            pari a zero, e un certo bagaglio di conoscenze

            tecniche.

            Puo' essere per questo che guadagna poco?


            Un commerciale valido ha un enorme e fidelizzato

            parco clienti, e ha un baglio tecnio-culturale

            pari a

            zero.

            Puo' essere per questo che guadagna tanto?



            Non sei un valido imprenditore, probabilmente,

            cio' nonostante potresti essere un valido

            sistemista/programmatore/analista.

            Quindi sei uno che e' facilmente sostituibile con
            un altro valido
            sistemista/programmatore/analista.

            Quindi i soldi che ti arrivano sono pochi.

            Oramai i soldi vanno in base a quanti clienti hai
            (e quindi se te ne vai quanti ne perde
            l'azienda), non ad altro. Chi vuol guadagnare
            tanto deve capirlo, altrimenti puoi accontentarti
            di guadagnare poco, ma almeno che uno si scelga
            di lavorare
            bene.Ma stai ancora parlando di IT o di pentole?
    • Giacomo scrive:
      Re: Sì sì mettetevi in proprio...
      mah, facile è sin troppo facile.il punto è che non si guadagna.PEr essere competitivi tocca fare i salti mortali e finisce sempre che alla fine ciò che rimane, tra tasse e collaborazioni, tra studi e ore di fatica, non basta per arrivare a fine mese.consolante? boh, per alcuni -me compreso- sì. Il gioco vale la candela con la speranza che prima o poi qualcosa cambi.
  • dont feed the troll scrive:
    Attacchi ingustificati a Cubasia
    Leggo diversi attacchi incomprensibili contro l'articolo e la persona di Cubasia.Qualcuno dice che le situazioni rappresentate da Cubasia sono irreali, qualcun altro che Cubasia lo spingerebbe a lasciare il lavoro senza aver trovato una alternativa, uno dice che pur guadagnando 800 al mese in realtà è indispensabile altrimenti l'azienda andrebbe gambe all'aria...assurdo!Ma prima di aprire bocca (digitalmente) e sparare sentenze lil leggete gli articoli? e dopo averli letti vi assicurate di averli capiti?Cubasia non dice, e di fatto non è così, che ciasucno di noi abbia decine di offerte di lavoro alla settimana, che sono tutte fantastiche e che qaundo cambi azienda quella che stai lasciadno ti costruisce ponti d'oro per trattenerti, ma dice semplicemente che capita nella vita professionale di chicchessia di avere offerte di lavoro (1 votla nella vita o 1 volta alla settimana in relazione alla competenza) migliori delle condizioni lavorative attuali e tutto quello che consiglia è di avere il coraggio di accettarle, anche quando la vecchia azienda cerca di trattenerti.E sono d'accordo con lui, a volte quel coraggio bisogna cercarlo e trovarlo.E non è vero che l'azienda che lasci no nti voglia trattenere, di solito un'offerta te la fanno, a meno che tu non sia sostituibile completamente in un mese ma questo sta al lavoratore di rendersi il + indispensabile possibile.E se sei indispensabile...ti danno di + di 800..e se non te li danno..allora che diamine aspetti ad andartene?
    • per scrive:
      Re: Attacchi ingustificati a Cubasia
      Questo valeva fino a pochi anni fa....ORA C'E IL PRECARIATO E SANNO CHE TI POSSONO TENERE PER POCO E SFRUTTARE PER MOLTO! E se uno è precario non fanno lo sforzo di tenerti...Il coraggio non centra purtroppo...anzi ti tengono agganciato con la prospettiva di un futuro contratto e appena vedono che non possono tenerti più, ti lasciano a casa e passano al prossimo ANCHE PER PROFILI DI "EXPERT" e non solo junior.Non dico che Cubasia abbia torto, dico solo che purtroppo quello che raccontate sono realtà normali, ora la stragrande maggiornaza della situazione non è più così e molte persone fanno fatica anche a solo ad avere un lavoraccio!- Scritto da: dont feed the troll
      Leggo diversi attacchi incomprensibili contro
      l'articolo e la persona di
      Cubasia.

      Qualcuno dice che le situazioni rappresentate da
      Cubasia sono irreali, qualcun altro che Cubasia
      lo spingerebbe a lasciare il lavoro senza aver
      trovato una alternativa, uno dice che pur
      guadagnando 800 al mese in realtà è
      indispensabile altrimenti l'azienda andrebbe
      gambe
      all'aria...assurdo!

      Ma prima di aprire bocca (digitalmente) e sparare
      sentenze lil leggete gli articoli? e dopo averli
      letti vi assicurate di averli
      capiti?

      Cubasia non dice, e di fatto non è così, che
      ciasucno di noi abbia decine di offerte di lavoro
      alla settimana, che sono tutte fantastiche e che
      qaundo cambi azienda quella che stai lasciadno ti
      costruisce ponti d'oro per trattenerti, ma dice
      semplicemente che capita nella vita professionale
      di chicchessia di avere offerte di lavoro (1
      votla nella vita o 1 volta alla settimana in
      relazione alla competenza) migliori delle
      condizioni lavorative attuali e tutto quello che
      consiglia è di avere il coraggio di accettarle,
      anche quando la vecchia azienda cerca di
      trattenerti.
      E sono d'accordo con lui, a volte quel coraggio
      bisogna cercarlo e
      trovarlo.
      E non è vero che l'azienda che lasci no nti
      voglia trattenere, di solito un'offerta te la
      fanno, a meno che tu non sia sostituibile
      completamente in un mese ma questo sta al
      lavoratore di rendersi il + indispensabile
      possibile.
      E se sei indispensabile...ti danno di + di
      800..e se non te li danno..allora che diamine
      aspetti ad
      andartene?
      • dont feed the troll scrive:
        Re: Attacchi ingustificati a Cubasia
        - Scritto da: per
        Questo valeva fino a pochi anni fa....ORA C'E IL
        PRECARIATO E SANNO CHE TI POSSONO TENERE PER POCO
        E SFRUTTARE PER MOLTO!
        Intendiamoci, grazie al precariato voluto dalla destra e certo non osteggiato da una certe sinistra, lo sfruttamento non è una possibilità, è una certezza.Il max che riesci a fare è passare da iper sfruttato a molto sfruttato.
        E se uno è precario non fanno lo sforzo di
        tenerti...Il coraggio non centra purtroppo...anzi
        ti tengono agganciato con la prospettiva di un
        futuro contratto e appena vedono che non possono
        tenerti più, ti lasciano a casa e passano al
        prossimo ANCHE PER PROFILI DI "EXPERT" e non solo
        junior.
        Non è questione di profilo exper o junior ma di effettiva indispensabilità.ORa intendiamoci di chiunque si puo' fare a meno, anche del miglior genio, ma fare a meno di qualcuno che vale ha un costo, tutto sta nel riuscisre a monetizzare quel costo.
        Non dico che Cubasia abbia torto, dico solo che
        purtroppo quello che raccontate sono realtà
        normali, ora la stragrande maggiornaza della
        situazione non è più così e molte persone fanno
        fatica anche a solo ad avere un
        lavoraccio!Ed è purtroppo vero..ma non mi dire che non hai mai ricevuto una offerta di lavoro migliorativa, rispetto alla tua condizione attuale.
        • per scrive:
          Re: Attacchi ingustificati a Cubasia


          Ed è purtroppo vero..ma non mi dire che non hai
          mai ricevuto una offerta di lavoro migliorativa,
          rispetto alla tua condizione
          attuale.Purtroppo no, mi barcameno con contratti interinali da anni ormai...chiunque potrebbe pensare "allora non vali una cippa ed è giusto così" e gli darei ragione ma allora spiegatemi perchè sono sempre le stesse aziende a richiamarmi? Se si trovassero male non lo farebbero e non mi darebbero neanche i meriti...il triste problema è che è più conveniente monetariamente il il body rental, perchè sanno bene che anche nell'azienda concorrente funziona così e non si corre più ad accapparrarsi la "persona valida" perchè in giro ce ne sono purtroppo molte e soprattutto perchè l'importante è apparire e/o far credere di lavorare in qualità e non la qualità vera del lavoro...costa meno far credere che si vale, piuttosto che valere...
          • che palle scrive:
            Re: Attacchi ingustificati a Cubasia
            - Scritto da: per
            pensare "allora non vali una cippa ed è giusto
            così" e gli darei ragione ma allora spiegatemi
            perchè sono sempre le stesse aziende a
            richiamarmi? Se si trovassero male non lo
            farebbero e non mi darebbero neanche i
            meriti...il triste problema è che è più
            conveniente monetariamente il il body rental,
            perchè sanno bene che anche nell'aziendaPerche' pagare 1500 uno che lo trovi a 800?Se gente qualificata si fa pagare 800 alla fine e' colpa loro che svalutano il lavoratore IT, non delle aziende che non ti pagano!Il problema principale e' che ci sono troppi lavoratori IT per il mercato italiano, e che l'IT in italia non viene considerato il giuto. Ma anche per questo la gente non si fa pagare il giusto!!
          • fox82i scrive:
            Re: Attacchi ingustificati a Cubasia


            Il problema principale e' che ci sono troppi
            lavoratori IT per il mercato italiano, e che l'IT
            in italia non viene considerato il giuto. Ma
            anche per questo la gente non si fa pagare il
            giusto!!
            Il problema principale è che le aziende di medie dimensioni non sfruttano il potenziale di un informatico. Non sapendo questo non c'è richiesta.Stranamente le big company la pensano diversamente....
      • fox82i scrive:
        Re: Attacchi ingustificati a Cubasia
        Allora se ti ritieni sfruttato prova a cambiare metodo di pensiero (questo è lo scoglio maggiore che tutti gli informatici si scontrano e molte volte non superano) : cerca di fare progetti per conto tuo, di svolgere un lavoro che solo tu possa capirlo e risolvere in caso di problemi! Blinda tutto secondo un corretto principio di sicurezza, in base ad un tuo protocollo che solo tu conosci.Proponi progetti sempre firmati, analizza i pro ed i contro di ogni situazioni... Scrivere insomma, innovarsi e cercare di rendere l'informatica un contenitore di progetti: progetti che espongono le novità tecnologiche e come queste possano essere integrate senza costi aggiuntivi.. Insomma un vero progettista informatico che sappia fare la differenza sulle scelte aziendali! Sicuramente rispondi che l'hai già fatto che non serve, che è inutile... bla bla bla... Il fatto è che la gente non ha voglia di fare fatica ulteriore, o meglio non ha i cosi detti per fare lavoro extra a tutto vantaggio del futuro.Sono sfruttato pure io , ma seguendo quelle semplice regole ,che ti ho scritto, ora sono preso in considerazione. Dirai bella cosa ma inutile. Per me no! Almeno ORA decido io cosa fare, in futuro (se qualche persona intercede) forse avrò pure un aumento...Congetture personali liberamente opianabili
    • che palle scrive:
      Re: Attacchi ingustificati a Cubasia
      - Scritto da: dont feed the troll
      Leggo diversi attacchi incomprensibili contro
      l'articolo e la persona di
      Cubasia.Cubasia fa articoli pseudo-comici.Lotta dei piccoli contro i grandi oppressori, ecc eccIo personalmente non condivido il suo modo di vedere che e' piu' da arrivistasqualoPreferisco molto di piu' badare alla qualità del lavoro, che e' nettamente meglio di avere uno stipendio di lussoInfatti per lui lo stipendio e' la prima valutazione. Se poi lavori per idioti che ti trattano male, l'importante e' guadagnare!
  • per scrive:
    macchè la porta te la fanno prendere!
    caspita sembra un film, dove le cose vanno sempre a finire bene anche dopo che è crollato tutto...mi dispiace non è così! Sapete perchè? Perchè in un mondo dove si bada alla qualità ti rincorrerebbero dicendo "ci siamo accorti che ci servi ti prego ritorna" ora invece ti lasciano andare via o peggio ancora se sei precario e non possono mantenerti tale ti lasciano a casa perchè riescono comunque a trovare qualcuno PER SOSTITUIRTI ANCHE SE QUESTA PERSONA NON SARA' BRAVA QUANTO TE, perchè NON E' LA QUALITA' AD INTERESSARE A QUESTE PERSONE!Non gli importa quanto possono perdere, perchè RISPARMIANO SULLA NUOVA RISORSA CHE PRENDONO e alla fine ci guadagnano in tutti i sensi.Gente sveglia O SI DICE BASTA AL PRECARIATO O NON CI SARA' MAI UNA VERA ETICA E DIGNITA' PER I LAVORATORI. Ci vuole anche una reale meritocrazia che IN ITALIA MANCA, per avere LAVORO DI QUALITA' E NON SONO APPARENTE!!!!
    • bob scrive:
      Re: macchè la porta te la fanno prendere!
      Quoto al 100%!- Scritto da: per
      caspita sembra un film, dove le cose vanno sempre
      a finire bene anche dopo che è crollato
      tutto...mi dispiace non è così! Sapete perchè?
      Perchè in un mondo dove si bada alla qualità ti
      rincorrerebbero dicendo "ci siamo accorti che ci
      servi ti prego ritorna" ora invece ti lasciano
      andare via o peggio ancora se sei precario e non
      possono mantenerti tale ti lasciano a casa perchè
      riescono comunque a trovare qualcuno PER
      SOSTITUIRTI ANCHE SE QUESTA PERSONA NON SARA'
      BRAVA QUANTO TE, perchè NON E' LA QUALITA' AD
      INTERESSARE A QUESTE
      PERSONE!
      Non gli importa quanto possono perdere, perchè
      RISPARMIANO SULLA NUOVA RISORSA CHE PRENDONO e
      alla fine ci guadagnano in tutti i
      sensi.
      Gente sveglia O SI DICE BASTA AL PRECARIATO O NON
      CI SARA' MAI UNA VERA ETICA E DIGNITA' PER I
      LAVORATORI.

      Ci vuole anche una reale meritocrazia che IN
      ITALIA MANCA, per avere LAVORO DI QUALITA' E NON
      SONO
      APPARENTE!!!!
  • Davide Impegnato scrive:
    MUTUO
    E se uno c'ha il mutuo che fa, rischia di rimetterci casa e magari pure la famiglia?Sai quanti ne conosco che si sono stufati, se ne sono andati, e non li ha più voluti nessuno?Prima di andarsene, avere sempre un porto sicuro, un lavoro già pronto. Prima di andarsene, valutare se il proprio progetto è davvero fattibile e utile, o se non si riuscirà mai a portarlo a termine.L'editore di questo "giornale" dovrebbe avere l'accortezza di non pubblicare articoli di questa risma. Non vedo elencato nemmeno un aspetto negativo, com'è possibile?Non sarà mica che l'autore è in cerca di lavoro e spera di trovare così qualche posto libero, vero?!
    • snem scrive:
      Re: MUTUO
      Si parte dal presupposto del dipendente che VALE, per questo non c'è il lato negativo. Gli manca solo il coraggio di cambiare e rischiare. Ovvio che poi ognuno si fa i suoi conti...
      • The_GEZ scrive:
        Re: MUTUO
        Ciao snem !
        Si parte dal presupposto del dipendente che VALE,
        per questo non c'è il lato negativo. Gli manca
        solo il coraggio di cambiare e rischiare. Ovvio
        che poi ognuno si fa i suoi
        conti...Certo, questo in mondo non dico perfetto ... normale.Ma noi non siamo in un mondo normale, siamo in Italia, e a meno di NON VOLER VEDERE tutto quello che hai scritto qui NON FUNZIONA.
        • sasasa scrive:
          Re: MUTUO
          Quoto.L'equazione valore=successo e' una pura illusione.Devo finirla di mangiare prima di andare a dormire, mi addormento subito e dormo fino a tardi, cosa diavolo e' successo ieri sera?Tutte le nazioni han dichiarato (e definito eticamente) la meritocrazia ?
        • snem scrive:
          Re: MUTUO
          Non me lo dire a me che sono già emigrato :)
      • che palle scrive:
        Re: MUTUO
        - Scritto da: snem
        Si parte dal presupposto del dipendente che VALE,
        per questo non c'è il lato negativo. Gli mancaIl problema infatti viene solo quando uno CREDE di valere, e che e' convinto che GLI ALTRI non valgono
        • Mi scoccio di loggare scrive:
          Re: MUTUO
          - Scritto da: che palle
          - Scritto da: snem

          Si parte dal presupposto del dipendente che
          VALE,

          per questo non c'è il lato negativo. Gli manca


          Il problema infatti viene solo quando uno CREDE
          di valere, e che e' convinto che GLI ALTRI non
          valgonoBeh... penso che tu non sappia di cosa parli.Se un tecnico, un programmatore, un sistemista, RISOLVE il problema all'azienda, allora e' UNO CHE VALE.Il problema e' che poi viene equiparato alla segretaria.( Lavorate entrambi 8 ore al giorno, perche' pretendi di piu'?)Quindi il problema non e' di "Chi è bravo o chi e' meno bravo", ma su come viene interpretata la figura del tecnico/sistemista/sviluppatore in un'azienda.
          • sasasa scrive:
            Re: MUTUO
            quoto!!!!!!
          • Che palle scrive:
            Re: MUTUO
            - Scritto da: Mi scoccio di loggare
            Beh... penso che tu non sappia di cosa parli.
            Se un tecnico, un programmatore, un sistemista,
            RISOLVE il problema all'azienda, allora e' UNO
            CHE
            VALE.Se fare il propro lavoro vuol dire valere....
            Quindi il problema non e' di "Chi è bravo o chi
            e' meno bravo", ma su come viene interpretata la
            figura del tecnico/sistemista/sviluppatore in
            un'azienda.Il problema e' che se tu vali (non fai risolvi solo problemi, ma fai pure qualcosa di piu', come trovare soluzioni brillanti) l'azienda ti vuole perche' non ti puo' sostituire. Ma se fai la stessa cosa per uno che vuole la metà, perche' tenerti?Valere vuol dire anche non essere sostituibile dal primo che capita.La segretaria che conosce tutti i clienti e fa girare l'ufficio come un orologio magari vale di piu' del sistemista che fa cose standard e in una settimana lo sostituisci
          • sasasa scrive:
            Re: MUTUO
            - Scritto da: Che palle
            - Scritto da: Mi scoccio di loggare

            Beh... penso che tu non sappia di cosa parli.

            Se un tecnico, un programmatore, un sistemista,

            RISOLVE il problema all'azienda, allora e' UNO

            CHE

            VALE.

            Se fare il propro lavoro vuol dire valere....Ovvimente fare il proprio lavoro è di certo una prima indicazione di valore. Se per te il concetto di "fare il proprio lavoro" crea tali dubbi... beh mi fai pensar male...


            Quindi il problema non e' di "Chi è bravo o chi

            e' meno bravo", ma su come viene interpretata la

            figura del tecnico/sistemista/sviluppatore in

            un'azienda.

            Il problema e' che se tu vali (non fai risolvi
            solo problemi, ma fai pure qualcosa di piu', come
            trovare soluzioni brillanti) l'azienda ti vuole
            perche' non ti puo' sostituire. Ma se fai la
            stessa cosa per uno che vuole la metà, perche'
            tenerti?

            Valere vuol dire anche non essere sostituibile
            dal primo che
            capita.
            Che baggianata narcisa. Tu mi vorresti parlare di insostituibilità ed al contempo che fare il proprio lavoro non basta. Un buon sistemista , facendo il proprio lavoro e bene, non si rende insostituibile; rende possibile la continuità della produzione aziendale a prescindere. Progetta, valuta, crea e mantiene una struttura che possa essere mantenuta da un altro amministratore di sistema in caso di sua assenza (vacanze, malattia, morte e mio caro sostituzione nel ruolo). Ottimo lavoro.Inoltre non ti è passato per la mente, che sempre nell'esempio del sysadmin, questi sia insostituibile non in quanto di valore, ma grazie a mille trucchi del mestiere; a volte accorparsi servizi e rendersi indispensabile non è poi così difficile.Ma certo tu mi parli di situazioni dove un illuminato management vede ben oltre e scopre stili di disaster recovery efficenti, non semplici disaster recovery funzionanti ma senza eleganza (rotfl)Soluzioni brillanti ah ah ah Sono ben poci i supervisori che se ne possono accorgere... Vogliam parlar del management? ancora meno!
            La segretaria che conosce tutti i clienti e fa
            girare l'ufficio come un orologio magari vale di
            piu' del sistemista che fa cose standard e in una
            settimana lo
            sostituisciOh mio dio neanche un Corporate address book hanno ...
          • che palle scrive:
            Re: MUTUO
            - Scritto da: sasasa

            Se fare il propro lavoro vuol dire valere....

            Ovvimente fare il proprio lavoro è di certo una
            prima indicazione di valore. Se per te il
            concetto di "fare il proprio lavoro" crea tali
            dubbi... beh mi fai pensar
            male...Il potere contrattuale ce l'hai se la tua uscita provoca disagi per l'azienda. Se quando te ne vai ti sostituiscono in 2 giorni hai poco potere contrattualeSe uno vale ha anche potere contrattuale
            Che baggianata narcisa. Tu mi vorresti parlare di
            insostituibilità ed al contempo che fare il
            proprio lavoro non basta.Non e' una baggianata, e' la verità.Chi guadagna di piu' normalmente l'ha capito
            Un buon sistemista , facendo il proprio lavoro e
            bene, non si rende insostituibile; rende
            possibile la continuità della produzione
            aziendale a prescindere. Progetta, valuta, crea e
            mantiene una struttura che possa essere mantenuta
            da un altro amministratore di sistema in caso di
            sua assenza (vacanze, malattia, morte e mio caro
            sostituzione nel ruolo). Ottimo
            lavoro.Quindi se trovano un sistemista che si fa pagare la metà gli conviene sostituirloI lavoratori IT che ho visto guadagnare tanto infatti facevano lavori di nicchia. Usavano programmi che conoscevano 5 persone in italia. Insomma o prendevi loro o niente.

            La segretaria che conosce tutti i clienti e fa

            girare l'ufficio come un orologio magari vale di

            piu' del sistemista che fa cose standard e in
            una

            settimana lo

            sostituisci

            Oh mio dio neanche un Corporate address book
            hanno
            ...Si vede che il sistemista non era buono :D
          • Mi scoccio di loggare scrive:
            Re: MUTUO
            - Scritto da: Che palle
            Se fare il propro lavoro vuol dire valere....All'amministratore non interessa "che tipo di idee hai", ma che gli risolvi il problema e nel minor tempo possibile.Se poi hai una idea brillante ( un algoritmo di ricerca stile google ) e ci impieghi 2 giorni in piu' del solito, al tuo amministratore sarai solo uno lento che gli costa 2 giorni di stipendio in piu'.
            Il problema e' che se tu vali (non fai risolvi
            solo problemi, ma fai pure qualcosa di piu', come
            trovare soluzioni brillanti) l'azienda ti vuole
            perche' non ti puo' sostituire. Ma se fai la
            stessa cosa per uno che vuole la metà, perche'
            tenerti?Parlando di segretarie, ti sei mai chiesto perche' in genere non cercano segretarie capaci, ma "di bella presenza"?Siamo in Italia, alle aziende non frega nulla della qualità dei lavori, ma che il lavoro venga svolto e l'amministratore non faccia brutta figura.Quindi non fa nulla se un documento non si trova, ma che il cliente, quando viene in ufficio veda una bella topa in minigonna.
            Valere vuol dire anche non essere sostituibile
            dal primo che
            capita.Bah, ancora sulla leggenda dell'insostituibilità?L'ho imparato al primo impiego, nessuno e' insostituibile.Puoi avere in mano il progetto piu' importante dell'azienda, ma stai sicuro che il tuo datore di lavoro, a meno di essere stupido ( e oggi è difficile trovare datori di lavoro stupidi ), ha sempre in mano la situazione e seppure molli da un giorno all'altro, riuscira' a trovare un rimpiazzo e una scusa col cliente per ottenere un po' di tempo in piu'.
            La segretaria che conosce tutti i clienti e fa
            girare l'ufficio come un orologio magari vale di
            piu' del sistemista che fa cose standard e in una
            settimana lo
            sostituisciLa segretaria la sostituisci in 1 giorno ( specialmente se faceva girare l'ufficio come un orologio, in quanto tutti i documenti erano ben ordinati, catalogati e facilmente reperibili ), il sistemista, non lo trovi facilmente, specialmente se lo vuoi "skillato" ed "economico".
          • che palle scrive:
            Re: MUTUO
            - Scritto da: Mi scoccio di loggare
            All'amministratore non interessa "che tipo di
            idee hai", ma che gli risolvi il problema e nel
            minor tempo
            possibile.Invece spesso gli interessano le idee, perche' se per una tua iniziativa migliori le cose, vuol dire che non sei uno che attende gli eventi e basta, ma che li anticipa per risolverli prima che avvengano
            Se poi hai una idea brillante ( un algoritmo di
            ricerca stile google ) e ci impieghi 2 giorni in
            piu' del solito, al tuo amministratore sarai solo
            uno lento che gli costa 2 giorni di stipendio in
            piu'.Se poi gli fai guadagnare 10 giorni di lavoro perche' funziona, non ti preoccupare che se e' inteligente te li riconosce
            Parlando di segretarie, ti sei mai chiesto
            perche' in genere non cercano segretarie capaci,
            ma "di bella
            presenza"?Perche' e' un valore che puoi valutare subito in un colloquio
            Quindi non fa nulla se un documento non si trova,
            ma che il cliente, quando viene in ufficio veda
            una bella topa in
            minigonna.Non mi risulta che licenziano le segretarie appena non si possono permettere le minigonne
            Bah, ancora sulla leggenda dell'insostituibilità?
            L'ho imparato al primo impiego, nessuno e'
            insostituibile.Nessuno e' insostituibile, ma ogniuno ha un costo di sostituzione.Ad esempio, se te sviluppi un software in un linguaggio poco conosciuto. Se te ne vai il software rimane fermo, perche' prima di trovare qualcuno che lo conosce e che lo impara ce ne vuole!
            Puoi avere in mano il progetto piu' importante
            dell'azienda, ma stai sicuro che il tuo datore di
            lavoro, a meno di essere stupido ( e oggi è
            difficile trovare datori di lavoro stupidi ), ha
            sempre in mano la situazione e seppure molli da
            un giorno all'altro, riuscira' a trovare un
            rimpiazzo e una scusa col cliente per ottenere un
            po' di tempo in
            piu'.Se il datore di lavoro non e' stupido sa quanto gli fai guadagnare, e quindi non ti fa andare via tanto facilmente
          • Mi scoccio di loggare scrive:
            Re: MUTUO
            - Scritto da: che palle
            Invece spesso gli interessano le idee, perche' se
            per una tua iniziativa migliori le cose, vuol
            dire che non sei uno che attende gli eventi e
            basta, ma che li anticipa per risolverli prima
            che
            avvenganoVabbe'... io ho alcuni esempi dove lavoro, di gente ( piu' capace di me ) che è geniale, ma non gli viene riconosciuto piu' di tanto, ma in compenso lavora il triplo di qualsiasi altro.
            Se poi gli fai guadagnare 10 giorni di lavoro
            perche' funziona, non ti preoccupare che se e'
            inteligente te li
            riconosceSottointendevo tra 2 soluzioni funzionanti....una OTTIMA che ci impieghi 10 giorni di lavoro e una BUONA che ci impieghi 8 giorni di lavoro ( entrambe correttamente funzionanti, solo che la prima ci impiega 1 minuto di elaborazione e la seconda ci impiega 45 secondi ).In tale contesto, all'amministratore hai solo fatto perdere 2 giorni di lavoro.

            Parlando di segretarie, ti sei mai chiesto

            perche' in genere non cercano segretarie capaci,

            ma "di bella

            presenza"?

            Perche' e' un valore che puoi valutare subito in
            un
            colloquioMa non e' quello di cui uno ha bisogno se cerca una segretaria.In un'azienda "perfetta", si guarderebbe alla professionalità della tipa e non ai cm di distanza dall'ano.
            Non mi risulta che licenziano le segretarie
            appena non si possono permettere le
            minigonneMa a me risulta che in un colloquio, spesso alla racchia (e capace) viene sempre preferita la bona e stupida.(Sto estremizzando le due figure )
            Nessuno e' insostituibile, ma ogniuno ha un costo
            di
            sostituzione.Il costo di sostituzione è irrilevante.Pensa che dove lavoro, hanno sostituito uno ad 1 mese dalla consegna di un lavoro che ha impiegato 1 anno di sviluppo. Il neo assunto, ha fatto le ore piccole per terminare l'applicazione e per averne padronanza.Il risultato è stato soddisfacente sia per l'amministratore che per il cliente e nessuno ha subito traumi ( e non parlo di un'applicazioncina quando parlo di 1 anno di sviluppo ).
            Ad esempio, se te sviluppi un software in un
            linguaggio poco conosciuto. Se te ne vai il
            software rimane fermo, perche' prima di trovare
            qualcuno che lo conosce e che lo impara ce ne
            vuole!Beh...oggi di gente che sa programmare in 10 linguaggi se ne trovano sempre e le aziende non si mettono a far progetti in linguaggi sconosciuti. Poi al massimo ci sono le body rental...
            Se il datore di lavoro non e' stupido sa quanto
            gli fai guadagnare, e quindi non ti fa andare via
            tanto
            facilmenteAppena gli chiedi 1 euro di aumento, ti indica la porta.E' capitato in varie aziende dove ho lavorato, a volte ero io a chiedere aumenti, a volte erano altri. Tutti la stessa risposta.Poco importava loro se quella figura era indispensabile, con un "siamo una famiglia, dobbiamo affrontare le avversita'" , ecco che assegnavano ai restanti i progetti di chi andava via, dando anche il loro appoggio morale, ma MAI 1 euro in piu'
          • The_GEZ scrive:
            Re: MUTUO
            Ciao Che palle !
            Il problema e' che se tu vali (non fai risolvi
            solo problemi, ma fai pure qualcosa di piu', come
            trovare soluzioni brillanti) l'azienda ti vuole
            perche' non ti puo' sostituire. Ma se fai la
            stessa cosa per uno che vuole la metà, perche'
            tenerti?HAHA !!!!Bella cagata !!!Facciamo così, la prossima volta che ti si rome la macchina, tu la porti dal meccanico e lui si "limita" a ripararla, non te la fa nadare più veloce o conumare moeno, tu gli dici che lo paghi la metà perchè in fondo si è limitato a fare il suo lavoro e non ha trovato soluzioni "brillanti".Così quando esci dall' ospedale per gravi pecosse vediamo di riprlare di questo punto.
            La segretaria che conosce tutti i clienti e fa
            girare l'ufficio come un orologio magari vale di
            piu' del sistemista che fa cose standard e in una
            settimana lo
            sostituisci'notte.Probabilmente tu sei uno di quelli che hanno buttato fuori Rubbia dall' Italia.
          • ... scrive:
            Re: MUTUO
            beh se consideri che in italia uno dei reati più gravi è proporre un metodo per risparmiare :) Rubbia era da ergastolo praticamente :)siamo veramente un paese da terzo mondo, forse pure peggio, in gran parte degli stati del sudafrica il wifi funziona meglio che da noi
          • che palle scrive:
            Re: MUTUO
            - Scritto da: ...
            beh se consideri che in italia uno dei reati più
            gravi è proporre un metodo per risparmiare :)
            Rubbia era da ergastolo praticamente
            :)Veramente in italia uno dei reati piu' gravi e' proporrere un cambiamento.La gente ha paura di tutto e si fa infinocchiare dai politici. Infatti meglio buttare la monnezza per strada e bruciarla che costruire un inceneritore!!!
          • che palle scrive:
            Re: MUTUO
            - Scritto da: The_GEZ
            HAHA !!!!
            Bella cagata !!!
            Facciamo così, la prossima volta che ti si rome
            la macchina, tu la porti dal meccanico e lui si
            "limita" a ripararla, non te la fa nadare più
            veloce o conumare moeno, tu gli dici che lo paghi
            la metà perchè in fondo si è limitato a fare il
            suo lavoro e non ha trovato soluzioni
            "brillanti".Invece tu gli paghi il doppio perche' ha fatto il suo lavoro :DSe permetti un maccanico che mi "fidelizza" non e' certamente uno che fa solo il suo lavoro come tutti gli altri.Ma per farlo magari mi deve far spendere uguale e darmi di piu', a quel punto per ogni problema vado da lui.Se oltre a combiarmi i pezzi rotti mi cambia pure quelli che si stanno per rompere e mi fa spendere poco di piu' (se mi fido a quel punto non ho problemi) visto che tanto l'auto era già smontata
            Probabilmente tu sei uno di quelli che hanno
            buttato fuori Rubbia dall'
            Italia.Certo che rubbia e' solo uno che fa il suo lavoro da ufficio, e non ha idee brillanti :D
          • Mi scoccio di loggare scrive:
            Re: MUTUO
            - Scritto da: che palle
            Invece tu gli paghi il doppio perche' ha fatto il
            suo lavoro
            :DAspetta, secondo la _tua_ teoria, se ti si rompe la macchina, tu fai il giro dei meccanici e la fai riparare a quello che ti chiede di piu', perche' ( sempre secondo la tua teoria ), dovrebbe essere quello che non solo te la ripara, ma che ti trova pure qualche soluzione brillante per consumare meno e avere un'auto piu' stabile.Questa e' la tua teoria.Nella pratica italiana invece, si cerca il meccanico ( ma anche l'aiutante o il cacciavitaro ), che con una spesa minima ti rimetta in moto l'auto, tanto, se si rompe, siamo sempre pronti ad incavolarci per lui per il pessimo lavoro.Questa e' la realtà italiana, e non dire che non e' cosi perche' mentiresti spudoratamente.E' cosi sia per il meccanico, sia per il programmatore.Solo che il meccanico, grazie al passaparola, al ridotto numero di concorrenti, e al preventivo *PAGATO* ( se non vuoi riparare l'auto dopo che ti ha fatto un preventivo, gli passi dai 30 ai 60 euro ), riesce a guadagnare bene, il programmatore ( grazie all'enorme numero di cacciavitari, al figlio dell'amico che gioca a Unreal Tournament, ai forum dove c'e' gente che per 10 euro ti mette su un portale + forum + newsletter), non riesce ad arrivare a fine mese e spesso è costretto ad essere inquadrato come co.co.co a 600 euro mensili.
            Se permetti un maccanico che mi "fidelizza" non
            e' certamente uno che fa solo il suo lavoro come
            tutti gli
            altri.Ti racconta palle. Anche io ho il mio meccanico che mi "fidelizza" con sconti e checkup gratuiti. Solo che poi, quando gli servono soldi si fa uscire che i dischi sono consumati, i freni sono da rifare, la frizione è quasi andata, l'albero motore è spezzato....Sul web, che fai? Dici "ti occorre un forum per attirare le persone"? Bene...lui ti chiede il prezzo e poi se lo fa fare da chi gli chiede meno. Dal meccanico invece, ogni volta che porti l'auto ( andando in giro a chiedere quanto costa la riparazione, si prendo i loro 30/60 euro di preventivo ).
            Ma per farlo magari mi deve far spendere uguale e
            darmi di piu', a quel punto per ogni problema
            vado da
            lui.Non ti da di piu'. Semplicemente ti dice che avra' fatto altre cose, ma dato che non conosci nulla del motore, ti accontenti di quello che ti dice.
            Se oltre a combiarmi i pezzi rotti mi cambia pure
            quelli che si stanno per rompere e mi fa spendere
            poco di piu' (se mi fido a quel punto non ho
            problemi) visto che tanto l'auto era già
            smontataProva a chiedere ad un cliente :"Io le faccio il programma, poi dato che il programma avrà bisogno di assistenza -ma anche no-, mi deve pagare il canone annuale".Vedrai come ti risponde male il cliente...Invece dal meccanico spende di piu' annualmente e non batte ciglio...
          • che palle scrive:
            Re: MUTUO
            - Scritto da: Mi scoccio di loggare
            Aspetta, secondo la _tua_ teoria, se ti si rompe
            la macchina, tu fai il giro dei meccanici e la
            fai riparare a quello che ti chiede di piu',
            perche' ( sempre secondo la tua teoria ),
            dovrebbe essere quello che non solo te la ripara,
            ma che ti trova pure qualche soluzione brillante
            per consumare meno e avere un'auto piu'
            stabile.Secondo la mia teoria se uno non mi da un piu' io lo cambio appena vuole troppo o si mette a fare la principessa
            Questa e' la realtà italiana, e non dire che non
            e' cosi perche' mentiresti
            spudoratamente.Dipende che cosa fai, se sai aggiustare le ferrari non ri preoccupare che non ti sostituiscono con il primo che arriva
            euro ), riesce a guadagnare bene, il
            programmatore ( grazie all'enorme numero di
            cacciavitari, al figlio dell'amico che gioca a
            Unreal Tournament, ai forum dove c'e' gente che
            per 10 euro ti mette su un portale + forum +
            newsletter), non riesce ad arrivare a fine mese e
            spesso è costretto ad essere inquadrato come
            co.co.co a 600 euro
            mensili.Diepnde da uno cosa offre.
            Ti racconta palle. Anche io ho il mio meccanico
            che mi "fidelizza" con sconti e checkup gratuiti.
            Solo che poi, quando gli servono soldi si fa
            uscire che i dischi sono consumati, i freni sono
            da rifare, la frizione è quasi andata, l'albero
            motore è
            spezzato....Certo certo, solo tu sei figo e gli altri si fanno fregare.Secondo te per fidarmi di uno non faccio la controprova?
            meno. Dal meccanico invece, ogni volta che porti
            l'auto ( andando in giro a chiedere quanto costa
            la riparazione, si prendo i loro 30/60 euro di
            preventivo
            ).Si vede che loro possono eprmettersi di perdere un cliente che non e' conviento. Prova a fare ugualmente te con i preventivi
            Non ti da di piu'. Semplicemente ti dice che
            avra' fatto altre cose, ma dato che non conosci
            nulla del motore, ti accontenti di quello che ti
            dice.Certo certo.
            Prova a chiedere ad un cliente :
            "Io le faccio il programma, poi dato che il
            programma avrà bisogno di assistenza -ma anche
            no-, mi deve pagare il canone
            annuale".Molti preferiscono spendere 1000 (o più) euro all'anno per stare tranquilli. Sommali insieme e ci paghi gli stipendi
            Vedrai come ti risponde male il cliente...Si vede che sbagli clienti, da me le chiedono :D
    • fox82i scrive:
      Re: MUTUO

      Prima di andarsene, avere sempre un porto sicuro, un lavoro
      già pronto. Prima di andarsene, valutare se il proprio
      progetto è davvero fattibile e utile, o se non si riuscirà
      mai a portarlo a termine.Spero che la gente sia intelligente su questo! O bisogna insegnare tutto come ai vecchi e cari $utonti?
    • Maurizio scrive:
      Re: MUTUO
      Non dimentichiamo che lasciare la strada vecchia per la nuova è sempre un rischio! Se poi l'azienda che ti assume reputa che non sei all'altezza delle aspettative e ti scopa fuori dalla porta? O ti rifila il classico contratto di prova e poi dice che non l'hai superata?Puoi essere un genio in C++ e un caprone in Java (tanto per sparare una fesseria qualunque) e quindi nella nuva azienda non trovi posto e lo trovi sul marciapiede sotto casa tua.Il tizio ha semplicemente scritto l'idillio di tutti gli informatici (qualifica molto più evoluta del programmatore ma assolutamente non risconosciuta in Italia, peché da noi esistono o Ingegneri o programmatori), che però in Italia definirla utopia è una sopravvalutazione...
  • giuseppe scrive:
    gli articoli di cubasia = inutili
    arte della guerra, modello americano , tutte cose che si dicono per riempirsi la bocca di paroloni , poi in fin dei conti non hai aggiunto niente ad un argomento come questo.cambia mestiere, perdiamo tempo ogni volta a leggere i tuoi articoli
    • anonymous scrive:
      Re: gli articoli di cubasia = inutili
      - Scritto da: giuseppe
      arte della guerra, modello americano , tutte cose
      che si dicono per riempirsi la bocca di paroloni
      , poi in fin dei conti non hai aggiunto niente ad
      un argomento come
      questo.

      cambia mestiere, perdiamo tempo ogni volta a
      leggere i tuoi
      articolie chi li legge? :D
    • bob scrive:
      Re: gli articoli di cubasia = inutili
      Evidentemente avete tempo da perdere!
      • fox82i scrive:
        Re: gli articoli di cubasia = inutili
        Sai com'è: aspettare un'elaborazione o sistemare pc infestati da cavolate creano buchi...
      • cpu scrive:
        Re: gli articoli di cubasia = inutili
        non sono inutili, forse davvero dovete voi scrivere qualcosa di utile...scrive molto bene e chiaramentema capisco che non è per tutti
    • che palle scrive:
      Re: gli articoli di cubasia = inutili
      - Scritto da: giuseppe
      cambia mestiere, perdiamo tempo ogni volta a
      leggere i tuoi
      articoliE perche'? Fanno sorridere :DIl bello poi e' la discussione della gente che scrive dopo, dove tutti sono precari e cenvinti di essere un bill gate.Quando non si accorgono che billy non sarebbe diventato quello che è se fosse stato attaccato al posto fisso
      • The_GEZ scrive:
        Re: gli articoli di cubasia = inutili
        Ciao che palle !
        Quando non si accorgono che billy non sarebbe
        diventato quello che è se fosse stato attaccato
        al posto
        fissoHai visto qualche Bill Gates in Italia ultimamente ?In Italia ci sono i Rcucci, Gnutti i Fiorani ma di Bill Gates neppure l' ombra.Non so se mi sono capito ....
        • Che palle scrive:
          Re: gli articoli di cubasia = inutili
          - Scritto da: The_GEZ
          Hai visto qualche Bill Gates in Italia
          ultimamente
          ?Conosco tanta gente che ha fatto balzi di carriera molto grandi.E tutti sono stati un rischio.
      • Remo La Barca scrive:
        Re: gli articoli di cubasia = inutili

        Quando non si accorgono che billy non sarebbe
        diventato quello che è se fosse stato attaccato
        al posto
        fissoNon mi pare che Bill abbia cambiato azienda dal 1983 a questa parte, quindi in un certo senso...
        • Che palle scrive:
          Re: gli articoli di cubasia = inutili
          - Scritto da: Remo La Barca
          Non mi pare che Bill abbia cambiato azienda dal
          1983 a questa parte, quindi in un certo
          senso...Ma non mi pare nemmeno che dopo l'83 sia stato un impiegato sottopagato
  • The_GEZ scrive:
    Impressioni
    Ciao a Tutti !Ma solo a me sembra che Cubasia scriva gli articoli :1) Con due enormi fette di prosciutti S.Daniele sugli occhi.2) Fa riferimento a qualcosa che sicuramente NON è l' Italia3) Boh ...Magari poi sono io che penso male ...
    • DarkOne scrive:
      Re: Impressioni
      Gente che scrive di lasciare un posto di lavoro per andare in mezzo alla strada non merita nemmeno di essere letta. Eppure punto informatico dovrebbe essere una magazine seria e non accogliere tali vaccate.Con la crisi che c'è in italia lasciare un posto di lavoro significa condannarsi a morte, anche se sei bravo non è detto che ti prendano altrove. Meglio meno bravo (talvolta anche incompetente) ma stipendiato da fame e sfruttato, piuttosto che uno bravo e pagato bene.Chi dice il contrario o ha vissuto un'esperienza fortunata oppure non sa come gira il mondo del lavoro in italia.Dice bene quella canzone: "L'italia è una repubblica fondata sul lavoro...degli altri."- Scritto da: The_GEZ
      Ciao a Tutti !

      Ma solo a me sembra che Cubasia scriva gli
      articoli
      :

      1) Con due enormi fette di prosciutti S.Daniele
      sugli
      occhi.
      2) Fa riferimento a qualcosa che sicuramente NON
      è l'
      Italia
      3) Boh ...

      Magari poi sono io che penso male ...
  • luigi scrive:
    BISOGNA ELIMINARE LE BODY RENTAL
    Bisogna mettere fuori legge le body rental, perchè quello che fanno oltre ad esere poco etico, è pure dannoso.A voi sembra giusto che un programmatore debba essere rivenduto a peso d'oro al cliete mentre queste azienducole guadagnano il doppio del suo stipendio senza fare un cacchio???????Vi sembra giusto che al programmatore viene cosi preclusa anche la pssibilità di fare carriera dal cliente, spesso grandi aziende, perke' è e sara' sempre un "esterno".... e puo' essere spostato da un altra parte vanificando l'esperienza e la crescita fatta dal cliente??''
    • massimo scrive:
      Re: BISOGNA ELIMINARE LE BODY RENTAL
      Vero,io ne sono un caso come tanti....contratti a progetto annuali, staccati giusto di qualche giorno per evitare la continuità.Lavoro in una delle 3 società più importanti d'Italia, ma nella realtà sono un esterno. Senza di me probabilmente il nostro "cliente" andrebbe gambe all'aria, ci vorrebbero almeno 2-3-4 mesi per formare un altra risorsa sul mio progetto.....Eppure guadagno 800 al mese, mentre il mio boss sicuramente ne prende circa 3000 dall'azienda a cui mi ha affittato e chissà quando prende l'azienda che mi ha affittato dal cliente presso cui curo il progetto!!!!!!Ma sono solo, ho famiglia e quindi, specie al sud, meglio sta merda che niente.
      • Akasha scrive:
        Re: BISOGNA ELIMINARE LE BODY RENTAL
        mmmm.... mi spieghi come cacchio fai a vivere con famiglia e 800 euro al mese? qua conviene andà tutti a fare l'elemosina, almeno 50 euro al giorno si fanno sicuri :)
        • xxxxxxxxxx scrive:
          Re: BISOGNA ELIMINARE LE BODY RENTAL
          - Scritto da: Akasha
          mmmm.... mi spieghi come cacchio fai a vivere con
          famiglia e 800 euro al mese? qua conviene andà
          tutti a fare l'elemosina, almeno 50 euro al
          giorno si fanno sicuri :)OT ma...il tuo nick e' interessante :-)
      • che palle scrive:
        Re: BISOGNA ELIMINARE LE BODY RENTAL
        - Scritto da: massimo
        Lavoro in una delle 3 società più importanti
        d'Italia, ma nella realtà sono un esterno. Senza
        di me probabilmente il nostro "cliente" andrebbe
        gambe all'aria, ci vorrebbero almeno 2-3-4 mesi
        per formare un altra risorsa sul mio
        progetto.....Eppure guadagno 800 al mese, mentre
        il mio boss sicuramente ne prende circa 3000
        dall'azienda a cui mi ha affittato e chissà
        quando prende l'azienda che mi ha affittato dal
        cliente presso cui curo il
        progetto!!!!!!Non so come mai ma per me c'e' troppa gente che si sopravvaluta :DSe fosse davvero come dici perche' non vai dall'azienda dove sei esterno a chiedere di essere assunto li?Se sei veramente cosi' indispenzabile ti danno subito 2000 euro al mese, visto che cosi' ci guadagnerebbero pure :PMagari invece il tuo lavoro non e' cosi' indispensabile per essere assunto, per vari motivi:- Ora se non ti vogliono il giorno successivo non vieni piu' te ma un altro- Se domani il tuo lavoro non e' piu' necessario, tanti saluti- Il tuo lavoro viene pagato tanto perche' oltre a te ci sono 10 altre persone che fanno altro, quindo pagano la struttura e la disponibilità, non tanto l'individuo- ecc ecc
        • H5N1 scrive:
          Re: BISOGNA ELIMINARE LE BODY RENTAL
          Molto evidentemente non capisci un c***o di come funzionano i contratti.Le aziende fornitrici stipulano contratti in cui si sottoscrive ll'obbligo per il cliente a NON assumere le risorse del fornitore. E' prevista spesso una penale e la rescissione del contratto che deve, tra l'altro, essere liquidato per intero.Inoltre il cliente assume un'azienda esterna proprio perchè non vuole vincoli e può allontanare risorse a suo piacimento al bisogno.
          • sfilzo scrive:
            Re: BISOGNA ELIMINARE LE BODY RENTAL
            - Scritto da: H5N1
            Molto evidentemente non capisci un c***o di come
            funzionano i
            contratti.
            Le aziende fornitrici stipulano contratti in cui
            si sottoscrive ll'obbligo per il cliente a NON
            assumere le risorse del fornitore. E' prevista
            spesso una penale e la rescissione del contratto
            che deve, tra l'altro, essere liquidato per
            intero.
            Inoltre il cliente assume un'azienda esterna
            proprio perchè non vuole vincoli e può
            allontanare risorse a suo piacimento al
            bisogno.hai assolutamente ragione, anche se ultimamente ci sono state parecchie sentenze che permettono, in certe circostanze, di aver ragione. Praticamente, la giurisprudenza si sta evolvendo +/- in questo modo (semplifico di brutto, ovviamente...):- se lavori per un cliente come consulente esterno e ti fai assumere, la "body rental" puo' avere vita facile nel farsi pagare la penale- spesso la clausola di non concorrenza comprende anche il fatto di non lavorare in alcuna azienda informatica per 12 o 18 mesi dalla cessazione del rapporto. In questo caso, tu puoi invece vincere facilmente la causa, perchè è una regola vessatoria in contraddizione con le regole comunitarie inerenti la libera circolazione dei lavoratori nello spazio economico europeo (che è più "largo" della sola Unione Europea)ciao
          • H5N1 scrive:
            Re: BISOGNA ELIMINARE LE BODY RENTAL
            Sono al corrente della situazione ed attualmente sto intentando causa con un mio ex committente.Voglamo cambiare le cose?Bè, iniziamo da qui.
          • sfilzo scrive:
            Re: BISOGNA ELIMINARE LE BODY RENTAL
            - Scritto da: H5N1
            Sono al corrente della situazione ed attualmente
            sto intentando causa con un mio ex
            committente.
            Voglamo cambiare le cose?
            Bè, iniziamo da qui.in bocca al lupo, io ci sono passato.ciao
          • Che palle scrive:
            Re: BISOGNA ELIMINARE LE BODY RENTAL
            - Scritto da: sfilzo
            - se lavori per un cliente come consulente
            esterno e ti fai assumere, la "body rental" puo'
            avere vita facile nel farsi pagare la
            penaleDipende dalle dimensioni delle 2 aziende.Se una azienda di 20 persone fa "body rental" per una di 500, non ti preoccupare che non va certamente in causa perche' qualcuno viene assunto. Altrimento il giorno dopo va a lavorare per un'altra ditta
            - spesso la clausola di non concorrenza comprende
            anche il fatto di non lavorare in alcuna azienda
            informatica per 12 o 18 mesi dalla cessazione delSe non ti pagano per questa clausola te ne puoi altamente fregare.
          • Che palle scrive:
            Re: BISOGNA ELIMINARE LE BODY RENTAL
            - Scritto da: H5N1
            Molto evidentemente non capisci un c***o di come
            funzionano i
            contratti.
            Le aziende fornitrici stipulano contratti in cui
            si sottoscrive ll'obbligo per il cliente a NON
            assumere le risorse del fornitore. E' prevista
            spesso una penale e la rescissione del contratto
            che deve, tra l'altro, essere liquidato per
            intero.Oppure conosco bene come vanno le cose. E spesso queste clausole non ci sono, perche' chi da il lavoro e' in una posizione di forza, e non da certamente queste garanzie.Conosco diverse persone che hanno fatto il balzo, da ditta esterna a interno.La ditta ha solo potuto lamentarsi, niente di piu'
        • Mi scoccio di loggare scrive:
          Re: BISOGNA ELIMINARE LE BODY RENTAL
          Perche' ci si affida alle body rental?Perche' per trovare 1 programmatore bravo, una azienda deve :1- Diffondere l'annuncio2- Ricevere le varie offerte3- Esaminare i vari profili4- Effettuare i vari colloqui5- Capire se chi ci si presenta e' un bluff o meno6- Inquadrare la persona ( con tutto quel che ne consegue )Invece con le body rental, questi 6 passaggi son nelle mani di queste "serie" aziende.Aggiungici poi che su uno stipendio di 800 euro mensili, le body rental fatturano al cliente 2500 euro dove :- 800 vanno all'impiegato- 500 vanno al dirigente dell'azienda- 1200 vanno alla societa' di body rental e all'iva.Insomma...il dirigente in questo modo, riesce a far uscire soldi in maniera pulita e intascarseli a nero...Poi ci sono anche un sacco di altri motivi, ma si andrebbe troppo OT...
        • Maurizio scrive:
          Re: BISOGNA ELIMINARE LE BODY RENTAL
          Mi spiace deluderti ma dimentichi un'aspetto importante. Per quanto nel mercato vige la legge che tutti sono necessari ma nessuno è indispensabile il cocetto espresso nell'intervento è veritiero. Coma è già stato scritto sopra, ci sono condizioni in cui non ti puoi permettere nemmeno di andare a mettere il naso da altre parti e poi non dimenticarti che i commercali non solo fessi. Quando un'azienda sigla un contratto per utilizzo di personale in Body Rental, sottoscrive anche un contratto di salvaguardia per l'azienda fornente il servizio, che impedisce al cliente di fatto di assumere o proporre l'assunzione del consulente in questione.A contratto teminato poi andare a trattare con il cliente, ma devi sperare di non cadere in qualche cavillo legale, per cui non puoi essere assunto e ritrovarti con lo stesso contratto di schifo che avevi prima.
      • H5N1 scrive:
        Re: BISOGNA ELIMINARE LE BODY RENTAL
        Consiglio: cercati un posto simile in un'altra azienda, vattene e fagli causa.Non bastano pochi giorni di distacco. Se puoi provare (salvati l'archivio email da qualche parte) la continuità del tuo lavoro o, peggio, che in un giorno in cui non eri sotto contratto stavi lavorando, che eri subordinato (basta poco) e che il progetto coincide con l'oggetto aziendale è fatta.
        • Obbligatori o scrive:
          Re: BISOGNA ELIMINARE LE BODY RENTAL
          - Scritto da: H5N1
          Non bastano pochi giorni di distacco. Se puoi
          provare (salvati l'archivio email da qualche
          parte) la continuità del tuo lavoroFatto.
          o, peggio,
          che in un giorno in cui non eri sotto contratto
          stavi lavorandoTutti quanti.
          che eri subordinato (basta poco)l'hanno riconosciuto loro stessi
          e che il progetto coincide con l'oggetto
          aziendale è fatta.Le mansioni non le hanno neanche messe e il progetto non esiste.Eppure cosa fai? Consultando un avvocato bravo mi è stato detto che non conviene intentare nulla, perchè queste cose durano un paio d'anni e se l'azienda è una body rental piccola, basta che chiude e a te danno un contentino monetario.Il sindacato dice che potrei fare causa al cliente...tu che ne pensi?
          • H5N1 scrive:
            Re: BISOGNA ELIMINARE LE BODY RENTAL
            Lascia stare i sindacati e vai al patronato.Intanto cercati un'altra occupazione e poi cerca di ottenere quel "contentino monetario".Considera anche il fatto che sei sottopagato: se dimostri subordinazione ti verrà anche riconosciuta la differenza tra l'attuale retribuzione e quella spettante alla corrispettiva in base alle mansioni realmente svolte.Nel caso, ad esempio, di un contratto "impiegato metalmeccanico" non potrà essere inferiore al 5°-6° livello.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 29 settembre 2008 10.35-----------------------------------------------------------
    • per scrive:
      Re: BISOGNA ELIMINARE LE BODY RENTAL
      QUOTO ALLA GRANDE QUANTO SCRITTO SOTTO E' VERO!!!ps chiedetevi anche PERCHE' i politici DI DESTRA O DI SINISTRA NON HANNO MAI FATTO NIENTE PER METTERE FINE AL PRECARIATO!??!!! Alla fine ci guadagnano pure loro!!!!- Scritto da: luigi
      Bisogna mettere fuori legge le body rental,
      perchè quello che fanno oltre ad esere poco
      etico, è pure
      dannoso.
      A voi sembra giusto che un programmatore debba
      essere rivenduto a peso d'oro al cliete mentre
      queste azienducole guadagnano il doppio del suo
      stipendio senza fare un
      cacchio???????
      Vi sembra giusto che al programmatore viene cosi
      preclusa anche la pssibilità di fare carriera dal
      cliente, spesso grandi aziende, perke' è e sara'
      sempre un "esterno".... e puo' essere spostato da
      un altra parte vanificando l'esperienza e la
      crescita fatta dal
      cliente??''
    • bob scrive:
      Re: BISOGNA ELIMINARE LE BODY RENTAL
      Ma cosa state dicendo?! Qualcuno di voi si è chiesto che cosa si l'informatica oggi? Da dove arrivano i soldi? Il body rental è diventato l'unico modo per lavorare in questo settore prendendo uno stipendio! Ovviamente fa schifo, ma è l'informatica che in Italia è diventata uno schifo!E per Cubasia: il sogno dell'idea da sviluppare all'americana è una farsa! Nessuno è partito dal garage di casa come vogliono far credere ai più! Lì se hai una buona idea, arrivano i venture capitalists che ti mettono in mano milioni di dollari per partire! Siamo sinceri almeno, non vendiamo fumo o false speranze alla gente! Informatevi nei siti americani, troverete la storia di MySpace, Facebook, Google, Youtube e tutti gli altri!
      • xxxxxxxxxx scrive:
        Re: BISOGNA ELIMINARE LE BODY RENTAL

        Lì se hai una buona idea, arrivano i venture
        capitalists che ti mettono in mano milioni di
        dollari per partire! Siamo sinceri almeno, nonNon so se laggiu' sia come dici ma posso aggiungere chese un "figlio di nessuno" in Italia hai per caso una buonaidea gliela pappano in 2 secondi, se la vendono e luiresta al palo.
      • fox82i scrive:
        Re: BISOGNA ELIMINARE LE BODY RENTAL
        - Scritto da: bob
        Ma cosa state dicendo?! Qualcuno di voi si è
        chiesto che cosa si l'informatica oggi? Da dove
        arrivano i soldi? Il body rental è diventato
        l'unico modo per lavorare in questo settore
        prendendo uno stipendio! Ovviamente fa schifo, ma
        è l'informatica che in Italia è diventata uno
        schifo!Esatto schifo per colpa di 4 venditori che negli anni '90 hanno preso per i fondelli le aziende promettendo furori, giustamente ora le aziende ci vanno piano...E tu sei sicuro di cosa sia l'informatica oggi?
  • Marco Marcoaldi scrive:
    Siamo alla frutta !
    Ma se la gente non sa distinguere un programmatore da un peracottaro/cacciavitaro di cosa ci dobbiamo lamentare ?
    • per scrive:
      Re: Siamo alla frutta !
      Beh se per questo molte persone non sanno neanche accendere un pc figuriamoci poi che sappiano cos'è il web 2.0...- Scritto da: Marco Marcoaldi
      Ma se la gente non sa distinguere un
      programmatore da un peracottaro/cacciavitaro di
      cosa ci dobbiamo lamentare
      ?
    • fox82i scrive:
      Re: Siamo alla frutta !
      Purtroppo quelle persone sono i datori di lavoro..
  • picchiatello scrive:
    Michaelson ?
    Cubasia non mi dire che dopo aver letto Goleman stai leggendo Michaelson.....guarda che a leggere certe cose si fa la fine di quelli che lavoravano in Lehman Bros.Il modello di lavoro americano non e' proponibile nel nostro paese.....
Chiudi i commenti