Nokia gioca un poker a Las Vegas

La casa finlandese presenta al CES tre nuovi modelli N-series all'insegna della multimedialità, più un quarto telefonino che sostituisce la carta di credito

Las Vegas – Sono quattro i modelli che, per ora, Nokia ha presentato al CES di Las Vegas. Si tratta di tre dispositivi della gamma “N-series”: gli smartphone N76 e N93, più l’internet tablet N800 e una versione evoluta del suo 6131, concepita come strumento di pagamento elettronico.

Olli-Pekka Kallasvuo, presidente e amministratore delegato di Nokia, introduce le novità commentando l’ormai dilagante multifunzionalità dei telefoni cellulari, prodotti anche dal colosso finlandese: “Gli apparecchi mono-funzione stanno diventando sempre più marginali e gli apparecchi convergenti che li stanno rapidamente soppiantando sono sempre più performanti e di facile utilizzo”. Secco e semplice: nel mercato della telefonia mobile, Nokia è il maggiore produttore mondiale con i suoi 40 milioni di apparecchi multifunzione commercializzati nel 2006.

Il primo asso Il primo del poker, l’N76 (vedi foto a lato), misura 106,5x52x13,7 mm e pesa 115 grammi. A bordo c’è la versione 9.2 del sistema operativo Symbian (interfaccia utente Serie60 3rd edition). Si tratta di un “bivalve” GSM/GPRS/EDGE/UMTS dotato – tra l’altro – di doppio display (interno TFT da 2,4 pollici con risoluzione QVGA a 16 milioni di colori, esterno da 1,36 pollici a 262mila colori a 160×128 Pixel), fotocamera da 2 Megapixel, player multimediale audio/video, radio FM, memoria interna di 26 MB (espandibile con schede MicroSD), suonerie polifoniche, supporto Java MIDP 2.0. Disponibilità sul mercato entro marzo 2007, prezzo previsto di 390 euro.

Il secondo asso A seguire, Nokia ha sfoderato il modello N93i, evoluzione dell’N93: Triband GSM/GPRS/EDGE/UMTS, misura 115,6x58x25 mm e pesa 163 grammi. Anche questo modello sfoggia un doppio display (caratteristiche pressoché identiche a quelle dell’N76), fotocamera da 3,2 Megapixel (con ottica Carl Zeiss), player multimediale audio/video, radio FM integrata, output video per TV, suonerie polifoniche, connettività Pop Port e Wireless (Bluetooth + IrDA + WiFi), e-mail con supporto allegati. Anche questo modello dovrebbe vedere la luce degli scaffali dei negozi entro marzo. Il prezzo di vendita si attesterà attorno ai 600 euro.

Il terzo asso Il CES di Las Vegas è stato anche teatro di presentazione per l’N800, evoluzione dell’internet tablet 770 basato sul sistema operativo Linux. La vocazione alla navigazione e alla messaggistica di questo dispositivo è confermata dalla presenza di una tastiera QWERTY e di una webcam. Per la connettività, N800 può contare sul supporto WiFi, utilissimo (indispensabile) per consentire a Nokia di offrire un ulteriore servizio che conta di rendere disponibile a breve: il soft-VoIP di Skype , che aggiungerà alle caratteristiche del minitablet anche la funzione di WiFi-fonino. L’N800 sarà venduto nel corso delle prossime settimane ad un prezzo di circa 400 euro.

A questo indirizzo si trova la presentazione (ovviamente multimediale) che Nokia ha realizzato per i suoi nuovi modelli N-series.

Infine, nella città del Nevada famosa per essere il paradiso del gioco d’azzardo, Nokia ha presentato il modello 6131 NFC (Near Field Communications). Si tratta di un “bivalve” Quadband GSM/GPRS/EDGE, evoluzione del 6131, pensato per consentire all’utente i pagamenti in mobilità con la soluzione “PayPass” sviluppata dal colosso finlandese in collaborazione con MasterCard . La tecnologia NFC prevede l’impiego di un chip smart card integrato nel terminale. Anche per il modello 6131 NFC si prevede la disponibilità entro marzo ad un prezzo tra i 250 e i 300 euro.

D.B.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Ekleptical scrive:
    Ed invece esce anche quello di Apple! :D
    Annunciato ufficialmente l'iPhone di Apple!!!http://gizmodo.com/gadgets/macworld2007/three-new-productsall-in-one-the-iphone-227372.phpE via alle risse legali sul trademark!
    • FDG scrive:
      Re: Ed invece esce anche quello di Apple
      - Scritto da: Ekleptical
      Annunciato ufficialmente l'iPhone di Apple!!!

      http://gizmodo.com/gadgets/macworld2007/three-new-

      E via alle risse legali sul trademark!Ma per me lo possono chiamare come vogliono, iPhone, ApplePhone, iKaxx...Mi sembra decisamente più interessante per quello che fa e per come lo fa.
      • Ekleptical scrive:
        Re: Ed invece esce anche quello di Apple
        - Scritto da: FDG
        Mi sembra decisamente più interessante per quello
        che fa e per come lo
        fa.Peccato non sia UMTS, ma solo GSM/EDGE. Maxximo 200Kb/sec quindi... bizzarro per un cellulare nato per Internet!Cmq per me è inutile, avendo 3.
        • FDG scrive:
          Re: Ed invece esce anche quello di Apple
          - Scritto da: Ekleptical
          Peccato non sia UMTS, ma solo GSM/EDGE. Maxximo
          200Kb/sec quindi... bizzarro per un cellulare
          nato per Internet!
          Cmq per me è inutile, avendo 3.Il problema non è l'iPhone, ma il fatto che siamo in Italia e wimax lo vedremo quando ai soliti noti converrà vendercelo al prezzo che gli piace di più.
          • Ekleptical scrive:
            Re: Ed invece esce anche quello di Apple
            - Scritto da: FDG
            Il problema non è l'iPhone, ma il fatto che siamo
            in Italia e wimax lo vedremo quando ai soliti
            noti converrà vendercelo al prezzo che gli piace
            di
            più.Non mi pare sia Wi-Max. Io negli slider del keynote di Jobs vedo scritto solo Wi-Fi, ergo normale wireless casalingo.
          • FDG scrive:
            Re: Ed invece esce anche quello di Apple
            - Scritto da: Ekleptical
            Non mi pare sia Wi-Max. Io negli slider del
            keynote di Jobs vedo scritto solo Wi-Fi, ergo
            normale wireless
            casalingo.Non s'è capito, ma forse hai ragione. Comunque il supporto wimax è stato annunciato, questo è certo.A parte questo, nel resto del mondo, quello civile, UMTS oramai non è considerato granché perché tanto arriva wimax. Noi invece che siamo in Italia possiamo solo soffrire. E l'iPhone chiaramente non è disegnato tenendo conto delle esigenze specifiche del nostro paese.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ed invece esce anche quello di Apple
          - Scritto da: Ekleptical
          - Scritto da: FDG


          Mi sembra decisamente più interessante per
          quello

          che fa e per come lo

          fa.

          Peccato non sia UMTS, ma solo GSM/EDGE. Maxximo
          200Kb/sec quindi... bizzarro per un cellulare
          nato per Internet!
          Cmq per me è inutile, avendo 3.Il futuro della telefonia mobile non è l'UMTS.Gli americani non se lo cagano manco di striscio. Per loro sarà tutto over IP e Wi-Max / Wi-Fi.Tutti i big player del settore stanno lavorando su questo scenario. L'UMTS è ormai morto. Punto.
          • Ekleptical scrive:
            Re: Ed invece esce anche quello di Apple
            - Scritto da:
            Il futuro della telefonia mobile non è l'UMTS.
            Gli americani non se lo cagano manco di striscio.
            Per loro sarà tutto over IP e Wi-Max /
            Wi-Fi.
            Tutti i big player del settore stanno lavorando
            su questo scenario. L'UMTS è ormai morto.
            Punto.Forse in USA. In Europa ed Estremo Oriente (dove la telefonia cellulare ha i suoi player maggiori, ed il maggior numero di utenti) sono di altro parere.Gli USA non sono attendibili nel campo della fonia mobile: sono sempre stati molto più indietro del resto del mondo. Lo sono ancora. E' uno dei settori tencologici in cui gli Americani non contano praticamente niente... eccetto Motorola (che non ha mai sfondato all'estero) tutti i produttori USA vivono del mercato strettamente nazionale. Insomma, non è certo un mercato di riferimento.
          • FDG scrive:
            Re: Ed invece esce anche quello di Apple
            - Scritto da: Ekleptical
            Gli USA non sono attendibili nel campo della
            fonia mobile: sono sempre stati molto più
            indietro del resto del mondo. Lo sono ancora.Ed essere tecnologicamente "vergini" è un bene per loro perché gli consentirà il passaggio verso le tecnologie IP senza tanti patemi.Comunque, per arrivare al fulcro della discussione, secondo te è meglio avere a che fare con IP o con le reti telefoniche tradizionali?Nota: hai presente la demo di google maps che è stata fatta sull'iPhone?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 09 gennaio 2007 20.10-----------------------------------------------------------
          • Ekleptical scrive:
            Re: Ed invece esce anche quello di Apple
            - Scritto da: FDG
            Ed essere tecnologicamente "vergini" è un bene
            per loro perché gli consentirà il passaggio verso
            le tecnologie IP senza tanti
            patemi.Sempre che sia un passaggio adeguato. L'IP non è nato per la fonia.
            Comunque, per arrivare al fulcro della
            discussione, secondo te è meglio avere a che fare
            con IP o con le reti telefoniche
            tradizionali?Io non sono sicuro che il Wi-Max sia fatto per reggere un numero di utenti in movimento così elevato come quello di un carrier telefonico.Non ci sono test al riguardo.Inoltre la tecnologia Wi-Fi e derivati è sopravvalutata. La copertura è scarsa. Può funzionare nel midwest USA dove non c'è nulla per Km, non in Europa o estremo oriente.Zio billy, a me il wireless ha sempre dato problemi: non arriva nemmeno da una stanza all'altra, in 3 case diverse, con 3 router di aziende diverse e computer diversi! Sempre avuto casini! E, colmo dell'ironia, sul Wi-Fi (sicurezza) c'ho fatto la tesi di laurea!Gli stessi dubbi si hanno sul Wi-Max quando non c'è campo visivo libero fra sorgente e ricevente... cioè sempre, in Europa!
            Nota: hai presente la demo di google maps che è
            stata fatta
            sull'iPhone?No, ho visto solo frames, non video. Cmq, considerando che non è Wi-Max, ma solo Wi-Fi, direi che su di un cell UMTS, per strada, andrebbe cmq molto meglio. HDSPA poi non ne parliamo.Immagino la figata di scaricarsi la roba da iTunes via GPRS!
          • Anonimo scrive:
            Re: Ed invece esce anche quello di Apple
            - Scritto da: Ekleptical
            - Scritto da: FDG


            Ed essere tecnologicamente "vergini" è un bene

            per loro perché gli consentirà il passaggio
            verso

            le tecnologie IP senza tanti

            patemi.

            Sempre che sia un passaggio adeguato. L'IP non è
            nato per la fonia.
            Io non sono sicuro che il Wi-Max sia fatto per
            reggere un numero di utenti in movimento così
            elevato come quello di un carrier
            telefonico.Tutto vero. Al momento la tecnologia non è ancora pronta per questo. Altrimenti sarebbe già sul mercato.Ma è un dato di fatto che ormai tutti i player del settore (a partire da Nokia, Motorola, Sony Ericsson, Cisco e tutti gli altri) stanno lavorando su questo scenario: un indirizzo IP per ogni telefono. Le ragioni sono evidenti: banda per contenuti e servizi a pagamento.Quando domani avrai l'Iphone di Apple scaricherai la musica da iTunes direttamente sul dispositivo via internet (wi-fi, magari ancora non in movimento) senza passare dal PC.

            Nota: hai presente la demo di google maps che è

            stata fatta

            sull'iPhone?

            No, ho visto solo frames, non video. Cmq,
            considerando che non è Wi-Max, ma solo Wi-Fi,
            direi che su di un cell UMTS, per strada,
            andrebbe cmq molto meglio. HDSPA poi non ne
            parliamo.
            Immagino la figata di scaricarsi la roba da
            iTunes via GPRS!Infatti userai la connessione wi-fi.Già oggi io con un smartphone wi-fi, appena posso passo su internet a faccio parecchie cose. E' solo questione di tempo, ma il futuro è IP.
          • Ekleptical scrive:
            Re: Ed invece esce anche quello di Apple
            - Scritto da:
            Ma è un dato di fatto che ormai tutti i player
            del settore (a partire da Nokia, Motorola, Sony
            Ericsson, Cisco e tutti gli altri) stanno
            lavorando su questo scenario: un indirizzo IP per
            ogni telefono.IPv6, però. Che se no lo spazio indirizzi è esaurito in un lampo togliendoci la miliardata di cellulari in giro per il mondo! (Non voglio nemmeno immaginare di usare il NATting per dei cellulari!)Quindi ci vorrà ancora un po'. Il passaggio generale ad IP6 non è previsto a breve. Stiamo parlando di un orizzonte di almeno 7-8 anni.
          • FDG scrive:
            Re: Ed invece esce anche quello di Apple
            - Scritto da: Ekleptical
            IPv6, peròMagari!
          • Teo_ scrive:
            Re: Ed invece esce anche quello di Apple
            - Scritto da: Ekleptical
            - Scritto da: FDG


            Nota: hai presente la demo di google maps che è

            stata fatta

            sull'iPhone?

            No, ho visto solo frames, non video.Si vede cliccando su Maps da qui: http://www.apple.com/iphone/internet/
          • FDG scrive:
            Re: Ed invece esce anche quello di Apple
            - Scritto da: Ekleptical
            Gli stessi dubbi si hanno sul Wi-Max quando non
            c'è campo visivo libero fra sorgente e
            ricevente... cioè sempre, in Europa!Però in Europa sono riusciti a fare le reti telefoniche wireless.Comunque, la tecnologia da tecnologia d'implementazione a me interessa relativamente. Io preferisco una rete basata su IP che come dici tu non sarà nata per far telefonia, però oltre a supportare il voice over IP ti permette di fare molto di più... anzi praticamente quello che vuoi. Al contrario mi piace meno una rete che fornisce IP solo come servizio accessorio. E' una questione di apertura e chiusura delle reti.Nota che tutto questo ha poco a che fare con l'iPhone di Apple, visto che probabilmente gli standard supportati da questo telefono sono quelli utilizzati dai carrier con cui Apple stipula accordi. L'iPhone che si è visto oggi è quello americano, dove umts magari è meno necessario. Per cui nulla di strano che arrivato in europa questo telefono supporti pure umts.
            No, ho visto solo frames, non video. Cmq,
            considerando che non è Wi-Max, ma solo Wi-Fi,
            direi che su di un cell UMTS, per strada,
            andrebbe cmq molto meglio.E' il genere di applicazione a cui mi riferisco quando parlo di rete aperta. In Italia usare google maps su un telefono umts (ammesso che ci funzioni) ti costa veramente tanto.
  • Anonimo scrive:
    iPhone di Linksys, non di Apple.
    Pregasi non far leva sul nome iPhone per invogliare le persone a leggere l'articolo. Trucchetto da tabloid di bassa lega. Il nome iPhone appartiene ormai al telefono voip di Linksys/Cisco. Apple, se produrrà un suo cellulare, lo chiamerà iQualcosa se vorrà ma non di certo iPhone. Difficile metterci una pietra sopra e accettarlo?
    • Anonimo scrive:
      Re: iPhone di Linksys, non di Apple.
      Sei un tantino rude nell'asserire la tua verità.Ci sono diversi indizi che fanno comunque pensare al contrario, a partire da www.iphone.org.
      • Anonimo scrive:
        Re: iPhone di Linksys, non di Apple.
        iPhone.org è il dominio registrato da Apple che però ha fallito le trattative per acquistare il brevetto sul nome iPhone già detenuto da Linksys/Cisco. A meno di un accordo multimilionario con Linksys/Cisco non si vede come il nome iPhone possa figurare su un prodotto Apple con le funzioni di telefono. Giocare sul nome iPhone quando già appartenente ad altro prodotto di un'altra ditta è scorretto.
    • Anonimo scrive:
      Re: iPhone di Linksys, non di Apple.

      Trucchetto da tabloid di bassa lega.
      Difficile metterci una pietra
      sopra e
      accettarlo?
      Caspita !Non ci dormiro' la notte.Ora che i miei 2 poveri neuroni hanno associato iPhone ad Apple come faro' ?Cisco ed Apple siete delle cattivone...oibò... ma e' cosi' difficile accettare l'uso di termini anche impropri quando sono di piu' immediata comprensione ?O hai qualche particolare avversione per Apple che ti rende acido nei suoi confronti ? (o per P.I. ?) Giusta segnalazione la tua ma, a meno che abbia frainteso io, il tono e' eccessivamente caustico per apprezzarla come dovrebbe.
      • Anonimo scrive:
        Re: iPhone di Linksys, non di Apple.
        .... non sono io quello chiamato in causa.pero' diamine "eccessivamente caustico" mi sembra eccessivamente caustico.ih ih ih.Stacce, tana.
    • Ekleptical scrive:
      Re: iPhone di Linksys, non di Apple.
      E invece...http://gizmodo.com/gadgets/macworld2007/three-new-productsall-in-one-the-iphone-227372.php
      • Anonimo scrive:
        Re: iPhone di Linksys, non di Apple.
        Ancora con sto link! Lo hai gia messo da un'altra parte..Le cose sono 2: o prendi i soldi da Jobs, oppure dal sito Gizmondo! :D
    • Anonimo scrive:
      Re: iPhone di Linksys, non di Apple.
      si, si, un altro nome :Dhttp://homepage.mac.com/uomoragno/iblog/C328748609/E20070107180638/index.html
      • Anonimo scrive:
        Re: iPhone di Linksys, non di Apple.
        ma iphone non si legge nelle slide pero'.ma solo nelle descrizioni.
        • Anonimo scrive:
          Re: iPhone di Linksys, non di Apple.
          e questi?http://www.apple.com/iphone/ehttp://www.apple.com/Manco bastano???????????????????TANAAAAAAAAAAA !!!!!!!! :D
Chiudi i commenti