No, non si diventa ciechi!

Un gadget per cuori solitari, un brivido caldo per lui e per lei

Roma – Da tempo i film sci-fi propinano la scoperta di nuovi territori sensoriali legati al cybersesso. Partner fatti di pixel che danno sensazioni reali attraverso hardware specifico posizionato nei punti strategici. Molto meglio dal vivo? Giusto, giustissimo. Ma, come tramanda la saggezza popolare, se in tempi di guerra ogni buco è rifugio, in tempi bui ci si può arrangiare. La soluzione è meno futuribile di quanto si possa pensare e si chiama SOM .

il gadget

Ideata in Giappone, la macchina per l’autoerotismo da 385 euro è disponibile nelle versioni per signore e per signora ed è concepita come periferica associata per un’azione in locale real-time alla celebre serie di videogame prodotta da 0verflow chiamata School Days e Cross Days.

Il dispositivo si collega via USB al computer e permette di interagire nelle scene cruente di queste serie a mani libere. Dotato di vibrazione, il giochino si muove in tempo reale assecondando quanto avviene sullo schermo, muovendosi piano o in maniera più celere a seconda del livello d’azione richiesto dal gioco. Nonostante il sito sia prodigo di dettagli e specifiche tecniche, mancano totalmente i riferimenti sull’eventuale distribuzione in Europa o USA. Il lungimirante produttore ha pensato inoltre di realizzare una versione tascabile del dispositivo, “da portare sempre in borsa o in valigia”.

Per realizzare le parti direttamente a contatto con le zone dove più si avvertono certi pruriti, il produttore ha utilizzato un materiale chiamato “septon” da tempo utilizzato per dispositivi medici. Nella versione maschile la tappezzeria interna è di prima qualità: “grazie ad innumerevoli pieghe e protuberanze sarà un vero piacere” – si legge sul sito del produttore. “Il suo tocco soffice garantisce un piacere lussurioso maggiore dell’equivalente reale”. E se lo dicono loro…

SOMjapan

(via Kotaku )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • roberto scrive:
    chi ricicla e' in realta truffato
    se uno versa illegalmente danaro sul mio conto (prelevandolo p.es. dal conto di uno ignaro phishato), la transazione e' truffaldina, quando viene scoperta non e' valida, cioe' "non va a buon fine", quindi i soldi se li riprendono indietro dal mio conto (comunque li rivogliono).se nel mentre ne ho gia girati in buona parte sul conto di un altro, cavoli miei, la mia girata e' stata una operazione legittima che ho fatto, cioe non li rivedo indietro.quindi a me li richiedono indietro tutti, mentre quelli che ho girato non li rivedo. crisi o non crisi non mipare un gran business fare da riciclatore di danaro elettronico.
  • fangulo ai caratteri non ammessi scrive:
    Una vacanza all'Hotel Millesbarre
    In tempi di crisi a qualcuno può effettivamente fare piacere vincere un soggiorno nelle patrie galere, da noi il riciclaggio è punito con la reclusione da 4 a 12 anni e con una multina da 1.032 a 15.000 e rotti eurini.
    • Paolini scrive:
      Re: Una vacanza all'Hotel Millesbarre
      Sono disposto a rischiare.
    • pabloski scrive:
      Re: Una vacanza all'Hotel Millesbarre
      fino ad oggi non hanno punito nessuno, semplicemente perchè questi furboni denunciano la cosa e si dichiarano vittime del raggironon so se hai visto una puntata di Mi Manda Raitre di qualche anno fa, ci andò proprio uno di questi "money mule" e in pratica vestì i panni della vittima dopo aver guadagnato sui 200.000 in 6 mesiovviamente così facendo si pigliano tutte le attenuanti....il raggiro, il fatto che non sono delinquenti abituali, le leggi del berlusca e il tutto si risolve con multe di 3000-4000
      • Homer S. scrive:
        Re: Una vacanza all'Hotel Millesbarre
        Da noi il riciclaggio è premiato con un posto in Parlamento.E se lo fai davvero grosso, potresti anche diventare primo ministro.
  • alter scrive:
    mai nulla
    ma porca miseria, a me questi colpi di fortuna non arrivano mai....dovro aprire + account email forse...
Chiudi i commenti